Cremona digitale Un eccellenza nazionale Ferretti: c è necessità di capitale umano e luoghi in cui insediarsi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cremona digitale Un eccellenza nazionale Ferretti: c è necessità di capitale umano e luoghi in cui insediarsi"

Transcript

1 TECNOLOGI A il futuro CREMON passa da Supplemento al numero odierno de La Provincia Martedì 24 luglio 2012 Servizio di Endoscopia digestiva, Emodinamica e Piastra operatoria Un ospedale all avanguardia Da sinistra una delle sale operatorie e l ingresso del pronto soccorso dell Ospedale di Cremona CREMONA Quando si parla di tecnologia non sipuò non pensare all Azienda Ospedaliera di Cremona. Tra le molte eccellenze spicca il Servizio di Endoscopia digestiva (importantissima per la diagnosi precoce dei tumori dell apparato digerente), l Emodinamica (in caso di infarto sono garantiti interventi tempestivi e stent medicato) e la Piastra operatoria con il percorso informatizzato. wservizi alle pagine Politecnico Il Crit è dedicato alle aziende Banda larga indispensabile allo sviluppo. Coinvolte le istituzioni del territorio Cremona digitale Un eccellenza nazionale Ferretti: c è necessità di capitale umano e luoghi in cui insediarsi CREMONA Un centro di eccellenza capace di trasferire alla comunità locale e alle imprese il meglio delle competenze e delle professionalità nel campo delle nuove tecnologie. Ma non solo, il Polo delle Tecnologie (conosciuto con l acronimo Crit) si propone anche di creare nuovi spazi insediativi per le aziende. wservizi alle pagine UNIVERSITÀ CATTOLICA Energia dagli scarti di lavorazione Scienze e Tecnologie alimentari wservizi alle pagine POLO UNIVERSITARIO DI CREMA Qui l occupazione è una certezza Lavoro per il 100% dei laureati wservizi alle pagine CREMONA Cremona rappresenta da qualche anno un eccellenza a livello nazionale per la disponibilità di una rete a fibre ottiche presente di così alta qualità da essere paragonabile a poche altre realtà italiane. Gli investimenti infrastrutturali di Aem prima e Aemcom dopo, hanno reso possibile questo importantissimo sviluppo della città. La città è stata recentemente scelta come protagonista della fase di test di alcuni progetti dell Agenda Digitale Lombarda. wservizi pagina 3-8 LINEA GROUP Arrivano i contatori intelligenti wservizio a pagina 19 CONSORZIO AGRARIO Abbattimento nitrati col progetto Equizoo wservizi a pagina 21 Lo xenotrapianto speranza per la Sla Avantea. Galli: ancora cinque anni per i primi risultati CREMONA E proprio di questi giorni, tra l altro, al svolta nel mondo dell equitazione che consente ai cavalli clonati di partecipare alle competizioni sportive nternazionali. i Nella foto i ricercatori Giovanna Lazzari e Cesare Galli (Servizi alle pagine 22-23) FOCUS ASSOINDUSTRIA Creatività e passione per innovare wservizi a pagina 9 GRUPPO BOSCH Vhit, parla cremasco il Premio dei premi wservizi a pagina 31 ANCE CREMONA Progettare l esistente e trasformare wservizi a pagina 29

2

3 La Provincia Martedì 24 luglio 2012 Cremona digitale Eccellenza nazionale 3 Banda larga indispensabile allo sviluppo Direttore responsabile Vittoriano Zanolli Direzione e redazione via delle Industrie 2-Cremona Supplemento al quotidiano La Provincia Quotidiano di Cremona e Crema a cura di Cinzia Franciò e Mariagrazia Teschi Fotocomposizione Servis via delle Industrie 2 Società Editoriale Cremonese S.p.A. via delle Industrie 2 Pubblicità PubliA s.r.l. Largo Paolo Sarpi 19 Stampa Società Editrice Lombarda S.r.l. via de Berenzani 6 Località Picenengo-Cremona Disponibilità di una rete a fibre ottiche di alta qualità grazie agli investimenti infrastrutturali di AemeAemcom C è da esserne giustamente orgogliosi: Cremona rappresenta da qualche anno un eccellenza a livello nazionale per la disponibilità di una rete a fibre ottiche presente di così alta qualità da essere paragonabile a poche altre realtà italiane. Gli investimenti infrastrutturali di Aem prima ed Aemcom dopo, hanno reso possibile questo importantissimo sviluppo della città. Per questa dotazione straordinaria e per l attenzione e disponibilità dell Amministrazione locale e della stessa Aemcom che gestisce e sviluppa tutta la rete la città è stata recentemente scelta come protagonista della fase di test di alcuni progetti dell Agenda Digitale Lombarda. Si tratta di un importante programma di sperimentazioni ed interventi finalizzati a massimizzare i benefici economici e sociali derivanti dall utilizzo delle tecnologie informatiche. «Per altre città questo traguardo è ancora lontano ma da noi la banda larga sta già dimostrandosi un preziosissimo strumento abilitante. Rende cioè possibile molti servizi e risparmi. La competitività del territorio si gioca anche su questo e la banda larga aiuta a rimuovere i vincoli socio-culturali che ostacolano la partecipazione di cittadini ed imprese alla società dell informazione sottolinea Mirko Grasselli, presidente di Aemcom. Con una buona ed ampia qualità del segnale web si possono sviluppare moltissime iniziative ed avvicinare molto cittadini e P.A. oppure anche aziende e mercato. E motivo di orgoglio per noi essere stati scelti dalla Regione come partner della sperimentazione di servizi con Banda Ultra Larga. Consideriamo questo come un primo gradino di un percorso che porterà la nostra città molto avanti nei servizi ICT». Il centro tecnologico di Aemcom a Cr emona con i collegamenti in banda larga delle principali aziende cremonesi Negli ultimi mesi le principali istituzioni Cremonesi, inclusi il Comune, il Tribunale, l Ospedale e alcune scuole, oltre ai cittadini, hanno messo alla prova alcune soluzioni innovative studiate appositamente per fornire servizi evoluti ed interattivi. Queste novità, una volta a regime, possono diventare strumenti fondamentali per migliorare e rendere più Da sinistra Gerardo Paloschi e Mirko Grasselli semplice la relazione tra istituzioni, cittadini e imprese. Ad esempio, tra i progetti sperimentati, vi è un nuovo approccio didattico che utilizza la conferenza via web per minimizzare i costi logistici ed erogare in modo innovativo servizi e contenuti agli studenti: parliamo ad esempio di lezioni a distanza tra istituti oppure per raggiungere ragazzi con particolari problemi di spostamento. Altri settori di applicazione dei progetti pilota dell Agenda Digitale sono la sanità attraverso un sistema di telepresenza che permette consulti a distanza e la giustizia con la realizzazione a distanza dei colloqui che evita il trasporto delle persone coinvolte in Tribunale. Inoltre alcune realtà pubbliche cremonesi hanno adottato una soluzione di Cloud back up che permette il salvataggio dei dati in un sito ad alta affidabilità e sicurezza e messo in atto un modello di data & application sharing, che consente al personale di provvedere con maggior efficienza alle pratiche. Queste ultime due applicazioni consentono inoltre grandi risparmi di soldi. «La sperimentazione di questi nuovi progetti testimonia come la banda larga sia sempre di più una risorsa sulla quale innestare iniziative per tutti i cittadini: tra gli obiettivi c è quello di rendere la P.A. più accessibile ed efficiente e migliorare servizi essenziali come l istruzione, la giustizia e la sanità, oltre a consentire una migliore inclusione degli anziani nella vita della città» aggiunge Gerardo Paloschi, direttore generale di Aemcom. «Lo sviluppo dell economia ma anche del vivere sociale passa oggi in modo incisivo e sempre più importante dalla banda larga. Insieme ad Aemcom si possono studiare soluzioni ad hoc per ogni realtà».

4

5 La Provincia Martedì 24 luglio Enti pubblici e privati nella sperimentazione L assessore regionale alla Semplificazione e digitalizzazione Carlo Maccari C on l introduzione di servizi innovativi e altamente tecnologici grazie all utilizzo della banda ultra larga, Cremona rappresenta in Lombardia e nel panorama italiano un eccellenza di assoluto valore nel campo della digitalizzazione. Il cablaggio in fibra del 98% del territorio e la partecipazione attiva di molti enti pubblici e privati alla sperimentazione in corso permettono di guardare alla città del Torrazzo come a un laboratorio permanente già orientato verso un modello completo di smart city. I servizi messi in campo, infatti, toccano vari ambiti che vanno dal teleconsulto nella sanità digitale alle udienze giudiziarie a distanza grazie all uso di apparati per videoconferenza ad altissima definizione; dai sistemi di videosorveglianza attiva per monitorare la città a modelli per la didattica digitale messi a disposizione per le scuole. Tutti strumenti che rivoluzionano il concetto di distanza, annullando gli spostamenti dei cittadini-utenti. Nell ambito sanitario, la sperimentazione tra l ospedale e Cremona Solidale, l azienda comunale che si occupa di servizi alla persona, prevede l utilizzo di schermi ad alta definizione per consentire al personale medico di visitare il paziente attraverso la video comunicazione. Sicuramente rivoluzionario è stato il progetto Social Care One dedicato agli anziani, conclusosi con un grande successo. L idea di base era quella di monitorare gli anziani, prestando assistenza qualora ci fosse stato bisogno, tramite un oggetto della loro quotidianità con cui hanno grande dimestichezza: il telecomando della tv. La sperimentazione ha visto il coinvolgimento di 10 anziani insieme ai loro famigliari ai quali sono stati distribuiti altrettanti decoder particolari da collegare alla tv per accedere ai servizi. Attraverso il software installato su questi apparecchi l anziano ha potuto mettersi in contatto più agevolmente coi suoi cari oppure con gli assistenti sociali utilizzando lo schermo del televisore. Sperimentazioni di questo tipo si sposano perfettamente con l azione che Regione Lombardia sta portando avanti in modo deciso in questa legislatura nel campo dell innovazione tecnologica al servizio della Pubblica Amministrazione. «Per questo motivo spiega l assessore regionale alla Semplificazione e Digitalizzazione Carlo Maccari ci siamo dotati di un agenda digitale che vede la semplificazione amministrativa e l accesso sempre più rapido ai servizi al centro del programma. La connessione veloce alla rete diventa pertanto una caratteristica imprescindibile per il cittadino e per la competitività delle nostre imprese. La Regione ha deciso di andare oltre la banda larga, per la quale abbiamo investito 41 milioni di euro per raggiungere il 99,7% della popolazione lombarda entro il 2013, scommettendo anche sulla banda ultra larga, contando di coprire circa 5 milioni di cittadini entro il 2015». L assessore Maccari: ci siamo dotati di un agenda digitale che punta alla semplificazione amministrativa RIVOLUZIONARIO IL PROGETTO SOCIAL CARE ONE Vantaggi dal teleconsulto e dalla sanità digitale sperimentazione tra l ospedale e Cr emona Solidale prevede l utilizzo di schermi ad alta definizione per consentire al personale medico di visitare il paziente attraverso la video comunicazione La IL BATTISCOPA RADIANTE Made in Austria POMPA DI CALORE ARIA/ACQUA NIBE AD ALTA EFFICIENZA Zoccolino da riscaldamento e raffrescamento più pompa di calore Sistema per il risparmio energetico fino al 95% sui consumi elimina le vecchie antiestetiche fonti di calore funziona con qualsiasi fonte di energia: caldaia - elettricità - solare fotovoltaico - geotermico risparmio 50% sulla bolletta rispetto ad altri sistemi di riscaldamento OTTIMO PER abitazioni nuove e da ristrutturare chiese - musei - scuole - palestre capannoni GRANDE RISPARMIO ENERGETICO! IN TUTTA INSTALLATO EUROPA DAL 1992 Via Platani, Cremona Cell Chiedici una consulenza GRATUITA NUOVA SEDE via Borghisani Pieve San Giacomo Tel

6 6 La Provincia Martedì 24 luglio 2012 Perri: molte sfide e opportunità C remona è stata scelta da Regione Lombardia come palestra per la sperimentazione di numerosi soluzioni per la digitalizzazione dei servizi. Abbiamo chiesto al Sindaco di Cremona, Oreste Perri, il significato di questa per la città ed i cittadini. «Cremona è protagonista di ben 9 progetti dell Agenda Digitale Lombarda attivi in diversi ambiti: dalla giustizia digitale, ai programmi di e-school, alla digitalizzazione della sanità e della P.A. fino al coinvolgimento degli anziani nella vita della città grazie ad internet. Un ampio ventaglio di campi di applicazione che testimoniano l evoluzione veloce del mondo contemporaneo e delle tecnologie stesse. Per questo le sfide ma soprattutto le opportunità sono tante. I nuovi servizi digitali offrono enormi potenzialità per dialogare e erogare servizi alla cittadinanza e sotto questo punto di vista Cremona rappresenta un laboratorio straordinario che propone interessanti stimoli. E importante dare la possibilità a cittadini e imprese di percepire con chiarezza quanto l innovazione Cremona palestra delle sperimentazioni. Nove i progetti attivi possa semplificare e arricchire il loro rapporto con il territorio, con la comunità ed il governo. Il Comune in primis è impegnato per cercare di sviluppare soluzioni che facilitino il lavoro dell Amministrazione e soprattutto diano nuovi servizi ai cittadini. Stiamo lavorando perché le sperimentazioni possano tradursi in nuovi strumenti per comunicare con le amministrazioni, fruire in maniera semplice e ampia di servizi di alta qualità, partecipare con più compiutezza alla vita sociale grazie ai nuovi canali di comunicazione». L assessore Maria Vittoria Ceraso e il sindaco Oreste Perri SOLUZIONI PER MIGLIORARE L EFFICIENZA DELLA P.A. Ceraso: L obiettivo finale? Erogazione velocissima di servizi ai cittadini L Agenda Digitale Lombarda ha come focus la promozione di servizi digitali ai cittadini. Maria Vittoria Ceraso, Assessore allo sviluppo informatico e alle nuove tecnologie del Comune di Cremona racconta alcune soluzioni per migliorare l'efficienza della Pubblica Amministrazione: «E particolarmente importante che la P.A. sia messa nelle condizioni di interagire con i cittadini sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie. Da un lato esse ci consentono di utilizzare strumenti pervasivi che raggiungono le famiglie direttamente nelle case in maniera veloce ed efficiente, inoltre consentono di tenere sotto controllo i costi, permettendo risparmi di risorse e di tempo. Nell ambito dell Agenda Digitale la Pubblica Amministrazione cremonese sta testando la protezione dei dati informatici tramite archiviazione su server remoto e l'implementazione di sistemi di telepresenza, cioè videoconferenze tra diversi uffici, per snellire la gestione delle pratiche ed essere in grado di erogare servizi più velocemente». Il cloud back up è una tecnologia di back up remoto dei dati dell Ente in un sito ad alta affidabilità. In questo modo è possibile archiviare in modalità sicura le informazioni in un sito alternativo e recuperarli in piena autonomia in ogni momento, così come ci impongono le norme attuali in materia. L assessore Ceraso sottolinea: «Naturalmente è possibile impiegare questi strumenti poiché a Cremona è disponibile una rete internet veloce che consente la trasmissione di dati in breve tempo tra i server. E stato poi istituito un sistema di data e application sharing che prevede l utilizzo di uno strumento di comunicazione multimediale di Videoconferenza». Il progetto prevede 20 postazioni di lavoro all interno degli uffici Comunali, collegate con 14 scuole cremonesi per consentire al personale della dirigenza scolastica di comunicare e condividere informazioni col competente ufficio comunale, minimizzando la necessità di incontri di persona e riducendo quindi i costi degli spostamenti in termini economici e di tempo. Tutti questi aspetti sono solo alcuni dei possibili ambiti di applicazione delle nuove tecnologie, che possono consentire di rendere le attività della P.A. più efficienti sia sotto il profilo economico che dell erogazione del servizio, con benefici per tutti.

7

8 8 La Provincia Martedì 24 luglio 2012 Salute digitale, sperimentazione all ospedale di Cremona L Ospedale di Cremona è stato scelto per portare avanti un progetto di sperimentazione dei sistemi di salute digitale. Ci spiega meglio in cosa consiste Simona Mariani, direttore generale dell Azienda Ospedaliera di Cremona che ha supportato da subito l iniziativa: «Il concetto di salute digitale, strettamente connesso alle nuove tecnologie, consiste nell applicare anche alle attività mediche ed ospedaliere gli strumenti di comunicazione più avanzati per erogare servizi di qualità e garantire a tutti i pazienti di avere accesso alle migliori conoscenze nel campo della cura. Il progetto partito all inizio di quest anno nell ambito dell Agenda Digitale Lombarda impiega la soluzione Cisco Telepresence, strumento di videocomunicazione ad alta definizione completamente immersivo, ovvero che diagnostiche, ad esempio visite dermatologiche, logopedia e cardiologia dove le moderne apparecchiature permettono la produzione di immagini facilmente trasmissibili. Potenzialmente questo sistema può essere allargato a tutte le specialità ambulatoriali che non necessitano di un contatto diretto con il paziente proprio grazie alla possibilità di trasmettere e scambiare i referti». Quali sono i benefici di questa soluzione per i pazienti? «La possibilità di mettere in rete, e quindi in strettissima comunicazione, gli Ospedali attraverso sistemi di telepresenza avanzati che assicurano una fedeltà dell immagine e del suono particolarmente elevata, permetterà ai cittadini e ai loro medici di avere accesso a consulti con specialisti. Il confronto e la condivisione delle conoscenze, così importanti per formulare in breve tempo diagnosi accurate, Ildg Simona Mariani: sistema particolarmente importante per alcune attività diagnostiche quali visite dermatologiche, logopedia ecardiologia AMPLIFICA LO SCAMBIO DI INFORMAZIONI Strutture sanitarie in rete Simona Mariani, direttore generale dell Azienda Ospedaliera di Cremona consente un esperienza di comunicazione molto vicina a quella che si ottiene in un incontro di persona, per realizzare consulti specialistici a distanza, referti e immagini, tra l Azienda Ospedaliera di Cremona e Cremona Solidale, azienda speciale comunale per i servizi alla persona. Questo sistema è particolarmente importante per alcune attività è un abitudine consolidata nel campo della medicina e avere a disposizione potenti strumenti in grado di amplificare la possibilità di scambiare informazioni rappresenta un opportunità rilevante per migliorare i livelli di cura. Si evitano così ai pazienti fastidiosi trasporti presso altri ospedali, che soprattutto in caso di limitata capacità motoria risultano molto difficoltosi. Inoltre, non va dimenticato che l implementazione di questo sistema permetterà di ottimizzare i tempi dei consulti e gestire un numero minore di pazienti presenti contemporaneamente nelle sale di attesa degli ospedali. Non va poi dimenticato che la diffusione di strumenti di sanità digitale, diminuendo gli spostamenti di malati e medici, garantisce un maggiore controllo della spesa sanitaria senza dover ricorrere a riduzioni delle risorse per il settore: una risposta particolarmente importante alle attuali politiche di razionalizzazione dei costi sanitari che non può in alcun modo incidere negativamente sulla prestazione erogata ai cittadini».

9 La Provincia Martedì 24 luglio Creatività e passione per poter innovare Ernesto Cabrini L innovazione è la strada obbligata per continuare ad essere competitivi, afferma il direttore dell Associazione Industriali di Cremona, Ernesto Cabrini. «Le imprese siano esse piccole, medie o grandi devono fare dell innovazione la loro risposta competitiva, soprattutto oggi in uno scenario economico particolarmente sotto pressione per una crisi senza pari. Ma cosa vuol dire innovare? Vuol dire coniugare la creatività e la passione, caratteristiche distintive dell imprenditore con la tecnologia, l organizzazione e la capacità di gestione. Innovare dunque non è solo creare un nuovo prodotto ma anche migliorare e modificare il modo di produrlo, ovvero seguire nuovi criteri per venderlo, per consegnarlo e garantire i servizi di manutenzione. L innovazione è un plus che indistintamente deve riguardare tutti i settori, anche quelli ritenuti più tradizionali, come il nostro agroalimentare. Per innovare le aziende devono Ernesto Cabrini (Assoindustria) «Fondamentale èdare spazio a giovanilaureati ericercatori» guardare: alle nuove tecnologie: dai software applicativi e gestionali, all uso degli strumenti efficaci della comunicazione; ai nuovi mercati: i processi di internazionalizzazione non possono più riferirsi solo al mercato domestico dell area UE ma condurre verso i paesi asiatici o a quelli Brics; ai nuovi processi organizzativi: la struttura aziendale va rivista nei compiti, nei ruoli e nelle risorse umane che ne fanno parte. Per questo ad esempio abbiamo sempre sostenuto che la crescita si deve perseguire anche introducendo in azienda risorse umane capaci di essere miglior interpreti dell innovazione. Oggi è fondamentale dare spazio a giovani laureati, ricercatori e manager, risorse capaci di poter traghettare le nostre imprese verso processi di positivo cambiamento. L innovazione è la sfida di un paese, di un territorio non della singola azienda. Ecco perché insistiamo sul fatto che le istituzioni investano di più sulla R&S. In Italia purtroppo siamo ancora indietro: solo 1,3% del PIL nazionale. I nostri colleghi europei fanno molto meglio con un investimenti doppi o tripli. Nel decreto sviluppo che il governo sta ultimando c è una misura di interesse in proposito. Si introduce un contributo in forma di credito d imposta per le nuove assunzioni a tempo indeterminato di personale altamente qualificato in possesso di laurea magistrale a carattere tecnico o scientifico impiegato in attività di ricerca e sviluppo o in possesso di dottorato di ricerca senza vincoli sulle attività di impiego. L aliquota del beneficio è pari al 35% delle spese calcolate sul costo aziendale con un vincolo di trattenere il personale assunto per almeno 3 anni. E un buon inizio ma a nostro avviso sarebbe stato più utile un forte contributo con un credito d imposta automatico su tutte le iniziative realizzate dall impresa su innovazione e ricerca. Tornando al nostro territorio riteniamo sia opportuno che UNA GRANDE SFIDA PER LA CITTÀ Rilanciare il terziario avanzato Cremona prosegua nell obiettivo di superare il digital divide, lavorando ulteriormente sull infrastrutturazione per le connessioni veloci e l accesso alla rete per cittadini ed imprese. Grazie alla presenza di importanti università e centri di ricerca, dobbiamo Sopra al sede dell Associazione industriali in piazza Cadorna ambire a costruire un eccellenza nel campo tecnologico, un Polo dell Innovazione nell ambito delle ICT che serva sia a trasferire le opportunità economiche e di maggior qualità della vita legate all uso delle nuove tecnologie della comunicazione e dell informazione, sia a favorire lo start up di nuove giovani imprese più inclini ad interpretare appunto le nuove tecnologie. Tutto ciò avrebbe anche lo scopo di rilanciare Cremona nel settore dove forse risulta più carente: quello del terziario avanzato».

10 10 La Provincia Martedì 24 luglio 2012 Qui l occupazione è una certezza di Sebastiano Giordani I Crema, il Polo universitario è un eccellenza Il100% di chiha conseguito la laurea magistrale trova lavoronelgirodi un anno l 100% di chi ha conseguito una laurea magistrale presso il polo universitario di Crema ha trovato lavoro nel giro di un anno. Impiego assicurato anche per il 95% di coloro che si sono fermati alla laurea triennale. Questi i dati più significativi contenuti nel report 2012 I laureati e il mondo del lavoro redatto a livello nazionale nell ambito del progetto Stella (Statistiche sul Tema Laureati & Lavoro in Archivio on-line). Statistiche alla mano, il polo universitario di Crema rappresenta una vera e propria eccellenza: se il dato nazionale si ferma al 75% di studenti occupati entro un anno dalla laurea, non vi è laureato in via Bramante rimasto senza occupazione. A livello nazionale, nel 2010 il dato generale dà una percentuale di laureati triennali occupati del 72,6% e di laureati specialistici del 77,9%, rispetto all 88,8% e al 95,8% dei laureati in materie informatiche. Non solo: rispetto ai diplomati altrove, chi ha frequentato l università Statale a Crema inizia mediamente la sua esperienza professionale con 100 euro in più in busta paga. Peccato che non ne approfittino in molti: come evidenziato più volte, il numero degli iscritti in via Bramante è in calo costante da anni. «Questo dipartimento è un gran bel treno che prendono in pochi, e quasi tutti maschi» aveva riassunto il presidente del consiglio di coordinamento didattico Nello Scarabottolo durante la presentazione dei risultati dell indagine. Tornando all analisi del report, i ricercatori del progetto Stella sottolineano come «anche l occupazione dei laureati informatici nell anno 2010 risenta della crisi economica mondiale, sebbene con qualche segno di ripresa. Rimane comunque un vantaggio competitivo in termini di occupazione degli informatici decisamente evidente: le percentuali di laureati che trovano lavoro sono infatti superiori di diversi punti rispetto alla media e i salari sono più alti». Ma non solo, perché secondo l indagine «anche le forme contrattuali di impiego mostrano una chiara prevalenza di posizioni a tempo indeterminato, molto meno frequenti nel contesto generale». Poi il paragrafo dedicato all università cittadina: «I corsi di studio della sede di Crema dell università Statale di Milano presentano percentuali di occupazione addirittura superiori alla media: intorno al 95% per le lauree specialistiche, addirittura del 100% per le lauree triennali». L unica nota negativa che si registra a Crema, stando ai ricercatori, è «lo scarso interesse del genere femminile verso l informatica, che solo in parte si può giustificare con la discriminazione di genere, peraltro meno evidente del passato soprattutto per quanto riguarda la facilità di reperimento di un posto di lavoro». A tal proposito, nell anno accademico 2011/2012 la percentuale di studentesse che ha frequentato le aule di via Bramante non è arrivata al 10% degli iscritti totali. Il report fornisce poi altre considerazioni interessanti su cui ragionare. Per esempio, mostra come al termine delle lauree triennali solo il 30,2% dei laureati decida di proseguire gli studi. Ben il 67,5%, invece, decide di intraprendere l attività professionale: «Si nota una lieve diminuzione della percentuale di chi decide di proseguire gli studi spiega il resoconto, che potrebbe essere l effetto di un mercato del lavoro che sta lentamente riprendendosi dalla crisi e che spinge meno persone a rimandare la ricerca del lavoro». Al termine delle lauree specialistiche, invece, la percentuale di chi decide di entrare nel mondo del lavoro sale all 88,2%, in crescita rispetto al passato (il dato precedente era dell 82,1%). RIPRODUZIONE RISERVATA L aula m agna gremita lo scorso aprile al polo di via Bramante in occasione della cerimonia di laurea A fianco l ingresso dell ateneo EDILPADANA S.R.L. MATERIALI EDILI Cemento - Calce Ferro - Laterizi - Solai Legname Coperture - Tubazioni PVC Manufatti cemento Isolanti - Caminetti Cotto fiorentino Cotto vecchio - ecc... Pizzighettone (Cremona) via Marconi, 20/22 Tel Fax i nostri servizi forgiano il tuo successo Pressopiegati e lavori in rame - alluminio - inox Lamiere zincate e preverniciate Forniture e posa in opera Vasta gamma di accessori per lattoneria edile Ufficio tecnico a disposizione per consulenze e preventivi Manutenzione lattonerie in rame e coperture: civili - industriali - commerciali Forniture profili a disegno per impianti fotovoltaici Forniture ad installatori, grossisti e dettaglio Madignano (Cr) - Via Rossini, 19 Tei Fax

11 La Provincia Martedì 24 luglio Informatica, a Crema nuovo dipartimento I SETTORI Per la ricerca ben 20 laboratori Ben venti sono i laboratori di ricerca con sede nel dipartimento di Crema. Questi i settori di cui si occupano: Architetture software sicure e sistemi aperti, Bioinformatica, Biometria e sistemi biometrici, Crittografia e computazione sicura, Crittografia quantistica, Dispositivi e ambienti intelligenti, Elaborazione di segnali e immagini, Elettronica e misure elettroniche, Grafica immagini e colore, Informatica industriale e ambientale, Metodi formali e ingegneria del software, Multimedialità e didattica, Sicurezza delle reti e dei sistemi mobili, Protocolli avanzati di rete, Rappresentazione della conoscenza e sistemi complessi, Ricerca operativa, Sicurezza e privatezza, Sintesi logica, Sistemi complessi e Sistemi Intelligenti. Fino allo scorso aprile, presso la sede universitaria di Crema era localizzato il Dipartimento di Tecnologie dell Informazione: struttura di governo universitario preposta alla gestione delle attività di ricerca, cui afferivano 25 tra ricercatori e docenti e 14 unità di personale tecnico amministrativo. Dal 27 aprile, con l entrata in vigore del nuovo statuto universitario, varato a seguito di quanto prescritto dalla legge Gelmini, i tre dipartimenti di area informatica dell ateneo (due localizzati a Milano, uno appunto a Crema) sono stati riaccorpati nell unico Dipartimento di Informatica, cui afferiscono più di 80 docenti che svolgono e svolgeranno le loro attività didattiche e di ricerca sia a Milano che a Crema. Gli effetti di questo riaccorpamento, unito alle altre norme previste dalla legge Gelmini, saranno essenzialmente due. Innanzi- Immediati glieffetti: maggiore integrazione tra leattività di ricerca equelle didattiche enuove, importanti opportunità per il territorio tutto una maggiore integrazione tra attività di ricerca e attività didattiche, dal momento che i dipartimenti assumeranno con la nuova organizzazione anche i compiti di gestione della didattica, precedentemente assegnati alle facoltà». Secondo, una più facile collaborazione di tutti i docenti informatici dell ateneo, riuniti in un unico dipartimento anche se dislocato su due sedi geografiche. «Lungi dall essere una smobilitazione di Crema, spiega Nello Scarabottolo, presidente del consiglio di coordinamento didattico della sede cremasca, questo nuovo assetto potrà costituire al contrario un occasione di ulteriore rafforzamento delle potenzialità di ricerca della sede di Crema». Potenzialità peraltro già evidenti, come dimostrano alcuni numeri: un budget annuo per la ricerca (proveniente essenzialmente da finanziamenti internazionali e da contratti con industrie) di circa 1 milione di euro; una dote di 1 milione e 400mila euro portata dal Dipartimento di Tecnologie dell Informazione di Crema al momento della riunificazione nell unico Dipartimento di Informatica; più di cento pubblicazioni scientifiche all anno, prodotte da ricercatori e docenti di Crema; decine di partecipazioni a convegni, conferenze scientifiche e seminari di trasferimento tecnologico. Per quanto riguarda le linee di ricerca attive a Crema, si evidenzia un panorama di interessi estremamente poliedrico: dall elettronica e dai fondamenti costruttivi dei calcolatori alle tecniche per la progettazione e realizzazione di sistemi informatici complessi e sicuri, fino alle applicazioni dell informatica ai contesti più innovativi e promettenti per gli sviluppi futuri. Con il completamento dei lavori di ristrutturazione della nuova ala della sede universitaria, e con la conseguente messa a disposizione di ampi Un laboratorio di informatica in una foto d archivio A fianco Nello Scarabottolo spazi attrezzati per le attività di ricerca, si aprono inoltre nuove importanti opportunità per il territorio cremasco. «In particolare precisa Scarabottolo per il tessuto industriale e produttivo, che dovrebbe trovare nuovi stimoli per una collaborazione alla ricerca applicata e al trasferimento tecnologico; per gli studenti, cui sarà possibile accedere ai laboratori per lo svolgimento di tesi di laurea e di dottorato di ricerca; e per i giovani interessati all attività di ricerca, che potranno intraprendere la carriera del ricercatore in una struttura moderna, attrezzata e di comprovato valore internazionale». RIPRODUZIONE RISERVATA

12 12 La Provincia Martedì 24 luglio 2012 La sede del Polo di Cremona del Politecnico di Milano IL PARADOSSO DELLA DISOCCUPAZIONE Richiesta di professionalità tecniche Da 25 anni a questa parte il fabbisogno di alta professionalità nel campo delle ICT è diventato fondamentale. «Il Politecnico di Milano spiega infatti il prof. Gianni Ferretti si è insediato a Cremona nel 1987, non a caso con una Scuola Diretta a Fini Speciali in Informatica, e fin da allora ha operato con un obiettivo preciso: creare concrete opportunità di sviluppo basate sull utilizzo delle tecnologie ICT. In questi 25 anni, superate negli anni 90 le turbolenze della New Economy, sono nate molte realtà solide che, attualmente, sono in crisi. Di crescita. Il paradosso cui assistiamo, diffuso in tutto il mondo occidentale per la verità, sarebbe quasi comico se non coinvolgesse un aspetto davvero ormai tragico come la disoccupazione giovanile: aumentano i disoccupati ma le richieste di professionalità tecniche da parte delle aziende, non solo nel campo ICT, risultano sempre superiori alla disponibilità. Secondo dati ufficiali ISTAT, gli ingegneri informatici costituiscono la categoria di laureati che, in assoluto, ha bisogno del minor tempo per l inserimento stabile nel mondo del lavoro (soli 6 mesi dalla laurea come media nazionale, e meno di due mesi per i laureati del Politecnico di Milano), e questa tendenza vale a livello mondiale. Ad esempio, secondo il Bureau of Labor Statistics degli USA, "... quasi il 60% di TUTTI i nuovi posti di lavoro creati da adesso al 2018 in TUTTI i settori della scienza e dell'ingegneria saranno di informatica" (Communications of the ACM, 53(3), Mar.2010, p.17). Presso il Polo di Cremona, negli ultimi 18 mesi, sono pervenute 115 offerte di lavoro e stage rivolte ai nostri laureati e laureandi a fronte di 80 laureati». di Francesco Pavesi Polo delle Tecnologie Nuovi spazi e aggregazione U n centro di eccellenza capace di trasferire alla comunità locale e alle imprese (non solo del territorio) il meglio delle competenze e delle professionalità nel campo delle nuove tecnologie. Ma non solo, il Polo delle Tecnologie (conosciuto in una fase iniziale con l acronimo CRIT) si propone anche di creare nuovi spazi insediativi per le aziende, cercando di metterle in rete. «La scorsa estate illustra il professor Gianni Ferretti, prorettore del polo di Cremona del Politecnico di Milano dopo aver nuovamente constatato la necessità ormai vitale di molte aziende di nuovo capitale umano e di nuovi spazi, abbiamo deciso di dare un impulso deciso al progetto CRIT. Il progetto si compone di due elementi essenziali: l aspetto insediativo e l aspetto dell aggregazione di imprese». Aspetto insediativo «L aspetto insediativo è importante: la presenza di un polo tecnologico ben integrato all interno della città darebbe visibilità alle enormi opportunità offerte dal settore ICT, favorirebbe la rivitalizzazione del centro storico, avrebbe un impatto ambientale nullo, soprattutto se realizzato su aree dismesse, non avrebbe alcuna necessità di ulteriori infrastrutture quali ponti, strade, ferrovie (l infrastruttura più importante per le aziende ICT, la banda larga, è già disponibile), e non comporterebbe alcun ulteriore consumo di suolo. Aspetto aggregativo «L aspetto aggregativo è non meno importante. Sebbene si tratti di aziende solide e proiettate verso prospettive di crescita, e quindi meno pressate alle aggregazioni dalla crisi rispetto ad aziende di altri settori, le opportunità, anche di ulteriore crescita, che potrebbero cogliere mettendo a fattor comune le proprie competenze sono superiori rispetto a quelle che potrebbero Gianni Ferretti cogliere da sole». Qual è, in questo contesto, il ruolo che può giocare il Politecnico? «A questo proposito il Politecnico può continuare a svolgere il suo ruolo istituzionale, cercando di favorire le aggregazioni su progetti concreti, che consentano alle aziende di mantenere la propria identità, oltre che, ovviamente, continuando a formare la materia prima e in assoluto più preziosa per questo tipo di aziende: il capitale umano. Ad esempio, un notevole impulso ai progetti collaborativi potrebbe venire dalla non più rinviabile innovazione non solo del sistema produttivo ma anche e soprattutto della Pubblica Amministrazione». RIPRODUZIONE RISERVATA Ferretti: «Molteaziende hanno necessità di capitale umano e luoghi in cui insediarsi» Il ruolo del Politecnico èfondamentale NWG ZERO: L AUTO CHE PRODUCE RISPARMIO ANZICHÉ INQUINAMENTO COMFORT ESTREMO IN TUTTA SICUREZZA CON NWG ZERO FAI IL PIENO DI GARANZIE E AFFIDABILITÀ. TANTI COMFORT PER UN AUTO CHE NON FINISCE MAI DI STUPIRTI 2 ANNI DI PROVE SU STRADA BRILLANTEMENTE SUPERATE SU OGNI TIPO DI PERCORSO, DAL CALDO ESTREMO A NEVE E GHIACCIO OTTIMA TENUTA DI STRADA GRAZIE AD UNA DISTRIBUZIONE DEI PESI OTTIMIZZATA GUIDA PIÙ AGEVOLE E RILASSANTE GRAZIE AL MOTORE ELETTRICO COMODITÀ DI RICARICA DIRETTAMENTE A CASA NELLA SEMPLICE PRESA DI CORRENTE BAGAGLIAIO E VANO ANTERIORE PIÙ CAPIENTI RISPETTO ALLE NORMALI CITY CAR PIÙ VIAGGI, PIÙ RISPARMI NWG ZERO CONFRONTATA CON LE ALTRE AUTO DELLA SUA CATEGORIA, SU UN CHILOMETRAGGIO DI KM, PUÒ CONSENTIRE UN RISPARMIO COMPLESSIVO SUPERIORE AI SCELTE DI QUALITÀ CHE PORTANO LONTANO ALTISSIME PRESTAZIONI E OTTIME CARATTERISTICHE TECNICHE PER L AUTO DEL FUTURO CITY CAR 100% ELETTRICA - AUTONOMIA DI 140 KM - 4 STILI DI GUIDA PERSONALIZZABILI RACE MODALITÀ CHE ESALTA L ANIMA SPORTIVA FINO A 110 KM/H PER UNA MASSIMA POTENZA ECONOMY OTTIMIZZA LA CARICA E CONSENTE UN AUTONOMIA STRAORDINARIA FINO A 140 KM STANDARD PERFETTO PER L USO QUOTIDIANO CONSENTE UN EQUILIBRIO IDEALE FRA PRESTAZIONI E AUTONOMIA RAIN PER VIAGGIARE IN TUTTA SICUREZZA IN CASO DI POCA ADERENZA ZERO EMISSIONI DI CO 2 E PER CHI HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO A CASA ZERO EMISSIONI ALLA FONTE VELOCITÀ DI RICARICA CON IL CARICA BATTERIE STANDARD RICARICHI DA 0% AL 100% IN 9 ORE CON IL CARICA BATTERIE MULTIFAST RICARICHI IN 5 ORE CON SUPERFAST RICARICHI DA 0% ALL 80% IN MENO DI UN ORA* *CON ALIMENTAZIONE TRIFASE 380 V ESTERNA AL VEICOLO NWG ZERO TI PERMETTE DI RIDURRE LE SPESE DI GESTIONE: ASSICURAZIONE AL 50% ESENZIONE DEL PAGAMENTO DEL BOLLO PER I PRIMI 5 ANNI COSTI MINIMI DI MANUTENZIONE PIENO CON 2 CHE SI RIDUCE A ZERO PER CHI HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO A CASA Per informazioni: tel

13 La Provincia Martedì 24 luglio Investimenti in Ict e benefici sul Pil P Uno studio attribuisce notevole importanza alle start-up di giovani untare sulle Ict, secondo il professor Gianni Ferretti, prorettore della sede cremonese del Politecnico di Milano, è importante anche sotto un aspetto prettamente economico. «In tempi di Spending Review, credo sia interessante citare a proposito uno studio della School of Management del Politecnico di Milano, che stima l impatto degli investimenti in ICT sui risparmi di spesa e sull aumento del PIL». «Lo studio continua Ferretti ipotizza che se nel 2012 la Pubblica Amministrazione spendesse 150 milioni di euro in più in ICT (+2,5% della spesa attuale, circa il costo di costruzione di 4 Km di autostrada) l impatto sulla crescita del PIL si aggirerebbe fra lo 0,03 e lo 0,05%.Ancora più significativi sarebbero i risparmi: meno 4 miliardi di euro in aumento di produttività, meno 15 miliardi di euro di riduzione di spesa per acquisti, meno 24 miliardi di euro per la riduzione della burocrazia, complessivamente meno 43 miliardi di euro di spesa pubblica. Notevole importanza viene inoltre attribuita ad una politica che favorisca le start-up, soprattutto quelle fondate dai giovani, aspetto considerato dal progetto CRIT, in cui sono previsti spazi ed opportunità per l incubazione di aziende». Significativo infine il fatto che lo studio si concluda sottolineando ancora una volta l importanza della formazione di capitale umano: «È fondamentale portare avanti seriamente una politica che orienti i nostri giovani verso percorsi che hanno sbocchi di mercato. È grave che in Italia i tassi di disoccupazione siano così alti e che esistano al contempo sacche di mancanza di professionalità, di competenze specifiche quali ad esempio sviluppatori Java, sviluppatori Mobile, esperti di marketing digitale». RIPRODUZIONE RISERVATA L ANALISI DEL PROF. RANGONE Un punto percentuale in più Lo studio consultabile su article/journal_content/56_insta NCE_3j1n/10402/ viene descritto in un articolo di Andrea Rangone (coordinatore Osservatori ICT&Management - school of management, Politecnico di Milano febbraio 2012) dal titolo Investire in innovazione digitale per rilanciare l economia italiana. Introducendo l articolo, Rangone scrive: «Una seria politica di investimenti in tecnologie digitali può portare un incremento del PIL italiano di circa un punto percentuale, oltre che una significativa Studenti al lavoro all interno delle aule della sede di Cremona Politecnico di Milano del riduzione della spesa pubblica e, quindi, del deficit. Un contributo importante, che potrebbe aiutare l Italia a superare la crisi e a centrare l obiettivo di rientro dal debito entro il 2013». Un test nei laboratori dell ateneo Il Politecnico di Milano tra le prime università in Europa e nel mondo Il Politecnico di Milano è la prima università italiana nella storia del ranking QS a entrare tra le 50 migliori università tecnologiche del mondo. Nel 2011 è risultato: al 13 posto assoluto in Europa nell area Engineering & Technology; al 48 posto assoluto mondiale nell area Engineering &Technology; al 51 posto assoluto mondiale nella valutazione dei responsabili delle HR (Human Resources) delle imprese internazionali sulla qualità dei laureati. Nel 2012 il Politecnico di Milano migliora la sua posizione nella classifica QS e si colloca: nelle prime 50 università mondiali in 3 aree di ricerca: Chemical Engineering, Civil Engineering, Electrical Engineering, Mathematics, Mechanical Engineering; nelle prime 10 università europee in 3 aree di ricerca: Chemical Engineering, Civil Engineering, Mathematics; prima in Italia in 5 aree di ricerca: Chemical Engineering, Civil Engineering, Computer Science, Mathematics, Mechanical Engineering. OFFERTA DI MEZZA ESTATE Via Castelleonese, 8/A - Costa S. Abramo Tel Cellulare: Installiamo anche il climatizzatore fornito dal cliente Assistenza post-vendita e manutenzione programmata del tuo impianto Climatizzatore PANASONIC btu pompa di calore classe A+A con installazione standard fino a 4 mt. Euro 1.050, 00 iva inc. Versione btu Euro 950, 00 iva inc. - Web:

14

15 La Provincia Martedì 24 luglio Scarti di lavorazione diventano energia B di Serena Ferpozzi oom di iscrizioni per la facoltà di scienze e tecnologia alimentari proposta dall università Cattolica a Cremona. Lorenzo Morelli, preside della Facoltà di Agraria e direttore del Centro Ricerche Biotecnologiche spiega l importanza, per il nostro territorico, di questo tipo di corso di laurea. «L obiettivo specifico del curriculum in Scienze e tecnologie alimentari è di preparare laureati con competenze adeguate all inserimento nel mondo della produzione o al proseguimento più specialistico nella laurea magistrale. Gli alimenti di qualità rappresentano una delle principali componenti del sistema produttivo italiano e un punto di forza culturale ed economico del Paese». Questo percorso di studi dunque ha come obiettivo quello di formare una figura UNIVERSITA CATTOLICA Dopo la laurea triennale tre indirizzi di studi magistrali nel settore della biotecnologia Al termine dei tre anni del corso di laurea, c è la possibilità, per chi lo desidera, di proseguire gli studi per il conseguimento della laurea magistrale. Sono tre gli indirizzi legati al settore della biotecnologia. Il primo si trova a Cremona ed è quello in Economia e gestione del sistema agro-alimentare, un percorso formativo in lingua inglese, con possibilità di doppia laurea, denominato anche M. Sc.in Agricultural and Food Economics. Gli altri due possono essere frequentati solo a Piacenza e sono i corsi di laurea magistrale in Scienze e tecnologie alimentari e Scienze e tecnologia agrarie. professionale fornita di adeguate conoscenze e capacità che garantiscano una visione completa delle attività produttive di alimenti e bevande, dalla produzione al consumo, mantenendo nel tempo un adeguato standard di aggiornamento. «Sono quattro prosegue Morelli i filoni di questo percorso di studio». Il primo sulla sicurezza alimentare dove si sviluppano i temi legati al Dna e alla biologia molecolare. C è poi quello della qualità dove, attraverso il miglioramento costante dei prodotti alimentari in senso nutrizionale ed economico, si cerca di garantire la sostenibilità e la eco-compatibilità delle attività agro-industriali, recependo le innovazioni nelle attività specifiche. Non manca poi la collaborazione con la Fondazione Avantea, il laboratorio cremonese di tecnologia della riproduzione animale noto a livello mondiale del professor Cesare Galli, dove si allevano animali per studiarne la genetica. Novità delle ultime settimane è invece il progetto che la Cattolica ha attivato con il Politecnico per la produzione di idrogeno da energia ottenuta per via fermentativa dagli scarti di lavorazione dell industria alimentare. Percorsi interessanti e altrettanto richiesi sul mercato. «Gli studenti che si laureano a fine mese conclude Morelli sono già stati opzionati per essere introdotti nel mondo del lavoro». In quest ultimo anno le richieste sono giunte dal settore lattiero-caseario in quanto i direttori prossimi alla pensione (allora periti) saranno sostituiti da giovani laureati. Le richieste però sono cicliche. Ad esempio la scorsa primavera c è stato il boom di richieste di laureati da parte del settore delle macchine agricole. RIPRODUZIONE RISERVATA Il Dies Academicus nell aula magna dell Università Cattolica di via Milano Nella foto a fianco Lorenzo Morelli Facoltà di Scienze etecnologie alimentari Una serie di importanti progetti con Avantea eil Politecnico di Milano Concessionarie CREMONA Via Dante, 78 (ang. P.zza Stazione F.S.) Tel MADIGNANO Via Oriolo, 41 (di fianco al Mercatone) Tel S.r.l DAL 1905 TI MOTORIZZA MEGLIO

16 C è qualcosa di nuovo, oggi a Cremona anzi d antico. Meeting Serate a tema Esposizioni artistiche Presentazioni nuovi prodotti Laboratori Reading Sfilate Palazzo Calciati, via Antico Rodano, 2 Cremona - T publia eventi

17 La Provincia Martedì 24 luglio I Innovazione tecnologica L Italia ha ancora molto da fare momenti di crisi che stiamo vivendo a livello di sistema competitivo ci vedono in svantaggio rispetto alla Germania e ai Paesi emergenti e, uno degli aspetti che più balza all occhio, è il livello ancora basso di diffusione e uso delle tecnologie nella vita quotidiana e nelle attività produttive delle piccole e medie imprese. Con queste parole Fabio Antoldi, coordinatore presso la sede di Cremona della laurea triennale in Economia aziendale dell Università Cattolica e condirettore del Cersi, centro di ricerca per lo sviluppo imprenditoriale, interviene per fare un quadro della situazione della aziende del nostro Paese. «In Italia ci sono più di 4 milioni di piccole e medie imprese che in buona parte utilizzano ancora processi di organizzazione del lavoro di tipo manuale, dalla consegna delle merci alla gestione della contabilità. Visitando altri Paesi come la Germania, invece, le differenze balzano subito all occhio. Non solo tedeschi o americani, ma oramai anche russi, cinesi o brasiliani in molti settori hanno spesso un innovazione tecnologica molto avanzata». Tra i fattori che hanno determinato questo divario tra la L analisi di Fabio Antoldi: «Siamo in svantaggio rispetto alla Germania eaipaesi emergenti Le nuove generazioni sonola nostra risorsa» nostra economica e quella tedesca o dei Paesi emergenti, Antoldi elenca problematiche legate a mancati investimenti infrastrutturali (ad esempio la banda larga) e nel sistema scolastico e formativo, ma anche una persistente distanza culturale tra il mondo delle micro e piccole imprese, le università e i centri di ricerca. «Sono molti i settori industriali (alimentare, meccanico, delle telecomunicazioni, ndr) che potrebbero, attraverso piccoli investimenti, migliorare le tecnologie presenti consentendo un più facile accesso sia ai clienti che ai fornitori». Proprio in tal senso le nuove generazioni sono una risorsa e possono consentire quel salto di qualità che potrebbe fare la differenza. «Le università prosegue Antoldi possono essere interlocutrici nell immediato. Come Università Cattolica abbiamo avuto modo di collaborare con numerose piccole, medie e grandi imprese. I laboratori di microbiologia applicata agli alimenti hanno dato la possibilità di migliorare i loro Fabio Antoldi In alto la sede cremonese della Cattolica e un operaio nello stabilimento Ferrari di Maranello, fiore all occhiello della tecnologia m ade in Italy processi produttivi e sviluppare prodotti innovativi arrivando talora al deposito di brevetti. Con alcune imprese abbiano anche applicato metodologie avanzate di management, riorganizzando processi e svolgendo analisi competitive per rafforzare la loro posizione sul mercato. Molti dei nostri studenti hanno fatto il loro ingresso in azienda portando un vento nuovo di conoscenze pratiche. Quando si parla di tecnologia non ci si riferisce solo al lavoro di laboratorio e dunque a persone in camice bianco che testano nuovi prodotti e nuove formule, ma anche a capitale umano preparato e aperto al cambiamento, portatore di conoscenze più avanzate». RIPRODUZIONE RISERVATA GENERAL CARS SUMMER OUTLET OPEL Corsa 1.0 Ecotec 3 cilindri 65 CV, a23 km/l ESP Plus Climatizzatore Electric Pack Prezzo listino PREZZO SPECIALE Solo 11 unità GENERAL CARS SUMMER OUTLET PEZZI UNICI, A PREZZI UNICI. Solo a luglio, solo con Opel, solo per pochi esemplari. AGILA Solo 6 unità MERIVA Solo 4 unità ASTRA Solo 5 unità Via Castelleone, 77/79 - CREMONA Telefono Foto a titolo di esempio. Consumi vetture Gamma Opel ciclo combinato (l /100 km)/emissioni CO2 (g/km): da 3,5 a 11,3/da 94 a 258. l: ciclo extra-urbano 1.0 Ecotec.

18

19 La Provincia Martedì 24 luglio Linea Group, arrivano i contatori intelligenti Un immagine della sede cremonese di LGH, in via Persico Franco Mazzini, presidente di Linea Group Holding L innovazione è un obiettivo che può essere perseguito a partire da un organizzazione interna intelligente e strutturata in modo strategico. E questo l esempio di Linea Group Holding, che ha definito al proprio interno delle aree di lavoro dedicate, con antenne sempre sensibili alle novità ed alla possibile implementazione locale. Così è nato un Dipartimento del marketing strategico, creato nel 2011 per fornire supporto alla pianificazione e gestione dello sviluppo del Gruppo, attraverso l analisi dei tanti differenti mercati presidiati. L obiettivo è quello di strutturare il business portfolio, cioè quello che si è in grado di fare e vendere all esterno, e la conseguente allocazione del capitale sulle diverse filiere, cioè gli investimenti per ogni azione. Questo dipartimento, che risponde alla presidenza di Lgh, è assegnato alla direzione generale di Linea Più, la società di vendita di gas ed energia elettrica nel mercato libero, e la struttura che per vocazione è più attenta alle esigenze dei consumatori ed alle novità di servizio. Così, tra le altre, si sta facendo largo una nuova idea: Lgh sta articolando un progetto innovativo di smart metering che utilizza cioè contatori intelligenti, teleleggibili e telegestibili da remoto. Si tratta di un iniziativa che coinvolge a 360 gradi tutti i business a rete del Gruppo, vale a dire i servizi gas, energia elettrica, acqua e calore che sono parte importante della quotidianità di Lgh e di tantissimi cittadini. Questo salto in avanti di Lgh vuole inoltre trasformare in opportunità quello che l Autorità per l energia elettrica ed il gas impone come obbligo, vale a dire la telelettura automatica entro il 2018 dei contatori gas. L obiettivo della sperimentazione che, ben prima della scadenza imposta del 2018, verrà messa presto in atto nelle provincie servite da LGH, è più ampio rispetto all adeguamento a quanto disposto dell Autorità sui contatori gas. Qui si vuole coinvolgere nel sistema di smart metering tutti gli altri servizi al cittadino; e cioè appunto energia elettrica, acqua e calore. Da questo passaggio nasceranno servizi a valore aggiunto e, per esempio, si apriranno nuove frontiere per l utilizzo di elettrodomestici intelligenti, in grado di attivarsi o disattivarsi in base al costo dell energia. Quest area di sviluppo viene chiamata Smart Home. Ma possono nascere anche sinergie interne grazie all infrastruttura di comunicazione (Ami Advanced meter infrastructure) che si dovrà realizzare tra i contatori gas ed il sistema di gestione dei dati della Utility Lgh (Mdm - meter data management) per tutti i servizi forniti. In questo modo si potrà capitalizzare su più servizi un unica infrastruttura di comunicazione, ottenendo risparmi ed una migliore gestione. Il Gruppo sta valutando l investimento anche sulla base delle indicazioni di Authority e Regione, che dichiarano sostegno finanziario a progetti che, come questo, consentono lo sviluppo di una tecnologia interoperabile con i contatori di tutti i servizi, e in grado di trasmettere in continuo una mole molto significativa di dati. Un super contatore darebbe infatti vantaggi sia ai consumatori che alla società che eroga servizi. Allo sviluppo di questa sperimentazione, che coinvolgerà circa utenze, stanno collaborando con Linea Group Holding primari partner tecnologici internazionali, in particolare europei ed asiatici. I benefici attesi dovrebbero giustificare ampiamente l investimento in sviluppo tecnologico. La chiave di tutto sta nella disponibilità dei dati di lettura con un aggiorna- Con il progetto di smart metering che utilizza strumentazioni teleleggibili e telegestibili da remoto. Siaprono cosìnuove prospettive mento in tempo reale. Rispetto alle novità prossime future, si può dire che i dati oggi siano raccolti e confrontati in modo artigianale : telelettura mensile dell energia elettrica (Aem Cremona possiede già la tecnologia sui meter elettrici); letture manuali, autoletture e consumi presunti per gas, acqua e calore. Da domani saranno disponibili in tempo reale. Tra i benefici attesi c è una possibile riduzione dei consumi, accompagnata e stimolata dalla maggiore consapevolezza degli stessi. Il Marketing strategico di Linea Group Holding sta portando avanti questo progetto senza perdere d attenzione tutte le best practices sul mondo dell efficienza energetica. L obiettivo di fondo è immutato negli anni: migliorare i servizi al cittadino ed al territorio, e cogliere le migliori opportunità di mercato. L efficienza energetica mira all utilizzo della minor quantità di energia possibile per ogni attività o processo; ciò non significa quindi produrre meno o fornire meno servizi, ma produrre gli stessi beni e servizi con meno energia, con minor impatto sull ambiente e minori costi. Alcune valutazioni parlano di un sistema economico dei servizi di efficienza energetica in Italia, oggi in fase embrionale e con ampi margini di crescita, stimato già in 2 miliardi di euro annui; e con un potenziale di espansione da 3 a 6 volte tanto nel prossimo decennio. Linea Più guarda con la massima attenzione a quest area di innovazione. Il protocollo di Kyoto, le direttive Ue come il Pacchetto clima-energia, il Terzo pacchetto energia o il Pacchetto efficienza energetica ed il Piano di azione nazione (Pan) testimoniano che la sostenibilità dello sviluppo ha assunto grande rilevanza a livello nazionale, europeo e mondiale. In questo ambito l Ict (information and communication technology) è riconosciuta e individuata come driver fondamentale per la crescita. RIPRODUZIONE RISERVATA

20

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero.

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Cosa fa un ingegnere petrolifero? Gli ingegneri petroliferi individuano, estraggono e

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Milano, 8 Maggio 2014 Sala Pirelli Palazzo Pirelli Esperienze di telemedicina in Regione Lombardia e sanità elettronica

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli