COMUNE DI ANZOLA Giovedì, 25 giugno 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI ANZOLA Giovedì, 25 giugno 2015"

Transcript

1 COMUNE DI ANZOLA Giovedì, 25 giugno 2015

2 COMUNE DI ANZOLA Giovedì, 25 giugno 2015 Cronaca 24/06/2015 Bologna Today Redazione Sciopero Fabbri di Anzola, l' azienda /06/2015 Bologna Today Redazione Anzola, scioperano tutti i lavoratori della /06/2015 Carta Bianca News Didì Ad Astra e Una mano nel cuore 5 25/06/2015 Corriere di Bologna Pagina 1 Madonia «Via i sindacati e vi diamo tremila euro» 6 25/06/2015 Corriere di Bologna Pagina 9 Marco Madonia «Tremila euro se cacciate i sindacati» E all' Amarena Fabbri /06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 4 RADOGNA MATTEO I due bambini adottati dal paese È già scattata la raccolta /06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 20 Cena si solidarietà in piazza 10 25/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 20 'Rivareno' sale in cattedra 11 25/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 21 ARMINIO SIMONE Bufera sull' integrativo alla Fabbri I dipendenti scendono in sciopero 12 25/06/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 ELEONORA CAPELLI Amarena Fabbri, i sindacati infuriati "Ci lasciano fuori" 14 24/06/2015 larepubblica.it (Bologna) "Tremila euro se togliete di mezzo i sindacati": i lavoratori bocciano la Politica locale 25/06/2015 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 20 DEGLIESPOSTI CRISTINA «Doppia revisione sui nostri autovelox» 17 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 5 Davide ColomboMarco Rogari Consulta: stop al blocco contratti Pa 19 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 5 Gianni Trovati In 5 anni mancati aumenti pari al 9,6% dello stipendio 21 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 5 D.Col. Riparte la contrattazione, nel Def già previsti 1,7 miliardi per il /06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 10 Davide ColomboMarco Rogari Partecipate, senza tagli arrivano le sanzioni 25 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 44 Marco MagriniBenedetto Santacroce Imu Tasi, il «non profit» all' esame dichiarazione 27 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 44 Ma.Mag.B.Sa. Ravvedimento entro 90 giorni dal termine di versamento 29 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 45 Gianni Trovati Il governo prova ad accelerare sulla local tax 31 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 46 Dalla Ue il primo «sì» alla disciplina 33 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 46 Marco MobiliGiovanni Parente Dirigenti decaduti, premi legittimi 34 25/06/2015 Il Sole 24 Ore Pagina 47 Estratto conto per 200mila «pubblici» 36 25/06/2015 Italia Oggi Pagina 23 Riforma p.a., prefetti esclusi dal ruolo unico dei dirigenti 37 25/06/2015 Italia Oggi Pagina 23 PAGINA A CURA DI FRANCESCO CERISANO Statali, una vittoria a metà 38 25/06/2015 Italia Oggi Pagina 24 GLORIA GRIGOLON Pagamenti ai livelli pre crisi 40

3 24 giugno 2015 Bologna Today Cronaca Sciopero Fabbri di Anzola, l' azienda respinge l' accusa dei sindacati: "Nessun bonus" Dopo la diffusione di un comunicato in cui si parlava di 3 mila euro in busta paga come incentivo a non coinvolgere il sindacati la Fabbri replica: "Il premio verra' dato ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo con tutte le sigle sindacali" La Fabbri, azienda produttrice di sciroppi con sede ad Anzola, replica ai lanci stampa che fanno eco ai comunicati stampa dei sindacati e nega di aver offerto un premio in denaro ai dipendenti che avrebbero deciso di escludere i sindacati dalle trattative per il rinnovo del contratto integrativo. Niente premi da euro all' anno ai lavoratori che sfiduciano i loro sindacati dunque. La Fabbri respinge con una nota la ricostruzione della trattativa aziendale emersa da un comunicato di Flai Fai Uila. E prova a far chiarezza sullo stato della vertenza per il rinnovo del contratto integrativo. I confederali, spiega l' azienda di amarene, "hanno presentato l' ultima versione della piattaforma per il rinnovo del contratto integrativo aziendale nell' aprile 2015, a seguito della quale si sono tenuti diversi incontri" e "la trattativa si e' protratta fino all' avvio del rinnovo del contratto nazionale di lavoro per i lavoratori del settore alimentare". Dopodichè si è interrotta. Ma questo perchè, spiega ancora l' azienda, "l' articolo 55 del contratto collettivo nazionale di lavoro prevede che 'il rinnovo dei contratti di secondo livello non potra' svolgersi nell' anno solare in cui sia previsto il rinnovo del contratto nazionale'". E cosi' il gruppo Fabbri ha comunicato la sospensione della trattativa "per evitare la sovrapposizione dei cicli negoziali". Cio' detto, "si nega fermamente" che siano stati offerti premi in busta paga a quanti accettassero di escludere i sindacati dal tavolo della trattativa, precisando "che il premio aziendale verra' riconosciuto ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo aziendale con tutte le sigle sindacali che parteciperanno alla trattativa, quando la trattativa stessa potra' essere riavviata a seguito della definizione del tavolo nazionale". Nel comunicato stampa di Fai Flai Uila c' era scritto che "negli ultimi tempi, la proprieta' e' giunta addirittura ad offrire un premio annuo pari a euro per lavoratore, se i dipendenti avessero accettato di 'togliere di mezzo' le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo". Continua > 1

4 24 giugno 2015 < Segue Bologna Today Cronaca Redazione 2

5 24 giugno 2015 Bologna Today Cronaca Anzola, scioperano tutti i lavoratori della Fabbri: bonus ai dipendenti anti sindacato La protesta arriva dopo la proposta di dare a ogni dipendente 3 mila euro per 'lasciare fuori' dall' azienda i sindacati. Hanno scioperato oggi i dipendenti della Fabbri, azienda che ha sede ad Anzola Emilia e che avrebbe proposto un 'incentivo' di ben tre mila euro per estromettere i sindacati. Il premio di euro a lavoratore serve a 'sfiduciare' i propri rappresentanti ; un bonus in busta paga se si accetta di "togliere di mezzo le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo" del contratto integrativo. E' la proposta della Fabbri, celebre marchio di amarene sciroppate con circa 140 dipendenti e cui oggi i dipendenti hanno risposto con uno "sciopero unitario con adesione totale, dalle fino alla fine del turno" sia nello stabilimento di Anzola Emilia che nella sede bolognese dell' azienda. I dipendenti si sono anche riuniti in assemblea, prima di incontrare il sindaco, Giampiero Veronesi, ed il capogruppo di maggioranza in Comune, Francesco Moscatelli, a cui hanno chiesto l' impegno del Consiglio a discutere un ordine del giorno di solidarieta'. La vertenza la racconta una nota di Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil: si e' aperta a fine 2013 e resta a tutt' oggi senza esito "a causa della mancanza di volonta' politica dell' azienda, che pretenderebbe di decidere la delegazione sindacale che deve sedersi al tavolo, e di vincolare a cio' la conclusione positiva della confronto. Negli ultimi tempi rincarano i rappresentanti dei lavoratori la proprieta' e' giunta addirittura ad offrire un premio annuo pari a euro per lavoratore, se i dipendenti avessero accettato di 'togliere di mezzo' le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo" dell' integrativo. Il che e' stato giudicato una 'proposta indecente': "I lavoratori hanno rigettato fermamente questa impostazione, rivendicando il diritto al rinnovo del proprio contratto e la liberta' di decidere autonomamente la composizione della delegazione sindacale", fanno sapere Flai, Fai e Uila. Per Flai Fai Uila si tratta di un paradosso. "Il paradosso di questa vicenda si e' raggiunto pero' due giorni fa quando, a fronte di una discussione aperta da oltre un anno, la direzione aziendale ha sostenuto che l' apertura del confronto per il rinnovo del contratto nazionale impedisca i prosieguo della trattativa sul piano aziendale", raccontano ancora Flai Fai Uila. E così si è arrivati allo sciopero di oggi. (fonte Dire) Redazione Continua > 3

6 24 giugno 2015 < Segue Bologna Today Cronaca 4

7 Carta Bianca News Cronaca Didì Ad Astra e Una mano nel cuore BY GIANLUCA STANZANI 24 GIUGNO 2015 L'ass.Didì Ad Astra ha realizzato lo scorso 26 maggio un incontro rivolto a impiegati e negozianti di Anzola per fornire loro delle modalità comunicative per gestire un cliente con disabilità intellettiva. Il progetto di sensibilizzazione è denominato UNA MANO NEL CUORE. Durante la Cena di solidarietà del 27 giugno promossa dalla Consulta del volontariato e dalla Pro Loco in Piazza Giovanni XXIII verranno consegnate ai titolari dei negozi aderenti le vetrofanie che ne attestano la sensibilità, il logo è un cuore di mani perché Didì Ad Astra crede l'integrazione sia una mano sul cuore! Rilevato l'interesse per questo progetto, si pensa di organizzare un ulteriore incontro entro fine settembre che possa coinvolgere anche dipendenti di uffici pubblici e privati. Chi è interessato può scrivere a 5

8 Pagina 1 Corriere di Bologna Cronaca «Via i sindacati e vi diamo tremila euro» Tavolo sull' integrativo, la Cgil accusa la Fabbri e scatta lo sciopero. L' azienda: «Falso» L' accusa della Cgil è pesantissima. Una mail inviata a tutti i 140 dipendenti di Anzola Emilia di Amarena Fabbri con una proposta indecente: tremila euro per rinunciare ai sindacati nella trattativa per l' accordo aziendale. «I lavoratori hanno rigettato fermamente questa impostazione» dice la Cgil che ieri ha organizzato le prime quattro ore di sciopero con tanto di incontro con il sindaco. Ma l' azienda smentisce: «È tutto falso, trattativa interrotta per il contratto nazionale». a pagina9 Madonia. Madonia 6

9 Pagina 9 Corriere di Bologna Cronaca «Tremila euro se cacciate i sindacati» E all' Amarena Fabbri scatta lo sciopero L' accusa della Cgil. L' azienda: «Tutto falso, cerchiamo l' intesa con tutte le sigle» Prima quattro ore di sciopero (con adesione plebiscitaria) poi l' incontro con il sindaco e la promessa di portare la questione in consiglio comunale ad Anzola. All' Amarena Fabbri, storica azienda bolognese, i sindacati sono su tutte le furie: colpa di una mail che, secondo le accuse della Cgil, l' impresa avrebbe mandato a ognuno dei 140 dipendenti dello stabilimento. L' Amarena Fabbri «ha proposto tremila euro all' anno come premio per togliere di mezzo le organizzazioni sindacali dalla trattativa sull' accordo aziendale», dice Vincenzo Grimaldi segretario degli alimentaristi bolognesi della Cgil che insieme a Cisl e Uil ha lanciato una mobilitazione che prevede dieci ore di sciopero da consumare nei prossimi giorni. La questione è iniziata alla fine del 2013 quando l' ultimo accordo aziendale quello che concedeva un premio annuale da euro è scaduto. Da quel momento è iniziata una lunga trattativa tra l' azienda i rappresentanti dei lavoratori che questa volta si sono voluti far aiutare dai sindacati. Una presenza che secondo Cgil, Cisl e Uil l' impresa non ha gradito. «Noi abbiamo chiesto di cambiare tutto quello che riguardava i diritti individuali aggiunge Grimaldi. La gestione degli orari, delle ferie, dei permessi e delle malattie era tutta sbilanciata sulle esigenze dell' azienda e sui picchi di produzione. Una situazione inaccettabile che i lavoratori non sopportavano più». La trattativa è andata avanti nonostante le difficoltà. Poi la mail incriminata che avrebbe suggerito singolarmente ai dipendenti ai abbandonare i sindacati a fronte di un aumento da 450 euro (da a euro all' anno) del premio aziendale. Poi l' ultimo passaggio datato lunedì 22 giugno «quando a fronte di una discussione aperta da oltre un anno la direzione aziendale ha sostenuto che l' apertura del confronto per il rinnovo del contratto nazionale impedisse il prosieguo della trattativa sul piano aziendale». Ieri le prime quattro ore di sciopero (ne seguiranno altre sei) e l' incontro con il sindaco, Giampiero Veronesi, ed il capogruppo di maggioranza in Comune, Francesco Moscatelli, a cui hanno chiesto l' impegno del Consiglio a discutere un ordine del giorno di solidarietà. L' azienda, a tarda sera, ha ribaltato la ricostruzione dei sindacati: «L' ultima versione della piattaforma per il rinnovo del contratto integrativo aziendale è stata presentata nell' aprile 2015, a seguito della quale si sono tenuti diversi incontri. La trattativa si è protratta fino all' avvio del rinnovo del contratto Continua > 7

10 Pagina 9 < Segue Corriere di Bologna Cronaca nazionale di lavoro per i lavoratori del settore alimentare». E l' articolo 55 del contratto collettivo di lavoro prevede che «il rinnovo dei contratti di secondo livello (contratti aziendali) non potrà svolgersi nell' anno solare in cui sia previsto il rinnovo dell' accordo aziendale». Il Gruppo Fabbri ha spiegato che «il premio aziendale verrà riconosciuto ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo aziendale con tutte le sigle sindacali che parteciperanno alla trattativa, quando la trattativa stessa potrà essere riavviata a seguito della definizione del tavolo nazionale». Marco Madonia. Marco Madonia 8

11 Pagina 4 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca I due bambini adottati dal paese È già scattata la raccolta di denaro Tragedia a Ponte Ronca, il Comune di Zola apre un conto corrente. di MATTEO RADOGNA «QUANDO avevamo bisogno di aiuto nessuno si è dato da fare. Ci hanno abbandonato. La colpa sarebbe mia perché non avrei trovato un appartamento? Lascio ai politici certi commenti. Quello che dovevo dire l' ho già detto ai carabinieri di Zola, non ho niente da aggiungere». Parla con un filo di voce di chi non ha chiuso occhio da due giorni il compagno e convivente della madre disoccupata che si è tolta la vita lunedì sera a Ponte Ronca perché sotto sfratto. L' uomo, L. P., 50 anni, manovale precario, ieri mattina, accompagnato dal fratello, ha raggiunto la caserma dei carabinieri di Zola Predosa per recuperare il cellulare sequestrato dai militari per accertamenti. È stato lui, alle 23,30 di lunedì, rientrando dal bar, a trovare il cadavere: R. G., 41 anni, madre di due figli piccoli avuti dal marito separato, si era impiccata a una grata dell' appartamento dopo avere saputo proprio dal partner che, in vista dello sfratto in programma il 9 luglio, era sfumata la speranza di un' altra casa. «NON si può più tornare indietro: quello che è successo non si può cambiare dice il manovale e non voglio più parlarne. È troppo tardi, ormai. Il sindaco di Zola e i politici possono dire quello che vogliono». Per fortuna, politici e amministratori a parte, la gente comune ha cuore: in paese si è già creata una cordata di solidarietà per aiutare l' ex marito della donna, cui sono stati affidati i due bambini, una femmina di 11 anni e un maschio di 10. Il sindaco di Zola Stefano Fiorini promuoverà l' apertura di un conto corrente: «Tante persone mi hanno avvicinato per chiedere di dare una mano ai bambini. Così con grande trasparenza tutti potranno versare denaro a favore della famiglia. Come Comune abbiamo fatto tutto quello che era in nostro potere per aiutare la signora e i suoi cari. La tragedia per i nostri servizi sociali è stata inaspettata. Sapevano che la coppia aveva trovato un altro appartamento e avrebbe ottenuto un contributo dall' amministrazione per pagare l' affitto. Nel nostro Comune ci sono altri tre casi di famiglie a rischio sfratto che però teniamo sotto controllo». I DUE BAMBINI ora sono ad Anzola dal padre. «Quell' uomo risiede qui da poco spiega il sindaco Giampiero Veronesi. Andrò sicuramente a trovarlo. I nostri servizi sociali li aiuteranno. Il padre è disoccupato e dobbiamo stare vicino a questa famiglia, come facciamo per tutte quelle che hanno bisogno». Ieri alla caserma di Zola si è presentato anche un vicino della donna suicida. «C' è un gatto nell' appartamento chiuso dopo la tragedia ha riferito il giovane ai carabinieri. So che è ancora lì senza mangiare, e so che la signora ci teneva molto». RADOGNA MATTEO 9

12 Pagina 20 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca ANZOLA. Cena si solidarietà in piazza SABATO dalle cena della solidarietà in piazza Giovanni XIII ad Anzola promossa dalle associazioni di Anzola a cura della Pro Loco. Il ricavato della cena va a sostegno dei progetti sociali dell' associazionismo anzolese. A seguire concerto della Bologna Big Band, a cura di Anzola Jazz Club. Per prenotazioni: o

13 Pagina 20 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca ANZOLA LEZIONE SUL GELATO ALLA CARPIGIANI. 'Rivareno' sale in cattedra ANZOLA ULTIMO appuntamento con le 'lezioni' gratuite e aperte al pubblico dei 'prof' in cattedra al master in manager del gelato della 'Carpigiani gelato university' di Anzola dell' Emilia. Oggi è il turno dell' imprenditore Nicola Greco delle Gelaterie Rivareno, che salirà in cattedra per raccontare il percorso e i retroscena della catena di gelaterie che lui stesso ha fondato nel 2004, che ora conta più di venti punti vendita che vanno da Milano a Palma de Mallorca, da Torino a Marbella, passando per Malta e Sydney. LA SUA LEZIONE si svolgerà alle 14 al campus della Carpigiani gelato university e segue quella della settimana scorsa che ha visto in cattedra lo chef stellato Davide Oldani. «RivaReno è un nome che evoca Bologna, la città dove tutto è iniziato. Un nome scelto per rendere omaggio alla terra emiliana e sottolineare la passione e la tradizione di forza e intensità che caratterizzano questa regione, i suoi abitanti e il loro operato», anticipa Greco. «Fin dalla sua nascita, nel 2004, RivaReno si è infatti sempre contraddistinta per la volontà di portare sul mercato un prodotto con una qualità senza compromessi. Un principio fondamentale che ancora oggi governa i rapporti tra soci e ne orienta le scelte strategiche», conclude Greco. Prenotazioni allo 051/

14 Pagina 21 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca Bufera sull' integrativo alla Fabbri I dipendenti scendono in sciopero Anzola Sindacati: «Tremila euro per tagliarci fuori». L' azienda: «Falso» di SIMONE ARMINIO ANZOLA SCIOPERO e bufera alla Fabbri. Nella sede della storica azienda di Anzola, i dipendenti (tutti e 140, dicono i sindacati) ieri sono scesi in sciopero, insieme a Cgil, Cisl e Uil. Sul tavolo c' è una trattativa per il contratto integrativo aziendale ferma dal L' attualità è un' accusa, pesante, fatta dai tre sindacati confederali: «La Fabbri scrivono infatti Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil pretenderebbe di decidere la delegazione sindacale che deve sedersi al tavolo e di vincolare a ciò la conclusione positiva dell' incontro». Di più: «Negli ultimi tempi, la proprietà è giunta addirittura a offrire una premio annuo pari a tremila euro per lavoratore se i dipendenti avessero accettato di 'togliere' di mezzo le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo». Questa la goccia che ha portato alla proclamazione di dieci ore di sciopero, tre delle quali effettuate ieri. «Quella fatta ai dipendenti tuona infatti Vincenzo Grimaldi, segretario generale di Flai Cgil è una richiesta assurda e incompatibile con la tradizione sindacale di questo territorio». L' AZIENDA, ovviamente, rispedisce al mittente le pesanti accuse: «Informazioni che non corrispondono al vero», avverte. E spiega: «Il premio aziendale verrà riconosciuto ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo aziendale con tutte le sigle sindacali che parteciperanno alla trattativa, quando la trattativa stessa potrà essere riavviata a seguito della definizione del tavolo nazionale». I SINDACATI, intanto, non si fermano, e ribadiscono le accuse: «Nell' incontro di lunedì 22 giugno, a fronte di una discussione aperta da oltre un anno, la direzione ha sostenuto che l' apertura del confronto per il rinnovo del contratto nazionale impedisce il prosieguo della trattativa sul piano aziendale». Il riferimento è a una comunicazione nella quale, la Fabbri (che prima del 2015 ha sempre avuto rappresentanti sindacali interni e non apparentati con Cgil, Cisl e Uil) avrebbe preso atto della volontà dei lavoratori di chiamare i sindacati al tavolo. Azzerando così il lavoro degli ultimi mesi e ripartendo da zero nella negoziazione dei diritti e della parte economica, ma senza più certezze su quanto finora concordato. «In questo caso, però come ribadisce la stessa Fabbri un accordo sindacale non potrà svolgersi nell' anno solare in cui sia previsto il rinnovo del contratto nazionale». E il rinnovo nazionale è previsto quest' anno. Da qui la presa d' atto dell' azienda della non volontà di procedere a un accordo interno senza sindacati e la ripartenza, con i sindacati, ma da zero. Continua > 12

15 Pagina 21 < Segue Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Cronaca ARMINIO SIMONE 13

16 Pagina 7 La Repubblica (ed. Bologna) Cronaca Amarena Fabbri, i sindacati infuriati "Ci lasciano fuori" Scontro sulla vertenza integrativa L' azienda: falso, pronti alle vie legali. SCONTRO alla Fabbri tra sindacati e azienda. Ieri Cgil, Cisl e Uil avevano accusato l' azienda di voler "togliere di mezzo" le organizzazzioni sindacali dalle trattative per il rinnovo del contratto integrativo. L' azienda dello storico marchio di sciroppi in serata ha smentito fermamente e minacciato azioni legali. Intanto dalle i lavoratori hanno scioperato e i sindacati hanno parlato di «adesione totale» per i dipendenti dello stabilimento di Anzola Emilia e per la sede bolognese. La materia del contendere è il rinnovo del contratto integrativo aziendale. Si parla di un premio di risultato di circa 3mila euro all' anno ma è soprattutto in gioco un problema di rappresentanza sindacale. «Tradizionalmente l' azienda era abituata a trattare solo con i rappresentanti sindacali interni, mentre questa volta al tavolo siamo seduti anche noi della Cgil, Cisl e Uil del territorio spiega Vincenzo Grimaldi, segretario generale Flai Cgil di Bologna abbiamo chiesto, per il rinnov o dell' integrativo, di aumentare le ore di permesso per visite mediche, che attualmente sono 10, l' orario flessibile anche per i part time, e un premio di risultato assegnato sulla base di parametri condivisi. L' azienda ha mandato una e mail ai dipendenti dicendo che se si fosse andati avanti con le consuete modalità, cioè solo i rappresentanti interni all' azienda, avrebbero riconosciuto il premio di 3 mila euro all' anno». I sindacati quindi accusano di voler «togliere di mezzo» le organizzazioni dei lavoratori, e di voler «decidere la delegazione sindacale che deve sedersi al tavolo». «È falso replica l' azienda a stretto giro di posta si precisa che il premio aziendale verrà riconosciuto ai lavoratori solo subordinatamente alla sottoscrizione di un contratto integrativo aziendale con tutte le sigle sindacali che parteciperanno alla trattativa, quando la trattativa stessa potrà essere riavviata a seguito della definizione del tavolo nazionale». La trattativa già "tribolata" si è infatti definitivamente arenata lunedì. «Ci hanno detto che non si può proseguire spiega Grimaldi perché per il 16 settembre è convocato l' incontro per il rinnovo del contratto nazionale degli alimentaristi. Ma la vertenza va avanti dal 2013» «L' ultima piattaforma è dell' aprile 2015 dice l' azienda la trattativa si è protratta fino al rinnovo del contratto nazionale e l' articolo 55 del contratto collettivo prevede che non si possano sovrapporre le due negoziazioni». RIPRODUZIONE RISERVATA Continua > 14

17 Pagina 7 < Segue La Repubblica (ed. Bologna) Cronaca ELEONORA CAPELLI 15

18 24 giugno 2015 larepubblica.it (Bologna) Cronaca "Tremila euro se togliete di mezzo i sindacati": i lavoratori bocciano la mossa della Fabbri Non hanno ceduto alle sirene dell' azienda, che metteva sul piatto un bonus di tremila euro a lavoratore per sfiduciare i sindacati ed escluderli così dalla discussione per il rinnovo del contratto. Gli operai della Fabbri, lo storico nome di amarene lavorate e glasse per dolci di Bologna, hanno bocciato l' iniziativa dei vertici aziendali: i dipendenti (complessivamente sono 140) hanno dato vita a uno sciopero "con adesione totale", dal primo pomeriggio a fine turno, sia nello stabilimento di Anzola dell' Emilia che in quello bolognese. I dipendenti si sono anche riuniti in assemblea, prima di incontrare il sindaco di Anzola, Giampiero Veronesi, ed il capogruppo di maggioranza in Comune, Francesco Moscatelli, a cui hanno chiesto l' impegno del Consiglio a discutere un ordine del giorno di solidarietà. La vertenza, spiega una nota di Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil, si è aperta a fine 2013 e resta a tutt' oggi senza esito "a causa della mancanza di volontà politica dell' azienda, che pretenderebbe di decidere la delegazione sindacale che deve sedersi al tavolo, e di vincolare a ciò la conclusione positiva della confronto. Negli ultimi tempirincarano i rappresentanti dei lavoratori la proprietà è giunta addirittura ad offrire un premio annuo pari a euro per lavoratore, se i dipendenti avessero accettato di 'togliere di mezzo' le organizzazioni sindacali dalla discussione per il rinnovo" dell' integrativo. Il che è stato giudicato una 'proposta indecente': "I lavoratori hanno rigettato fermamente questa impostazione, rivendicando il diritto al rinnovo del proprio contratto e la libertà di decidere autonomamente la composizione della delegazione sindacale", fanno sapere Flai, Fai e Uila "Il paradosso di questa vicenda si e' raggiunto pero' due giorni fa quando, a fronte di una discussione aperta da oltre un anno, la direzione aziendale ha sostenuto che l' apertura del confronto per il rinnovo del contratto nazionale impedisca i prosieguo della trattativa sul piano aziendale", raccontano ancora Flai Fai Uila. E cosi' si e' arrivati allo sciopero di oggi. 16

19 Pagina 20 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Politica locale «Doppia revisione sui nostri autovelox» A Medicina gli apparecchi rispettano già la sentenza della Corte costituzionale. di CRISTINA DEGLIESPOSTI MEDICINA UNA cosa è certa: la sentenza della Corte costituzionale che prevdee l' obbligo di taratura e revisione periodica degli autovelox è una sentenza che rinfranca gli animi, di tutti. Gli animi degli automobilisti rimasti 'vittime' di una multa con l' autovelox. Quelli delle associazioni che già lanciano a tambur battente campagne di assistenza ai cittadini per chiedere la restituzione delle sanzioni pagate. E gli animi di chi, invece, gli autovelox li installa e li gestisce di professione e che, proprio per evitare di incappare in sentenze simili, si è tutelato per tempo: dal E' il caso di Area Blu, la società publica imolese partecipata dalla Città metropolitana e che sulle strade provinciali del Bolognese possiede ben 19 postazioni fisse di autovelox. SOLO a Medicina sono quattro, tra Trasversale di Pianura e San Vitale, ma gli apparecchi sono dislocati anche sulle provinciali di Zola Predosa, Sant' Agata Bolognese, Bentivoglio, San Giovanni in Persiceto, Argelato, Budrio, Castenaso. Delle 19 postazioni, 14 sono attive ma, a rotazione, vengono attivate anche le colonnine posizionate negli altri cinque punti autorizzati dalla Prefettura. Con la sentenza depositata una settimana fa (113/2015) la Corte costituzionale «dichiara l' illegittimità costituzionale dell' articolo 45, comma 6, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), nella parte in cui non prevede che tutte le apparecchiature impiegate nell' accertamento delle violazioni dei limiti di velocità siano sottoposte a verifiche periodiche di funzionalità e di taratura». Ieri il Codacons Emilia Romagna ha lanciato una maxi azione legale in favore di migliaia di automobilisti della regione multati da apparecchi per il controllo automatico della velocità. Sul sito del Codacons è pubblicata una pagina attraverso la quale gli automobilisti che hanno ricevuto una multa da autovelox possono diffidare il Comune responsabile del verbale a fornire le prove dell' avvenuta manutenzione e la data dell' ultima taratura. «Se l' amministrazione non sarà in grado di fornire la prova relativa a manutenzione periodica e taratura dice l' associazione sarà possibile impugnare i verbali, ottenere l' annullamento delle multe ancora non pagate e chiedere la restituzione delle sanzioni già versate». In casa Area Blu, però, dormono sonni tranquilli. «Siamo avanti anni luce rispetto alla sentenza che ritengo giusta nei contenuti spiega Ivan Mazzanti, funzionario della società. Fin dal 2007 non abbiamo una sola certificazione annuale, ma due: quella del costruttore prevista dalla norma e una di una società terza (fornita da Accredia) che ogni anno verifica il corretto funzionamento delle macchine». La seconda verifica, però, ha un costo: 550 euro a macchina a carico di Area Blu. «Un tempo pagavamo anche 700 euro continua Mazzanti, ma non abbiamo mai digerito che proprio il costruttore autocertificasse il proprio operato». Continua > 17

20 Pagina 20 < Segue Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Politica locale DEGLIESPOSTI CRISTINA 18

21 Pagina 5 Il Sole 24 Ore Consulta: stop al blocco contratti Pa «Illegittimo, ma non per il passato» Evitata la «mina» da 35 miliardi sui conti pubblici. ROMA Il blocco dei contratti dei dipendenti pubblici è illegittimo. Ma solo dal momento della pubblicazione della sentenza con cui ieri la Consulta ha dichiarato «l' illegittimità costituzionale sopravvenuta» (come si afferma in un comunicato ufficiale della stessa Corte) del congelamento degli stipendi nel pubblico impiego deciso nel 2010 per il triennio dall' esecutivo Berlusconi e poi prorogato dai governi successivi. Nessun effetto retroattivo della bocciatura, dunque, anche perché la norma cancellata in origine era legittima ma illegittimo è stato protrarla per troppi anni (quì la differenza rispetto al pronunciamento sulla Robin tax di febbraio). Il risultato è che nei conti pubblici non si aprirà il temuto buco da 35 miliardi stimato nella sua memoria difensiva dall' Avvocatura generale dello Stato nel caso il blocco fosse stato dichiarato illegittimo fino dal momento della sua entrata in vigore con il decreto legge 78/2010 (la manovra correttiva targata Tremonti). Anche se il Governo dovrà provvedere alla riapertura della fase negoziale con i sindacati per sbloccare i contratti. Senza considerare che si pone il problema dell' indennità di vacanza contrattuale che, almeno in via teorica, dovrebbe essere prevista per quest' anno nel periodo compreso dalla pubblicazione della pronuncia della Corte, attesa per luglio) fino al 31 dicembre. Il punto di partenza da cui calcolare la nuova maggiore spesa (si veda altro articolo in pagina) è di 1,7 miliardi nel 2016, per arrivare a un cumulato di 6,6 nel 2018 stando all' esercizio di stima a politiche invariate contenuto nel Def 2015, che tiene conto anche degli andamenti occupazionali del pubblico impiego, in prospettiva alleggeriti dallo stop del turn over. Ma come tutte le sentenze "pro futuro" non comporta oneri immediati o automatici sui saldi: le scelte da assumere ora toccano al Governo con la legge di Stabilità. I sindacati accolgono con favore, anche se con sfumature diverse, la pronuncia della Corte e chiedono al Governo di aprire subito la trattativa sui rinnovi. Sono trascorsi quasi sei anni (oltre 2mila giorni) dall' ultimo rinnovo nel pubblico impiego. Il pressing di Cgil, Cisl e Uil è immediato, anche se proprio la Uil sostiene che quella della Corte costituzionale «è una sentenza politica» che «salva il governo Renzi dall' ennesima batosta dopo quella sulle pensioni». La pronuncia della Consulta arriva, infatti, subito dopo quella sulla Robin tax (dove anche in quel caso non sono stati previste effetti retroattivi) e sul blocco delle indicizzazioni delle pensioni deciso dall' esecutivo Monti dichiarato illegittimo dalla Corte (qui invece con effetti retroattivi che hanno fatto scattare un decreto di rimborso da 2,18 miliardi in pagamento il primo agosto e un onere aggiuntivo da mezzo miliardo dal 2016 in poi). Continua > 19

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA

LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA LE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE IL DOCUMENTO CONDIVISO DA UIL, CISL E CONFINDUSTRIA 1) Perché la riforma del modello contrattuale: Nell attuale scenario, il modello contrattuale

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 Considerato che: Il 7 agosto u.s. si è tenuto un incontro tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, affiancato

Dettagli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli

IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli IRPEF, conguaglio 2014 Le procedure da seguire per effettuare correttamente i calcoli Ecco qui di seguito, una sintesi della normativa generale che regola le operazioni relative al conguaglio di fine anno.

Dettagli

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI GLI ACCONTI PAGATI La compilazione del quadro F del 730 Il quadro F del modello 730 si compone di 8 sezioni nelle quali sono riportati i seguenti dati: Sezione

Dettagli

1. Modello EAS, quando presentarlo?

1. Modello EAS, quando presentarlo? COMITATO REGIONALE PUGLIA SETTORE JUDO Prot. 07/2016 Taranto, 04 Gennaio 2015 -Alle AASSDD JUDO PUGLIA e, p. c.: -Alla FIJLKAM Area Amministrazione -Loro Indirizzi OGGETTO: risposte ai quesiti amministrativi

Dettagli

FAQ IMU/TASI PROBLEMI APPLICATIVI DI CARATTERE GENERALE

FAQ IMU/TASI PROBLEMI APPLICATIVI DI CARATTERE GENERALE FAQ IMU/TASI Di seguito vengono messe a disposizione le risposte ad alcune domande frequentemente poste all amministrazione finanziaria da contribuenti, operatori professionali e dai soggetti che realizzano

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: UNA RISORSA PER LO SVILUPPO DEL PAESE

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: UNA RISORSA PER LO SVILUPPO DEL PAESE PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: UNA RISORSA PER LO SVILUPPO DEL PAESE Proposte per valorizzare e rinnovare la P.A. ripartendo dalla centralità del lavoratore. Sostegno al reddito: sblocco dei contratti, sblocco

Dettagli

MANOVRA ECONOMICA 2011 LE PRINCIPALI NOVITA

MANOVRA ECONOMICA 2011 LE PRINCIPALI NOVITA UNA PRIMA LETTURA DEL CONTENUTO DEL DECRETO La manovra economica prevede il pareggio di bilancio nel 2014. Il decreto, concordato con l Europa, corregge i conti pubblici per circa 48 miliardi e di questi

Dettagli

COMUNE DI GAGLIANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE

COMUNE DI GAGLIANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE COMUNE DI GAGLIANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) (Approvato con Deliberazione Consiliare n. 22 del 09.09.2014) La Tassa

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Giovedì, 04.09.2014

RASSEGNA STAMPA Giovedì, 04.09.2014 RASSEGNA STAMPA Giovedì, 04.09.2014 Il Sole 24 Ore 1 Per gli stipendi pubblici blocco anche nel 2015 La Repubblica 1 Eterologa lo strappo dei governatori Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Eterologa al via

Dettagli

CHI DEVE PAGARE L'IMU:

CHI DEVE PAGARE L'IMU: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23, recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, ha istituito con gli articoli 8 e 9 la nuova Imposta municipale

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 Politica locale 23/01/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 SILVIA BIGNAMI Riforme, i renziani ai dissidenti Pd:

Dettagli

LA VERA STORIA( ASSURDA E INFINITA) DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA EX DIPENDENTI DEGLI EE.LL.

LA VERA STORIA( ASSURDA E INFINITA) DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA EX DIPENDENTI DEGLI EE.LL. LA VERA STORIA( ASSURDA E INFINITA) DEI LAVORATORI DELLA SCUOLA EX DIPENDENTI DEGLI EE.LL. ( OVVERO UGUAGLIANZA NELLA DISUGUAGLIANZA), LEGGE 124/99 - ART.8 TRASFERIMENTO DI PERSONALE SCOLASTICO A.T.A.

Dettagli

17 DRASTICA SEMPLIFICAZIONE DEI BILANCI DEI COMUNI CON MENO DI 5.000 ABITANTI ( Disegno di legge)

17 DRASTICA SEMPLIFICAZIONE DEI BILANCI DEI COMUNI CON MENO DI 5.000 ABITANTI ( Disegno di legge) 1 SOPPRESSIONE O RIORDINO DI ENTI PUBBLICI (Decreto Al fine di contenere la spesa, gli Enti pubblici non economici, inseriti nel conto economico consolidato dello Stato, con una dotazione organica inferiore

Dettagli

LAVORO -STABILITA 2016

LAVORO -STABILITA 2016 LAVORO -STABILITA 2016 Continua la decontribuzione per le assunzioni (co. 83-86) Continueranno gli sgravi per chi assume con contratto a tempo indeterminato o stabilizza i contratti a termine. Lo sconto

Dettagli

COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820

COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820 COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 61 DEL 08/09/2014 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

LE NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015, IN MATERIA DI LAVORO

LE NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015, IN MATERIA DI LAVORO LE NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015, IN MATERIA DI LAVORO La legge n. 190/2014, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014, entrata in vigore il 1 gennaio 2015, contiene alcune

Dettagli

NOVITA LEGISLATIVE. Settembre 2014. 9. Pubblica amministrazione (PA) e fattura in formato digitale

NOVITA LEGISLATIVE. Settembre 2014. 9. Pubblica amministrazione (PA) e fattura in formato digitale NOVITA LEGISLATIVE Settembre 2014 1. Tremonti quater bonus macchinari 2. F24 online dal 01.10.2014 3. Tasi: scadenza del 16.10.2014 4. Modello 770: proroga pag. 2 pag. 3 pag. 4 pag. 4 sommario 5. Riduzione

Dettagli

IMU e TASI: le novità 2014

IMU e TASI: le novità 2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 122 28.04.2014 IMU e TASI: le novità 2014 Sugli immobili diversi dall abitazione principale il carico fiscale si farà sentire. Categoria: Imposte

Dettagli

NOTIZIE UTILI marzo/aprile 2010

NOTIZIE UTILI marzo/aprile 2010 C.S.A. Coordinamento Sindacale Autonomo Regioni e Autonomie Locali Segreteria provinciale di Cosenza Piazza Maurizio Quintieri n 7 87100 Cosenza Tel 3494909232-Fax 0984624006 Posta elettronica: lincolpier@libero.it

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE Allegato alla Deliberazione Consiliare.., n. TITOLO I Art. 1 Oggetto del Regolamento Finalità ed Ambito di applicazione Il presente regolamento, adottato

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

La ritenuta del 2,50% sul TFS/TFR dei pubblici dipendenti: una questione complessa

La ritenuta del 2,50% sul TFS/TFR dei pubblici dipendenti: una questione complessa La ritenuta del 2,50% sul TFS/TFR dei pubblici dipendenti: una questione complessa di Stefano Stefani [*] Sommario La recente giurisprudenza si è espressa, in modo anche diversificato ma certamente negativo,

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti News per i Clienti dello studio del 16 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

verso quale nuovo assetto locale?

verso quale nuovo assetto locale? Conferenza ANCI Le novità su Patto di Stabilità e Fiscalità Locale Bagno a Ripoli, 17 ottobre 2015 La finanza locale Dai tagli alle riforme: verso quale nuovo assetto locale? Claudia Ferretti Patrizia

Dettagli

Capitolo III RAVVEDIMENTO OPEROSO, SPESOMETRO E RIENTRO DEI CAPITALI DALL ESTERO: LE NOVITÀ PER IL 2015

Capitolo III RAVVEDIMENTO OPEROSO, SPESOMETRO E RIENTRO DEI CAPITALI DALL ESTERO: LE NOVITÀ PER IL 2015 69 Capitolo III RAVVEDIMENTO OPEROSO, SPESOMETRO E RIENTRO DEI CAPITALI DALL ESTERO: LE NOVITÀ PER IL 2015 Sommario: 1. Premessa. Il ravvedimento operoso ex D.Lgs. 472/1997-1.1. L omesso versamento della

Dettagli

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI)

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) costituisce il nuovo trattamento contro la disoccupazione ed entrerà in vigore il 1 gennaio 2013, sostituendo quindi:

Dettagli

RIFORMA DELLA PA E DEL PUBBLICO IMPIEGO

RIFORMA DELLA PA E DEL PUBBLICO IMPIEGO ALLEGATO: RIASSUNTO DEI 34 PUNTI DEL PIANO INDUSTRIALE RIFORMA DELLA PA E DEL PUBBLICO IMPIEGO RIDUZIONE DELLE ASSENZE PER MALATTIA Al fine di ridurre il fenomeno dell assenza breve per malattia, vengono

Dettagli

PACCHETTO TAGLI COSTI DELLA POLITICA

PACCHETTO TAGLI COSTI DELLA POLITICA PACCHETTO TAGLI COSTI DELLA POLITICA A partire dal 1 gennaio 2011 sono ridotti del 10% il trattamento economico dei ministri e dei sottosegretari che non siano membri del Parlamento nazionale e i compensi

Dettagli

Comune di TORRICELLA PELIGNA Provincia di Chieti

Comune di TORRICELLA PELIGNA Provincia di Chieti Comune di TORRICELLA PELIGNA Provincia di Chieti Deliberazione del Consiglio Comunale N. 42 del Reg. Data: 30.09.2012 OGGETTO: Imposta Municipale Propria (IMU). Variazioni aliquote (e detrazioni d imposta)

Dettagli

Speciale Finanziaria 2003 (Legge 289 del 27/12/2002)

Speciale Finanziaria 2003 (Legge 289 del 27/12/2002) Speciale Finanziaria 2003 (Legge 289 del 27/12/2002) S O M M A R I O 1 FAMIGLIE PERSONE FISICHE - PENSIONATI 11 Nuova deduzione IRPEF 12 Detrazione lavoro dipendente 13 Variazione aliquote e scaglioni

Dettagli

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 PARTE I PESCA E ACQUACOLTURA Legge Finanziaria per il 2008 (L. 24 dicembre 2007 n. 244, pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 285 della G.U. 28 dicembre 2007,

Dettagli

TASI TRIBUTO COMUNALE PER I SERVIZI INDIVISIBILI

TASI TRIBUTO COMUNALE PER I SERVIZI INDIVISIBILI COMUNE DI ANCONA TASI TRIBUTO COMUNALE PER I SERVIZI INDIVISIBILI GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER L ANNO 2014 1 - Cos è la TASI pag. 2 2 - Presupposto d imposta e soggetti passivi pag. 2 3 - Definizione di

Dettagli

NOVITA LEGISLATIVE IMU Il Decreto Legge n. 201/2011 anticipa in via sperimentale il nuovo tributo IMU, a decorrere dall anno 2012.

NOVITA LEGISLATIVE IMU Il Decreto Legge n. 201/2011 anticipa in via sperimentale il nuovo tributo IMU, a decorrere dall anno 2012. NOVITA LEGISLATIVE IMU Il Decreto Legge n. 201/2011 anticipa in via sperimentale il nuovo tributo IMU, a decorrere dall anno 2012. L imposta, che ripristina la tassazione dell abitazione principale, sostituisce

Dettagli

ASPETTI TRIBUTARI INTERNAZIONALI E MONITORAGGIO

ASPETTI TRIBUTARI INTERNAZIONALI E MONITORAGGIO Convegno IMMOBILI IN ITALIA ED ALL ESTERO: ASPETTI TRIBUTARI INTERNAZIONALI E MONITORAGGIO Roberto TAMBURELLI 1 Introduzione all RW FONTE NORMATIVA Gli Art. 2 e 4 del D.L. 167/1990 obbligano alcuni soggetti

Dettagli

Novità del modello 730/2012 redditi 2011

Novità del modello 730/2012 redditi 2011 Novità del modello 730/2012 redditi 2011 A cura del dott. Andrea Baratta Frontespizio e Familiari a carico E stata introdotta una casella denominata situazioni particolari per evidenziare particolari condizioni

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili (TASI)

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili (TASI) COMUNE di MARRADI CITTA METROPOLITANA DI FIRENZE Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili (TASI) Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 50 del 22.07.2015 INDICE ART.

Dettagli

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Modena, 12 2014 SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Si segnala ai Signori clienti che tutti gli adempimenti sono stati inseriti, prudenzialmente, con le loro scadenze naturali, nonostante

Dettagli

ULTIME NOTIZIE TASI. Di seguito, la situazione di alcune province:

ULTIME NOTIZIE TASI. Di seguito, la situazione di alcune province: 1 ULTIME NOTIZIE TASI Il Consiglio comunale di Lecce il 10 settembre ha dato via libera alle aliquote Tasi: il 16 ottobre pertanto è fissata la scadenza per il pagamento della prima rata Tasi. Aliquota

Dettagli

Durc imprese creditici della PA

Durc imprese creditici della PA CIRCOLARE INFORMATIVA Novità fiscali Scadenze Adempimenti Novità fiscali Durc imprese creditici della PA L'Inail con la circolare 53 dell'11 novembre 2013 ha chiarito che è possibile il rilascio del Durc

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano

Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Detrazione a favore delle famiglie numerose: modalità di attribuzione del credito d imposta Potito Di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Con decreto del Ministero dell economia e delle finanze 31 gennaio

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI

COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI IMU - TASI SI RENDE NOTO che entro la scadenza del 16 giugno 2015 deve essere effettuato il versamento della prima rata dell Imposta Municipale propria

Dettagli

Debito e Patto di stabilità Le ultime novità sul bilancio 2014

Debito e Patto di stabilità Le ultime novità sul bilancio 2014 Matteo Barbero Debito e Patto di stabilità Le ultime novità sul bilancio 2014 Torino, 27 giugno 2014 Il debito Il ricorso all indebitamento da parte degli enti locali è ammesso esclusivamente nelle forme

Dettagli

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale.

La Cgil, pur non condividendo le Linee Guida ha dichiarato che parteciperà al tavolo di confronto allargato sulla riforma del modello contrattuale. LA RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE: IL DOCUMENTO SULLE LINEE DI RIFORMA DELLA STRUTTURA DELLA CONTRATTAZIONE SOTTOSCRITTO DA CISL, UIL E CONFINDUSTRIA La riforma del modello contrattuale La

Dettagli

***** Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata (decreto legislativo primo esame)

***** Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata (decreto legislativo primo esame) Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi venerdì 20 giugno alle ore 10.45 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Segretario il ministro per le Riforme costituzionali

Dettagli

FISCO Gli sconti per la casa

FISCO Gli sconti per la casa Con le novità introdotte in Parlamento FISCO Gli sconti per la casa Per i proprietari: Ici, interessi sui mutui, ristrutturazioni ed efficienza energetica. Per gli inquilini: sconti Irpef Redistribuzione

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

Scelto Per Voi. Dall Ici all IMU La Base Imponibile dell IMU e calcolo dell imposta

Scelto Per Voi. Dall Ici all IMU La Base Imponibile dell IMU e calcolo dell imposta Lawt è lieta di offrirvi, nell ambito del progetto di collaborazione con Federalberghi VCO - finalizzato ad offrire ai propri associati nuovi servizi di consulenza fiscale tematici - un tema di approfondimento

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.14

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.14 C o p i a A l b o VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.14 OGGETTO: DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI "TASI" 2014 L anno DUEMILAQUATTORDICI addì SETTE del mese di APRILE alle ore VENTI e

Dettagli

COMUNE DI CESENA. Servizio Tributi

COMUNE DI CESENA. Servizio Tributi COMUNE DI CESENA SETTORE ENTRATE TRIBUTARIE E SERVIZI ECONOMICO FINANZIARI Servizio Tributi TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI ( IUC-TASI ) - ANNO 2015 L art. 1, comma 639, della Legge n. 147/2013 (c.d.

Dettagli

COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA (Provincia di Modena)

COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA (Provincia di Modena) COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA (Provincia di Modena) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Approvato con delibera di C.C. n. 17 del 20/03/2014 Modificato

Dettagli

Avv. Vittorio Nista, patrocinante in Cassazione. Avv. Virginio Nista.

Avv. Vittorio Nista, patrocinante in Cassazione. Avv. Virginio Nista. V V STUDIO LEGALE NISTA N - Poggio Imperiale (FG) via De Cicco 32, tel. e fax 0882994224 - - San Severo (FG) C.so L. Mucci 132, tel. e fax 0882373459 - Avv. Vittorio Nista, patrocinante in Cassazione.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (REGOLAMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 30.10.2012 CON DELIBERAZIONE N. 60/121562) INDICE Art. 1 Oggetto..pag. 3 Art. 2 Abitazione

Dettagli

1. Finanziaria 2010: i principali interventi in ambito fiscale e lavoro pag. 11

1. Finanziaria 2010: i principali interventi in ambito fiscale e lavoro pag. 11 Indice Parte Prima 1. Finanziaria 2010: i principali interventi in ambito fiscale e lavoro pag. 11 Riapertura termini rivalutazione delle aree edificabili e delle partecipazioni (articolo 2, comma 229)

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

Il risultato della dichiarazione dei redditi

Il risultato della dichiarazione dei redditi Il risultato della dichiarazione dei redditi Capitolo 12 12.1 CONCETTI GENERALI 12.2 IRPEF : CALCOLO IMPOSTA LORDA 12.3 IRPEF : DALL IMPOSTA LORDA ALL IMPOSTA NETTA : LE DETRAZIONI 12.4 IRPEF : DALL IMPOSTA

Dettagli

Legge di stabilità 2016. L impatto della manovra sui comuni

Legge di stabilità 2016. L impatto della manovra sui comuni Note e contributi ISSN 2464-9139 Legge di stabilità 2016. L impatto della manovra sui comuni Claudia Ferretti e Patrizia Lattarulo IRPET N. 7 - Dicembre 2015 1. L esenzione dell abitazione principale dalla

Dettagli

TASI: Guida alla Tassa sui Servizi Indivisibili

TASI: Guida alla Tassa sui Servizi Indivisibili 2 TASI: Guida alla Tassa sui Servizi Indivisibili La prima casa La TASI è, dopo la cancellazione dell IMU, l unica imposta sul valore dell immobile che viene pagata dal contribuente a livello comunale.

Dettagli

Roma, 04/08/2014. ENC: modello di dichiarazione IMU e TASI. Servizi Commerciali e Amministrativi

Roma, 04/08/2014. ENC: modello di dichiarazione IMU e TASI. Servizi Commerciali e Amministrativi Roma, 04/08/2014 Cessione gratuita di aree urbanizzate La cessione a titolo gratuito di aree sulle quali sono state realizzate opere di urbanizzazione, a favore di un Comune, è soggetta al pagamento dell

Dettagli

Il Funzionario Responsabile T.A.S.I.

Il Funzionario Responsabile T.A.S.I. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Codice Identificativo SGIOVPTO Corso Italia 70 40017 San Giovanni in Persiceto (BO) C.F. 00874410375 P.IVA: 00525661203 Fax sede: 051/825024 e-mail generale: urp@comunepersiceto.it

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 Si informa che a seguito del Dpr 5 dicembre 2013, n.159 e del DM 7 novembre 2014 a partire dal 1^ gennaio 2015 entra in vigore

Dettagli

Silvia Scozzese - Direttore Scientifico IFEL

Silvia Scozzese - Direttore Scientifico IFEL - Direttore Scientifico IFEL Torino, 20 febbraio 2012 Attualmente il contributo dei singoli comparti della PA alla manovra è calcolato in base al criterio del peso di ognuno in relazione alla spesa totale

Dettagli

L IMU: L IMPOSTA CHE INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE DALL ISI ALL IMU UNA RICOSTRUZIONE STORICA DELL IMPOSTA PIU CONTROVERSA

L IMU: L IMPOSTA CHE INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE DALL ISI ALL IMU UNA RICOSTRUZIONE STORICA DELL IMPOSTA PIU CONTROVERSA L IMU: L IMPOSTA CHE INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE DALL ISI ALL IMU UNA RICOSTRUZIONE STORICA DELL IMPOSTA PIU CONTROVERSA A CURA DELL OSSERVATORIO UIL SERVIZIO POLITICHE TERRITORIALI PREMESSA L IMU

Dettagli

CIRCOLARE N. 41/E. Roma, 31 ottobre 2012

CIRCOLARE N. 41/E. Roma, 31 ottobre 2012 CIRCOLARE N. 41/E Direzione Centrale Normativa Roma, 31 ottobre 2012 OGGETTO: Assicurazioni estere operanti in Italia in regime di libera prestazione di servizi. Articolo 68 del decreto legge 22 giugno

Dettagli

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente.

Art.6 Misure fiscali per lavoro e imprese Comma 1- Prevede una variazione nella formula del calcolo della detrazione da lavoro dipendente. DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2014 Analisi delle misure di carattere fiscale, finanziario e previdenziale. Da nota tecnica del 22 Ottobre 2013 Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale, Fisco,

Dettagli

Investimento straordinario sulla Pubblica Amministrazione. Matteo Renzi Marianna Madia. Roma, 30 Aprile 2014

Investimento straordinario sulla Pubblica Amministrazione. Matteo Renzi Marianna Madia. Roma, 30 Aprile 2014 Linee guida Governo Investimento straordinario sulla Pubblica Amministrazione Matteo Renzi Marianna Madia Roma, 30 Aprile 2014 Il Cambiamento comincia dalle persone Proposte CONFEDIR 1) Abrogazione dell

Dettagli

GUIDA TASI Comune di San Possidonio

GUIDA TASI Comune di San Possidonio GUIDA TASI Comune di San Possidonio Cos è la TASI (Aggiornata al 15 maggio 2015) La TASI è il nuovo tributo per i servizi indivisibili istituito dalla legge n. 147 del 2013. È in vigore dal 1 gennaio 2014.

Dettagli

CIRCOLARE N. 17 Agli Enti di Patronato

CIRCOLARE N. 17 Agli Enti di Patronato ISTITUTO Roma lì, 23/05/2005 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Pensioni Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori delle

Dettagli

La rivalutazione delle pensioni dopo il decreto-legge 65/2015: effetti redistributivi e di finanza pubblica

La rivalutazione delle pensioni dopo il decreto-legge 65/2015: effetti redistributivi e di finanza pubblica La rivalutazione delle pensioni dopo il decreto-legge 65/2015: effetti redistributivi e di finanza pubblica Questo focus illustra le implicazioni della sentenza della Corte costituzionale n. 70/2015 in

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Adunanza Ordinaria di Prima convocazione seduta Pubblica

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Adunanza Ordinaria di Prima convocazione seduta Pubblica DELIBERAZIONE N.9 COPIA Codice Ente Codice materia COMUNE DI VERDELLO 251658240 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione seduta Pubblica OGGETTO: IMPOSTA

Dettagli

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto 20 SCHEDE riguardanti i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto aggiornate al CCNL 2006-2009 Le 20 schede che seguono riguardano i compiti e i diritti delle RSU, le competenze degli Organi collegiali,

Dettagli

Dossier 2 Le retribuzioni dei dipendenti pubblici. Dinamiche e confronti con il settore privato

Dossier 2 Le retribuzioni dei dipendenti pubblici. Dinamiche e confronti con il settore privato Dossier 2 Le retribuzioni dei dipendenti pubblici. Dinamiche e confronti con il settore privato Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Enrico Giovannini presso la Commissione Programmazione

Dettagli

COMUNE DI POGGIO MIRTETO Provincia di Rieti

COMUNE DI POGGIO MIRTETO Provincia di Rieti COMUNE DI POGGIO MIRTETO Provincia di Rieti COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 33 OGGETTO: APPROVAZIONE DELLE ALIQUOTE E DELLE DETRAZIONI TASI PER L ANNO 2014 DEL 08/09/2014 L anno

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015 Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 luglio 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 33/2014 del 15/5/2014 ARGOMENTO: PROROGA VERSAMENTI DI UNICO 2014 Gentile Cliente, con la presente desideriamo informarla che, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

COMUNE DI CROCEFIESCHI Provincia di Genova Piazza IV Novembre 2 Telefono 010 931215 Fax 010 931628

COMUNE DI CROCEFIESCHI Provincia di Genova Piazza IV Novembre 2 Telefono 010 931215 Fax 010 931628 COMUNE DI CROCEFIESCHI Provincia di Genova Piazza IV Novembre 2 Telefono 010 931215 Fax 010 931628 Adunanza del 2 Agosto 2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.11 OGGETTO:Bilancio di previsione

Dettagli

Dichiarazioni dei redditi persone fisiche (Irpef) per l anno di imposta 2014. Nota Esplicativa

Dichiarazioni dei redditi persone fisiche (Irpef) per l anno di imposta 2014. Nota Esplicativa Dichiarazioni dei redditi persone fisiche (Irpef) per l anno di imposta 2014 Nota Esplicativa L anno d imposta 2014 è caratterizzato dalla grande novità della dichiarazione precompilata che ha consentito

Dettagli

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO PAGINA / 0

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO PAGINA / 0 PAGINA / 0 RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 25/01/2012 Indice IL MATTINO 2 Fondi Inail, la città perde 65 milioni di euro (articolo di sabato 21 gennaio 2012) 3 Ecco perché l Università ha rinunciato ai Fondi

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) ALLEGATO B IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Indice Art. 1 - Oggetto e scopo del regolamento Art. 2 Decorrenza del tributo e soggetto

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 4 L' industria riparte ad ottobre 1 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Conad cresce,

Dettagli

a) favoriscano il mutamento e il rinnovamento delle professionalità; b) realizzino politiche attive di sostegno del reddito e dell occupazione.

a) favoriscano il mutamento e il rinnovamento delle professionalità; b) realizzino politiche attive di sostegno del reddito e dell occupazione. DM 1 luglio 2005, n. 178 Regolamento per l istituzione del Fondo di solidarietà per il sostegno al reddito, dell occupazione, della riconversione e della riqualificazione professionale del personale di

Dettagli

Informativa Aliquote Tasi e Imu 2015 Acconto Tasi/Imu: l ulteriore proroga del termine per la deliberazione dei bilanci preventivi dei comuni al 30

Informativa Aliquote Tasi e Imu 2015 Acconto Tasi/Imu: l ulteriore proroga del termine per la deliberazione dei bilanci preventivi dei comuni al 30 Informativa Aliquote Tasi e Imu 2015 Acconto Tasi/Imu: l ulteriore proroga del termine per la deliberazione dei bilanci preventivi dei comuni al 30 luglio 2015 ha quale naturale conseguenza che i comuni

Dettagli

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 Vigevano, 15 giugno 2014 Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 INDICE 1 Premessa... 2 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni... 2 2.1 Contribuenti

Dettagli

Circolare n. 21 INDICE

Circolare n. 21 INDICE Circolare n. 21 del 15 giugno 2012 Imposte patrimoniali sugli immobili all estero, sulle attività finanziarie detenute all estero e sulle attività oggetto di scudo fiscale - Riepilogo della disciplina

Dettagli

Gli emolumenti del personale della scuola

Gli emolumenti del personale della scuola Gli emolumenti del personale della scuola Di salvatore buonandi La retribuzione complessiva dei dipendenti della scuola è costituita da indennità di varia natura, di cui alcune concorrono con lo stipendio

Dettagli

Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009

Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009 Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009 Parma, Sala aurea C.C.I.A.A., Via Verdi 2 Gaetano Palombelli La riforma del lavoro pubblico nel contesto della riforma istituzionale

Dettagli

NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI

NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI: il 2010 dovrebbe essere l anno della riforma degli ammortizzatori sociali, che ora lasciano senza rete di protezione 1,2 milioni di lavoratori dipendenti. Il

Dettagli

CEDOLARE SECCA: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

CEDOLARE SECCA: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE dott. Marco Ansaldi e rag. Antonella Bolla CONSULENZA FISCALE E DEL LAVORO 20.06.2011 CEDOLARE SECCA: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Il decreto legislativo n.23 del 14 marzo 2011, recante disposizioni

Dettagli