WEBZINE. Knowledge Community House IL RECRUITING PROTAGONISTA DI UN NUOVO FORMAT TV. Anno 1 numero 9 maggio 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WEBZINE. Knowledge Community House IL RECRUITING PROTAGONISTA DI UN NUOVO FORMAT TV. Anno 1 numero 9 maggio 2010"

Transcript

1 Anno 1 numero 9 maggio 2010 Knowledge Community House WEBZINE IL RECRUITING PROTAGONISTA DI UN NUOVO FORMAT TV Nell éra del 2.0 anche il mondo del lavoro, e della selezione in particolare, si rinnova, diventando partecipazione, condivisione, informazione. A partire dal mese di gennaio 2011, HRC darà inizio ad un format televisivo inedito ed esclusivo che permetterà a otto aziende della Community di portare la fase finale dell attività di recruiting su La 7, all interno di un programma che andrà in onda in prime time. Un iniziativa che per la prima volta consentirà al pubblico da casa di seguire da vicino le dinamiche che animano il mercato del lavoro, entrando in contatto con i protagonisti dei processi di selezione. Il tutto nell ambito di una trasmissione che, in ogni puntata, avrà come protagonisti un azienda, tre candidati e un contratto a tempo indeterminato da firmare. Ma non solo. L obiettivo fondamentale del programma è quello di presentare una panoramica del mercato del lavoro, offrendo consigli di orientamento a chi è alla ricerca di un occupazione, in modo chiaro e trasparente. Ma soprattutto utile ed efficace. Un progetto che però non avrebbe senso senza la partecipazione attiva di coloro che in concreto animano quotidianamente il Lavoro, senza la Community, senza di voi. Giordano Fatali Ingaggiare e competere: rewarding e strategia aziendale L engagement tra leve tangibili e intangibili per lo sviluppo dell organizzazione In che modo le aziende acquisiscono vantaggio competitivo nell attuale configurazione dei mercati e degli scambi economici? Sicuramente uno degli aspetti riconosciuti come determinanti è quello del coinvolgimento di tutte le persone che vi operano e, in particolare, quelle con le professionalità più specifiche ed essenziali rispetto ai singoli core business. (continua a pag. 2 ) 5 maggio Roma Takeda KG Compensation&Benefit Rilanciare l occupazione, accompagnare l integrazione Nuove letture per gli strumenti normativi di relazione industriale nelle esperienze di integrazione strategica All interno dell attuale scenario occupazionale, segnato continuamente da tensioni e interrogativi, la giornata di Knowledge Management dedicata al gruppo di Relazioni Industriali e Sindacali di Roma ha saputo analizzare con efficacia lo stato attuale degli strumenti a disposizione delle aziende per agevolare i delicati passaggi delle riorganizzazioni aziendali. L uso, corretto dal punto di vista normativo ed efficace in termini di organizzazione, di politiche di flessibilità e di change management è senza dubbio una delle questioni cruciali su cui si interroga il mondo HR. (continua a pag. 2 ) 19 maggio Roma Alitalia KG Relazioni Industriali Qualità del servizio e reporting analitico Strumenti e metodologie per migliorare i processi di amministrazione Il 25 maggio si sono riuniti a Milano, presso la sede Intesa Sanpaolo di Via Montebello, Direttori Risorse Umane, responsabili Amministrazione del Personale e responsabili Report HR per discutere approcci metodologici in tema di reporting analitico del mondo HR, indicatori e Kpi per misurare la qualità del Si scrive Sicurezza, si pronuncia Cultura Buone pratiche e nuovi progetti per il safety management Il fatidico primo agosto è ormai alle porte ed ogni a- zienda al fine di adempiere agli obblighi prescritti dal D.Lgs 81/08 (e sue successive modifiche contenute nel D.Lgs 106/09) dovrà adeguare il documento della valutazione dei rischi integrandolo servizio di amministrazione erogato ed il controllo degli andamenti del costo del lavoro e degli organici. con la valutazione del rischio da stress lavoro correlato (SLC). (continua a pag. 3 ) 11 maggio Università Campus Bio-Medico di Roma Per visionare i materiali prodotti negli incontri: (continua a pag. 4 ) 25 maggio Milano Intesa San Paolo KG Amministrazione KG Report HR KG Sicurezza

2 NEWS dai Knowledge Group Ingaggiare e competere: rewarding e strategia aziendale L engagement tra leve tangibili e intangibili per lo sviluppo dell organizzazione In tale ottica il rewarding diventa l elemento principe su cui le direzioni risorse umane hanno la possibilità di far leva per orientare le persone verso la strategia dell azienda, verso gli obiettivi organizzativi. I Comp & Ben manager presenti all incontro organizzato da HRCommunity in Takeda Italia Farmaceutici hanno discusso su tale tematica, focalizzando l attenzione su come strutturare efficacemente i piani di rewarding. Concordi nell evidenziare l imprescindibile legame con la strategia aziendale, i relatori che si sono alternati hanno fornito il quadro di un sistema di rewarding integrato, costituito da riconoscimenti economici, fringe benefit e, soprattutto, leve intangibili. Mentre la compensation rappresenta essenzialmente il lato economico, il concetto di rewarding assume una connotazione più legata all elemento della motivazione. Motivazione e competenze sono infatti gli aspetti su cui, chi gestisce le risorse umane, può concentrarsi per aiutare l organizzazione a perseguire i risultati aziendali prefissati, non potendo agire sulla parte economica e tecnica. La motivazione, è ormai dimostrato, non è sostenuta quindi solo dai soldi ma anche dai piani di sviluppo e carriera, dai fringe benefit e dai fattori intangibili quali il clima, il benessere che le persone possono respirare sul posto di lavoro. Lo sottolinea sia il relatore di ADR, Fabrizio Mariotti, che mette in evidenza l importanza che va data, da una parte, al riconoscimento del valore e del merito e, dall altra, agli interventi sulla cultura, attraverso percorsi di valutazione ben strutturati, così da evitare un effetto boomerang dei riconoscimenti economici dati. Anche la testimonianza di Vittorio Santucci, HR manager in Micron, multinazionale americana, evidenzia una fortissima attenzione all aspetto della valutazione. Le valutazioni effettuate a tutti i livelli di organigramma e da parte dei vari attori aziendali consentono l assegnazione di riconoscimenti durante il corso dell anno, non solo in termini di incentivazione. Il riconoscimento di benefit spot personalizzati in base alla persona viene ad esempio assegnato per particolari performance. Utilizzare in maniera corretta la strumentazione e i fringe benefit può consentire il raggiungimento di grandi risultati con risparmio per l azienda e vantaggio economico per il dipendente. Concorda su questo anche David Trotti, consulente del lavoro con esperienza di Direzione Risorse Umane, che fornisce una panoramica completa dei recenti aggiornamenti normativi in merito ai fringe benefits, la cui rilevanza viene messa in luce dall attenzione posta di recente dal legislatore sulla loro disciplina. 5 maggio Roma Takeda Rilanciare l occupazione, accompagnare l integrazione Nuove letture per gli strumenti normativi di relazione industriale nelle esperienze di integrazione strategica KG Compensation & Benefit KG Relazioni Industriali Ha aperto i lavori del gruppo l ospite dell evento, il Direttore Risorse Umane di Alitalia, azienda con notevole esperienza in ambito relazioni industriali. Francesco Rotondi, partner dello studio legale LabLaw, ha proseguito i lavori fornendo alla platea una panoramica sulle novità in materia di somministrazione di lavoro e staff leasing, in particolare curando l approfondimento e il commento sulle novità normative che si sono configurate attraverso la finanziaria Le analisi condotte sul contratto di somministrazione, sulla re-introduzione dello staff leasing, dell appalto, della riduzione delle ipotesi di divieto all utilizzo della somministrazione e della somministrazione a-casuale, nonché le agevolazioni previste per le attività di intermediazione, somministrazione a tempo determinato e contratto a tempo determinato hanno evidenziato come ci si trovi in questo periodo a dover gestire una sorta di frattura fra il diritto scritto e il diritto vivente, inteso come le forme contrattuali che prendono forma ed efficacia nell esecuzione della prestazione; la valutazione effettiva, secondo il relatore, può avvenire infatti solo se la fattispecie va al vaglio di un giudice per capire se i contratti introdotti sono stati utilizzati bene o meno. Questa condizione implica un ripensamento sulla reale flessibilità dello strumento esistente nonché la necessità di utilizzare gli (strumenti esistenti in maniera più articolata) acquisendo la capacità di mixare più istituti in base alle reali esigenze aziendali e nel rispetto delle regole. La densa giornata ha ospitato anche la condivisione di due casi aziendali da parte di Coca-Cola HBC sull acquisizione, riorganizzazione e integrazione della Socib Spa (Coca-Cola Sud Italia) e da parte di Ericsson sull armonizzazione del CCNL con le norme di primo livello e gli accordi aziendali. Il primo dei due è stato presentato dall HR Integration Manager Socib, Pietro Colangelo, che ha presentato l azienda ai colleghi e condiviso con il gruppo tutti i passaggi del processo di riorganizzazione che ha caratterizzato Coca-Cola HBC e Socib tra il 2009 e il 2010, soffermandosi in particolare sullo stadio di integrazione del sito di Marcianise (CE). L intero progetto ha visto la declinazione in 3 step principali: Due Diligence (Discover and Learn), Shadowing (Plan) e Integration (Execution), a partire dall integrazione verticale che è stato il primo passo di cambiamento effettuato sul piano manageriale. Punto focale dell intero percorso di integrazione è stato l aspetto contrattuale e di armonizzazione, oltre naturalmente ai processi di change management affrontati, in particolare rispetto alle problematiche culturali intervenute. Il secondo caso aziendale affrontato nell incontro ha visto il Direttore Relazioni Industriali di Ericsson, Carlo La Bella relatore di un approfondito speech che ha raccontato la dialettica impostata con la parte sindacale per il cambio di CCNL operato. Molto complessa naturalmente è risultata l armonizzazione degli accordi aziendali e la comunicazione con i dipendenti. In particolare è stato delineato il percorso affrontato in termini di motivazioni al cambio di contratto, di passaggi formali attivati, e di azioni sindacali. Gestiti ben due articoli 28, l azienda ha comunque trovato risoluzioni efficaci per armonizzare la decorrenza e l importo dei minimi, gli aumenti periodici di anzianità, le ferie ed i permessi retribuiti, nonché gli inquadramenti. 19 maggio Roma Alitalia 2

3 NEWS dai Knowledge Group Si scrive Sicurezza, si pronuncia Cultura Buone pratiche e nuovi progetti per il safety management In questo senso, la giornata dell 11 maggio scorso, data in cui si è svolto il Knowledge Group specificamente dedicato al tema della sicurezza, è stata l occasione concreta per discutere insieme a tutte le aziende presenti proprio su questo argomento. Come? Attraverso un workshop curato dall esperto di SLC Flavio Pacelli, ed impreziosito dalla testimonianza di Alessandro Liberto, Responsabile Formazione e Sviluppo, Gestione del Personale di Acraf, Angelini Farmaceutici. Un intervento, questo, grazie al quale è stato possibile evidenziare quanto la sicurezza sul lavoro non sia solamente un obbligo di legge. La domanda a cui si è cercato di rispondere è: quanto il benessere all interno delle organizzazioni è correlato alla sicurezza dei lavoratori? Promuovere una migliore qualità della vita lavorativa non solo protegge dal rischio di infortuni, ma crea parimenti soddisfazione nei lavoratori, generando vantaggi per l azienda sia a livello produttivo sia in termini di sviluppo organizzativo. Il workshop ha quindi presentato un protocollo di valutazione dei rischi da stress lavorocorrelato orientato alla promozione del benessere organizzativo, validato su circa 20 aziende ed applicato con successo presso la sede del Centro Ricerche Acraf di Santa Palomba. In accordo con le indicazioni dell Ispesl (2008), il protocollo si avvale di metodologie quantitative e qualitative, valuta i fattori di rischio e di protezione connessi all organizzazione e al contenuto del lavoro ed indica le opportune azioni correttive e/o migliorative da realizzare. KG Sicurezza A seguire, Sbagliando S Impara (SSI), il leitmotiv del caso aziendale presentato da Acea Electrabel, curato da Paolo Paris RSPP dell azienda con l ausilio di Mauro Pellicci, ricercatore Ispesl che suona come un vecchio monito ma che in realtà è rappresentativo di un metodo innovativo di analisi delle cause di incidenti e infortuni - appunto il modello SSI, idoneo ai requisiti della norma OHSAS 18001:2007 Sbagliando S Impara rientra tra i modelli sistemici multifattoriali e multiassiali ad albero delle cause per l analisi e la descrizione degli eventi infortunistici, in cui il processo di ricostruzione della dinamica infortunistica segue un percorso tipicamente a ritroso, partendo quindi dal danno con i suoi aspetti qualitativi (sede e natura della lesione) e quantitativi (gravità), e procedendo nella ricerca di che cosa lo ha causato (lo scambio di energia ), per poi esaminare da dove arriva l energia che entra in gioco nell interpretazione dell infortunio, e quali sono i fattori che hanno determinato l evento (determinanti) o che hanno influito sulla gravità delle sue conseguenze (modulatori). A chiudere l intensa giornata, la presentazione di un progetto focalizzato sul DVR Documento di Valutazione dei Rischi - che potenzialmente coinvolge tutta la Knowledge Community sicurezza e non solo. L HRC Safety Lab, un progetto nato da idee e spunti emersi all interno di un incontro sulla sicurezza dello scorso anno e declinatosi anzitutto nello stilare linee guida e procedure atte a valutare i criteri per la redazione del DVR in base alla legislazione vigente, per poi scambiare, modificare ed integrare un documento base predisposto dal gruppo di lavoro composto dalle a- ziende del Knowledge Group Sicurezza. Il tutto in vista della creazione di sinergie attraverso un coinvolgimento diretto degli organi di vigilanza mirato a far parlare tutti la stessa lingua, quella cioè della Cultura della Sicurezza. Traguardo ambizioso, come qualcuno ha detto? Forse, ma sinora il verdetto dei fatti è stato tutt altro che negativo, segnando il corso di una nuova, entusiasmante sfida. 11 maggio Roma - Università Campus Bio-Medico 3

4 NEWS dai Knowledge Group Qualità del servizio e reporting analitico Strumenti e metodologie per migliorare i processi di amministrazione KG Amministrazione KG Report HR Ad aprire i lavori il gruppo Saras con l intervento di Giovanni Rombi, Responsabile Settore Retribuzioni e Costi del Personale. Nelle sue parole, il resoconto di come il valore aggiunto di un azienda dipenda oggi sempre più dalla qualità e dalle competenze del personale e come, dunque, le risorse umane rappresentino un investimento davvero considerevole. E pertanto indispensabile conoscerne le qualità, i risultati, i comportamenti e i costi affinché gli investimenti siano remunerati nel tempo e garantiscano un giusto ritorno. Compito della figura dell HR Business Partner è allora allineare il patrimonio di esperienze e competenze delle persone alle strategie di business e agli obiettivi aziendali. Tali premesse implicano una gestione più efficace delle informazioni. Gli elementi da tenere sotto controllo e le loro interazioni sono tali da richiedere il supporto di un sistema caratterizzato da una robusta infrastruttura informatica, con strumenti analitici specifici pensati per garantire centralità, oggettività ed univocità dell informazione, oltre a flessibilità e facilità di accesso. Saras ha condiviso con il gruppo di lavoro il percorso operativo che li ha portati a dotarsi di una soluzione di Business Intelligence realizzata in collaborazione con SIDI su piattaforma SAP (HR Analytics). L obiettivo: dotare gli utenti del personale di uno strumento facile da utilizzare, che non richiedesse conoscenze informatiche e rappresentasse un mezzo di diffusione dell informazione per il personale abilitato all interno dell azienda. Il focus: parallelamente strategico e analitico. Strategico per l esigenza di ottenere facilità d accesso ed informazioni sintetiche rappresentabili anche graficamente. Analitico per offrire contenuti e dettagli esaustivi anche attraverso report ex-novo. Tra i benefici ottenuti la riduzione dei tempi di realizzazione dei report, l aumento di autonomia degli HR Manager e dell efficienza nell accesso alle informazioni, la qualità delle informazioni gestite. A seguire, la preziosa testimonianza di Intesa Sanpaolo, che è stata articolata in due distinti momenti. Un primo intervento di tipo metodologico, presentato da Danilo Rimoldi, Responsabile Amministrazione del Personale, che ha analizzato indicatori e Kpi per misurare la qualità del servizio della struttura da lui coordinata. Il contesto operativo che caratterizza il servizio dell Amministrazione del Personale è fatto di novità normative ricorrenti, urgenze ed obiettivi stringenti in termini di produttività, costi, qualità, innovazione e soddisfazione dei dipendenti. Per tale ragione sono state avviate alcune azioni per affrontare il contesto nella direzione di una centralizzazione e standardizzazione delle attività, in linea con una strutturazione del servizio che porti nel tempo valore e benefici. Un Modello di Servizio strutturato è uno strumento coerente e indipendente per sostenere il centro servizi e il cliente attraverso una metodologia che definisca e controlli il servizio erogato. La governance del servizio favorisce, inoltre, la semplificazione dei processi e la coerenza con i processi aziendali di risk management. Strutturare un Modello di Servizio per l AdP (Amministrazione del Personale) significa creare una struttura di service management attraverso la formalizzazione di un modello che intenda descrivere la struttura organizzativa dell AdP con l obiettivo di consolidare e, ove necessario, aggiornare i canali di comunicazione formali ed operativi tra AdP ed i propri clienti, per assicurare un efficace ed efficiente gestione degli accordi contrattuali e di servizio. Il Centro Servizi dovrà includere la figura di un coordinatore della struttura che abbia la sensibilità di comprendere gli input del cliente e di distinguere anche le richieste ad hoc, diverse rispetto al modello formalizzato. L erogazione dei servizi deve includere un azione di monitoraggio con l obiettivo di perseguire un miglioramento continuo. Un sistema per la gestione dei processi è l elemento chiave per favorire nell unità di servizio la crescita di una cultura basata sul miglioramento continuo con impatti positivi sulla qualità del servizio, i costi di produzione e la rapidità di esecuzione. Naturalmente il primo passo è costituito dalla definizione delle aspettative dei clienti, interni ed esterni, affinché tutti gli obiettivi possano essere esplicitati e condivisi. A seguire una fase di misurazione di input ed output-chiave, per passare successivamente all analisi delle potenziali aree di rischio. Nel tempo il miglioramento del servizio porterà a stabilizzare le performance per una gestione ed un controllo della stessa maggiormente efficaci. A fronte della declinazione dei servizi oggetto della fornitura da parte di AdP è utile un modello di Reporting delle attività svolte e delle performance effettivamente ottenute in grado di dare evidenza della qualità del servizio erogato ed identificare possibili aree di miglioramento del servizio oltre che fornire informazioni di sintesi per una rappresentazione del servizio al Management. Cinzia Paleari, Responsabile Organici e Costo del Lavoro è stata relatrice della seconda parte dell intervento Intesa Sanpaolo, volto ad illustrare la mission e le attività di una struttura creata ad hoc per monitorare gli andamenti del costo del lavoro e degli organici. Partendo dalla necessità del contenimento delle variabili di costo per raggiungere i risultati di conto economico, si è costruita pian piano maggior sensibilità e coscienza verso le richieste del management. Oggi la struttura è in grado di riconoscere quali informazioni possono essere salienti in un dato momento storico dell azienda e persegue l obiettivo di dare maggiori elementi a chi deve definire e pianificare gli organici, sotto l aspetto qualitativo, quantitativo e di costo, collaborando con la funzione di Organizzazione, per quanto attiene l evoluzione di tutti gli eventi che generano recuperi e fabbisogni di personale. Al tempo stesso assicura modelli, strumenti e sistemi di reporting e di controllo gestionale del costo del lavoro di Gruppo. Alta direzione, Contabilità e Bilancio, Controllo di Gestione, Enti Esterni (Abi, Istat, ecc.) e Risorse Umane di Business Unit sono i principali clienti con cui si interfaccia la struttura, che conta le persone e soprattutto riesce a dire quanto le persone costano attraverso l analisi delle variabili economiche nei loro dettagli. 25 maggio Milano Intesa San Paolo 4

5 La voce della Community Océ, quando il business sposa il rispetto per l ambiente Tra le iniziative del Gruppo una settimana dedicata alla sostenibilità di Eliana Marchiò - Direttore Risorse Umane & Organizzazione Un business in grado di coniugare gli obiettivi di profitto con il pieno rispetto del pianeta. È questo il modello seguito da Ocè, leader nel mercato della stampa e della gestione documentale, con sede principale in Olanda. Presente in 90 Paesi, con una struttura di vendita diretta in più di 30 Paesi, è l unica multinazionale europea del settore che può vantare oltre 130 anni di storia. Océ crede che la sostenibilità rappresenti oggi un motore di innovazione fondamentale per le imprese e, sostenendo i propri clienti in un percorso di ottimizzazione dei costi e di crescita, aiuta le aziende ad innovarsi all insegna della sostenibilità, con riflessi positivi sul contenimento delle spese e sull ambiente. La strategia di Océ per l ambiente si focalizza su cinque aree fondamentali, stabilendo per ognuna di esse o- biettivi chiari e misurabili al fine di ridurre sistematicamente l'impatto ambientale. Tali obiettivi riguardano l uso dalla carta, con la riduzione delle stampe non necessarie; l energia, con la diminuzione dei consumi; il riciclo, con l aumento dell utilizzo di materiali riciclabili, lo sviluppo responsabile dei prodotti e la capacità di diventare un fornitore eccellente. Lo scorso 15 aprile Océ ha pubblicato, per il sesto anno consecutivo, il Sustainability Report 2009, un documento che fornisce un aggiornamento su tutte le novità, i programmi e le attività promosse a livello locale e globale volte a migliorare la conoscenza sui temi della sostenibilità e favorire l adozione di comportamenti ecocompatibili da parte di dipendenti e clienti. Per festeggiare questo importante momento aziendale Océ ha promosso per il La Direzione Risorse Umane e la Comunicazione hanno ricoperto un ruolo molto attivo nella diffusione delle iniziative finalizzate ad incoraggiare l adozione di comportamenti virtuosi secondo anno la Sustainability Week, che si è svolta in Italia e nel mondo dal 15 al 22 aprile. Questo importante appuntamento ha l obiettivo di sensibilizzare il management ed i colleghi di tutte le aziende Océ nel mondo sui temi della sostenibilità, affinché ci sia maggiore impegno nell implementazione di una strategia sostenibile; inoltre, stimola tutte le persone Océ a contribuire alla sostenibilità sia nel business che nel privato e aumenta l orgoglio di far parte di un azienda che crede seriamente nella sostenibilità e si comporta di conseguenza. La Direzione Risorse Umane e la Comunicazione hanno ricoperto un ruolo molto attivo nella diffusione delle iniziative finalizzate ad incoraggiare l adozione di comportamenti virtuosi che combinino lo sviluppo del business con il rispetto dell ambiente per la sensibilizzazione di tutti i dipendenti. Tra queste: la pubblicazione dell House Organ verde dedicato in esclusiva ai temi del Green; la promozione delle tematiche ambientali sulla Intranet italiana ed internazionale; diffusione delle tante informazioni sui prodotti, le iniziative e i risultati conseguiti; realizzazione di una presentazione istituzionale ed altro materiale informativo; piano di formazione per tutti i dipendenti che entrano in contatto con i clienti, per aiutarli a trattare questo tema con i clienti; diffusione di alcuni comunicati stampa con le informazioni legate ai risultati conseguiti da Océ, tra cui il Green IT Award; realizzazione di Green Promo Card da distribuire ai clienti e di poster da affiggere negli uffici e nella Show Room con semplici consigli per ridurre l impatto ambientale nella stampa e nel business; campagna a tutti i clienti per portarli a conoscenza della strategia Océ per la sostenibilità; menù verde nella mensa di Cernusco il 22 aprile 2010 con una pietanza a Km 0; concorso fotografico sui temi del Green per i colleghi Océ in Italia e nel mondo. Altre iniziative analoghe si sono svolte in tutto il mondo creando un momento comune per tutti i dipendenti Océ. Il concorso fotografico ha consentito a tutti di mostrare la propria sensibilità verso il Green unendo colleghi asiatici, con europei e americani in S. Bonfanti - Save the world un momento di riflessione unico che continua a far sentire la sua eco sul nostro blog interaziendale Yammer. Riteniamo fondamentale che le persone Océ siano in grado di comunicare ai clienti che adottare un approccio green-oriented non è soltanto un esigenza di mercato ma un opportunità per ridisegnare i propri processi in un ottica di efficienza e risparmio, migliorando la propria competitività, dando così maggior valore alla proposizione personale. 5

6 La voce della Community Il mercato del lavoro tra crisi e ripresa economica Un indagine Randstad analizza il nuovo scenario occupazionale italiano di Alessandra Rizzi HR Director Randstad Group Italia E stato presentato il 10 maggio a Milano Il Secondo Rapporto sul Mercato del Lavoro in Italia, realizzato da Randstad Italia, in collaborazione con Adapt e il Centro Studi Internazionali e Comparati Marco Biagi dell'università di Modena e Reggio Emilia. L indagine, condotta tra gennaio e febbraio 2010 su 637 aziende, non poteva prescindere dall esame delle conseguenze della crisi economica, approfondendo quali strumenti siano stati utilizzati dalle imprese per la gestione e salvaguardia del capitale umano. Per comprendere appieno l evoluzione del mercato del lavoro, Il Secondo Rapporto sul Mercato del Lavoro in Italia ha analizzato se le imprese, nonostante il difficile momento storico, abbiano effettuato nuove assunzioni prevedendo anche un aumento del proprio organico nell immediato futuro. Tutto questo per cercare di comprendere la fiducia delle stesse aziende nella possibilità di una ripresa economica. A completamento del modificato quadro dell organizzazione aziendale e del personale, l indagine si è infine interessata alle politiche di selezione e reclutamento delle imprese coinvolte nel campione, nell intento di portare alla luce i nuovi fabbisogni professionali e i necessari supporti per affrontare il periodo post crisi. La modalità contrattuale largamente predominante nelle imprese intervistate risulta essere quella a tempo indeterminato e full time A nostro parere, poiché la crisi economica ha modificato gli assetti e l organizzazione aziendale, nonché il mercato del lavoro, l atteggiamento delle imprese, nell ambito della gestione del proprio organico, in questo momento è ancora nettamente dominato dall incertezza. Tuttavia, dalle risposte delle aziende intervistate, si intravede qualche timido segnale di ripresa. E importante, quindi, che le aziende compiano delle scelte strategiche, tra cui una forte flessibilità a livello organizzativo e l investimento in programmi di formazione per il proprio Capitale Umano, avvalendosi della consulenza specializzata e della professionalità che le Agenzie per il Lavoro sono in grado di offrire loro. Dai risultati dell indagine Randstad emerge che la modalità contrattuale largamente predominante nelle imprese intervistate risulta essere quella a tempo indeterminato e full time, che coinvolge più dell 80% del personale. Solo il 7% è assunto con contratto di lavoro a termine, mentre si registra un 2% di personale somministrato e meno del 2% di contratti di collaborazione (occasionale, a progetto o coordinata e continuativa). Per quanto riguarda il reperimento del personale, oltre il 41% delle aziende intervistate ha dichiarato di avere effettuato assunzioni nel corso del 2009, anche se nella maggior parte dei casi (34% del totale) le assunzioni sono collegate alla necessità di sostituire altro personale. A questo proposito, il principale canale di reclutamento è rappresentato, per il 60% delle aziende, dalle Agenzie per il Lavoro. Indagando i profili professionali sui quali si concentra il fabbisogno dell impresa, le opzioni maggiormente scelte riguardano l ambito commerciale (37% delle imprese) e quello tecnico (35%). Meno rilevante è la richiesta per le altre divisioni dell impresa. Si segnala inoltre, anche in questo caso, una qualche incertezza delle imprese nell esprimere una posizione: il 17% infatti non sa indicare l ambito in cui necessiterà di personale. Infine, una riflessione sull atteggiamento delle persone in cerca di lavoro: il 73% delle imprese afferma che i candidati dovrebbero maggiormente investire (molto o abbastanza) in se stessi, suggerendo in particolare di formarsi per rispondere ai fabbisogni professionali delle imprese (scelta dal 73% delle imprese), accedere ad un istruzione o formazione integrativa (70%), essere disponibili ad una maggiore flessibilità (68%). Sei un HR Manager? Vuoi collaborare anche tu alla webzine HRC con un articolo? Contatta i coordinatori delle aree dei Knowledge Group: Tel

7 I PROSSIMI EVENTI INCONTRO TERRITORIALE RELAZIONI INDUSTRIALI Marcianise (CE), 22 Giugno KG Recruiting & Selezione Milano, 1 Luglio INCONTRI DI KNOWLEDGE MANAGEMENT HRC in Coca-Cola HBC Italia con il patrocinio di Confindustria Caserta Il prossimo incontro di HRCommunity dedicato ai processi di integrazione, si terrà presso lo stabilimento di Caserta di Coca-Cola HBC Italia con il patrocinio di Confindustria. Le case history dell azienda ospitante ed Equitalia Polis analizzeranno puntualmente gli aspetti più cruciali che la funzione HR si trova a gestire nei momenti di cambiamento e riorganizzazione aziendale: normativa, relazioni industriali e aspetti culturali di change management, legate al contesto costituito dal territorio di riferimento. Recruiting e Selezione nell Era del 2.0 Appuntamento milanese per il Knowledge Group Recruiting e Selezione che il prossimo 1 luglio radunerà presso la sede Fnac un nutrito uditorio di protagonisti della Community per discutere nuovi, interessanti casi aziendali. Dopo l introduzione a cura di HRC e Daria Grazzi, HR Director Fnac Italia, si partirà per l appunto con il caso JT International, intitolato "Dall employer branding al people development: attrarre e sviluppare i migliori talenti in JT, portato avanti grazie all intervento di Silvia Bettoschi, Recruitment, Training & Development Manager JTI, e Marianna Fabiani, Recruitment Associate JTI. Un caso, questo, dedicato alle strategie messe a punto dall azienda per potenziare l Employer Branding, ed alle evoluzioni da esse registrate tra il 2008 ed oggi. L intento è di creare maggior valore intorno al brand aziendale (a prescindere dai prodotti che ne costituiscono il business) in un ottica di recruiting e contemporaneamente retention delle risorse migliori. A seguire, il caso EMC Computer Systems Italia dal titolo Il valore aggiunto delle persone: l'employee Referral Programme in EMC, con un intervento a cura dell HR Director Nicola Pozzati e Nancy Falanga, Recruiting Consultant & University Relations EMC, che esporranno le tappe fondamentali del processo ideato dall azienda al fine di pervenire ad un reclutamento ottimale, accuratamente definito e sviluppato nell intento di attrarre ed inserire risorse capaci e qualificate. Dopo il coffee break, il caso Fnac Italia Il parallelo tra LinkedIn e i più diffusi strumenti online di ricerca di personale: confronto ed opportunità per i processi di recruiting, curato da Francesca Latini, Responsabile Selezione Formazione & Sviluppo Fnac Italia, e Daniela Russo, HR Coordinator Fnac Italia, che approfondiranno il complesso delle implicazioni sottese all utilizzo dei nuovi tools informatici in termini di recruiting. QUESTION TIME Le domande del mese Mi servirebbe sapere se è possibile avere degli esempi di tavole di rimpiazzo. Stiamo lavorando su un progetto di sviluppo e formazione e avrei bisogno di vedere come può essere impostato un file per raccogliere le indicazioni di posizioni di backup. Come HR Department, vogliamo mettere in campo delle attività finalizzate al coinvolgimento della forza vendita presente in Europa. Mi chiedevo quindi se all'interno di HRCommunity ci sono delle aziende che hanno fatto qualcosa in tal senso, come ad esempio delle giornate di formazione su temi specifici, oppure dei workshop a tema con dei consulenti. L'obiettivo è quello della focalizzazione al Business/Orientamento al risultato. Stiamo lanciando un progetto europeo legato all'implementazione di una Policy di Mobile Working, mi domandavo se altre aziende fossero già attive da questo punto di vista e se avessero voglia di condividere le attuali prassi in essere. Nella Community sono state formulate queste richieste. Rispondi e partecipa anche tu! INTERAZIONE DI QUALITÁ HRCommunity inaugura i Telepresence Meetings HRC inaugura un nuovo format nell ambito delle attività manageriali sviluppando una serie di incontri che coinvolgono Direttori Risorse Umane ed HR Manager in staff meeting aziendali, round table di alto profilo con speaker, esperti nazionali e internazionali e/o Direttori del Personale di altri Paesi, con l obiettivo di stimolare la condivisione di best practice e far vivere un esperienza professionale coinvolgente, attraverso la sperimentazione della Telepresence Cisco. Una nuova opportunità per il network HRC che riduce le distanze e promuove un stile professionale innovativo di condivisione di esperienze e di creazione di business opportunities. L incontro inaugurale si terrà nelle sedi Cisco Systems di Roma e Milano, il 14 luglio L incontro e- sclusivo verterà sulle leve e le politiche di retention attuate dalle aziende coinvolte nell incontro. Vuoi approfondire queste tematiche e conoscere i contenuti sviluppati negli incontri? Aderisci alle attività promosse dalla Knowledge Community House: Gruppi interaziendali, HRC Web Tv, Call Conference, Question & Answer con il Network HRC Contatta i coordinatori delle aree dei Knowledge Group Tel

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Indagine sull HR Transformation nelle Banche Italiane

Indagine sull HR Transformation nelle Banche Italiane Indagine sull HR Transformation nelle Banche Italiane integrazione con il business e le strategie eccellenza dei servizi hr HR Transformation efficienza e le tecnologie sourcing Premessa La profonda complessità

Dettagli

COMUNICAZIONE ITALIANA

COMUNICAZIONE ITALIANA COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su carta, interagisce su internet, decide di persona. Edizioni Servizi Eventi COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 COS È UN OBIETTIVO... 3 IL CONTROLLO DI GESTIONE...

Dettagli

LE AMBIZIONI HANNO UN VOLTO. Adecco Industrial, la Business Line dedicata ai profili del settore industriale.

LE AMBIZIONI HANNO UN VOLTO. Adecco Industrial, la Business Line dedicata ai profili del settore industriale. LE AMBIZIONI HANNO UN VOLTO. Adecco Industrial, la Business Line dedicata ai profili del settore industriale. UNA BUSINESS LINE PER OGNI ESIGENZA Dare lavoro alle ambizioni significa mettere al centro

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7

COGENIAapprofondimenti. Il progetto di quotazione in borsa. Pagina 1 di 7 Il progetto di quotazione in borsa Pagina 1 di 7 PREMESSA Il documento che segue è stato realizzato avendo quali destinatari privilegiati la Direzione Generale o il responsabile Amministrazione e Finanza.

Dettagli

UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE. Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione

UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE. Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione UNIVERSITÀ TELEMATICA GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE Corso di Laurea in Scienze dell Educazione e della Formazione L Outsourcing Relatore Prof.ssa Concetta Mercurio Candidato Mario

Dettagli

INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE

INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE OD&M Consulting è una società di consulenza specializzata nella gestione e valorizzazione delle persone e nella progettazione di sistemi

Dettagli

L outsourcing nei processi di Marketing & Sales

L outsourcing nei processi di Marketing & Sales L outsourcing nei processi di Marketing & Sales Eventi & Congressi Milano 18 novembre 2010 Copyright 2010 CWT CWT nel settore Healthcare Con un esperienza più che trentennale, CWT affianca alle attività

Dettagli

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 3 Linee di indirizzo per il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi 1. Premessa Il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi di Fiat S.p.A. (la Società ) costituisce elemento

Dettagli

BILANCIARSI - Formazione e Consulenza per la legalità e la sostenibilità delle Organizzazioni

BILANCIARSI - Formazione e Consulenza per la legalità e la sostenibilità delle Organizzazioni INTRODUZIONE BilanciaRSI è una società di formazione e consulenza specializzata nei temi della Legalità, della Sostenibilità, della Responsabilità d Impresa e degli Asset Intangibili. Da più di 10 anni

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

METODOLOGIA PER L INDAGINE E LA VALUTAZIONE DELLO STRESS LAVORO CORRELATO

METODOLOGIA PER L INDAGINE E LA VALUTAZIONE DELLO STRESS LAVORO CORRELATO QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO L articolo 28 del Decreto Legislativo n 81/2008 introduce l obbligo per il Datore di Lavoro di valutare, insieme agli altri rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori,

Dettagli

CONVENZIONE. tra. Confartigianato. In persona di. Giorgio Felici Presidente. Con sede legale in Torino Via Andrea Doria 15.

CONVENZIONE. tra. Confartigianato. In persona di. Giorgio Felici Presidente. Con sede legale in Torino Via Andrea Doria 15. CONVENZIONE tra Confartigianato In persona di Giorgio Felici Presidente Con sede legale in Torino Via Andrea Doria 15 Manpower Srl In persona dell Amministratore Delegato, Dott. Stefano Scabbio Con sede

Dettagli

SINTEMA retail services RETAIL

SINTEMA retail services RETAIL SINTEMA retail services RETAIL Servizi in outsourcing per lo sviluppo e la gestione di una rete di punti vendita: contabilità, paghe, bilanci, adempimenti fiscali e societari, servizi di controlling, legali,

Dettagli

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e mondo del lavoro: le ricerche ISTUD Dopo la laurea. Rapporto sul lavoro giovanile ad alta qualificazione (2002)

Dettagli

DOCUMENTO DELLA QUALITA

DOCUMENTO DELLA QUALITA DOCUMENTO DELLA QUALITA INTRODUZIONE Il Documento della Qualità di Share Training srl ha come obiettivo quello di rendere note le caratteristiche della propria attività secondo criteri di trasparenza,

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO

STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO Avviso 26 del 4 marzo 2015 Piani formativi aziendali concordati Standard - Fondo di Rotazione SCHEDA DI PRE ADESIONE entro il 13 maggio 2015 STRUMENTI DI WELFARE COOPERATIVO PREMESSA Venerdì 30 Gennaio

Dettagli

Lo sviluppo continuo del Talento: la soluzione Talentia HCM

Lo sviluppo continuo del Talento: la soluzione Talentia HCM Lo sviluppo continuo del Talento: la soluzione Talentia HCM Enzo De Palma Business Development Director Fabio Cardilli European Product Leader May 2013 Il Talento, cultura e opportunità Perché il Talento

Dettagli

Maintenance & Energy Efficiency

Maintenance & Energy Efficiency Industrial Management School Maintenance & Conoscenze, metodi e strumenti per operare nel campo della gestione dell energia - Integrare le politiche di manutenzione con quelle legate all energia - Ottimizzare

Dettagli

RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA AZIENDALE NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA AZIENDALE NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA AZIENDALE NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE CHI SIAMO Aeneas, fondata nel 1984, opera nel campo delle risorse umane e della consulenza aziendale. Annovera

Dettagli

Piattaforma per il rinnovo del contratto autoscuole e agenzie automobilistiche 2012-2015

Piattaforma per il rinnovo del contratto autoscuole e agenzie automobilistiche 2012-2015 Piattaforma per il rinnovo del contratto autoscuole e agenzie automobilistiche 2012-2015 Premessa Il contesto nel quale avviene il rinnovo del contratto nazionale di lavoro delle autoscuole e agenzie è

Dettagli

Valentina Croff * La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova. Premessa. Contenuti e modalità di attuazione

Valentina Croff * La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova. Premessa. Contenuti e modalità di attuazione 33 Valentina Croff * Premessa Contenuti e modalità di attuazione La Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Consorzio Venezia Nuova Lo scorso mese di aprile il Consorzio Venezia Nuova

Dettagli

CRM Downsizing Program

CRM Downsizing Program Azzerare i costi inutili del CRM e massimizzare il valore di quanto già realizzato S empre, e in special modo durante periodi di crisi, risulta vitale in azienda individuare tutte le potenziali fonti di

Dettagli

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private.

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private. Chi siamo Nata nel 1999, Energy Consulting si è affermata sul territorio nazionale fra i protagonisti della consulenza strategica integrata nel settore delle energie con servizi di Strategic Energy Management

Dettagli

Pietro Antonietti consulente del lavoro

Pietro Antonietti consulente del lavoro Pietro Antonietti consulente del lavoro Firenze 18 maggio 2011 1 La storia Lo studio è nato nel gennaio 1980 a Novara. L'idea di intraprendere questa attività è maturata dalla parziale insoddisfazione,

Dettagli

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni:

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni: copertina pg. 1 immagine pg. 2 Easytech è un gruppo di giovani professionisti uniti da un obiettivo comune: proporre le migliori soluzioni per rendere le imprese leggere e pronte a sostenere la competizione

Dettagli

Evento di Apertura 11/6 dalle 15 alle 18. 1 Modulo: efficacia personale 12-13/06. 2 Modulo: analisi di mercato e posizionamento aziendale 17-18/07

Evento di Apertura 11/6 dalle 15 alle 18. 1 Modulo: efficacia personale 12-13/06. 2 Modulo: analisi di mercato e posizionamento aziendale 17-18/07 Training partners Calendario Modulo Data Evento di Apertura 11/6 dalle 15 alle 18 1 Modulo: efficacia personale 12-13/06 2 Modulo: analisi di mercato e posizionamento aziendale 17-18/07 3 Modulo: marketing

Dettagli

AZIENDA INNOVATION & CHANGE PROGRAMMA DI SVILUPPO CONTINUO DELL INNOVAZIONE

AZIENDA INNOVATION & CHANGE PROGRAMMA DI SVILUPPO CONTINUO DELL INNOVAZIONE AZIENDA INNOVATION & CHANGE PROGRAMMA DI SVILUPPO CONTINUO DELL INNOVAZIONE Per Le Nuove sfide è necessario valutare i nostri punti di forza e di debolezza per poter mettere a punto un piano d azione che

Dettagli

Il management cooperativo e l innovazione

Il management cooperativo e l innovazione AZIENDE IN RETE NELLA FORMAZIONE CONTINUA Strumenti per la competitività delle imprese venete Il management cooperativo e l innovazione DGR n. 784 del 14/05/2015 - Fondo Sociale Europeo in sinergia con

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

Rapporto sulla implementazione della Carta

Rapporto sulla implementazione della Carta Rapporto sulla implementazione della Carta Il Rapporto sul grado di implementazione degli impegni assunti con la sottoscrizione della Carta per le Pari Opportunità e l Uguaglianza sul lavoro è un rendiconto

Dettagli

Sei pronto ad affrontare la rete?

Sei pronto ad affrontare la rete? Sei pronto ad affrontare la rete? In uno scenario in continua evoluzione, per le organizzazioni è indispensabile presidiare nel modo più corretto ed efficace il web, interagire con i differenti stakeholders

Dettagli

D.O.C. s.c.s. POLITICA AMBIENTE SICUREZZA E QUALITÀ

D.O.C. s.c.s. POLITICA AMBIENTE SICUREZZA E QUALITÀ Pagina 1 di 7 D.O.C. s.c.s., ai sensi della legge 381/91, è una cooperativa sociale di tipo A, che vede al centro della sua crescita organizzativa i valori cooperativi della centralità della persona, della

Dettagli

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 1. PREMESSA Per la prima volta nella storia delle Esposizioni Universali, Milano ha ospitato un padiglione

Dettagli

Randstad HrUp shaping the world of work

Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp striving for perfection Per migliorare la performance, la soddisfazione e la crescita delle aziende e dei loro dipendenti, sviluppiamo progetti eccellenti

Dettagli

Master Bancario in Area Commerciale

Master Bancario in Area Commerciale Master Bancario in Area Commerciale Premessa Il mondo del credito è in costante evoluzione e le innovazioni si susseguono con sempre maggior frequenza nel campo legislativo, gestionale, organizzativo e

Dettagli

Edizione 2010. www.sovedi.it

Edizione 2010. www.sovedi.it Edizione 2010 www.sovedi.it SOVEDI s.r.l. Via Antica, 3-25080 Padenghe sul Garda (BS) email: info@sovedi.it tel: +39 0302076341 CAP.SOC. 51.480,00 - C.F. p.iva 00632180246 SOVEDI nasce nel 1978 a Vicenza.

Dettagli

airis consulting Via Domenichino, 19-20149 - Milano Tel: 02.43986313 - Fax: 02.43917414 e-mail: info@airisconsulting.it web: www.airisconsulting.

airis consulting Via Domenichino, 19-20149 - Milano Tel: 02.43986313 - Fax: 02.43917414 e-mail: info@airisconsulting.it web: www.airisconsulting. Via Domenichino, 19-20149 - Milano Tel: 02.43986313 - Fax: 02.43917414 e-mail: info@.it web: www..it Chi siamo AIRIS CONSULTING è una Società di Consulenza di Direzione nata per rispondere al bisogno delle

Dettagli

IL BILANCIO SOCIALE PER LA GOVERNANCE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

IL BILANCIO SOCIALE PER LA GOVERNANCE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE IL BILANCIO SOCIALE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE STRUMENTI PER L INNOVAZIONE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE UNA GUIDA ALLA PROGETTAZIONE E ALLE OPZIONI REALIZZATIVE FORUM PA partner delle Amministrazioni

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale Le caratteristiche must have del software gestionale ideale ww.microsa Quali sono i principali elementi da tenere in considerazione per la scelta del Quali software sono i ottimale? principali elementi

Dettagli

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 Principi generali...3 Art. 2 Regole generali di condotta per le procedure

Dettagli

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT

METODOLOGIA DELL ASSESSMENT METODOLOGIA DELL ASSESSMENT Chi siamo HR RiPsi nasce come divisione specializzata di Studio RiPsi grazie alla collaborazione di Psicologi e Direttori del Personale che hanno maturato consolidata esperienza

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI Premesse e riferimenti normativi La valutazione del personale, che costituisce un processo centrale nell ambito del management pubblico, ha registrato negli

Dettagli

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Emilia Gangemi COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Linee di indirizzo 12 dicembre 2012 Il quadro disegnato dai dati più recenti, tra cui le indagini ISTAT, in merito al mercato del lavoro nel Lazio non

Dettagli

CSR manager e Direttore del personale: la gestione sostenibile delle risorse umane IV Ricerca Annuale. Si ringraziano

CSR manager e Direttore del personale: la gestione sostenibile delle risorse umane IV Ricerca Annuale. Si ringraziano CSR manager e Direttore del personale: la gestione sostenibile delle risorse umane IV Ricerca Annuale Si ringraziano Obiettivi 1. Nozione di sostenibilità nella gestione delle Risorse Umane (HR) [RQ1]

Dettagli

Al tuo fianco. nella sfida di ogni giorno. risk management www.cheopeweb.com

Al tuo fianco. nella sfida di ogni giorno. risk management www.cheopeweb.com Al tuo fianco nella sfida di ogni giorno risk management www.cheopeweb.com risk management Servizi e informazioni per il mondo del credito. Dal 1988 assistiamo le imprese nella gestione dei processi di

Dettagli

Chimici PIATTAFORMA RINNOVO CCNL COIBENTI

Chimici PIATTAFORMA RINNOVO CCNL COIBENTI Chimici PIATTAFORMA RINNOVO CCNL COIBENTI PREMESSA Anche se il settore della coibentazione termoacustica risente, inevitabilmente, delle difficoltà relative alle produzioni industriali ed alle realizzazioni

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane.

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane. www.beon-dp.com Operiamo in ambito di: Sviluppo Assessment e development Center Valutazione e feedback a 360 Formazione Coaching CHI SIAMO BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione

Dettagli

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca

Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Il Project Management a supporto del percorso di trasformazione di una Banca Clément PERRIN / Daniela TAVERNA - Senior Project Manager Milano, 20 Aprile 2012 Con l acquisizione da parte di BNPP 6 anni

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Da 40 anni al servizio delle aziende

Da 40 anni al servizio delle aziende Da 40 anni al servizio delle aziende GESCA GROUP Gesca azienda nata nel 1972 come centro servizi specializzato nell elaborazione della contabilità aziendale fa della lunga esperienza nel campo dell Information

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

FINANCIAL & ACCOUNTING BPO, GESTIONE DOCUMENTALE E CONSULTING SERVICES

FINANCIAL & ACCOUNTING BPO, GESTIONE DOCUMENTALE E CONSULTING SERVICES FINANCIAL & ACCOUNTING BPO, GESTIONE DOCUMENTALE E CONSULTING SERVICES In un contesto in rapida evoluzione e sempre più marcata competitività a livello globale per le aziende la focalizzazione sul core

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli Enti Locali

Dettagli

COMPANY PROFILE. Adecco better work, better life

COMPANY PROFILE. Adecco better work, better life COMPANY PROFILE Adecco better work, better life Adecco è il leader in Italia e nel mondo nei servizi per la gestione delle risorse umane. Nato nel 1996 in seguito alla fusione tra Adia (Svizzera) ed Ecco

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance CUSTOMER SUCCESS STORY Febbraio 2014 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Service Assurance PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Società: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Soluzioni HR Articolo 1 srl Aut. Min. Lav. N. 1118 del 26/11/2004

Soluzioni HR Articolo 1 srl Aut. Min. Lav. N. 1118 del 26/11/2004 Soluzioni HR Articolo 1 srl Aut. Min. Lav. N. 1118 del 26/11/2004 Articolo 1 è una società italiana di servizi dedicati alle Risorse Umane, certificata UNI EN ISO 9001/2008. Siamo nati con l introduzione

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Restaurant Manager Academy

Restaurant Manager Academy Restaurant Manager Academy 1 La conoscenza non ha valore se non la metti in pratica L Accademia Un percorso formativo indispensabile per l attività di un imprenditore nel settore della ristorazione e dell

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale.

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. Gestione e sviluppo richiedono oggi comportamenti diversi

Dettagli

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15 Quality and Health&Safety Management Systems Summary RS è una filiale del gruppo multinazionale Electrocomponents plc. (con sede nel Regno Unito) che opera, principalmente, dal centro di distribuzione

Dettagli

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell Chi? Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell area delle Risorse Umane. Giovani professionisti che

Dettagli

E il momento di iniziare: le fondamenta del fundraising

E il momento di iniziare: le fondamenta del fundraising ENGAGEDin propone corsi di formazione per le organizzazioni che vogliono avviare o sviluppare la propria attività di raccolta fondi attraverso la crescita delle proprie competenze, la discussione di casi

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue.

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. La pubblica amministrazione è stata oggetto negli

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

Politica delle Risorse Umane del Gruppo Schindler

Politica delle Risorse Umane del Gruppo Schindler Politica delle Risorse Umane del Gruppo Schindler Introduzione La politica delle Risorse Umane del Gruppo Schindler illustra il contenuto strategico delle iniziative rivolte al personale Schindler. Si

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7 AREA human resources La selezione del personale 3 L assessment e la valutazione del potenziale 4 Gli strumenti 5 L analisi di clima 7 AREA management & behavioral training La formazione del personale 9

Dettagli

Sistemi per lo sviluppo manageriale e professionale. Roberto Ferrari 8 luglio 2009

Sistemi per lo sviluppo manageriale e professionale. Roberto Ferrari 8 luglio 2009 Sistemi per lo sviluppo manageriale e professionale Roberto Ferrari 8 luglio 2009 2 Indice Il processo di gestione e sviluppo delle Risorse Umane I soggetti coinvolti Gestione integrata delle Risorse Umane:

Dettagli

FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI

FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI Mario Giuseppe Napoli, Responsabile Risorse Umane, Gruppo UBI Banca Roma, Palazzo Altieri,19

Dettagli

23 Febbraio 2016. State Street Asset Owners Survey

23 Febbraio 2016. State Street Asset Owners Survey 23 Febbraio 2016 State Street Asset Owners Survey Introduzione Il sistema pensionistico globale si trova di fronte a sfide di enorme portata I fondi pensione devono evolversi e svilupparsi per riuscire

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ GENERALITÀ 1 / 10 Sommario Generalità 1 Politica della Qualità 3 DECALOGO DELLA QUALITÀ 4 Politica Ambientale PREVENZIONE 7 FORMAZIONE CULTURA ED ATTEGGIAMENTO 8 COMUNICAZIONE 8 COLLABORAZIONE CON FORNITORI

Dettagli

Hotel Federico II di Jesi,, Ancona. 06 luglio 2005

Hotel Federico II di Jesi,, Ancona. 06 luglio 2005 Hotel Federico II di Jesi,, Ancona. 06 luglio 2005 Dino Petrone Elica Group i dati del Gruppo Elica Dati Gruppo Elica > Fatturato Gruppo Elica 2004 Aggregato 413 milioni di Euro 2300 dipendenti i dati

Dettagli

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile

ESSERE O APPARIRE. Le assicurazioni nell immaginario giovanile ESSERE O APPARIRE Le assicurazioni nell immaginario giovanile Agenda_ INTRODUZIONE AL SETTORE ASSICURATIVO La Compagnia di Assicurazioni Il ciclo produttivo Chi gestisce tutto questo Le opportunità di

Dettagli

SPORT MANAGING CONTROL IL MODELLO DI CONTROLLO DI GESTIONE PER CENTRI SPORTIVI E FITNESS

SPORT MANAGING CONTROL IL MODELLO DI CONTROLLO DI GESTIONE PER CENTRI SPORTIVI E FITNESS SPORT MANAGING CONTROL IL MODELLO DI CONTROLLO DI GESTIONE PER CENTRI SPORTIVI E FITNESS Lavoriamo insieme per il vostro business I campioni non si costruiscono in palestra. Si costruiscono dall interno,

Dettagli

L attività dell Internal Audit. G.M. Mirabelli

L attività dell Internal Audit. G.M. Mirabelli L attività dell Internal Audit G.M. Mirabelli Milano 13 ottobre 2006 Obiettivi della presentazione Evidenziare i compiti che nel nuovo Codice di autodisciplina sono assegnati all Internal Auditing, se

Dettagli

S i s t e m a d i v a l u t a z i o n e d e l l e p r e s t a z i o n i d e i d i p e n d e n t i

S i s t e m a d i v a l u t a z i o n e d e l l e p r e s t a z i o n i d e i d i p e n d e n t i S i s t e m a d i v a l u t a z i o n e d e l l e p r e s t a z i o n i d e i d i p e n d e n t i P r o d o t t o d a A l b e r t o P a o l i n i G r o s s e t o P a r c h e g g i s r l V e n g o n o p

Dettagli

Training sulla Finanza per l Azienda

Training sulla Finanza per l Azienda Training sulla Finanza per l Azienda Identificare le fonti di finanziamento alternative A tendere si osserverà nei mercati una riduzione del credito concesso dalle banche, a causa degli shock endogeni

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

PIANIFICAZIONE ED ORGANIZZAZIONE PIANIFICAZIONE ED ORGANIZZAZIONE

PIANIFICAZIONE ED ORGANIZZAZIONE PIANIFICAZIONE ED ORGANIZZAZIONE PIANIFICAZIONE ED ORGANIZZAZIONE un team di professionisti al servizio della tua banca La definizione degli obiettivi strategici e di sviluppo è da sempre un esigenza connaturata nella realtà di Cassa

Dettagli

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano!

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! 2013 Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! Nel mondo economico dei nostri tempi, la maggior parte delle organizzazioni spende migliaia (se non milioni) di euro per

Dettagli

GUIDA ALLA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI

GUIDA ALLA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI GUIDA ALLA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI INDIVIDUALI comunicazionetrasparenteprogettoinf ormareinformarsivalorizzazioneco struireteamworkeleaderschipproporrecolla boraredeisostenereprofessionisti stimolareintegrazionerelazionialleanzesoluzi

Dettagli

Manuale di valutazione del personale non titolare di posizione organizzativa

Manuale di valutazione del personale non titolare di posizione organizzativa Manuale di valutazione del personale non titolare di posizione organizzativa 1 Premessa Il presente manuale è stato redatto al fine di fornire uno strumento, rapido e accessibile, per chiarire i presupposti

Dettagli

PIANI DI AZIONE DI MIGLIORAMENTO

PIANI DI AZIONE DI MIGLIORAMENTO GLI OBIETTIVI LE INIZIATIVE DI RESPONSABILITÀ SOCIALE SONO INTRINSECHE ALLA MISSION DI GI GROUP E AL LAVORO SVOLTO QUOTIDIANAMENTE DALLE PERSONE CHE OPERANO ALL INTERNO DEL GRUPPO. 90 Le iniziative di

Dettagli

Compiti innovati Porre attenzione allo sviluppo delle componente manageriale della professione;

Compiti innovati Porre attenzione allo sviluppo delle componente manageriale della professione; 1.2.3.2.0 - Direttori e dirigenti del dipartimento organizzazione, gestione delle risorse umane e delle relazioni industriali Le professioni classificate in questa unità definiscono, dirigono e coordinano

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO

Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO Come passare dal budget tradizionale al piano d azione annuale: il caso GDO di Massimo Lazzari e Davide Mondaini (*) L evoluzione rapida e irreversibile dei contesti di riferimento in cui le aziende si

Dettagli