E se vinco? Documentazione e Fisco Cosa fare in caso di vittoria.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E se vinco? Documentazione e Fisco Cosa fare in caso di vittoria."

Transcript

1 E se vinco? Documentazione e Fisco Cosa fare in caso di vittoria. La prima domanda che dobbiamo porci è: CHI SONO? (tipologia profilo utente) Direi che possiamo dividere in 3 categorie: 1. NON TITOLARE DI PARTITA IVA (dipendente, non dipendente, disoccupato, studente...); 2. TITOLARE DI PARTITA IVA che NON ABBIA un codice attività attinente con quanto eseguito su Starbytes (artigiano, commerciante, titolare di impresa o professionista che non operi nell ambito della propria specifica professionalità); 3. TITOLARE DI PARTITA IVA d'impresa o professionista CHE ABBIA un codice attività attinente con quanto eseguito su Starbytes. Categoria 3: L'ultima categoria in genere effettua fatturazione in base alle direttive del proprio commercialista quindi non dovrebbe avere particolari difficoltà. Per questi casi vorrei comunque ricordare di individuare sempre bene il tipo di prestazione effettuata (tipologia del progetto) ricordando che: ai fini IVA il comma 4 dell'art. 3 del DPR 633/72 esclude dal campo di applicazione dell'imposta IVA le operazioni connesse al diritto d'autore o diritti simili se effettuate dall'autore stesso... MA ATTENZIONE in ogni caso l'esclusione non è applicabile nell'ipotesi in cui le opere siano utilizzabili da imprese a fini di pubblicità commerciale; ai fini dell'applicazione delle ritenute d'acconto i compensi per prestazioni di lavoro autonomo hanno un'aliquota pari al 20% sul 100% del compenso ma se riguardano CESSIONI DI DIRITTI D'AUTORE DA PARTE DELLO STESSO AUTORE (ovvero cessione di diritti di opera intellettuale) variano a seconda dell'età del medesimo: soggetti di età superiore a 35 anni: 20% ma su imponibile pari al 75%; soggetti di età inferiore a 35 anni: 20% ma su imponibile pari al 60%. I professionisti dovranno inoltre tenere conto della loro iscrizione ad una cassa previdenza (con rivalsa o meno in fattura) tenendo presente che tutti i budget Starbytes sono omni-comprensivi. Pertanto, nel caso sia prevista la rivalsa, l'importo dovrà essere opportunamente scorporato da quanto percepito senza poter applicare maggiorazioni, così come per l' IVA e le ritenute. Categoria 1 e 2: Queste due categorie si trattano esattamente allo stesso modo. Per prima cosa individuare sempre bene il tipo di prestazione effettuata (tipologia del progetto) e il genere di committente. Tipo di prestazione (tipologia del progetto): se è generica (cioè non riguarda CESSIONI DI DIRITTI D'AUTORE DA PARTE DELLO STESSO AUTORE - ovvero cessione di diritti di opera intellettuale) si ricorre alle prestazione di lavoro autonomo occasionale. La prestazione di lavoro autonomo occasionale è: una prestazione della durata complessiva non superiore a trenta giorni nel corso dell'anno solare con lo stesso committente (il ns. cliente) e il compenso complessivamente percepito nel medesimo anno solare, sempre con il medesimo committente, non deve superare euro lordi; è una collaborazione non subordinata ma svolta in autonomia; deve essere svolta in modo non professionale (senza iscrizioni ad albi) e non abituale; per i compensi oltre euro lordi annui (derivati da più committenti) il prestatore deve iscriversi alla gestione separata INPS; tali compensi sono assoggettati ad un regime fiscale che calcola la Ritenuta d'acconto del 20% sul 100% dell'imponibile. se è invece una CESSIONE DI DIRITTI D'AUTORE DA PARTE DELLO STESSO AUTORE - ovvero cessione di diritti di opera intellettuale si ricorre alle disposizioni in merito alle cessioni dei diritti d'autore. I compensi ricevuti per la cessione di opere dell'ingegno (diritti d'autore) non rientrano nel computo delle prestazioni occasionali, non sono assoggettati a ritenute previdenziali obbligatorie (es. INPS) e non hanno limiti di compenso annuale. Non esiste quindi il vincolo dei euro lordi all'anno stabilito per le collaborazioni occasionali, ciò

2 significa che ad esempio un illustratore può percepire quanti redditi vuole dalle sue opere dell'ingegno. Infatti prestazioni occasionali e diritti di cessione opere dell'ingegno in dichiarazione vengono inseriti in righi completamente diversi e, secondo le disposizioni vigenti, non vengono conteggiati neppure nei massimali di fatturato per il regime dei nuovi contribuenti minimi. Tali compensi sono assoggettati ad un regime fiscale che calcola la Ritenuta d'acconto del 20% non sul 100% dell'imponibile ma: sul 75% dell'imponibile (se il percettore ha più di 35 anni); sul 60% dell'imponibile (se il percettore ha meno di 35 anni). ATTENZIONE: tutte le ritenute sopra esposte non vengono applicate in caso il cliente sia un privato o sia estero. Un documento andrebbe sempre emesso, sia in caso di committenti con Partita IVA, sia in caso di committenti privati, quindi sprovvisti di Partita IVA. Nel nostro caso, essendoci un contratto con Starbytes, il cliente può ritenere quest'ultimo sufficiente alla propria documentazione contabile ma non sempre è così. Premetto che comunque lo stesso Starbytes già fornisce dei documenti di riepilogo per dare supporto a chi trova difficoltà a gestire i diversi aspetti.

3 Ma che tipo di documento devo emettere? Se il ns. committente è un privato o estero (se estero non è rilevante che sia o meno privato) sarà sufficiente un documento analogo al fac-simile qui sotto: per la prestazione generica (cioè che non riguarda CESSIONI DI DIRITTI D'AUTORE DA PARTE DELLO STESSO AUTORE - ovvero cessione di diritti di opera intellettuale): Nostro Nome e Cognome Indirizzo - Tel.... Codice Fiscale... Egregio Signor Nome Cliente Indirizzo Tel.... Codice fiscale... RICEVUTA COMPENSO PER PRESTAZIONE OCCASIONALE solo per cliente estero: Partita IVA e altri rif. Fiscali... Nota n.... (numero progressivo annuale) del... (data di emissione) Io sottoscritto..., nato a... il... e residente a...in via... n... RICEVO in data...la somma di...(preferibilmente sia in numero che in lettere) per il lavoro occasionale di.... eseguito nel periodo... Compenso pattuito... euro Netto a pagare... euro (stesso valore del pattuito) La prestazione è occasionale, da inquadrare tra i redditi di cui all art. 81 comma 1, lettera L, del D.P.R. 917/86, quindi esclusa dal campo di applicazione I.V.A. secondo quanto previsto dell art. 5 del D.P.R. n. 633 del 26 ottobre 1972 e successive modifiche. Luogo e Data... Firma... applicare una marca da bollo (attualmente pari ad euro 2,00) sempre dovuta se l'importo del documento è superiore a 77,47 euro

4 per la prestazione con CESSIONE DI DIRITTI D'AUTORE DA PARTE DELLO STESSO AUTORE - ovvero cessione di diritti di opera intellettuale emetteremo invece una notula o nota: NOTULA DI CESSIONE DIRITTI D'AUTORE Il/La sottoscritto/a.. nato/a a.... il e residente a in Via... n, codice fiscale.; DICHIARA di ricevere dal Signor/ra (dalla Spettabile Ditta se estero)..., residente in (sede in.- se estero)... Via..., Codice Fiscale... solo per cliente estero: Partita IVA e altri rif. Fiscali... quale compenso per... Importo pattuito... euro Netto a pagare...euro (stesso valore di cui sopra) Operazione soggetta al regime diritti d'autore L. 633/41 e successive integrazioni. Operazione non soggetta al regime Iva a norma dell art. 5 DPR 633/72 e successive modificazioni. applicare una marca da bollo (attualmente pari ad euro 2,00) sempre dovuta se l'importo del documento è superiore a 77,47 euro Se il ns. committente è titolare di Partita IVA italiana bisognerà qualificare il tipo della ns. prestazione non solo hai fini del documento da emettere ma anche ai fini dell'applicazione della ritenuta d'acconto (come sopra esposto).

5 Ma cos'è una ritenuta d'acconto? E' un anticipo che il committente fa per noi delle imposte che dovremo andare a pagare in sede di dichiarazione annuale dei redditi, l'importo ci viene quindi trattenuto ma ce lo sconteremo al momento del pagamento delle ns. imposte. Per la prestazione generica (cioè che non riguarda CESSIONI DI DIRITTI D'AUTORE DA PARTE DELLO STESSO AUTORE - ovvero cessione di diritti di opera intellettuale) emetterò un documento analogo al fac-simile qui sotto: RICEVUTA COMPENSO PER PRESTAZIONE OCCASIONALE Il/La sottoscritto/a.. nato/a a. il e residente a in Via...n, codice fiscale.; DICHIARA di ricevere da..., sede legale in..., Via..., Codice Fiscale... e partita IVA..., quale compenso per l attività ; Descrizione Competenze concordate Ritenuta d acconto 20% 100% sul Importo Euro Euro.. Trattenuta INPS (da calcolare al superamento di euro 5.000,00) Netto a pagare Euro. Euro.. Dichiara inoltre sotto la propria responsabilità che tale compenso: - ha carattere del tutto occasionale, non svolgendo il sottoscritto prestazioni di lavoro autonomo con carattere di abitualità; - è soggetta a ritenuta d acconto ai sensi dell art. 25 del DPR 600/73; - non è soggetto al regime Iva a norma dell art. 5 DPR 633/72 e successive modificazioni; - è assoggettato/non è assoggettato a contributo previdenziale in quanto nel corso dell anno solare il totale dei compensi ricevuti a titolo di collaborazione occasionale supera/non supera i 5.000,00 euro. Luogo e data,... In fede (firma). applicare una marca da bollo (attualmente pari ad euro 2,00) sempre dovuta se l'importo del documento è superiore a 77,47 euro

6 per la prestazione con CESSIONE DI DIRITTI D'AUTORE DA PARTE DELLO STESSO AUTORE - ovvero cessione di diritti di opera intellettuale emetteremo invece una notula o nota: NOTULA DI CESSIONE DIRITTI D'AUTORE Il/La sottoscritto/a.. nato/a a. il e residente a in Via...n, codice fiscale.; DICHIARA di ricevere da..., sede legale in..., Via..., Codice Fiscale... e partita IVA..., quale compenso per... Descrizione Importo Importo lordo per chi ha più di 35 anni Imponibile (75% del lordo) (art. 25 DPR 600/73; D.L. 669/96 - art 54, comma 8, TUIR) oppure per chi ha meno di 35 anni Imponibile (60% del lordo) (legge 296/2006, art 1, comma art 54, comma 8, TUIR) Ritenuta d acconto 20% sull'imponibile Netto a pagare Euro Euro.. Euro. Euro.. Operazione soggetta al regime diritti d'autore L. 633/41 e successive integrazioni. Operazione non soggetta al regime Iva a norma dell art. 5 DPR 633/72 e successive modificazioni. applicare una marca da bollo (attualmente pari ad euro 2,00) sempre dovuta se l'importo del documento è superiore a 77,47 euro A prescindere dal fatto che venga emesso o meno un documento come sopra esposto i vincitori riceveranno le quietanze di pagamento dai clienti (sul sito nell'area riservata ai vincitori c'è una sezione apposita per ricevere i pdf con le quietanze), queste serviranno a documentarne il reddito e si uniranno, ove previste, alle certificazioni delle ritenute versate per loro. Detto questo so che vi saranno venuti un sacco di dubbi, pertanto aggiungo una serie faq che possano esservi di aiuto sperando di essermi posta tutte le vs. domande ed essere riuscita a dissiparli. Premetto che ogni volta che parlo di compensi percepiti da Starbytes mi riferisco a quanto percepito dai clienti... che sono quindi i ns. committenti e ci devono fornire eventuale documentazione. Ma se un cliente fa più progetti e si superano i tetti massimi (30 gg euro)? Ricordo che questo caso si può avere quando le prestazioni non riguardano CESSIONI DI DIRITTI D'AUTORE DA PARTE DELLO STESSO AUTORE - ovvero cessione di diritti di opera intellettuale. Il Decreto Lgs 276/03, disciplinando il campo delle collaborazioni coordinate e continuative, ha istituito la disciplina del progetto per quei rapporti lavorativi che superano i 30 giorni e/o i euro nel corso dell anno solare con lo stesso committente. A tal proposito il Ministero del Lavoro ha precisato che la disciplina del progetto non ha abrogato le disposizioni di cui all art e seguenti del Codice Civile, per cui, anche qualora una prestazione lavorativa dovesse superare uno dei suddetti limiti, non necessariamente questo configurerebbe una collaborazione coordinata e continuativa a progetto o a programma, poiché si potrebbe essere semplicemente in presenza di uno o più contratti d opera resi al committente (ved. circ. 1 del 08/01/2004 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali). Questa stessa informazione è riportata sul sito in merito ai lavoratori autonomi occasionali.

7 Ma fino a quando posso rimanere nella categoria PRIVATI senza partita IVA? Dal punto di vista fiscale le attività di lavoro autonomo sono occasionali quando non rientrano nell'esercizio dell'arte o della professione o nel rapporto di collaborazione coordinata e continuativa eventualmente svolto dallo stesso soggetto. Le attività svolte saltuariamente rientrano nei redditi diversi quindi si rimane PRIVATI. A tal proposito leggere anche Ma se un cliente fa più progetti e si superano i tetti massimi (30 gg euro)? Ho sentito che ci sono privati che non possono eseguire prestazioni occasionali? È vero, l'art. 61 del D. Lgs. esclude da questo tipo di rapporto di lavoro i seguenti soggetti: i professionisti intellettuali, con iscrizione ad apposito albo; coloro che hanno rapporti di collaborazione coordinata e continuativa con associazioni o società sportive associate a federazioni nazionali o ad enti di promozione sportiva riconosciute dal CONI; i dipendenti di pubbliche amministrazioni; i componenti degli organi di amministrazione e controllo delle società; i partecipanti a collegi e commissioni. Tenete presente però che, ad esempio i dipendenti pubblici, possono essere regolarmente autorizzati dal proprio ENTE a svolgere prestazioni occasionali a patto che queste vengano svolte in ambiti che non costituiscano in nessun modo un CONFLITTO D INTERESSE con la loro attività principale. Di certo è una procedura un pochino più complicata rispetto a quella a cui è soggetto un lavoratore al di fuori dell ambito pubblico ma assolutamente possibile. Innanzitutto va informato l Ente della prestazione che si andrà a svolgere richiedendo la predetta autorizzazione. Iscrizione alla gestione separata INPS? L'iscrizione alla gestione separata INPS è a prescindere da un vs. eventuale lavoro dipendente. Tenete presente che ad oggi i contributi pagati in gestione separata non vengono sommati ai normali contributi quindi potrebbero un domani andare persi! Le attuali disposizioni dicono che per avere diritto alla pensione, i lavoratori iscritti alla gestione separata devono avere almeno 5 anni di contributi versati in tale fondo, oltre che l'età minima richiesta per tale tipo di pensione. Consiglio quindi di documentarvi accuratamente prima di essere obbligati a tale iscrizione. Ricordo che l'obbligo scatta al raggiungimento di 5.000e lordi annuali ma di compensi occasionali... pertanto escludendo i diritti d'autore! Ricordo inoltre di non confondere le prestazioni di lavoro occasionali classiche con le prestazioni occasionali di lavoro accessorio (che sono quelle pagate con i voucher). Noi parliamo di prestazioni di lavoro occasionale classiche quindi il limite è euro lordi (a differenza delle occasionali accessorie che è 5.000e netti) e 30 giorni lavorativi, dopo di che per la parte eccedente scatta l'assoggettamento alla Gestione separata INPS con i contributi 1/3 a carico del lavoratore e 2/3 al committente... preciso che essendo i budget omni-comprensivi dovremo eventualmente scorporare anche la quota committente in sede di conteggio in modo che non diventi un ulteriore costo per lo stesso. Ma se il cliente è estero non ho ritenute d'acconto? Se il cliente è estero non può versare la ritenuta d acconto allo stato italiano. Lo stato estero sarà assoggettato alle leggi fiscali del suo Paese e noi a quelle dello Stato italiano. Per questo viene emessa una ricevuta senza ritenuta, al pari di un cliente privato e come per il cliente privato non vengono versati acconti d'imposta (cioè le ritenute d'acconto), si salda il tutto in dichiarazione dei redditi. Ma se il cliente è privato la ritenuta la verso io? Cosa significa sostituto d'imposta? No, nella ricevuta per prestazione occasionale tra privati non va inserita la ritenuta d acconto. Il cliente non ha infatti partita IVA, non può essere un sostituto d imposta e non potrà versare la ritenuta d acconto al nostro posto. Non viene quindi versato nessun acconto delle imposte, si verserà quanto dovuto in sede di dichiarazione dei redditi (Modello 730 o Modello Unico) nella sezione altri redditi. Il sostituto d'imposta, in questo caso il ns. cliente, è chi per noi versa una parte di imposte. Attenzione non è che non percepiamo quella parte di compenso è che ci viene in sostanza messo ad acconto di quanto dovremo versare di imposte, è quindi un ns. credito da scontare in dichiarazione. Ma non sono redditi tassati con ritenute alla fonte? No, nel caso dei redditi qui citati le ritenute alla fonte (cioè la tassazione complessiva a monte senza dover più pagare nulla) sarebbero applicate solo se noi fossimo utenti stranieri che quindi non potrebbero fare la

8 dichiarazione in Italia. Devo sempre fare la dichiarazione dei redditi? Premetto che se possedete una qualsiasi partita IVA dovete sempre e comunque fare la dichiarazione dei redditi e quindi non tralasciare nessun reddito. Se non avete partita IVA ma avete altri redditi oltre il percepito su Starbytes l'unica scappatoia è che l'imposta complessiva dovuta in dichiarazione sia inferiore ad euro 10,33. Se invece si hanno solo redditi diversi (per es. quelli di Starbytes) o assimilati a reddito dipendente si è esonerati dalla dichiarazione al di sotto dei euro. Se però si sono subite delle ritenute d'acconto vale la pena fare un calcolo prima di omettere la dichiarazione. Infatti se l'importo delle ritenute che sono state versate per voi dai clienti copre e supera il costo di una dichiarazione dei redditi vi conviene comunque dichiarare per recuperare il vs. credito. Esempio: reddito 3.000e ritenute 360e costo 730 e/o unico supponiamo 50e = il vs. credito pulito è comunque pari a 310 euro! Ma quanto pagherò in sede di dichiarazione dei redditi? Il versamento in dichiarazione dipende dal vs. reddito complessivo (vedasi anche: Devo sempre fare la dichiarazione dei redditi?). Sino ad una certa soglia nulla è dovuto... per gli altri vengono applicati degli scaglioni: fino a %; da a %; da a %; da a %; oltre %. Facciamo un paio di esempi pratici supponendo di avere percepito euro a titolo di diritti di opera intellettuale e di avere meno di 35 anni: vs. altro reddito compensi da Starbytes per i 2.000e pago il 27% ma su euro (perché viene tassato il 60%=1.200) cioè 324e (se ho ritenute per 240e saldo 84e in dichiarazione, se non ho ritenute es. cliente privato o estero saldo 324e) + le addizionali regionali e comunali che variano per ogni regione e per ogni comune vs. altro reddito compensi da Starbytes di cui viene tassato il 60%=1.200 su pago il 27% cioè 270e e sugli altri 200e il 38% cioè 76e (se ho ritenute per 240e saldo 106e in dichiarazione, se non ho ritenute es. cliente privato o estero saldo 346e) + le addizionali regionali e comunali che variano per ogni regione e per ogni comune. Da qui capite anche il vantaggio di avere le ritenute d'acconto versate! E se non ho ricevuto la certificazione della ritenuta d'acconto? Premetto che la certificazione del versamento della ritenuta è quel documento che serve per potermi scontare il mio credito in dichiarazione. La scadenza attuale per la consegna di questo documento è il 28 febbraio. Consiglierei, prima di allarmarvi, di attendete 15/20gg dopo detto termine perché ogni studio contabile ha delle scadenze dichiarative in quella data e capite bene che darà priorità ad esse che prevedono gravi sanzioni in caso di inadempimento. E' facile che molti studi spediscano il tutto proprio il giorno di scadenza oppure attendano di vedere il loro cliente per la consegna. Passato questo periodo chiamate il cliente e, possibilmente, inviate un fax di richiesta e tenete la ricevuta (la raccomandata la trovo troppo onerosa). Se proprio non arriva tranquilli: la risoluzione n. 68/E del 19 marzo 2009 dell'agenzia delle entrate (che potete trovare su internet) vi tutela in caso di mancata ricezione. L'importante è che conservate il documento dell'importo percepito e la ricevuta del compenso pagatovi... che differiscono appunto per l'importo della ritenuta. In caso l'agenzia interpellerà il sostituto d'imposta (cioè il cliente che doveva versare!).

PRESTAZIONE DI LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE ART. 2222 del codice civile

PRESTAZIONE DI LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE ART. 2222 del codice civile PRESTAZIONE DI LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE ART. 2222 del codice civile Tra L Università di, Dipartimento di con sede in alla Via, codice fiscale, in persona del rappresentante legale sig., di seguito denominata

Dettagli

START UP PROFESSIONALE PROFESSIONE PSICOLOGO ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI FISCALI E CONTABILI

START UP PROFESSIONALE PROFESSIONE PSICOLOGO ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI FISCALI E CONTABILI START UP PROFESSIONALE PROFESSIONE PSICOLOGO ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI FISCALI E CONTABILI 1 APERTURA PARTITA I.V.A. Lo psicologo che svolge in modo abituale e senza vincolo di subordinazione la propria

Dettagli

1) Scheda Anagrafica/Dichiarazione Lavoro Autonomo -Residenti

1) Scheda Anagrafica/Dichiarazione Lavoro Autonomo -Residenti 1 1) Scheda Anagrafica/Dichiarazione Lavoro Autonomo -Residenti DICHIARAZIONE DATI ANAGRAFICI E FISCALI All Azienda. Io sottoscritto/a (cognome) (nome) al fine di una eventuale stipulazione con codesta

Dettagli

COMPENSI AI COLLABORATORI DI SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

COMPENSI AI COLLABORATORI DI SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE COMPENSI AI COLLABORATORI DI SOCIETÀ E ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI ASPETTI GENERALI TRATTAMENTO FISCALE ASPETTI PREVIDENZIALI E INAIL Art. 81, c. 1, lett. m) D.P.R.

Dettagli

REGIME FISCALE DEI CONTRIBUENTI MINIMI LIBERI PROFESSIONISTI

REGIME FISCALE DEI CONTRIBUENTI MINIMI LIBERI PROFESSIONISTI REGIME FISCALE DEI CONTRIBUENTI MINIMI LIBERI PROFESSIONISTI 1 In che cosa consiste il regime dei minimi Tassazione del reddito con aliquota del 5% quale IMPOSTA SOSTITUTIVA dell'imposta sui redditi (IRPEF)

Dettagli

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese Incarichi professionali, collaborazioni, subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi Tipologia del Lavoro autonomo abituale Esercizio di arti e professioni 1 (art. 5, DPR 633/72) Reddito

Dettagli

LA SCHEDA AMMINISTRATIVA di Roberto Gabrielli

LA SCHEDA AMMINISTRATIVA di Roberto Gabrielli LA SCHEDA AMMINISTRATIVA di Roberto LE NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE (Aggiornata al 24.02.2009) Riferimenti normativi Regime contabile introdotto, a partire dal periodo di imposta 2001, con l art. 13 della

Dettagli

IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir -

IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir - PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA a.a.2013-2014 IRPEF: redditi da lavoro autonomo e redditi d impresa - D.P.R. 917/86 Tuir - 1 IRPEF IRPEF: redditi da lavoro autonomo L IRPEF è un imposta personale

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

SPORTIVI DILETTANTI CHIARIMENTI SUGLI ADEMPIMENTI DELLE ASD

SPORTIVI DILETTANTI CHIARIMENTI SUGLI ADEMPIMENTI DELLE ASD SPORTIVI DILETTANTI CHIARIMENTI SUGLI ADEMPIMENTI DELLE ASD Premessa Adempimenti ridotti per le associazioni e società sportive dilettantistiche che si avvalgono delle prestazioni di natura non professionale

Dettagli

Fatture Professionisti

Fatture Professionisti Fatture Professionisti INTRODUZIONE I redditi di lavoro autonomo sono individuati dall'articolo 53 del Tuir, con la importante distinzione tra quelli derivanti dall'esercizio di arti e professioni e quelli

Dettagli

Guide operative. Le collaborazioni occasionali

Guide operative. Le collaborazioni occasionali Guide operative Schede di sintesi A cura di Stefano Liali - Consulente del lavoro Le collaborazioni occasionali Requisiti principali Differenze con le mini co.co.co. Caratteristiche lavoro autonomo occasionale

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 9 GIUGNO 2009 Informativa n. 41 Scomputo delle ritenute

Dettagli

Normativa incaricati

Normativa incaricati Normativa incaricati Tassazione delle provvigioni degli incaricati alla vendita D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 (disposizioni in materia di imposte sui redditi) L art. 25 bis disciplina la ritenuta sulle

Dettagli

Regime fiscale agevolato per autonomi

Regime fiscale agevolato per autonomi 1 REGIME FORFETARIO PER AUTONOMI Regime fiscale agevolato per autonomi L art. 1, c. 54 89, della legge di stabilità 2015 disciplina il nuovo regime fiscale agevolato per autonomi, destinato agli esercenti

Dettagli

Documento sul Regime Fiscale

Documento sul Regime Fiscale FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLA HEWLETT- PACKARD ITALIANA S.r.l. E DI ALTRE SOCIETA DEL GRUPPO HEWLETT-PACKARD Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1538 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato

Dettagli

TFR Tassazione del rendimento finanziario Versamento dell acconto

TFR Tassazione del rendimento finanziario Versamento dell acconto n 44 del 29 novembre 2013 circolare n 735 del 25 novembre 2013 referente BERENZI/mr TFR Tassazione del rendimento finanziario Versamento dell acconto Il prossimo 16 dicembre 2013 scade il termine per versare

Dettagli

Definizione della tipologia contrattuale

Definizione della tipologia contrattuale LE COLLABORAZIONI AUTONOME CON PARTITA IVA novità della riforma Fornero con particolare riguardo ai riflessi sull attività degli organi di vigilanza del Ministero del Lavoro a cura di Umberto Ranucci,

Dettagli

PREDISPOSIZIONE DI FATTURE PER PRESTAZIONI PROFESSIONALI

PREDISPOSIZIONE DI FATTURE PER PRESTAZIONI PROFESSIONALI AGGIORNAMENTI PREDISPOSIZIONE DI FATTURE PER PRESTAZIONI PROFESSIONALI La redazione delle fatture per le prestazioni di lavoro autonomo deve tenere conto: del regime contributivo applicabile al professionista;

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 17 del 28/09/2011 Oggetto: Manovra bis di ferragosto (D.L 138/2011). Conversione in legge del decreto. Il 17 settembre u.s. è entrata in vigore la legge di conversione del D.L. 138/2011

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

MODELLO N. 5 LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE

MODELLO N. 5 LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE MODELLO N. 5 LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE MODULO DA UTILIZZARE ESCLUSIVAMENTE PER PRESTAZIONI DI LAVORO AUTONOMO OCCASIONALE RESE DA SOGGETTI NON RESIDENTI NEL TERRITORIO DELLO STATO (COMUNITARI OVVERO

Dettagli

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 La Gestione Separata Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 1 2 L iscrizione E a carico del lavoratore o del professionista Deve essere presentata entro 30 giorni dall inizio dell attività.

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2014

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2014 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 10 1 MARZO 2014 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS

Dettagli

Il TSRM dal punto di vista tributario

Il TSRM dal punto di vista tributario Il TSRM dal punto di vista tributario La presente dispensa si pone come obiettivo quello di fornire al lettore un quadro generale sui possibili inquadramenti lavorativi che nella realtà un tecnico sanitario

Dettagli

I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DEI CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI, DEI GRUPPI FOLKLORISTICI E DEI GRUPPI RIEVOCATIVI STORICI.

I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DEI CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI, DEI GRUPPI FOLKLORISTICI E DEI GRUPPI RIEVOCATIVI STORICI. I PRINCIPALI ADEMPIMENTI DEI CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI, DEI GRUPPI FOLKLORISTICI E DEI GRUPPI RIEVOCATIVI STORICI. Franca Della Pietra Dottore Commercialista - Revisore legale dei conti - Trento Via

Dettagli

Appunti per: Seminario Giuridico Fiscale

Appunti per: Seminario Giuridico Fiscale Appunti per: Seminario Giuridico Fiscale I rapporti con collaboratori e tecnici Le possibili soluzioni rispetto alla normativa attuale A cura di Maurizio Annitto La Spezia 10 maggio 2014 Circolare del

Dettagli

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga

Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Le novità in tema di addizionali IRPEF, recupero versamenti in eccesso e dei rimborsi ai dipendenti, Bonus Renzi, ticket restaurant, TFR in busta paga Piergiorgio Mondini 17-18-19 febbraio 2015 Addizionali

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 Martedì 15 ottobre Fatture e autofatture di importo inferiore a euro 300,00 Annotazione dell'eventuale documento cumulativo delle fatture

Dettagli

SCADENZARIO DEL MESE DI GIUGNO 2010

SCADENZARIO DEL MESE DI GIUGNO 2010 Sabrina Causio Vincenzo Consiglio Antonello Fagotti Giuseppe Fornari Annalisa Monelletta Sandro Paiano Filippo Maria Pantini Flavia Ricci Massimiliano Tessenda Luca Vannucci * Francesca Ferroni Consuelo

Dettagli

6 modulo. Aspetti di fiscalità dei fondi pensione. Riferimento bibliografico: 4 capitolo

6 modulo. Aspetti di fiscalità dei fondi pensione. Riferimento bibliografico: 4 capitolo 6 modulo Aspetti di fiscalità dei fondi pensione Riferimento bibliografico: 4 capitolo Art. 53 della costituzione Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.

Dettagli

STUDIO CAVINA COMMERCIALISTI ASSOCIATI REVISORI CONTABILI

STUDIO CAVINA COMMERCIALISTI ASSOCIATI REVISORI CONTABILI AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE INFORMATIVA N. 2 GENNAIO 2015 ALIQUOTE CONTRIBUTIVE PER GLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA INPS - AUMENTI PER IL 2015 1 PREMESSA Nel 2015, le aliquote contributive

Dettagli

Spett.le Società XENIA - SRL VIALE 1' MAGGIO N. 22 24030 PRESEZZO BG Codice Fiscale 04953370964

Spett.le Società XENIA - SRL VIALE 1' MAGGIO N. 22 24030 PRESEZZO BG Codice Fiscale 04953370964 Consulenza Fiscale Società Vendita Diretta Agenti di Commercio e Incaricati alle Vendite Largo Giorgio La Pira n. 10 - Massa e Cozzile (PT) Iscrizione CCIAA PT Codice Fiscale 01002000477 Call Center Clienti

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

LA FIGURA DEL VENDITORE A DOMICILIO: ASPETTI CONTRATTUALI, FISCALI E PREVIDENZIALI

LA FIGURA DEL VENDITORE A DOMICILIO: ASPETTI CONTRATTUALI, FISCALI E PREVIDENZIALI LA FIGURA DEL VENDITORE A DOMICILIO: ASPETTI CONTRATTUALI, FISCALI E PREVIDENZIALI Premessa generale La vendita diretta è una forma di vendita al dettaglio che si svolge tramite la raccolta di ordini di

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE

TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE TRATTAMENTO FISCALE DI MISSIONI E RIMBORSI SPESE Si riporta di seguito una sintesi delle principali disposizioni normative riguardanti il trattamento di missione e i rimborsi spese. Per maggiori dettagli

Dettagli

Cosa devo fare per ottenere le provvigioni?

Cosa devo fare per ottenere le provvigioni? Cosa devo fare per ottenere le provvigioni? Per prima cosa specifica i dettagli del conto bancario in cui vuoi che vengano trasferiti i tuoi guadagni. Segui questa semplice procedura per impostare i tuoi

Dettagli

Scadenze fiscali: APRILE 2015 10 APRILE 2015

Scadenze fiscali: APRILE 2015 10 APRILE 2015 Scadenze fiscali: APRILE 2015 10 APRILE 2015 SOGGETTI PASSIVI IVA CHE EFFETTUANO LA LIQUIDAZIONE MENSILE AI FINI DELL'IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (CONTRIBUENTI IVA MENSILI) Esclusivamente in via telematica,

Dettagli

Roma. Roma, 07 febbraio 2007

Roma. Roma, 07 febbraio 2007 CIRCOLARE N. 7/E Direzione Roma Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 07 febbraio 2007 Oggetto: Articolo 25-ter del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 Ritenute sui corrispettivi

Dettagli

Fiscal News N. 111. La circolare di aggiornamento professionale. 06.03.2012 Cessione e utilizzo del diritto d autore: aspetti normativi e fiscali

Fiscal News N. 111. La circolare di aggiornamento professionale. 06.03.2012 Cessione e utilizzo del diritto d autore: aspetti normativi e fiscali Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 111 06.03.2012 Cessione e utilizzo del diritto d autore: aspetti normativi e fiscali A cura di Carlo De Luca e Luca Savastano Categoria: Irpef

Dettagli

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità

OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità OGGETTO: Bonus Irpef. Le novità Premessa Il bonus Irpef, contenuto nell art. 1 del D.L. n. 66/2014 (entrato in vigore il 24 aprile 2014), vale esclusivamente per il 2014, anche se il Governo ha fatto sapere

Dettagli

Denominazione 80078750587 ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Indirizzo di posta elettronica. Cognome 2 PRNCGS59A54E379V PERINI CADIGIA ESTER

Denominazione 80078750587 ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Indirizzo di posta elettronica. Cognome 2 PRNCGS59A54E379V PERINI CADIGIA ESTER CUD 2014 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART. 4, COMMI -ter e -quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELATIVA ALL ANNO 2013 AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA Codice fiscale

Dettagli

Lavoro autonomo occasionale e autonomo professionale

Lavoro autonomo occasionale e autonomo professionale Lavoro autonomo occasionale e autonomo professionale Anno 2009 Siena 21 gennaio 2009 ART.2222 Codice Civile.: Quando una persona si obbliga a compiere verso un corrispettivo un opera o un servizio con

Dettagli

Circolare N.85 del 7 Giugno 2011. Giornalisti. Entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla Gestione Separata INPGI

Circolare N.85 del 7 Giugno 2011. Giornalisti. Entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla Gestione Separata INPGI Circolare N.85 del 7 Giugno 2011 Giornalisti. Entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla Gestione Separata INPGI Giornalisti: entro il 31.07.2011 comunicazione on line redditi 2010 alla

Dettagli

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014 INFORMAT N. 329 29 DICEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2015. A seguito dell entrata in vigore delle semplificazioni contenute nel D.Lgs. n. 175/2014 alcuni

Dettagli

GLI ASPETTI TRIBUTARI

GLI ASPETTI TRIBUTARI GLI ASPETTI TRIBUTARI DELLA CESSIONE DEL CREDITO DEL PROFESSIONISTA di Paolo Dal Monico (Dottore Commercialista in Vicenza) SOMMARIO: I Premessa; II. I.V.A.; III. Lavoratore autonomo che ha già emesso

Dettagli

IL TIROCINIO PROFESSIONALE

IL TIROCINIO PROFESSIONALE IL TIROCINIO PROFESSIONALE IL POSSIBILE TRATTAMENTO ECONOMICO ALL INTERNO DEL RAPPORTO DI TIROCINIO PROFESSIONALE I compensi erogati ai tirocinanti possono essere inquadrati in diversi modi a seconda che

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA NORMA DI COMPORTAMENTO N. 169 Trattamento dei compensi reversibili degli

Dettagli

LAVORO AUTONOMO O DIPENDENTE? Studio Laganà - Corbetta & Associati

LAVORO AUTONOMO O DIPENDENTE? Studio Laganà - Corbetta & Associati LAVORO AUTONOMO O DIPENDENTE? Studio Laganà - Corbetta & Associati IL LAVORO AUTONOMO Art. 53 TUIR l esercizio per professione abituale ancorchè non esclusiva della attività artistiche, intellettuali e

Dettagli

AXA progetto pensione più

AXA progetto pensione più AXA progetto pensione più PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE allegato alla nota informativa edizione 2015 AXA Assicurazioni S.p.A. AXA progetto

Dettagli

Dichiarazione per l inquadramento fiscale, previdenziale ed assicurativo dei collaboratori coordinati e continuativi

Dichiarazione per l inquadramento fiscale, previdenziale ed assicurativo dei collaboratori coordinati e continuativi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Dichiarazione per l inquadramento fiscale, previdenziale ed assicurativo dei collaboratori coordinati e continuativi Il/la sottoscritto/a nato/a il Codice Fiscale residente

Dettagli

SCADENZE DEL MESE DI GIUGNO 2015

SCADENZE DEL MESE DI GIUGNO 2015 SCADENZE DEL MESE DI GIUGNO 2015 Entro lunedì 1 giugno (il 31 è festivo) LAVORO/COMMITTENTI. DICHIARAZIONI E COMUNICAZIONI. IMPOSTE E TARIFFE. Entro venerdì 5 1. Invio Modello EMens all INPS. Entro oggi

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale Marche

ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI Consiglio Regionale Marche Partita Iva: vantaggi e svantaggi L apertura della partita iva consente di diventare liberi professionisti, con conseguenti vantaggi e svantaggi. Lavorare come liberi professionisti, consente di poter

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA P.za Ateneo Nuovo, 1 20126 Milano SCHEDA INFORMATIVA DEL COLLABORATORE ESTERNO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA P.za Ateneo Nuovo, 1 20126 Milano SCHEDA INFORMATIVA DEL COLLABORATORE ESTERNO Cod.. 12621570154 SCHEDA INFORMATIVA DEL COLLABORATORE ESTERNO A) DICHIARAZIONE DEI DATI PERSONALI Io sottoscritto/a Tel./e-mail fiscale: o (se residente all estero) codice identificativo estero(*): sotto

Dettagli

Modello di Certificazione Unica ( CU )

Modello di Certificazione Unica ( CU ) Modello di Certificazione Unica ( CU ) Introduzione A partire dal 2015 per il periodo d'imposta 2014, i sostituti d'imposta dovranno trasmettere in via telematica all'agenzia delle Entrate, le certificazioni

Dettagli

Ufficio Relazioni con gli Iscritti

Ufficio Relazioni con gli Iscritti Istruzioni per la compilazione della riferita al reddito professionale prodotto nel 2013 e per il pagamento dei contributi a saldo (ai sensi degli art. 7, 10 e 11 del Regolamento dell ENPAP) Iscritti titolari

Dettagli

ALLEGATO DICHIARAZIONE NORMATIVA ANTICORRUZIONE (L.6/11/12 n. 190)

ALLEGATO DICHIARAZIONE NORMATIVA ANTICORRUZIONE (L.6/11/12 n. 190) ALLEGATO DICHIARAZIONE NORMATIVA ANTICORRUZIONE (L.6/11/12 n. 190) Il/La sottoscritto ANTONIO G. DE BELVIS, relativamente all incarico conferito con nota Prot. N 0002092 del 23/2/2015 consapevole delle

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 201 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 199, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 201 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità A cura del Dott. Michele Avesani A partire dal 1 gennaio 2012 è entrato in vigore il regime

Dettagli

n 5 maggio 2014 Regime Enti non commerciali

n 5 maggio 2014 Regime Enti non commerciali 1. Agevolazioni per l imposta sul reddito: IMPOSTE DIRETTE 2. Agevolazioni per l imposta sul reddito: IRAP 3. Detrazione IRPEF per la pratica sportiva dilettantistica 4. Cinque per Mille 5. Adempimenti

Dettagli

Conferimento di Incarichi a Personale Esterno Procedure e Adempimenti Amministrativi, Fiscali e Previdenziali

Conferimento di Incarichi a Personale Esterno Procedure e Adempimenti Amministrativi, Fiscali e Previdenziali Conferimento di Incarichi a Personale Esterno Procedure e Adempimenti Amministrativi, Fiscali e Previdenziali Intervento Formativo di: Drssa Liala Mannino Responsabile Ufficio Trattamenti Economici Università

Dettagli

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 01.04.15 SETTORI: TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA, CALZATURE, PELLI E CUOIO (PICCOLA INDUSTRIA) AUMENTO MINIMI CONTRATTUALI: seguiranno apposite circolari con nuovi

Dettagli

RISOLUZIONE N. 88 /E

RISOLUZIONE N. 88 /E RISOLUZIONE N. 88 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 19 ottobre 2015 OGGETTO: Interpello - ART. 11, legge 27 luglio 2000, n.212. Fatturazione e regime fiscale dei compensi da versare ai medici, dipendenti

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI UNICO 2011- ALCUNI ASPETTI IMPORTANTI

DICHIARAZIONE DEI REDDITI UNICO 2011- ALCUNI ASPETTI IMPORTANTI DICHIARAZIONE DEI REDDITI UNICO 2011- ALCUNI ASPETTI IMPORTANTI COMPENSAZIONI TRA CREDITI E DEBITI- Punti fondamentali L'Istituto della compensazione permette di sommare in modo algebrico i crediti e i

Dettagli

Circolare N.25 del 18 Febbraio 2014

Circolare N.25 del 18 Febbraio 2014 Circolare N.25 del 18 Febbraio 2014 Gestione separata, artigiani e commercianti. Le aliquote da applicare per il 2014 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la pubblicazione delle

Dettagli

Rag. VITO MAURIZIO CULICCHIA - Commercialista - Revisore dei Conti

Rag. VITO MAURIZIO CULICCHIA - Commercialista - Revisore dei Conti Occhio alle scadenze Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2014 AL 15 MARZO 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2014 al 15 2014, con il commento

Dettagli

I rapporti di lavoro. Tamara Capradossi. capradossi@esplora.biz

I rapporti di lavoro. Tamara Capradossi. capradossi@esplora.biz I rapporti di lavoro Tamara Capradossi capradossi@esplora.biz TIPOLOGIE DEI RAPPORTI DI LAVORO LAVORO AUTONOMO (OCCASIONALE) LAVORO ACCESSORIO (VOUCHER) LAVORO PARASUBORDINATO (CO.CO.PRO., MINI CO.CO.CO,

Dettagli

INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO A PERSONALE ESTERNO ALL ATENEO. a cura dell'ufficio Attività e Collaborazioni Esterne 1

INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO A PERSONALE ESTERNO ALL ATENEO. a cura dell'ufficio Attività e Collaborazioni Esterne 1 INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO A PERSONALE ESTERNO ALL ATENEO Collaborazioni Esterne 1 PROCEDURA DI ACCESSO L Università degli Studi di Milano- Bicocca, a seguito di procedura pubblica di selezione, può

Dettagli

Le principali scadenze Fiscali di Novembre 2015

Le principali scadenze Fiscali di Novembre 2015 Periodico informativo n. 142/2015 Le principali scadenze Fiscali di Novembre 2015 Gentile Cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, delle principali scadenze Fiscali

Dettagli

Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti

Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti IL PREZZO DEL SOFTWARE E DI 36 EURO iva compresa per acquistarlo clicca QUI, poi su software e quindi

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO TELEMATICO

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO TELEMATICO Istruzioni per la compilazione della comunicazione telematica del reddito professionale e per il pagamento dei contributi a saldo REDDITI ANNO 2014 INDICE INTRODUZIONE 1. Chi deve compilare e inviare la

Dettagli

Scadenziario Febbraio 2015

Scadenziario Febbraio 2015 Studio Creanza & Partners Creanza rag. Flavio D Onofrio rag. Loredana Stramazzo dott.ssa Caterina Scadenziario Febbraio 2015 1 Domenica Soggetti con partita Termine iniziale per la presentazione telematica

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in didattica musicale:

Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in didattica musicale: Prot. n. 2107/C14 Montegalda, 23 Ottobre 2015 All albo on line dell Istituto comprensivo di Montegalda Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in didattica musicale: Tipologia

Dettagli

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l.

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. RISOLUZIONE N. 54/E Roma, 16 marzo 2007 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. La Direzione Regionale ha trasmesso un istanza

Dettagli

Ministero delle Finanze Circolare del 7 febbraio 1997, n. 29/E

Ministero delle Finanze Circolare del 7 febbraio 1997, n. 29/E Ministero delle Finanze Circolare del 7 febbraio 1997, n. 29/E T.U. DIRETTE - REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE - COMPENSI IN NATURA - DETERMINAZIONE - FRINGE BENEFITS L'articolo 3, sesto comma, della Legge

Dettagli

La certificazione unica CUD

La certificazione unica CUD La certificazione unica CUD Il datore di lavoro sostituto d'imposta dei propri dipendenti: il CUD Entro il 28 febbraio di ogni anno (fino al 2007 il termine era il 15 marzo) il sostituto deve rilasciare

Dettagli

Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in psicomotricità:

Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in psicomotricità: Prot. n. 2141/C14 Montegalda, 27 Ottobre 2015 All albo on line dell Istituto comprensivo di Montegalda Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in psicomotricità: Tipologia

Dettagli

RISOLUZIONE N. 145/E

RISOLUZIONE N. 145/E RISOLUZIONE N. 145/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,28 giugno 2007 OGGETTO: Tattamento tributario riservato, ai fini IVA, al diritto d autore Chiarimenti in merito alla corretta applicazione

Dettagli

SCADENZE DEL MESE DI GIUGNO 2014 DATORI DI LAVORO/COMMITTENTI. Entro martedì 3 giugno (il 31 maggio cade di sabato ed il 2 giugno è festivo)

SCADENZE DEL MESE DI GIUGNO 2014 DATORI DI LAVORO/COMMITTENTI. Entro martedì 3 giugno (il 31 maggio cade di sabato ed il 2 giugno è festivo) SCADENZE DEL MESE DI GIUGNO 2014 Entro martedì 3 (il 31 maggio cade di sabato ed il 2 è festivo) DATORI DI LAVORO/COMMITTENTI. 1. Invio Modello EMens all INPS. Entro oggi gli enti associativi che abbiano

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

Dichiarazione sostitutiva di certificazione a norma del D.P.R. 445/2000 DICHIARAZIONE DATI ANAGRAFICI, FISCALI E PREVIDENZIALI

Dichiarazione sostitutiva di certificazione a norma del D.P.R. 445/2000 DICHIARAZIONE DATI ANAGRAFICI, FISCALI E PREVIDENZIALI SCUOLA INTERNAZIONALE SUPERIORE DI STUDI AVANZATI Via Bonomea n. 265, 34136 Trieste (ltaly) tel.: 04037871 - telefax: 0403787249 Dichiarazione sostitutiva di certificazione a norma del D.P.R. 445/2000

Dettagli

I. ASPETTI G ENERALI DELLA TASSAZIONE DEI MEDICI (Le principali imposte cui è soggetto un medico)

I. ASPETTI G ENERALI DELLA TASSAZIONE DEI MEDICI (Le principali imposte cui è soggetto un medico) I. ASPETTI G ENERALI DELLA TASSAZIONE DEI MEDICI (Le principali imposte cui è soggetto un medico) Vediamo innanzi tutto quali sono le imposte a cui è soggetto il medico. I.A Imposte sui redditi I.A.1 IRPEF

Dettagli

ESPOSIZIONE DEL QUESITO

ESPOSIZIONE DEL QUESITO RISOLUZIONE N. 378/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 10 ottobre 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Qualificazione fiscale dei compensi erogati

Dettagli

Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Comitato Olimpico Nazionale Italiano Comitato Olimpico Nazionale Italiano Il CONI, emanazione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), è autorità di disciplina regolazione e gestione delle attività sportive nazionali. Il Comitato Olimpico

Dettagli

Circolare N.23 del 13 Febbraio 2014

Circolare N.23 del 13 Febbraio 2014 Circolare N.23 del 13 Febbraio 2014 CUD 2014. Scade il 28 febbraio il termine per la consegna ai contribuenti Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che il prossimo 28.02.2014 scade il termine

Dettagli

SEGUE ESEMPIO DI GESTIONE, PAGAMENTO E CERTIFICAZIONE DI UN CONTRATTO DI CO.CO.CO.

SEGUE ESEMPIO DI GESTIONE, PAGAMENTO E CERTIFICAZIONE DI UN CONTRATTO DI CO.CO.CO. SEGUE ESEMPIO DI GESTIONE, PAGAMENTO E CERTIFICAZIONE DI UN CONTRATTO DI CO.CO.CO. Esempio 1: Liquidazione di co.co.co. privo di altra copertura previdenziale: Sig. ROSSI MARIO Durata contratto : 1/1/07-31/10/2007;

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti

Dettagli

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali UniSalute per l Azienda: un know-how all avanguardia Soluzioni flessibili e innovative in linea con

Dettagli

Chiarimenti Agenzia delle Entrate

Chiarimenti Agenzia delle Entrate Chiarimenti Agenzia delle Entrate 1. Nuova misura dell'imposta sostitutiva sui risultati di gestione. La legge di stabilità del 2015 ha aumentando l'aliquota dell'imposta sostitutiva delle imposte sui

Dettagli

Le novità in materia di trasmissione del Modello CUD 2013

Le novità in materia di trasmissione del Modello CUD 2013 CIRCOLARE A.F. N. 35 del 22 Febbraio 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Le novità in materia di trasmissione del Modello CUD 2013 Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Luglio

SCADENZE FISCALI di Luglio SCADENZE FISCALI di Lunedì 6 UNICO 2009 Chi applica gli studi di settore (per esempio, professionisti, imprese, ecc.), entro oggi può pagare le imposte di Unico 2009 (saldi 2008 e acconti per il 2009)

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE

CONTRATTO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE CONTRATTO DI PRESTAZIONE PROFESSIONALE L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal Direttore del Dipartimento/Centro o Preside

Dettagli

Fondi pensione, un tris di chiarimenti

Fondi pensione, un tris di chiarimenti Fondi pensione, un tris di chiarimenti L Agenzia delle Entrate, in risposta a tre quesiti posti con istanza di interpello, chiarisce per i vecchi fondi pensione con gestione assicurativa come procedere

Dettagli

Natura dell'incarico. Luogo di nascita. Località Cap Prov. Località Cap Prov.

Natura dell'incarico. Luogo di nascita. Località Cap Prov. Località Cap Prov. Dati Anagrafici (compilazione obbligatoria) da compilare a cura dell' Ateneo Amministrazione centrale/dipartimento MODULO DATI PERSONALI - PREVIDENZIALI - FISCALI 2015 DENOMINAZIONE ENTE: UNIVERSITA' DEGLI

Dettagli

Studio Aldrovandi. Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2013 AL 15 MARZO 2013

Studio Aldrovandi. Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2013 AL 15 MARZO 2013 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2013 AL 15 MARZO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 marzo 2013, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti in

Dettagli

The Hub Trentino Alto Adige

The Hub Trentino Alto Adige L AVVIO DI UN ATTIVITÀ DI IMPRESA O PROFESSIONALE Aspetti civilistici, fiscali e previdenziali Trento, lì 19 novembre 2014 1 FORME SOCIETARIE: SOCIETÀ PER AZIONI (S.P.A.) SOCIETÀ IN ACCOMANDITA PER AZIONI

Dettagli