Reati informatici, frodi e frodi interne - quali sono e come assicurarsi - Andrea Marega Financial Lines Manager

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Reati informatici, frodi e frodi interne - quali sono e come assicurarsi - Andrea Marega Financial Lines Manager"

Transcript

1 Reati informatici, frodi e frodi interne - quali sono e come assicurarsi - Andrea Marega Financial Lines Manager

2 Sommario I reati informatici: frode e responsabilità civile professionale I principali reati informatici: la frode informatica altri reati informatici i più diffusi esempi di frode informatica Phishing Pharming SMishing altre comuni modalità fraudolente Come difendersi Le frodi in Italia La soluzione assicurativa 2

3 I principali reati informatici: la frode informatica La definizione di frode informatica è stata introdotta in Italia dalla Legge 23/12/1993 n. 547 recante norme in materia di criminalità informatica: Art. 640-ter del Codice Penale: Chiunque, alterando in qualsiasi modo il funzionamento di un sistema informatico e telematico o intervenendo senza diritto con qualsiasi modalità su dati, informazioni o programmi contenuti in un sistema informatico o telematico o ad esso pertinenti, procura a se o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito Rispetto all art. 640 (truffa), da cui il 640-ter deriva, è stata eliminata la dizione "con artifizi e raggiri inducendo taluno in errore". 3

4 I principali reati informatici: altri reati informatici Art. 615-ter del Codice Penale: l accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico Chiunque abusivamente si introduce in un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza ovvero vi si mantiene contro la volontà espressa o tacita di chi ha diritto di escluderlo, è punito Art. 615-quater del Codice Penale: detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici o telematici Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto o di arrecare ad altri un danno, abusivamente si procura, riproduce, diffonde comunica o consegna codici, parole chiave o altri mezzi idonei all accesso ad un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza o comunque fornisce indicazioni o istruzioni idonee al predetto scopo, è punito 4

5 I principali reati informatici: altri reati informatici Art. 615-quinquies del Codice Penale: diffusione di programmi diretti a danneggiare o interrompere un sistema informatico Chiunque, diffonde, comunica o consegna un programma informatico da lui stesso o da altri redatto, avente per scopo o per effetto il danneggiamento di un sistema informatico o telematico, dei dati o dei programmi in esso contenuti o ad esso pertinenti, ovvero l interruzione, totale o parziale, o l alterazione del suo funzionamento, è punito Art. 640-ter del Codice Penale: la falsificazione del contenuto di comunicazione informatica Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di arrecare ad altri un danno, forma falsamente ovvero altera o sopprime, in tutto o in parte, il contenuto, anche occasionalmente intercettato, di taluna delle comunicazioni relative ad un sistema informatico o telematico o intercorrenti tra più sistemi, è punito 5

6 Phishing Il phishing è una frode informatica realizzata con l'invio di contraffatte finalizzate all'acquisizione, per scopi illegali, di informazioni personali come dati personali, numeri di conto corrente, password dei servizi di home banking, ecc. Modalità più diffuse: di banche di siti commerciali già usati in precedenza di siti istituzionali con offerte di lavoro spamming (messaggi pubblicitari non autorizzati) 6

7 Pharming Il pharming - evoluzione del fishing - consiste nel dirottamento dell'utente da un sito internet ufficiale ad un sito internet pirata appositamente creato per carpire i dati personali della vittima. Modalità più diffuse: compromissione del DNS di un Internet Service Provider Il malintenzionato, con sofisticate tecniche di intrusione, modifica gli abbinamenti tra il dominio e l'indirizzo IP corrispondente a quel dominio: gli utenti connessi a quel ISP così, pur digitando il corretto indirizzo URL, verranno inconsapevolmente reindirizzati ad un server trappola appositamente predisposto per carpire le informazioni con l'ausilio di programmi malaware (trojan o spyware) o tramite altro accesso diretto, viene fatta una variazione nel personal computer della vittima. 7

8 SMishing Lo SMishing è una frode informatica simile al phishing che si realizza non via ma via SMS. Modalità più diffuse: invito a collegarsi ad un sito web per scaricare qualcosa di gratuito; il collegamento attiva la truffa invito ad effettuare una chiamata telefonica dove una voce solitamente pre-registrata chiede informazioni personali e dati sensibili 8

9 Altre comuni modalità fraudolente I Virus, programmi che una volta attivati possono rovinare o alterare i dati memorizzati su un computer o eseguire altre operazioni fraudolente. I Trojan, virus che si nascondono all interno di programmi apparentemente innocui e che una volta attivati possono raccogliere informazioni o aprire collegamenti con l esterno all insaputa dell utente. Gli Spyware, programmi che raccolgono informazioni sulle attività via internet di un utente senza il suo consenso. I Worm, virus in grado di autoreplicarsi far uso programmi eseguibili; solitamente non compromotteno l hardware ma ne pregiudicano il buon funzionamento. Possono anche fungere da veicolo per l installazione di malaware. 9

10 Come difendersi (persone fisiche) verificare l estensione https che significa connessione ad un area protetta aggiornare periodicamente i software di sicurezza (antivirus, antispyware, firewall, ecc.) diffidare dalle richieste di dati personali controllare periodicamente il proprio estratto conto 10

11 Come difendersi (persone giuridiche) aggiornare i sistemi informatici adottare aggiornati sistemi di prevenzione e controllo frodi fare controlli interni (internal audit; risk management; ente preposto alla sicurezza aziandale; ecc.) commissionare controlli esterni (società di revisione) adottare un codice etico ed un codice di condotta fare delle rotazioni di staff laddove possibile adottare sistemi di whistle bowing (raccolta di denunce anonime) fare formazione sulla prevenzione delle frodi ASSICURARSI 11

12 Le frodi in Italia Le frodi sono una delle principali minacce al business INDIPENDENTEMENTE dal settore di appartenenza, dalle dimensioni di una società e dal Paese di appartenenza. Negli ultimi 12 mesi in Italia il 19% delle aziende ha riscontrato almeno 1 caso di frode. Fonte: The Global Economic Crime Survey 2009 PriceWaterhouseCoopers 12

13 Le frodi in Italia Rispetto ad alcuni anni fa il fenomeno pur restando su livelli di attenzione è meno preoccupante che in altri Paesi. 13

14 Le frodi in Italia I settori più coinvolti sono: servizi finanziari (29%), comunicazioni (18%), manifatturiero, retail & consumer e energetico (12%). Per quanto riguarda le tipologie: 14

15 Le frodi in Italia Nei casi in cui più gravi gli autori delle frodi sono: personale dell azienda (49%) soggetti esterni (28%) fornitori o partners (3%) altri soggetti con cui l azienda NON intrattiene rapporti (20%) 15

16 Le frodi in Italia I costi diretti per le imprese: $ nel 52% dei casi $ $ nel 29% dei casi una minoranza dichiara costi superiori a $ Più difficile quantificare i costi indiretti tra cui bisogna considerare: la reputazione ed il brand la quotazione in Borsa motivazione del personale relazioni d affari relazioni con le Autorità di Controllo 16

17 Le soluzioni assicurative Le assicurazioni a copertura dei rischi frode: polizze BBB per le banche con estensione Attività Bancaria su Internet, polizze specifiche a copertura della frode informatica, 17

18 La soluzione assicurativa le assicurazioni a copertura dei rischi di responsabilità civile: polizze di responsabilità civile professionale informatica 18

19 La soluzione assicurativa 19

20 I sinistri ASSICURATO EVENTO DANNO Banca Infedeltà promotori da qualche migliaia di a qualche milione Banca Banca Società informatica Frode su carte di debito (bancomat) Frode su carte di credito Malfunzionamento del software commissionato (E&O) da qualche centinaia di a diversi milioni da qualche centinaia di a diversi milioni da qualche migliaia di in su 20

21 I sinistri 21

22 I sinistri 22

23 Esempi di eventi dannosi subiti dalle aziende esempio 1 (fonte : ACE) FRODE - Tipo azienda : Tipologia danno : Area colpita : Funzione : File a rischio : Danno immediato : Sinistro : Indennizzo : Gruppo Bancario / fornitura elettrica Falla nei sistemi di sicurezza (Cybercrime) Pagamenti on-line bollette elettricità Comunicazioni con il maggior fornitore di energia elettrica. 2,5 milioni, corrispondenti a clienti costretti a sostituire le loro carte di credito anticipatamente (a spese della banca) - Su files perdita di riservatezza, e files con perdite da prelievi fraudolenti. Complessivamente 13 milioni (stima) Assente per assenza di copertura informatica 23

24 Esempi di eventi dannosi subiti dalle aziende esempio 2 (fonte : ACE) DOLO DIPENDENTE - Tipo di azienda : Tipologia di danno: Area colpita : Parte a rischio : Causa : Danno : Meccanismo : Azienda privata Dolo di dipendente (programmatore) Sistema contabile e banche dati Integrità sistema Modifica sw contabile 4,1 milioni (in 3 anni) Il programmatore si accorge di un bug nel sw di gestione contabile, ne approfitta compilando una modifica nei sorgenti he trasferiscono frazioni di fondi in un conto bancario estero. 24

25 Esempi di eventi dannosi subiti dalle aziende esempio 3 (fonte : ACE) FRODE - Tipologia di azienda : Azienda che gestisce un servizio di geolocalizzazione su telefono cellulare. Tipologia di danno : Utilizzo fraudolento della funzione : «invia il contenuto con SMS «Area colpita : Parte dei sistemi di gestione necessari a gestire il servizio SMS Effetti : Malware sul sito Internet chiede in automatico l invio di SMS. Danno diretto : Costo di indagine e disinfestazione Danno indiretto : Fatturazione del costo di SMS + perdite di fatturato pari a 1/10 dell intero fatturato annuo. Brand Defence : Spese per campagna di marketing defence 25

26 Esempi di eventi dannosi subiti dalle aziende esempio 4 (fonte : ACE) FRODE da INFEDELTA - Tipologia di azienda : Tipologia di danno : Area colpita : Causa : Effetti : Grande distribuzione (calzature). Pagamenti su conto sconosciuto Contabilità interna. Dipendente contabilità infedele. Perdite contabili durante 5 anni. Danno diretto : Costo di indagine false fatturazioni di , Indennizzo: Recupero : Assenza di copertura assicurativa. Nessuno dipendente dedito al gioco d azzardo. 26

27 Esempi di eventi dannosi subiti dalle aziende esempio 5 (fonte : ACE) FRODE - Tipo di azienda : Tipologia di danno: Area colpita : Funzione : File a rischio : Danno subito : Operatore di servizi web Intrusione informatica con frode Attribuzione costi telefonici Deviazione costi da telefonino a telefono fisso Su 80 files (numeri telefonici) Sinistro : Complessivamente Indennizzo : Meccanismo : Brand defence : Complessivamente (massimale assicurato) perdita secca pari a 1,4 milioni La possibilità di deviazione di costi telefonici tra carrier di telefonia mobile e una falla nella security dell operatore ha consentito una operazione di cybercrime con frode sull attribuzione dei i costi telefonici a clienti inconsapevoli. Gli 80 clienti non sono stati avvisati, il conto è stato pagato dall operatore di servizi web. 27

28 Grazie per la vostra attenzione 28

Linux e la sicurezza Computer crimes e tutela della privacy

Linux e la sicurezza Computer crimes e tutela della privacy 1 Linux e la sicurezza LL.M. Master of Laws Dottore di ricerca g.gallus@tiscali.it Principali computer crimes secondo il codice penale (introdotti dalla L. 547/1993) Accesso abusivo a un sistema informatico

Dettagli

Introduzione a Internet e cenni di sicurezza. Dott. Paolo Righetto 1

Introduzione a Internet e cenni di sicurezza. Dott. Paolo Righetto 1 Introduzione a Internet e cenni di sicurezza Dott. Paolo Righetto 1 Introduzione a Internet e cenni di sicurezza Quadro generale: Internet Services Provider (ISP) Server WEB World Wide Web Rete ad alta

Dettagli

Colloquio di informatica (5 crediti)

Colloquio di informatica (5 crediti) Università degli studi della Tuscia Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche Corso di laurea in Scienze Ambientali A.A. 2013-2014 - II semestre Colloquio di informatica (5 crediti) Prof. Pier Giorgio

Dettagli

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 Modificazioni ed integrazioni delle norme del codice penale e del codice di procedura penale in tema di criminalità informatica. La Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Sommario 1.Le fattispecie dei Reati Presupposto (Art. 24 bis del D. Lgs. 231/01)... 3 2.Processi Sensibili... 5 3.Regole generali...

Dettagli

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III LIBRO SECONDO Dei delitti in particolare TITOLO III Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III Della tutela arbitraria delle private ragioni Articolo 392 Esercizio arbitrario delle proprie

Dettagli

Parte speciale Reati informatici

Parte speciale Reati informatici Parte speciale Reati informatici Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs 231/2001 L Amministratore delegato APPROVAZIONE Il Presidente del CdA STATO DEL DOCUMENTO Redazione Revisione Modifica

Dettagli

La sicurezza informatica. Luca Filippi Luca.Filippi@seclab.it

La sicurezza informatica. Luca Filippi Luca.Filippi@seclab.it La sicurezza informatica Luca Filippi Luca.Filippi@seclab.it Che cos è SecLab 04/04/2015 http://www.seclab.it 2 Che cos è la sicurezza informatica Le informazioni vanno protette contro chi vuole appropriarsene

Dettagli

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Parte Speciale Sezione Delitti informatici e trattamento illecito di dati ELENCO DELLE REVISIONI REV. DATA NATURA DELLE MODIFICHE

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Sicurezza, protezione, aspetti legali

CORSO EDA Informatica di base. Sicurezza, protezione, aspetti legali CORSO EDA Informatica di base Sicurezza, protezione, aspetti legali Rischi informatici Le principali fonti di rischio di perdita/danneggiamento dati informatici sono: - rischi legati all ambiente: rappresentano

Dettagli

Sicurezza in rete. Virus-antivirus Attacchi dalla rete-firewall spyware-antispy spam-antispam

Sicurezza in rete. Virus-antivirus Attacchi dalla rete-firewall spyware-antispy spam-antispam Sicurezza in rete Virus-antivirus Attacchi dalla rete-firewall spyware-antispy spam-antispam Virus Informatici Un virus informatico è simile ad un virus biologico: si tratta di un piccolo programma, che

Dettagli

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli Commissione Telecomunicazioni

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli Commissione Telecomunicazioni EDILMED 2010 Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli Commissione Telecomunicazioni SICUREZZA INFORMATICA DEGLI STUDI PROFESSIONALI G. Annunziata, G.Manco Napoli 28 Maggio 2010 EDILMED/ 2010 1

Dettagli

La sicurezza: le minacce ai dati

La sicurezza: le minacce ai dati I.S.I.S.S. Sartor CASTELFRANCO V.TO Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione La sicurezza: le minacce ai dati Prof. Mattia Amadori Anno Scolastico 2015/2016 Le minacce ai dati (1) Una minaccia

Dettagli

Sicurezza delle reti e dei sistemi informativi:: accenni

Sicurezza delle reti e dei sistemi informativi:: accenni Operatore Informatico Giuridico Informatica Giuridica di Base A.A 2003/2004 I Semestre Sicurezza delle reti e dei sistemi informativi:: accenni prof. Monica Palmirani Definizione del problema Problema

Dettagli

LA SICUREZZA INFORMATICA SU INTERNET NOZIONI DI BASE SU INTERNET

LA SICUREZZA INFORMATICA SU INTERNET NOZIONI DI BASE SU INTERNET NOZIONI DI BASE SU INTERNET Internet Services Provider (ISP) Server WEB World Wide Web Rete ad alta velocità (fibra ottica). Dott. Paolo Righetto 1 NOZIONI DI BASE SU INTERNET Ogni computer connesso su

Dettagli

e quindi di navigare in rete. line può essere limitato a due persone o coinvolgere un ampio numero

e quindi di navigare in rete. line può essere limitato a due persone o coinvolgere un ampio numero Glossario Account (profilo o identità) insieme dei dati personali e dei contenuti caricati su un sito Internet o su un social network. Anti-spyware programma realizzato per prevenire e rilevare i programmi

Dettagli

Sicurezza. informatica. Peschiera Digitale 2102-2013 Sicurezza

Sicurezza. informatica. Peschiera Digitale 2102-2013 Sicurezza Sicurezza informatica Peschiera Digitale 2102-2013 Sicurezza Overview 1. Nozioni generali 2. Virus e anti-virus 3. Spam e anti-spam 4. Phishing 5. Social engineering 6. Consigli Peschiera Digitale 2102-2013

Dettagli

LE CERTIFICAZIONI ECDL 12 GIUGNO 2014. Lucchetti Silvia

LE CERTIFICAZIONI ECDL 12 GIUGNO 2014. Lucchetti Silvia LE CERTIFICAZIONI ECDL 12 GIUGNO 2014 IL D.M. N. 308 DEL 22.05.2014 TABELLA A-B GRADUATORIA ASPIRANTI DOCENTI II-III FASCIA RICONOSCE UN MASSIMO DI 4 PUNTI PER LE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE. SI PRECISA

Dettagli

ACAM Ambiente S.p.A.

ACAM Ambiente S.p.A. ACAM Ambiente S.p.A. Modello di organizzazione e controllo ex D.Lgs. 231/2001 Delitti informatici e trattamento illecito dei dati Approvato con determinazione A.U. del 23.12.2014 1/11 Sommario 1. Ambito

Dettagli

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012 . PROT. 8 Pag 1/7 PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI E DEL TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI, PER LA PREVENZIONE DEI DELITTI IN MATERIA DI VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE E DEI DELITTI CONTRO

Dettagli

i) Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell Associazione Forte di Bard

i) Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell Associazione Forte di Bard Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/01. PARTE SPECIALE D : I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI. La presente Parte Speciale, dedicata alla prevenzione dei reati

Dettagli

Sicurezza e Rischi. Mi è arrivata una mail con oggetto: ATTENZIONE!!! chiusura sistematica del tuo conto VIRGILIO. Come proteggersi dallo Spam

Sicurezza e Rischi. Mi è arrivata una mail con oggetto: ATTENZIONE!!! chiusura sistematica del tuo conto VIRGILIO. Come proteggersi dallo Spam Sicurezza e Rischi Mi è arrivata una mail con oggetto: ATTENZIONE!!! chiusura sistematica del tuo conto VIRGILIO Come proteggersi dallo Spam Come proteggersi da virus, trojan e malware Ci sono limitazioni

Dettagli

Questo grafico mostra com è aumentato il numero di record per i programmi malevoli per SO Android nel database dei virus Dr.Web

Questo grafico mostra com è aumentato il numero di record per i programmi malevoli per SO Android nel database dei virus Dr.Web 1 Ruberia mobile Android è il sistema operativo per smartphone e tablet più popolare ed è il secondo più preferito dopo Windows dal punto di vista degli autori dei virus. I primi programmi malevoli per

Dettagli

MODULO 01. Come è fatto un computer

MODULO 01. Come è fatto un computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 05 Il computer nella vita di ogni giorno In questa lezione impareremo: come viene usato il computer negli ambiti lavorativi a conoscere il significato

Dettagli

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI

- PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI - PARTE SPECIALE B- DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI B.1. I reati di cui all art. 24 bis del D. Lgs. n. 231/2001 La legge 18 marzo 2008, n. 48, recante Ratifica ed esecuzione della Convenzione

Dettagli

Modulo 7 - ECDL Reti informatiche

Modulo 7 - ECDL Reti informatiche 1 Modulo 7 - ECDL Reti informatiche Elaborazione in Power Point del Prof. Fortino Luigi 2 Internet Un insieme di molteplici reti di elaboratori collegate tra loro che, con l ausilio di particolari protocolli

Dettagli

Navigazione Consapevole. Conoscere il lato oscuro di Internet

Navigazione Consapevole. Conoscere il lato oscuro di Internet Navigazione Consapevole Conoscere il lato oscuro di Internet Intro Browsing e ricerche Privacy e sicurezza (password sicure / chiavi elettroniche) Usare la posta elettronica Difendersi dalle minacce online

Dettagli

REATI INFORMATICI, CODICE PENALE e REGOLAMENTAZIONE COMUNITARIA

REATI INFORMATICI, CODICE PENALE e REGOLAMENTAZIONE COMUNITARIA REATI INFORMATICI, CODICE PENALE e REGOLAMENTAZIONE COMUNITARIA Sviluppo dell'informatica e società net-centrica Reati informatici (computer crimes, CCr) Le attività illecite si trasferiscono sulla rete

Dettagli

Reati informatici. Elementi generali. Sentenza. Violenza sulle cose. Normativa di riferimento. Accesso abusivo a un sistema informatico 1/3

Reati informatici. Elementi generali. Sentenza. Violenza sulle cose. Normativa di riferimento. Accesso abusivo a un sistema informatico 1/3 Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Elementi generali Reato = illecito penale Può essere punito con pene pecuniarie (es. multa) e/o detentive (es. reclusione). Reati informatici

Dettagli

"Contrasto delle frodi telematiche. Ruolo e competenze della polizia giudiziaria" T. Colonnello GdF Mario Leone Piccinni

Contrasto delle frodi telematiche. Ruolo e competenze della polizia giudiziaria T. Colonnello GdF Mario Leone Piccinni "Contrasto delle frodi telematiche. Ruolo e competenze della polizia giudiziaria" T. Colonnello GdF Mario Leone Piccinni la protezione del sistema informatico quale nodo nevralgico dell organizzazione

Dettagli

Sicurezza: credenziali, protocolli sicuri, virus, backup

Sicurezza: credenziali, protocolli sicuri, virus, backup Sicurezza: credenziali, protocolli sicuri, virus, backup La sicurezza informatica Il tema della sicurezza informatica riguarda tutte le componenti del sistema informatico: l hardware, il software, i dati,

Dettagli

Sicurezza dei Sistemi Informatici Introduzione

Sicurezza dei Sistemi Informatici Introduzione Sicurezza dei Sistemi Informatici Introduzione Contenuti Minacce: Da cosa deve essere protetto un sistema informatico? Danni: Quali sono i danni per l azienda? Risorse: Cosa proteggere? Hackers e Crackers:

Dettagli

Polizia di Stato Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto

Polizia di Stato Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto CYBER RISK: RISCHI E TUTELA PER LE IMPRESE Confindustria Vicenza 26/02/2015 Polizia di Stato Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto Suddivisione territoriale Compartimenti e Sezioni

Dettagli

Proteggi gli account personali

Proteggi gli account personali con la collaborazione di Proteggi gli account personali Pensi che il PHISHING sia solo un tipo di pesca? Pensi che i COOKIE siano solo biscotti? Pensi che un VIRUS sia solo un raffreddore? Proteggi gli

Dettagli

Convegno Nazionale di Information Systems Auditing

Convegno Nazionale di Information Systems Auditing Convegno Nazionale di Information Systems Auditing Strategie di difesa dalle frodi: IT Governance e metodologie Verona, 25 Maggio 2006 Massimo Chiusi UniCredit S.p.A. Divisione Global Banking Services

Dettagli

Oracle Italia S.r.l. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX DECRETO LEGISLATIVO 8 GIUGNO 2001, N. 231

Oracle Italia S.r.l. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX DECRETO LEGISLATIVO 8 GIUGNO 2001, N. 231 Oracle Italia S.r.l. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX DECRETO LEGISLATIVO 8 GIUGNO 2001, N. 231 Pag. 234 di 13 27/05/2010 PARTE SPECIALE E : REATI DI CRIMINALITÀ INFORMATICA La presente

Dettagli

Allegato 1. Le tecniche di frode on-line

Allegato 1. Le tecniche di frode on-line Allegato 1 Le tecniche di frode on-line Versione : 1.0 13 aprile 2011 Per una migliore comprensione delle tematiche affrontate nella circolare, riportiamo in questo allegato un compendio dei termini essenziali

Dettagli

Navigare in sicurezza

Navigare in sicurezza Navigare in sicurezza Recentemente sono state inviate email apparentemente di BNL (negli esempi riportati compare come mittente "BNL Banca"), che invitano a fornire le credenziali di accesso all'area clienti

Dettagli

Sicurezza dei Sistemi Informativi. Alice Pavarani

Sicurezza dei Sistemi Informativi. Alice Pavarani Sicurezza dei Sistemi Informativi Alice Pavarani Le informazioni: la risorsa più importante La gestione delle informazioni svolge un ruolo determinante per la sopravvivenza delle organizzazioni Le informazioni

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME PER ATTACCHI INFORMATICI (Pos. 2603/3015)

CENTRALE DI ALLARME PER ATTACCHI INFORMATICI (Pos. 2603/3015) serie Tecnica n. Codice Attività: TS 3015 CENTRALE DI ALLARME PER ATTACCHI INFORMATICI (Pos. 2603/3015) Scheda di segnalazione sul Phishing Si fa riferimento alla lettera circolare ABI TS/004496 del 12/09/03

Dettagli

2 Dipendenza da Internet 6 2.1 Tipi di dipendenza... 6 2.2 Fasi di approccio al Web... 6 2.3 Fine del corso... 7

2 Dipendenza da Internet 6 2.1 Tipi di dipendenza... 6 2.2 Fasi di approccio al Web... 6 2.3 Fine del corso... 7 Sommario Indice 1 Sicurezza informatica 1 1.1 Cause di perdite di dati....................... 1 1.2 Protezione dei dati.......................... 2 1.3 Tipi di sicurezza........................... 3 1.4

Dettagli

Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008

Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it Elementi generali Reato = illecito penale Può essere punito con pene pecuniarie (es. multa)

Dettagli

LA SICUREZZA INFORMATICA SU INTERNET LE MINACCE

LA SICUREZZA INFORMATICA SU INTERNET LE MINACCE LE MINACCE I rischi della rete (virus, spyware, adware, keylogger, rootkit, phishing, spam) Gli attacchi per mezzo di software non aggiornato La tracciabilità dell indirizzo IP pubblico. 1 LE MINACCE I

Dettagli

I reati informatici. Note preliminari. Tipi di reati informatici. Norme penali e informatica. Violenza sulle cose. Legge sulla criminalità informatica

I reati informatici. Note preliminari. Tipi di reati informatici. Norme penali e informatica. Violenza sulle cose. Legge sulla criminalità informatica Note preliminari I reati informatici Corso Nuove tecnologie e diritto Lezione 7-8 giugno 2004 Claudia Cevenini Reato = illecito penale. Diritto penale = prevede la pena come conseguenza della violazione

Dettagli

Tipologie e metodi di attacco

Tipologie e metodi di attacco Tipologie e metodi di attacco Tipologie di attacco Acquisizione di informazioni L obiettivo è quello di acquisire informazioni, attraverso l intercettazione di comunicazioni riservate o ottenendole in

Dettagli

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI Consigli per la protezione dei dati personali Ver.1.0, 21 aprile 2015 2 Pagina lasciata intenzionalmente bianca I rischi per la sicurezza e la privacy

Dettagli

Dieci regole per la sicurezza 1. Tenere separati il sistema operativo ed i programmi rispetto ai dati (documenti, foto, filmati, musica ): installare

Dieci regole per la sicurezza 1. Tenere separati il sistema operativo ed i programmi rispetto ai dati (documenti, foto, filmati, musica ): installare Dieci regole per la sicurezza 1. Tenere separati il sistema operativo ed i programmi rispetto ai dati (documenti, foto, filmati, musica ): installare Windows 7 e i software applicativi sul disco fisso

Dettagli

GLI ILLECITI COMMESSI ATTRAVERSO IL WEB FINALIZZATI AL FURTO D IDENTITA

GLI ILLECITI COMMESSI ATTRAVERSO IL WEB FINALIZZATI AL FURTO D IDENTITA GLI ILLECITI COMMESSI ATTRAVERSO IL WEB FINALIZZATI AL FURTO D IDENTITA Torino, 10 dicembre 2013 LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI 20 COMPARTIMENTI 80 SEZIONI 2000 OPERATORI Contrasto Reati Informatici

Dettagli

Difenditi dai Malware

Difenditi dai Malware con la collaborazione di Difenditi dai Malware Pensi che il PHISHING sia solo un tipo di pesca? Pensi che i COOKIE siano solo biscotti? Pensi che un VIRUS sia solo un raffreddore? Difenditi dai Malware

Dettagli

CORSO RETI I FORMATICHE E POSTA ELETTRO ICA

CORSO RETI I FORMATICHE E POSTA ELETTRO ICA CORSO RETI I FORMATICHE E POSTA ELETTRO ICA Programma basato su quello necessario per superare il corrispondente esame per la patente europea (modulo 7) Internet Concetti e termini Capire cosa è Internet

Dettagli

I REATI INFORMATICI NELL ORDINAMENTO ITALIANO. Danilo Vizzarro info@danilovizzarro.it

I REATI INFORMATICI NELL ORDINAMENTO ITALIANO. Danilo Vizzarro info@danilovizzarro.it I REATI INFORMATICI NELL ORDINAMENTO ITALIANO Danilo Vizzarro info@danilovizzarro.it 15 Novembre 2006 INDICE 1 Indice 1 Il Computer Crime 2 1.1 Il Panorama Europeo....................... 2 1.2 Il Panorama

Dettagli

POLIZIA DI STATO SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI FRODI ATTRAVERSO DIALER

POLIZIA DI STATO SERVIZIO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI FRODI ATTRAVERSO DIALER FRODI ATTRAVERSO DIALER 1 DIALER programmi che, una volta installati sul computer, fanno comporre al modem un numero telefonico generando una connessione remota. 2 DIALER E SERVIZI A SOVRAPREZZO 3 2003

Dettagli

Ministero dell Interno Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Lombardia MILANO

Ministero dell Interno Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Lombardia MILANO Ministero dell Interno Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Lombardia MILANO phishing and identity-related frauds Milano, 26 novembre 2008 Tutela dell informazione e crimini informatici

Dettagli

I reati informatici (appunti) Maggio 2010

I reati informatici (appunti) Maggio 2010 Massimo Farina I reati informatici (appunti) Maggio 2010 Diritti d autore: la presente opera è realizzata esclusivamente per finalità didattiche nell ambito degli insegnamenti di Informatica Giuridica

Dettagli

Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti

Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti Approvato con deliberazione commissariale n 38 del 11/04/2011

Dettagli

Malware Definizione e funzione

Malware Definizione e funzione Malware Definizione e funzione Cos è un Malware Il termine Malware è l'abbreviazione di "malicious software", software dannoso. Malware è un qualsiasi tipo di software indesiderato che viene installato

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0 Pagina I EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE SYLLABUS VERSIONE 5.0 Modulo 7 Navigazione web e comunicazione Il seguente Syllabus è relativo 7, Navigazione web e comunicazione, e fornisce i fondamenti per

Dettagli

M ODULO 7 - SYLLABUS 1.0. IT Security. Corso NUOVA ECDL 2015 prof. A. Costa

M ODULO 7 - SYLLABUS 1.0. IT Security. Corso NUOVA ECDL 2015 prof. A. Costa M ODULO 7 - SYLLABUS 1.0 IT Security Corso NUOVA ECDL 2015 prof. A. Costa Minacce ai dati 1 Concetti di sicurezza Differenze fra dati e informazioni Il termine crimine informatico: intercettazione, interferenza,

Dettagli

2.3 Eventuali prestazioni che esulano dalla gamma dei servizi disponibili sul sito web saranno concordate di volta in volta con il Cliente.

2.3 Eventuali prestazioni che esulano dalla gamma dei servizi disponibili sul sito web saranno concordate di volta in volta con il Cliente. Termini del servizio 1. PREMESSA Puntiamo a fornire ai nostri Clienti un servizio di qualità ad un prezzo contenuto. Al fine di garantire queste condizioni, ed un supporto di qualità, invitiamo gli utenti

Dettagli

CACCIA AL VIRUS! SAPER RICONOSCERE ED ELIMINARE VIRUS. R.Remoli

CACCIA AL VIRUS! SAPER RICONOSCERE ED ELIMINARE VIRUS. R.Remoli - CACCIA AL VIRUS! SAPER RICONOSCERE ED ELIMINARE VIRUS CARATTERISTICHE - TIPI PROTEZIONE R.Remoli Di cosa parleremo Definizioni di virus e malware. Danni che i virus possono provocare. Rimedi che possiamo

Dettagli

CACCIA AL VIRUS! SAPER RICONOSCERE ED ELIMINARE VIRUS CARATTERISTICHE - TIPI PROTEZIONE

CACCIA AL VIRUS! SAPER RICONOSCERE ED ELIMINARE VIRUS CARATTERISTICHE - TIPI PROTEZIONE - CACCIA AL VIRUS! SAPER RICONOSCERE ED ELIMINARE VIRUS CARATTERISTICHE - TIPI PROTEZIONE Di cosa parleremo Definizioni di virus e malware. Danni che i virus possono provocare. Rimedi che possiamo applicare.

Dettagli

test di tipo teorico e pratico relativo a questo modulo.

test di tipo teorico e pratico relativo a questo modulo. 0RGXOR±1DYLJD]LRQHZHEHFRPXQLFD]LRQH Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 7, 1DYLJD]LRQHZHEHFRPXQLFD]LRQH, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico e pratico relativo a questo modulo. 6FRSLGHOPRGXOR

Dettagli

REATI INFORMATICI Accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico

REATI INFORMATICI Accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico REATI INFORMATICI Le reti telematiche non sono spazi virtuali senza regole, sottoposti ad una sorta di extraterritorialità: le norme che ne regolamentano il funzionamento sono, infatti, sempre più numerose.

Dettagli

Fiera di Milano 11,12 e 13 Febbraio 2004. Riccardo Scalici ACE Technical Lines Andrea Marega ACE Financial Lines

Fiera di Milano 11,12 e 13 Febbraio 2004. Riccardo Scalici ACE Technical Lines Andrea Marega ACE Financial Lines Fiera di Milano 11,12 e 13 Febbraio 2004 Riccardo Scalici ACE Technical Lines Andrea Marega ACE Financial Lines 1 AGENDA 1. DATA FLOW, la copertura per i Rischi informatici 2. Le coperture RC per gli operatori

Dettagli

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8. La sicurezza

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8. La sicurezza Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8 La sicurezza Prof. Valle D.ssa Folgieri Lez 10 del 23 11.07 Informatica e sicurezza 1 La sicurezza Connessione ad Internet diventata essenziale

Dettagli

POLO Consulting INFORMATION SYSTEMS ENGINEERING PRIVACY CORPORATE CONSULTANTS

POLO Consulting INFORMATION SYSTEMS ENGINEERING PRIVACY CORPORATE CONSULTANTS IL CODICE PENALE E LA PRIVACY Questa è una raccolta, non esaustiva, degli articoli del Codice Penale inerenti la privacy e la frode informatica, aggiornata con le modifiche introdotte dalla Legge 48 del

Dettagli

FAMIGLIA DI REATI REATI INFORMATICI NORMATIVA CHE LI HA INTRODOTTI

FAMIGLIA DI REATI REATI INFORMATICI NORMATIVA CHE LI HA INTRODOTTI FAMIGLIA DI REATI REATI INFORMATICI NORMATIVA CHE LI HA INTRODOTTI Il D.Lgs. 231/01 ha recepito con la Legge n. 48, art.7, del 18 marzo 2008, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 80 del 4 aprile 2008,

Dettagli

PRIVACY ED INTERENT. Dr. Antonio Piva antonio@piva.mobi

PRIVACY ED INTERENT. Dr. Antonio Piva antonio@piva.mobi PRIVACY ED INTERENT Dr. Antonio Piva antonio@piva.mobi 2014 1 ART. 13 - L informativa all interessato L informativa deve contenere: - Finalità e modalità del trattamento; - Natura obbligatoria o meno;

Dettagli

GUIDA BASE ALLA NAVIGAZIONE SICURA

GUIDA BASE ALLA NAVIGAZIONE SICURA PRECAUZIONI INTERNET GUIDA BASE ALLA NAVIGAZIONE SICURA INTRODUZIONE Prevenire è meglio che curare Spesso si parla di programmi che facciano da protezione antivirus, o che eseguano scansioni antimalware

Dettagli

Sicurezza Informatica e Digital Forensics

Sicurezza Informatica e Digital Forensics Sicurezza Informatica e Digital Forensics ROSSANO ROGANI CTU del Tribunale di Macerata ICT Security e Digital Forensics Mobile + 39 333 1454144 E-Mail info@digital-evidence.it INTERNET E LA POSSIBILITÀ

Dettagli

Modulo 7 Navigazione web e comunicazione

Modulo 7 Navigazione web e comunicazione Modulo 7 Navigazione web e comunicazione Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 7, Navigazione web e comunicazione, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico e pratico relativo a questo modulo.

Dettagli

NORMATIVA SULLA PRIVACY

NORMATIVA SULLA PRIVACY NORMATIVA SULLA PRIVACY Il presente codice si applica a tutti i siti internet della società YOUR SECRET GARDEN che abbiano un indirizzo URL. Il documento deve intendersi come espressione dei criteri e

Dettagli

Modulo 12 Sicurezza informatica

Modulo 12 Sicurezza informatica Modulo 12 Sicurezza informatica Il presente modulo definisce i concetti e le competenze fondamentali per comprendere l uso sicuro dell ICT nelle attività quotidiane e per utilizzare tecniche e applicazioni

Dettagli

WEB SECURITY E E-COMMERCE

WEB SECURITY E E-COMMERCE WEB SECURITY E E-COMMERCE Desenzano D/G 25 gennaio 2013 1 Alcuni dati EUROSTAT Data from August 2012 Enterprise turnover from e-commerce, 2010 2 EUROSTAT Data from August 2012 Enterprises selling online,

Dettagli

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela

Attacchi informatici: gli strumenti di tutela SOMMARIO Ipotesi di attacco informatico La procedibilità su querela o d ufficio La querela: contenuto e modalità di presentazione Cosa è la denuncia Brevi cenni sull esposto Le ipotesi di attacco informatico

Dettagli

Furto d identità. Prof. Marco Mezzalama. Politecnico di Torino

Furto d identità. Prof. Marco Mezzalama. Politecnico di Torino Furto d identità Prof. Marco Mezzalama Politecnico di Torino Furto d identità Ogni secondo nel mondo si realizzano circa 200 furti d identità attraverso diverse modalità. Le modalità informatiche e telematiche

Dettagli

SICUREZZA INFORMATICA MINACCE

SICUREZZA INFORMATICA MINACCE SICUREZZA INFORMATICA MINACCE Come evitare gli attacchi di phishing e Social Engineering Ver.1.0, 19 febbraio 2015 2 Pagina lasciata intenzionalmente bianca 1. CHE COSA È UN ATTACCO DI SOCIAL ENGINEERING?

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE E DIRITTI Centro Il Sole. Grosseto, 17 giugno 2011

NUOVE TECNOLOGIE E DIRITTI Centro Il Sole. Grosseto, 17 giugno 2011 NUOVE TECNOLOGIE E DIRITTI Centro Il Sole Grosseto, 17 giugno 2011 Nuove Tecnologie e processo penale: Il dialogo processuale, la ricerca e la circolazione probatoria, il dibattimento stanno mutando. Sono

Dettagli

Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project

Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project Matteo Colombo Esperto in materia di Privacy e D.Lgs. 231/2001, Amministratore Delegato di Labor Project IL MANUALE È AD USO ESCLUSIVO DEI CORSISTI: NE È VIETATA LA RIPRODUZIONE 1 Il D.Lgs. 231/01 Il D.Lgs.

Dettagli

Minacce Informatiche. Paolo

Minacce Informatiche. Paolo Minacce Informatiche Paolo Programma Virus, Trojan, spayware, malware ecc... Informazioni generali su Internet Ricerche, siti web, email, chatline, p2p, YouTube, Telefonini, InstantMessaging Che cos è

Dettagli

Il Centro sicurezza PC di Windows Vista Introduzione alla sicurezza

Il Centro sicurezza PC di Windows Vista Introduzione alla sicurezza Il Centro sicurezza PC di Windows Vista Introduzione alla sicurezza Usa gli strumenti per la vita digitale Negli ultimi anni l aspetto della sicurezza è diventato sempre più importante, la maggior parte

Dettagli

Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA. EMAK s.p.a.

Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA. EMAK s.p.a. Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA EMAK s.p.a. con delibera del Consiglio di Amministrazione del 31Gennaio 2014 Parte Speciale H 1. I reati

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ai sensi del Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 PARTE SPECIALE H DELITTI INFORMATICI E TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001. CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE B REATI INFORMATICI

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001. CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE B REATI INFORMATICI MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001 DI CONSIP S.P.A. a socio unico ***** PARTE SPECIALE B REATI INFORMATICI 1 IL RISCHIO SPECIFICO DEI DELITTI INFORMATICI (ART.

Dettagli

L impatto del Decreto Legislativo 231/01 sui sistemi informativi. Michele Crudele www.crudele.it 2011-04

L impatto del Decreto Legislativo 231/01 sui sistemi informativi. Michele Crudele www.crudele.it 2011-04 CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN INFORMATION SECURITY MANAGEMENT 8ª EDIZIONE, ROMA FEBBRAIO 2011- SETTEMBRE 2011 ICT Risk Management Aspetti legali L impatto del Decreto Legislativo 231/01 sui sistemi informativi

Dettagli

Manuale sulle Azioni di contrasto e prevenzione delle frodi nei confronti della Clientela Corporate che utilizza i servizi di Internet Banking.

Manuale sulle Azioni di contrasto e prevenzione delle frodi nei confronti della Clientela Corporate che utilizza i servizi di Internet Banking. Manuale sulle Azioni di contrasto e prevenzione delle frodi nei confronti della Clientela Corporate che utilizza i servizi di Internet Banking. Il presente manuale è stato redatto per fornire alle Aziende

Dettagli

Symantec Insight e SONAR

Symantec Insight e SONAR Teniamo traccia di oltre 3, miliardi di file eseguibili Raccogliamo intelligence da oltre 20 milioni di computer Garantiamo scansioni del 70% più veloci Cosa sono Symantec Insight e SONAR Symantec Insight

Dettagli

Pagamenti elettronici

Pagamenti elettronici Pagamenti elettronici Guida alla sicurezza Obiettivo di questa guida è informarti sugli strumenti che la Cassa Rurale BCC di Treviglio ti mette a disposizione per gestire con ancor più sicurezza le operazioni

Dettagli

Privacy policy. Obiettivo dell avviso

Privacy policy. Obiettivo dell avviso Privacy policy Obiettivo dell avviso La presente Privacy Policy ha lo scopo di descrivere le modalità di gestione del Sito web: http://www.reteivo.eu (di seguito anche il Sito ), in riferimento al trattamento

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO

TERMINI E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO TERMINI E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO Regole per l accesso e l utilizzo delle gare telematiche Allegato 2 A. Accettazione dei Termini e Condizioni L accettazione puntuale dei termini, delle

Dettagli

Domande e risposte su Avira ProActiv Community

Domande e risposte su Avira ProActiv Community Domande e risposte su Avira ProActiv Community Avira AntiVir versione 10 sfrutta un innovativa tecnologia protettiva cloud-based, denominata ProActiv, che identifica e blocca i nuovi virus non appena questi

Dettagli

FURTO DI IDENTITÀ IN RETE

FURTO DI IDENTITÀ IN RETE FURTO DI IDENTITÀ IN RETE A cura dell Avv. Roberto Donzelli - Assoutenti I servizi di social network, diventati molto popolari negli ultimi anni, costituiscono reti sociali online, una sorta di piazze

Dettagli

Cenni preliminari sugli account amministratore e account limitato.

Cenni preliminari sugli account amministratore e account limitato. Enrica Biscaro Tiziana Gianoglio TESINA DI INFORMATICA Cenni preliminari sugli account amministratore e account limitato. Per un funzionale utilizzo del nostro computer è preferibile usare la funzione

Dettagli

Introduzione alla. Sicurezza: difesa dai malintenzionati. Proprietà Attacchi Contromisure. Prof. Filippo Lanubile. Prof.

Introduzione alla. Sicurezza: difesa dai malintenzionati. Proprietà Attacchi Contromisure. Prof. Filippo Lanubile. Prof. Introduzione alla sicurezza di rete Proprietà Attacchi Contromisure Sicurezza: difesa dai malintenzionati Scenario tipico della sicurezza di rete: man in the middle Proprietà fondamentali della sicurezza

Dettagli

REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATO 2 REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1) CORRUZIONE La corruzione consiste in un accordo tra un privato ed un pubblico ufficiale o un incaricato di pubblico servizio mediante il

Dettagli

Le informazioni contenute nel sito sono prodotte da WEB-X, se non diversamente indicato.

Le informazioni contenute nel sito sono prodotte da WEB-X, se non diversamente indicato. Disclaimer L accesso, la consultazione e l utilizzo delle pagine del presente sito web di WEB-X comportano l accettazione, da parte dell utente (di seguito l Utente ), del contenuto del presente Disclaimer.

Dettagli

Termini e condizioni d utilizzo

Termini e condizioni d utilizzo Termini e condizioni d utilizzo Condizioni di utilizzo dei servizi del sito www.bioops.it 1. Regole Generali e definizioni Utilizzando i servizi informativi connessi al sito www.bioops.it (qui di seguito

Dettagli

Appendice:: Spunti sulla sicurezza e Internet Materiale fuori programma dedicato rigorosamente solo ai curiosi. prof.

Appendice:: Spunti sulla sicurezza e Internet Materiale fuori programma dedicato rigorosamente solo ai curiosi. prof. Operatore Informatico Giuridico Informatica Giuridica di Base A.A 2003/2004 I Semestre Appendice:: Spunti sulla sicurezza e Internet Materiale fuori programma dedicato rigorosamente solo ai curiosi prof.

Dettagli

La sicurezza: la tutela della privacy

La sicurezza: la tutela della privacy I.S.I.S.S. Sartor CASTELFRANCO V.TO Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione La sicurezza: la tutela della privacy Prof. Mattia Amadori Anno Scolastico 2015/2016 La tutela della privacy Con l

Dettagli

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 170 del 07.11.2011 Indice

Dettagli