Porticciolo di GRIGNANO (TS)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Porticciolo di GRIGNANO (TS)"

Transcript

1 SOCIETA NAUTICA GRIGNANO Associazione Sportiva Dilettantistica DINMA SOCIETA VELICA BARCOLA GRIGNANO Associazione Sportiva Dilettantistica Libecciata - 30 ottobre 2008

2 Il PROGETTO Libecciata - 30 ottobre 2008

3 Il PROGETTO Libecciata - 30 ottobre 2008

4

5 NECESSARI Clima del moto ondoso ad alta risoluzione al largo del porto con tempo di ritorno assegnato Modello matematico di propagazione d onda all interno del porto nella configurazione attuale e quella modificata (confronto) HINDCAST (Oil&Gas Industry Standard Procedures)

6 : Hindcast (modelli matematici dei campi meteo degli ultimi 60 anni) GFS Re-analysis Data ( ) Wind at 10 m Resol. 2 deg Time step = 6 h 3D wind field Resol. = 2.5 deg Time step = 6 h

7 : Hindcast (modelli matematici dei campi meteo degli ultimi 60 anni) ETA_C_hind ( ) Resol. 0.5 deg Resol. = 0.1 deg Time step = 1 h Time step = 1 h

8 : Hindcast (modelli matematici dei campi meteo degli ultimi 60 anni) Risultati del modello WRF-ARW ottenuti per il 17 Dicembre 2007 (bora) Progetto ADRIAMET - Forecast meteo operativo a risoluzione 2.2 km sulla Regione Friuli Venezia Giulia e a 6.6 km sull Italia ARPA FVG OSMER

9 : Hindcast (modelli matematici dei campi meteo degli ultimi 60 anni) INTRODUZIONE ETC ETC ETC Risultati del modello WRF-ARW ottenuti per l 8 agosto 2008

10 : Hindcast (modelli matematici dei campi meteo degli ultimi 60 anni) INTRODUZIONE ETC ETC ETC Risultati del modello WRF-ARW ottenuti per l 8 agosto 2008

11 : Hindcast (modelli matematici del moto ondoso degli ultimi 60 anni) Resol: = 0.20 deg Resol: = 0.10 deg Resol: = 0.04 deg

12 DINMA CREST srl : Hindcast (modelli matematici del moto ondoso degli ultimi 60 anni) Libecciata - 30 ottobre 2008 Modello SWAN_C: risoluzione 0.01

13 : Hindcast (modelli matematici del moto ondoso degli ultimi 60 anni) Altezza d onda significativa (m) Tempo (ore) Esempio di serie temporale oraria del moto ondoso su 10 anni

14 : Hindcast (modelli matematici del moto ondoso degli ultimi 60 anni)

15 : Hindcast (modelli matematici del moto ondoso degli ultimi 60 anni)

16 : Hindcast (modelli matematici del moto ondoso degli ultimi 60 anni) Altezza d onda significativa (m) Wave Height [m] boaogs SWAN_0.01 ADN_0.04 MEC_0.1 Aprile 2001 Confronto tra dati sperimentali boa e modello matematico time [hh] Tempo (ore)

17 : Hindcast GRIGNANO (clima del moto ondoso degli ultimi 10 anni)

18 : Hindcast GRIGNANO (onda di progetto con T R assegnato) Tempo di ritorno (anni) Altezza d onda significativa (m) Vita utile della struttura (anni) Tempo di ritorno (anni) 25 anni 50 anni 100 anni

19 : Propagazione d onda all interno del porto Intervento di stabilizzazione della nuova diga frangiflutti Studio idrodinamico per l ottimizzazione della forma della barriera galleggiante Salò (BS)

20 : Propagazione d onda all interno del porto Porto Lido (TS) λ=5.00 m λ=21.00 m 210 λ=29.00 m λ=60.00 m

21 : Propagazione d onda all interno del porto Porto Lido (TS) 270 λ=5.00 m λ=21.00 m λ=29.00 m λ=60.00 m

22 : Propagazione d onda all interno del porto Porto Lido (TS) 300 λ=5.00 m λ=21.00 m λ=29.00 m λ=60.00 m

23 : Propagazione d onda all interno del porto Porto Lido (TS) 240 λ= 5.00 m λ= m

24 : Propagazione d onda all interno del porto Porto Lido (TS) 240 Amplifiicazione altezza d onda significativa

25 DINMA CREST srl : Propagazione d onda all interno del porto Porticciolo di Grignano (TS) Z Y X Z Y X

Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo

Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo Anno di pubblicazione 2011 Rivista/Archivio Relazione di attività SGSS Autori documento Marco Deserti, Luisa Perini, Samantha

Dettagli

INTERVENTI DI PROTEZIONE COSTIERA LUNGO IL LITORALE DEL COMUNE DI ALASSIO (SV) PROGETTO DEFINITIVO

INTERVENTI DI PROTEZIONE COSTIERA LUNGO IL LITORALE DEL COMUNE DI ALASSIO (SV) PROGETTO DEFINITIVO INTERVENTI DI PROTEZIONE COSTIERA LUNGO IL LITORALE DEL COMUNE DI ALASSIO (SV) PROGETTO DEFINITIVO 1 STRALCIO - IPOTESI ALTERNATIVE ing. Daniele Rinaldo n. 1886 Ordine degli Ingegneri della Provincia di

Dettagli

SISTEMA DI ALLERTA PER EVENTI DI TRACIMAZIONE ONDOSA IN AMBITO PORTUALE

SISTEMA DI ALLERTA PER EVENTI DI TRACIMAZIONE ONDOSA IN AMBITO PORTUALE SISTEMA DI ALLERTA PER EVENTI DI TRACIMAZIONE ONDOSA IN AMBITO PORTUALE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Candidato : Ilaria Termignoni Relatore: Prof. Ing. Giovanni Besio DI GENOVA Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Un modello ad elevata risoluzione per la ricostruzione storica e per la previsione di vento ed onda nel Mar Mediterraneo

Un modello ad elevata risoluzione per la ricostruzione storica e per la previsione di vento ed onda nel Mar Mediterraneo Un modello ad elevata risoluzione per la ricostruzione storica e per la previsione di vento ed onda nel Mar Mediterraneo Giorgio CONTENTO (*), Luca DONATINI (*), Guido LUPIERI (*) Andrea PEDRONCINI (**),

Dettagli

Politecnico di Torino

Politecnico di Torino ENERGIA DAL MARE LE NUOVE TECNOLOGIE PER I MARI ITALIANI - Luglio Enea Via Giulio Romani, Roma Politecnico di Torino Metodologia di integrazione di risorsa e tecnologia Caso studio: la costa Ovest della

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELL AMBIENTE MARINO E COSTIERO

PIANO DI TUTELA DELL AMBIENTE MARINO E COSTIERO PIANO DI TUTELA DELL AMBIENTE MARINO E COSTIERO AMBITO COSTIERO 08 Unità fisiografiche del Centa, Centa Sud e Maremola ART. 41 LEGGE REGIONALE N 20/2006 RELAZIONE SUL CLIMA ONDOSO AL LARGO (RO) 1 Indice

Dettagli

Relazione Finale di Ricerca Studio meteo marino preliminare all intervento di riequilibrio della spiaggia del Pozzale, isola Palmaria.

Relazione Finale di Ricerca Studio meteo marino preliminare all intervento di riequilibrio della spiaggia del Pozzale, isola Palmaria. Università degli Studi di Parma Dipartimento di Ingegneria e Architettura Dipartimento di Scienze della Terra MASTER UNIVERSITARIO INTERSEDE IN SCIENZE COSTIERE APPLICATE ANNO ACCADEMICO 2010-11 Relazione

Dettagli

10 anni di vorticità nel Mediterraneo (2001-2010)

10 anni di vorticità nel Mediterraneo (2001-2010) GESTIONE INTEGRATA DELLE INFRASTRUTTURE PORTUALI AMALFI, 1 giugno 2012 Marine Strategy Framework Directive e Portualità Sostenibile Francesco Lalli 10 anni di vorticità nel Mediterraneo (2001-2010) Direttiva

Dettagli

Dighe REWEC3 per la produzione di energia elettrica dalle onde di mare: nuove attività sperimentali presso il laboratorio NOEL di Reggio Calabria

Dighe REWEC3 per la produzione di energia elettrica dalle onde di mare: nuove attività sperimentali presso il laboratorio NOEL di Reggio Calabria ENERGIA ACADEMIC YEAR DAL 2013/2014 MARE LE NUOVE TECNOLOGIE DEI MARI ITALIANI 1-2 luglio 2014 ENEA, Roma Dighe REWEC3 per la produzione di energia elettrica dalle onde di mare: nuove attività sperimentali

Dettagli

2 3 4 5 6 7 8 9 10 12,999,976 km 9,136,765 km 1,276,765 km 499,892 km 245,066 km 112,907 km 36,765 km 24,159 km 7899 km 2408 km 76 km 12 14 16 3 6 11 1 7 1 2 5 3 12 4 9 10 8 18 20 21 22 23 24 25 26 28

Dettagli

PIANO REGOLATORE PORTUALE (ai sensi della Legge 84/94) A.1 MODELLO MATEMATICO

PIANO REGOLATORE PORTUALE (ai sensi della Legge 84/94) A.1 MODELLO MATEMATICO REGIONE MARCHE SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO, MOBILITA ED INFRASTRUTTURE P.F. Demanio Idrico, Porti e Lavori Pubblici COMUNE DI NUMANA I s PIANO REGOLATORE PORTUALE (ai sensi della Legge 84/94) A.1 MODELLO

Dettagli

THE FUTURE BOAT & YACHT VENICE CONVENTION

THE FUTURE BOAT & YACHT VENICE CONVENTION THE FUTURE BOAT & YACHT VENICE CONVENTION Venezia, 14 15 Marzo 2008 INNOVAZIONE IDRODINAMICA E TECNOLOGICA NEI MODERNI CATAMARANI VELOCI Igor ZOTTI, Università di Trieste, Dipartimento DINMA PREMESSA I

Dettagli

Venis Cruise 2.0 Nuovo Terminal Crociere di Venezia Bocca di Lido

Venis Cruise 2.0 Nuovo Terminal Crociere di Venezia Bocca di Lido Venis Cruise 2.0 1 Direttive istituzionali 2 marzo 2012 Decreto Clini-Passera Divieto di transito in Bacino di San Marco per le navi crociera sup. a 40mila t.s.l. 6 febbraio 2014 o.d.g. Senato: compatibilità

Dettagli

LE PREVISIONI DELLE ONDE: TECNICHE E INTERPRETAZIONE

LE PREVISIONI DELLE ONDE: TECNICHE E INTERPRETAZIONE LE PREVISIONI DELLE ONDE: TECNICHE E INTERPRETAZIONE Presentano: Andrea Ruju (swellbeat.com) Alessandro Danese (Wipeout Board Shop) DINAMICA DELLE ONDE ANDREA TECNICHE DI PREVISIONE ANDREA LETTURA E INTERPRETAZIONE

Dettagli

Corso di laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio

Corso di laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Corso di laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Idraulica Marittima VALUTAZIONE DELLA PROPAGAZIONE DEL MOTO ONDOSO DEL LITORALE DELLA FOCE DEL FIUME LATO CALCOLO DEL FETCH EFFICACE

Dettagli

COMUNE DI CRUCOLI Provincia di Crotone *****

COMUNE DI CRUCOLI Provincia di Crotone ***** COMUNE DI CRUCOLI Provincia di Crotone ***** INTERVENTO DI DIFESA DELLA FASCIA LITORANEA DEL COMUNE DI CRUCOLI DAI FENOMENI EROSIVI MEDIANTE RIPASCIMENTO PROTETTO. ---------------------------- PROGETTO

Dettagli

ENERGIA DA ONDA POTENZIALE E DISPOSITIVI DI CONVERSIONE. Lorenzo Cappietti lorenzo.cappietti@unifi.it

ENERGIA DA ONDA POTENZIALE E DISPOSITIVI DI CONVERSIONE. Lorenzo Cappietti lorenzo.cappietti@unifi.it Laboratorio di Ingegneria Marittima www.unifi.it/labima ENERGIA DA ONDA POTENZIALE E DISPOSITIVI DI CONVERSIONE Lorenzo Cappietti Wave Energy Research Group at UNIFI Main Objectives (Med Sea) 1) Offshore/Nearshore

Dettagli

Piattaforma per il calcolo e Applicazioni Open Source per l'ingegneria Navale

Piattaforma per il calcolo e Applicazioni Open Source per l'ingegneria Navale Piattaforma per il calcolo e Applicazioni Open Source per l'ingegneria Navale Prof. Giorgio Contento Ph. D. Guido Lupieri Dipartimento di Ingegneria ed Architettura Corso di Laurea in Ingegneria Navale

Dettagli

Il moto ondoso e l idrodinamica 3D come basi per la previsione della qualità delle acque e la gestione delle emergenze nel Mar Ligure

Il moto ondoso e l idrodinamica 3D come basi per la previsione della qualità delle acque e la gestione delle emergenze nel Mar Ligure Il moto ondoso e l idrodinamica 3D come basi per la previsione della qualità delle acque e la gestione delle emergenze nel Mar Ligure Andrea Pedroncini DHI Italia Origini e obiettivi della collaborazione

Dettagli

Introduzione al telerilevamento

Introduzione al telerilevamento Introduzione al telerilevamento Telerilevamento = Remote Sensing Acquisizione di informazioni su un oggetto mediante un sensore non in contatto con esso, ossia mediante misure delle variazioni dei campi

Dettagli

Obie%vo Realizza-vo 4 Realizzazione servizi condivisi

Obie%vo Realizza-vo 4 Realizzazione servizi condivisi Obie%vo Realizza-vo 4 Realizzazione servizi condivisi Partner responsabile Giovanni Cinque Direttore Generale HIMET S.r.l. I Workshop Proge-o RoMA Giovedi 20 marzo 2014 ROMA Principali Obie%vi di OR4 (1)

Dettagli

Università di Cagliari Dipartimento di Ingegneria del Territorio Corso di Regime e Protezione dei Litorali. Corso di REGIME E PROTEZIONE DEI LITORALI

Università di Cagliari Dipartimento di Ingegneria del Territorio Corso di Regime e Protezione dei Litorali. Corso di REGIME E PROTEZIONE DEI LITORALI Corso di REGIME E PROTEZIONE DEI LITORALI (A. A. 009 010) ESERCITAZIONE N Trasferimento delle onde estreme alla costa Nella costa sud-orientale della Sardegna si deve realizzare un opera di difesa mediante

Dettagli

Emergenza alluvione Liguria Genova, 7 dicembre 2011

Emergenza alluvione Liguria Genova, 7 dicembre 2011 Emergenza alluvione Liguria Genova, 7 dicembre 2011 L intervento della Protezione civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia a sostegno della Regione Liguria a seguito dell evento alluvionale

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 10 SEDUTA DELIBERATIVA DEL 13/01/2012 OGGETTO AVVISO DI SELEZIONE PER L'ATTRIBUZIONE DI UN INCARICO DI COLLABORAZIONE, AI SENSI DELL'ART. 49 DEL VIGENTE REGOLAMENTO

Dettagli

Programmi per lo studio dell acustica di un ambiente

Programmi per lo studio dell acustica di un ambiente Programmi per lo studio dell acustica di un ambiente Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da Backstage n.15, aprile 1999, Gruppo editoriale Jackson) Spesso, al fine di studiare l acustica di un

Dettagli

Paolo Atzeni, Paola Letizia, Michela Soldati. MED Ingegneria S.r.l., Ferrara

Paolo Atzeni, Paola Letizia, Michela Soldati. MED Ingegneria S.r.l., Ferrara 431 STUDIO METEOMARINO ED ANALISI MODELLISTICA PER LA PROGETTA- ZIONE DEL NUOVO PORTO TURISTICO ALLE ISOLE TREMITI Paolo Atzeni, Paola Letizia, Michela Soldati MED Ingegneria S.r.l., Ferrara 1 - Introduzione

Dettagli

Ottimizzazione di dispositivi U-OWC (U-Oscillating Water Column) e progettazione di test sperimentali

Ottimizzazione di dispositivi U-OWC (U-Oscillating Water Column) e progettazione di test sperimentali Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Ottimizzazione di dispositivi U-OWC (U-Oscillating Water Column) e progettazione

Dettagli

Previsione a supporto della Prevenzione

Previsione a supporto della Prevenzione Previsione a supporto della Prevenzione 19 giugno 2013 ARPA Agenzia Regionale per la Protezione dell'ambiente del Friuli Venezia Giulia CRMA Centro Regionale di Modellistica Ambientale crma@arpa.fvg.it

Dettagli

STABILITA STATICA E DINAMICA DI IMBARCAZIONI MULTISCAFO

STABILITA STATICA E DINAMICA DI IMBARCAZIONI MULTISCAFO STABILITA STATICA E DINAMICA DI IMBARCAZIONI MULTISCAFO Alberto FRANCESCUTTO - francesc@units.it - (DINMA University of Trieste) bresciani49@tin.it - (DINMA Università di Trieste) Gabriele BULIAN gbulian@units.it

Dettagli

VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DEGLI INTERVENTI PROGETTUALI NELLA COSTA DI LADISPOLI

VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DEGLI INTERVENTI PROGETTUALI NELLA COSTA DI LADISPOLI Università degli Studi di Palermo Meccanica dei Materiali e delle Strutture Vol. 4 (2014), no.1, pp. 85-94 ISSN: 2035-679X Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali - DICAM

Dettagli

PORTICI (NA) RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA LARGA effettuate IN QUOTA nella città di

PORTICI (NA) RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA LARGA effettuate IN QUOTA nella città di RELAZIONE TECNICA sulle misure di campo elettromagnetico in BANDA LARGA effettuate IN QUOTA nella città di PORTICI (NA) 1 SOMMARIO INTRODUZIONE 3 NORMATIVA VIGENTE 4 MISURE IN BANDA LARGA 5 COPIA DEI CERTIFICATI

Dettagli

F. Arena, V. Laface, G. Malara, A. Romolo, A. Viviano. Report RdS/2013/137 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DICEAM

F. Arena, V. Laface, G. Malara, A. Romolo, A. Viviano. Report RdS/2013/137 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DICEAM Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Elaborazione dati meteomarini da modelli numerici ad alta risoluzione, con analisi

Dettagli

WAVE SAX un dispositivo modulare innovativo per la generazione d energia elettrica dal moto ondoso

WAVE SAX un dispositivo modulare innovativo per la generazione d energia elettrica dal moto ondoso ENERGIA DAL MARE, Le nuove tecnologie per i mari italiani ENEA, 1 e 2 Luglio 2014 WAVE SAX un dispositivo modulare innovativo per la generazione d energia elettrica dal moto ondoso Peviani M., Agate G.,

Dettagli

Tracciatura dei treni d onda di Rossby: statistica e applicazioni

Tracciatura dei treni d onda di Rossby: statistica e applicazioni Tracciatura dei treni d onda di Rossby: statistica e applicazioni Federico Grazzini, ARPA-SIMC Valerio Lucarini, Dip. di Fisica, Università di Bologna anticyclonic wave breaking, courtesy of Mel Shapiro

Dettagli

La previsione del tempo

La previsione del tempo a previsione del tempo Federico Grazzini ARPA Emilia-Romagna - Servizio Idro Meteo Clima Viale Silvani 6, 40122 Bologna a meteorologia è una scienza (!) ormai consolidata Già nel 1904 lo studioso norvegese

Dettagli

Focus su Inquinamento elettromagnetico e ambiente urbano. S. Curcuruto, M. Logorelli Servizio Agenti Fisici - ISPRA

Focus su Inquinamento elettromagnetico e ambiente urbano. S. Curcuruto, M. Logorelli Servizio Agenti Fisici - ISPRA Focus su Inquinamento elettromagnetico e ambiente urbano S. Curcuruto, M. Logorelli Servizio Agenti Fisici - ISPRA Argomento Focus È stata focalizzata l attenzione su un tema molto attuale che riguarda

Dettagli

Studio della qualità delle acque degli specchi d acqua tra pennelli adiacenti mediante simulazioni numeriche con modello matematico

Studio della qualità delle acque degli specchi d acqua tra pennelli adiacenti mediante simulazioni numeriche con modello matematico Regione Sardegna Comune di Capoterra (CA) Sistemazione e rinaturazione delle difese litoranee Bonifica e sistemazione della fascia costiera Progetto definitivo-esecutivo delle opere marittime Protezione

Dettagli

Relazione Idraulico-Marittima

Relazione Idraulico-Marittima Relazione Idraulico-Marittima INDICE 1) Premesse 2) Generalità sullo studio 3) Inquadramento geografico e individuazione dei settori di traversia 4) Fetch geografici ed efficaci 5) Fonti di dati meteo

Dettagli

Elementi di conoscenza sui cambiamenti climatici in Italia. Monitoraggio, scenari

Elementi di conoscenza sui cambiamenti climatici in Italia. Monitoraggio, scenari Elementi di conoscenza sui cambiamenti climatici in Italia Monitoraggio, scenari Franco Desiato Settore Clima e Meteorologia Applicata ISPRA Monitoraggio (impatti presenti e tendenze) Rete mareografica

Dettagli

Strumenti avanzati per lo studio della sicurezza stradale

Strumenti avanzati per lo studio della sicurezza stradale Strumenti avanzati per lo studio della sicurezza stradale Francesco Frendo, Riccardo Bartolozzi, Francesco Bucchi Dipartimento di ingegneria Meccanica, Nucleare e della Produzione (DIMNP) - Università

Dettagli

So ware di localizzazione Livetrack Guida rapida

So ware di localizzazione Livetrack Guida rapida So ware di localizzazione Livetrack Guida rapida Mediante il so ware LiveTrack è possibile seguire in tempo reale un evento per il quale sia stata a vata la trasmissione dei da di posizione con un opportuno

Dettagli

IL NETWORK DEI TERMOVALORIZZATORI HERA. Divisione Ambiente

IL NETWORK DEI TERMOVALORIZZATORI HERA. Divisione Ambiente IL NETWORK DEI TERMOVALORIZZATORI HERA Sommario Il gruppo Hera I termovalorizzatori Obiettivi del progetto La sala telecontrollo Sviluppo progetto Conclusioni Missione Hera vuole essere la migliore multiutility

Dettagli

IL NETWORK DEI TERMOVALORIZZATORI HERA - SALA TELECONTROLLO -

IL NETWORK DEI TERMOVALORIZZATORI HERA - SALA TELECONTROLLO - IL NETWORK DEI TERMOVALORIZZATORI HERA - SALA TELECONTROLLO - VERONA, 25 Ottobre 2007 Sommario Il gruppo Hera I termovalorizzatori La sala telecontrollo Il valore aggiunto Conclusioni Mission Il gruppo

Dettagli

Verifica di stabilità di un opera di difesa di tipo verticale composto con struttura a cassone cellulare

Verifica di stabilità di un opera di difesa di tipo verticale composto con struttura a cassone cellulare Esercitazione 6 Verifica di stabilità di un opera di difesa di tipo verticale composto con struttura a cassone cellulare Si esegua la verifica di stabilità allo scorrimento nella sola fase di cresta dell

Dettagli

G3-Giornate Giovani GNRAC Quartiere Fieristico di Ferrara, 20 Settembre 2013

G3-Giornate Giovani GNRAC Quartiere Fieristico di Ferrara, 20 Settembre 2013 Quartiere Fieristico di DIMENSIONAMENTO DI UNA VERY LARGE FLOATING STRUCTURE" EQUIPAGGIATA CON SISTEMI WAVE ENERGY CONVERTER DEL TIPO OSCILLATING WATER COLUMN Prime considerazioni e progetto di modellistica

Dettagli

PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MARINA DI CARRARA

PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MARINA DI CARRARA REGIONE TOSCANA PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI CARRARA AUTORITA PORTUALE DI MARINA DI CARRARA PIANO REGOLATORE PORTUALE DI MARINA DI CARRARA STUDIO METEOMARINO Settembre 2013 DATA REVISIONE REDATTORE

Dettagli

COMPORTAMENTO IN MARE MOSSO IRREGOLARE

COMPORTAMENTO IN MARE MOSSO IRREGOLARE COMPORTAMENTO IN MARE MOSSO IRREGOLARE INTRODUZIONE Una delle caratteristiche richieste ad imbarcazioni specializzate anche di piccole dimensioni è quella di poter affrontare il mare anche in condizioni

Dettagli

Building Information Modeling (BIM)

Building Information Modeling (BIM) Building Information Modeling (BIM) Tavagnacco, 5 maggio 2014 Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli Studi di Udine Prof. Angelo Montanari Dr. Paolo Gallo Dr.ssa Donatella Gubiani In

Dettagli

Qualità delle previsioni numeriche di convezione atmosferica profonda (Modello WRF operativo in ARPA FVG)

Qualità delle previsioni numeriche di convezione atmosferica profonda (Modello WRF operativo in ARPA FVG) Previsioni di convezione profonda con modello WRF Qualità delle previsioni numeriche di convezione atmosferica profonda (Modello WRF operativo in ARPA FVG) I casi di precipitazione intensa del 09-10 settembre

Dettagli

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali e Facoltà di Agraria. Corso di laurea in Scienze e Tecnologie per l Ambiente e il Territorio

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali e Facoltà di Agraria. Corso di laurea in Scienze e Tecnologie per l Ambiente e il Territorio Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali e Facoltà di Agraria Corso di laurea in Scienze e Tecnologie per l Ambiente e il Territorio Curriculum Marino Tesi di Laurea Specialistica STUDIO SPERIMENTALE,

Dettagli

Mediterranean Wind Wave Model (MWM)

Mediterranean Wind Wave Model (MWM) Mediterranean Wind Wave Model (MWM) Luis Alberto Cusati, Andrea Pedroncini, Andrea Crosta Giorgio Contento, Luca Donatini, Guido Lupieri, Laura Feudale Modello Atmosferico Modello d Onda MWM Infrastruttura

Dettagli

Applicazione di modelli per l analisi di scenari di mitigazione

Applicazione di modelli per l analisi di scenari di mitigazione Applicazione di modelli per l analisi di scenari di mitigazione Stefano Zauli Sajani, Stefano Marchesi Centro Tematico Regionale Ambiente e Salute ARPA Emilia- Romagna Applicazione di modelli Nell ambito

Dettagli

D. Nicolini, A. Fontanella, E. Giovannini. Report RdS/PAR2013/173 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

D. Nicolini, A. Fontanella, E. Giovannini. Report RdS/PAR2013/173 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi fluidodinamica CFD su dispositivi a colonna d acqua oscillante OWC -

Dettagli

Studi di Aggiornamento sull'ingegneria Off-Shore e Marina Università di Bologna, 8-9 novembre 2013

Studi di Aggiornamento sull'ingegneria Off-Shore e Marina Università di Bologna, 8-9 novembre 2013 Monitoraggio dello stato del mare e previsioni meteomarine ed oceanografiche applicate alla gestione delle emergenze in mare, l esperienza della Costa Concordia. La attività del LaMMA per l emergenza della

Dettagli

G3-Giornate Giovani GNRAC Quartiere Fieristico di Ferrara, 21 Settembre 2012

G3-Giornate Giovani GNRAC Quartiere Fieristico di Ferrara, 21 Settembre 2012 3 SALONE SULLA TUTELA DELLA COSTA COAST PROTECTION EXHIBITION 2 ND EDITION G3-Giornate Giovani GNRAC Quartiere Fieristico di IMPLEMENTAZIONE E VALIDAZIONE DI UN MODELLO DI PREVISIONE E REANALISI DEL MOTO

Dettagli

IL CICLO DELL ACQUA: Analisi delle serie di precipitazioni e di temperatura Dott. Andrea Cicogna OSMER Arpa

IL CICLO DELL ACQUA: Analisi delle serie di precipitazioni e di temperatura Dott. Andrea Cicogna OSMER Arpa IL CICLO DELL ACQUA: Analisi delle serie di precipitazioni e di temperatura Dott. Andrea Cicogna OSMER Arpa Udine, 1 marzo 2011 - Giornata di approfondimento sullo stato delle risorse idriche sotterranee

Dettagli

Si elencano di seguito :

Si elencano di seguito : Si elencano di seguito : a) i principali servizi di progettazione per la categoria effettuati negli ultimi 5 anni con l importo delle opere a cui i servizi si riferiscono b)i principali studi effettuati

Dettagli

SISTEMA PER LA TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA DELLE ONDE MARINE IN ENERGIA ELETTRICA ( Energy Double System ) EDS

SISTEMA PER LA TRASFORMAZIONE DELL ENERGIA DELLE ONDE MARINE IN ENERGIA ELETTRICA ( Energy Double System ) EDS Tecnomac S.R.L. Via Pablo Neruda 69 / 71 25020 Flero (BS) Italy C.F.-P. IVA 02169030174 Phone-Fax ++39 030 3580817 Home page : www.tecnomac.it e-ail :info@tecnomac.it SISTEMA PER LA TRASFORMAZIONE DELL

Dettagli

Gli strumenti operativi del Consorzio LAMMA a supporto della Protezione Civile & Esempio su il recente caso di Aulla 2011

Gli strumenti operativi del Consorzio LAMMA a supporto della Protezione Civile & Esempio su il recente caso di Aulla 2011 Gli strumenti operativi del Consorzio LAMMA a supporto della Protezione Civile & Esempio su il recente caso di Aulla 2011 Valerio Capecchi - Giornata di Formazione in Protezione Civile Centro Intercomunale

Dettagli

LAVORI DI DEMOLIZIONE PARZIALE DEL MOLO NORD

LAVORI DI DEMOLIZIONE PARZIALE DEL MOLO NORD Indice 1 Premesse... 3 2 Stato di fatto e di progetto... 5 3 Studio di navigabilità... 9 4 Studio sul moto ondoso... 15 5 Studio ambientale... 26 6 Conclusioni... 27 2 1 Premesse L adeguamento tecnico

Dettagli

12 TROFEO NEL BLU ORGANIZZAZIONE ENDAS CONI FIPSAS

12 TROFEO NEL BLU ORGANIZZAZIONE ENDAS CONI FIPSAS ENDAS CONI FIPSAS ORGANIZZAZIONE F.I.P.S.A.S. Sezione Provinciale di TRIESTE 34100 Trieste, P.le dei Legnami 1/D tel. 040 382994 fax 040 383419 Presidente: Cav. Uff. RENATO DEL CASTELLO Consigliere responsabile

Dettagli

Didattica aperta Scuola, Università e Impresa si incontrano Anno scolastico 2015-2016

Didattica aperta Scuola, Università e Impresa si incontrano Anno scolastico 2015-2016 Didattica aperta Scuola, Università e Impresa si incontrano Anno scolastico 2015-2016 Il viaggio in letteratura: la domanda di infinito dell uomo alla costante ricerca di sé Sviluppare la consapevolezza

Dettagli

FLARE SOLARE: DISTURBO ATMOSFERICO

FLARE SOLARE: DISTURBO ATMOSFERICO FLARE SOLARE: DISTURBO ATMOSFERICO Durante l inizio di novembre l attività solare si è dimostrata molto complessa e forte producendo una serie di Flare di alta energia che hanno iniziato a sparare plasma

Dettagli

PALI Si distinguono: Nel caso 1 il palo non modifica il moto ondoso, mentre nel caso 2 il moto ondoso è modificato dal palo.

PALI Si distinguono: Nel caso 1 il palo non modifica il moto ondoso, mentre nel caso 2 il moto ondoso è modificato dal palo. PALI Si distinguono: 1. pali di piccolo diametro se D/L0,05 Nel caso 1 il palo non modifica il moto ondoso, mentre nel caso 2 il moto ondoso è modificato dal palo.

Dettagli

Comparison of COSMO-SkyMed and TerraSAR-X data for the retrieval of land hydrological parameters

Comparison of COSMO-SkyMed and TerraSAR-X data for the retrieval of land hydrological parameters Progetto ASI 1720 - HYDRO-COSMO The retrieval and monitoring of Land Hydrological parameters for Risk and Water Resources Management Comparison of COSMO-SkyMed and TerraSAR-X data for the retrieval of

Dettagli

Sulle condizioni di rischio idraulico in relazione alla realizzazione del nuovo impianto di depurazione alla foce del fiume Entella

Sulle condizioni di rischio idraulico in relazione alla realizzazione del nuovo impianto di depurazione alla foce del fiume Entella Lavagna (GE), 27 marzo 2014 Sulle condizioni di rischio idraulico in relazione alla realizzazione del nuovo impianto di depurazione alla foce del fiume Entella DIST Dipartimento Interateneo di Scienze,

Dettagli

REVISIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI LIVORNO

REVISIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI LIVORNO AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO REVISIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI LIVORNO Titolo elaborato: QUADRO CONOSCITIVO STUDIO METEOMARINO R R I 0 4 0 2 0 R 0 0 5 0 Committente: AUTORITA' PORTUALE

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 104 SEDUTA DELIBERATIVA DEL 21/05/2012 OGGETTO CONTRATTO CON LA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO PER LA DISTRIBUZIONE DI DATI IDRO, NIVO E METEOROLOGICI IN TEMPO REALE.

Dettagli

Forecast Verification: contronto tra modelli LAM e sistema di nowcasting INCA

Forecast Verification: contronto tra modelli LAM e sistema di nowcasting INCA I modelli ambientali strumento di previsione e pianificazione 23 May 2013, Genova, ITALY Forecast Verification: contronto tra modelli LAM e sistema di nowcasting INCA Arturo Pucillo OSMER ARPA FVG + modellistica

Dettagli

L aggiornamento e la parallelizzazione del modello BOLAM nel Sistema Idro-Meteo-Mare

L aggiornamento e la parallelizzazione del modello BOLAM nel Sistema Idro-Meteo-Mare L aggiornamento e la parallelizzazione del modello BOLAM nel Sistema Idro-Meteo-Mare Parte III Verifica dei moduli marini del nuovo SIMM e del BOLAM ad alta risoluzione Marco Casaioli, Stefano Mariani

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA PRIMA FASE DELLA PIATTAFORMA EUROPA DEL PORTO DI LIVORNO

STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA PRIMA FASE DELLA PIATTAFORMA EUROPA DEL PORTO DI LIVORNO AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA PRIMA FASE DELLA PIATTAFORMA EUROPA DEL PORTO DI LIVORNO Titolo elaborato: ELABORATI PROGETTUALI RELAZIONE "C4" STUDIO DELLA DINAMICA COSTIERA

Dettagli

Un Electric Car Club per la Regione Friuli Venezia Giulia

Un Electric Car Club per la Regione Friuli Venezia Giulia Un Electric Car Club per la Regione Friuli Venezia Giulia Romeo Danielis Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche Università degli Studi di Trieste Scaletta di oggi Introduzione

Dettagli

Mappatura della pericolosità da inondazione costiera nella Regione Sardegna

Mappatura della pericolosità da inondazione costiera nella Regione Sardegna Mappatura della pericolosità da inondazione costiera nella Regione Sardegna Andrea Balzano, Andrea Sulis, Claudia Pedone, Massimiliano Ventroni Università di Cagliari - DICAAR Torino, 9-1 Ottobre 213 Torino,

Dettagli

Introduzione alle trasmissioni ottiche

Introduzione alle trasmissioni ottiche Introduzione alle trasmissioni ottiche ORGANIZZAZIONE DEL CORSO Introduzione e storia delle trasmissioni ottiche Argomenti del corso Richiami di fisica Fibre ottiche Propagazione in fibra ottica Modulazione,

Dettagli

LIBECCIO. 120 x 70 x h.218cm VERSIONE LOGO DEFINITIVO

LIBECCIO. 120 x 70 x h.218cm VERSIONE LOGO DEFINITIVO LIBECCIO 120 x 70 x h.218cm 1 HAITI LIBECCIO 140 x 70 cm 150 120 x 70 cm x h.218cm 2 LIBECCIO 120 x 70 x h.218cm 3 HAITI LIBECCIO 140 x 70 cm 150 90 x x 70 70 x h.218cm 1 LIBECCIO 90 x 70 x h.218 cm 2

Dettagli

ATTIVITA SVOLTE DAL WWF TRIESTE ONLUS NEL PROGETTO COASTNET ADOTTA UN TRATTO DI COSTA E SCOPRILO INSIEME A NOI

ATTIVITA SVOLTE DAL WWF TRIESTE ONLUS NEL PROGETTO COASTNET ADOTTA UN TRATTO DI COSTA E SCOPRILO INSIEME A NOI ATTIVITA SVOLTE DAL WWF TRIESTE ONLUS NEL PROGETTO COASTNET ADOTTA UN TRATTO DI COSTA E SCOPRILO INSIEME A NOI Bando progetti speciali a.s. 2014-2015 INDICE I. ELENCO DEI PARTNER DI PROGETTO... 2 II. PERIODO

Dettagli

Effetti della urbanizzazione e dei cambiamenti degli osservatori meteorologici storici sulla serie delle temperature nella cittá di Trento

Effetti della urbanizzazione e dei cambiamenti degli osservatori meteorologici storici sulla serie delle temperature nella cittá di Trento Effetti della urbanizzazione e dei cambiamenti degli osservatori meteorologici storici sulla serie delle temperature nella cittá di Trento L. Giovannini 1, D. Zardi 1, M. de Franceschi 1,2 lorenzo.giovannini@unitn.it

Dettagli

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Paolo Prati Dipartimento di Fisica Università di Genova Modelli a RECETTORE

Dettagli

Si elencano di seguito :

Si elencano di seguito : Si elencano di seguito : a) i principali servizi di progettazione per la categoria VII C effettuati negli ultimi 5 anni con l importo delle opere a cui i servizi si riferiscono b)i principali studi effettuati

Dettagli

INDICE 1 STUDIO METEO-MARINO PER IL PORTO DI GOLFO ARANCI... 3. Allegati... 23

INDICE 1 STUDIO METEO-MARINO PER IL PORTO DI GOLFO ARANCI... 3. Allegati... 23 INDICE 1 STUDIO METEO-MARINO PER IL PORTO DI GOLFO ARANCI... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CARATTERISTICHE DI MOTO ONDOSO E DETERMINAZIONE DELLE ONDE ESTREME... 4 1.2.1 Premessa... 4 1.2.1.1 Dati Anemometrici

Dettagli

I satelliti COSMO-SkyMed osservano Eco 40: la barca a impatto zero in viaggio intorno al globo.

I satelliti COSMO-SkyMed osservano Eco 40: la barca a impatto zero in viaggio intorno al globo. I satelliti COSMO-SkyMed osservano Eco 40: la barca a impatto zero in viaggio intorno al globo. Ormai da 25 giorni, l eco-barca Eco 40 (di soli 12 m di lunghezza) a impatto zero sull'ambiente è in viaggio

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA PRIMA FASE DELLA PIATTAFORMA EUROPA DEL PORTO DI LIVORNO

STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA PRIMA FASE DELLA PIATTAFORMA EUROPA DEL PORTO DI LIVORNO AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA PRIMA FASE DELLA PIATTAFORMA EUROPA DEL PORTO DI LIVORNO Titolo elaborato: ELABORATI PROGETTUALI RELAZIONE "C1" STUDIO METEOMARINO Scala: 1:1

Dettagli

Come funziona un Radar HF

Come funziona un Radar HF Come funziona un Radar HF Segnali Radio (onde elettromagnetiche) vengono trasmessi in direzione del mare e riflessi dalle onde marine. Lo Spettro Doppler dell eco viene analizzato per ricavare le mappe

Dettagli

RELAZIONE DI FINE TIROCINIO

RELAZIONE DI FINE TIROCINIO RELAZIONE DI FINE TIROCINIO Dipartimento Ingegneria Civile Laurea magistrale in Ingegneria Civile per la protezione dai rischi naturali Anno accademico 2014/2015 Tutor: Prof. Giorgio Bellotti Studentessa:

Dettagli

L'utilizzo della modellistica idrologica ed idrodinamica da parte del sistema delle Agenzie Ambientali RISULTATI DELL'ATTIVITÀ DI RICOGNIZIONE

L'utilizzo della modellistica idrologica ed idrodinamica da parte del sistema delle Agenzie Ambientali RISULTATI DELL'ATTIVITÀ DI RICOGNIZIONE SIMULARE CONVIENE! I modelli ambientali strumento di previsione e pianificazione L'utilizzo della modellistica idrologica ed idrodinamica da parte del sistema delle Agenzie Ambientali RISULTATI DELL'ATTIVITÀ

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELL AMBIENTE MARINO E COSTIERO

PIANO DI TUTELA DELL AMBIENTE MARINO E COSTIERO PIANO DI TUTELA DELL AMBIENTE MARINO E COSTIERO AMBITO COSTIERO 15 Unità fisiografiche Golfo del Tigullio, Baia del Silenzio e Riva Trigoso ART. 41 LEGGE REGIONALE N 20/2006 Relazione Paraggio dal porto

Dettagli

Card «Carta Famiglia FVG» Convenzioni non onerose

Card «Carta Famiglia FVG» Convenzioni non onerose Al servizio di gente unica Presentazione intervento regionale a sostegno della Famiglia Card «Carta Famiglia FVG» Convenzioni non onerose Udine, 5 marzo 2013 Finalità legge quadro sulla famiglia (LR 7

Dettagli

RAPPORTO DI EVENTO METEOIDROLOGICO DEL 15-17/12/2011

RAPPORTO DI EVENTO METEOIDROLOGICO DEL 15-17/12/2011 RAPPORTO DI EVENTO METEOIDROLOGICO DEL 15-17/12/2011 (redatto da M. Corazza) Abstract... 1 1 Analisi meteorologica... 1 2 Dati Osservati... 3 2.1 Analisi anemometrica... 3 2.2 Mare... 4 2.3 Effetti al

Dettagli

U 1 . - - . - - Interfaccia. U m

U 1 . - - . - - Interfaccia. U m Introduzione La teoria delle reti logiche tratta problemi connessi con la realizzazione e il funzionamento di reti per l elaborazione dell informazione (il termine logico deriva dalla stretta parentela

Dettagli

STATO DELL ARTE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE IDRAULICA

STATO DELL ARTE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE IDRAULICA SEMINARIO NAZIONALE La tutela della risorsa idrica in montagna Applicazione della direttiva acque negli ambienti alpini italiani STATO DELL ARTE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE IDRAULICA Tolmezzo,

Dettagli

4. ATTIVITÀ D INDAGINE A SUPPORTO DEL PIANO D INTERVENTI

4. ATTIVITÀ D INDAGINE A SUPPORTO DEL PIANO D INTERVENTI MARINA DI PISA: DIFESA ABITATO, MODIFICA OPERE ESISTENTI E RIPASCIMENTO ARENILE: LOTTO 2 INTERVENTI URGENTI DI RIPRISTINO CELLE 1 E 2 - INDICE 1. PREMESSE 2. EVOLUZIONE STORICA DEL LITORALE 3. CARATTERIZZAZIONE

Dettagli

MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO TROFEO SAN MARCO 25 APRILE 2015

MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO TROFEO SAN MARCO 25 APRILE 2015 MANIFESTAZIONE VELICA DEL DIPORTO TROFEO SAN MARCO 25 APRILE 2015 AVVISO DI VELEGGIATA ATTIVITA PROMOZIONALE FIV 1 ORGANIZZAZIONE Diporto Velico Veneziano - Porticciolo E. De Zottis - S. Elena - Venezia

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA COMUNE DI BRUGNERA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI PORDENONE PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE ai sensi della L.R. 03/2011 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Regolamento comunale per la telefonia

Dettagli

Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali

Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali Incendi Boschivi nel Friuli Venezia Giulia - 2012 Un annata media con parecchi incendi di piccole dimensioni e qualcuno medio-grande rivelatosi

Dettagli

Comitato di pilotaggio Genova, 04 03 2011

Comitato di pilotaggio Genova, 04 03 2011 Programma di cooperazione transfrontaliera Italia /Francia Marittimo Programma cofinanziato con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2009-2013 Università degli Studi di Genova DICAT Comitato di pilotaggio

Dettagli

La CFD al servizio dell ambiente: simulazione di trasporto e diffusione di inquinan2 nel mare in seguito ad even2 catastrofici

La CFD al servizio dell ambiente: simulazione di trasporto e diffusione di inquinan2 nel mare in seguito ad even2 catastrofici La CFD al servizio dell ambiente: simulazione di trasporto e diffusione di inquinan2 nel mare in seguito ad even2 catastrofici Ing. Filippo Palo, XC Engineering Srl Ing. Raul Pirovano, XC Engineering Srl

Dettagli

L effetto della corrente sullo stato del mare

L effetto della corrente sullo stato del mare L effetto della corrente sullo stato del mare La presenza della corrente influenza la navigazione in molteplici aspetti diversi: da quelli più evidenti come la modifica nella velocità e rotta rispetto

Dettagli

Coordinamento tra i Dottorati di Ricerca

Coordinamento tra i Dottorati di Ricerca UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE Aula Magna del Rettorato, piazza S.Marco, 4 % Firenze Venerdì 28 gennaio 2011 ore 10.00 TERZA GIORNATA DI STUDIO La qualità della ricerca e della didattica nelle discipline

Dettagli

A - PARTE GENERALE. TS Codice ISTAT 032006 Superficie. 85.11 kmq Abitanti 204849 Sindaco

A - PARTE GENERALE. TS Codice ISTAT 032006 Superficie. 85.11 kmq Abitanti 204849 Sindaco A - PARTE GENERALE Dati generali Comune Provincia TS Codice ISTAT 032006 Superficie 85.11 kmq Abitanti 204849 Sindaco ROBERTO COSOLINI Indirizzo Municipio PIAZZA UNITA' D'ITALIA 4 Sito web PEC Distretto

Dettagli

RELAZIONE IDRAULICO-MARITTIMA

RELAZIONE IDRAULICO-MARITTIMA 1 1. STUDIO DEL MOTO ONDOSO AL LARGO E SOTTOCOSTA...6 1.1. Inquadramento del paraggio...9 1.2. Studio del moto ondoso di largo...9 1.2.1. I metodi spettrali...10 1.3. Studio del moto ondoso sottocosta:

Dettagli