CARTELLA STAMPA BENI STABILI SIIQ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTELLA STAMPA BENI STABILI SIIQ"

Transcript

1 CARTELLA STAMPA BENI STABILI SIIQ Maggio 2013

2 BENI STABILI SIIQ: Un gruppo leader nel real estate italiano ed europeo Beni Stabili SIIQ è da oltre cento anni protagonista del mercato immobiliare italiano. Fondata nel 1904, dal luglio 2007 è diventata parte integrante del gruppo immobiliare Foncière des Régions. Il patrimonio immobiliare della Società - al 31 dicembre 2012 è pari a 4,269 miliardi di Euro, ed è composto da immobili situati nelle più grandi città del Nord e Centro Italia, prevalentemente investito nel settore uffici e retail. Beni Stabili SIIQ è quotata alla Borsa di Milano, dal 1999, e di Parigi, dal 2010, e ha due sedi operative a Roma e Milano. Azionariato BENI STABILI SIIQ L azionariato di Beni Stabili SIIQ è caratterizzato da una presenza internazionale importante che vede, oltre a Foncière des Régions, una quota rilevante di investitori istituzionali esteri. Il Top Management di BENI STABILI SIIQ Nel percorso di affermazione e crescita di Beni Stabili SIIQ, Aldo Mazzocco, Amministratore Delegato della Società e Directeur General Delegue di Foncière des Régions, è affiancato dal Chief Operating Officer (COO), Stefano Vittori, dal Chief Financial Officer (CFO), Luca Lucaroni, e dal Head of Business Development & Telecom Italia Portfolio, Alexandre Astier. 1

3 Le attività di BENI STABILI SIIQ A livello patrimoniale, il valore complessivo del portafoglio immobiliare gestito da Beni Stabili SIIQ risulta pari a 4,269 miliardi (al 31/12/2012) ed è gestito attraverso le seguenti Business Unit: - BU Core Portfolio: gestisce un portafoglio di circa 3,835 mld, pari al 89% del portafoglio complessivo ed è composto principalmente da immobili destinati a uffici locati con rendimenti di mercato, con contratti di affitto di lunga durata e con conduttori di elevato standing; - BU Development Portfolio gestisce un portafoglio di circa 0,241 mld, pari al 6% del portafoglio complessivo e si occupa delle nuove costruzioni e della gestione del portafoglio di immobili e delle aree da valorizzare mediante significativi interventi di riqualificazione. - BU Dynamic Portfolio gestisce un portafoglio di circa 0,194 mld, pari al 5% del portafoglio complessivo ed è gestito con l obiettivo di ottimizzare il valore dei singoli immobili (valorizzazione e/o dismissione); Oltre all attività diretta sul portafoglio di proprietà, Beni Stabili SIIQ, attraverso la controllata Beni Stabili Gestioni SGR promuove, costituisce, e gestisce fondi di investimento immobiliare. Ad oggi, Beni Stabili Gestioni SGR gestisce sia fondi retail, sia fondi riservati a investitori istituzionali, anche di natura speculativa per un totale di 13 fondi immobiliari per AuM (Asset under Management) complessivi di 1,5 mld. Il portafoglio di BENI STABILI SIIQ (al 31/12/2012) 2

4 Breakdown * del portafoglio di BENI STABILI SIIQ (al 31/12/2012 con valorizzazione asset ) * A livello geografico e per destinazione d uso 3

5 Le Sedi di BENI STABILI SIIQ Milano, Via Carlo Ottavio Cornaggia 10 Ubicato in pieno centro, ma in una zona quieta e tranquilla, l immobile è stato ristrutturato nel 2011 per divenire, da agosto, headquarters milanese di Beni Stabili SIIQ. La peculiarità della collocazione rende ottimale l accessibilità ai mezzi pubblici. Roma, Via Piemonte 38 L'immobile è stato completamente ristrutturato nelle parti interne nel 2004 per adibirlo a Sede romana di Beni Stabili SIIQ. Ubicato nel centro storico di Roma, è ottimamente servito dai mezzi pubblici e dalla viabilità urbana. 4

6 La storia di BENI STABILI SIIQ 1999 Beni Stabili nasce dalla spin-off immobiliare del Gruppo Sanpaolo IMI nell ottobre Nel novembre successivo viene quotata alla Borsa di Milano 2000 Beni Stabili conclude il deal dell anno. Acquista parte del patrimonio immobiliare di Telecom Italia (circa milioni di euro), insieme a Lehman Brothers e a Telecom stessa, che viene conferito in una società di nuova costituzione denominata Imser (Beni Stabili al 45%, le restanti rispettivamente al 15% e al 40%).Nei primi mesi del 2001, Imser viene a sua volta scissa in due distinte società: La prima con milioni di euro di immobili e controllata da Beni Stabili al 60% e per il restante 40% da Telecom Italia, mantiene la denominazione di Imser e rientra nel portafoglio strategico del Gruppo. Gli immobili sono affittati allo stesso Gruppo Telecom con contratti di affitto di lungo periodo e rendimenti superiori alla media di mercato. La seconda società, denominata Telemaco Immobiliare, con un patrimonio immobiliare di circa 800 milioni di euro, partecipata al 45% da Beni Stabili, al 15% da Lehman Brothers e al 40% da Telecom Italia, viene inserita nel portafoglio di trading del Gruppo Beni Stabili, pronto per essere valorizzato e venduto nel mercato con ottime plusvalenze Nel luglio la Cfi-Compagnia Finanziaria d Investimento S.p.A. acquista il 29,4% del capitale Sociale dai precedenti maggiori azionisti di Beni Stabili, diventandone azionista di riferimento. Di conseguenza Beni Stabili cambia management e strategia. La Cfi è una società immobiliare il cui azionariato è composto da diciannove azionisti del Nord-Est italiano, tra cui spiccano i nomi di Leonardo del Vecchio, Gilberto Benetton e di altri importanti imprenditori Si concludono tre importanti operazioni: la vendita della società Telemaco, con utili superiori alle aspettative che permettono a Beni Stabili di distribuire un dividendo straordinario; la scissione di Imser, che consente a Beni Stabili di essere unica proprietaria dei milioni di euro di immobili affittati a Telecom Italia, e la conseguente cartolarizzazione degli stessi; l acquisto di sei immobili facenti parte del patrimonio immobiliare di Banca Intesa Si conclude un altra importante operazione: l acquisto di 45 immobili di Banca Intesa, in joint venture con la banca stessa. Obiettivo di questa operazione è la vendita totale del portafoglio acquisito, entro un periodo di tre-cinque anni, con l obiettivo di ottenere adeguate plusvalenze Compagnia Finanziaria di Investimento viene acquistata al 100% da Leonardo Finanziaria Srl (Società controllata al 100% da Leonardo Del Vecchio). Beni Stabili conclude l acquisizione di otto immobili del portafoglio Prada. Per la prima volta il Gruppo Beni Stabili acquisisce immobili ubicati all estero. Opa: il 6 settembre la Leonardo Finanziaria srl (di proprietà di Leonardo del Vecchio), avendo superato la soglia del 30% nel capitale sociale di Beni Stabili, lancia una Offerta Pubblica di Acquisto obbligatoria 5

7 promossa ai sensi dell art. 106 del Testo Unico ed avente ad oggetto l intero flottante di Beni Stabili. Periodo d offerta 25 ottobre novembre Prezzo dell offerta per azione. L 8 novembre 2004 la Leonardo Finanziaria annuncia l intenzione di incrementare il prezzo dell offerta portandolo da a per azione. Il periodo di offerta viene prolungato fino al 18 novembre Il Cda di Beni Stabili, coordinato da quattro advisor (JP Morgan, Lehman Brothers, Ubs, Lazard Real Estate) e coordinati dal professor Pellegrino Capaldo, dichiara non fair i prezzi dell offerta. Beni Stabili acquista dalle Ferrovie Real Estate un complesso immobiliare ad uso ufficio-direzionale, composto da 2 torri e una piastra commerciale, nel centro di Milano adiacente la Stazione Garibaldi. Le due torri sono affittate a società del Gruppo Ferrovie dello Stato Beni Stabili acquista 8 immobili dal gruppo Fiat: 4 immobili, acquistati attraverso una joint-venture investment tra Beni Stabili e Fiat, rispettivamente all'83% e al 17%, diventano parte del patrimonio investment di Beni Stabili, restando affittati al Gruppo Fiat con contratti di lungo periodo. Gli altri 4, invece, sono acquistati attraverso una joint venture development partecipata da Beni Stabili (42,5%), Fiat (15%) e Gefim (42%) saranno ristrutturati e valorizzati in un breve periodo di tempo. Beni Stabili vende un pacchetto di immobili pari a circa il 45% del suo portafoglio trading ai gruppi Carlyle e Opere Beni Stabili acquisisce il portafoglio dell'ex fondo Comit per milioni. Il portafoglio è suddiviso in "Investment" per 561 milioni e "Trading" per 545 milioni, di cui l 81% già venduto. Emissione di un prestito obbligazionario convertibile per 476 milioni di Euro. Creazione di RGD, una JV paritetica con IGD per l'acquisizione e valorizzazione di centri commerciali già esistenti 2007 In Febbraio Del Vecchio (Delfin sarl) - azionista di riferimento di Beni Stabili con il 34,9% - firma un accordo con Foncière des Régions (società quotata immobiliare francese) per conferire in quest'ultima la sua partecipazione in Beni Stabili, diventando conseguentemente uno degli azionisti di Foncière des Régions. Il 4 Maggio a seguito della ratifica dell'accordo, Foncière des Régions diventa azionista di maggioranza di Beni Stabili con il 34,6% lanciando una OPS sul totale delle azioni di Beni Stabili. Il periodo di OPS andrà dal 14 Giugno al 16 Luglio. Il 23 Luglio (settlement day) si conclude l'ops di FdR, che raggiunge il 68,1% del capitale sociale di Beni Stabili. Il cambio dell'azionista di riferimento garantisce maggiore impulso all'attività di Beni Stabili e la società rimane focalizzata nel segmento uffici/retail nelle principali città del centro-nord Italia. In Maggio Beni Stabili si aggiudica la gara per l'acquisizione del Portafoglio del Fondo Immobili Pubblici (FIP 1) a un prezzo pari a 181 milioni. Il portafoglio FIP è composto da 20 immobili tutti ad uso terziario, locati al 100% all'agenzia del Demanio con contratti di affitto in gran parte di lunga durata e un entry yield pari a circa il 5,4%. In Luglio Beni Stabili e Greenway Costruzioni creano una joint Venture (Beni Stabili Development Milano- Greenway SpA) partecipata rispettivamente all'80% e al 20%, focalizzata nell'acquisto di aree edificabili e complessi immobiliari di medie dimensioni, con prevalente destinazione terziaria, localizzati in Lombardia, da ristrutturare e/o sviluppare. In Ottobre Beni Stabili acquista il 17,62% di Torino 05 Investment da Fiat Partecipazioni per un importo pari a 10,3 milioni di euro, diventando unico azionista della società. Il portafoglio è composto da 5 immobili, quattro dei quali con destinazione uffici/succursali affittati a Fiat Partecipazioni, e un quinto, con 6

8 destinazione d'uso ufficio, locato al Gruppo Intesa San Paolo. In Novembre Beni Stabili Development Milano Greenway acquista da un gruppo di imprenditori immobiliari milanesi e dal fondo Tergeste di Polis SGR, un'area di circa mq a Milano, in zona Ripamonti, per 88 milioni. L'acquisto rientra nel lancio dell'attività di "captive development", finalizzata alla creazione di una pipeline di nuovi uffici. Contestualmente all'acquisizione, Beni Stabili Development Milano Greenway firma un contratto preliminare con Lagare SpA (società immobiliare milanese) per la vendita del 37,83% dell'area, a un prezzo corrispondente al proquota del prezzo d'acquisto In aprile RGD acquisisce una porzione significativa della galleria del centro commerciale Le Fornaci di Beinasco, alle porte di Torino. Il prezzo di acquisto totale, al netto del leasing, è di 17,6 milioni ed è soggetto a un conguaglio entro la fine del 2009 in funzione della redditività del centro. Nel mese di Maggio Beni Stabili Development Milano Greenway S.p.A. firma il closing per l acquisto di un area di circa mq a Milano tra le vie Schievano e Santander. Il prezzo pattuito è pari a 22,9 milioni. Nel mese di Giugno Beni Stabili firma i contratti preliminari per la vendita ad investitori privati di tre immobili siti nel centro di Milano. Il primo, sito in Corso di Porta Nuova, viene venduto ad un prezzo di 73,5 milioni a fronte di un valore di libro di 51,1 milioni; il secondo, sito in Corso Matteotti, viene venduto a un prezzo di 120 milioni, a fronte di un valore di bilancio di 98,8 milioni; il terzo adiacente al Duomo in Via Mazzini, ad un prezzo pari a 46 milioni a fronte di un valore di libro di 42,5 milioni. Inoltre firma il preliminare anche per la vendita di un immobile sito in Venezia, nelle vicinanze dell Accademia, in Sestriere Dorsoduro 1047, ad un prezzo pari a 7,3 milioni. Nel corso dell'esercizio 2008 Beni Stabili vende (tra preliminari e rogiti) immobili per un totale di 385,75 milioni; a conferma di un mercato italiano ancora moderatamente attivo nonostante un contesto economico e finanziario molto difficile. Tutti i contratti di compravendita dei 19 immobili sono stati stipulati a prezzi superiori al valore determinato dai valutatori indipendenti alla data del 30 giugno Nel mese di aprile è stato perfezionato l acquisto da Lehman Brothers International Europe del 10% di Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR. L operazione è stata effettuata attraverso la controllata Beni Stabili Property Management S.p.A., già proprietaria del 65% del capitale sociale di Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR. Nel corso del primo semestre dell esercizio Beni Stabili S.p.A. ha acquistato sul mercato secondario titoli obbligazionari emessi da Imser Securitisation 2 S.r.l. per un valore nominale complessivo di 108,8 milioni. L'operazione ha comportato la rilevazione tra i proventi finanziari di un importo di 40,9 milioni, pari alla differenza tra il debito contabile relativo ai titoli riacquistati ed il prezzo di acquisto ( 61,5 milioni, esclusi interessi in corso di maturazione), al netto dei costi sostenuti per l operazione ( 641 mila) e la rilevazione tra gli oneri finanziari di un importo pari a 10,3 milioni, relativo al rilascio a conto economico della quota di riserva di cash flow hedge alle date del riacquisto - imputabile agli strumenti finanziari derivati connessi ai titoli a tasso variabile riacquistati. Nel mese di Dicembre la joint venture Riqualificazione Grande Distribuzione ha sottoscritto un contratto preliminare per l acquisizione, anche tramite veicoli societari, di un centro commerciale sito a Vigevano (Pavia) della superficie lorda (in termini di gross leasable area ) di circa mq. Il valore dell operazione, la cui finalizzazione è prevista entro il 2011, è pari a circa 46 milioni. Le operazioni immobiliari più significative concluse dal gruppo nei 12 mesi del 2009 sono state: le vendite di 29 immobili per un prezzo di vendita di 141,9 milioni, con margini netti pari a 4,4 milioni; le acquisizioni di immobili per un costo complessivo di 23,4 milioni, inclusi gli oneri (BTicino e porzione Milano-Piazza Freud). 7

9 2010 Le operazioni più significative concluse dal gruppo Beni Stabili nei dodici mesi del 2010 sono state: Acquisizioni di immobili a uso ufficio e retail, anche tramite partecipazioni, per 176,4 milioni, inclusivi dei costi di transazione. La sottoscrizione di un preliminare di acquisto per 25,0 milioni relativo a un immobile a uso ufficio a Milano. La vendita di n.19 immobili (anche attraverso la vendita di partecipazioni immobiliari) per un prezzo di 140,9 milioni; al 31 dicembre 2010 risultano in essere preliminari di vendita per un valore di carico pari a 12,2 milioni. Il pre-letting dell intero complesso Garibaldi a Milano con un canone annuo a regime di 15 milioni. Il collocamento di n azioni proprie detenute in portafoglio, pari al 7,04% del capitale sociale, per un controvalore complessivo di circa 89 milioni (0,66 /azione),rivolto a investitori qualificati in Italia e all estero; Il collocamento di un prestito obbligazionario equity linked riservato a investitori qualificati in Italia e all estero per un valore complessivo di 225 milioni convertibile in azioni ordinarie al prezzo unitario di 0,8580, di durata quinquennale e con cedola semestrale fissa del 3,875% per anno; La quotazione del titolo Beni Stabili al NYSE Euronext di Parigi; L esercizio dell opzione per l adozione del regime speciale SIIQ/SIINQ con decorrenza dal 1 gennaio 2011 per la società capogruppo Beni Stabili SpA che assume la denominazione di Beni Stabili SIIQ - e per le controllate ImSer 60, RGD e New Mall. Il riacquisto di n titoli obbligazionari convertibili con scadenza ottobre 2011 a un prezzo medio di 99,6438% per un ammontare complessivo di 19,9 milioni, inclusi i costi di acquisizione Le operazioni più significative concluse da Beni Stabili SIIQ nei dodici mesi del 2011 sono state: Acquisizioni di immobili a uso ufficio e retail per 71,1 milioni, inclusivi dei costi di transazione, e del perfezionamento dell acquisto del centro commerciale Il Ducale a Vigevano (PV) per un valore complessivo dell immobile e dei rami d azienda di circa 39,9 milioni, oltre a oneri accessori e imposte. La vendita di immobili non core e immobili del portafoglio Telecom Italia per un prezzo di circa 92,2 (4,0% exit yield); al 31 dicembre 2011 risultano in essere preliminari di vendita per ulteriori 26,1 milioni. L attività di sviluppo di nuovi immobili ha visto l apertura del cantiere di Torino, Via Lugaro, finalizzato alla locazione che avrà inizio nel secondo semestre E stato perfezionato l accordo con il Comune di Milano per la definitiva trasformazione della destinazione d uso del Complesso Garibaldi (Milano), da uffici pubblici a uffici privati. In settembre sono stati ultimati i lavori, durati 18 mesi, per la riqualificazione del ex complesso cinematografico Excelsior a Milano consegnando a Gruppo Coin due unità commerciali sul progetto di Jean Nouvel. Rimborso puntuale a scadenza di 263 milioni di obbligazioni convertibili Beni Stabili S.p.A. 2,5% 2011 Convertibili in Azioni Ordinarie, emesse nel 2006, oltre agli interessi maturati. Nuovo finanziamento per 155 milioni sul Complesso Garibaldi (Milano), di cui 82 milioni a rifinanziamento di parte del debito in scadenza a dicembre Al 31 dicembre 2011 risultano già erogati 121 milioni e l importo rimanente sarà erogato a finanziamento dei lavori di ristrutturazione. Ristrutturazione di una parte di strumenti derivati di copertura finalizzata ad allungarne la durata, attraverso l estinzione anticipata e la contestuale accensione di nuovi strumenti di copertura, per circa 760 milioni con durata di 5 anni. Nel mese di dicembre è stato risolto positivamente il secondo grado del contenzioso per 58 milioni di Euro relativo all operazione di acquisizione del Fondo Comit e Beni Stabili ha attivato la procedura di rimborso della somma versata nel

10 2012 L attività di locazione è risultata particolarmente vivace, durante il 2012, con l attivazione di 31 nuovi contratti per circa metri quadri corrispondenti a circa 5,1 milioni di nuovi canoni di affitto annui a regime (a questi vanno aggiunti altri 20 contratti per rinegoziazioni su circa metri quadri e a livelli di affitto in crescita del 4% rispetto ai canoni di locazione annui precedenti). Inoltre durante l esercizio sono stati siglati contratti e preliminari di locazione per circa metri quadri (circa 1,8 milioni di nuovi canoni di locazione annui a regime) che decorreranno nel corso dei prossimi mesi, a cui vanno aggiunti circa metri quadri di rinegoziazioni a livelli di affitto in crescita del 41% rispetto ai canoni di locazione annui precedenti. Si segnala inoltre che a fine 2012 è stato sottoscritto con il Gruppo Maire Tecnimont un atto integrativo del contratto di locazione del Complesso Garibaldi a Milano, in cui sono state sostanzialmente confermate le pattuizioni stabilite, dal contratto di locazione del 28 luglio L attività di vendita ha riguardato 33 immobili per un prezzo di vendita complessivo pari a 188,5 milioni. Nel 2012 risultano rogitati 87,5 milioni a prezzi sostanzialmente in linea con i valori di bilancio; sono inoltre in essere preliminari di vendita per ulteriori 101,0 milioni, con una plusvalenza attesa sui valori di bilancio di circa il 4%. Non si segnalano acquisizioni significative nel corso del L attività di sviluppo di nuovi immobili si è concentrata sul completamento della seconda torre del Complesso Garibaldi (Torre A) e sulla prosecuzione dei lavori relativi ai corpi complementari (Corpo C e spazi accessori), sulla ristrutturazione dell immobile di via Lugaro a Torino, già affittato a due importanti tenant, e sui lavori relativi all immobile di corso Federico II a L Aquila, coperto da preliminare di vendita. Da un punto di vista finanziario, l attività dell anno ha riguardato il rifinanziamento di 514 milioni di debiti a medio/lungo termine. I principali numeri di BENI STABILI SIIQ (al 31/12/2012) 9

11 Per ulteriori informazioni: PMS Financial & Corporate Communications BENI STABILI SIIQ

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO

MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO PATRIMONIO UNO Regolamento del fondo comune di investimento immobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati PATRIMONIO UNO promosso da Patrimonio

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Prof.ssa Claudia M. Golinelli Relazioni tra proprietà, gestione

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

Gruppo Sansedoni Società di servizi e investimenti. Ottobre 2013

Gruppo Sansedoni Società di servizi e investimenti. Ottobre 2013 Gruppo Sansedoni Società di servizi e investimenti Ottobre 2013 1 Una storia tangibile dal 1999 al 2007 Nascita 1999 Sansedoni viene costituita con atto di scissione parziale di un compendio immobiliare

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1 Il Gruppo e le sue attività Pag. 2 La filosofia della holding Pag. 4 Contact: Barabino & Partners Claudio Cosetti c.cosetti@barabino.it

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi

Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Quotazione in borsa e minibond: quali concrete opportunità per le PMI Sebastiano Di Diego e Fabrizio Micozzi Corporate finance advisory and strategy consulting 1. Le priorità delle PMI italiane Quali sono

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 UTILE NETTO DEL 1 SEM. 2014 A QUASI 1,2 MLD, SE SI ESCLUDE L AUMENTO RETROATTIVO DELLA TASSAZIONE RELATIVA ALLA PARTECIPAZIONE

Dettagli

UniCredito Immobiliare Uno. prevalentemente non residenziali

UniCredito Immobiliare Uno. prevalentemente non residenziali UniCredito Immobiliare Uno Fondo chiuso per investimenti immobiliari prevalentemente non residenziali RENDICONTO AL 31 DICEMBRE 2013 1 Sommario Relazione degli amministratori sull andamento della gestione

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione.

INA ASSITALIA S.p.A. CRESCIAMO INSIEME. deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta di assicurazione. INA ASSITALIA S.p.A. Impresa autorizzata all esercizio delle Assicurazioni e della Riassicurazione nei rami Vita, Capitalizzazione e Danni con decreto del Ministero dell Industria del Commercio e dell

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group L'analisi dei profili fiscali, anche reputazionali, nell'ambito dei processi decisionali dell'impresa bancaria: dalla negoziazione e strutturazione alla delibera di comitato o di consiglio di amministrazione

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi -

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - di Mario Gabbrielli, Davide D Affronto, Rossana Bellina, Paolo Chiappa

Dettagli

Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo

Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo Aiuto alla crescita economica (ACE) e suo utilizzo G ennaio 2015 L ACE L articolo 1 del decreto Salva Italia (D.L. n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito con modificazioni nella L. n. 214 del 2011) ha

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli