Come può esser ch io non sia più mio?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Come può esser ch io non sia più mio?"

Transcript

1 Come può esser ch io non sia più mio? Giunto è già lcorso della vita mia con tempestoso mar, per fragil barca, al comun porto, ov a prender si varca conto e ragion d ogni opra trista e pia. Onde l affettuosa fantasia che l arte mi fece idol e monarca, conosco or ben com era d error carca, e quel c a mal suo grado ogn uom desia. Gli amorosi pensier, già vani e lieti, che fien or, s a duo morte m avicino? D una so l certo, e l altra mi minaccia. Nè pinger né scolpir fie più che quieti l anima, volta a quel amor divino c aperse, a prender noi, n croce le braccia.

2 Come può esser ch io non sia più mio? L e immagini e le parole di un artista dialogano tra loro. Non vogliono spiegarsi reciprocamente ma suggerire un confronto che offra spunti di riflessione sul complesso segreto che le opere d'arte sono capaci di svelare. Come dice Thomas Mann nella poesia e nell'opera di Michelangelo percepiamo quanto dolore la bellezza infligga e, a esso incomprensibilmente unita, quanta felicità ci doni. Come può esser ch'io non sia più mio? invoca il poeta trafitto da un amore. Da ogni ferita sgorga un dialogo profondo e incessante con il Mistero stesso dell'amore.

3 N ella Firenze medicea era molto diffusa la filosofia Neoplatonica, caratterizzata dall'antropocentrismo e dalla ricerca di una bellezza ideale che va oltre la corporeità. Vi sono nella centauromachia una serie di corpi aggrovigliati tra loro, potenti e caratterizzati dal contrapporsi e sovrapporsi di forme. Già da questo altorilievo Michelangelo assume la concezione neoplatonica di liberare corpi dalla materia; al tempo stesso sembra superarla nella sfida della ricerca della bellezza nei corpi e nell attrito con la realtà. Nel frattempo lavora anche al bassorilievo della Madonna della Scala, ricercando la bellezza nella monumentalità e nello sguardo di Maria verso l infinito. La scoltura è un arte, che levando il superfluo dalla materia soggetta la riduce a quella forma che nell idea dello artefice è disegnata Vasari, proemio delle Vite E noto ch egli poco si sia contentato delle sue cose : non parendogli che la mano a quella idea sia arrivata, ch egli dentro si formava Condivi, Vita di Michelangelo

4 Centauromachia 1490 Casa Buonarroti, Firenze scolpita dall autore quindicenne a Firenze durante il periodo di apprendistato dal Ghirlandaio.

5 Come può esser ch io non sia più mio? L a lirica di Michelangelo si esprime in un linguaggio scarno, talvolta petroso, e con una sintassi franta, secondo una cifra stilistica che supera il modello petrarchesco invece teso a ricomporre l inquietudine della materia nell equilibrio formale. Vivo al peccato, a me morendo vivo; vita già mia non son, ma del peccato: mie ben dal ciel, mia mal da me me dato dal mie sciolto voler, di ch io son privo. Serva mie libertà, mortal mie divo a me s è fatto. O infelice stato! a che miseria, a che viver sono nato!

6 N el 1497 Michelangelo si è ormai affermato come scultore, lavora partendo dal blocco di marmo ( ex uno lapide ) e con l'aiuto di alcuni scalpellini lo sbozza; poi il lavoro è completamente suo: usando il trapano ad arco, gli scalpelli sia a punta sia a taglio, la gradina, diversi abrasivi (lime, pietra pomice, sabbia), arriva a scolpire una statua perfetta: la pietà. In questa scultura Michelangelo riprende le forme dell'iconografia tradizionale. La Vergine è giovane, bella ( figlia del tuo figlio ) e non tocca il corpo di Gesù come per rispetto alla sua divinità. L'incrociarsi dei due corpi si risolve in un armonico continuum di linee e di ampie cadenze raggiunto grazie ai contrasti. Maria compie un atto rituale (personificando la chiesa), ma anche un atto materno (tenendo il figlio come una madre che ha appena partorito). In me la morte, in te la vita mia; tu distingui e concedi e parti el tempo; quante vuo', breve e lungo è 'l viver mio. Felice son nella tuo cortesia. Beata l'alma, ove non corre tempo, per te s'è fatta a contemplare Dio. Amor, la tuo beltà non è mortale: nessun volto fra noi è che pareggi l'immagine del cor, che 'nfiammi e reggi con altro foco e muovi con altr'ale.

7 Pietà S.Pietro, Roma scolpita da Michelangelo durante il suo primo soggiorno romano.

8 Davicte cholla fromba E io chollarcho Michelagniolo S taccandosi dalla classica iconografia donatelliana, Michelangelo rappresenta il David nel momento precedente alla battaglia, in rapporto col nemico. La figura è tesa verso destra ma lo sguardo è fisso a sinistra ricordando il contrapposto tipico di Leonardo. In quest opera Michelangelo realizza compiutamente quello che lui ritiene essere il lavoro dello scultore: liberare le figure racchiuse nelle loro prigioni di marmo. Nel colosso di Firenze si notano le spinte patriottiche di Michelangelo, il David diventa il simbolo della virtù civile e l espressione degli ideali della repubblica fiorentina. Come fiamma più cresce più contesa Dal vento, ogni virtù che l cielo esalta Tanto più splende quant è più offesa.

9 Davide 1504, Firenze Michelangelo riceve la commissione per l esecuzione di un imponente opera capace di esaltare le virtù civiche della giovane Repubblica fiorentina.

10 Come può esser ch io non sia più mio? I n questo sonetto è contenuto l elogio di Dante. Nel grande poeta, Michelangelo ritrovava quella energia espressiva tanto corrispondente alla sua sensibilità. Secondo Testori a furia di torcersi verso Dante, Michelangelo sfora in direzione del Barocco. Dal ciel discese, e col mortal suo, poi che visto ebbe l inferno giusto e l pio, ritornò vivo a contemplare Dio, per dar di tutto il vero lume a noi. Lucente stella, che co raggi suoi fe chiaro a torto el nido ove nacqu io, nè sare l premio tutto l mondo rio; tu sol, che la creasti, esser quel puoi. Di Dante dico, che mal conosciute fur l opre suo da quel popolo ingrato che solo a iusti manca di salute. Fuss io per lui! c a tal fortuna nato, per l aspro esilio suo, co la virtute, dare del mondo il più felice stato.

11 L impianto brunelleschiano della Vecchia Sacrestia viene completamente sovvertito; il genio di Michelangelo crea infatti un'opera unitaria e totale, mettendo in tensione reciproca lo spazio scultoreo e quello architettonico. La Cappella Medicea è quindi una delle prime opere in cui il canone classico viene violato; compaiono per esempio edicole sui lati e le trabeazioni, così originali da potere essere identificati solo con il suo genio artistico. L'opera risente dell'influenza manierista, in quanto emerge un'idea di arte eclettica ed elitaria, come affermazione del gusto personale dell'artista a discapito dei canoni classici. Un ornamento composito del più vario e più nuovo modo, assai diverso da quello che di misura, ordine e regola facevano gli uomini secondo il comune uso, e secondo Vitruvio e le antichità, per non volere a quello aggiungere. Vasari

12 Sagrestia Nuova Firenze , La Sacrestia Nuova fu commissionata dal cardinale Giulio De Medici, futuro papa Clemente VII, nel 1520 come cappella funeraria in grado di ospitare, all'interno del complesso di San Lorenzo, Giuliano duca di Nemours, Lorenzo duca d'urbino e infine i due magnifici Lorenzo e Giuliano, sotto l'altare.

13 S ituate ai lati della Sacrestia El Dì e la Notte parlano, e dicono: Nuova sono le Allegorie della Noi abbiamo col nostro veloce corso condotto giornata, tema legato alla alla morte el duca Giuliano; è ben giusto memoria che simboleggia il trionfo della che e' ne facci vendetta come fa. famiglia dei Medici sul trascorrere del E la vendetta è questa: e avendo noi Tempo, adagiate a coppie sopra i sepolcri, morto lui, lui così morto ha tolta la luce a noi ai piedi dei due duchi. e cogli occhi chiusi ha serrato e' nostri, Le quattro figure allegoriche, tutte che non risplendon più sopra la terra. appoggiate su una linea ellittica di Che arrebbe di noi dunche fatto, mentre vivea? invenzione michelangiolesca, sono rispettivamente il Giorno e la Notte per Giuliano, e l'aurora ed il Crepuscolo per Lorenzo, tutte caratterizzate da allungamenti e torsioni. L'Aurora è raffigurata come appena riemersa dal sonno, con un'espressione amara che esprime tutta l'ansia di affrontare il nuovo giorno, mentre il Crepuscolo è come abbandonato in una dolorosa inerzia, con i lineamenti come offuscati, per effetto del non finito. Le sculture dei due duchi, scolpiti all'interno di nicchie sopra i rispettivi sepolcri, sono idealizzate e non riproducono le fattezze reali: mentre Giuliano viene mostrato altero e deciso, Lorenzo, in posa pensierosa, viene ritratto meditativo e malinconico.

14 Tomba di Giulio II San Pietro in Vincoli Roma

15 Come può esser ch io non sia più mio? L a questione tecnica per Michelangelo è sostanziale, non un semplice problema che si frappone tra l intenzione ed il risultato. L artista non lascia che gli aiutanti tocchino il marmo se non nelle fasi iniziali di sbozzo. L attacco della pietra diventa quindi un mezzo espressivo, aiutato dalle proprietà stesse dello scalpello piatto, a punta, della gradina e del trapano (tra l altro abbandonato molto presto perché scorciatoia facilitante). Questo sistema fu anche una delle cause della mancanza di una scuola michelangiolesca.

16 Caro m'è 'l sonno, e il più l'esser di sasso, mentre che l danno e la vergogna dura; non veder, non sentir m'è gran ventura; però non mi destar, deh, parla basso L a tomba di Giuliano è composta da una nicchia centrale al di sopra del sarcofago, occupato dalla statua di Giuliano assiso in atteggiamento imperioso, in quanto era stato a capo dell'esercito pontificio. Sopra il sarcofago sono poste le due Allegorie del Tempo: il Giorno e la Notte. Sublime è la figura del Giorno, con le membra possenti, le gambe accavallate e il capo appena abbozzato. Si rivela quindi un forte contrasto tra parti finite e non finite, che corrisponde all'esigenza di comunicare all'osservatore lo sforzo supremo del lento prender forma dell'opera; inoltre proprio il suo manifestarsi solo parziale ne accresce l'effetto di potenza. La Notte si mostra molto levigata, riflettendo la luce con autentici bagliori lunari; la posizione del corpo della Notte sul sarcofago rappresenta perfettamente l'abbandono durante il sonno.

17 Sagrestia Nuova Firenze ,

18 I Prigioni sono fra le opere che meglio fanno comprendere il non finito michelangiolesco. Le figure sembrano emergere dal marmo come da uno specchio d'acqua, rivelando da parte dell'artista la coscienza del limite umano: i segni ancora visibili del lavoro della gradina e dello scalpello sono espressione concreta della volontà di Michelangelo di non portare a compimento le opere, che proprio nella loro non finitezza mostrano tutta la loro plasticità e potenza. Queste opere evidenziano il tentativo dell uomo di sfuggire alla prigionia della morte, rivelando la forza del pensiero neoplatonico che influenza l autore; inoltre sono la testimonianza di una profonda riflessione sulla condizione umana. Non ha l'ottimo artista alcun concetto c'un marmo solo in sé non circonscriva col suo superchio, e solo a quello arriva la man che ubbidisce all iuntelletto

19 Atlante , Firenze Michelangelo scolpì i quattro Prigioni mentre era a Firenze impegnato nella fabbrica di San Lorenzo, forse pochi anni prima di tornare a Roma quando aveva ripreso a lavorare alla Sagrestia nuova per volere di Clemente VII; inizialmente i Prigioni furono pensati per la tomba di Giulio II, ma rimasero inutilizzati.

20 C omposta da quattro figure, la Pietà esprime tutta la drammaticità del momento in cui le persone attorno a Cristo ne constatano la morte; la Maddalena, Nicodemo, nel cui volto si riconosce l'artista, e la Vergine sono riuniti intorno al corpo ormai esanime di Cristo colti nell'atto di adagiarlo a terra. Cristo è corpo morto, ma sembra sorreggere la madre e Nicodemo salvando col suo sacrificio la cristianità intera. Il gruppo è sovrastato dalla figura di Nicodemo dal cui corpo sembra uscire la figura di Cristo. Il fatto che Michelangelo abbia destinato questa opera alla propria tomba è prova dell'intensità con cui l'artista viveva il rapporto col Divino, testimonianza della sua immedesimazione con il Mistero. Scarco d'un'importuna e greve salma Signor mie caro, e dal mondo disciolto, qual fragil legno a te stanco rivolto da l'orribil procella in dolce calma. Le spine e' chiodi e l'una e l'altra palma col tuo benigno umil pietoso volto prometton grazia di pentirsi molto, e speme di salute a la trist'alma.

21 Pietà di Nicodemo Metà del 1500, Firenze Secondo il racconto vasariano, la Pietà del Duomo fu scolpita a Roma per la propria tomba quasi settantenne. Sarebbe stato egli stesso a mutilare il gruppo scultoreo per via della qualità del marmo e l opera, lasciata allo stato di non-finito dall'artista, fu presa in mano dal suo allievo Tiberio Calcagni, che ne completò una figura.

22 L a Pietà Rondanini, composizione creata su un marmo già sbozzato nel 1553, raffigura Cristo e la Vergine in una tensione alternativa a quella osservata nella maggior parte del percorso michelangiolesco: non più una ricerca affannosa della forma, bensì l'affermazione di una immaterialità. La leggera inclinazione della testa della Madonna permette alla Sua guancia di appoggiare dolcemente sulla testa del Figlio. Cristo con il braccio che fa leva sulla pietra del basamento, sembra sollevare e caricarsi del peso del corpo stanco e sbilanciato in avanti della Madre. E ben remota la bellezza classica della Pietà di San Pietro, ben remota la potenza titanica dei Prigioni e la sicurezza espressa nel Genio della Vittoria, qui sembrano fondersi due corpi, eterei, privi di sostanza. La bellezza innegabile di quest'opera sta nella verità con cui essa Giunto è già l corso della vita mia con tempestoso mar, per fragil barca, al comun porto, ov a render si varca conto e ragion d ogni opra trista e pia. Onde l affettüosa fantasia che l arte mi fece idol e monarca, conosco or ben com era d error carca, e quel c a mal suo grado ogn uom desia. Di amorosi pensier, già vani e lieti, che fien or, s a duo morte m avvicino? D una so l certo, e l altra li minaccia. Né pinger né scolpir fie più che quieti l anima, volta a quell amor divino ch aperse, a prender noi, n croce le braccia

23 Pietà Rondanini ( ) Castello Sforzesco, Milano Negli ultimi dieci anni di vita Michelangelo fu impegnato soprattutto a Roma, dopo aver rifiutato l invito di Cosimo I di ritornare a Firenze. La leggenda vuole che l artista, ormai ottantanovenne, abbia lavorato a questa Pietà fino ad un giorno prima di morire. Morì a Roma il 18 febbraio 1564; il 10 marzo le sue spoglie vennero portate nella Chiesa di Santa Croce a Firenze.

24 I n Michelangelo non vi è separazione tra vita ed esperienza artistica. Dal suo cor inquietum sgorga una visione drammatica dell esistenza in cui la tensione e il conflitto non si risolvono in un compiaciuto avvolgimento su di sé. La sua voce è quella dell uomo che, cosciente della sua sproporzione con il Tutto a cui anela, cerca il suo volto nel volto di Dio e, quasi oltraggiosamente, Dio nel suo volto. Il suo problema non è quindi liberare l uomo dalla corporeità, alienando la sua fisicità, quanto indagare con inesausta tensione il sofferto contrasto tra l inesorabile mortalità e l indomita aspirazione all infinito. Il suo genio arriverà a superare il concetto neoplatonico dell uomo come copula mundi in un percorso artistico e personale che rifugge un codice di vita e di stile elegante e raffinato, proprio di un elite intellettuale che si appagava di comporre e sublimare nell arte le In noi vive e qui giace la divina beltà da morte anz il suo tempo offesa

25 Madonna della Scala 1490 Casa Buonarroti, Firenze

26 Madonna della scala In questo 1490 bassorilievo la Madonna nella sua umanità è la scala, il mezzo con cui l uomo può avvicinarsi al divino. È un esperienza puramente quattrocentesca e contemporaneamente una perfetta sintesi della tradizione artistica di quel periodo. C è una monumentalità nelle figure che fa risaltare la corporeità di Maria e di Cristo. Pietà di Roma Il culmine del riflesso 1499 neoplatonico nelle sculture michelangiolesche si ha con la perfezione della Pietà romana. La bellezza di entrambi i corpi inscritti in una forma perfetta è volta a sottolineare il divino che, attraverso l ordine, la perfezione e la plasticità delle figure, ha la possibilità di raggiungere gli uomini, attraverso l umanità della morte di Cristo e della passione di Maria Tondo Pitti In questo bassorilievo 1504 troviamo una nuova severità, espressione della battaglia tra corpo e spirito, avvertita da Michelangelo nel momento stesso della sua massima gloria. Emerge un incompletezza che percorrerà tutta la sua produzione artistica. Madonna de Medici La lotta tra spirito e corpo giunge alla sua crisi più profonda 1534 animato dal dramma che vive l intera cristianità; lo stesso volto di Cristo è negato alla vista del fedele e anche lo sguardo di Maria non è volto ad osservare il figlio. Pur in questa drammatica realtà non manca quel complessivo ordine che lascia spazio al prevalere dello spirito attraverso l esaltazione del corpo Pietà Rondanini L agonismo si conclude nello stato larvale delle due figure 1564 che si compenetrano in un ennesima aperta violazione del concetto di perfezione formale. La forma artistica arriva all essenzialità. Nell abbandono Michelangelo sperimenta un intima immedesimazione con il mistero.

27 I l rapporto tra Maria e Gesù è il sublime luogo in cui si incontrano l umano e il divino. Ci sembra di cogliere nelle rappresentazioni michelangiolesche dell abbraccio materno al Squarcia l vel tu, Signor, rompi quel muro che con la suo durezza ne ritarda il sol della tuo luce, al mondo spenta! Ma che poss io, Signor, s a me non vieni coll usata ineffabil cortesia? figlio una progressiva e quasi impercettibile violazione di una possibile distanza. Se infatti nella Madonna della Scala si coglie un distacco tra la madre e il figlio, nel volto di Maria della Pietà di Roma traspare una malinconica tenerezza. Tuttavia in quest opera un velo separa ancora il contatto tra le due fisicità. L austera sontuosità temperata dall abbraccio tenero di Maria nei confronti di Gesù nel Tondo Pitti è superata dalla drammaticità della Madonna della Sacrestia Nuova, in cui la Vergine pare negare uno sguardo rassicurante. Eppure Michelangelo non si arresta nella sua ostinata ricerca di un coinvolgimento radicale con il Mistero: nella Pietà Rondanini non solo ogni distanza è colmata, ma ogni pudore è abolito da un abbraccio totale.

28

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE UNO DEI SOLDATI GLI COLPÌ IL FIANCO CON LA LANCIA E SUBITO NE USCÌ SANGUE ED ACQUA NASCITA DEL SACRAMENTO CHIESA NELLA MOLTEPLICITA DEI SUOI DONI DI SALVEZZA. 1. TESTO

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Domanda della madre dei figli di Zebedeo Matteo 20, 20-28 Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli, e si prostrò per

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Sintesi primo incontro preparazione Colloqui Fiorentini Poco noto ad altrui, poco a me stesso. Conoscere Manzoni attraverso i testi 2 novembre 2010

Sintesi primo incontro preparazione Colloqui Fiorentini Poco noto ad altrui, poco a me stesso. Conoscere Manzoni attraverso i testi 2 novembre 2010 Sintesi primo incontro preparazione Colloqui Fiorentini Poco noto ad altrui, poco a me stesso. Conoscere Manzoni attraverso i testi 2 novembre 2010 Scopo di questo primo incontro è assumere l ipotesi interpretativa

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

La santità al femminile

La santità al femminile Chiavari, 25 settembre 2010. La santità al femminile Introduzione Prima di parlare di santità al femminile, vorrei dedicare la prima parte della nostra riflessione alla santità e alla sua condizione nella

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

CENTRO CULTURALE DI MILANO. Intervento di. Don Stefano Alberto Docente di Introduzione alla Teologia nell Università Cattolica, Milano

CENTRO CULTURALE DI MILANO. Intervento di. Don Stefano Alberto Docente di Introduzione alla Teologia nell Università Cattolica, Milano CMC CENTRO CULTURALE DI MILANO MEDITAZIONI Il Figlio dell uomo non ha dove posare il capo ( Luca, 9) Intervento di Don Stefano Alberto Docente di Introduzione alla Teologia nell Università Cattolica, Milano

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Dante Alighieri. Dal Codice Riccardiano 1040 Firenze, Biblioteca Riccardiana

Dante Alighieri. Dal Codice Riccardiano 1040 Firenze, Biblioteca Riccardiana Dante Alighieri Dal Codice Riccardiano 1040 Firenze, Biblioteca Riccardiana 1 Biografia di: Dante Alighieri Nacque a Firenze nel 1265 da una famiglia della piccola nobiltà fiorentina e la sua vita fu profondamente

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14

5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14 5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14 1.LA STORIA Il capitolo 22 del libro della Genesi è uno dei testi fondamentali nell Antico Testamento. Il testo appartiene ad

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT Adorazione Eucaristica A Gesù... per Maria Guida: In occasione della Peregrinatio della Statua della Madonna di Lourdes, lasciamoci illuminare

Dettagli

Parrocchia S. Michele Arc. e S. Sebastiano M. Maria donna dell annuncio

Parrocchia S. Michele Arc. e S. Sebastiano M. Maria donna dell annuncio Parrocchia S. Michele Arc. e S. Sebastiano M. Maria donna dell annuncio Castel Madama, 8 novembre 2013 Il racconto In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

L'intuizione e la sua difficile realizzazione

L'intuizione e la sua difficile realizzazione P. Maranesi - Facere misericordiam FRANCESCO, I LEBBROSI E I SUOI FRATI: L'intuizione e la sua difficile realizzazione FRANCESCO CI PARLA DELLA SUA CONVERSIONE Il Testamento di Francesco potrebbe essere

Dettagli

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità,

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità, CANTATE AL SIGNORE (Sal 96) Fa Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore da tutta la terra. Fa Benedite il suo nome perché è buono, annunziate ogni giorno la sua salvezza. Si- Narrate la sua

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Incontro del 16 Novembre 2014 in viale Ofanto 27 - Foggia dalle ore 17.30 (LETTORE) Introduzione Viviamo le diverse parti della preghiera con calma e tranquillità,

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Veglia nella notte del S. Natale 2012 Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Il Santo Padre ha dedicato quest'anno liturgico alla Fede e noi in questa veglia che precede la S. Messa di Natale

Dettagli

incontro e condivisione la strada: un luogo non solo un percorso

incontro e condivisione la strada: un luogo non solo un percorso incontro e condivisione la strada: un luogo non solo un percorso AGESCI ROUTE NAZIONALE 2014 Inventare la strada è un rischio, è il rischio: ma il rischio è la condizione della libertà, è l ambito della

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA "MADRE DELL'EUCARISTIA"

MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA MADRE DELL'EUCARISTIA MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA "MADRE DELL'EUCARISTIA" Via delle Benedettine, 91-00135 ROMA Tel. 063380587; 063387275 Fax 063387254 Internet: http://www.madredelleucaristia.it E-mail: mov.imp.test@madredelleucaristia.it

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio.

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. 1 È BELLO LODARTI 2 CANTERÒ IN ETERNO 5 NOI VENIAMO A TE 6 POPOLI TUTTI È bello cantare il tuo amore, è bello lodare il tuo amore, è bello cantare il tuo amore, e bello lodarti Signore, è bello cantare

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello?

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello? Giovedì 13/11/2014 Un ora con Dio Dov'è tuo fratello? Canto d inizio: Invochiamo la tua presenza Invochiamo la tua presenza, vieni Signor Invochiamo la tua presenza, scendi su di noi. Vieni luce dei cuori,

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli