LO PSICOLOGO EX ART.80 UNA SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE?

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LO PSICOLOGO EX ART.80 UNA SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE?"

Transcript

1 LO PSICOLOGO EX ART.80 UNA SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE? Le Aquile Reali sono in tutta Europa Gli Psicologi ex art. 80 sono 48 nel Lazio

2 LEGGE 56/89: ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI PSICOLOGO Art. 1: La professione di psicologo comprende l uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo e alle comunità

3 LO PSICOLOGO EX ART.80 SERVIZIO NUOVI GIUNTI IL PROTOCOLLO OPERATIVO I livello Valutazione del rischio di autolesionismo, di subire violenze e/o di infliggerle Pone particolare attenzione alle persone che presentino disagio psichico o altri fattori di vulnerabilità Quando lo ritiene necessario pone il soggetto a grande, grandissima sorveglianza o a rischio.

4 LO PSICOLOGO EX ART.80 SERVIZIO NUOVI GIUNTI IL PROTOCOLLO OPERATIVO II livello Si attiva per i soggetti a rischio e che necessitano di un periodo di osservazione.

5 LO PSICOLOGO EX ART.80 IL SERVIZIO DI OSSERVAZIONE E TRATTAMENTO IL PROTOCOLLO OPERATIVO L osservazione scientifica della personalità per i detenuti definitivi (per quelli in attesa di giudizio ) Programma trattamentale per i detenuti definitivi Riunione di equipe Relazioni per la richiesta di misure alternative alla detenzione Revoca o conferma della misura cautelativa della Grande Sorveglianza Relazioni richieste dalla Magistratura, dalla Direzione o dai Medici Colloqui di Trattamento psicologico continuativi e costanti, prestando scrupolosa osservanza delle disposizioni contenute nella circolare n n /9 del 12 maggio 2000, avente per oggetto Atti di autolesionismo e suicidi in ambiente penitenziario. Linee guida operative ai fini di una riduzione dei suicidi nelle carceri.

6 L IMPOSSIBILE APPLICAZIONE, NEL LAZIO, DEL DPCM 1/4/ 08 AGLI PSICOLOGI EX ART. 80 CI DICONO PER MANCANZA DI FONDI!?

7 PSICOLOGI EX ART. 80 PRESENZE NELLE 2 MAGGIORI CARCERI ROMANE Regina Coeli: Servizio Nuovi Giunti: 8 Psicologi a h.11,30 a settimana Servizio Oss. e Trattamento: 7 Psicologi a h.2,30 a settimana Rebibbia Nuovo Complesso: Servizio Nuovi Giunti: 1 Psicologo dirigente ASL a h. 38 settimanali già nei ruoli del Ministero di Giustizia come educatore, passato al Servizio Sanitario Regionale col DPCM 2008; 1 Psicologa a h. 38 settimanali dipendente a tempo determinato. Servizio Oss. e Trattamento: 11 Psicologi con una media che va tra i 3 ed i 4 ingressi al mese di max 5 ore

8 IL COMPENSO DEGLI PSICOLOGI EX ART.80 17,63 all ora lordi

9 GLI PSICOLOGI RIMASTI ESCLUSI DAL DPCM 1/4/ 08 Sono di fatto costretti, per mantenere il lavoro, a firmare convenzioni che si caratterizzano per l assenza di: ferie retribuite congedo per malattia indennità di rischio screening sanitari assolutamente indispensabili, in considerazione di patologie infettive (hiv, hcv, tbc ed altro) ad alto rischio di contagio presentate da una discreta percentuale della popolazione detenuta.

10 GLI PSICOLOGI EX ART.80 E LE ALTRE REGIONI REGIONE TOSCANA:GIUNTA REGIONALE Delibera N.693 del di istituire un Comitato Consultivo regionale tecnicoprofessionale di Sanità Penitenziaria, con la funzione di garantire un supporto consultivo tecnico-professionale alla struttura regionale di coordinamento succitata, composto da rappresentanti delle figure professionali sanitarie in transito al Sistema Sanitario Regionale (SSR) ed in particolare da: due rappresentanti dei Medici incaricati, un rappresentante degli Infermieri, un rappresentante degli Psicologi, un rappresentante del rimanente personale sanitario e da un Coordinatore sanitario individuato tra gli stessi;

11 Direzione Sanità Consulenti psicologi (esperti ex art. 80 ed ex art. 8) Questa Direzione intende ribadire quanto previsto dall art 3 comma 6 del citato DPCM riguardo l importanza di garantire la continuità dell assistenza sanitaria di natura psicologica prestata ai detenuti ; pertanto è necessario non disperdere la competenza professionale specifica, acquisita negli anni, dai consulenti psicologi (ex art. 80 L. 354/75 ed ex. art 8 L. 272/89). A tal fine si intende addivenire, per l utilizzo di detto personale, riguardo la loro funzione sanitaria esercitata all interno degli Istituti Penitenziari e nei Servizi Minorili, ad apposita convezione con il Provveditorato Regionale dell Amministrazione Penitenziaria (PRAP) e con il Centro Giustizia Minorile (CGM). Inoltre è volontà di questa Direzione garantire la funzione psicologica in ambito penitenziario, con l utilizzo di detto personale, al quale si dovrà aumentare, in modo congruente, il loro monte ore, ovvero quanto da loro espletato per la funzione sanitaria e individuato tramite la convezione sopraccitata. Per tali funzioni questi esperti potranno essere inquadrati nell ambito della specialistica ambulatoriale, facendo riferimento al succitato Accordo sindacale allegato e specificatamente al punto b. (Altre professionalità di cui l ACN del ).

12

13 LO PSICOLOGO EX ART.80

14 LO PSICOLOGO EX ART.80

15 LO PSICOLOGO EX ART.80

16 LO PSICOLOGO EX ART.80

17 LO PSICOLOGO EX ART.80 VI RINGRAZIA PER L ATTENZIONE!

- Di rinviare a successivi provvedimenti la ripartizione e la destinazione delle risorse residue.

- Di rinviare a successivi provvedimenti la ripartizione e la destinazione delle risorse residue. 70 17.9.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 38 b) Bilancio: integrazione di ulteriori 70.000 c) Tempi di realizzazione: 1 anno d) Soggetti da coinvolgere: Soggetti toscani partecipanti

Dettagli

1. Personale dipendente dell'amministrazione Penitenziaria e della Giustizia Minorile.

1. Personale dipendente dell'amministrazione Penitenziaria e della Giustizia Minorile. Versione del 10 Giugno 2009 Linee di indirizzo per il trasferimento dei rapporti di lavoro nel SSN del personale sanitario operante in materia di sanità penitenziaria soggette ad applicazione in sede regionale

Dettagli

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode.

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode. DOTT. IVAN TERSIGNI CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE STUDI Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'universita' Cattolica del Sacro Cuore di Roma il 21-7-1978, con votazione 110/110 e lode. Specializzato

Dettagli

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE Direzione Generale per l attuazione dei provvedimenti giudiziari

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE Direzione Generale per l attuazione dei provvedimenti giudiziari DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE Direzione Generale per l attuazione dei provvedimenti giudiziari Conferenza Nazionale LA RIFORMA DELLA SANITA PENITENZIARIA La risposta del Piemonte Torino 28 e 29 gennaio

Dettagli

L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA

L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA L' EVOLUZIONE DELLE NORME CHE REGOLANO L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NEL CONTRATTO DEL COMPARTO SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer PREMESSA

Dettagli

CARCERE ED OPG: VECCHI E NUOVI SCENARI DELL ASSISTENZA PSICHIATRICA AGLI AUTORI DI REATO Genova 16 maggio 2014

CARCERE ED OPG: VECCHI E NUOVI SCENARI DELL ASSISTENZA PSICHIATRICA AGLI AUTORI DI REATO Genova 16 maggio 2014 CARCERE ED OPG: VECCHI E NUOVI SCENARI DELL ASSISTENZA PSICHIATRICA AGLI AUTORI DI REATO Genova 16 maggio 2014 LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI ASSISTENZA PSICHIATRICA AGLI AUTORI DI REATO IL DPCM

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome palmeri pia paola Data di nascita 23/06/1968 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente penitenziario Dirigente - Casa Circondariale

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Testo aggiornato al 28 novembre 2011 Accordo 26 novembre 2009, n. 81 - CU Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2010, n. 2 Accordo, ai sensi dell articolo 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sul documento

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2337 del 29 dicembre 2011 pag. 1/7

ALLEGATOA alla Dgr n. 2337 del 29 dicembre 2011 pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2337 del 29 dicembre 2011 pag. 1/7 LINEE DI INDIRIZZO REGIONALI SULL ORGANIZZAZIONE DELLA SANITA PENITENZIARIA Premessa Il Decreto del Presidente del

Dettagli

Psicologia e Giustizia Anno 13, numero 2 Giugno-Dicembre 2012

Psicologia e Giustizia Anno 13, numero 2 Giugno-Dicembre 2012 Il Servizio Nuovi Giunti : un quarto di secolo di circolari, normative e attività dello Psicologo Ciro Garuti 1 Abstract Nel presente lavoro ci si soffermerà ad analizzare gli elementi normativi - previsti

Dettagli

Il Lavoro nelle Carceri del Lazio

Il Lavoro nelle Carceri del Lazio Il grado di civilizzazione di una società si misura dalle sue prigioni. F.M.Dostoevskij Il Lavoro nelle Carceri del Lazio Le proposte della FP CGIL di Roma e Lazio per uscire dall emergenza Roma, 17-02-2011

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 62 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Approvazione dello schema di disciplinare tra Provincia e Comunità per l'affidamento

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE PER LA SALUTE NEGLI ISTITUTI PENITENZIARI: PRIME INDICAZIONI ALLE AZIENDE USL PER LA REDAZIONE DEI PROGRAMMI AZIENDALI.

PROGRAMMA REGIONALE PER LA SALUTE NEGLI ISTITUTI PENITENZIARI: PRIME INDICAZIONI ALLE AZIENDE USL PER LA REDAZIONE DEI PROGRAMMI AZIENDALI. Progr.Num. 2/2010 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno Lunedì 11 del mese di Gennaio dell' anno 2010 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via Aldo

Dettagli

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE

CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE DOTT. ANDREA FRANCESCHINI Nato a Padova il 14/7/1949, risiede a Roma in via dei Fienaroli 36 cap 00153 Tel abitaz. 06 58310505 cell 3387008225 Regina Coeli 06 68029370

Dettagli

Praticabilità: come intervenire in ambito penitenziario - la specificità del setting. Paolo Pandolfi

Praticabilità: come intervenire in ambito penitenziario - la specificità del setting. Paolo Pandolfi Disuguaglianze in Salute e Screening Oncologici: dal CCM ai Piani della Prevenzione Verona, 29 aprile 2015 Praticabilità: come intervenire in ambito penitenziario - la specificità del setting Paolo Pandolfi

Dettagli

ALLEGATO "2" AL CAPITOLATO SPECIALE DI GARA - ELEMENTI FORNITI DALLE AZIENDE A.S.L. PER FORMULARE L'OFFERTA

ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE DI GARA - ELEMENTI FORNITI DALLE AZIENDE A.S.L. PER FORMULARE L'OFFERTA ALLEGATO "2" AL CAPITOLATO SPECIALE I GARA - ELEMENTI FORNITI ALLE AZIENE A.S.L. PER FORMULARE L'OFFERTA LAVORATORI TEMPORANEI A IMPIEGARE PRESSO LE AZIENE A.S.L. PER UN PERIOO I TRENTASEI MESI C.C.N.L.

Dettagli

proposta di legge n. 210

proposta di legge n. 210 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 210 a iniziativa dei Consiglieri Ciriaci, Eusebi, Trenta, Natali, Marangoni, Bucciarelli, Carloni, Massi, Latini, Sciapichetti, Acquaroli, Pieroni,

Dettagli

vista la legge n. 328/2000 legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali;

vista la legge n. 328/2000 legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali; REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 26 gennaio 2015, n. 18-942 Approvazione Protocollo Operativo tra Ministero della Giustizia, Regione Piemonte, Anci Piemonte, Tribunale

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 9 del 2-2-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 9 del 2-2-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 9 del 2-2-2015 O G G E T T O Dr.i Laura Mannarini e Giuseppe Maimone, medici di continuità assistenziale a tempo determinato

Dettagli

Interventi a sostegno dei diritti della popolazione detenuta della regione Lazio

Interventi a sostegno dei diritti della popolazione detenuta della regione Lazio Proposta di Legge regionale n. 11 del 28 giugno 2005 di iniziativa dei consiglieri Nieri, Tibaldi, Pizzo, Luciani e Peduzzi Oggetto: Interventi a sostegno dei diritti della popolazione detenuta della regione

Dettagli

IL PROGETTO CARCERE RESPONSABILE GIOVANNI VINCI 1

IL PROGETTO CARCERE RESPONSABILE GIOVANNI VINCI 1 IL PROGETTO CARCERE RESPONSABILE GIOVANNI VINCI 1 Attività in sede Si effettuano colloqui di orientamento per persone che si trovano in arresti domiciliari o sottoposte ad altre misure alternative alla

Dettagli

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE Tipologie di formazione 1- Formazione obbligatoria in sede e fuori sede L azienda ha ridisegnato, come già enunciato nella premessa al Piano Formativo Aziendale, il processo

Dettagli

Regolamento Servizio Assistenza Domiciliare Minori Premessa

Regolamento Servizio Assistenza Domiciliare Minori Premessa Regolamento Servizio Assistenza Domiciliare Minori Premessa A seguito della stesura del protocollo operativo, approvato dal Direttivo della Comunità Montana Valle Seriana Superiore con Delibera n. 27 del

Dettagli

Art. 1. Istituzione dei Servizi

Art. 1. Istituzione dei Servizi LEGGE REGIONALE 5 febbraio 2010, n.13 Istituzione dei servizi delle professioni sanitarie infermieristiche, ostetriche, riabilitative, tecnico sanitarie e tecniche della prevenzione e delle professioni

Dettagli

R e g i o n e L a z i o

R e g i o n e L a z i o (La scheda non deve superare le 7 cartelle, compreso la tabella indicatori) Titolo del Progetto o del programma: R e g i o n e L a z i o Ridurre la vulnerabilità alle malattie sessualmente trasmesse, con

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA per l attuazione della Medicina Penitenziaria ex Decreto Lgs. 22.6.1999, n. 230 tra - Regione Puglia, - Provveditorato Regionale dell Amministrazione Penitenziaria per la Puglia, -

Dettagli

0000000000 liliana.dellechiaie@giustizia.it

0000000000 liliana.dellechiaie@giustizia.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio Email istituzionale Delle Chiaie Liliana 03/09/1960 II Fascia Dirigente

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI AGGIORNAMENTO MARZO 2011. Via Bernardino Ramazzini, 31 00151 Roma

GUIDA AI SERVIZI AGGIORNAMENTO MARZO 2011. Via Bernardino Ramazzini, 31 00151 Roma GUIDA AI SERVIZI AGGIORNAMENTO MARZO 2011 Via Bernardino Ramazzini, 31 00151 Roma La Fondazione Villa Maraini onlus, naturale evoluzione della Comunità Terapeutica Villa Maraini fondata nel 1976 da Massimo

Dettagli

COMUNE DI PIOLTELLO Provincia di Milano

COMUNE DI PIOLTELLO Provincia di Milano COMUNE DI PIOLTELLO Provincia di Milano COPIA DETERMINAZIONE N. 15 DEL 21/01/2009 SETTORE: SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO: INTERVENTI SOCIALI OGGETTO: INCARICHI DI CONSULENZA PER IL SERVIZIO TUTELA MINORI

Dettagli

La Psicologia clinica: prospettive in ambito penitenziario

La Psicologia clinica: prospettive in ambito penitenziario La Psicologia clinica: prospettive in ambito penitenziario Dott.ssa Silvia Monauni Psicologa Psicoterapeuta Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche Ausl di Reggio Emilia Nel CEP (Comitato

Dettagli

F ORMATO EUROPEO. INFORMAZIONI PERSONALI Nome. ESPERIENZA LAVORATIVA dal 01/04/77 LUIGI RUBENS CURIA

F ORMATO EUROPEO. INFORMAZIONI PERSONALI Nome. ESPERIENZA LAVORATIVA dal 01/04/77 LUIGI RUBENS CURIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome LUIGI RUBENS CURIA Indirizzo Via Roma n 5 Telefono 0965/332891 Telefono Ufficio 0961856535 E-mail rubenscuria@yahoo.it; r.curia@regcal.it Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

Circolare N.69 del 10 Maggio 2012. Veterinari e medici. Trattamento fiscale dei compensi da lavoro autonomo

Circolare N.69 del 10 Maggio 2012. Veterinari e medici. Trattamento fiscale dei compensi da lavoro autonomo Circolare N.69 del 10 Maggio 2012 Veterinari e medici. Trattamento fiscale dei compensi da lavoro autonomo Veterinari e medici: trattamento fiscale dei compensi da lavoro autonomo Gentile cliente, con

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 14/10/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 82 - Supplemento n.

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 14/10/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 82 - Supplemento n. Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 7 ottobre 2014, n. 647 Istituzione dell'osservatorio regionale per l'attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 «Disposizioni

Dettagli

protocollo@pec.anticorruzione.it

protocollo@pec.anticorruzione.it DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE, PERSONALE, SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICA REG. DEL TIPO ANNO NUMERO CFR. FILE SEGNATURA.XML CFR. FILE SEGNATURA.XML A.N.AC. Autorità Nazionale Anticorruzione e per

Dettagli

Istituzione e disciplina del dipartimento delle dipendenze patologiche nelle Aziende USL.

Istituzione e disciplina del dipartimento delle dipendenze patologiche nelle Aziende USL. LEGGE REGIONALE N. 27 DEL 6-09-1999 REGIONE PUGLIA Istituzione e disciplina del dipartimento delle dipendenze patologiche nelle Aziende USL. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA N. 94 del 8

Dettagli

IL CENTRO REGIONALE DI OSSERVAZIONE PSICHIATRICA PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI GENOVA MARASSI

IL CENTRO REGIONALE DI OSSERVAZIONE PSICHIATRICA PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI GENOVA MARASSI IL CENTRO REGIONALE DI OSSERVAZIONE PSICHIATRICA PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI GENOVA MARASSI Dr. Roberto Maggi, psichiatra, coordinatore Dr.ssa Anna Berardi, psicologa Dr.ssa Emanuela D Angelo, psichiatra

Dettagli

INSERIMENTO LAVORATIVO PROFESSIONALIZZAZIONE DESCRIZIONE DELL UNITA DI OFFERTA E MODALITA DI RAPPORTO CON GLI OPERATORI DI RETE

INSERIMENTO LAVORATIVO PROFESSIONALIZZAZIONE DESCRIZIONE DELL UNITA DI OFFERTA E MODALITA DI RAPPORTO CON GLI OPERATORI DI RETE CIDIESSE COOPERATIVA SOCIALE R.L. INSERIMENTO LAVORATIVO PROFESSIONALIZZAZIONE DESCRIZIONE DELL UNITA DI OFFERTA E MODALITA DI RAPPORTO CON GLI OPERATORI DI RETE CARATTERISTICHE DELL AZIENDA La CIDIESSE

Dettagli

Il ruolo del Telefono Verde AIDS nella prevenzione dell infezione da HIV e delle IST

Il ruolo del Telefono Verde AIDS nella prevenzione dell infezione da HIV e delle IST VENTICINQUE ANNI DI ATTIVITÀ DEL TELEFONO VERDE AIDS E IST DELL ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ: DAL COUNSELLING TELEFONICO ALL INTERVENTO IN RETE Il ruolo del Telefono Verde AIDS nella prevenzione dell infezione

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA ISTITUTUTO SUPERIORE DI STUDI PENITENZIARI RI-CONOSCERE E VALORIZZARE LE ESPERIENZE NEL DAP MODELLO DI CANDIDATURA Istituto Superiore

Dettagli

Regolamento di organizzazione del Ministero della Giustizia. Report dei contributi e delle osservazioni in merito allo schema di DPCM CROAS Piemonte

Regolamento di organizzazione del Ministero della Giustizia. Report dei contributi e delle osservazioni in merito allo schema di DPCM CROAS Piemonte Consiglio Regionale del Piemonte Regolamento di organizzazione del Ministero della Giustizia Report dei contributi e delle osservazioni in merito allo schema di DPCM CROAS Piemonte Il documento è frutto

Dettagli

Protocollo di Accoglienza per alunni che presentano Bisogni Educativi Speciali

Protocollo di Accoglienza per alunni che presentano Bisogni Educativi Speciali Protocollo di Accoglienza per alunni che presentano Bisogni Educativi Speciali FINALITA 1 Questo documento denominato Protocollo di Accoglienza è una guida dettagliata di informazione riguardante l accoglienza

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Civitareale Irma Data di nascita 15/06/1954. dirigente penitenziario

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Civitareale Irma Data di nascita 15/06/1954. dirigente penitenziario INFORMAZIONI PERSONALI Nome Civitareale Irma Data di nascita 15/06/1954 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente penitenziario Dirigente - Casa Circondariale

Dettagli

PERCORSI DI ACCOGLIENZA IN CARCERE. Analisi delle normative specifiche relative al sistema penitenziario

PERCORSI DI ACCOGLIENZA IN CARCERE. Analisi delle normative specifiche relative al sistema penitenziario PERCORSI DI ACCOGLIENZA IN CARCERE Analisi delle normative specifiche relative al sistema penitenziario FONTI Costituzione: Artt.32 (diritto alla salute) e 27 (reinserimento dei soggetti condannati ed

Dettagli

IL LAVORO NEL CARCERE DI TRIESTE

IL LAVORO NEL CARCERE DI TRIESTE IL LAVORO NEL CARCERE DI TRIESTE Ruolo del Dipartimento di Salute Mentale nella prevenzione all invio in OPG a cura di Renata Bracco Bolzano, 30 novembre 2013 Il territorio del DSM di ASS1 Provincia di

Dettagli

1331 22/02/2012 DIREZIONE GENERALE OCCUPAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO. Identificativo Atto n. 116

1331 22/02/2012 DIREZIONE GENERALE OCCUPAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO. Identificativo Atto n. 116 Identificativo Atto n. 116 1331 22/02/2012 DIREZIONE GENERALE OCCUPAZIONE E POLITICHE DEL LAVORO INDICAZIONI REGIONALI PER PERCORSI FORMATIVI PER ADDETTI ALL ATTIVITA FUNEBRE IL DIRIGENTE DELLA U.O. ATTUAZIONE

Dettagli

Ai Direttori Generali delle Aziende Sanitarie. Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere

Ai Direttori Generali delle Aziende Sanitarie. Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere Prot. 35081/2012 Ai Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere Ai Direttori Generali degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico LORO SEDI

Dettagli

Roma, 21/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 100

Roma, 21/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 100 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Organizzazione Ufficio Centrale di monitoraggio e coordinamento in materia di protezione dei dati personali e accesso alle banche

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE INTRA MOENIA DEI MEDICI SPECIALISTI AMBULATORIALI INTERNI E DELLE ALTRE PROFESSIONALITA

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE INTRA MOENIA DEI MEDICI SPECIALISTI AMBULATORIALI INTERNI E DELLE ALTRE PROFESSIONALITA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE INTRA MOENIA DEI MEDICI SPECIALISTI AMBULATORIALI INTERNI E DELLE ALTRE PROFESSIONALITA 1 I N D I C E Articolo 1 PREMESSA Articolo 2 NORME GENERALI

Dettagli

Prove di screening a Rebibbia

Prove di screening a Rebibbia Verona 14 Dicembre 2010 Prove di screening a Rebibbia M. Mangia F. Odoardi E. Rossi UOC Programmi Di Prevenzione e Screening Asl RmB I detenuti e gli internati hanno diritto, al pari dei cittadini in stato

Dettagli

ACCORDI OPERATIVI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE. Dipartimento Dipendenze Patologiche Ser.T. Carceri S.s.

ACCORDI OPERATIVI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE. Dipartimento Dipendenze Patologiche Ser.T. Carceri S.s. MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE ISTITUTO PENALE PER MINORENNI Cesare Beccaria Dipartimento Dipendenze Patologiche Ser.T. Carceri S.s. Minori ACCORDI OPERATIVI IN MERITO AGLI INTERVENTI

Dettagli

Dirigente Generale - Provveditore Regionale

Dirigente Generale - Provveditore Regionale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cantone Carmelo Data di nascita 24/12/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dirigente Generale -

Dettagli

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Lo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio 2015 è stato predisposto ai

Dettagli

COMITATO UNICO di GARANZIA (C.U.G.)

COMITATO UNICO di GARANZIA (C.U.G.) COMITATO UNICO di GARANZIA (C.U.G.) REGOLAMENTO di ISTITUZIONE e FUNZIONAMENTO del COMITATO UNICO di GARANZIA (CUG) per le PARI OPPORTUNITA, la VALORIZZAZIONE del BENESSERE di CHI LAVORA e CONTRO le DISCRIMINAZIONI

Dettagli

Legge Regionale N. 18 Del 04-03-1977 REGIONE CAMPANIA

Legge Regionale N. 18 Del 04-03-1977 REGIONE CAMPANIA Legge Regionale N. 18 Del 04-03-1977 REGIONE CAMPANIA >. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA

Dettagli

Prot. n. 5059 San Marzano di San Giuseppe, 01/12/2012.

Prot. n. 5059 San Marzano di San Giuseppe, 01/12/2012. Istituto Comprensivo Statale A.Casalini Via Lazio 3 74020 S.Marzano di S.G. (TA) TEL. 099/9574163 FAX:099/9571309 C.F.: 90121500731 Email:taic822009@istruzione.it Cod. mecc. TAIC822009 Sito internet: www.scuolacasalini.it

Dettagli

Lo stato di salute dei detenuti tossicodipendenti in Toscana: I risultati di uno studio di coorte toscano

Lo stato di salute dei detenuti tossicodipendenti in Toscana: I risultati di uno studio di coorte toscano Lo stato di salute dei detenuti tossicodipendenti in Toscana: I risultati di uno studio di coorte toscano Berti A. Berti A., Orsini C., Silvestri C., Aversa L., Voller F., Cipriani F Osservatorio di Epidemiologia

Dettagli

Finalità Obiettivi Utenza Organizzazione Coordinamento

Finalità Obiettivi Utenza Organizzazione Coordinamento PROTOCOLLO D INTESA TRA L ASL DI BRESCIA E L AZIENDA SPECIALE CONSORTILE OVEST SOLIDALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO TUTELA MINORI INTERESSATI DA PROVVEDIMENTI DELLA MAGISTRATURA ANNO 2011 Premessa La

Dettagli

Dirigente - Casa Circondariale Cuneo

Dirigente - Casa Circondariale Cuneo INFORMAZIONI PERSONALI Nome mazzeo claudio Data di nascita 16/03/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente penitenziario MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dirigente

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1711/2015 ADOTTATA IN DATA 13/11/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1711/2015 ADOTTATA IN DATA 13/11/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1711/2015 ADOTTATA IN DATA 13/11/2015 OGGETTO: Nuove determinazioni in merito all organizzazione dell assistenza sanitaria presso la casa circondariale di Bergamo. IL DIRETTORE GENERALE

Dettagli

Screening e diagnosi precoce delle principali patologie infettive correlate all uso delle sostanze stupefacenti

Screening e diagnosi precoce delle principali patologie infettive correlate all uso delle sostanze stupefacenti Centro Operativo AIDS WORKSHOP Progetto DTPI Screening e diagnosi precoce delle principali patologie infettive correlate all uso delle sostanze stupefacenti Linee di indirizzo DPA e Ministero della Salute

Dettagli

L anno, il giorno. del mese di, nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA

L anno, il giorno. del mese di, nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA Protocollo di Intesa tra la Seconda Università degli Studi di Napoli e la Regione Campania per la formazione di laureandi dei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie L anno, il giorno. del mese di,

Dettagli

DIPARTIMENTO 3 D AREE DI INDAGINE

DIPARTIMENTO 3 D AREE DI INDAGINE DIPARTIMENTO 3 D AREE DI INDAGINE Area Devianza Target di riferimento: Stranieri tossicodipendenti e/o alcoldipendenti detenuti e/o in misura alternativa Area Dipendenza Target di riferimento Stranieri

Dettagli

Gli effetti decorrono dal giorno della sottoscrizione, salvo diversa prescrizione contenuta nel contratto in esame.

Gli effetti decorrono dal giorno della sottoscrizione, salvo diversa prescrizione contenuta nel contratto in esame. Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Previdenza Ufficio I Normativo Roma, 02/02/2009 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Alle

Dettagli

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 25 del 29.07.2010 ART. 1 - FINALITÀ' DEL SERVIZIO La refezione scolastica è un servizio comunale

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE Oggetto: approvazione schema di Accordo di Collaborazione e schema di Protocollo Operativo con l Amministrazione Comunale di Ussana (Cagliari) per l attivazione e gestione di un Centro Crisi per persone

Dettagli

PROTOCOLLO OPERATIVO TRA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA, REGIONE PUGLIA, ANCI PUGLIA E TRIBUNALI DI SORVEGLIANZA DI BARI, LECCE,TARANTO

PROTOCOLLO OPERATIVO TRA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA, REGIONE PUGLIA, ANCI PUGLIA E TRIBUNALI DI SORVEGLIANZA DI BARI, LECCE,TARANTO PROTOCOLLO OPERATIVO TRA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA, REGIONE PUGLIA, ANCI PUGLIA E TRIBUNALI DI SORVEGLIANZA DI BARI, LECCE,TARANTO - Considerato in premessa che le parti impegnate nel presente Accordo

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE REGOLAMENTO CENTRO DIURNO DISABILI L AGORA

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE REGOLAMENTO CENTRO DIURNO DISABILI L AGORA COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE REGOLAMENTO CENTRO DIURNO DISABILI L AGORA Allegato alla delibera di C.C. n.32 dell 11/05/07 1 ART.1 (Definizione) Il Centro diurno per disabili

Dettagli

O R I G I N A L E R E G I O N P U G L. Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale

O R I G I N A L E R E G I O N P U G L. Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale R E G I O N P U G L E IA Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale Area: POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA Codice CIFRA: ATP / DEL / 2013 / OGGETTO:

Dettagli

Dirigente - CASA CIRCONDARIALE REBIBBIA FEMMINILE ROMA

Dirigente - CASA CIRCONDARIALE REBIBBIA FEMMINILE ROMA INFORMAZIONI PERSONALI Nome DEL GROSSO IDA Data di nascita 01/02/1968 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dirigente - CASA CIRCONDARIALE

Dettagli

Ministero dell Istruzione,dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale

Ministero dell Istruzione,dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale Ministero dell Istruzione,dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale Prot. n 14101 Palermo, 03/07/13 Ufficio VI Dirigente: Luca Girardi AI DIRIGENTI

Dettagli

Proposte della FIMP Campania per il nuovo ACR

Proposte della FIMP Campania per il nuovo ACR Proposte della FIMP Campania per il nuovo ACR ACCORDI INTEGRATIVI REGIONALI Compito di integrare, disciplinare e negoziare compiti, funzioni e prestazioni dell ACN Per adeguarli alle caratteristiche organizzative

Dettagli

SCHEMA DEL PROTOCOLLO D INTESA PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO CORSO DI GUIDA SICURA- 2012 PER IL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA TRA

SCHEMA DEL PROTOCOLLO D INTESA PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO CORSO DI GUIDA SICURA- 2012 PER IL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA TRA ALLEGATO A SCHEMA DEL PROTOCOLLO D INTESA PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO CORSO DI GUIDA SICURA- 2012 PER IL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA La Regione Lazio TRA E il Ministero della Giustizia- Dipartimento

Dettagli

LA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEL CCNL COMPARTO SCUOLA: DISPOSIZIONI CONTRATTUALI DI RIFERIMENTO

LA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEL CCNL COMPARTO SCUOLA: DISPOSIZIONI CONTRATTUALI DI RIFERIMENTO LA SICUREZZA E LA PREVENZIONE NEL CCNL COMPARTO SCUOLA: DISPOSIZIONI CONTRATTUALI DI RIFERIMENTO CCNI DEL 31.8.1999 TUTELA DELLA SALUTE NELL AMBIENTE DI LAVORO Art. 57 - Finalità 1. Al fine di assicurare

Dettagli

Numero telefonico dell ufficio 0885/781815, 0885/419277 Fax dell ufficio 0885/781815,0885/412864

Numero telefonico dell ufficio 0885/781815, 0885/419277 Fax dell ufficio 0885/781815,0885/412864 Nome ROGGIA TERESA Data di nascita 22/07/1961 Qualifica PSICOLOGA Amministrazione ASL FG Incarico attuale nessuno Numero telefonico dell ufficio 0885/781815, 0885/419277 Fax dell ufficio 0885/781815,0885/412864

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO Provincia di Treviso Determinazione del Dirigente del settore Servizi ai cittadini

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO Provincia di Treviso Determinazione del Dirigente del settore Servizi ai cittadini COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO Provincia di Treviso Determinazione del Dirigente del settore Servizi ai cittadini N generale 526 Data 01/09/2010 N di Protocollo: Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO DI COORDINATORE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L INSERIMENTO DEI PAZIENTI PSICHIATRICI NELLE RSA e NEI CDI

PROTOCOLLO D INTESA PER L INSERIMENTO DEI PAZIENTI PSICHIATRICI NELLE RSA e NEI CDI PROTOCOLLO D INTESA PER L INSERIMENTO DEI PAZIENTI PSICHIATRICI NELLE RSA e NEI CDI Indice : 1. Scopo del protocollo 2. Invio 3. Verifiche 2.1 tipologia dell utenza 2.2 procedura segnalazione 2.3 procedura

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1052 DEL 10/09/2015

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1052 DEL 10/09/2015 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1052 DEL 10/09/2015 OGGETTO: Approvazione convenzione con il Dipartimento di Pedagogia,

Dettagli

FINE DELLA CONTINUITÀ DEL LAVORO DEGLI PSICOLOGI ESPERTI ART. 80 NEGLI ISTITUTI PENITENZIARI E NELL ESECUZIONE PENALE ESTERNA

FINE DELLA CONTINUITÀ DEL LAVORO DEGLI PSICOLOGI ESPERTI ART. 80 NEGLI ISTITUTI PENITENZIARI E NELL ESECUZIONE PENALE ESTERNA FINE DELLA CONTINUITÀ DEL LAVORO DEGLI PSICOLOGI ESPERTI ART. 80 NEGLI ISTITUTI PENITENZIARI E NELL ESECUZIONE PENALE ESTERNA Note alla Circolare 3645/6095 dell 11 giugno 2013 Impiego degli esperti di

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE G. PARODI ACQUI TERME

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE G. PARODI ACQUI TERME ACQUI TERME Corso di formazione Divieto di assunzione bevande alcoliche per gli insegnanti Linee di indirizzo della Regione Piemonte per la verifica di assenza di rischi alcolcorrelati del 22 ottobre 2012

Dettagli

Proposta di riorganizzazione della rete sanitaria per il controllo e la. Obiettivi e Strumenti

Proposta di riorganizzazione della rete sanitaria per il controllo e la. Obiettivi e Strumenti Proposta di riorganizzazione della rete sanitaria per il controllo e la cura delle infezioni da HIV nel Lazio Obiettivi e Strumenti Enrico Girardi per il gruppo tecnico HIV LaziozioSanità -ASP UOC Epidemiologia

Dettagli

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera

ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA Azienda Ospedaliera Vista la determinazione dirigenziale n.125 del 24.03.15; visto l art.7 comma 6 del D.Lgs.165/01; visto il regolamento aziendale per il conferimento di

Dettagli

L anno il giorno.del mese di nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA

L anno il giorno.del mese di nella sede della Giunta Regionale della Campania TRA Protocollo di Intesa tra l'università degli Studi di Napoli "Federico II" e la Regione Campania per la formazione di laureandi dei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie L anno il giorno.del mese

Dettagli

REGOLAMENTO CONTENENTE I CRITERI PER L EROGAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO AL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO CONTENENTE I CRITERI PER L EROGAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO AL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO CONTENENTE I CRITERI PER L EROGAZIONE DEI PREMI DI RISULTATO AL PERSONALE DIPENDENTE Approvato con deliberazione del Consiglio dei Delegati n. 13 del 30/12/2008 Approvato dalla Provincia di

Dettagli

Decreto Legislativo 5 dicembre 2003, n. 343

Decreto Legislativo 5 dicembre 2003, n. 343 Decreto Legislativo 5 dicembre 2003, n. 343 "Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, sull'ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, a norma dell'articolo

Dettagli

IL PERSONALE DI STUDIO MEDICO. Dr. Filippo Capriotti 11 ottobre 2011 JESI Ospedale Murri

IL PERSONALE DI STUDIO MEDICO. Dr. Filippo Capriotti 11 ottobre 2011 JESI Ospedale Murri IL PERSONALE DI STUDIO MEDICO Dr. Filippo Capriotti 11 ottobre 2011 JESI Ospedale Murri PARTE GENERALE Il personale, collaboratore di studio ed infermieristico, risultano essere una risorsa preziosa per

Dettagli

Funzionigramma Comunità Panta Rei

Funzionigramma Comunità Panta Rei Funzionigramma Comunità Panta Rei Sanitario Psicoterapia/Psichiatra: In collaborazione con la Psicoterapeuta/Psicologa/NPI si occupa della valutazione clinica degli utenti nella fase del preingresso e

Dettagli

B A N D O D I S E L E Z I O N E TECNICO ESPERTO NELLE RELAZIONI EDUCATIVE COUNSELING

B A N D O D I S E L E Z I O N E TECNICO ESPERTO NELLE RELAZIONI EDUCATIVE COUNSELING Convenzionato con l Università di Urbino Carlo Bò per tirocinio di formazione e orientamento B A N D O D I S E L E Z I O N E TECNICO ESPERTO NELLE RELAZIONI EDUCATIVE COUNSELING Corso libero autorizzato

Dettagli

L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI. Raffaella Bonforte - Angelita Volpe

L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI. Raffaella Bonforte - Angelita Volpe L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI Raffaella Bonforte - Angelita Volpe "La R.S.A. è una struttura extra-ospedaliera per anziani disabili, prevalentemente non autosufficienti, non assistibili

Dettagli

Funzionario della professionalità di servizio sociale. Posizione Organizzativa - Studi, analisi e programmazione della D.G.E.P.E.

Funzionario della professionalità di servizio sociale. Posizione Organizzativa - Studi, analisi e programmazione della D.G.E.P.E. INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAESTRI ROBERTA Data di nascita 13/07/1965 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio 06 E-mail istituzionale Funzionario della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONIO ANDREUZZI VIA Roma 9 33092 MEDUNO (PN)

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONIO ANDREUZZI VIA Roma 9 33092 MEDUNO (PN) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONIO ANDREUZZI VIA Roma 9 33092 MEDUNO (PN) Codice Fiscale: 81018040931 Codice Meccanografico: PNIC81000P E-mail: pnic81000p@istruzione.it PEC: pnic81000p@pec.istruzione.it

Dettagli

Dirigente - Dip.Amm.ne Penit. - DG Detenuti - Uff IV Serv.Sanitari

Dirigente - Dip.Amm.ne Penit. - DG Detenuti - Uff IV Serv.Sanitari INFORMAZIONI PERSONALI Nome Montesanti Paola Data di nascita 23/03/1958 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dirigente - Dip.Amm.ne

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

REGIONE LAZIO. OGGETTO: Piano regionale della prevenzione 2005 2007 Anno 2005 LA GIUNTA REGIONALE

REGIONE LAZIO. OGGETTO: Piano regionale della prevenzione 2005 2007 Anno 2005 LA GIUNTA REGIONALE DGR 729 del 4 agosto 2005-08-29 REGIONE LAZIO OGGETTO: Piano regionale della prevenzione 2005 2007 Anno 2005 LA GIUNTA REGIONALE SU PROPOSTA dell Assessore alla Sanità; VISTO lo Statuto della Regione Lazio;

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LAFFRANCO, BIANCONI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LAFFRANCO, BIANCONI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 572 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI LAFFRANCO, BIANCONI Disciplina della professione di educatore di asilo nido e istituzione

Dettagli

AREA ANALISI, PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA

AREA ANALISI, PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA AREA ANALISI, PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA 1/6 Premessa Il Dipartimento di Sanità Pubblica dell Azienda USL di Bologna ha la finalità di prevenire le malattie,

Dettagli

ACCORDO FINALIZZATO ALL ABBATTIMENTO DELLE LISTE D ATTESA PERSONALE DEL COMPARTO

ACCORDO FINALIZZATO ALL ABBATTIMENTO DELLE LISTE D ATTESA PERSONALE DEL COMPARTO ACCORDO FINALIZZATO ALL ABBATTIMENTO DELLE LISTE D ATTESA PERSONALE DEL COMPARTO - Visto l Accordo sulle prestazioni aggiuntive sottoscritto in data 26.01.2012 ed approvato dalla Giunta Regionale con deliberazione

Dettagli

05217089 carlo.berdini@giustizia.it

05217089 carlo.berdini@giustizia.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio Email istituzionale Berdini Carlo 29/03/1967 II Fascia Dirigente Direttore

Dettagli

LA PSICOLOGIA PENITENZIARIA

LA PSICOLOGIA PENITENZIARIA LA PSICOLOGIA PENITENZIARIA Relazione presentata da Fulvio Frati al Convegno PSICOLOGIA E NUOVE PROFESSIONALITÀ tenutosi a Urbino il 23 e il 24 Novembre 2001, e redatta con la collaborazione dei Colleghi

Dettagli

PRINCIPI GENERALI PER L INTEGRAZIONE DI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PRINCIPI GENERALI PER L INTEGRAZIONE DI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ALL ISC 05 Ed 1 -Rev 1 del 08/2011 SISTEMA DI GESTIONE QUALITÀ CERTIFICATO N 5705/0 SECONDO LA NORMA ISO 9001:2008 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA- INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI E SEDI ASSOCIATE Il

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. VALENTINI SIMONETTA Data di nascita 23/09/1966. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 0666165122

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. VALENTINI SIMONETTA Data di nascita 23/09/1966. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 0666165122 INFORMAZIONI PERSONALI Nome VALENTINI SIMONETTA Data di nascita 23/09/1966 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia Dirigente - UFFICIO CONTENZIOSO 0666591839

Dettagli