SAM Sustainable. Studio di Benchmarking della Sostenibilità nelle Aziende Italiane. Noemi Colombo Edoardo Gai Ivo Knöpfel Alois Flatz SAM.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SAM Sustainable. Studio di Benchmarking della Sostenibilità nelle Aziende Italiane. Noemi Colombo Edoardo Gai Ivo Knöpfel Alois Flatz SAM."

Transcript

1 SAM Sustainable Asset Management SAM Sustainable Asset Management Zollikerstrasse Zollikon-Zürich Tel Fax Studio di Benchmarking della Sostenibilità nelle Aziende Italiane Noemi Colombo Edoardo Gai Ivo Knöpfel Alois Flatz Dicembre 2002

2 Contenuto Introduzione Metodologia Raccolta dati e partecipazione L Italia a confronto con l Europa Risultati delle aziende suddivise per settore Conclusioni 1

3 Scopo dello Studio di Benchmarking Valutare la performance di sostenibilità delle aziende italiane, rispetto alla situazione europea. Mettere in risalto aree in cui le aziende italiane possono migliorare per allinearsi al livello europeo. In genere, aumentare la consapevolezza delle aziende e degli investitori per I criteri di sostenibilità Migliorare la trasparenza del mercato italiano in quest area, motivando le aziende a fornire le necessarie informazioni e pubblicando I risultati dell analisi Adattare parti della metodologia di SAM alla situazione italiana 2

4 Definizione di sostenibilità Sostenibilità nel campo del management e investment: La creazione di valore aggiunto dovuta all anticipazione e gestione di rischi e opportunità legate a sviluppi a lungo termine in campo economico, sociale e ambientale Economia Ambientale Sociale 3

5 Ruolo dei partner: SAM e Humanity Contatto con le aziende, raccolta dati Adattamento e applicazione della metodologia Calcolo e interpretazione dei risultati Assistenza nel contatto iniziale con le aziende Consulenza metodologica e verifica dei risultati 4

6 Contesto generale dello Studio SAM e Dow Jones/STOXX hanno, fin dal 1999, lanciato una serie di indici borsistici nel campo della sostenibilità La metodologia degli indici é stata sviluppata da SAM e viene adattata regolarmente Ogni anno, SAM analizza 1000 aziende multinazionali in 50 diversi settori economici le aziende leader di ogni settore (top 10%) vengono selezionate per gli indici Dow Jones Sustainability (metodologia best-in-class ) 7-8 delle più grandi aziende italiane sono già state analizzate negli anni scorsi la maggioranza, invece, per la prima volta in questo Studio 5

7 La sfide dell analisi nel contesto italiano Poche aziende forniscono informazioni soddisfacenti sotto il profilo quali-quantitativo: difficile lavoro di raccolta dati Lavoro di sensibilizzazione e informazione presso le aziende e gli Stakeholder Adattamenti della metodologia alla situazione italiana, definizione di 10 settori italiani Grandi differenze di capitalizzazione e grandezza all interno di alcuni settori Questo Studio fornisce un primo quadro della situazione in Italia. L analisi verrà approfondita e ripetuta ogni anno. 6

8 Contenuto Introduzione Metodologia Raccolta dati e partecipazione L Italia a confronto con l Europa Risultati delle aziende suddivise per settore Conclusioni 7

9 Definizione dell universo di analisi rappresentativo del mercato finanziario italiano Mib30 (30 aziende) Midex (25 aziende) Allo scopo di individuare un numero minimo di 5 aziende in ciascun settore per poterle paragonare tra loro, sono state selezionate alcune imprese con la maggior capitalizzazione dai segmenti: Nuovo Mercato, nei settori Healthcare, Technology, Telecom Mibtel, nei settori Energy, Textile,, Health Care, Technology, Other Cyclical. = 75 aziende suddivise in 10 settori 8

10 Ripartizione dell universo selezionato In % di Market Cap 8% 3% 1% Mib30 Midex Mibtel other 88% Nuovo Mercato 9

11 Allocazione settoriale Energy Financials Industrial Textile Technology Telecommunications Utilities Health Care Others (Non Cyclical) Universo selezionato per l analisi 12.5% 34.2% 4.4% 4.4% 3.1% 6.6% 21.2% 9.6% 0.6% 1.0% Mib30 +Midex 12.7% 35.4% 2.1% 4.93% (Cyclical) 5.9% 26.0% 10.11% 2.87% 10

12 Sostenibilità: Principali trends... Hanno come conseguenza una più forte richiesta di investimenti sostenibili Consapevolezza ambientale Cambiamento climatico: record di catastrofi naturali negli anni 90 Aumento delle tensioni sociali Disparità di crescita, sicurezza, ecc; importanza delle relazioni con gli stakeholders Cambiamento verso un economia basata sui servizi Basata su proprietà intellettuali e capacità dei dipendenti La reputazione è un fattore critico per il successo Importante aumento di trasparenza e responsabilità Reputazione e immagine sono a rischio Corporate Governance L equilibrio tra il potere ed il controllo all interno delle aziende 11

13 I criteri sono basati sull analisi dei 5 trends considerati Trends di sostenibilità Sfide generali Criteri generali 60% Sfide specifiche per il settore Criteri specifici per il settore 40% 12

14 Criteri utilizzati nella metodologia Selezione di criteri di valutazione Opportunità Rischi Economici Ambientale Sociale Strategia Gestione della Qualità Gestione del Know-How ecc... Rapporti ambientali Eco-design Servizi Ambientali ecc... Rimunerazione Formazione degli impiegati Coinvolgimento degli Stakeholder ecc... Corporate governance Gestione delle crisi Gestione dei fornitori ecc... Responsabilità a livello degli Amministratori Gestione Ambientale Performance Ambientale ecc... Protezione dei diritti umani Procedure contro la Discriminazione e la Corruzione ecc... See per la lista completa 13

15 Sostenibilità: Trends - Appendix I trends di sostenibilità sono alla base degli investimenti sostenibili Trends Sociali - Culturali Trasparenza Healthy living Migliori standards di vita Disuguaglianza ricchi/poveri Parità di diritti Commercio equo Trends Ambientali Consapevolezza dei rischi ambientali Rifiuti ed inquinamento Riscaldamento del globo Crescita della popolazione Scarsità di risorse naturali Perdita di bio-diversità Trends Economici Innovazione tecnologica Ridotti cicli di vita dei prodotti Rapidità e flessibilità Formazione continua Capitale intelletuale Ambienti di vita e lavoro virtuali 14

16 Sostenibilità: Trends Impatti - Appendix... E le conseguenze nell andamento degli affari Trends Sociali -Culturali Trends Ambientali Gestione della relazione con gli stakeholders Codes di Condotta (Corruzione) Impatti Sociali Reporting (Trasparenza, Standards Internazionali) Impiegati - Standards Sociali - Incentivi - Sicurezza, Salute e Wellness Impatti Ambientali Riduzione del Rischio: - Impatti Ambientali - Audits Opportunità: - Nuovi Prodotti -Costi - Innovazione Gestione Ambientale Trends Economici Impatti Economici Gestione del Rischio Gestione dell Reputazione e dell Immagine Gestione dell Qualità Efficienza nell uso delle risorse Gestione del Know-How Life Cycle Analysis Strategia e pianificazione finanziaria Corporate Governance 15

17 Processo di selezione Società Documenti WWW ONG Self Assessment Stampa Questionario Verifica Valutazione Esperti Risultati 16

18 Fonti d informazione 1. Questionario online. Fonte primaria di informazione 2. Verifica Documentazione fornita dalle imprese (es. Bilancio annuale, Reports ambientali, sociali, politiche interne, linee guida, ecc.) Informazione disponibile al pubblico; website delle imprese Contatti diretti con le imprese; interviste telefoniche. Analisi di e Stakeholders 17

19 Analisi di casi critici Valutazione del riscontro delle imprese nei media nazionali ed internazionali Analisi basata sui media, internet, stakeholders Motore di ricerca utilizzato Factiva: 50 giornali, quotidiani, e agenzie stampa, sono stati analizzati per raccogliere le informazioni considerando un arco di tempo di 2 anni fino ad ottobre Vengono utilizzati solo gli articoli in cui compaiono episodi negativi che hanno coinvolto le imprese: ad es. episodi di corruzione, pratiche commerciali illegali, disastri ambientali, violazione dei diritti umani. 18

20 Maggiori casi critici riscontrati in Italia I casi critici che registrano un alto impatto sulle imprese italiane (attraverso i media) riguardano: La Corporate Governance e il codice di condotta: pratiche commerciali illegali, posizione dominante di mercato, conflitto di interessi. Risorse Umane: licenziamenti di massa, scioperi. La stabilità finanziaria e la gestione di situazioni di crisi o emergenza: gravi crisi economiche, possibile bancarotta. 19

21 Contenuto Introduzione Metodologia Raccolta dati e partecipazione L Italia a confronto con l Europa Risultati delle aziende suddivise per settore Conclusioni 20

22 Partecipazione Tappe nella raccolta dei dati Inviti Partecipazione per il DJSI Inviti Partecipazione altre imprese Valutazione Risultati finali Aprile Giugno Agosto Ottobre 21

23 Partecipazione delle aziende 50 aziende su 75 (67%) sono state analizzate sulla base di informazioni ritenute sufficienti 30 aziende su 75 (40%) hanno partecipato attivamente al processo di analisi (hanno compilato il questionario) 7 aziende su 75 hanno contribuito attivamente al processo di analisi (hanno spedito documentazione interna) 33% Partecipazione piena 27% 40% Partecipazione parziale Informazione insufficiente 22

24 Contenuto Introduzione Metodologia Raccolta dati e partecipazione L Italia a confronto con l Europa Risultati delle aziende suddivise per settore Conclusioni 23

25 Comparazione della Sostenibilità in Europa Austria Belgium Denmark Finland France Germany Greece Ireland Italy Luxemb. Netherl. Norway Portugal Spain Sweden Switzerl. UK DJ STOXX 600 DJSI STOXX 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% 50% 24

26 Principali criteri economici valutati Corporate Governance e codice di condotta Strategie e pianificazione strategica Gestione delle crisi e del rischio Gestione dei fornitori e dei clienti Stabilità finanziaria Innovazione Rapporti con gli investitori Trasparenza e comunicazione esterna: public reporting 25

27 2 Esempi: - Definizione Public Reporting Si valuta come l impresa comunica esternamente il proprio operare. Il Public Reporting comprende diversi argomenti: Corporate Governance, Gestione e performance ambientale, sistema di formazione del personale e gestione del know-how, gestione del capitale umano, considerazione dei diritti umani, rapporti con gli stakeholders esterni, iniziative no-profit dell impresa. Corporate Governance Si considera: Dimensione del Consiglio di Amministrazione: numero dei membri; Percentuale dei membri con potere esecutivo; Responsabilità del CDA e comitati creati al suo interno; istituzione di una Politica di Corporate Governance; Diversità nella nazionalità e nella percentuale femminile dei membri del CDA; regole di insider trading: se sono previste sanzioni, se è previsto e quanto è lungo il lock-in period per le opzioni possedute dai membri CDA; possibile conflitto di interesse tra la società di consulenza e la società di revisione di una stessa impresa. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

28 Criteri economici Public Reporting Corporate Governance Best Europe Best Italy Average Europe Average Italy Public Reporting: In media, l Italia rimane un po indietro rispetto alle controparti europee nel Public Reporting. Principalmente perché in Italia solo poche imprese utilizzano il reporting ambientale e sociale come mezzo sistematico di comunicazione con gli stakeholders. Corporate Governance: La media italiana non si discosta di molto dal livello medio europeo. Le medie sono però ancora lontane dai migliori risultati. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

29 Italia Il Public Reporting nei diversi settori In quasi tutti i settori italiani il livello di reporting è basso. Con una maggior considerazione delle tematiche di sostenibilità è da prevedere un forte miglioramento in questo criterio. Public reporting viene spesso associato con il concetto di trasparenza delle aziende. È quindi importante che le imprese aumentino il loro sforzo di comunicazione con gli stakeholders. Utilities Telecommunication Technology Energy Financial Textile Health Care Public Reporting

30 Italia La Corporate Governance nei diversi settori Il livello di Corporate Governance in Italia è molto vicino alla media europea e si mantiene alto nella maggior parte dei diversi settori. La maggior parte delle imprese analizzate aderiscono volontariamente al Codice di Autodisciplina di Corporate Governance che costituisce un modello di governo societario di riferimento per le imprese italiane quotate. Corporate Governance Health Care Technology Utilities Textile Financial Telecommunication Energy

31 Principali criteri ambientali valutati Gestione ambientale Performance ambientale Public reporting Strategie e pianificazione strategica 30

32 2 Esempi: - Definizione Gestione ambientale Si considera: Responsabilità all interno dell impresa riguardo alle questioni ambientali, istituzione di una politica ambientale, identificazione di targets nel lungo termine, frequenza di rilevazione dei dati ambientali, audit ambientale, raccolta dati, comunicazione e accesso ai dati tra le diverse unità dell impresa. Performance ambientale Si utilizzano indicatori quantitativi riferiti ai consumi e alle emissioni dell impresa considerando il trend nell arco degli ultimi 3-4 anni. (Indicatori utilizzati: consumo d energia, utilizzo di energia rinnovabile, emissioni di gas da effetto serra (CO2), consumo di acqua, quantità di rifiuti generati). 31

33 Criteri ambientali Environmental Management Environmental Performance Best Europe Best Italy Average Europe Average Italy Gestione ambientale (Environmental management): Il miglior risultato in termini di gestione ambientale registrato dall Italia è molto vicino al miglior esponente europeo. La media italiana è comunque al di sotto di quella europea. Bisogna considerare che in Europa le tematiche ambientali sono state affrontate con largo anticipo rispetto all Italia. Performance Ambientale (Environmental Performance): L impresa italiana che registra la performance ambientale migliore si avvicina molto alla migliore performance ambientale europea. La medie sono per entrambi basse, visto che solo una minima parte delle aziende che fanno una gestione attiva dell impatto ambientale riportano dati. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

34 Italia La Gestione Ambientale nei diversi settori Si registra un livello di gestione ambientale molto elevato solo per il settore delle Utilities; la gestione ambientale deve migliorare molto nel settore Energy considerando il suo forte impatto ambientale. Per i settori con un basso impatto ambientale diretto (es. settore Finanziario), il livello di gestione ambientale si abbassa notevolmente, ma rispecchia l andamento europeo. Utilities Energy Technology Telecommunication Textile Health Care Financial Environmental Management

35 Italia La Performance Ambientale nei diversi settori Il livello di performance ambientale è buono nel settore delle Utilities e nel settore Telecommunication (nel quale sono comprese in questo schema solo Telecom Italia e Telecom Italia Mobile). Per gli altri settori il livello di performance ambientale rimane basso, questo è principalmente causato dalla mancanza di dati da parte delle aziende. Environmental Performance Utilities Telecommunication Energy Textile Health Care Technology Financial

36 Principali criteri sociali valutati Gestione delle Risorse umane Sistema di formazione degli impiegati Rapporti con gli Stakeholders esterni Remunerazione del personale Valutazione delle capacità e del grado di soddisfazione del personale Protezione dei diritti umani Strategie e pianificazione strategica 35

37 2 Esempi: - Definizione Gestione delle Risorse Umane Si valuta se l impresa ha istituito una strategia per le Risorse Umane e se considera le capacità, le competenze e la motivazione degli impiegati come elementi importanti nella performance economica dell impresa. Rapporti con gli Stakeholders esterni Si considera: informazione e comunicazione periodica e strutturata con gli stakeholders esterni, coinvolgimento degli stakeholders esterni in project teams o iniziative no-profit dell impresa, sistema di notifica dell impresa riguardo al grado di soddisfazione degli stakeholders esterni. 36

38 Criteri sociali Human Resources Management External Stakeholders Best Europe Best Italy Average Europe Average Italy Gestione delle Risorse Umane (Human Resources Management): La miglior performance dell Italia nella gestione delle risorse umane è allo stesso livello del miglior esponente europeo. Anche la media italiana è alta e supera quella europea, mostrando come in Italia si riconosce l importanza strategica nella gestione e sviluppo delle risorse umane. Rapporti con gli Stakeholders esterni (External Stakeholders): Nei rapporti con gli stakeholders esterni l Italia è vicina al livello medio ed al livello massimo europeo. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

39 Italia La Gestione delle Risorse Umane nei diversi settori Il livello di Gestione delle Risorse Umane supera in quasi tutti i settori il livello medio europeo. In questo criterio le imprese italiane dimostrano di riconoscere le opportunità da un punto di vista strategico offerte da una gestione accurata delle risorse umane. Technology Utilities Telecommunication Health Care Financial Textile Human Resources Management Energy

40 Italia I rapporti con gli stakeholders esterni nei diversi settori Il livello di informazione, comunicazione e coinvolgimento con gli stakeholders esterni è in quasi tutti i settori vicino alla media europea. Rimane invece carente nel settore Energy, il quale a causa dei suoi impatti ambientali e sociali dovrebbe dare maggior rilievo all integrazione nei processi decisionali dei diversi stakeholders. External Stakeholders Technology Utilities Telecommunication Textile Financial Health Care Energy

41 Contenuto Introduzione Metodologia Raccolta dati e partecipazione L Italia a confronto con l Europa Risultati delle aziende suddivise per settore Conclusioni 40

42 Energy Sostenibilità eccellente Sostenibilità nella media europea ENI Spa * ERG Spa Saipem Spa Sostenibilità insufficiente Informazione insufficiente per l analisi Actelios Spa Camfin Spa *ENI Spa: è stata analizzata sulla base di una quantità di informazioni sufficiente per una valutazione preliminare in termini di sostenibilità, ma si ritiene che tale analisi non rispecchi effettivamente l impegno attuale della società verso un orientamento piu sostenibile. 41

43 Energy Economic Environmental Social Sostenibilità Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Eccellente Scarsa Erg Eni * Saipem Actelios Camfin Informazione insufficiente *ENI Spa: è stata analizzata sulla base di una quantità di informazioni sufficiente per una valutazione preliminare in termini di sostenibilità, ma si ritiene che tale analisi non rispecchi effettivamente l impegno attuale della società verso un orientamento piu sostenibile. 42

44 Energy European Best Italian Best Royal Dutch /Shell European Average Italian Average La media di sostenibilità del settore energetico, in Europa, è tra le più alte e l Italia rimane molto indietro. Valori molto bassi nella dimensione ambientale; non sono stabiliti obiettivi ambientali nel medio-lungo termine; scarsa trasparenza nella comunicazione esterna. L Italia ha reagito lentamente alle considerazioni di sostenibilità rispetto all Europa, ma è attualmente fortemente impegnata nell orientamento sostenibile. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

45 Financial Sostenibilità eccellente Sostenibilità nella media europea Banca Monte dei Paschi Di Siena Spa R.A.S Spa UniCredito Italiano Spa Assicurazioni Generali Spa Banca Nazionale del Lavoro Spa Banca Pop. di Lodi Scrl Banca Pop. di Verona Scrl Sanpaolo IMI Spa Alleanza Assicurazioni Spa Banca Fideuram Spa Banca Pop. Commercio e Industria Scrl Banca Pop. di Bergamo Credito Varesino Scrl Banca Pop. di Milano Scrl IntesaBci Spa* La Fondiaria Assicurazioni Spa Sostenibilità insufficiente Informazione insufficiente per l analisi Capitalia Spa Credito Emiliano Spa Mediolanum Spa Mediobanca Spa Milano Assicurazioni Spa Sai-Società Assicuratrice Industriale Spa * IntesaBci Spa: è stata analizzata sulla base di una quantità di informazioni sufficiente per una valutazione preliminare in termini di sostenibilità, ma si ritiene che tale analisi non rispecchi effettivamente l impegno attuale della società verso un orientamento più sostenibile. 44

46 Financial Economic Environmental Social Sostenibilità Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Eccellente Monte die Paschi di Siena R.A.S. Unicredito Ass. Generali Banca Naz. del Lavoro Banca Pop. Di Lodi Banca Pop. Di Verona San Paolo - IMI Alleanza Assicurazioni Banca Fideuram Banca Pop. Comm. E Ind. Banca Pop. Di Bergamo Varesino Banca Pop. Di Milano Intesa Bci * La Fondiaria Assic. Scarsa Capitalia Credito Emiliano Fineco Mediobanca Mediolanum Milano Assicurazioni Sai-Società Assic. Industriale Informazione insufficiente * IntesaBci Spa: è stata analizzata sulla base di una quantità di informazioni sufficiente per una valutazione preliminare in termini di sostenibilità, ma si ritiene che tale analisi non rispecchi effettivamente l impegno attuale della società verso un orientamento più sostenibile. 45

47 Financial European Best Italian Best UBS European Average Italian Average L Italia è molto vicina all Europa, sia nella media che a livello dei leaders di sostenibilità. Buoni i risultati nella dimensione economica. Le tematiche sociali si stanno sempre più integrando nella strategia delle imprese; buona la gestione della customer relationship, delle risorse umane e del capitale intellettuale; Ancora debole, nella maggior parte dei casi, l impegno ambientale. Le seguenti imprese non sono state analizzate a causa delle acquisizioni in corso: Rolo Banca é stata assorbita da UniCredito Italiano Spa. Banca Popolare di Novara é stata assorbita dalla Banca Popolare di Verona Bipop Carire è stata assorbita da Capitalia Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

48 Health Care Sostenibilità eccellente Esaote Spa Novuspharma Spa Sostenibilità nella media europea Amplifon Spa Snia Spa Sostenibilità insufficiente Informazione insufficiente per l analisi Biosearch Italia Spa Recordati Spa 47

49 Health Care Economic Environmental Social Sostenibilità Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Eccellente Esaote Novuspharma Amplifon SNIA Scarsa Biosearch Italia Recordati Informazione insufficiente 48

50 Health Care European Best Italian Best Novozymes European Average Italian Average Forte dislivello tra le imprese leader italiane e i leaders europei, in parte dovuto alla dimensione più ridotta delle società italiane. Buona, in genere la gestione del Sistema di formazione e delle Risorse umane. Public Reporting scarso: solo dati e documentazioni interne Risultati molto bassi nella dimensione ambientale. Politiche ambientali non ancora strutturate. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

51 Industrial Sostenibilità eccellente Buzzi Unicem Spa Autostrade-Concessioni e Costruzioni Autostrade Spa Sostenibilità nella media europea Pirelli Spa Italcementi Spa * Sostenibilità insufficiente Informazione insufficiente per l analisi Finmeccanica Spa * Italcementi :è stata analizzata sulla base di una quantità di informazioni sufficiente per una valutazione preliminare in termini di sostenibilità, ma si ritiene che tale analisi non rispecchi effettivamente l impegno attuale della società verso un orientamento più sostenibile. 50

52 Industrial Economic Environmental Social Sostenibilità Eccellente Buzzi Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Autostrade Pirelli Italcementi * Scarsa Finmeccanica Informazione insufficiente * Italcementi :è stata analizzata sulla base di una quantità di informazioni sufficiente per una valutazione preliminare in termini di sostenibilità, ma si ritiene che tale analisi non rispecchi effettivamente l impegno attuale della società verso un orientamento più sostenibile. 51

53 Industrial European Best Italian Best BAA European Average Italian Average Ad eccezione di Buzzi Unicem Spa che si posiziona al livello dei leaders europei di sostenibilità, la distanza delle altre imprese italiane dai leaders europei è ancora molto elevata. Buoni i valori nella dimensione ambientale ma necessari ulteriori miglioramenti. (es.: utilizzo sistematico di indicatori ambientali, identificazione di targets nel lungo termine, aumento dell audit ambientale). Nella dimensione sociale, le imprese italiane sono sopra la media nella gestione delle risorse umane e delle relazioni con gli stakeholders esterni. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

54 Sostenibilità eccellente set Spa Seat Pagine Gialle Spa Sostenibilità nella media europea Arnoldo Mondadori Editore Spa Sostenibilità insufficiente Informazione insufficiente per l analisi Caltagirone Editore Gruppo Editoriale L Espresso Spa 53

55 Economic Environmental Social Sostenibilità Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Eccellente set Seat Pagine Gialle A. Mondadori Scarsa Caltagirone Gr. Edit. L'Espresso Informazione insufficiente 54

56 European Best Italian Best Pearson European Average Italian Average Il livello medio europeo di sostenibilità nel settore è molto basso e l Italia riesce a superarlo. Bisogna pero considerare che questo settore è ancora molto lontano da un livello accettabile sia in Europa come pure in Italia. I risultati migliori si sono registrati nella dimensione economica. Buono il livello nella gestione delle relazioni con i clienti. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

57 Technology Sostenibilità eccellente Ericsson Spa STMicroelectronics N.V. Finmatica Spa Tiscali Spa Sostenibilità nella media europea Engineering Ingegneria Informatica Spa Sostenibilità insufficiente Informazione insufficiente per l analisi Sirti Spa 56

58 Technology Economic Environmental Social Sostenibilità Eccellente Ericsson ST Microelectronics Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Finmatica Tiscali Engineering Ing. Informatica Scarsa Sirti Informazione insufficiente 57

59 Technology European Best Italian Best Siemens European Average Italian Average La media europea di sostenibilità non è elevata in questo settore e l Italia è in grado di superarla. La media italiana è condizionata da ST Microelectronics, e da Ericsson, che a causa del loro coinvolgimento internazionale, hanno già da tempo affrontato con successo le tematiche della sostenibilità. In generale, la tematica della sostenibilità non è tenuta in considerazione dalle imprese del settore tecnologico se non dalle imprese più grandi. Come anche in Europa, cosi anche in Italia, la sostenibilità, in questo settore, è una tematica ancora pressoché sconosciuta per le piccole imprese. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

60 Telecommunications Sostenibilità eccellente Telecom Italia Spa Telecom Italia Mobile Spa Sostenibilità nella media europea Sostenibilità insufficiente Informazione insufficiente per l analisi e. Biscom Spa eplanet Spa Olivetti Spa 59

61 Telecommunications Economic Environmental Social Sostenibilità Eccellente Telecom Italia Telecom Italia Mobile Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Scarsa ebiscom e. Planet Olivetti Informazione insufficiente 60

62 Telecommunications European Best Italian Best BT Group European Average Italian Average La sostenibilità, in questo settore, è ancora pressoché sconosciuta per le piccole imprese. In Italia, solo Telecom Italia e Telecom Italia Mobile competono con i leaders europei di sostenibilità: la nuova direzione del gruppo Telecom Italia ha accentuato l importanza della sostenibilità come strategia competitiva e sta ulteriormente integrando le tematiche sociali e ambientali nelle attività dell azienda. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

63 Textile Sostenibilità eccellente Luxottica Spa Marzotto Spa Sostenibilità nella media europea Benetton Group Spa * Bulgari Spa Sostenibilità insufficiente Informazione insufficiente per l analisi Tod s Spa * Benetton Group Spa: è stata analizzata sulla base di una quantità di informazioni sufficiente per una valutazione preliminare in termini di sostenibilità, ma si ritiene che tale analisi non rispecchi effettivamente l impegno attuale della società verso un orientamento più sostenibile. 62

64 Textile Economic Environmental Social Sostenibilità Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Scarsa Eccellente Eccellente Luxottica Marzotto Benetton * Bulgari Scarsa Tod's Informazione insufficiente * Benetton Group Spa: è stata analizzata sulla base di una quantità di informazioni sufficiente per una valutazione preliminare in termini di sostenibilità, ma si ritiene che tale analisi non rispecchi effettivamente l impegno attuale della società verso un orientamento più sostenibile. 63

65 Textile European Best Italian Best Adidas-Salomon European Average Italian Average Nel settore tessile, tutte le imprese italiane hanno un risultato vicino alla media europea di sostenibilità. In Italia le aziende internazionali non hanno ancora affrontato la tematica di sostenibilità in modo sistematico. Per questo si vede la mancanza di chiari leaders nel settore. Questa tendenza è riscontrata sia a livello ambientale, che sociale, come pure in quello economico. Europea basata sui componenti dell indice Dow Jones Stoxx

66 Utilities Sostenibilità eccellente AEM Spa Italgas Spa Snam Rete Gas Spa Sostenibilità nella media europea Enel Spa Acea Spa* Sostenibilità insufficiente Informazione insufficiente per l analisi * Acea Spa: è stata analizzata sulla base di una quantità di informazioni sufficiente per una valutazione preliminare in termini di sostenibilità, ma si ritiene che tale analisi non rispecchi effettivamente l impegno attuale della società verso un orientamento più sostenibile. 65

Stat. BIt NOVEMBRE 2002 STATISTICHE MENSILI

Stat. BIt NOVEMBRE 2002 STATISTICHE MENSILI STATISTICHE MENSILI NOVEMBRE 2002 Versione al 22 gennaio 2003 INDICE COMMENTO................................................................................ PAG. 3 PRINCIPALI INDICATORI.......................................................................

Dettagli

ELLA DVICE RADING. Rho, 20 novembre 2004. Swing Trading: Segnali Titoli Italia A cura di: Romano De Bortoli. Segnali Titoli Italia Multiday

ELLA DVICE RADING. Rho, 20 novembre 2004. Swing Trading: Segnali Titoli Italia A cura di: Romano De Bortoli. Segnali Titoli Italia Multiday ELLA DVICE RADING Rho, 20 novembre 2004 Swing Trading: Segnali Titoli Italia A cura di: Romano De Bortoli Segnali Titoli Italia Multiday Swing Trading I Segnali Titoli Italia Multiday (Swing Trading) è

Dettagli

ELLA DVICE RADING. Palermo, 7 maggio 2005. Swing Trading: Segnali Titoli Italia Multiday A cura di: Romano De Bortoli UFFICIO ANALISI TECNICA

ELLA DVICE RADING. Palermo, 7 maggio 2005. Swing Trading: Segnali Titoli Italia Multiday A cura di: Romano De Bortoli UFFICIO ANALISI TECNICA ELLA DVICE RADING Palermo, 7 maggio 2005 Swing Trading: Segnali Titoli Italia Multiday A cura di: Romano De Bortoli Swing Trading I Segnali Titoli Italia Multiday (Swing Trading) è un prodotto nato con

Dettagli

LA METODOLOGIA DEI CONFRONTI

LA METODOLOGIA DEI CONFRONTI LA METODOLOGIA DEI CONFRONTI Analisi comparata delle performance di sostenibilità Premessa metodologica Nella convinzione che la comparazione delle performance ambientali, sociali e di governance interessi,

Dettagli

DOW JONES SUSTAINABILITY INDEXES (DJSI)

DOW JONES SUSTAINABILITY INDEXES (DJSI) Master Medea 2004-2005 DOW JONES SUSTAINABILITY INDEXES (DJSI) Tutorial EPA Gluhak Susanne Sossi Valentina Tocci Ugo SOSTENIBILITA AZIENDALE Corporate Sustainability is a business approach to create long-term

Dettagli

La Responsabilità Etico-Sociale Intervento di Isidoro Lucciola Milano, 17 giugno 2004

La Responsabilità Etico-Sociale Intervento di Isidoro Lucciola Milano, 17 giugno 2004 ! VPRI-040617-IsLucc-P1 La Responsabilità Etico-Sociale Intervento di Isidoro Lucciola Milano, 17 giugno 2004 VPRI-040617-IsLucc-P2 Premessa Caratteristiche del Bilancio di Sostenibilità La predisposizione

Dettagli

CSR Online Awards 2009

CSR Online Awards 2009 Lundquist CSR Online Awards 2009: il meglio della comunicazione della CSR online in Italia Eni la più concreta nella comunicazione online della CSR La seconda edizione della ricerca CSR Online Awards sulla

Dettagli

Consultazione degli stakeholder investitori istituzionali sulla rilevanza della Corporate Social Responsibility nelle scelte d investimento

Consultazione degli stakeholder investitori istituzionali sulla rilevanza della Corporate Social Responsibility nelle scelte d investimento Consultazione degli stakeholder investitori istituzionali sulla rilevanza della Corporate Social Responsibility nelle scelte d investimento Federico Versace versace@avanzi-sri.org Avanzi SRI Research Milano,

Dettagli

www.trendintime.com ARCHIVIO PREVISIONI BORSA Archivio Analisi e Previsoni dal 15-01-2010 al 21-02-2011 Tutti i diritti riservati TT 2010

www.trendintime.com ARCHIVIO PREVISIONI BORSA Archivio Analisi e Previsoni dal 15-01-2010 al 21-02-2011 Tutti i diritti riservati TT 2010 SUPERmAT Analisi di borsa settimanale (DA PAG. 2 A PAG. 92) L'analisi di borsa settimanale presentata dal nostro Trading System SUPERmAT è proiettata nel breve periodo. All'interno di quest'orizzonte temporale,

Dettagli

ISSUED BY. Webranking 2005 Italia Top80: La trasparenza on-line in Italia continua a migliorare ma la corporate governance è ancora latitante

ISSUED BY. Webranking 2005 Italia Top80: La trasparenza on-line in Italia continua a migliorare ma la corporate governance è ancora latitante Europe s leading survey of corporate websites Webranking 2005 Italia Top80: La trasparenza on-line in Italia continua a migliorare ma la corporate governance è ancora latitante Ras ed Eni si riconfermano

Dettagli

Le azioni quotate all interno dell MTA si dividono, a seconda di alcune caratteristiche formali e criteri dimensionali, in 4 segmenti:

Le azioni quotate all interno dell MTA si dividono, a seconda di alcune caratteristiche formali e criteri dimensionali, in 4 segmenti: Introduzione Il mercato telematico azionario italiano (MTA), è il principale e più importante comparto finanziario tra i comparti di mercato di Borsa Italiana S.p.A, all interno del quale avviene la negoziazione

Dettagli

Indicatori per il trading: dati e indici di Borsa

Indicatori per il trading: dati e indici di Borsa Indicatori per il trading: dati e indici di Borsa Borsa Italiana Spa 7 maggio 2004 Milano 2 Sommario L effetto degli stacchi di dividendo e delle operazioni sul capitale sugli indici azionari 2 Dai numeri

Dettagli

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 30 settembre 203 4 ottobre 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prezzo Chiusura Volumi medi giornalieri Capitalizzazione** da

Dettagli

ELLA DVICE RADING. Rho, 20 novembre 2004. DALL ANALISI TECNICA AL TRADING: Il trading infraday. A cura di: Giuliano Sarricchio UFFICIO ANALISI TECNICA

ELLA DVICE RADING. Rho, 20 novembre 2004. DALL ANALISI TECNICA AL TRADING: Il trading infraday. A cura di: Giuliano Sarricchio UFFICIO ANALISI TECNICA ELLA DVICE RADING Rho, 20 novembre 2004 DALL ANALISI TECNICA AL TRADING: Il trading infraday A cura di: Giuliano Sarricchio UFFICIO ANALISI TECNICA Esempio di pagina Sella Advice Trading - posizioni lunghe

Dettagli

1.4 LA PRATICA DI ASSURANCE

1.4 LA PRATICA DI ASSURANCE Altri Stakeholder attenti alla CSR ANALISTI - RATING ESG ORGANIZZAZIONI DI RICERCA Associazioni Pubblicazioni Ricerca FONDI INVESTIMENTO CSR Fornitori di soluzioni software Business School ASSURANCE SOCIETÀ

Dettagli

10 ma Edizione KWD Webranking 2011 Italy Top100

10 ma Edizione KWD Webranking 2011 Italy Top100 KWD Webranking 15 edizione a livello europeo e 10 in Italia 101 società analizzate in Italia e 950 in Europa, in 28 settori diversi Protocollo di valutazione di 120 criteri, di cui un terzo dedicati alle

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Il presente documento riporta gli emittenti per i quali sussistono - direttamente o indirettamente -

Dettagli

INDICI FTSE ECPI ITALIA SRI. Maggio 2012

INDICI FTSE ECPI ITALIA SRI. Maggio 2012 INDICI FTSE ECPI ITALIA SRI Maggio 2012 La serie di indici FTSE ECPI Italia SRI Universo Panieri FTSE MIB + FTSE Italia MidCap, che raggruppano le maggiori 100 azioni quotate su MTA, testate ogni tre mesi

Dettagli

Gli stakeholder Investitori

Gli stakeholder Investitori Gli stakeholder Investitori Investitori La Società è presente nei più importanti indici e standard etici che confermano l impegno dell azienda per realizzare una crescita sostenibile. Trasparenza e creazione

Dettagli

La «Tobin Tax» e i certificates. Se, quando, come e quanto si paga l imposta sulle transazioni finanziarie (Tobin Tax) in relazione ai certificates

La «Tobin Tax» e i certificates. Se, quando, come e quanto si paga l imposta sulle transazioni finanziarie (Tobin Tax) in relazione ai certificates La «Tobin Tax» e i certificates Se, quando, come e quanto si paga l imposta sulle transazioni finanziarie (Tobin Tax) in relazione ai certificates maggio 2013 COS E LA TOBIN TAX? E un imposta sul «trasferimento

Dettagli

COLLEGIO GHISLIERI Scuola di politica 15 febbraio 2008 CAPITALISMO ITALIANO

COLLEGIO GHISLIERI Scuola di politica 15 febbraio 2008 CAPITALISMO ITALIANO COLLEGIO GHISLIERI Scuola di politica 15 febbraio 2008 CAPITALISMO ITALIANO MERCATO AZIONARIO: DIMENSIONI E FLOTTANTE COUNTRY Market Cap Weight COUNTRY Flottante United States of America 44.6% Great-Britain

Dettagli

BORSA ITALIANA. dicembre RICERCA E ANALISI DEL MERCATO. (Versione al 6 marzo 2000) www.borsaitalia.it

BORSA ITALIANA. dicembre RICERCA E ANALISI DEL MERCATO. (Versione al 6 marzo 2000) www.borsaitalia.it BORSA dicembre 99 ITALIANA RICERCA E ANALISI DEL MERCATO www.borsaitalia.it (Versione al 6 marzo 2000) BORSA ITALIANA - ANNO 1999 IL MERCATO AZIONARIO ANDAMENTO Superato nove volte in dicembre il massimo

Dettagli

mesi il ruolo di Partecipante al consorzio di collocamento nell offerta pubblica avente ad oggetto strumenti finanziari emessi da APULIA

mesi il ruolo di Partecipante al consorzio di collocamento nell offerta pubblica avente ad oggetto strumenti finanziari emessi da APULIA Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Il presente documento riporta gli emittenti per i quali sussistono - direttamente o indirettamente -

Dettagli

LE NEWS DEL MESE BORSA ITALIANA ORGANIZZA LA II TRADING ONLINE EXPO 7-8 MAGGIO PALAZZO MEZZANOTTE. nel prossimo numero parleremo di

LE NEWS DEL MESE BORSA ITALIANA ORGANIZZA LA II TRADING ONLINE EXPO 7-8 MAGGIO PALAZZO MEZZANOTTE. nel prossimo numero parleremo di MAGGIO 2004 NUMERO 22 LE NEWS DEL MESE IN QUESTO NUMERO BORSA ITALIANA ORGANIZZA LA II TRADING ONLINE EXPO 7-8 MAGGIO PALAZZO MEZZANOTTE Le news del mese 1 Nel prossimo numero 1 Prima pagina 2 IDEM Quiz

Dettagli

Marketing e Direzione d Impresa Lezione 3 Corporate Governance. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28

Marketing e Direzione d Impresa Lezione 3 Corporate Governance. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28 Marketing e Direzione d Impresa Lezione 3 Corporate Governance Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28 La struttura piramidale 20% A B C D E 51% 51% 51% 51% A possiede indirettamente

Dettagli

Lundquist CSR Online Awards Italy 2010

Lundquist CSR Online Awards Italy 2010 Lundquist Online Awards Italy 2010 Valutare la comunicazione online della in base ai bisogni degli stakeholder 4 Ottobre 2010 Online Awards Italy 2010: Prima ricerca in Italia sulla online 3 a edizione

Dettagli

TESI DI LAUREA - Attori e strumenti nella sostenibilità d impresa

TESI DI LAUREA - Attori e strumenti nella sostenibilità d impresa evidenziato che anche questa distorsione di principi alla base del report di sostenibilità può condurre a benefici in termini di responsabilità sociale d impresa, nel caso in cui abbia come conseguenza

Dettagli

L'attuazione di politiche ambientali ed il monitoraggio dei processi in un grande gruppo industriale

L'attuazione di politiche ambientali ed il monitoraggio dei processi in un grande gruppo industriale L'attuazione di politiche ambientali ed il monitoraggio dei processi in un grande gruppo industriale Simone Cencetti Environment, Health and Safety Fiat Group Automobiles 20 Novembre, 2010 Il Gruppo Fiat

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI. Per speculare sui movimenti di mercato di brevissimo periodo. Per proteggere il tuo investimento.

CATALOGO PRODOTTI. Per speculare sui movimenti di mercato di brevissimo periodo. Per proteggere il tuo investimento. Trading Per speculare sui movimenti di mercato di brevissimo periodo. COVERED WARRANT CALL: Voglio puntare sui movimenti al rialzo dell attività finanziaria sottostante. COVERED WARRANT PUT: Voglio puntare

Dettagli

Dal 29 Aprile 2014, 437 nuovi Covered Warrant di UniCredit su Azioni italiane ed internazionali!

Dal 29 Aprile 2014, 437 nuovi Covered Warrant di UniCredit su Azioni italiane ed internazionali! Nuovi Covered Warrant di UniCredit quotati su SeDeX www.investimenti.unicredit.it Dal 29 Aprile 2014, 437 nuovi Covered Warrant di UniCredit su Azioni italiane ed internazionali! Scopri la nuova emissione

Dettagli

Corporate Social Responsibility: creazione di valore e sostenibilità Presentazione di Andrea Boeri e Stojan Murnik Milano, 9 marzo 2004

Corporate Social Responsibility: creazione di valore e sostenibilità Presentazione di Andrea Boeri e Stojan Murnik Milano, 9 marzo 2004 VPRC030902VCabiP1! Corporate Social Responsibility: creazione di valore e sostenibilità Presentazione di Andrea Boeri e Stojan Murnik Milano, 9 marzo 2004 VPRC030902VCabiP2 Caratteristiche e benefici della

Dettagli

Comunicare e Rendicontare la Corporate Social Responsibility

Comunicare e Rendicontare la Corporate Social Responsibility Comunicare e Rendicontare la Corporate Social Responsibility Il Caso Enel Università degli studi di Verona - Facoltà di Economia Verona, 15 dicembre 2006 Pierluigi Orati CSR Assistant, Enel Spa Le Basi

Dettagli

AVVISO n. 2262 15 marzo 2001 Borsa - MTA

AVVISO n. 2262 15 marzo 2001 Borsa - MTA AVVISO n. 2262 15 marzo 2001 Borsa - MTA Mittente del comunicato Societa' oggetto dell'avviso : - Oggetto : Borsa Italiana : INDICI MIB 30 e MIDEX: INFORMAZIONI RIGUARDANTI L AGGIORNAMENTO DEI PANIERI

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Il presente documento riporta gli emittenti per i quali sussistono - direttamente o indirettamente -

Dettagli

Lundquist Research Series Wikipedia Italia 2011

Lundquist Research Series Wikipedia Italia 2011 Lundquist Research Series Wikipedia Italia 8 marzo 2012 La terza edizione della ricerca Lundquist sulla copertura di Wikipedia delle maggiori aziende italiane, mostra un leggero miglioramento nella qualità

Dettagli

Nuovi covered warrant Unicredit su azioni, indici, tassi di cambio e materie prime 08.11.2006

Nuovi covered warrant Unicredit su azioni, indici, tassi di cambio e materie prime 08.11.2006 Nuovi covered warrant Unicredit su azioni, indici, tassi di cambio e materie prime 08.11.2006 I covered warrant UniCredit elencati di seguito sono negoziati sulla Borsa Italiana a partire da: covered warrant

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Il presente documento riporta gli emittenti per i quali sussistono - direttamente o indirettamente -

Dettagli

European Corporate Governance Service. Proxy Voting and Corporate Governance Presentazione del rapporto 2005. Milano, 27 ottobre 2005

European Corporate Governance Service. Proxy Voting and Corporate Governance Presentazione del rapporto 2005. Milano, 27 ottobre 2005 European Corporate Governance Service Proxy Voting and Corporate Governance Presentazione del rapporto 2005 Milano, 27 ottobre 2005 1 Agenda Avanzi SRI Research e lo European Corporate Governance Service

Dettagli

%256$Ã,7$/,$1$ &$3,7$/,==$=,21(Ã'(//(Ã$=,21,Ã4827$7(Ã$/ÃÃ*,8*12Ã

%256$Ã,7$/,$1$ &$3,7$/,==$=,21(Ã'(//(Ã$=,21,Ã4827$7(Ã$/ÃÃ*,8*12Ã 1 SERVIZI MEDIA A.S. ROMA 288.6 0.036% 2 SERVIZI PUBBLICA UTILITA ACEA 3 552.9 0.447% 3 FINANZIARI IMMOBILIARI ACQUA PIA MARCIA 96.5 0.012% 4 SERVIZI PUBBLICA UTILITA ACQUEDOTTO DE FERRARI 137.6 0.017%

Dettagli

Lundquist CSR Online Awards Italy 2011

Lundquist CSR Online Awards Italy 2011 Lundquist Online Awards Italy 2011 24 ottobre 2011 Valutare la comunicazione online della in base ai bisogni degli stakeholder La qualità della comunicazione della in Italia rimane inadeguata e invariata:

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente ALBA PRIVATE EQUITY

Dettagli

Eni comunica con più energia sul web

Eni comunica con più energia sul web 7a Edizione H&H Webranking 2008 Italy Top 80 Executive Summary Eni comunica con più energia sul web Eni balza al primo posto, seguita da UniCredit e Telecom Italia, vincitrice lo scorso anno. Dopo anni

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente ALBA PRIVATE EQUITY

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente ALBA PRIVATE EQUITY

Dettagli

STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI

STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI STRUMENTI DERIVATI - CARATTERISTICHE DELLE OPZIONI Le due principali categorie in cui si dividono le opzioni sono: opzioni call, assegna la facoltà di acquistare o non acquistare l'attività sottostante

Dettagli

Renewable Energy in Italy, Equity and Corporate Governance Milan, 08/03/2011

Renewable Energy in Italy, Equity and Corporate Governance Milan, 08/03/2011 Renewable Energy in Italy, Equity and Corporate Governance Milan, 08/03/2011 Capitale di rischio nel settore RES: stato dell arte nel mondo Il 2010 ha visto gli investimenti nel settore delle rinnovabili

Dettagli

Strategie di investimento per i mercati azionari

Strategie di investimento per i mercati azionari Strategie di investimento per i mercati azionari Aggiornamento al giugno 2006 Torino, 22 giugno 2006 I mercati azionari nel 2006 I mercati internazionali Le performance dei principali mercati mondiali

Dettagli

15 ma Edizione KWD Webranking 2011 Europe 500

15 ma Edizione KWD Webranking 2011 Europe 500 KWD Webranking 15 edizione a livello europeo e 10 in Italia 950 in Europa, in 28 settori diversi 24 società italiane incluse nella classifica europea Protocollo di valutazione di 120 criteri, di cui un

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Il presente documento riporta gli emittenti per i quali sussistono - direttamente o indirettamente -

Dettagli

Company Profile. www.irtop.com

Company Profile. www.irtop.com Company Profile www.irtop.com 2 > Valori > Mission > Profilo > Obiettivi > Servizi di consulenza > Track record > Pubblicazioni > Contatti 3 VALORI Passione Crediamo nelle storie imprenditoriali dei nostri

Dettagli

Limitare la Water e la Carbon Footprint: un impegno verso l ambiente

Limitare la Water e la Carbon Footprint: un impegno verso l ambiente Limitare la Water e la Carbon Footprint: un impegno verso l ambiente 05 Aprile 2013 Contenuti Carbon Footprint delle organizzazioni e di prodotto (ISO 14064 e PAS 2050/ISO 14067) Misurare l importa idrica

Dettagli

ORIENTAMENTI DI VOTO FRONTIS GOVERNANCE ANNO SOLARE 2013

ORIENTAMENTI DI VOTO FRONTIS GOVERNANCE ANNO SOLARE 2013 27/04/2013 ASSICURAZIONI GENERALI SPA Ordinaria Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2012, destinazione dell utile di esercizio e distribuzione del dividendo Favorevole Favorevole 27/04/2013 ASSICURAZIONI

Dettagli

Prima verifica del sistema europeo di emission trading (EU-ETS)

Prima verifica del sistema europeo di emission trading (EU-ETS) Prima verifica del sistema europeo di emission trading (EU-ETS) Milano, 01-06-06 Per approfondimenti: Sara Faglia, faglia@avanzi.org Tel. 02-36518110 Davide Zanoni, zanoni@avanzi.org Tel. 02-36518113 Cell

Dettagli

Osservatorio Dividendi 2009 di SoldiOnline

Osservatorio Dividendi 2009 di SoldiOnline Osservatorio Dividendi 2009 di SoldiOnline Nota metodologica: nel seguente osservatorio è stato analizzato l andamento dei dividendi 2008 che i gruppi dovrebbero pagare nel 2009 in confronto con le cedole

Dettagli

Zibordi & Associates www.cobraf.com, MOMENTUM WEEKLY Italia 26 August, 2002

Zibordi & Associates www.cobraf.com, MOMENTUM WEEKLY Italia 26 August, 2002 Questo è un report computerizzato che applica ai 90 principali titoli italiani (mib30, midex, star, titoli maggiori del nuovo mercato più alcuni altri) un modello di Momentum Settimanale di MEDIO PERIODO.

Dettagli

AUDITING INTERNO. Destinatari: Oggetto:

AUDITING INTERNO. Destinatari: Oggetto: Destinatari: Oggetto: Uffici Studi - Gruppo Credito Emiliano Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse per inserimento disclaimer negli studi

Dettagli

3x3 buone ragioni per Emas. Incrementa le performance ambientali con il migliore standard di gestione ambientale

3x3 buone ragioni per Emas. Incrementa le performance ambientali con il migliore standard di gestione ambientale 3x3 buone ragioni per Emas Incrementa le performance ambientali con il migliore standard di gestione ambientale 1 2 3 4 5 6 7 8 9 INDICE INTRODUZIONE 3X3 BUONE RAGIONI PER EMAS INTRODUZIONE pag. 1 EMAS

Dettagli

Responsabilità e competitività

Responsabilità e competitività Investire nella finanza sostenibile e responsabile Responsabilità e competitività R e l a t o r e : Irene Bengo P o s t D o c P o l i t e c n i c o d i M i l a n o Sommario: Responsabilità Sociale d'impresa

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DEGLI ABN AMRO BANK N.V. PROTECTION BULL CERTIFICATES SU INDICI,

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DEGLI ABN AMRO BANK N.V. PROTECTION BULL CERTIFICATES SU INDICI, CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta degli ABN AMRO BANK N.V. PROTECTION BULL CERTIFICATES SU INDICI, AZIONI, COMMODITIES, FONDI E BASKET. ( PROTECTION BULL CERTIFICATE, al singolare, e PROTECTION

Dettagli

Parleremo delle opportunità di trading con gli IDEM stock futures.

Parleremo delle opportunità di trading con gli IDEM stock futures. IDEMDJD]LQH 1XPHUR 1(:6 /8*/,2$//,16(*1$',PLQL),%(,'(0672& )8785(6 $JRVWR 0LQL),%: il 17 luglio il minifib ha segnato il nuovo record storico giornaliero con 15.080 contratti scambiati. Il precedente record

Dettagli

Risultati 2012 e obiettivi futuri

Risultati 2012 e obiettivi futuri Strategia Risultati 2012 e obiettivi futuri Lo scenario economico mondiale vive ancora in un clima di incertezza. Ciò nonostante, nel 2012, il Gruppo Enel ha conseguito gli obiettivi indicati al mercato,

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente Gruppo di Appartenenza

Dettagli

1.5 ANALISTI - AGENZIE DI RATING ESG

1.5 ANALISTI - AGENZIE DI RATING ESG Altri Stakeholder attenti alla CSR ANALISTI - RATING ESG ORGANIZZAZIONI DI RICERCA Associazioni Pubblicazioni Ricerca FONDI INVESTIMENTO CSR Fornitori di soluzioni software Business School ASSURANCE SOCIETÀ

Dettagli

CELE - Centre for Ethics, Law & Economics

CELE - Centre for Ethics, Law & Economics CELE - Centre for Ethics, Law & Economics Q RES SURVEY Q-RES 2003 RESPONSABILITÀ ETICO-SOCIALE (RES): STRUMENTI PER ATTUARLA IN AZIENDA Executive Summary Il CELE - Centre for Ethics Law & Economics 1,

Dettagli

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ Contributo allo sviluppo sostenibile Finmeccanica interpreta il concetto di sostenibilità come capacità di un organizzazione di generare valore nel tempo. Il

Dettagli

Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati Industria del Senato della Repubblica lunedì 16 novembre 2015

Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati Industria del Senato della Repubblica lunedì 16 novembre 2015 Audizione SAIPEM Commissioni congiunte Attività Produttive della Camera dei Deputati e Industria del Senato della Repubblica Saipem: un'eccellenza italiana nel Mondo (1 di 2) Filmato 2 Saipem: un'eccellenza

Dettagli

IL GRUPPO CAMFIN - PIRELLI - TELECOM

IL GRUPPO CAMFIN - PIRELLI - TELECOM IL GRUPPO CAMFIN - PIRELLI - TELECOM Prof. Alessandro Zattoni Università Parthenope Presentazione del gruppo Telecom Il gruppo Telecom è uno dei più grandi gruppi italiani con un fatturato complessivo

Dettagli

SOSTENIBILITÁ E INVESTITORI L ESPERIENZA DEL GRUPPO TELECOM ITALIA

SOSTENIBILITÁ E INVESTITORI L ESPERIENZA DEL GRUPPO TELECOM ITALIA SOSTENIBILITÁ E INVESTITORI L ESPERIENZA DEL GRUPPO TELECOM ITALIA Paolo Nazzaro Direttore Group Sustainability La Sostenibilità in Telecom Italia - Approccio Stakeholder Esterni Clienti Fornitori Concorrenti

Dettagli

Le società italiane creano ancora valore? L indagine 2013 sulle principali Società Italiane per Capitalizzazione di borsa

Le società italiane creano ancora valore? L indagine 2013 sulle principali Società Italiane per Capitalizzazione di borsa Le società italiane creano ancora valore? L indagine 2013 sulle principali Società Italiane per Capitalizzazione di borsa Indice LE SOCIETÀ ITALIANE CREANO ANCORA VALORE? L indagine 2013 sulle principali

Dettagli

CDP: GUIDARE IL CAMBIAMENTO SOSTENIBILE DELL ECONOMIA

CDP: GUIDARE IL CAMBIAMENTO SOSTENIBILE DELL ECONOMIA CDP: GUIDARE IL CAMBIAMENTO SOSTENIBILE DELL ECONOMIA CDP (ex Carbon Disclosure Project) è un organizzazione no profit internazionale che fornisce ad imprese, governi ed investitori l unico sistema globale

Dettagli

Italia 2003 SpencerStuart Board Index. Osservatorio del Consiglio di Amministrazione delle Società Italiane

Italia 2003 SpencerStuart Board Index. Osservatorio del Consiglio di Amministrazione delle Società Italiane Italia 2003 SpencerStuart Board Index Osservatorio del Consiglio di Amministrazione delle Società Italiane Italia 2003 SpencerStuart Board Index Osservatorio del Consiglio di Amministrazione delle Società

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Emittenti direttamente interessati da situazioni di conflitto di interessi Emittente Aeroporto Guglielmo

Dettagli

Catalogo Certificate di UniCredit Lista valida 7 al 18 dicembre 2015

Catalogo Certificate di UniCredit Lista valida 7 al 18 dicembre 2015 BENCHMARK A LEVA FISSA LINEA SMART SU INDICI Leverage Certificate Voglio potenziare le performance del mio trading intraday con uno strumento che replica indici a leva 3, 5 e 7 i movimenti dell'indice

Dettagli

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 8 novembre 203 22 novembre 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prezzo di Ch. Volumi medi giornalieri Capitalizzazione** da Prezzo

Dettagli

AIM Italia. Il mercato per fare impresa

AIM Italia. Il mercato per fare impresa AIM Italia Il mercato per fare impresa AIM Italia L accesso al capitale è un elemento fondamentale per lo sviluppo di ogni impresa. Dedicato alle PMI che vogliono investire nella propria crescita Un mercato

Dettagli

Il mercato primario ha assistito per il secondo anno consecutivo a una flessione di attività.

Il mercato primario ha assistito per il secondo anno consecutivo a una flessione di attività. La Raccolta di capitale e le Offerte pubbliche di acquisto La Raccolta di capitale e le Offerte Pubbliche di Acquisto Il mercato primario ha assistito per il secondo anno consecutivo a una flessione di

Dettagli

GREEN TOOLS Armando Romaniello Direttore Marketing Industry Management e Certificazione di prodotto

GREEN TOOLS Armando Romaniello Direttore Marketing Industry Management e Certificazione di prodotto GREEN TOOLS Armando Romaniello Direttore Marketing Industry Management e Certificazione di prodotto Mantova, 25 novembre 2015 Consumatore e mercato globale: ogni giorno più esigenti - Sicurezza (conditio

Dettagli

La possibilità di individuare titoli sottovalutati mediante il modello EBO: una verifica storica sul mercato europeo

La possibilità di individuare titoli sottovalutati mediante il modello EBO: una verifica storica sul mercato europeo La possibilità di individuare titoli sottovalutati mediante il modello EBO: una verifica storica sul mercato europeo Torino, 4 marzo 2004 La possibilità di individuare titoli sottovalutati mediante il

Dettagli

LA SOSTENIBILITÀ: VERSO UNA NUOVA PROSPETTIVA DELLA RESPONSABILITA SOCIALE

LA SOSTENIBILITÀ: VERSO UNA NUOVA PROSPETTIVA DELLA RESPONSABILITA SOCIALE LA SOSTENIBILITÀ: VERSO UNA NUOVA PROSPETTIVA DELLA RESPONSABILITA SOCIALE Marina Migliorato Responsabile CSR e Rapporti con le Associazioni Relazioni Esterne Enel Roma, 21 giugno 2011 LUISS Business School

Dettagli

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 22 luglio 203 2 luglio 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prz Chiusura Volumi Medi Giornalieri Capitalizzazione** da Prezzo

Dettagli

Lundquist Employer Branding Online Awards 1 st Edition Italy 100

Lundquist Employer Branding Online Awards 1 st Edition Italy 100 Lundquist Employer Branding Online Awards 1 st Edition Italy 100 Analisi di come le società italiane utilizzano il web per comunicare i propri valori e il brand ai dipendenti attuali e futuri 21 gennaio

Dettagli

La Gestionale Ambientale in Enel

La Gestionale Ambientale in Enel La Gestionale Ambientale in Enel Il contesto della Gestione Ambientale Politiche, Regolazione e principi internazionali Corporations Impatti sugli ecosistemi locali Impatti sull ecosistema globale Movimenti

Dettagli

Buy&Sell: Cosa comprare e cosa vendere OPERATIVITA' VALIDA PER LUNEDI 11 GIUGNO 2007. Il denaro è un buon servo e un cattivo padrone Seneca

Buy&Sell: Cosa comprare e cosa vendere OPERATIVITA' VALIDA PER LUNEDI 11 GIUGNO 2007. Il denaro è un buon servo e un cattivo padrone Seneca Buy&Sell: Cosa comprare e cosa vendere OPERATIVITA' VALIDA PER LUNEDI 11 GIUGNO 2007 Il denaro è un buon servo e un cattivo padrone Seneca Piazza Affari chiude in ribasso (Mibtel -0.58%) Sul S&P/Mib40:

Dettagli

Implicazioni Pratiche della Certificazione sulla Responsabilità Sociale

Implicazioni Pratiche della Certificazione sulla Responsabilità Sociale PMI: Project Management Institute Etica e Project Management Milano 17 Ottobre 2008 Implicazioni Pratiche della Certificazione sulla Responsabilità Sociale A cura di: Sara Brandimarti Coordinatore Tecnico

Dettagli

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse

Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Decreto Legislativo n. 58/1998 / Art. 114 comma 8 - Lista emittenti/gruppi in conflitto di interesse Il presente documento riporta gli emittenti per i quali sussistono - direttamente o indirettamente -

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DEGLI ABN AMRO BANK N.V. BONUS CERTIFICATES SU INDICI, AZIONI, COMMODITIES E FONDI

CONDIZIONI DEFINITIVE RELATIVE ALL OFFERTA DEGLI ABN AMRO BANK N.V. BONUS CERTIFICATES SU INDICI, AZIONI, COMMODITIES E FONDI CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta degli ABN AMRO BANK N.V. BONUS CERTIFICATES SU INDICI, AZIONI, COMMODITIES E FONDI ( Bonus Certificate, al singolare, e Bonus Certificates, al plurale). Condizioni

Dettagli

L IMPRESA SOSTENIBILE Il valore della sostenibilità per il Made In

L IMPRESA SOSTENIBILE Il valore della sostenibilità per il Made In L IMPRESA SOSTENIBILE Il valore della sostenibilità per il Made In Francesca Rulli 25 marzo 2015 - Dossobuono di Villafranca (Vr) DALLA DECISIONE STRATEGICA ALLA PIANIFICAZIONE OPERATIVA L impresa SOSTENIBILE

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Finanza per le aziende green

Finanza per le aziende green COMPANY PROFILE Finanza per le aziende green VedoGreen, la società appartenente al Gruppo IR Top specializzata sulla finanza per le aziende green quotate e private, nasce nel 2011 dall ideazione del primo

Dettagli

11 a Edizione. KWD Webranking 2012 Italy 100 e Europe 500. 16 edizione a livello. 102 società analizzate in

11 a Edizione. KWD Webranking 2012 Italy 100 e Europe 500. 16 edizione a livello. 102 società analizzate in 16 edizione a livello europeo e 11 in Italia 102 società analizzate in Italia e quasi 1000 a livello globale, organizzate in 19 settori diversi Protocollo di valutazione di 100 criteri, di cui un terzo

Dettagli

Listino: Nel corso del 2000, anche grazie alle nuove iniziative di Borsa Italiana, si è consolidata. L Evoluzione del. società e titoli quotati

Listino: Nel corso del 2000, anche grazie alle nuove iniziative di Borsa Italiana, si è consolidata. L Evoluzione del. società e titoli quotati L Evoluzione del Listino: società e titoli quotati Nel corso del 2000, anche grazie alle nuove iniziative di Borsa Italiana, si è consolidata la tendenza alla crescita dimensionale e qualitativa del listino

Dettagli

Il progetto Impresa Energia Il nuovo portale di Assolombarda per l efficienza energetica

Il progetto Impresa Energia Il nuovo portale di Assolombarda per l efficienza energetica Il progetto Impresa Energia Il nuovo portale di Assolombarda per l efficienza energetica Massimo Di Domenico Responsabile Unità Energia Assolombarda Milano, 23 gennaio 2015 Copyright 2015 Assolombarda

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA. Analisi Finanziaria. A.a. 2008/2009. Assetti proprietari e costo del capitale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA. Analisi Finanziaria. A.a. 2008/2009. Assetti proprietari e costo del capitale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Analisi Finanziaria A.a. 2008/2009 Assetti proprietari e costo del capitale Gian Marco Chiesi Marco Tronchetti Provera GPI 60% (60%) [60%] Catena di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA. Analisi Finanziaria

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA. Analisi Finanziaria UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA DI ECONOMIA Analisi Finanziaria A.a. 2008/2009 Assetti proprietari e costo del capitale Gian Marco Chiesi Marco Tronchetti Provera GPI 60% (60%) [60%] Catena di

Dettagli

H&H Webranking 2007 Italia Top 80

H&H Webranking 2007 Italia Top 80 Executive Summary Al numero 1 risponde Telecom H&H Webranking 2007 Italia Top 80 Telecom difende il primato dell anno passato, seguita da UniCredit e Edison, che si mantengono sul podio. Cresce signi cativamente

Dettagli

Lo Sviluppo sostenibile della destinazione turistica

Lo Sviluppo sostenibile della destinazione turistica Pavia, 28 febbraio 2012 Sviluppo turistico sostenibile e valorizzazione del territorio in un ottica di responsabilità sociale Stefania Bassi s.bassi@fultura.it www.fultura.it Sviluppo turistico e valorizzazione

Dettagli

Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati.

Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati. Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati. Servizi di approvvigionamento professionale. Essere più informati, fare scelte migliori. Achilles procurement toolkit Supporto per la selezione

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. La segmentazione dei Mercati Borsistici

Gestione Finanziaria delle Imprese. La segmentazione dei Mercati Borsistici GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE La segmentazione dei Mercati Borsistici Borsa Italiana SpA Si occupa dell organizzazione, della gestione e del funzionamento dei mercati finanziari, con l obiettivo di:

Dettagli

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti 118 Bilancio Sociale 2009 La Relazione Sociale Azionisti Azionisti AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato Azionisti Azionisti La Relazione Sociale Bilancio Sociale 2009

Dettagli