PIRELLI Società per azioni. Sede in Milano, Viale Sarca n Capitale Sociale Euro ,08

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIRELLI Società per azioni. Sede in Milano, Viale Sarca n. 222. Capitale Sociale Euro 1.042.408.785,08"

Transcript

1 Relazione Trimestrale al 31 Marzo 2001

2 PIRELLI Società per azioni Sede in Milano, Viale Sarca n. 222 Capitale Sociale Euro ,08 Registro delle Imprese di Milano n

3 2 PIRELLI S.p.A. Consiglio di Amministrazione Presidente e Amministratore Delegato Marco Tronchetti Provera Vice Presidente Alberto Pirelli Amministratore Delegato Amministratori Carlo Buora Carlo Ciani Eugenio Coppola di Canzano Carlo De Benedetti Alberto Falck Giovanni Ferrario Giuseppe Gazzoni-Frascara Mario Greco Georg F. Krayer Luigi Orlando Riccardo Perissich Giampiero Pesenti Ennio Presutti Carlo Alessandro Puri Negri Vincenzo Sozzani Frank Vischer Carlo Ciani e Mario Greco nominati amministratori l 8 Maggio Segretario del Consiglio Sergio Lamacchia Collegio Sindacale Presidente Luigi Guatri Sindaci effettivi Rosalba Casiraghi Giorgio Oggioni Sindaci supplenti Mario Brughera Alfredo Malguzzi Direttori Generali Finanza e Amministrazione Carlo Buora Settore Pneumatici Giovanni Ferrario Settore Cavi e Sistemi Energia Oscar Cristianci Settore Cavi e Sistemi Telecomunicazioni Kevin Riddett

4 3 PIRELLI S.p.A. - MILANO Relazione trimestrale consolidata al 31/03/ SOMMARIO - Relazione degli Amministratori pag. 4 Andamento del Gruppo pag. 4 Fatti di rilievo avvenuti nel corso del primo trimestre pag. 4 Il Gruppo pag. 5 Settore Cavi e Sistemi pag. 8 Settore Pneumatici pag. 12 Fatti di rilievo avvenuti dopo la fine del trimestre e prevedibile evoluzione dell attività per l esercizio in corso pag. 16 Operazioni con parti correlate pag Prospetti contabili e commenti pag. 19 Prospetti contabili pag. 20 Commento ai prospetti contabili pag. 21

5 4 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI Andamento del Gruppo Il primo trimestre 2001, pur caratterizzato da una situazione economico-congiunturale che presenta segni di rallentamento, evidenzia un miglioramento di tutte le componenti operative. In particolare il risultato operativo raggiunge Euro 134 milioni rispetto a Euro 97 milioni, con un incremento del 38%. Fatti di rilievo avvenuti nel corso del primo trimestre Pirelli S.p.A. nel corso del trimestre ha ceduto sul mercato n azioni proprie con un incasso netto di Euro 124 milioni, realizzando una plusvalenza, al lordo delle imposte, di Euro 30 milioni. E proseguito, secondo i piani previsti e con l obiettivo di realizzarlo entro la fine dell anno, il progetto già annunciato di scorporare dal settore Cavi e Sistemi le attività Energia e Telecomunicazioni.

6 5 IL GRUPPO Il consolidato di Gruppo al 31/03/2001 si può riassumere come segue: (in milioni di euro) 31/03/ /03/ /12/2000. Vendite Margine operativo lordo % su vendite 11,8% 10,8% 11,0%. Risultato operativo % su vendite 6,9% 5,5% 5,9%. Oneri/proventi finanziari 20 (11) (75) Risultato ante componenti straordinarie ed imposte % su vendite 8,0% 4,9% 4,8%. Oneri/proventi straordinari Risultato prima delle imposte % su vendite 11,3% n.s. n.s.. Oneri fiscali (71) (338) (1.013). Risultato netto % su vendite 7,7% n.s. n.s.. Risultato netto di pertinenza di Pirelli S.p.A Risultato netto di pertinenza per azione (in euro) 0,07 0,47 2,89. Posizione finanziaria netta (attiva)/passiva (3.318) (417) (3.495). Dipendenti n. (a fine periodo) Stabilimenti n Vendite Le vendite al 31 marzo 2001 ammontano ad Euro milioni con un incremento del 9,7% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Tale variazione è dovuta principalmente all aumento dei volumi e del mix (+ 8%) ed alla variazione dei prezzi (+1,5%).

7 6. Margine operativo lordo Il margine operativo lordo al 31/03/2001 è pari a Euro 228 milioni (11,8% delle vendite) in incremento rispetto a Euro 191 milioni (10,8% delle vendite) del corrispondente periodo dell anno precedente. Oltre ai fattori operativi di crescita, al miglioramento ha anche contribuito per Euro 26 milioni l accordo di fornitura con Cisco Systems.. Risultato operativo Il risultato operativo al 31/03/2001 ammonta ad Euro 134 milioni ed è pari al 6,9% delle vendite rispetto a Euro 97 milioni (5,5% delle vendite) del primo trimestre del Gli ammortamenti restano costanti ad Euro 94 milioni.. Oneri e proventi finanziari La voce presenta un saldo positivo di Euro 20 milioni contro un saldo negativo di Euro 11 milioni del corrispondente periodo dell anno precedente. L incremento è dovuto principalmente alla migliore posizione finanziaria netta media.. Risultato prima delle operazioni straordinarie e delle imposte Il risultato prima delle operazioni straordinarie e delle imposte è pari a Euro 154 milioni contro Euro 86 milioni del primo trimestre 2000, con un incremento del 79%.. Oneri e proventi straordinari Comprende essenzialmente la plusvalenza, al lordo delle imposte, per la cessione sul mercato delle azioni proprie di Pirelli S.p.A. (Euro 30 milioni) ed Euro 36 milioni riconosciuti da Cisco Systems nell ambito della cessione dei Sistemi Ottici Terrestri avvenuta lo scorso esercizio. Nel corrispondente periodo dello scorso anno la voce comprendeva essenzialmente la plusvalenza, al lordo degli oneri fiscali, della cessione dei Sistemi Ottici Terrestri, a cui si contrapponevano oneri di ristrutturazione e razionalizzazioni produttive.

8 7. Posizione finanziaria netta La posizione finanziaria netta al 31/03/2001 è attiva per Euro milioni contro Euro milioni al 31/12/2000. La variazione è da imputarsi principalmente a fattori stagionali che hanno portato ad un incremento del capitale circolante.. Personale E pari a unità al 31/03/2001 contro unità del 31/12/2000. La diminuzione di n. 584 unità è il saldo tra n unità entrate e n unità uscite.

9 8 SETTORE CAVI E SISTEMI (in milioni di euro) 31/03/ /03/ /12/2000. Vendite Margine operativo lordo % su vendite 11,2% 9,0% 10,2%. Risultato operativo % su vendite 7,4% 4,9% 6,3%. Oneri/proventi finanziari 14 (6) (14) Risultato ante componenti straordinarie ed imposte % su vendite 8,7% 4,4% 6,0%. Oneri/proventi straordinari Risultato prima delle imposte % su vendite 11,6% n.s. n.s.. Oneri fiscali (47) (317) (668). Risultato netto % su vendite 7,7% n.s. n.s.. Posizione finanziaria netta (attiva)/passiva (1.508) (775) (1.644). Dipendenti n. (a fine periodo) Stabilimenti n Le vendite al 31/03/2001 si attestano a Euro milioni, con un incremento del 14,7% sull anno precedente dovuto all apporto delle attività energia acquisite nel corso del 2000 e non presenti nel primo trimestre dello scorso anno (attività ex BICC e NKF), nonchè ai maggiori volumi di cavi telefonici ottici. Tale variazione è dovuta a: Volumi + 6,8% Prezzi + 3,0% Variazione area di consolidamento + 0,9% Mix e altro + 4,0% ,7% ======

10 9 Il risultato operativo si attesta a Euro 90 milioni, cui ha contribuito per Euro 26 milioni l accordo di fornitura con Cisco Systems, contro Euro 52 milioni del primo trimestre del 2000; il risultato operativo è pari al 7,4% delle vendite (5,3% escludendo gli effetti dell accordo Cisco Systems) e si confronta con il 4,9 % dell anno precedente. La variazione è così sintetizzabile: Euro/milioni Effetto cambio + 1 Prezzi (escluso metalli) + 21 Volumi e mix + 23 Variazione costi unitari - 10 Accordo di fornitura Cisco Systems + 26 Variazione area di consolidamento + 1 Altro ======= Il risultato prima delle operazioni straordinarie e delle imposte è pari a Euro 104 milioni contro Euro 46 milioni del primo trimestre La voce oneri/proventi straordinari presenta un saldo netto positivo pari a Euro 36 milioni dovuto essenzialmente a proventi riconosciuti da Cisco Systems sulla cessione dei Sistemi Ottici Terrestri avvenuta lo scorso anno. Il primo trimestre 2000 presentava proventi straordinari per Euro milioni comprendendo la plusvalenza, al lordo degli oneri fiscali, della cessione dei Sistemi Ottici Terrestri a Cisco Systems, nonchè oneri di ristrutturazione. Il risultato netto al 31/03/2001 è pari a Euro 93 milioni, dopo aver scontato imposte per Euro 47 milioni.

11 10 La posizione finanziaria netta è attiva per Euro milioni contro Euro milioni al 31/12/2000. La variazione è dovuta ai fabbisogni gestionali del periodo. Alla data del 31/03/2001 i dipendenti ammontano a n unità, con una riduzione di n. 622 unità rispetto a n unità al 31/12/2000. L integrazione delle attività acquisite da BICCGeneral nel terzo trimestre 2000 è avvenuta nei tempi previsti, secondo quanto pianificato. Come già annunciato, nel corso del trimestre è stata avviata la separazione societaria delle attività Energia e Telecomunicazioni, la cui conclusione è prevista entro l anno. (in milioni di euro) Settore Energia Settore Telecomunicazioni 31/03/ /03/ /12/ /03/ /03/ /12/2000 Vendite Risultato operativo % su vendite 1,5% 3,0% 1,8% 13,8% 9,4% 11,2% Di seguito vengono forniti, a titolo informativo, alcuni dati significativi ed un breve commento per quanto riguarda i due settori Energia e Telecomunicazioni. Energia Il settore Energia presenta un fatturato in crescita rispetto al primo trimestre dell anno precedente (+13%) per l effetto dell aumento dei volumi dovuto all acquisizione delle attività ex BICC e NKF. L andamento positivo dei business Mercato Generale, High Voltage, Cavi Speciali ed Accessori è parzialmente neutralizzato dall andamento negativo dei business Utilities e Sistemi Sottomarini.

12 11 A livello di area geografica, Europa e Sud America registrano un fatturato in aumento, mentre il Nord America presenta una riduzione dei volumi risentendo della congiuntura economica non favorevole. Il risultato operativo complessivo peggiora per deterioramento del mix, e per la persistenza di alcune inefficienze produttive dovute al processo di ristrutturazione in atto. Quest ultimo prosegue in particolare nel Regno Unito, in Italia (ex unità BICC) ed in Germania. Telecomunicazioni Nel corso del primo trimestre del 2001, le vendite del settore Cavi e Sistemi Telecomunicazioni sono cresciute in maniera significativa (+ 24%) rispetto allo stesso periodo dell anno precedente, in un mercato caratterizzato ancora da una forte tensione della domanda di cavi in fibra ottica in relazione ad una offerta in crescita ma ancora complessivamente insufficiente. Il soddisfacente andamento delle vendite si è registrato in tutte le aree geografiche (Europa, Nord e Sud America, Sud Est Asiatico) in cui Pirelli ha una significativa presenza industriale. In linea con i piani di sviluppo decisi lo scorso anno, sono proseguite le attività di investimento per aumento di capacità produttiva, sia per la produzione della fibra ottica (in Italia e Sud America), sia per la produzione di cavi (in particolare negli Stati Uniti e nel Regno Unito). In conseguenza di quanto sopra illustrato la redditività complessiva del business Telecom è migliorata significativamente. In contrazione invece rispetto all anno precedente il business dei Cavi e Sistemi Sottomarini, in funzione di un mercato in fase riflessiva e del congelamento di molti progetti. Nel corso del trimestre è stata potenziata la struttura dedicata all attivita di ricerca sulle Fibre Ottiche, così come allo sviluppo di nuovi business (Access Network).

13 12 SETTORE PNEUMATICI Andamento generale del Settore Si evidenziano, qui di seguito, i dati principali: (in milioni di euro) 31/03/ /03/ /12/2000. Vendite Margine operativo lordo % su vendite 13,9% 14,4% 12,8%. Risultato operativo % su vendite 7,8% 7,6% 6,3%. Oneri/proventi finanziari (17) (14) (79) Risultato ante componenti straordinarie ed imposte % su vendite 5,5% 5,7% 3,5%. Oneri/proventi straordinari (0) (183) (224) Risultato prima delle imposte 40 (143) (123) % su vendite 5,5% n.s. n.s.. Oneri fiscali (12) (18) (49). Risultato netto 28 (161) (172) % su vendite 3,8% n.s. n.s.. Posizione finanziaria netta (attiva)/passiva Dipendenti n. (a fine periodo) Stabilimenti n Le vendite mostrano un incremento del 3,0% nei confronti del primo trimestre 2000, grazie principalmente al favorevole andamento dei volumi (+3,7%), del mix (+1,2%), ad un leggero calo dell indice dei prezzi (-0,6%) ed all effetto cambi ( 1,3%).

14 13 I volumi Vettura/LT progressivi a marzo chiudono sostanzialmente allineati rispetto al primo trimestre 2000: il ritardo sul canale Ricambi di Turchia e Nord America è compensato dal favorevole andamento delle altre aree geografiche. Particolarmente positivi i volumi Vettura alto di gamma di marca Pirelli che mostrano un incremento del 9% sull anno precedente (in particolare in Europa e Sud America), grazie soprattutto alla buona performance del canale Ricambio. Volumi Truck in miglioramento meglio dell 1% rispetto al 2000, dove il ritardo della Turchia è più che compensato dal positivo andamento delle altre aree geografiche. I maggiori volumi Ricambi compensano la flessione del Primo Equipaggiamento. Positivo l andamento del Moto i cui volumi totali evidenziano un incremento del 18%; in incremento i volumi sia Ricambi, grazie alla buona performance realizzata in Sud America ed Europa, che Primo Equipaggiamento. Il risultato operativo è pari ad Euro 57 milioni contro un primo trimestre 2000 di Euro 54 milioni e con un rapporto sulle vendite che si attesta al 7,8% contro un 7,6% del 2000: il positivo contributo dei volumi e del mix, accompagnati da azioni di efficienza sia sulle componenti variabili che sulle strutture di staff, più che compensano la negativa variante dei prezzi di vendita, l aumento dei prezzi delle materie prime, l incremento dei costi ed il negativo contributo dell effetto cambi.

15 14 Più in dettaglio l aumento di Euro 3 milioni di rispetto all anno precedente è dovuto a: Euro/milioni Prezzi di vendita - 4 Costo unitario materie prime - 18 Variazione costi unitari - 6 Effetto cambi - 3 Volumi e mix + 30 Efficienze ad altro ======= Il saldo oneri/proventi finanziari evidenzia un peggioramento di Euro 3 milioni dovuto principalmente al più alto livello dell indebitamento. Il risultato prima delle operazioni straordinarie e delle imposte è stabile rispetto al primo trimestre 2000 ed è pari a Euro 40 milioni. La voce oneri e proventi straordinari, che non presenta importi nel 2001, si riferiva nel primo trimestre 2000 essenzialmente agli oneri di ristrutturazione e razionalizzazione produttive (Euro 188 milioni). Gli oneri fiscali si attestano a Euro 12 milioni, mostrando una diminuzione rispetto al 2000 di Euro 6 milioni, soprattutto grazie a crediti di imposta dovuti all incasso anticipato di dividendi sulle unità italiane.

16 15 Il risultato netto chiude con un utile di Euro 28 milioni rispetto ad una perdita di Euro 161 milioni del primo trimestre La posizione finanziaria netta registra, rispetto al 31 dicembre 2000, un incremento di Euro 103 milioni da attribuire principalmente a fattori stagionali ed al piano di investimenti attuato. I dipendenti al 31/03/2001 sono pari a n unità, sostanzialmente immutati rispetto al 31/12/2000 (n unità).

17 16 FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA FINE DEL TRIMESTRE E PREVEDIBILE EVOLUZIONE DELL ATTIVITA PER L ESERCIZIO IN CORSO In data 18 aprile Pirelli Cavi e Sistemi S.p.A. ed e.biscom S.p.A. hanno siglato un accordo di cooperazione per lo sviluppo di nuove soluzioni di accesso a Internet con fibra ottica. L accordo prevede che Pirelli Cavi e Sistemi rilevi una quota del 1% del capitale di e.biscom dai Soci partners dell azienda con l esborso di circa Euro 48,7 milioni. Per l esercizio in corso, sulla base dei risultati fin qui ottenuti, prevediamo, seppure in presenza di un quadro economico-finanziario in deterioramento, di raggiungere un risultato, sia a livello operativo che netto (senza tenere conto delle partite straordinarie del passato esercizio) per lo meno in linea rispetto all anno OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Con riferimento alle comunicazioni Consob n del 20 febbraio 1997 e n del 27 febbraio 1998, aventi per oggetto i rapporti intrattenuti dalle imprese del Gruppo con le parti correlate, sono di seguito riportati gli effetti di natura patrimoniale ed economica derivanti da tali operazioni sui dati consolidati al 31 marzo Tutte le operazioni poste in essere, comprese quelle fra la Capogruppo e le sue controllate nonchè tra le controllate stesse, rientrano nell ordinaria gestione del Gruppo, sono regolate a condizioni di mercato e non si rilevano operazioni di carattere atipico ed inusuale, ovvero in potenziale conflitto d'interesse. Il prospetto, sotto riportato, rileva i principali rapporti al 31/03/2001 che il Gruppo Pirelli S.p.A. ha intrattenuto con le imprese controllanti (Pirelli & C. A.p.A. e Pirelli & C. Luxembourg S.A.) e le imprese controllate da queste ultime, che si sostanziano in società incluse nell area di consolidamento di Pirelli & C. A.p.A..

18 17 (in milioni di euro) Natura del rapporto Verso imprese controllanti Verso imprese controllate da Pirelli & C. A.p.a Totale CREDITI COMMERCIALI E ALTRI 0,3 21,1 21,4 DEBITI COMMERCIALI E ALTRI (1,3) (171,3) (172,6) CREDITI FINANZIARI 88,1 320,1 408,2 DEBITI FINANZIARI (56,3) (26,7) (83,0) RICAVI PER BENI E SERVIZI 0,3 5,7 6,0 COSTI PER BENI E SERVIZI (1,2) (2,1) (3,3) PROVENTI FINANZIARI 0,8 3,1 3,9 ONERI FINANZIARI (0,8) (0,4) (1,2) ONERI STRAORDINARI 0,0 0,0 0,0 I rapporti di Pirelli S.p.A. e sue controllate, verso imprese controllanti si riferiscono principalmente a: crediti finanziari, relativi a finanziamenti attivi di Pirelli International Ltd UK - (controllata da Pirelli S.p.A.) verso Pirelli & C. Luxembourg S.A.; debiti finanziari, relativi a rapporti di conto corrente intrattenuti da Pirelli Servizi Finanziari S.p.A. con Pirelli & C. A.p.A.; ricavi per beni e servizi, relativi a prestazioni per servizi vari resi da Pirelli S.p.A. e Pirelli Informatica S.p.A. a Pirelli & C. A.p.A.; costi per beni e servizi, relativi a costi per il servizio di segreteria societaria e di revisione interna svolti da Pirelli & C. A.p.A. a favore di Pirelli S.p.A.; proventi ed oneri finanziari, relativi ad interessi attivi e passivi derivanti dai rapporti di conto corrente e di finanziamento sopra richiamati, nonchè ai costi ed ai ricavi per operazioni di copertura effettuate da Pirelli International Ltd (controllata da Pirelli S.p.A.) a Pirelli & C. A.p.A.

19 18 I rapporti di Pirelli S.p.A. e sue controllate, verso imprese controllate da Pirelli & C. A.p.A. si riferiscono principalmente a: crediti commerciali ed altri, relativi a cessioni d immobili di Pirelli Cavi e Sistemi S.p.A. (controllata da Pirelli S.p.A.) a Lambda S.r.l. (controllata indirettamente da Pirelli & C. A.p.A.); debiti commerciali ed altri, relativi a servizi prestati da società appartenenti al Gruppo Pirelli & C. Real Estate S.p.A. (controllata da Pirelli & C. A.p.A.) a Pirelli S.p.A. e sue controllate, nonchè alla cessione di crediti d imposta di Pirelli & C. Real Estate S.p.A. a Pirelli Cavi e Sistemi S.p.A.; crediti e debiti finanziari, relativi a rapporti di conto corrente intrattenuti da Pirelli Servizi Finanziari S.p.A. con società appartenenti al Gruppo Pirelli & C. Real Estate S.p.A. (controllata da Pirelli & C. A.p.A.); ricavi per beni e servizi, relativi a recuperi costi per prestazioni varie da parte di Pirelli S.p.A. e di Pirelli Informatica S.p.A. (controllata da Pirelli S.p.A.) nei confronti di Pirelli & C. Real Estate S.p.A. e sue controllate; costi per beni e servizi, relativi a costi per servizi di gestioni immobiliari sostenuti da Pirelli S.p.A. e sue controllate a fronte di prestazioni effettuate da società del Gruppo Pirelli & C. Real Estate S.p.A. (controllata da Pirelli & C. A.p.A.); proventi ed oneri finanziari, relativi ad interessi attivi e passivi derivanti dai rapporti di conto corrente e di finanziamento sopra evidenziati.

20 PROSPETTI CONTABILI E COMMENTI 19

21 20 PROSPETTI CONTABILI (in milioni di Euro) Dati Economici 31/03/ /03/ /12/2000. Vendite Altri ricavi Valore della produzione Costo del venduto (1.404) (1.247) (5.310). Costo del lavoro (392) (369) (1.580). Ammortamenti (94) (94) (383). Risultato operativo Oneri e proventi finanziari 20 (11) (75). Risul. ante operaz. straord. e imposte Oneri e proventi straordinari Risultato prima delle imposte Oneri fiscali (71) (338) (1.013). Risultato netto (in migliaia di euro) Posizione finanziaria netta 31/03/ /12/2000. Debiti finanziari a breve termine Ratei e risconti passivi per interessi Disponibilità liquide ( ) ( ). Altri titoli ( ) ( ). Crediti finanziari a breve termine ( ) ( ). Ratei e risconti attivi per interessi (29.257) (13.946). Crediti verso soci (30) 0 Posizione netta a breve termine ( ) ( ). Debiti finanziari a medio/lungo termine Crediti finanziari a medio/lungo termine (99.640) (96.565). Altri titoli (8.739) (8.370) Posizione netta a medio/lungo termine Posizione netta totale ( ) ( )

22 21 COMMENTO AI PROSPETTI CONTABILI Forma e contenuto I principi contabili, i criteri di valutazione e le tecniche di consolidamento sono gli stessi utilizzati per la redazione del bilancio al 31/12/2000 e descritti nella precedente relazione annuale. Dati Economici Vendite Le vendite al 31/03/2001 ammontano ad Euro milioni contro Euro milioni al 31/03/2000. La variazione di +9,7% rispetto allo stesso periodo dell esercizio 2000 è così analizzata: Effetto cambio - 0,6% Volume + 5,6% Variazione area di consolidamento + 0,5% Prezzi + 1,5% Mix + 2,4% Altro + 0,3% ,7% ========

23 22 La ripartizione per settore e per area geografica di destinazione è la seguente: Settore 31/03/ /03/2000 Area Geografica 31/03/ /03/2000 Cavi e Sistemi 62% 60% Italia 18,2% 12,3% Pneumatici 38% 40% Europa 42,0% 43,8% Nord America 16,2% 14,5% Centro e Sud America 15,7% 16,3% Australia, Africa e Asia 7,9% 13,1% Costo del lavoro Ammonta a Euro 392 milioni e rappresenta il 20,3% delle vendite rispetto al 20,9% del 31/3/2000. Ammortamenti Ammontano a Euro 94 milioni di cui ammortamenti su immobilizzazioni immateriali Euro 12 milioni e ammortamenti su immobilizzazioni materiali Euro 82 milioni rimanendo invariati rispetto allo stesso periodo dell esercizio precedente. Risultato operativo E positivo per Euro 134 milioni (6,9% delle vendite). In aumento rispetto allo stesso periodo del 2000 per Euro 37 milioni. Tale variazione è principalmente attribuibile a: Euro/milioni Effetto cambio - 2 Volumi e mix + 54 Prezzi (escluso metalli) + 17 Materiali - 20 Variazione area di consolidamento + 1 Accordo di fornitura Cisco Systems + 26 Variazione costi unitari - 20 Altro =======

24 23 Oneri e proventi finanziari La voce presenta un saldo positivo di Euro 20 milioni contro un saldo negativo di Euro 11 milioni del corrispondente periodo dell anno precedente. L incremento è dovuto principalmente alla migliore posizione finanziaria netta media. Oneri e proventi straordinari Comprende essenzialmente la plusvalenza per la cessione sul mercato delle azioni proprie di Pirelli S.p.A. (Euro 30 milioni) ed Euro 36 milioni riconosciuti da Cisco Systems nell ambito della cessione dei Sistemi Ottici Terrestri avvenuta lo scorso esercizio. Nel corrispondente periodo dello scorso anno la voce comprendeva essenzialmente la plusvalenza, al lordo degli oneri fiscali, della cessione dei Sistemi Ottici Terrestri, a cui si contrapponevano oneri di ristrutturazione e razionalizzazioni produttive. Posizione Finanziaria Netta E attiva per Euro milioni contro Euro milioni al 31/12/2000. La variazione del trimestre, pari a Euro 177 milioni, è principalmente dovuta al deterioramento del capitale circolante.

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in crescita del 14% a 23,6 miliardi di euro e l EBIT in crescita del 7% a 0,9 miliardi di euro. L Indebitamento netto industriale si è attestato a 11,4 miliardi

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015

PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE PER L ESERCIZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 2015 PROGETTO DI RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALEE PER L ESERCI IZIO AL 31 DICEMBRE 2014 Guanzate 13 marzo 20155 PAGINA BIANCA PAGINA BIANCA RATTI S.p.A. Sede in Guanzate (Como) Via Madonna, 30 Capitale Sociale

Dettagli

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2003

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2003 RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE RELATIVA AL PRIMO TRIMESTRE DELL ESERCIZIO 2003 I. M. A. INDUSTRIA MACCHINE AUTOMATICHE S. P. A. - SEDE: OZZANO DELL EMILIA (BOLOGNA) CAPITALE SOCIALE I.V. EURO

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2014

Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2014 Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppoo Dada al 311 dicembre 2014 PROGETTO BILANCIO SEPARATO DADAA S.P..A. E CONSOLIDATO GRUPPO DADA AL 31 DICEMBRE 2014 (REDATTO SECONDO I PRINCIPI

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014

Import / Export. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 16 marzo 2015 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX Settembre,

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

Risultato 2012. positivi. 1 A seguito

Risultato 2012. positivi. 1 A seguito Comunicato Stampa aii sensi del Regolamento CONSOB 11971/1999 e successive modifiche APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTREE 212: Ricavi consolidati a 22, mln (+ 5% vs v Q1 211 1 ) MOL 2 a 3,11 mln

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

MAILUP S.P.A. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014

MAILUP S.P.A. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014 MAILUP S.P.A. Reg. Imp. 01279550196 Rea 1743733 Sede in VIALE FRANCESCO RESTELLI 1-20124 MILANO (MI) Capitale sociale Euro 200.000,00 i.v. Relazione sulla gestione al Bilancio consolidato al 31/12/2014

Dettagli

RELAZIONIBILANCI 2007

RELAZIONIBILANCI 2007 RELAZIONIBILANCI 2007 Indice LETTERA DEL PRESIDENTE 2 ORGANI SOCIALI 6 INFORMAZIONI SUL GRUPPO GEWISS 7 PRINCIPALI DATI ECONOMICI, FINANZIARI E PATRIMONIALI DEL 2007 9 CONVOCAZIONE DELL ASSEMBLEA DEGLI

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed Appunti di Economia Capitolo 8 Analisi di bilancio Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed indipendenza

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

ACEL Service S.r.l. BILANCIO D ESERCIZIO al 31.12.2014

ACEL Service S.r.l. BILANCIO D ESERCIZIO al 31.12.2014 Sede in Lecco - Via Amendola, n 4 Capitale Sociale 2.473.194 interamente versato Registro Imprese di Lecco n 02686430139 Rea C.C.I.A.A. di Lecco n 295486 BILANCIO D ESERCIZIO al 31.12.2014 Bilancio 2014

Dettagli

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012 Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 311 dicembre 2012 BILANCIO SEPARATO DADA A S.P..A. E CONSOLIDATO GRUPPO DADA AL 31 DICEMBRE 2012 (REDATTO SECONDO I PRINCIPI

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI

INDICE. Relazione sulla Gestione RELAZIONE SULLA GESTIONE ORGANI SOCIALI STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI INDICE RELAZIONE SULLA GESTIONE PAG. ORGANI SOCIALI PAG. STRUTTURA DEL GRUPPO ANDAMENTO DELLA SOCIETÀ ALTRE INFORMAZIONI PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2013 PAG. SITUAZIONE PATRIMONIALE-FINANAZIARIA

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Richiedente: UFFICIO INFORMAZIONI TEST

Richiedente: UFFICIO INFORMAZIONI TEST Richiedente: UFFICIO INFORMAZIONI TEST Pratica: 1266018 Evasione: 2 giorni Fonti Banche dati Camere di Commercio Italiane Banche dati Atti Pregiudizievoli di Conservatoria Controllo operatori Reports Aggiornamento

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione

TXT e-solutions Group. Resoconto intermedio di gestione TXT e-solutions Group Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2015 TXT e-solutions S.p.A. Sede legale, direzione e amministrazione: Via Frigia, 27 20126 Milano Capitale sociale: Euro 5.911.932 interamente

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni materiali Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

2012: : 2011 1 ) semestre. Risultato. - 25,6 mln. giugno 2012. mercati. nonostante. di riferimentoo. e della visibilità. in Rete.

2012: : 2011 1 ) semestre. Risultato. - 25,6 mln. giugno 2012. mercati. nonostante. di riferimentoo. e della visibilità. in Rete. Comunicato Stampa aii sensi del Regolamento CONSOB 11971/1999 e successive modifiche APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 212: : Ricavi consolidati a 43,6 mln (+ 8% vs 1 semestre 211 1 ) MOL 2 a 6,1

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE 2006 AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE Capitale sociale E 60.908.120 interamente versato Sede legale in Milano, via Bernina 7 Registro delle Imprese di Milano n. 264551

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria FINANZA AZIENDALE Lezione n. 3 Le determinanti della dinamica finanziaria 1 SCOPO DELLA LEZIONE Comprendere i principali fenomeni in grado di influenzare la dinamica finanziaria aziendale Sviluppare un

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. ELEVATA PATRIMONIALIZZAZIONE, LARGAMENTE

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

L import-export dei diritti d autore per libri, in Italia. Indagine condotta dall Istituto DOXA per l Istituto Commercio Estero (I.C.E.

L import-export dei diritti d autore per libri, in Italia. Indagine condotta dall Istituto DOXA per l Istituto Commercio Estero (I.C.E. L import-export dei diritti d autore per libri, in Italia. Indagine condotta dall Istituto DOXA per l Istituto Commercio Estero (I.C.E.) Milano, 25 marzo 2004 p. 1 L import-export dei diritti d autore

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010

2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010 2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova (*) Banca Popolare di Mantova Società per Azioni Sede legale: Via Risorgimento,

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA

BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA 2013 BILANCIO DI ACEA SPA BILANCIO CONSOLIDATO GRUPPO ACEA 2013 BILANCIO DI ACEA SPA BILANCIO CONSOLIDATO DEL GRUPPO ACEA INDICE RELAZIONE SULLA GESTIONE MODELLO ORGANIZZATIVO DI ACEA 8 ORGANI SOCIALI

Dettagli

Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2014

Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2014 Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2014 RCS MediaGroup S.p.A. Via A.Rizzoli, 8 20132 Milano Capitale Sociale 475.134.602,10 Registro Imprese e Codice Fiscale/Partita IVA n. 12086540155 R.E.A.

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DI AMIAT E CONTROLLATE, GRUPPO IRIDE, GTT, SAGAT E SMAT

CITTÀ DI TORINO DI AMIAT E CONTROLLATE, GRUPPO IRIDE, GTT, SAGAT E SMAT CITTÀ DI TORINO ANALISI ECONOMICO FINANZIARIA DEI BILANCI DI AMIAT E CONTROLLATE, GRUPPO IRIDE, GTT, SAGAT E SMAT Rapporto 2007 ANALISI ECONOMICO FINANZIARIA DEI BILANCI DI AMIAT E CONTROLLATE, GRUPPO

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI Milano, 17 Marzo 2010 AGENDA 1. Il Gruppo 2. Il mercato 3. Dati economico-finanziari 4. Il titolo Pag. 2 RELATORI LUIGI LUZZATI Presidente del CDA di Centrale del Latte di Torino

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli