Newsletter EDITORIALE MANIFESTAZIONI CULTURALI. N. 11 Gennaio anno di rinnovamento. AICT è Socio di. AICT è Socio fondatore del

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Newsletter EDITORIALE MANIFESTAZIONI CULTURALI. N. 11 Gennaio 2011. 2011 anno di rinnovamento. AICT è Socio di. AICT è Socio fondatore del"

Transcript

1 Newsletter N. 11 Gennaio 2011 EDITORIALE 2011 anno di rinnovamento Come molti lettori già sapranno durante lo scorso mese di dicembre si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo e della Presidenza della nostra Associazione. A pagina 12 è riportata la composizione delle strutture che hanno il compito di guidare l Associazione per il triennio Scrivo pertanto queste brevi note nella mia nuova veste di Presidente AICT. Desidero innanzitutto ringraziare tutti i soci a nome del Consiglio e mio personale per la fiducia accordataci che intendiamo ricambiare impegnandoci a dare nuovo slancio all Associazione dopo il periodo di stasi dovuto agli eventi della scorsa primavera (vedi Newsletter n. 10 Giugno 2010) Vi anticipo le più importanti novità che caratterizzeranno l anno appena iniziato: verrà prossimamente rilasciata la nuova release del nostro sito (www.associazioneaict.it) completamente rivista nella grafica e arricchita di nuove funzionalità FOTONICA approderà alla sua tredicesima edizione connotandosi definitivamente come la manifestazione di riferimento nel suo settore AICT avrà l impegnativo compito di organizzare la 50 a edizione del Congresso annuale FITCE che si terrà a Palermo dal 31 agosto al 3 settembre p.v. Di tutto questo e del programma completo degli eventi 2011 Vi terremo aggiornati su queste pagine nelle prossime edizioni. Nel frattempo colgo con grande piacere l occasione per indirizzare a tutti Voi i più calorosi auguri per un 2011 ricco di soddisfazioni. Maurizio Mayer Presidente AICT MANIFESTAZIONI CULTURALI Il 9 marzo 2010 si è svolta a Roma presso la sede della Regione Lazio la giornata di studio Sistemi di informazione geografica a supporto dei processi decisionali nella gestione del territorio, dove sono stati presentati i più importanti sistemi ICT utilizzati per la gestione del territorio. (La sintesi a pag. 2) Il 26 marzo 2010 si è svolta presso la sede del Politecnico di Milano la giornata di studio ICT per l Efficienza Energetica, dove i maggiori esperti di Green IT hanno presentato il quadro delle attuali Tecnologie Green IT e dei prossimi data center. (La sintesi a pag. 5) Il 9 giugno 2010 si è svolta presso l Auditorium del Politecnico di Milano la giornata di studio La domotica e le TLC: soluzioni e servizi, dove si è discusso del progresso della domotica reso possibile dalle telecomunicazioni e dalle strategie adottate dai maggiori players del mercato. (La sintesi a pag. 10) AICT è affiliata a Federation of Telecommunications Engineers of the European Union AICT è Socio di AICT è Socio fondatore del Il socio AICT è destinatario della rivista trimestrale Mondo Digitale edita in collaborazione tra AICA (Associazione Italiana per l Informatica e il Calcolo Automatico) ed AICT. La rivista è ricca di contributi a carattere generalmente (ma non esclusivamente) tecnico legati al vasto campo delle tematiche ICT. AEIT è la rivista ufficiale della Federazione, pubblica articoli di alta divulgazione tecnicoscientifica nei settori di competenza. 1

2 Sistemi di informazione geografica a supporto dei processi decisionali nella gestione del territorio 9 marzo Roma A cura di Alessandro Vizzarri, Segretario AICT Dopo i saluti iniziali da parte del Presidente AICT Michele Morganti (Fondazione Politecnico), della Prof.ssa Maria Ioannilli (Università Tor Vergata) e del Prof. Agostino Nuzzolo (Università Tor Vergata), è il Prof. Beniamino Murgante, chairman della prima sessione di interventi Lo stato dell arte, a sottolineare come ormai la gestione del nostro territorio necessiti di un adeguato supporto tecnologico. Infatti la Prof.ssa Maria Ioannilli inizia il suo intervento I nuovi caratteri dei processi di gestione del territorio e le esigenze di supporto esponendo il concetto di ambiente, i principali rapporti tra uomo e ambiente e quindi le metodologie attualmente utilizzate per una corretta gestione del territorio, ovvero una attività istituzionale (politica ed amministrativa) volta a regolare la tutela, l uso, la trasformazione e la valorizzazione del territorio e dei beni (ambientali, culturali e sociali) in esso contenuti. Proprio per gestire al meglio la complessità, l interdipendenza e la scalarità dei processi prosegue Ioannilli gli strumenti informatici (primo tra tutti il sistema GIS) costituiscono un supporto fondamentale per l acquisizione, la memorizzazione e la gestione dei dati territoriali. Alessandro Gizzi (Consulente di Geomatica) in La produzione di dati geografici e di sistemi di elaborazione a base geografica ricorda che i dati disponibili oggi in un GIS sono tipicamente in quantità enormemente superiore rispetto al passato, grazie soprattutto alla disponibilità di nuovi strumenti di rilievazione da satellite/ aereo. Al centro di tutte le applicazioni si posiziona la georeferenzazione, procedura in grado di riconoscere gli indirizzi e di associare gli stessi a coordinate geografiche: in questo modo tutti i dati gestiti da sistemi informativi convenzionali sono elaborabili geograficamente. Se poi si pensa alle possibili interazioni del sistema GIS con strumenti di localizzazione come il GPS, si intuisce l importanza della gestione informatica dei dati territoriali per diverse applicazioni. Dopo aver esposto le principali metodologie con cui costruire un sistema GIS (modellizzazione dei dati, memorizzazione in database, relativa gestione ed elaborazione), Gizzi conclude che l importanza di sistemi informatici utilizzati per la gestione del territorio è dimostrata dalla continua crescita del volume di dati trattati. Giovanni Biallo (GEOforUS - Geography & Technology Network) a proposito del Quadro di coerenza tra l offerta informativa e tecnologica ed i processi di gestione del territorio evidenzia il cambiamento dell insegnamento della geografia nelle scuole/ università negli ultimi anni: Trovo molto interesse degli studenti verso gli approfondimenti tecnici e tematici legati al mondo delle tecnologie informatiche applicate alla geografia. Oggi in diverse università italiane sono stati istituiti corsi di studio specifici per applicazioni di tecnologie GIS, così come sono ormai sempre più frequenti le tesi di laurea in materia. Siamo ormai invasi da tecnologia che ci stimola la conoscenza geografica di ciò che ci circonda. In tal senso chiude Biallo il ruolo dei sistemi informativi geografici nell insegnamento della geografia è sempre più centrale: la geografia se insegnata in modo innovativo e legandola alle tecnologie informatiche, è di sicuro interesse per gli studenti, affascinati oggi da navigatori satellitari, servizi mappe sul web, cellulari dotati di GPS, ecc. Nella seconda sessione Il posizionamento delle a- ziende viene esposto il punto di vista delle aziende operanti nel settore. Maurizio Revolti (Sinergis) in Il livello di diffusione dei sistemi di informazione geografica nelle amministrazioni pubbliche, dopo 2

3 Sistemi di informazione geografica a supporto dei processi decisionali nella gestione del territorio - segue - una breve presentazione aziendale, illustra un breve quadro delle tecnologie GIS: Oggi la maggioranza dei progetti è sviluppata su tecnologie proprietarie: Esri, Intergraph e Autocad. Il mercato delle tecnologie OPEN invece è ancora immaturo per diversi motivi, come la difficoltà nel gestire una elevata quantità di dati e l indisponibilità di una unica infrastruttura di dati territoriali (IDT). Per Maurizio Ambrosanio (In-Time) in Profili di innovazione nell offerta di sistemi e servizi a supporto dei processi decisionali pubblici l'innovazione di prodotto e di servizio è il vero punto di forza della Società In -Time: è evidente quindi che l'attività di ricerca costituisca l'elemento trainante per lo sviluppo del proprio business. I processi di gestione ambientale urbana necessitano, dal punto di vista delle analisi tecniche, di applicazioni sviluppate in ambito scientifico, poiché i supporti conoscitivi non sempre sono assumibili direttamente dal soggetto responsabile della gestione. A tale ambito appartengono l inquinamento acustico, atmosferico ed idrico, il ciclo di gestione dei rifiuti, i trasporti, i sottoservizi e le reti tecnologiche, l accessibilità agli spazi pubblici urbani, soprattutto in riferimento ai soggetti portatori di impari mobilità. Tutto ciò conclude Ambrosanio deve essere gestito da opportuni sistemi informatici in grado di pianificare il servizio in relazione alla reale domanda distribuita sul territorio, gestire l'infrastruttura di servizio e di monitorare le performance del servizio. Giovanni Biallo (GEOforUS) apre la tavola rotonda Esigenze degli utenti, livelli di soddisfazione e criticità chiedendo ai partecipanti se le attuali tecnologie informatiche in ambito territoriale rispondano alle attuali esigenze degli utenti. Per Bernardo De Bernardinis (Dipartimento Protezione Civile) una gestione informatizzata dei dati territoriali è necessaria per perseguire gli obiettivi di protezione civile, pianificazione e programmazione della difesa del suolo. Dario Esposito (Osservatorio Provinciale Rifiuti Roma) è certo che la tematica della tutela ambientale sia diventata sempre più importante negli ultimi anni, soprattutto alla luce dei rischi a danno della popolazione. Perciò in tutti i piani di valutazione ambientale del territorio, oggi vengono effettuate le analisi ecologiche e socio-economiche scorporando i processi gestionali interagenti tra loro dai dati acquisiti dal territorio stesso attraverso la nota piattaforma GIS, prezioso supporto tecnologico capace di memorizzare le informazioni raccolte e di redarre le statistiche dei principali parametri. Dello stesso parere è Stefano La Porta (ISPRA): Nel nostro Istituto abbiamo avuto modo di constatare come l utilizzo del GIS sia di fondamentale importanza tecnica e sociale, poiché consente di costruire una banca dati contentente le informazioni più importanti del nostro ambiente: ormai i cittadini vogliono sempre più conoscere il territorio in cui vivono. L utilizzo di opportune piattaforme tecnologiche è un prezioso aiuto in tal senso. Mauro Luciani (Ministero dell Ambiente) ricordando come la direttiva europea INSPIRE in vigore dal 2007 abbia istituito una infrastruttura per l informazione territoriale nella Comunità europea capace di rendere l informazione territoriale compatibile e utilizzabile in un contesto transfrontaliero, superando quindi i problemi di indisponibilità ed accessibilità dei dati, richiama le principali iniziative del Ministero ( Portale Cartografico, PODIS ), i numerosi accordi ( Ministero delle Infrastrutture e ANAS per le strade; Protezione Civile per il dissesto idrogeologico; Ministero della Difesa per un progetto relativo alle aree militari; Regioni del sud per il progetto PODIS relativo a forestazione e coste; Carabinieri per il progetto 3

4 Sistemi di informazione geografica a supporto dei processi decisionali nella gestione del territorio - segue - relativo alle aree militari; Regioni del sud per il progetto PODIS relativo a forestazione e coste; Carabinieri per il progetto dei NOE ) e anche le collaborazioni avviate con ANCI, UPI, UNCEM. Secondo Lorenzo Mariani (Selex SI) le piattaforme GIS/GMS per la gestione dei dati territoriali costituiscono una importante linea di ricerca nelle attività di Selex SI, soprattutto per quanto riguarda l integrazione con i sistemi sviluppati per la sorveglianza costiera, controllo dei confini e quindi l homeland security Poiché migliorare il livello di manutenzione degli impianti incide positivamente sulla qualità e sulla continuità del servizio sostiene Adel Mutawi (Terna Spa) - per velocizzare l identificazione e la raggiungibilità di tutti gli impianti, Terna si avvale di un sistema di georeferenziazione (GIS). Con tale sistema possiamo svoglere attività di monitoraggio e controllo degli impianti, attività di manutenzione ordinaria/straordinaria, compresi i lavori sotto tensione. Stato Regioni Enti Locali sul Sistema Cartografico di Riferimento INTESA GIS. Tra i risultati più importanti dell IntesaGIS si registrano la definizione e sviluppo delle Specifiche Tecniche, la costituzione di un database Topografico degli Strati Prioritari, la realizzazione del Repertorio dei Metadati, la realizzazione del raffittimento della Rete Geodetica Nazionale e lo studio dell integrazione dei dati catastali con i dati topografici. Anche la Provincia di Modena segnala Rita Nicolini (Provincia Modena) si è avvalsa delle più moderne piattaforme informatiche che consentono ai cittadini di accedere alle informazioni sia del nostro territorio (con foto di paesaggi, etc..) sia dell intero pianeta, come nel caso di immagini satellitari Quickbird.. Patrizia Procaccini (Regione Lazio) ricorda come nel 1996 le Regioni avviano la nuova strategia di Intesa In conclusione di giornata, per Maria Ioannilli il convegno di oggi ha dimostrato la crescita del mercato delle applicazioni informatiche per la gestione del territorio sia per quanto riguarda lo sviluppo di nuove piattaforme ed applicazioni sia come possibile settore di impiego. 4 Nota: Questo articolo riassume quanto presentato e detto dai Relatori nel corso delle loro presentazioni e quanto emerso nel corso delle susseguenti discussioni durante la Giornata di Studio AICT Sistemi di informazione geografica a supporto dei processi decisionali nella gestione del territorio così come recepito dall autore. Quanto riportato potrebbe non riflettere completamente o in parte le posizioni dei Relatori stessi, dell autore e delle società da essi rappresentate.

5 ICT per l Efficienza Energetica 26 marzo Milano A cura di Alessandro Vizzarri, Segretario AICT Dopo i saluti iniziali da parte del Prof. Giulio Ballio (Rettore del Politecnico di Milano), del Presidente AICT Michele Morganti (Fondazione Politecnico), e della Prof.ssa Letizia Tanca (Politecnico di Milano), è Chiara Francalanci (Politecnico di Milano) in qualità di chairman della sessione ad introdurre l intervento Le tecnologie IT abilitanti per l efficienza energetica: i progetti europei di BeAware e Games curato da Massimo Bertoncini (Engineering Informatica) e Barbara Pernici (Politecnico di Milano). Secondo Bertoncini i progetti europei BeAware e Games permetteranno di sviluppare soluzioni informatiche capaci di produrre risparmi energetici in ambito residenziale fino al 15% e in ambito industriale fino al 25%. BeAware (Boosting energy Awareness with Adaptive real-time environments) - prosegue Bertoncini affida ad Engineering la responsabilità di sviluppare la piattaforma di servizi software, insieme ad un panel di università e aziende energetiche in Italia, Finlandia e Svezia. Il sistema sviluppato, EnergyLife, consente di misurare in tempo reale i consumi energetici dei cittadini avvalendosi di sensori wireless connessi agli elettrodomestici di casa. Sulla base dei dati acquisiti si potrà individuare i margini di riduzione, che arriveranno fino al 15%. Games (Green Active Management of Energy in IT Service Centers) è rivolto allo sviluppo di una piattaforma software in grado di progettare e gestire i Data Center di prossima generazione in chiave cloud computing, denominati negli ambienti scientifici di riferimento IT service Centers. Poiché i Data Center del futuro saranno in grado di offrire non solo servizi di hosting e potenti capacità elaborative, ma anche di erogare servizi a terzi, facendo nel contempo grande attenzione ai costi energetici, che sarà possibile ridurli fino al 25%. Per tali motivi conclude Bertoncini - le tecnologie informatiche per il risparmio energetico ed il Green IT oltre ad assumere un ruolo decisivo nella tutela dell ambiente e nella lotta ai cambiamenti climatici, aprono nuove opportunità di mercato per i service & technology provider. Inoltre Pernici aggiunge che la vision del progetto GAMES è quella di una nuova generazione di efficienza energetica negli IT Service Centres, i cui processi di gestioni stanno diventando sempre più critici. Un primo passo in tale direzione è la condivisione delle risorse tra diversi utenti e a livelli sempre più separati (business/applications, infrastructure, facility), con evidente un risparmio energetico. Il progetto GAMES individua una importante combinazione di tre azioni: la prima consiste nella definizione di strumenti web per il design teorico di un Green IT Service Center, bilanciando opportunamente la qualità del servizio, performance e tutti gli aspetti di efficienza e- nergetica. La seconda riguarda l implementazione di tali strumenti web concentrandosi sulla condivisione delle risorse tra utenti diversi, mentre con la terza si implementano tali strumenti e metodologie all interno di un ambiente run time con misurazioni, monitoring e controllo adattativo dei livelli di energia. Daniele Bianchi (Beta 80) in Energ- IT: Modelli e azioni per ridurre i consumi energetici sull importanza del progetto ENERG-IT assegnato nel 2008 ed inserito nel macroprogetto ICT Metadistretti 2008 organizzato dalla Regione Lombardia. Il principale obiettivo del progetto precisa Bianchi - è quello di definire una metodologia green e gli strumenti necessari per supportare l ottimizzazione dell efficienza energetica dei data center attraverso una lenta migrazione e reingegnerizzazione dei processi. Perciò ecco la metodologia che abbiamo sviluppato: implementazione di green reengineering dei sistemi esistenti, verifica dei relativi consumi energetici e calcolo di un possibile risparmio energetico, confronto con le migliori soluzioni di energy saving presenti sul mercato ed eventuali miglioramenti dei processi. Concludendo l intervento, Bianchi prevede che per i Data Center del futuro occorre proporre un nuovo approccio largamente condiviso per le tematiche energetiche. Ciò sarà possibile solo con l implementazione di strumenti di analisi multi parametrica in grado di monitorare tutti i livelli di consumo energetico (e di creare quindi dei profili tipici) ed il carico di lavoro, Inoltre tali strumenti dovranno poter definire i criteri di air conditioning utilizzando i modelli termodinamici. 5

6 ICT per l Efficienza Energetica - segue - Paolo Cremonesi (Politecnico di Milano) aggiunge che l obiettivo del progetto ENERG-IT è di ridurre i consumi energetici dei datacenter attraverso l ottimizzazione di utilizzo e di configurazione dei diversi componenti IT. Con l approccio utilizzato si è riusciti a misurare i consumi di oltre 120 sistemi hardware attraverso SPECpower, modellizzare le caratteristiche energetiche del datacenter, ottimizzarne i consumi riducendo il TCO (Total Cost of Owneship), scegliendo opportuni componenti IT e definendo una loro opportuna dislocazione all interno del datacenter. Il Keynote Speech della prima sessione è affidata a Roberta Bigliani (Emea Research Director IDC), secondo cui a ogni dollaro di spesa hardware corrispondono cinquanta centesimi in più di consumi energetici. Il fabbisogno cresce di anno in anno e pone l Ue, ma in particolar modo l Italia, in stretta dipendenza dagli altri paesi, mentre si dovrebbe cercare di disaccoppiare crescita e sviluppo dal problema energetico. Infatti prosegue Bigliani: L IT nel suo complesso contribuisce a livello mondiale al 2% delle emissioni di CO2 (tanto quanto gli aerei di tutto il pianeta) e se è necessario ridurre l impatto ambientale alla fonte, resta dall altro lato la necessità di preoccuparsi di Green IT a diversi livelli, pensando a tutto il ciclo di vita del prodotto: non conta solo il risparmio energetico quindi, ma anche la fase di progettazione, lo smaltimento e la riduzione dei consumi lato utente. Serve, in sintesi, un approccio di tipo sistemico. Mentre spesso si registrano interventi puntuali, ma non guidati da alcuna strategia. E necessario consumare meno risorse primarie, risparmiare. Il motore del Green IT oggi è strettamente di tipo economico. Il Green IT è necessario per far quadrare i conti. Enrico Sasson (Harvard Business Review Italia) inizia la Tavola Rotonda Utenti: Esigenze ed esperienze a confronto introducendo le diverse esperienze attuate in Italia in materia di Green IT. Secondo Umberto Benezzoli (Regione Lombardia) la Legge 24/06 definisce che il Consiglio regionale approvi un documento di indirizzi avente l obiettivo di ridurre le emissioni in atmosfera, migliorare la qualità dell aria e l efficienza del sistema energetico regionale. Il Piano per una Lombardia sostenibile, inserito nell ambito dell Azione Clima Europea ed approvato dalla Giunta regionale lo scorso 10 febbraio, nasce per impostare il percorso decennale della Regione verso l obiettivo di una regione a bassa intensità di carbonio e ad alta efficienza energetica. Gli obiettivi da raggiungere entro l anno 2020 previsti dal Piano riguardano tre ambiti: riduzione delle e- missioni di gas serra; riduzione dei consumi energetici finali ed aumento dell uso delle fonti energetiche rinnovabili. Quindi anche i sistemi ICT contribuiscono in modo significativo in tal senso. Infine per Bonfanti occorre che società, ambiente e sviluppo non litighino per principio fra loro, ma che anzi contribuiscano al rilancio economico, dato che questo oggi può essere determinato proprio da politiche di efficienza energetica, mobilità sostenibile ed energie rinnovabili. Ernesto Bonfanti (Fiera Milano) ricorda che la nuova Fiera di Milano è una delle strutture fieristiche più moderne e funzionali al mondo. Gli eventi e le esposizioni possono usufruire di una struttura innovativa e all'avanguardia, con oltre mq di superficie complessiva. In totale abbiamo 8 padiglioni disposti su 2 piani: ogni padiglione comprende al suo interno reception, punti di ristorazione e sale convegno. La struttura offre un funzionale Centro Servizi, attrezzata sala stampa, una banca e un ufficio postale. Inoltre la nuova Fiera di Milano comprende anche un Centro Congressi altamente specializzato, con 9 sale modulari, con un auditorium da 739 posti ed una serie di sale riunioni dislocate nei vari padiglioni e lungo il viale centrale. Da questa descrizione iniziale si intuisce la quantità di apparecchiature IT presenti nella nostra struttura e quindi quanto sia importante la riduzione dei relativi consumi energetici. Per Gianluca Caruso (Coordinamento Regioni Italiane sul Turismo) il mondo ICT dà sicuramente preziosi contributi in termini di efficienza energetica. Infatti tra le Politiche Integrate di Prodotto (IPP), è stato inserito il Green Pubblic Procurement (GPP), ovvero l acquisto, da parte delle Pubbliche Amministrazioni di prodotti a ridotto impatto ambientale, con il duplice scopo di indurre le imprese a produrre beni con migliori prestazioni ambientali e di essere di esempio per tutti i cittadini consumatori, indirizzandoli verso produzioni ambientalmente sostenibili. 6

7 ICT per l Efficienza Energetica - segue - Umberto Angelucci (SKY) cita le diverse soluzioni tecnologiche di Sky in tema di riduzione di consumo energetico dei propri apparati elettronici, prima tra tutte la piattaforma MYSky dotata di spegnimento automatico del decoder intelligente. Per Fabrizio Gori (Camfin Pirelli) il gruppo Camfin è impegnato da diversi anni nella ricerca di tecnologie green e di fonti rinnovabili di ultima generazione, tra cui l eolico e fotovoltaico, mentre per Simone Rizzo (Conai) tra le attività di CONAI in tema di sensibilizzazione per una corretta gestione e riciclo dei rifiuti, rientra anche quella che riguarda i rifiuti tecnologici, poiché è fondamentale non solo il loro utilizzo razionale ma anche un corretto ed appropriato smaltimento. Angelamaria Groppi (energylab) sostiene che fornire energia non significa solo produrla ma anche distribuirla attraverso una rete, fino ad arrivare all utente finale. Comporta inoltre la valutazione, il controllo e il coordinamento in tempo reale della produzione di elettricità di migliaia di generatori. Il driver principale per l introduzione delle smart grid risiede essenzialmente nell obiettivo imposto dall Europa: solo l implementazione di una rete intelligente permetterà l effettivo sviluppo e l utilizzo di una nuova quota di produzione da fonti rinnovabili e di servizi di efficienza energetica e di gestione del carico in tempo reale. Per tali motivi lo sviluppo delle smart grids coinvolge un ampio set di tecnologie innovative, che comprende: information technologies, nuovi materiali per conduttori, elettronica di potenza avanzata, tecnologie di energia distribuita. Si tratta però di investimenti capital intensive con un orizzonte temporale molto lungo (40 anni) che coinvolgono tecnologie non ancora perfettamente consolidate, standard e protocolli di comunicazione non ancora del tutto condivisi. Secondo Ruggero Bodo (Fondazione Sodalitas) ad oggi sono davvero importanti le politiche di Green Marketing, ovvero quelle strategie di marketing ecosostenibile. La Fondazione Sodalitas fin dalla sua nascita ha sempre cercato di sensibilizzare a questo nuovo modo di fare business le imprese aderenti, che negli ultimi anni hanno lavorato all introduzione di cambiamenti significativi nelle relazioni pre-esistenti con gli stakeholder fornitori, clienti, investitori, utilizzando approcci innovativi, politiche di green procurement, miranti a coinvolgere i fornitori in ambiziosi programmi di lotta al cambiamento climatico, come il Carbon Disclosure Project, o le environmental product declaration-edp e climate declaration legate all analisi del ciclo di vita. Il case history di Gianluigi Redaelli (NewEn) apre la II sessione. NewEn è un'azienda che opera nel settore dell'efficienza e del risparmio energetico, progettando e realizzando soluzioni efficaci tramite tecnologie e processi innovativi, soprattutto per intervenire sull efficienza e sul risparmio energetico. L approccio che utilizziamo è di tipo integrato e coinvolge congiuntamente involucro, impianti, macchinari e processi. Ciò consente di ridurre i costi di energia aziendali, aumentare il risparmio economico, razionalizzare le soluzioni già esistenti, identificare e pianificare interventi impiantistici, migliorare l'efficienza dell'intera struttura aziendale. Secondo Virgilio Mauro Costamagna (Telecom Italia) è indubbio che l energia sia un bene prezioso e scarso. Perciò sono due gli aspetti da valutare. Il primo è incentrato sull analisi dei consumi energetici fatturati dal proprio Energy Provider, comprensivi di energia, oneri di trasporto e di distribuzione. Il secondo invece consiste nell individuare azioni di risparmio energetico da parte di tutta la struttura produttiva, dipendenti compresi: a tal proposito Telecom Italia ha sviluppato misurazioni e metodologie automatiche di Energy Saving attraverso la piattaforma Telecom Italia Energy Power, con interessanti risultati ad esempio nel caso dell illuminazione pubblica. Perciò - conclude Costamagna - occorre dispiegare un adeguato sistema di misurazione energetica attraverso una rete di sensori, controllare la regolare applicazione del contratto siglato e sviluppare una maggiore conoscenza del mercato attraverso l analisi delle tariffe offerte da altri Energy Provider. Wiliam Fornaciari (Politecnico di Milano) Da quando le politiche dei principali paesi industrializzati si pongono come obiettivo la Green Economy, ci si è accorti sempre più che essa rappresenti l occasione per rinnovare prodotti e servizi, ampliare le fonti di approvvigionamento energetico, trasformare la compliance ambientale in un occasione per essere più produttivi ed efficienti. La UE punta infatti ad abbattere del 20% le emissioni di gas ad effetto serra entro il 2020, promuovendo sia l impiego delle 7

8 ICT per l Efficienza Energetica - segue - energie rinnovabili sia limitando i consumi energetici. Un ruolo sempre più importante in questo contesto va assegnato al tema dell efficienza e- nergetica (definita anche come la capacità di un sistema di utilizzare meno energia per il proprio funzionamento), che da sola è in grado di fornire il maggiore contributo alla riduzione delle emissioni di CO2. Considerando quindi gli obiettivi di efficienza energetica, un ruolo importante viene assunto dalle tecnologie ICT, le quali tendono a diminuire i propri consumi di energia elettrica, diventando maggiormente efficienti (Green ICT). Contemporaneamente favoriscono la realizzazione di nuovi modelli operativi maggiormente eco-sostenibili (videoconferenze, telelavoro), contribuendo ad abbassare i consumi energetici ed aggiungendo intelligenza a singoli impianti e sistemi complessi. Renato Di Stefano (ST Microelectronics) cita i notevoli progressi raggiunti dalla propria azienda in tema di miglioramento della efficienza energetica. La ST Microelectronics è il quinto produttore mondiale di microchip. Per tali motivi secondo noi è importante adottare processi industriali più virtuosi nei confronti dell ambiente per ridurre il consumo di materie prime ed essere più competitivi. Nel 1995 la ST adotta un suo Decalogo Ambientale, che impone la riduzione del 5% all anno di elettricità ed acqua per unità di prodotto e la riduzione delle emissioni di CO2 attraverso l uso di fonti di energia rinnovabili. Inoltre prosegue Di Stefano una volta verificati il fabbisogno di energia elettrica di tutte le unità di produzione (es. celle frigorifere,..), si è passati ad implementare soluzioni di efficienza energetica, prima tra tutte quali il freecooling: ovvero a temperature ambientali sufficientemente basse il carico termico può essere trasferito direttamente alle torri evaporative per essere dissipato nell ambiente esterno. Sono inoltre da menzionare la regolazione elettronica della velocità dei motori, il recupero del calore, la pulizia dei frigoriferi e sistemi di illuminazione intelligente. Precisa la conclusione di Di Stefano: Green IT = approccio scientifico ed obbligo morale. Luciano Ninivaggi (WIND) invece ha presentato la soluzione di Wind per una gestione efficiente dei consumi: la Wind Energy Platform. La gestione energetica ha un impatto notevole sui costi aziendali e può comportare conseguenze negative per tutti i livelli gerarchici in cui un azienda risulta essere divisa. Nel 2007 il Consiglio Europeo ha definito le strategie per promuovere l efficienza energetica con i seguenti obiettivi entro il 2020, tra cui figura la riduzione del 20% dei consumi energetici. E da segnalare che oggi il 28% della popolazione mondiale consuma il 77% dell energia prodotta. Wind prosegue Ninivaggi - mette a disposizione della clientela Enterprise una piattaforma specifica, dedicata a supportare le imprese in una gestione efficiente ed efficace del consumo energetico. Wind Energy Platform ha lo scopo di fornire soluzioni per tutti i livelli aziendali (interni ed esterni alla compagnia) interessati alla gestione e manutenzione delle soluzioni energetiche, fornendo rapporti sul consumo energetico e aspetti ambientali, quali comfort, energia risparmiata e aspetti economici. La piattaforma si basa su un infrastruttura hardware indipendente e robusta per collezionare tutte le informazioni inerenti all ambiente (palazzo, stabilimento, capannone, ) con un monitoraggio in tempo reale di tutti i consumi. Questa tecnologia è di tipo multivendor ed è integrabile con qualsiasi sistema di gestione energetica esistente. Dopo una breve presentazione, Marina Gatti (Proclesis) descrive la linea progettale seguita dalla propria azienda: Sulla base del servizio di auditing focalizzato sulle utenze telefoniche, con cui ogni cliente quindi può accedere ad una pagina web personalizzata dove i dati di consumo e di costo delle utenze telefoni- 8

9 ICT per l Efficienza Energetica - segue - con cui ogni cliente quindi può accedere ad una pagina web personalizzata dove i dati di consumo e di costo delle utenze telefoniche sono consultabili a diverso livello di dettaglio, abbiamo pensato di realizzare un progetto che consenta di monitorare e analizzare i consumi energetici di un azienda. La piattaforma sviluppata è l Energy Saving Project (ESP) e consente un preciso monitoring ed auditing dei consumi energetici. Secondo l ESP i dati energetici vengono raccolti in tre modi diversi: stime di consumo basate su benchmark creati, analisi delle bollette e misure empiriche di consumo effettuate tramite opportuni sensori. Ricordando come l ICT possa essere attento ai propri consumi supportando le aziende con la selezione di opportune apparecchiature informatiche, con la valutazione dell efficienza dei propri data center e con il controllo del condizionamento degli uffici, Gatti conclude che l ICT è certamente un valido e- sempio di risparmio e quindi costituisce il traino per altri settori aziendali grazie agli strumenti informatici capaci di controllare e gestire i dati energetici. A tal proposito occorrono opportune azioni di incentivazione per quelle aziende che decidono di usufruire a questo tipo di servizi. Per Renato Ornaghi (Energy Saving) il risparmio energetico è la nuova leva per competere ed occorre intervenire sul ciclo produttivo verificando, sostituendo e ridisegnando i processi e i macchinari per garantire il minor consumo energetico, a parità di servizio reso. Inoltre la mission aziendale di chi intenda introdurre un efficace efficienza energetica è sicuramente il controllo dei consumi energetici, intervenendo soprattutto sulle dissipazioni e sugli sprechi. Sicuro che Il ruolo dell ICT sarà sempre più fondamentale per ottenere risparmi duraturi e non velleitari, Ornaghi vede nel prossimo futuro un Energy Management governato dall ICT. A chiusura della giornata di studio, il Presidente AICT Michele Morganti conclude con l estrema attualità delle tematiche di efficienza energetica e il contributo davvero importante che l ICT può dare ad una politica di ottimizzazione dei consumi energetici. Nota: Questo articolo riassume quanto presentato e detto dai Relatori nel corso delle loro presentazioni e quanto emerso nel corso delle susseguenti discussioni durante la Giornata di Studio AICT ICT per l Efficienza Energetica così come recepito dall autore. Quanto riportato potrebbe non riflettere completamente o in parte le posizioni dei Relatori stessi, dell autore e delle società da essi rappresentate. 9

10 La domotica e le TLC: soluzioni e servizi 9 giugno Milano A cura di Alessandro Vizzarri, Segretario AICT Dopo i saluti iniziali da parte del Vice Presidente AICT Maurizio Mayer, è Franco Serio (Italtel) a presentare il primo dei tre case studies dal titolo Telepresence dall enterprise alla casa. Precisando le caratteristiche differenzianti della telepresenza dalla videoconferenza ( è una vera alternativa ad incontri faccia a faccia ), Serio esamina i benefici apportati dalla telepresenza: diminuzione dei viaggi, migliore produttività degli impiegati creazione di nuovi modelli e processi di business, Business Continuity. Dopo aver esposto l incremento e- sponenziale del Business Value e i modelli di interoperabilità intraaziendale, inter-company e intercarrier company, Serio illustra le più moderne piattaforme di telepresenza (Cisco serie 1300), prevendone per i prossimi anni un incremento sempre più marcato. Alberto Prina (Telecom Italia) e Davide Zanzi (BTicino) si soffermano su le soluzioni per il consumer: la casa intelligente. Ricordando come il principale obiettivo della collaborazione Telecom Italia-Bticino sia stato quello di sfruttare la sinergie tra le soluzioni domotiche di controllo remoto di BTicino e le offerte di connettività di Telecom Italia, Prina ha sottolineato gli obiettivi commerciali e tecnici dell iniziativa, mentre Zanzi descrive le moderne tecnologie inserite in una tipica casa intelligente ed utilizzate per una serie di applicazioni, tra cui risparmio energetico e videosorveglianza. Essendo ormai la nostra casa il centro di convergenza di diverse tecnologie (IPTV, PC, Access Gateway, etc..) spiega Zanzi - Bticino ha sviluppato una unica piattaforma MyHome, completamente aperta e personalizzabile a seconda delle esigenze degli utenti. Infatti utilizzando una connessione Web o inviando un SMS, si possono trasmettere comandi all abitazione e, nel contempo, ricevere informazioni su cosa avviene nella casa. Il terzo ed ultimo case history viene presentato da Vincenzo Lecchi (Alcatel Lucent) in Soluzioni di domotica per l energia. Anche secondo Lecchi le nostre case saranno sempre più digitalizzate e connesse con diverse tecnologie (IPTV, PC, Internet, sensori, videocamere, etc..). Inoltre, se le principali applicazioni di domotica nel mondo enterprise sono quelle di Building Automation e Sicurezza, nel mondo domestico i servizi di risparmio energetico sono quelli più interessanti. Infatti prosegue Lecchi abbiamo sviluppato insieme a Wind una piattaforma di energy management, la Wind Energy Platform. Tale infrastruttra è capace di acquisire dei dati remoti attraverso contatori e sensori, effettuare una simulazione teorica attraverso modelli termodinamici e quindi identificare i consumi ottimali, regolando quelli attuali. Il simbolo di questa continua evoluzione tecnologica all interno delle nostre case secondo Lecchi è rappresentato dall Home Service Gateway, un unico apparato in grado di gestire domotica, TV, Internet ed i vari sistemi di comunicazione. Ad aprire la tavola rotonda è lo stesso moderatore Ugo Ferrari (AXON Consulting), il quale si sofferma sul attuale trend del mercato e quali sono le strategie adottate dai players. Massimo Mason (Telsey) citando i Set top box-media center e la rete, ricorda come i contenuti multimediali da trasmettere (compresi quelli generati dagli utenti) siano davvero il punto centrale di tale mercato. Poiché la connettività all interno della casa diventa sempre più essenziale, assistiamo ad una crescente quantità di informazioni digitali da tra- 10

11 La domotica e le TLC: soluzioni e servizi - segue - smettere e da memorizzare: perciò nel prossimo futuro disporremo di unità di storage di capacità sempre maggiore e set-top-box dalle funzioni ibride in grado di accedere a tutti i tipi di contenuti. Il mercato deciderà se orientarsi su apparati proprietari oppure open. Anche secondo Corrado Rocca (Pirelli Labs) a proposito dei Set top box-media center e la rete è evidente la convergenza tecnologica che ha imposto la creazione di una content distribution multi-platform, adottando il paradigma one device for service convergence. Citando Epicentro, ovvero la piattaforma multimediale che utilizza il canale di ritorno IP broadband per portare in TV nuovi contenuti digitali, Rocca sostiene che la casa del futuro evolverà verso sistemi sempre più connessi ed interagenti tra loro ma integrati tutti in un unico Multimedia Home Hub. Secondo Alessandro Barbieri (AF Digitale), a proposito de I trends del mercato e le aspettative dei consumatori, stiamo assistendo ad una terza digitalizzazione, dopo quelle che hanno visto al centro della rivoluzione il PC e poi la TV. Al fine di incrementare lo sviluppo delle nuove tecnologie nell ambiente domestico, occorre affrontare, ora più che mai, le questioni legate alla standardizzazione delle informazioni digitali scambiate e all alfabetizzazione informatica degli utenti finali. Infatti, come dimostrano alcuni nostri recenti sondaggi, la maggior parte delle persone intervistate non conosceva il significato di alcune tecnologie. Per Vincenzo Lecchi (Alcatel Lucent) lo sviluppo delle Piattaforme di erogazione di IPTV, WEBTV, OTT TV è stato determinato dal crescente aumento del consumo di contenuti digitali da parte degli utenti, che vogliono accedere ai contenuti di proprio interesse su ogni dispositivo, dovunque e in qualsiasi momento. Per tali motivi Alcatel Lucent ha sviluppato sistemi di multi screen video per terminali mobili in grado di estendere al mondo mobile le applicazioni tipiche del mondo fisso (ad es. IPTV), creando quindi nuovi sistemi convergenti mobili. La chiusura di giornata è affidata ad Ugo Ferrari, secondo cui è evidente come il progresso tecnologico nel campo delle domotica sia stato reso possibile dall impiego delle telecomunicazioni. Ma è da sottolineare anche il crescente interesse da parte delle maggiori aziende TLC nei confronti della domotica e della sua evoluzione. Nota: Questo articolo riassume quanto presentato e detto dai Relatori nel corso delle loro presentazioni e quanto emerso nel corso delle susseguenti discussioni durante la Giornata di Studio AICT La domotica e le TLC: soluzioni e servizi così come recepito dall autore. Quanto riportato potrebbe non riflettere completamente o in parte le posizioni dei Relatori stessi, dell autore e delle società da essi rappresentate. 11

12 News Consiglio Direttivo triennio Presidente Ing. Maurizio Mayer Libero Professionista Vice Presidente Ing. Ermanno Wind Vice Presidente e Ing. Andrea Penza Ericsson Segretario Ing. Alessandro Vizzarri NetEngineering Past President Prof. Guido Politecnico di Consiglieri Delegati Ing. Carmelo Basso (Min. Sviluppo Economico) Prof. Mario Martinelli (Politecnico di Milano) Dott. Roberto Saracco (Telecom Italia) Consiglieri Ing. Giuseppe Aridon (Telespazio) Ing. Giuseppe Braccini (RAI Way) Ing. Roberto Castelli (Consulente) Ing. Manlio Cruciatti (RTI Mediaset) Ing. Sandro Dionisi (Telecom Italia) Ing. Romano Fantacci (Univ. Firenze) Ing. Ugo Ferrari (Axon Consulting) Ing. Leonardo Gebbia (Fastweb) Ing. Emilio Marchionna (H3G) Ing. Andrea Podda (Tiscali) Ing. Paolo Talone (FUB) Ing. Francesco Troisi (Min. Sviluppo Economico) Ing. Loredana Vajano (AGCOM) Ing. Marco Zangani (Vodafone) 12

13 News Federation of Telecommunications Engineers of the European Union 50th FITCE Internation Congress PALERMO 2011 PREMIO Ottavio Bonazzi 2011 august 31st - september 3rd Istituito su iniziativa del Socio emerito prof. Ottavio Bonazzi Bando di concorso 1. Il premio è destinato ad un cittadino dell Unione Europea, socio dell AICT - Associazione per la Tecnologia dell Infor-mazione e delle Telecomunicazioni dell AEIT autore della migliore ed originale pubblicazione, preferibilmente relativa ad un lavoro di carattere sperimentale, nel campo di competenza dell ICT, pubblicato nel biennio in lingua italiana o inglese. Verrà data preferenza a lavoro pubblicato sulle riviste AEIT o IEEE 2. Il premio consiste in un diploma, in una somma di Euro al lordo delle ritenute di legge e in un anno di iscrizione gratuita all AEIT ed all AICT. 3. Possono concorrere al premio i soci dell AICT che, alla data della pubblicazione, non abbiano superato i 40 anni. 4. La domanda di partecipazione al concorso va presentata in carta semplice alla Segreteria della Presidenza generale dell AEIT - Via Mauro Macchi, Milano entro il 28 febbraio 2011, corredata dai seguenti documenti: autocertificazione di nascita e cittadinanza, con numero di iscrizione all AEIT e codice fiscale copia o estratto della pubblicazione in concorso altri eventuali documenti comprovanti l importanza e l originalità del lavoro autorizzazione all AEIT ad utilizzare i dati forniti ai fini del presente bando, sia per la loro pubblicazione sia per la pubblicazione del risultato del concorso. ICT: bridging the ever shifting digital divide 5. Il premio verrà assegnato da una Commissione giudicatrice composta: dal Presidente Generale dell AEIT (o suo delegato), con funzione di presidente; dal Presidente dell AICT (o suo delegato); da un terzo Commissario, esperto del campo, designato dai precedenti. 6. La Commissione stilerà una graduatoria di merito che verrà pubblicata nel sito e nella rivista sociale dell AEIT. In carenza di candidati idonei, il premio non potrà essere assegnato. 7. Il premio verrà consegnato al vincitore in occasione del Convegno Nazionale 2011 o Convegno internazionale organizzato dall AEIT. Segreteria Organizzativa AICT della Federazione AEIT Tel Fax

14 Fotonica 2011 Il Convegno FOTONICA 2011 è il forum della comunità fotonica nazionale in cui si presentano e si discutono i risultati più avanzati della ricerca scientifica in tutti i settori della Fotonica, con ampio risalto anche agli ambiti applicativi. FOTONICA 2011 continua la Nuova Serie di Convegni di FOTONICA dell'aict/aeit che unifica in un unico evento annuale e nazionale sia la comunità più orientata verso le applicazioni telecom ed ICT della Fotonica, sia la comunità che fa più riferimento all'area dell'ottica, classica e quantistica, dei laser, e ell'optoelettronica. Con questa scelta si recepisce la profonda evoluzione che si è registrata nella ultima decade nel nostro settore, che ha reso sempre più permeabili le diverse specializzazioni della Fotonica, sia dal punto di vista concettuale sia da quello delle tecnologie di base e dei materiali. Tale evoluzione si riflette nel contenuto della Piattaforma Europea PHOTONICS 21, fatto proprio dalla Commissione nazionale PHORIT, alle quali il Convegno di Fotonica fa riferimento nella scelta dei propri temi. FOTONICA 2011 si articolerà sia in sessioni tecniche, che includeranno contributi originali attinenti ai temi del Convegno (presentati oralmente o mediante poster), sia in Tavole Rotonde e Simposi che presenteranno il quadro attuale, le iniziative nazionali ed internazionali e le prospettive di sviluppo della Fotonica. Sono previste parimenti Sessioni Plenarie, tenute da protagonisti internazionali del settore, ed una Mostra Tecnica. Gli interessati possono scaricare il Call for papers dal sito del convegno Promosso da Gruppo Tematico "Fotonica ed Elettroottica" Associazione per la Tecnologia dell Informazione e delle Comunicazioni In collaborazione con e con il patrocinio di Regione Liguria Segreteria Organizzativa AEIT Federazione Italiana di Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni Ufficio Centrale Via Mauro Macchi, Milano Tel Fax

15 Diventare Socio della AICT è molto semplice Con la conferma dell iscrizione alla Federazione AEIT / Associazione AICT riceverai le credenziali di accesso all area riservata del nostro sito dove sono resi disponibili gli atti delle manifestazioni. Occorre inviare il modulo, scaricabile dal sito compilato di tutti i dati anagrafici e le opzioni corrispondenti e con allegata copia della ricevuta di versamento al numero di fax oppure all indirizzo e- mail: Le informazioni relative agli eventi organizzati da AICT saranno inviate all indirizzo riportato sul modulo di iscrizione. Federazione AEIT Associazione AICT, Casella Postale 10790, Roma Tel , Fax

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Ravenna, 26 Settembre 2012 Tiziano Terlizzese NIER Ingegneria S.p.A. IL RAGGRUPPAMENTO La rete di imprese è composta da 3 PMI con un alta propensione

Dettagli

Bando di finanziamento AIAT per la Cooperazione Internazionale Amica dell Ambiente 2007. 2 edizione

Bando di finanziamento AIAT per la Cooperazione Internazionale Amica dell Ambiente 2007. 2 edizione Settembre 2007 Bando di finanziamento AIAT per la Cooperazione Internazionale Amica dell Ambiente 2007 2 edizione AIAT indice per l anno 2007 un concorso pubblico per l assegnazione del Fondo speciale

Dettagli

Training workshop. Ferrara, 25 settembre 2015

Training workshop. Ferrara, 25 settembre 2015 Training workshop Ferrara, 25 settembre 2015 Il progetto Si parla sempre moltissimo della necessità di abbattere il consumo energetico, per mitigare l impatto che le attività umane hanno sull ambiente

Dettagli

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Fabrizio De Nisi, IC (Integrated Circuit) Consultant Il rapido sviluppo industriale in atto in numerose parti del mondo, sta generando

Dettagli

Bando di finanziamento AIAT per la Cooperazione Internazionale Amica dell Ambiente 2010. 5 edizione

Bando di finanziamento AIAT per la Cooperazione Internazionale Amica dell Ambiente 2010. 5 edizione Luglio 2010 Bando di finanziamento AIAT per la Cooperazione Internazionale Amica dell Ambiente 2010 5 edizione AIAT indice per l anno 2010 un concorso pubblico per l assegnazione del Fondo speciale AIAT

Dettagli

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting Smart & Green Technologies Antonio Iossa R&D, Scouting SMART? GREEN? Le dimensioni della Smart City Fonte: http://www.smart-cities.eu Le dimensioni della Smart City Fonte: ForumPA C. Forghieri SCCI Smart

Dettagli

Contabilizzazione Monitoraggio Fotovoltaico Home & Building Automation Custom Monitoring System

Contabilizzazione Monitoraggio Fotovoltaico Home & Building Automation Custom Monitoring System PRESENTAZIONE COMPANY PROFILE 1.5 Company Profile Contabilizzazione Monitoraggio Fotovoltaico Home & Building Automation Custom Monitoring System STORIA E MISSIONE 2004 nasce come system integrator 2005

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo Essere leader nella Green Economy Percorso formativo L urgenza di innovare il modello produttivo e di mercato che ha causato la crisi economica e ambientale che stiamo vivendo, sta aprendo spazi sempre

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Banca e cliente cavalcano l onda del Mobile

Banca e cliente cavalcano l onda del Mobile Saldo/lista movimenti c/c Ricarica cellulare Ricerca sportelli Bancomat/ATM più Ricerca filiali più vicine Bonifici e giroconti Saldo/lista movimenti conto Ricarica carta di credito prepagata Informazioni

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

DA DOVE ARRIVIAMO CHI SIAMO SERVICE IN PLANTS GREEN VISION

DA DOVE ARRIVIAMO CHI SIAMO SERVICE IN PLANTS GREEN VISION VISION l Page 2 CHI SIAMO DA DOVE ARRIVIAMO La nostra società detiene un back-ground maturato in oltre trent anni nei settori di produzione e gestione impianti, manutenzione e conduzione macchine. Facendo

Dettagli

Il ruolo dell IT per il risparmio energetico in azienda: il printing e la gestione documentale

Il ruolo dell IT per il risparmio energetico in azienda: il printing e la gestione documentale Dipartimento di Elettronica e Informazione Il ruolo dell IT per il risparmio energetico in azienda: il printing e la gestione documentale Eugenio Capra eugenio.capra@polimi.it Milano, 3 febbraio 2009 Le

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Il contesto Il 49% del Pil dell UE è frutto dei servizi innovativi

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra soci effettivi e soci aggregati) 62 Sezioni Territoriali (presso le Unioni Provinciali di Confindustria) Oltre 1 milione

Dettagli

The Environmental Technologies Eve

The Environmental Technologies Eve The Environmental Technologies Eve Milano, 24-27 gennaio 2006 24-27 gennaio 2006 Aria di rinnovamento a TAU, che diventa INTERNATIONAL Da quest anno la mostra si presenta completamente rinnovata: nuova

Dettagli

TECNOSERVIZI Ing. Francesco Frabasile (R.0)

TECNOSERVIZI Ing. Francesco Frabasile (R.0) TECNOSERVIZI Ing. Francesco Frabasile Milano 3/20141 (R.0) Perché il Fotovoltaico? La storia dell Umanità ci conferma la stretta correlazione che ha legato e lega sempre di più lo sviluppo socio-economico

Dettagli

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE Agenda Locale 21 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE INDICE PREMESSA 3 ENERGIA 4 IL PIANO D AZIONE: L ENERGIA 5 1. COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE...

Dettagli

1. AUDIT ENERGETICO DEI 250 EDIFICI PUBBLICI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA E REALIZZAZIONE DI UNA PIATTAFORMA INFORMATICA Audit GIS

1. AUDIT ENERGETICO DEI 250 EDIFICI PUBBLICI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA E REALIZZAZIONE DI UNA PIATTAFORMA INFORMATICA Audit GIS Titolo: Dal Censimento dei consumi energetici degli edifici pubblici all attuazione dei PAES della Provincia della Spezia Arch. Paola Giannarelli 18 marzo 2011 ISOLA DI SAN SERVOLO - VENEZIA DAL CENSIMENTO

Dettagli

HACKATHON del 21 23 Nov. 2014

HACKATHON del 21 23 Nov. 2014 Tema della Hackathon Smart Home vista come un eco sistema di dispositivi connessi e di servizi integrati per il cliente finale. Ecosistema che integra dai sistemi di gestione della sicurezza e del comfort

Dettagli

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE (Regime d aiuto n. 646/2009, approvato dalla Commissione Europea con Decisione C 2010/2956)

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE (Regime d aiuto n. 646/2009, approvato dalla Commissione Europea con Decisione C 2010/2956) Allegato B BANDA LARGA NELLE AREE RURALI ITALIANE (Regime d aiuto n. 646/2009, approvato dalla Commissione Europea con Decisione C 2010/2956) In risposta all obiettivo dell UE di garantire a tutti i cittadini

Dettagli

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE La Camera di Commercio La Camera di Commercio è un ente autonomo di diritto pubblico che svolge, nell ambito della circoscrizione territoriale di competenza,

Dettagli

l evoluzione della casa

l evoluzione della casa MART Domotica ed Efficienza Energetica: la EN 15232 I consumi Nazionali. I pianti internazionali. La EN 15232. Metodi di calcolo. Risultati Ottenibili con i sistemi HBES 1 I consumi... Energia impiegata

Dettagli

CATALOGO CORSI FORMAZIONE ICT - TECNOLOGIE SOSTENIBILI

CATALOGO CORSI FORMAZIONE ICT - TECNOLOGIE SOSTENIBILI CATALOGO CORSI FORMAZIONE ICT - TECNOLOGIE SOSTENIBILI Chi siamo TransTec Services è una società operante nel settore ICT, il cui modello di business è fondato sull innovazione tecnologica, la professionalità

Dettagli

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture TRASFORMARE LE COMPAGNIE ASSICURATIVE Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture Costruire la compagnia digitale? L approccio DDway alla trasformazione dell IT Un percorso

Dettagli

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione È una delle 11 Associazioni di Federazione ANIE (Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) Attraverso i suoi Gruppi rappresenta, sostiene

Dettagli

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY IL VALORE DELLA FIDUCIA STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY SOSTENIBILITA La sostenibilità rappresenta una grande opportunità per le imprese,

Dettagli

Dall agenda digitale locale alle Smart Communities: il percorso in atto in regione Emilia Romagna. Dimitri Tartari, Regione Emilia-Romagna

Dall agenda digitale locale alle Smart Communities: il percorso in atto in regione Emilia Romagna. Dimitri Tartari, Regione Emilia-Romagna L Agenda Digitale Locale: il piano strategico condiviso per le politiche di innovazione e di progettazione di comunità locali intelligenti e sostenibili: il caso dell Emilia-Romagna Dall agenda digitale

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

Strumenti operativi a disposizione dei Comuni per l elaborazione dei PAES

Strumenti operativi a disposizione dei Comuni per l elaborazione dei PAES Strumenti operativi a disposizione dei Comuni per l elaborazione dei PAES La Regione Emilia Romagna per agevolare gli Enti locali coinvolti nell iniziativa Patto dei Sindaci, ha messo a disposizione dei

Dettagli

COMMISSIONE TRAIETTORIE DI SVILUPPO PER LE FILIERE TECNOLOGICHE E PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI SERVIZIO

COMMISSIONE TRAIETTORIE DI SVILUPPO PER LE FILIERE TECNOLOGICHE E PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI SERVIZIO COMMISSIONE TRAIETTORIE DI SVILUPPO PER LE FILIERE TECNOLOGICHE E PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI SERVIZIO A CURA DEL COORDINATORE DR. MICHELE VIANELLO DIRETTORE GENERALE VEGA- PST DI VENEZIA CONSIGLIERE APSTI

Dettagli

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Forum Banche e PA 2012 Roma, 23 24 Febbraio 2012 Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Monica Pellegrino Research Analyst, ABI Lab Roma, 23 Febbraio 2012-1- Agenda L evoluzione

Dettagli

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Open Data, opportunità per le imprese. Ennio Lucarelli. Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Open Data, opportunità per le imprese Ennio Lucarelli Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Prendo spunto da un paragrafo tratto dall Agenda nazionale per la Valorizzazione del Patrimonio

Dettagli

Smart Building: nuovi paradigmi per l efficienza energetica. Ivan Mangialenti - Business Development Manager Milano, 26 Giugno 2014

Smart Building: nuovi paradigmi per l efficienza energetica. Ivan Mangialenti - Business Development Manager Milano, 26 Giugno 2014 Smart Building: nuovi paradigmi per l efficienza energetica Ivan Mangialenti - Business Development Manager Milano, 26 Giugno 2014 Agenda Il contesto energetico Smart Building: Misura Smart Building: Manutenzione

Dettagli

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 Il ruolo delle infrastrutture nelle Smart Cities Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 L evoluzione delle Infrastrutture Smart Electricity it Transportation Gas Communication

Dettagli

PROPOSTA DI MANDATO PER IL GRUPPO DI LAVORO TURISMO SOSTENIBILE per il periodo 2015-2016

PROPOSTA DI MANDATO PER IL GRUPPO DI LAVORO TURISMO SOSTENIBILE per il periodo 2015-2016 PROPOSTA DI MANDATO PER IL GRUPPO DI LAVORO TURISMO SOSTENIBILE per il periodo 2015-2016 1. Istituzione del gruppo di lavoro Decisione della Conferenza delle Alpi in merito all istituzione del Gruppo di

Dettagli

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private.

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private. Chi siamo Nata nel 1999, Energy Consulting si è affermata sul territorio nazionale fra i protagonisti della consulenza strategica integrata nel settore delle energie con servizi di Strategic Energy Management

Dettagli

Miglioramento dell efficienza energetica dei centri di calcolo del CNR (ACRONIMO: green.it)

Miglioramento dell efficienza energetica dei centri di calcolo del CNR (ACRONIMO: green.it) Miglioramento dell efficienza energetica dei centri di calcolo del CNR (ACRONIMO: green.it) CONTESTO E FABBISOGNI I costi energetici totali del CNR ammontano attualmente a circa 23 milioni di euro l anno,

Dettagli

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza.

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Conservazione Sostitutiva Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Paperless office Recenti ricerche hanno stimato che ogni euro investito nella migrazione di sistemi tradizionali verso tecnologie

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL SETTORE ELETTRICO Le sfide per il futuro. Enrico Pochettino

L'EVOLUZIONE DEL SETTORE ELETTRICO Le sfide per il futuro. Enrico Pochettino L'EVOLUZIONE DEL SETTORE ELETTRICO Le sfide per il futuro Enrico Pochettino 13 Novembre 2015 LA NASCITA DEL MERCATO ELETTRICO IN ITALIA Il primo impianto italiano: la Centrale elettrica di via Santa Radegonda

Dettagli

InfoRes s.r.l. membro di Cast Group

InfoRes s.r.l. membro di Cast Group InfoRes s.r.l. membro di Cast Group S i s t e m i d i s t a m p a e v o l u t i INFORES Il senso del fare impresa è quello di costruire soluzioni su misura(niente di più, niente di meno) fornendo esattamente

Dettagli

TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019

TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 TERNA: PRESENTATO IL PIANO STRATEGICO 2016-2019 IL NUOVO FRAMEWORK REGOLATORIO, L ACQUISIZIONE DELLA RETE FS E L ULTERIORE EFFICIENZA DEI PROCESSI CONSENTONO UNA NUOVA POLITICA DEI DIVIDENDI Centrati i

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

PRIMA RIUNIONE OPERATIVA CONGIUNTA COMMISSIONE ENERGY SAVING E COMMISSIONE SMART GRIDS

PRIMA RIUNIONE OPERATIVA CONGIUNTA COMMISSIONE ENERGY SAVING E COMMISSIONE SMART GRIDS Milano, 21 maggio 2015 Via Rubattino, 84 ore 14.30 PRIMA RIUNIONE OPERATIVA CONGIUNTA COMMISSIONE ENERGY SAVING E COMMISSIONE SMART GRIDS Ordine del giorno: Elisabetta Canavesio di Enel da il benvenuto

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI DI DOLLARI PER LA CRESCITA DELL ECONOMIA DELL ENERGIA PULITA DI NEW YORK

IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI DI DOLLARI PER LA CRESCITA DELL ECONOMIA DELL ENERGIA PULITA DI NEW YORK Per la Diffusione Immediata: 21/1/2016 Stato di New York Executive Chamber Andrew M. Cuomo Governatore IL GOVERNATORE ANDREW M. CUOMO IL GOVERNATORE CUOMO LANCIA IL FONDO PER L ENERGIA PULITA DA 5 MILIARDI

Dettagli

Elettronica ed Elettrotecnica. Tecnico in Elettronica ed Elettrotecnica

Elettronica ed Elettrotecnica. Tecnico in Elettronica ed Elettrotecnica DIPLOMATO INDIRIZZO Elettronica ed Elettrotecnica FIGURA PROFESSIONALE Tecnico in Elettronica ed Elettrotecnica con specializzazione in domotica Denominazione della figura professionale Descrizione sintetica

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

URBANPROMO SOCIAL HOUSING 2013. Social housing e qualità dell abitare

URBANPROMO SOCIAL HOUSING 2013. Social housing e qualità dell abitare URBANPROMO SOCIAL HOUSING 2013 Torino, 7 novembre 2013 Social housing e qualità dell abitare Innovazione, sperimentazione e retrofit energetico A Torino, il 7 novembre 2013, nell ambito di Urbanpromo Social

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Presentazione progetto AUDIT GIS Rappresentazione tramite piattaforma WebGIS dei risultati degli audit energetici

Presentazione progetto AUDIT GIS Rappresentazione tramite piattaforma WebGIS dei risultati degli audit energetici Presentazione progetto AUDIT GIS Rappresentazione tramite piattaforma WebGIS dei risultati degli audit energetici Elena Jachia Responsabile Area Ambiente Centro Congressi Fondazione Cariplo, Milano 5 Dicembre

Dettagli

Stati Generali della Green Economy

Stati Generali della Green Economy Stati Generali della Green Economy Le misure e le riforme economiche e fiscali necessarie per attivare un green new deal Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab r.stasi@abilab.it www.abilab.it ABI Energia

Dettagli

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce PROVINCIA DI LECCE SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE SERVIZIO INNOVAZIONE TECNOLOGICA Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce Il nuovo portale istituzionale, che oggi presentiamo, è

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

Consumo troppo? Cosa fare? L approccio del FM al tema dell energia negli immobili esistenti

Consumo troppo? Cosa fare? L approccio del FM al tema dell energia negli immobili esistenti Consumo troppo? Cosa fare? L approccio del FM al tema dell energia negli immobili esistenti Relatori: Emilio Giacomini Responsabile Area Operativa Ceg Facility Raffaele Tardi Energy Manager Ceg Facility

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA L azienda pag. 1 Gli asset strategici pag. 2 L offerta pag. 3 Il management Pradac Informatica pag. 5 Scheda di sintesi pag. 6 Contact: Pradac Informatica Via delle

Dettagli

Corso di Alta Formazione CTI LA CO-GENERAZIONE DISTRIBUITA A COMBUSTIBILE FOSSILE E/O RINNOVABILE

Corso di Alta Formazione CTI LA CO-GENERAZIONE DISTRIBUITA A COMBUSTIBILE FOSSILE E/O RINNOVABILE Corso di Alta Formazione CTI LA CO-GENERAZIONE DISTRIBUITA A COMBUSTIBILE FOSSILE E/O RINNOVABILE Coordinatori Scientifici: Prof. M. Bianchi e Prof. P. R. Spina Con il patrocinio di Milano, 9 10 e 11 Febbraio

Dettagli

UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife

UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife 12 febbraio 2015 Presentazione agli studenti del Liceo A. Roiti, Ferrara Prof. Vincenzo Guidi Delegato del Rettore alle Politiche

Dettagli

Soluzioni ABB per l efficienza energetica

Soluzioni ABB per l efficienza energetica Flavio Beretta, Senior Vice President ABB Full Service and Global Consulting, Aprile 2013 Soluzioni ABB per l efficienza energetica Il sistema di misura come strumento per la gestione dell energia Dicembre

Dettagli

Progetto realizzato con il finanziamento dell'ue per l'area Ob. 2

Progetto realizzato con il finanziamento dell'ue per l'area Ob. 2 Progetto realizzato con il finanziamento dell'ue per l'area Ob. 2 Protocollo di intesa (24/7/13) Realizzare sul territorio nuove iniziative volte allo sviluppo delle tematiche dell efficienza energetica,

Dettagli

Unified Communications: principali tendenze in atto nelle medie imprese

Unified Communications: principali tendenze in atto nelle medie imprese Un profilo personalizzato di adozione della tecnologia commissionato da Cisco Gennaio 2014 Unified Communications: principali tendenze in atto nelle medie imprese 1 Introduzione In un panorama aziendale

Dettagli

Internet of Things ed efficienza energetica:

Internet of Things ed efficienza energetica: Centro Studi Qualità Ambiente Dipartimento di Ingegneria Industriale Università di Padova +39 049 8275539 www.cesqa.it cesqa@unipd.it Comitato Ambiente e Energia Prof. Antonio Scipioni scipioni@unipd.it

Dettagli

Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia

Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia Cloud Survey 2012: lo stato del cloud computing in Italia INTRODUZIONE EXECUTIVE SUMMARY Il cloud computing nelle strategie aziendali Cresce il numero di aziende che scelgono infrastrutture cloud Perché

Dettagli

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo GREEN ENERGY PLUS S.R.L. Via della Ricerca Scientifica snc c/o Parco Scientifico Romano

Dettagli

L Efficienza Energetica per gli Hotel Investire nel Risparmio. Relatore: Ing. Roberto Canu, A.D. Myenergy S.p.A.

L Efficienza Energetica per gli Hotel Investire nel Risparmio. Relatore: Ing. Roberto Canu, A.D. Myenergy S.p.A. L Efficienza Energetica per gli Hotel Investire nel Risparmio Relatore: Ing. Roberto Canu, A.D. Myenergy S.p.A. INTERNATIONAL TOURFILM FESTIVAL 2012 Convegno Nazionale su ECOTURISMO, IL FUTURO COMPATIBILE

Dettagli

Roma 27 aprile 2014 RESIA Via Appia Pignatelli, 123 The Armed Forces Communications & Electronics Association «UNA RETE TRA LE NUVOLE»

Roma 27 aprile 2014 RESIA Via Appia Pignatelli, 123 The Armed Forces Communications & Electronics Association «UNA RETE TRA LE NUVOLE» Roma 27 aprile 2014 RESIA Via Appia Pignatelli, 123 The Armed Forces Communications & Electronics Association «UNA RETE TRA LE NUVOLE» AGENDA Chi siamo Descrizione del progetto Bando Regione Lazio Insieme

Dettagli

Giugno 2009 Domande e risposte sul tema Green VoIP

Giugno 2009 Domande e risposte sul tema Green VoIP Giugno 2009 Domande e risposte sul tema Green VoIP Indice Cosa si intende con Green VoIP?... 3 A livello energetico sono più efficienti i centralini VoIP o quelli tradizionali?... 3 Paragonati ai centralini

Dettagli

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA IL SISTEMA PRODUTTIVO DELL EMILIA EMILIA-ROMAGNA ALCUNI PUNTI DI FORZA ALCUNI PUNTI DI DEBOLEZZA ALTO LIVELLO

Dettagli

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che:

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU26 28/06/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 11 giugno 2012, n. 18-3996 Approvazione dello schema di Protocollo d'intesa tra la Citta' di Torino, la Fondazione Torino Smart City,

Dettagli

Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione)

Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione) CONCORSO DOCENTI Premio nazionale per docenti Didattica del REACH e del CLP Seconda edizione Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione) Concorso nazionale per

Dettagli

Programma di attività Linee Guida

Programma di attività Linee Guida Programma di attività Linee Guida SEZIONE INFORMATION TECHNOLOGY Augusto Coriglioni Il Lazio e Roma : Il nostro contesto Nel Lazio Industria significa in larga misura Manifatturiero; a Roma, Servizi; Complementarietà

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

Domotech Solutions - Soluzioni Itelligenti

Domotech Solutions - Soluzioni Itelligenti Domotech Solutions - Soluzioni Itelligenti Le risposte dei nostri Tecnici ed Esperti, a tutte le tue domande. COS'è LA DOMOTICA? La domotica si occupa dell automazione dei dispositivi elettronici e meccanici

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI

PROTOCOLLO DI INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI per la realizzazione di un programma di innovazione per il patrimonio

Dettagli

Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo)

Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo) Fondo FINTER per l innovazione delle imprese del terziario (commercio - sistema fieristico e servizi - turismo) TIPOLOGIA DELLE PROPOSTE PROGETTUALI La misura di agevolazione promuove e ammette tipologie

Dettagli

Smart tdistrict, i t modellistica energetica per distretti territoriali

Smart tdistrict, i t modellistica energetica per distretti territoriali Smart tdistrict, i t modellistica energetica per distretti territoriali ing. Stefano Capelli Responsabile Progetto Nuovi Business Workshop Nazionale Simulazione del Sistema Energetico 25 26 marzo 2015

Dettagli

ENAIP TRENTINO ENTE ACLI ISTRUZIONE PROFESSIONALE

ENAIP TRENTINO ENTE ACLI ISTRUZIONE PROFESSIONALE 2013-2015 CFP VILLAZZANO TECNICO SUPERIORE PER L ENERGIA E L AMBIENTE TECNICO SUPERIORE PER L ENERGIA E L AMBIENTE 2013-2015 Il percorso è promosso dalla Provincia Autonoma di Trento e attuato dal CFP

Dettagli

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es.

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es. VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Giovanni Cognome Trombetta Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono

Dettagli

Un programma esclusivo per lo sviluppo della cultura aziendale orientata al servizio (dedicato in esclusiva ai soci aderenti ad Angaisa)

Un programma esclusivo per lo sviluppo della cultura aziendale orientata al servizio (dedicato in esclusiva ai soci aderenti ad Angaisa) Un programma esclusivo per lo sviluppo della cultura aziendale orientata al servizio (dedicato in esclusiva ai soci aderenti ad Angaisa) Premessa Il mercato idrotermosanitario odierno è connotato da forti

Dettagli

Azienda. Business. Servizi

Azienda. Business. Servizi Azienda Servizi Aetherna è tra i 20 operatori nel settore delle telecomunicazioni abilitati alla posa della fibra ottica in Italia. Con l intento di favorire il progresso delle imprese, Aetherna offre

Dettagli

Lavoriamo al vostro fianco in un ruolo di primo piano nel settore telecomunicazioni

Lavoriamo al vostro fianco in un ruolo di primo piano nel settore telecomunicazioni 2 Lavoriamo al vostro fianco in un ruolo di primo piano nel settore telecomunicazioni 3 4 Un unico interlocutore Le nostre competenze, associate ad un modello di sviluppo d impresa efficiente e collaudato

Dettagli

8 Maggio 2014 Smartainability. P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli

8 Maggio 2014 Smartainability. P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli 8 Maggio 2014 Smartainability P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli 8 Maggio 2014 Smartainability P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli SMART EPO 2015 - SMART PLANNING, SMART BUILDING, SMART CONNECTING 8 MAGGIO

Dettagli

Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico. Tavolo tematico sala 1 Contributo* sala 2 Contributo*

Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico. Tavolo tematico sala 1 Contributo* sala 2 Contributo* VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Angelo Cognome Messina Ente/organizzazione di appartenenza STMicroelectronics s.r.l.

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

La piattaforma di energy management per l analisi dei consumi disaggregati

La piattaforma di energy management per l analisi dei consumi disaggregati La piattaforma di energy management per l analisi dei consumi disaggregati enersaving a supporto dei Comuni L iniziativa enersaving è la rete di aziende costituitasi per promuovere iniziative volte a incrementare

Dettagli

WHITE PAPER Le soluzioni che migliorano l efficienza energetica

WHITE PAPER Le soluzioni che migliorano l efficienza energetica WHITE PAPER Le soluzioni che migliorano l efficienza energetica Migliorare l'efficienza di un data center esistente: 5 possibili soluzioni di Thermal Management a confronto Introduzione In questo documento

Dettagli

Report: Roma 1 ottobre 2014 Evento di Networking Nazionale GPP2020, Sfide e soluzioni per il GPP

Report: Roma 1 ottobre 2014 Evento di Networking Nazionale GPP2020, Sfide e soluzioni per il GPP Report: Roma 1 ottobre 2014 Evento di Networking Nazionale GPP2020, Sfide e soluzioni per il GPP L 1 ottobre 2014 presso l Acquario Romano-Casa dell Architettura, nell ambito del Forum Internazionale degli

Dettagli

Scheda di Partecipazione per le imprese

Scheda di Partecipazione per le imprese Scheda di Partecipazione per le imprese www.festivalgreeneconomydistretto.it Da compilare e inviare entro il 29 agosto 2011 via e-mail: premio@festivalgreeneconomydistretto.it www.festivalgreeneconomydistretto.it

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di ROMA TOR VERGATA. Media Partner In convenzione con Partner Tecnologico MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO

UNIVERSITA degli STUDI di ROMA TOR VERGATA. Media Partner In convenzione con Partner Tecnologico MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Media Partner In convenzione con Partner Tecnologico MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Geoinformazione e Sistemi di Informazione Geografica a supporto dei processi di Gestione Sostenibile del Territorio

Dettagli

www.ecostampa.it Senaf

www.ecostampa.it Senaf 058904 www.ecostampa.it Senaf 058904 www.ecostampa.it Senaf Versione per la stampa Stampa Il 10 Novembre alla Fiera di Roma Comuni «rinnovabili»: cresce la diffusione per tutte le fonti Si parlerà delle

Dettagli

Scaricato da. www.largoconsumo.info

Scaricato da. www.largoconsumo.info Scaricato da www.largoconsumo.info E Easy, la prima bottiglia di acqua minerale carbon neutral della San Benedetto Un prodotto che rientra nella mission e nella vocazione ambientale dell azienda Si chiama

Dettagli

dalla natura l energia per la vita

dalla natura l energia per la vita dalla natura l energia per la vita dalla natura l energia per la vita È racchiusa in questa frase l identità di Ciesse Energia. Poche parole per definire un azienda convinta che progresso e sviluppo, in

Dettagli