Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA"

Transcript

1 Comune di Ostuni Ufficio Stampa RASSEGNA STAMPA selezione di ritagli-stampa ad uso del destinatario - non riproducibili domenica 20 luglio 2014 Sommario Ospedale: Ostetricia e ginecologia bloccate con gravi disagi (La Gazzetta del Mezzogiorno) Ordinanza. Bottiglie di vetro: Dalle 22 stop alla vendita in centro (Quotidiano) Allarme blatte e zanzare in città, richiesta di interventi urgenti (La Gazzetta del Mezzogiorno) Politica. Il Pd: Noi voteremo Melpignano (La Gazzetta del Mezzogiorno) Estate. Dieci roghi al giorno in provincia di Brindisi: Scatta l allarme fuoco (Quotidiano) Lavori alla scuole in Puglia: Ecco 23 milioni (Quotidiano, 3 pagine) Ferrovie. Alta velocità sulla dorsale adriatica, mozione alla Camera (La Gazzetta del Mezzogiorno) Sbarchi a Lampedusa: Intervista a Giuseppe Palmisano (La Repubblica) a cura di: Natalino Santoro, Francesco Pecere, Emilio Guagliani

2 STOP A\~ RICOVf2R~ DAl 14 G!UGl\~O Alcuni operatori sono già stati trasferiti ad altre strutture, quelli rimasti proseguono la loro attivita con funzioni ambulatoriali... "".. OSTETRICIA e GINE.CO~.JÀ i ~.. AMBULATORI. : LA DOMANDA DEGLI OSTUNESI Perché viene privilegiata Francavilla e non Ostuni che ha 18 posti rispetto ai 24 che doveva garantire per urrampio bacino? L'OSPEDALE CIVILE Blocco dei ricoveri presso l'unità operativa di ostetricia e ginecologia un reparto molto importante che svolgeva circa 475 parti all'anno, avendo un utenza che' proveniva anche dai paesi limitrofi [foto Gioia] IA GAZZEU4. DELMEZZOGIORi../'O li ~"."~ Ostetricia e ginegòlogia bloccate con disagi gravi Inconcepibile ridimensionamento conie partorienti costrette I a trasferte OSTUNI. Confermato dallo scòrso 14 giugno, il blocco dei ricoveri. presso l'unità operativa di ostetricia. e ginecologia dell'ospedale Civile di<ostuni mentre alcuni operatori sono.,già stati trasferiti presso altra struttura ~:quelli che sono rimasti, prosegtrorto Ia 1oro attività ma con funzioni ambulatoriali. È quanto accaduto, dopo che era emersa da diversi mesi, in tutta la sua criticità, la situazione del reparto di ostetricia e ginecologia non solo dal punto di vista del personale, ma anche delle strutture in quanto non c'era mai stata una riqualificazione e per questo i pazienti potevano preferire altri ospedali come Brindisi e Francavilla (che a livello di struttura è nelle stesse condizioni del nosocomio di via Villafranca). Un reparto molto importante che svolge circa 475 parti all'anno, avendo un utenza che proveniva anche dai paesi limitrofi. Da qui, la decisione del direttore generale, dott. Paola Ciannamea di bloccare i ricoveri creando una s~i:'ie innumerevoli di dissér\rizi, carenze :, rantire per un ampio bacino? Una quedi prestazioni all'utenza e problematiche stione che deve far riflettere tutte le trasferte di donne gravide e parenti forze, da quelle politiche a quelle sa- ' costretti a vagare tra Brindisi, Fran- nitarie e si è giunti all'attuale situazione 1 cavilla o.altro ospedale per il posto dove mentre ogni discorso futuro è rinviato ad partorire. una richiesta di deroga (già presentata) È statoveramente inconcepibile chiu- alla chiusura dell'unità operativa di dere e ridimensionare un reparto così ostetricia e ginecologia che dovrà essere importante per la «Città bianca» 111a per presa in esame dal nuovo assessore un pò tutta l'intera zona nord del ter- regionale alla Sanità, Donato Pentasritorio della provincia mentre l'ultima suglia. delibera sulla riorganizzazione ospeda- Il blocco dei ricoveri sta causando liera, prevedeva la chiusura dell'unità notevoli disagi, polemiche e fastidiose ospedaliera di ostetricia in quanto il trasferte a tutta la popolazione della zona numero dei parti non corrispondeva agli nord del brindisino che deve percorrere standard stabiliti a livello nazionale e il notevoli distanze soprattutto durante le numero dei cesarei superava il limite del urgenze alla ricerca di un posto. quarto del totale. Ma, ci si chiede a Sarebbe auspicabile una urgente ria- Ostuni, come mai a Brindisi ci sono due pertura con una adeguata dotazione otreparti di ostetricia-ginecologia, una ganica qualificata, sia medico che papubblica, al Perrino, e l'altra privata; e ramedico, sia per raggiungere gli stanancora: perché viene privilegiato il re- dard prestabiliti e sia per offrire alle ;;w-to di Francavilla e non quelle di dcr.u.-rie pa.,..'icrienti, tutta l'assistenza e Ostuni che è ancora carente.e ha 18 posti l'ausilio necessario e indispensabile per letto rispetto a quei 24 che doveva ga- partorire (senza lunghe trasferte).

3 .«Bottiglie divetro: dalle 22 stop alla vendita in centro» «!! Bottiglie di vetro off-limits dopo le 22. Attiva già da qualche giorno e sottoposta alla prova del primo week-end: la recente ordinanza del sindaco della città bianca Gianfranco Coppola, di vietare la somministrazione di bevande in bottiglie di vetro dopo le 22 in tutto il territorio comunale, sta cambiando le abitudini nel cuore della movida ostunese, soprattutto nel centro storico. «Ragioni di ordine e sicurezza pubblica e la necessità di dover evitare possibili danne a cose e persone, in un periodo di grande flusso turistico». Queste le rnotivazioni che hanno spinto il primo cittadino a porre in atto questa ordinanza. Il consigliere comunale Giuseppe Francioso (Coppola per il cambiamento) contestualizza questo decreto anche in una duplice possibile utilità: «Da un lato permette di evitare che la città diventi un contenitore di contenitori in. vetro sparsi qua e là- sottolinea Francioso - dall'altro consente una maggiore tutela in termini di sicurezza, in quanto le bottiglie possono diventare facilmente un' arma nelle mani di chi, magari, alzando un po' troppo il gomito potrebbe utilizzarle Q1:1otic!.iaìio impropriamente». Per il consigliere di centrodestra 1' a spetto temporale mira a produrre esclusivamente benefici: «Credo che a fronte di qualche secondo : di tempo speso per versare le bibite in bicchieri di plastica, si abbia un enorme vantaggio per la collettività:: Ostuni è una città turistica bellissima, e dobbiamo salvaguardarla partendo da queste pie.cole attenzioni». Ad analizzate il provvedimento è anche il consigliere comunale del Partito Socialista Giuseppe Tanzarella., «In merito alla questione relativa ali' ordinanza ritengo che la sua utilità si risèontri in casi di problematiche di ordine pubblico, che, fortunatamente,. per il momento, in Ostuni non paiono esserci -sottolinea il giovane professionista ostunese - oltretutto, il mezzo dell'ordinanza sindacale non deve diventare uno strumento ordinario di amministrazione, ma deve essere utilizzato solo ed esdusivamente qualora ne sussistano i requisiti di urgenza qualificata. Non mi pare, perciò, che il mero timore ~ conclude l'esponente del centrosinistra - di vedere abbandonata per strada.una bottiglia piuttosto che un bicchiere sia motivazione valida per adottare il provvedimento.. E poi, al momento, esistono altre priorità»... - '. OSTUNI lf diktat def sindaco Coppola... 4 '*- sta scatenando un dibattito anche tra i polit1c1 Movida ma senza vetrò Il diktat divide Ostuni ~ Niente bottiglie di vetro in i centro a Ostuni, almeno dopo ; le 22. La recente ordinanza del -sindaco della città bianca Gianfranco. Coppola arriva al-. ' la prova del primo weekend. II divieto di vendita, esteso a : tutto il territorio comunale sta I cambiando le abitudini 'nel cuore della movida ostunese. «Ragioni di ordine e sicurezza pubblica», le motivazioni. Ma 11 provvedimento fa già discutere commercianti, operatori turistici e, ovviamente, rappresentanti politici. A pag. 25

4 ( }i (ij ffl LA SITUAZIONE PIÙ CRITICA NELLA ZONA DELLA MADONNA DEL POZZO, MA GLI SCARAFAGGI SPUNTANO DA OGNI PARTE Allarme blatte e zanzare in città richiesta di interventi urgenti Gli insetti spadroneggiano indisturbati, serve un piano immediato e OSTUNI. È allarme blatte in città e gli insetti per antonomasia più sgraditi, hanno infestat6 varie zoné con la gente çhe" chieae urgenti interventi di derattizzazione e pisinfestazione.. '.. Non era mai successo ma con la sospensione del servizio di disinfezione e disinfestazione e con questo tempo caldo-umido, si è verificato il proliferare delle blatte, insetti, mosche e zanzare. La situazione più critica è stata segnalata nella zona della Madonna del Pozzo dove quest'insetti hanno fatto la loro apparizione a frotte anche nelle abitazioni. I residenti tra via Melpignani, avv. Tanzarella e G. Sansone junior, hanno verificato che gli scarafaggi di colore nero fuoriescono dai tombini della fogna e lamentano il fatto che, questo problema è dovuto al fatto che da diverso tempo non viene effettuata la disinfestazione proprio per eludere il grosso caso che si sta manifestando. Le blatte non si limitano a insinuarsi nei piani bassi ma, sfruttando le condotte della fogna, riescono a conquistare i piani alti: diverse le signore che hanno denunciato la fastidiosa presenza di questi ospiti indesiderati mentre la questione deve interessare gli stessi cittadini, colpevoli di abbandonare sui marciapiedi i sacchetti del- soprattutto le prime rappresentano gli insetti con cui l'uomo viene a contatto più frequentemente e con cui ha da sempre condiviso la sua esistenza. L'ar aumentare - se non affrontato per tempo - e con la. giusta forza e manifestano le proprie preocéupaziòhi"data l'attuale situazione che vede l'inìprem' affidataria del servizio (che stava portando avanti dei cicli di intervento programmati attraverso la redazione di un piano e trattamenti d'intervento a urgenza) non presente sul territorio. Si chiedono interventi urgenti di disinfestazione e de- rattizzazione prima che la situazione possa degenerare e gli insetti proliferare. Discorso a parte meritano le mosche e le zanzare; IL PROBLEMA È dovuto al fatto che. da diverso tempo non viene effettuata la disinfestazione L;.'\ GAZZETIA DEL MEZZOGIORNO rivo del caldo non potrà che rendere estremamente più complicato l'attuale problema del contenimento di topi, scarafaggi, mosche e zanzare se non si interverrà urgentemente. È quindi opportuno adottare tutte le strategie di prevenzione e disinfestazione evitando di creare le condizioni favorevoli al proliferare di questi insetti. PRATICAMENTE OVUNQUE Gli insetti si insinuano ai piani bassi e, s&uttando le condotte della fogna, riescono a conquistare i piani alti la spazzatura o di conferire i rifiuti al di fuori degli orari consentiti. Intanto gli scarafaggi sopravvivono a prescindere dal grado di pulizia dell'abitazione. I residenti segnalano che non è raro osservare le blatte uscire di notte dai pozzetti di raccolta delle acque piovane, diventati ricettacolo di animali e fonte di infezioni. Quindi la rete fognaria costituisce un ottimo ambiente per la sopravvivenza e la lotta si rende necessaria perchè questi insetti possono fungere da veicolo per svariati microrganismi patogeni ed altri parassiti pericolosi per l'uomo e pe!" altri animali. Un disagio al limite delle norme igieniche lamentato dai cittadini che, nel periodo più caldo di quest'estate, può

5 Lo\. GAZZETIA DELMEZZOGIORi\TO (.ti (IJ ~D LIN EE DIVERGENTI IN VISTA DELLA PRIMA SEDUTA DI A~SISE CHE SI TERRÀ DOMANI Il Pd: «Noi voteremo Melpignano» L'altro centrosinistra: «serve unità» e OSTUNI; In vista del primo consiglio comunale, chiamato a riunirsi domani in prima convocazione (ore 9 e alla stessa ora martedì), il centrosinistra pianifica la propria linea d'azione politico-amministrativa con divergenze. «Con responsabilità e spirito di servizio il PD -si legge in una nota del Direttivo - propone per il ruolo di presidente del Consiglio, il consigliere Angelo Melpignano che, oltre ad essere il più suffragato, ha già ricoperto la carica di Presidente dimostrando equilibrio, capacità di garanzia. In un Consiglio in cui il Sindaco eletto e la sua giunta sono privi di una maggioranza, ogni atto e deliberazione saranno assunti sulla base di valutazioni e discussioni approfondite che esaltino la fun: zione del Consiglio e il diritto di ogni gruppo e consigliere a partecipare al processo decisionale con pari dignità nell'esprimere le proprie valutazioni: in tale contesto politico sarà maggiormente necessario che la massima funzione di garanzia istituzionale possa essere svolta con autorevolezza e con equilibrio. La proposta che il PD avanza nel confronto con tutti, la candidatura di Melpignano potrà essere l'occasione per avviare i primi passi di quel processo di costruzione di un nuovo centrosinistra dopo la netta chiusura di un lungo ciclo di Governo della città decretata dal corpo elettorale: processo che ha bisogno di alimentarsi di nuovi orizzonti programmatici e di nuovi protagonisti. La nostra proposta é rivolta anche allo stesso schieramento di centrodestra, in un confronto trasparente e rispettoso del voto popolare che ha visto quella coalizione sconfitta pur nella netta affermazione del proprio candidato Sindaco. Toccherà al Sind;ico Coppola e alla sua coalizione di minoranza esprimere con onestà tale insufficienza in Consiglio e valutare la proposta avanzata dal PD, conie l'occasione per fare del Consiglio la sede istituzionale della definizione delle scelte più significative dei prossimi mesi e fare il bene della nostra città>>. Dall'altra parte del centrosinistra, il co0rdinamento delle liste : "Ostuni che lavora", "Psi", "'I'anzarellaperOstuni", "17Marzo-Liberi" "Circolo Liberal" "Idv Progetto Città" e "Sel", ha sottolineato che: «E' necessario che le forze politiche ed i movimenti che hanno sostenutòla candidatura a sindaco dell'avv. Nicola Santoro, pur nella loro singola autonomia, ritrovino le ragioni del dialogo per concordare forme di opposizione costruttiva ed unitaria alla giun1a guidata da Coppola. Quest'ultimo, non aderendo all'invito del PD di presentare una giunta tecnica ed un programma a termine specifico, ha di fatto chiuso ~e porte del dialogo come se la sua coalizione avesse vinto la competizione elettorale. Così non è, avendo i cittadini premiato le liste a sostegno di Santoro, dando loro la maggioranza in Consiglio. Il PD apra una nuova stagione di dialogo e confronto con le forze ed i movimenti di area centrosinistra, volta a costruire su basi nuove una stagione di proficua alleanza politica nell'interesse della Città anche con riferimento ai più ampio quadro regionale:e nazionale". Nicola Santoro, Giovanni Parisi, Vmcenzo Palmisaho, Domenico Tanzarella, Toniniaso Moro, Giuseppe Tanzarella, Niny Santoro e Emilia Frand6so, concludendo dicono: «Ci si incontri subito, si concordi unalinea politica comune, ad iniziare dall'elezione del Presidente, si individuino :~.~~~~!=~tl~~ i~!i:r~t~ munalee si detti, di fàijb)'~~èjl.di if~;; ~ t-1 all'amministrazionètioppu1a>ù/~:t;0~,~i:..u- OSTUNI Nell; seduta di Consiglio comunale di domani si dovrà eleggere il presidenfe,de consiglio

6 ESTATE Qt1otidiano Dieci roghi al giorno: scatta 1' allarme fuoco Il dirigente dei polnpien parla del lavoro e delle dìfficoltà di Giorgio GARGASOLE Vigilano ogni giorno sulla nostra sicurezza. Spesso sono i primi ad arrivare quando scatta un allarme incendio o se si allaga una strada. Sono i vigili del fuoco: uomini che in pochi istanti saltano sui loro mezzi per correrè dove serve. Il loro scopo è salvare chi è in pericolo e limitare i danni a cose o a persone. «Tanto lavoro il nostro» dice il comandante provinciale di Brindisi dei vigili. del fuoco, I' ingegnere Carlo Federico che' è in città dal novembre del 2009, quando sostituì il suo predecessore, l'ingegnere Giampiero Boscaini. «Pensi un po' - dice Federico - il caldo intenso quest'anno non è ancora arrivato ed ha piovuto tanto, ma già sono stati oltre 300 gli interventi delle squadre cosiddette boschive che si occupano prevalentemente delle sterpaglie e dei campi che vengono distrutti dalle fiamme. Una media di circa dieci interventi al giorno che vengono effettuati da squadre appositamente organizzate grazie alla collabo- GUARDANDO Al FUTURO L'età media dei vigili è 45 anni «Nelle caserme pochi ventenni» O I vigili del fuoco di Brindisi sono preparati, sanno affrontare con professionalità qualsiasi rischio, ma hanno un problema. La maggior parte di loro non è più giovanissima. Srino pochi, infatti, i ventenni in servizio presso le caserme di Brindisi come quelle di Ostuni e di Francavilla. L'età media è di 45 anni. «Fino ad oggi i miei vigili del fuoco - dice il comandante Carlo Federico - non hanno mai avuto alcun problema e sono sempre intervenuti nel miglior modo possibile. Purtroppo, però, quctllo del vigile dèl fuoco non più giovanissimo è un problema comune a molti comandi italiani. Fino a qualche tempo fa si sopperiva con i discontinui, solitamente dei ragazzi. Oggi anche loro non sono più giovanissimi. Tra qualche anno, sarà necessario prevedere ad un toum over>>. razfone con la Regione Puglia». Davvero tanti se si considera che il servizio è partito dallo scorso 15 giugho e che viene svolto da due squadre dislocate tra Brindisi ed Ostuni. Il comandante provinciale dei vigili del fuoco fornisce un dato esemplificativo per dimostrare l'impegno dei suoi uomini. «In un anno, esclusi gli interventi dei boschivi che in un mese già sono stati 300, entriamo in azione in una media di 7mila emergenze tra fiamme, allagamenti ed incidenti di vario genere». Un lavoro che viene svolto, solo per quanto riguarda il personale operativo, da un organico di 286 vigili del fuoco (al completo) tra la caserma. di Brindisi, i distaccamenti di Ostuni e Francavilla, oltre alle sedi operative presso laeropòrto di Brindisi ed a Costa Morena per il porto. «Fortunatamente - ancora il comandante Federico - il nostro organi. co è quasi al completo. Mancano sei unità che, però, arri- veranno entro fine mese. Nonostante questo,. in estate a molti vigili abbiamo dovuto ridurre permessi, congedi e quant'altro, altrimenti molti non. sarebero potuti andare in ferie». Ogni giorno, infatti, decine di vigili del fuoco devono coprire le necessità del territorio con turni che copro~ no le intere 24 ore di una giornata. «Comprenderà che il nostro lavoro - afferma l'ingegnere - ci deve vedere pronti ad un intervento di emergenza sia di giorno che di notte. In media, in una giornata, al lavoro, a Brindisi ci sono 35 uomini e, di questi, cinque sono impegnati per la squadra dei boschivi. Ad Ostuni ce ne sono cinque per la squadra di ' intervento sulle autobotti ed altri cinque per il boschivo ed, infine, cinque vigili del fuoco sono operativi a Francavilla Fontana. Una cinquanti~ na, quindi, i vigili del fuòco presenti per turno oltre al personale amministrativo al quale, però, non spetta il compito di intervenire in caso di incen~ 300 incendi di sterpaglie in un solo mese 7000 interventi in un anno di varia natura 286 gli uomini impegnati sul nostro territorio

7 Hnncllsi Previste azioni per la conservazione e piccoli restauri Per il restyling il polo "G. Battisti" avrà 103mila euro Taranto Si procederà soprattutto alla messa in sicurezza degli edifici più vecchi D.. MINISlfRO.. ' Non sono stati ancora sbloccati i finanziamenti per il 2015 Il primo intervento sbloccato àal Ministero dell'istruzione, Università e Ricerca ha riguardato i lavori di piccola manutenzione e decoro. La scelta degli istituti scolastici ai quali destinare i fondi è stata dettata dall'urgenza degli interventi indicati, appunto, dai dirigenti scolastici. Motivo per cui non tutte le scuole sono rientrate nella prima tranche di finanziamento. Ma dal Miur sono arrivate subito le ras5icurazioni. Infatti, ulteriori 300 milioni sono in attesa di essere sbloccati nel 2015 e riguarderanno plessi. In totale si tratta quindi di interventi di piccola manutenzione. di Maria Claudia MINERVA Prende forma il piano per l'edilizia scolastica del governo: da domani si parte, infatti, con i primi interventi di piccola manutenzione per il ripristino del decoro e della funzionalità degli edifici scolastici. Si tratta di stanziamenti esigui che, nei casi più gravi, superano di poco loomila euro, perché servono solo per un restyling di dimensioni abbastanza circoscritte. Per questa prima tranche, che servirà a rendere le #scuolebelle è previsto, sul 2014, un finanziamento complessivo di 150 milioni di euro, di cui 23 sono stati assegnati alle scuole pugliesi. Disponibile, da ieri, sul sito 1' elenco completo delle istituzioni scolastiche interessate quest'anno, per un totale di plessi, mentre per la Puglia gli istituti scolastici interessati sono 2.676: 903 in provincia di Bari (con 3,270 milioni di euro), 282 'di Brindisi (2,240 milioni di euro), 630 di (9,9 milioni di euro), 360 di Taranto (3,77 milioni di euro) e 501 di Foggia (3,7 milioni di euro). Scuole, ecco.23 milioni Lavori al via da domani Decoro efunzioilalità. saranno i dirigenti a bandire le gare La novità è, comunque, che il Ministero dell'istruzione, Ùniversità e Ricerca verserà gli importi direttamente alle scuole. Saranno poi i dirigenti scolastici ad appaltare i lavori attraverso il Consip o ricorrendo ai vecchi appalti dove quelli nuovi non fossero ancora stati attivati. Viene così superato il problema legato alla stazione unica appaltante, nato nel momento in cui il Governo ha dato il via libera allo sblocco delle risorse. Perché se da un lato i Comuni più piccoli per bandire le gare, secondo la nuova legge, devono consorziarsi, dal!' altro anche le Province, ormai svuotate delle loro competenze, hanno le mani legate. Ora, grazie ali' affidamento diretto dei fondi,alle scuole, si semplifica la procedura burocratica, dando la possibilità ai dirigenti scolastici di appaltare i lavori subito. Si parte con le #scuolebelle, ma il piano per l'edilizia scolastica. fortemente. voluto dal premier Renzi, è composto da altri due principali filoni (#scuole nuove e #scuole sicure), e coinvolge complessivamente edifici scolastici per investimenti pari a di euro. Qùattro milioni di studenti e una scuola italiana su due sono protagonisti di questo primo progetto, che porta nell'arco del biennio ad avere scuole più belle, più sicure e più nuove, grazie alla liberazione di risorse dei comuni dai vincoli del patto di stabilità per un valore di 244 milioni (#scuolenuove) e del finanziamento per 51 O milioni dal Fondo di sviluppo. e coesione, dopo la delibera Cipe del 30 giugno, per interventi di messa in sicurezza (#scuolesicure), di decoro e piccola manutenzione (#scuolebelle). Tra gli interventi in cantiere per il 2014, vale la pena ricordare quelli più cospicui, che per città riguardano le scuole di via Abruzzi,.dì S. Domenico Savio, Cantobelli, via Tempesta, via C. Battisti. In provincia, invece, gli interventi più rilevanti riguardano le scuole di Surbo, Veglie, Copertino, Carmiano, P~~bit~, Taviano, Ruffano, Casarano. Interventi entro il 2014 anche per le scuole di Brindisi e provincia, che nello specifico sono quelle dì Martina "Franca, Ostuni, Francavilla Fontana, Fasano e Brindisi. Infine, le scuole di Taranto città e provincia, che nello specifico riguardano Grottaglie, Taranto, Martina Franca, Crispiano. Ulteriori 300 milioni sono in attesa di essere sbloccati nel 2015 e riguarderanno plessi. In totale, quindi, gli interventi di piccola manutenzio- - n~ J;aranno_l1.96L

8 Qu?!~~_iario TOT REGIONE PROVINCIA FINANZIAMENTO PLESSI ~~~ :_ 3~27~~~.02 _, ' Brindisi,2~241;u33~~T' Fogg~ 3~111:312~99. ~ ~.934:759,$9 :_ Taranto 3~p2.~,34~ s.ono stati considerati solo gli interventi da 60mila euro in su FINANZIATI 2014 ~ fonte: Miur~ ~---'-'==--- Piano edilizia scolastica Surbo Veglie Copertino Carmiano Parabita Taviano Ruttano Casarano - Francavilla F. Fasano Brindisi : - ' ,60... """"" ,54 - '"'-"' ='.'.'. 62.,84,..,,.... _ ' ,42 Crispiano Taranto --- Taranto Taranto Tramontane )lià Raffaele Carrieri '.via Pertini ----~ , ~--- - Taranto Renato Moro

9 Qu~~!~i/ino <<Abituati a gestire appalti in modo ottimale e veloce» Presidi pronti: le prime opere saranno ultimate già a settembre Il via libera del Miur è arrivato ieri: non saranno né i Comuni, né le Province ad appaltare i lavori per gli interventi di piccola manutenzione delle scuole, ma gli stessi dirigenti scolastici, tant'è che il Ministero verserà le somme assegnate per il restyling direttamente alle scuole. Si potrà partire già domani, i tempi sono comunque stretti, perché i lavori dovrebbero essere ultimati prima dell'inizio dell'anno scolastico, vale a dire ai primi di settembre. Poiché le scuole non hanno uffici tecnici: lindicazione che dà il Ministero è di appaltare le gare attraverso il Consip, che è una società per azioni del Ministero dell'economia e delle Finanze, che è l'unico azionista, ed opera secondo i suoi indirizzi strategici. lavorando al servizio esclusivo della Pubblica Amministrazione. «Siamo già. destinatari di 'un finanziamento del Miur di 700mila euro (serviranno per costruire la palestra e installare un impianto fotovoltaico, ndr), ma non ri~da questo specifico finanziamento, però arriva sempre dal Ministero - spiega il preside dell'lss Bottazzi di Casarano (), Franco Fasano - e i soldi, come avverrà per questi nuovi progetti, sono stati stanziati direttamente alla scuola. per cui i lavori li abbiamo appaltati noi. Non ci siamo, però, rivolti al. Consip, abbiamo fatto da soli, con la consulenza del tecnico della provincia,!"ingegner Merico, considerato che l'istituto è di proprietà del- Paolo Aprile Luigi Martano Franco Fasano l'ente Provincia. Quindi, a mio ni. Oppure, come indica il Miparere bene ha fatto il Ministe- nistero dovremo rivolgerci al ro ad affidare direttamente alle Consip, che è un'azienda statascuole i soldi, perché in questo le che ha messo insieme tutte modo di accelera il procedimento. Ripeto, la mia esperienza è le ditte italiane e quando si de ve fare una gara si possono vepositiva. La premessa è che, dere le offerte sul sito e procesebbeue le scuole non siano organizzate per fare i progetti, il dere così più speditamente. Ri tengo, però, che sia giusto che preside, in quanto dirigente, è il Ministero dia ai presidi un ri- _perfettamente in grado di valu- conoscimento, perché noi lavotare il tipo di intervento neces- riamo per prenderci solo le gra. sario _e bandire, di conseguen- ne.. Ho fatto già un'esperienza za, la gara per l'affidamento dei lavorii». in tal senso, perché mi sono tro vato a gestire un appalto da Accoglie còn favore la deci- 750 mila euro per la scuola di sione del Ministero di affidare Poggiardo, ho dovuto confrontale somme direttamente alle re le proposte di 173 ditte di scuole anche il dirigçnte del- tutta Italia, a~sumendomi rischi lalberghiero di Santa Cesarea e responsabilità che non mi Tenne, in provincia di, competono e a conclusione di Paolo Aprile: «Siamo abituati a gestire gli appalti in modo ottiun lavoro durato 4 anni io pren derò 600 euro. Questo per dire, male - sottolinea il preside - che come presidi noi facciamo per cui avere subito le somme significa poter procederé immetutto a nostro rischio e perico lo, solo perché vogliamo bene. diatamente con i lavori, in mo- ai nostri ragazzi e ci sforziamo do da velocizzare tutto l'iter bu- di dare loro ilmeglio. Il Piano rocratico, che sarebbe stato in- Renzi è stata un'ottima cosa, dubbiamente più lungo e tortuo- - sia per i ritmi velocissimi con so se gli appalti fossero stati in. cui si sta realizzando, sia yer i forza ai Comuni o alle Province». volumi di investimento. Quin di, siamo pronti.a fare la nostra Il preside Luigi Martano, che dirige lalberghiero di parte - conclude il preside Mar tano - però vorremmo poter Otranto e il Liceo Artistico di Poggiardo, iii.vece, è un po' più avere almeno un riconoscimento sociale visto che stiamo sopcritico e parla di «competenze perendo alle. funzioni di Comunuove, che vengono assegnate alle scuole, ben sapendo che ni e Provinc'ia. Il principio di sussidiaretà è giusto, infatti è non abbiamo strutture ammini- bene che siano i dirigenti ad oc~ strative per fàre progetti. Moti- cuparsi delle loro scuole, ma savo per cui.mi auguro - aggiun- rebbe altrettanto giusto avere alge il dirigente scolastico - che, meno il riconoscimento di quelcomtinque, almeno la struttura lo che facciamo e non solo critiamministrativa tecnica sia quel- che»_ la della Pròvincia o dei Comu- MCM

10 (ili~ 13 i ;f:.jt ~ Un [!\1] ;1t]3 ;t!11~ t;1;ii3 t] I I :me~ tl1t]3!!flt!tc!af }~$I f!\). Alta velocità sulla dtirsale: ~adriatica mozione «bipartisan» alla Camera LA. GAZZETfA DEL MEZZOGIORNO Si parlerà alla Camera della carh nato è stata approvata la risoluzione, doc. pagna della Gazetta del Mezzogiorno per XVIII, n. 125, con la quale si è espresso avere treni ad alta velocità sulla dorsale parere favorevole alla richiamata "Proposta di regolamento del Parlamento eu adriatica. Una mozione, firmata da parlamentari pugliesi di tutti i partiti eccetto ropeo e del Consiglio stigli orientamenti il Movimento 5 Stelle, sulla proposta di dell'unione per lo sviluppo dellà rete trancreare uno strumento a livello europeo.seuropea dei trasi.)orti", osservando tuttavia, tra l'altro, che in previsione "di una per finanziare le infrastrutture prioritarie per la Ue in vari settori, tra i quali i rapida approvazione, da parte dell'unione trasporti,. sarà discussa domani e votata europea, della macroregione adriatico-ionica, sollecitata dalle mozioni recente martedì dall'aula. Per.dichiarazione di voto, parlerà il primo firmatario, Dario mente approvate all'unanimità dal Senato" nella seduta dell'll gennaio 2012, «si Ginefra (Pd). La mozione, partendo dalla premessa ritiene opportuno un supplemento di che «questo nuovo strumento, denominato "Meccanismo per collegare l'euio- roi)ea sulla metodolbgia applicata per la istruttoria svolta a livello di Unione eu pa", sosterrà le infrastrutture aventi una definizione dei traceiati affmché... la prosecuzione del corridoio Baltico-Adriatico dimensione europea e a livello del mer- cato unic:o». (n. l) lungo la dorsale adriatica comprenda la direttrice Ancona-Pescara-Bari-Ta Che «tale st:nlmento disporrà di \Ina dotazione di 50 miliardi di euro per il ranto-, in quanto tale prosecuzione periodo , di cui saranno assegnati al settore dei trasporti 31,7 miliarstema dei collegamenti all'interno della costituisce elemento centrale per il sidi».. Macroregione e per il successo della stessa. Essa è. di fondamentale importanza Che <<tra i progetti viene introdotta la tratta Napoli-Bari--Taranto nell'am anche alla luce del fatto che nella nuova bito del corridoio 5 Helsiilki LaValletta>>. retécentralenonèpiù pre\risto ilvecèhio Che «nella seduta del 18 gennaio 2012 comdoio n. s Bari-Varnro>. della 8a Comniissione permanente del Se-. _Che «la.realizzazione. della linea.alta velocità/alta capacità sull'intera dorsale adriatica è indubbiamente riconducibile alla strategia della macroregione adriatico-ionica, la quale rappresenta senz'al tro un'opportunità per il nostro Paese di prendere parte a quel grande processo di coesione europeo già avviato èon.successo in Europa con l'approvazione delle strategie macroregionali del Danubio e del Baltico». Che «il prolungamento del corridoio baltico-adriatico (n. 1) ha un'importanza strategica per l'italia perché consentirebbe un collegamento, ad elevati standard di qualità, tra il mare del Nord ed il mare Adriatico, favorendo àltresì il collega. mento tra i diversi distretti produttivi e le aree portuali dell'adriatico». Che <d'adeguamento dell'infrastruttura ferroviaria lungo la direttrice Milano- risulta indispensabile per il ri lancio di una wna ad alto potenziale economico, anche. in vista della prossima strategia macroregionale, oltre che necessario per colmare il gap tra le regioni del litorale adriatico sprovviste della li riea ad alta velocità/ alta capacità e quelle che invece ne beneficiano». «Impegna il Governo: in prospettiva LA NOSTRA CAMPAGNA Lo striscione per r Alta velocità sulla dorsale adriatica dell'approvazione della macrbregione adriatico-ionica,.ad assumere ogni iniziativa in sede europea per promuovere il prolungamento. del.corridoio baltico-adriatico (n. 1) lungo la airettrice An: cona-pescara-bari-taranto-; ad individuare ]e.misure necessarie a garantire un'adeguata progcimmazione in fa. vore di progetti indirizzati all'ammodernamento della linea ferroviaria della dorsale adriatica, con particolare riferimento alla direttrice Milano-». La mozione è stata firmata anche dai deputati Rocco Palese (Fi), Antonio Leone (Ncd), Salvatore Matarrese (Se), Nicola Frac toianni (Sel), Angelo Cera (Per l'italia), Pino Pisicchio (Misto), Donatella Duranti (Sel),.Lara Riceiatti (Sel), Stefano Quaranta (Sel), Toni Matarrelli (Sel); Arcangelo Sannicandro (Sel), Gianni Melilla (Sel), Annalisa Panriarale (Sel), Franco Cassano (Pd), Salvatore Capone (Pd), Vincenzo Amendola (Pd), Maria Amato (Pd), Francesco Sisto (Fi), Michele Bordo (Pd), Gaetano Piepoli (Per l'italia), Emanuele Lodoli,ni (Pd), Franct!sco Laforgia (Pd), Michele Pelillo '(Pd), Colomba Mongiello (Pd), Antonio Distaso (Fi), Benedetto Fucci (Fi), France5co Boccia (Pd), Alberto Losaeco (Pd), Luciano Agostini (Pd), Gero Grassi (Pd), Liliana Ventricelli (Pd), Ernesto Carbone (Pd), Etisa Mariano (Pd), Mario Tullo (Pd), Antonio Castricone (Pd), Doriria Bianchi (Ncd).

11 I migranti sbarcati a Salerno I ARTICOLI DI ZINITT E BRUNffiO Uccisi dal gas e calpestati la strage infinita d~i migranti FRANCESCO VIVIANO '?' "VER1~021, li ho contati uno ad uno. ~tti accatastai:,:,~~~~ l _altro,mol.ner~o.n~~ C'eranocorpiinsanguinaticondellevisibilif~ nteda taglio ede1 livu:li:sonostati uccisi mentre tentavano di usdreda quella crappola infernale, come hanno raccontato i sopravvissuti. SEGUEALI.EPAGINEBE9 <SEGUE DAllA PRIMA PAGINA FRANCESCOVIVIANO. ; ~ I 'IAMPEOUSA L MAJ\ESCJALLO capo Giuse1> pe Palmisano, comandante della motovedetta CP319, ha gli occhi gonfi. È spossato dalla lunga traversata a oltre 30 nodi ah'ora per raggiunge- re venerdi sera quel barcone che stava affondando. Non riesce a trattenerecommozionee tristezza. Quando sono arrivato sull'"'obiettivo con i nùei coueghi e con l'altra motovedetta sono salito a bordo del barcone e sapevo già quello cheavreitrovato:unveroepro-. prio camposanto appena galleggiante. Sono entrato den. trolastivaperchéalcunideisuperstiti ci avevano detto che e' erano altre persone, forse vive. forse morte. Non è stato fa.cile camminare su quel cadaveri; Poi però da quel groviglio di morte si è mossa una mano, qualcuno con quel gesto cj chiedeva aiuto e ci ha fatto sapere che era vivo. Gli ho toccato la carotide, il sangue pulsava e hosentitoanche unlegge- ro respiro. Sembrava!"ultimo, maultimononèstato. Era vivo. L'abbiamo estratto a fatica e portato sulla nostra motove- A bordo erano in 600. Quando sono arrivati i soccorsi nella stiva è scoppiato l'inferno detta. Non era I'wùco a respirare ancora, su quella carretta del mare. Altridueoorpi,sottoaltri corpi immobili. si muovevano.ailche loro eranovivi.ll a.bbiamo caricati come il primo. Le loro condizioni erano disperate e quindi abbiamo fatto di tuttopertrasferirlidaquelmare che comiociava ad agitarsi fino al porto di Lampedusa.Ma durante il tragitto uno dei tre. ' U primo che avevamo socco~ so. non ce l'ha fatta Gli altri due, approdati a.terra. sono stati caricati su W1 e licottaro e ponatiinunospedaledipaler-- mo. Spero che sopravvivano,.. Il maresciallo Palm.isano ieri notte, nonostante l'orrore cui è stato testimone, è riuscitoadormire.unpo', pocheore. È bruttodirlomaormai misto abituando a queste carnefici- 1 ne, diventate quasi quotidia- ne. Sono mesi che siamo impegnati in turni massacranti e, ogni volta, la stessa scena I morti sono di piu di quelli che ho contato. Altre persone. cadut.e in mare prima del nostro arrivo, sono armegate. Non so quante. Alcuni superstiti ci hannodettocheabordoc'erano tra i 500 e i 600 profughi, quattrocento sono stati recu- I peratb. Dei sopravvissuti siriani, trasbordati su'i mercant ile déiliese dalle motovedette ita.liillle,hannoraccontatoche quelli della stiva sono stati am- mazzati da nitri "'neri.. perché tentavano di uscire dal boccaporto di quella trappola: Sono stati presi a bastonate e a coltellate da chi li spingeva giu. Avevano paura, macel'aveva- mo anche noi. stal'~tima~efkinad.ique pocalltuca emigrazione dalle 00.ste africane era stata annunaata venerdì sera ajje Stiamo morendo. stia moaffondando,siamoabordo ~ una barca a 65 iniglia a sud di Lampedusa, aiutateci fate presto, siamo oltre 600, ci so no molte donne e bambini ed alcuni sono già moni.... L'al larmeera stato lanciato con un telefono satellitare. forse era proprio uno degli scafisti a chiamare il centralino del (h. mando generalo delle capitanerie: di porto a Roma. E n811a sala operativa è scattata l' e mergenza. l'ennesima. La po- I superstiti: "Quelli fi sotto cercavano di uscire, gli altri li colpivano per rimandarli giù" sizione dell'bnbarc8z:ione con il suo carico di disperati è stata subito localizzata. cosi come è stato individuato e avvertito delmessaggiodi sos il mercantile danese Torm Lotte, difetto nel porto twilsino di LasckhirTa,chenavigavaapoche miglia dal barcone. Contemporaneamente da Lampedusa lala Repubblica Lampedusa, nuovastrage "Coltellate e. bastonate a chi cercava di-salvarsi" Ressa sul barcone che affonda: 19 morti, molti per asfissia Renzi: no agli spot deipolitici con la camicia colorata ~évano gli ~ due motov9dettedellagapitaneria. Quando,dopopocomenodi due ore, arrivano sul quel tratto di mare, l'ennesitna scena daapocalisse.genteamare.altri che disperatamente salgono su una biscaqgina (una scala di corda,ndr) ca1atadal mercantile danese, altri inorti in coperta ed un cimitero dentro la stiva. D barcone che ondeggia pericolosamente, molte mani. quasi tutte nere, si alzano per richiamare l'attenzione dei loro soccqrritori. altri. alm eno una cinqllantina, fi.n.i. scono in mare. A quel punto succede un vero e proprio finimondo.. Vogliono tutti abbandonare il barcone ma è pericolosissimo, i marinai delle motovedette italiane. tentano disperatamente di Calmarli, ma scoppia una violenta lite. Tutti v-ogliono salvarsi, tutti vogliono vivere. nessuno ci sta a morire in fondo al mare. a pochi cl)ilomeni dalla terra per loro proniessa. In 18 non ce la faranno. Rimasti intrappolati come topi in. una gabbia. I loro cadaveri sono ancora in viaggio, l'ulti mo viaggio, nella bara galleg-. giante che U contiene, agganciata da un pattugliatore maltese in navigazione verso La Valletta. Li saranno seppelliti. Perché t m altesi i vivi non li vogliono. sono troppi, circa e i loro centri di acooglienza. chlamiamollcosi. sono strapieni. Non vogliono q_é Possono contenere altri ospiti. I cadaveri sono ancora dentro la pancia della barca e stamattina scatteranno le operazioni del loro recupero. cdobbiamo trovare più risorse per Frontex Plus, ma il problema dell'immigrazione va risolto alla radice,., dice il presidente del Consiglio MatteO Renzi da Maputo, prima tappadelsuotourafricano.l'ltalia userà tutti gli spazi possibili per intervenire. perché quella dell'immigrazione è una priorità. Priorità che il governo italiano ha intenzione di affrontare fin da subito, nella veste di presidente Ue. «Serve ciò che stiamo facendo in Mozambico-aggiunge Remi-non slogan o spot di qualche ideologo cort la camicia colorata. Tanti, troppi, i moni del Ca- Alcuni sof(ocati dai gas del motore. I t~timoni: tanti sono annegati. "Un cimitero galleggiante" nale disicilla. Una scena vissutaancora nellesettimanescorse ~do a Poz:zallo era arrivata Una carretta con oltre 49 cadavei-i dentro la stiva, tutti. asfissiati dal gas della sala macchi.ne eh. c:onftnava con quella che è poi Oi_ventata la lo- ro camera della morte. Uccisi dai lor'o stessi compagni di svennu-acheavevanochiusòo boccaporto per -non farli uscire, nel timore che l'imbarcazione si capovolgesse. E anche Ieri il macabro canovaccio si è ripetuto in quel tratto cli mare a 65 miglia da Lampedusa. Ma questa volta qualcuno si è salvat o. Negli ultimi mesi la situazione si è fatta davvero pesante -dice il capitano di vascello Luigi Galioto - e per queste emergenze quotidiane abbiarno raddoppiato e potenziato le nostre unità navali ed aeree che affiancano le navi di Mare Nostrum». L'ammiraglio Felicio Angrisano, comanaante generale delle Capitanerie di Porto, spera che le stragi possano uno gionioo laltro finire: E Però credo tjlequest'esodo epocalenonslchiuderàpresto, dall'inizio dell'anno sono oltre i migranti Qiuntiin ltalia.maquanti nesono morti?. Tanti.Tri>pp!.

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI.

NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI. Vita di Squadra Milano Comunicato Settimanale dedicato agli operatori U.P.G. S.P. N 04 del 21 Maggio 2013 NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI. E da tanti, troppi anni che il personale operativo attende le nuove

Dettagli

Domenica 01 Giugno 2014 P. 25

Domenica 01 Giugno 2014 P. 25 Domenica 01 Giugno 2014 P. 25 1 Domenica 01 Giugno 2014 P. 28 2 Domenica 01 Giugno 2014 P. 29 3 Domenica 01 Giugno 2014 P. 15 4 Domenica 01 Giugno 2014 P. 31 5 Domenica 01 Giugno 2014 P. 3 6 7 8 Domenica

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 42 In data 25.09.2014 Prot. N. 14229 OGGETTO: COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

Trento, 9 novembre 2006. DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327. BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor

Trento, 9 novembre 2006. DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327. BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor Trento, 9 novembre 2006 DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327 BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor Presidente. Io sono stato più parco nei consumi di tempo e quindi mi ritrovo

Dettagli

Carabiniere e Fiumefreddesi volontari in Tanzania. Esempio di carità e altruismo.

Carabiniere e Fiumefreddesi volontari in Tanzania. Esempio di carità e altruismo. Carabiniere e Fiumefreddesi volontari in Tanzania. Esempio di carità e altruismo. Carissimi colleghi, non è il titolo di un articolo di giornale, ma la sintesi di una esperienza vera, reale e concreta.

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Risposta del Sindaco Buono al manifesto del Cons. Aspriello

Risposta del Sindaco Buono al manifesto del Cons. Aspriello In relazione alle informazioni riportate nella interrogazione del Cons. ASPRIELLO e al conseguente manifesto da lui pubblicato con la presente si specifica quanto segue: 1. Le essenziali informazioni riportate

Dettagli

VERSO LE REGIONALI 2015

VERSO LE REGIONALI 2015 VERSO LE REGIONALI 2015 COMMITTENTE SOGGETTO CHE HA EFFETTUATO IL SONDAGGIO NUMEROSITÀ DEL CAMPIONE METODOLOGIA DATE IN CUI È STATO EFFETTUATO IL SONDAGGIO LIGURIA CIVICA DIGIS SRL 1.000 CASI CATI 13-14

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

CONSIDERAZIONI SUL LAVORO DEL FORUM SCUOLA

CONSIDERAZIONI SUL LAVORO DEL FORUM SCUOLA CONSIDERAZIONI SUL LAVORO DEL FORUM SCUOLA Credo che lo strumento del Forum Scuola, con al centro tematiche come l edilizia e la sicurezza scolastica, sia stato e potrà essere molto importante, ringrazio

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

Data: 26 Ottobre 2012 Snag

Data: 26 Ottobre 2012 Snag Data: 26 Ottobre 2012 Snag EDITORIA: GIORNALAI,NIENTE ACCORDO SU ABBONAMENTO IN EDICOLA SNAG, SINAGI, UILTUCS E USIAGI ABBANDONANO TAVOLO CON FIEG (ANSA) - ROMA, 26 OTT - Niente accordo tra i sindacati

Dettagli

pagina precedente 41

pagina precedente 41 pagina precedente 41 Marta Campiotti Il cerchio delle donne Marta Campiotti (Varese, 1956). Laureata in Filosofia alla Statale di Milano e diplomata in Ostetricia a Firenze. Nel 1984 si trasferisce a Livigno,

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 10/03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Rifiuti, leggi scoordinate» 1 10/03/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 «Siamo

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013

OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste. Rilevazione 16 Dicembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO L Italia nella bufera: crisi e proteste Rilevazione 16 Dicembre 2013 Le notizie della settimana: i Forconi COSA RICORDANO GLI ITALIANI Le proteste in piazza/ il movimento dei

Dettagli

Sale parto in sciopero ma all ospedale Sant Anna nessun disagio. Vasco Errani convochi un tavolo per discutere dell ospedale del Delta»

Sale parto in sciopero ma all ospedale Sant Anna nessun disagio. Vasco Errani convochi un tavolo per discutere dell ospedale del Delta» 13 febbraio 2013 Il Resto del Carlino Sale parto in sciopero ma all ospedale Sant Anna nessun disagio NONOSTANTE lo sciopero nazionale delle sale parto, indetto dai sindacati di categoria per l intera

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Offerte lavoro psicologi: consigli per trovare lavoro in psicologia Pag. 1 di 5 Stefano Sirri, Psico-Pratika N 16

Offerte lavoro psicologi: consigli per trovare lavoro in psicologia Pag. 1 di 5 Stefano Sirri, Psico-Pratika N 16 Offerte lavoro psicologi: consigli per trovare lavoro in psicologia Pag. 1 di 5 OFFERTE LAVORO PSICOLOGI: Consigli per trovare lavoro in psicologia Trovare lavoro come psicologi non è sempre semplice.

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Osservatorio Politico di Lorien Sondaggio in vista delle Elezioni Regionali della Liguria

Osservatorio Politico di Lorien Sondaggio in vista delle Elezioni Regionali della Liguria Osservatorio Politico di Lorien Sondaggio in vista delle Elezioni Regionali della Liguria Milano, 11 Febbraio 2015 Il Campione TOTALE CAMPIONE 1.000 cittadini rappresentativi per sesso, età e PROVINCIA

Dettagli

L altra voce di Lampedusa

L altra voce di Lampedusa L altra voce di Lampedusa di Sofia Crosta, Andrea Forcada, Anastasia-Areti Gavrili Lampedusa, 2011. Le strade sembrano essere fatte di persone, invece che di cemento. E noi siamo da soli! È un emergenza,

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Data di convocazione: 11-04-2003 Oggetto: Esame ed approvazione "Regolamento comunale di semplificazione dei procedimenti di spesa in economia". Il Sindaco

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

RISPOSTE QUESTIONARIO VALUTAZIONE SEMINARIO DI FORMAZIONE STILI DI VITA E SALUTE Montecatini Terme, 20-22 marzo 2015

RISPOSTE QUESTIONARIO VALUTAZIONE SEMINARIO DI FORMAZIONE STILI DI VITA E SALUTE Montecatini Terme, 20-22 marzo 2015 RISPOSTE QUESTIONARIO VALUTAZIONE SEMINARIO DI FORMAZIONE STILI DI VITA E SALUTE Montecatini Terme, 20-22 marzo 2015 Leggi attentamente le seguenti affermazioni e indica il grado di accordo con ciascuna

Dettagli

Intervento del Presidente Vasco Errani

Intervento del Presidente Vasco Errani Intervento del Presidente Vasco Errani Ci sono aspetti del confronto tra Governo e Regioni sui temi della crisi, dell utilizzo dei fondi comunitari e degli ammortizzatori sociali che vanno chiariti. La

Dettagli

2 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute

2 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute Adelaide (Australia), 5-9 aprile 1988 Conferenza Internazionale Le Raccomandazioni di Adelaide The Adelaide Recommendations 2 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute L adozione della Dichiarazione

Dettagli

alla scoperta del binario 9¾

alla scoperta del binario 9¾ campania onlus 2013 Metropolitana di Salerno alla scoperta del binario 9¾ al binario invisibile il viaggio della metro pronta, inaugurata, ma mai entrata in funzione marzo 2013 Il viaggio immaginifico

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

MANAGE AL CONFINE. Copertina

MANAGE AL CONFINE. Copertina Copertina MANAGE AL CONFINE Carlotta Sami, classe 1970, da gennaio 2014 è portavoce per il Sud Europa dell Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. In precedenza è stata direttrice generale

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Sarno (UIL) Incendi in carcere : L Italia come il Cile

Sarno (UIL) Incendi in carcere : L Italia come il Cile Comunicato Stampa 8 dicembre 2010 Sarno (UIL) Incendi in carcere : L Italia come il Cile Mentre commentiamo stupiti ed attoniti l incendio sviluppatosi nel penitenziario di Santiago del Cile, che ha portato

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

Intervento di Anna Donati Amministrazione comunale di Napoli

Intervento di Anna Donati Amministrazione comunale di Napoli Intervento di Anna Donati Amministrazione comunale di Napoli In Campania e a Napoli il trasporto pubblico sta vivendo una crisi drammatica dovuta, e qui sono d'accordo con quanto sostiene Marco Piuri,

Dettagli

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE COMUNICATO STAMPA SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE Roma, 11 gennaio Il 26 maggio prossimo i cittadini bolognesi saranno chiamati al voto per un referendum

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC Il giorno martedì 16 settembre 2014, alle ore 15,30, presso la sala delle aree omogenee dell USRC di Fossa,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

4. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE E STRATEGIA OPERATIVA

4. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE E STRATEGIA OPERATIVA 4. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE E STRATEGIA OPERATIVA 54 4.1 Funzionalità del sistema di allertamento locale Il Comune deve garantire i collegamenti telefonici, via fax, e via e-mail, sia con la Sala

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 2013 Sommario SINTESI...

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Audizione

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Audizione Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Commissione Camera VIII, 12.11.2015, ore 8.30 Audizione (Eventi alluvionali che hanno colpito il territorio Calabrese ed emergenza idrica

Dettagli

S O M M A R I O. Ufficio Comunicazione Istituzionale - Responsabile per la Rassegna stampa Giusi Inzinna giuseppa.inzinna@unipa.it

S O M M A R I O. Ufficio Comunicazione Istituzionale - Responsabile per la Rassegna stampa Giusi Inzinna giuseppa.inzinna@unipa.it RASSEGNA Stampa 3 maggio 2015 S O M M A R I O La Sicilia Cupa. Unipa si accontenta. Gli accordi presi al momento bastano GdS Il Cupa di Agrigento non chiude: fondi per 800 mila euro GdS Giurisprudenza

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Infrastrutture. Legge Obiettivo Rapporto grandi opere

Infrastrutture. Legge Obiettivo Rapporto grandi opere 42 Legge Obiettivo Rapporto grandi opere Primo bilancio, a 10 anni dall entrata in vigore delle Legge Obiettivo, sullo stato di attuazione delle opere strategiche in Italia: a cura della Fondazione Fastigi,

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti Corriere della Sera http://www.corriere.it/cronache/11_settembre_29/fasano-nonna-moto-cade_b1ce4c46... Page 1 of 2 03/10/2011 stampa chiudi IL RECORD DI TARANTO, 321 INDAGATI. E LE FRODI FANNO SALIRE IL

Dettagli

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA

L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA L ISTITUTO DELL AFFIDAMENTO AL SERVIZIO SOCIALE. ESPERIENZE E RAPPRESENTAZIONI DEGLI ATTORI UNA RIFLESSIONE DALL ESPERIENZA TOSCANA DONATA BIANCHI, SILVIA MAMMINI, ROSA DI GIOIA ...FINALITÀ verificare

Dettagli

Fasi iter: MODIFICATO PER COMMISSIONE ASSEGNATARIA IL 10/07/2013 DISCUSSIONE IL 11/09/2013 SVOLTO IL 11/09/2013 CONCLUSO IL 11/09/2013 Atto Camera

Fasi iter: MODIFICATO PER COMMISSIONE ASSEGNATARIA IL 10/07/2013 DISCUSSIONE IL 11/09/2013 SVOLTO IL 11/09/2013 CONCLUSO IL 11/09/2013 Atto Camera ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE 5/00562 Dati di presentazione dell'atto Legislatura: 17 Seduta di annuncio: 50 del 10/07/2013 Firmatari Primo firmatario: IANNUZZI TINO Gruppo: PARTITO

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle di Vincenzo Emanuele Che la Sicilia non fosse più l Eden del consenso berlusconiano lo si era capito già alcuni

Dettagli

Sintesi dell'intervento della Dott.ssa Eva Buiatti Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana - Firenze

Sintesi dell'intervento della Dott.ssa Eva Buiatti Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana - Firenze Sintesi dell'intervento della Dott.ssa Eva Buiatti Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana - Firenze Sono un'epidemiologa e lavoro all'agenzia Regionale Sanitaria della Regione Toscana. Il complicato

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

MOLISE *STELLE AL MERITO DEL LAVORO 2014*

MOLISE *STELLE AL MERITO DEL LAVORO 2014* Consolato Regionale Maestri del Lavoro del Molise MOLISE *STELLE AL MERITO DEL LAVORO 2014* Gli insigniti con il Prefetto Di Menna e la Console Giuseppina Petta Gli insigniti con il Prefetto Fra Menna

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato della Maestra Mery Anesa Mery Anesa Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato Giugno 2011 Osservazioni e commenti

Dettagli

Regione Molise -58- Resoconti Consiliari

Regione Molise -58- Resoconti Consiliari Regione Molise -58- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERROGAZIONE CON RISPOSTA ORALE E SCRITTA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FEDERICO E MANZO, PER AVERE INFORMAZIONI CIRCA LO STATO DEI LAVORI PREDISPOSTI

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Assemblea degli iscritti

Assemblea degli iscritti Assemblea degli iscritti Una svolta politica LA VALORIZZAZIONE DELLE COMPETENZE INFERMIERISTICHE È INDISPENSABILE PER LA SOPRAVVIVENZA E IL MIGLIORAMENTO DELL INTERO SISTEMA SANITARIO NAZIONALE. ASSEMBLEA

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

5 MODELLO DI INTERVENTO

5 MODELLO DI INTERVENTO Aggiornato al: 16.09.2009 MODELLO DI INTERVENTO pag. 5.1 5 MODELLO DI INTERVENTO Una parte fondamentale della redazione del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile è la realizzazione dei Modelli

Dettagli

doc 05 PIANO DI EMERGENZA (Pianificazione dell esodo) SCUOLA PRIMARIA SANTA MARIA BAMBINA 1 di 23

doc 05 PIANO DI EMERGENZA (Pianificazione dell esodo) SCUOLA PRIMARIA SANTA MARIA BAMBINA 1 di 23 PIANO DI EMERGENZA (Pianificazione dell esodo) I S T I T U T O C O M P R E N S I V O E S T 1 V I A A. D E L V E R R O C C H I O, 3 2 8 B r e s c i a SCUOLA PRIMARIA SANTA MARIA BAMBINA 1 di 23 PREMESSA

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

T r a n s e u r o p A

T r a n s e u r o p A T r a n s e u r o p A EDIZIONI a cura di errico buonanno introduzione di chiara gamberale io, chiara e l oscuro t r a n s e u r o p a inaudita big La collana si propone di mostrare il laboratorio segreto

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Tenersi per mano nella società dell incertezza.

Tenersi per mano nella società dell incertezza. Tenersi per mano nella società dell incertezza. Ricerca Spi Cgil Lombardia-AASter, settembre 2004 Discorsi sugli anziani. Viviamo, anziani e non anziani, nel postmoderno. Che in prima approssimazione si

Dettagli

Rassegna stampa Convegno Nazionale 19 giugno 2009 ANAAO ASSOMED 1959 2009: DA 50 ANNI DA PARTE DEI MEDICI PER UNA SANITA MIGLIORE

Rassegna stampa Convegno Nazionale 19 giugno 2009 ANAAO ASSOMED 1959 2009: DA 50 ANNI DA PARTE DEI MEDICI PER UNA SANITA MIGLIORE Rassegna stampa Convegno Nazionale 19 giugno 2009 ANAAO ASSOMED 1959 2009: DA 50 ANNI DA PARTE DEI MEDICI PER UNA SANITA MIGLIORE SANITA': SACCONI, SI A STIPENDI MEDICI LEGATI A MERITO = Roma, 19 giu.

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

L e lauree biennali specialistiche per le professioni

L e lauree biennali specialistiche per le professioni editoriale Lauree specialistiche un traguardo importante per la professione Corsa ad ostacoli all italiana per l accesso Giovanni Muttillo, Presidente L e lauree biennali specialistiche per le professioni

Dettagli

Elezioni Comune di Napoli 2011

Elezioni Comune di Napoli 2011 Elezioni Comune di Napoli 2011 Alcune riflessioni sulle tendenze emerse dai sondaggi elettorali a cura di Michele Caiazzo, componente Assemblea Nazionale PD / responsabile Centro Studi e Ricerche PD Campania

Dettagli

Modulo 2. A Caccia di Risorse

Modulo 2. A Caccia di Risorse Modulo 2 A Caccia di Risorse FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di sviluppare negli studenti la capacità di analizzare le situazioni critiche della vita quotidiana al fine di renderli consapevoli

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

E quindi un emorragia di cervelli

E quindi un emorragia di cervelli Intervistato: Angelo Colaiacovo, Sindaco di Aliano Soggetto: prospettive per i giovani, Parco Letterario Carlo Levi, vivibilità di Aliano Luogo e data dell intervista: Aliano, agosto 2007 Audio file: Colaiacovo_2

Dettagli