CONFERENZA DI CONSENSO IN MEDICINA RESPIRATORIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONFERENZA DI CONSENSO IN MEDICINA RESPIRATORIA"

Transcript

1 Congresso Nazionale CONFERENZA DI CONSENSO IN MEDICINA RESPIRATORIA Conoscere i bisogni dei pazienti in ossigenoterapia L esperienza della ASL RM A Dr. ssa Teresa CALAMIA

2 Le diverse tipologie di ossigenoterapia domiciliare (1/3) Ossigeno gassoso medicinale in bombole L ossigeno è immagazzinato in bombole ad alta pressione, con una capacità geometrica pari a 7 o 14 litri, che corrisponde ad una quantità di gas pari a e litri, rispettivamente. L ossigeno gassoso medicinale è dispensato attraverso le farmacie territoriali pubbliche e private, obbligate per legge a detenerlo.

3 Le diverse tipologie di ossigenoterapia domiciliare (2/3) Ossigeno liquido medicinale L ossigeno liquido medicinale è fornito al paziente attraverso un sistema di dispositivi medicali che comprende: un contenitore criogenico base, con capacità geometrica compresa tra 20 e 45 litri di ossigeno, pari ad una quantità di gas variabile tra e litri; un contenitore criogenico portatile, con capacità geometrica compresa tra 0,5 e 1,2 litri di ossigeno, pari ad una quantità di gas variabile tra 500 e litri.

4 Le diverse tipologie di ossigenoterapia domiciliare (3/3) Accessori Il contenitore portatile è sinonimo di maggiore autonomia per il paziente, poiché consente al malato un esistenza che approssima la normalità in termini di relazioni sociali e di eventuale attività lavorativa (es.: disbrigo delle faccende domestiche). La sola avvertenza che occorre osservare è relativa alla naturale evaporazione dell ossigeno liquido dai contenitori.

5 Processi di fornitura dell ossigeno medicinale Canale farmacia Prescrizione dello specialista Redazione da parte dei MMG della ricetta Il Paziente si reca in Farmacia con la ricetta per ottenere la fornitura di ossigeno medicinale Autorizzazione prescrizione da parte della ASL La Farmacia contatta la Ditta che effettuerà il servizio di consegna dell ossigeno medicinale al domicilio del paziente La Ditta Fornitrice consegna al domicilio del paziente il farmaco, previa verifica in Farmacia da parte del farmacista, della qualità e quantità del farmaco da somministrare

6 Processi di fornitura dell ossigeno medicinale Canale ASL Prescrizione dello specialista Autorizzazione della prescrizione da parte della farmacia ASL L azienda fornitrice consegna al domicilio del paziente l ossigeno medicinale, previa verifica della farmacia della ASL

7 ..alcuni dati Asl Farm gen-giu 2007 FR LT RI RMA RMB RMC RMD RME RMF RMG RMH VT Totale

8 Dobbiamo spendere meglio Il farmaco è una risorsa prima che un costo. Chi soffre ha diritto ad essere curato. Etica

9 Tavolo di Lavoro ASL RMA Associazione italiana pazienti BPCO bisogna trovare una soluzione che tenga conto: dell aspetto economico delle esigenze dei pazienti

10 Aspetto economico Spesa ossigeno ASL RMA (proiezione)

11 Esigenze dei Pazienti Primo obiettivo raggiunto Proposta alla Regione Lazio di prorogare il PT Delibera Giunta Regionale- del 4 aprile 2007.si comunica che il Piano Terapeutico redatto per la prescrizione di ossigeno terapeutico liquido dalle strutture accreditate ha validità di sei mesi.

12 11. Ha effettuato la vaccinazione antinfluenzale? Si No Se Si quando? (se possibile, indicare la data).. Esigenze dei Pazienti QUESTIONARIO Da restituire in busta chiusa a: ASSOCIAZIONE ITALIANA PAZIENTI BPCO Via Cassia Roma 1. Sesso M F 2. Età Meno di 65 anni Più di 65 anni 3. Peso Kg.. 4. Altezza cm 5. Da quanto tempo è in cura per la Sua malattia respiratoria? Anni 6. Da quanto tempo necessita di ossigenoterapia? Mesi. Anni 7. Per quante ore al giorno utilizza l ossigenoterapia? Ore Solo la notte, ore 8. La terapia domiciliare con ossigeno è effettuata: Nell ambito di una dimissione protetta Con una prescrizione dello specialista Questionario per la valutazione del Livello di Servizio Percepito / Atteso 9. Se la prescrizione è stata effettuata da uno specialista, precisare se si tratta: Dello pneumologo Del cardiologo Altro (precisare). 10. Lei fuma? Si No Se la risposta è Si: Quante sigarette? Da quanto tempo? Vorrebbe smettere? Si è rivolto al Medico di famiglia? Si è rivolto ad un Centro Anti-fumo? Segue un trattamento specifico per il fumo? Se la risposta è No: Ha fumato in passato? Da quanto tempo non fuma? N.. Anni Si No Si No Si No Si No Si No da..

13 Primi riscontri su un campione di 225 risposte Alta soddisfazione del servizio offerto >90% Difficoltà a uscire da casa per carenza del doppio stroller (7%) Rinuncia alle vacanze perché la ASL non fornisce l ossigeno (8%)

14 Pazienti ASL RMA marzo -agosto 2007 N Pazienti / mese serviti N Bombole consegnate N pazienti trattati fuori sede N Stroller (comprese doppie dotazioni)

15 Insieme per un servizio... più efficace, più efficiente, più sicuro, e più premuroso. Grazie per l attenzione

LA GESTIONE DELLE FORNITURE DEL FARMACO OSSIGENO IN AMBITO DOMICILIARE E DEI SERVIZI CONNESSI ALL OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE

LA GESTIONE DELLE FORNITURE DEL FARMACO OSSIGENO IN AMBITO DOMICILIARE E DEI SERVIZI CONNESSI ALL OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE LA GESTIONE DELLE FORNITURE DEL FARMACO OSSIGENO IN AMBITO DOMICILIARE E DEI SERVIZI CONNESSI ALL OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE La proposta di Assogastecnici Gruppo Gas Medicinali OTTOBRE 2010 PREMESSA Con

Dettagli

Modalità di approvvigionamento di gas medicinali singoli e miscele e la responsabilità del farmacista. Prof.ssa Paola Minghetti

Modalità di approvvigionamento di gas medicinali singoli e miscele e la responsabilità del farmacista. Prof.ssa Paola Minghetti Modalità di approvvigionamento di gas medicinali singoli e miscele e la responsabilità del farmacista Prof.ssa Paola Minghetti GAS DA SOMMINISTRARE ALL UOMO AD USO TERAPEUTICO MEDICINALI Assoggettati a

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DEL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA NELLA REGIONE LAZIO ORA CHE SONO TUTOR,. DOVE SONO? CHE FACCIO?

L ORGANIZZAZIONE DEL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA NELLA REGIONE LAZIO ORA CHE SONO TUTOR,. DOVE SONO? CHE FACCIO? L ORGANIZZAZIONE DEL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA NELLA REGIONE LAZIO ORA CHE SONO TUTOR,. DOVE SONO? CHE FACCIO? ORGANIZZAZIONE La Formazione specifica in Medicina Generale prende le mosse dalla direttiva

Dettagli

LINEA GUIDA SULLA GESTIONE DEI PAZIENTI IN OTD CHE INTRAPRENDONO UN VIAGGIO

LINEA GUIDA SULLA GESTIONE DEI PAZIENTI IN OTD CHE INTRAPRENDONO UN VIAGGIO LINEA GUIDA SULLA GESTIONE DEI PAZIENTI IN OTD CHE INTRAPRENDO UN VIAGGIO I EDIZIONE - LUGLIO 2012 Il presente documento è stato realizzato a cura del Gruppo di Lavoro Linea Guida EIGA della Commissione

Dettagli

Assistenza Domiciliare nelle persone con BPCO

Assistenza Domiciliare nelle persone con BPCO Assistenza Domiciliare nelle persone con BPCO Roma, 31 maggio 2012 Le Richieste Sempre più pazienti sono affetti da malattie croniche con un aumento della sopravvivenza in ogni fascia di età I cittadini

Dettagli

Linee Guida per la corretta prescrizione dell Ossigenoterapia Domiciliare

Linee Guida per la corretta prescrizione dell Ossigenoterapia Domiciliare a l l e P o l i t i c h e d e l l a S a l u t e Area Politiche per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione Via Caduti

Dettagli

Il problema dei farmaci

Il problema dei farmaci Presentazione del Manuale Gestione del Rischio Clinico e Sicurezza delle Cure negli Ambulatori dei MMG e PdF Roma, 16 marzo 2010 Auditorium Lungotevere Ripa, 1 Il problema dei farmaci Susanna Ciampalini

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA. Approvvigionamento ossigeno ad uso medicale per i mezzi di soccorso sanitario

ISTRUZIONE OPERATIVA. Approvvigionamento ossigeno ad uso medicale per i mezzi di soccorso sanitario Rev. Pag. 1 medicale per i mezzi di soccorso sanitario Data di applicazione 27/09/2010 Redazione Verifica Data Funzione Nome Data Funzione Nome 15/09/2010 CI CI U.O.T.B. A. Burgini S. Casadei F. Molara

Dettagli

STATO DI AVANZAMENTO PREVENZIONE DELL OBESITÀ NELLA REGIONE LAZIO SINTESI ATTIVITA GENNAIO 2007 - DICEMBRE 2007

STATO DI AVANZAMENTO PREVENZIONE DELL OBESITÀ NELLA REGIONE LAZIO SINTESI ATTIVITA GENNAIO 2007 - DICEMBRE 2007 STATO DI AVANZAMENTO PREVENZIONE DELL OBESITÀ NELLA REGIONE LAZIO SINTESI ATTIVITA GENNAIO 2007 - DICEMBRE 2007 REGIONE: Lazio TITOLO: Interventi par la Prevenzione dell Obesità nella Regione Lazio Il

Dettagli

SERVIZIO PROVVEDITORATO. DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE DEL SERVIZIO N 1581 DEL 07/07/2015 PDTD-2015-1585 del 30.06.2015 IL DIRETTORE DEL SERVIZIO

SERVIZIO PROVVEDITORATO. DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE DEL SERVIZIO N 1581 DEL 07/07/2015 PDTD-2015-1585 del 30.06.2015 IL DIRETTORE DEL SERVIZIO Servizio Sanitario - REGIONE SARDEGNA SERVIZIO PROVVEDITORATO DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE DEL SERVIZIO N 1581 DEL 07/07/2015 PDTD-2015-1585 del 30.06.2015 Adottata ai sensi dell art. 4 del D.Lgs n 165

Dettagli

All.4 al disciplinare

All.4 al disciplinare All.4 al disciplinare SCHEDA OFFERTA - PAGINA 1 DITTA. INDIRIZZO.. PARTITA IVA/CODICE FISCALE... PREZZO ANNUO DELL APPALTO A BASE D ASTA 4.222.046,83 OLE IVA ED ONERI SULLA SICUREZZA. PREZZO ANNUO DELL

Dettagli

V GIORNATA MONDIALE BPCO

V GIORNATA MONDIALE BPCO V GIORNATA MONDIALE BPCO DR.SSA MARIELLA MARTINI Direttore Generale Azienda Sanitaria Locale Reggio Emilia 1 Provincia di Reggio Emilia 486.961 Abitanti Azienda USL di Reggio Emilia 6 Distretti 3776 Dipendenti

Dettagli

Specifica di Acquisizione

Specifica di Acquisizione INDICE 1 Riferimenti al modello organizzativo Sogin ex Decreto D.LGS 231/21 3 2 premessa 4 3 Durata del contratto 4 4 tempi e modalita di consegna 4 5 descrizione della fornitura 5 6 prezzo contrattuale

Dettagli

Linee Guida per la corretta prescrizione dell Ossigenoterapia Domiciliare

Linee Guida per la corretta prescrizione dell Ossigenoterapia Domiciliare céä à v{x wxäät ftäâàx Area Politiche per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione Via Caduti di Tutte le Guerre,

Dettagli

Prescrizione ossigenoterapia domiciliare

Prescrizione ossigenoterapia domiciliare Sommario 1. Definizione di ossigenoterapia domiciliare... 2 2. Scopo... 5 3. Campo di applicazione... 5 4. Responsabilità... 5 5. Soggetti Destinatari... 5 6. Terminologia e abbreviazioni... 5 7. Modalità

Dettagli

Gas e miscele medicinali. Nuovi orizzonti per la salute dell uomo

Gas e miscele medicinali. Nuovi orizzonti per la salute dell uomo Gas e miscele medicinali. Nuovi orizzonti per la salute dell uomo Il farmaco gas Tra le nuove frontiere della medicina, i gas medicinali rappresentano una delle risorse di maggiore interesse nella lotta

Dettagli

Fornitura diretta e gestione dei medicinali e dei prodotti sanitari nelle RSA

Fornitura diretta e gestione dei medicinali e dei prodotti sanitari nelle RSA Corso di Formazione per Medici coordinatori delle RSA Fornitura diretta e gestione dei medicinali e dei prodotti sanitari nelle RSA Trento 20 febbraio 2010 Elisabetta De Bastiani Servizio Farmaceutico

Dettagli

Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia REPORT REGIONE LAZIO 2010-2012 SICUREZZA SUL LAVORO

Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia REPORT REGIONE LAZIO 2010-2012 SICUREZZA SUL LAVORO Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia REPORT REGIONE LAZIO 2010-2012 SICUREZZA SUL LAVORO Redazione a cura del Coordinamento Regionale PASSI Massimo O. Trinito, Andreina Lancia (Dipartimento

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA. COPIA DETERMINAZIONE N 687 DEL 27/12/2012 Ufficio Contabilita' e Bilancio

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA. COPIA DETERMINAZIONE N 687 DEL 27/12/2012 Ufficio Contabilita' e Bilancio C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA COPIA DETERMINAZIONE N 687 DEL 27/12/2012 LOLLI SILVIA Ufficio Contabilita' e Bilancio OGGETTO: PROCEDURA DI AFFIDAMENTO IN ECONOMIA PER IL

Dettagli

6. RETE PERINATALE. Premessa

6. RETE PERINATALE. Premessa 6.RETEPERINATALE Premessa ConilDecretodelCommissarioadActan.56del2010èstatoavviatoilpercorsodiriorganizzazione della rete perinatale ospedaliera. Il modello organizzativo programmato si basa su tre distinti

Dettagli

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta

Dalla rianimazione al domicilio. SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio SERVIZIO ANESTESIA RIANIMAZIONE MEDICINA IPERBARICA P.O. MARINO Paolo Castaldi Fabiana Matta Dalla rianimazione al domicilio Problema Bisogni Risposta Piano personalizzato

Dettagli

Salus Populi Suprema Lex

Salus Populi Suprema Lex CORTE DEI CONTI COMANDO CC TUTELA SALUTE Corso per Neo-Referendari della Corte dei Conti Corte dei Conti, Viale Mazzini 105, Aula R14 Roma 21 Gennaio 2008 IL COMANDO CC PER LA TUTELA DELLA SALUTE Generalità

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO DI OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE (FARMACO, DISPOSITIVI MEDICI E SERVIZI CONNESSI)

CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO DI OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE (FARMACO, DISPOSITIVI MEDICI E SERVIZI CONNESSI) Position Paper CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO DI OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE (FARMACO, DISPOSITIVI MEDICI E SERVIZI CONNESSI) EDIZIONE Luglio 2014 ASSOGASTECNICI Associazione Nazionale Imprese gas tecnici,

Dettagli

La sicurezza nei servizi domiciliari. Silvia Scherini VitalAire Italia S.p.A. - Gruppo Air Liquide -

La sicurezza nei servizi domiciliari. Silvia Scherini VitalAire Italia S.p.A. - Gruppo Air Liquide - La sicurezza nei servizi domiciliari Silvia Scherini VitalAire Italia S.p.A. - Gruppo Air Liquide - Sicurezza e complessità La complessità è un fattore caratterizzante delle attività a domicilio che, seppur

Dettagli

Il Direttore della Direzione Regionale Programmazione Sanitaria -Risorse Umane e Sanitarie

Il Direttore della Direzione Regionale Programmazione Sanitaria -Risorse Umane e Sanitarie Oggetto: Aggiornamento della determinazione 1875 del Modalità di erogazione dei farmaci classificati in regime di rimborsabilità in fascia H e in regime di fornitura OSP2, così come modificata dalla determinazione

Dettagli

CODICI A BARRE CONFEZIONI OSSIGENO C.I.O.

CODICI A BARRE CONFEZIONI OSSIGENO C.I.O. AIC n 038907010 200 bar, gas medicinale compresso bombola in acciaio, 0,5 litri AIC n 038907022 200 bar, gas medicinale compresso bombola in acciaio, 1 litro AIC n 038907034 200 bar, gas medicinale compresso

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 aprile 2012, n. 682

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 aprile 2012, n. 682 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 70 del 16-05-2012 15521 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 11 aprile 2012, n. 682 D.G.R n. 1390/11 - Linee guida per la corretta prescrizione dell Ossigeno

Dettagli

DELIBERAZIONE n 471 del 22.04.2011 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE n 471 del 22.04.2011 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE n 471 del 22.04.2011 OGGETTO: Presa d atto delle Determinazioni AIFA n 2879 del 18/12/2009 e n 1394 del 23/06/2010 di autorizzazione all immissione in commercio dei farmaci ossigeno medicinale

Dettagli

I progetti finalizzati del Registro: l esperienza del Registro Dialisi del Lazio

I progetti finalizzati del Registro: l esperienza del Registro Dialisi del Lazio XLVIII Congresso Nazionale della Società Italiana di Nefrologia I progetti finalizzati del Registro: l esperienza del Registro Dialisi del Lazio Anteo Di Napoli Laziosanità - Agenzia di Sanità Pubblica

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE CHIARIMENTO N. 2 DEL 16.10.2014 A seguito di richieste di chiarimenti da parte di ditte interessate e sulla base di quanto comunicato dal

Dettagli

Gli assistenti sociali nelle ASL del Lazio: numeri e distribuzione. Paola De Riù, vice Presidente CROAS Lazio - ASL Viterbo

Gli assistenti sociali nelle ASL del Lazio: numeri e distribuzione. Paola De Riù, vice Presidente CROAS Lazio - ASL Viterbo Gli assistenti sociali nelle ASL del Lazio: numeri e distribuzione Paola De Riù, vice Presidente CROAS Lazio - ASL Viterbo Come eravamo La figura professionale dell assistente sociale nella sanità è stata

Dettagli

DIPARTIMENTO SOCIALE

DIPARTIMENTO SOCIALE DIPARTIMENTO SOCIALE DIREZIONE REGIONALE POLITICHE DELLA PREVENZIONE E DELL ASSISTENZA SANITARIA TERRITORIALE DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE SANITARIA Documento di valutazione della Stima del fabbisogno

Dettagli

Scuola BPCO. ACO San Filippo Neri PO Salus Infirmorum Roma, 24/05/2012. La Riabilitazione respiratoria Quando? Dove? Come?

Scuola BPCO. ACO San Filippo Neri PO Salus Infirmorum Roma, 24/05/2012. La Riabilitazione respiratoria Quando? Dove? Come? Scuola BPCO ACO San Filippo Neri PO Salus Infirmorum Roma, 24/05/2012 La Riabilitazione respiratoria Quando? Dove? Come? Domande per i partecipanti (Questionario per la valutazione e formazione dei pazienti

Dettagli

Estratto determinazione n. 2861 del 18 dicembre 2009

Estratto determinazione n. 2861 del 18 dicembre 2009 Autorizzazione all immissione in commercio del medicinale «Ossigeno Società Ossigeno Napoli» Estratto determinazione n. 2861 del 18 dicembre 2009 DESRIZIONE DEL MEDIINALE E ATTRIBUZIONE N. AI E' autorizzata

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

I GAS MEDICINALI NELLE STRUTTURE SANITARIE: ASPETTI LEGISLATIVI E GESTIONALI. Giovedì 23 maggio 2002 Sala Congressi Milan Marriott Hotel

I GAS MEDICINALI NELLE STRUTTURE SANITARIE: ASPETTI LEGISLATIVI E GESTIONALI. Giovedì 23 maggio 2002 Sala Congressi Milan Marriott Hotel I GAS MEDICINALI NELLE STRUTTURE SANITARIE: ASPETTI LEGISLATIVI E GESTIONALI Giovedì 23 maggio 2002 Sala Congressi Milan Marriott Hotel TECNOLOGIE DI PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE DI ARIA MEDICALE PRESSO

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G 21/05/2015- BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO- N. 41 Pag. 393 di 439 Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo

Dettagli

LA GESTIONE DEI GAS E LA NUOVA NORMATIVA Genova, 4 febbraio 2016

LA GESTIONE DEI GAS E LA NUOVA NORMATIVA Genova, 4 febbraio 2016 LA GESTIONE DEI GAS E LA NUOVA NORMATIVA Genova, 4 febbraio 2016 Approfondimenti sulla gestione dei gas medicinali : Il punto di vista dell industria Stefania Mariani I GAS UTILIZZATI IN OSPEDALE In ambito

Dettagli

Servizio Sanitario - REGIONE SARDEGNA

Servizio Sanitario - REGIONE SARDEGNA Capitolato Tecnico PER L'AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA TELEMATICA, DEL SERVIZIO DI OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE PER I PAZIENTI DELL'ASL N. 5 DI ORISTANO, PER UN PERIODO DI QUARANTOTTO MESI. 1 SOMMARIO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993 AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993 LCP/OM/om (rinnovo del. 958 fornitura gas medicinali e tecnici) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE

Dettagli

MOBILITA SANITARIA IN AMBITO COMUNITARIO

MOBILITA SANITARIA IN AMBITO COMUNITARIO MOBILITA SANITARIA IN AMBITO COMUNITARIO Decreto Legislativo di recepimento della Direttiva 2011/24/UE Dipartimento della Programmazione e del Servizio Sanitario Nazionale Direzione Generale della Programmazione

Dettagli

GIMBE. Dr. Giuseppe Donato Medico di Famiglia ASL RmF Responsabile Area Formazione Cooperativa Medi.Ter

GIMBE. Dr. Giuseppe Donato Medico di Famiglia ASL RmF Responsabile Area Formazione Cooperativa Medi.Ter GIMBE Dr. Giuseppe Donato Medico di Famiglia ASL RmF Responsabile Area Formazione Cooperativa Medi.Ter Le esigenze culturali emerse tra i MMG 1. ampliare i contenuti della conoscenza 2. applicare la conoscenza

Dettagli

LE NORMATIVE NAZIONALI ED EUROPEE INERENTI I GAS MEDICINALI

LE NORMATIVE NAZIONALI ED EUROPEE INERENTI I GAS MEDICINALI LE NORMATIVE NAZIONALI ED EUROPEE INERENTI I GAS MEDICINALI ASPETTI LEGISLATIVI IN FUNZIONE DELLE MODIFICHE APPORTATE DAL DLvo 24 aprile 2006 n 219 Prof.ssa Paola Minghetti FACOLTÀ DI FARMACIA GAS DA SOMMINISTRARE

Dettagli

In caso di non esenzione il medico prescrittore procede a biffare la casella della ricetta contrassegnata dalla lettera N Non esente.

In caso di non esenzione il medico prescrittore procede a biffare la casella della ricetta contrassegnata dalla lettera N Non esente. ASSISTENZA FARMACEUTICA TERRITORIALE L erogazione dei farmaci a carico del Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) è possibile, su prescrizione medica, attraverso la rete delle farmacie convenzionate con

Dettagli

Servizio di Distribuzione domiciliare dell Ossigenoterapia a lungo termine: fase successiva a quella di avvio. Premessa

Servizio di Distribuzione domiciliare dell Ossigenoterapia a lungo termine: fase successiva a quella di avvio. Premessa Servizio Sanitario Nazionale Regione Siciliana VIA MAZZINI, 1 91100 TRAPANI TEL.(0923) 805111 - FAX (0923) 873745 Codice Fiscale P. IVA 02363280815 Prot. N. 735 Trapani, 24/11/2009 Servizio di Distribuzione

Dettagli

Clinica universitaria di anestesiologia e terapia del dolore. Informazioni per i pazienti

Clinica universitaria di anestesiologia e terapia del dolore. Informazioni per i pazienti Clinica universitaria di anestesiologia e terapia del dolore Informazioni per i pazienti Breve introduzione generale Sala di risveglio centrale Nel laboratorio di ricerca La clinica universitaria di anestesiologia

Dettagli

VÉÅâÇx w `ÉÜÄâÑÉ. exzéätåxçàé Zxáà ÉÇx YtÜÅtv t

VÉÅâÇx w `ÉÜÄâÑÉ. exzéätåxçàé Zxáà ÉÇx YtÜÅtv t VÉÅâÇx w `ÉÜÄâÑÉ exzéätåxçàé Zxáà ÉÇx YtÜÅtv t Approvato con deliberazione del CONSIGLIO COMUNALE n. 57 del 27.12.2007 CAPO I AMMINISTRAZIONE E FUNZIONAMENTO Art. 1 La farmacia comunale viene gestita attraverso

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE AGRIGENTO AREA GESTIONE FORNITURE E SERVIZI ECONOMALI Viale della Vittoria 321 Agrigento Tel. 0922/407407-292 -118-116 293 120

Dettagli

PROTOCOLLO OPERATIVO 04 ATTIVAZIONE ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA PROTOCOLLO OPERATIVO 04

PROTOCOLLO OPERATIVO 04 ATTIVAZIONE ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA PROTOCOLLO OPERATIVO 04 Pag. 1 di 6 Revisione Data Redatto e Elaborato Approvato Firma U.F. DISTRETTO 1 13/10/2012 RAQ Dr.C. Martelli Dr. Fabio Michelotti Pag. 2 di 6 Scopo : Lo scopo del presente protocollo è garantire una omogenea

Dettagli

VIVISOL. Carta dei Servizi 2011 rev. 6 del 09.02.2012 MKD-ADIvoucher pag. 1 di 12

VIVISOL. Carta dei Servizi 2011 rev. 6 del 09.02.2012 MKD-ADIvoucher pag. 1 di 12 Struttura accreditata con l ASL di MILANO, MILANO 1, MILANO 2, MONZA e BRIANZA, PAVIA e BRESCIA per offrire il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata tramite Voucher socio - sanitario Carta dei Servizi

Dettagli

Uso dei farmaci nella popolazione del Lazio

Uso dei farmaci nella popolazione del Lazio La Farmacovigilanza nella Regione Lazio Roma, 31 gennaio 2011 Uso dei farmaci nella popolazione del Lazio Roberto Da Cas Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute Istituto

Dettagli

DISTRIBUZIONE PER CONTO (D.P.C.) Anna Campi

DISTRIBUZIONE PER CONTO (D.P.C.) Anna Campi DISTRIBUZIONE PER CONTO (D.P.C.) Anna Campi 1 DISTRIBUZIONE PER CONTO Erogazione di farmaci, acquistati dalla ASL, da parte delle Farmacie Convenzionate: Distribuzione in nome e per conto della ASL 2 FARMACI

Dettagli

Convegno regionale LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA

Convegno regionale LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA U.o.c. Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro Convegno regionale LA SICUREZZA IN AGRICOLTURA Augusto Quercia Tarquinia - Borgo delle Saline - 27 aprile 2012 Come arrivare Da Roma, via Cassia

Dettagli

dei L. (escluso IVA) LITRI OSSIGENO TERAPEUTICO LIQUIDO F.U. IN LITRI CONTENITORE CRIOGENICO FISSO (pari a c.a M.C.

dei L. (escluso IVA) LITRI OSSIGENO TERAPEUTICO LIQUIDO F.U. IN LITRI CONTENITORE CRIOGENICO FISSO (pari a c.a M.C. ALLEGATO 1 AL CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ELENCO PRODOTTI LOTTO ATC DESCRIZIONE Fabbisogno presunto Fabbisogno presunto Fabbisogno presunto PREZZO Fabbisogno presunto annuo P.O. Ariano annuo P.O. S.

Dettagli

La sorveglianza degli incidenti domestici nella Regione Lazio

La sorveglianza degli incidenti domestici nella Regione Lazio La sorveglianza degli incidenti domestici nella Regione Lazio Rapporto per le Aziende Sanitarie Locali del Lazio nell ambito del Progetto regionale Programma di sorveglianza e prevenzione degli incidenti

Dettagli

ELABORATO GR RS 00798 REVISIONE 00 INDICE

ELABORATO GR RS 00798 REVISIONE 00 INDICE Elaborato Livello Tipo / S tipo S - Specifiche tecniche ETQ-033217 A Sistema / Edificio / Argomento CFS - Attività di Chimica e Fisica Sanitaria Rev. Data 28/04/2014 Centrale / Impianto: GR - Sito di Garigliano

Dettagli

PanGas Healthcare Dalla diagnosi alla terapia

PanGas Healthcare Dalla diagnosi alla terapia PanGas Healthcare Dalla diagnosi alla terapia PanGas Healthcare Convincente, dalla diagnosi alla terapia Presente da oltre 100 anni nel campo dei gas e dei relativi impieghi, PanGas in Svizzera è sinonimo

Dettagli

(Cura e riabilitazione dell'insufficienza respiratoria cronica).

(Cura e riabilitazione dell'insufficienza respiratoria cronica). P ROGETTO DI LEGGE N. XXXXXXXXY per la equiparazione degli attacchi per la ricarica dei moduli portatili ( stroller) per l ossigenoterapia, e dei rispettivi attacchi sulle Unità Bese Criogeniche, in tutte

Dettagli

Guida alla corretta applicazione del Decreto 8 maggio 2003 Uso terapeutico di medicinale sottoposto a sperimentazione clinica

Guida alla corretta applicazione del Decreto 8 maggio 2003 Uso terapeutico di medicinale sottoposto a sperimentazione clinica Guida alla corretta applicazione del Decreto 8 maggio 2003 Uso terapeutico di medicinale sottoposto a sperimentazione clinica Approvato dal Comitato Etico nella seduta del 20 luglio 2010 Redatto da: -

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 21 giugno 2011, n. 1390

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 21 giugno 2011, n. 1390 19348 1. stabilire che dal 01/07/2011 le seguenti categorie di assistiti sono esenti dal pagamento del ticket fisso di un euro a ricetta previsto dalla DGR n. 2789/2010: a) titolari di pensioni sociali

Dettagli

PRP Lazio 2010-2012 Progetto 3.7.1 Disturbi psichiatrici - Lotta alla depressione Riunione tavolo tecnico - 24 Novembre 2011

PRP Lazio 2010-2012 Progetto 3.7.1 Disturbi psichiatrici - Lotta alla depressione Riunione tavolo tecnico - 24 Novembre 2011 PRP Lazio 2010-2012 Progetto 3.7.1 Disturbi psichiatrici - Lotta alla depressione Riunione tavolo tecnico - 24 Novembre 2011 Verbale Il 24 novembre 2011 alle ore 10.00, presso i locali di Laziosanità-Agenzia

Dettagli

Modalità operative per le attività di informazione scientifica sul farmaco. Art. 48 commi 21, 22, 23, 24 della L. 24.11.2003 n. 326.

Modalità operative per le attività di informazione scientifica sul farmaco. Art. 48 commi 21, 22, 23, 24 della L. 24.11.2003 n. 326. giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO A Modalità operative per le attività di informazione scientifica sul farmaco. Art. 48 commi 21, 22, 23, 24 la L. 24.11.2003 n. 326. PUBBLICITÀ PRESSO I MEDICI,

Dettagli

FARMACISTI Dirig. farmacista a rapp.esclusivo

FARMACISTI Dirig. farmacista a rapp.esclusivo MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome [COGNOME, Nome] Data di nascita Qualifica BRAZZALE, Giorgia 31-dic-67 FARMACISTI Dirig. farmacista a rapp.esclusivo Amministrazione Azienda Ulss

Dettagli

Sottoscritto/a. in qualità di (titolare, legale rappresentante, procuratore, altro) società/ditta. codice fiscale partita IVA n. con sede legale in

Sottoscritto/a. in qualità di (titolare, legale rappresentante, procuratore, altro) società/ditta. codice fiscale partita IVA n. con sede legale in ALLEGATO 9: OFFERTA ECONOMICA Marca da bollo 16,00 FONDAZIONE IRCCS CA GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO Via Francesco Sforza, 28 20122 Milano GARA D APPALTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA,

Dettagli

Paziente MMG Pneumologo Infermiere Fisioterapista Distretto

Paziente MMG Pneumologo Infermiere Fisioterapista Distretto INIZIO a) Richiesta visita per sintomatologia (dispnea, tosse, ec) o INIZIO Individua tipologia dei pazienti Linee guida GOLD Ambulatori con agende riservate. Nella fase iniziale la frequenza dell ambulatorio

Dettagli

Centro Regionale Trapianti Lazio. ATTIVITÀ PRELIEVO E TRAPIANTO DI TESSUTI REGIONE LAZIO Anno 2013

Centro Regionale Trapianti Lazio. ATTIVITÀ PRELIEVO E TRAPIANTO DI TESSUTI REGIONE LAZIO Anno 2013 Centro Regionale Trapianti Lazio ATTIVITÀ PRELIEVO E TRAPIANTO DI TESSUTI REGIONE LAZIO Anno 2013 Le attività di prelievo, distribuzione e trapianto di tessuto sono attuate secondo i criteri indicati nei

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON LE AUTORITÀ REGOLATORIE EUROPEE E L AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA)

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON LE AUTORITÀ REGOLATORIE EUROPEE E L AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON LE AUTORITÀ REGOLATORIE EUROPEE E L AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) Marzo 2009 Nuove modalità di prescrizione per i medicinali contenenti isotretinoina ad

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI GAS MEDICINALI OCCORRENTI ALLE STRUTTURE DELLA ASL NAPOLI 1 CENTRO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI GAS MEDICINALI OCCORRENTI ALLE STRUTTURE DELLA ASL NAPOLI 1 CENTRO CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI GAS MEDICINALI OCCORRENTI ALLE STRUTTURE DELLA ASL NAPOLI 1 CENTRO Art.1 Oggetto della fornitura Il presente capitolato disciplina il contratto di somministrazione

Dettagli

Percorso assistenziale integrato per il paziente fumatore nell Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi Firenze

Percorso assistenziale integrato per il paziente fumatore nell Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi Firenze Percorso assistenziale integrato per il paziente fumatore nell Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi Firenze S. Nutini, S. Checcacci, R. Abbate, A. Corrado, A. Morettini, C. Nozzoli, C. Neri Azienda

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 350 DEL 30/06/2015

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 350 DEL 30/06/2015 Delibera firmata digitalmente Azienda Sanitaria delle Zone Senese, Alta Val d Elsa, Val di Chiana, Amiata Val d Orcia Centro Direzionale Amministrativo Piazza C. Rosselli, 26 53100 Siena DELIBERAZIONE

Dettagli

GESTIONE DELL INVALIDITA E DELLA GRAVITA DELLA BPCO. G. Bettoncelli

GESTIONE DELL INVALIDITA E DELLA GRAVITA DELLA BPCO. G. Bettoncelli GESTIONE DELL INVALIDITA E DELLA GRAVITA DELLA BPCO G. Bettoncelli Malattie croniche: due innovazioni con cui la Medicina Generale deve confrontarsi Approccio in termini di popolazione alle malattie croniche

Dettagli

Regolamento fornitura farmaci a RSA e Strutture ex art 26

Regolamento fornitura farmaci a RSA e Strutture ex art 26 Regolamento fornitura farmaci a RSA e Strutture ex art 26 DATA: 31.08.2009 rev. n 01 data: 20.01.2014 rev. n 02 data: 24.02.2014 Redatto Verificato Approvato Dr.ssa Maria Letizia Tosini Direttore Farmacia

Dettagli

in commercio rilasciata dal Ministero della Sanità.

in commercio rilasciata dal Ministero della Sanità. 3614 quantità o la giacenza di magazzino oltre la quale si rende necessario ordinare le voci di interesse. La definizione di entrambi i parametri dovrà essere curata da farmacisti che integreranno nelle

Dettagli

Progetto di istituzione di Presidi per la Sclerosi Laterale Amiotrofica nel Lazio

Progetto di istituzione di Presidi per la Sclerosi Laterale Amiotrofica nel Lazio ProgettodiistituzionediPresidiperla SclerosiLateraleAmiotrofica nellazio Sommario: DISTRIBUZIONEDEIMALATIDISLASULTERRITORIO... 2 DISTRIBUZIONEDEIMALATIDISLAINITALIA... 2 DISTRIBUZIONEDEIMALATIDISLANELLAZIO...

Dettagli

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Margherita Palazzo Valentini, Roma 19 marzo 2010 1 Il Sistema

Dettagli

t.. -w-xtè-t-._ 11a a{;.naco

t.. -w-xtè-t-._ 11a a{;.naco Pagìna l di l P Q/DC- OTB/DDG AIFA/PQ&C/PI6 62D/ t.. -w-xtè-t-._ 11a a{;.naco ft Roma, 2 4 GIU. 2015 Agli Assessorati alla Sanità presso le Regioni e le Province Autonome LORO SEDI Alla AbbVie S.r.l. c.a.

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 31 DEL 4 AGOSTO 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 31 DEL 4 AGOSTO 2008 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 4 luglio 2008 - Deliberazione N. 1130 - Area Generale di Coordinamento N. 20 - Assistenza Sanitaria - Regolamentazione Regionale della Ossigenoterapia domiciliare

Dettagli

S.C. FARMACIA OSPEDALIERA S.C. FARMACIA TERRITORIALE OGGETTO

S.C. FARMACIA OSPEDALIERA S.C. FARMACIA TERRITORIALE OGGETTO S.C. FARMACIA OSPEDALIERA S.C. FARMACIA TERRITORIALE DATA: 16.01.2008 REV. N 00 PAG. 1/10 OGGETTO REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA PRESCRIZIONE DI TERAPIE FARMACOLOGICHE AL DI FUORI DELLE CONDIZIONI DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Qualità percepita dagli utenti dell Azienda Ospedaliera Guido Salvini nell anno 2013 AREA DEGENZA

Qualità percepita dagli utenti dell Azienda Ospedaliera Guido Salvini nell anno 2013 AREA DEGENZA AZIENDA OSPEDALIERA GUIDO SALVINI GARBAGNATE MILANESE Direzione Generale Ufficio Marketing e Comunicazione Relazioni con il Pubblico Tel. 2/994326 Fax 2/9943278 E-mail: marketing@aogarbagnate.lombardia.it

Dettagli

Gestione informatizzata dei Piani amianto, delle Notifiche e delle Relazioni di cui alla legge 257/1992.

Gestione informatizzata dei Piani amianto, delle Notifiche e delle Relazioni di cui alla legge 257/1992. Asbesto, asbestosi e cancro: dal riconoscimento e controllo del rischio alla qualità della sorveglianza sanitaria degli esposti ed ex esposti. Gestione informatizzata dei Piani amianto, delle Notifiche

Dettagli

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE:

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: Il Lupus Eritematoso Sistemico: quale conoscenza, consapevolezza ed esperienza? Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa

Dettagli

Procedura operativa PROCEDURE DISTRIBUZIONE OSPEDALIERA DEI FARMACI DISCIPLINATI DAL DECRETO 22 DICEMBRE 2000

Procedura operativa PROCEDURE DISTRIBUZIONE OSPEDALIERA DEI FARMACI DISCIPLINATI DAL DECRETO 22 DICEMBRE 2000 Procedura operativa PROCEDURE DISTRIBUZIONE OSPEDALIERA DEI FARMACI DISCIPLINATI DAL DECRETO 22 DICEMBRE 2000 Scopo Assicurare la corretta gestione e distribuzione di farmaci disciplinati dal D.L. 22 dicembre

Dettagli

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH)

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) 1 ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) Gentile Signora/e, Gioia Jacopini*, Paola Zinzi**, Antonio Frustaci*, Dario Salmaso* *Istituto di

Dettagli

Il management dei servizi ADI: l esperienza dei Distretti

Il management dei servizi ADI: l esperienza dei Distretti Le cure a casa in uno scenario di sicurezza: dal censimento al libro bianco Il management dei servizi ADI: l esperienza dei Distretti Masselli Mariella - Mete Rosario Roma 7 Luglio 2010 Il ruolo strategico

Dettagli

Le Note AIFA sono strumenti di indirizzo volti a definire gli ambiti di rimborsabilità, senza interferire con la libertà di prescrizione.

Le Note AIFA sono strumenti di indirizzo volti a definire gli ambiti di rimborsabilità, senza interferire con la libertà di prescrizione. LA GESTIONE NORMATIVA DEI MEDICINALI 21 parte 1 Ai sensi della Legge n. 149/2005, il farmacista al quale venga presentata una ricetta medica che contenga la prescrizione di un farmaco di classe c) soggetto

Dettagli

CARTA INTESTATA DEL CENTRO CLINICO

CARTA INTESTATA DEL CENTRO CLINICO CARTA INTESTATA DEL CENTRO CLINICO CERLiguria_Mod.10_Uso_Compassionevole RICHIESTA DI PARERE AL COMITATO ETICO PER USO TERAPEUTICO DI MEDICINALE SOTTOPOSTO A SPERIMENTAZIONE CLINICA Si applica solo se

Dettagli

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA III SERVIZIO SANITARIO E SALUTE Percorsi di cittadinanza 1 Brainstorming su salute e malattie Attività 1. Rispondi a ognuna delle domande. Attività Ascolta o leggi il dialogo

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ASL RM A

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ASL RM A DOTT.SSA TERESA CALAMIA Dir. Area del Farmaco ASL RM A ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ASL RM A L area del Farmaco della ASL RMA assiste i pazienti affetti da malattie rare attraverso l allestimento,

Dettagli

L utilizzo della linea guida regionale su diagnosi e terapia della bpco per la sanità d iniziativa. Dott. Mario Berardi SIMG Perugia

L utilizzo della linea guida regionale su diagnosi e terapia della bpco per la sanità d iniziativa. Dott. Mario Berardi SIMG Perugia L utilizzo della linea guida regionale su diagnosi e terapia della bpco per la sanità d iniziativa Dott. Mario Berardi SIMG Perugia OBIETTIVI E INDICATORI Analisi del processo assistenziale al paziente

Dettagli

DIRETTORE GENERALE. Visto lo Statuto Aziendale;

DIRETTORE GENERALE. Visto lo Statuto Aziendale; DIRETTORE GENERALE Richiamato il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 100 del 31 maggio 2013 "Azienda Ospedaliero- Universitaria Careggi. Nomina del Direttore Generale"; Ricordato che con provvedimento

Dettagli

U.O. FARMACIA LFA.P 13

U.O. FARMACIA LFA.P 13 . Pag. 1 / 5 Viene definito File F il tracciato record per la gestione, attivazione e rendicontazione dei farmaci somministrati e forniti dalle strutture ospedaliere, per l utilizzo ambulatoriale e domiciliare,

Dettagli

LA REALTA PNEUMOLOGICA DELLA REGIONE MARCHE. Dott. Anna Maria Calcagni Ambulatorio Pneumotisiologia ZT 11 Fermo

LA REALTA PNEUMOLOGICA DELLA REGIONE MARCHE. Dott. Anna Maria Calcagni Ambulatorio Pneumotisiologia ZT 11 Fermo LA REALTA PNEUMOLOGICA DELLA REGIONE MARCHE Dott. Anna Maria Calcagni Ambulatorio Pneumotisiologia ZT Fermo REGIONE MARCHE UNITA OPERATIVE PNEUMOLOGICHE U.O.OSPEDALIERE: COMPLESSE AZIENDALI DI RETE U.O.OSPEDALIERE:

Dettagli

Piano Sanitario Regionale 2008-2010 LA SANITA DI INIZIATIVA IN AMBITO TERRITORIALE

Piano Sanitario Regionale 2008-2010 LA SANITA DI INIZIATIVA IN AMBITO TERRITORIALE Piano Sanitario Regionale 2008-2010 LA SANITA DI INIZIATIVA IN AMBITO TERRITORIALE PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE PER PAZIENTI CON BPCO Versione III Aprile 2012 1 FASE 1: IDENTIFICAZIONE

Dettagli

PROCEDURA UTILIZZO FARMACI OFF LABEL. Redazione Verifica Approvazione. Dr.ssa Maria Letizia Tosini Farmacia Aziendale

PROCEDURA UTILIZZO FARMACI OFF LABEL. Redazione Verifica Approvazione. Dr.ssa Maria Letizia Tosini Farmacia Aziendale PROCEDURA UTILIZZO FARMACI OFF LABEL 1^ stesura : 2009 Revisione n 1 : dicembre 2012 revisione n 2 : dicembre 2013 Redazione Verifica Approvazione Dr.ssa Mariella Conti Farmacia Territoriale Dr.ssa Stefania

Dettagli

GESTIONE DEL FARMACO VETERINARIO

GESTIONE DEL FARMACO VETERINARIO GESTIONE DEL FARMACO VETERINARIO DR. GENNARO ROMANO ASL BN1 REFERENTE FARMACOSORVEGLIANZA IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI E DELLE PRODUZIONI ZOOTECNICHE Normativa di riferimento D.Lvo n. 193/2006 D.Lvo n. 143/2007

Dettagli

O B B L I G A I T A L I A NA Regione Siciliana ASSESSORATO DELIA SALUTE L'ASSESSORE. Modalità di prescrizione dei farmaci soggetti a piano terapeutico

O B B L I G A I T A L I A NA Regione Siciliana ASSESSORATO DELIA SALUTE L'ASSESSORE. Modalità di prescrizione dei farmaci soggetti a piano terapeutico -/). //- > 2 REp O B B L I G A I T A L I A NA ASSESSORATO DELIA SALUTE L'ASSESSORE Modalità di prescrizione dei farmaci soggetti a piano terapeutico lo Statuto della ; il D.Lvo n,502/92 riguardante il

Dettagli

OOProt. n.z 62-le-deld? 1/ J.., /~ 0817969377 29/04/2014 17:32:27 Page 1 af 6. Ai Direttori Generali delle AA.SS.LL.

OOProt. n.z 62-le-deld? 1/ J.., /~ 0817969377 29/04/2014 17:32:27 Page 1 af 6. Ai Direttori Generali delle AA.SS.LL. 0817969377 29/04/2014 17:32:27 Page 1 af 6 ~"ne 'G07Ifl"Q7IZq Sub Cummissario ad acta per la prosecuzione del OOProt. n.z 62-le-deld? 1/ J.., /~ Ai Direttori Generali delle AA.SS.LL. Ai Direttori Generali

Dettagli

ALLEGATO. 1 Modulo Offerta Economica fornitura dei gas Aic e dei gas Fu e degli altri gas

ALLEGATO. 1 Modulo Offerta Economica fornitura dei gas Aic e dei gas Fu e degli altri gas ALLEGATO. 1 Modulo Offerta Economica fornitura dei gas Aic e dei gas Fu e degli altri gas GAS LIQUIDI USO QUANTITA / ANNO Ossigeno liquido AIC Medicale Mc 200.000 Ossigeno liquido AIC per FREELOX Medicale

Dettagli

INDICARE VOLUME ANNUO DELLA STRUTTURA Tra parentesi è riportato il volume annuo minimo *

INDICARE VOLUME ANNUO DELLA STRUTTURA Tra parentesi è riportato il volume annuo minimo * ALLEGATO A UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO QUESTIONARIO DI RILEVAZIONE DEI REQUISITI ASSISTENZIALI DELLA RETE FORMATIVA DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN FARMACIA OSPEDALIERA Ente: ASL Como Struttura

Dettagli

Distribuzione all'ingrosso di medicinali

Distribuzione all'ingrosso di medicinali Titolo VII Distribuzione all'ingrosso di medicinali r) distribuzione all'ingrosso di medicinali: qualsiasi attività consistente nel procurarsi, detenere, fornire o esportare medicinali, salvo la fornitura

Dettagli