Risk Italia. Sondaggio esclusivo I migliori operatori in derivati sul mercato italiano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Risk Italia. Sondaggio esclusivo I migliori operatori in derivati sul mercato italiano"

Transcript

1 MAGGIO Risk Italia CURRENCIES INTEREST RATES EQUITIES COMMODITIES CREDIT Sondaggio esclusivo I migliori operatori in derivati sul mercato italiano L'esordio di Cofiri nel settore dell'investment banking italiano Banca Intesa affronta le sfide del rischio operativo I governi europei e la copertura del debito pubblico Tavola rotonda: il futuro delle cartolarizzazioni La risposta di BNL alla crisi argentina La vulnerabilità della copula Il calcolo delle perdite di portafoglio

2 In primis, il servizio Le classifiche 2003 degli operatori in derivati Risk Italia ha chiesto a 100 player italiani in derivati OTC di stilare la classifica dei loro operatori migliori. JP Morgan Chase, SG e Lehman Brothers occupano il primo posto, seguiti a ruota da Banca Nazionale del Lavoro. Nel plotone di testa anche UniCredit Banca Mobilare, Banca Intesa e Banca Akros. Naomi Humphries. Paolo Gribaudi, Banca Intesa VALUTAZIONE COMPLESSIVA DELLA QUALITÀ DELLA CONSULENZA IN DERIVATI E GESTIONE DEL RISCHIO 1 JP Morgan Chase 2 SG 3 Lehman Brothers Top Italian adviser: UniCredit Banca Mobiliare (in ottava posizione) Il servizio personalizzato nell operatività in derivati è il fattore più importante per Enrico Frizzi, responsabile romano finanza e rischio per Bulgari. La società del lusso ha elevati costi di produzione in franchi svizzeri da coprire con ricavi in euro e dollari americani ma Frizzi, acquirente abituale di opzioni su valuta costantemente alla ricerca dei prezzi più convenienti, pone come condizione prioritaria l innovazione e la ricerca: Rimaniamo fedeli a un team che si prende cura di noi. Frizzi di Bulgari si rivolge a primarie banche internazionali quali Lehman Brothers, Goldman Sachs, JP Morgan Chase e Deutsche Bank,i principali operatori in derivati su tassi e valuta. Queste banche si sforzano almeno di alzare la cornetta per segnalare variazioni nel mercato, dimostrando così maggiore disponibilità rispetto alle banche italiane. Risk Italia ha chiesto a Bulgari e ad altri 99 importanti player della comunità italiana degli operatori in derivati OTC di stilare le classiche dei migliori operatori. La metà degli intervistati è costituita da banche, il resto da utilizzatori finali non finanziari e finanziari quali le compagnie assicurative. Analogamente a Frizzi, la maggior parte degli intervistati ha indicato i migliori operatori a livello internazionale per idee, prezzo ed esecuzione. I primi tre in termini di qualità della consulenza in gestione del rischio e dell operatività in derivati sono risultati JP Morgan Chase, SG la divisione corporate e investment banking di Société Générale e Lehman Brothers. Ma c è dell altro. Le classifiche di Risk Italia dimostrano che se da un lato gli operatori italiani forse non dispongono ancora della stessa quantità e qualità di risorse, dall altro negli ultimi anni hanno compiuto passi da gigante, riuscendo a far fronte alla crescente domanda di derivati sui mercati corporate, asset management e interbancari. Primarie banche italiane Banca Nazionale del Lavoro (BNL), Banca Intesa e UniCredit Banca Mobilare (UBM, la divisione di investment banking del gigante Credito Italiano), grazie agli ingenti investimenti in derivati degli ultimi anni, hanno riscosso notevole successo nelle nostre classifiche. La buona affermazione di Banca Akros dimostra che esiste uno spazio per l approccio boutique. Radici locali BNL, per ben dieci volte nei primi tre posti delle classifiche di Risk Italia relative alle categorie tassi e valute, si classifica al primo posto fra gli operatori locali. Sotto la direzione di Guido Rossi, responsabile delle divisione tesoreria a Roma, BNL ha sviluppato una florida attività in derivati sulle fondamenta della tradizionale attività di concessione di crediti ad aziende ed enti locali. Negli ultimi tre anni, l attività di BNL in derivati su tassi di interesse e cambio è cresciuta notevolmente. Secondo Giuseppe Notarnicola, responsabile delle vendite di prodotti finanziari per BNL di Roma, la banca ha ampliato la propria attività in derivati offrendo all ampia base di clienti servizi di consulenza e prodotti su tassi di interesse per la gestione delle passività. Prima del 1999, vi era scarsa liquidità per i prodotti derivati denominati in lire. Allo stato attuale, la gestione delle passività assume per i clienti un importanza crescente, in parte dovuta all introduzione dell euro e all integrazione europea. Grossi sostiene che molti clienti stanno sviluppando una cultura e un atteggiamento nuovi verso i derivati, il cui impiego è rivolto principalmente alla gestione dei tassi di interesse. In risposta alla crescente domanda, la banca ha rafforzato il proprio ufficio vendite e trading, sviluppando una politica di selezione attiva dei clienti attraverso servizi di consulenza e formazione. Notarnicola registra una domanda crescente di prodotti strutturati da parte delle aziende ma, come aggiunge Grossi, risulta fondamentale un solido rapporto con la clientela. E importantissimo che il cliente comprenda pienamente il profilo di rischio di un prodotto, accettandolo solo 8 RISK ITALIA MAGGIO 2003

3 DERIVATI SU TASSI DI INTERESSE Swap di tassi di interesse: Swap di tassi di interesse: Swap di tassi di interesse: Euro overnight Euro, a meno di 2 anni Euro, oltre i due anni 1 Banca Nazionale del Lavoro 1 JP Morgan Chase 1 JP Morgan Chase 2 JP Morgan Chase 2 Banca Nazionale del Lavoro 2 Deutsche Bank 3 Deutsche Bank 3 CSFB 3 Lehman Brothers Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (1) Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (2) Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (7) Swap di tassi di interesse: Swap di tassi di interesse: Swap di tassi di interesse: Overnight in dollari USA Dollaro USA, a meno di 2 anni Dollaro USA, oltre i due anni 1 JP Morgan Chase 1 JP Morgan Chase 1 JP Morgan Chase 2 Deutsche Bank 2 Morgan Stanley 2 Goldman Sachs 3 Goldman Sachs 3 Lehman Brothers/Goldman Sachs 3 Deutsche Bank Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (4) Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (6) Top Italian dealer: UniCredit Banca Mobiliare (4) Forward rate agreement (FRA) in Euro Forward rate agreements (FRA) in dollari USA 1 Deutsche Bank 1 JP Morgan Chase 2 JP Morgan Chase 2 Citigroup 3 Banca Nazionale del Lavoro 3 Banca Nazionale del Lavoro Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (3) Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (3) Pronti contro termine (Repo) Euro Pronti contro termine (Repo) Dollaro USA 1 Banca Nazionale del Lavoro 1 Banca Nazionale del Lavoro 2 SG 2 JP Morgan Chase 3 Banca Intesa 3 Citigroup Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (1) Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (1) DERIVATI SU VALUTA Opzioni cross-currency, Euro/Dollaro USA Swap cross-currency, Euro/Dollaro USA 1 Goldman Sachs 1 Goldman Sachs 2 UBS Warburg 2 Banca Nazionale del Lavoro 3 Banca Nazionale del Lavoro 3 Deutsche Bank Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (3) Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (2) Prodotti esotici su valuta, ad esempio, opzioni su valuta correlate ad altre classi di attivitá: Euro Prodotti esotici su valuta, ad esempio, opzioni su valuta correlate ad altre classi di attivitá: Dollaro USA 1 JP Morgan Chase 1 Deutsche Bank 2 Goldman Sachs 2 Banca Nazionale del Lavoro 3 Banca Nazionale del Lavoro 3 JP Morgan Chase Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (3) Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro (2) DERIVATI SU AZIONI Opzioni su azioni italiane Opzioni su azioni internazionali, Opzioni su indici OTC, Vanilla OTC, vanilla azionari italani 1 SG 1 SG 1 UniCredit Banca Mobilaire 2 UniCredit Banca Mobiliare 2 Deutsche Bank 2 SG 3 Deutsche Bank / Banca Akros 3 CSFB 3 Banca Akros Top Italian dealer: UniCredit Banca Mobiliare (2) Top Italian dealer: UniCredit Banca Mobiliare (8) Top Italian dealer: UniCredit Banca Mobiliare (1) Opzioni su indici azionari Opzioni esotiche su azioni, OTC, Warrant internazionali ad esempio, opzioni barrier 1SG 1SG 1SG 2 JP Morgan Chase 2 CSFB 2 UniCredit Banca Mobiliare 3 CSFB 3 BNP Paribas 3 Citigroup Top Italian dealer: UniCredit Banca Mobiliare (5) Top Italian dealer: UniCredit Banca Mobiliare (5) Top Italian dealer: UniCredit Banca Mobiliare (2) DERIVATI CREDITIZI Opzioni esotiche su tassi, ad esempo, le swaption 1 JP Morgan Chase 2 CSFB 3 Deutsche Bank/Goldman Sachs Top Italian dealer: Banca Nazionale del Lavoro/Banca Intesa (=7) Default swap italani su 'single name' Default swap internazionale su 'single name' Collateralised debt obligation (CDO) 1 JP Morgan Chase 1 JP Morgan Chase 1 JP Morgan Chase 2 Banca Intesa 2= Goldman Sachs 2=Deutsche Bank 3 SG 2= UBS 2=Bear Stearns Top Italian dealer: Banca Intesa (2) Top Italian dealer: Banca Intesa (7) Top Italian dealer: Banca Intesa (8) MAGGIO 2003 RISK ITALIA 9

4 qualora si giustifichi all interno della sua posizione complessiva. Banca Intesa si colloca al primo posto tra gli operatori in derivati. La sua affermazione è ascrivibile ai significativi volumi generati dal desk derivati creditizi sotto la guida del responsabile milanese Paolo Gribaudi. Gribaudi è stato uno dei pionieri in Italia del mercato dei derivati creditizi e delle cartolarizzazioni sintetiche sin dalla metà degli anni 90. Il successo continuo di Gribaudi e del suo team potrebbe soprendere quanti lo scorso settembre hanno letto il nuovo business plan , stilato da Corrado Passera, il nuovo CEO della banca. Si legge che Banca Intesa avrebbe ridimensionato alcune operazioni non core quali ad esempio il trading in derivati creditizi. La reazione di Passera faceva seguito ai sostanziali write-off da parte di Banca Intesa, molti dei quali collegati all attività di CDO. Ma, come afferma Paolo Gribaudi, questo non era il segnale di una ritirata totale dai derivati creditizi ma solo da una parte di essi. La banca era stata la prima ad impiegare derivati creditizi lunghi per aumentare l esposizione ai crediti internazionali. Le esposizioni del banking book hanno indubbiamente subìto un forte ridimensionamento passando dai 7 miliardi di euro ai 3 miliardi di euro nel 2002, con la prospettiva di una ulteriore riduzione del 30% nell anno in corso. L attività del desk derivati creditizi di Intesa rimane comunque elevata in quanto vengono eseguite transazioni strutturate per conto di terzi e trading interbancario. I clienti intervistati da Risk Italia ritengono che il desk di Gribaudi offra un servizio qualitativamente simile a quello dei giganti internazionali della liquidità quali JP Morgan Chase, Goldman Sachs e Deutsche Bank. La forza del brand UniCredit Banca Mobiliare (UBM) è stata votata la migliore banca italiana per la categoria Valutazione complessiva della qualità della consulenza in derivati e gestione del rischio, e fra le prime tre nelle categorie equity. Il significativo numero di voti raccolto nella comunità retail e corporate dimostra che la strategia di UBM sta dando i suoi frutti. UBM è stata fondata nel 2000 dal Gruppo Credito Italiano. Avvalendosi della consulenza dell americana McKinsey, UBM ha dato vita, attraverso le unità di business Corporate Lab e Trading Lab, a un modello unico basato sulla distinzione dei brand: Trading Lab struttura derivati azionari principalmente per il mercato retail mentre Corporate Lab, l unità finanziaria di risk management, fornisce consulenza di ingegneria finanziaria alla clientela italiana aziendale e del settore pubblico strutturando derivati su cambi, tassi di interesse e commodity. Il secondo posto di UBM nel settore dei warrant conferma il primato di Trading Lab nel comparto dei covered warrant, un opzione azionaria rivolta agli investitori italiani. Banca Akros altro esempio di brand nel settore dei derivati che opera autonomamente dalla società controllante (Banca Popolare di Milano) ha ottenuto buoni risultati nelle categorie dei derivati azionari, collocandosi al terzo posto per le opzioni vanilla OTC e le opzioni su indici azionari italiani. Banca Akros, il cui esordio risale al febbraio 1987 come piccola e indipendente società di intermediazione, nonostante l acquisizione da parte del gruppo Banca Popolare di Milano nel 1998, ha conservato, sotto la guida dell amministratore delegato Marco Turrina, il proprio stile indipendente e la propria strategia di business. Gli uffici di New York sono stati vitali per lo sviluppo di banca Akros ma la sede rimane a Milano. L utile netto dello scorso anno pari a 13,6 milioni di euro ha registrato un incremento del 120% rispetto al 2001, un risultato sfiorato anche da altre banche italiane. Banca Akros non compare nelle classifiche dei derivati su valuta e reddito per le ridotte dimensioni della sua attività rispetto a BNL, MPS Finance (di proprietà Banca Monte dei Paschi di Siena) e MCC (Mediocredito Centrale divisione di investment banking di Capitalia) ma la sua capacità di soddisfare le esigenze dei clienti costituisce un punto a suo favore. Steve Raffin, financial risk manager presso il Molti nostri clienti stanno sviluppando una cultura e un atteggiamento nuovi verso i derivati, il cui impiego è rivolto principalmente alla gestione dei tassi di interesse. Guido Grossi, Banca Nazionale del Lavoro gruppo editoriale milanese Mondadori, assegna un punteggio molto alto alla straordinaria efficienza di Banca Akros nell affrontare problemi di back-office grazie ad un agile struttura: Per l attività su cambi, parlo sempre con le stesse tre persone e quando ho un problema so che riceverò una risposta immediata. Ciò non toglie che Raffin svolga gran parte dell attività in derivati avvalendosi di banche internazionali. Sembrerebbe logico rivolgersi a una banca italiana ma negli ultimi anni le banche internazionali hanno offerto una maggiore solidità. La ragione per la quale primarie banche italiane risultano meno user-friendly è imputabile al difficile processo di fusione e ristrutturazione che le ha coinvolte. Rivolgersi a una banca italiana, significa interloquire con dieci back-office, otto middle office e un unico frontoffice e ciò diviene complicato per qualsiasi cliente. Analogamente a Frizzi di Bulgari, Raffin di Mondadori sostiene che gli operatori internazionali eccellono nella gestione dei rapporti con la clientela. La maggior parte delle banche è in grado di rispondere a qualsiasi esigenza degli utilizzatori di derivati. Il valore aggiunto risiede nella consulenza e nel servizio offerti. Su questo punto, JP Morgan Chase ottiene i voti più alti. L alto profilo di JP Morgan Chase nel settore dei derivati creditizi italiani ha 10 RISK ITALIA MAGGIO 2003

5 origine dalla fusione avvenuta nel 2000 tra il gigante del banking retail, Chase Manhattan, e l autorevole banca di investimenti JP Morgan. Matteo del Fante, responsabile financial institutional derivatives EMEA presso la JP Morgan Chase di Londra, sostiene che l istituto è stato abile nel gestire la sovrapposizione potenziale di persone e attività, rafforzando la propria presenza nella regione rispetto al passato. La banca ora è focalizzata fortemente sul settore, con team dedicati alla ricerca di soluzioni adeguate per le istituzioni finanziarie, le aziende e il settore pubblico. JP Morgan Chase domina le nostre classifiche degli operatori in CDS (credit default swap) e CDO (collateralised debt obligation). Negli ultimi 12 mesi, a riprova del forte interesse delle banche italiane nei derivati creditizi, alcune di esse hanno avviato attività di trading in CDS ed eseguito operazioni come market maker. A breve, è comunque improbabile un aumento dei crediti italiani sul mercato dei default swap, dato il numero decisamente ridotto dei partecipanti attivi. Due sono i driver del mercato dei derivati creditizi: il nascente mercato delle cartolarizzazioni e la crescita delle operazioni in CDO sintetiche. Secondo l agenzia di rating Standard and Poor s, l Italia, con il 15,1% delle emissioni del 2002, è attualmente il terzo mercato d Europa in ordine di grandezza, dopo Regno Unito e Germania. SG si colloca al secondo posto nella categoria della consulenza in derivati e gestione del rischio. Negli ultimi 3 4 anni il mercato del reddito fisso ha assunto un forte rilievo per SG ma sono i prodotti azionari a rappresentarne la vera forza. La banca si colloca al primo posto in ben cinque delle nostre categorie, raccogliendo una seconda posizione nelle rimanenti categorie delle opzioni su indici azionari italiani. David Armstrong, responsabile ingegneria e vendite dei derivati creditizi italiani presso SG a Parigi, sostiene che gran parte dell attività italiana è concentrata nel settore dei warrant in quanto SG è stata la prima, nel luglio del 1998, a quotare in Borsa questi strumenti, raccogliendo apprezzamenti e acquisendo visibilità tra i clienti e la comunità finanziaria italiana. SG si è inoltre sviluppata nel comparto dei derivati creditizi strutturati, rivolti prevalentemente a clienti retail e istituzionali. La serie di prodotti azionari garantiti che porta il nome di vette famose, tra cui Altiplano e Kilimanjaro, sono molto popolari in Italia. Lo stesso Armstrong rileva un interesse decisamente forte da parte del settore retail in quanto i prodotti consentono agli investitori di assumere un diverso approccio ai mercati azionari, che ben si attaglia all attuale contesto dei mercati e nel contempo risponde alle necessità degli investitori di avere maggiore sicurezza. Lehman Brothers raggiunge solo due volte le prime tre posizioni ma si colloca al terzo posto nella categoria Valutazione complessiva della qualità della consulenza in derivati e gestione del rischio. Tale successo deriva dalla sua lunga tradizione nel private equity e nell investment banking in Italia. Nel marzo del 2002, Lehman Brothers ha trasferito il team dedicato al reddito fisso da Londra a Milano perché seguisse maggiormente i clienti italiani. Andrea Potsios, responsabile reddito fisso in Italia, sostiene che tra i prodotti più conosciuti di Lehman vi siano le obbligazioni e gli swap legati all inflazione, che hanno suscitato l interesse di banche e compagnie di assicurazioni. Un numero crescente di aziende utilizza tali prodotti anche per coprire i rischi associati alla rivalutazione dei fondi pensione ancorati all inflazione. Goldman Sachs si è comportata bene nelle categorie dei derivati su valuta, collocandosi al primo posto nell attività di opzioni sui cambi e di forex swap e al secondo nelle opzioni esotiche in euro, raccogliendo una buona percentuale di voti dalla comunità corporate. Andrea Anselmetti, responsabile delle vendite corporate presso Goldman Sachs a Londra, afferma che l innovazione del prodotto è cresciuta rapidamente negli ultimi anni. Con la scomparsa del mercato intraeuropeo dei derivati su valuta a seguito dell introduzione dell euro, Goldman ha potuto far fronte al calo dei volumi attraverso la piattaforma on-line per il trading sul Foreign Exchange. E lo stesso Anselmetti a confermare che grazie agli strumenti on-line è stato possibile intercettare flussi di attività in passato preclusi, focalizzando l attenzione su soluzioni innovative in grado di soddisfare le esigenze dei clienti. Tra gli altri operatori internazionali nelle classifiche di Risk Italia annoveriamo Deutsche Bank, presente per ben 11 volte nelle prime tre posizioni. Deutsche Bank ha costruito la propria attività italiana dal basso, Grazie agli strumenti on-line, ci è stato possibile intercettare flussi di attività sul mercato italiano in passato preclusi Andrea Anselmetti, Goldman Sachs Metodologia Come Risk Italia ha approntato le proprie classifiche Risk Italia ha intervistato 100 controparti sul mercato italiano dei derivati OTC. Cinquanta erano banche italiane e internazionali con desk operativi in Italia, oltre a banche italiane con desk operativi per i derivati all estero. Le altre cinquanta erano società finanziarie e non, catalogate tra gli utenti finali di derivati OTC vale a dire acquirenti che effettuano operazioni in contratti derivati finalizzate alla gestione del rischio e ad obiettivi di investimento. Agli intervistati è stato chiesto di esprimere un duplice parere: indicare i tre operatori migliori, in acquisendo, alla fine degli anni 80, Banca d America e d Italia e i suoi 300 sportelli. L Italia il mercato più importante dopo la Germania afferma Michele Faissola, responsabile globale in derivati OTC di Deutsche Bank a Londra. La nostra attività si è concentrata prevalentemente sull asset management ma negli ultimi due anni siamo riusciti a farci largo nel settore corporate. Il settore finanziario, banche, compagnie di assicurazioni e altri investitori istituzionali, assorbe la maggior parte dell attività in derivati anche se dall introduzione dell euro nel 1999, sono le società industriali e quelle del settore pubblico ad utilizzare i derivati con maggiore sofisticazione. Traduzione: Danio Maldussi base alla qualità della loro consulenza nella gestione del rischio e dell operatività in derivati e i tre migliori operatori in prodotti OTC. Gli intervistati sono stati invitati a stilare la loro classifica in base ai seguenti parametri: concorrenzialità dei prezzi, rapidità delle transazioni, abilità nell offrire al liquidità necessaria, soluzioni innovative. Risk Italia ha ponderato i risultati assegnando tre punti alla prima scelta, due punti alla seconda, e un punto per la terza. La somma dei punti ha consentito di stilare le classifiche finali. 12 RISK ITALIA MAGGIO 2003

alla tempesta Sopravvivere Per il secondo

alla tempesta Sopravvivere Per il secondo Sopravvivere alla tempesta Quest anno, per la seconda volta consecutiva, JP Morgan ha sopravanzato tutti nel nostro sondaggio sui derivati. Tuttavia, la volatilità che ha recentemente investito i mercati

Dettagli

Selezione naturale. Dopo il propagarsi

Selezione naturale. Dopo il propagarsi Italia gs Rankin 008 Immagine: Getty Images/Eddie Soloway Selezione naturale In un anno di turbolenze per i mercati finanziari, le cinque banche ai primi posti nella classifica annuale di Risk Italia mantengono

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., GRUPPO BNP PARIBAS, DAI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., GRUPPO BNP PARIBAS, DAI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., GRUPPO BNP PARIBAS, DAI PROPRI CLIENTI AL DETTAGLIO E PROFESSIONALI SOMMARIO

Dettagli

l Gestione di portafoglio

l Gestione di portafoglio Avanti tutta! Le banche italiane hanno compiuto progressi significativi nella gestione del rischio associato al portafoglio crediti, anche se permangono diversi punti deboli, soprattutto collegati al pricing

Dettagli

BNP Paribas. Corporate & Investment Banking in Italia. Nicola D Anselmo. Responsabile CIB Italia. Roma, 1 Dicembre 2006

BNP Paribas. Corporate & Investment Banking in Italia. Nicola D Anselmo. Responsabile CIB Italia. Roma, 1 Dicembre 2006 BNP Paribas Corporate & Investment Banking in Italia Nicola D Anselmo Responsabile CIB Italia Roma, 1 Dicembre 2006 Sommario BNP Paribas CIB in Italia prima di BNL Nuove prospettive per CIB Implementazione

Dettagli

Storia e Missione. 1946 Fondazione

Storia e Missione. 1946 Fondazione Storia e Missione 1946 Fondazione Fondata nel 1946 da Banca Commerciale Italiana, Credito Italiano e Banco di Roma, le tre banche pubbliche di interesse nazionale Missione: contribuire alla ricostruzione

Dettagli

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE DEL DIRETTORIO E COMUNICAZIONE Roma, 3 giugno 2015 Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine dicembre La Banca d Italia

Dettagli

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE

Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE Roma, 10 dicembre 2012 Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine giugno 2012 La Banca d Italia comunica le informazioni

Dettagli

BANCA AKROS. Una costante attività di analisi finanziaria è alla base dei servizi specializzati che Banca Akros offre alla propria clientela.

BANCA AKROS. Una costante attività di analisi finanziaria è alla base dei servizi specializzati che Banca Akros offre alla propria clientela. BANCA AKROS Banca Akros, banca d investimento e di private banking del gruppo Banca Popolare di Milano, è un punto di riferimento per investitori istituzionali, aziende e privati che operano sui mercati

Dettagli

BANCA D ITALIA AMMINISTRAZIONE CENTRALE. Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE

BANCA D ITALIA AMMINISTRAZIONE CENTRALE. Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE BANCA D ITALIA AMMINISTRAZIONE CENTRALE Comunicato Stampa DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine giugno 2005 La Banca d Italia comunica

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE AGOSTO 2012

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE AGOSTO 2012 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE AGOSTO 2012 CODICE DOCUMENTO POL002/I/BIM (Allegato 1) SOCIETA BANCA INTERMOBILIARE

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Strategia di trasmissione ed esecuzione degli ordini Informazioni sulle strategie di trasmissione e di esecuzione degli ordini 1. Premessa La Direttiva

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese Lezione 2

Gestione Finanziaria delle Imprese Lezione 2 GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE 1 L EVOLUZIONE DEL SISTEMA BANCARIO Lezione 2 Gli strumenti finanziari a disposizione di un impresa 2 Apertura di credito Sconto di effetti Contratti bancari Anticipo

Dettagli

Documento di Sintesi della Politica di Gestione delle situazioni in Conflitto di Interessi

Documento di Sintesi della Politica di Gestione delle situazioni in Conflitto di Interessi Documento di Sintesi della Politica di Gestione delle situazioni in Conflitto di Interessi In conformità delle disposizioni normative comunitarie e nazionali attualmente in vigore, Pioneer Investment Management

Dettagli

Corporate e Private Banking. Sezione 2

Corporate e Private Banking. Sezione 2 Corporate e Private Banking Sezione 2 CIB Mediobanca : punti di forza Marchio affermato, forte identità aziendale Modello di business in linea con le nuove normative Approccio integrato orientato al cliente

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. (diffusione vietata negli Stati Uniti d America)

COMUNICATO STAMPA. (diffusione vietata negli Stati Uniti d America) COMUNICATO STAMPA (diffusione vietata negli Stati Uniti d America) SOURCE, PIATTAFORMA SU EXCHANGE TRADED COMMODITIES SUPERA I 500 MLN NEL PRIMO ANNO Source è ora il secondo provider europeo di ETC collateralizzate

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Bayerische Hypo- Und Vereinsbank AG Milan Branch

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Bayerische Hypo- Und Vereinsbank AG Milan Branch Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Bayerische Hypo- Und Vereinsbank AG Milan Branch Pagina 1 di 14 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE...

Dettagli

BANQUE PRIVÉE EDMOND DE ROTHSCHILD EUROPE

BANQUE PRIVÉE EDMOND DE ROTHSCHILD EUROPE BANQUE PRIVÉE EDMOND DE ROTHSCHILD EUROPE Crisi dell Euro: il rischio bancario Giorgio Solcia Vicenza, 25 giugno 2012 Credenze incrollabili...crollate Gli immobili sono un investimento sicuro che non farà

Dettagli

3. ALTRI STRUMENTI DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE E LA CRISI DEL MERCATO

3. ALTRI STRUMENTI DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE E LA CRISI DEL MERCATO 3. ALTRI STRUMENTI DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE E LA CRISI DEL MERCATO Prof. Valter Mainetti Amministratore Delegato SORGENTE SGR S.p.A. Parma, 24-25 Marzo 2014 MP-MS 1 Indice Altri strumenti di investimento

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio Glossario Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio (nell accezione accolta nella Relazione e con esclusione dei termini entrati nel lessico comune italiano oppure inseriti in un contesto

Dettagli

per BNP PARIBAS ITALIA Il Gruppo a livello mondiale Pag. 1 La presenza in Italia Pag. 2 II 4 poli funzionali Pag. 3

per BNP PARIBAS ITALIA Il Gruppo a livello mondiale Pag. 1 La presenza in Italia Pag. 2 II 4 poli funzionali Pag. 3 BNP PARIBAS ITALIA Il Gruppo a livello mondiale Pag. 1 La presenza in Italia Pag. 2 II 4 poli funzionali Pag. 3 Milano, 7 febbraio 2006 1 IL GRUPPO A LIVELLO MONDIALE Prima banca francese per totale attivo

Dettagli

Sistema bancario. Angelo Baglioni. Ciclo di seminari: La congiuntura più lunga 15/4/2014 1

Sistema bancario. Angelo Baglioni. Ciclo di seminari: La congiuntura più lunga 15/4/2014 1 Sistema bancario Angelo Baglioni Ciclo di seminari: La congiuntura più lunga 1 Schema della presentazione Credit crunch Rischio di credito - sovrano Patrimonio Funding, liquidità Prospettive: vie d uscita?

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI 1. L ottenimento del miglior risultato possibile nell esecuzione degli ordini del cliente: la Best Execution La normativa europea

Dettagli

Il capitale delle banche, la regolamentazione ed il New Normal

Il capitale delle banche, la regolamentazione ed il New Normal Il capitale delle banche, la regolamentazione ed il New Normal Francesco Confuorti 1. La disponibilità di capital, il funding e la regolamentazione saranno allo stesso tempo i drivers ed i vincoli alla

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0049-78-2015

Informazione Regolamentata n. 0049-78-2015 Informazione Regolamentata n. 0049-78-2015 Data/Ora Ricezione 30 Luglio 2015 17:35:23 MTA Societa' : BANCA POPOLARE DI MILANO Identificativo Informazione Regolamentata : 61488 Nome utilizzatore : BPOPMIN08

Dettagli

Comunicazione ai Sottoscrittori

Comunicazione ai Sottoscrittori Comunicazione ai Sottoscrittori 6 Novembre 2008 Pioneer S.F. Fondo Comune d Investimento di Diritto Lussemburghese (Fonds Commun de Placement) I.P. Indice 1. Cambio di denominazione e delle politiche

Dettagli

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014 I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS Federica Miglietta Bari, luglio 2014 GLI STRUMENTI DERIVATI Gli strumenti derivati sono così denominati perché il loro valore deriva dal prezzo di una attività sottostante,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BANCA IMI: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015

COMUNICATO STAMPA BANCA IMI: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015 COMUNICATO STAMPA BANCA IMI: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015 Risultato netto consolidato di 228 milioni di euro, in aumento del 26% rispetto ai 181 milioni al 31 marzo 2014 Margine di intermediazione

Dettagli

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO Banche Intermediari creditizi non bancari Intermediari della securities industry Assicurazioni LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO Fonte Banca d Italia, Relazione

Dettagli

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013 Mediobanca 30 giugno 2013 Storia e missione 1946 Fondazione Anni 1950-70 Sviluppo Anni 1970-80 Ristrutturazione dell industria italiana Fondata nel 1946 da Comit, Credit e Banco di Roma, le tre banche

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI Il presente documento contiene le informazioni chiave per gli investitori di questo Comparto. Non si tratta di un documento promozionale. Le informazioni contenute

Dettagli

GE Capital Italia Cartella Stampa 2014

GE Capital Italia Cartella Stampa 2014 GE Capital Italia Cartella Stampa 2014 GE Capital GE Capital è la divisione globale di General Electric (GE) che eroga prodotti e servizi finanziari per distributori, partner e clienti finali. Nel 2012

Dettagli

BEST EXECUTION POLICY

BEST EXECUTION POLICY BEST EXECUTION POLICY REV. OTTOBRE 2014 1. Premessa Al fine di adeguarsi alla disciplina in tema di best execution, introdotta dalla Direttiva 2004/39/CE e recepita dal Regolamento Intermediari della CONSOB,

Dettagli

GRAFICO 9 - ANDAMENTO DEL NUMERO DI COVERED WARRANT QUOTATI

GRAFICO 9 - ANDAMENTO DEL NUMERO DI COVERED WARRANT QUOTATI il mercato dei covered warrant Il Mercato dei Covered Warrant Il trend positivo che caratterizza il numero di covered warrant quotati fin dall ammissione di questi strumenti sul mercato italiano nel 1998

Dettagli

Il contributo si focalizza sugli aspetti organizzativi/ funzionali connessi allo sviluppo/ implementazione dei sistemi di rating interno

Il contributo si focalizza sugli aspetti organizzativi/ funzionali connessi allo sviluppo/ implementazione dei sistemi di rating interno IL CONTRIBUTO DI UNICREDITO ITALIANO AL PROGETTO DI RICERCA Rating interni e controllo del rischio di credito Esperienze, problemi, Soluzioni Milano - 31 marzo 2004 NEWFIN Centro Studi sull innovazione

Dettagli

Risultati 30 settembre 2010

Risultati 30 settembre 2010 Risultati 30 settembre 2010 Il modello di business Strategia e linee di sviluppo Dati economico-finanziari consolidati Allegati Banca IFIS: innovazione per le PMI In un contesto di mercato ancora difficile,

Dettagli

ASSOSIM COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ASSOSIM PRIMO SEMESTRE 2015. Il primo semestre del 2015 si conclude positivamente:

ASSOSIM COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ASSOSIM PRIMO SEMESTRE 2015. Il primo semestre del 2015 si conclude positivamente: VIA ALBERTO DA GIUSSANO, 8 20145 - MILANO TEL. 02/86454996 FAX 02/867898 assosim@assosim.it www.assosim.it ASSOSIM ASSOCIAZIONE ITALIANA INTERMEDIARI MOBILIARI COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ASSOSIM PRIMO

Dettagli

LA PARTNERSHIP DI SOCIETE GENERALE SECURITIES SERVICES CON CREDIT SUISSE ASSET MANAGEMENT: UN CASE STUDY

LA PARTNERSHIP DI SOCIETE GENERALE SECURITIES SERVICES CON CREDIT SUISSE ASSET MANAGEMENT: UN CASE STUDY SECURITIES SERVICES LA PARTNERSHIP DI SOCIETE GENERALE SECURITIES SERVICES CON CREDIT SUISSE ASSET MANAGEMENT: UN CASE STUDY Alla luce dell aumento dei vincoli normativi, della crescente complessità del

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro

Dettagli

La crisi finanziaria del 2007-2010

La crisi finanziaria del 2007-2010 La crisi finanziaria del 2007-2010 1 La cronologia Agosto 2007-Agosto 2008: il preludio alla crisi 31 luglio 2007: Bearn Sterns liquida due hedge funds (fondi speculativi) che investono in attività finanziarie

Dettagli

Morningstar. Italy ETF Survey 2011. Sponsored by

Morningstar. Italy ETF Survey 2011. Sponsored by Morningstar Italy ETF Survey 2011 Sponsored by Etf, promossi per i costi, ma gli investitori vogliono saperne di più Conosce cosa sono gli Etf/Etc, ma vuole saperne di più sul funzionamento. Li sceglie

Dettagli

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa Indice 3 PREFAZIONE 5 INTRODUZIONE - Tendenze evolutive del rapporto banca-impresa 5 I.1 Premessa 6 I.2 Le recenti riforme dell ordinamento bancario 9 I.2.1 Le direttive del Comitato di Basilea 12 I.2.2

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI Il presente documento contiene le informazioni chiave per gli investitori di questo Comparto. Non si tratta di un documento promozionale. Le informazioni contenute

Dettagli

+39 02 414931 +39 02 65594203. Community consulenza nella comunicazione Brunswick +39 02 89404231 + 39 02 92 88 62 04/203

+39 02 414931 +39 02 65594203. Community consulenza nella comunicazione Brunswick +39 02 89404231 + 39 02 92 88 62 04/203 Capgemini Contacts: Merrill Lynch Contacts: Raffaella Poggio Martina Corak raffaella.poggio@capgemini.com martina_corak@ml.com +39 02 414931 +39 02 65594203 Community consulenza nella comunicazione Brunswick

Dettagli

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti CARTELLA STAMPA Ottobre 2013 IR Top Consulting Media Relations & Financial Communication Via C. Cantù, 1 Milano Domenico Gentile, Antonio Buozzi Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 d.gentile@irtop.com ufficiostampa@irtop.com

Dettagli

CRESCITA A DUE CIFRE DEI RICAVI E DELL EBITDA NEL 4 TRIMESTRE DEL 2012

CRESCITA A DUE CIFRE DEI RICAVI E DELL EBITDA NEL 4 TRIMESTRE DEL 2012 CRESCITA A DUE CIFRE DEI RICAVI E DELL EBITDA NEL 4 TRIMESTRE DEL 2012 RICAVI, REDDITO OPERATIVO, EBITDA E UTILE NETTO IN CRESCITA ANNO SU ANNO NEL 4 TRIMESTRE 2012 E NELL INTERO ESERCIZIO 2012 Il gruppo

Dettagli

GE Capital Interbanca Cartella Stampa 2012

GE Capital Interbanca Cartella Stampa 2012 GE Capital Interbanca GE Capital Interbanca Cartella Stampa 2012 GE Capital Interbanca Il Gruppo Bancario GE Capital Interbanca nasce il 31 dicembre 2010 come piattaforma bancaria unitaria ed evoluta in

Dettagli

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA 31 Elisioni intersettoriali Le elisioni intersettoriali sono relative allo storno di ricavi e costi tra società del Gruppo appartenenti a settori diversi. In particolare il saldo negativo di 15 milioni

Dettagli

Star Conference 2006. Milano, 1 Marzo 2006

Star Conference 2006. Milano, 1 Marzo 2006 Star Conference 2006 Milano, 1 Marzo 2006 1 AGENDA IL GRUPPO BANCA FINNAT E LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO Arturo Nattino LE PRINCIPALI GRANDEZZE ECONOMICHE Gian Franco Traverso Guicciardi 2 Il Gruppo Banca

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro Anima Riserva Globale

Dettagli

CROSS ASSET SOLUTIONS

CROSS ASSET SOLUTIONS CROSS ASSET SOLUTIONS ITALIA A SCOPO PURAMENTE INFORMATIVO BUILDING TEAM SPIRIT TOGETHER GRUPPO SOCIÉTÉ GÉNÉRALE Il Gruppo Société Générale è un istituzione finanziaria di massimo livello nel panorama

Dettagli

Certificates Multigeo 100 Plus. Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti.

Certificates Multigeo 100 Plus. Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti. Certificates Multigeo 100 Plus Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti. Dalla Terra risorse che danno nuovo respiro ai tuoi investimenti. Multigeo 100 Plus è un certificate che

Dettagli

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Obiettivi del corso Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Studiare l articolazione e l organizzazione dei mercati in cui questi strumenti vengono negoziati Principali

Dettagli

Schema per il mapping delle Business Lines (Versione del 14 giugno 2005)

Schema per il mapping delle Business Lines (Versione del 14 giugno 2005) Schema per il mapping delle Business Lines (Versione del 14 giugno 2005) Premessa Il presente documento, approvato dal Comitato Guida, è una rielaborazione della tabella mapping business lines già comunicata

Dettagli

Approvati risultati al 30 settembre 2015

Approvati risultati al 30 settembre 2015 COMUNICATO STAMPA Approvati risultati al 30 settembre 2015 Risultati record nei primi nove mesi, con il miglior trimestre di sempre Utile netto: 148,8 milioni ( 109,3 milioni al 30 settembre 2014, +36,2%)

Dettagli

POLICY. Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

POLICY. Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini POLICY Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini [ Pagina Bianca ] Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini 1 INDICE Introduzione... 3 Fattori di esecuzione... 3 Trasmissione degli

Dettagli

DIREZIONE INVESTMENT BANKING. Il Ruolo del Nomad. Roma, 22 aprile 2009

DIREZIONE INVESTMENT BANKING. Il Ruolo del Nomad. Roma, 22 aprile 2009 DIREZIONE INVESTMENT BANKING Il Ruolo del Nomad Roma, 22 aprile 2009 Il Gruppo Montepaschi Overview Il Gruppo MPS ha perfezionato il 30 maggio 2008 l acquisizione di Banca Antonveneta divenendo il 3 gruppo

Dettagli

Gli accordi di Basilea e l accesso al credito da parte delle imprese

Gli accordi di Basilea e l accesso al credito da parte delle imprese Gli accordi di Basilea e l accesso al credito da parte delle imprese Giordano Villa Managing Director Chief Credit Officer Italy 31 st May 2011 La quantità di impieghi che le banche possono erogare dipende

Dettagli

Storia e missione. Descrizione del gruppo

Storia e missione. Descrizione del gruppo Storia e missione Descrizione del gruppo 1946 Fondazione Fondata dopo la II Guerra Mondiale da Commerciale Italiana, Credito Italiano e Banco di Roma, le tre banche pubbliche ad interesse nazionale Missione:

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

Indirizzo Internet: http://www.dt.tesoro.it Per informazioni contattare: dt.gruppo.info@tesoro.it Dir.II - Uff. VIII

Indirizzo Internet: http://www.dt.tesoro.it Per informazioni contattare: dt.gruppo.info@tesoro.it Dir.II - Uff. VIII Indirizzo Internet: http://www.dt.tesoro.it Per informazioni contattare: dt.gruppo.info@tesoro.it Dir.II - Uff. VIII Indice Composizione dei titoli di Stato all emisione pag. 1 Composizione dei titoli

Dettagli

i dossier SECONDA PUNTATA Tutto quello che avreste voluto sapere su spread, aste, Btp e nessuno vi ha mai detto www.freefoundation.

i dossier SECONDA PUNTATA Tutto quello che avreste voluto sapere su spread, aste, Btp e nessuno vi ha mai detto www.freefoundation. 43 i dossier www.freefoundation.com SECONDA PUNTATA Tutto quello che avreste voluto sapere su spread, aste, Btp e nessuno vi ha mai detto 5 marzo 2012 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Il mercato primario

Dettagli

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari Indice Pag. 1. Introduzione all economia del mercato mobiliare 1 Antonio Fasano 1.1 Il sistema finanziario e il mercato mobiliare 1 1.1.1 Gli strumenti finanziari 2 1.1.2 Gli intermediari finanziari 4

Dettagli

Percorso formativo sui mercati e gli strumenti finanziari

Percorso formativo sui mercati e gli strumenti finanziari Percorso formativo sui mercati e gli strumenti finanziari Milano, ottobre - dicembre 2014 A pprendere le caratteristiche e le tecniche di negoziazione degli strumenti finanziari Academy Gli strumenti

Dettagli

I certificati: strumenti duttili per esigenze complesse. Alexandre Vecchio Société Générale CIB

I certificati: strumenti duttili per esigenze complesse. Alexandre Vecchio Société Générale CIB I certificati: strumenti duttili per esigenze complesse Alexandre Vecchio Société Générale CIB A prima vista le esigenze non sono così complesse... Fonte AIPB: Terza indagine sulla clientela Private 22/10/2008

Dettagli

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio Glossario Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio (nell accezione accolta nella Relazione e con esclusione dei termini entrati nel lessico comune italiano oppure inseriti in un contesto

Dettagli

MPS Capital Services - Direzione Investment Banking. Luglio 2013

MPS Capital Services - Direzione Investment Banking. Luglio 2013 MPS Capital Services - Direzione Investment Banking Luglio 2013 1. Il Gruppo Montepaschi 2 Il Gruppo Montepaschi Overview Filiali in Italia Il Gruppo Montepaschi, terzo gruppo bancario Italiano, è attivo

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0049-9-2016

Informazione Regolamentata n. 0049-9-2016 Informazione Regolamentata n. 0049-9-2016 Data/Ora Ricezione 04 Febbraio 2016 17:33:19 MTA Societa' : BANCA POPOLARE DI MILANO Identificativo Informazione Regolamentata : 69037 Nome utilizzatore : BPOPMIN08

Dettagli

MESSAGGIO PUBBLICITARIO ELENCO COMPLETO COVERED WARRANTS OTTOBRE 2012 COVERED WARRANTS SU ETF. Codice Negoz. Prezzi aggiornati * Codice ISIN

MESSAGGIO PUBBLICITARIO ELENCO COMPLETO COVERED WARRANTS OTTOBRE 2012 COVERED WARRANTS SU ETF. Codice Negoz. Prezzi aggiornati * Codice ISIN AVVERTENZE Si ricorda che è responsabilità dell investitore, prima di acquistare un Covered Warrant di SG, verificare che l operazione non determini la creazione di una nuova posizione netta corta sui

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Relazione del Consiglio di Amministrazione sul secondo punto all ordine del giorno della parte straordinaria

Relazione del Consiglio di Amministrazione sul secondo punto all ordine del giorno della parte straordinaria Relazione del Consiglio di Amministrazione sul secondo punto all ordine del giorno della parte straordinaria Aumento di capitale sociale ai sensi dell art. 2441, quarto comma, secondo periodo, c.c.; deliberazioni

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015

Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Informazione Regolamentata n. 0036-1-2015 Data/Ora Ricezione 27 Marzo 2015 18:58:41 MOT - DomesticMOT Societa' : BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Identificativo Informazione Regolamentata : 55362 Nome utilizzatore

Dettagli

MERRILL LYNCH GLOBAL WEALTH MANAGEMENT E CAPGEMINI PRESENTANO LA 15ª EDIZIONE DEL WORLD WEALTH REPORT, IL RAPPORTO ANNUALE SULLA RICCHEZZA NEL MONDO

MERRILL LYNCH GLOBAL WEALTH MANAGEMENT E CAPGEMINI PRESENTANO LA 15ª EDIZIONE DEL WORLD WEALTH REPORT, IL RAPPORTO ANNUALE SULLA RICCHEZZA NEL MONDO Merrill Lynch: Brunswick Ana Iris Reece Gonzalez aireece@brunswickgroup.com Natasha Aleksandrov naleksandrov@brunswickgroup.com +39 02 92 886200 / 03 Capgemini: Community - consulenza nella comunicazione

Dettagli

BNP PARIBAS IN ITALIA

BNP PARIBAS IN ITALIA BNP PARIBAS IN ITALIA BNP PARIBAS NEL MONDO BANCA LEADER nell EUROZONA più di 185.000 dipendenti 39,2 di miliardi euro Margine di intermediazione BNP Paribas è leader europeo nei servizi bancari e finanziari

Dettagli

Fortune. Transmission Policy. Unifortune Asset Management SGR S.p.A. ASSET MANAGEMENT

Fortune. Transmission Policy. Unifortune Asset Management SGR S.p.A. ASSET MANAGEMENT Unifortune Asset Management SGR S.p.A. Transmission Policy Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 28 febbraio 2012 1 1 Premessa La Transmission Policy ( Policy ) illustra la Strategia di Trasmissione

Dettagli

INDICE I SINTESI... 2 II PREMESSA... 2 III DISPOSIZIONI GENERALI... 2

INDICE I SINTESI... 2 II PREMESSA... 2 III DISPOSIZIONI GENERALI... 2 STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A, GRUPPO BNP PARIBAS, DAI PROPRI CLIENTI AL DETTAGLIO E PROFESSIONALI INDICE I

Dettagli

i dossier www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 326 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TURBAMENTO DEI MERCATI Mentre in America Obama chiede 5 miliardi a S&P S, in Italia l indagine della Magistratura di Trani viene ridicolizzata

Dettagli

Classificazione tipologie di rischio

Classificazione tipologie di rischio Università Bicocca - Milano Anno Accademico 2007 / 2008 Classificazione tipologie di rischio Corso di Risk Management Milano, 27 Febbraio 2008 1 Rischi impliciti nell attività bancaria RISCHIO DI CREDITO

Dettagli

ASSOSIM COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ASSOSIM ANNO 2011

ASSOSIM COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ASSOSIM ANNO 2011 PIAZZA BORROMEO 1-20123 MILANO TEL. 02/86454996 r.a. TELEFAX 02/867898 e.mail assosim@assosim.it www.assosim.it ASSOSIM ASSOCIAZIONE ITALIANA INTERMEDIARI MOBILIARI COMUNICATO STAMPA RAPPORTO ASSOSIM ANNO

Dettagli

LEADER IN ITALIA NELLA

LEADER IN ITALIA NELLA LEADER IN ITALIA NELLA STRUTTURAZIONE DI OPERAZIONI DI CARTOLARIZZAZIONE «People who really drove the market forward» Dicembre 2015 Sommario 2 Finanziaria Internazionale 3 Finanza Strutturata 5 Operazioni

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Giovanni Sabatini

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Giovanni Sabatini Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Giovanni Sabatini Agenda 1. Scenario operativo nei mercati bancari 2. Redditività 3. Analisi comparata dei risultati economici di bilancio

Dettagli

MALTA. Sviluppo e Crescita: in pole position per fondi UCITS e fondi alternativi. Palazzo Mezzanotte, Milano Joseph Camilleri - Valletta Fund Services

MALTA. Sviluppo e Crescita: in pole position per fondi UCITS e fondi alternativi. Palazzo Mezzanotte, Milano Joseph Camilleri - Valletta Fund Services MALTA Sviluppo e Crescita: in pole position per fondi UCITS e fondi alternativi Palazzo Mezzanotte, Milano Joseph Camilleri - Valletta Fund Services giovedí 10 aprile 2014 Agenda Sezione 1 I servizi finanziari

Dettagli

Gennaio 2014 IN ITALIA

Gennaio 2014 IN ITALIA Gennaio 2014 IN ITALIA BNP PARIBAS IN ITALIA BNP Paribas è leader nei servizi bancari e finanziari in Europa e nel Mondo, presente in 78 Paesi con circa 190.000 collaboratori. Opera in 3 settori chiave

Dettagli

Comunicato Stampa. Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013

Comunicato Stampa. Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013 Comunicato Stampa Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013 Ricavi netti 1.799 migliaia ( 1.641 migliaia al 30 giugno 2012)

Dettagli

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive AL VOSTRO SERVIZO Forte di oltre 50 anni di esperienza, PKB ha acquisito una profonda conoscenza delle esigenze di privati e famiglie, imprenditori, liberi professionisti e dirigenti. È quindi in grado

Dettagli

PROF. MARIO COMANA Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari LUISS Guido Carli, Roma

PROF. MARIO COMANA Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari LUISS Guido Carli, Roma REDDITIVITÀ, RISCHI, CAPITALIZZAZIONE: LA SFIDA CONGIUNTA DEL MERCATO E DELLA REGOLAMENTAZIONE PROF. MARIO COMANA Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari LUISS Guido Carli, Roma ASSBANK ACRI

Dettagli

Deutsche Bank Spa - Divisione Private & Business Clients

Deutsche Bank Spa - Divisione Private & Business Clients Deutsche Bank Spa - Divisione Private & Business Clients Modelli Organizzativi e Sistemi Informatici a Supporto del Segmento Private Banking - L Esperienza Deutsche Bank Italia Milano, 14 Ottobre 2004

Dettagli

BNP Paribas. MTA International Le nuove opportunità per i traders. Patrice Ménard. Marco Peyron

BNP Paribas. MTA International Le nuove opportunità per i traders. Patrice Ménard. Marco Peyron BNP Paribas MTA International Le nuove opportunità per i traders Patrice Ménard BNP Paribas - Relazioni con gli Investitori e Informazione Finanziaria Marco Peyron BNL - Relazioni con gli Investitori Milano,

Dettagli

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING Giuseppe G. Santorsola Università Parthenope - Napoli 1 SOMMARIO La finanza mobiliare Il corporate finance Il merchant banking La finanza strutturata

Dettagli

12 ottobre 2015. Numerosità e totale attivo del sistema bancario americano

12 ottobre 2015. Numerosità e totale attivo del sistema bancario americano Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

L Asset Allocation Strategica di Inarcassa 2011-2015

L Asset Allocation Strategica di Inarcassa 2011-2015 Presentazione ai nuovi consiglieri 2011-2015 Comitato Nazionale dei Delegati Roma, 14-15 ottobre 2010 Protocollo: DFI/10/267 Indice Asset Allocation Strategica 2010: le deliberazioni del CND del 12-13

Dettagli

JACOPO CECCATELLI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO E DELLA LIQUIDITÀ DEGLI STRUMENTI FINANZIARI

JACOPO CECCATELLI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO E DELLA LIQUIDITÀ DEGLI STRUMENTI FINANZIARI Milano 20 marzo 3 Forum Nazionale della Consulenza Finanziaria JACOPO CECCATELLI LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO E DELLA LIQUIDITÀ DEGLI STRUMENTI FINANZIARI La MIFID oggi pone agli operatori maggiori obblighi

Dettagli

I Derivati. a.a. 2014/2015 Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2014/2015 Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2014/2015 Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (Testo Unico della Finanza) Il valore dello strumento deriva (dipende)

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI. Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 29/07/2015

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI. Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 29/07/2015 STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 29/07/2015 1 Indice 1. Introduzione 3 1.1 Quadro Normativo di Riferimento 3 1.2 Gestioni di Quaestio Capital

Dettagli

Relazione trimestrale

Relazione trimestrale Relazione trimestrale (30 settembre 2003) SOCIETÀ PER AZIONI CAPITALE ¼ 389.275.207,50 VERSATO - RISERVE ¼ 3.189,1 MILIONI SEDE SOCIALE IN MILANO PIAZZETTA ENRICO CUCCIA, 1 ISCRITTA ALL ALBO DELLE BANCHE.

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli