Mod. UM0525 Ed. 06/2015. CONDIZIONI GENERALI DI ADESIONE PER IL CLIENTE CONTO MyUnipol

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mod. UM0525 Ed. 06/2015. CONDIZIONI GENERALI DI ADESIONE PER IL CLIENTE CONTO MyUnipol"

Transcript

1 Mod. UM0525 Ed. 06/2015 CONDIZIONI GENERALI DI ADESIONE PER IL CLIENTE CONTO MyUnipol

2 SOMMARIO - GLOSSARIO CONDIZIONI GENERALI PER L APERTURA DEL CONTO MY UNIPOL - SEZIONE I - CONDIZIONI GENERALI DI ADESIONE PER IL CLIENTE SOTTOSEZIONE I - Rapporto Banca Cliente SOTTOSEZIONE II - Disposizione speciali sull utilizzo del Conto e sui servizi ad esso connessi - SEZIONE II - NORME PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI PAGAMENTO AI SENSI DEL D.LGS 11/2010 SOTTOSEZIONE I Disposizioni Generali SOTTOSEZIONE II Disposizioni specifiche relative ai singoli strumenti e servizi di pagamento Parte I Bonifici, Ri.Ba., RID /SDD e MAV Parte II Norme che regolano la Carta bancomat ed i servizi connessi Paragrafo A- disposizioni Generali Paragrafo B Servizi connessi alla Carta Parte III- Norme che regolano la carta Prepagata - SEZIONE III NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO DI INTERNET BANKING SOTTOSEZIONE I Disposizioni generali SOTTOSEZIONE II Norme che regolano il dispositivo Blucode SOTTOSEZIONE III Norme che regolano il servizio I.B. relativamente ad operatività in strumenti finanziari - SEZIONE IV NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO DI CORRISPONDENZA ON LINE - SEZIONE V NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO DI SMS BANKING INFORMATIVO

3 CONDIZIONI GENERALI DI ADESIONE PER IL CLIENTE GLOSSARIO: Ai sensi del presente Contratto valgono, oltre ai termini già definiti nelle norme ivi riportate, le seguenti definizioni; i termini di seguito elencati e utilizzati con la lettera iniziale maiuscola, anche se al plurale, avranno il seguente significato: Area dell Euro : indica l insieme degli Stati membri dell Unione Europea, tra cui l Italia, che hanno adottato come propria moneta l Euro, nonché qualsiasi altro Stato che dovesse di tempo in tempo adottare l Euro come propria moneta. ATM (Automated Teller Machine o Automatic Teller Machine): indica lo sportello automatico collocato generalmente presso gli sportelli bancari ed utilizzabile con carte di pagamento, che consente di effettuare operazioni di anticipo contante nonché, eventualmente, operazioni di versamento e/o di fornire informazioni sul proprio stato contabile. Banca : indica Unipol Banca S.p.A., codice fiscale Blucode o Token : indica il dispositivo fisico di sicurezza, disciplinato alla Sezione III del Contratto, generatore di numeri pseudocasuali ad intervalli di tempo regolari e necessario per effettuare l autenticazione del Cliente e Operazioni di Pagamento sul Conto. Carta o Carta Bancomat : indica la Carta di Debito abbinata al Conto. Carta di Debito : indica la carta di pagamento che prevede l'addebito delle transazioni di spesa sul Conto, contestualmente all'effettuazione dell'operazione di Pagamento. Chiusura della Giornata Operativa : indica il momento di una Giornata Operativa nel quale è interrotta l ordinaria attività della Banca. Cliente Beneficiario : indica il Cliente quando è destinatario dei fondi oggetto di un Operazione di Pagamento. Cliente Pagatore : indica il Cliente quando è il pagatore di un Operazione di Pagamento e i relativi fondi sono addebitati sul Conto, sia nel caso in cui l Ordine di Pagamento proviene dal medesimo soggetto sia nel caso in cui l Ordine di Pagamento proviene dal beneficiario dello stesso o per il suo tramite. Cliente : indica la persona fisica (o le persone fisiche in caso di rapporto cointestato) maggiorenne, residente in Italia, non sottoposta a tutela e/o curatela, Consumatore, titolare del Conto che nel Contratto può assumere anche la veste di Cliente Pagatore, Cliente Beneficiario e di Titolare. Codice al Consumo : indica l insieme delle norme emanate con il Decreto legislativo n. 206/2005(e successive modifiche ed integrazioni). Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento : indica il complesso di norme contenute in questo Contratto che disciplinano l emissione di uno Strumento di Pagamento e l erogazione di un Servizio di Pagamento, a debito o credito del Conto. Consumatore : indica la persona fisica che ha i requisiti di cui all art. 3 comma 1 lettera a) del Decreto legislativo 206/2005 (c.d. Codice del Consumo) o da qualsiasi disposizione che nel tempo dovesse modificare tale articolo, ovvero quindi che la persona fisica che ai fini del presente Contratto agisce per scopi estranei all attività imprenditoriale eventualmente svolta. Conto : indica il conto corrente denominato My Unipol aperto in forza del Contratto mediante tecniche di comunicazione a distanza e su cui vengono addebitate o accreditate le Operazioni di Pagamento. Contratto : il Modulo di richiesta accensione rapporto unitamente alle Condizioni generali di adesione per il Cliente e al Foglio informativo coincidente con il Documento di Sintesi. D.Lgs. : indica il Decreto legislativo n. 11/2010, con il quale è stata data attuazione alle disposizioni contenute nella PSD. Data Valuta : indica la data di riferimento utilizzata da un Prestatore di Servizi di Pagamento per il calcolo degli interessi ai fondi addebitati o accreditati sul Conto. Euro : indica la moneta avente corso legale nell Area dell Euro. Giornata Operativa : indica qualsiasi giorno feriale in cui gli sportelli della Banca o, se del caso, della filiale interessata, sono regolarmente aperti e forniscono servizi alla clientela e in cui la Banca può regolare l Operazione di Pagamento interessata sul sistema interbancario. Identificativo Unico : indica la combinazione di lettere o di numeri o simboli che il Cliente deve fornire alla Banca per identificare in modo certo il beneficiario di un Operazione di Pagamento o il Conto. Informazioni e Condizioni Obbligatorie : indica le informazioni e le condizioni che la Banca deve fornire al Cliente prima della sottoscrizione del Contratto e, successivamente, ogni volta in cui il Cliente ne faccia richiesta alla Banca, con le modalità previste dal Contratto. Moneta Elettronica : indica un valore monetario rappresentato da un credito nei confronti dell'emittente che sia memorizzato su un dispositivo elettronico (ivi inclusa la memorizzazione magnetica), emesso previa ricezione di fondi di valore non inferiore al valore monetario emesso e accettato come mezzo di pagamento da soggetti diversi dall'emittente, così come definita all art. 1-h ter del TUB o di qualsiasi altra disposizione che dovesse nel tempo modificare tale articolo. Operazione di Pagamento Attiva : indica l Operazione di Pagamento disposta dal soggetto pagatore quale, ad esempio, il bonifico. Operazione di Pagamento Passiva : indica l Operazione di Pagamento disposta dal soggetto beneficiario della stessa o per il suo tramite. Operazione di Pagamento : indica il complesso di attività disposte dal pagatore o dal beneficiario per versare, trasferire o prelevare fondi per il tramite di uno o più Prestatori di Servizi di Pagamento.

4 Orario Limite : indica gli orari di una qualsiasi Giornata Operativa oltre i quali la Banca può considerare un Ordine di Pagamento come ricevuto nella Giornata Operativa immediatamente successiva a quella in cui tale ordine è effettivamente ricevuto. Ordine di Pagamento : indica l istruzione di un pagatore o di un beneficiario a un Prestatore di Servizi di Pagamento di eseguire un Operazione di Pagamento. POS (Point of Sale): indica l apparecchiatura elettronica generalmente collocata presso esercizi commerciali per l accettazione di pagamenti di beni e/o servizi presso l esercizio stesso effettuati mediante carta di pagamento e per la gestione elettronica delle transazioni di acquisto effettuate. Prepagata : indica la carta di pagamento prepagata nominativa ricaricabile emessa dalla Banca in abbinamento al Conto. Prestatore di Servizi di Pagamento : indica un soggetto autorizzato a prestare Servizi di Pagamento ed effettuare Operazioni di Pagamento, ivi espressamente inclusa la Banca. PSD : indica la Direttiva 2007/64/CE del 13 novembre 2007, relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno dell Unione Europea. Regolamento di Banca d Italia : indica la sezione VI Servizi di Pagamento del provvedimento di Banca d Italia denominato Trasparenza delle Operazioni e dei Servizi Bancari e Finanziari Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti del 29 luglio 2009 come modificato in data 15 febbraio Saldo disponibile : indica l effettivo importo di cui il Cliente ha piena disponibilità e che si ottiene sommando al saldo liquido di Conto (saldo contabile al netto delle partite postergate, ovvero quelle la cui valuta non è giunta a maturazione), gli importi relativi alle eventuali operazioni già disposte e/o eseguite ma non ancora registrate (c. d. partite prenotate, quali ad es. i pagamenti POS effettuati tramite Pagobancomat non ancora contabilizzati) e tenuto infine conto degli eventuali affidamenti operativi sul rapporto. Servizio di Pagamento : indica l attività oggetto delle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento. Servizio di I.B : servizio di internet Banking abbinato al Conto e disciplinato dalla Sezione III del Contratto. Sito Internet : indica il sito internet Strumenti di Pagamento : indica l insieme delle procedure concordate tra il Cliente e la Banca, di cui si avvale il Cliente per dare alla Banca un Ordine di Pagamento. Supporto Durevole : indica qualsiasi strumento che permetta al Cliente di memorizzare informazioni a lui destinate in modo che possano essere utilizzate per un periodo di tempo adeguato e che consenta la riproduzione immutata delle informazioni memorizzate. Termini Massimi di Esecuzione : indica i termini previsti dall Articolo 9 Sezione II Sottosezione I. Testo Unico Bancario o TUB : indica il Decreto Legislativo, 1 settembre 1993, n Titolare : indica il soggetto cui viene rilasciata la Carta Bancomat e/o la Prepagata e/o le eventuali Carta Bancomat e/o Prepagata aggiuntive. SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Premesse Le norme contenute nella presente Sezione I DISPOSIZIONI GENERALI sono applicabili a tutti i rapporti e servizi disciplinati nelle restanti sezioni di questo Contratto se ed in quanto compatibili e se non derogate. Trovano altresì applicazione al Contratto le disposizioni di legge e regolamentari tempo per tempo vigenti, ancorché ivi non direttamente previste e fatta salva, ove consentito, espressa deroga. SOTTOSEZIONE I - RAPPORTO BANCA - CLIENTE Art. 1 Contratto ambito di applicazione - definizioni - Informazioni preliminari Costituiscono nel loro insieme il Contratto i seguenti documenti: il modulo di richiesta accensione rapporto sottoscritto dal Cliente (di seguito anche solo Modulo ), il Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi e le Condizioni Generali di Adesione per il Cliente unitamente ai realtivi allegati. Il Foglio Informativo coincide con il Documento di Sintesi ed è frontespizio del Contratto. Se non espressamente definiti in altre parti del Contratto, i termini utilizzati con la lettera maiuscola sono quelli definiti nel Glossario. Il Cliente ha diritto di ricevere in tempo utile e, in ogni caso, prima della conclusione del Contratto le informazioni previste dalla normativa primaria e secondaria tempo per tempo vigente. Tali informazioni sono fornite al Cliente, a titolo gratuito su supporto cartaceo o altro supporto durevole, mediante messa a disposizione sul Sito Internet dei seguenti documenti: (a) Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi; (b) copia del presente contratto idonea alla stipula. Il Cliente ha diritto di richiedere in qualsiasi momento e di ricevere gratuitamente su supporto cartaceo o altro supporto durevole copia del Contratto e delle condizioni economiche in vigore. Il Contratto è collocato unicamente mediante l utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza. Art. 2 Oggetto Oggetto del Contratto è l apertura del Conto avente le caratteristiche specifiche riportate nella successiva Sottosezione II nonché l erogazione dei servizi e delle componenti ad esso connessi disciplinati in Contratto. Il Conto è integrato delle seguenti componenti obbligatorie abbinate al Conto stesso (di seguito congiuntamente anche Servizi Abbinati Obbligatori ):

5 a) carta Bancomat; b) carta Prepagata; c) servizio di Internet Banking. Tali componenti obbligatorie, messe a disposizione del Cliente con l apertura del Conto, non possono essere acquisite ed operare separatamente dal Conto e pertanto, la rinuncia / la revoca / l estinzione anche solo di una di esse comporta la rinuncia / la revoca / l estinzione delle restanti componenti e del Conto stesso, con la sola eccezione della carta Prepagata e delle eventuali Carte Bancomat o Prepagata aggiuntive e per il Servizio di Internet Banking aggiuntivo che possono essere invece revocati indipendentemente dalle restanti componenti. All atto di accensione del rapporto, la Banca mette a disposizione del Cliente i seguenti ulteriori servizi facoltativi utilizzabili esclusivamente in abbinamento al Conto (di seguito anche Servizi Abbinati Facoltativi ), che il Cliente potrà in qualsiasi momento disattivare e riattivare, nei termini e nelle modalità contrattualmente previste: a) servizio di Corrispondenza On line di cui alla successiva Sezione IV; b) servizio di SMS Informativo di cui alla successiva Sezione V. In caso di Conto cointestato, all atto di accensione del rapporto i Servizi Abbinati Obbligatori ed i Servizi Abbinati Facoltativi vengono messi a disposizione del primo intestatario indicato sul Modulo. Il Conto è riservato a persone fisiche maggiorenni, residenti in Italia, non sottoposte a tutela e/o curatela, che rivestano la qualifica di Consumatori. Per talune attività di carattere tecnico/operativo connesse all esecuzione del Contratto, la Banca potrà avvalersi dei servizi svolti da operatori specializzati esterni alla Banca stessa; in tal caso la Banca resta responsabile nei confronti del Cliente dei servizi resi da tali terzi incaricati, in solido con il soggetto incaricato del compimento degli stessi. Art 3 Perfezionamento del contratto La richiesta di accensione del rapporto avviene mediante la compilazione e la sottoscrizione, da parte dell interessato, del Modulo, da inoltrare unitamente agli allegati richiesti e nei tempi previsti, alla Banca ai recapiti indicati sul Modulo stesso. Affinché la richiesta possa essere ritenuta valida dalla Banca, il Modulo dovrà: - essere compilato in modo chiaro e leggibile in tutte le sue parti, nonché completo di tutti gli allegati previsti a corredo; - essere sottoscritto dal/dai richiedente/i in tutti i campi previsti; - essere ricevuto alla Banca ai recapiti ed entro il termine massimo indicati nel Modulo stesso. Con la sottoscrizione del Modulo il Cliente accetta anche l attivazione dei servizi abbinati previsti in Contratto. La domanda di apertura rapporto ha valore di proposta, il cui accoglimento resta nella piena discrezionalità della Banca. La domanda di apertura rapporto si considera accettata solo al ricorrere delle seguenti condizioni: 1) identificazione del Cliente ed espletamento delle attività afferenti all adeguata / rafforzata verifica ai sensi e per gli effetti della normativa antiriciclaggio (Decreto legislativo 231/2007 e successive modifiche ed integrazioni), attraverso le modalità previste ai sensi dell all Art. 10 Parte I Sezione I del Contratto ed eseguito nelle modalità ivi previste; 2) la ricezione da parte del Cliente di apposita comunicazione scritta, trasmessa all indirizzo indicato dal Cliente sul Modulo ed inserita nel c.d. Kit di Benvenuto, contente anche: - il codice segreto necessario per l attivazione del Servizio I.B.; - le coordinate bancarie definitive abbinate al Conto; - la Carta Bancomat e la Prepagata abbinate al Conto; - il dispositivo Blucode. In caso di rapporto cointestato, le comunicazioni e la documentazione di cui al presente articolo sarà inviata o consegnata al recapito del primo intestatario del Conto indicato sul Modulo.. Art. 4 Obbligo di custodia del Cliente mancato accoglimento della richiesta In relazione a quanto previsto al precedente art. 3, il Cliente assume l obbligo, entro e non oltre 5 (cinque) giorni di calendario dalla data di ricezione del Kit di Benvenuto, di informare la Banca dell eventuale mancanza di una o piu componenti del Kit, telefonando all apposito Numero Verde dedicato. Ricevuta tale comunicazione entro il predetto termine, la Banca provvede, a propria scelta discrezionale ed a proprie spese, all invio dell elemento mancante ovvero alla spedizione di un nuovo Kit di Benvenuto; e onere del Cliente custodire con l ordinaria diligenza, il contenuto del Kit di Benvenuto precedentemente ricevuto sino al momento della ricezione del nuovo Kit. Resta espressamente inteso che il Cliente si fa carico di tutte le conseguenze pregiudizievoli di cui dovesse risentire o che dovessero essere procurate alla Banca in dipendenza della violazione da parte del Cliente degli obblighi di cui ai precedenti paragrafi. In caso di mancato accoglimento della richiesta di accensione rapporto da parte della Banca ovvero nell ipotesi in cui il Contratto non si perfezionasse a causa della incompleta, inesatta e/o non leggibile compilazione del Modulo e/o della tardiva ricezione del medesimo e/o della mancata identificazione del Cliente ai sensi della normativa antiriciclaggio e/o dell impossibilità per la Banca di esperire altri adempimenti normativi necessari per l attivazione dei

6 servizi abbinati al Conto, la proposta perderà automaticamente validità ed efficacia senza necessità da parte della Banca di effettuare qualsivoglia comunicazione a riguardo. Resta inteso che al ricorrere di detta ipotesi, la Banca provvedere alla restituzione dell importo versato dal Cliente a titolo di bonifico iniziale sul Conto. Dal momento dell attivazione del Conto, il Cliente potrà utilizzare anche i servizi previsti in Contratto. In conseguenza dello sviluppo di nuove tecnologie e dei sistemi di sicurezza, la Banca potrà di iniziativa predisporre nuovi servizi fruibili sul Conto e/o sui Servizi Abbinati, dandone comunicazione al Cliente, il quale potrà recedere dal Contratto a norma del successivo art. 16 Sottosezione I RAPPORTO BANCA CLIENTE del Contratto, in caso tali modifiche risultino in senso sfavorevole per il Cliente. Art. 5 Servizi ad attivazione successiva Successivamente all accensione del rapporto, il Cliente puo richiedere tramite il servizio I.B. l attivazione sul Conto di una o piu Carte Bancomat e/o Prepagate aggiuntive nonché di un ulteriore Servizio I.B. anche per il secondo intestatario del Conto, in caso di rapporto cointestato. Tale richiesta si intende approvata, ad ogni effetto, dal Cliente con la disposizione impartita mediante l utilizzo dei Codici Identificativi di accesso del Servizio I.B. e del dispositivo Blucode. Il Cliente puo inoltre attivare il servizio Mobile Banking che permette di accedere al Conto ed al relativo Servizio I.B. dal telefono cellulare, scaricando la relativa applicazione dagli appositi store presenti sul canale internet e riportati nel Sito Internet. Le condizioni contrattuali ed economiche applicate a tali servizi sono disciplinate nel presente Contratto e nel relativo Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. Art. 6 Servizi accessori A richiesta del Cliente possono essere rilasciati gli ulteriori prodotti e/o servizi collegati al Conto elencati sul Sito Internet, che dovranno essere formalizzati con apposita e separata contrattualizzazione. Tra tali servizi accessori è previsto anche il rilascio della carta di credito e, successivamente, in caso di rapporto cointestato, l attivazione di ulteriore carta di credito anche per il secondo intestatario. Il rilascio della carta di credito, il cui accoglimento resta in ogni caso nella discrezionalità della Banca, puo essere altresì subordinato all esito di una preventiva istruttoria. Art. 7 Diritto di ripensamento Indipendentemente dalle norme di cui ai successivi paragrafi della presente Sezione, il Cliente, in conformità a quanto previsto dall art. 11 del Decreto legislativo 190/2006 e dall art. 67 duodecies del Codice al Consumo, ha la facoltà di recedere dal Contratto entro 14 giorni dalla data di conclusione dello stesso (c.d. Diritto di Ripensamento), senza penali e senza doverne indicare il motivo, mediante comunicazione di inviarsi alla sede legale della Banca a mezzo lettera raccomandata a/r; la raccomandata si ritiene spedita in tempo utile se consegnata all ufficio postale accettante entro i termini previsti dal Codice al Consumo. Il Cliente che esercita il Diritto di Ripensamento ai sensi del precedente paragrafo è tenuto a pagare le spese relative ai servizi disciplinati dal Contratto di cui ha richiesto l attivazione e di cui ha effettivamente usufruito prima del recesso, nella misura indicata nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. In caso di mancato esercizio del Diritto di Ripensamento, il Contratto prosegue e continua a produrre effetti, salvo l ulteriore diritto di recesso di seguito indicato. In caso di variazione della normativa richiamata nel presente Articolo, si applicheranno le disposizioni tempo per tempo vigenti. Art. 8 Esecuzione degli incarichi La Banca è tenuta ad eseguire gli incarichi conferiti dal Cliente nei limiti e secondo le previsioni contenute nel Contratto; tuttavia è in facoltà della Banca di assumere o meno gli incarichi del Cliente. In relazione agli incarichi ricevuti, la Banca, oltre alla facoltà ad essa attribuita dall art c.c., è autorizzata, ai sensi e per gli effetti di cui all art c.c., a farsi sostituire nell esecuzione dell incarico da un proprio corrispondente anche non bancario. In assenza di istruzioni particolari del Cliente, la Banca determina le modalità di esecuzione degli incarichi con la diligenza adeguata alla propria condizione professionale e comunque tenendo conto degli interessi del Cliente, della natura degli incarichi stessi e delle procedure a tali fini più idonee nell ambito della propria organizzazione. Il Cliente ha facoltà di revocare, ai sensi dell art c.c., l incarico conferito alla Banca finché esso non abbia avuto un principio di esecuzione compatibile con le modalità dell esecuzione. Art. 9 Invio di corrispondenza comunicazioni tra Banca e Cliente Le comunicazioni, gli ordini e qualunque altra dichiarazione del Cliente dirette alla Banca vanno fatte pervenire ai recapiti della Banca riportati al successivo Art. 24 di questa Sezione, se non diversamente previsto. Tutte le comunicazioni e notifiche indirizzate al Cliente dalla Banca vengono effettuate secondo le modalità di comunicazione e notifica previste nel Servizio di Corrispondenza On Line di cui alla Sezione IV del Contratto, salvo il Cliente non richieda espressamente di optare per l invio delle comunicazioni a mezzo posta all indirizzo riportato nel Modulo ovvero all ultimo diverso recapito comunicato successivamente alla Banca per iscritto. Fermo restando quanto indicato nel precedente paragrafo, l invio di lettere o di estratti conto, le eventuali notifiche e qualunque altra dichiarazione o comunicazione della Banca effettuate tramite il servizio postale saranno fatte al Cliente con pieno effetto all indirizzo riportato sul Modulo ovvero all ultimo indirizzo comunicato successivamente alla Banca per iscritto.

7 In mancanza di diverso accordo scritto, quando il Conto è intestato a più persone le comunicazioni, le notifiche e l invio degli estratti conto fatti dalla Banca ad uno solo dei cointestatari sono operanti a tutti gli effetti anche nei confronti dell altro. Art. 10 Adeguata verifica della clientela: All atto della costituzione dei singoli rapporti, il Cliente è tenuto a fornire alla Banca ogni informazione utile ai fini dell adeguata verifica della clientela e delle persone eventualmente autorizzate a rappresentarla, in conformità alla normativa vigente in materia di antiriciclaggio. Nel caso in cui predette informazioni non siano rese disponibili ovvero vi sia l impossibilità di adempiere a predetti obblighi, anche riguardo ai rapporti già in essere, la Banca si asterrà dall instaurare il rapporto od ad eseguire operazioni, anche in corso di realizzazione, procedendo a restituire al cliente i fondi, gli strumenti e le altre disponibilità finanziarie di spettanza, liquidandone il relativo importo tramite bonifico su un conto corrente bancario indicato dal Cliente stesso. Il trasferimento dei fondi verrà accompagnato da un messaggio che indica alla controparte bancaria che le somme sono restituite al cliente per l'impossibilità di rispettare gli obblighi di adeguata verifica della clientela. Al fine di tutelare il proprio Cliente la Banca valuta nello svolgimento delle operazioni comunque connesse ad atti di disposizione del medesimo l idoneità dei documenti eventualmente prodotti come prova dell identità personale dei soggetti che entrano in rapporto con essa (quali portatori di assegni, beneficiari di disposizioni di pagamento ecc ). Art. 11 Deposito firme autorizzate e poteri di rappresentanza Il Cliente è tenuto a depositare la propria firma; salvo successiva comunicazione scritta alla Banca da parte del Cliente, vale come firma depositata da parte del Cliente quella apposta dal Cliente medesimo in sede di sottoscrizione del Modulo. E esclusa qualsiasi facoltà di delega ad operare sul Conto a favore di soggetti diversi dal\dagli intestatario\i. Art. 12 Cointestazione del rapporto e facoltà di utilizzo disgiunto Il Conto può essere intestato a più persone sino ad un massimo di due. Quando il rapporto è intestato a più persone, le medesime hanno facoltà di compiere operazioni separatamente; pertanto, le disposizioni relative al rapporto medesimo, anche comportanti l'estinzione, saranno effettuate da ciascun intestatario separatamente con piena liberazione della Banca anche nei confronti dell altro cointestatario. Tale facoltà di disposizione separata è irrevocabile. In ogni caso, per tutte le obbligazioni relative al Conto, risponderanno nei confronti della Banca tutti i cointestatari in solido fra loro. In deroga all'art. 190 c.c., la Banca è espressamente autorizzata ad agire in via principale, anziché sussidiaria, e per l'intero suo credito, sui beni personali di ciascuno dei coniugi cointestatari. Nel caso di morte o di sopravvenuta incapacità di agire di uno dei cointestatari del rapporto, ciascuno degli altri conserva il diritto di disporre separatamente sul rapporto. Analogamente lo conservano gli eredi del cointestatario, che saranno però tenuti ad esercitarlo tutti insieme, ed il legale rappresentante dell'incapace. Nei casi di cui al precedente comma, la Banca dovrà pretendere il concorso di tutti i cointestatari e degli eventuali eredi e del legale rappresentante dell'incapace, quando da uno di essi le sia stata comunicata opposizione anche solo con lettera raccomandata. Art. 13 Diritto di garanzia La Banca, in garanzia di qualunque suo credito verso il Cliente, presente o futuro, anche se non liquido ed esigibile ed anche se assistito da altra garanzia reale o personale, è investita di diritto di pegno e di diritto di ritenzione su tutti i titoli o valori di pertinenza del Cliente comunque detenuti dalla Banca stessa o che pervengano ad essa successivamente. In particolare le cessioni di credito e le garanzie pignoratizie a qualsiasi titolo fatte o costituite a favore della Banca stanno a garantire con l intero valore anche ogni altro credito, pure se non liquido ed esigibile, della Banca medesima, verso la stessa persona. Art. 14 Compensazione Quando esistono tra la Banca e il Cliente più rapporti o più conti di qualsiasi genere o natura, anche di deposito, ancorché intrattenuti presso altre dipendenze italiane ed estere, ha luogo in ogni caso la compensazione di legge ad ogni suo effetto. In particolare la Banca, ove si verifichi una delle ipotesi di cui all art c.c. ovvero un evento che incida negativamente sulla situazione patrimoniale finanziaria ed economica del Cliente tale da mettere in pericolo il recupero del credito vantato, potrà valersi della compensazione, ancorché i crediti, seppure in monete differenti, non siano liquidi ed esigibili e ciò in qualunque momento senza obbligo di preavviso e/o formalità, fermo restando che dell avvenuta compensazione - contro la cui attuazione non potrà in nessun caso eccepirsi la convenzione di assegno - la Banca darà prontamente comunicazione al Cliente. Art. 15 Solidarietà ed indivisibilità delle obbligazioni assunte dalla Clientela Tutte le obbligazioni del Cliente verso la Banca si intendono assunte in via solidale e indivisibile anche per gli eventuali successori e aventi causa a qualsiasi titolo dal Cliente stesso. Art 16 Determinazione delle condizioni - modifica del Contratto e delle condizioni

8 Le condizioni economiche applicate al Contratto ed ai servizi da esso disciplinati sono indicate nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi, parte integrante e frontespizio del Contratto, nonché dello specifico Documento di Sintesi inviato al Cliente in sede di comunicazioni periodiche. La Banca, qualora sussista un giustificato motivo, si riserva la facoltà di modificare unilateralmente le norme e le condizioni economiche applicate al presente Contratto; tuttavia, se il contratto è a tempo determinato, tale facoltà di modifica non si applica ai tassi di interesse. Tale facoltà è esercitata dalla Banca nel rispetto dei criteri e delle modalità stabilite dagli artt. 117 e 118 del TUB. In particolare, in caso di variazione in senso sfavorevole e sempre che sussista un giustificato motivo, le modifiche saranno comunicate dalla Banca, con preavviso minimo di 2 mesi, mediante apposita informativa scritta o mediante altro supporto durevole preventivamente accettato dal Cliente che conterrà in modo evidenziato la formula: Proposta di modifica unilaterale del contratto. Le modifiche si intendono approvate ove il Cliente non receda entro la data prevista per l applicazione della modifica. In tal caso, il Cliente ha diritto, in sede di liquidazione del rapporto, all'applicazione delle condizioni precedentemente praticate. In caso di variazione della normativa richiamata nel presente Articolo, si applicheranno le disposizioni tempo per tempo vigenti. Art. 17 Comunicazione periodica - Approvazione dell estratto conto La Banca fornisce al Cliente almeno una volta all anno una comunicazione completa e chiara sullo svolgimento del rapporto ed un quadro aggiornato delle condizioni applicate; la Banca ed il Cliente possono convenire che tale comunicazione sia fornita con una cadenza più ravvicinata. L invio degli estratti conto, ad ogni chiusura contabile, sarà effettuato dalla Banca entro il termine di 30 giorni dalla data di chiusura, anche in adempimento degli obblighi di cui all art c.c. Trascorsi 60 giorni dalla data di ricevimento delle comunicazioni di cui ai precedenti paragrafi senza che sia pervenuto alla Banca per iscritto un reclamo specifico, tali comunicazioni si intenderanno senz altro approvati dal Cliente con pieno effetto riguardo a tutti gli elementi che hanno concorso a formare le risultanze del Conto. Nel caso di errori di scritturazione o di calcolo, omissioni o duplicazioni di partite, il Cliente può proporre impugnazione entro il termine di prescrizione ordinaria dalla data di ricevimento dell estratto conto; entro il medesimo termine, e a decorrere dalla data dell invio dell estratto, la Banca può ripetere quanto dovutole per le stesse causali e per indebiti accreditamenti. Gli eventuali reclami in merito alle operazioni effettuate dalla Banca per conto del Cliente dovranno essere fatti da questi dal momento in cui sia in possesso della comunicazione di esecuzione. Trascorsi 15 giorni, l operato della Banca si intenderà approvato. Il Cliente prende atto ed accetta che ai fini della prova del proprio credito, la Banca potrà avvalersi delle proprie scritture contabili ai sensi dell art c.c., riconoscendo inoltre l inscindibilità delle predette ai sensi dell art c.c. Art. 18 Durata Recesso Il presente Contratto si intende a tempo indeterminato. Il Cliente ha facoltà di recedere dal Contratto, in qualsiasi momento, mediante comunicazione scritta, da inviare a mezzo raccomandata a/r alla sede legale Banca con preavviso di sette giorni. La Banca ha facoltà di recedere dal Contratto, con un preavviso di almeno due mesi, mediante comunicazione scritta da inviare al Cliente a mezzo raccomandata a\r. Inoltre, per giustificato motivo, che verrà reso noto al Cliente, la Banca potrà recedere dal Contratto in qualsiasi momento, anche senza preavviso, mediante comunicazione scritta. A titolo esemplificativo, è considerato quale giustificato motivo di recesso della Banca il ricorrere di situazioni che rientrano nell ambito di norme nazionali o comunitarie in materia di riciclaggio di capitali, finanziamento del terrorismo, mirate al congelamento di fondi o riguardanti l adozione di misure specifiche previste per la prevenzione di reati e le relative indagini; resta espressamente inteso che l identificazione delle predette fattispecie non esclude altre e diverse ipotesi di giustificato motivo. Il recesso del Cliente o della Banca riguarda congiuntamente tutti i Sevizi Abbinati Obbligatori disciplinati dal Contratto, ad eccezione di quanto previsto per la carta Prepagata e per le eventuali Carte Bancomat o Prepagata aggiuntive e per il Servizio di Internet Banking aggiuntivo; salvo tale eccezione, resta quindi inteso che l esercizio del diritto di recesso, ancorché riferito ad un solo Servizio Abbinato Obbligatorio, determina il recesso dall intero Contratto e il venire meno di tutti i servizi in esso disciplinati.

9 In caso di recesso, non sono previste penalità e/o spese di chiusura a carico del Cliente. In evenienza di recesso, la Banca ed il Cliente hanno diritto di esigere il pagamento di tutto quanto dovuto reciprocamente ai sensi del presente Contratto. Dalla data di efficacia del recesso, la Banca non è tenuta a ricevere e/o ad eseguire gli ordini ricevuti con data posteriore a quella in cui il recesso sia divenuto operante con la comunicazione di recesso; qualora il Cliente receda dal Contratto, la Banca, fermo restando quanto disposto al comma precedente, non è tenuta ad eseguire gli ordini ricevuti con data anteriore a quella in cui il recesso è divenuto operante con la comunicazione di recesso. L esecuzione degli ordini di cui ai commi precedenti vengono effettuati dalla Banca entro i limiti di capienza del Conto. Il numero di giorni massimo previsto per la chiusura del rapporto in evenienza di recesso è di 30 giorni lavorativi decorrenti dalla data di perfezionamento del recesso stesso. All estinzione del Conto, la Banca mette a disposizione del Cliente l eventuale saldo attivo presente sul Conto, ovvero provvede, a propria scelta discrezionale ed intendendosi sin d ora autorizzata dal Cliente, a disporne il versamento anche a mezzo bonifico bancario sul altro conto corrente intestato al Cliente, al netto delle eventuali spese. In caso di recesso dal Contratto, da chiunque esercitato, il Cliente è tenuto alla restituzione della/e Carta/e Bancomat e della/e carta/e Prepagata/e nonché ogni altro materiale in precedenza consegnato ai sensi del Contratto stesso. Art. 19 Conto non movimentato Qualora il Conto non abbia avuto movimenti da oltre un anno e presenti un saldo creditore non superiore a Euro 258,23, la Banca cessa di corrispondere gli interessi, di addebitare le spese di gestione del Conto e di inviare l estratto conto. Ai fini del comma precedente non si considerano movimenti, ancorché compiuti nel corso dell anno ivi previsto, né le disposizioni impartite da terzi, né le operazioni che la Banca effettua d iniziativa (quali, ad esempio, l accredito di interessi e il recupero di spese) ovvero in forza di prescrizioni di legge o amministrative. Art. 20 Chiusura periodica del Conto e regolamento interessi Salvo quanto indicato al successivo Art. 2 Sottosezione II per i casi di vincolo, gli interessi sono riconosciuti al Cliente o dallo stesso corrisposti nella misura pattuita ed indicata nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi, nel quale sono altresì indicate tutte le altre condizioni economiche applicate al rapporto. I rapporti di dare ed avere relativi al Conto, sia esso debitore o creditore, vengono regolati con identica periodicità, pattuita ed indicata nel predetto allegato, portando in Conto, con valuta data di regolamento dell operazione, gli interessi, le commissioni e le spese ed applicando le trattenute fiscali di legge. Il saldo risultante dalla chiusura periodica così calcolato produce interessi secondo le medesime modalità. Il saldo risultante a seguito della chiusura definitiva del Conto produce interessi nella misura pattuita ed indicata nel predetto modulo allegato; su questi interessi non è consentita la capitalizzazione periodica, fatto salvo il disposto dell art c.c. Art Versamento in conto di assegni ed accredito Riba e Rid Salvo espressa istruzione contraria, resta convenuto che tutti i bonifici e le rimesse, disposti da terzi a favore del Cliente, gli saranno accreditati in Conto. L'importo degli assegni bancari e circolari è accreditato con riserva di verifica e salvo buon fine, ed è disponibile appena decorsi i termini indicati nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. La Banca potrà prorogare detti termini solo in presenza di cause di forza maggiore - ivi compresi gli scioperi del personale verificatesi presso la Banca stessa e/o i corrispondenti anche non bancari. Di tale proroga la Banca dà pronta notizia alla clientela, anche mediante comunicazioni impersonali (cartelli, moduli prestampati, ecc.). La valuta applicata all'accredito determina unicamente la decorrenza degli interessi, senza conferire al Cliente alcun diritto circa la disponibilità dell'importo, come stabilita al precedente comma. Qualora tuttavia la Banca consentisse al Cliente di utilizzare anticipatamente, in tutto o in parte, tale importo prima che siano decorsi i termini di cui al precedente comma 2 ed ancorché sull'importo sia iniziata la decorrenza degli interessi, ciò non comporterà affidamento di analoghe concessioni per il futuro. Prima del decorso di tali termini la Banca si riserva il diritto di addebitare in qualsiasi momento l'importo dei titoli accreditati, nonché di esercitare, in caso di mancato incasso, tutti i diritti e azioni, compresi quelli di cui all'art c.c., nonché la facoltà di effettuare l'addebito in conto. Decorsi i termini di cui al precedente comma 2 resta inteso che la Banca trattaria nel caso di assegni bancari, o la Banca emittente nel caso di assegni circolari, mantiene il diritto, ove ne ricorrono i presupposti, di agire direttamente nei confronti del Cliente per il recupero dell'importo dei titoli indebitamente pagati. Nel caso di disposizioni - RIBA e RID inoltrate per l'incasso dal Cliente - valgono le previsioni di cui ai precedenti commi. Resta inteso che il diritto di agire direttamente nei confronti del Cliente nell'ipotesi prevista dal comma precedente spetta alla Banca domiciliataria della disposizione inoltrata per l'incasso. Art Versamento in conto di altri titoli, effetti, ricevute e documenti similari L'importo degli assegni diversi da quelli dell'art. 21 precedente (vaglia ed altri titoli similari), nonché degli effetti, ricevute e documenti similari, è accreditato con riserva di verifica e salvo buon fine, e non è disponibile prima che la Banca ne abbia effettuato la verifica o l'incasso e che dell'avvenuto incasso abbia avuto conoscenza la dipendenza accreditante. La valuta applicata all'accredito determina unicamente la decorrenza degli interessi senza conferire al Cliente alcun diritto circa la disponibilità dell'importo. Qualora tuttavia la Banca consentisse al Cliente di disporre, in tutto o in parte, di tale importo prima di averne effettuato l'incasso ed ancorché sull'importo sia iniziata la decorrenza degli interessi, ciò non comporterà affidamento di analoghe concessioni per il futuro. La Banca si riserva il diritto di addebitare in qualsiasi momento l'importo dei titoli accreditati anche prima della verifica o dell'incasso, anche nel caso

10 in cui abbia consentito al Cliente di utilizzare anticipatamente l'importo. In caso di mancato incasso si riserva tutti i diritti e azioni, compresi quelli di cui all'art c.c., nonché la facoltà di effettuare in qualsiasi momento l'addebito in Conto. Art. 23 Spese e oneri fiscali Le spese e gli oneri fiscali inerenti al Conto ed ai Servizi collegati ì sono a carico del Cliente, se previsti. Art. 24 Comunicazioni e notifiche indirizzate alla Banca modifiche Tutte le comunicazioni e notifiche del Cliente devono essere effettuate utilizzando uno dei seguenti strumenti di comunicazione all indirizzo di seguito indicato: (a) se effettuata telefonicamente, al numero di Servizio Clienti comunicato dalla Banca; (b) se effettuata mediante lettera raccomandata o telegramma alla Banca, a Unipol Banca, U.P. Torino C.C.D - Casella Postale Torino. Per tutto quanto disciplinato dal Contratto ogni comunicazioni o notifica si intende ricevuta dalla Banca: (a) se effettuata telefonicamente, nel momento in cui viene confermata dall operatore del call center; (b) se effettuata mediante lettera raccomandata, telefax o telegramma, dalle ore del giorno di ricezione (a tali fini si considera il giorno feriale in cui la Banca è regolarmente aperta e svolge i propri servizi alla clientela). Tutte le comunicazioni e notifiche indirizzate al Cliente devono essere effettuate a mezzo posta all indirizzo comunicato dal Cliente nel Modulo ovvero, qualora il Cliente si avvalga di servizi, messi a disposizione dalla Banca, per via telematica e abbia optato per tale forma di comunicazione, secondo le modalità di comunicazione e notifica previste per il relativo servizio telematico. Art. 25 Reclami esposti - sanzioni amministrative applicabili: Per eventuali reclami, il Cliente può rivolgersi alla Funzione Reclami della Banca presentando un reclamo per ogni contestazione relativa al Conto e/o ai Servizi di Pagamento e/o Operazioni di Pagamento ad esso connessi ed in generale relativa al Contratto. Se la Banca non risponde al reclamo presentato dal Cliente entro 30 (trenta) giorni dalla relativa ricezione dal parte della Funzione Reclami, ovvero se il Cliente non è soddisfatto dell esito del reclamo, il Cliente può rivolgersi all Arbitro Bancario Finanziario (costituito con deliberazione del CICR del 29 luglio 2008 e Regolamento di Banca d Italia del 18 giugno 2009), qualora ricorrano i presupposti per la presentazione del ricorso previsti dal Regolamento di tale organismo, ovvero, sempreché l oggetto della controversia non sia superiore ad euro ,00 e la stessa non sia già stata portata all esame dell Autorità Giudiziaria o di un collegio arbitrale o di un Organismo Conciliativo. Le decisioni dell Arbitro Bancario Finanziario sono vincolanti per la Banca e lasciano il Cliente libero di investire della controversia l Autorità Giudiziaria. Il Cliente può presentare un esposto alla Banca d Italia se riscontra violazione della Banca delle norma relative ai Servizi di Pagamento o all esecuzione di Operazioni di Pagamento. Per la grave inosservanza degli obblighi posti a carico del Prestatore dei Servizi di Pagamento, la Banca d Italia, ai sensi dell art. 32 del D.Lgs 11/2010, irroga sanzioni amministrative pecuniarie da un minimo di euro ,00 ad un massimo di euro ,00 nei confronti dei soggetti che svolgono funzioni amministrative o di direzione e controllo nonché dei dipendenti del Prestatore dei Servizi di Pagamento; in caso di reiterazione delle violazioni può essere anche disposta la sospensione dell attività di prestazione dei Servizi di Pagamento. Il Cliente prende atto che il Regolamento dell Arbitro Bancario Finanziario è a disposizione del Cliente presso le filiali della Banca. Il Cliente può ricorrere all autorità giudiziaria anche se ha già proposto un esposto o un ricorso stragiudiziale. Il Cliente prende atto che, nel caso in cui presenti un ricorso all Arbitro Bancario Finanziario, può ricorrere all autorità giudiziaria solo dopo che il procedimento stragiudiziale è esaurito. Art 26 Lingua Il Contratto nonché le comunicazioni tra la Banca ed il Cliente sono redatti in lingua Italiana. Art. 27 Legge applicabile e foro competente Il Contratto è regolato e deve essere interpretato secondo le leggi della Repubblica Italiana. Per ogni controversia che dovesse insorgere tra il Cliente e la Banca in relazione al presente Contratto è competente in via esclusiva il foro di residenza o di domicilio elettivo del Cliente.

11 SOTTOSEZIONE II - DISPOSIZIONI SPECIALI SULL UTILIZZO DEL CONTO E DEI SERVIZI ACCESSORI AD ESSO CONNESSI Art. 1 Caratteristiche, modalità e limiti di utilizzo del Conto Per il Conto non è previsto il rilascio di libretto di assegni, né la concessione di affidamenti né la facoltà di scoperto salvo che per l operatività collegata alle carte di credito eventualmente concesse a valere sul Conto e per gli addebiti di oneri fiscali, spese e/o competenze maturate sul Conto stesso. Nell impartire disposizioni ed ordini di pagamento sul Conto, il Cliente è tenuto ad operare solo a fronte di saldo disponibile. Fermo restando quanto indicato nei precedenti paragrafi di questo articolo, l utilizzo da parte del Cliente di fondi in eccedenza rispetto al saldo del Conto e le eventuali disposizioni eseguite allo scoperto non comportano concessione di affidamento, nemmeno futuro, e determinano l obbligo per il Cliente di rimborsare immediatamente alla Banca tutto quanto dovuto per capitale interessi spese ed accessori conseguenti a tali utilizzi, anche senza un esplicita richiesta a riguardo. Ai sensi e per gli effetti dell art. 125 octies TUB la Banca comunica al Cliente lo sconfinamento che si protrae per oltre un mese qualora riguardi u importo pari o superiore a trecento euro, con comunicazione in forma scritta su supporto cartaceo a altro supporto durevole, entro tre giorni lavorativi successivi al compimento di un mese da quando lo sconfinamento ha raggiunto il limite di importo sopra indicato. Il Cliente prende atto che, nel caso di utilizzo di fondi di cui ai precedenti due paragrafi, il mancato pagamento delle somme dovute alla Banca per capitale, interessi e spese e/o qualsivoglia altro titolo puo comportare l avvio di azioni legali per il recupero del credito della Banca, la risoluzione del contratto per giusta causa e/o l applicazione di interessi di mora. La Banca, per ogni sconfinamento, procede all istruttoria veloce necessaria ad autorizzare l operazione, con conseguente applicazione della Commissione di Istruttoria Veloce (CIV) specificatamente dettagliata nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi.. La CIV è: (i) determinata in misura fissa, è espressa in valore assoluto ed è commisurata ai costi mediamente sostenuti dalla Banca per svolgere l istruttoria veloce; (ii) applicata solo a fronte di addebiti che determinano uno sconfinamento o accrescono l ammontare di uno sconfinamento esistente; (iii) applicata solo quando vi è uno sconfinamento avendo riguardo al saldo disponibile di fine giornata. La CIV non sarà dovuta qualora ricorrano entrambi i seguenti presupposti, con l avvertenza che di tale esclusione il Cliente potrà beneficiare per un massimo di una volta per ciascuno dei quattro trimestri di cui si compone l anno solare: 1) per gli sconfinamenti in assenza di fido il saldo passivo complessivo (anche se derivante da più addebiti) sia inferiore o pari ad euro 500 (cinquecento); per gli utilizzi extrafido l ammontare complessivo di questi ultimi (anche se derivante da più addebiti) sia inferiore o pari ad euro 500 (cinquecento); 2) lo sconfinamento non abbia durata superiore a 7 (sette) giorni consecutivi. La CIV non sarà dovuta nel caso in cui: - lo sconfinamento abbia luogo per effettuare un pagamento in favore della Banca; - lo sconfinamento non abbia avuto luogo perché la Banca non vi ha acconsentito. Resta convenuto,infine, che ai termini utilizzati nel presente articolo, di cui all elenco sotto riportato, è attribuito il significato ivi descritto: - saldo disponibile : è l effettivo importo di cui il Cliente ha piena disponibilità e che si ottiene sommando al saldo liquido di conto corrente (saldo contabile al netto delle partite postergate, ovvero quelle la cui valuta non è giunta a maturazione), gli importi relativi alle eventuali operazioni già disposte e/o eseguite ma non ancora registrate (c. d. partite prenotate, quali ad es. i pagamenti POS effettuati tramite Pagobancomat non ancora contabilizzati) e tenuto infine conto degli eventuali affidamenti operativi sul rapporto. - sconfinamento : le somme di denaro utilizzate dal cliente, o comunque addebitategli: - in eccedenza rispetto all affidamento (utilizzo extra fido); ovvero - in mancanza di un affidamento, in eccedenza rispetto al saldo del cliente (sconfinamenti in assenza di fido). Il Conto è vincolabile ai sensi del successivo Art. 2; in tal caso, il vicolo potrà essere apposto solo successivamente all accensione del rapporto. Qualora il Cliente abbia acceso un vincolo sul Conto, dette somme potranno essere liberamente utilizzate dal Cliente previa operazione di svincolo, da effettuarsi a cura del Cliente nelle modalità di cui al successivo Art. 2. Il Conto potrà essere movimentato dal Cliente, in accredito o in addebito, principalmente tramite disposizioni impartite con il Servizio I.B. e/o a seguito dell utilizzo delle carte di pagamento abbinate al Conto. Il Cliente pertanto prende atto ed accetta che la richiesta rivolta alla Banca di utilizzo del Conto tramite tecniche di comunicazioni diverse da quelle definite nell ambito del Servizio I.B. e del Contratto è incompatibile con la natura delle operazioni e dei Servizi forniti dalla Banca in forza del Contratto medesimo e che, pertanto, tali richieste potranno non essere eseguite dalla Banca senza che alcune responsabilità possa esserle ascritta. Il Conto opera esclusivamente in Euro. E facoltà della Banca prevedere limiti massimi di giacenza per cliente sul Conto che, in tal caso, sono riportati nel Foglio Informativo coincidente nel Documento di Sintesi. Art. 2 Vincolo delle somme depositate estinzione anticipata del vincolo

12 Il Cliente può vincolare, in tutto o in parte, le somme disponibili sul Conto nelle modalità che saranno rese note di volta in volta dalla Banca tramite il Servizio di I. B. La Banca può prevedere limiti minimi e massimi di importo delle somme vincolabili, nella misura indicata nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. Sulle somme vincolate il Cliente gode di un tasso di interesse migliorativo rispetto al tasso base altrimenti applicato al Conto, a condizione che le somme vincolate siano mantenute tali sul Conto per tutto il periodo di durata del vincolo; i tassi e le condizioni applicate ai vincoli sono: (i) quelli riportati nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi frontespizio del Contratto, per i vincoli effettuati entro la data ivi indicata; (ii) quelli riportati nel Foglio Informativo, coincidente con il Documento di Sintesi, in vigore al momento del vincolo per quelli disposti successivamente alla data indicata nel Foglio Informativo - frontespizio del Contratto. Mod. UM0525 Ed. 07/ Nell ipotesi di cui al precedente punto (ii) del presente Articolo, i tassi e le condizioni economiche applicate al vincolo si intenderanno approvate, ad ogni effetto, dal Cliente con la disposizione di vincolo impartita mediante l utilizzo dei Codici Identificativi di accesso del Servizio I.B. e del dispositivo Blucode. Per la costituzione del vincolo ed al fine del calcolo degli interessi nella misura sopra descritta, il Cliente autorizza la Banca ad appostare la somma vincolata in un conto tecnico, c.d. conto a partite. Le somme resteranno vincolate sino alla data di scadenza prevista per lo svincolo; pertanto, il Cliente in parziale deroga alle previsioni di cui all art. 18 Sottosezione I Sezione I del Contratto non potrà esercitare il diritto di recesso per tutto il periodo di durata del vincolo. Inoltre sino alla data di scadenza del vincolo, ogni richiesta di prelevamento e/o di disposizione di pagamento disposte dal Cliente così come gli addebiti sul medesimo saranno effettuate sulle somme del Conto non soggette a vincolo. Gli interessi sulla somma vincolata saranno esigibili al termine del periodo pattuito. Alla scadenza del termine la Banca accredita sul Conto il capitale e gli interessi maturati, al netto delle ritenute fiscali nella misura tempo per tempo vigente. Non è mai consentito variare la durata o l importo di una somma vincolata. Non è previsto un numero limite di vincoli attivabili sul Conto e, pertanto, è possibile attivare nella medesima giornata più partite vincolate anche del medesimo importo e/o della medesima durata. Il Cliente può effettuare operazioni di vincolo nel rispetto di termini di Orario Limite; gli ordini di vincolo disposti oltre l Orario Limite si intendono ricevuti nella giornata operativa successiva. Art. 3 dati necessari per l esecuzione dell incarico Gli ordini di pagamento devono riportare i dati essenziali occorrenti per la loro esecuzione: nominativo e indirizzo del beneficiario, importo dell'ordine, estremi identificativi del conto del beneficiario e della Banca presso cui è intrattenuto e le altre indicazioni che potranno essere richieste dalla Banca. Per i bonifici da eseguire presso banche degli Stati membri dell'unione Europea, sia presso altre banche fuori dall'unione Europea, l'ordine di bonifico deve contenere le coordinate internazionali IBAN (International Bank Account Number) relative al beneficiario ed il codice BIC (Bank Identifier Code) della banca destinataria. Qualora i dati di cui ai precedenti commi 1 e 2 non siano indicati, ovvero la loro indicazione sia incompleta o errata, la Banca è esonerata da responsabilità per la mancata o intempestiva esecuzione dell'ordine o per disguidi sorti a seguito della sua eventuale esecuzione e il Cliente assume a proprio carico tutti gli oneri derivanti da spese reclamate dalle corrispondenti o da interventi successivi della Banca volti al buon esito dell'operazione. La Banca non è responsabile per eventuali ritardi, disguidi, errori od omissioni dipendenti da cause di forza maggiore come pure all'operato dei corrispondenti bancari indicati dal Cliente ordinante. Qualora, per i motivi di cui sopra, l'operazione disposta non abbia buon esito, la Banca ne darà tempestiva comunicazione al Cliente e terrà a disposizione dello stesso, su conto creditori infruttifero, le somme versate per l'esecuzione del bonifico dedotti gli oneri spettanti. La Banca non risponde delle conseguenze eventualmente derivanti al Cliente ordinante in seguito a ritardi nell'esecuzione delle disposizioni ricevute, per cause ad essa non imputabili, tra le quali si indicano a titolo puramente esemplificativo quelle dipendenti da indicazioni inesatte circa il pagamento e quelle dipendenti da scioperi anche del proprio personale, disservizi, sospensione o rallentamento delle comunicazioni, irregolare funzionamento degli uffici e, in genere, da ogni impedimento od ostacolo che non possa essere superato con l'ordinaria diligenza. Art. 4 Norme che regolano i bonifici e i bonifici periodici Il pagamento sarà effettuato dalla Banca per conto del Cliente, addebitando il Conto, unitamente alle spese sostenute ed applicando le condizioni previste per il servizio, fino a revoca che dovrà essere comunicata per iscritto alla Banca cinque giorni prima della successiva scadenza come per le eventuali variazioni. Qualora la decorrenza del pagamento - intendendo per tale la data concordata per l'esecuzione dell'incarico - cada in giorno bancariamente festivo, l'esecuzione del bonifico viene anticipata al primo giorno bancariamente lavorativo antecedente. La Banca si riserva la facoltà di recedere dall'incarico in qualsiasi momento, dando comunicazione scritta al Cliente con un preavviso di 5 giorni. Il Cliente ordinante dovrà provvedere a precostituire presso la Banca i fondi necessari, restando inteso che, in mancanza di tali fondi, il presente incarico si risolverà a tutti gli effetti ipso facto et jure senza necessità di comunicazione scritta e senza che da ciò possa derivare alla Banca alcuna responsabilità. Per disponibilità di Conto è inteso il solo ammontare in linea capitale, esclusi importi di assegni versati s.b.f. e non ancora esitati e gli interessi eventualmente maturati, ma non ancora contabilizzati. Qualora la Banca desse corso al pagamento allo scoperto, su quanto da essa anticipato saranno dovuti gli interessi nella misura pattuita per le operazioni in Conto, fermo sempre il diritto all'immediato rimborso. La Banca è esonerata

13 dal dare comunicazione dell'addebito in Conto in quanto evidenziato nell'estratto conto, nonché del mancato pagamento in conseguenza della mancanza dei fondi come sopra precostituiti. Nel caso di un ordine di pagamento articolato, contenente rate di importo e periodicità difformi non riportabili nel riquadro previsto nell'autorizzazione, il Cliente ordinante è tenuto a sottoscrivere, anche nell'ipotesi di variazione, le apposite distinte che numerate progressivamente saranno trattenute presso la Banca in allegato al presente Contratto per formarne parte integrante. Art. 5 Norme che regolano i servizi dl incasso e/o di accettazione degli effetti, documenti, ed assegni 5.1 Oggetto: I servizi di incasso e di accettazione di effetti, documenti e di assegni sono fatti, sulla base delle norme di seguito previste, per conto del cedente e a suo rischio. La Banca non risponde delle conseguenze derivanti da cause ad essa non imputabili, tra le quali si indicano, a titolo puramente esemplificativo, quelle dipendenti da: 1) irregolarità degli effetti, documenti ed assegni, comprese quelle di bollo, inteso che la Banca è autorizzata a rivalersi sul cedente di tutte le eventuali spese relative o derivanti, incluse quelle per la regolarizzazione del bollo ove la Banca vi provvedesse, e quelle per le pene pecuniarie eventualmente pagate; 2) indicazioni erronee, non precise o insufficienti o di difficile lettura, specie di importo, di scadenza, di luogo di pagamento, di nomi, tanto sugli effetti, documenti ed assegni che sulle distinte di accompagnamento; 3) clausole o istruzioni non tassative o contradditorie; 4) casi di forza maggiore, compresi scioperi anche del proprio personale, disservizi, sospensione o rallentamento delle comunicazioni o dei trasporti; smarrimento, sottrazione o distruzione del titolo durante il trasporto; impedimenti od ostacoli determinati da disposizioni di legge - e in specie moratorie, sospensione o proroghe di termini - o da consuetudini del luogo di pagamento degli effetti, documenti ed assegni, o da atti di autorità nazionali, anche di fatto, o da provvedimenti o atti di natura giudiziaria (come sequestri, pignoramenti) o da fatti di terzi; in genere, ogni impedimento od ostacolo che non possa essere superato con l'ordinaria diligenza. La Banca non risponde neppure della mancata presentazione per il pagamento o per l'accettazione o del mancato Mod. UM0525 Ed. 07/ protesto in tempo utile di effetti, documenti o di assegni su piazze non bancabili presso l'istituto di emissione e, in genere, su piazze per le quali vi sia difficoltà di curare le incombenze di cui sopra. Ugualmente essa non risponde delle conseguenze derivanti da omesso, ritardato od erroneo avviso di esito da darsi mediante modulo predisposto dal cedente. La clausola incasso tramite e ogni altra analoga non comportante domiciliazione, non sono vincolanti per la Banca, che comunque non risponde del mancato protesto di effetti per i quali risulti richiesto incasso per il tramite di sportello situato in località diversa dal luogo di pagamento Avvisi di mancata accettazione e mancato pagamento di titoli: La Banca non provvede ad inviare gli avvisi di mancata accettazione o di mancato pagamento degli effetti e degli assegni, ma si limita a restituire i titoli non appena in grado; è inteso che i firmatari interessati hanno rinunciato ai detti avvisi nonché all'osservanza dei termini di cui agli articoli 52 della legge sulla cambiale e 47 della legge sull'assegno, anche nei confronti degli eventuali portatori successivi Effetti cambiari recanti clausola senza spese o equivalente: Per gli effetti cambiari, la Banca non provvede alla materiale presentazione del titolo, ma invia al trattario un avviso a recarsi ai propri sportelli per l'accettazione o per il pagamento, e ciò anche quando si tratta di effetti con clausola senza spese, senza protesto o altra equivalente, sia essa firmata o meno. Nel caso di effetti con clausola senza spese, senza protesto o altra equivalente non firmata ai termini di legge la Banca ha la facoltà di non fare elevare il protesto. 5.4 Ordini di proroga di scadenza effetti : Nel caso di ordini di proroga di scadenza di effetti, e in assenza di specifiche istruzioni fornite per iscritto, la Banca provvede ad inviare al debitore cambiario un semplice avviso della concessione del nuovo termine, e ciò anche quando si tratti di effetti recanti più firme di girata o di cambiali tratte. Qualora l'effetto prorogato non venga pagato alla nuova scadenza, la Banca non provvederà, stante il divieto di cui all'art. 9 della legge n. 349 del 1973, a fare elevare il protesto. 5.5 Pagamento mediante assegni: Nel caso di effetti pagabili mediante assegni di banca, specificata o meno, la Banca si riserva la facoltà di rimettere tali assegni al cedente, a titolo di ricavo, senza assumere alcuna garanzia anche se fossero stati da essa girati. Art. 6 - negoziazione o accredito s.b.f. di effetti, documenti ed assegni La Banca ammetterà allo sconto ovvero accrediterà in Conto s.b.f. soltanto i titoli che, a suo insindacabile giudizio, riterrà di pieno gradimento, e potrà esigere la sostituzione dei titoli già presentati. Potrà altresì, sia procedere all'addebito in Conto del controvalore dei titoli non graditi a fronte della restituzione degli stessi e sia pretendere l'immediato rimborso di quelli che fossero resi insoluti. Le operazioni relative e conseguenti alla presentazione per l'accettazione e/o il pagamento di effetti, di documenti e di assegni sull'italia, scontati o negoziati o sui quali sia stato fatto, in qualsiasi forma, un anticipo, sono eseguiti dalla Banca - direttamente o a mezzo di corrispondente, bancario o non - esclusivamente a carico e a rischio del cedente, rendendosi applicabili nei confronti dello stesso tutte le norme stabilite sopra per i servizi di incasso e accettazione. Di conseguenza il cedente è tenuto a rimborsare la Banca entro il termine di 5 giorni dalla richiesta qualora, per qualsiasi causa accidentale, per fatto di terzi, compresi i corrispondenti, e in genere per ogni fatto o circostanza non imputabile alla Banca a norma dell articolo 5 precedente. La Banca avrà la facoltà ma non l'obbligo di perseguire gli altri obbligati cambiari per i titoli di credito scontati ovvero accreditati in conto s.b.f. o comunque negoziati.

14 SEZIONE II - NORME PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI PAGAMENTO AI SENSI DEL D.LGS. N. 11/1810 DI RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 1807/64/CE SOTTOSEZIONE I - DIPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Condizioni contrattuali norme applicabili 1.1 Le disposizioni contenute nella presente Sezione II dovranno essere applicate a ciascun Servizio di Pagamento regolato da questo Contratto. 1.2 Per quanto non previsto nella presente Sezione II si applicano le disposizioni delle restanti Sezioni contrattuali se ed in quanto compatibili e salvo espressa deroga. Art. 2 Ambito di applicazione 2.1 Le Previsioni Contrattuali della presente Sezione II disciplinano i termini, le condizioni ed i conseguenti diritti ed obblighi del Cliente e della Banca connessi all erogazione di uno o più Servizi di Pagamento ed alle Operazioni di Pagamento che - fatto salvo quanto previsto al successivo Art soddisfano contemporaneamente le seguenti condizioni: (a) anche il Prestatore di Servizi di Pagamento dell altro soggetto coinvolto in un Servizio di Pagamento o in una determinata Operazione di Pagamento (se diverso dalla Banca) è insediato nella Unione Europea, in Islanda, Norvegia, Liechtenstein o in altri paesi identificati di volta in volta; (b) il Servizio di Pagamento o l Operazione di Pagamento sono effettuati in Euro, nella valuta ufficiale di uno Stato membro della Unione Europea non appartenente alla Area dell Euro, nella valuta ufficiale di Islanda, Norvegia, Liechtenstein o di altri paesi identificati di volta in volta. 2.2 Le disposizioni contenute nell Art. 10 (Data valuta e disponibilità dei fondi) si applicano ai Servizi di Pagamento e alle connesse Operazioni di Pagamento disposte o ricevute dal Cliente anche se il Prestatore di Servizi di Pagamento dell altro soggetto coinvolto nell Operazione di Pagamento non è insediato nell Unione Europea o in Islanda, Norvegia, Liechtenstein. 2.3 Le disposizioni contenute negli Artt. 4 (Informazioni relative alle Operazioni di Pagamento) e 21.1 e 21.3 (Spese) si applicano a tutti i Servizi di Pagamento e alle connesse Operazioni di Pagamento offerti sul territorio della Repubblica. Art. 3 Informazioni preliminari sui servizi di pagamento 3.1 Nel caso in cui, su richiesta del Cliente, il Contratto è concluso utilizzando tecniche di comunicazione a distanza che non permettono alla Banca di fornire al Cliente, prima della firma del Contratto,, il Cliente ha il diritto di ricevere le Informazioni e Condizioni Obbligatorie inerenti i servizi di pagamento disciplinati dalla presente sezione contrattuale su supporto cartaceo o altro supporto durevole in qualsiasi momento ed in ogni caso prima della conclusione del Contratto. 3.2 Il Cliente ha diritto di richiedere alla Banca - in qualsiasi momento - copia del presente Contratto e delle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento ovvero delle Informazioni e Condizioni Obbligatorie aggiornate con le condizioni economiche in vigore, che dovranno essere forniti dalla Banca su supporto cartaceo o altro Supporto Durevole. Mod. UM0525 Ed. 07/ La Banca deve fornire al Cliente le Informazioni e Condizioni Obbligatorie a titolo gratuito. Art. 4 Informazioni relative alle operazioni di pagamento 4.1 Le disposizioni contenute nel presente Articolo si applicano a qualsiasi Servizio di Pagamento o singola Operazione di Pagamento effettuata nel territorio della Repubblica. 4.2 Prima dell effettuazione di ogni singola Operazione di Pagamento, il Cliente Pagatore: (a) ha diritto di richiedere i Termini Massimi di Esecuzione e la quantificazione delle spese per l effettuazione dell Operazione di Pagamento interessata e, se del caso, l indicazione analitica di tali spese; la Banca fornisce al Cliente le predette informazioni, alternativamente, su supporto cartaceo, su altro Supporto Durevole o presso gli sportelli della Filiale interessata. (b) è informato di eventuali spese imposte per l utilizzo di un determinato Strumento di Pagamento. 4.3 La Banca consegna o rende disponibile al Cliente la ricevuta di ogni Operazione di Pagamento addebitata o accreditata sul Conto. Tale ricevuta è prodotta su supporto cartaceo ovvero su altro Supporto Durevole e può, alternativamente, essere resa disponibile mediante il Servizio I.B. di cui alla Sezione III del Contratto oppure inviata al Cliente a mezzo posta oppure consegnata presso una filiale della Banca. (a) La Banca, successivamente all addebito sul Conto dell importo di una determinata Operazione di Pagamento fornisce al Cliente Pagatore la relativa ricevuta contenente le seguenti informazioni: (i) un riferimento che consenta di individuare l Operazione di Pagamento e, se del caso, le informazioni relative al beneficiario; (ii) l importo dell Operazione di Pagamento nella valuta di addebito sul Conto o in quella utilizzata per l Ordine di Pagamento; (iii) l importo di tutte le spese e degli interessi da corrispondere per l esecuzione dell Operazione di Pagamento e, se del caso, l indicazione analitica di tali spese; (iv) la Data Valuta dell addebito dell importo dell Operazione di Pagamento sul Conto; (v) unicamente in caso di Operazione di Pagamento effettuata in una valuta diversa dall Euro, il tasso di cambio utilizzato e l importo dell Operazione di Pagamento dopo la conversione valutaria.

15 (b) La Banca, successivamente all accredito sul Conto dell importo di una determinata Operazione di Pagamento, fornisce al Cliente Beneficiario la relativa ricevuta contenente le seguenti informazioni: (i) un riferimento che consenta di individuare l Operazione di Pagamento e, se del caso, l indicazione del pagatore e tutte le informazioni trasmesse con l Operazione di Pagamento; (ii) l importo dell Operazione di Pagamento nella valuta di accredito sul Conto o in quella utilizzata per l Ordine di Pagamento; (iii) l importo di tutte le spese e degli interessi da corrispondere per l esecuzione dell Operazione di Pagamento e, se del caso, l indicazione analitica di tali spese; (iv) la Data Valuta dell accredito dell importo dell Operazione di Pagamento sul Conto. 4.4 La Banca fornisce al Cliente, in alternativa alla ricevuta, con frequenza mensile, le informazioni indicate al precedente punto 4.3 in relazione a ciascuna Operazione di Pagamento effettuata nel periodo di riferimento. Tale informativa periodica è prodotta su supporto cartaceo ovvero su altro Supporto Durevole ed è inviata o messa a disposizione del Cliente mediante il Servizio I.B. di cui alla Sezione III del Contratto ovvero a mezzo posta. Art. 5 Autorizzazione di un operazione di pagamento 5.1 Un Operazione di Pagamento Attiva è considerata autorizzata se il Cliente Pagatore ha validamente manifestato il proprio consenso mediante la trasmissione di un Ordine di Pagamento, con le modalità previste per l Operazione di Pagamento Attiva interessata. 5.2 Un Operazione di Pagamento Passiva è considerata autorizzata se il Cliente Pagatore ha validamente manifestato il proprio consenso con le modalità previste per l Operazione di Pagamento Passiva interessata. 5.3 Il Cliente deve manifestare alla Banca il proprio consenso all Operazione di Pagamento, o ad una serie di Operazioni di Pagamento, prima che l operazione, o la prima operazione della serie, sia eseguita. 5.4 Il Cliente ha il diritto di revocare il consenso all esecuzione di un Operazione di Pagamento in qualsiasi momento prima che il relativo Ordine di Pagamento sia divenuto irrevocabile ai sensi dell Art. 6 Ricezione e revocabilità di un Ordine di Pagamento. 5.5 La revoca del consenso all esecuzione di un Operazione di Pagamento deve essere effettuata: (a) per le Operazioni di Pagamento Attive, nella forma e secondo la procedura prevista per revocare il relativo Ordine di Pagamento; (b) per le Operazioni di Pagamento Passive, nella forma prevista dalle Condizioni per l Erogazione del Sevizio di Pagamento o, in mancanza, nella forma prevista per manifestare il consenso del Cliente Pagatore all Operazione di Pagamento. In ogni caso, la revoca del consenso all esecuzione di un Operazione di Pagamento deve risultare da un documento sottoscritto dal Cliente o, ove applicabile, deve essere documentata con una stampa del documento telematico che conferma che la Banca ha ricevuto la revoca del consenso. 5.6 Nel caso di revoca del consenso relativa ad una serie di Operazioni di Pagamento, la revoca produce effetti unicamente per le Operazioni di Pagamento non ancora eseguite. Art. 6 Ricezione e revocabilità di un ordine di pagamento 6.1 Il Cliente deve trasmettere alla Banca un Ordine di Pagamento con le modalità indicate per ciascun Servizio di Pagamento nella tabella dell Allegato A o, in mancanza, nelle relative Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento. 6.2 Il Cliente prende atto che gli Ordini di Pagamento ricevuti dalla Banca in prossimità della Chiusura di una Giornata Operativa e, in particolare dopo le ore per gli ordini trasmessi in via telematica, si considerano come ricevuti la Giornata Operativa immediatamente successiva a quella nella quale sono effettivamente ricevuti dalla Banca. 6.3 Un Ordine di Pagamento si considera ricevuto dalla Banca quando è entrato nella disponibilità della Banca. 6.4 Il Cliente prende atto che, se l Ordine di Pagamento è ricevuto dalla Banca in un giorno diverso da una Giornata Operativa, l Ordine di Pagamento si intende ricevuto dalla Banca nella prima Giornata Operativa successiva al giorno in cui è effettivamente ricevuto. 6.5 Gli Ordini di Pagamento ricevuti dalla Banca in una Giornata Operativa ma dopo l Orario Limite indicato nel precedente Art. 6.2 e nella tabella dell Allegato B sono considerati come ricevuti nella Giornata Operativa immediatamente successiva. La Banca può sempre eseguire gli Ordini di Pagamento nella medesima Giornata Lavorativa in cui li ha ricevuti. Mod. UM0525 Ed. 07/ Se il Cliente e la Banca concordano che un Ordine di Pagamento deve essere eseguito: (a) in un giorno determinato; (b) all esito di un periodo determinato; o (c) in un determinato giorno in cui il Cliente Pagatore mette i fondi a disposizione della Banca, l Ordine di Pagamento si considera ricevuto dalla Banca il giorno convenuto. Se il giorno convenuto per ricevere l Ordine di Pagamento non coincide con una Giornata Operativa, l Ordine di Pagamento si considera ricevuto nella Giornata Operativa immediatamente successiva al giorno convenuto tra il Cliente e la Banca. 6.7 Un Ordine di Pagamento può essere revocato dal Cliente prima che tale ordine sia ricevuto dalla Banca ai sensi delle precedenti disposizioni di questo Articolo 6, salvo quanto previsto nel successivo punto Un Ordine di Pagamento deve essere revocato con la stessa forma e procedura prevista per la trasmissione del relativo Ordine di Pagamento ai sensi delle disposizioni contenute nelle Condizioni per l Erogazione del Sevizio di Pagamento o, in mancanza, nel precedente punto 6.2.

16 6.9 In ogni caso, la revoca deve risultare da un documento cartaceo firmato dal Cliente o, ove applicabile, deve essere documentata con una stampa del documento telematico che conferma la presa in carico della revoca dell Ordine di Pagamento da parte della Banca. Salvo che sia diversamente previsto nel presente Contratto e/o nelle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento interessato, la revoca dell Ordine di Pagamento determina l automatica revoca della relativa Operazione di Pagamento Il Cliente Pagatore non può revocare validamente un Ordine di Pagamento: (a) in caso di Operazione di Pagamento Passiva, dopo aver comunicato al beneficiario il consenso ad effettuare l Operazione di Pagamento; (b) in caso di addebito diretto, dopo l Orario Limite - previsto per la specifica operazione di addebito diretto - della Giornata Operativa precedente il giorno concordato tra Cliente Pagatore e Banca per l addebito dei fondi; (c) se il Cliente Pagatore e la Banca hanno concordato che l Ordine di Pagamento sia eseguito in un giorno determinato, all esito di un periodo determinato o il giorno in cui Cliente Pagatore abbia messo i fondi a disposizione della Banca, dopo l Orario Limite della Giornata Operativa precedente il giorno concordato. Art. 7 Rifiuto della Banca ad eseguire un ordine di pagamento 7.1 La Banca può rifiutare di eseguire un Ordine di Pagamento autorizzato se: (a) l Ordine di Pagamento non ha i requisiti previsti dal presente Contratto e dalle relative Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento, incluso il caso in cui sul Conto non sono disponibili i fondi (comprensivi di eventuali spese) per eseguire l Ordine di Pagamento; (b) l esecuzione è contraria a norme nazionali o comunitarie (come ad esempio i casi in cui la Banca è tenuta ad ottemperare ad un provvedimento della pubblica autorità); (c) il rifiuto è consentito da norme di legge o regolamentari. 7.2 In ogni caso, un Ordine di Pagamento legittimamente rifiutato si considera come non ricevuto dalla Banca. 7.3 Il Cliente prende atto che, se non sono disponibili sul Conto i fondi (comprensivi di eventuali spese) per dare corso all Ordine di Pagamento, la Banca può sospendere l esecuzione dell Ordine di Pagamento e considerarlo ricevuto nella Giornata Operativa in cui saranno disponibili sul Contofondi sufficienti per eseguire l operazione. 7.4 In caso di rifiuto di un Ordine di Pagamento, la Banca deve comunicare al Cliente, con la modalità previste dalle relative Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento o, in mancanza, dall Art. 5 Sezione I Comunicazioni e notifiche indirizzate al Cliente, con la massima sollecitudine e - in ogni caso - entro i Termini Massimi di Esecuzione dell Operazione di Pagamento interessata previsti dall Art. 9 Termini massimi di esecuzione di un Operazione di Pagamento, le seguenti informazioni: (a) l avvenuto rifiuto di eseguire un Ordine di Pagamento; (b) le motivazioni del rifiuto, a meno che non sussistono ragioni che impongono alla Banca di non portare tali motivazioni a conoscenza del Cliente; (c) ove possibile, la procedura per correggere gli eventuali errori materiali che hanno determinato il rifiuto dell Ordine di Pagamento. 7.5 La Banca non deve comunicare il rifiuto ai sensi del precedente punto 7.4 se tale comunicazione è contraria a norme nazionali o comunitarie e nel caso previsto dal punto La Banca può addebitare al Cliente Pagatore le spese effettivamente sostenute per notificare il rifiuto giustificato di un Ordine di Pagamento. Art. 8 Identificativo unico 8.1 Il Cliente deve fornire alla Banca - nel momento in cui trasmette un Ordine di Pagamento - l Identificativo Unico dell Operazione di Pagamento di cui richiede l esecuzione nella forma di seguito indicata e nella forma indicata nella tabella dell Allegato C: Servizio Identificativo Unico Bonifico IBAN 8.2 Le Banca deve eseguire l Operazione di Pagamento in conformità all Identificativo Unico fornito dal Cliente. 8.3 Se l Operazione di Pagamento è eseguita in base all Identificativo Unico fornito dal Cliente, deve essere considerata eseguita a favore del corretto beneficiario. 8.4 Se il Cliente fornisce alla Banca informazioni ulteriori rispetto all Identificativo Unico di ciascun Servizio di Pagamento, la Banca non deve verificare le ulteriori informazioni ricevute ed è responsabile unicamente per l esecuzione dell Operazione di Pagamento in base all Identificativo Unico. 8.5 Se il Cliente ha fornito alla Banca un Identificativo Unico inesatto, la Banca non è responsabile per la mancata esecuzione o per l esecuzione inesatta dell Operazione di Pagamento e non si applica l Art. 14 Operazioni di Pagamento eseguite in modo inesatto o non eseguite. Tuttavia, in tale caso, la Banca si adopera - per quanto ragionevolmente possibile - per recuperare i fondi trasferiti in modo inesatto. 8.6 La Banca può addebitare al Cliente le spese effettivamente sostenute per il recupero dei fondi trasferiti in base ad un Identificativo Unico inesatto fornito dal Cliente. Art. 9 Termini massimi di esecuzione delle operazioni di pagamento 9.1 Il Cliente Pagatore ha diritto che l importo di un Operazione di Pagamento sia accreditato sul conto del Prestatore di Servizi di Pagamento del beneficiario al più tardi entro la Chiusura della Giornata Operativa successiva a quella in cui la Banca ha ricevuto l Ordine di Pagamento in conformità all Art. 6 Ricezione e revocabilità di un Ordine di Pagamento.

17 9.2 In deroga al precedente punto 9.2, sino al 1 gennaio 2012 la Banca può accreditare l importo di un Operazione di Pagamento sul conto del Prestatore di Servizi di Pagamento del beneficiario: (a) se tale Operazione di Pagamento è disposta su supporto telematico, al più tardi entro la Chiusura della seconda Giornata Operativa successiva alla Giornata Operativa in cui la Banca ha ricevuto l Ordine di Pagamento; (b) se tale Operazione di Pagamento è disposta su supporto cartaceo, al più tardi entro la Chiusura della terza Giornata Operativa successiva alla Giornata Operativa in cui la Banca ha ricevuto l Ordine di Pagamento. 9.3 Il Cliente Beneficiario ha diritto che l Ordine di Pagamento di un Operazione di Pagamento Passiva sia trasmesso dalla Banca al Prestatore di Servizi di Pagamento del soggetto pagatore entro i termini previsti dal Regolamento Interbancario in vigore tempo per tempo e specificati nei contratti sui singoli servizi di pagamento. Nel caso di addebiti diretti, la Banca deve trasmettere l Ordine di Pagamento in tempo utile per effettuare l Operazione di Pagamento Passiva entro la data di scadenza convenuta tra il Cliente Beneficiario e il soggetto pagatore. 9.4 Il Cliente prende espressamente atto che la Banca può sempre eseguire le Operazioni di Pagamento entro un termine più breve dei Termini Massimi di Esecuzione previsti dai precedenti punti 9.2, 9.3 e Nel caso di versamento di contanti sul Conto nella valuta in cui il Conto è denominato, i fondi devono avere Data Valuta ed essere disponibili sul Conto nella medesima Giornata Operativa in cui sono ricevuti dalla Banca. I fondi si intendono ricevuti dalla Banca secondo quanto previsto dal precedente Art. 6 (Ricezione e revocabilità di un Ordine di Pagamento). 9.6 Se il versamento di contanti è effettuato in un giorno diverso da una Giornata Operativa, il versamento si intende ricevuto dalla Banca nella prima Giornata Operativa successiva al giorno in cui sono stati versati i contanti. 9.7 I versamenti di contanti effettuati mediante ATM intelligenti o dispositivi similari, dopo le ore 16:00, si considerano ricevuti nella Giornata Operativa successiva a quella dell effettivo versamento; i versamenti di contanti effettuati mediante cassa continua dopo le ore 16:00, si considerano ricevuti nella Giornata Operativa successiva a quella dell effettivo versamento. Art. 10 Data valuta e disponibilità dei fondi 10.1 Il presente Articolo si applica a qualsiasi Operazione di Pagamento disposta o ricevuta dal Cliente tramite un Servizio di Pagamento, anche se il Prestatore di Servizi di Pagamento dell altro soggetto coinvolto nell Operazione di Pagamento non è situato nell Unione Europea o in Islanda, Norvegia e Liechtenstein Il Cliente prende atto che, nonostante quanto precede, il presente Articolo non si applica ad operazioni di rettifica di Operazioni di Pagamento eseguite in modo inesatto, non eseguite o non autorizzate L importo di un Operazione di Pagamento accreditato sul Conto del Cliente Beneficiario non può avere Data Valuta successiva alla Giornata Operativa in cui i fondi sono accreditati sul Conto della Banca L importo di un Operazione di Pagamento deve essere reso disponibile sul Conto del Cliente Beneficiario nella medesima Giornata Operativa in cui i fondi sono accreditati sul Conto della Banca L importo di un Operazione di Pagamento addebitato sul di Pagamento del Cliente Pagatore non può avere Data Valuta precedente alla Giornata Operativa in cui è effettivamente addebitato. Art. 11 Strumenti di pagamento 11.1 La Banca: (a) deve garantire che i dispositivi personalizzati che consentono l utilizzo di un Servizio di Pagamento siano accessibili unicamente a colui che è abilitato ad utilizzare lo Strumento di Pagamento; (b) non deve inviare al Cliente Strumenti di Pagamento non richiesti dal Cliente, tranne se uno Strumento di Pagamento già richiesto dal Cliente deve essere sostituito; (c) deve assicurare che il Cliente abbia sempre a sua disposizione strumenti adeguati per effettuare in modo efficace la notifica alla Banca in caso di furto, smarrimento, appropriazione indebita o uso non autorizzato dello Strumento di Pagamento ovvero richiedere lo sblocco dello Strumento di Pagamento se la Banca ha provveduto a bloccarlo; (d) deve adoperarsi per impedire qualsiasi uso dello Strumento di Pagamento dopo che il furto, lo smarrimento, l appropriazione indebita o l uso non autorizzato dello Strumento di Pagamento è stato notificato alla Banca La Banca è responsabile dei rischi derivanti dalla spedizione di uno Strumento di Pagamento e dei relativi dispositivi personalizzati Il Cliente deve utilizzare uno Strumento di Pagamento in base ai termini ed alle condizioni del presente Contratto ed alle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento interessato Il Cliente, non appena ricevuto uno Strumento di Pagamento e i relativi dispositivi personalizzati, deve immediatamente adottare tutte le misure idonee a garantire la sicurezza dello Strumento di Pagamento e dei dispositivi personalizzati. Art. 12 Furto, smarrimento, appropriazione indebita o uso non autorizzato di uno strumento di pagamento 12.1 Il Cliente deve comunicare, senza indugio, il furto, lo smarrimento, l appropriazione indebita o l uso non autorizzato di uno Strumento di Pagamento alla Banca o al soggetto terzo dalla stessa designato, con le modalità e secondo la procedura descritta nel presente Contratto La comunicazione del furto, dello smarrimento, dell appropriazione indebita o dell uso non autorizzato di uno Strumento di Pagamento si considera ricevuta dalla Banca e, quindi, opponibile alla stessa, se effettuata: (a) telefonicamente, dal momento in cui il Cliente riceve il codice di blocco da parte dell operatore; in particolare: - al numero Verde messo a disposizione per la Carta Bancomat; - al numero Verde messo a disposizione per la Prepagata.

18 (b) mediante lettera raccomandata, telefax o telegramma, dalle ore del Giornata Operativa di ricezione della comunicazione da parte della Banca o del soggetto terzo dalla stessa designato Il Cliente può richiedere alla Banca o al soggetto terzo dalla stessa designato i giustificativi che provano l adempimento dell obbligo di notifica previsto dal precedente Articolo 12.2, per 18 mesi dall effettuazione della notifica Il Cliente non sopporta alcuna perdita derivante dall utilizzo dello Strumento di Pagamento smarrito, sottratto o utilizzato indebitamente se: (a) lo Strumento di Pagamento è stato utilizzato dopo che la comunicazione prevista dal precedente punto 12.1 è divenuta opponibile alla Banca; o (b) non è stato possibile per il Cliente effettuare la comunicazione prevista dal precedente Articolo 12.1 efficacemente perché la Banca non ha rispettato gli obblighi previsti dal precedente Articolo 11.1(c) Obblighi della Banca in relazione agli Strumenti di Pagamento Se il Cliente è responsabile ai sensi dell Articolo 12.8 Responsabilità del Cliente Pagatore per Operazioni di Pagamento non autorizzate sopporta tutte le perdite derivanti dall utilizzo indebito dello Strumento di Pagamento, in deroga all Articolo Il Cliente sopporta le perdite derivanti dall utilizzo indebito dello Strumento di Pagamento per un importo complessivamente non superiore ad Euro 150,00 (centocinquanta), nei seguenti casi: (a) se lo Strumento di Pagamento è stato utilizzato prima che la comunicazione prevista dal precedente punto 12.1 è divenuta opponibile alla Banca; o (b) il Cliente non ha adottato misure idonee a garantire la sicurezza dei dispositivi personalizzati Se il Cliente è responsabile ai sensi dell Articolo 12.8 Responsabilità del Cliente Pagatore per Operazioni di Pagamento non autorizzate sopporta tutte le perdite derivanti dall utilizzo indebito dello Strumento di Pagamento, in deroga all Articolo e 12.8 Il Cliente sopporta tutte le perdite derivanti da Operazioni di Pagamento non autorizzate (inclusi i casi disciplinati dagli Articoli 12.4 e 12.6 Rimborso di Operazioni di Pagamento effettuate con uno Strumento di Pagamento rubato, smarrito o oggetto di appropriazione indebita o uso non autorizzato e non ha diritto di ottenere dalla Banca il rimborso dell importo di tali operazioni se: (a) ha agito fraudolentemente; (b) non ha adempiuto con dolo o colpa grave agli obblighi previsti dalle seguenti disposizioni: (i) Articoli 11.3 e 11.4 Obblighi del Cliente in relazione agli Strumenti di Pagamento ; e (ii) Articoli 12.1 e 12.2 Comunicazione da parte del Cliente di furto, smarrimento, appropriazione indebita o uso non autorizzato di uno Strumento di Pagamento. Art. 13 Limiti di utilizzo e blocco di strumenti di pagamento 13.1 Le Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento possono prevedere limiti di spesa per l effettuazione di Operazioni di Pagamento mediante gli Strumenti di Pagamento La Banca o il soggetto terzo dalla stessa designato può bloccare uno Strumento di Pagamento se ritiene che sussistano giustificati motivi connessi ad una o più delle seguenti circostanze: (a) sicurezza dello Strumento di Pagamento; (b) sospetto di un utilizzo non autorizzato o fraudolento dello Strumento di Pagamento; 13.3 Quando la Banca ritiene di procedere al blocco di uno Strumento di Pagamento, deve informarne il Cliente, ove possibile prima e, in ogni caso, immediatamente dopo il blocco, e deve anche comunicargli le ragioni che lo hanno determinato, a meno che tale comunicazione sia contraria a ragioni di sicurezza o a norme nazionali o comunitarie Quando non sussistono più le esigenze che hanno giustificano il blocco, la Banca o il soggetto terzo dalla stessa designato deve sbloccare lo Strumento di Pagamento o, se non è possibile procedere allo sblocco, sostituire lo Strumento di Pagamento bloccato con uno di nuova emissione La comunicazione al Cliente è effettuata con la modalità previste dall Art. 21 Sottosezione I Comunicazioni e notifiche indirizzate al Cliente. Art. 14 Comunicazione di operazioni di pagamento non autorizzate o eseguite in modo inesatto 14.1 Il Cliente ha diritto che un Operazione di Pagamento sia rettificata se comunica alla Banca che: (a) l Operazione di Pagamento è stata eseguita in modo inesatto; o (b) l Operazione di Pagamento non è stata autorizzata ai sensi dell Articolo 5 (Autorizzazione di un Operazione di Pagamento), non appena venutone a conoscenza e - in ogni caso - entro il termine perentorio di 13 (tredici) mesi decorrenti dalla data di addebito o accredito, a seconda del caso, dell importo dell operazione contestata sul Conto Il Cliente deve comunicare alla Banca che un Operazione di Pagamento non è stata addebitata o accreditata sul Conto non appena venutone a conoscenza e - in ogni caso - entro il termine perentorio di 13 (tredici) mesi decorrenti dalla data concordata con la Banca per l esecuzione o dalla data di trasmissione alla Banca dell Ordine di Pagamento Il Cliente può richiedere la rettifica dell Operazione di Pagamento contestata anche dopo il termine di 13 (tredici) mesi previsto dai precedenti punti 14.1 e 14.2 se la Banca non ha messo a disposizione del Cliente le informazioni relative all Operazione di Pagamento contestata Il Cliente deve effettuare la comunicazione alla Banca prevista dai precedenti punti 14.1 e 14.2 con le modalità previste dalle relative Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento o, in mancanza, dal l Articolo 5 Sezione I Comunicazioni e notifiche indirizzate alla Banca. Art. 15 Operazioni di pagamento eseguite in modo inesatto o non eseguite

19 15.1 Un Operazione di Pagamento è considerata come eseguita in modo inesatto o non eseguita se l esecuzione non è conforme alle disposizioni del presente Contratto e delle relative Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento o all Ordine di Pagamento, ivi espressamente incluso l Identificativo Unico. Resta espressamente inteso che non è considerata come eseguita in modo inesatto o non eseguita e non dà quindi luogo a responsabilità della Banca nei confronti del Cliente Pagatore, l Operazione di Pagamento non eseguita Banca per assenza o indisponibilità di fondi Fatta salva qualsiasi altra disposizione contenuta nel presente Contratto, la Banca è responsabile nei confronti del Cliente Pagatore della corretta esecuzione di un Operazione di Pagamento ricevuto. La responsabilità della Banca è, tuttavia, esclusa se: (a) il Cliente Pagatore non ha effettuato la comunicazione prevista dall Articolo 14 Comunicazione di operazioni non autorizzate o eseguite in modo inesatto nei termini ivi previsti; (b) nel caso di Operazione di Pagamento Attiva, la Banca prova che il Prestatore di Servizi di Pagamento del beneficiario ha ricevuto l importo dell Operazione di Pagamento nei Termini Massimi di Esecuzione previsti dall Articolo 9 Termini massimi di esecuzione di Operazioni di Pagamento ; (c) nel caso di Operazione di Pagamento Passiva, la Banca prova di non aver ricevuto l Ordine di Pagamento nei termini massimi di esecuzione previsti dal relativo contratto dei servizi di pagamento o concordati tra il Prestatore di Servizi di Pagamento del beneficiario e il beneficiario e, in ogni caso, nei termini massimi applicabili alla relativa Operazione di Pagamento Se sussiste la responsabilità della Banca ai sensi del precedente Articolo 15.2, il Cliente Pagatore ha diritto che la Banca rimborsi, senza indugio, l importo dell Operazione di Pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto riportando il Conto nello stato in cui si sarebbe trovato se l Operazione di Pagamento contestata non fosse stata eseguita In ogni caso il Cliente Pagatore può rinunciare al rimborso previsto dal precedente Articolo 15.3 e richiedere che la Banca rettifichi l Operazione di Pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto, fatto salvo il diritto di ottenere il rimborso delle spese o degli interessi eventualmente addebitati in relazione all Operazione di Pagamento contestata Fatta salva qualsiasi altra disposizione contenuta nel presente Contratto, la Banca è responsabile nei confronti del Cliente Beneficiario della corretta esecuzione di un Operazione di Pagamento. La responsabilità della Banca è, tuttavia, esclusa se: (a) il Cliente Beneficiario non ha effettuato la comunicazione prevista dall Articolo 14 Comunicazione di operazioni non autorizzate o eseguite in modo inesatto nei termini ivi previsti; (b) nel caso di Operazione di Pagamento Attiva, la Banca prova di non aver ricevuto dal Prestatore di Servizi di Pagamento del pagatore l importo dell Operazione di Pagamento nei termini massimi di esecuzione previsti dal relativo contratto dei servizi di pagamento o concordati tra il Prestatore di Servizi di Pagamento del pagatore e il pagatore e, in ogni caso, nei termini massimi applicabili alla relativa Operazione di Pagamento; (c) nel caso di Operazione di Pagamento Passiva,la Banca prova di aver correttamente trasmesso l Ordine di Pagamento al Prestatore di Servizi di Pagamento del pagatore nei Termini Massimi di Esecuzione previsti dall Articolo 9 Termini massimi di esecuzione di Operazioni di Pagamento e di aver addebitato l Operazione di Pagamento in conformità a quanto previsto dall Articolo 10 Data valuta e disponibilità dei fondi Se sussiste la responsabilità della Banca ai sensi del precedente Articolo 15.5, il Cliente Beneficiario ha diritto che la Banca: (a) nel caso di Operazione di Pagamento Attiva, metta a disposizione e accrediti l importo dell Operazione di Pagamento sul Conto senza indugio ai sensi di quanto previsto dall Articolo 10 Data valuta e disponibilità dei fondi ; (b) nel caso di Operazione di Pagamento Passiva, trasmetta senza indugio l Ordine di Pagamento al Prestatore di Servizi di Pagamento del pagatore e assicuri che l importo di tale operazione sia a disposizione del Cliente Beneficiario non appena è accreditato sul Conto della Banca in conformità a quanto previsto dall Articolo 10 Data valuta e disponibilità dei fondi Nel caso in cui il Cliente contesti alla Banca la mancata o inesatta esecuzione di un Operazione di Pagamento, la Banca ha l onere di provare che l Operazione di Pagamento contestata è stata eseguita correttamente Il Cliente può richiedere alla Banca di adoperarsi senza indugio per rintracciare l Operazione di Pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto e di essere informato dei risultati delle ricerche effettuate dalla Banca In caso di responsabilità della Banca per inesatta o mancata esecuzione di un Operazione di Pagamento, il Cliente ha diritto di ricevere il rimborso di tutte le spese e degli interessi direttamente connessi all Operazione di Pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto. Art. 16 Operazioni di pagamento non autorizzate 16.1 Fatte salve le ipotesi previste dal precedente Articolo 12.6 (Rimborso di Operazioni di Pagamento effettuate con uno Strumento di Pagamento rubato, smarrito o oggetto di appropriazione indebita o uso non autorizzato) e la responsabilità del Cliente prevista dal precedente Articolo 12.8 (Responsabilità del Cliente Pagatore per Operazioni di Pagamento non autorizzate), il Cliente ha diritto che la Banca, senza indugio, rimborsi l importo dell Operazione di Pagamento non autorizzata ai sensi dell Articolo 5 Autorizzazione di un Operazione di Pagamento, riportando il Conto nello stato in cui si sarebbe trovato se l Operazione di Pagamento non fosse stata eseguita Il Cliente non ha diritto al rimborso di un Operazione di Pagamento non autorizzata se non effettua la comunicazione prevista dall Articolo 14 Comunicazione di Operazioni non autorizzate o eseguite in modo inesatto nei termini ivi previsti La Banca, se ritiene che l Operazione di Pagamento contestata sia stata correttamente autorizzata, deve fornire al Cliente la prova della corretta autenticazione dell operazione contestata.

20 16.4 Resta espressamente inteso che l utilizzo di uno Strumento di Pagamento registrato dalla Banca non è di per sé necessariamente sufficiente a dimostrare che l Operazione di Pagamento contestata sia stata autorizzata dal Cliente, né che il Cliente abbia agito in modo fraudolento, ovvero sia inadempiente con dolo o colpa grave agli obblighi previsti dagli Articoli 11.3 e 11.4 Obblighi del Cliente in relazione agli Strumenti di Pagamento 12.1 e 12.2 Comunicazione da parte del Cliente di furto, smarrimento, appropriazione indebita o uso non autorizzato di uno Strumento di Pagamento La Banca, se ha il motivato sospetto che il Cliente abbia agito fraudolentemente, può sospendere le operazioni di rimborso previste dal precedente Articolo 16.1 Rimborso di Operazioni di Pagamento non autorizzate dandone immediata comunicazione al Cliente Il Cliente prende atto che la Banca, anche se ha effettuato il rimborso previsto dal precedente Articolo 16.1 Rimborso di Operazioni di Pagamento non autorizzate, può provare - in un momento successivo - che l Operazione di Pagamento contestata era stata debitamente autorizzata dal Cliente. In tal caso, il Cliente ha l obbligo di restituire senza indugio alla Banca qualsiasi importo rimborsato dalla Banca in relazione all Operazione di Pagamento contestata. Art. 17 Rimborso al cliente pagatore di operazioni di pagamento passive 17.1 Il Cliente Pagatore prende espressamente atto che le previsioni contenute nell Articolo 17 si applicano unicamente quando il Cliente Pagatore è un Consumatore Il Cliente Pagatore - ad eccezione di quanto previsto negli Articoli 17.3 e 17.4 può richiedere alla Banca il rimborso dell intero importo addebitato sul Conto in relazione ad un Operazione di Pagamento Passiva autorizzata, se sussistono contemporaneamente le seguenti con dizioni: (a) al momento in cui il Cliente Pagatore ha autorizzato l Operazione di Pagamento, tale autorizzazione non conteneva la specificazione dell importo dell Operazione di Pagamento; (b) l importo addebitato supera quello che il Cliente Pagatore avrebbe ragionevolmente potuto aspettarsi sulla base del suo precedente modello di spesa, delle condizioni del presente Contratto, delle relative Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento applicabile e delle altre circostanze del caso, purché ragionevolmente conoscibili dalla Banca. A tal fine, il Cliente prende atto di non poter addurre ragioni legate al cambio se è stato applicato il tasso di cambio di riferimento concordato con la Banca Il Cliente Pagatore non ha il diritto al rimborso di cui al precedente Articolo 17.2 se: (a) il Cliente Pagatore ha dato l autorizzazione al compimento dell Operazione di Pagamento contestata direttamente alla Banca; e (b) se si tratta di Operazione di Pagamento autorizzata preventivamente, ove possibile, il beneficiario dell Operazione di Pagamento o la Banca hanno fornito o messo a disposizione del Cliente Pagatore, secondo quanto concordato, le informazioni relative all Operazione di Pagamento interessata almeno 4 (quattro) settimane prima della sua esecuzione In caso di addebito diretto, il Cliente Pagatore può richiedere alla Banca il rimborso di un Operazione di Pagamento autorizzata anche se non sussistono le condizioni previste dal precedente Articolo In tale caso, in parziale deroga al successivo Articolo 18.7, la Banca non può rifiutare la richiesta di rimborso del Cliente Pagatore Il Cliente Pagatore può richiedere alla Banca il rimborso previsto dai precedenti Articoli 17.2, 17.3 e 17.4 (Diritti del Cliente Pagatore) entro 8 (otto) settimane dalla data di addebito sul Conto dell importo dell Operazione di Pagamento Passiva In caso di richiesta di rimborso, la Banca può chiedere al Cliente Pagatore di fornire documenti ed ogni altro elemento utile a provare la sussistenza di entrambe le condizioni di fatto richieste dal precedente Articolo 18.2 (Diritti del Cliente Pagatore) La Banca, entro 10 (dieci) Giornate Operative dalla ricezione di richiesta di rimborso del Cliente Pagato re, sempre che tale richiesta sia ricevuta nei termini indicati nel precedente Articolo 17.5 (Termine per presentare la richiesta di rimborso), rimborsa l intero importo dell Operazione di Pagamento Passiva a meno che non fornisca al Cliente Pagatore una giustificazione per il rifiuto del rimborso. In tal caso, il Cliente Pagatore può presentare un esposto a Banca d Italia o un ricorso stragiudiziale avverso il rifiuto ai sensi dell Articolo 22 Parte I Sezione I Reclami, esposti e ricorsi stragiudiziali del Contratto. Art. 18 Esclusione di responsabilità 18.1 Il Cliente prende atto che la responsabilità della Banca ai sensi delle disposizioni contenute nel presente Contratto e delle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento è esclusa se dipendente da caso fortuito, causa di forza maggiore (ivi compreso lo sciopero del personale della Banca) ovvero dall adempimento di obblighi ad essa imposti da norme di legge nazionali o comunitari (ivi espressamente inclusi i casi in cui la Banca è tenuta ad ottemperare ad un provvedimento della pubblica autorità). Art. 19 Valuta 19.1 Le Operazioni di Pagamento sono effettuate nella valuta di denominazione del Conto. Art. 20 Spese 20.1 La Banca non può addebitare al Cliente le spese per le informazioni rese al Cliente in conformità ad un obbligo alla stessa imposto dal D. Lgs. o dal Regolamento di Banca d Italia o per l adozione di misure preventive o correttive ai sensi del presente Contratto o delle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento interessato In deroga al precedente Articolo 20.1, la Banca può addebitare al Cliente le spese sostenute per:

21 (a) rifiuto di un Ordine di Pagamento ai sensi dell Articolo 7.6; (b) il recupero dei fondi trasferiti in base ad un Identificativo Unico inesatto ai sensi dell Articolo La Banca può addebitare al Cliente le spese per informazioni richieste dal Cliente con frequenza maggiore di quella prevista dal presente Contratto o dalle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento interessato o informazioni supplementari ovvero richieste dal Cliente con strumenti di comunicazione diversi da quelli previsti dal presente Contratto o dalle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento interessato Il Cliente ha diritto di conoscere in anticipo tutte le spese dovute in relazione ad un determinato Servizio di Pagamento ed alle Operazione di Pagamento ad esso connesse, incluse le spese di eventuali intermediari e, se del caso, la relativa indicazione analitica Le spese applicate ai Servizi di Pagamento e alle Operazioni di Pagamento che rientrano nell ambito di applicazione del presente Contratto o delle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento interessato devono essere (i) adeguate al servizio reso dalla Banca e (ii) coerenti con i costi effettivamente sostenuti dalla Banca La Banca deve trasferire l intero importo di un Operazione di Pagamento senza trattenere spese sull importo trasferito. Tuttavia, nelle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento può essere convenuto che la Banca trattenga le proprie spese prima di accreditare l importo dell Operazione di Pagamento sul Conto del Cliente Beneficiario. In tale caso, nelle informazioni rese al beneficiario la totalità dell importo trasferito e le spese sono indicate separatamente Se dall importo trasferito sono state trattenute spese diverse da quelle previste precedente Articolo 20.6, la Banca ed il Prestatore di Servizi di Pagamento dell altro soggetto coinvolto nell Operazione di Pagamento assicurano, ciascuno per quanto di propria competenza, che il pagatore e il beneficiario ricevano l intero importo dell Operazione di Pagamento Se un Operazione di Pagamento non comporta conversioni valutarie, la Banca può addebitare al Cliente le spese applicate dalla Banca stessa, con l esclusione delle spese di competenza dell altro soggetto, beneficiario o pagatore, a seconda del caso Le commissioni applicate alle Operazioni di Pagamento devono essere oggetto di analitica rendicontazione Nel caso di Operazioni di Pagamento relative all accredito di somme per pensioni o salari la Banca ha la facoltà di non applicare alcuna commissione. Art. 21 Modifiche 21.1 Qualsiasi modifica delle disposizioni contenute nella presente Sezione II e delle condizioni applicate ai Servizi di Pagamento (ivi espressamente incluso il relativo Documento di Sintesi), deve essere proposta dalla Banca al Cliente: (a) mediante comunicazione scritta su supporto cartaceo o su altro Supporto Durevole contenente la formula Proposta di modifica del contratto ; (b) almeno 2 (due) mesi prima della data prevista per l entrata in vigore delle modifiche Il Cliente che non intende accettare le modifiche proposte dalla Banca in conformità al precedente Articolo 21.1: (a) deve notificare alla Banca la mancata accettazione delle modifiche proposte entro la data di entrata in vigore delle modifiche stesse, e (b) ha il diritto di recedere dal rapporto disciplinato dal presente Contratto e/o dalle Condizioni per l Erogazione di un Servizio di Pagamento, a seconda del caso, entro 2 (due) mesi dalla data di entrata in vigore delle modifiche senza alcun addebito di spesa Le modifiche proposte al Cliente in conformità al precedente Articolo 21.1, in assenza di espresso rifiuto delle stesse, comunicato alla Banca nei termini e con le modalità previste dal precedente Articolo 21.2, si intendono accettate dal Cliente Il Cliente prende atto che la Banca può applicare senza preavviso e con effetto immediato ai Servizi di Pagamento modifiche dei tassi d interesse o di cambio più favorevoli al Cliente rispetto a quelli concordati o applicati in precedenza Il Cliente prende atto che la Banca può applicare senza preavviso e con effetto immediato ai Servizi di Pagamento modifiche dei tassi d interesse o di cambio, in senso sfavorevole al Cliente, se tali modifiche sono conseguenza della variazione del tasso di interesse o di cambio di riferimento convenuto nel presente Contratto Il Cliente è informato dalla Banca delle modifiche del tasso di interesse tempestivamente con comunicazione scritta. Art. 22 Deroghe per strumenti di pagamento di basso valore e moneta elettronica 22.1 Le disposizioni del presente Articolo si applicano, in deroga alla disciplina ordinaria prevista per gli Strumenti di Pagamento dal presente Contratto e agli Strumenti di Pagamento che: (a) consentono esclusivamente di eseguire singole Operazioni di Pagamento per un importo non superiore a Euro 30,00 (trenta), (b) hanno un limite di spesa complessivo pari a Euro 130,00 (centocinquanta); (c) anche se ricaricabili, sono avvalorati per un importo che in nessun momento supera Euro 130,00 (centocinquanta) Gli importi di cui al precedente Art. 22.1: (a) sono raddoppiati se il Prestatore di Servizi di Pagamento dell altro soggetto coinvolto nell Operazione di Pagamento interessata è insediato in Italia; (b) sono pari ad Euro 500,00 (cinquecento) per Strumenti di Pagamento prepagati Se lo Strumento di Pagamento non può essere bloccato o non può esserne impedito l ulteriore utilizzo in caso di furto, smarrimento, appropriazione indebita o uso non autorizzato: (a) il Cliente non deve effettuare la notifica prevista dall Art. 12 precedente per i casi di furto, smarrimento, appropriazione indebita o uso non autorizzato di uno Strumento di Pagamento, e (b) non si applicano:

22 (i) gli Artt. 11.1(c) e 11.1(d) Obblighi generali della Banca in relazione agli Strumenti di Pagamento, e (ii) l Art. 16 Sezione I in relazione al rimborso di Operazioni di Pagamento effettuate con uno Strumento di Pagamento rubato, smarrito o oggetto di appropriazione indebita o uso non autorizzato Se lo Strumento di Pagamento è utilizzabile in forma anonima o se, per le caratteristiche dello Strumento di Pagamento, la Banca non può dimostrare che l Operazione di Pagamento è stata autorizzata: (a) la Banca non è responsabile per l effettuazione di Operazioni di Pagamento non autorizzate, e (b) non si applicano: (i) l Art. 16 in relazione alla rettifica e rimborso di Operazioni di Pagamento effettuate con uno Strumento di Pagamento rubato, smarrito o oggetto di appropriazione indebita o uso non autorizzato ; (ii) l Art rettifica e rimborso di Operazioni di Pagamento non autorizzate Se la mancata esecuzione di un Ordine di Pagamento risulta evidente al Cliente dal contesto in cui il rifiuto interviene, la Banca - in deroga all Art. 7.4 relativamente notifica del rifiuto al Cliente - non deve informare il Cliente del rifiuto di un Ordine di Pagamento In deroga all Art. 6.7 relativamente alla revoca di un Ordine di Pagamento, un Ordine di Pagamento non può più essere revocato dopo che il Cliente ha manifestato al soggetto beneficiario il proprio consenso ad avviare l Operazione di Pagamento In deroga all Art. 9 Termini massimi di esecuzione di un Operazione di Pagamento, il Cliente ha diritto: (a) se ha agito quale Cliente Pagatore, che l importo di un Operazione di Pagamento sia accreditato sul conto del Prestatore di Servizi di Pagamento del beneficiario entro i termini previsti dalle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento; e (b) se ha agito quale Cliente Beneficiario di un Operazione di Pagamento Passiva, che il relativo Ordine di Pagamento sia trasmesso dalla Banca al Prestatore di Servizi di Pagamento del soggetto pagatore entro i termini previsti dalle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento In deroga agli Artt. 3.1, 3.2, 3.3 e 3.4 Informazioni e condizioni preliminari e accessibilità al contratto e 4.2 in relazione alle Informazioni preliminari, la Banca può fornire al Cliente un informativa semplificata, sia nella fase precedente la sottoscrizione di questo Contratto o delle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento interessato, se il relativo contratto è concluso in un momento diverso, sia alle Operazioni di Pagamento poste in essere in esecuzione dei predetti contratti. La Banca indica al Cliente le modalità con cui accedere alle Informazioni e Condizioni Obbligatorie complete Il Foglio Informativo e il Documento di Sintesi possono riportare soltanto le informazioni previste nell Art , Sezione VI (Servizi di Pagamento) del Regolamento di Banca d Italia alle lettere b), c) ed e) (3) La Banca può proporre al Cliente eventuali modifiche delle Condizioni per l Erogazione del Servizio di Pagamento interessato con modalità semplificate rispetto alle modalità previste all Art Modifiche delle disposizioni e delle condizioni applicate ai Servizi di Pagamento In deroga all Art. 4.3 in merito alle informazioni che la Banca fornisce al Cliente successivamente all effettuazione di un Operazione di Pagamento, la Banca deve comunicare o rendere disponibile al Cliente unicamente (i) un riferimento che consenta di individuare l Operazione di Pagamento, il relativo importo e le spese, (ii) se si tratta di una serie di Operazioni di Pagamento, le informazioni relative all importo e le spese totali e (iii) se lo Strumento di Pagamento può essere utilizzato in modo anonimo o non consente che la Banca abbia a disposizione alcuna informazione circa le Operazioni di Pagamento effettuate, l importo dei fondi residui Se le modalità di funzionamento del circuito di Moneta Elettronica consentono alla Banca di congelare il relativo conto o di bloccare lo Strumento di Pagamento e lo Strumento di Pagamento ha un limite di avvaloramento non superiore a Euro 500,00 (cinquecento), non si applicano l Art. 15 Operazioni di Pagamento non autorizzate e gli Art. 16 (Rimborso di Operazioni di Pagamento effettuate con uno Strumento di Pagamento rubato, smarrito o oggetto di appropriazione indebita o uso non autorizzato) precedenti.

23 SOTTOSEZIONE II DISPOSIZIONI SPECIFICHE RELATIVE A SINGOLI STRUMENTI E SERVIZI DI PAGAMENTO Parte I BONIFICI, RI.BA RID/SDD E MAV Art. 1 Bonifici 1.1 Il bonifico è un Servizio di Pagamento con cui un Cliente Pagatore esegue un Operazione di Pagamento Attiva per trasferire una somma di denaro ad un altro soggetto beneficiario. 1.2 L Ordine di Pagamento relativo al bonifico può essere presentato dal Cliente Pagatore presso gli sportelli della Banca o attraverso gli altri canali della Banca (ad esempio, Servizio I.B.). 1.3 Il beneficiario del bonifico deve essere indicato unicamente attraverso l Identificativo Unico, così come previsto dall Art. 8 Sezione I Parte II del Contratto. 1.4 Le provviste necessarie per l esecuzione del bonifico possono essere consegnate direttamente in contanti presso lo sportello della Banca ovvero possono essere messe a disposizione della Banca consentendo l addebito del Conto del Cliente Pagatore della corrispondente somma oggetto dell Operazione di Pagamento. 1.5 L esecuzione del bonifico è autorizzata dal Cliente Pagatore (in conformità a quanto previsto dall Art. 5) mediante trasmissione alla Banca dell Ordine di Pagamento. 1.6 L Ordine di Pagamento deve essere ricevuto dalla Banca in una Giornata Operativa entro l Orario Limite ai sensi di quanto previsto dall Art. 6 Sezione I Parte II. 1.7 La Data Valuta di addebito o accredito dell importo oggetto del bonifico deve essere riconosciuta al Cliente ai sensi di quanto previsto dall Art. 10 Sezione I Parte II. Art 2 Pagamento mediante avviso (M.A.V.) e bollettino bancario 2.1 Il pagamento mediante avviso (M.A.V.) è un Servizio di Pagamento con cui il soggetto beneficiario incarica il proprio Prestatore di Servizi di Pagamento di incassare un credito che vanta nei confronti di un altro soggetto. Il Prestatore di Servizi di Pagamento del soggetto beneficiario (banca assuntrice) provvede all invio di un avviso al Cliente Pagatore. Il pagamento da parte del Cliente Pagatore può essere effettuato presso qualunque sportello bancario (banca esattrice) e, in alcuni casi, anche presso gli uffici postali. 2.2 Il bollettino bancario è un Servizio di Pagamento del tutto simile al M.A.V. con la sola differenza che il bollettino bancario è inviato al Cliente Pagatore direttamente dal soggetto beneficiario. Il soggetto beneficiario ne gestisce il relativo rapporto e deve provvedere a compilare integralmente il bollettino bancario con le indicazioni dell Identificativo Unico così come previsto all Art. 8 Sezione II Parte I e procedere alla codificazione con premarcatura in OCRB o Bar-Code PDF L esecuzione del pagamento M.A.V. e bollettino bancario è autorizzata dal Cliente Pagatore in conformità a quanto previsto dall Art. 5 della presente Sezione II Parte I. 2.4 L Ordine di Pagamento relativo al M.A.V. o al bollettino bancario deve essere ricevuto dalla Banca in una Giornata Operativa entro l Orario Limite ai sensi di quanto previsto dall Art. 6 della presente Sezione II Parte I. 2.5 La Data Valuta di addebito dell importo oggetto del M.A.V. o del bollettino bancario deve essere riconosciuta al Cliente ai sensi dei quanto previsto dall Art. 10 della presente Sezione II Parte I. Art. 3 Rapporti interbancari diretti (R.I.D.) e Sepa Direct Debit (SDD) 3.1 Il R.I.D. è un Servizio di Pagamento con cui il soggetto beneficiario impartisce al proprio Prestatore di Servizi di Pagamento l incarico di addebitare l importo indicato nel R.I.D. sulla Carta del Cliente Pagatore. 3.2 Il Cliente Pagatore, autorizza la Banca ad addebitare il R.I.D. sulla Carta mediante delega sottoscritta e consegnata direttamente al soggetto beneficiario, ovvero alla Banca. 3.3 La Data Valuta di addebito dell importo oggetto del R.I.D. deve essere applicata al Cliente Pagatore ai sensi dei quanto previsto dall Art. 10 della precedente Sottosezione I. 3.4 L SDD è un servizio che prevede l addebito sul Conto degli ordini di incasso elettronici in Euro ricevuti dalla Banca. L esecuzione dell ordine prevede la trasmissione telematica delle informazioni relative agli incassi da eseguire, dalla Banca del Creditore alla Banca del Debitore. L Addebito Diretto SEPA può essere usato sia per pagamenti periodici (es. telefono o gas, ecc.) sia per pagamenti da effettuare una volta soltanto (es. per un acquisto qualsiasi). L addebito diretto SDD si attiva attraverso il rilascio di un autorizzazione all addebito a favore del creditore (ad es. fornitore dell elettricità) che è a tutti gli effetti la modalità con cui il Cliente o i suoi delegati autorizzano l addebito in conto. L Addebito Diretto SEPA può configurarsi, ai sensi del Contratto, secondo lo schema di incasso SSD Core, utilizzabile, dal lato del pagatore, da tutte le tipologie di clienti. Il servizio SDD B2B non è utilizzabile, dal lato del pagatore, in quanto riservato solo a clienti non classificati come Consumatori. La Banca, pertanto, rifiuterà l esecuzione degli addebiti afferenti a mandati di incasso SEPA con schema B2B. La Banca tratterà gli addebiti sul Conto conformemente agli schemi di funzionamento SEPA ed alle normative vigenti. 3.5 Per le nuove autorizzazioni di Addebito Diretto SDD Core il Cliente dovrà autorizzare l addebito per iscritto alla Banca. Nel caso di Sua mancata autorizzazione entro il giorno precedente la scadenza del primo addebito, la Banca non darà seguito agli addebiti riferiti al nuovo mandato di addebito SEPA. 3.6 Il Cliente potrà richiedere per iscritto alla Banca il blocco totale del servizio di Addebito Diretto SEPA SDD ovvero potrà comunicare per iscritto alla Banca eventuali limitazioni del Servizio stesso (es. limitare l accettazione ai soli pagamenti relativi a beneficiari/mandati/identificativo del movimento SEPA da Lei esplicitamente indicati o inserire un importo massimo di addebito e/o un intervallo di validità per schema/beneficiario/mandato/identificativo del movimento).

24 3.7 Il Cliente potrà revocare un singolo Mandato di addebito SEPA e, più in generale, richiedere alla Banca per iscritto di bloccare l esecuzione dei soli pagamenti relativi a determinati beneficiari/mandati/identificativo del movimento dal Cliente stesso esplicitamente indicati. In tali circostanze la Banca non darà corso alle richieste di addebito successive alla data in cui è stato richiesto il relativo blocco da parte di Aziende Creditrici aventi caratteristiche corrispondenti ai blocchi richiesti. Parte II NORME CHE REGOLANO L UTILIZZO DELLA CARTA DI DEBITO E DEI SERVIZI AD ESSA CONNESSI Paragrafo A - disposizioni generali Art. 1 Premessa Le disposizioni del presente paragrafo A si applicano alla Carta Bancomat ed ai servizi e all operatività ad essa connessi di cui al successivo Paragrafo B (di seguito anche Servizi connessi ), se ed in quanto non derogate. Art. 2 Caratteristiche della carta Con l attivazione del Conto, la Banca mette a disposizione del Cliente la Carta Bancomat; in caso di rapporto cointestato, all atto di accensione del Conto la Carta Bancomat viene rilasciata al primo intestatario indicato nel Modulo. La Carta Bancomat puo essere utilizzata - nei limiti di importo contrattualmente previsti e comunque solo a fronte di saldo disponibile del Conto - in Italia ed all Estero sui Circuiti Internazionali collegati, per i Servizi connessi alla Carta, tra cui si indica a titolo esemplificativo: a) prelevamento e/o versamento di contante dal Conto presso ATM; b) effettuare pagamenti tramite terminali elettronici POS presso esercenti convenzionati; c) pagamento di pedaggi autostradali. L utilizzo della Carta Bancomat all Estero è limitato ai Paesi dove è attivo il Circuito VPay; la Banca fornisce un elenco aggiornato di tali Paesi mediante pubblicazione sul Sito Internet. Art. 3 Modalità e limiti di utilizzo della Carta Alla Carta Bancomat è assegnato un codice personale segreto (Personal Identification Number, di seguito anche PIN ) elaborato come previsto al seguente art. 5. L'uso congiunto della Carta Bancomat e del PIN identifica e legittima il Titolare a disporre del Conto con le modalità elettroniche previste per usufruire dei Servizi connessi alla Carta dagli articoli e paragrafi di questa Sezione. L'utilizzo di tali servizi deve avvenire presso le apparecchiature contrassegnate, o comunque individuate, dai marchi Bancomat/PagoBancomat, entro i limiti d'importo e con le modalità indicate in Contratto, ed in ogni caso entro il limite costituito dal saldo disponibile del Conto. Il Titolare, nel corso del rapporto, può concordare con la Banca la modifica dei limiti d'importo previsti. I limiti d'importo e le modalità di cui al comma precedente, in relazione ad esigenze di efficienza e/o di sicurezza dei Servizi connessi alla Carta, possono essere modificati dalla Banca in qualunque momento mediante comunicazione scritta al Titolare che potrà essere trasmessa tramite il Servizio I.B. o sulle apparecchiature previste dagli articoli che seguono o nei locali nei quali le stesse sono installate, indicando, in ogni caso, con un preavviso di almeno sette giorni la data di entrata in vigore delle modifiche medesime. I limiti d'importo e le modalità di cui al precedente comma 2 possono essere modificati dalla Banca anche senza preavviso solo in relazione ad esigenze di sicurezza dei Servizi connessi alla Carta Bancomat. In relazione a determinate tipologie di operazioni riportate nella presente Parte II Sottosezione II del Contratto, i Servizi connessi alla Carta Bancomat possono essere utilizzati mediante l'uso della sola Carta ovvero con altre specifiche modalità indicate dalla Banca. Art. 4 Rilascio della Carta La Carta Bancomat resta di proprietà della Banca, è strettamente personale e non può essere ceduta a terzi. All atto di perfezionamento del Contratto la Banca è autorizzata a spedire la Carta al Cliente nel c.d. Kit di Benvenuto. In ogni caso, la Banca provvederà alla spedizione in plichi separati della Carta Bancomat in modalità attiva e del PIN. Quando per qualsiasi ragione si renda necessaria la sostituzione della Carta Bancomat, il Titolare potrà farne richiesta tramite il Servizio di I.B nelle modalità ivi previste. La Banca ha facoltà di inviare per posta la Carta Bancomat anche in caso di sostituzione di quella in scadenza. Art. 5 Cointestazione e rappresentanza Anche in caso di Conto cointestato, all atto di accensione del rapporto viene assegnata una Carta Bancomat al primo cointestatario indicato sul Modulo; successivamente, è possibile richiedere, tramite il Servizio I.B., l emissione di una o piu Carta Bancomat aggiuntive, anche a favore del secondo cointestatario, il tutto alle condizioni riportate nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. La richiesta si intende approvata, ad ogni effetto, dal Cliente con la disposizione impartita mediante l utilizzo dei Codici Identificativi di accesso del Servizio I.B. e del dispositivo Blucode.

25 Alla Carta Bancomat aggiuntiva si applicano le norme contrattuali previste per la Carta Bancomat, se non espressamente derogate. Qualora vengano emesse più Carte, ogni persona autorizzata a disporne diverrà Titolare di una singola Carta. Ad ogni Carta Bancomat viene assegnato un PIN distinto per Carta, che viene elaborato con modalità che ne rendono impossibile la conoscenza da parte della Banca e di terzi e lo stesso viene inviato al Cliente in un plico sigillato. In caso di Conto cointestato, i prelievi mediante Carta Bancomat potranno essere effettuati separatamente dai Titolari delle Carte, con piena liberazione della Banca. I Servizi connessi ad ogni Carta Bancomat potranno essere sospesi anche su richiesta del relativo Titolare. Art. 6 Custodia della Carta e del PIN Il Titolare è tenuto a custodire con ogni cura la Carta Bancomat ed il PIN; quest'ultimo, in particolare, deve restare segreto e non deve essere riportato sulla Carta né conservato insieme ad essa. Fermo restando quanto previsto dall'art. 7 successivo, il Cliente è responsabile delle perdite subite in conseguenza dello smarrimento o della sottrazione della Carta e/o del PIN nel limite di Euro 150,00 fatti salvi i casi di dolo o colpa grave (raccomandazione UE del 30/7/1997 n. 97/489/CE) - fino al momento in cui risulti opponibile alla Banca la segnalazione di smarrimento o sottrazione della Carta e/o del PIN medesimi, ai sensi dell'art. 7 seguente. In caso di danneggiamento o deterioramento della Carta, il Cliente è tenuto a non effettuare ulteriori operazioni ed a restituire la Carta alla Banca nello stato in cui si trova. Art. 7 Smarrimento o sottrazione di Carta e/o PIN In caso di smarrimento o sottrazione della Carta Bancomat, da sola ovvero unitamente al PIN, il Titolare dovrà seguire la procedura prevista per i casi smarrimento o sottrazione dello strumento di pagamento prevista ai sensi dell art. 12 Parte I Sezione II del Contratto. Art. 8 Erogazione dei Servizi Bancomat La Banca assicura il regolare funzionamento di tutte le apparecchiature disciplinate nella presente Parte II Sottosezione II del Contratto, negli orari indicati, salvi i casi di forza maggiore riguardanti la Banca e i suoi corrispondenti anche non bancari, ivi compreso lo sciopero. La Banca si riserva la facoltà di modificare l'ubicazione delle apparecchiature previste dalla presente Parte II Sottosezione II del Contratto, sospendere o abolire i Servizi connessi alla Carta in qualsiasi momento, in relazione ad eventi connessi all'efficienza ed alla sicurezza dei servizi medesimi, senza assumere responsabilità per eventuali, temporanee interruzioni, anche se non comunicate al Titolare. Al fine di tutelare il buon funzionamento e di garantire la sicurezza dei servizi, la Banca ha facoltà, in qualunque momento, di procedere al blocco della Carta Bancomat, anche senza necessità di preventivo avviso al Cliente. In caso di blocco delle Carta e dei Servizi connessi la Banca procede a darne comunicazione al Titolare nei termini e nelle modalità previsti per il blocco dei servizi di pagamento di cui all art. 13 Parte I Sottosezione I, Sezione II del Contratto. Art. 9 Addebito in Conto e prova delle operazioni L'addebito in Conto delle operazioni compiute tramite la Carta Bancomat viene eseguito dalla Banca in base alle registrazioni effettuate automaticamente dall'apparecchiatura presso la quale è stata eseguita l'operazione. I Titolari dovranno sempre mantenere nel Conto la necessaria provvista; in ogni caso, delle eventuali esposizioni che si venissero a creare per qualsiasi ragione sul conto stesso, risponderanno nei confronti della Banca, tutti i cointestatari in solido fra loro. Dell'addebito delle operazioni eseguite fa prova la comunicazione scritta rilasciata all'apparecchiatura al momento dell'operazione (fatto salvo il caso in cui l'apparecchiatura informi preventivamente il Titolare dell'impossibilità del rilascio della stessa comunicazione ed il Titolare decida di eseguire comunque l'operazione), nonché la documentazione della Banca. Qualora lo sportello Bancomat non rilasci, per qualsiasi ragione, lo scontrino, fa prova il giornale di fondo delle apparecchiature cui è collegato lo sportello medesimo. Nel caso di operazioni eseguite con le modalità previste al comma 5 dell'art. 3 precedente, le operazioni stesse, secondo quanto indicato nel Contratto, potranno risultare anche in forma elettronica in funzione dell'apparecchiatura utilizzata. La Banca, fermo restando quanto disposto al comma precedente, qualora debba procedere alla rettifica o all'eliminazione della registrazione effettuata, è tenuta a ricostituire la posizione contabile del Cliente e la disponibilità della Carta quali sarebbero risultate ove la registrazione stessa fosse stata correttamente eseguita. Art. 10 recesso - obbligo di restituzione della Carta Il recesso dal Contratto esercitato ai sensi dell art. 18 Sezione I Parte I del Contratto comporta il recesso della Carta e della eventuali carte Bancomat aggiuntive senza penalità e/o spese di chiusura a carico del Titolare. Solo nel caso di rilascio di Carte Bancomat aggiuntive, il Titolare e la Banca possono recedere dalla sola singola carta aggiuntiva nei termini e nelle modalità di cui all art. 18 Parte I, Sezione II del Contratto. Il recesso dalla Carta Bancomat aggiuntiva non comporta il recesso dal Contratto ed obbliga il Titolare alla restituzione della Carta debitamente annullata. Il Titolare inoltre è tenuto a restituire alla Banca la Carta Bancomat unitamente alla/e Carta/e aggiuntiva/e e detto materiale:

26 - in caso di richiesta da parte della Banca entro il termine da questa indicato; - alla scadenza dell'eventuale periodo di validità della Carta o del presente Contratto; - contestualmente alla richiesta di estinzione del Conto. La Carta deve essere restituita dagli eredi in caso di decesso del Titolare e, in caso di sopravvenuta incapacità di agire del medesimo, dal tutore/curatore/legale rappresentante. In ogni ipotesi di mancata restituzione, la Banca potrà procedere al blocco della/e Carta/e Bancomat fermo restando che le relative spese, indicate nelle condizioni economiche riportate nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi, sono a carico del Titolare, dei suoi eredi o del tutore/curatore/legale rappresentante. L'uso della Carta Bancomat e/o della/e Carta Bancomat aggiuntiva/e che non è/sono stata/e restituita/e, o l'utilizzo dei Servizi connessi per importi in eccesso rispetto al saldo disponibile del Conto o al limite d'importo comunicato dalla Banca, ferme restando le obbligazioni che ne scaturiscono, è illecito. Paragrafo B Singoli servizi connessi alla Carta Art. 1 Servizio Bancomat - Descrizione - funzionalità e spese Descrizione: Il servizio Bancomat connesso alla Carta consente al Titolare di prelevare denaro contante tramite la Carta, entro i limiti di importo e con le modalità indicati sul Contratto, presso qualunque sportello automatico contraddistinto dal marchio Bancomat, salvo quanto disposto all'art. 3, comma 3 Paragrafo A precedente. Funzionalità: La Banca assicura il regolare funzionamento del servizio Bancomat in circolarità, ogni giorno dalle ore 6.00 alle ore 24.00, fatta eccezione per gli impianti situati all'interno degli sportelli bancari o di altri locali in cui vi sia un orario di apertura al pubblico. In caso di utilizzo errato rispetto alle istruzioni di cui al precedente paragrafo A - Disposizioni Generali Parte I di questa Sezione, o comunque difformi dalle presenti disposizioni, o per motivi di sicurezza, lo sportello automatico Bancomat può trattenere la Carta Bancomat ed il Titolare è tenuto a contattare la sua Banca. In caso di difettoso funzionamento degli sportelli automatici il Titolare è tenuto a non effettuare ulteriori operazioni. Spese: Le spese sostenute dalla Banca per il prelievo effettuato dal Cliente presso sportelli Bancomat di altre Aziende di Credito sono a carico del medesimo; il loro ammontare risulta dalle condizioni economiche riportate nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. Art. 2 Servizio Pagobancomat - Descrizione e Funzionalità Descrizione: Il servizio PagoBancomat connesso alla Carta consente al Titolare di disporre tramite la Carta pagamenti nei confronti degli esercizi e dei soggetti convenzionati, entro i limiti di importo e con le modalità indicati sul presente Contratto - salvo quanto disposto all'art. 3, comma 3 paragrafo A precedente - a valere sul Conto del Titolare medesimo, mediante qualunque terminale POS contrassegnato o comunque individuato dal marchio PagoBancomat. Funzionamento: il servizio PagoBancomat funziona negli orari di apertura al pubblico degli esercizi convenzionati e, fermo restando quanto disposto dall'art. 6, secondo comma del paragrafo A Disposizioni Generali Parte I di questa Sezione, resta esclusa ogni responsabilità della Banca per fatti imputabili a terzi, quali eventuali interruzioni del servizio PagoBancomat causate da chiusure degli esercizi medesimi o da mancato o irregolare funzionamento dei terminali POS. In caso di difettoso funzionamento dei terminali, il Titolare è tenuto a non effettuare ulteriori operazioni. Art. 3 Servizio Fastpay Descrizione e funzionalità Descrizione: Il servizio di pagamento dei pedaggi autostradali Fastpay connesso alla Carta (di seguito anche Servizio Fastpay ) consente al Titolare della Carta con funzione Bancomat di effettuare, presso le barriere autostradali dotate di apposite apparecchiature e contraddistinte dal marchio Fastpay, il pagamento dei pedaggi autostradali relativi a percorsi su tratti gestiti da Società o Enti convenzionati, autorizzando irrevocabilmente l'addebito sul Conto dei relativi importi. Il Titolare è tenuto ad utilizzare il Servizio Fastpay secondo le modalità e con i limiti di importo tempo per tempo in vigore stabiliti dalle Società o Enti convenzionati e portati a conoscenza dalla Banca mediante comunicazione scritta o mediante avviso esposto nei locali della Banca aperti al pubblico; il Titolare è comunque tenuto ad utilizzare il Servizio Fastpay nei limiti della propria disponibilità di Conto. Il Titolare prende atto che la Banca è irrevocabilmente autorizzata ad accreditare a dette Società od Enti l'importo dei pedaggi e/o di altre prestazioni sulla base delle registrazioni effettuate automaticamente sulle apparecchiature elettroniche installate presso i varchi autostradali e/o presso altri Enti o Società convenzionati. Il Titolare prende altresì atto che per l'utilizzo del Servizio Fastpay non è prevista la digitazione del codice personale segreto. Funzionamento: Il Servizio Fastpay funziona di norma 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Resta esclusa ogni responsabilità della Banca per interruzioni, sospensioni, irregolare o mancato funzionamento del Servizio per cause ad essa non imputabili, tra le quali si indicano, a titolo esemplificativo, il mancato o irregolare funzionamento dell'apparecchiatura, sciopero anche del proprio personale o altre cause di forza maggiore. La Banca rimane totalmente estranea ad eventuali controversie tra Titolare di Carta e Società o Enti convenzionati in ordine ai pedaggi pagati utilizzando il Servizio Fastpay. Al fine di tutelare il buon funzionamento del Servizio Fastpay e di garantirne la sicurezza, la Banca ha la facoltà in qualsiasi momento, di procedere al blocco della Carta, anche limitatamente al presente Servizio Fastpay, senza necessità di preavviso al Titolare. La Banca si riserva, in ogni caso, la facoltà in qualunque momento, di sospendere, interrompere o abolire il Servizio Fastpay anche senza preavviso, senza responsabilità nei confronti del Titolare, per motivi connessi alla sicurezza

27 dello stesso o cause di forza maggiore, quali a titolo esemplificativo provvedimenti o disposizioni normative, regolamentari o amministrative, recesso delle Società o Enti convenzionati. Contabilizzazione in Conto: La contabilizzazione in Conto dell'importo dei pedaggi effettuati dal Titolare avverrà con un unico addebito mensile, comprensivo dei pagamenti effettuati nel mese antecedente a quello dell'addebito, con valuta media ponderata calcolata sulla base delle date e degli importi dei singoli pedaggi. Le condizioni economiche applicate al Servizio Fastpay sono riportante nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. Prova delle transazioni: Gli addebiti in conto delle somme corrispondenti ai pagamenti registrati sul Conto in dipendenza del Servizio Fastpay sono comprovati dalla documentazione in possesso della Banca. Il Titolare prende atto che quanto previsto dal comma 3.4 precedente costituisce una modalità essenziale per la concessione ed il funzionamento del Servizio Fastpay, e, pertanto, previamente informato da parte della Banca delle implicazioni operative da tale clausola discendenti, dichiara di accettare che tale documentazione costituisca piena prova nei suoi confronti. Art. 5 Servizio Carta Descrizione: La Carta Bancomat consente al Titolare di richiedere informazioni e/o effettuare operazioni di prelievo, nei limiti della disponibilità in Conto, secondo le modalità indicate in Contratto presso qualunque sportello automatico contraddistinto da marchio Bancomat, salvo quanto disposto dall'art. 3 Paragrafo A precedente. La Carta Bancomat consente al Titolare di disporre pagamenti nei confronti degli esercizi e dei soggetti convenzionati, nei limiti della disponibilità in Conto, mediante qualunque apparecchiatura contrassegnata o comunque individuata dal marchio PagoBancomat. Funzionamento: In caso assenza, totale o parziale, di disponibilità in Conto l'operazione non sarà eseguita. Non sarà dato corso all'operazione anche qualora non sia possibile, per motivi tecnici, verificare la disponibilità in Conto, senza che alcuna responsabilità possa essere addebitata alla Banca. Art. 6 Servizio VPAY Descrizione: Il Servizio VPAY abbinato alla Carta consente al Titolare di effettuare, in Europa (l'elenco dei paesi dove può essere utilizzato il circuito VPAY è riportato sul Sito Internet), a valere sul Conto: - prelievo di contante presso tutti gli sportelli ATM contraddistinti dal simbolo VPAY ; - pagamento, presso tutti gli esercizi convenzionati dotati di POS, contraddistinti dal simbolo VPAY. Il servizio VPAY funziona di norma negli orari vigenti nei singoli Paesi. L'ubicazione degli ATM e dei POS è determinata dagli enti installatori, che si riservano la facoltà di modificare tale ubicazione, nonché di sospendere od abolire i relativi servizi. Utilizzo: Il Titolare è tenuto ad utilizzare la Carta Bancomat entro i limiti di importo indicati nel Contratto, salvo quanto disposto dall'art. 3, comma 3 paragrafo A Disposizioni Generali Parte I della presente Sezione. In ogni caso il Titolare è tenuto ad utilizzare il Servizi Vpay entro il limite costituito dal saldo disponibile del Conto. Nell'ipotesi di blocco prevista all'art.8 comma 3 del Paragrafo A precedente, il Titolare è tenuto a prendere contatto con la Banca. Art.7 versamento mediante sportelli automatici che ritirano i valori e gli strumenti di pagamento sfusi Descrizione: Il Titolare può versare tramite la Carta Bancomat esclusivamente banconote e assegni che abbiano il formato standard. All'atto dell'immissione dei valori nell'impianto il Titolare digiterà secondo le istruzioni on line fornite dallo stesso impianto quanto richiesto e ritirerà, per sua utilità, lo scontrino relativo al versamento delle banconote e la ricevuta di deposito degli assegni immessi riportante anche la relativa immagine. Il Titolare deve verificare la regolare scomparsa dei valori dal vano di ricezione. L'accredito delle banconote è immediato e confermato dal contestuale rilascio della relativa nota contabile. L'accredito degli assegni avviene con modalità differita; la Banca provvederà all'accredito del Conto soltanto dopo aver effettuato le necessarie verifiche circa la regolarità degli assegni e pertanto lo scontrino rilasciato dall'impianto con riferimento agli assegni ha esclusivamente valore di ricevuta per il deposito degli stessi e non anche valore di ricevuta del relativo versamento. La Banca, sino a quando non ha ritirato i contenitori e verificato il loro contenuto nel modo previsto nel successivo comma 7.2, risponde verso il Titolare dell'idoneità e della sicurezza dell'impianto a norma di legge, con esonero per la medesima della responsabilità per colpa lieve. Verifiche: L'apertura degli impianti ubicati presso le filiali della Banca e la verifica della regolarità degli assegni versati ai sensi del precedente comma sono effettuate giornalmente da due addetti, esclusi i giorni non lavorativi, dopo l'apertura degli sportelli. Per gli impianti ubicati presso negozi finanziari l'apertura avviene a giorni alterni, sempre esclusi i giorni non lavorativi. Gli assegni presenti vengono indicati nel verbale di apertura. La Banca dà notizia dell'accreditamento nel Conto degli assegni ricevuti inviando al Titolare la relativa nota contabile. In caso di mancato ricevimento della predetta nota contabile, il Titolare deve darne comunicazione scritta alla Banca non oltre il settimo giorno lavorativo successivo a quello (lavorativo o non) in cui è stata effettuata la rimessa. Qualora la Banca riscontrasse irregolarità di qualsiasi genere negli assegni immessi e/o differenza tra il valore degli assegni e l'importo digitato dal Titolare ne darà immediata comunicazione a quest'ultimo per iscritto o tramite il Servizio I.B. e procederà all'accreditamento in Conto del versamento per il solo importo da essa accertato.

28 Il Titolare dà atto, anche ai sensi del D.Lgs. n. 206 del 2005 (Codice del Consumo), che la natura del servizio oggetto del presente contratto comporta che, nell'ipotesi di cui al punto precedente, facciano piena prova le risultanze della verifica effettuata dalla Banca a norma dei precedenti paragrafi del presente articolo. Parte III NORME CHE REGOLANO LA CARTA PREPAGATA E L EROGAZIONE DEI SERVIZI COLLEGATI. Art. 1 Descrizione Con l attivazione del Conto, la Banca mette a disposizione del Cliente (di seguito, ai fini della presente Suzione, anche Titolare ) la carta di Prepagata nominativa ricaricabile emessa dalla Banca in collaborazione con apposita società esterna incaricata della gestione tecnico / amministrativa della Prepagata e dei servizi ad essa collegati. La Prepagata è di proprietà esclusiva della Banca. La Prepagata viene inviata al Titolare in modalità non attiva, separatamente dai codici di utilizzo, nel Kit di Benvenuto unitamente alle istruzioni per l attivazione. L attivazione potrà essere effettuata, a scelta del Titolare, tramite il Servizio I.B. o telefonicamente tramite il Servizio Clienti dedicato; nell impossibilità di identificare il Titolare, la Prepagata potrà non essere attivata con esonero di responsabilità per la Banca. In caso di Conto cointestato, la Prepagata viene rilasciata a favore del primo intestatario indicato nel Modulo. Dopo l apertura del Conto, puo essere richiesto alla Banca, tramite il Servizio I.B, il rilascio anche di ulteriori carte Prepagate, anche a favore del secondo intestatario del Conto, in caso di rapporto cointestato, il tutto alle condizioni di cui al Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. La richiesta si intende approvata, ad ogni effetto, dal Cliente con la disposizione impartita mediante l utilizzo dei Codici Identificativi di accesso del Servizio I.B. e del dispositivo Blucode. Qualora vengano emesse più Prepagate, ogni persona autorizzata a disporne diverrà Titolare di una singola Prepagata. Alle Pregate aggiuntive si applicano le norme contrattuali previste per la Prepagata, salvo espressa deroga. Art. 2 uso della Prepagata La Prepagata è concessa in uso dalla Banca al Titolare, il quale ha diritto di ottenere, mediante la sottoscrizione dei documenti di vendita o scontrini emessi da apparecchiature POS ovvero mediante l uso della Prepagata in abbinamento al PIN, nelle apposite apparecchiature elettroniche sui Circuiti internazionali collegati alla Prepagata e riportati sulla stessa: a) la fornitura di merci e/o servizi da parte degli Esercenti convenzionati nei limiti dell importo prepagato di volta in volta disponibile sulla Prepagata stessa; b) il prelevamento di contante presso sportelli ATM, nei limiti dell importo contrattualmente previsto nonché, comunque, entro l ammontare prepagato di volta in volta disponibile sulla Prepagata stessa. L uso della Prepagata su Internet e su altri canali virtuali, telematici o telefonici, potrà prevedere modalità differenti, anche sulla base delle disposizioni impartite dal singolo esercente. Per l uso della Prepagata su internet potrà essere richiesta l iscrizione del Titolare ad uno dei protocolli di sicurezza dei Circuiti Internazionali collegati alla Prepagata, che garantiscono la sicurezza dei pagamenti e la tutela da utilizzi illeciti della Prepagata stessa. In tal caso, la mancata adesione a protocolli di sicurezza potrebbe non consentire al Titolare di effettuare la transazione. La Prepagata deve essere usata solo dal Titolare personalmente e non puo essere in nessun caso e per nessun motivo ceduta o data in uso a terzi. La Banca non ha alcuna responsabilità nel caso in cui la Prepagata non sia accettata dagli Esercenti nonché in caso di mancato o cattivo funzionamento degli ATM. L uso della Prepagata presso macchine automatiche gestite da terzi avverrà ai termini e alle condizioni previsti dal presente regolamento ed alle condizioni previste dai terzi gestori del servizio. La Banca potrà collegare di iniziativa, in presenza di giustificato motivo quale ad esempio l evoluzione degli strumenti elettronici, la Prepagata a diverse funzioni e/o servizi, dandone comunicazione al Titolare, il quale avrà la facoltà di recedere dal Contratto laddove comportino un costo aggiuntivo, il tutto a norma dell art. 18 Sottosezione I Sezione I del Contratto stesso. Art. 3 uso della Prepagata all'estero La Prepagata è valida anche all estero, anche nei Paesi non aderenti all Unione Monetaria Europea, è sottoposto alle norme valutarie vigenti al momento dell utilizzo emanate dalle competenti Autorità che il Titolare si impegna a rispettare. Le operazioni avvenute con la Prepagata in tali Paesi saranno comunque addebitate in euro, al cambio determinato all atto della data della conversione, nel rispetto degli accordi internazionali tempo per tempo in vigore. Alle transazioni avvenute all estero viene applicata una commissione, che potrà essere diversa a seconda dell area territoriale di esecuzione, determinata come indicato nel Foglio informativo coincidente con il Documento di Sintesi. Art. 4 validità e durata della Prepagata La Prepagata è concessa in uso al Titolare per un periodo di 3 anni dal rilascio della Prepagata stessa, al termine dei quali la Prepagata perderà validità. Possono tuttavia essere previsti periodi diversi di validità. Il periodo di validità è comunque quello che risulta indicato sulla Prepagata. All atto di scadenza la Prepagata perderà ad ogni effetto validità.

29 Per tutto il periodo di vigenza del Contratto, il Titolare, potrà richiedere l emissione di una nuova Prepagata in sostituzione di quella scaduta, alle condizioni anche economiche riportate nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. Art. 5 codice personale segreto PIN - utilizzo e obbligo di custodia A ciascuna Prepagata viene attribuito un codice personale segreto PIN, che deve essere utilizzato esclusivamente dal Titolare stesso, in abbinamento con la Prepagata. Il PIN, generato da una procedura elettronica in modo automatico, non è noto al personale della Banca e viene consegnato in un unico plico separato rispetto alla Prepagata. Il PIN deve restare segreto e non deve essere annotato sulla Prepagata, né conservato insieme con quest ultima o con i documenti del Titolare. Il Titolare ha l obbligo di custodire il PIN con cura, restando responsabile di ogni conseguenza dannosa che possa derivare dall indebito o illecito uso della Carta insieme al PIN, anche qualora avvenga a seguito smarrimento, furto, falsificazione o contraffazione, restando tenuto in questi casi a provvedere agli adempimenti indicati al successivo art.12 Sezione II Sottosezione I precedente. Art. 6 consenso per l esecuzione dell ordine di operazioni di pagamento revoca del consenso dell ordine Il Titolare presta consenso all esecuzione delle transazioni effettuate con la Prepagata nelle seguenti modalità: a) utilizzo presso i POS degli esercenti: in questo caso il Titolare presta il consenso all esecuzione delle transazioni con la sottoscrizione dello scontrino conforme alla firma apposta dal Titolare medesimo sulla Prepagata e sul Modulo; b) utilizzo tramite internet: in questo caso il Titolare presta il consenso all esecuzione delle transazioni inserendo i dati della Prepagata richiesti; c) utilizzo presso ATM: in questo caso il Titolare presta il consenso all esecuzione delle transazioni con la richiesta di prelevamento di denaro contate e con la digitazione del PIN. Gli ordini di pagamento impartiti con le modalità sopra indicate sono irrevocabili. Art. 7 transazioni non autorizzate, non eseguite o eseguite in modo inesatto Il Titolare, venuto a conoscenza di una transazione con la Prepagata non autorizzata, non eseguita o eseguita in modo inesatto intendendosi per tale l esecuzione della transazione non conforme all ordine o all istruzione impartita dal Titolare stesso deve darne senza indugio informazione scritta alla Banca anticipata da telefonata all apposito Numero Verde messo a disposizione dalla stessa o dal soggetto dalla stessa incaricato; tale comunicazione deve in ogni caso essere effettuata entro e non oltre 13 (tredici) mesi dalla data del relativo addebito o accredito sulla Prepagata. Nel caso di inesatta esecuzione della transazione, il Titolare, in alternativa all ottenimento del rimborso, ha altresì la facoltà di chiedere per iscritto di rettificare l operazione di pagamento eseguita o di mantenere l esecuzione. La Banca in caso di motivato sospetto di frode puo sospendere il rimborso di operazioni non autorizzate di cui ai precedenti paragrafi, dandone tempestiva comunicazione al Titolare. L eventuale rimborso di un operazione non autorizzata non pregiudica il diritto della Banca, di ottenere, anche in un successivo momento, dal Titolare la restituzione dell importo rimborsato, laddove risulti dimostrato che la transazione era invece stata autorizzata. Art. 8 responsabilità della Banca per l esecuzione delle transazioni: Fatto salvo quanto previsto al precedente art. 7 transazioni non autorizzate, non eseguite o eseguite in modo inesatto per le transazioni non autorizzate, non eseguite o eseguite in modo inesatto, la Banca è responsabile nei confronti del Titolare della corretta esecuzione delle transazioni effettuate con la Prepagata. Nel caso in cui la Banca risulti responsabile della mancata o inesatta esecuzione di un ordine di pagamento disposto con le modalità previste del precedente art.7 transazioni non autorizzate, non eseguite o eseguite in modo inesatto, provvede a rimborsare senza indugio il Titolare. La Banca è inoltre responsabile nei confronti del Titolare di tutte le spese ed interessi addebitati al Titolare medesimo a seguito della mancata o inesatta esecuzione della transazione. In nessun caso, la Banca può essere ritenuta responsabile se la mancata o inesatta esecuzione della transazione è dovuta a caso fortuito o forza maggiore, ovvero all adempimento di obblighi imposti dalla normativa nazionale o comunitaria tempo per tempo vigente. Art. 9 smarrimento, furto, falsificazione o contraffazione della Prepagata Il Titolare è obbligato, adottando misure di massima cautela, alla custodia ed al buon uso della Prepagata ed è pertanto responsabile di tutte le conseguenze che derivassero dall utilizzo della Prepagata da parte di terzi. In caso di smarrimento, furto, falsificazione o contraffazione della Prepagata o del PIN, il Titolare è tenuto a procedere ai sensi dell art 12 Sezione II Sottosezione I del Contratto. Art. 10 uso illecito della Prepagata: L utilizzo della Prepagata scaduta, revocata o denunciata come smarrita, rubata o falsificata costituisce illecito, che la Banca si riserva di perseguire anche penalmente, così come l agevolazione o la connivenza con altri usi fraudolenti della Prepagata. Art. 11 firma sulla Prepagata Il Titolare ha l obbligo di firmare sul retro la Prepagata non appena ne entra in possesso ed è responsabile di ogni conseguenza che possa derivare dall indebito o illecito uso della Prepagata non firmata.

30 Il Titolare riconosce valide le operazioni poste in essere tramite PIN per le quali si trova riscontro nelle scritture di riferimento e sui supporti magnetici. La Banca si riserva la facoltà di non onorare gli ordini di pagamento / scontrini che dovessero risultare irregolari. Art. 12 rapporti con gli Esercenti Il Titolare riconosce espressamente l estraneità della Banca ai rapporti fra lui e gli Esercenti. Pertanto, per qualsiasi controversia, come pure per esercitare qualsiasi diritto, il Titolare dovrà rivolgersi esclusivamente agli Esercenti presso i quali sono stati acquistati le merci o i servizi, restando comunque esclusa ogni responsabilità della Banca per i difetti delle merci e/o dei servizi, tardata e/o mancata consegna delle merci, tardata e/o mancata erogazione dei servizi, disservizi e simili, anche nel caso in cui i relativi ordini di pagamento siano già stati eseguiti. Art. 13 identificazione del Titolare Gli Esercenti convenzionati hanno facoltà di richiedere al Titolare l esibizione di un documento di riconoscimento che ne provi l identità, provvedendo ad annotarne gli estremi. Art. 14 ritiro - annullamento della Prepagata da parte dell'esercente e della Banche L Esercente e/o gli Istituti di Credito, dietro richiesta della Banca, potranno ritirare e/o annullare la Prepagata esibita dal Titolare ed in tal caso ne verrà giustificato il motivo facendo seguire comunicazione scritta ove non avesse già provveduto in precedenza. Art. 15 pagamenti richieste di rimborso Il Titolare si obbliga a riconoscere quanto indicato nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. A riguardo, si indicano, a titolo meramente esemplificativo, ma non esaustivo, i seguenti importi, da corrispondere ove previsto: a) le spese di emissione e invio della lista movimenti e le relative spese di bollo, se previsto; b) le commissioni per gli oneri di negoziazione relativi agli utilizzi effettuati in valuta diversa dall'euro (già incluse nei tassi di cambio applicati); c) le commissioni applicate sulle operazioni di prelevamento contante presso sportelli ATM abilitati; Salvo quanto eventualmente indicato nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi le commissioni verranno addebitate al Titolare, a scelta della Banca, mediante riduzione dell importo caricato sulla Prepagata ovvero per contanti o addebito sul Conto. Qualora l importo relativo alla singola transazione, comprensivo delle commissioni dovute, superi l importo caricato della disponibilità sulla Carta, la sarà legittimata a negare l autorizzazione alla transazione. Il Titolare di una Prepagata potrà richiedere, in qualsiasi momento, il rimborso integrale dell importo prepagato eventualmente ancora disponibile, nelle modalità tempo per tempo previste e senza costi aggiuntivi; in parziale deroga a quanto indicato nel precedente paragrafo, potrà essere applicata una commissione di rimborso a carico del Titolare, nella misura eventualmente riportata nel Foglio Informativo coincidente Documento di Sintesi, solo se: a) il rimborso é chiesto prima della scadenza del presente Contratto; b) il detentore della Prepagata recede dal Contratto prima della sua scadenza; c) il rimborso é chiesto più di un anno dopo la data di scadenza del presente Contratto. Art. 16 comunicazioni - lista movimenti - rendiconto Le operazioni registrate ed il saldo residuo disponibile sulla Prepagata sono consultabili via Internet tramite il Servizio I.B. secondo le specifiche modalità di volta in volta all uopo previste e salvo diversa richiesta scritta da parte del Titolare da indirizzare alla Banca. In caso di invio di tali comunicazione al Titolare in formato cartaceo si applicheranno le condizioni economiche previste nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. Trascorsi 60 giorni dalla data di pubblicazione della lista movimenti o della ricezione della stessa, se richiesta espressamente dal Titolare in formato cartaceo, senza che sia pervenuto alla Banca un reclamo specifico per iscritto, la lista movimenti si intenderà senz altro approvata dal Titolare, con pieno effetto avuto riguardo a tutti gli elementi che hanno concorso a formarne le risultanze. La Banca invia o rende disponibile tramite il Servizio I.B., almeno una volta l anno, al Titolare una rendicontazione delle operazioni svolte, che, trascorsi 60 giorni dalla ricezione o dalla pubblicazione senza che sia pervenuto alla Banca un reclamo specifico scritto, si intenderà a tutti gli effetti approvata. Art. 17 recesso - revoca della Prepagata: Il recesso dal Contratto esercitato ai sensi e nelle modalità di cui all art 18 Parte I Sezione I del Contratto comporta il recesso della Prepagata e dalle eventuali Prepagate aggiuntive senza penalità e/o spese di chiusura a carico del Titolare. Il Titolare puo altresì recedere dalla sola Prepagata e/o dalle Prepagate aggiuntive, in qualsiasi momento, mediante comunicazione scritta, da inviare a mezzo raccomandata a/r alla Banca con preavviso di sette giorni. Parimenti, la Banca puo recedere dalla sola Prepagata e/o da ogni Prepagata aggiuntiva, con un preavviso di almeno due mesi, mediante comunicazione scritta, da inviare al Titolare a mezzo raccomandata a/r. La Banca, inoltre, in presenza di giustificato motivo puo recedere dalla Prepagata e/o da ogni Pregata aggiuntiva in qualsiasi momento, anche senza preavviso, dandone comunicazione scritta al Titolare e dichiarando nulla l Prepagata che in tal caso potrà essere ritirata direttamente o a mezzo di altri a tale scopo incaricati. E considerato quale

31 giustificato motivo di recesso della Banca il ricorrere di situazioni che rientrano nell ambito di norme nazionali o comunitarie in materia di riciclaggio di capitali, finanziamento al terrorismo, mirate al congelamento di fondi o riguardanti l adozione di misure specifiche previste per la prevenzione di reati e le relative indagini; resta espressamente inteso che l identificazione delle predette fattispecie non esclude la possibilità di altre e diverse ipotesi di giustificato motivo. Il recesso dalla sola Prepagata e/o Pregate aggiuntive non comporta il recesso del Contratto e dai restanti Servizi Abbinati. Dal momento della ricezione della comunicazione di recesso, il Titolare non potrà piu fare uso della Prepagata e dovrà restituirla dietro richiesta della Banca o degli esercenti convenzionati, ferme restando tutte le obbligazioni sorte a suo carico anteriormente alla data di ricezione della Prepagata restituita e originate dall uso della medesima. Il Titolare ha diritto a pretendere che la Carta venga invalidata in sua presenza. Le somme prepagate sussistenti sulla Prepagate dopo il recesso potranno essere ritirate dal Titolare a norma del precedente art 18 Parte I Sezione I del Contratto. Il Titolare rimarrà comunque obbligato all adempimento di tutte le obbligazioni sorte a suo carico anteriormente alla ricezione della Prepagata restituita. In evenienza di recesso dalla Prepagata il Titolare è tenuto alla restituzione della/e Prepagata/e. Art. 18 Servizi di sicurezza Il Servizio di sicurezza via SMS (Short Message System) consente al Titolare in possesso di telefonia mobile, di ricevere direttamente sul cellulare, tramite messaggio SMS, l avviso di ogni autorizzazione richiesta per la Prepagata, per importi superiori alla soglia standard definita. Il Titolare potra così rilevare, e segnalare tempestivamente, a norma del precedente art. 12 Sezione II Sottosezione I eventuali transazioni, che dovesse riconoscere come indebite o illecite. Per usufruire di tale servizio, il Titolare dovra procedere all attivazione in sede di richiesta o mediante registrazione nell apposita sezione del sito internet indicando il numero di cellulare di riferimento, o contattando il servizio assistenza clienti dedicato alla Prepagata e seguendo le istruzioni per l identificazione inviate unitamente alla Prepagata. Il Titolare potra personalizzare la soglia prevista per l inoltro della comunicazione di avviso, prevedendo un limite di importo superiore rispetto a quello standard. La Banca si riserva la facoltà, a propria discrezione, anche per maggior cautela verso il Titolare, di fornire, gratuitamente, il servizio anche per transazioni di importo inferiore o diverso da quello di cui ai paragrafi che precedono. Il Titolare si impegna a segnalare eventuali successive variazioni del numero di telefono cellulare inserendo il nuovo numero di riferimento nel sito internet o contattando il servizio assistenza clienti dedicato alla Prepagata. Il servizio potrà essere sospeso o interrotto, per motivi tecnici o di forza maggiore, senza che la Banca sia tenuta a darne preventiva comunicazione ovvero possa essere ritenuta responsabile delle conseguenze di eventuali interruzioni. La Banca, quindi, non sarà responsabile della mancata fornitura del servizio in conseguenza di cause ad essa non imputabili tra le quali si indicano, a titolo puramente esemplificativo, quelle dovute a difficoltà ed impossibilità di comunicazioni, a interruzioni nell erogazione dell energia elettrica, a scioperi anche del proprio personale o a fatti di terzi e, in genere, a ogni impedimento, od ostacolo che non possa essere superato con la ordinaria diligenza. La Banca non potrà, altresì, essere in nessun caso ritenuta responsabile per danni, perdite economiche o mancati guadagni, interruzioni dell attività, perdita di informazioni o altre perdite di qualsiasi natura subite per effetto della mancata ricezione delle informazioni e/o per la loro inesattezza o incompletezza. Le eventuali commissioni per l attivazione e l uso del servizio sono indicate nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. Art. 19 Blocco / sospensione della Prepagata La Banca si riserva la facoltà di apporre un blocco della Prepagata, temporaneo o permanente a propria discrezione, e di sospenderne l utilizzo, anche senza necessità di preavviso, in presenza, a proprio insindacabile giudizio, di una giusta causa e/o di un giustificato motivo. Quando la Banca ritiene di procedere al blocco della Prepagata deve informarne il Titolare, ove possibile prima e, in ogni caso, immediatamente dopo il blocco, e deve anche comunicargli le ragioni che lo hanno determinato, a meno che tale comunicazione sia contraria a ragioni di sicurezza o a norme nazionali o comunitarie. Quando non sussistono più le esigenze che hanno giustificato il blocco, la Banca deve sbloccare la Prepagata o, se non è possibile procedere allo sblocco, sostituire la Prepagata bloccata con una di nuova emissione. Art. 20 Ricarica della Prepagata La Banca stabilisce, a proprio insindacabile giudizio, l importo massimo caricabile sulla Prepagata, i limiti massimi giornalieri dei prelevamenti ed i limiti massimi giornalieri di ricarica, così come riportati nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. In tale ambito e nei limiti previsti dalla normativa tempo per tempo vigente in materia applicabile (D.Lgs 231/2007 e successive modifiche ed integrazioni), il Titolare potra effettuare ricariche sulla Carta nelle modalità: a) corrispondendo alla Banca il relativo importo mediante versamento di contanti effettuato dal Titolare della Prepagata; b) disponendo l addebito della somma a valere su conto corrente intestato al Titolare tramite il Servizio I.B.; c) qualsiasi altra forma eventualmente resa disponibile dalla Banca e resa nota al Titolare.

32 Il Titolare autorizza la Banca ad accettare ed effettuare operazioni di ricarica da parte di soggetti terzi a valere sulla Prepagata, esonerandola da qualsiasi responsabilità in merito. Art. 21 Spese e oneri fiscali Le spese e gli oneri fiscali inerenti alla Prepagata, se previsti, sono a carico del Titolare. Art. 22 Norme applicabili Per quanto non previsto nella presente Parte III di questa, si applicano le previsioni delle restanti sezioni contrattuali, se ed in quanto compatibili. SEZIONE III - SERVIZIO DI INTERNET BANKING SOTTOSEZIONE I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Descrizione del Servizio I.B. Con l attivazione del Conto, la Banca mette a disposizione del Cliente anche il Servizio I.B. che consente al Cliente di effettuare operazioni di interrogazione e disposizione sul Conto tramite la rete telematica denominata internet, su tutti i rapporti bancari di cui risulti, ora o anche in futuro intestatario o cointestatario, in quest ultimo caso limitatamente ai rapporti cointestati a firme disgiunte. Il Cliente ha facoltà di richiedere alla Banca in qualsiasi momento l esclusione dal Servizio I.B. di uno o piu rapporti collegati, ad eccezione del Conto. La Banca, previa comunicazione scritta al Cliente, ha facoltà di escludere dal Servizio I.B. uno o piu rapporti con al sola eccezione del Conto; in tal caso l esclusione decorrerà dal termine indicato nella comunicazione di esclusione inviata al Cliente. In caso di Conto cointestato, il Servizio I.B. viene rilasciato a favore del primo intestatario indicato nel Modulo. Dopo l apertura del Conto, il primo intestatario del Conto indicato sul Modulo puo richiedere alla Banca il rilascio anche di un ulteriore Servizio I.B. a favore del secondo intestatario del Conto, alle condizioni di cui al Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. La richiesta si intende approvata, ad ogni effetto, dal Cliente con la disposizione impartita mediante l utilizzo dei Codici Identificativi di accesso del Servizio I.B. e del dispositivo Blucode. Qualora vengano rilasciati più Servizi I.B. abbinati al Conto, ogni persona autorizzata a disporne diverrà titolare di un singolo Servizio I.B. e potrà utilizzare autonomamente i servizi fruibili tramite tale canale. Ad ogni Servizio I.B. si applicano le disposizioni previste in Contratto. Il recesso dal Contratto esercitato ai sensi e nelle modalità di cui all art 18 Parte I Sezione I del Contratto comporta il recesso dal Servizio I.B. anche aggiuntivo senza penalità e/o spese di chiusura a carico del Cliente. Il Cliente puo altresì recedere dal solo Servizio I.B. aggiuntivo, in qualsiasi momento, mediante comunicazione scritta, da inviare a mezzo raccomandata a/r alla Banca con preavviso di 7 (sette) giorni. Parimenti, la Banca puo recedere dal solo Servizio I.B. aggiuntivo, con un preavviso di almeno 2 (due) mesi, mediante comunicazione scritta, da inviare al Cliente a mezzo raccomandata a/r. La Banca, inoltre, in presenza di giustificato motivo puo recedere dal solo Servizio I.B. aggiuntivo in qualsiasi momento, anche senza preavviso, dandone comunicazione scritta al Cliente. Il recesso dal Servizio I.B. aggiuntivo non comporta il recesso del Contratto e dai restanti servizi abbinati. Art. 2 Codici di utilizzo obbligo di custodia Per il Servizio I.B., la Banca provvede ad attribuire al Cliente i seguenti codici di sicurezza iniziali (di seguito denominati insieme anche Codici Identificativi ), da utilizzare per il primo accesso e calcolati automaticamente tramite una procedura apposita.: (i) un Codice Identificativo Utente (c.d. User ID), (ii) un Codice Personale (c.d. Password) e (iii) il dispositivo Blucode. La Banca ritiene valide a tutti gli effetti le disposizioni impartite tramite i Codici Identificativi. Tali Codici Identificativi vengono inviati separatamente al Cliente in forma scritta; in particolare la Password ed il dispositivo Blucode sono contenuti nel Kit di Benvenuto di cui all Art. 3 Sezione I del contratto, la User ID viene trasmessa all indirizzo indicato nel Modulo. I Codici Identificati sono unici anche in caso di cointestazione del Conto; pertanto, il Cliente prende atto che il Servizio I.B. prevede che un solo soggetto possa ritirare i Codici Identificativi, attivare il Servizio stesso e scegliere discrezionalmente, per ogni servizio disponibile, la/e persona/e abilitata/e ad operare e la modalità di utilizzo. In caso di attivazione di un ulteriore Servizio I.B. per il secondo cointestario del rapporto, i Codici Identificativi vengono inviati in apposito Kit al recapito eletto sul Modulo, con esonero per la Banca da ogni responsabilità. In occasione del primo utilizzo del Servizio I.B., il Cliente è inoltre tenuto a modificare la Password inizialmente attribuita dalla Banca, restando parimenti responsabile d ogni conseguenza dannosa che possa derivare dalla mancata modifica. Successivamente, il Cliente potrà variare ulteriormente la Password ogni qual volta lo ritenga opportuno. I Codici Identificativi ed il dispositivo Blucode sono strettamente personali e non possono essere ceduti a terzi. Essi devono essere utilizzati dal Cliente ogni qualvolta egli intenda utilizzare il Servizio I.B. e costituiscono l unico strumento che consente alla Banca di riconoscere a tutti gli effetti il Cliente nel momento in cui questi si rivolge al Servizio I.B. e devono, per tali motivi restare segreti. Effettuata l identificazione del Cliente nelle modalità sopra indicate la Banca si intenderà esonerata da qualsiasi responsabilità in ordine all utilizzo fraudolento del Servizio i.b. da parte di soggetti diversi dal Cliente. In caso di smarrimento o sottrazione di uno o più Codici, il Cliente è tenuto ad informare immediatamente la Banca telefonando all apposito Call Center per ottenere il blocco del Servizio I.B., ai sensi del combinato disposto degli Art.12 e 13 della precedente Sezione II Parte I, ed a presentare apposita denuncia alla competente Autorità, facendo

33 comunque seguito con conferma mediante lettera raccomandata da inviarsi alla Banca entro 48 ore successive all evento, corredata di copia della denuncia sporta. Art. 3 Sistemi di sicurezza La Banca prenderà tutte le più opportune precauzioni per garantire la riservatezza delle informazioni trattate nell'ambito del Servizio I.B. e la relativa integrità, mediante l'adozione di misure di protezione di accessi non autorizzati adeguati agli standard tecnologici. La Banca non sarà responsabile per qualsiasi utilizzo abusivo o per la perdita, alterazione o diffusione di informazioni trasmesse tramite il Servizio I.B. conseguenti a cause imputabili a terzi ovvero ad essa non imputabili. La Banca non è responsabile per gli eventuali danni o molestie che potessero derivare al Cliente da parte di terzi non conseguenti ad inadempimento delle obbligazioni poste a proprio carico dal Contratto. Il Cliente dichiara di aver potuto verificare tutte le caratteristiche tecniche del Servizio I.B. e di considerarle di suo pieno gradimento, conformi ad adeguati standard tecnologici, in particolare per quanto riguarda la sicurezza e la funzionalità. Art. 4 Limiti all utilizzo del Servizio l Cliente è tenuto ad operare, in ogni caso entro i limiti stabiliti dalla Banca ed entro il margine utilizzabile del Conto. Il Cliente autorizza espressamente la Banca ad addebitare e ad accreditare sul Conto gli importi corrispondenti alle operazioni richieste tramite il Servizio I.B. con le modalità e le valute previste dalle precedenti Sezioni del Contratto. Art. 5 Accesso e sospensione del Servizio I.B. L'accesso al Servizio I.B. è di norma consentito dalle ore alle ore di ogni giorno, salvo diverse comunicazioni della Banca che potranno essere scritte, telefoniche o diffuse tramite le pagine Internet del servizio medesimo. La Banca ha la facoltà di sospendere o interrompere, in qualunque momento, l accesso al Servizio I.B., per motivi tecnici o di forza maggiore ovvero al fine di tutelare il buon funzionamento e/o di garantire la sicurezza del Servizio I.B. medesimo, senza che la Banca possa essere ritenuta responsabile delle conseguenze delle eventuali interruzioni. Tale facoltà si intende estesa anche al caso in cui il blocco si renda opportuno a causa dell'impossibilità, anche solo temporanea, della Banca di verificare il saldo disponibile del Conto ovvero nel caso di utilizzo del Servizio non conforme alle norme del presente Contratto. In caso di sospensione del Servizio I.B. la Banca provvederà, appena possibile, a darne comunicazione al Cliente con qualunque mezzo. Il Cliente ha la facoltà di richiedere il blocco del Servizio mediante comunicazione scritta da recapitarsi alla sede legale della Banca a mezzo di raccomandata A.R.; salvo cause di forza maggiore, la Banca provvederà a bloccare il Servizio entro e non oltre un giorno bancariamente lavorativo successivo alla ricezione della suddetta comunicazione. La sospensione / interruzione del Servizio I.B., per qualsiasi causa, non determina corrispondentemente lo scioglimento o la sospensione dell operatività sul Conto nei limiti in cui essa sia effettuabile anche autonomamente dal Servizio; in particolare, lo scioglimento o la sospensione del Servizio I.B. non determina corrispondentemente l'interruzione o la sospensione dell'esecuzione delle disposizioni precedentemente impartite dal Cliente alla Banca in relazione al Conto. Quando non sussistono più le esigenze che hanno giustificano il blocco/la sospensione, la Banca deve sbloccare il Servizio o, se non è possibile procedere allo sblocco, sostituirlo con uno di nuova emissione. Nell'ipotesi di interruzione e/o sospensione, anche temporanea, del Servizio I.B. è a disposizione del Cliente un numero Verde servizio di Call Center al fine di consentire allo stesso di ricevere informazioni. In tal caso la Banca formulerà al Cliente quattro domande al fine dell identificazione del Cliente medesimo; effettuata l identificazione con in tali modalità sopra la Banca s intenderà esonerata da qualsiasi responsabilità in ordine ad un utilizzo fraudolento del servizio da parte di soggetti diversi dal Cliente. Art. 7 Scritture contabili Il Cliente e la Banca si danno reciprocamente atto che, data la natura del Servizio I.B., costituiranno prova delle operazioni eseguite nonché d ogni comunicazione effettuata tramite il Servizio I.B., le scritture registrate sui libri della Banca, le relative lettere contabili indirizzate al Cliente, nonché, se del caso, ulteriori mezzi di prova. Fermi restando gli obblighi della Banca in materia di conservazione delle scritture contabili, documenti ed atti, il Cliente ha la facoltà di conservare, senza apportarvi modifica alcuna, la registrazione di tutti i dati relativi alle disposizioni trasmesse nelle forme ritenute più opportune, ivi comprese quelle previste dall'art del Codice Civile. Qualora il Cliente non si avvalga di detta facoltà, riconosce l efficacia probatoria, salvo errore manifesto, delle registrazioni effettuate dalla Banca. Art. 8 Informativa periodica prova delle disposizioni Le informazioni relative a saldi e movimenti sono fornite dalla Banca attraverso i canali di tempo in tempo disponibili al solo fine di ottimizzare, con reciproco vantaggio, il rapporto col Cliente, fermo restando che le stesse trovano unica e probante conferma negli estratti conto del Conto che, nei tempi e nei modi previsti dalle precedenti Sezioni, sono periodicamente inviati o resi disponibili dalla Banca al Cliente. Fatto salvo quanto indicato nella Sezione II sui servizi di pagamento, le scritture contabili della Banca forniranno piena prova della operazioni eseguite, delle disposizioni impartite e delle comunicazioni effettuate. Art. 9 Registrazione dei dati

34 Il Cliente autorizza la Banca anche ai sensi del Codice Privacy ad effettuare registrazioni in via continuativa, sui supporti di volta in volta ritenuti più adatti dalla Banca, delle conversazioni telefoniche e dei contatti a mezzo rete telematica, o strumenti informatici in genere, intrattenuti tra le Parti nell ambito del Contratto. Quanto precede anche ai fini della prova dei fatti e delle circostanze alle quali le registrazioni si riferiscono, anche ai sensi del precedente Art. 8 di questa Sezione. Art. 10 Spese Sono interamente a carico del Cliente le spese di collegamento ed utilizzo della rete lnternet e degli eventuali ulteriori canali d accesso al Servizio, nonché i costi delle necessarie attrezzature per l utilizzo del Servizio I.B. Art. 11 Utilizzo del canale internet Stante la possibilità per il Cliente, nel caso di utilizzo del Servizio I.B. tramite rete lnternet, d accedere ad altri siti, segnalati o meno dal sito della Banca in quanto ritenuti di possibile interesse per il Cliente, non essendo la Banca gestore né tantomeno potendo essa influire sul loro contenuto struttura, il Cliente riconosce che la Banca stessa non potrà essere riconosciuta responsabile per quanto concerne l accuratezza, la completezza, la qualità e la legalità relative alle informazioni ricavabili da detti siti Internet. Art. 12 Norme che regolano il servizio c.d. My Bank Il Servizio My Bank consente al Cliente di acquistare on line beni e/o servizi, offerti da un esercente convenzionato al Servizio My Bank, attraverso l esecuzione di un bonifico SCT (SEPA Credit Transfer) effettuato a favore dell esercente da parte del Cliente sui sistemi del Servizio Internet Banking abbinato al Conto. L operazione di pagamento disposta tramite il Servizio My Bank, una volta autorizzata, non potrà essere revocata dal Cliente e verrà eseguita dalla Banca secondo quanto previsto dalle norme di materia di prestazione di servizi di pagamento. La Banca agisce esclusivamente come intermediario tra il fornitore di beni e/o servizi e l utilizzatore del Servizio My Bank, rimanendo pertanto estranea ai rapporti tra il Cliente e l esercente stesso. Art. 13 Norme che regolano il Servizio c.d. C BILL Il Servizio denominato CBILL - basato sul modello Electronic Bill Presentment and Payment (EBPP) - consente ai Clienti titolari del Conto la consultazione e il pagamento, per via telematica sui sistemi del Servizio Internet Banking abbinati al Conto, di documenti emessi dal soggetto creditore aderente al circuito CBILL e che notificano al Cliente debitore l'importo dovuto a seguito della prestazione/erogazione di un servizio e/o a fronte di un obbligo amministrativo. L operazione di pagamento disposta tramite il Servizio CBILL verrà eseguita dalla Banca secondo quanto previsto dalle norme in materia di prestazione di servizi di pagamento e dal contratto per il Conto in essere tra la Banca ed il Cliente. Art. 14 Norme che disciplinano il servizio di pagamento dei bollettini postali Il Cliente riconosce espressamente l'estraneità della Banca ai rapporti fra lui e le Società, Enti o altri soggetti beneficiari del pagamento. Pertanto, per qualsiasi controversia, come pure per esercitare qualsiasi diritto, il Cliente dovrà rivolgersi esclusivamente ai predetti beneficiari. Resta quindi esclusa ogni responsabilità della Banca per i difetti delle merci e/o dei servizi, tardata e/o mancata consegna delle merci, tardata e/o mancata erogazione dei servizi, disservizi e simili, collegati alla prestazione di pagamento oggetto del presente servizio. Per quanto non espressamente previsto nel presente Articolo si applicano, se ed in quanto compatibili, le previsioni cui ai restanti Paragrafi del presente Contratto. Art. 15 Norme applicabili Per quanto non espressamente previsto si applicano, se ed in quanto compatibili, le previsioni di cui alle restanti Sezioni contrattuali. SOTTOSEZIONE II NORME CHE REGOLANO L UTILIZZO DEL DISPOSITIVO BLUCODE - PROCEDURE DI SICUREZZA Art. 1 Disposizioni Comuni Per eseguire operazioni di pagamento tramite il servizio Internet Banking con funzioni dispositive è obbligatorio l utilizzo di una delle procedure di sicurezza di cui al presente articolo (di seguito insieme anche Procedure di Sicurezza e singolarmente Procedura di Sicurezza ) ai seguenti termini e condizioni. Le Procedure di Sicurezza sono previste nell esclusivo interesse del Cliente.

35 Il mancato utilizzo di tali Procedure di Sicurezza non consente pertanto al Cliente di perfezionare l operazione di pagamento richiesta, senza che sia necessaria alcuna comunicazione da parte della Banca al Cliente e con esonero della Banca da qualsivoglia responsabilità per danni e/o pregiudizi che il Cliente avesse a patire. La Banca ritiene valide a tutti gli effetti le disposizioni impartite tramite le Procedure di Sicurezza. Le Procedure di Sicurezza sono alternative tra loro e non possono essere utilizzate cumulativamente. All atto di attivazione del Servizio Internet Banking la Banca mette a disposizione del Cliente il dispositivo Blucode salvo che il Cliente richieda di optare per una delle altre Procedure di Sicurezza. Il Cliente prende atto ed accetta che il passaggio ad un sistema di sicurezza diverso dal dispositivo Blucode comporta necessariamente l impossibilità per il Cliente di utilizzare tale dispositivo anche nella fase di autenticazione del Cliente per l accesso al Servizio Internet Banking, che quindi passerà automaticamente ad un sistema di sicurezza comprensivo dell utilizzo dei soli codici personali codice utente e password. E facoltà del Cliente modificare in qualsiasi momento la Procedura di Sicurezza prescelta facendone apposita richiesta alla Banca; l attivazione della nuova opzione comporterà l automatica disattivazione di quella precedentemente scelta. Le condizioni economiche applicate alle Procedure di Sicurezza sono riportate nel Foglio Informativo coincidente con il Documento di Sintesi. Art. 2 Dispositivo BLUCODE Il dispositivo fisico di sicurezza denominato Blucode viene concesso in comodato ai Clienti titolari del servizio Internet Banking con funzioni dispositive e non è previsto per i Clienti abilitati alle sole funzioni informative. Il Blucode è dotato di display in grado di generare con cadenza regolare codici numerici monouso. Il Blucode è contrassegnato da un codice numerico e dal logo della Banca. Il Blucode dovrà essere utilizzato dal Cliente per effettuare l autenticazione del Cliente e per confermare le operazioni dispositive. E espressamente vietato ogni diverso utilizzo, così come la consegna del dispositivo a terzi per qualsiasi ragione. Il comodato avrà durata dalla data di consegna fino a quando cessa il funzionamento del dispositivo stesso (la batteria è garantita per una durata di 5 anni). Alla scadenza, il Blucode dovrà essere restituito alla Filiale della Banca che ne ha curato il rilascio; il Cliente potrà richiedere, qualora disponga dei necessari requisiti, il rilascio di un nuovo Blucode. Il Blucode viene attivato dalla Banca contestualmente all'attivazione del servizio Internet Banking. Il Blucode viene consegnato nello stato di conservazione e nelle condizioni idonee all uso determinato tra la Banca ed il Cliente. Il Cliente ha l'obbligo di custodire e conservare il Blucode con diligenza, separatamente dagli altri codici di autenticazione e di servirsene appropriatamente per l'uso cui è destinato astenendosi da qualunque intervento sullo stesso. In caso di smarrimento o sottrazione, il Cliente è tenuto ad informare immediatamente la Banca telefonando all apposita numero verde per ottenere il blocco del Sevizio I.B. ed è tenuto a presentare apposita denuncia alla competente Autorità, facendo comunque seguito con una conferma mediante lettera raccomandata da inviarsi alla Banca entro 48 ore successive all evento, corredata di copia della denuncia sporta. Per garantire un corretto funzionamento del Blucode dovranno in ogni caso essere adottati i seguenti accorgimenti: (i) il dispositivo non deve essere aperto, smontato o manomesso in alcun modo;(ii) deve essere tenuto lontano da fonti di calore; (iii) non deve essere bagnato o comunque pulito con solventi, acidi e liquidi in genere. Il Cliente deve restituire il Blucode alla Banca alla scadenza del contratto nonché qualora la Banca stessa lo richieda in relazione al mancato adempimento degli obblighi di cui al presente articolo ovvero qualora vengano meno i presupposti di utilizzo o il Cliente opti per una diversa Procedura di Sicurezza ai sensi del presente Paragrafo. Il Blucode può essere altresì restituito alla Banca dal Cliente in qualunque momento, senza obbligo di motivazione. Qualora il dispositivo restituito risulti danneggiato ovvero lo stesso manifesti un deterioramento anomalo rispetto ad un uso normale o comunque conforme a quello stabilito nel contratto ovvero qualora il Blucode non possa essere restituito o in caso di smarrimento / sottrazione dello stesso il Cliente dovrà corrispondere alla Banca una penale nella misura eventualmente prevista nel Foglio Informativo coincidente con il Documenti di Sintesi. Il Cliente potrà domandare alla Banca con apposita richiesta scritta di disattivare l utilizzo del dispositivo Blucode per l autenticazione in fase di accesso al servizio Internet Banking. Art. 3 TOKEN SOFTWARE La Procedura di Sicurezza token software è in grado di generare automaticamente codici numerici monouso (c.d. Passcode ) pseudocasuali necessari per autorizzare le operazioni di pagamento disposte di volta in volta dal Cliente. Per attivare alla Procedura di Sicurezza token software il Cliente deve preliminarmente scaricare l APP della Banca sul proprio telefono cellulare che sia dotato dei sistemi operativi su cui l APP è tempo per tempo disponibile. L elenco aggiornato dei sistemi operativi è consultabile nella Guida Tecnica di cui al successivo paragrafo 3 di questo articolo. Le regole e le procedure tecniche specifiche per attivare tale Procedura di Sicurezza sono consultabili anche nell apposita Giuda Tecnica, resa disponibile dalla Banca in formato elettronico nell ambito del servizio Internet Banking e parte integrante e sostanziale del contratto. L accesso ai Passcode generati dal token software sono protetti da un codice di sicurezza (PIN) prescelto dal Cliente nella fase di attivazione secondo le istruzioni previste anche nella Guida Tecnica. Il Cliente ha l'obbligo di custodire e conservare il PIN con diligenza, separatamente dagli altri codici di autenticazione e/o di accesso e di servirsene appropriatamente per l'uso cui è destinato astenendosi da qualunque intervento sullo stesso. In caso di smarrimento o sottrazione, il Cliente è tenuto ad informare immediatamente la Banca telefonando all apposita numero verde per ottenere il blocco del Sevizio I.B. ed è tenuto a presentare apposita denuncia alla

36 competente Autorità, facendo comunque seguito con una conferma mediante lettera raccomandata da inviasi alla Banca entro 48 ore successive all evento, corredata di copia della denuncia sporta. La Banca è esonerata da qualsiasi responsabilità conseguente agli eventuali inconvenienti derivanti da guasti, malfunzionamenti o manomissioni dell apparecchio telefonico e/o delle linee telefoniche. Effettuata l identificazione del Cliente con in tali modalità la Banca s intenderà esonerata da qualsiasi responsabilità in ordine ad un utilizzo fraudolento del servizio Internet Banking da parte di soggetti diversi dal Cliente stesso. SOTTOSEZIONE III NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO I.B. RELATIVAMENTE AD OPERATIVITÀ IN STRUMENTI FINANZIARI Art. 1 Funzionalità del profilo trading Successivamente all attivazione del Conto qualora il Cliente sia titolare di deposito titoli a custodia presso la Banca, il Cliente puo richiedere alla Banca l attivazione tramite il Sito Internet del Servizio I.B. relativamente all operatività in strumenti finanziari (c.d. profilo trading). Tale funzionalità consente al Cliente - ferme restando le modalità e le condizioni previste nel Par. 1, Par. 2 e Par. 3 Sezione I Capo II e Sezione II e Sezione III del contratto di Deposito titoli, negoziazione e ricezione e trasmissione ordini e collocamento già sottoscritto dal Cliente con modulistica separata e fatte salve eventuali limitazioni tempo per tempo stabilite dalla Banca con riferimento a strumenti e mercati - di conferire ordini anche in via telematica, a mezzo computer, relativi al servizio di ricezione e trasmissione di ordini nonché in relazione all esecuzione di ordini inerenti quote o azioni di OICR (Fondi e Sicav), quali in particolare (i) la sottoscrizione di nuove quote o azioni di un OICR ulteriori rispetto alla prima già effettuata dal Cliente ovvero (ii) la richiesta di conversione di quote o azioni di un OICR detenute dal Cliente in altre quote o azioni del medesimo OICR nei limiti eventualmente previsti dai relativi documenti d offerta (c.d. switch tra fondi). La Banca, qualora abbia adottato soluzioni di Firma Digitale e/o di Firma Elettronica Avanzata come definite dal D.lgs 82/2005 e successive modifiche e integrazioni (c.d. Codice dell'amministrazione Digitale - CAD) e il Cliente vi abbia aderito, potrà a propria discrezione, dandone comunicazione al Cliente stesso, estendere l operatività consentita mediante il c.d. profilo trading anche ad ulteriori operazioni, quali ad esempio la prima sottoscrizione di quote o azioni di OICR subordinandola all utilizzo uno di tali dispositivi di firma ovvero limitare l operatività già consentita all utilizzo di uno di tali dispositivi di firma. Il Cliente prende atto che la modalità di esecuzione oggetto di questo articolo potrà indurre il Cliente stesso a moltiplicare, anche nell'ambito della medesima giornata, il numero delle operazioni e conseguentemente i rischi connessi con evidente incidenza anche sulle commissioni dovute. Non possono essere impartiti ordini allo scoperto e la Banca può rifiutare, a suo insindacabile giudizio, qualsivoglia ordine impartitole dal Cliente, anche in considerazione della totale o parziale insussistenza di fondi sul Conto abilitato all'operatività tenuto anche conto di eventuali somme riservate ad ordini di acquisto non ancora eseguiti. Le operazioni aventi ad oggetto strumenti finanziari in conflitto di interessi e/o che non appaiono appropriate alla Banca in base alle informazioni possedute, nonché quelle che, comunque, richiedano una ulteriore conferma, saranno segnalate a video e il Cliente dovrà esprimere espressamente il proprio consenso. Il Cliente a questo punto potrà chiedere ugualmente l'esecuzione di tali operazioni, manifestando espressamente la propria volontà, tramite specifica opzione di conferma, da esprimere secondo le modalità previste dal Servizio I.B. Il Cliente dichiara di accettare sin d'ora che l'ordine venga sospeso, in tutti i casi previsti dal Servizio I.B., per i tempi tecnici necessari al recepimento del proprio consenso e si impegna a salvare su supporto duraturo e/o su copia cartacea quanto risultante a video. Art. 2 Esecuzione di ordini e disposizioni Salvo diversa disposizione di legge, le comunicazioni e le disposizioni del Cliente saranno eseguite nel piu breve tempo possibile e comunque entro il termine di 5 giorni lavorativi per le Banche dalla data di comunicazione del Cliente. Gli ordini di compravendita di strumenti finanziari saranno inoltrati, compatibilmente con le regole e gli orari dei diversi mercati sui quali operare, nel piu breve tempo possibile. E comunque facoltà della Banca di non eseguire la o le operazioni richieste dal Cliente dandone tempestiva comunicazione al medesimo, a mezzo telefono, o posta elettronica o telefax o telegramma. Qualora il Cliente non effettui alcuna operazione di compravendita per un periodo superiore a sei mesi, è facoltà della Banca modificare il profilo di utilizzo del Servizio I.B. senza preventivo avviso. Art. 3 Norme applicabili Per quanto non previsto nella presente Sottosezione III si applicano le previsioni delle precedenti Sottosezioni I e II di questa Sezione contrattuale, se ed in quanto compatibili. SEZIONE IV NORME CHE DISCIPLINANO IL SERVIZIO DI CORRISPONDENZA ON LINE Art. 1 Oggetto Il Servizio di Corrispondenza On Line (di seguito Corrispondenza On Line ) consente al Cliente medesimo di ricevere e consultare on line le comunicazioni periodiche e specifiche della Banca previste dalla normativa. Art. 2 Comunicazioni periodiche

37 Il Cliente, aderendo al Contratto, accetta che le comunicazioni periodiche e specifiche della Banca previste dalle normative e relative ai rapporti disciplinati dal presente Contratto, siano forniti esclusivamente on line e rinuncia espressamente all'invio della documentazione cartacea, fermo restando quanto indicato al successivo Art. 3. Il Cliente riconosce che con la messa a disposizione on line delle comunicazioni la Banca adempie ai propri doveri di comunicazione. Il Cliente si assume l'onere di accedere periodicamente alla Corrispondenza On line non potendo imputare alla Banca la mancata conoscenza delle comunicazioni a lui effettuate. I documenti messi a disposizione on line dalla Banca possono essere visualizzati, scaricati, salvati sul PC del Cliente ed hanno la stessa efficacia documentale della corrispondente documentazione. Art. 3 Recesso dal Servizio di corrispondenza on line Il Cliente potrà, in qualunque momento, recedere dalla Corrispondenza On Line dandone comunicazione alla Banca a mezzo raccomandata a/r. Il recesso avrà efficacia dal giorno bancariamente lavorativo successivo al ricevimento, da parte della Banca, della relativa comunicazione e comporterà l'invio della documentazione relativa tramite posta, nonché l'applicazione delle condizioni economiche relative a tale modalità di invio. Art. 4 Esonero di responsabilità della Banca La Banca non risponde di ritardi, cattivo funzionamento, sospensione o interruzione per l'erogazione della Corrispondenza On Line per cause ad essa non imputabili tra le quali si indicano a titolo puramente esemplificativo quelle dipendenti da: 1) forza maggiore o caso fortuito; 2) manomissione o interventi sulle apparecchiature effettuati dal cliente; 3) errata indicazione dei dati forniti alla Banca durante l adesione al Servizio; 4) mal funzionamento degli apparecchi di connessione utilizzati dal cliente. Art. 5 Norme applicabili Per quanto non espressamente previsto nella presente Sezione si applicano le previsioni di cui alle restanti Sezioni contrattuali, se ed in quanto compatibili. SEZIONE V NORME CHE DISCIPLINANO IL SERVIZIO DI SMS BANKING INFORMATIVO Art. 1 Descrizione del servizio Successivamente all attivazione del Conto, il Cliente puo attivare, tramite il Servizio I.B., il servizio di servizio di SMS Banking Informativo (di seguito anche SMS Informativo ) che consente al Cliente di ricevere direttamente sul proprio cellulare, tramite messaggio SMS (Short Message Service) dati informativi relativi al Conto e alla cartabancomat. Le apposite funzionalità previste dal Sistema I.B. consentono al Cliente di indicare la tipologia di movimento/saldo di cui desidera essere informato tramite SMS. Art. 2 Modalità di utilizzo Per poter usufruire del servizio SMS Informativo, il Cliente utilizza apparecchiature telefoniche di sua proprietà basate sulla tecnologia GSM (Global System for Mobile Communications) con funzionalità SMS; i dati trasmessi infatti utilizzano il protocollo insito nella tecnologia GSM. Art.3 Funzionalià sospensione del servizio Il Cliente prende atto che il servizio SMS Informativo è attivo dalle ore 0.00 alle di ogni giorno e potrà essere sospeso o interrotto per motivi tecnici o di forza maggiore senza che la Banca sia tenuta a darne preventiva comunicazione o possa essere ritenuta responsabile delle conseguenze di eventuali interruzioni. La Banca, quindi, non sarà ritenuta responsabile della mancata fornitura del servizio di SMS Informativo in conseguenza di cause ad essa non imputabili tra cui si indicano a titolo meramente esemplificativo quelle dovute a difficoltà ed impossibilità delle comunicazioni, ad interruzioni nell erogazione di energia elettrica, a scioperi anche del proprio personale o a fatti di terzi e, in genere, ad ogni impedimento od ostacolo che non possa essere superato con l ordinaria diligenza. La Banca non è altresì ritenuta responsabile per danni, perdite economiche o mancati guadagni, interruzioni dell attività, perdita di informazioni o altre perdite di qualsiasi natura subite per effetto della mancata ricezione delle informazioni e/o per la loro inesattezza o incompletezza. I dati verranno messi a disposizione del Cliente senza alcuna indicazione delle generalità del Cliente e con la sola indicazione del numero del Conto. Art. 4 Recesso dal servizio SMS Informativo La Banca ed il Cliente possono recedere in qualsiasi momento dal singolo servizio SMS Informativo con preavviso scritto di almeno 15 giorni dalla data della richiesta. Art. 5 Finalità Il Cliente prende atto ed accetta ed accetta che lo scopo principale del servizio SMS Informativo è quello di fornire un insieme di informazioni e non rappresenta una sollecitazione all investimento in strumenti finanziari e che qualsiasi decisione di investimento, presa in relazione alle informazioni fornite dalla Banca, è di esclusiva responsabilità del Cliente stesso che considera i contenuti come strumenti di informazione e supporto di decisioni. Art. 6 Obbligo di custodia esonero di responsabilità per la Banca Aderendo al servizio SMS Informativo, il Cliente è responsabile della custodia e del corretto utilizzo della propria SIM card, del proprio telefono cellulare e del numero di utenza comunicato alla Banca e risponde del loro indebito uso,

38 comunque avvenuto, anche se in conseguenza di smarrimento e/o furto. Il Cliente assume altresì il rischio dell accesso abusivo da parte di terzi, al proprio terminale/telefono o, comunque, di qualsiasi altro evento che permetta a terzi di captare, in qualsiasi modo, le informazioni rese dal servizio in oggetto. Il Cliente è l unico responsabile degli accessi alle informazioni rese dal servizio SMS Informativo e del tipo di impiego delle informazioni così ricevute. Il Cliente, inoltre, dichiara di essere a conoscenza dei rischi insiti nella messa a disposizione e trasmissione dei dati via etere, rischi che pertanto non potranno gravare sulla Banca e di cui il Cliente si assume ogni rischio, sia diretto che conseguente. Art. 7 Modifiche operative La Banca si riserva di variare le norme operative, la tipologia delle funzioni del servizio SMS Informativo in adeguamento all evoluzione di nuove tecnologie o comunque al fine di consentire un miglioramento delle condizioni offerte con il servizio medesimo. Art. 8 utilizzo del canale e -mail All atto di attivazione del servizio SMS Informativo, il Cliente puo optare per la ricezione dei dati informativi inerenti al Conto e alla carta bancomat tramite posta elettronica all indirizzo e mail riportato nell apposita sezione del servizio internet banking anziché tramite messaggio SMS, con applicazione delle medesime condizioni economiche e contrattuali previste per l invio tramite SMS di cui alla presente Sezione, se ed in quanto compatibili. La Banca è esonerata da qualsiasi responsabilità derivante dall inoltro delle informazioni con le modalità disciplinate dal presente articolo, ivi compreso il caso di apertura della casella di posta elettronica o di divulgazione dei documenti in essa contenuti, da parte di terzi estranei o di soggetti non abilitati all utilizzo. Art. 9 Norme applicabili Per quanto non espressamente previsto nella presente Sezione si applicano le previsioni di cui alle restanti Sezioni contrattuali, se ed in quanto compatibili. ALLEGATI SUI SERVIZI DI PAGAMENTO ALLEGATO A Servizio Filiale Internet Banking Bonifico Italia Firma modulo disposizione RIF. Contratto IB Bonifico SEPA Firma modulo disposizione RIF. Contratto IB RID Firma Delega RI.BA M.A.V Bollettino Bancario RIF. Contratto IB RIF. Contratto IB RIF. Contratto IB

39 ALLEGATO B Bonifici in uscita disposti in Filiale Per la filiale si considerano i bonifici disposti sia in formato cartaceo che magnetico (floppy disk). Bonifici in uscita disposti da internet banking Bonifici in ingresso (interni) dalla BANCA ALLEGATO C

CONDIZIONI GENERALI DI ADESIONE PER IL CLIENTE

CONDIZIONI GENERALI DI ADESIONE PER IL CLIENTE GLOSSARIO: CONDIZIONI GENERALI DI ADESIONE PER IL CLIENTE Ai sensi del presente Contratto valgono, oltre ai termini già definiti nelle norme ivi riportate, le seguenti definizioni; i termini di seguito

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE INFORMATIVA PRECONTRATTUALE Con il presente documento, la Banca fornisce al Cliente che ne faccia richiesta un informativa completa relativa al testo contrattuale e alle condizioni economiche applicate

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA APERTURA RAPPORTO

MODULO DI RICHIESTA APERTURA RAPPORTO COPIA PER IL CLIENTE Pag. 1 di 6 MODULO DI RICHIESTA APERTURA RAPPORTO Spett.le MY UNIPOL BANCA corso Galileo Galilei, 12 10121 TORINO Con la compilazione e la sottoscrizione del presente modulo di richiesta

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI RELATIVE ALLA BANCA SEZIONE I NORME GENERALI CHE REGOLANO IL RAPPORTO BANCA CLIENTE. Edizione 01/2014

INFORMAZIONI ESSENZIALI RELATIVE ALLA BANCA SEZIONE I NORME GENERALI CHE REGOLANO IL RAPPORTO BANCA CLIENTE. Edizione 01/2014 Edizione 01/2014 (documento depositato in originale presso lo studio del dott. Nicola Mancioppi, notaio in Navacchio, in data 24/01/2014, repertorio n. 41871, raccolta n. 23870) INFORMAZIONI ESSENZIALI

Dettagli

Aperture di credito in conto corrente ordinario CONSUMATORI

Aperture di credito in conto corrente ordinario CONSUMATORI 04/08/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Aperture di credito in conto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO WEB@BPSA

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO WEB@BPSA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS. 385 del 1/9/1993 delibera CICR del 4/3/2003) Data decorrenza 01/03/2009 FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO WEB@BPSA

Dettagli

MOD:FICDE FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO CONTOSUIBL NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

MOD:FICDE FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO CONTOSUIBL NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI CONTO DEPOSITO CONTOSUIBL NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO S.p.A.

Dettagli

Libretto di deposito nominativo BRUCOCONTO

Libretto di deposito nominativo BRUCOCONTO 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Libretto di deposito nominativo

Dettagli

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Indirizzo telematico: info@bancadelsud.com Codice ABI: 03353

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI. Deposit@

FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI. Deposit@ FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Deposit@ INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE ED AMMINISTRATIVA IN BOLOGNA: Piazza della

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER SOCIETÀ COSTITUENDE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER SOCIETÀ COSTITUENDE CONTO CORRENTE PER SOCIETÀ COSTITUENDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO S.P.A. - IBL BANCA Sede

Dettagli

Foglio Informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 40 Data ultimo aggiornamento: 13/11/2014 FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio Informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 40 Data ultimo aggiornamento: 13/11/2014 FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA Foglio Informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 40 Data ultimo aggiornamento: 13/11/2014 FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA SANTANDER CONSUMER BANK S.p.A. Capitale Sociale: 573.000.000

Dettagli

31 Foglio informativo relativo al conto corrente di corrispondenza

31 Foglio informativo relativo al conto corrente di corrispondenza Sezione I - Informazioni sulla Banca 31 Foglio informativo relativo al conto corrente di corrispondenza Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa sede legale:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 2 FEBBRAIO 2015 CONTRATTO QUADRO PER LA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI PAGAMENTO

FOGLIO INFORMATIVO N. 2 FEBBRAIO 2015 CONTRATTO QUADRO PER LA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI PAGAMENTO FOGLIO INFORMATIVO N. 2 FEBBRAIO 2015 CONTRATTO QUADRO PER LA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI PAGAMENTO INFORMAZIONI SULL ISTITUTO DI PAGAMENTO Denominazione: CCN Servizi di Pagamento S.p.A. (l Istituto ). Iscrizione

Dettagli

Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887)

Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887) Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887) Sezione I Informazioni sulla banca Banca S. Biagio del Veneto Orientale di Cesarolo, Fossalta di Portogruaro e Pertegada - Banca

Dettagli

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA 1 DEFINIZIONI 1.1 I termini di seguito elencati e utilizzati con la lettera iniziale maiuscola, anche

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA DOCUMENTO INFORMATIVO PSD

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e Forma Giuridica: Banca di Credito Peloritano S.p.A Sede Legale e Direzione Generale: 98122 Messina [ME] Via Oratorio San Francesco, 2 Capitale sociale al 31.12.2014:

Dettagli

Aperture di credito in conto corrente ordinario NON CONSUMATORI

Aperture di credito in conto corrente ordinario NON CONSUMATORI 04/08/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Aperture di credito in conto

Dettagli

CONTO DEPOSITO WEB CLOSED

CONTO DEPOSITO WEB CLOSED Foglio informativo CW0212/029 Aggiornamento 1 ottobre 2015 CONTO DEPOSITO WEB CLOSED (vincolato a 3, 6, 12 mesi) Offerta valida per nuovi Clienti 1 o per Clienti BCCFORWEB 2 Questo conto corrente è destinato

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe Taranto - Società Cooperativa Via Vittorio Emanuele s.n. 74020 San Marzano di San Giuseppe (Taranto)

Dettagli

48 Foglio informativo relativo al CONTO GIOVANI TEENAGERS

48 Foglio informativo relativo al CONTO GIOVANI TEENAGERS Sezione I - Informazioni sulla Banca 48 Foglio informativo relativo al CONTO GIOVANI TEENAGERS Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa sede legale: Boves Piazza

Dettagli

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA

NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA NORME DEL CONTRATTO QUADRO PER I SERVIZI DI PAGAMENTO COLLEGATO AL CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA 1 DEFINIZIONI 1.1 I termini di seguito elencati e utilizzati con la lettera iniziale maiuscola, anche

Dettagli

CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO E SERVIZI DI PAGAMENTO: CONDIZIONI GENERALI SEZIONE I PRINCIPI CHE REGOLANO IL RAPPORTO

CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO E SERVIZI DI PAGAMENTO: CONDIZIONI GENERALI SEZIONE I PRINCIPI CHE REGOLANO IL RAPPORTO CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO E SERVIZI DI PAGAMENTO: CONDIZIONI GENERALI Il contratto tra cliente e Banca Privata Leasing è costituito da tre elementi: queste Condizioni Generali; il Foglio informativo

Dettagli

Foglio Informativo CONTO CORRENTE Soci Bcc Vignole Persona

Foglio Informativo CONTO CORRENTE Soci Bcc Vignole Persona Foglio Informativo CONTO CORRENTE Soci Bcc Vignole Persona Numero 001/nv Aggiornato al 10 luglio 2009 Sezione I Informazioni sulla banca BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI VIGNOLE SOCIETA COOPERATIVA Sede

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE NON CONSUMATORE

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE NON CONSUMATORE FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE NON CONSUMATORE Redatto ai sensi del decreto n. 385 del 01/09/1993 e del provvedimento recante le disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni

Dettagli

CONTRATTO CONTO CORRENTE CONSUMATORI

CONTRATTO CONTO CORRENTE CONSUMATORI CONTRATTO CONTO CORRENTE CONSUMATORI Il testo del nostro contratto di conto corrente è il frutto di un processo di progressive semplificazioni, finalizzate ad offrire al Cliente pur nell ambito dei molti

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N.1 GENNAIO 2014 CONTO DI PAGAMENTO

FOGLIO INFORMATIVO N.1 GENNAIO 2014 CONTO DI PAGAMENTO FOGLIO INFORMATIVO N.1 GENNAIO 2014 CONTO DI PAGAMENTO INFORMAZIONI SULL ISTITUTO DI PAGAMENTO Denominazione: CCN Servizi di Pagamento S.p.A. (l Istituto ). Iscrizione in albi/registri: l Istituto è iscritto

Dettagli

MOD:FICDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO

MOD:FICDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO CONTOSUIBL e CONTOSUIBL Vincolato NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO

Dettagli

Foglio informativo relativo ai CREDITI AL CONSUMO (vedi descrizione sezione III: CC2, CC3)

Foglio informativo relativo ai CREDITI AL CONSUMO (vedi descrizione sezione III: CC2, CC3) Foglio informativo relativo ai CREDITI AL CONSUMO (vedi descrizione sezione III: CC2, CC3) Sezione I Informazioni sulla banca Banca S. Biagio del Veneto Orientale di Cesarolo, Fossalta di Portogruaro e

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO CORRENTE CONTO IMPRESA GOLD NEW

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO CORRENTE CONTO IMPRESA GOLD NEW NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS. 385 del 1/9/1993 delibera CICR del 4/3/2003) Data decorrenza 01/07/2009 FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO CORRENTE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 2v Conto corrente di Base Pensionati Gratuito

FOGLIO INFORMATIVO. 2v Conto corrente di Base Pensionati Gratuito Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 2v Conto corrente di Base Pensionati Gratuito Questo conto è destinato a clientela consumatore con operatività estremamente limitata e trattamenti pensionistici fino ad importo

Dettagli

QUANTO PUO COSTARE IL CONTO CORRENTE Indicatore Sintetico di Costo (ISC)

QUANTO PUO COSTARE IL CONTO CORRENTE Indicatore Sintetico di Costo (ISC) Conto corrente di servizio adatto esclusivamente a chi apre un dossier titoli e non ha altri conti correnti aperti presso la Banca INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Capasso Antonio SpA Piazza Termini n 1.

Dettagli

Fidejussione specifica Foglio Informativo. Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale Società Cooperativa

Fidejussione specifica Foglio Informativo. Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale Società Cooperativa Fidejussione specifica Foglio Informativo Sezione I: Informazioni sulla Banca Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale Società Cooperativa Sede legale e amministrativa : Via Vittorio

Dettagli

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO CONTOSUIBL e CONTOSUIBL Vincolato NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO

Dettagli

FID: APER. CREDITO C/C TF CCD Apertura di credito ordinario in conto corrente a tasso fisso destinata a consumatori.

FID: APER. CREDITO C/C TF CCD Apertura di credito ordinario in conto corrente a tasso fisso destinata a consumatori. 1/7 Apertura di credito ordinario in conto corrente a tasso fisso destinata a consumatori. INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DEL FERMANO CREDITO COOPERATIVO VIALE TRENTO, 72 63900 FERMO (FM) Tel.: 0734/223429

Dettagli

CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO

CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO (VERSIONE DEL 09/10/2013) relativo ai: Conti di deposito Conto Arancio e Deposito Arancio ING DIRECT N.V. è una banca di diritto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari CONTO DEPOSITO YOUBANKING - Clienti Consumatori - INFORMAZIONI SULLA BANCA Piazza

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE GESTIONE TITOLI

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE GESTIONE TITOLI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

CONTO CORRENTE. Spiegazione degli articoli che compongono il contratto di conto corrente

CONTO CORRENTE. Spiegazione degli articoli che compongono il contratto di conto corrente CONTO CORRENTE Con il conto corrente, il Cliente apre presso la Banca un deposito di denaro di cui può disporre per effettuare pagamenti (ad es. con addebito permanente di utenze domestiche o mediante

Dettagli

CONTO CORRENTE. Spiegazione degli articoli che compongono il contratto di conto corrente

CONTO CORRENTE. Spiegazione degli articoli che compongono il contratto di conto corrente CONTO CORRENTE Con il conto corrente, il Cliente apre presso la Banca un deposito di denaro di cui può disporre per effettuare pagamenti (ad es. con addebito permanente di utenze domestiche o mediante

Dettagli

Servizi accessori al Conto Corrente - Consumatori

Servizi accessori al Conto Corrente - Consumatori BANCA PRIVATA INDIPENDENTE FONDATA NEL 1888 FOGLIO INFORMATIVO Servizi accessori al Conto Corrente - Consumatori Aggiornato al 1 dicembre 2015 (D.Lgs 1/9/93 n.385 Titolo VI, deliberazione CICR 4/3/2003

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari CONTO DEPOSITO YOUBANKING - Clienti Consumatori - INFORMAZIONI SULLA BANCA Piazza

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari INFORMAZIONI SULLA BANCA CONTO DI DEPOSITO A PARTITE - Clientela al Dettaglio / Clienti

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito

Foglio Informativo Conto Deposito INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Terra d Otranto Società Cooperativa. Sede Legale Via Cesare Battisti, n. 27, 73041 Carmiano (Lecce) Sede Amministrativa Viale Leopardi, n. 73, 73100,

Dettagli

CONTO CORRENTE ANTICIPO FATTURE TASSO VARIABILE

CONTO CORRENTE ANTICIPO FATTURE TASSO VARIABILE INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS È IL CONTO CORRENTE Banca Capasso Antonio SpA Piazza Termini n 1. 81011 ALIFE (CE) Tel. 0823 78 31 25-0823 78 72 28 FAX: 0823 91 82 31-0823 78 31 55 E-Mail: info@bancacapasso.it

Dettagli

MOD: FICCIC FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER SOCIETÀ COSTITUENDE

MOD: FICCIC FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE PER SOCIETÀ COSTITUENDE CONTO CORRENTE PER SOCIETÀ COSTITUENDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO S.P.A. - IBL BANCA Sede

Dettagli

Foglio Informativo APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GIOVANI STUDENTI SOCI (in formato I.E.B. Informazioni Europee di Base )

Foglio Informativo APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GIOVANI STUDENTI SOCI (in formato I.E.B. Informazioni Europee di Base ) AC05 Foglio Informativo APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE (in formato I.E.B. Informazioni Europee di Base ) in ottemperanza alle Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari (D.Lgs.n.385

Dettagli

C/C ANTICIPO SALVO BUON FINE

C/C ANTICIPO SALVO BUON FINE FOGLIO INFORMATIVO relativo a: INFORMAZIONI SULLA BANCA C/C ANTICIPO SALVO BUON FINE BANCA CASSA DI RISPARMIO DI SAVIGLIANO S.p.A. PIAZZA DEL POPOLO N.15-12038 - SAVIGLIANO (CN) n. telefono e fax: 0172.2031/0172.203203

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a Consumo Non residenti Euro Questo conto è particolarmente adatto per chi, al momento dell apertura del conto, pensa di svolgere

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI. CONDIZIONI ECONOMICHE (Versione del 30/06/2012)

DOCUMENTO DI SINTESI. CONDIZIONI ECONOMICHE (Versione del 30/06/2012) DOCUMENTO DI SINTESI DOCUMENTO DI SINTESI N 10 del 30/06/2012 relativo a: Conto Corrente di Corrispondenza Conto Corrente Arancio e Servizi Accessori: Fido, Carta di debito, Carta di Credito e Carta prepagata

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito

Foglio Informativo Conto Deposito INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Terra d Otranto Società Cooperativa. Sede Legale Via Cesare Battisti, n. 27, 73041 Carmiano (Lecce) Sede Amministrativa Viale Leopardi, n. 73, 73100,

Dettagli

Foglio Informativo n. STD1 Aggiornamento n. 24 Data ultimo aggiornamento 14/10/13 FOGLIO INFORMATIVO CONTO TIME DEPOSIT INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio Informativo n. STD1 Aggiornamento n. 24 Data ultimo aggiornamento 14/10/13 FOGLIO INFORMATIVO CONTO TIME DEPOSIT INFORMAZIONI SULLA BANCA Foglio Informativo n. STD1 Aggiornamento n. 24 Data ultimo aggiornamento 14/10/13 FOGLIO INFORMATIVO CONTO TIME DEPOSIT INFORMAZIONI SULLA BANCA SANTANDER CONSUMER BANK S.p.A. Capitale Sociale 573.000.000

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO CORRENTE CONTO WEB@BPSA

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO CORRENTE CONTO WEB@BPSA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS. 385 del 1/9/1993 delibera CICR del 4/3/2003) Data decorrenza 18/09/2009 FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO CORRENTE

Dettagli

Foglio Informativo Affidamento in conto corrente garantito da ipoteca Destinato ai Consumatori

Foglio Informativo Affidamento in conto corrente garantito da ipoteca Destinato ai Consumatori Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE 25.06.2015 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE BASE Questo conto è adatto a chi, al momento dell apertura del conto, ha limitate esigenze di operatività; include, a fronte di un canone annuale onnicomprensivo,

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per le attività imprenditoriali, professionali, no profit e per la Pubblica Amministrazione) Mod. Contratto

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO VALORE IMPRESA ANTICIPI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È L'ANTICIPO FATTURE E SALVO BUON FINE

FOGLIO INFORMATIVO VALORE IMPRESA ANTICIPI INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS'È L'ANTICIPO FATTURE E SALVO BUON FINE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Padovana Credito Cooperativo S.C. in Amministrazione Straordinaria Via Caltana n. 7-35011 Campodarsego (Padova) Tel.: +39 049 9290111 Fax: +39 049 9290340 Email: info@bancapadovana.it

Dettagli

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA LIBERO

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA LIBERO FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA LIBERO Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società Coop.

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

Hello! Free. CARTA PREPAGATA FOGLIO INFORMATIVO Prodotto offerto da Banca Nazionale del lavoro S.p.a. tramite tecniche di comunicazione a distanza

Hello! Free. CARTA PREPAGATA FOGLIO INFORMATIVO Prodotto offerto da Banca Nazionale del lavoro S.p.a. tramite tecniche di comunicazione a distanza Hello! Free CARTA PREPAGATA FOGLIO INFORMATIVO Prodotto offerto da Banca Nazionale del lavoro S.p.a. tramite tecniche di comunicazione a distanza INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a:tutti i profili della clientela

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a:tutti i profili della clientela FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a Pacchetto Non residenti Euro Dedicato a:tutti i profili della clientela INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE

Dettagli

QUANTO PUO COSTARE IL FIDO. Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

QUANTO PUO COSTARE IL FIDO. Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI TREVISO CREDITO COOPERATIVO S.C. Sede legale: VILLANOVA D ISTRANA (TV), via Monte Santo 6/A. Tel.: 0422 832237 - Fax: 0422 832419. Sede amministrativa

Dettagli

Conto Pensionati FOGLIO INFORMATIVO. Aggiornato al 1 gennaio 2015

Conto Pensionati FOGLIO INFORMATIVO. Aggiornato al 1 gennaio 2015 BANCA PRIVATA INDIPENDENTE FONDATA NEL 1888 FOGLIO INFORMATIVO Conto Pensionati Aggiornato al 1 gennaio 2015 (D.Lgs 1/9/93 n.385 Titolo VI, deliberazione CICR 4/3/2003 e relative disposizioni di attuazione)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto alle aziende (NON CONSUMATORI)

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto alle aziende (NON CONSUMATORI) FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto alle aziende (NON CONSUMATORI) Conto Corrente AZIENDE - CO 7 - INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-4138

Dettagli

Apertura di credito C/C TF CCD Apertura di credito in c/c T.F. Consumatori

Apertura di credito C/C TF CCD Apertura di credito in c/c T.F. Consumatori 1/7 Apertura di credito in c/c T.F. Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA B.C.C. DI FALCONARA MARITTIMA SOC.COOP. Via Nino Bixio n.92 60015 Falconara Marittima (AN) Tel.: 071 91691 - Fax: 071 9170502 Email:

Dettagli

CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO

CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO GIUSEPPE TONIOLO Via Sebastiano Silvestri n.113 - cap 00045 - Genzano di Roma (RM) Capitale e riserve al 31/12/2013-34.368.294 Tel.:

Dettagli

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente SEZIONE III SERVIZIO DI INCASSI E PAGAMENTI DISPOSIZIONI COMUNI Art. 1 Oggetto 1. Il servizio di incassi

Dettagli

Contratto idoneo per la stipula La consegna non obbliga le parti alla stipula del contratto

Contratto idoneo per la stipula La consegna non obbliga le parti alla stipula del contratto Contratto idoneo per la stipula La consegna non obbliga le parti alla stipula del contratto Santander Consumer Bank S.p.A. - Direzione Generale Via Nizza 262, 10126 TORINO Tel. 011.63.19.111 Fax 011.63.19.119

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di Credito in Conto Corrente

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di Credito in Conto Corrente INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Apertura di Credito in Conto Corrente BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni Sede Legale e Amministrativa: Via Vittorio Veneto, 119 00187 Roma Telefono

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: tutti i profili di clientela

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: tutti i profili di clientela FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a pacchetto Nuovo Conto Felix - CO 88 - Dedicato a: tutti i profili di clientela INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari CONTO DI DEPOSITO RENDICONTO ORDINARIO - Clienti Consumatori - INFORMAZIONI SULLA

Dettagli

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO CHE COSA È L APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO

APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO CHE COSA È L APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE GARANTITA DA PEGNO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Sistema S.p.A. Sede legale e amministrativa Corso Monforte, 20-20122 Milano Telefono +39 02 802801

Dettagli

Apertura di Credito in Conto Corrente

Apertura di Credito in Conto Corrente INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Apertura di Credito in Conto Corrente BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni Sede Legale e Amministrativa: Via Vittorio Veneto, 119 00187 Roma Telefono

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI 1005

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE GESTIONE TITOLI

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE GESTIONE TITOLI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

Foglio informativo (C0221) CONTO CORRENTE STUDENTI UNIVERSITA DI PISA Scadenza 31.12.2015

Foglio informativo (C0221) CONTO CORRENTE STUDENTI UNIVERSITA DI PISA Scadenza 31.12.2015 Foglio informativo (C0221) CONTO CORRENTE STUDENTI UNIVERSITA DI PISA Scadenza 31.12.2015 INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PISA E FORNACETTE CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa per Azioni Sede legale

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: Giovani dai 13 ai 17 anni

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: Giovani dai 13 ai 17 anni FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a pacchetto Compilation Junior - BL 18 - Dedicato a: Giovani dai 13 ai 17 anni INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: tutti i profili di clientela

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: tutti i profili di clientela FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a pacchetto Dipendenti Aziende 2 e Federazioni - CO 333 (Co 3331 Co 3332) Dedicato a: tutti i profili di clientela INFORMAZIONI SULLA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DEPOSITO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BARBARANO ROMANO VIA 4 NOVEMBRE, 3/5/7-01010 - BARBARANO ROMANO (VT) n. telefono e fax: 0761/414608

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Deposito Titoli a custodia e amministrazione

FOGLIO INFORMATIVO. Deposito Titoli a custodia e amministrazione FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi della Delibera CICR del 4 marzo 2003 e delle Disposizioni della Banca d'italia sulla Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari e correttezza delle

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DEPOSITO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI SAVIGLIANO S.p.A. PIAZZA DEL POPOLO N.15-12038 - SAVIGLIANO (CN) n. telefono e fax: 0172.2031/0172.203203

Dettagli

CONTO GRATUITO PENSIONATI

CONTO GRATUITO PENSIONATI FOGLIO INFORMATIVO relativo a: INFORMAZIONI SULLA BANCA CONTO GRATUITO PENSIONATI BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BARBARANO ROMANO VIA 4 NOVEMBRE, 3/5/7-01010 - BARBARANO ROMANO (VT) n. telefono e fax:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: tutti i profili della clientela

FOGLIO INFORMATIVO. Conto Corrente offerto ai consumatori. Dedicato a: tutti i profili della clientela FOGLIO INFORMATIVO Conto Corrente offerto ai consumatori Conto Corrente a pacchetto Conto Olimpico - BL 194 - Dedicato a: tutti i profili della clientela INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE

Dettagli

CONDIZIONI E NORME CHE REGOLANO CONTO TIME DEPOSIT 365. Richiesta nr. DOCUMENTO DI SINTESI

CONDIZIONI E NORME CHE REGOLANO CONTO TIME DEPOSIT 365. Richiesta nr. DOCUMENTO DI SINTESI Santander Consumer Bank S.p.A. - Direzione Generale Via Nizza 262, 10126 TORINO Tel. 011.63.19.111 Fax 011.63.19.119 - Cap. Soc. 512.000.000 i.v. - C.F./P. IVA/R.I. 05634190010 - Codice ABI 03191 Iscritta

Dettagli

CONTO GRATUITO PENSIONATI

CONTO GRATUITO PENSIONATI FOGLIO INFORMATIVO relativo a: INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA SANTA GIULIA S.p.A. Via Quartieri 39-25032 - CHIARI (BS) n. telefono e fax: 030 7014911 FAX 030 7014922 email: info@bancasantagiulia.it CONTO

Dettagli