CONTO CONSUNTIVO E.F RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTO CONSUNTIVO E.F. 2011 RELAZIONE ILLUSTRATIVA"

Transcript

1 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA BACCANO Via Baccano, ROMA - Tel./Fax XXVIII Distretto - XX Circoscrizione Cod. mecc. RMIC C.F CONTO CONSUNTIVO E.F RELAZIONE ILLUSTRATIVA AZIONI E RISULTATI della gestione 2011 Contesto sociale, culturale ed economico L Istituto comprensivo di Via Baccano si trova in una zona periferica (borgate di Labaro e Prima Porta) che presenta situazioni eterogenee, con famiglie socio-culturalmente evolute e disponibili ad un dialogo continuo e positivo con la scuola, altre in situazioni molto più difficili e disagiate, altre ancora di extracomunitari con numerosi problemi di integrazione, di lavoro e spesso di vera e propria povertà. A questo si aggiunge la presenza di un popoloso campo nomadi sulla Tiberina (Villaggio Roman River), che ha portato e continua a portare i propri ragazzi al nostro istituto. Il contesto socio-economico in cui opera la scuola è dunque caratterizzato da diffuse situazioni di disagio, deprivazione culturale e disgregazione familiare, in un area a forte flusso immigratorio di provenienza prevalentemente extracomunitaria. In relazione alle caratteristiche territoriali, che comportano un elevato rischio di dispersione ed emarginazione scolastica, l Istituto è stato riconosciuto da anni come scuola situata in area a rischio, con assegnazione dei relativi finanziamenti ex art. 9 del C.C.N.L. I docenti e il personale A.T.A. che operano in tale contesto hanno acquisito competenze e capacità particolari; il loro entusiasmo e la loro abnegazione hanno permesso di raggiungere una serie di risultati che anche solo teoricamente sembravano impossibili. La scuola, anche con l offerta formativa, si è votata verso scelte rivolte al sociale e all integrazione. Il lavoro che i docenti dei tre ordini di scuola - infanzia, primaria e secondaria di primo grado - svolgono ogni giorno, oltre all azione formativa obbligatoria, si rivolge anche a contrastare efficacemente la dispersione scolastica, all integrazione tra le varie etnie presenti nella scuola e al proficuo inserimento degli alunni stranieri con corsi di italiano e attività preparatorie. Con la scuola sono fattivamente coinvolte tutte le istituzioni territoriali, così come la parte sana e attiva della popolazione locale. Alle pagine 4 e 5 sono riportate alcune tabelle che sintetizzano i dati riferiti al contesto scolastico e socio-economico e che illustrano il trend di frequenza degli alunni stranieri e rom negli ultimi sette anni, uno dei punti di criticità che l impegno professionale dei nostri docenti ha saputo trasformare in fattore di crescita e arricchimento. Dati strutturali dell Istituto L istituto comprensivo Via Baccano consta di tre sedi: la sede centrale, che ospita la scuola secondaria di primo grado, e due plessi di scuola primaria e dell infanzia. 1

2 a.s. 2010/11 totale classi = 29; totale alunni = 637 Scuola infanzia tempo ridotto (25 ore sett.li) Scuola infanzia tempo normale (40 ore sett.li) Classi 1^ scuola primaria tempo pieno (40 ore sett.li) Classi 2^ scuola primaria tempo pieno (40 ore sett.li) Classi 3^ scuola primaria tempo pieno (40 ore sett.li) Classi 4^ scuola primaria tempo pieno (40 ore sett.li) Classi 5^ scuola primaria tempo pieno (40 ore sett.li) Scuola secondaria I grado tempo normale (30 ore sett.li) classi 1^ Scuola secondaria I grado tempo normale (30 ore sett.li) classi 2^ Scuola secondaria I grado tempo normale (30 ore sett.li) classi 3^ Sede centrale Plesso Baccano Plesso P.Porta == 1 == == 2 3 == 1 1 == 2 1 == 2 1 == 2 1 == == == 3 == == 4 == == Risorse professionali: a) Personale statale - n 74 docenti, di cui 12 di sostegno; - n 18 unità di personale A.T.A. (1 direttore dei servizi generali e amministrativi, 3 assistenti amministrativi e 12 collaboratori scolastici, di cui 1 in part-time). b) Personale degli EE.LL. - n 1 insegnante AA.PP. (attività parascolastiche); - n 2 A.E.C. (assistenti educativi culturali); - n 1 assistente alla comunicazione (per non udenti). a.s. 2011/12 totale classi = 29; totale alunni = 641 Sede centrale Plesso Baccano Plesso P.Porta Scuola infanzia tempo ridotto (25 ore == 1 == sett.li) Scuola infanzia tempo normale (40 ore == 2 3 sett.li) Classi 1^ scuola primaria tempo pieno (40 == 2 1 ore sett.li) Classi 2^ scuola primaria tempo pieno (40 == 1 1 ore sett.li) Classi 3^ scuola primaria tempo pieno (40 == 2 1 ore sett.li) Classi 4^ scuola primaria tempo pieno (40 == 2 1 ore sett.li) Classi 5^ scuola primaria tempo pieno (40 == 2 1 ore sett.li) Scuola secondaria I grado tempo normale 3 == == (30 ore sett.li) classi 1^ Scuola secondaria I grado tempo normale 3 == == (30 ore sett.li) classi 2^ Scuola secondaria I grado tempo normale 3 == == (30 ore sett.li) classi 3^ Totale

3 Risorse professionali: a) Personale statale - n 69 docenti, di cui 10 di sostegno; - n 15 unità di personale A.T.A. (1 direttore dei servizi generali e amministrativi, 3 assistenti amministrativi e 11 collaboratori scolastici, di cui 1 in part-time); - n 2 docenti fuori ruolo utilizzati in segreteria e in biblioteca. b) Personale degli EE.LL. - n 1 insegnante AA.PP. (attività parascolastiche); - n 2 A.E.C. (assistenti educativi culturali); - n 2 assistenti alla comunicazione (per non vedenti e per non udenti). Motivazioni e bisogni L azione formativa è stata indirizzata in via prioritaria alle seguenti finalità: Elevare il livello culturale Aumentare l autostima e quindi le occasioni di successo Sensibilizzare le famiglie a partecipare alla vita della scuola ed a interessarsi in prima persona alla crescita socio-culturale dei propri ragazzi. Educare alla legalità Promuovere attività di recupero e potenziamento indirizzando e personalizzando l offerta formativa Promuovere attività di orientamento e continuità fin dalla scuola primaria Sviluppare conoscenze informatiche e linguistiche Contrastare con progetti ampi ed articolati il fenomeno del bullismo Contrastare con efficacia il fenomeno del razzismo sempre latente tra i ragazzi delle varie etnie e purtroppo radicato anche in numerose famiglie. L Istituto è provvisto di laboratori ed ha ampliato le attività di recupero individualizzato sfruttando la flessibilità oraria e gli scambi tra i docenti per percorsi di continuità verticale. Ha, per questo, sempre utilizzato i fondi previsti per il progetto Area a Rischio. Strumenti Operativi Potenziamento di momenti di continuità orizzontale e verticale Organizzazione di attività di recupero Messa a disposizione del territorio di palestre e altri locali Insegnamenti integrativi (laboratori) Collaborazione tra reti di scuole Attività per prevenire bullismo e dispersione Attività di sostegno 3

4 TABELLA ALUNNI STRANIERI E ROM A.S. 2005/06 ROM STRANIERI TOTALE TOTALE ALUNNI ISCRITTI PERCENTUALE Scuola dell infanzia Prima Porta ,03% Scuola dell infanzia Baccano ,39% Scuola primaria Prima Porta ,58% Scuola primaria Baccano % Scuola secondaria I grado ,30% TOTALI ,90% A.S. 2006/07 ROM STRANIERI TOTALE TOTALE ALUNNI ISCRITTI PERCENTUALE Scuola dell infanzia Prima Porta ,54% Scuola dell infanzia Baccano ,94% Scuola primaria Prima Porta ,45% Scuola primaria Baccano ,43% Scuola secondaria I grado ,81% TOTALI ,30% A.S. 2007/08 ROM STRANIERI TOTALE TOTALE ALUNNI ISCRITTI PERCENTUALE Scuola dell infanzia Prima Porta ,06% Scuola dell infanzia Baccano ,73% Scuola primaria Prima Porta ,22% Scuola primaria Baccano ,82% Scuola secondaria I grado ,37% TOTALI ,95% A.S. 2008/09 ROM STRANIERI TOTALE TOTALE ALUNNI ISCRITTI PERCENTUALE Scuola dell infanzia Prima Porta ,86% Scuola dell infanzia Baccano ,84% Scuola primaria Prima Porta ,23% Scuola primaria Baccano ,91% Scuola secondaria I grado ,74% A.S. 2009/10 TOTALI ,84% ROM STRANIERI TOTALE TOTALE ALUNNI ISCRITTI PERCENTUALE Scuola dell infanzia Prima Porta ,16% Scuola dell infanzia Baccano ,76% Scuola primaria Prima Porta ,38% Scuola primaria Baccano ,00% Scuola secondaria I grado ,13% TOTALI ,66% 4

5 A.S. 2010/11 ROM STRANIERI TOTALE TOTALE ALUNNI ISCRITTI PERCENTUALE Scuola dell infanzia Prima Porta ,25% Scuola dell infanzia Baccano ,67% Scuola primaria Prima Porta ,83% Scuola primaria Baccano ,39% Scuola secondaria I grado ,51% A.S. 2011/12 TOTALI ,44% ROM STRANIERI TOTALE TOTALE ALUNNI ISCRITTI PERCENTUALE Scuola dell infanzia Prima Porta ,43% Scuola dell infanzia Baccano ,33% Scuola primaria Prima Porta ,92% Scuola primaria Baccano ,15% Scuola secondaria I grado ,05% TOTALI ,51% TABELLA CONTESTO SCOLASTICO E SOCIO-ECONOMICO: INDICATORI ECONOMICI NUMERO % SUL TOTALE ALUNNI beneficiari buoni libro (secondaria I grado) ,05 ALUNNI beneficiari buono - scuola (borsa di studio comune) o esonerati pagamento mensa (secondaria I grado) ,05 ALUNNI beneficiari buono - scuola (borsa di studio comune) o esonerati pagamento mensa (primaria) ,00 INDICATORI SOCIALI ALUNNI segnalati e/o seguiti dai servizi sociali 10 1,54 ALUNNI segnalati al tribunale dei minori 3 0,46 ALUNNI allontanati dai nuclei familiari di origine 3 0,46 INDICATORI DI INTEGRAZIONE ALUNNI iscritti A.S. 2011/12 a rischio di devianza 23 3,59 ALUNNI iscritti A.S.2011/12 con particolari fragilità seguiti dai servizi sanitari 13 2,03 ALUNNI disabili iscritti A.S. 2011/ ,37 INDICATORI DI DISPERSIONE ALUNNI con gravi insufficienze A. S. 2010/ ,96* ALUNNI con frequenza irregolare A.S. 2010/ ,72* ALUNNI ripetenti A.S. 2010/ ,87* * Valore di riferimento: alunni primaria e secondaria I grado a.s. 2010/11 (n 494) 5

6 GESTIONE FINANZIARIA La gestione finanziaria dell esercizio 2011 si è svolta nel rispetto delle disposizioni e istruzioni impartite dal M.I.U.R. con mail prot. n del 11/11/2010: - l avanzo di amministrazione è stato utilizzato per la sola quota eccedente l ammontare dei residui attivi di competenza M.I.U.R. non ancora riscossi, nell eventualità che detti crediti risultassero inesigibili (la somma ammontava, all inizio dell anno, ad ,03; nel corso dell esercizio si è leggermente ridotta fino all ammontare di ,52); - le entrate sono state inscritte in bilancio solo quando sussisteva la certezza della riscossione; - il corrispettivo pattuito con la ditta Multiservizi per l appalto dei servizi di pulizia è stato contenuto, previa rinegoziazione degli standard del servizio, entro i limiti delle assegnazioni ministeriali; - l importo del fondo d istituto relativo all anno 2011 non è stato inscritto in bilancio, in applicazione delle norme che hanno introdotto il cd. Cedolino Unico, ad eccezione del finanziamento per il progetto Area a Rischio a.s. 2011/12, che è stato interamente impegnato nella competenza dell E.F. 2011, come richiesto dalla nota M.I.U.R. prot del 12/12/2011; - le attività aggiuntive svolte dal personale nell a.s. 2010/11 sono state pagate in parte direttamente dalla scuola (quelle relative al progetto Area a Rischio a.s. 2010/11 e quelle liquidate a valere sulle economie del fondo d istituto risultanti al 31/12/2010) e in parte tramite il Service Personale Tesoro, a valere sulla disponibilità esistente presso il SICOGE (Sistema Contabilità Gestionale). Le spese di funzionamento sono state contenute il più possibile, mentre quelle per le supplenze brevi e saltuarie sono state disposte solo quando non è risultato possibile provvedere alla sostituzione degli assenti avvalendosi del personale in servizio (compresenze, contemporaneità, ore eccedenti). Si tenga conto che ormai è sempre più difficile ricorrere alla flessibilità organizzativa, considerato che, con le recenti innovazioni ordinamentali, nella scuola secondaria di primo grado sono state eliminate le ore di completamento cattedra e nella scuola primaria si stanno progressivamente eliminando le compresenze. Inoltre il ricorso alle ore eccedenti - strumento prezioso per la sostituzione degli assenti, di cui la scuola ha fatto in passato largo uso è stato confinato entro limiti di spesa assai angusti ed è diventato pressoché impraticabile alla luce delle nuove disposizioni, che prevedono la possibilità di assegnazioni ministeriali ad integrazione della dotazione finanziaria esclusivamente per le spese relative alle supplenze brevi e saltuarie. Il seguente prospetto illustra l ammontare dei pagamenti eseguiti dall Istituto negli ultimi sette anni per supplenze brevi e saltuarie: Spesa complessiva per supplenze brevi e saltuarie negli ultimi sette anni anno 2005 anno 2006 anno 2007 anno 2008 anno 2009 anno 2010 anno , , , , , , ,55 Gli interventi progettuali si sono incentrati sull accoglienza, l integrazione e il recupero, ma non sono state tralasciate le iniziative di approfondimento, arricchimento e ampliamento dell offerta formativa. Gli spazi di progettazione comune, di integrazione e di scambio (laboratori, classi aperte, prestiti professionali) hanno favorito il dialogo interprofessionale e la collaborazione fra docenti di ordini e/o plessi diversi. Nell a.s. 2010/11 sono stati realizzati nell Istituto ventiquattro progetti didattici (di cui otto a costo zero), un progetto del personale A.T.A. sull accoglienza, con ricaduta immediata sull attività 6

7 formativa, e due progetti di funzionamento generale, relativi l uno alla sicurezza sul lavoro e l altro alla protezione dei dati personali. Per la gestione dei progetti si è proseguito nella linea di aggregazione delle iniziative, per dare coerenza al P.O.F. ed evitare la dispersione delle risorse in tanti micro-progetti. I progetti sono stati raggruppati in quattro grandi aggregati : 1) l aggregato P24 - Oltre il sorriso di benvenuto ha riunito i progetti relativi all accoglienza, al recupero, contro l emarginazione e la dispersione scolastica, per l educazione interculturale, ambientale, alla cittadinanza e alla legalità, per l innovazione tecnologica; 2) nell aggregato P45 Lingue 2000 è stato allocato il progetto Trinity di potenziamento della lingua inglese; 3) nell aggregato P56 sono stati riuniti i due progetti di funzionamento generale relativi alla sicurezza sul luogo di lavoro (D.Lgs. 81/2008) e alla protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003); 4) nell aggregato P57 Viaggi d istruzione sono state raggruppate le iniziative di ampliamento dell offerta formativa consistenti in visite didattiche e viaggi d istruzione. In quest ultimo aggregato era stato allocato anche il progetto Comenius, finanziato dall Unione Europea, che purtroppo non ha avuto attuazione per un insieme di ragioni. Di seguito si riporta il testo della lettera inviata all Agenzia Nazionale LLP, con le motivazioni che hanno condotto alla rescissione dell accordo di partenariato: Si comunica che questo Istituto si trova, con sincero rammarico, a dover rinunciare al contributo e rescindere l Accordo stipulato con codesta Agenzia per la realizzazione del progetto Comenius, ai sensi dell art. 13, comma 1, dell Accordo stesso. La dolorosa scelta è stata imposta dai seguenti motivi: 1) la docente referente del progetto e altri due docenti coinvolti nella sua realizzazione sono risultati improvvisamente indisponibili in quanto colpiti da gravi problemi familiari che rendono impraticabili le mobilità; 2) essendo venuta meno la partecipazione dei docenti con padronanza della lingua inglese, gli altri docenti coinvolti hanno dichiarato di non sentirsi in grado di portare avanti il progetto; 3) a ciò si aggiunga che la scuola, attualmente in situazione di reggenza, difficilmente potrebbe assicurare una continuità nella gestione del progetto, tenuto conto del futuro pensionamento dell attuale Dirigente reggente e del trasferimento d ufficio per soprannumerarietà, dal prossimo anno scolastico, della docente referente del progetto. Pur consapevoli che questa scelta delude le aspettative degli alunni e delle loro famiglie, riteniamo che ragioni di serietà ci impongano di rinunciare tempestivamente ad un impegno che potremmo non saper assolvere in modo soddisfacente. Nell operare questa scelta, abbiamo tenuto conto del fatto che la nostra uscita dal partenariato non sarà di impedimento per la prosecuzione del progetto alle altre quattro istituzioni scolastiche europee. Restiamo in attesa di vostre indicazioni per la restituzione del finanziamento assegnato. Per quanto riguarda invece il progetto Fondazione Roma (allocato nell aggregato P24 Oltre il sorriso di benvenuto ), relativo all allestimento di un laboratorio informatico e un aula digitale nei due plessi di scuola primaria di Baccano e Prima Porta con il contributo erogato dalla Fondazione Roma, il ritardo nell attuazione è dovuto principalmente ai tempi - non imputabili all Istituto - di approvazione del progetto (mese di giugno) e di stipula della convenzione (mese di agosto). La realizzazione degli altri progetti è stata invece soddisfacente, anche se il dato non emerge dalle risultanze contabili del consuntivo, visto che la spesa fondamentale quella relativa alle attività aggiuntive del personale non transita più sul bilancio della scuola ma è gestita a livello centrale tramite Service Personale Tesoro. I progetti hanno avuto un avvio regolare grazie alla tempestiva sottoscrizione - nonostante la situazione di incertezza normativa - del contratto integrativo di istituto per l a.s. 2010/11 (15 dicembre 2010). Le attività dell Istituto sono state sostenute da finanziamenti sia pubblici che privati. 7

8 Di seguito si riassume l andamento dei finanziamenti pubblici per la realizzazione di progetti e attività didattiche: a.s. 2007/08 a.s. 2008/09 a.s. 2009/10 a.s. 2010/11 a.s. 2011/12 Finanziamento statale per le scuole situate in aree a rischio , , , , ,60 Finanziamento statale per corsi Patentino Ciclomotori 454,00 420,00 431,35 550,40 Non pervenuto Fondi statali Legge 440/97 per realizzazione P.O.F , , , ,03 866,25 Finanziamenti del Comune di Roma , , ,20 == 4.087,79 Finanziamenti dell Unione Europea == == == ,00 == Il Comune di Roma, che nell a.s. 2007/08 aveva finanziato (oltre ai Campi-Scuola e a Città come Scuola) i due progetti interculturali Tavolo Interreligioso e Forum Intermundia, negli aa.ss. 2008/09 e 2009/10 ha limitato i finanziamenti ai soli Campi-Scuola e Città come Scuola; per l a.s. 2010/11 sono state finanziate esclusivamente le iniziative Città come Scuola, mentre non sono stati finanziati i Campi-Scuola (ad eccezione di quelli autunnali, a cui l Istituto non ha aderito). Il finanziamento concesso dall Unione Europea per il progetto Comenius è stato restituito, come illustrato prima, per la mancata realizzazione del progetto. Tra i finanziamenti statali va segnalato l impegno del M.I.U.R. per dotare le scuole di sussidi didattici tecnologicamente avanzati, quali le L.I.M. (Lavagne Interattive Multimediali). Nell ambito di questo programma nazionale, al nostro Istituto sono state assegnate nel 2009 tre L.I.M. per la scuola secondaria di 1 grado e nel 2010 una L.I.M. per la scuola primaria. Nel 2011 è pervenuto il finanziamento per l acquisto di una ulteriore L.I.M. per la scuola primaria, da utilizzare nell ambito di una rete di scuole. Il finanziamento, non ancora utilizzato per un ritardo nell espletamento della gara da parte della scuola capofila della rete (I.C. di Manziana), è stato prelevato dall avanzo di amministrazione, dove era confluito, per essere utilizzato nell E.F. 2012, con stanziamento della somma nell aggregato A4 Spese di investimento. Le difficoltà finanziarie hanno costretto l Istituto a fare ampio ricorso alla collaborazione delle famiglie per sostenere la realizzazione dell offerta formativa. Le famiglie hanno fornito alle classi il materiale di facile consumo per le esercitazioni degli alunni (carta, cartoncini, pennarelli, ecc.) e hanno finanziato in tutto o in parte le attività di ampliamento e arricchimento dell offerta formativa, in particolare i viaggi d istruzione e il progetto Trinity per il conseguimento della certificazione internazionale di lingua inglese. Nell a.s. 2010/11, su delibera del Consiglio di Istituto, la scuola ha anche richiesto alle famiglie il versamento di un contributo volontario, come accade ormai in un numero crescente di scuole. La piccola somma raccolta - pari ad 928,00 ha contribuito a sostenere le spese per l acquisizione di sussidi e servizi per l attività didattica (connessione Internet, acquisto di attrezzature e materiali di consumo, ecc.). A totale carico delle famiglie sono state poste le spese per l assicurazione integrativa, necessaria per l effettuazione delle visite didattiche e viaggi d istruzione. Il 2011 è stato certamente un anno faticoso, sia dal punto di vista amministrativo, considerato che nell a.s. 2010/11 la scuola è stata affidata in reggenza e l organico del personale di segreteria ha subìto una riduzione del 25%, sia dal punto di vista finanziario, poiché l esiguità dei finanziamenti ministeriali, unita al congelamento dell avanzo di amministrazione, ha reso assai impegnativo garantire il normale funzionamento didattico e amministrativo. Sul piano finanziario, ciò che soprattutto ha destato (e continua a destare) preoccupazione è la concreta possibilità di non rientrare dei crediti vantati nei confronti del M.I.U.R. (si parla di cifre importanti, nel nostro caso di oltre euro). Un simile brutale decurto dell avanzo di amministrazione potrebbe mettere la nostra scuola in una situazione veramente difficile nell immediato futuro, se si considera che negli ultimi quattro anni l istituto ha potuto sopravvivere solo grazie al ricorso all avanzo di amministrazione (come 8

9 dimostrano i risultati di gestione, che, a partire dal 2008, registrano un disavanzo di competenza) e che già adesso le molteplici innovazioni normative e procedimentali, così come la crescente complessità dei bisogni formativi, vengono affrontati col personale ridotto dai tagli all organico e con risorse finanziarie e strumentali sempre più scarse. In merito alle risorse strumentali, in particolare, le risultanze del rinnovo inventariale evidenziano la presenza di una gran quantità di beni non più utilizzabili, mentre quelli ancora in uso sono decisamente datati, se non addirittura vetusti, tanto che le operazioni di rivalutazione (ammortamento) hanno condotto ad un abbattimento di oltre i due terzi del valore del patrimonio della scuola. Nel complesso però la gestione 2011 merita una valutazione positiva, se non altro perché la scuola è riuscita ad andare avanti funzionando regolarmente, adeguandosi alle innovazioni normative, facendo fronte alle spese obbligatorie senza incorrere nel pericolo del disavanzo di amministrazione e soprattutto garantendo agli alunni un offerta formativa di qualità, interventi efficaci per l integrazione, il recupero e contro la dispersione scolastica. Di ciò dobbiamo ringraziare soprattutto il personale, per l impegno profuso, e le famiglie, per la costante collaborazione. 9

10 Qui di seguito vengono evidenziati: alcuni indici di bilancio utili a monitorare l andamento dei finanziamenti INDICE DI DIPENDENZA FINANZIARIA INCIDENZA RESIDUI ATTIVI SMALTIMENTO RESIDUI ATTIVI Descrizione dell indice Rapporto tra entrate per finanziamenti pubblici (Aggr ) ed entrate complessive Rapporto tra accertamenti non riscossi e totale degli accertamenti dell esercizio Rapporto tra le riscossioni ed i residui attivi iniziali Valore E.F Valore E.F Valore E.F Valore E.F Valore E.F ,76 0,89 0,88 0,93 0,84 0,05 0,02 0,02 0,12 0,32 0,09 0,59 0,38 0,31 0,17 Valutazione del dato Può variare da 0 (dipendenza nulla) a 1 (dipendenza massima) Il valore calcolato, pur esprimendo ancora una forte dipendenza dai fondi pubblici (tipica della scuola dell obbligo), registra una decisa flessione rispetto agli anni precedenti, che indica una sensibile diminuzione dei finanziamenti pubblici Può variare da 0 (riscossione totale delle somme accertate) a 1 (nessuna riscossione delle somme accertate) L altissimo valore calcolato per gli ultimi tre EE.FF., rispetto al passato, è indicativo della prudenza applicata dall Istituto nell inscrivere in bilancio nuove entrate, stante l espresso divieto da parte del M.I.U.R. di accertare entrate non specificamente autorizzate con apposita comunicazione. Può variare da 0 (nessuna riscossione dei crediti) a 1 (riscossione totale dei crediti) Il valore di norma dovrebbe essere pari a 1; nel nostro caso il valore calcolato, patologicamente basso, sta ad indicare il blocco delle erogazioni relative ai residui attivi di competenza M.I.U.R. riferiti agli anni precedenti il trend dei principali indicatori finanziari Autonomia finanziaria Aggr.: Finanziamenti degli EE.LL. e altre istituzioni pubbliche Aggr.: Finanziamenti dello Stato Aggr.: 02 Descrizione dell indicatore Rendiconto 2007 Rendiconto 2008 Rendiconto 2009 Rendiconto 2010 Rendiconto 2011 Evidenzia il totale delle entrate proprie e corrisponde alla capacità di spesa garantita da risorse autonome, senza contare sui finanziamenti istituzionali Evidenzia il totale dei trasferimenti degli EE.LL. e l entità dell intervento pubblico per garantire il diritto allo studio / * (di cui Unione Europea) Evidenzia il totale dei trasferimenti dello Stato e il peso erariale dell istituz. scol. / * (di cui progetto naz.le) , , , , , , , , ,20 / * (16.000,00) , , , , ,06 / * ( ,00) / * (20.000,00) TOTALE ENTRATE Evidenzia il trend delle entrate complessive , , , , ,31 Spese per attività Evidenzia il totale dei costi fissi , , , , ,14 A01+A02+A03+A04+A05 Spese per progetti Evidenzia il totale delle risorse destinate ad ampliare , , , , ,12 P01+P02+..Pnn l offerta formativa della scuola / * (di cui progetto naz.le) / * ( ,54) / * (19.999,74) TOTALE SPESE Evidenzia il trend delle spese complessive , , , , ,26 0,00 10

11 Analisi del conto consuntivo Dall'analisi congiunta 1 del Programma Annuale (Modello A), del CONTO FINANZIARIO (Modello H) e dei n 9 Modelli I RENDICONTO PROGETTO / ATTIVITA dell esercizio 2011, emergono le seguenti risultanze: ENTRATE Aggr Avanzo di amministrazione presunto PREV. INIZIALE VARIAZIONI PREV. DEFINITIVA ACCERTAMENTO Avanzo di amministrazione presunto ,94 0, ,94 0,00 Non vincolato ,33 0, ,33 0,00 Vincolato ,61 0, ,61 0,00 Determinata ad esercizio finanziario già avviato, la previsione non ha subìto variazioni. Rispetto al precedente E.F. 2010, si osserva un complessivo decremento dell avanzo di amministrazione per ,63, con aumento dell avanzo non vincolato ( ,33) e diminuzione di quello vincolato ( ,96), dovuta alla completa utilizzazione entro il 31/12/2010 delle economie del fondo d istituto, come richiesto dal M.I.U.R. per il passaggio al Cedolino Unico. Come prescritto, l utilizzo dell avanzo di amministrazione è stato disposto per la sola quota eccedente l ammontare dei residui attivi. Aggr Finanziamenti dello Stato PREV. INIZIALE VARIAZIONI PREV. DEFINITIVA ACCERTAMENTO Finanziamenti dello Stato , , , ,06 Dotazione ordinaria , , , ,06 La previsione iniziale è stata modificata con provvedimenti del Dirigente scolastico prot.n.1172 del 17/02/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 35 del 17/05/2011), prot.n.2810 del 16/05/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 36 del 17/05/2011), prot.n.5102 del 04/10/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 56 del 03/11/2011) e prot.n.6737 del 30/12/2011 (delibera ora per allora del Consiglio di Istituto n 66 del 12/01/2012) in conseguenza dei sottoelencati finanziamenti statali: N PROVV. OGGETTO IMPORTO 1172 U.S.R. Lazio - Maggiore assegnazione per Sicurezza E.F , MIUR - Finanziamento progetto area a rischio a.s. 2010/11 8/ ,53 MIUR - Maggiore fabbisogno per supplenze brevi E.F ,27 MIUR - Integrazione contratto servizi di pulizia 8.696, MIUR Finanziamento contratto servizi pulizia ,30 MIUR - Finanziamento corsi Patentino Ciclomotori a.s. 2010/11 550,40 1 L applicativo di gestione contabile S.I.D.I. Bilancio Scuole, fornito dal M.I.U.R., riporta nel Modello H - Conto Finanziario la sola programmazione definitiva, senza evidenziare la programmazione iniziale e le successive variazioni. L evolversi della programmazione (programmazione iniziale, variazioni, programmazione definitiva) è invece desumibile dai Modelli I Rendiconto progetto/attività. 11

12 Fondi per acquisto L.I.M. (lavagna interattiva multimediale) scuola primaria 2.200,00 MIUR - Maggiore fabbisogno per supplenze brevi E.F , MIUR - Integrazione per spese supplenze brevi E.F ,39 MIUR - Finanziamento progetto area a rischio a.s. 2011/ ,60 TOTALE ,55 Sono state iscritte in bilancio solo le somme specificamente autorizzate con apposita comunicazione e quelle relative alle spese obbligatorie per supplenze brevi; pertanto la previsione coincide con l accertamento. Rispetto al precedente E.F si registra un decremento dei finanziamenti statali pari a ,82 euro. Aggr Finanziamenti da Enti Locali o da altre istituzioni pubbliche PREV. INIZIALE VARIAZIONI PREV. DEFINITIVA ACCERTAMENTO Finanziamenti da EE.LL. o da altre istituzioni pubbliche ,00 == ,00 0,00 Comune vincolati ,00 == ,00 0,00 La programmazione iniziale era riferita alle presumibili assegnazioni per i Campi-Scuola; l accertamento è risultato invece pari a 0,00 perché nell a.s. 2010/11 il Comune di Roma non li ha finanziati (o meglio, ha finanziato i soli Campi-Scuola autunnali, cui l Istituto non aveva aderito). Nel precedente esercizio finanziario le assegnazioni del Comune sono state pari ad 5.386,20; nell E.F erano stati assegnati 10.43,52. Aggr Contributi da privati PREV. INIZIALE VARIAZIONI PREV. DEFINITIVA ACCERTAMENTO Contributi da privati , , , ,48 Famiglie non vincolati 2.128,00 718, , ,00 Famiglie vincolati ,00 214, , ,48 Altri non vincolati 500,00 == 500,00 500,00 Altri vincolati == , , ,00 La previsione iniziale è stata modificata con provvedimenti del Dirigente scolastico prot.n.1172 del 17/02/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 35 del 17/05/2011) e prot.n.5102 del 04/10/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 56 del 03/11/2011), relativi l uno ai maggiori versamenti delle famiglie per le tasse d esame Trinity ( 35,00) e l altro alle seguenti maggiori entrate: errato versamento da parte di una famiglia della quota mensa sul conto corrente postale della scuola anziché al Comune di Roma ( 179,50 - la somma è stata regolarmente restituita); finanziamento della Fondazione Roma di un progetto di innovazione tecnologica per la scuola primaria ( ,00); versamento sul conto corrente postale della scuola del rimborso dei costi di riproduzione conseguenti all esercizio del diritto di accesso ( 43,50); versamenti delle famiglie per il progetto Trinity ( 718,00); erogazione da parte della Banca di Credito Cooperativo di Roma del contributo annuale assegnato sulla base della convenzione in essere per la gestione del servizio di cassa ( 500,00). La plusvalenza di 718,00 relativa alla gestione dei corsi extracurricolari svolti nell ambito del progetto Trinity, testimonianza di una forte adesione al progetto, permette di finanziare 12

13 l arricchimento dell offerta formativa con l intervento di lettori di madrelingua inglese nelle classi terminali della scuola primaria. Il minore accertamento di ,52 euro riguarda prevalentemente le quote di partecipazione a visite e viaggi di istruzione, effettuati in misura inferiore rispetto a quanto programmato o con minori spese, grazie anche alle numerose iniziative Città come Scuola finanziate dal Comune di Roma. Rispetto al precedente E.F. 2010, i contributi delle famiglie sono aumentati di 3.312,69 euro. Aggr Altre entrate PREV. INIZIALE VARIAZIONI PREV. DEFINITIVA ACCERTAMENTO Altre entrate 105,89 671,88 777,77 777,77 Interessi 105,89 671,88 777,77 777,77 La previsione iniziale, riferita agli interessi maturati sul conto corrente bancario nel 4^ trimestre 2010 e sul conto corrente postale nell anno 2010, ha subito modifiche proposte dal Dirigente scolastico con i provvedimenti prot.n.2810 del 16/05/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 36 del 17/05/2011) e prot.n.5102 del 04/10/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 56 del 03/11/2011), in conseguenza della maturazione trimestrale degli interessi attivi sul conto corrente bancario. Rispetto ai precedenti esercizi finanziari 2007, 2008 e 2009, nei quali gli interessi attivi erano arrivati a rappresentare per l Istituto un importante fonte di finanziamento, superiore alle assegnazioni ministeriali per il funzionamento amministrativo e didattico (accertamento di 5.384,70 nel 2007, di 8.437,16 nel 2008 e di 3.271,94 nel 2009), l accertamento di soli 777,77 - correlato sia alle minori giacenze di cassa che all andamento del tasso Euribor - appare irrisorio; è tuttavia superiore all accertamento di 590,98 registrato nel SPESE Attività A 01 - Funzionamento amministrativo generale PREVISIONE INIZIALE VARIAZIONI PREVISIONE DEFINITIVA IMPEGNO DIFFERENZA , , , , ,72 La previsione iniziale ha subìto una prima modifica, con provvedimento del Dirigente scolastico prot.n.2810 del 16/05/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 36 del 17/05/2011), a seguito dell integrazione della dotazione finanziaria per il contratto di appalto dei servizi di pulizia, della maturazione degli interessi attivi 1 trimestre 2011 sul conto corrente bancario e per storno fondi dalla disponibilità da programmare Z01 al fine di coprire le spese per libri e abbonamenti e per il pagamento delle visite fiscali. Una seconda modifica (provvedimento del Dirigente scolastico prot.n.5102 del 04/10/2011; delibera del Consiglio di Istituto n 56 del 03/11/2011) consegue a un ulteriore integrazione della dotazione finanziaria per la copertura delle spese di appalto dei servizi di pulizia fino a dicembre 2011, al versamento di una somma a titolo di rimborso dei costi di riproduzione per esercizio del diritto di accesso ai sensi della L. 241/90 e alla necessità di un ulteriore storno fondi dalla disponibilità da programmare Z01 per il pagamento di visite fiscali. 13

14 L ultima modifica, disposta con provvedimento del Dirigente scolastico prot.n.6737 del 30/12/2011 (delibera ora per allora del Consiglio di Istituto n 66 del 12/01/2012) riguarda un ulteriore prelevamento dalla voce Z01 Disponibilità da programmare a copertura di spese obbligatorie (pagamento visite fiscali; adeguamento ISTAT contratto servizi pulizia). Il complessivo impegno di spesa è superiore a quello del precedente E.F per 5.954,10 euro, di cui 5.644,01 riguardano l aumento del corrispettivo per il contratto dei servizi di pulizia, determinato dal Ministero. Le ordinarie spese di gestione registrano dunque un incremento di soli 310,09 rispetto al precedente esercizio finanziario, nonostante la sensibile crescita delle esigenze di spesa (aumento dei prezzi e dell IVA, nuovi obblighi di legge, ecc.); il dato testimonia il considerevole sforzo compiuto dall Istituto per affrontare il difficile momento di crisi. Il minore impegno di 2.160,72 rappresenta le economie di gestione, che sono state possibili grazie a un severo contenimento della spesa. La suddivisione delle spese per tipologia indica le seguenti risultanze: TIPOLOGIA DI SPESA PREV. INIZIALE VARIAZIONI PREV. DEFINITIVA IMPEGNO 02 Beni di consumo 5.300,00 173, , ,53 03 Acquisto di servizi da terzi , , , ,80 04 Altre spese (postali, ecc.) 1.743,00 0, , ,65 La maggior parte dell impegno di spesa riguarda il corrispettivo dovuto alla Ditta Multiservizi per l espletamento del servizio di pulizia nei plessi Baccano e Prima Porta ( ,48 contro i ,47 euro dello scorso anno); le altre spese di gestione - ammontanti a complessivi ,50 - totalizzano un importo leggermente superiore rispetto a quello dell anno precedente ( ,41), ma sensibilmente inferiore rispetto a quello del 2009 ( ,45). La tipologia di spesa che più incide sui costi di gestione è l acquisto di servizi da terzi: visite fiscali, formazione del personale, assistenza tecnica informatica, manutenzione delle macchine d ufficio, connessione ADSL, ecc. (oltre, naturalmente, all appalto dei servizi di pulizia). A 02 - Funzionamento didattico generale PREVISIONE INIZIALE VARIAZIONI PREVISIONE DEFINITIVA IMPEGNO DIFFERENZA , , , , ,23 La previsione iniziale ha subìto una sola modifica (provvedimento del Dirigente scolastico prot.n.5102 del 04/10/2011) approvata dal Consiglio di Istituto con delibera n 56 del 03/11/2011, a seguito del finanziamento dell U.S.R. Lazio per il Patentino Ciclomotori (utilizzato per il rinnovo dei sussidi relativi all educazione stradale), dell assegnazione ministeriale per l acquisto di una seconda L.I.M. per la scuola primaria, della restituzione di una quota di partecipazione a un viaggio d istruzione (cui l alunno non aveva potuto partecipare per motivi di salute) e della necessità di uno storno fondi per la copertura delle maggiori spese di noleggio della fotocopiatrice per l aumento dell aliquota IVA. La suddivisione delle spese per tipologia indica le seguenti risultanze: TIPOLOGIA DI SPESA PREV. INIZIALE VARIAZIONI PREV. DEFINITIVA IMPEGNO 02 Beni di consumo 3.490,00 550, , ,27 03 Acquisto di servizi da terzi ,90 3, , ,40 06 Beni d investimento 0, , ,00 0,00 08 Rimborsi e poste correttive 0,00 179,50 179,50 179,50 Anche per il funzionamento didattico, come per quello amministrativo, il criterio seguito è stato quello del contenimento delle spese. Tuttavia, grazie anche al contributo volontario versato 14

15 dalle famiglie, è stato possibile utilizzare una piccola somma (circa euro) per l acquisto di sussidi didattici, sia per l educazione stradale che per le esercitazioni degli alunni (materiali di facile consumo). Sono stati inoltre disposti gli interventi indispensabili per la manutenzione delle attrezzature e il regolare funzionamento delle attività didattiche: contratto di assistenza tecnica per i laboratori e le aule di informatica; connessione ADSL per il laboratorio di informatica della sede centrale; contratto di assistenza tecnica e manutenzione della fotocopiatrice di Prima Porta; noleggio di una fotocopiatrice per uso didattico per la scuola media e il plesso Baccano; abbonamento a riviste didattiche. La spesa per la stipula di una polizza assicurativa integrativa a copertura dei rischi per infortuni e responsabilità civile è stata interamente sostenuta dalle famiglie e dal personale dipendente. Il minore impegno di oltre euro deriva: 1) dalle economie sugli acquisti di beni di consumo ( 2.000,13); 2) dalla mancata utilizzazione dei fondi per la formazione del personale docente ( 3.983,32); 3) dal rinvio dell attivazione della connessione ADSL per il plesso di Prima Porta ( 967,00), in considerazione del ritardo nella realizzazione del progetto Fondazione Roma e quindi nella creazione del laboratorio informatico; 4) dalle economie riportate sulla manutenzione dei sussidi didattici (riparazioni e sostituzioni) per 473,20; 5) dalla mancata adesione di una parte degli alunni e degli operatori all assicurazione integrativa a.s. 2011/12, con conseguente abbattimento del premio per 1.039,00; 6) dal ritardo, non dipendente dall Istituto, nell acquisto della L.I.M. per la scuola primaria; tale acquisto, da effettuarsi nell ambito di una rete di scuole, è subordinato all iniziativa della scuola capofila (I.C. di Manziana). L impegno di spesa appare meno che dimezzato rispetto a quello dell anno precedente, ma i dati sono difficilmente paragonabili, se si pensa che l anno scorso sono state sostenute due spese straordinarie: l una riguardante l acquisto di una L.I.M. ( 2.196,00) e l altra relativa alla restituzione al Comune di Roma dei fondi residuati dalle assegnazioni per buoni libro e borse di studio degli EE.FF. dal 2000 al 2002 ( ,85). A 03 - Spese di personale PREVISIONE INIZIALE VARIAZIONI PREVISIONE DEFINITIVA IMPEGNO DIFFERENZA , , , ,89 0,00 Le variazioni della previsione riguardano: modifiche per maggiori entrate finalizzate - con provvedimenti del Dirigente scolastico prot. n del 16/05/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 36 del 17/05/2011), prot. n del 04/10/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 56 del 03/11/2011) e prot. n del 30/12/2011 (delibera ora per allora del Consiglio di Istituto n 66 del 12/01/2012) sono stati incrementati gli stanziamenti per supplenze brevi e saltuarie; modifiche per storno fondi - con provvedimento del Dirigente scolastico prot. n del 04/10/2011 (delibera del Consiglio di Istituto n 56 del 03/11/2011) si è operato un prelevamento dalla disponibilità da programmare Z01 a copertura di parte delle spese per ore eccedenti a.s. 2010/11, per le quali non c era capienza negli stanziamenti SICOGE; - con provvedimento del Dirigente scolastico prot. n del 30/12/2011 (delibera ora per allora del Consiglio di Istituto n 66 del 12/01/2012), si è operato un ulteriore prelevamento dall aggregato Z01 Disponibilità da programmare a 15

16 copertura delle spese obbligatorie per stipendi ai supplenti brevi con relativi oneri a carico dell amministrazione. In merito alla natura della modifiche operate per le supplenze brevi, si tenga presente che: i primi provvedimenti (prot. n del 16/05/2011 e prot. n del 04/10/2011) prevedono, a fronte delle maggiori spese, delle corrispondenti assegnazioni in entrata, poiché la mail del M.I.U.R. prot. n del 11/11/2010, recante disposizioni per la compilazione e gestione del Programma annuale 2011, assicurava espressamente l integrazione della dotazione finanziaria per la copertura delle spese per supplenze brevi, purché il fabbisogno non risultasse esageratamente elevato in rapporto all organico della scuola ( Tali integrazioni saranno disposte, entro i limiti delle disponibilità all uopo iscritte nel bilancio dello Stato, a copertura del fabbisogno 2011, al lordo degli oneri riflessi a carico dello Stato e dell'irap, come desumibile dal totale impegnato al lordo dipendente, segnalato a questa Direzione a mezzo dell'applicazione dei "flussi finanziari". L integrazione è limitata alla quota del fabbisogno eccedente gli euro ,00, già compresi nella risorsa finanziaria comunicata con la presente nota. Detta modalità operativa è resa necessaria dal fatto che non è possibile stimare, a priori, l esatto fabbisogno per supplenze brevi di ciascuna scuola, data la variabilità della relativa spesa di mese in mese. Nel caso in cui il fabbisogno, esaminato in rapporto all'organico della scuola, risulti particolarmente elevato, si provvederà alla citata ulteriore assegnazione di fondi solo successivamente all'esito positivo di apposita verifica. ); il provvedimento di dicembre, invece, (prot. n del 30/12/2011) tiene conto delle nuove disposizioni diramate dal M.I.U.R. con la mail prot. n del 22/12/2011, che parlano di eventualità delle integrazioni a copertura delle spese per supplenze brevi, raccomandando di non inscrivere in bilancio somme non espressamente comunicate con apposito avviso ( Con comunicazioni successive, questa Direzione generale potrà disporre eventuali integrazioni alla risorsa finanziaria di cui sopra. In particolare, potranno essere disposte integrazioni, da accertare nel bilancio secondo le istruzioni che verranno di volta in volta impartite:.. 3. per "Supplenze brevi e saltuarie".); conseguentemente, le maggiori spese per supplenze sono state fronteggiate col prelevamento dall avanzo di amministrazione e il relativo fabbisogno non è stato iscritto tra i residui attivi. A fronte di una spesa complessiva nell E.F per supplenze brevi e saltuarie pari ad ,55, il M.I.U.R. ha assegnato nel ,00, mentre con mail prot. n del 28/02/2012 ha disposto un assegnazione di ,42 (arrivando così a complessivi ,42) riferita alle spese 2011, ma da incassare in conto resti ( La somma indicata, da riscuotere in conto resti con contestuale riduzione degli attivi per spese di personale ancora iscritti al termine dell esercizio 2011, integra la quota parte supplenze brevi e saltuarie della risorsa finanziaria complessiva assegnata in conto competenza per l anno 2011 ); così per le scuole che, attenendosi alle disposizioni della mail prot. n del 22/12/2011, non avevano inscritto l importo del maggiore fabbisogno 2011 tra i residui attivi, detta assegnazione va a ridurre i residui attivi pregressi, ma lascia la restante spesa 2011 a carico dell avanzo di amministrazione. A carico dell avanzo di amministrazione restano anche le spese per ore eccedenti prestate dagli insegnanti nell a.s. 2010/11 in sostituzione dei colleghi assenti, per la parte ( 1.860,25) che non ha trovato copertura nell esiguo budget disponibile presso il SICOGE (( 5.024,59). In proposito si tenga presente che la prestazione di ore eccedenti è spesso l unica alternativa alla divisione delle classi, considerati i tempi lunghi necessari per il reclutamento di un supplente. La suddivisione delle spese per tipologia indica le seguenti risultanze: TIPOLOGIA DI SPESA PREV. INIZIALE VARIAZIONI PREV. DEFINITIVA IMPEGNO 1/1 Supplenze brevi e saltuarie docenti , , , ,30 1/3 Compensi c/fondo Istituto docenti 0,00 0,00 0,00 0,00 1/4 Compensi c/fondo Istituto ATA 0,00 0,00 0,00 0,00 1/5 Compensi non a carico FIS docenti 0, , , ,37 1/11 Contributi e oneri c/amministraz , , , ,22 16

17 I compensi a carico del fondo d istituto non transitano più nel bilancio, ma sono liquidati tramite Service Personale Tesoro (cd. Cedolino Unico ), tranne quelli relativi al progetto Area a Rischio, che però hanno trovato allocazione nell aggregato P24. Per questo motivo il complessivo impegno di spesa risulta quasi dimezzato rispetto a quello dell E.F ( ,70), nonostante le maggiori spese sostenute per supplenze brevi e saltuarie. Di seguito si riporta una tabella dimostrativa delle spese sostenute per supplenze brevi e saltuarie negli ultimi 7 anni, comprensive dei contributi e oneri a carico dell amministrazione: Spesa complessiva per supplenze brevi e saltuarie negli ultimi sette anni anno 2005 anno 2006 anno 2007 anno 2008 anno 2009 anno 2010 anno , , , , , , ,55 L impegno complessivo sull aggregato è pari alla programmazione definitiva; l esatta corrispondenza è frutto di una modifica di assestamento di bilancio (provvedimento del Dirigente scolastico prot. n del 30/12/2011, approvato dal Consiglio di Istituto con delibera ora per allora n 66 del 12/01/2012). A 04 Spese d investimento PREVISIONE INIZIALE VARIAZIONI PREVISIONE DEFINITIVA IMPEGNO DIFFERENZA 8.500,00 == 8.500, , ,30 L unica spesa d investimento effettuata è l acquisto di una fotocopiatrice ad alte prestazioni, con funzioni di scanner e stampante di rete, per gli uffici. L acquisto si è reso necessario a causa del deterioramento della vecchia fotocopiatrice, che aveva perso gran parte delle sue funzionalità di base (copiatura fronte/retro, ecc.) diventando inadeguata per le esigenze sempre più pressanti dell attività amministrativa; esso ha però rappresentato un vero e proprio investimento, nel senso che le funzionalità di rete permettono significativi risparmi sia di costi (cartucce per le stampanti) che di tempi (scanner di rete). La formula di acquisto assicura inoltre alla macchina una garanzia triennale comprensiva di assistenza tecnica, manutenzione e materiali di consumo. A 05 Manutenzione edifici PREVISIONE INIZIALE VARIAZIONI PREVISIONE DEFINITIVA IMPEGNO DIFFERENZA 1.964,53 0, ,53 292, ,13 I fondi erogati dal Comune di Roma per la cura degli edifici devono essere utilizzati per le piccole riparazioni, i lavori di manutenzione ordinaria, gli interventi urgenti in caso di guasti di modesta entità; non è dunque possibile, in questo caso, parlare di programmazione né di scostamento tra la previsione e l impegno di spesa. Le spese sostenute nell E.F riguardano unicamente l acquisto di materiali per piccoli interventi di riparazione effettuati direttamente dai collaboratori scolastici, mentre tutti i lavori di manutenzione ordinaria (idraulico, muratore, ecc.) sono stati eseguiti dall Ufficio Tecnico del XX Municipio. La differenza residua - pari a 1.672,13 - sarà utilizzata nell E.F per i lavori di ordinaria manutenzione di modesta entità che si renderanno via via necessari, secondo le disposizioni dell Ente erogatore. 17

18 Progetti a.s. 2010/11 Il prospetto che segue riporta un quadro sintetico dello svolgimento dei progetti inseriti nel Programma Annuale E.F. 2011: N. Titolo progetto P24 OLTRE IL SORRISO DI BENVENUTO - Accoglienza Progr. iniziale 1.000,00 Variazioni , , ,60 Estremi provv. variazione Prot del 16/05/11 Prot del 04/10/11 Prot.6737 del 30/12/11 Progr. definitiva Impegno Indice % realizz , ,88 61,63 Realizzazione Mancata realizzazione 1 progetto (rinvio E.F. 2012) Recupero integrato Realizzato secondo programmazione Recupero matematica sc.media Realizzato secondo programmazione Rec. italiano sc.media Realizzato secondo programmazione Accoglienza classi 1^ elem. Realizzato secondo programmazione Conoscere per accogliere Realizzato secondo programmazione Lo stupore di esistere Realizzato secondo programmazione Cantieri di biodiversità (3 progetti: Scuola adotta monumento; M'illuminodimeno; Natale di Roma) Realizzato secondo programmazione Educazione stradale (Patentino Ciclomotori) Realizzato secondo programmazione Cooperative Learning Realizzato secondo programmazione E-Twinning Realizzato secondo programmazione Preparazione agli esami Realizzato secondo programmazione Attività alternative all'ora di religione Realizzato secondo programmazione Psicomotricità in musica Realizzato secondo programmazione Alla ricerca delle Galline Bianche Realizzato secondo programmazione FONDAZIONE ROMA NON REALIZZATO ( rinvio al 2012) Oltre il sorriso di benvenuto (personale ATA) Realizzato secondo programmazione P45 LINGUE Lab. Linguistico 9.600, ,00 Prot del 17/02/ , ,00 100,00 Realizzazione secondo programmazione Lingua inglese - Trinity Realizzato secondo programmazione Prot del P56 SICUREZZA - Funzionamento generale 4.770, ,05 17/02/11 Prot del + 200,00 04/10/11 Sicurezza - D.Lgs. 626/94 Realizzato con minori spese e con rinvio al 2012 di alcune iniziative di formazione 5.121, ,76 81,09 Realizzazione parziale 1 progetto 18

19 N. Titolo progetto Progr. iniziale Variazioni Estremi provv. variazione Progr. definitiva Impegno Indice % realizz. Realizzazione Privacy - D.Lgs. 196/2003 Realizzato secondo programmazione P57 VIAGGI D'ISTRUZIONE , ,00 Mancata realizzazione 1 progetto; Prot del , ,48 63,18 1 progetto realizzato con minori spese e 16/05/11 minore estensione Visite e viaggi d'istruzione Realizzato con minori spese e minore estensione (mancato finanzizamento Campi- Scuola) Progetto europeo COMENIUS NON REALIZZATO Totali , , , ,12 66,66 I seguenti progetti sono stati realizzati a costo zero: Titolo progetto Ordine scuola Plesso Collaborazioni esterne Corso di lingua e civiltà rumene Secondaria 1 grado Sede centrale Ambasciata di Romania NO BULLISMO - Sportelli d Ascolto Secondaria 1 grado Sede centrale Istituto di Ortofonologia Primaria Baccano Ars docendi - ORIENTAMENTO Secondaria 1 grado Sede centrale Rete di scuole Un mondo di sentimenti Il linguaggio delle emozioni Infanzia Baccano Laboratorio biblioteca Infanzia Prima Porta Laboratorio lingua inglese Infanzia Prima Porta Musica e movimento Infanzia Prima Porta Libera mente Infanzia Prima Porta 19

20 Con l introduzione del Cedolino Unico, che esclude dal bilancio le spese per attività aggiuntive del personale (tranne quelle a valere sul finanziamento del progetto Area a Rischio), i progetti non trovano più una rappresentazione fedele nel Programma annuale, risultando mutilati di una componente essenziale. Ciò vale tanto più per una scuola come la nostra, in cui la scarsità delle risorse finanziarie ha sempre trovato compensazione in un intensa e qualificata attività del personale. Dunque il prospetto soprastante non può dirsi pienamente rappresentativo dell indice di realizzazione dei progetti, poiché non rende conto delle attività aggiuntive svolte dal personale, o meglio rende conto delle sole attività retribuite con il finanziamento per l Area a Rischio. Per quanto riguarda l aggregato di spesa P24 - Oltre il sorriso di benvenuto, in cui sono stati raggruppati sedici progetti didattici riferiti a tutte le aree disciplinari (accoglienza, recupero, integrazione, iniziative contro la dispersione scolastica, educazione interculturale, educazione ambientale, educazione alla cittadinanza, innovazione tecnologica, ecc.) e in cui sono confluiti i finanziamenti per l Area a Rischio, sebbene dalle risultanze contabili appaia un indice di realizzazione pari al 61,63%, in realtà tutti i progetti dell aggregato sono stati interamente realizzati secondo programmazione, tranne uno, il progetto Fondazione Roma (relativo all introduzione delle nuove tecnologie nella scuola primaria), che prevedeva appunto una spesa di oltre ,00 euro per la creazione di un laboratorio informatico nel plesso Prima Porta e l allestimento di un aula digitale nel plesso Baccano. I ritardi nella realizzazione del progetto sono dovuti principalmente ai tempi di approvazione del progetto da parte della Fondazione (mese di giugno) e di stipula della convenzione (mese di agosto); l erogazione del finanziamento è stata inscritta in bilancio con provvedimento di modifica prot. n del 04/10/2011, approvato dal Consiglio di Istituto con delibera n 56 del 03/11/2011; la realizzazione del progetto è stata dunque rinviata al 2012, mentre nel 2011 sono state ultimate tutte le operazioni propedeutiche (predisposizione del capitolato di gara, espletamento della gara, ecc.). Il progetto Trinity di potenziamento della lingua inglese, svolto con il finanziamento delle famiglie, è stato gestito nell aggregato P45 Lingue 2000 e ha trovato completa realizzazione, mentre le iniziative di ampliamento dell offerta formativa consistenti in visite didattiche e viaggi d istruzione, raggruppate nell aggregato P57, anch esse a carico delle famiglie, si sono svolte con minore estensione rispetto a quanto programmato, sia per il mancato finanziamento dei Campi- Scuola da parte del Comune di Roma, sia per la mancata realizzazione del progetto europeo Comenius, ma anche con minori spese, per la costante ricerca di iniziative a costo zero al fine di gravare il meno possibile sulle famiglie degli alunni. I due progetti di funzionamento generale relativi alla sicurezza sul luogo di lavoro (D.Lgs. 81/2008) e alla protezione dei dati (D.Lgs. 196/2003) sono stati riuniti nell aggregato P56. Nell ambito di tali progetti, che attengono al tema della sicurezza in tutte le sue accezioni (sicurezza delle persone, protezione dei dati), sono stati operati gli interventi ordinari previsti dalla normativa, sia quelli a tutela della sicurezza, igiene e salute di alunni e lavoratori (D.Lgs. 81/08), per i quali ci si è avvalsi - in mancanza di personale con formazione specialistica all interno dell Istituto - dei servizi specialistici della società Euservice, sia quelli di adeguamento alle disposizioni del D.Lgs. 196/2003 Codice per la protezione dei dati personali. In materia di sicurezza si è provveduto: all aggiornamento annuale del documento di valutazione dei rischi e del piano di emergenza e alla predisposizione del DVRI per i rischi da interferenza; all inoltro delle richieste di adeguamento e messa a norma degli edifici scolastici all Ente Locale proprietario; allo svolgimento delle attività di formazione / informazione del personale previste dalla normativa; all acquisto e alla consegna ai lavoratori dei dispositivi di protezione individuali; alla riconferma e adeguamento della struttura organizzativa delle cd. figure sensibili, con attribuzione degli incarichi di Responsabile per la Sicurezza (1 20

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15.

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15. Istituto Tecnico Statale Settore Tecnologico Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: itspalladio@pec.palladio-tv.it url: www.palladio-tv.it

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci

RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci RILEVAZIONE COMPETENZE LINGUISTICHE ITALIANO L2 ALUNNI STRANIERI I.C. Leonardo da Vinci di Sorbolo-Mezzani a.s. 2013-2014 PREMESSA Essere alfabetizzati nella nostra lingua costituisce un buon indicatore,

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

IPOTESI DI TRA PREMESSO

IPOTESI DI TRA PREMESSO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO CONCERNENTE LE UTILIZZAZIONI E LE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L ANNO SCOLASTICO 2015/16. L'anno 2015 il

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell

Dettagli

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO

CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO CONTRIBUTI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A TORINO Fino al 6 maggio 2011 è possibile presentare la domanda per accedere ai contributi a sostegno delle famiglie per le spese di istruzione

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO Ufficio VI -Area amministrazione e gestione delle risorse finanziarie Corso Ferrucci n. 3 10138 Torino SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE Gentili genitori entro il 28 febbraio dovete provvedere alla iscrizione dei Vostri figli alla classe successiva. Al momento della iscrizione le famiglie sono chiamate a versare alcune tasse ministeriali

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Rapporto di autovalutazione

Rapporto di autovalutazione Rapporto di autovalutazione Sommario 1. Codice meccanografico istituto principale...3 2. Griglie di autovalutazione...3 1.1 Esiti...3 1.2 Contesto e risorse...4 1.3 Processi...5 3. Individuazione obiettivi

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli