Project Sheets IBAC 2011 ITA-IBA P0

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Project Sheets IBAC 2011 ITA-IBA001-110527-P0"

Transcript

1 Project Sheets IBAC 2011 ITA-IBA P0

2 ITA-IBA P1 Agenda Mobilità sostenibile ICT Turismo e marketing territoriale 1

3 ITA-IBA P2 Traffic Monitor and Prediction Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 1 Proponente: Stefano Bezzi Aggiornato al 23 Maggio 2011 Monitorare e predire i flussi di traffico, potenziali congestioni ed ingorghi sono importanti strumenti per supportare l Amministrazione a prendere le opportune azioni nella gestione della mobilità e nella pianificazione di breve periodo. Queste funzioni potrebbero essere disponibili anche per i cittadini permettendo di selezionare il miglior trasferimento multimodale (auto, parcheggio, autobus, car sharing) in relazione alle condizioni di congestione del traffico Per implementare strumenti di monitoraggio e predizione occorre una piattaforma con le seguenti funzioni: - Capacità di collezionare dati real time da tutte le infrastrutture ed analizzarli in tempo reale - Capacità di prevedere i flussi di traffico all interno della rete di mobilità di Roma sulla base dei dati istantanei e le serie storiche La conoscenza dei flussi di traffico e l evoluzione in un arco di 90 minuti guida i benefici ed in particolare consente di: - prendere le opportune azioni per rispondere in modo appropriato alle situazioni critiche - di selezionare da parte dei viaggiatori la migliori modalità di spostamento basata sulle reali condizioni del traffico ed ancora più importante sulla loro previsione - di ottimizzare l utilizzo delle infrastrutture riducendo i picchi ed in generale la congestione e l inquinamento Agenzia Mobilità Roma, ATAC, Taxi Coops, Ensurance Agencies, Costruttori Auto, Info Traffic providers (Autostrade) Definire le appropriate politiche per introdurre e sviluppare avvisi del traffico Definire un piano implementativo Definire una coerente struttura di trasporti Definire un business model Identificare l approccio per monitorare infrastrutture e flotte Lavorare con partener e stakeholders (i proprietari dei dati) Identificare un responsabile del servizio Analizzare i rischi finanziari connessi al lungo Pay Back Eseguire un approfondito studio per completare il business case con tutti gli stakeholders Identificare una road map (collect, analyze, forecast, inform) Implementare un pilota su un definito gruppo di quartieri Sviluppo completo 2

4 ITA-IBA P3 Smarter Mobility Maturity Model Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 2 Proponente: Stefano Bezzi Aggiornato al 23 Maggio 2011 Roma ha una situazione molto peculiare con numerosi vincoli territorio, storici ed economici. La mobilità è oggetto di numerosi progetti infrastrutturali e di politiche innovative ITT può migliorare notevolmente l efficacia dei progetti di mobilità. Il piano per gli investimenti tecnologici deve essere integrato con i progetti infrastrutturali e lo sviluppo delle politiche. In più deve essere coerente con le best practices adottate da altre città nel mondo. IBM ha una specifica metodologia per sviluppare un piano integrato per i trasporti urbani basato su benchmarks internazionali e gap analysis Assessorato, Agenzia Mobilità Roma, ATAC, Other agencies and Companies (Taxi Coops, Vehicle Sharing, Tourist operators, Major Events) Integrare Piano della Mobilità di Roma con l innovazione tecnologica per renderlo UN PIANO Definire le fasi Il principale fattore di beneficio è la definizione di piano coerente per l innovazione nella mobilità che permetta di ottenere I seguenti obiettivi: - Identificare chiaramente le politiche di mobilità - Controllare lo stato effettivo della mobilità in termini di sistemi, applicazioni funzioni e tools - Definire la gap analisi e disegnarla su una roadmap - Verificare la roadmap con le best practices - Evitare gli investimenti a pioggia Innovazione tecnologica deve essere inclusa come parte integrante delle modalità di trasporto Tutte le parti devono cooperare Una forte governance è un prerequisito Identificare l insieme di risorse che lavorerà al piano Allocare le risorse appropriate 3

5 ITA-IBA P4 Smarter Sharing Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 3 Proponente: Stefano Bezzi Aggiornato al 23 Maggio 2011 Il servizio di sharing di veicoli elettrici è un iniziativa chiave nel piano di sostenibilità di Roma Capitale La soluzione di Smarter Sharing Solution si basa sull idea di massimizzare il fattore di carico dell automobili il che implica avere le automobili sempre prenotate ed il più possibile in movimento Per ottenere questo obiettivo è necessario un sistema di parcheggi distribuito ed un avanzato sistema di prenotazione che abbai caratteristiche predittive basate sull analisi della domanda, la distribuzione ed il prezzo. Questo progetto è basato su un approccio per fasi e potrebbe partire dalla focalizzazione su specifici quartieri e gruppi di utenti( per esempio Eur, Tridente, ) I principali benefici sono in relazione con il fattore di carico delle automobili (load factor): - Riduzione di occupazione del suolo pubblico - Tempi di accesso al centro - Minore inquinamento - Più utenti di car sharing Il progetto richiede un investimento addizionale per il sistema di prenotazione che è compensato dalla riduzione dei veicoli che devono essere dedicati al car sharing Introducendo i veicoli elettrici in un quartiere (ad esempio l Eur)è possibile realizzare un importante Proof Of Concept degli effetti dell auto elettrica come elemento equilibratore delle Smart Grid ACEA, ENEL, Agenzia Mobilità Roma, ATAC, Eur Spa, Eurgena, IBM, OEM (costruttori di automobili) Definizione delle appropriate politiche per l introduzione e lo sviluppo del car sharing elettrico Modalità di individuazione e realizzazione di sistema diffuso di parcheggi attrezzati Selezione degli appropriati Quartieri Hub Trovare le appropriate motivazioni all utilizzo delle auto elettriche Possibilità di sovrapposzione con altre inziative di car sharing Necessità di gestire il cambiamento E richiesta una forte innovazione di processo Effettuare un approfondito studio di fattibilità per la costruzione di un analitico Business Case Identificare un percorso per fasi Implementare un pilota Estendere il pilota 4

6 ITA-IBA P5 E-mobility Italy Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 4 Proponente: Andrea Valcalda Aggiornato al 20 Maggio 2011 Test in tre città pilota (Pisa, Roma e Milano); 100 veicoli elettrici equipaggiati con batterie agli ioni di litio, 400 i punti di ricarica tra pubblici e privati 100 punti di ricarica pubblica e 35 Smart Elettric Drive a Roma Infrastrutture intelligenti sviluppate da Enel, basate sulla tecnologia del contatore elettronico; comunicazione tra veicolo e rete consentita Soluzioni tecniche capaci di supportare sia i veicoli elettrici esistenti, sia quelli di nuova generazione Rientra in progetti di ricerca finalizzati a valutare le performance in termini di abbattimento delle emissioni e di efficienza energetica. Il progetto e la città di Roma sono inclusi in "Green E-motion", finanziato congiuntamente dalla UE nell ambito del 70 Programma Quadro Uso di energia rinnovabile per la ricarica I costi per le infrastrutture installate per e-mobility Italy sono a carico di Enel I veicoli elettrici permettono di risparmiare il 40% di energia primaria rispetto ai veicoli ICE tradizionali (analisi WTW) Zero emissioni locali. Anche le emissioni di CO2 possono essere ridotte significativamente. Una macchina elettrica può emettere fino al 46% in meno di CO2 rispetto ad un veicolo con motore endotermico (analisi WTW) Con le energie rinnovabili, aumentano i benefici ambientali Il valore verde dell iniziativa può favorire la candidatura di Roma per ospitare le Olimpiadi 2020 Enel S.p.A. / Daimler Smart Roma Capitale - Dipartimento Mobilità e Trasporti Agenzia Roma servizi per la mobilità Roma Capitale Dipartimento Tutela Ambiente e del Verde (Green E- Motion) Lo svolgimento del progetto è in corso Promuovere la mobilità elettrica sia a livello locale che nazionale Favorire la consapevolezza dei cittadini circa la mobilità sostenibile Migliorare il progetto con estensioni ed incremento di iniziative nel campo della mobilità elettrica 5

7 ITA-IBA P6 Diamante a Roma Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 5 Il Diamante è un innovativa centrale fotovoltaica che sarà realizzata in Via Gramsci, nell area prospiciente la Facoltà di Architettura La sua caratteristica più innovativa è la possibilità di accumulare energia grazie alle batterie di ultimissima generazione, per fornire energia pulita anche durante la notte senza alcuna emissione di CO2 Il 14 Aprile 2011, è stato firmato il Protocollo d Intesa tra Enel S.p.A., Roma Capitale e l Università degli Studi di Roma La Sapienza Proponente: Andrea Valcalda Aggiornato al 20 Maggio 2011 Enel S.p.A. Enel Ingegneria e Innovazione S.p.A. Roma Capitale / Dipartimento Tutela Ambiente e del Verde. Università degli studi di Roma La Sapienza Facoltà di Architettura Valle Giulia In attesa della firma della Convenzione tecnica. Autorizzazioni tecniche ed amministrative richieste per la realizzazione Il progetto Diamante è stato finanziato interamente da Enel, e produrrà elettricità per l illuminazione pubblica, per le aree verdi e per la ricarica dei veicoli elettrici Il Diamante è una centrale cittadina, non connessa alla rete, capace di erogare energia che produce direttamente dal sole, 24 ore al giorno In Piazza Churchill verrà installata anche una colonnina per il car sharing elettrico; il Diamante potrà contribuire ad alimentare questa utenza Il suo design sintetizza l integrazione armonica tra l innovazione tecnologica e l ambiente cittadino o naturale Il Diamante alimenta la consapevolezza circa le energie rinnovabili tra i cittadini promuovendo attività di informazione permanente come ad esempio visite guidate e seminari Il progetto esecutivo è stato approvato La realizzazione inizierà successivamente al rilascio delle autorizzazioni necessarie 6

8 ITA-IBA P7 Migliorare i servizi di trasporto pubblico di Roma Capitale Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 6 L'obiettivo del progetto è migliorare i servizi di Trasporto Pubblico mediante l'applicazione di avanzate metodologie analitiche Tra le diverse applicazioni possiamo elencare le seguenti: - Analisi, vantaggi e risparmi per stabilire il numero corretto di corsie preferenziali da costruire - Ottimizzazione della frequenza dei servizi di autobus - Analisi di fumi e gas di scarico causati dai servizi di trasporto pubblici Il progetto si basa sulle esperienze fatte con alcuni comuni italiani Impatti/Benefici: - Miglioramento della velocità del trasporto pubblico - Riduzione delle emissioni CO2 e miglioramento della qualità dell aria - Riduzione dei costi (milioni di Euro sulla base di recenti business case) - Aumento della soddisfazione dei cittadini e dei turisti a proposito del trasporto pubblico - Riduzione dell uso di veicoli privati Investimenti: - L avvio del progetto dovrebbe coinvolgere un approccio Think big, start small con limitati investimenti iniziali Proponente: SAS Aggiornato al 9 Maggio 2011 SAS Venditori hardware System integrators Da definire con il dipartimento Trasporti Pubblici 7

9 ITA-IBA P8 Micormobilità urbana a Roma Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 7 Proponente: Renault Aggiornato al 21 Maggio 2011 Sviluppo della Micromobilità Urbana mediante una soluzione innovativa di trasporto alternativo, un trasporto pubblico individuale, flessibile e indipendente Un servizio di Micromobilità, sviluppato in coerenza con gli standard di car-sharing nazionali, e concepito su: - Stazioni di Micromobilità dislocati in punti centrali (ZTL) e in prossimità della principali stazioni ferroviarie e metro - Un concetto innovativo di veicolo urbano, che cambia la mobilità: Renault Twizy con 4 ruote e 2 posti in linea Renault Italia Renault casa madre Roma Capitale Modello Operativo Ruolo di Roma Mobilità Enel Acea ICS TRS - Modello d utilizzo flessibile: Possibilità di lasciare Twizy in una Stazione di Micromobilità diversa da quella di prelievo (un estensione del modello di car-sharing attuale) Mobilità per tutti in centro città flessibile e pratica, complementare al trasporto pubblico Mobilità ecologica (a zero emissioni) per ridurre l inquinamento prodotto da mezzi di trasporto Mobilità innovativa senza limiti per la ZTL, senza inquinamento, senza rumore, senza stress per parcheggio o traffico Budget e finanziamento del progetto Studio di fattibilità (aspetti operativi ed economici) Definizione del modello operativo 8

10 ITA-IBA P9 Progetto Fiumicino Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 8 Proponente: Ferrovie dello Stato Aggiornato al 9 Maggio 2011 Realizzazione di un nuovo collegamento diretto al nuovo terminal nord ( 4 5 km di collegamento sotterraneo) con innesto sulla linea Roma Pisa Realizzazione Sistema di mobilità interna (People Mover) tra il Terminal Nord e l esistente Terminal, a cura ADR Riqualificazione della stazione con aumento delle aree commerciali Realizzazione sistema informativo innovativo multidisciplinare con contenuti trasportistici (ferroviari, aerei, urbani) e di servizi utili ai viaggiatori turisti Informazione in tempo reale Espansione dell attuale aeroporto nell area a nord di esso (quarta pista) Incremento della capacità del sistema della mobilità in modo tale da soddisfare la domanda di trasporto futura Creazione di un sistema di trasporto passeggeri tipo intermodale Riduzione dei tempi di percorrenza e ottimizzazione delle distanze percorse dai viaggiatori all interno dell aeroporto Miglioramento del livello di servizio e dell immagine per i viaggiatori e turisti Maggiore attrattività del servizio ferroviario con incremento della clientela Regione Lazio Roma Capitale Aeroporti di Roma Ferrovie dello Stato Nuovo collegamento terminal nord e people mover: consolidamento della scelta progettuale Importo per riqualificazione, sistema informativo, interscambio (c.a. 6 mln ). Reperimento finanziamenti necessari alla realizzazione Capacità di coordinamento degli attori coinvolti Chiara definizione delle fasi operative 9

11 ITA-IBA P10 Progetto Tiburtina Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 9 Potenziamento ed accelerazionedel ruolo/funzione della stazione come centro di servizi (trasporto e altri) per le persone in stazione e per tutta la città Specializzazione delle linee per tipologia di traffico Implementazione delle strutture per l accessibilità, l interscambio modale, le aree commerciali, direzionali e ricettive Potenziamento del sistema informativo multidisciplinare Sviluppo sostenibilità energetica Effetti positivi sulla mobilità urbana, extraurbana nazionale ed internazionale, accompagnati da crescita del settore turistico Aumento dell offerta AV da/per Roma per il Nord e per il Sud Potenziamento del ruolo economico dell area romana Proponente: Ferrovie dello Stato Aggiornato al 19 Maggio 2011 Ferrovie dello Stato Roma Capitale ATAC e altre Società di Trasporto Partner Commerciali/Immobiliari Coordinamento tra le varie Società/Enti interessati Ridefinizione piano del trasporto urbano ed extraurbano Valorizzazione trasportistica della stazione Ritardi nel potenziamento della nuova viabilità Insufficiente disponibilità finanziaria per l investimento 10

12 ITA-IBA P11 Progetto Pigneto Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 10 Realizzazione di una fermata di interscambio tra le linee RFI e linee ATAC (Metro C, tram, etc) Tombamento del vallo del Pigneto Riqualificazione urbanistica dell area del quartiere Pigneto Proponente: Ferrovie dello Stato Aggiornato al 9 Maggio 2011 Roma Capitale ATAC Ferrovie dello Stato Stanziamento dei fondi previsti da parte di Roma Capitale (45 mln ) Possibilità di collegamento tra le direttrici ferroviarie dei Castelli, Cassino e Formia con il passante metropolitano, la nuova Metro C e la prevista Circolare Tranviaria Sud. Si prevede sarà il terzo nodo di scambio di Roma per la movimentazione passeggeri (previsione / pax/giorno) Riduzione degli spostamenti su mezzo privato Creazione di un sistema di trasporto passeggeri tipo intermodale Reperimento finanziamenti necessari alla realizzazione Attivazione di una prima fase dell intervento (fermata su linea locale ) entro il

13 ITA-IBA P12 Più treni, più intermodalità, più mobilità sostenibile per Roma Capitale Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 11 Proponente: Ferrovie dello Stato Aggiornato al 19 Maggio 2011 L integrazione modale nel sistema infrastrutturale di reti integrate e interconnesse, chiave per la sostenibilità nell area vasta di Roma Capitale Il potenziamento del nodo di Roma: - potenziamento infrastrutturale e tecnologico della rete (specializzazione delle linee per tipologia di traffico, stazioni porta per l interscambio, infomobilità) - potenziamento dell offerta e dei servizi (modello futuro di offerta ferroviaria regionale, accessibilità stazioni, parcheggi, sicurezza, nuovi sistemi di informazione per i frequentatori, progetti per la sicurezza) - nuova stazione di Roma Tiburtina, grande hub per l AV e l interscambio con altre modalità, centro servizi Effetti positivi sulla mobilità urbana, extraurbana, nazionale e internazionale, accompagnati da crescita del settore turistico Potenziamento centralità delle stazioni ferroviarie nel sistema multimodale dei trasporti Potenziamento del ruolo economico dell area romana Potenziamento e accelerazione ruolo/funzione della stazione Tiburtina come centro di servizi (trasporto e altri) per le persone in stazione e per tutta la città Gruppo Ferrovie dello Stato Ministero Infrastrutture e Trasporti Regione Lazio Provincia di Roma Roma Capitale ATAC e altre società di Trasporto Locale Approvazione contratto di programma e relativo finanziamento per gli interventi infrastrutturali Approvazione incremento servizi e aumento tariffario da parte della Regione Lazio, con la possibilità per Trenitalia di investire in nuovo materiale rotabile Consolidamento delle scelte progettuali Reperimento finanziamenti necessari alla realizzazione Coordinamento tra gli attori coinvolti Definizione delle fasi operative e rispetto dei tempi 12

14 ITA-IBA P13 Sviluppo di infrastrutture per la mobilità elettrica Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 12 Proponente: ACEA Aggiornato al 9 Maggio 2011 Realizzazione di una infrastruttura di ricarica: - Omogenea (per distribuzione e tipologia) - Interoperabile (multiclient e multivendor) - Coerente con la gestione della rete in ottica Smart Grid - Integrata, ove possibile, con sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili - Coerente con la diffusione dei veicoli elettrici - Sviluppo nel territorio di Roma Capitale di iniziative destinate all utilizzo diffuso dei veicoli elettrici (i.e. car sharing) Acea Enel Roma Capitale Federutility Eventuali ulteriori interlocutori pubblici e privati (i.e. Università, Centri di Ricerca, Car Manufacturer, Enti, aziende etc.) Dotare il proprio parco auto di veicoli elettrici Modelli di Business per le iniziative destinate all utilizzo diffuso dei veicoli elettrici Benefici ambientali: - Riduzione di emissioni di CO2 amplificate dall utilizzo, ove possibile, di sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili - Assenza di emissioni locali di carattere acustico e inquinante Accesso non oneroso alla ZTL Potenziali impatti sulla qualità del servizio per prelievi non gestiti in ottica Smart Grid Sostenibilità economico/finanziaria delle iniziative destinate all utilizzo diffuso dei veicoli elettrici Coinvolgimento dei Tavoli tecnici per la convergenza delle soluzioni tecnologiche e modalità di utilizzo Localizzazione dei punti di ricarica pubblici e realizzazione dell infrastruttura Individuazione delle iniziative da sviluppare nel Territorio di Roma Capitale utili a facilitare un utilizzo diffuso dei veicoli elettrici 13

15 ITA-IBA P14 Potenziamento flotta elettrica Roma Capitale ed e-mobility rating Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 13 Proponente: Bain Aggiornato al 9 Maggio 2011 Estensione del livello di diffusione della mobilità elettrica nel territorio comunale, a partire dalla flotta veicoli di pertinenza di Roma Capitale (obiettivo 30% dei futuri rinnovi del parco) Introduzione di meccanismi di rating per il settore privato per incentivare l utilizzo di vetture elettriche Roma Capitale: Assessorato e Dipartimento Ambiente, Assessorato e Dipartimento Trasporti,... Partecipanti IBAC: Bain & Company, ACEA, Renault... Altri soggetti: altre aziende Roma Capitale, altre multinazionali interessate Riduzione emissioni CO2 nell area del centro storico Ottimizzazione rete di colonnine di alimentazione sul territorio cittadino (creazione di una rete strutturata in luogo delle attuali installazioni ad hoc ) Significativa riduzione costo dei consumi 14

16 ITA-IBA P15 Sviluppo filiera del biogas da rifiuti per il trasporto Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 14 Proponente: Bain Aggiornato al 9 Maggio 2011 Definizione di un progetto pilota per la realizzazione di biocarburanti da biogas, utilizzabili su autoveicoli dotati di impianti a metano Sperimentazione su una porzione della flotta di Roma Capitale già alimentata a metano Roma Capitale: Dipartimento Ambiente, Dipartimento Trasporti,... Partecipanti IBAC: Bain & Company,... Altri soggetti: AMA, ATAC, Centro Ricerca Biomasse Individuazione nuove fonti per favorire un maggiore sviluppo nell utilizzo di biocarburanti nella città di Roma Possibilità di integrare lo sviluppo della mobilità sostenibile con le tematiche di gestione dei rifiuti 15

17 ITA-IBA P16 Ottimizzazione Logistica di Distribuzione Merci in Centro Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 15 Proponente: Elsag Datamat Aggiornato al 12 Maggio 2011 Sistema Informativo e Logistico Urbano in grado di pianificare, schedulare e tracciare la consegna ed il ritiro delle merci al Centro della Città Interconnessione della Logistica del Roma Capitale con la rete degli Interporti nazionale UIRNET del Ministero dei Trasporti Dipartimento Mobilità e Trasporti Dipartimento Attività Economiche e Produttive Form. e Lavoro Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde - Protezione Civile Creazione di una piattaforma di City Logistics Otimizzazione dei percorsi e operazioni di carico e scarico in Centro Riduzione del Traffico Pesante extraurbano e commerciale a livello urbano Controllo e Tracciatura delle Merci Pericolose Organizzazione e pianificazione di operazioni logistiche diurne e notturne Interazione con differenti programmi Valutazione di interesse con gli stakeholders a livello infrastrutture e logistica (Autostrade, Ferrovie dello Stato..) 16

18 ITA-IBA P17 Car Pooling Sicuro per il GRA (Grande Raccordo Anulare) Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 16 Proponente: Elsag Datamat Aggiornato al 12 Maggio 2011 Sistema Informativo Globale per incentivare ed abilitare la condivisione di veicoli durante i percorsi casa-lavoro-ufficio, per equipaggi fissi o variabli istantaneamente on demand. Utilizzo integrato di diverse tecnologie (cellulari, GPS, sistemi di lettura targhe, tags RFID, chip card,..) per supportare i pendolari del traffico quotidiano (spesso unici in vettura) a risparmiare ed ottimizzare gli spostamenti condividendo l auto, con selezione ottimale e sicura degli equipaggi con orari-percorsi simili. Meccanismo di Fiducia e Sicurezza esplicita (membri di associazioni/aziende) ed implicita (consenso ad essere tracciati) Dipartimento Promozione dei Servizi Sociali e della Salute Dipartimento Mobilità e Trasporti, Dipartimento Risorse Umane Dipartimento Attività Economiche e Produttive Form. e Lavoro Dipartimento Politiche per la Riqualificazione delle Periferie Integrazione e Complementarietà del Car Pooling con altri meccanismi (sharing) Potenziale elevata riduzione traffico, senza investimenti strutturali Installazione / update di varchi Lettura Targhe nei nodi principali per analisi e costruzione base dati del Traffico Pendolare Matching Domanda-Offerta in tempo reale, in grado di accoppiare e suggerire le migliori combinazioni di equipaggi Infrastruttura mobile a chiave pubblica per alta sicurezza Voting/Rating System per garantire autonomamente la qualita e sicurezza sia del guidatore che dei trasportati Fidelity Chip Card per garanzia sicurezza e programma incentivi (commercio locale, benefit sociali, sconti sui costi di trasporto,..) Valutazione di problematiche della Privacy Valutazione di interesse con gli stakeholders a livello infrastrutture e logistica, trasporto pubblico locale ed autostradale (ATAC, Autostrade,..) 17

19 ITA-IBA P18 Carpooling integrato autostrade per l Italia: Roma Capitale Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 17 Proponente: Autostrade Aggiornato al 9 Maggio 2011 Obiettivo: favorire la diffusione del Carpooling nell area romana attraverso la promozione e l integrazione delle piattaforme Carpooling di ASPI e di Roma Capitale (quest ultima per i soli dipendenti delle aziende del Gruppo) Tre fasi di sviluppo: - Azioni co-marketing delle rispettive piattaforme ad oggi operative: autostradecarpooling.it e carpooling.roma.it - Integrazione dei data base al fine di dare la possibilità di accesso ai due portali con le stesse credenziali e aumentare le possibilità di ricerca e offerta passaggi - Integrazione tra il Carpooling e le altre forme di mobilità alternativa mediante agevolazioni sul bikesharing e carsharing a tutti gli utenti del Carpooling Autostrade Roma Capitale e viceversa Autostrade si proporrebbe come nuovo main partner tecnologico nello sviluppo e nella gestione del servizio Carpooling su Roma garantendo a Roma Capitale: - possibilità di saving sui costi della piattaforma carpooling - possibilità di avvalersi delle competenze e dell esperienza della prima grande azienda privata italiana promotrice di soluzioni di mobilità alernativa Benefici per i cittadini romani: - Minor traffico e inquinamento - Riduzione dei costi di trasporto e nuove possibilità di socializzare Il costo per lo sviluppo del progetto dipende dalla modalità tecnica di integrazione delle piattaforme web Roma Capitale Dipartimento Mobilità e Trasporti Agenzia Roma Servizi per la Mobilità Autostrade per l Italia Individuare Autostrade per l Italia come nuovo interlocutore per Roma Capitale e l Agenzia Roma Servizi per la Mobilità nello sviluppo di soluzioni di mobilità alternativa Il progetto di integrazione delle due piattaforme di carpooling determina l ampliamento della community dei carpoooler romani dando la possibilità di accesso anche a coloro che non sono dipendenti delle aziende Definizione delle azioni di co-marketing come da fase 1 Studio e definizione della modalità tecnica di integrazione delle piattaforme 18

20 ITA-IBA P19 Infomobilità integrata Tavolo di lavoro: Mobilità Sostenibile Numero Progetto: 18 Proponente: Autostrade Aggiornato al 9 Maggio 2011 Obiettivo: Il progetto si pone l obiettivo di migliorare i servizi di infomobilità al cittadino attraverso una integrazione delle strutture che gestiscono l informazione sul territorio. Il progetto si basa da una lato sulla necessità di dialogo tra le Centrali di gestione del traffico autostradale con le realtà locali e dall altro sulla condivisione dei servizi di diffusione dell informazione a livello nazionale Aree di sviluppo del progetto: - Definizioni delle rispettive centrali coinvolte (Luce Verde, ATAC, ASPI, Infoblu ) e delle piattaforme ad oggi operative. - Integrazione dei data base attraverso uno scambio dati operativo - Integrazione dei servizi di informazioni gestiti (Navigatori, Smartphone, Schermi di Viabilità a Fiumicino ) Roma Capitale Dipartimento Mobilità e Trasporti Agenzia Roma Servizi per la Mobilità Autostrade per l Italia Infoblu La condivisione e l integrazione dei servizi di diffusione necessità di un forte commitment da parte dell Amministrazione nel coinvolgere e coordinare diverse strutture attive sul territorio al fine di realizzare una vera ed efficace integrazione operativa Autostrade e Infoblu si propongono come nuovi partner di servizi informativi per un supporto alla gestione dell informazione locale ai fini di una diffusione nazionale Benefici per i cittadini romani: - Maggior informazioni all utente - Copertura informativa su media nazionali e internazionali - Nuovi servizi personalizzati ll costo per lo sviluppo del progetto si stima pari a xxx per la fase di analisi e condivisione di requisiti e pari a yyy per la fase di integrazione dei sistemi informativi Il progetto deve prevedere anche una componente di marketing e di comunicazione verso il cittadino per una maggiore e più capillare diffusione dei servizi di informazione Definizione del perimetro operativo partendo dalle rispettive best-practice Definizione di una roadmap per l integrazione informativa Strategie di Marketing e Comuncazione 19

21 ITA-IBA P20 Agenda Mobilità sostenibile ICT Turismo e marketing territoriale 20

22 ITA-IBA P21 City Operation Dashboard Tavolo di lavoro: ICT Numero Progetto: 1 Progetto Millenium agisce su differenti sistemi della città contemporaneamente:: Turismo, Mobilità, Energy, Sicurezza and Servizi Sociali Tutti questi sistemi sono fortemente interconnessi e richiedono un percorso di trasformazione che traguardi il medio/lungo periodo da un lato e comprenda delle quick wins nel breve. In questo contesto uno dei fattori Critici di Successo è la possibilità di misurare e gestire i processi giorno per giorno attraverso specifici KPIs a disposizione dei principali stakeholders interni ed esterni In questa area IBM ha sviluppato un City Operation Center che è già in uso in molte città nel mondo Gli investimenti riguardano il disegno e l implementazione di un sistema di Balances Scorecards e il set-up dell infrastruttura per la raccolta dei dati significativi I benefici sono strategici e operativi: - Ottimizzazione delle risorse - Tracking dei progressi - Allineamento strategico - Comunicazione ai cittadini Proponente: Augusto Coriglioni Aggiornato al 23 Maggio 2011 Roma Capitale, Millenium, IBAC Individuazione chiara degli stakeholders e degli sponsor Promuovere una cultura organizzativa per la gestione delle performance Raccolta informazioni per il sistema e I sensori Studio di fattibilità 21

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Maggio 2012

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Maggio 2012 Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici Maggio 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente Energia La mobilità fortemente legata ai combustibili fossili

Dettagli

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Fabrizio Tollari, ERVET Workshop progetto IPA Alterenergy Bologna, 22 novembre 2012 COMUNITÀ SOSTENIBILI NEL SISTEMA URBANO L Europa ha sviluppato

Dettagli

SMART CITY PER CRESCERE

SMART CITY PER CRESCERE Centrostudi.Net SMART CITY PER CRESCERE Il modello Unindustria per l integrazione funzionale delle aree urbane del Lazio Viterbo, 9 luglio 2013 SMART CITY PER CRESCERE La Smart City è una città intelligente,

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Città di Torino. Una mobilità intelligente e sostenibile per l'area metropolitana

Città di Torino. Una mobilità intelligente e sostenibile per l'area metropolitana Città di Torino Una mobilità intelligente e sostenibile per l'area metropolitana Ottobre 2015 I numeri chiave Circa 900.000 abitanti 130 Km2 di superficie Area metropolitana 1,5 milioni di persone con

Dettagli

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK P r o v i d i n g S o l u t i o n s Forum Internazionale sull innovazione e la cooperazione per lo sviluppo del cluster marittimo del Mediterraneo MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK 2015 Mercoledì 16,

Dettagli

Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa

Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa Fulvia Fazio, Sviluppo Smart Grids Italia Bologna 4 maggio 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente

Dettagli

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Roma, 5 marzo 2015 LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Una città non può essere amministrata e basta. Non è niente amministrare una città, bisogna darle un compito, altrimenti muore Giorgio

Dettagli

Zerouno IBM IT Maintenance

Zerouno IBM IT Maintenance Zerouno IBM IT Maintenance Affidabilità e flessibilità dei servizi per supportare l innovazione d impresa Riccardo Zanchi Partner NetConsulting Roma, 30 novembre 2010 Il mercato dell ICT in Italia (2008-2010P)

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale MACRO DESCRIZIONE DEL PROGETTO In Italia l utilizzo integrato di tecnologie informatiche e telematiche nel mondo dei trasporti ha consentito, nel corso degli ultimi anni, di sviluppare sistemi per il monitoraggio

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

I t r a m a s F G T M E M B E R O F F G T E C N O P O L O G R O U P

I t r a m a s F G T M E M B E R O F F G T E C N O P O L O G R O U P 1 2 RISPARMIO ENERGETICO E SICUREZZA DEL CITTADINO SISTEMI A LED Abbattimento di oltre il 50% del consumo energetico e riduzione costi di manutenzione sino al 70% GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RETI DI ILLUMINAZIONE

Dettagli

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Dopo anni di innovazioni nel settore dell Information Technology, è in atto una profonda trasformazione.

Dettagli

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. 3 ottobre 2012

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. 3 ottobre 2012 Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici 3 ottobre 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente Energia La mobilità fortemente legata ai combustibili fossili

Dettagli

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Bozza di indice 1. Il ruolo e i potenziali della mobilità sostenibile Definizione di Green Transport (dal Rapporto Towards a Green economy dell UNEP)

Dettagli

Chi siamo e le nostre aree di competenza

Chi siamo e le nostre aree di competenza Chi siamo e le nostre aree di competenza Telco e Unified Communication Software as a Service e Business Intelligence Infrastrutture digitali Smartcom è il primo business integrator europeo di servizi ICT

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Legnano, 24 maggio 2012 Risorse computazionali 2041 The Time, 2011 I nuovi dispositivi Videocamera Console

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012

Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012 Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012 Il termine cloud computing è oggi largamente diffuso e utilizzato spesso impropriamente

Dettagli

Bergamo Smart City. Sustainable Community

Bergamo Smart City. Sustainable Community Bergamo Smart City & Sustainable Community 1 Evoluzione delle Smart Cities nei secoli SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo sostenibile è un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse,

Dettagli

Workshop Infrastrutture L Impegno Enel per la Mobilità Elettrica. Antonio Coccia Enel Ingegneria e Innovazione

Workshop Infrastrutture L Impegno Enel per la Mobilità Elettrica. Antonio Coccia Enel Ingegneria e Innovazione Workshop Infrastrutture L Impegno Enel per la Mobilità Elettrica Antonio Coccia Enel Ingegneria e Innovazione Veicoli elettrici Focus Efficienza Energetica L analisi Well-To-Wheel ( dal pozzo alla ruota

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

Le competenze. Esplora S.r.l. persegue la propria mission integrando due macro aree di esperienze e professionalità:

Le competenze. Esplora S.r.l. persegue la propria mission integrando due macro aree di esperienze e professionalità: La società Esplora S.r.l. è una società di diritto italiano e sedi a Roma, Siena, Milano e Catania che opera nei settori del project management internazionale, per il governo di progetti complessi e in

Dettagli

EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente

EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente Napoli, 10 Aprile 2015 GLI UOMINI GIUNGONO INSIEME NELLE CITTA ALLO SCOPO DI VIVERE: RIMANGONO INSIEME PER VIVERE BENE (Aristotele 340 a.c.)

Dettagli

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Intervento Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Sala Falck Assolombarda 29 gennaio 2007 Convegno MUOVERE PERSONE E MERCI: LE POLITICHE E I PROGETTI PER LA COSTRUZIONE DELLA CITY LOGISTICS

Dettagli

Smarter Cities. Acceleriamo con il Cloud. Milano, 2 Luglio 2012

Smarter Cities. Acceleriamo con il Cloud. Milano, 2 Luglio 2012 Smarter Cities Acceleriamo con il Cloud Milano, 2 Luglio 2012 Maria Cristina Farioli, Directorof Innovationand Market Development 2009 IBM Corporation Smart city, ormai il dibattitoha raggiunto la sua

Dettagli

La trasformazione in atto nei Data center

La trasformazione in atto nei Data center La trasformazione in atto nei Data center Data Center Hands On Milano, 13 marzo 2012 Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it I nuovi dispositivi Videocamera Console & Player Tablet Smart TV Dual screen

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Hitachi Systems CBT S.p.A.

Hitachi Systems CBT S.p.A. Hitachi Systems CBT S.p.A. EasyCloud : Cloud Business Transformation LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL RINNOVAMENTO AZIENDALE Accompagniamo aziende di ogni dimensione e settore nella trasformazione strategica

Dettagli

Torino Smart City on Line

Torino Smart City on Line Torino Smart City on Line Piattaforma per il monitoraggio, la governance e la comunicazione di Torino Smart City Sante Lorenzo Carbone Filippo Ricca Congresso Nazionale AICA 2011 - Torino, 15/11/2011 Obiettivi

Dettagli

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia

Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto. Olga Landolfi TTS Italia Iniziative Italiane sui Sistemi Intelligenti di Trasporto Olga Landolfi TTS Italia I Trasporti in Italia Dati Nazionali 2004 (CNT 2004) Traffico passeggeri interno: 947.205 milioni di passeggeri km all

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.8

Dettagli

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo Funzionalità EMC Documentum per il settore assicurativo La famiglia di prodotti EMC Documentum consente alle compagnie assicurative di gestire tutti i tipi di contenuto per l intera organizzazione. Un

Dettagli

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011

Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati. Roma, 2 Febbraio 2011 Audizione Enel presso le Commissioni riunite IX e X della Camera dei Deputati Roma, 2 Febbraio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici

Dettagli

Open City Platform OCP

Open City Platform OCP Open City Platform OCP Come rendere intelligente la città (un passo per volta)? Una piattaforma cloud aperta robusta, scalabile e flessibile per accelerare l attivazione digitale dei servizi della PA INFN

Dettagli

Cloud Service Broker

Cloud Service Broker Cloud Service Broker La nostra missione Easycloud.it è un Cloud Service Broker fondato nel 2012, che ha partnership commerciali con i principali operatori del settore. La nostra missione: aiutare le imprese

Dettagli

SMART CITY. Verso la città del futuro

SMART CITY. Verso la città del futuro SMART CITY Verso la città del futuro Rendere smart le città significa sottoporle a un insieme coordinato di interventi che mirano a renderle più sostenibili dal punto di vista energetico-ambientale, per

Dettagli

La strategia e i progetti Enel per lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia

La strategia e i progetti Enel per lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia La strategia e i progetti Enel per lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia Federico Caleno 2 Dicembre 2013 Bari Green City Energy Mobilità elettrica Le basi del successo Veicoli Tecnologia: oggi

Dettagli

Paolo Luigi Bizzozero IBM Tivoli Client Technical Professional Smarter Infrastructure

Paolo Luigi Bizzozero IBM Tivoli Client Technical Professional Smarter Infrastructure Paolo Luigi Bizzozero IBM Tivoli Client Technical Professional Smarter Infrastructure Green Infrastructure: gestione di un edificio sostenibile e risparmio energetico L edificio... Persona Organizzazione

Dettagli

Città di Messina. Assessorato Mobilità, Energia e Innovazione Dipartimento Mobilità urbana e viabilità

Città di Messina. Assessorato Mobilità, Energia e Innovazione Dipartimento Mobilità urbana e viabilità Città di Messina Assessorato Mobilità, Energia e Innovazione Dipartimento Mobilità urbana e viabilità Conferenza stampa di presentazione del sistema Si.D.U.M.Me Indice «Europa 2020» Infomobilità cittadina

Dettagli

La Piattaforma Logistica Nazionale: I macroservizi offerti agli operatori nazionali della logistica e strategie future

La Piattaforma Logistica Nazionale: I macroservizi offerti agli operatori nazionali della logistica e strategie future La Piattaforma Logistica Nazionale: I macroservizi offerti agli operatori nazionali della logistica e strategie future 0 UIRNet vuole migliorare il sistema logistico perseguendo l integrazione info-telematica

Dettagli

ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna

ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna La Regione Emilia-Romagna, nella persona dell Assessore alla Programmazione territoriale, urbanistica,

Dettagli

una bicicletta è una bicicletta

una bicicletta è una bicicletta I mezzi di trasporto servono per spostarsi più rapidamente ma a causa del traffico la velocità di spostamento medio a Roma è solo di 23 Km/h. È necessario valorizzare gli spostamenti condivisi, il trasporto

Dettagli

Progetto Pilota ALOT Energy in motion. Autore: ALOT scarl

Progetto Pilota ALOT Energy in motion. Autore: ALOT scarl Progetto Pilota ALOT Energy in motion Autore: ALOT scarl 1 E-moving A2A 38 9 Private & public companies (24..) Project creator and coordinator 47 EVs for more than 9 months test each 220 Charging Points:

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro.

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Reti intelligenti Reti intelligenti Generalità Una rete elettrica intelligente è in grado di integrare le azioni di tutti gli attori connessi, produttori

Dettagli

Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana.

Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana. Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana. Il contributo di Enel Distribuzione Bologna, 24 Ottobre 2014 Anna Brogi Senior Vice President Enel Group Città e Sostenibilità

Dettagli

OR.CH.E.S.T.R.A - ORganization of Cultural HEritage for Smart Tourism and Real time Accessibility. Smart Cities and Communities and Social Innovation

OR.CH.E.S.T.R.A - ORganization of Cultural HEritage for Smart Tourism and Real time Accessibility. Smart Cities and Communities and Social Innovation OR.CH.E.S.T.R.A - ORganization of Cultural HEritage for Smart Tourism and Real time Accessibility luglio 2012 Smart Cities and Communities and Social Innovation I Partner dell idea progettuale Il partenariato

Dettagli

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

Cloud Road Map Easycloud.it

Cloud Road Map Easycloud.it Cloud Road Map Pag. 1 è un Cloud Service Broker(CSB) fondata nel 2012 da Alessandro Greco. Ha sede presso il Parco Scientifico Tecnologico ComoNExT, situato in Via Cavour 2, a Lomazzo (Como). La missione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far

Dettagli

verso le città Si assiste ad una migrazione verso le città, Si aprono scenari di competizione fra città «fra pubbliche amministrazioni, PA»

verso le città Si assiste ad una migrazione verso le città, Si aprono scenari di competizione fra città «fra pubbliche amministrazioni, PA» 1 verso le città Si assiste ad una migrazione verso le città, nel 2050 arriveranno ad ospitare oltre il 75% della popolazione mondiale dovuto principalmente alle maggiori opportunità lavorative ma anche

Dettagli

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Forum Banche e PA 2012 Roma, 23 24 Febbraio 2012 Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Monica Pellegrino Research Analyst, ABI Lab Roma, 23 Febbraio 2012-1- Agenda L evoluzione

Dettagli

Soluzioni ITS per Smart Cities Gino Franco

Soluzioni ITS per Smart Cities Gino Franco SMIS0105I12XX SWARCO MIZAR S.p.A. Soluzioni ITS per Smart Cities Gino Franco Il Mondo sta cambiando > 7 000 000 000 popolazione mondiale > 60% in aree urbane nel 2050 Tasso di motorizzazione in crecita

Dettagli

Una smart card per l integrazione dei servizi di mobilità a Torino e in Piemonte

Una smart card per l integrazione dei servizi di mobilità a Torino e in Piemonte Workshop L INTEGRAZIONE TRA CARD TPL E CARD CIRCUITO NAZIONALE CAR SHARING 31 maggio 2010, Salone di Rappresentanza del Comune di Genova Una smart card per l integrazione dei servizi di mobilità a Torino

Dettagli

LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE )

LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE ) MOBILITY CONFERENCE 2014 LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE ) Maria Berrini AU di AMAT, Agenzia Mobilità Ambiente Territorio, Comune di Milano Accessibilità EXPO Domanda e Ripartizione

Dettagli

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Milano, 7 Giugno 2012 Cloud Computing: una naturale evoluzione delle ICT Trend n. 1 - ICT Industrialization

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra La Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale Aldo Moro, 52, codice fiscale n. 80062590379, rappresentata dall Assessore Alfredo Peri, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

Andrea Zara Innovazione e Ambiente Divisione Ingegneria e Innovazione. Convegno Ripensare mobilità e trasporto Provincia di Viterbo, 24 Marzo 2011

Andrea Zara Innovazione e Ambiente Divisione Ingegneria e Innovazione. Convegno Ripensare mobilità e trasporto Provincia di Viterbo, 24 Marzo 2011 L impegno Enel per la Mobilità Elettrica Andrea Zara Innovazione e Ambiente Divisione Ingegneria e Innovazione Convegno Ripensare mobilità e trasporto Provincia di Viterbo, 24 Marzo 2011 Veicoli elettrici

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba. Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.it Dipartimento di Informatica Università di Bari Centro di Competenza ICT:

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare TECHITALY 2012 L innovazione industriale come motore della crescita europea Sessione 2 Le azioni del Ministero dell ambiente per la mobilità

Dettagli

L approccio industriale Cloud per la PA e le imprese

L approccio industriale Cloud per la PA e le imprese L approccio industriale Cloud per la PA e le imprese Giornata di Studio egovernment e Cloud computing: alte prestazioni con maggiore efficienza Roma, 5 Ottobre 2010 CNEL Andrea Costa TELECOM ITALIA INCONTRA

Dettagli

Sistemi gestionali as a Service:

Sistemi gestionali as a Service: Sistemi gestionali as a Service: Una reale opportunità per le imprese? Andrea Gaschi School of Management Politecnico di Milano Agenda Un introduzione ai sistemi gestionali La situazione in Italia Le spinte

Dettagli

GOVERNANCE TOTAL INFRASTRUCTURE

GOVERNANCE TOTAL INFRASTRUCTURE TOTAL INFRASTRUCTURE GOVERNANCE Modulo ECSM OVERVIEW IT, ver. 4.0 Pag. - 1 - APPROCCIO AL SERVIZIO Pensare all ICT come ad una materia prima acquistabile e consumabile a piacere, è oggi possibile. ECSM

Dettagli

Alimentazione elettrica per la mobilità terrestre. Green Mobility Show Venezia, 6 Marzo 2015

Alimentazione elettrica per la mobilità terrestre. Green Mobility Show Venezia, 6 Marzo 2015 Alimentazione elettrica per la mobilità terrestre Green Mobility Show Venezia, 6 Marzo 2015 Il punto di svolta Enel Fast Recharge Plus Pomezia, 4 febbraio 2015, Inaugurazione in Eni Station L auto elettrica

Dettagli

inebula CONNECT Milano, 22/04/2015 Stefano Della Valle VP inebula inebula Connect 22 aprile 2015

inebula CONNECT Milano, 22/04/2015 Stefano Della Valle VP inebula inebula Connect 22 aprile 2015 inebula CONNECT Milano, 22/04/2015 Stefano Della Valle VP inebula Internet of Everythings Entro il 2020 il numero gli oggetti collegati alla rete raggiungerà il livello di 25 MLD di unità con una crescita

Dettagli

E Mobility e veicoli elettrici: normativa e stato dell arte

E Mobility e veicoli elettrici: normativa e stato dell arte 1 E Mobility e veicoli elettrici: normativa e stato dell arte Di Cristina Timò Gli obiettivi della Commissione Europea per il 2020 relativi alla riduzione dei gas serra sembrano aver convinto l industria

Dettagli

Mobilità urbana sostenibile. Congresso nazionale AICA 2011

Mobilità urbana sostenibile. Congresso nazionale AICA 2011 Mobilità urbana sostenibile Congresso nazionale AICA 2011 Novembre 2011 Dal trasporto alla mobilità Il libro bianco della CE del 2011 afferma che la domanda di mobilità continua a crescere; il trasporto

Dettagli

URBANOcreativo SMART CITY

URBANOcreativo SMART CITY URBANOcreativo SMART CITY Urbano CREATIVO STRATEGIA Un azienda giovane e dinamica che studia la città e propone strumenti, progetti e idee perché lo spazio urbano sia più bello ma soprattutto più vivibile.

Dettagli

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Bari, 13 novembre 2012

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Bari, 13 novembre 2012 Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici Bari, 13 novembre 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente Energia La mobilità fortemente legata ai combustibili

Dettagli

Muoversi in città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia. Francesco Petracchini

Muoversi in città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia. Francesco Petracchini Muoversi in città. Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia. Francesco Petracchini Gruppo mobilità sostenibile Kyoto Club. Città in movimento: pensare e progettare nuovi spazi di interazione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.7 Cloud

Dettagli

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI Il mondo sta cambiando Internet e web 2.0 Da luogo di gestione dei dati a spazio virtuale,per: Condividere Collaborare Comunicare Socializzare Partecipare

Dettagli

L organizzazione della gestione dei sistemi informativi nella PA Bologna, 01 luglio 2014

L organizzazione della gestione dei sistemi informativi nella PA Bologna, 01 luglio 2014 L organizzazione della gestione dei sistemi informativi nella PA Bologna, 01 luglio 2014 Evento organizzato in collaborazione con Digital Government: in fondo alle classifiche Il grado di digitalizzazione

Dettagli

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP.

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. INTERVISTA 13 settembre 2012 ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. Intervista ad Ermanno Pappalardo, Lead Solution Consultant HP Software

Dettagli

COMITATO TECNICO SVILUPPO DEL TERRITORIO

COMITATO TECNICO SVILUPPO DEL TERRITORIO Domenico Merlani COMITATO TECNICO SVILUPPO DEL TERRITORIO Linee di indirizzo Febbraio 2013 «Sviluppo del Territorio» significa lavorare per rendere il Lazio una regione attraente localmente e globalmente

Dettagli

Deliberazione n. 239

Deliberazione n. 239 Protocollo RC n. 20628/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 22 LUGLIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di mercoledì ventidue del mese di luglio, alle ore

Dettagli

CLOUD COMPUTING. Che cos è il Cloud

CLOUD COMPUTING. Che cos è il Cloud CLOUD COMPUTING Che cos è il Cloud Durante la rivoluzione industriale, le imprese che si affacciavano per la prima volta alla produzione dovevano costruirsi in casa l energia che, generata da grandi macchine

Dettagli

TECHNOLOGY SOLUTIONS

TECHNOLOGY SOLUTIONS TECHNOLOGY SOLUTIONS DA PIÙ DI 25 ANNI OL3 GARANTISCE AFFIDABILITÀ E INNOVAZIONE AI CLIENTI CHE HANNO SCELTO DI AFFIDARSI AD UN PARTNER TECNOLOGICO PER LA GESTIONE E LA CRESCITA DEL COMPARTO ICT DELLA

Dettagli

Hitachi Systems CBT S.p.A.

Hitachi Systems CBT S.p.A. Hitachi Systems CBT S.p.A. EasyWare UN UNICA SOLUZIONE MODULARE PER GESTIRE HARDWARE, SOFTWARE E SERVIZI EasyWare è una soluzione flessibile e personalizzata per la gestione in outsourcing delle tecnologie

Dettagli

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 Il ruolo delle infrastrutture nelle Smart Cities Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 L evoluzione delle Infrastrutture Smart Electricity it Transportation Gas Communication

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ORANGE TIRES Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ORANGE TIRES Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

Agenda. La protezione della Banca. attraverso la convergenza della Sicurezza Fisica e Logica. innovazione per nuovi progetti

Agenda. La protezione della Banca. attraverso la convergenza della Sicurezza Fisica e Logica. innovazione per nuovi progetti La protezione della Banca attraverso la convergenza della Sicurezza Fisica e Logica Roma, 21-22 Maggio 2007 Mariangela Fagnani (mfagnani@it.ibm.com) ABI Banche e Sicurezza 2007 2007 Corporation Agenda

Dettagli

Servizi «cloud» per la Mobilità Sostenibile nei centri urbani

Servizi «cloud» per la Mobilità Sostenibile nei centri urbani Servizi «cloud» per la Mobilità Sostenibile nei centri urbani Torino - Congresso Nazionale AICA 2011 Smart Tech e Smart Innovation La strada per costruire il futuro - Prof. Fabio Rosati Direttore Generale

Dettagli

work force management

work force management nazca work force management UN UNICO PARTNER PER MOLTEPLICI SOLUZIONI Nazca WFM Un unica piattaforma che gestisce le attività e i processi di business aziendali, ottimizzando tempi, costi e risorse Nazca

Dettagli

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E RIDUZIONE DEI COSTI DELL'ENERGIA

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E RIDUZIONE DEI COSTI DELL'ENERGIA EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E RIDUZIONE DEI COSTI DELL'ENERGIA Le smart grids Natale Caridi Sviluppo Reti, Enel Distribuzione Sassari, 19 Giugno 2014 1 Uso: Riservato Principali trend e declinazione sulla

Dettagli

SMART BUILDING QUANDO IL PARCHEGGIO DIVENTA IL CUORE VERDE DELLA CITTA. Progetto Smart City Turin Settembre 2011 www.positiv-park.com www.comau.

SMART BUILDING QUANDO IL PARCHEGGIO DIVENTA IL CUORE VERDE DELLA CITTA. Progetto Smart City Turin Settembre 2011 www.positiv-park.com www.comau. SMART BUILDING QUANDO IL PARCHEGGIO DIVENTA IL CUORE VERDE DELLA CITTA Smart Building è un edificio che, per sua natura, per i servizi che fornisce e grazie alla robotizzazione, rappresenta un innovazione

Dettagli

CUSTOMER EXPERIENCE AND SOCIAL MEDIA ANALYTICS

CUSTOMER EXPERIENCE AND SOCIAL MEDIA ANALYTICS CUSTOMER EXPERIENCE AND SOCIAL MEDIA ANALYTICS UNIVERSITA DI ROMA TOR VERGATA 27 NOVEMBRE 2013 CONTESTO OBIETTIVI DESTINATARI IL MASTER CUSTOMER EXPERIENCE AND SOCIAL MEDIA ANALYTICS Cresce la domanda

Dettagli

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Antonello Pellegrino Direttore del Servizio della pianificazione e programmazione dei sistemi di trasporto Cagliari, 26.06.2013 Riferimenti

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 52/ 17 DEL 3.10.2008

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 52/ 17 DEL 3.10.2008 IBERAZIONE N. 52/ 17 3.10.2008 Oggetto: Programma Operativo Regionale FESR 2007/ 2013 Obiettivo operativo 5.1.1, Cod. 52 lettera (A), Cod. 26 lettera (C), Cod. 28 lettera (D) e Cod. 25 lettera (E). L Assessore

Dettagli

enclose CRM Engineering Cloud Services IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING runs on Microsoft Dynamics CRM

enclose CRM Engineering Cloud Services IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING runs on Microsoft Dynamics CRM enclose Engineering Cloud Services CRM runs on Microsoft Dynamics CRM IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING EncloseCRM EncloseCRM è la proposta Software as a Service di Engineering per offrire al mercato

Dettagli