WeeklyNews. 7 aprile 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WeeklyNews. 7 aprile 2015"

Transcript

1 WeeklyNews A cura della Direzione Advisory di Bim, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni 7 aprile 2015 Bim, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni, è leader tra le società italiane specializzate nelle attività di private banking. Quotata alla Borsa Italiana dal 1991, fa parte del Gruppo Bancario Veneto Banca. Banca Intermobiliare ha 14 miliardi di euro di patrimoni amministrati e gestiti, circa 900 dipendenti ed è presente nelle principali città italiane con 29 filiali e 200 Private Bankers con esperienza pluriennale nell'ambito della consulenza finanziaria. Banca Intermobiliare controlla, tra l altro, Symphonia sgr - società leader in Italia nella gestione di portafoglio - e Banca IPIBI Financial Advisory S.p.A.

2 Il Punto Fase incerta negli USA che potrebbe essere ulteriormente alimentata dalla reporting season in Europa dovrebbero prevalere gli aspetti macro Quella in atto si conferma una fase abbastanza confusa sul mercato americano, come testimonia l S&P500, che si sta sostanzialmente muovendo in trading range dallo scorso mese di dicembre. Nel frattempo continua, seppur rallentata rispetto al precedente ritmo, l ascesa delle Borse europee; solo il DAX, dopo avere fatto segnare i massimi ormai tre settimana fa, sta evidenziando una minore direzionalità, pur senza fornire alcun segnale che metta in dubbio il positivo trend di fondo. D altronde, gli elementi citati più volte che sono alla base del positivo trend degli ultimi mesi dei mercati azionari europei restano validi: fase ciclica favorevole, QE della BCE e miglioramento del ciclo del credito, attenuazione dell austerità fiscale, Euro debole, calo del prezzo del petrolio Un rallentamento dopo il deciso rialzo dall inizio dell anno è però fisiologico e, anzi, la presenza di un fattore straordinario come la crisi greca avrebbe lasciato pensare ad un EPS Growth 2015 S&P 500 1% STXE 600 5% DAX 11% CAC 40 10% FTSE MIB 29% IBEX 35 24% consolidamento più pronunciato. Da un lato è quindi piuttosto evidente la forza dei mercati europei, dall altro va tenuto presente che in questo momento non è neanche minimamente prezzata la possibilità che una variabile esogena come la crisi greca possa mettere in discussione la ripresa in atto (al riguardo sarà da seguire domani l asta dei titoli greci a 6 mesi e la riunione dei tecnici dell Eurogruppo, mentre il Ministro delle finanze Varoufakis ha indicato il summit del 24 aprile come l appuntamento per raggiungere un accordo sul nuovo piano di aiuti al paese). Tornando a Wall Street, il suo attuale andamento è in realtà piuttosto coerente con lo scenario di riferimento, caratterizzato da: - valutazioni piuttosto tirate, qualunque sia la metrica che si prenda come riferimento; - momemtum negativo sul fronte dei profitti (vedi considerazioni di seguito); - fase economica non brillante (nell ultima rilevazione di venerdì anche i dati sul mercato del lavoro, sinora molto robusti, hanno deluso rispetto alle aspettative); - fase di transizione della politica monetaria resa ancora più imprevedibile dall andamento dell economia in questi primi mesi dell anno. Per il momento, in assenza di eventi esogeni, non vediamo particolari motivi per cui l S&P500 esca dal trading range delimitato dai massimi assoluti e dall area , anche se l avvio domani sera della reporting season potrebbe aggiungere un po di volatilità. Le aspettative sono piuttosto basse considerato che le stime 1Q di utili aggregati dell S&P500 sono state riviste al ribasso di oltre l 8% dall inizio dell anno, passando da un attesa di crescita di oltre il 5% alla previsione di un flessione di quasi il 3%. Naturalmente su questi dati ha inciso in misura rilevante il settore energy al netto del quale le stime di utile evidenzierebbero ancora una crescita rispetto al medesimo periodo dell anno scorso. Anche sul fronte europeo vi è stata una corposa revisione delle stime 2

3 dall inizio dell anno, ma è significativo notare come nell ultimo mese, per la prima volta negli ultimi tre anni, non vi sia stata una revisione al ribasso delle stime relative ai comparti ciclici. Ancora una volta si sono create le condizioni per il superamento delle aspettative di consensus, anche se riteniamo che l attenzione degli operatori sarà prevalentemente rivolta alle indicazioni prospettiche da parte dei top management: - sugli Stati Uniti, per capire se le imprese sono in grado di contrastare gli effetti del Dollaro forte e di difendere i livelli di marginalità in una fase in cui potrebbe cominciare a cresce la pressione sui costi operativi e per valutare il grado di straordinarietà del debole 1Q dell economia americana; - sull Europa, per verificare se anche a livello micro inizia ad arrivare qualche segnale dell attesa ripresa economica. Con riferimento a quest ultimo punto restiamo dell idea che, qualora dovessero prevalere indicazioni costruttive (micro piuttosto che macro), si potrebbero creare le condizioni affinché i mercati azionari si portino in un territorio di sopravvalutazione o quantomeno che vadano a scontare con largo anticipo la futura ripresa economica. 3

4 Quadro macro Dati consuntivi Data Paese Evento Periodo Dato Consuntivo Atteso Precedente Mer. 01 Giappone Indice Tankan 1Q T/T -1,2% 0,5% 8,7% " Italia PMI manifatturiero Marzo Indice 53,3 52,1 51,9 " Francia PMI manifatturiero (finale) Marzo Indice 48,8 48,2 48,2 " Germania PMI manifatturiero (finale) Marzo Indice 52,8 52,4 52,4 " Area Euro PMI manifatturiero (finale) Marzo Indice 52,2 51,9 51,9 " Usa MBA richieste mutui 27-mar Settimanale 4,6% - 9,5% " " Variazione occupati stima ADP Marzo Migliaia " " PMI manifatturiero (finale) Marzo Indice 55,7 55,3 55,3 " " Spesa per costruzioni Febbraio M/M -0,1% -0,1% -1,7% " " ISM manifatturiero Marzo Indice 51,5 52,5 52,9 Gio. 02 Usa Nuove richieste sussidi di disoccupazione 28-mar Migliaia " " Richieste continue sussidi di disoccupazione 21-mar Migliaia " " Bilancia commerciale Febbraio Mld $ -35,4-41,3-42,7 " " Ordini industriali Febbraio M/M 0,2% -0,4% -0,7% Ven. 03 Usa Variazione occupati non agricoli Marzo Migliaia " " Variazione occupati settore privato Marzo Migliaia " " Variazione occupati settore manifatturiero Marzo Migliaia " " Disoccupazione Marzo Tasso 5,5% 5,5% 5,5% " " Salario medio orario Marzo M/M 0,3% 0,2% 0,1% " " Salario medio orario Marzo A/A 2,1% 2,0% 2,0% " " Tasso di partecipazione al lavoro Marzo Tasso 62,7% 62,8% 62,8% Lun. 06 Giappone Indice anticipatore Febbraio Indice 105,3 105,1 105,5 " " Indice coincidente Febbraio Indice 110,5 110,7 113,3 " Usa ISM non manifatturiero Marzo Indice 56,5 56,5 56,9 Mar. 07 Italia PMI servizi Marzo Indice 51,6 51,0 50,0 " " PMI composite Marzo Indice 52,4-51,0 " Francia PMI servizi (finale) Marzo Indice 52,4 52,8 52,8 " " PMI composite (finale) Marzo Indice 51,5 52,0 51,7 " Germania PMI servizi (finale) Marzo Indice 55,4 55,3 55,3 " " PMI composite (finale) Marzo Indice 55,4 55,3 55,3 " Area Euro PMI servizi (finale) Marzo Indice 54,2 54,3 54,3 " " PMI composite (finale) Marzo Indice 54,0 54,1 54,1 " " Sentix fiducia investitori Aprile Indice 20,0 20,8 18,6 " " Indice prezzi alla produzione Febbraio M/M 0,5% 0,1% -1,1% " " Indice prezzi alla produzione Febbraio A/A -2,8% -2,9% -3,5% 4

5 Quadro macro Dati previsionali Data Paese Evento Periodo Dato Atteso Precedente Mer. 08 Germania Ordini industriali Febbraio M/M 1,5% -3,9% " " Ordini industriali Febbraio A/A 0,5% -0,1% " Area Euro Vendite al dettaglio Febbraio M/M -0,2% 1,1% " " Vendite al dettaglio Febbraio A/A 2,8% 3,7% " Area Euro PMI manifatturiero (finale) Marzo Indice 51,9 51,9 " Usa MBA richieste mutui 03-apr Settimanale - 4,6% " " FOMC minutes Gio. 09 Germania Produzione industriale Febbraio M/M 0,1% 0,6% " " Produzione industriale Febbraio A/A 0,6% 0,9% " " Bilancia commerciale Febbraio Mld 19,0 15,9 " Usa Nuove richieste sussidi di disoccupazione 04-apr Migliaia " " Richieste continue sussidi di disoccupazione 28-mar Migliaia " " Scorte all'ingrosso Febbraio M/M 0,2% 0,2% Ven. 10 Francia Produzione industriale Febbraio M/M -0,1% 0,4% " " Produzione industriale Febbraio A/A 0,5% 0,6% " Regno Unito Produzione industriale Febbraio M/M 0,3% -0,1% " " Produzione industriale Febbraio A/A 0,3% 11,3% " Usa Indice prezzi all'importazione Marzo M/M -0,4% -0,4% " " Indice prezzi all'importazione Marzo A/A -10,2% -9,4% 5

6 Europa Pochi dati in Europa, complici le feste pasquali. Gli unici dati di rilievo sono state le seconde letture degli indici PMI di marzo, che non hanno riservato particolari sorprese a livello generale. Seconda lettura degli indici PMI di marzo senza sorprese a livello europeo Il dato complessivo sull intera area Euro mostra una leggera revisione al ribasso sul composite, a quota 54 dal precedente 54,1, comunque ancora in rialzo rispetto al 53,3 di febbraio: al miglioramento del settore manifatturiero (+3 decimi a 52,2, rispetto al 51 del mese precedente), si è contrapposta le revisione di un decimo del PMI servizi, a quota 54,2. Gli indici di Germania e Francia hanno mostrato un andamento inverso, con una revisione leggermente positiva per la prima (composite a 55,4, +1 decimo) e negativa per la seconda (composite -2 decimi a 51,5). Sorpresa positiva invece perla prima lettura dei PMI italiani, che a marzo hanno fatto registrare una decisa crescita (+1,4 punti per il composite, a 52,4), grazie a una crescita pressoché identica del comparto manifatturiero (53,3 da 51,9) e di quello relativo ai servizi (51,6 da 50). Il livello dei PMI nel primo trimestre del 2014 è coerente con una crescita del Pil a livello europeo di circa uno 0,4% trimestre su trimestre. Molto bene invece la prima lettura degli indici PMI italiani, ancora in crescita Prosegue il miglioramento dell indice di fiducia degli investitori, grazie all andamento brillante dei mercati finanziari. L indice Sentix è salito di 1,4 punti a quota 20, aggiornando i massimi dal 2007, grazie al progresso della componente relativa alle condizioni correnti. 6

7 Stati Uniti Ancora in calo le nuove richieste di sussidi di disoccupazione, che sono scese a 268 mila nella settimana conclusa il 28 marzo, livello che non si vedeva dal 2000 se si esclude il dato del 23 gennaio. Employment report deludente a marzo In forte contrazione il deficit della bilancia commerciale L Employment report di marzo ha fortemente deluso le attese, dopo molti mesi di sorprese positive. La creazione di posti di lavoro si è fermata a 126 mila unità nell ultimo mese, con una revisione al ribasso di circa 70 mila unità per i due mesi precedenti. Il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 5,5%, ma con un calo della forza lavoro di 79 mila unità. Unica notizia positiva è la dinamica salariale, che ha accelerato a +0,3% mese su mese dopo i tentennamenti dei mesi scorsi. Su questo fronte, come confermato anche dalla iniziative di alcuni colossi americani (McDonalds e Wal Mart per esempio), l ampio calo della disoccupazione sta lentamente iniziando ad avere effetti sulle retribuzioni, supportando la tesi della riduzione dell output gap sull economia americana. Il deficit della bilancia commerciale a febbraio si è contratto di oltre 7 mld $,. Le esportazioni sono scese dell 1,8% mese su mese, mentre l import del 4,4%; su quest ultimo ha pesato probabilmente in buona parte il blocco delle attività portuali della costa ovest per gli scioperi, che ha sensibilmente ridotto le importazioni dai paesi asiatici. Il saldo del commercio con l estero avrà un effetto negativo sul Pil del 1 trimestre nell ordine del punto percentuale. Ancora in calo la spesa per costruzioni a febbraio, -0,1% m/m dopo il -1,7% m/m di gennaio. Su questo dato dovrebbe aver pesato il clima avverso, che ha colpito in particolare la spesa pubblica, in controtendenza rispetto al recupero di quella privata (+0,2% m/m). Il calo degli investimenti nel settore petrolifero sta continuando a pesare sull indice ISM manifatturiero, che a marzo è sceso di oltre un punto attestandosi a quota 51,5. In leggero calo anche l ISM non manifatturiero, che però rimane su livelli elevati (56,5). L indice ISM, nonostante la debolezza del manifatturiero legata più che altro a questioni specifiche, rimane coerente con un Pil in crescita del 3% t/t annualizzato nel primo trimestre

8 Mercati azionari Commento Prende il via la reporting season: attenzione rivolta alle indicazioni prospettiche Perde direzionalità sul breve periodo l indice americano che, pur rimanendo sulla parte alta del grafico, continua ad oscillare nell intorno della media mobile a 50 giorni senza violare livelli tecnici significativi. Si mantiene solido invece il mercato europeo: il listino italiano conferma la miglior reattività registrata nell ultimo periodo portando Piazza Affari a registrare nuovi massimi, a differenza dell indice tedesco che tratta ancora marginalmente al di sotto dei recenti massimi assoluti. Sui fondamentali l attenzione è rivolta alla reporting season che di fatto prende il via domani con i risultati di Alcoa. Ancora una volta si sono create le condizioni per un superamento delle attese considerando che le stime 1Q di utili aggregati dell S&P500 sono passate dalla previsione di una crescita di oltre il 5% a quella di un flessione di quasi il 3% (naturalmente al netto del settore energy le stime evidenzierebbero ancora una crescita). Gli operatori saranno comunque focalizzati sulle guidance societarie: negli Stati Uniti per valutare la straordinarietà del debole 1Q, in Europa per verificare eventuali segnali di ripresa anche dal mondo delle aziende. P/E 2015 P/E 2016 S&P STOXX DAX CAC FTSE MIB FTSE TOPIX HANG SENG TAIWAN TAIEX KOSPI SHANGHAI COMP S&P SE SENSEX Grafico del S&P500 8

9 Mercati obbligazionari Commento Periferici: Spagna emette bond a 6 mesi con rendimento negativo US: rendimento treasury sotto 1,9% su deludenti dati mercato lavoro. Prosegue l impostazione positiva dell'obbligazionario periferico dell'eurozona. Il rendimento del Bund decennale è piuttosto stabile allo 0,182%, mentre quelli del Btp e del Bono sono in calo rispettivamente all'1,24% con spread a 105 punti base e all'1,168% con differenziale a 98 pb. Degno di nota il rendimento per la prima volta negativo (-0.002) con cui il tesoro spagnolo ha collocato le sue emissioni a 6 mesi. L'appeal speculativo prosegue grazie al QE ma contribuiscono, di riflesso, anche i deludenti dati macroeconomici americani sul mercato del lavoro che hanno spinto il rendimento del Treasury sotto all'1,9%: il numero di posti di lavoro creati è stato il più basso in 15 mesi e decisamente peggiore delle stime. Il dato andrà confermato dalle due ulteriori pubblicazioni prima dell'importante meeting FOMC del 17 giugno (quella del 29/ si attende interlocutoria), ma ciò supporta la tesi di chi crede che la Federal Reserve non abbia alcuna fretta di alzare i tassi di interesse. Sul fronte ellenico, nostante le rassicurazioni di Varoufakis, l'incontro del prossimo 8 aprile tra il primo ministro Tsipras e il presidente russo Vladimir Putin potrebbe essere fonte di volatilitá. Nel frattempo il rendimento del decennale ellenico resta su valori alti all'11,741%. Grafico del Bund 9

10 Commodities Commento Continua a chiudersi lo spread Brent-WTI su prospettive di andamento divergente dell offerta Il petrolio ha recuperato terreno nell ultima settimana, guidato dal WTI, il cui sconto rispetto al Brent a 6 US$/barile è ormai dimezzato rispetto al massimo di fine febbraio. Le quotazioni del WTI sono state sostenute dal report della EIA che ha mostrato la prima riduzione su base settimanale della produzione americana. Sul Brent pesano invece le aspettative di aumento dell offerta, dopo che le autorità libiche hanno annunciato la riapertura di due terminal portuali e con la normalizzazione delle spedizioni irachene. La prima bozza di accordo sul nucleare iraniano non comporta un ritorno a breve termine dell export dell Iran sui mercati, certamente non prima del 30 giugno quando sarà eventualmente firmato l accordo e le sanzioni revocate, ma rappresenta un rischio al ribasso per il Brent. Deboli le quotazioni dei metalli industriali, nonostante il PMI Manifatturiero cinese superiore alle attese. L oro è tornato di slancio sopra quota 1200 US$/oncia dopo la pubblicazione del dato USA sulle nuove buste paga non agricole ampiamente inferiore alle attese, seguendo per lo più l andamento del US$. Il report sulle intenzioni di semina del Dipartimento Americano all Agricoltura continua a guidare le quotazioni delle commodities agricole: lo switch inferiore alle attese dalle colture di mais a quelle di soia per la prossima stagione ha provocato vendite sul primo e acquisti sulla seconda, mentre ampi tagli alla superfice coltivata in USA e Cina hanno sostenuto il cotone. Grafico del Future sul Wti 10

11 Mercati valutari valutari Commento L employment report di marzo delude le aspettative Il dollaro è in moderata ripresa dopo il deludente employment report di marzo (gli occupati non agricoli a marzo sono aumentati di 126mila dopo i 295mila del mese precedente). Dalla Fed sono arrivate alcune dichiarazioni di cautela le quali hanno alimentato le aspettative che la Fed aspetterà ancora prima di alzare i tassi di interesse. Alla riunione di domani della BoJ non sono attese variazioni di politica monetaria, la recente comunicazione della BoJ sembra indicare una bassa propensione ad aumentare il QE per il timore di distorsioni nell economia (in particolare dalla debolezza dello yen). Potrebbe però trattarsi di una strategia simile a quella dello scorso anno, quando la Banca Centrale lasciò venir meno le aspettative di QE per poi aumentarlo a sorpresa in modo di massimizzare l impatto sui mercati. Il dollaro australiano si è apprezzato dopo che la Reserve Bank of Australia, ha lasciato i tassi invariati al 2,25% pur affermando che farà aggiustamenti alla politica monetaria se necessario (ovvero rilanciare l economia e indebolire il dollaro australiano che rimane troppo forte). Sul fronte emergenti, anche la Reserve Bank of India ha lasciato i tassi invariati al 7,5% (dopo il taglio a sorpresa di inizio marzo) precisando che manterrà un atteggiamento accomodante nella politica monetaria con una grande attenzione all evolversi dello scenario economico del Paese. Il discreto recupero degli ultimi giorni del BRL è in gran parte imputabile alle recenti dichiarazioni del Presidente Dilma Rousseff la quale si è impegnata a fare quello che serve per raggiungere gli obiettivi di bilancio pubblico diminuendo così le speculazioni riguardo un declassamento del rating sovrano. Grafico del cross Euro/Dollaro 11

12 Internal dealing Variazione soglie rilevanti DICHIARANTE SOCIETÀ PARTECIPATA % SITUAZIONE PRECEDENTE Blackrock Ei Towers 9,961% 10,252% al 16/10/2014 Finsoe Alerion - 5,006% al 16/06/2014 Harbor International Fund Pirelli 4,544% 5,066% al 20/01/2015 Norges Bank Diasorin 1,990% 2,142% al 30/10/2014 Oppenheimerfunds Yoox 3,285% 9,640% al 28/10/2014 Sgg Holding Saes Getters 50,526% 53,253% al 24/07/2013 Threadneedle Asset Management Ei Towers 5,040% 2,019% al 14/02/2014 Ubs Banca Montepaschi di Siena 3,435% 2,495% al 02/03/2015 Operazioni effettuate dal management SOCIETÀ PERIODO OPERAZIONE DICHIARANTE QUALIFICA N. AZIONI PREZZO MEDIO IMPORTO Enel Marzo Acquisto Lidia D'Alessio Fiera Milano Marzo Vendita Enrico Pazzali Unipol Marzo Vendita Giuseppe Santella Sindaco , Amministratore Delegato , Dirigente , Operazioni effettuate dagli azionisti principali SOCIETÀ PERIODO OPERAZIONE AZIONISTA N. AZIONI PREZZO MEDIO IMPORTO Be Marzo Vendita Intesa Sanpaolo , Beghelli Buzzi Unicem Febbraio- Marzo Marzo Acquisto Gian Pietro Beghelli , Vendita az. risp. Enrico Buzzi , Ima Aprile Acquisto Romano Volta , Panaria Marzo Vendita Famiglia Mussini ,

13 Agenda dell Azionista Società Operazioni societarie annunciate Tempistica B. Carige verrà effettuato un aumento di capitale da 850 mln di euro e il raggruppamento delle azioni nel rapporto di 1 nuova ogni 100 possedute entro agosto 2015 I Grandi Viaggi l assemblea della società sarà chiamata ad approvare: il raggruppamento delle azioni ordinarie in circolazione nel rapporto di 1 nuova azione ogni 10 azioni possedute; l eliminazione del valore nominale delle azioni ordinarie; il conferimento al CdA la facoltà di aumentare a pagamento il capitale sociale per 20 mln di euro entro fine 2015 Mps verrà effettuato un aumento di capitale da 3 mld di euro e il raggruppamento delle azioni nel rapporto di 1 nuova ogni 20 possedute entro agosto 2015 Unipol è stata proposta la conversione obbligatoria delle azioni privilegiate in azioni ordinarie sulla base del seguente rapporto di conversione: 1 azione ordinaria per 1 azione privilegiata senza pagamento di alcun conguaglio. La conversione diverrà efficace subordinatamente al verificarsi delle seguenti condizioni: (i) all approvazione della proposta di conversione da parte dell assemblea speciale nonché da parte dell assemblea straordinaria; (ii) alla circostanza che il complessivo valore di liquidazione delle azioni privilegiate per le quali sarà eventualmente esercitato il diritto di recesso non ecceda 100 mln di euro con la precisazione che tale condizione è posta nell esclusivo interesse della società ed è, quindi, da essa rinunciabile. Il diritto di recesso per i possessori di azioni di risparmio che non concorreranno all'approvazione della conversione è stato determinato in 3,711 euro per ciascuna azione privilegiata la conversione si perfezionerà dopo la data di stacco del dividendo A cura della Direzione Advisory di BIM, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni 13

14 UnipolSai Yoox è stata proposta la conversione obbligatoria di tutte le azioni di risparmio in circolazione in azioni ordinarie secondo un rapporto di conversione che prevede: 100 azioni ordinarie per ciascuna azione di risparmio A, senza pagamento di alcun conguaglio; 1 azione ordinaria per ciascuna azione di risparmio B, senza pagamento di alcun conguaglio. La conversione delle azioni di risparmio A è condizionata all'approvazione della proposta di conversione da parte dell'assemblea speciale di Categoria A, e alla circostanza che il complessivo valore di liquidazione delle Azioni di Risparmio A per le quali sarà eventualmente esercitato il diritto di recesso non ecceda i 30 milioni; la conversione delle azioni di risparmio B è condizionata all'approvazione della proposta di conversione da parte dell'assemblea speciale di categoria B, e alla circostanza che il complessivo valore di liquidazione delle Azioni di Risparmio di categoria B per le quali sarà eventualmente esercitato il diritto di recesso non ecceda i 30 milioni. Il diritto di recesso per i possessori di azioni di risparmio che non concorreranno all'approvazione della conversione nella rispettiva assemblea speciale è stato fissato in 228,272 euro per ciascuna azione di risparmio A e in 2,238 euro per ciascuna azione di risparmio B dopo la fusione con Net-A-Porter verrà effettuato un aumento di capitale da 200 mln di euro. la conversione si perfezionerà dopo la data di stacco del dividendo - Società OPA annunciate Tempistica Ansaldo Sts Pirelli Rai Way Telecom Italia Media World Duty Free Finmeccanica ha venduto il 40% della controllata Ansaldo Sts, ai giapponesi di Hitachi al prezzo di 9,65 euro per azione. Verrà quindi lanciata un'opa sul flottante di Ansaldo successivamente alla chiusura dell'operazione verrà lanciata un'opa obbligatoria a 15 euro (post stacco dividendi) sulle azioni ordinarie e un Opa volontaria sulle azioni risparmio, sempre a 15 euro (post stacco dividendi), quest ultima condizionata al raggiungimento di una soglia di adesione del 30%. EI Tower ha lanciato una offerta volontaria su Rai Way al prezzo di 4,5 euro per azione, composta da una componente in contanti pari a 3,13 euro e una componente in carta pari a 0,03 azioni EI Tower di nuova emissione (ca. 31% dell'offerta). L'operazione è condizionata al via libera dell'autorità Garante della concorrenza e al raggiungimento di una partecipazione pari ad almeno il 66,7% del capitale di Rai Way è stata annunciata la fusione per incorporazione di TI Media nella controllante Telecom Italia. Agli azionisti TI Media verranno assegnate azioni di nuova emissione della capogruppo: 0,66 azioni Telecom Italia ogni azione ordinaria TI Media; 0,47 azioni Telecom Italia risparmio ogni azione TI Media risparmio. È prevista la possibilità di uscita attraverso il diritto di recesso, ad un prezzo pari a 1,055 euro per le azioni TI Media ordinarie e 0,6032 euro per le azioni TI Media risparmio a seguito dell acquisizione del 50,1% della società da parte di Dufry, verrà lanciata un Opa sul flottante al prezzo di 10,25 euro per azione. entro fine anno entro l estate entro l estate entro la fine del terzo trimestre entro il terzo trimestre A cura della Direzione Advisory di BIM, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni 14

15 WeeklyNews Legenda INDICE IFO Indice di fiducia delle imprese tedesche, misurato tramite un indagine presso circa aziende. INDICE ZEW INDICI PMI FIDUCIA ECONOMICA INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO (CPI) Indice di fiducia delle imprese tedesche, misurato tramite un indagine presso esperti economici. Indice dei direttori degli acquisti. È un indice misurato tramite un indagine presso i direttori degli acquisti delle aziende. Convenzionalmente, una misura sopra 50 indica espansione. Indice di fiducia elaborato dalla Commissione Europea, costruito tramite il contributo della fiducia delle imprese industriali (40%), imprese di servizi (30%), fiducia dei consumatori (20%), imprese di costruzione (5%) e imprese commerciali (5%). Indice dei prezzi con riferimento a un paniere di beni rappresentativo del consumo di un consumatore medio. INDICE DEI PREZZI ALLA PRODUZIONE (PPI) Indice dei prezzi di un paniere di beni utilizzati dalle imprese produttive. INDICE ISM Indice elaborato tramite questionari ai direttori degli acquisti delle aziende. CHICAGO PMI Indice elaborato tramite questionari ai direttori degli acquisti delle aziende della zona di Chicago. Un valore sopra 50 indica espansione. PHILADELPHIA FED INDEX Indice di fiducia delle imprese di New Jersey, Pennsylvania e Delaware. Una misura sopra 0 indica crescita del business. NEW YORK EMPIRE MANUFACTURING INDEX Indice di fiducia delle imprese dell'area di New York. Una misura sopra 0 indica espansione. PIL USA Variazione del Pil trimestre su trimestre annualizzata e corretta per la stagionalità. NON FARM PAYROLLS Numero di nuove buste paga dei settori non agricoli. Dato misurato dal Dipartimento del lavoro tramite indagine su attività economiche. TASSO DI DISOCCUPAZIONE ADP EMPLOYMENT CHANGE DOVISH e HAWKISH BIAS FOMC Viene misurata dal Dipartimento del lavoro tramite indagine presso le famiglie, motivo per cui il messaggio del dato può differire rispetto a quello dei Non Farm Payrolls. Numero di nuove buste paga nei settori non agricoli privati. Dato misurato dall'adp (Automatic Data Processing, una società Usa di outsourcing) tramite un'indagine su attività economiche. Una Banca Centrale è indicata come dovish quando l orientamento (bias) della sua linea di politica monetaria è tendenzialmente espansivo, come hawkish quando è restrittivo, come neutrale quando non ha un orientamento preciso. Federal Open Market Committee, comitato della Federal Reserve che prende decisioni in materia di politica monetaria

16 WeeklyNews Informazioni importanti Le informazioni e i dati contenuti nel presente documento hanno finalità promozionale e non sono da intendersi come ricerca in materia di investimenti ai sensi degli artt del Regolamento della Banca d Italia e della Consob (cd Regolamento Congiunto) né mira a fornire raccomandazioni di cui agli artt. 69 e seguenti del Regolamento 11971/99 e successive modifiche. Il documento non fornisce raccomandazioni personalizzate riguardo a una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Le informazioni contenute non costituiscono proposta di vendita o invito ad operare e non si rivolgono ad alcun soggetto specifico. Le informazioni sono state elaborate da Banca Intermobiliare sulla base di fonti ritenute attendibili ma della cui accuratezza e completezza Banca Intermobiliare non può essere ritenuta responsabile. Le informazioni fornite sono valide esclusivamente con riferimento alla data nella quale sono state prodotte. Occorre pertanto verificare le informazioni prima di agire in seguito alle stesse. BIM declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite dirette o indirette derivanti dall'utilizzo delle informazioni contenute nei documenti. Le informazioni devono essere usate soltanto per scopi informativi privati del lettore e non costituiscono un analisi di tutte le questioni trattabili. Prima di effettuare qualsiasi operazione, l investitore dovrà considerare la rilevanza delle informazioni ai fini delle proprie decisioni, alla luce dei propri obiettivi di investimento, della propria esperienza, delle proprie risorse finanziarie e operative e di qualsiasi altra circostanza. È consentito scaricare sul proprio computer i report o le informazioni in esso contenute e stamparne copia esclusivamente per uso personale e non commerciale, a condizione che non siano alterate le avvertenze relative a marchi commerciali o altri diritti proprietari. E vietato trasferire, trascrivere, distribuire o riprodurre le informazioni o creare un link al sito senza il preventivo accordo di Banca Intermobiliare S.p.a. Ogni forma di alterazione, parziale o integrale, è da ritenersi vietata. Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.a. Sede generale: via Gramsci 7, Torino. Tel Capitale sociale : Euro ,00 Numero di iscrizione al Registro Imprese di Torino: C.C.I.A.A. di Torino n. REA Codice Azienda Bancaria n e Albo Banche n. 5319; Adesione al Fondo Nazionale di Garanzia e al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi; Appartenenza al Gruppo Bancario Veneto Banca (iscritto all Albo dei gruppi bancari in data 08/06/1992 cod. n ) e soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Veneto Banca S.c.p.a. CONTATTI PER LA STAMPA: Per approfondimenti, analisi e interviste con i nostri esperti scrivere a:

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 30 settembre 203 4 ottobre 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prezzo Chiusura Volumi medi giornalieri Capitalizzazione** da

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset.

Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset. Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset. Indice Chi Siamo Azienda Conte Diamonds 2 Investire in Diamanti 3 Vantaggi dell investimento in Diamanti 5 Il Diamante. Un investimento

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali Monetario Mercato monetario e mercato finanziario Finanziario Breve termine: 0-18 m. Lungo termine: > 18 m. Impiego liquidità Valuta / banconote / B.o.t. (buoni ordinati del tesoro) C/c (conto corrente)

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco 12/03/2015 Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco Giornalista: Dott.Greco questo bilancio chiude la prima fase del suo impegno sulla società. Qual è il messaggio che arriva al mercato da questi

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE A Ugo che ci ha insegnato con competenza e passione ad apprezzare ogni riga del Rapporto RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE Il presente rapporto è stato redatto

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Advisory Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 1 2 3 Il trend del risparmio gestito prima e dopo la crisi finanziaria

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Giugno 2015 CIO View Un pezzo dopo l altro Verso l integrazione fiscale europea Nove posizioni Le nostre previsioni L aumento

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

LETTERA DA WALL STREET. Di John Mauldin. Dio salvi il dollaro. Tutti i privilegi del biglietto verde

LETTERA DA WALL STREET. Di John Mauldin. Dio salvi il dollaro. Tutti i privilegi del biglietto verde LETTERA DA WALL STREET Di John Mauldin Dio salvi il dollaro Tutti i privilegi del biglietto verde Il termine privilegio esorbitante si riferisce al presunto vantaggio da parte degli Stati Uniti di avere

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

UBS CIO Monthly Letter

UBS CIO Monthly Letter ab CIO WM Ottobre 2012 UBS CIO Monthly Letter I banchieri centrali vestono il mantello dei supereroi Alexander S. Friedman CIO UBS WM Quando ero piccolo, mi piaceva guardare film come Superman. Oggi quei

Dettagli

Dalla crisi petrolifera agli anni 90: aspettative e problemi.

Dalla crisi petrolifera agli anni 90: aspettative e problemi. Dalla crisi petrolifera agli anni 90: aspettative e problemi. DI Borsatti Federico matr.552665 Uliano Giuseppina A. matr. 025653 Il valore della credibilità della politica economica nell economia italiana

Dettagli