Guida Pratica Cura delle piante ornamentali, da frutto e ortaggi. KB Garden Top si fa in quattro. la famiglia si allarga.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida Pratica 2009. Cura delle piante ornamentali, da frutto e ortaggi. KB Garden Top si fa in quattro. la famiglia si allarga."

Transcript

1 Scotts Italia srl KB Garden Top si fa in quattro Concime granulare 1, kg : per soddisfare ogni esigenza nutrizionale Concime idrosolubile per accelerare la crescita e prevenire le carenze la famiglia si allarga Guida Pratica 2009 ERBICIDA Cura delle piante ornamentali, da frutto e ortaggi Treviso - Via Monterumici, 8

2 Piante Ornamentali Afidi Piccoli insetti di forma globulare, di colore verde, nero o grigio, che invadono i germogli e le foglie succhiandone la linfa. Formano fitte colonie e causano l avvizzimento delle parti colpite che si ricoprono di una sostanza appiccicosa detta melata. Kiros AL Kiros Giardino Trattare alla prima comparsa dell insetto, ripetendo se necessario il trattamento. Afidi del cedro Piccolissimi insetti (misurano poco più di un millimetro) che pungono i vari organi della pianta per nutrirsi della linfa. Le piante colpite presentano rugginosità, argentature, decolorazioni delle parti attaccate. Intervenire alla comparsa delle prime colonie irrorando abbondantemente con cura la chioma dell albero. Adatto per tutte le piante Rapido ed efficace Altamente solubile * 80% del più stabile, efficace e biologicamente attivo isomero orto-orto Fe EDDHA Cocciniglie Questo insetto si ricopre di uno scudetto ceroso che, a seconda della specie, può essere grigiastro (simile a mezzo grano di pepe) o bianco e fioccoso. Si insedia, di solito, lungo le nervature o sui rami ove punge per succhiare la linfa. KB Olio minerale + Caster Chaufer is a registered trademark of Ciba Specialty Chemicals Inc. il più puro!* Trattare nel periodo autunno invernale e alla ripresa vegetativa. 3

3 Piante Ornamentali Cocciniglie delle cactacee Le infestazioni sono facilmente individuabili dalla presenza di fiocchi cerosi o scudetti sotto i quali la cocciniglia trova protezione. A causa della sua presenza la pianta sviluppa ipertrofie, mancata fioritura e fruttificazione sino al completo deperimento e disseccamento. Intervenire irrorando la chioma con la soluzione insetticida ripetendo il trattamento con una frequenza adeguata (15-20 gg) sino alla completa eliminazione dell insetto. Ovipron Top Piante Ornamentali Metcalfa Piccoli insetti di colore bianco. Gli adulti, che compiono brevi voli, compaiono a primavera inoltrata. Nella seconda metà di giugno troviamo le forme giovanili (neanidi). Queste vivono sulla pagina inferiore delle foglie che imbrattano con la loro melata sulla quale si sviluppano fumaggini. Intervenire sulle prime forme giovanili ripetendo il trattamento in caso di reinfestazione. Kiros Giardino Larve di lepidotteri Mosca bianca Questi parassiti, presenti in numerosissime specie sulle più svariate colture si nutrono in genere allo stadio di larve erodendo foglie, fiori e frutti che in taluni casi riuniscono con filamenti sericei. Kiros Giardino Piccolo insetto di colore bianco che vive sulla pagina inferiore delle foglie, succhiandone la linfa. Scuotendo la pianta si alza in rapidi voli. In seguito alla sottrazione di linfa si hanno ingiallimenti fogliari e parziali defogliazioni. Intervenire prontamente sulle larve alla loro prima comparsa, ripetendo se necessario il trattamento. Intervenire alla sua prima comparsa ripetendo dopo 5-7 giorni il trattamento. Licena del geranio** (Cacyreus Marchalli) Le larve appena nate si comportano da minatori fogliari e nell ultima età fuoriescono dalla pianta per nutrirsi anche delle foglie e dei fiori. In questa ultima fase sono lunghe 1 cm di colore verde vivo con bande dorsali lilla. Successivamente scavano gallerie all interno dei rami sino a provocarne il disseccamento. Irrorare accuratamente la vegetazione alla prima comparsa delle larve ripetendo il trattamento al bisogno. 4 Kiros AL Kiros Giardino Vengono colpiti in particolare rododendri, camelie e siepi di lauroceraso Oziorrinco Gli adulti attaccano l apparato fogliare durante le ore notturne, mentre di giorno rimangono riparati nel terreno. Le larve si nutrono compiendo erosioni sulle radici e anche sulla parte interrata del fusto. Le piante attaccate deperiscono e, nei casi più gravi, possono disseccare. Trattamento fogliare serale con Kiros Giardino. Trattamento con interramento del prodotto vicino al fusto con Teflustar. 5 Teflustar + Kiros Giardino

4 Piante Ornamentali Psilla del lauroceraso ** Le forme giovanili dell insetto provocano la deformazione del lembo fogliare, il deperimento e il disseccamento dei giovani germogli. Il danno si presenta in genere a maggio-giugno ed è caratterizzato dall abbondante presenza di selezioni vischiose che colano dalle foglie. Kiros Giardino Piante Ornamentali Tripidi Piccolissimi insetti (misurano poco più di un millimetro) che pungono i vari organi della pianta per nutrirsi della linfa. Le piante colpite presentano rugginosità, argentature, decolorazioni delle parti attaccate. Kiros Giardino Kiros AL Trattare alla comparsa dell insetto anteponendo al trattamento insetticida un abbondante lavaggio delle parti colpite con Concime Idrosolubile Universale sciolto in acqua. Intervenire alla prima comparsa ripetendo il trattamento dopo 4-5 giorni. Ragnetto rosso e giallo Tortrice verde delle querce Questi acari danneggiano le foglie con le loro punture, causando imbrunimenti, disseccamenti e caduta delle foglie. Con forti infestazioni si nota la presenza di sottili ragnatele. Kiros Giardino Kiros AL Insetticida Acaricida KB È la larva di una farfalla che attacca le querce, con particolare preferenza per la Roverella, distruggendone i nuovi germogli e le foglie. Gli attacchi precoci di aprile sono i più dannosi per l albero in quanto se ripetuti nel tempo portano a gravissimi deperimenti del medesimo. Trattare alla comparsa dei primi esemplari ripetendo se necessario il trattamento. Irrorare la chioma nella fase di schiusura gemme. Ripetendo se necessario a distanza di 8-10 giorni. Tentredini Mal bianco Insetti di circa un centimetro di lunghezza che compaiono a primavera avanzata. Si alimentano divorando il lembo fogliare causando defogliazioni anche gravi. Kiros Giardino Malattia fungina che colpisce sia le foglie che i fiori ricoprendoli di una caratteristica muffa bianco-grigiastra. Gli organi colpiti in seguito avvizziscono. Fongys AL Thiocur Forte Intervenire alla comparsa del parassita ripetendo eventualmente il trattamento. 6 Trattare alla primissima comparsa dei sintomi ripetendo 2-3 trattamenti a distanza di 6-7 giorni. 7

5 Piante Ornamentali Maculature fogliari Molte specie di piante ornamentali e da frutto sia da esterno che da interno sono colpite da questa malattia fungina che si manifesta maggiormente sulla pagina superiore delle foglie. La foglia colpita si ripiega a doccia verso la pagina superiore, necrotizza e cade. Poltiglia Disperss R6 Bordeaux Piante Ornamentali Marciume basale Il fungo penetra dal terreno nella pianta attraverso le radici o il colletto determinandone poi la marcescenza. La parte epigea della pianta dissecca. Aliette Trattare irrorando con cura le foglie in corrispondenza dei periodi climatici umidi ripetendo il trattamento sino a quando persiste la condizione di umidità. Effettuare 3-5 interventi l anno irrigando abbondantemente il terreno circostante la pianta. Cancri corticali Sono lesioni di natura infettiva che interessano gli organi legnosi i quali disseccano in tutto o in parte. Molto frequentemente si manifestano su tronco, rami e giovani rami. Successivamente queste lesioni evolvono in veri e propri cancri i quali assumono l aspetto di ferite, spaccature del legno e distacco della corteccia. Asportare con la potatura invernale i rametti o le porzioni secche proteggendo le superfici di taglio con Lac Balsam. Trattare regolarmente a inizio e fine caduta foglie e alla ripresa vegetativa con Poltiglia Disperss o R6 Bordeaux. Poltiglia Disperss R6 Bordeaux Oidio del lauroceraso ** I primi organi a manifestare il danno sono i nuovi germogli che presentano sulla pagina inferiore della foglia una polverina biancastra. In seguito l apice si deforma e necrotizza sino al completo disseccamento. La malattia può manifestarsi già dal mese di aprile e prosegue l attività sino all autunno. Intervenire alla primissima comparsa della malattia ripetendo il trattamento con cadenza settimanale o quindicinale in funzione del prodotto impiegato. Thiocur Forte Zolfo Disperss Marciume del colletto delle acidofile Ruggini Attacca rododendro, azalea, erica, corbezzolo. È causato dal fungo Phytophthora cinnamoni. Si notano imbrunimenti e marcescenza sulle radici e sul colletto. La pianta deperisce e si ha un progressivo disseccamento della chioma con graduale defogliazione. Aliette Si formano piccole macchie di colore bruno o giallo-arancio, di aspetto polveroso, sulla pagina inferiore delle foglie o sui germogli. Le foglie attaccate, in seguito cadono. Thiocur Forte Fongys AL Applicare per 3-4 volte nel corso della stagione vegetativa irrigando abbondantemente il terreno circostante la pianta. 8 Trattare ai primissimi sintomi. 9

6 Piante da frutto Afidi Piccoli insetti di forma globulare, di colore verde, nero o grigio, che invadono i germogli e le foglie succhiandone la linfa. Formano fitte colonie e causano l avvizzimento delle parti colpite che si ricoprono di una sostanza appiccicosa detta melata. Piante da frutto Tentredini * Le tentredini delle drupacee e pomacee colpiscono i frutticini. Le femmine adulte depongono le uova nei fiori. Le larve si sviluppano a spese dei giovani frutti. I frutti colpiti presentano un foro rotondo. Trattare alla prima comparsa dell insetto, ripetendo se necessario il trattamento. Trattare tempestivamente appena terminata la fioritura. Cocciniglie * Verme delle mele Questo insetto si ricopre di uno scudetto ceroso che, a seconda della specie, può essere grigiastro (simile a mezzo grano di pepe) o bianco e fioccoso. Si insedia, di solito, lungo le nervature o sui rami ove punge per succhiare la linfa. Ovipron Top + Caster Piccola larva di colore giallo-rosato che scava gallerie nei frutti, penetrando fino alla zona centrale dei semi. Trattare in autunno inverno e alla ripresa vegetativa con Ovipron Top. In primavera estate per colpire le forme mobili dell insetto aggiungere Caster alla miscela. Effettuare 2-3 trattamenti l anno orientativamente nell ultima decade di maggio, nella prima di luglio e verso la metà di agosto. Mosca delle ciliegie Le larve della mosca scavano una galleria all interno dei frutti del ciliegio, intorno al nocciolo, rendendoli non commestibili. Dopo inverni miti si hanno attacchi più forti poiché sopravvivono un maggior numero di pupe. Le varietà di ciliegio più attaccate sono quelle tardive e medio tardive. Le varietà precoci e quelle di ciliegio acido non vengono attaccate. Trattare quando le ciliegie iniziano a colorarsi (invaiatura). 10 Ticchiolatura Malattia assai diffusa dovuta ad un fungo. Si manifesta su foglie e frutti con macchie bruno-olivastre rotondeggianti. Effettuare i trattamenti in concomitanza di lunghi periodi di bagnatura delle foglie (6-8 ore) con temperature miti. Ripetere nel caso in cui perduri la situazione. 11 Thiocur Forte + Poltiglia Disperss Syllit Flo

7 Piante da frutto Bolla del pesco Questo fungo colpisce le giovani foglie e i germogli che assumono una consistenza carnosa, si deformano e diventano di colore giallo-rossastro. Trattare alla caduta delle foglie e a fine inverno, prima della ripresa vegetativa. In caso di primavere piovose trattare anche in vegetazione. Syllit Flo Olivo Cocciniglia mezzo grano di pepe * Questo insetto si ricopre di uno scudetto ceroso di colore prima marrone e poi nero (simile a mezzo grano di pepe). Si insedia sulla pagina inferiore delle foglie, lungo la nervatura centrale, o sui rami ove punge per succhiare la linfa. Causa un deperimento generale della pianta, disseccamenti di rami e foglie e perdita di produzione. Effettuare un trattamento nel periodo estivo. KB Olio Minerale + Caster Monilia Mosca delle olive * Questo fungo infetta i fiori e i frutti causandone la marcescenza. I rametti si fessurano lasciando colare emissioni gommose mentre la parte apicale si necrotizza. I frutti colpiti si ricoprono in seguito di muffa di colore grigio o nocciola. Syllit Flo Questa piccola mosca (5 mm) punge le olive per inserirvi le uova. Da queste nascono le larve che si nutrono della polpa dei frutti nei quali scavano gallerie. I frutti infestati sono quindi destinati a cadere. L insetto è inoltre pericoloso in quanto può trasmettere la rogna dell olivo, grave malattia batterica. Trattare preventivamente in pre e post fioritura per proteggere i fiori e in prossimità della raccolta per il frutto. Trattare alla comparsa dei primi adulti o in presenza di punture sui frutti. Oidio dei fruttiferi Occhio di pavone Colpisce numerose specie di fruttiferi e in particolare melo e pesco. Le foglie appaiono coperte da una polvere bianco-grigiastra, inizialmente poco visibile e poi via via più intensa. L attacco determina forti riduzioni delle produzioni e scadimento della qualità. Intervenire a partire dalla prefioritura e per tutta la stagione di crescita con cadenza di 7-12 giorni in funzione del prodotto impiegato. Thiocur Forte Zolfo Disperss Trattare in autunno e a fine inverno. Questa malattia fungina colpisce soprattutto le foglie, ma anche i rametti e i frutti. Sulle foglie causa tipiche macchie rotondeggianti di circa 1 cm. di diametro, di colore grigio, contornate, nella stagione più calda, da un alone giallo, che ricordano la macchia della coda del pavone. Le foglie colpite cadono, la pianta si defoglia e deperisce. Poltiglia Disperss 12 13

8 Agrumi Agrumi Cocciniglie Mosca della frutta * Numerose sono le specie di cocciniglie che infestano gli agrumi. Appaiono come piccoli scudetti giallo-bruni, bruno-rossicci, bianco-grigiastri, di forma rotonda o a virgola, a seconda della specie. Alcune specie formano densi ammassi cerosi dall apparenza fioccosa. Attaccano foglie, frutti e germogli e anche gli organi legnosi. KB Olio Minerale + Caster Questo piccolo moscerino, di 4-6 mm. di lunghezza, attacca sia le drupacee che gli agrumi. Le femmine depongono le uova nei frutti con una puntura. Le larve si nutrono della polpa che viene poi attaccata da funghi che causano marciumi. Ne risulta la completa degenerazione dei frutti infestati. Trattare nel periodo estivo. Trattare alla comparsa dei primi adulti o in presenza di punture sui frutti. Mosca bianca Mal secco Piccolo insetto di colore bianco che vive sulla pagina inferiore delle foglie, succhiandone la linfa. In seguito alla sottrazione di linfa si hanno ingiallimenti fogliari e parziali defogliazioni. Produce, inoltre, notevoli quantità di melata che imbratta la vegetazione. É una malattia fungina che colpisce tutti gli agrumi e in particolare il Limone. La pianta malata si presenta agli apici secca e senza foglie e verde nella parte bassa. Poltiglia Disperss Intervenire alla sua prima comparsa ripetendo il trattamento dopo 5-7 giorni. Trattare da fine autunno a inizio primavera una volta al mese. Ragnetto rosso Gommosi o marciume del colletto E attivo tutto l anno ma specialmente in primavera e autunno segna i maggiori picchi di presenza. Attacca tutte le specie di agrumi determinando forti ingiallimenti e cascole di foglie e frutti. La malattia, causata da un fungo, si manifesta nella zona del colletto, con emissione di gomma dalla corteccia. La zona sopra il terreno appare imbrunita e fessurata mentre quella sotterranea è marcescente. Le foglie appaiono ingiallite e quindi appassiscono. I rami disseccano e la pianta può morire. R6 Bordeaux Intervenire ai primi sintomi irrorando con cura la pagina inferiore delle foglie. 14 Trattare irrigando abbondantemente il terreno circostante la pianta. 15

9 Vite Ortaggi Mal bianco Afidi Malattia fungina che colpisce sia le foglie che i frutti ricoprendoli di una caratteristica muffa bianco-grigiastra in corrispondenza della quale i tessuti sottostanti poi necrotizzano. Gli acini di vite, in seguito all infezione si spaccano. Thiocur Forte Piccoli insetti di forma globulare, di colore verde, nero o grigio, che invadono i germogli e le foglie succhiandone la linfa. Formano fitte colonie e causano l avvizzimento delle parti colpite che si ricoprono di una sostanza appiccicosa detta melata. Trattare preventivamente o alla primissima comparsa dei sintomi ripetendo 2-3 trattamenti a distanza di 6-7 giorni. Trattare alla prima comparsa dell insetto, ripetendo il trattamento se necessario. Tignoletta e Tignola della Vite Cavolaia * Le larve di queste farfalle attaccano i fiori e gli acini della vite e molte altre specie ornamentali e orticole. Nella vite danni maggiori si manifestano a carico degli acini che in seguito marciscono. L adulto è una delle farfalle più comuni, con ali bianche e macchie nere. Il danno è compiuto dalle larve che attaccano le diverse specie di cavolo, oltre ad altre crucifere (ravanello, rapa, ecc.). Erodono le foglie arrivando a distruggere ampie porzioni di lembo. Trattare orientativamente nell ultima decade del mese di Giugno irrorando con cura i grappoli. Trattare alla prima comparsa delle larve. Peronospora della vite Dorifora Malattia fungina a decorso particolarmente rapido e violento. Attacca le foglie e i grappoli della vite. Sulle foglie compaiono macchie tondeggianti giallastre e traslucide (dette macchie d olio) che poi necrotizzano. Sulla pagina inferiore compare una muffa biancastra. R6 Bordeaux Poltiglia Disperss I danni sono causati dalle larve di questo insetto che divorano voracemente foglie, fiori e frutti. Mentre l adulto è di colore giallo ocraceo con dieci bande longitudinali nere, la larva è di colore arancione con capo e zampe neri. Trattare ogni 6-7 giorni nei periodi con molta umidità e clima mite. Effettuare il trattamento alle prime comparse delle larve

10 Ortaggi Ortaggi Insetti del terreno * Mosca bianca Sono larve di insetti il cui colore cambia a seconda della specie (verde, grigio, rosso o giallastro). Attaccano voracemente le radici e il colletto delle giovani piantine sino a reciderle. Teflustar Piccolo insetto di colore bianco che vive sulla pagina inferiore delle foglie, succhiandone la linfa. Scuotendo la pianta si alza in rapidi voli. In seguito alla sottrazione di linfa si hanno ingiallimenti fogliari e parziali defogliazioni. Trattare il terreno prima della semina facendo seguire abbondanti irrigazioni. Intervenire alla sua prima comparsa ripetendo dopo 5-7 giorni il trattamento. Larve di lepidotteri * Mal bianco Questi parassiti, presenti in numerosissime specie sulle più svariate colture si nutrono in genere allo stadio di larve erodendo foglie, fiori e frutti che in taluni casi riuniscono con filamenti sericei. Malattia fungina che colpisce sia le foglie che i frutti ricoprendoli di una caratteristica muffa bianco-grigiastra in corrispondenza della quale i tessuti sottostanti poi necrotizzano. Thiocur Forte Zolfo Disperss Intervenire prontamente sulle larve alla loro prima comparsa, ripetendo se necessario il trattamento. Trattare preventivamente o alla primissima comparsa dei sintomi ripetendo 2-3 trattamenti a distanza di 6-7 giorni. Limacce e Lumache Peronospora Rodono voracemente le foglie e la vegetazione più tenera, anche scavando gallerie negli organi carnosi della pianta. Lumaldeide 5 Malattia fungina a decorso particolarmente rapido e violento. Attacca le foglie, i frutti e i fusti. Sulle foglie compaiono macchie tondeggianti giallastre che in seguito necrotizzano. R6 Bordeaux Poltiglia Disperss Distribuire il prodotto in prossimità delle piante. 18 Trattare ogni 6-7 giorni nei periodi con molta umidità e clima mite. 19

11 Diserbo Diserbo di aiuole e piante in contenitore I diserbanti antigerminello distribuiti preventivamente a terreno pulito evitano la nascita di una vasta gamma di infestanti sia a foglia larga che stretta per 4-6 mesi senza nessun pericolo per le piante coltivate. Potclean Altri interventi Clorosi I sintomi caratteristici della Clorosi sono costituiti da vistosi ingiallimenti localizzati tra le nervature della foglia. Il sintomo è provocato dalla carenza di Ferro nella pianta. Chaufer chelato di ferro ad altissime prestazioni Distribuire Potclean omogeneamente sul terreno anche in prossimità di alberi e arbusti irrigando se non piove per incorporarlo. Per un risultato ottimale e duraturo intervenire due volte l anno di preferenza inizio primavera e autunno. Intervenire ai primi sintomi del fenomeno ripetendo le somministrazioni. Diserbo tappeti erbosi Gli interventi mirati alla eliminazione delle infestanti esistenti, alternati nella stagione con quelli idonei a prevenirne la nascita, forniscono i risultati ottimali nel controllo delle malerbe. Con presenza di infestanti a foglia larga irrorare le medesime con Disergreen o EverGreen Diserbante granulare. Per prevenire la nascita delle infestanti sia a foglia larga che stretta distribuire Potclean sul tappeto erboso una-due volte l anno prima della nascita delle infestanti stesse. Disergreen EverGreen Diserbante Potclean Ferite da taglio L applicazione del Balsamo Cicatrizzante KB ostacola la penetrazione tramite le ferite di molti agenti patogeni responsabili di danni permanenti agli organi legnosi. Il miglior momento di utilizzo è quello che segue la potatura, l innesto o un danno da scortecciamento. Applicare sui tagli il Balsamo Cicatrizzante KB tramite il pennello incorporato nella confezione. Balsamo Cicatrizzante KB Diserbo dei vialetti Lucidatura foglie L attività sistemica di Roundup è in grado di controllare sia le infestanti a foglia larga che quelle a foglia stretta penetrando nei tessuti verdi fino alle radici. Elimina le infestanti presenti a momento del trattamento e permette di seminare sin dal giorno dopo il trattamento. Roundup Il deposito della polvere ambientale, specialmente nelle piante da appartamento, ostacola fortemente la fotosintesi clorofilliana. Pulire con un panno morbido la pagina inferiore e superiore di ogni foglia Spruzzare il prodotto mantenendo una distanza di cm KB Lucidante Fogliare Ripetere il trattamento una volta al mese

12 Insetti domestici Formiche Alcune specie di formiche risultano dannose: possono asportare semi dai campi seminati, compiere erosioni su frutti e piantine, distruggere il legno delle piante, favorire le infestazioni degli afidi. Distribuire Nexa Formiche Granuli tal quale oppure sciolto in acqua attorno ai formicai. Le formiche preleveranno il prodotto portandolo all interno del formicaio eliminando tutta la colonia. Nexa Formiche Granuli 1 2 Insetti domestici Lotta alla zanzara Tigre La presenza di Aedes albopictus si riscontra, a differenza della zanzara comune, anche durante il giorno. La sua puntura provoca la comparsa di gonfiori pruriginosi persistenti. Il controllo della zanzara si attua in due momenti: 1. Intervento preventivo contro le larve 2. Intervento curativo contro l insetto adulto Intervento preventivo (da aprile a ottobre ogni gg) Distribuire Biolarkim alle dosi di etichetta nei luoghi ove ristagna l acqua (tombini, sottovasi di fiori, laghetti, ecc.). Biolarkim 14 è innocuo per pesci, animali domestici e l uomo. Intervento curativo (da applicare al bisogno) Irrorare con cura le zone esterne delle abitazioni e le zone a verde ad esse circostanti con Nexa Insetti Molesti allo scopo di eliminare gli adulti dell insetto. Biolarkim 14 Nexa Insetti Molesti Formiche Le specie di formiche che frequentano i nostri appartamenti amano il caldo, sono golose di dolci e sono pronte a nutrirsi di un po di tutto. Nexa Formiche Trappole è appositamente studiato per essere posizionato anche all interno delle case, nei mobili e in tutte le situazioni nelle quali è necessario evitare il possibile contatto diretto con il prodotto. Nexa Formiche Esca Insetti delle Abitazioni Controlla gli insetti con una lunga azione residua unita all effetto abbattente e all azione snidante. Può essere efficacemente usato per insetti quali scorpioni, pulci, cimici, vespe, ragni, centopiedi, millepiedi, acari, zecche, mosche, Zanzara comune e Zanzara tigre. E indicato per la disinfestazione in esterno di abitazioni civili, locali pubblici quali bar, scuole, ospedali, magazzini alimentari e non, impianti industriali, mezzi di trasporto, imbarcazioni, depositi di rifiuti e discariche. Nexa può essere impiegato in tutti le situazioni dove è richiesta una forte azione abbattente unita ad un buon effetto residuale. Le aree quali discariche, siepi, arbusti, tappeti erbosi o depositi di derrate devono essere irrorate con cura. Nexa Insetti Molesti Formiche Insetti delle Abitazioni Le formiche in città si adattano anche piccolissimi spazi per costruire un nido. La fessura in un muro, lo spazio tra una mattonella e l'altra sono sufficienti ad ospitare un nido di qualche centinaio o migliaio di individui. Nexa Formiche AL Ve ne sono di diverse specie. In genere infestano le nostre case e si sviluppano in posti scuri con alta umidità, buona temperatura e preferibilmente su superfici porose (carta, legno, ecc.) con cibo facilmente disponibile. Nexa Trappola Scarafaggi Irrorare le zone di passaggio con Nexa AL e ripetere in caso di necessità. 22 Raccomandazioni d uso : collocare la trappolina nelle zone di abituale passaggio dell insetto. 23

13 Tappeti Erbosi Realizzare un prato completamente nuovo La fine dell estate e l inizio dell autunno sono i periodi migliori per le nuove semine. Anche la primavera può risultare adatta purchè vi sia acqua disponibile e temperature miti. Una volta preparato e livellato il terreno eliminare preventivamente le infestanti presenti. In funzione della destinazione d uso del prato e delle condizioni pedoclimatiche del luogo, sceglieremo il miscuglio più adatto. Tappeti Erbosi Che miscuglio usare Tollera l uso intenso, le alte temperature e gli stress idrici. Per tutti i tipi di terreno. Evergreen Mediterraneo Per giardini di pregio. Ottima finezza fogliare. Tollera basse temperature e le zone d ombra. Evergreen Ornamentale Quanto seme ci vuole? La quantità del seme dipende dal tipo di miscuglio che si sceglie. Quelli contenenti Loietto, Poa e Festuca vanno seminati a g/mq. Miscugli contenenti grandi quantità di Festuca arundinacea vanno seminati a dosi maggiori: g/mq. Questo è dovuto al fatto che il seme di festuca è molto grosso e pesante per cui diminuendo i grammi a metro quadrato rischiamo di seminare il prato troppo rado. Tuttavia è bene evitare la tentazione di seminare quantitativi superiori a quelli consigliati in quanto i semi in eccesso, una volta germinati, competono tra loro rendendo il prato debole. Per tutte le condizioni di ombreggiamento. Colorazione intensa. Tollera gli stress idrici. Per tutti i tipi di terreno. Evergreen Sole&Ombra Elevata velocità di insediamento. Adatto per rigenerazioni. Colorazione verde scuro. Evergreen Risemina

14 Tappeti Erbosi Tappeti Erbosi Concimazione alla semina Il piano annuale della concimazione di mantenimento La prima concimazione si effettua contemporaneamente alla semina. In questa fase è indispensabile apportare il fosforo in quanto è l elemento indispensabile per un rapido sviluppo delle radici in profondità. Con questo accorgimento conferiremo alla pianta maggiore resistenza agli stress e al calpestio. Difesa da muschio e melerbe Muschio e infestanti quando presenti determinano forti diradamenti e moria delle piantine. La lotta si esegue al bisogno ed è facilitata dalla speciale formulazione granulare pronta all uso. Evergreen Semina Antimuschio Weed Control I tempi della concimazione Molti concimano il prato solo due volte all anno forzandolo a periodi di crescita veloce alternati a periodi di denutrizione. Questa dieta yo-yo indebolisce il tappeto erboso rendendolo sensibile alle malattie e poco resistente al calpestio. La crescita dell erba, pur variando nel corso delle stagioni, è costante. Questo significa che la disponibilità dei nutrienti deve essere costante e proporzionale al periodo. Gennaio Novembre Settembre Luglio Maggio Marzo In questo momento è importante fertilizzare con un prodotto che promuova sia la crescita della parte aerea che quella dell apparato radicale. E il periodo di maggior crescita e quindi di richiesta di elementi nutritivi. Ripetere la fertilizzazione portando i dosaggi al livello più elevato. I caldi estivi rallentano la crescita e stressano la pianta. La concimazione bilanciata Azoto e Potassio aumenta la tolleranza alle alte temperature e garantisce uniformità di crescita. Le temperature miti e l umidità favoriscono la ripresa della crescita. Concimare con Evergreen Mantenimento a dosaggi intermedi. Prepara il prato ad affrontare i rigori invernali e ad accumulare riserve per la partenza primaverile. Sin da ora va eliminato il muschio presente. L intervento può essere ripetuto nel corso dell anno a seconda della necessità. Mantenimento Plus Mantenimento Antistress Mantenimento Mantenimento Plus Antistress Antimuschio 26 27

15 Piante Ornamentali Piante Fiorite e Gerani Richiedono terreno ben drenato e fertile e collocazione in pieno sole o mezza ombra. La fioritura è praticamente ininterrotta da primavera all autunno. Per questo motivo è necessario concimare in modo bilanciato per tutto il periodo vegetativo. L apporto degli elementi nutritivi deve essere costante e mai superiore alle reali necessità per non incorrere in fenomeni di eccesso di rigoglio che andrebbe a scapito della qualità della fioritura. Eventuali supplementi nutritivi possono essere forniti al bisogno mediante l utilizzo dei fertilizzanti liquidi o idrosolubili assieme all acqua di irrigazione. Osmocote Piante Fiorite Osmocote Tablet Piante Fiorite Piante Ornamentali Agrumi Negli agrumi l assorbimento degli elementi nutritivi è pressochè ininterrotto. Essendo dei sempreverdi la esigenza di assorbire elementi nutritivi, pur modulandosi nel corso delle stagioni, è costante. I periodi di maggiore consumo vanno dall inizio primavera sino all inverno. Premettendo la necessità di un apporto di concime organico, tipo stallatico, ad inizio inverno, la concimazione con Osmocote Agrumi dovrà essere eseguita a fine febbraio per poi completare il programma, con cadenze quindicinali, nelle epoche maggiormente critiche quali la fioritura, allegagione e crescita dei frutticini con la fertirrigazione e l eventuale apporto di ferro con Chaufer. Osmocote Agrumi Rose Preferiscono l esposizione soleggiata e non hanno particolari esigenza di terreno purchè fertile e ben drenato. Richiedono una nutrizione completa anche di microelementi quali magnesio e ferro. La concimazione si esegue a inizio primavera con Osmocote che garantisce la disponibilità degli elementi nutritivi necessari per tutto l arco vegetativo. Si anticipano i 2/3 del quantitativo totale a inizio primavera e l ultimo terzo ad inizio del secondo ciclo di fioritura. A completamento andranno eseguiti nel corso della stagione applicazioni regolari di fertilizzanti liquidi o idrosolubili assieme all acqua di irrigazione. Osmocote Rose Alberi e Arbusti Ornamentali Tra le piante a più alte esigenze nutritive si annoverano sicuramente tutte le specie di alberi e cespugli sia spoglianti che sempreverdi. Specialmente nel primo anno di impianto e nei tre-quattro subito seguenti, la necessità di radicare velocemente e raggiungere la fase adulta richiede alla pianta una attività vegetativa molto elevata. A seguito di queste considerazioni l apporto di un fertilizzante specifico quale Osmocote Alberi Arbusti è basilare. Una volta raggiunta la maturità, gli apporti andranno calibrati in calare e soprattutto fatti coincidere con fasi di stress o di abbondante fioritura e/o fruttificazione. Osmocote Alberi e Arbusti Acidofile Piante Verdi Richiedono terreni acidi, acqua di irrigazione a basso tenore di calcare e disponibilità di elementi nutritivi. Le carenze e gli eccessi di questi ultimi possono provocare gravi fisiopatie e crescite stentate. Per questo motivo l utilizzo di fertilizzante a lenta cessione è d obbligo. La concimazione è prevista in pre-trapianto/inizio vegetazione, distribuendo l'80% del fabbisogno totale e poi in copertura. A seconda della specie, e quindi dell epoca di fioritura, andremo a distribuire nel corso della medesima l altro 20%. Fertirrigazioni e correzioni con microelementi sono da effettuarsi ogni giorni. 28 Osmocote Ortensie Spesso di origine tropicale si possono considerare dei sempreverdi che necessitano di irrigazioni e nutrimento per tutto l anno, con cali nel periodo invernale. Se allevate in vaso, sono molto sensibili alle concentrazioni saline e quindi facilmente vulnerabili dagli eccessi di concime. L'utilizzo di Osmocote, con le sue caratteristiche di lenta cessione, protegge le piante da questo rischio. Per concimare basterà interrare Osmocote nel vaso ogni sei mesi. Rimane importante apportare settimanalmente concime liquido nei periodi di fioritura e forte vegetazione. 29 Osmocote Universale Osmocote Tablet Piante Verdi

16 Ortaggi e Frutteto La concimazione minerale delle piante deve essere a completamento di una buona fertilità del terreno. Risulta quindi indispensabile nella fase delle lavorazioni profonde estivo-autunnali (vangature) apportare sostanza organica in quantità generose. La Fertirrigazione Nelle fasi cruciali della crescita, cioè dalla allegagione sino a 2-3 settimane dalla raccolta al programma di concimazione di fondo va aggiunta una fertirrigazione settimanale per aiutare la pianta a superare gli stress vegetativi e migliorare la produzione e la qualità dei frutti. Sciogliere il prodotto nell acqua di irrigazione (15gr in 10L). Ortaggi a Frutto Melone, Cocomero, Melanzana: 50% in pre-trapianto e 50% ad inizio ingrossamento frutti Zucchino: 100% post-trapianto all inizio prime fasi di sviluppo Aglio: 40% alla semina e 60% inizio ingrossamento bulbo Cavolofiore: 40% in pre-trapianto, 20% dopo 20 giorni, 40% inizio formazione fiore. Cipolla: 40% in pre-trapianto, 30% alla terza foglia e 30% ad ingrossamento bulbi Carota: 40% in pre-semina, 30% alla quinta foglia e 30% dopo 30 giorni Pisello: 100% in pre-semina Peperone: 50% in pre-trapianto, 50% a inizio allegagione Pomodoro: 70% in pre-trapianto, 30% inizio fioritura Patata: 50% pre-trapianto, 50% alla prima rincalzatura KB Garden Top Hydro KB Garden Top Ortaggi e Frutteto Ortaggi a Foglia Radicchio: 50% in pre-trapianto, 25% alla quarta foglia e 25% dopo 1 mese. Lattuga: 30% in pre-trapianto e 70% dopo 20 giorni Spinacio: 50% in pre-semina, 50% dopo 25 giorni Prezzemolo: 30% in pre-semina, 70% dopo 30giorni Sedano: 40% alla preparazione del terreno, 30% dopo 30 giorni e 30% dopo 40 giorni Finocchio: 40% alla preparazione del terreno, 60% un mese dopo il trapianto. Frutteto Una volta costituita con la concimazione di fondo, al momento della messa a dimora della pianta, una buona dotazione nel terreno, i fabbisogni di mantenimento andranno soddisfatti ogni anno. A tale riguardo le diverse specie hanno differenti esigenze e in via generale si può dire: Pesco, Albicocco, Susino, Ciliegio: la dose totale si suddivide in due momenti: a) prima della ripresa vegetativa distribuendo 65% del fabbisogno annuale; b) 35% dopo l allegagione dei frutticini. Melo, Pero: 75% prima della ripresa vegetativa, 25% all inizio del riposo vegetativo. Vite: tutto il quantitativo ad inizio stagione vegetativa. Agrumi: una unica applicazione tra metà febbraio e metà marzo. Comunque non oltre l ingrossamento dei bottoni fiorali. KB Garden Top KB Garden Top * foto gentilmente concesse dall Istituto di Entomologia Agraria dell Università di Milano. - ** foto gentilmente concesse da Aldo Pollini. Si ringrazia per la collaborazione.

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4 Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura melo, pero, kiwi schede colturali - volume 4 I prodotti che AGM fabbrica con destinazione speciale per frutteti, sono stati testati

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO IASMA Notizie OLIVICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige 24 giugno 2011 n. 2 IASMA Notizie n. 28 - Anno

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.vitaincampagna.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi da

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

IL MONDO DELLE PIANTE

IL MONDO DELLE PIANTE PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute IL MONDO DELLE PIANTE 2010 Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna 1 INDICE Classificazione delle piante pag. 3 Le parti della pianta

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

Innesti e Tecniche di Riproduzione

Innesti e Tecniche di Riproduzione Data inizio: 7-11-2011 Alberi da frutto Innesti e Tecniche di Riproduzione Sommario Perché innestiamo? 1 Innesto a Spacco 2 Innesto a Corona 3 Innesto a Triangolo 4 Innesti a Occhio 5 Innesto a Spacco

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Questo contenuto ti è offerto da: www.sipcamitalia.it Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni.

Dettagli

Controllo Integrato delle infestanti dell'actinidia. INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Indipendentemente dal

Controllo Integrato delle infestanti dell'actinidia. INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Indipendentemente dal INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Graminacee e Interventi chimici: Glifosate 30.40 9 l/ha Consigliabili le applicazioni nel periodo autunnale. L'uso di diserbanti può

Dettagli

Miscele da Sovescio Agri.Bio

Miscele da Sovescio Agri.Bio Miscele da Sovescio Agri.Bio Il sovescio è una pratica agronomica consistente nell'interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno. I risultati che si possono

Dettagli

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO ifesa delle oreste Dryocosmus kuriphilus Yat su matsu Hymenoptera Cynipidae Cos è il Cinipide galligeno del castagno? L imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu

Dettagli

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa?

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa? 1. Quando si devono potare le rose? a) I Rosai rampicanti e arbustivi: non si potano in quanto fioriscono sui rami (sarmenti) dell anno precedente; se potiamo, la produzione di fiori viene ridotta a circa

Dettagli

Danni insoliti da tripidi sul frutto melo

Danni insoliti da tripidi sul frutto melo Danni insoliti da tripidi sul frutto melo L osservazione e lo studio di sintomi su piante o frutti fa parte delle attività della Sezione Difesa delle Piante presso il Centro per la Sperimentazione Agraria

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO

APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO SEMINARIO TECNICO ALBICOCCHE DI QUALITA :tecniche agronomiche, innovazione varietale e strategie di mercato APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO Sala Consiliare Comune di Scanzano

Dettagli

La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un

La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un COME FUNZIONA UN ALBERO di Mario Carminati e Massimo Ranghetti La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un albero è che si tratta di un essere vivente, proprio come noi. È un fatto scontato, certo,

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa **

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** MELONE Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** * Tecnico CReSO ; Tecnici SATA / Cadir Lab. Elenco delle cultivar poste a confronto Varietà Ditta Tip. Agustino Rijk

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Principali malattie parassitarie del cane; Le malattie parassitarie che maggiormente interessano e colpiscono il cane sono molte ed alcune di queste possono colpire e provocare conseguenze anche per l

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Floating system per la produzione di mazzetti e il tappettino subirrigante per le piantine. Due innovazioni adottate dall azienda Ricci

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI Anno 2006/2007 A cura dell ufficio Agronomico Italpollina Spa OBIETTIVO

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI

API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI (vers. 1 del 03/05/2005) API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI Dio fece le api, il diavolo le vespe (Proverbio nordico) 1. GENERALITÀ Occorre premettere che è da ritenere del tutto naturale l occasionale

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

MALATTIE E TECNICHE DI CONTENIMENTO

MALATTIE E TECNICHE DI CONTENIMENTO Le prospettive del vivaismo viticolo europeo MALATTIE E TECNICHE DI CONTENIMENTO Elisa Angelini CRA VIT Centro di Ricerca per la Viticoltura Conegliano (TV) 1. Giallumi (Flavescenza dorata e Legno nero):

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

Presentazione ed utilizzo di VitiMeteo-Plasmopara

Presentazione ed utilizzo di VitiMeteo-Plasmopara Presentazione ed utilizzo di VitiMeteo-Plasmopara VitiMeteo-Plasmopara consente di affinare la lotta contro la peronospora, senza tralasciare gli episodi d infezioni importanti e permette di evitare dei

Dettagli

Assistenti Tecnici N14. x x x x. x x x. Trenti Bosi Lavori. Versa ri, 1 S E T T I M A N A 2 S E T T I M A N A

Assistenti Tecnici N14. x x x x. x x x. Trenti Bosi Lavori. Versa ri, 1 S E T T I M A N A 2 S E T T I M A N A PO PRVVO DLL COLVZO DLL V PRCH DLL O COLCO 2013/2014 Per la scelta delle varietà, quantità e modalità si rimanda alla programmazione settimanale. Va tenuto conto che le colture possono subire variazioni

Dettagli

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Obiettivi: - evitare o ridurre il fenomeno della sciamatura - conservare le api nell alveare o nell apiario (sciamatura temporanea) I metodi sono diversi

Dettagli

A COSA SERVONO LE FOGLIE?

A COSA SERVONO LE FOGLIE? A COSA SERVONO LE FOGLIE? Le foglie fabbricano il cibo della pianta, trasformando aria e acqua in glucosio (zucchero). Una foglia è formata da: Di solito la foglia è formata LAMINA da una parte appiattita

Dettagli

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns ORTICOLE IN SERRA Preparazione del terreno Trapianto Post-Trapianto Inizio accrescimento vegetativo Accrescimento vegetativo Fioritura Allegagione Ingrossamento bacche frutti Invaiatura Maturazione Obiettivo/Problema

Dettagli

GLERA E PINOT GRIGIO: NUOVE PREOCCUPAZIONI SANITARIE?

GLERA E PINOT GRIGIO: NUOVE PREOCCUPAZIONI SANITARIE? GLERA E PINOT GRIGIO: NUOVE PREOCCUPAZIONI SANITARIE? Elisa Angelini elisa.angelini@entecra.it C.R.A. Centro di Ricerca per la Viticoltura Conegliano (TV) Foto P. Marcuzzo Foto G. Rama UN PO DI

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo CENTRO PO DI TRAMONTANA RISULTATI SPERIMENTALI 2014 nei settori orticolo e floricolo 23 SPERIMENTAZIONE E ORIENTAMENTI Per la ventitreesima stagione consecutiva Veneto Agricoltura presenta i risultati

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

INSETTICIDI ACARICIDI NEMATOCIDI

INSETTICIDI ACARICIDI NEMATOCIDI 47 INSETTICIDI ACARICIDI NEMATOCIDI APPLAUD PLUS ARAGOL L 40 BIOLID UP EPIK ERCOLE ETOPROSIP G KANEMITE MATACAR FL MINUET OIKOS RUNNER M SEQURA WG SIPCAMOL E SPARVIERO TREBON UP ZORO 1,9 EW 48 49 Applaud

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli

LE PRINCIPALI ALTERAZIONI DEL POMODORO IN SERRA

LE PRINCIPALI ALTERAZIONI DEL POMODORO IN SERRA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE LE PRINCIPALI ALTERAZIONI DEL POMODORO IN SERRA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE Dipartimento Interventi Infrastrutturali Servizio

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

Funghi e micotossine

Funghi e micotossine Funghi e micotossine Roberto Causin, Dipartimento TeSAF, Sezione Patologia Vegetale, Università degli Studi di Padova 1.1 Aspetti generali Si conoscono decine di generi e specie fungine (muffe) in grado

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia.

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia. (S20/21). Non gettare i residui nelle fognature (S29). Non disfarsi è un erbicida selettivo per il diserbo in postemergenza viene assorbito dalle foglie delle piante trattate e, con sintomi visibili (ingiallimento,

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

Affidabilità senza condizioni

Affidabilità senza condizioni NOVITÀ Affidabilità senza condizioni Pergado: fungicida antiperonosporico per la vite Mandipropamid, una molecola dalle caratteristiche innovative Mandipropamid, molecola originale della ricerca Syngenta,

Dettagli

La forza della Natura

La forza della Natura INSETTICIDA DI DERIVAZIONE NATURALE La forza della Natura Insetticida di derivazione naturale a base di Spinosad efficace contro i più comuni parassiti dannosi Oltre 00 colture registrate Autorizzato in

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

IASMA Notizie DIFESA DA TICCHIOLATURA, OIDIO E AFIDI IN PRE E POST FIORITURA TICCHIOLATURA FRUTTICOLTURA

IASMA Notizie DIFESA DA TICCHIOLATURA, OIDIO E AFIDI IN PRE E POST FIORITURA TICCHIOLATURA FRUTTICOLTURA IASMA Notizie FRUTTICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige n. 4 IASMA Notizie - n. 14 - Anno VIII - Taxe

Dettagli

frutto rosso Asia minore, frutto nero America del nord, mora giapponese Cina

frutto rosso Asia minore, frutto nero America del nord, mora giapponese Cina PICCOLI FRUTTI Piccoli frutti è di derivazione inglese small fruits, che sta a indicare non tanto la minore importanza di queste coltivazioni, quanto semplicemente la piccola pezzatura dei frutti stessi.

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Convegno. Impianto, gestione e diserbo del verde urbano e delle aree extra-agricole. Aula Magna Facoltà Agraria di Bari Bari, Giovedì 17 Febbraio 2011

Convegno. Impianto, gestione e diserbo del verde urbano e delle aree extra-agricole. Aula Magna Facoltà Agraria di Bari Bari, Giovedì 17 Febbraio 2011 Convegno Impianto, gestione e diserbo del verde urbano e delle aree extra-agricole Aula Magna Facoltà Agraria di Bari Bari, Giovedì 17 Febbraio 2011 AGRICENTER S.r.l. Import Export Via Facchinelle, 1 37014

Dettagli

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO Studio di tecniche innovative per la razionalizzazione dell uso di fertilizzanti abbinato alla razionalizzazione della risorsa idrica PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Note relative al controllo delle blatte

Note relative al controllo delle blatte Estratto dal sito www.disinfestanti.it Note relative al controllo delle blatte La lotta alle blatte è estremamente diffusa perchè questi insetti possono fungere da veicolo per svariati microrganismi patogeni

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

Protocollo Ortaggi. n.3 Anno II 28.04.2003. IASMA Notizie

Protocollo Ortaggi. n.3 Anno II 28.04.2003. IASMA Notizie ortoflorofrutticoltura 1 IASMA Notizie IASMA Notizie n.3 Anno II 28.04.2003 Notiziario del Centro per l assistenza tecnica dell Istituto Agrario di S. Michele all Adige IASMA Notizie N. 18 - Spedizione

Dettagli

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio 1 Ambito della ricerca Nella primavera 2009 l Unità di Ricerca

Dettagli

Facciamoci due conti

Facciamoci due conti Facciamoci due conti Ma alla fine quanto si guadagna a coltivare canapa? la domanda sorge spontanea ed è più che legittima, specie considerando il panorama deprimente dell agricoltura in Italia ai giorni

Dettagli

Struttura della foglia

Struttura della foglia Struttura della foglia La struttura delle foglie varia per grandezza e forma apice nervatura lamina fogliare base stipole picciolo Forma della lamina fogliare a squama ad ago lineare ellittica ovale lanceolata

Dettagli

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987)

Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Densità di impianto: distanza tra le piante sul filare e tra i filari (da Fregoni 1984 e Calò 1987) Prima regola: oltre un certo carico produttivo per ceppo la qualità diminuisce ( ) Fittezza in relazione

Dettagli

Città di Novate Milanese

Città di Novate Milanese Città di Novate Milanese - Provincia di Milano - Cod. Fisc. P. Iva n. 02032910156 Sede municipale di V. Veneto, 18 c.a.p. 20026 Novate Milanese (MI) tel. 02/354731 fax. 02/33240000 lavpubblici@comune.novate-milanese.mi.it

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi. Cod. Descrizione Rev.

Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi. Cod. Descrizione Rev. Note al documento: Lo Studio qui descritto è stato condotto dai seguenti professionisti: Dott. For. Alessandra Francesconi Geom. Sara Moretti Progettazione; Elaborazioni grafiche. I INDICE INDICE... I

Dettagli

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Endivie 2013-2014 Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Tutto il meglio dell endivia Negli ultimi anni Rijk Zwaan ha realizzato un importante programma di ricerca dedicato all endivia. Si

Dettagli

CONVEGNO FAI L UNIVERSO APE IN PERICOLO. Resoconto preliminare

CONVEGNO FAI L UNIVERSO APE IN PERICOLO. Resoconto preliminare CONVEGNO FAI L UNIVERSO APE IN PERICOLO ---------------------------- Resoconto preliminare L importanza di una rete di monitoraggio Al fine di avere idee precise sulla natura e sull entità degli spopolamenti

Dettagli

Integrata e Biologica

Integrata e Biologica DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA, ECONOMIA ITTICA, ATTIVITÀ FAUNISTICO-VENATORIE PROVINCIA DI RIMINI Bollettino di Produzione Integrata e Biologica N 24 del 02/08/2012 PREVISIONI DEL TEMPO è previsto tempo

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

INQUADRIAMO QUESTO PROBLEMA

INQUADRIAMO QUESTO PROBLEMA INQUADRIAMO QUESTO PROBLEMA Il Benessere animale e l igiene ambientale zootecnica costituiscono fattori chiave nella gestione di successo di ogni tipologia di allevamento. Le mosche negli allevamenti causano

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Laore. Riconoscimento e lotta alle principali avversità del pomodoro da mensa in coltura protetta. guida illustrata

Laore. Riconoscimento e lotta alle principali avversità del pomodoro da mensa in coltura protetta. guida illustrata Laore Agenzia regionale per lo sviluppo in agricoltura Riconoscimento e lotta alle principali avversità del pomodoro da mensa in coltura protetta guida illustrata Riconoscimento e lotta alle principali

Dettagli

Leopoldo Tommasi. IL FRUTTETO FAMILIARE a conduzione biologica

Leopoldo Tommasi. IL FRUTTETO FAMILIARE a conduzione biologica Leopoldo Tommasi IL FRUTTETO FAMILIARE a conduzione biologica Indice pag Principi base per l impostazione 2 Il terreno 2 La preparazione del terreno per l impianto 2 Concimazione e concimi 3 Il sovescio

Dettagli

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ ROBOT RASAERBA GARDENA R40Li OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ In completo relax! LASCIATE CHE LAVORI AL VOSTRO POSTO Il 98 % di chi ha comprato il Robot Rasaerba GARDENA lo raccomanderebbe.* Non dovrete più

Dettagli

LA PROCESSIONARIA E ALTRI BRUCHI DEFOGLIATORI

LA PROCESSIONARIA E ALTRI BRUCHI DEFOGLIATORI DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO LA PROCESSIONARIA E ALTRI BRUCHI DEFOGLIATORI Proposte di prevenzione e di intervento LA PROCESSIONARIA La processionaria è un insetto appartenente all'ordine dei Lepidotteri.

Dettagli

AGGIORNAMENTI Maggio 2012

AGGIORNAMENTI Maggio 2012 COLTURA AVVERSITA S.A. NOTA Cicoria Sclerotinia Bacillus subtilis Max 4 tratt./ciclo Cicorino CP Sclerotinia Bacillus subtilis Max 4 tratt./ciclo Erbe fresche CP Piridate Vietato in coltura protetta Foglie

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli