ANNO XXII N 5 giugno PEDALARE!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANNO XXII N 5 giugno 2012 WWW.CAESIUS.IT PEDALARE!"

Transcript

1 ANNO XXII N 5 giugno PEDALARE!

2 2 EDITORIALE Pedaliamo insieme... sostenendo le scelte per la città! Nei giorni scorsi il Consiglio comunale ha votato il bilancio di previsione del Qualche cittadino ha subito osservato: Ma siamo alla fine di giugno!. E come dargli torto, ma le sempre più complesse misure, con continue proroghe e modifiche durante la fase di applicazione delle norme, costringono i Comuni a ritardare l'approvazione della previsione di spesa, gestendo la città alla giornata. Una situazione non più sostenibile. Per questo il Consiglio, nel corso di una seduta durata poco più di due ore, ha approvato tutte le delibere che sono parte integrante del documento di pianificazione economicofinanziaria dell'ente. Nel prossimo numero del periodico comunale illustreremo i contenuti delle scelte, ma vi posso già anticipare che verranno mantenuti tutti i principali servizi offerti, garantendone anche il livello di qualità. PERIODICO A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CESANO BOSCONE Reg. Tribunale di Milano n. 96 del 23 febbraio 1990 Domanda iscr. RNS del 22 maggio 2001 Editore: Comune di Cesano B. via Pogliani, 3 Direttore responsabile: Vincenzo D Avanzo Consulente di direzione: Claudio Trementozzi Segreteria di redazione: Claudia Boschini Redazione: Aurelio Agnusdei, Andrea Bucci, Salvatore Esposito, Riccardo Nicolosi Collaboratori: R.Sandi, R.Benucci, A.Rotolo Foto: Mario Manili Stampa: La Tipografia sas via Bramante 5,Buccinasco Il controllo della spesa Naturalmente la penalizzazione alla quale siamo stati costretti, e che è stata anche oggetto di una lettera inviata alcune settimane fa ai presidenti della Repubblica e del Consiglio, ci ha costretto a fare scelte che incidono anche sull'imposta comunale unica, l'imu. Anche se in questo caso i partiti di maggioranza hanno deciso di attuare politiche di salvaguardia sia per chi possiede la prima casa, sia per una serie di categorie di persone che si trovano in situazioni particolari, come gli anziani ricoverati in case di cura o cittadini che, per un certo periodo di tempo, lavorano all'estero. Per ora abbiamo applicato l'aliquota minima al 4,5 per mille e quella massima al 10,6 per mille (di cui il 3,8 andrà direttamente nelle casse dello Stato), quindi meno di quanto il Comune ha incassato di Ici nel C'è però ancora molta confusione sul gettito e quindi si potrà decidere fino a settembre se, fermo restando l'equilibrio di bilancio, sarà possibile ridurre le aliquote o investire in manutenzioni di strade e strutture pubbliche le eventuali maggiori entrate. Una scelta politica questa, che dovrà essere condivisa, convinta e partecipata. Nella stessa seduta, ho anticipato che sosterrò l'idea di avviare un progetto specifico, portato avanti dalla Commissione economica, per proseguire il percorso della revisione della spesa dell'ente, già in atto dal 2005, che negli ultimi tre anni ha portato a una riduzione di circa dieci milioni di euro. Altro intervento che ritengo ugualmente strategico è l'istituzione di una commissione specifica che lavori sulla riorganizzazione dell'ente, che dovrà necessariamente decollare entro la fine di questo mandato (giugno 2014). Attualmente a livello nazionale si sta incidendo sulla riduzione della spesa pubblica, per evitare di cadere nel baratro, ma poco sulla crescita, sullo sviluppo, sul futuro, sulle nuove generazioni. E ciò preoccupa, perché il nostro futuro non può continuare a essere di povertà. Gli ultimi obiettivi raggiunti Occorre quindi guardare con fiducia al domani, e investire in progettualità, soprattutto quando otteniamo alcuni significativi risultati di fronte alla giustizia amministrativa, che ci ha dato ragione bocciando il ricorso della Cesano sport management, promotore responsabile della realizzazione della piscina, e riconoscendoci un indennizzo. Anche se, al momento, pende un ricorso al Consiglio di stato. C'è poi la struttura di via Kennedy per completare la quale servirebbe poco più di un mese. I lavori sono stati ripresi, dopo altre peripezie e l opera sarà presto conclusa. È stata aperta la struttura di via Trento, rivolta in particolare ai giovani, che inaugureremo ufficialmente in settembre. A giorni ci doteremo dello strumento del Piano di governo del territorio e potremo pensare alla riqualificazione e valorizzazione delle nostre aree, in particolare quelle del quartiere Tessera, alle vie Don Sturzo e De Nicola. Su quest'ultima, l'auspicio è che la Regione Lombardia faccia uno sforzo ulteriore per realizzare presto la metropolitana leggera come previsto dal progetto originario. Il vostro sindaco Vincenzo D'Avanzo

3 I PRIMO PIANO 3 Piscina: il Tar dà ragione al Comune Il Tribunale amministrativo boccia la richiesta di annullamento dell'atto di risoluzione del contratto che la Cesano sport management aveva presentato contro l'ente Il Comune rientrerà in possesso della piscina. Una vittoria sotto tutti i punti di vista: tecnico, politico, giuridico. Il Tribunale amministrativo regionale, infatti, ha dato ragione all'amministrazione condannando la società ricorrente a un risarcimento danni di 1 milione e 137mila euro, a euro di penali, a euro per spese di lite e a euro da versare al perito (CTU - Consulente tecnico d'ufficio) oltre agli oneri fiscali. Il sindaco ha lasciato di stucco l'intero Consiglio comunale, riunitosi a metà giugno nella Sala delle carrozze, quando ha dato la comunicazione del successo ottenuto in una vicenda che da anni tiene banco nel dibattito tra le forze politiche cesanesi. Uno spiraglio di luce in un momento di tempesta. Sta per chiudersi così un capitolo importante nella lunga vertenza che ha visto contrapposti il Comune e la società promotrice di un project financing che avrebbe dovuto portare alla realizzazione della piscina comunale in via per Cascina Nuova. La sentenza è immediatamente esecutiva e sarà l'ufficio legale incaricato dalla Giunta a garantire l'attuazione delle decisioni del Tar. Una volta conclusi tutti gli aspetti legali e giuridici del procedimento precisa il sindaco D'Avanzo potremo rientrare in possesso della nostra proprietà e individuare una soluzione che ci permetta di riprendere i lavori al più presto. Nel giugno di due anni fa, il sindaco aveva inviato alla società promotrice del project financing una diffida ad adempiere, contestando una serie di addebiti. Una decisione alla quale si è arrivati dopo una lunghissima trattativa, suggerita dai legali del Comune, in una vicenda molto intricata, nella quale c'era di mezzo anche un'operazione finanziaria, della quale l'amministrazione era stata tenuta all'oscuro, con un derivato (swap) che a metà del 2010 segnava un saldo negativo superiore a euro. Il nostro obiettivo era ed è sottolinea il sindaco D'Avanzo consegnare la piscina ai cittadini. Per questo avevamo cercato un percorso di conciliazione, coinvolgendo l'intero Consiglio comunale, che aveva votato un ordine del giorno con il quale impegnava la Giunta a perseguire ogni azione utile ad acquisire quote della società di progetto. Pensavamo di poterne acquisire il 70% con poco più di trecentomila euro e di far proseguire i lavori alle tre aziende che avevano il restante 30%. Quando poi abbiamo scoperto l'esistenza di uno swap precisa il primo cittadino abbiamo bloccato tutto e avviato le procedure per arrivare alla risoluzione del contratto. Una scelta che non è stata accolta con favore dalla Cesano sport management, che ha presentato ricorso al Tar, il quale però le ha dato torto. Tutti gli incartamenti sono stati trasmessi dal Tribunale stesso alla procura della Corte dei Conti. Un atto dovuto conclude il sindaco che confermerà ulteriormente la correttezza, la linearità e la massima trasparenza, nell'interesse pubblico, che la mia Amministrazione ha perseguito.

4

5 SICUREZZA 5 Attività della Polizia locale nel 2011 Decoro urbano, mobilità e parcheggi: sono i due macro ambiti di intervento della Polizia locale, oltre alle attività di polizia stradale. Pubblichiamo il resoconto di quanto svolto nel 2011 Anche per il 2011, la Polizia locale ha rispettato nelle sue attività gli standard di efficienza dei servizi definiti nei documenti di programmazione, garantendo un adeguato livello di presidio del territorio sia attraverso servizi di pattuglia che di vigilanza del centro cittadino; per tutta la durata del calendario scolastico, inoltre, sono stati svolti quotidianamente i servizi di viabilità per tutelare l incolumità degli studenti in corrispondenza delle scuole; è stato promosso con risultati positivi il corso di educazione stradale nelle scuole materne, elementari e medie; sono stati effettuati oltre accertamenti contravvenzionali alle norme del Codice della strada. Grazie agli incisivi controlli di polizia stradale, è stato possibile contenere gli indici dei 200 sinistri nell anno: al 31 dicembre sono stati rilevati sul territorio comunale 157 incidenti stradali (16 in meno rispetto al dato del 2010), di cui 45 con lesioni alle persone (21 in meno rispetto all anno precedente). Gli obiettivi strategici del settore di Polizia locale si collocano in due macro ambiti di intervento: decoro urbano mobilità e parcheggi. DECORO URBANO: NUCLEO DI CONTROLLO DEL TERRITORIO L ambito del decoro urbano, che ha come obiettivo il superamento dei fenomeni di disordine fisico (cattiva manutenzione, vandalizzazione e mancanza di decoro degli spazi e dell arredo urbano, scarsa illuminazione ecc.), è stato presidiato attraverso l istituzione dell unità operativa Nucleo controllo territorio, che ha il compito di attuare azioni volte a combattere incuria, degrado, scarsa pulizia e altre situazioni che compromettono il decoro urbano. Il monitoraggio e il controllo svolto dal Nucleo ha prodotto 459 servizi di pattuglia, di cui 145 al quartiere Tessera, 69 al quartiere Giardino, 92 al Pasubio e 151 in centro. LE ANOMALIE RISCONTRATE Sono complessivamente 459 e possono dividersi per tipologia: anomalie stradali (buche, marciapiedi, cordoli ) arredo urbano (cestini portarifiuti, scritte ) igiene ambientale (discariche, abbandono di masserizie, raccolta differenziata) illuminazione pubblica rete stradale segnaletica stradale verde pubblico (rami pericolosi, potatura piante) parchi pubblici. In 381 casi, si è riusciti a intervenire per correggere le anomalie, mentre 17 segnalazioni sono ancora in attesa, con una capacità di risposta dell Ente (95% di interventi risolutivi) in linea con i parametri di efficienza indicati nei documenti di programmazione. LA COLLABORAZIONE CON ANPANA La salvaguardia ambientale è uno dei cardini per garantire la sostenibilità del vivere cittadino: per questo, è stato avviato un progetto in collaborazione con ANPANA, un associazione di guardie ecozoofile volontarie il cui obiettivo è valorizzare e difendere l ambiente, in particolare le zone protette e di significativo pregio naturalistico, nonché sviluppare l educazione ambientale e la protezione civile. La collaborazione con l Anpana si è rivelata molto proficua: durante i controlli svolti prevalentemente nei parchi cittadini, sono state elevate 82 contravvenzioni. LA MOBILITÀ E I PARCHEGGI Il Piano urbano del traffico, approvato nel 2009, ha accolto gli obiettivi del Piano di Mandato e li ha tradotti in progetti la cui esecuzione però, nonostante la ferma l intenzione dell Amministrazione di dare piena attuazione ai contenuti del Piano del Traffico, ha subìto un forte condizionamento per i ben noti vincoli di bilancio, che hanno indotto la struttura a dilatare i tempi di pianificazione e di esecuzione delle opere. La riqualificazione del tessuto urbano è stata avviata con l intervento sul tratto stradale di via Gramsci, al Tessera, dove si sono anche ampliate le aree destinate alla sosta, restituendo ai cittadini del quartiere circa 80 posti auto. Il prossimo intervento previsto dal Piano urbano del traffico riguarderà il centro, passando dal quartiere Giardino. L obiettivo è mitigare l impatto derivante dal traffico veicolare, attraverso l istituzione di isole ambientali (zone 30, ZTL, zone a traffico residenziale, isole pedonali). Per la mobilità, nel 2011 sono stati portati a termine: il nuovo schema di circolazione di via San Carlo (con l istituzione del senso unico di via Trieste per favorire lo scorrimento del traffico) e la riqualificazione della rotatoria posta tra le vie Isonzo/Italia.

6 S 6 SCUOLA Tutte le iniziative del Progetto scuola Si è appena concluso l anno scolastico: facciamo il punto sulle attività proposte dall Amministrazione comunale per le materne, le elementari e le medie all interno del progetto scuola EDUCAZIONE STRADALE La Polizia locale ha svolto, nel corso dell anno scolastico, una serie di lezioni rivolte ai bimbi delle scuole dell infanzia, delle primarie e delle secondarie di primo grado. PROTEZIONE CIVILE Tutte le classi quinte delle primarie cesanesi sono state coinvolte in un percorso teorico e pratico organizzato dal nucleo comunale della Protezione civile. Al termine, sono state organizzate due esercitazioni, una nella scuola Matteotti di via Kennedy e l altra alla Monaca di via Vespucci.

7 SCUOLA 7 RUGBY Sperimentato per la prima volta quest anno, trentuno classi delle primarie e delle medie hanno aderito al progetto proposto dall associazione Cesano rugby. EDUCAZIONE AMBIENTALE Numerose le iniziative promosse nell ambito del ramo di educazione ambientale del Progetto scuola, coordinato direttamente dalla direzione Ambiente e territorio del Comune insieme all assessorato alla Pubblica istruzione. Organizzate iniziative di animazione e laboratori al Parco Natura, nell Oasi dei nuovi nati e al parco Pertini. Suggestiva la serata proposta in FestAmbiente denominata Di fuoco in fuoco... di luce in luce. MOSTRA DEL LIBRO In collaborazione con il gruppo Libraccio, è stata proposta la prima edizione di Libro al parco all interno del Pertini. GIARDINI NEL TEMPO Alcune classi prime e seconde dei due circoli didattici sono state coinvolte in un percorso sulle piante: la semina, la crescita, i profumi delle erbe aromatiche; inoltre, i bambini hanno formato la giuria che ha votato l esposizione più bella della mostra mercato Giardini nel tempo. SCUOLA IN PIAZZA Per la prima volta, alla fine dell anno scolastico numerose classi hanno esposto e presentato i loro lavori al parco Pertini. INFOENERGIA In collaborazione con lo sportello Infoenergia, alcuni alunni delle quarte e quinte hanno partecipato a un progetto sul risparmio energetico. CON L ANPI La storia della Seconda guerra mondiale è entrata in classe grazie alla collaborazione dell Anpi, che ha riflettuto con gli studenti della secondaria di primo grado sulla Giornata della memoria.

8 8 AMBIENTE Nel differenziare i rifiuti, hai dubbi su dove gettare il foglio usato di alluminio o la vaschetta di polistirolo del formaggio? Dallo smartphone o con il pc, puoi usare un apposita applicazione che con un click ti dice dove conferire la tipologia di rifiuto di cui sei incerto. Cesano Boscone è il primo comune a sperimentarla. È stata programmata dal giovane Francesco Cucari, al quale abbiamo rivolto qualche domanda. Quando nasce l'iniziativa e come la tecnologia, spesso "inquinante", può essere un aiuto per l'ambiente? L iniziativa del Dizionario dei rifiuti nasce per rispondere a una mia esigenza personale. Circa un anno fa nel mio paese, Rotondella (in provincia di Matera), è stata avviata la raccolta differenziata porta a porta. Come altri cittadini, ho dovuto cambiare le mie abitudini nel gettare i rifiuti e, soprattutto, mi sono trovato di fronte tanti cassonetti colorati. Ho quindi voluto un po per gioco unire la mia passione per la tecnologia a questa esigenza pratica ed è così che è nata l applicazione. Penso che tecnologia e sostenibilità ambientale camminino di pari passo. La rete, il web e le applicazioni sono una grande risorsa: occorre usarli consapevolmente, così da portare vantaggi a tutti. Quali sono gli aspetti pratici che si sono rivelati efficaci e su che cosa invece ritieni occorra ancora lavorare per garantire la massima funzionalità dell'applicazione? L aspetto più efficace è la sua semplicità: il fatto di essere un motore di ricerca è un attributo che rende l applicazione utilizzabile da tutti. Altro punto di forza è la geolocalizzazione dell'utente. Un cittadino può U Problemi nel riciclo? C è il dizionario dei rifiuti Un applicazione per smartphone e per pc aiuta a capire dove vanno conferiti i vari tipi di rifiuto da riciclare. Abbiamo intervistato il suo ideatore Francesco Cucari, per capirne il funzionamento Interventi sui lampioni effettuare una ricerca specifica e ottenere informazioni dettagliate sulla raccolta, in riferimento al proprio Comune (se questo ha aderito all'iniziativa Comune differente ), dato che in Italia manca ancora una legislazione unica per tutto il territorio. Il Dizionario dei rifiuti ha ancora ampi margini di miglioramento, ai quali in parte sto già lavorando per offrire un servizio il più utile possibile. Sicuramente un aspetto importante è tenere i vocaboli del database sempre aggiornati. Sintetizzando in quattro passaggi l'utilizzo del "Dizionario", che cosa deve fare un cittadino di Cesano Boscone per poter utilizzare la nuova applicazione? Per la versione web, basta cliccare il banner dizionario dei rifiuti sul sito del Comune per effettuare direttamente le ricerche. Oppure: scaricare l'app dal Market Android e installarla avviare l'app e cliccare su Geolocalizzati selezionare Lombardia, quindi Cesano Boscone ricercare il termine e fare la differenza!. Per garantire una sempre migliore illuminazione stradale, l Amministrazione comunale, in accordo con Enel Sole, sta procedendo a mettere a norma 200 vecchi lampioni pubblici, sostituendo le poco efficienti lampade al mercurio con lampade ai vapori di sodio. A oggi, i lavori hanno interessato: via dei Pioppi, via dei Salici, via delle Ginestre, via B. Croce (lato Orme), via Trieste, via Kolbe, via Trento, via delle Magnolie e via Rossini. Si prevede la completa sostituzione dei corpi illuminanti entro la fine dell estate. L intervento va ad aggiungersi a quello dello scorso anno, che permise la messa in opera di circa 200 lampioni a LED. Come si rottamano televisori e monitor di pc Da luglio, televisori e monitor potranno essere portati alla piattaforma ecologica di via Vespucci esclusivamente di mercoledì (se non è un giorno festivo) dalle ore 8 alle 14.30, con orario continuato. Chi non potesse recarsi alla piattaforma negli orari indicati può prenotare il ritiro gratuito a domicilio telefonando al numero verde , attivo dalle ore 9 alle 12 nei giorni feriali.

9 A VOLONTARIATO 9 In autunno arrivano i folletti della spesa Da ottobre, alcuni utenti del centro diurno psichiatrico "Il Camaleonte" saranno impegnati in un progetto sperimentale di spesa a domicilio a favore di chi ha difficoltà motorie Difficoltà a uscire per fare acquisti a causa dell età o per problemi motori? Dal prossimo autunno, un aiuto arriverà da i Folletti della spesa della Fondazione Istituto Sacra Famiglia, il progetto sperimentale promosso dal centro diurno psichiatrico Il Camaleonte in collaborazione con la parrocchia San Giovanni Battista e il patrocinio dell Amministrazione comunale. Gli ospiti del centro, con l aiuto dell educatore coach Rocco Mastrolonardo e dell operatrice con funzioni educative Enmy Perez, saranno lieti di portare il loro aiuto ogni martedì dalle ore 9.30 alle 12; dopo aver raccolto i dati e gli ordini della spesa, si recheranno insieme nel più vicino centro commerciale, acquisteranno e infine consegneranno a casa la merce. Per ulteriori informazioni: tel Il nome del centro diurno psichiatrico Il Camaleonte spiega il direttore, medico psichiatra Emanuela Cafiso indica metaforicamente la funzione fondamentale che intende svolgere il servizio, cioè quella di accompagnare chi vive la condizione della diversità, in un progressivo mescolamento nella normalità della vita sociale, fino a confondersi con essa. Quanti sono gli utenti del centro diurno psichiatrico che faranno parte del gruppo? Sperimentalmente, una decina di utenti del centro "Il Camaleonte" sarà impegnata da ottobre in un servizio di spesa a domicilio per anziani o persone non autosufficienti, a titolo di volontariato. Qual è il principale beneficio per gli utenti? Mettere a servizio degli altri il proprio tempo, sperimentando nella gratuità relazioni di aiuto, restituisce un senso positivo all esistenza di chiunque. In particolare, nelle persone precipitate nella cronicità della malattia psichica, il volontariato riattiva il tempo diventato sempre uguale, dove non succede nulla, e recupera la motivazione a rimettere in gioco una vita diventata vuota di senso. Che difficoltà riescono a vincere gli utenti impegnandosi nel volontariato? Fare il volontario per il malato psichico significa riattivare relazioni, uscire dall'isolamento, recuperare valori morali e creatività che contrastino i vissuti spesso presenti di angoscia, ansia e inutilità del vivere.

10 COMUNE DI CESANO BOSCONE SPORTELLI RISPARMIA TEMPO SCEGLI L ORARIO GIUSTO! Le prossime scadenze SCUOLA pagamenti di refezione, nido, pre/post: entro i primi 10 giorni di tutti i mesi presentazione della richiesta di riduzione del pagamento dei servizi scolastici: sabato 14 luglio (con documentazione completa, non fotocopiabile agli sportelli) consegna dei voucher per la dote scuola: da martedì 31 luglio TIA venerdì 13 luglio lunedì 1 ottobre venerdì 30 novembre. Dezanzarizzazione notturna Avviato in questi giorni il programma di prevenzione per limitare lo sviluppo delle zanzare, finalizzato a ridurre il grado di molestia che queste arrecano sviluppandosi e riproducendosi in raccolte d acqua stagnante. Il Comune interviene sulle aree di proprietà pubblica (pozzetti stradali, verde pubblico, canali e rogge scoperte, rete fognaria, canali coperti, ecc.) con interventi notturni di dezanzarizzazione delle aree a verde e degli edifici comunali. I prossimi interventi saranno nei seguenti giorni: 11 e 25 luglio, 1 e 30 agosto. Le date sono suscettibili di variazioni a causa delle condizioni meteo. Tutte le informazioni ai cittadini verranno messe sul sito e sui pannelli luminosi presenti sul territorio. È possibile chiamare anche il numero verde: Sono previsti anche periodici monitoraggi sulla presenza di larve e sui livelli di infestazione, misurando la presenza di esemplari adulti. Particolare attenzione è dedicata al problema della zanzara tigre per cui sono previsti: monitoraggi tramite ovitrappole, analisi della presenza di larve e monitoraggio della presenza di esemplari adulti. I risultati verranno pubblicati sul sito Internet comunale. Il Comune interviene mensilmente anche con la disinfestazione contro gli scarafaggi in tutte le scuole e gli edifici comunali e nelle vie segnalate dai cittadini. Iscrizione ai servizi scolastici Si ricorda alle famiglie che è necessario rispettare la scadenza di metà luglio per consegnare al servizio Pubblica istruzione, tramite gli sportelli comunali: il modello Isee per la riduzione della retta della ristorazione scolastica (e del prescuola e giochi serali) redditi 2011 la richiesta di iscrizione ai servizi di pre scuola e giochi serali Se non vengono consegnati i documenti: le riduzioni partiranno dal mese successivo alla presentazione dell Isee (ossia da ottobre in poi) nel caso non si raggiungesse il minimo per l attivazione della sezione di pre scuola o giochi serali, la sezione non partirà oppure lo farà in ritardo, ad avvenuto raggiungimento di 15 iscrizioni.

11 Il calendario di luglio SABATO 7 LUGLIO dalle ore 19, centro storico, via Roma, via Libertà Notte bianca concerti, cultura, sport, balli, shopping, artisti di strada, artigianato e sapori, degustazioni DOMENICA 8 tutto il giorno, centro storico mercato agricolo CE sano, orti e colori vendita diretta dal produttore al consumatore e degustazione di prodotti del Parco agricolo sud Milano, con la presenza anche degli hobbisti MARTEDÌ 10 ore 20.30, sala Ilaria Alpi, via Turati 6 Incontro mensile di meditazione a cura del Circolo donne Sibilla Aleramo Pallacanestro Cesano Boscone In serie C regionale Si è da poco conclusa l ottima stagione sportiva della Pallacanestro Cesano Boscone che a Varedo, campo neutro, ha conquistato con una gara secca l accesso al campionato di serie C regionale dell anno prossimo. È stata un annata positiva in tutti i sensi e - a detta di molti - una delle più belle sorprese della serie D, avendo disputato un girone di ritorno straordinario con 13 vittorie e solamente 2 sconfitte. La vittoria più importante, però, è stata quella ottenuta in semifinale con la favorita Segrate. Un grazie ai coach Maurizio Contardi e Davide Matto al dirigente Germano Prataviera e alla squadra composta da: Guido Brusferro, Federico Casciano, Alessio Cimini, Alexandre Joao Kisonga, Fabio Migliavacca, Andrea Pedrazzini, Claudio Pobbiati, Lorenzo Prataviera, Massimiliano Reda, Pietro Regina, Federico Rota e Yosvany Zulueta Delgado. Acrogym cesanese ai campionati regionali NOTIZIE 11 L associazione sportiva E.CO Educazione Corporea è presente da 31 anni sul territorio cesanese. Da 2 anni, i colori di Cesano sono rappresentati dalla squadra agonistica di acrogym (disciplina della ginnastica artistica acrobatica a coppie, trii e quartetti con varie categorie, a seconda della difficoltà ed età delle atlete). La squadra partecipa ai campionati regionali e nazionale UISP: nella prima gara regionale, che si è tenuta in provincia di Lodi, le atlete hanno dimostrato una grande crescita tecnica e hanno conseguito 7 podi: 1 posto Melissa Castellani e Irene Paravati cat. C di coppia 1 posto Claudia Migliore e Andrea Fabiano III cat. Coppia 1 posto Claudia Migliore, Laura Dalla Costa e Andrea Fabiano III cat. Trio 1 posto Chiara Cremascoli e Gaia Cuccu II cat. Coppia 1 posto Germana Iannuzzi, Giulia Didoni e Beatrice Cioffi cat. Mini prima trio 2 posto Giulia Didoni e Beatrice Cioffi cat. Mini prima Coppia 3 posto Chiara Ferrario - Sara Dalla Costa - Chiara Cremascoli - Gaia Cuccu quartetto punti 9. L allenatrice Cristina Buono è stata un ottima atleta di questo sport e ora è un insegnante di grande capacità, che sta portando la squadra a risultati eccellenti. Lo scorso anno, è stata nominata Sportivo dell anno per i suoi meriti. Soggiorno a Porto Cesareo Domenica 10 giugno, si è concluso il primo soggiorno estivo marino del centro anziani Spighe d oro a Porto Cesareo. Il tempo è stato abbastanza clemente e ha quindi permesso ai 56 partecipanti di fare il bagno e di prendere la tintarella. Nei mesi di luglio, agosto e settembre, proseguiranno gli altri soggiorni marini e montani. S.O.S. ambrosia Il sindaco ha firmato un ordinanza per prevenire e combattere la diffusione dell'ambrosia, causa di allergia, che colpisce un'elevata percentuale di popolazione sul territorio. I proprietari di aree verdi hanno l'obbligo di verificare l'eventuale presenza e provvedere alla rimozione della stessa, eseguendo due sfalci nel periodo antecedente la fioritura (fine luglio e fine agosto). Tutti i cittadini sono invitati a segnalarne la diffusione in zone pubbliche, contattando l'ufficio Ecologia del Comune al n /545.

12

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

Nr. 192 DEL 05/08/2015

Nr. 192 DEL 05/08/2015 Comune di Savignano sul Panaro (MO) Via Doccia 64 tel 059/759911- fax 059730160 P.I 00242970366 www.savignano.it ORIGINALE Nr. 192 DEL 05/08/2015 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL'AREA AMBIENTE OGGETTO

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

VERIFICA DI META ANNO

VERIFICA DI META ANNO : dott. MASSIMILIANO GALLONI Centri di costo: 1... Servizio Intercomunale di Protezione Civile. VERIFICA DI META ANNO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE RENO GALLIERA : Massimiliano Galloni OBIETTIVI PERMANENTI

Dettagli

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica In Italia c èc un grande debito pubblico. Ma come è suddiviso? (fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri, 29 settembre 2010) Debito pubblico sul

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO COMUNALE GRUPPO VOLONTARI CIVICI

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO COMUNALE GRUPPO VOLONTARI CIVICI COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO COMUNALE GRUPPO VOLONTARI CIVICI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DEL 29.04.2013 I N D I C E Art. 1 - OGGETTO DEL

Dettagli

AMBITO SOCIALE DI ZONA ALTO AGRI. Regolamento Centri Laboratori per la Comunità

AMBITO SOCIALE DI ZONA ALTO AGRI. Regolamento Centri Laboratori per la Comunità All.B3 R.A/LAB REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE AMBITO SOCIALE DI ZONA ALTO AGRI Regolamento Centri Laboratori per la Comunità Art. 1 Definizione I centri laboratori si propongono

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

LE ATTIVITA E I SERVIZI OFFERTI

LE ATTIVITA E I SERVIZI OFFERTI SERVIZI SCOLASTICI L ufficio Pubblica Istruzione si trova in Piazza XXVI Aprile, n. 16. L ufficio è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 Telefono 030 7479225 - E-mail:

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

Notiziario n. 2 12 ottobre

Notiziario n. 2 12 ottobre Notiziario n. 2 12 ottobre 17 OTTOBRE: Assemblee di classe Come da calendario scolastico, sono convocate le ASSEMBLEE DI CLASSE della scuola primaria Vanzo per Sabato 17 ottobre : 8:45 classe prima 9:30

Dettagli

Bando di concorso per la presentazione di proposte di animazione di giardini scolastici da parte di genitori

Bando di concorso per la presentazione di proposte di animazione di giardini scolastici da parte di genitori comune di trieste area educazione università ricerca cultura e sport servizi educativi integrati e politiche giovanili ufficio qualità dei servizi, formazione pedagogica e partecipazione Progetto Spazi

Dettagli

Regolamento mensa scolastica

Regolamento mensa scolastica COMUNE DI SAMBUCI Provincia di Roma Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 9 del 15.05.2007 Regolamento mensa scolastica TITOLO I - MENSA SCOLASTICA ART. 1 FINALITÀ La mensa scolastica è un servizio

Dettagli

ASSEGNO DI STUDIO PER ISCRIZIONE E FREQUENZA

ASSEGNO DI STUDIO PER ISCRIZIONE E FREQUENZA ASSEGNO DI STUDIO PER ISCRIZIONE E FREQUENZA alunni residenti in Piemonte, frequentanti le scuole dalla primaria alla secondaria di secondo grado presso istituzioni scolastiche statali e paritarie il bando

Dettagli

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO PROTOCOLLO D INTESA tra PROVINCIA di Cuneo e ENTI LOCALI, CONSORZI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, PARTI SOCIALI PER LA PROMOZIONE, L ELABORAZIONE, LA GESTIONE DI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE

Dettagli

2015 / 2016. Stagione Sportiva. SSD Leone XIII Sport. Rugby Scherma. Yoga. SSD Leone XIII Sport. Piscina

2015 / 2016. Stagione Sportiva. SSD Leone XIII Sport. Rugby Scherma. Yoga. SSD Leone XIII Sport. Piscina Orari Segreteria Da lunedì a venerdì 8:30 10:30 15:00 18:30 Sabato 11:00 12:45 Periodo estivo Dall 8 giugno al 4 Settembre 2015 l orario della Segreteria subirà delle modifiche. Si potranno verificare

Dettagli

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13 In caso di mancato recapito ritornare all'ufficio Postale Roma Romanina per la restituzione previo addebito. Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

SSD Leone XIII Sport

SSD Leone XIII Sport SSD Leone XIII Sport Stagione Sportiva 2015 / 2016 Rugby Scherma Yoga Piscina CALENDARIO - ORARI - ISCRIZIONI Rugby Corsi Mono / Bisettimanali Under 10 lunedì e venerdì 16:05-17:05 monosettimanale 250

Dettagli

La Cavour di domani. Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. rivolto ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni

La Cavour di domani. Le Vostre idee per migliorare il nostro paese. rivolto ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni La Cavour di domani Le Vostre idee per migliorare il nostro paese QUESTIONARIO Ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni rivolto ai genitori dei bambini da 0 a 6 anni Carissimi genitori, chiedo pochi minuti

Dettagli

COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport

COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport COMUNE DI MASSA Settore Pubblica Istruzione e Sport BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI SPAZI NELLE PALESTRE COMUNALI E PROVINCIALI UBICATE NEL COMUNE DI MASSA. STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 1. Oggetto del bando

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO AL DOPOSCUOLA AUTOGESTITO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DANTE ALIGHIERI DI FERRARA. ANNO SCOLASTICO 2013-2014

REGOLAMENTO DI ACCESSO AL DOPOSCUOLA AUTOGESTITO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DANTE ALIGHIERI DI FERRARA. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 REGOLAMENTO DI ACCESSO AL DOPOSCUOLA AUTOGESTITO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DANTE ALIGHIERI DI FERRARA. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 1) Sono ammissibili al doposcuola, tutti gli allievi che frequentano

Dettagli

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE, USCITE DIDATTICHE, SOGGIORNI DI STUDIO (Aggiornamento approvato dal Consiglio d Istituto il 25/5/12)

REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE, USCITE DIDATTICHE, SOGGIORNI DI STUDIO (Aggiornamento approvato dal Consiglio d Istituto il 25/5/12) 1 «Jacopo Barozzi» REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE, USCITE DIDATTICHE, SOGGIORNI DI STUDIO (Aggiornamento approvato dal Consiglio d Istituto il 25/5/12) Art. 1 FINALITA I viaggi di istruzione devono scaturire

Dettagli

Capitolo 7. Politiche per la sicurezza. Verso chi rivolgiamo il nostro impegno: Tutta la cittadinanza Polizia Locale Forze dell Ordine

Capitolo 7. Politiche per la sicurezza. Verso chi rivolgiamo il nostro impegno: Tutta la cittadinanza Polizia Locale Forze dell Ordine Capitolo 7 Politiche per la sicurezza Linee guida dal programma di mandato Programmi: Settore Vigilanza e tutela ambientale: Vigilanza. Protezione civile. Verso chi rivolgiamo il nostro impegno: Tutta

Dettagli

Il progetto Mo.Re.Co. e la Belluno dei bambini. Mobilità sostenibile e città: il percorso da casa a scuola

Il progetto Mo.Re.Co. e la Belluno dei bambini. Mobilità sostenibile e città: il percorso da casa a scuola Il progetto Mo.Re.Co. e la Belluno dei bambini Mobilità sostenibile e città: il percorso da casa a scuola Mo.Re.CO. e la Belluno dei bambini Nell ambito del progetto Belluno dei Bambini promosso dall Amministrazione

Dettagli

Comune di Pesaro AUTONOMIA È SALUTE. Roma - 23 novembre 2015

Comune di Pesaro AUTONOMIA È SALUTE. Roma - 23 novembre 2015 Convegno internazionale AUTONOMIA È SALUTE PESARO RO. A scuola ci andiamo da soli. un progetto partecipato per l autonomia dei bambini e la mobilità sostenibile arch. Paola Stolfa Roma - 23 novembre 2015

Dettagli

COMUNE DI MORETTA PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI MORETTA PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI MORETTA PROVINCIA DI CUNEO STRADA.. COME VIVERLA IN SICUREZZA EDUCAZIONE STRADALE PER LA SCUOLA MATERNA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 COPIA IN PROPRIO UFFICIO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI MORETTA

Dettagli

Progetto di attività motoria e sportiva per le Scuole Primarie di Modena

Progetto di attività motoria e sportiva per le Scuole Primarie di Modena Progetto di attività motoria e sportiva per le Scuole Primarie di Modena Anno Scolastico 2014/2015 Finalità Il progetto Scuola-Sport, da molti anni in vigore in tutte le scuole primaria del Comune di Modena,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ED ALTRE STRUTTURE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ED ALTRE STRUTTURE COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ED ALTRE STRUTTURE COMUNALI Premessa Gli impianti sportivi come le altre strutture comunali hanno preciso intento di dare una

Dettagli

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO. Regolamento comunale per il progetto di Volontario Civico

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO. Regolamento comunale per il progetto di Volontario Civico COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Regolamento comunale per il progetto di Volontario Civico Approvato con delibera di Consiglio Comunale n 39 del 27/11/2012 Modificato con delibera di Consiglio Comunale n

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Agenda 21 Locale Casamarciano Sostenibile

Agenda 21 Locale Casamarciano Sostenibile . Comune di Casamarciano Regione Campania Agenda 21 Locale Casamarciano Sostenibile Questionario conoscitivo ed analisi percettiva della qualità dell ambiente e della situazione socio-economica nel Comune

Dettagli

g) il personale accompagnatore assume l obbligo di un attenta ed assidua vigilanza; ad esso fanno carico le responsabilità di cui all art.

g) il personale accompagnatore assume l obbligo di un attenta ed assidua vigilanza; ad esso fanno carico le responsabilità di cui all art. Istituto Comprensivo Rovereto Nord REGOLAMENTO VISITE GUIDATE, VIAGGI DI ISTRUZIONE E ATTIVITA DIDATTICHE E FORMATIVE SVOLTE IN AMBIENTE EXTRA-SCOLASTICO Art.1 Finalità e tipologia 1. Tutte le iniziative

Dettagli

MODULO D ISCRIZIONE CENTRO ESTIVO DIURNO 2015 Scuola XXI APRILE

MODULO D ISCRIZIONE CENTRO ESTIVO DIURNO 2015 Scuola XXI APRILE MODULO D ISCRIZIONE CENTRO ESTIVO DIURNO 2015 Scuola XXI APRILE COGNOME..NOME DATA DI NASCITA / /. CELL.M... CELL. P... C.F. BAMBINO. E-MAIL (in stampatello)... PRANZO AL SACCO (portato da casa) PRANZO

Dettagli

Approvato con delibera di C.C. n. 9 del 09.04.2014

Approvato con delibera di C.C. n. 9 del 09.04.2014 Approvato con delibera di C.C. n. 9 del 09.04.2014 COMUNE DI MORGANO PROVINCIA DI TREVISO Sede Municipale BADOERE Piazza Indipendenza, 2 CAP 31050 CF 80006320263 tel. 0422.8378 fax 0422.739573 P.IVA 00755130267

Dettagli

DI COSA SI TRATTA. Gli obbiettivi: salvaguardare il patrimonio verde costituito da Parco Increa e prevenire ulteriori danni ambientali,

DI COSA SI TRATTA. Gli obbiettivi: salvaguardare il patrimonio verde costituito da Parco Increa e prevenire ulteriori danni ambientali, DI COSA SI TRATTA E un piano che nasce dalla volontà dall Amministrazione Comunale per iniziare a regolamentare e riqualificare la fruizione di Parco Increa, ormai soggetto a continui utilizzi non consoni,

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.vitaincampagna.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi da

Dettagli

Le opinioni dei cittadini e dei sindaci lombardi. Novembre 2012

Le opinioni dei cittadini e dei sindaci lombardi. Novembre 2012 Le opinioni dei cittadini e dei sindaci lombardi Novembre 2012 Metodologia utilizzata (Cittadini) Universo di riferimento: Campione: Metodologia: individui residenti nella regione Lombardia di 18 anni

Dettagli

BIBLIOTECAMENTE Comune di Caprie Istituto di Istruzione Superiore Des Ambrois

BIBLIOTECAMENTE Comune di Caprie Istituto di Istruzione Superiore Des Ambrois Progetto Ente promotore Sede di attuazione del progetto e numero volontari Settore e area di intervento Numero volontari Orario di servizio dei volontari Obiettivi Generali BIBLIOTECAMENTE Istituto di

Dettagli

Regolamento di utilizzo Villa Renatico Martini

Regolamento di utilizzo Villa Renatico Martini Regolamento di utilizzo Villa Renatico Martini APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 64 DEL 21 GIUGNO 1996 MODIFICATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 4 DEL 13 FEBBRAIO 2001 ED ELEMENTI INTEGRATIVI DELIBERAZIONE

Dettagli

Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna

Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna *********** REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEI REGISTRI COMUNALI DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE E DEL VOLONTARIATO SINGOLO Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

Più differenzi, più riduci, più risparmi.

Più differenzi, più riduci, più risparmi. Più differenzi, più riduci, più risparmi. Da luglio 2014 la tassa sui rifiuti diventa su misura Comune di Medesano Più differenzi, più riduci, più risparmi La raccolta differenziata a Medesano è diventata

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O P I A Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: MODIFICHE ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 265 DEL 12/12/2003 RELATIVA ALLA ISTITUZIONE DELLA ZTL DEL CENTRO STORICO E SUCCESSIVE MODIFICHE Oggi

Dettagli

Prefazione... 1. Presentazione... 2 1. INTRODUZIONE... 2. 1.1. Che cos è la Carta dei Servizi... 2. 1.2. I principi generali... 2

Prefazione... 1. Presentazione... 2 1. INTRODUZIONE... 2. 1.1. Che cos è la Carta dei Servizi... 2. 1.2. I principi generali... 2 Edizione del Novembre 2015 Responsabile del servizio Dott.ssa Caterina PREVER LOIRI Prefazione... 1 Presentazione... 2 1. INTRODUZIONE... 2 1.1. Che cos è la... 2 1.2. I principi generali... 2 2. POLITICA

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Contro la crisi accanto alle famiglie

Contro la crisi accanto alle famiglie Contro la crisi accanto alle famiglie Coesione sociale Servizi educativi Sicurezze Coesione sociale e sostegno alle persone in difficoltà Misure anticrisi e sostegno alle famiglie Protocollo d intesa fra

Dettagli

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE UN PROGETTO PARTECIPATO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Ecosistema bambino 2009 dati comunali anni 2006-2007 - 2008 2 parte METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE Il ogni anno propone il progetto agli Istituti

Dettagli

Comune di Brenzone PROVINCIA DI VERONA. REGOLAMENTO TRASPORTO SCOLASTICO (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 30.03.

Comune di Brenzone PROVINCIA DI VERONA. REGOLAMENTO TRASPORTO SCOLASTICO (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 30.03. REGOLAMENTO TRASPORTO SCOLASTICO (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 30.03.2012) Art. 1 Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare e fissare

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

REGOLAMENTO LUDOTECA DELLA FILANDA CITTA DELLA FAMIGLIA

REGOLAMENTO LUDOTECA DELLA FILANDA CITTA DELLA FAMIGLIA REGOLAMENTO LUDOTECA DEL CITTA DELLA FAMIGLIA Premessa Il presente regolamento disciplina il servizio Ludoteca della Filanda quale servizio socio-educativo per il benessere delle famiglie. La ludoteca

Dettagli

10. SEGRATE UN COMUNE PIU VICINO AL CITTADINO

10. SEGRATE UN COMUNE PIU VICINO AL CITTADINO 10. SEGRATE UN COMUNE PIU VICINO AL CITTADINO Ancora più efficienza della macchina comunale grazie alla costante estensione dei servizi ottenuta mediante l ottimizzazione dei costi e dei tempi. Il Comune

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI ORZIVECCHI PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALUNQUE GENERE A PERSONE

Dettagli

18. L Accesso alla palestra è consentito solo a coloro che devono svolgere l attività sportiva e che sono iscritti alla Società richiedente.

18. L Accesso alla palestra è consentito solo a coloro che devono svolgere l attività sportiva e che sono iscritti alla Società richiedente. Premessa 5(*2/$0(1723(5/ 862'(//(3$/(675(6&2/$67,&+( 1. L Amministrazione Comunale, nel rispetto della legislazione vigente e dei criteri generali, determinati dal Consiglio Scolastico Provinciale con

Dettagli

COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI

COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI Marzo 2015 STATO DI FATTO Gli studenti della frazione di Sesso, che frequentano la scuola media Enrico Fermi di Via Bolognesi a Reggio

Dettagli

Per ulteriori informazioni rivolgersi all'ins. M.Teresa Fiorilla al seguente indirizzo mail teresafiorilla@alice.it SCHEDA INFORMATIVA

Per ulteriori informazioni rivolgersi all'ins. M.Teresa Fiorilla al seguente indirizzo mail teresafiorilla@alice.it SCHEDA INFORMATIVA Gentili Genitori, vi invitiamo alla riunione per illustrarvi il funzionamento del gemellaggio con il collège di Les Abrets giorno 9 dicembre alle 17 presso la scuola media di Luino premesso che la Scuola

Dettagli

Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00

Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00 Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00 Si veda foglio firme PRESENTI ORDINE DEL GIORNO 1) Insediamento della Consulta

Dettagli

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Antonio Marrazzo Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano Attività dei diversi settori PROGETTI - N 101 - EDILIZIA SCOLASTICA tot 21.000.402,38 24% STRADE tot 12.155.500 23% ALLOGGI COMUNALI

Dettagli

UN COMUNE CHE PROGETTA, AGISCE, COMUNICA

UN COMUNE CHE PROGETTA, AGISCE, COMUNICA UN COMUNE CHE PROGETTA, AGISCE, COMUNICA Racconto dei primi 60 giorni di governo 60 GIORNI DI GOVERNO 11 GIUNTE 3 CONSIGLI COMUNALI 23 AZIONI FATTE 80 NOTIZIE PUBBLICATE AREA METROPOLITANA Avviato il tavolo

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA

EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA ZONA ARANCIO ZONA VERDE EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA I cambiamenti di orari e modalità di conferimento per un servizio ancora più puntuale ed efficiente. Per un centro cittadino

Dettagli

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 PUC3 COMUNE DI PARRANO Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 Interventi per la rivitalizzazione e rifunzionalizzazione delle aree urbane e dei centri storici Riqualificazione dell insediato storico

Dettagli

Dal volantino ufficiale della manifestazione

Dal volantino ufficiale della manifestazione Dal volantino ufficiale della manifestazione La Matematica non è un gioco, ma i giochi possono rivelarsi preziosi per: COINVOLGERE gli studenti che si trovano in difficoltà con il programma o ne ricavano

Dettagli

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANZIO III Via Machiavelli s.n.c. tel.06/9873212 - Fax 06/9873540 rmic8c700e@istruzione.it

Dettagli

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 S E R V I Z I S C O L A S T I C I Foglio informativo A.S. 2013/2014 Gavirate, 31.05.2013 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ASSESSORATI

Dettagli

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI ALLEGATO H MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI Allegato H Modalità e fasi della gestione delle riscossioni 1 GENNAIO-GIUGNO 2009 GESTIONE MEDIANTE BUONI-PASTO VENDUTI DALLE CARTOLERIE Il pagamento

Dettagli

COMUNE DI VALLE LOMELLINA PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI VALLE LOMELLINA PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI VALLE LOMELLINA PROVINCIA DI PAVIA COMANDO POLIZIA LOCALE 5(*2/$0(172'(/*58332 92/217$5,&,9,&,&2081$/, 9$//(/20(//,1$ Approvato dal Consiglio Comunale in data 06 luglio 2007 con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI COMUNE DI MARCIGNAGO (Prov. Pavia) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI Approvato con delibera C.C. n. 15 del 28.04.2011 Art. 1 Finalità Scopo del presente regolamento è quello di regolare

Dettagli

Progetti Circolo allegato 8

Progetti Circolo allegato 8 PROGETTO SCUOLA - SPORT Progetto di attività motoria e sportiva per le Scuole Primarie di Modena Premessa Questo progetto, da molti anni in vigore in tutte le scuole primaria del Comune di Modena, è promosso

Dettagli

Le opinioni dei cittadini e dei sindaci lombardi. Febbraio 2014

Le opinioni dei cittadini e dei sindaci lombardi. Febbraio 2014 Le opinioni dei cittadini e dei sindaci lombardi Febbraio 2014 Metodologia utilizzata (Cittadini) Universo di riferimento: Campione: Metodologia: Nr. Interviste eseguite: individui residenti nella regione

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE Ordinanza n. 755 del 12 novembre 2013 Oggetto: DIVIETO DI ABBANDONO RIFIUTI E MATERIALI IL SINDACO VISTO D.Lgs 03/04/06 n. 152 e s.m.i. Norme in materia ambientale ed in particolare: - l articolo 178 ove

Dettagli

COMUNE DI NICOTERA REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE COLLABORAZIONI GRATUITE E VOLONTARIE (VOLONTARIATO INDIVIDUALE)

COMUNE DI NICOTERA REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE COLLABORAZIONI GRATUITE E VOLONTARIE (VOLONTARIATO INDIVIDUALE) COMUNE DI NICOTERA REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE COLLABORAZIONI GRATUITE E VOLONTARIE (VOLONTARIATO INDIVIDUALE) Nicotera 15 Maggio 2013 Art. 1 ATTIVITA DI VOLONTARIATO 1. Il Comune di Nicotera volendo

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ART. 1 NORME DI COMPORTAMENTO OGNI ALUNNO È TENUTO AL MASSIMO RISPETTO DELLE PERSONE E DELL AMBIENTE

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA SETTORE LAVORI PUBBLICI - VIABILITA' E MOBILITA' Protocollo n. 0032126/2013 Spinea, lì 24/10/2013 OGGETTO: AVVISO PUBBLICO DI PREINFORMAZIONE PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA

Dettagli

Approvato con Deliberazione consiliare n. 79 del 22/10/2014

Approvato con Deliberazione consiliare n. 79 del 22/10/2014 Approvato con Deliberazione consiliare n. 79 del 22/10/2014 REGOLAMENTO GRUPPO VOLONTARI CIVICI COMUNE DI LOMAZZO Art. 1 Definizione di volontariato 1. Il volontariato è espressione di partecipazione,

Dettagli

4. EDUCAZIONE, FORMAZIONE, CULTURA. 4.5 Politiche per l infanzia e per i giovani

4. EDUCAZIONE, FORMAZIONE, CULTURA. 4.5 Politiche per l infanzia e per i giovani 4. EDUCAZIONE, FORMAZIONE, CULTURA 4.5 Politiche per l infanzia e per i giovani INDICE Inquadramento strategico.................... pag. 125 Risorse impiegate...................... pag. 126-127 Principali

Dettagli

COMUNE DI VERTEMATE CON MINOPRIO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL'ATTIVITA' DEL GRUPPO VOLONTARI CIVICI

COMUNE DI VERTEMATE CON MINOPRIO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL'ATTIVITA' DEL GRUPPO VOLONTARI CIVICI COMUNE DI VERTEMATE CON MINOPRIO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL'ATTIVITA' DEL GRUPPO VOLONTARI CIVICI Approvato dal Consiglio Comunale con la deliberazione n. 32 del30/10/2014 Art. 1 - Valorizzazione

Dettagli

Comune di Fiorano Modenese Provincia di Modena

Comune di Fiorano Modenese Provincia di Modena Comune di Fiorano Modenese Provincia di Modena REGOLAMENTO CONCERNENTE I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI FIORANO MODENESE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITÀ INDIVIDUALE

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121

COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 COMUNE DI GAVIRATE Varese Piazza Matteotti 8 21026 Gavirate C.F. 00259850121 S E R V I Z I S C O L A S T I C I Foglio informativo A.S. 2014/2015 Gavirate, 29.05.2014 SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DEI SERVIZI

Dettagli

- coinvolgimento dei genitori con somministrazione di un questionario sulla percezione dei pericoli della strada;

- coinvolgimento dei genitori con somministrazione di un questionario sulla percezione dei pericoli della strada; Percorso educativo Scuola Primaria BERSANI a.s. 2010-2011 Il VII Circolo Didattico di Forlì, di cui fa parte la scuola primaria Bersani, da almeno 5 anni lavora sulla tematica della mobilità sostenibile,

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI)

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI) COMUNE DI VALERA FRATTA PROVINCIA DI LODI P.zza Vittoria, 6 Tel. 0371.99000 Fax 0371.99348 c.a.p. 26859 E-mail: comunevalerafratta@virgilio.it RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI

Dettagli

RISARCIMENTO DIRETTO: ACCORCIAMO LE DISTANZE

RISARCIMENTO DIRETTO: ACCORCIAMO LE DISTANZE Fonte Ania RISARCIMENTO DIRETTO: ACCORCIAMO LE DISTANZE COSA E IL RISARCIMENTO DIRETTO Il risarcimento diretto è la nuova procedura di rimborso assicurativo che dal 1 febbraio 2007 in caso di incidente

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 6. Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 6 Ex Fornace Naviglio Pavese, Alzaia Naviglio Pavese 16 15 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della

Dettagli

Prot. n 5701/C24e Bologna, 23 ottobre 2015

Prot. n 5701/C24e Bologna, 23 ottobre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N. 17 Codice Fiscale: 91313540378 Cod. Mecc. BOIC87600X Scuola Secondaria di I Grado G.B. GANDINO BOMM876011 Scuola Primaria T. GUIDI BOEE876012- Scuola Infanzia T. GUIDI BOAA87600Q

Dettagli

CALENDARI E SONDAGGI PER L ANNO NUOVO

CALENDARI E SONDAGGI PER L ANNO NUOVO CALENDARI E SONDAGGI PER L ANNO NUOVO È iniziata la distribuzione dei calendari per l anno nuovo realizzati dall Ufficio Ecologia del Comune di Saronno in collaborazione con Econord. L importante appuntamento

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

scuola elementari kugy - scuola materna rutteri 13 maggio 2011 LA PRIMA FESTA DI PRIMAVERA che bella giornata o no?!!

scuola elementari kugy - scuola materna rutteri 13 maggio 2011 LA PRIMA FESTA DI PRIMAVERA che bella giornata o no?!! scuola elementari kugy - scuola materna rutteri 13 maggio 2011 LA PRIMA FESTA DI PRIMAVERA che bella giornata o no?!! Quest anno il comitato genitori della scuola di Banne ha organizzato in concomitanza

Dettagli

Comune di Settala- Provincia di Milano

Comune di Settala- Provincia di Milano Comune di Settala- Provincia di Milano ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE PIANO FINANZIARIO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2005/2006 L ASSESSORE ALLA P.I. (Massimo Dr. Labadini) IL SINDACO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED UTILIZZAZIONE DELLA CASA DELLE ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED UTILIZZAZIONE DELLA CASA DELLE ASSOCIAZIONI COMUNE DI COMUN NUOVO Provincia di Bergamo P.zza De Gasperi, 10 24040 Comun Nuovo Tel. 035/595043 fax 035/595575 p.i.00646020164 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED UTILIZZAZIONE DELLA CASA DELLE ASSOCIAZIONI

Dettagli

SARDEGNA. Cagliari, 21 novembre 2015

SARDEGNA. Cagliari, 21 novembre 2015 Per Direzione Generale dell Ufficio Scolastico della Sardegna e, p.c.: Dirigenti e Reggenti degli ambiti territoriali della Sardegna Coordinatori di educazione fisica e sportiva Prot. 245 b / IC-15 Oggetto:

Dettagli

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese I giovani e Cavour Le Vostre idee per migliorare il nostro paese Questionario Ai giovani dai 21 ai 30 anni rivolto ai giovani dai 21 ai 30 anni Carissimo/a giovane, quante volte, passeggiando per Cavour

Dettagli

Carta Servizi Turistici di Qualità a tutela del consumatore e dell operatore. Strutture all aria aperta Campeggi

Carta Servizi Turistici di Qualità a tutela del consumatore e dell operatore. Strutture all aria aperta Campeggi Carta Servizi Turistici di Qualità a tutela del consumatore e dell operatore Strutture all aria aperta Campeggi 32 33 1. Accesso e posizione Il campeggio è ben segnalato, in ottime condizioni generali

Dettagli

2015-2016 IL NUOVO PIANO DELLA SOSTA E DELLA MOBILITÀ IN CENTRO STORICO

2015-2016 IL NUOVO PIANO DELLA SOSTA E DELLA MOBILITÀ IN CENTRO STORICO 2015-2016 IL NUOVO PIANO IN CENTRO STORICO Una scelta, una nuova vivibilità Obiettivi maggiore vivibilità del centro storico, recuperare e riorganizzare gli spazi del centro, rigenerazione urbana e ampliamento

Dettagli

FONDAZIONE.. STATUTO. Articolo 1 Istituzione, sede e caratteristiche della Fondazione

FONDAZIONE.. STATUTO. Articolo 1 Istituzione, sede e caratteristiche della Fondazione FONDAZIONE.. STATUTO Articolo 1 Istituzione, sede e caratteristiche della Fondazione E costituita, ai sensi dell art. 14 e ss. Del Codice Civile, una Fondazione denominata... Essa potrà far uso della denominazione

Dettagli

Raccomandata A/R. Milano, 30 aprile. Al Sindaco di Firenze Palazzo Vecchio - Piazza della Signoria 50122 FIRENZE. E per conoscenza e competenza

Raccomandata A/R. Milano, 30 aprile. Al Sindaco di Firenze Palazzo Vecchio - Piazza della Signoria 50122 FIRENZE. E per conoscenza e competenza Raccomandata A/R Milano, 30 aprile Al Sindaco di Firenze Palazzo Vecchio - Piazza della Signoria 50122 FIRENZE E per conoscenza e competenza Al Difensore Civico di Firenze Palazzo Giandonati Canacci -

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

Istituto Tecnico Statale per il Turismo "Francesco Algarotti"

Istituto Tecnico Statale per il Turismo Francesco Algarotti Istituto Tecnico Statale per il Turismo "Francesco Algarotti" REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE L Istituto Algarotti, nell ambito del Piano dell Offerta Formativa, ogni anno propone ai propri studenti Uscite

Dettagli

OBIETTIVI COSTITUENTI IL PIANO DELLA PERFORMANCE 2011

OBIETTIVI COSTITUENTI IL PIANO DELLA PERFORMANCE 2011 APPROVAZIONE PIANO DELLA PERFORMANCE 2011 (AI SENSI DEL D.LGS.VO N. 150/2009) Deliberazione n. 126 dell 01/08/2012 OBIETTIVI COSTITUENTI IL PIANO DELLA PERFORMANCE 2011 DESCRIZIONE OBIETTIVO RAGAZZI AL

Dettagli

Istituto comprensivo Arbe - Zara

Istituto comprensivo Arbe - Zara Istituto comprensivo Arbe - Zara Viale Zara n. 96-20125 MILANO - C.F. 80124730153 - Cod. mecc. MIIC8DG00L Milano tel 6080097 - fax 02 60730936 sito scuola: www.icarbezara.gov.it e-mail : SEGRETERIA : segreteria.arbezara@tiscali.it

Dettagli