COMUNE DI ANZOLA Giovedì, 25 giugno 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI ANZOLA Giovedì, 25 giugno 2015"

Transcript

1 COMUNE DI ANZOLA Giovedì, 25 giugno 2015

2 COMUNE DI ANZOLA Giovedì, 25 giugno 2015 Cronaca 24/06/2015 Bologna Today Redazione Sciopero Fabbri di Anzola, l' azienda /06/2015 Bologna Today Redazione Anzola, scioperano tutti i lavoratori della /06/2015 Carta Bianca News Didì Ad Astra e Una mano nel cuore 5 25/06/2015 Corriere di Bologna Pagina 1 Madonia «Via i sindacati e vi diamo tremila euro» 6 25/06/2015 Corriere di Bologna Pagina 9 Marco Madonia «Tremila euro se cacciate i sindacati» E all' Amarena Fabbri /06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 4 RADOGNA MATTEO I due bambini adottati dal paese È già scattata la raccolta /06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 20 Cena si solidarietà in piazza 10 25/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 20 'Rivareno' sale in cattedra 11 25/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 21 ARMINIO SIMONE Bufera sull' integrativo alla Fabbri I dipendenti scendono in sciopero 12 25/06/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 ELEONORA CAPELLI Amarena Fabbri, i sindacati infuriati "Ci lasciano fuori" 14 24/06/2015 larepubblica.it (Bologna) "Tremila euro se togliete di mezzo i sindacati": i lavoratori bocciano la Politica locale 25/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 20 DEGLIESPOSTI CRISTINA «Doppia revisione sui nostri autovelox» 17 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 5 Davide ColomboMarco Rogari Consulta: stop al blocco contratti Pa 19 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 5 Gianni Trovati In 5 anni mancati aumenti pari al 9,6% dello stipendio 21 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 5 D.Col. Riparte la contrattazione, nel Def già previsti 1,7 miliardi per il /06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 10 Davide ColomboMarco Rogari Partecipate, senza tagli arrivano le sanzioni 25 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 44 Marco MagriniBenedetto Santacroce Imu Tasi, il «non profit» all' esame dichiarazione 27 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 44 Ma.Mag.B.Sa. Ravvedimento entro 90 giorni dal termine di versamento 29 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 45 Gianni Trovati Il governo prova ad accelerare sulla local tax 31 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 46 Dalla Ue il primo «sì» alla disciplina 33 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 46 Marco MobiliGiovanni Parente Dirigenti decaduti, premi legittimi 34 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 47 Estratto conto per 200mila «pubblici» 36 25/06/2015 Italia Oggi Pagina 23 Riforma p.a., prefetti esclusi dal ruolo unico dei dirigenti 37 25/06/2015 Italia Oggi Pagina 23 PAGINA A CURA DI FRANCESCO CERISANO Statali, una vittoria a metà 38 25/06/2015 Italia Oggi Pagina 24 GLORIA GRIGOLON Pagamenti ai livelli pre crisi 40

3 24 giugno 2015 Bologna Today Cronaca Sciopero Fabbri di Anzola, l' azienda respinge l' accusa dei sindacati: "Nessun bonus" Dopo la diffusione di un comunicato in cui si parlava di 3 mila euro in busta paga come incentivo a non coinvolgere il sindacati la Fabbri replica: "Il premio verra' dato ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo con tutte le sigle sindacali" La Fabbri, azienda produttrice di sciroppi con sede ad Anzola, replica ai lanci stampa che fanno eco ai comunicati stampa dei sindacati e nega di aver offerto un premio in denaro ai dipendenti che avrebbero deciso di escludere i sindacati dalle trattative per il rinnovo del contratto integrativo. Niente premi da euro all' anno ai lavoratori che sfiduciano i loro sindacati dunque. La Fabbri respinge con una nota la ricostruzione della trattativa aziendale emersa da un comunicato di Flai Fai Uila. E prova a far chiarezza sullo stato della vertenza per il rinnovo del contratto integrativo. I confederali, spiega l' azienda di amarene, "hanno presentato l' ultima versione della piattaforma per il rinnovo del contratto integrativo aziendale nell' aprile 2015, a seguito della quale si sono tenuti diversi incontri" e "la trattativa si e' protratta fino all' avvio del rinnovo del contratto nazionale di lavoro per i lavoratori del settore alimentare". Dopodichè si è interrotta. Ma questo perchè, spiega ancora l' azienda, "l' articolo 55 del contratto collettivo nazionale di lavoro prevede che 'il rinnovo dei contratti di secondo livello non potra' svolgersi nell' anno solare in cui sia previsto il rinnovo del contratto nazionale'". E cosi' il gruppo Fabbri ha comunicato la sospensione della trattativa "per evitare la sovrapposizione dei cicli negoziali". Cio' detto, "si nega fermamente" che siano stati offerti premi in busta paga a quanti accettassero di escludere i sindacati dal tavolo della trattativa, precisando "che il premio aziendale verra' riconosciuto ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo aziendale con tutte le sigle sindacali che parteciperanno alla trattativa, quando la trattativa stessa potra' essere riavviata a seguito della definizione del tavolo nazionale". Nel comunicato stampa di Fai Flai Uila c' era scritto che "negli ultimi tempi, la proprieta' e' giunta addirittura ad offrire un premio annuo pari a euro per lavoratore, se i dipendenti avessero accettato di 'togliere di mezzo' le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo". Continua > 1

4 24 giugno 2015 < Segue Bologna Today Cronaca Redazione 2

5 24 giugno 2015 Bologna Today Cronaca Anzola, scioperano tutti i lavoratori della Fabbri: bonus ai dipendenti anti sindacato La protesta arriva dopo la proposta di dare a ogni dipendente 3 mila euro per 'lasciare fuori' dall' azienda i sindacati. Hanno scioperato oggi i dipendenti della Fabbri, azienda che ha sede ad Anzola Emilia e che avrebbe proposto un 'incentivo' di ben tre mila euro per estromettere i sindacati. Il premio di euro a lavoratore serve a 'sfiduciare' i propri rappresentanti ; un bonus in busta paga se si accetta di "togliere di mezzo le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo" del contratto integrativo. E' la proposta della Fabbri, celebre marchio di amarene sciroppate con circa 140 dipendenti e cui oggi i dipendenti hanno risposto con uno "sciopero unitario con adesione totale, dalle fino alla fine del turno" sia nello stabilimento di Anzola Emilia che nella sede bolognese dell' azienda. I dipendenti si sono anche riuniti in assemblea, prima di incontrare il sindaco, Giampiero Veronesi, ed il capogruppo di maggioranza in Comune, Francesco Moscatelli, a cui hanno chiesto l' impegno del Consiglio a discutere un ordine del giorno di solidarieta'. La vertenza la racconta una nota di Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil: si e' aperta a fine 2013 e resta a tutt' oggi senza esito "a causa della mancanza di volonta' politica dell' azienda, che pretenderebbe di decidere la delegazione sindacale che deve sedersi al tavolo, e di vincolare a cio' la conclusione positiva della confronto. Negli ultimi tempi rincarano i rappresentanti dei lavoratori la proprieta' e' giunta addirittura ad offrire un premio annuo pari a euro per lavoratore, se i dipendenti avessero accettato di 'togliere di mezzo' le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo" dell' integrativo. Il che e' stato giudicato una 'proposta indecente': "I lavoratori hanno rigettato fermamente questa impostazione, rivendicando il diritto al rinnovo del proprio contratto e la liberta' di decidere autonomamente la composizione della delegazione sindacale", fanno sapere Flai, Fai e Uila. Per Flai Fai Uila si tratta di un paradosso. "Il paradosso di questa vicenda si e' raggiunto pero' due giorni fa quando, a fronte di una discussione aperta da oltre un anno, la direzione aziendale ha sostenuto che l' apertura del confronto per il rinnovo del contratto nazionale impedisca i prosieguo della trattativa sul piano aziendale", raccontano ancora Flai Fai Uila. E così si è arrivati allo sciopero di oggi. (fonte Dire) Redazione Continua > 3

6 24 giugno 2015 < Segue Bologna Today Cronaca 4

7 Carta Bianca News Cronaca Didì Ad Astra e Una mano nel cuore BY GIANLUCA STANZANI 24 GIUGNO 2015 L'ass.Didì Ad Astra ha realizzato lo scorso 26 maggio un incontro rivolto a impiegati e negozianti di Anzola per fornire loro delle modalità comunicative per gestire un cliente con disabilità intellettiva. Il progetto di sensibilizzazione è denominato UNA MANO NEL CUORE. Durante la Cena di solidarietà del 27 giugno promossa dalla Consulta del volontariato e dalla Pro Loco in Piazza Giovanni XXIII verranno consegnate ai titolari dei negozi aderenti le vetrofanie che ne attestano la sensibilità, il logo è un cuore di mani perché Didì Ad Astra crede l'integrazione sia una mano sul cuore! Rilevato l'interesse per questo progetto, si pensa di organizzare un ulteriore incontro entro fine settembre che possa coinvolgere anche dipendenti di uffici pubblici e privati. Chi è interessato può scrivere a 5

8 Pagina 1 Corriere di Bologna Cronaca «Via i sindacati e vi diamo tremila euro» Tavolo sull' integrativo, la Cgil accusa la Fabbri e scatta lo sciopero. L' azienda: «Falso» L' accusa della Cgil è pesantissima. Una mail inviata a tutti i 140 dipendenti di Anzola Emilia di Amarena Fabbri con una proposta indecente: tremila euro per rinunciare ai sindacati nella trattativa per l' accordo aziendale. «I lavoratori hanno rigettato fermamente questa impostazione» dice la Cgil che ieri ha organizzato le prime quattro ore di sciopero con tanto di incontro con il sindaco. Ma l' azienda smentisce: «È tutto falso, trattativa interrotta per il contratto nazionale». a pagina9 Madonia. Madonia 6

9 Pagina 9 Corriere di Bologna Cronaca «Tremila euro se cacciate i sindacati» E all' Amarena Fabbri scatta lo sciopero L' accusa della Cgil. L' azienda: «Tutto falso, cerchiamo l' intesa con tutte le sigle» Prima quattro ore di sciopero (con adesione plebiscitaria) poi l' incontro con il sindaco e la promessa di portare la questione in consiglio comunale ad Anzola. All' Amarena Fabbri, storica azienda bolognese, i sindacati sono su tutte le furie: colpa di una mail che, secondo le accuse della Cgil, l' impresa avrebbe mandato a ognuno dei 140 dipendenti dello stabilimento. L' Amarena Fabbri «ha proposto tremila euro all' anno come premio per togliere di mezzo le organizzazioni sindacali dalla trattativa sull' accordo aziendale», dice Vincenzo Grimaldi segretario degli alimentaristi bolognesi della Cgil che insieme a Cisl e Uil ha lanciato una mobilitazione che prevede dieci ore di sciopero da consumare nei prossimi giorni. La questione è iniziata alla fine del 2013 quando l' ultimo accordo aziendale quello che concedeva un premio annuale da euro è scaduto. Da quel momento è iniziata una lunga trattativa tra l' azienda i rappresentanti dei lavoratori che questa volta si sono voluti far aiutare dai sindacati. Una presenza che secondo Cgil, Cisl e Uil l' impresa non ha gradito. «Noi abbiamo chiesto di cambiare tutto quello che riguardava i diritti individuali aggiunge Grimaldi. La gestione degli orari, delle ferie, dei permessi e delle malattie era tutta sbilanciata sulle esigenze dell' azienda e sui picchi di produzione. Una situazione inaccettabile che i lavoratori non sopportavano più». La trattativa è andata avanti nonostante le difficoltà. Poi la mail incriminata che avrebbe suggerito singolarmente ai dipendenti ai abbandonare i sindacati a fronte di un aumento da 450 euro (da a euro all' anno) del premio aziendale. Poi l' ultimo passaggio datato lunedì 22 giugno «quando a fronte di una discussione aperta da oltre un anno la direzione aziendale ha sostenuto che l' apertura del confronto per il rinnovo del contratto nazionale impedisse il prosieguo della trattativa sul piano aziendale». Ieri le prime quattro ore di sciopero (ne seguiranno altre sei) e l' incontro con il sindaco, Giampiero Veronesi, ed il capogruppo di maggioranza in Comune, Francesco Moscatelli, a cui hanno chiesto l' impegno del Consiglio a discutere un ordine del giorno di solidarietà. L' azienda, a tarda sera, ha ribaltato la ricostruzione dei sindacati: «L' ultima versione della piattaforma per il rinnovo del contratto integrativo aziendale è stata presentata nell' aprile 2015, a seguito della quale si sono tenuti diversi incontri. La trattativa si è protratta fino all' avvio del rinnovo del contratto Continua > 7

10 Pagina 9 < Segue Corriere di Bologna Cronaca nazionale di lavoro per i lavoratori del settore alimentare». E l' articolo 55 del contratto collettivo di lavoro prevede che «il rinnovo dei contratti di secondo livello (contratti aziendali) non potrà svolgersi nell' anno solare in cui sia previsto il rinnovo dell' accordo aziendale». Il Gruppo Fabbri ha spiegato che «il premio aziendale verrà riconosciuto ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo aziendale con tutte le sigle sindacali che parteciperanno alla trattativa, quando la trattativa stessa potrà essere riavviata a seguito della definizione del tavolo nazionale». Marco Madonia. Marco Madonia 8

11 Pagina 4 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca I due bambini adottati dal paese È già scattata la raccolta di denaro Tragedia a Ponte Ronca, il Comune di Zola apre un conto corrente. di MATTEO RADOGNA «QUANDO avevamo bisogno di aiuto nessuno si è dato da fare. Ci hanno abbandonato. La colpa sarebbe mia perché non avrei trovato un appartamento? Lascio ai politici certi commenti. Quello che dovevo dire l' ho già detto ai carabinieri di Zola, non ho niente da aggiungere». Parla con un filo di voce di chi non ha chiuso occhio da due giorni il compagno e convivente della madre disoccupata che si è tolta la vita lunedì sera a Ponte Ronca perché sotto sfratto. L' uomo, L. P., 50 anni, manovale precario, ieri mattina, accompagnato dal fratello, ha raggiunto la caserma dei carabinieri di Zola Predosa per recuperare il cellulare sequestrato dai militari per accertamenti. È stato lui, alle 23,30 di lunedì, rientrando dal bar, a trovare il cadavere: R. G., 41 anni, madre di due figli piccoli avuti dal marito separato, si era impiccata a una grata dell' appartamento dopo avere saputo proprio dal partner che, in vista dello sfratto in programma il 9 luglio, era sfumata la speranza di un' altra casa. «NON si può più tornare indietro: quello che è successo non si può cambiare dice il manovale e non voglio più parlarne. È troppo tardi, ormai. Il sindaco di Zola e i politici possono dire quello che vogliono». Per fortuna, politici e amministratori a parte, la gente comune ha cuore: in paese si è già creata una cordata di solidarietà per aiutare l' ex marito della donna, cui sono stati affidati i due bambini, una femmina di 11 anni e un maschio di 10. Il sindaco di Zola Stefano Fiorini promuoverà l' apertura di un conto corrente: «Tante persone mi hanno avvicinato per chiedere di dare una mano ai bambini. Così con grande trasparenza tutti potranno versare denaro a favore della famiglia. Come Comune abbiamo fatto tutto quello che era in nostro potere per aiutare la signora e i suoi cari. La tragedia per i nostri servizi sociali è stata inaspettata. Sapevano che la coppia aveva trovato un altro appartamento e avrebbe ottenuto un contributo dall' amministrazione per pagare l' affitto. Nel nostro Comune ci sono altri tre casi di famiglie a rischio sfratto che però teniamo sotto controllo». I DUE BAMBINI ora sono ad Anzola dal padre. «Quell' uomo risiede qui da poco spiega il sindaco Giampiero Veronesi. Andrò sicuramente a trovarlo. I nostri servizi sociali li aiuteranno. Il padre è disoccupato e dobbiamo stare vicino a questa famiglia, come facciamo per tutte quelle che hanno bisogno». Ieri alla caserma di Zola si è presentato anche un vicino della donna suicida. «C' è un gatto nell' appartamento chiuso dopo la tragedia ha riferito il giovane ai carabinieri. So che è ancora lì senza mangiare, e so che la signora ci teneva molto». RADOGNA MATTEO 9

12 Pagina 20 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca ANZOLA. Cena si solidarietà in piazza SABATO dalle cena della solidarietà in piazza Giovanni XIII ad Anzola promossa dalle associazioni di Anzola a cura della Pro Loco. Il ricavato della cena va a sostegno dei progetti sociali dell' associazionismo anzolese. A seguire concerto della Bologna Big Band, a cura di Anzola Jazz Club. Per prenotazioni: o

13 Pagina 20 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca ANZOLA LEZIONE SUL GELATO ALLA CARPIGIANI. 'Rivareno' sale in cattedra ANZOLA ULTIMO appuntamento con le 'lezioni' gratuite e aperte al pubblico dei 'prof' in cattedra al master in manager del gelato della 'Carpigiani gelato university' di Anzola dell' Emilia. Oggi è il turno dell' imprenditore Nicola Greco delle Gelaterie Rivareno, che salirà in cattedra per raccontare il percorso e i retroscena della catena di gelaterie che lui stesso ha fondato nel 2004, che ora conta più di venti punti vendita che vanno da Milano a Palma de Mallorca, da Torino a Marbella, passando per Malta e Sydney. LA SUA LEZIONE si svolgerà alle 14 al campus della Carpigiani gelato university e segue quella della settimana scorsa che ha visto in cattedra lo chef stellato Davide Oldani. «RivaReno è un nome che evoca Bologna, la città dove tutto è iniziato. Un nome scelto per rendere omaggio alla terra emiliana e sottolineare la passione e la tradizione di forza e intensità che caratterizzano questa regione, i suoi abitanti e il loro operato», anticipa Greco. «Fin dalla sua nascita, nel 2004, RivaReno si è infatti sempre contraddistinta per la volontà di portare sul mercato un prodotto con una qualità senza compromessi. Un principio fondamentale che ancora oggi governa i rapporti tra soci e ne orienta le scelte strategiche», conclude Greco. Prenotazioni allo 051/

14 Pagina 21 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca Bufera sull' integrativo alla Fabbri I dipendenti scendono in sciopero Anzola Sindacati: «Tremila euro per tagliarci fuori». L' azienda: «Falso» di SIMONE ARMINIO ANZOLA SCIOPERO e bufera alla Fabbri. Nella sede della storica azienda di Anzola, i dipendenti (tutti e 140, dicono i sindacati) ieri sono scesi in sciopero, insieme a Cgil, Cisl e Uil. Sul tavolo c' è una trattativa per il contratto integrativo aziendale ferma dal L' attualità è un' accusa, pesante, fatta dai tre sindacati confederali: «La Fabbri scrivono infatti Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil pretenderebbe di decidere la delegazione sindacale che deve sedersi al tavolo e di vincolare a ciò la conclusione positiva dell' incontro». Di più: «Negli ultimi tempi, la proprietà è giunta addirittura a offrire una premio annuo pari a tremila euro per lavoratore se i dipendenti avessero accettato di 'togliere' di mezzo le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo». Questa la goccia che ha portato alla proclamazione di dieci ore di sciopero, tre delle quali effettuate ieri. «Quella fatta ai dipendenti tuona infatti Vincenzo Grimaldi, segretario generale di Flai Cgil è una richiesta assurda e incompatibile con la tradizione sindacale di questo territorio». L' AZIENDA, ovviamente, rispedisce al mittente le pesanti accuse: «Informazioni che non corrispondono al vero», avverte. E spiega: «Il premio aziendale verrà riconosciuto ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo aziendale con tutte le sigle sindacali che parteciperanno alla trattativa, quando la trattativa stessa potrà essere riavviata a seguito della definizione del tavolo nazionale». I SINDACATI, intanto, non si fermano, e ribadiscono le accuse: «Nell' incontro di lunedì 22 giugno, a fronte di una discussione aperta da oltre un anno, la direzione ha sostenuto che l' apertura del confronto per il rinnovo del contratto nazionale impedisce il prosieguo della trattativa sul piano aziendale». Il riferimento è a una comunicazione nella quale, la Fabbri (che prima del 2015 ha sempre avuto rappresentanti sindacali interni e non apparentati con Cgil, Cisl e Uil) avrebbe preso atto della volontà dei lavoratori di chiamare i sindacati al tavolo. Azzerando così il lavoro degli ultimi mesi e ripartendo da zero nella negoziazione dei diritti e della parte economica, ma senza più certezze su quanto finora concordato. «In questo caso, però come ribadisce la stessa Fabbri un accordo sindacale non potrà svolgersi nell' anno solare in cui sia previsto il rinnovo del contratto nazionale». E il rinnovo nazionale è previsto quest' anno. Da qui la presa d' atto dell' azienda della non volontà di procedere a un accordo interno senza sindacati e la ripartenza, con i sindacati, ma da zero. Continua > 12

15 Pagina 21 < Segue Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca ARMINIO SIMONE 13

16 Pagina 7 La Repubblica (ed. Bologna) Cronaca Amarena Fabbri, i sindacati infuriati "Ci lasciano fuori" Scontro sulla vertenza integrativa L' azienda: falso, pronti alle vie legali. SCONTRO alla Fabbri tra sindacati e azienda. Ieri Cgil, Cisl e Uil avevano accusato l' azienda di voler "togliere di mezzo" le organizzazzioni sindacali dalle trattative per il rinnovo del contratto integrativo. L' azienda dello storico marchio di sciroppi in serata ha smentito fermamente e minacciato azioni legali. Intanto dalle i lavoratori hanno scioperato e i sindacati hanno parlato di «adesione totale» per i dipendenti dello stabilimento di Anzola Emilia e per la sede bolognese. La materia del contendere è il rinnovo del contratto integrativo aziendale. Si parla di un premio di risultato di circa 3mila euro all' anno ma è soprattutto in gioco un problema di rappresentanza sindacale. «Tradizionalmente l' azienda era abituata a trattare solo con i rappresentanti sindacali interni, mentre questa volta al tavolo siamo seduti anche noi della Cgil, Cisl e Uil del territorio spiega Vincenzo Grimaldi, segretario generale Flai Cgil di Bologna abbiamo chiesto, per il rinnov o dell' integrativo, di aumentare le ore di permesso per visite mediche, che attualmente sono 10, l' orario flessibile anche per i part time, e un premio di risultato assegnato sulla base di parametri condivisi. L' azienda ha mandato una e mail ai dipendenti dicendo che se si fosse andati avanti con le consuete modalità, cioè solo i rappresentanti interni all' azienda, avrebbero riconosciuto il premio di 3 mila euro all' anno». I sindacati quindi accusano di voler «togliere di mezzo» le organizzazioni dei lavoratori, e di voler «decidere la delegazione sindacale che deve sedersi al tavolo». «È falso replica l' azienda a stretto giro di posta si precisa che il premio aziendale verrà riconosciuto ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo aziendale con tutte le sigle sindacali che parteciperanno alla trattativa, quando la trattativa stessa potrà essere riavviata a seguito della definizione del tavolo nazionale». La trattativa già "tribolata" si è infatti definitivamente arenata lunedì. «Ci hanno detto che non si può proseguire spiega Grimaldi perché per il 16 settembre è convocato l' incontro per il rinnovo del contratto nazionale degli alimentaristi. Ma la vertenza va avanti dal 2013» «L' ultima piattaforma è dell' aprile 2015 dice l' azienda la trattativa si è protratta fino al rinnovo del contratto nazionale e l' articolo 55 del contratto collettivo prevede che non si possano sovrapporre le due negoziazioni». RIPRODUZIONE RISERVATA Continua > 14

17 Pagina 7 < Segue La Repubblica (ed. Bologna) Cronaca ELEONORA CAPELLI 15

18 24 giugno 2015 larepubblica.it (Bologna) Cronaca "Tremila euro se togliete di mezzo i sindacati": i lavoratori bocciano la mossa della Fabbri Non hanno ceduto alle sirene dell' azienda, che metteva sul piatto un bonus di tremila euro a lavoratore per sfiduciare i sindacati ed escluderli così dalla discussione per il rinnovo del contratto. Gli operai della Fabbri, lo storico nome di amarene lavorate e glasse per dolci di Bologna, hanno bocciato l' iniziativa dei vertici aziendali: i dipendenti (complessivamente sono 140) hanno dato vita a uno sciopero "con adesione totale", dal primo pomeriggio a fine turno, sia nello stabilimento di Anzola dell' Emilia che in quello bolognese. I dipendenti si sono anche riuniti in assemblea, prima di incontrare il sindaco di Anzola, Giampiero Veronesi, ed il capogruppo di maggioranza in Comune, Francesco Moscatelli, a cui hanno chiesto l' impegno del Consiglio a discutere un ordine del giorno di solidarietà. La vertenza, spiega una nota di Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil, si è aperta a fine 2013 e resta a tutt' oggi senza esito "a causa della mancanza di volontà politica dell' azienda, che pretenderebbe di decidere la delegazione sindacale che deve sedersi al tavolo, e di vincolare a ciò la conclusione positiva della confronto. Negli ultimi tempirincarano i rappresentanti dei lavoratori la proprietà è giunta addirittura ad offrire un premio annuo pari a euro per lavoratore, se i dipendenti avessero accettato di 'togliere di mezzo' le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo" dell' integrativo. Il che è stato giudicato una 'proposta indecente': "I lavoratori hanno rigettato fermamente questa impostazione, rivendicando il diritto al rinnovo del proprio contratto e la libertà di decidere autonomamente la composizione della delegazione sindacale", fanno sapere Flai, Fai e Uila "Il paradosso di questa vicenda si e' raggiunto pero' due giorni fa quando, a fronte di una discussione aperta da oltre un anno, la direzione aziendale ha sostenuto che l' apertura del confronto per il rinnovo del contratto nazionale impedisca i prosieguo della trattativa sul piano aziendale", raccontano ancora Flai Fai Uila. E cosi' si e' arrivati allo sciopero di oggi. 16

19 Pagina 20 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Politica locale «Doppia revisione sui nostri autovelox» A Medicina gli apparecchi rispettano già la sentenza della Corte costituzionale. di CRISTINA DEGLIESPOSTI MEDICINA UNA cosa è certa: la sentenza della Corte costituzionale che prevdee l' obbligo di taratura e revisione periodica degli autovelox è una sentenza che rinfranca gli animi, di tutti. Gli animi degli automobilisti rimasti 'vittime' di una multa con l' autovelox. Quelli delle associazioni che già lanciano a tambur battente campagne di assistenza ai cittadini per chiedere la restituzione delle sanzioni pagate. E gli animi di chi, invece, gli autovelox li installa e li gestisce di professione e che, proprio per evitare di incappare in sentenze simili, si è tutelato per tempo: dal E' il caso di Area Blu, la società publica imolese partecipata dalla Città metropolitana e che sulle strade provinciali del Bolognese possiede ben 19 postazioni fisse di autovelox. SOLO a Medicina sono quattro, tra Trasversale di Pianura e San Vitale, ma gli apparecchi sono dislocati anche sulle provinciali di Zola Predosa, Sant' Agata Bolognese, Bentivoglio, San Giovanni in Persiceto, Argelato, Budrio, Castenaso. Delle 19 postazioni, 14 sono attive ma, a rotazione, vengono attivate anche le colonnine posizionate negli altri cinque punti autorizzati dalla Prefettura. Con la sentenza depositata una settimana fa (113/2015) la Corte costituzionale «dichiara l' illegittimità costituzionale dell' articolo 45, comma 6, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), nella parte in cui non prevede che tutte le apparecchiature impiegate nell' accertamento delle violazioni dei limiti di velocità siano sottoposte a verifiche periodiche di funzionalità e di taratura». Ieri il Codacons Emilia Romagna ha lanciato una maxi azione legale in favore di migliaia di automobilisti della regione multati da apparecchi per il controllo automatico della velocità. Sul sito del Codacons è pubblicata una pagina attraverso la quale gli automobilisti che hanno ricevuto una multa da autovelox possono diffidare il Comune responsabile del verbale a fornire le prove dell' avvenuta manutenzione e la data dell' ultima taratura. «Se l' amministrazione non sarà in grado di fornire la prova relativa a manutenzione periodica e taratura dice l' associazione sarà possibile impugnare i verbali, ottenere l' annullamento delle multe ancora non pagate e chiedere la restituzione delle sanzioni già versate». In casa Area Blu, però, dormono sonni tranquilli. «Siamo avanti anni luce rispetto alla sentenza che ritengo giusta nei contenuti spiega Ivan Mazzanti, funzionario della società. Fin dal 2007 non abbiamo una sola certificazione annuale, ma due: quella del costruttore prevista dalla norma e una di una società terza (fornita da Accredia) che ogni anno verifica il corretto funzionamento delle macchine». La seconda verifica, però, ha un costo: 550 euro a macchina a carico di Area Blu. «Un tempo pagavamo anche 700 euro continua Mazzanti, ma non abbiamo mai digerito che proprio il costruttore autocertificasse il proprio operato». Continua > 17

20 Pagina 20 < Segue Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Politica locale DEGLIESPOSTI CRISTINA 18

21 Pagina 5 Il Sole 24 Ore Consulta: stop al blocco contratti Pa «Illegittimo, ma non per il passato» Evitata la «mina» da 35 miliardi sui conti pubblici. ROMA Il blocco dei contratti dei dipendenti pubblici è illegittimo. Ma solo dal momento della pubblicazione della sentenza con cui ieri la Consulta ha dichiarato «l' illegittimità costituzionale sopravvenuta» (come si afferma in un comunicato ufficiale della stessa Corte) del congelamento degli stipendi nel pubblico impiego deciso nel 2010 per il triennio dall' esecutivo Berlusconi e poi prorogato dai governi successivi. Nessun effetto retroattivo della bocciatura, dunque, anche perché la norma cancellata in origine era legittima ma illegittimo è stato protrarla per troppi anni (quì la differenza rispetto al pronunciamento sulla Robin tax di febbraio). Il risultato è che nei conti pubblici non si aprirà il temuto buco da 35 miliardi stimato nella sua memoria difensiva dall' Avvocatura generale dello Stato nel caso il blocco fosse stato dichiarato illegittimo fino dal momento della sua entrata in vigore con il decreto legge 78/2010 (la manovra correttiva targata Tremonti). Anche se il Governo dovrà provvedere alla riapertura della fase negoziale con i sindacati per sbloccare i contratti. Senza considerare che si pone il problema dell' indennità di vacanza contrattuale che, almeno in via teorica, dovrebbe essere prevista per quest' anno nel periodo compreso dalla pubblicazione della pronuncia della Corte, attesa per luglio) fino al 31 dicembre. Il punto di partenza da cui calcolare la nuova maggiore spesa (si veda altro articolo in pagina) è di 1,7 miliardi nel 2016, per arrivare a un cumulato di 6,6 nel 2018 stando all' esercizio di stima a politiche invariate contenuto nel Def 2015, che tiene conto anche degli andamenti occupazionali del pubblico impiego, in prospettiva alleggeriti dallo stop del turn over. Ma come tutte le sentenze "pro futuro" non comporta oneri immediati o automatici sui saldi: le scelte da assumere ora toccano al Governo con la legge di Stabilità. I sindacati accolgono con favore, anche se con sfumature diverse, la pronuncia della Corte e chiedono al Governo di aprire subito la trattativa sui rinnovi. Sono trascorsi quasi sei anni (oltre 2mila giorni) dall' ultimo rinnovo nel pubblico impiego. Il pressing di Cgil, Cisl e Uil è immediato, anche se proprio la Uil sostiene che quella della Corte costituzionale «è una sentenza politica» che «salva il governo Renzi dall' ennesima batosta dopo quella sulle pensioni». La pronuncia della Consulta arriva, infatti, subito dopo quella sulla Robin tax (dove anche in quel caso non sono stati previste effetti retroattivi) e sul blocco delle indicizzazioni delle pensioni deciso dall' esecutivo Monti dichiarato illegittimo dalla Corte (qui invece con effetti retroattivi che hanno fatto scattare un decreto di rimborso da 2,18 miliardi in pagamento il primo agosto e un onere aggiuntivo da mezzo miliardo dal 2016 in poi). Continua > 19

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti

IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti IMU Risposte alle domande più frequenti poste dai contribuenti Premessa L IMU comporta un forte aumento del prelievo patrimoniale sugli immobili (pari al 233% dell ICI) gran parte del quale va a beneficio

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA?

QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA? Allegato 1 Confederazione Sindacati Autonomi Lavoratori QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA? Sono oltre 3 milioni quelli fantasma Alcuni numeri Quando la stampa e gli enti di studio e di ricerca

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori Giugno 2014 La legge di riforma del mercato del lavoro approvata il 28 Giugno 2012 (L.92/2012) ha introdotto

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015 CIRCOLARE N. 18/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 aprile 2015 OGGETTO: Addizionale IRES per il settore energetico (c.d. Robin Hood Tax) - Articolo 81, commi 16, 17 e 18, del decreto legge 25 giugno

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE Prot. n. 2012/74461 Approvazione del modello di versamento F24 Semplificato per l esecuzione dei versamenti unitari di cui all articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241 e successive modificazioni

Dettagli

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 AMMORTIZZATORI SOCIALI : LUCE E OMBRE PENALIZZATI LAVORATORI E LAVORATRICI STAGIONALI CON UN REDDITO NETTO MENSILE DI

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI PER IL RIORDINO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA E DI RICOLLOCAZIONE DEI LAVORATORI DISOCCUPATI,

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI AVIS DEI PROFILI PROFESSIONALI DIRETTIVO DIRIGENZIALI AMMINISTRATIVI, SANITARI E MEDICI

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI AVIS DEI PROFILI PROFESSIONALI DIRETTIVO DIRIGENZIALI AMMINISTRATIVI, SANITARI E MEDICI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI AVIS DEI PROFILI PROFESSIONALI DIRETTIVO DIRIGENZIALI AMMINISTRATIVI, SANITARI E MEDICI 1 Il giorno 12 settembre 2008, tra l AVIS Nazionale - Associazione

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

La legge Fornero e la tutela dei lavoratori sospesi o cessati dal rapporto di lavoro. Antonino Sgroi Andrea Rossi

La legge Fornero e la tutela dei lavoratori sospesi o cessati dal rapporto di lavoro. Antonino Sgroi Andrea Rossi La legge Fornero e la tutela dei lavoratori sospesi o cessati dal rapporto di lavoro. Antonino Sgroi Andrea Rossi La legge n. 92 del 2012 è intervenuta nella materia previdenziale laddove la stessa appresta

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli