ADAC Notizie. Notiziario dell Associazione degli Albergatori Cesenatico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ADAC Notizie. Notiziario dell Associazione degli Albergatori Cesenatico www.albergatoricesenatico.it"

Transcript

1 ADAC Notizie Notiziario dell Associazione degli Albergatori Cesenatico n Reg. presso il Tribunale di Forlì n 7/97 - Iscritta al ROC n Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/203 (conv. in L. 27/02/2004 n 46) art. 1, comma 1 - CN/FC ; Assemblea Elettiva ADAC/ Federalberghi Cesenatico: Giancarlo Barocci riconfermato Presidente col 78,5% dei consensi Bernabò Bocca, Presidente Nazionale Federalberghi, mentre si congratula col Presidente Giancarlo Barocci per la sua elezione. Cari soci questa vostra scelta renderà sicuramente l ADAC/Federalberghi Cesenatico ancora più forte anche in ambito nazionale. Complimenti ed in bocca al lupo a tutto il nuovo direttivo. Buon Lavoro! Bernabò Bocca La relazione del Presidente: in questo momento di incertezze economiche, politiche e sociali L ADAC, in seno al suo nuovo consiglio eletto il 25 /03/2015, vorrebbe portare avanti alcuni impegni necessari per un futuro pieno di progetti e nuove prospettive di sviluppo. 1. aumentare il numero dei soci anche di poco. 2. aumentare il numero dei partner. 3. predisporre un progetto all anno anche piccolo e un progetto grande nell arco dei tre anni di mandato. 4. aumentare i club di prodotto. 5. Rilanciare e tenere vivo il gruppo giovani albergatori perché questo è il futuro: Giovani non è un ritornello ma è una necessità. Anche se spesso la parola giovani non vuol dire solo avere pochi anni ma essere giovane di mentalità e aperti alle innovazioni. 6. Aumentare la presenza ed il peso politico sindacale nella città e nelle istituzioni; perché il turismo a Cesenatico sia sentito come un valore per tutti non solo per i gestori di hotel: una città accogliente per chi viene da fuori ma anche per i propri cittadini, più solidarietà, più cultura, più pulizia, più arredo urbano, più animazioni. Incidere nelle strategie politiche della città. Pubblicità (tv) e nella stesura del nuovo rue ecc. 7. Migliorare sempre più il nostro veicolo di comunicazione ADAC Notizie con il quale si raggiungono postazioni importanti (come la Prefettura, il Comune, la Regione ecc ) 8. Rendere l associazione dinamica, coinvolgere i soci, svolgere progetti significativi e trasformare le nuove idee in realtà. Provare a realizzare sempre qualcosa di nuovo perché se non funziona, puoi sempre cambiarlo, ma se non provi mai, non puoi sapere se funziona e tantomeno potrai cambiarlo. 9. Ogni nuovo consiglio deve essere in grado di dare all associazione una nuova immagine e rendere l associazione eccezionale. 10. Aumentare i soci non è sufficiente, bisogna dare loro uno scopo, ecco allora i club di prodotto, le nuove aggregazioni fra alberghi (anche pochi) per fare promozione insieme, per regalare ai clienti cose nuove, uscite, gite, escursioni insieme per dirlo con una parola più volte usata: fare sistema. 11. Ognuno di noi dovrebbe focalizzare l attenzione sui punti di forza dell ADAC, del consiglio, del presidente e per renderla ancora più forte apportare critiche ma solo se sono veramente costruttive e prive di ogni interesse personale. 12. Fare funzionare bene le commissioni costituite all interno dell ADAC. 13. Partecipare numerosi alle varie assemblee, se tutti i soci partecipando esprimessero le loro idee su obbiettivi e attività l ADAC le potrebbe sfruttare per rispondere ai bisogni del posto. Il contesto dell assemblea, che accomuna diversi punti di vista, è la sede ideale per trasformare l entusiasmo in azione. 14. Occorre che qualcuno, non è necessario che sia consigliere, dedichi un po del suo tempo al nostro sito web, agli account di social media ecc non possiamo dare in mano queste cose a degli estranei a pagamento. 15. Farsi coinvolgere in un processo di avvicendamento per essere preparati e pronti a garantire la continuità dopo qualche anno di militanza come consigliere. 16. Anche chi non sarà eletto consigliere o chi non si è neppure presentato, può essere di grande aiuto partecipando alle varie commissioni e lasciarsi coinvolgere nell attività dell ADAC. Obbiettivi che se raggiunti, saranno tutti misurabili e renderanno la nostra associazione, effettivamente più forte, più efficace nella sua opera di servizio all albergatore e più conosciuta e rispettata dal pubblico. Grazie in anticipo per tutto il vostro impegno, rivolto al nuovo consiglio ma anche ad ogni singolo socio. Ricordate che grazie alla vostra dedizione l ADAC sarà in grado di fare una differenza significativa nella vita della nostra città. Una struttura che non cresce muore! Più forte e più intelligente è chi sa gestire il cambiamento! Siamo quello che facciamo non quello che diciamo: i risultati si vedono con i fatti e non con le chiacchiere!

2 2 Rubrìca dedicata alle personalità del territorio: intervista a Fabio Nobile Bimestrale a cura di ADAC A.D.A.C. notizie N Direttore responsabile: Massimo Feruzzi Direttore di redazione: Simona Bonoli FABIO NOBILE il batterista cesenaticense, figlio d arte, che con la sua propensione e attitudine funk è considerato uno fra i batteristi moderni più apprezzati. Tra le altre si possono evidenziare le collaborazioni con alcuni personaggi che rappresentano la musica in Italia come: Renato Zero, Frank McComb, Kid Creole and the Coconuts, Claudio Baglioni, Franco Califano, Mario Biondi, Karima. Coordinamento editoriale: Alessandro Cavallotti Bruno Gobbi Silvia Pasolini Giovanni Comandini Filippo Torres Bruno Rossi Coordinamento Pubblicità: ADAC Impaginazione: Studio Grafico YYKK Via dei pascoli, 4/A Villamarina di Cesenatico 1. Lei ha collaborato con diversi personaggi del mondo della musica e dello spettacolo: quale ricorda in maniera particolare? Ha un aneddoto da raccontarci? Proprio quest anno compio 20 anni nell ambito professionale della musica. Avevo 18 anni quando ho iniziato a girare in lungo e in largo. Nel tempo ho collezionato tantissime esperienze e ricordi, avrei tantissimi aneddoti e storie, però quella che oggi mi risuona più forte di tutte è la gavetta fatta con I SERVIZI PER GLI ASSOCIATI A.D.A.C Agenzia Viaggi Banca dati dedicata agli stagisti/personale Consorzio promocommerciale Consulenza legale Corsi di aggiornamento per albergatori Contabilità generale Pratiche Amministrative Pratiche Pensionistiche Prenotazioni voli Promozione presso fiere e workshop Servizio stage Tenuta libri paga Tutela sindacale Ufficio acquisti Uffici polivalenti Redazione: Via G. Mazzini, 93 Tel Fax Ufficio marketing: Tel mio padre Alvi. E sul quel metodo di lavoro che ho costruito la mia carriera professionale. Per un musicista, all epoca era molto importante conoscere di tutto un po diversamente era molto difficile trovare ingaggi di lavoro, soprattutto nell ambito pop. Oggi, che la mia attenzione musicale si è spostata in maniera considerevole al Jazz, pieno ovviamente delle sue sfaccettature e contaminazioni, ritrovo utili come un tesoro le vecchie esperienze trasformandole in musica. Questo mi è servito più di qualsiasi scuola e mi ritengo molto fortunato. 2. Ci può descrivere la sua giornata tipo? Qual è il suo genere di musica preferito? Sono felicemente sposato e padre di 2 bambini meravigliosi, la mia giornata tipo è quella di un babbone : sveglia, colazione, asilo e via via. Quando devo andare a suonare mi organizzo e vado! Quando si è in tournee capita di stare fuori ma tendenzialmente quando posso torno sempre a casa. Mi capita spesso tornando a yykk WEB, PRINT & ADVERTISING Stampa a cura di: GE.GRAF - Tipolitografia Viale 2 Agosto, 583 (Z.I. Capocolle) Bertinoro (FC)

3 Cesenatico, dopo essere stato via per qualche giorno, di passare dal mare e abbassando il finestrino della macchina sussurrare un: sono tornato... Ho un rapporto viscerale con Cesenatico, lo dico spesso ai miei amici che vanno in vacanza in capo al mondo, che l Italia, avendo avuto la fortuna di visitarla ormai tutta, è il paese che offre più colori, sapori ed esperienze. Cesenatico è una piccola Italia. Riguardo alla musica che più preferisco non ho un genere in particolare, sono strettamente legato alle cose autentiche. Amo tutta la musica che ascoltandola trasmette i sentimenti di chi l ha suonata. Le cose fatte bene e basta in generale non mi hanno mai entusiasmato. 3.Quale personaggio del mondo musicale vorrebbe portare a Cesenatico e perchè? Il 2015 mi ha regalato, dopo tanto tempo, una collaborazione con il comune di Cesenatico. Ho avuto un idea che si chiama JAZZenatico, il sindaco mi ha dato l opportunità di svilupparla ed ecco che piano piano, con l aiuto di Alessandro Fariselli e Alessandro Mazza, sto riuscendo a portare nel nostro paese grandi personaggi di spessore sia culturale che mediatico, arricchendo così il nostro patrimonio fatto già di una storia lunga e davvero importante, scritta da artisti riconosciuti in tutto il mondo. Tra i miei desideri più profondi c è quello di valorizzare tutto il secolo trascorso, portando in evidenza gli artisti Cesenaticensi, musicisti, pittori, cuochi, cantastorie e chiunque abbia arricchito noi e la nostra storia di quel sapore artistico che si gusta passeggiando per il porto canale. 4.Quali progetti musicali ha per il futuro di Cesenatico? Il mio lavoro, oltre ad essere un turnista, cioè suonare per più artisti contemporaneamente, prevede anche un progetto a mio nome che ho fomentato e poi realizzato per il mercato giapponese già 10 anni fa. Ora dopo aver allargato a quasi tutti i paesi del mondo la distribuzione delle mie produzioni personali, penso sia giunto il momento di un rinnovamento e quindi di una rinfrescata dal punto di vista discografico, penso che uscirò con un nuovo lavoro per l inverno prossimo. Il genere. Sarà soul jazz e realizzato in collaborazioni con diversi ospiti più o meno conosciuti ma di sicuro molto bravi! Vi terrò aggiornati! Geberit AquaClean L igiene intima riparte dall acqua. B enessere per i vostri ospiti. Con Geberit AquaClean, la sensazione di benessere inizia dal bagno. Il WC con funzione bidet integrata provvede all igiene intima con un getto d acqua calda, soddisfacendo le crescenti esigenze dei vostri ospiti in termini di comfort e igiene. Per una sensazione di freschezza e pulizia che dura tutto il giorno. o numero verde

4 4 Il nuovo Consiglio ADAC-Federalberghi Presidente - GIANCARLO BAROCCI Nato il 30/06/1951 a Cesena (FC). Titolare degli Hotel Leonardo e Marconi e gestore dal 2010 dell Hotel Byron. Durata della carica E entrato a far parte dell Associazione degli Albergatori Cesenatico nel 1981 con la qualifica di Consigliere. Divenuto poi Vice Presidente sotto la guida di Dante Delvecchio e successivamente con Brighi Mauro. Ora nell organigramma dell ADAC è anche il responsabile della Commissione delle attività istituzionali e sindacali, cura i rapporti col Comune, con la Provincia, con la Regione, con Federalberghi Regionale e Nazionale e con Confcommercio. E stato il primo Presidente del Consorzio Cesenatico Holidays nel 1999 ed oggi è consigliere dello stesso consorzio di promozione turistica. Nel 2009 è stato eletto nella giunta di Presidenza della Federalberghi Emilia- Romagna. Nel 2010 è stato nominato primo coordinatore della consulta del turismo per il Comune di Cesenatico. Nel 2011 è stato nominato Consigliere Nazionale Federalberghi. Vicepresidente - IVANO BIONDI Nato il 24/06/1954 a Montiano (FC). Titolare degli Hotel Wivien, Canada e Malaga e contemporaneamente svolge l attività di Architetto. E entrato a far parte dell Associazione degli Albergatori Cesenatico nel 1980 ricoprendo la carica di Tesoriere divenuto poi Vice-Presidente. Coordinatore V Commissione ADAC: Logistica e Trasporti. Vicepresidente - ALESSANDRO MANGANONI Impegnato nella gestione dell hotel Kristalex nel quartiere ponente di Cesenatico. Crede nella forza dell unione ed è convinto che il confronto tra diverse idee e punti di vista sia la condizione necessaria per crescere. Profondamente convinto del potenziale della cittadina di Cesenatico, è già coinvolto nelle dinamiche del sociale di Cesenatico come presidente fondatore di Cesenatico Ponente Eventi. Ha in cuore la categoria degli albergatori e ha molto rispetto del lavoro dell associazione degli albergatori di Cesenatico: penso che sia un gruppo forte e ancor di più penso che sia un gruppo del fare; sarà una scuola ideale per me per imparare dai grandi pilastri e per suggerire un domani agli altri giovani che come me porteranno avanti il duro lavoro dei nostri genitori; spero di riuscire a portare il mio modesto supporto a favore di tutto il gruppo con energia nuova e fresca Tesoriere - STEFANIA FARABEGOLI Nata il 25/12/1966 a Cesena (FC). Titolare dell Hotel Beau Soleil. Diplomata all Istituto Tecnico Turistico di Cesena. Rappresenta la seconda generazione di albergatori in quanto la famiglia gestisce Hotel dal Dal 2012 subentra alla gestione dell Hotel Beau Soleil insieme al marito Franco Pirini e al cugino Andrea Delvecchio. Dal 2013 la società gestisce anche il bagno Top Story a Zadina di Cesenatico. Consigliere - PAOLO SCHENETTI Nel 1970, dopo aver prestato servizio militare, sono venuto a Cesenatico ad aiutare un conoscente che si trovava in difficoltà nella gestione della Pensione Astor di Viale Roma. Dal 1971 l ho poi gestita insieme alla mia famiglia, fino al Lo stesso anno, in concomitanza con l Astor, ho gestito il Villa Maria dove sono rimasto fino al Dal 1991 ad oggi gestisco l Hotel Milano di Viale Carducci insieme a mia moglie ed ai miei figli. Consigliere - MASSIMILIANO BERLATI sono nato a Cesena il 15 settembre 1967 e vivo a Villamarina, mi sono diplomato alla scuola Alberghiera di Rimini. Nel 1983 insieme ai genitori iniziammo a gestire l albergo, costruito dalla nonna, fino al 1999, anno in cui decisi di gestire in maniera autonoma l attività di famiglia...verso il futuro. Consigliere - VILLIAM BRIGHI Nato il 27/07/1954 a Savignano Sul Rubicone (FC). Titolare dell Hotel Elisabetta e del Residence Elisabetta. E stato eletto Assessore al Turismo dal 1993 al E entrato a far parte dell Associazione degli Albergatori Cesenatico nel 1973 ricoprendo la carica di Consigliere e dal 1988 come Vice-Presidente. Ora è anche Presidente del Club di Prodotto Bike & Beach. Dal 2004 al 2007 è stato eletto Consigliere dell Unione di Prodotto Costa e poi rieletto nel Responsabile commissione promozione turistica ADAC. Consigliere - CHIARA MALVINI sono nata a Cesena l L Hotel Apollo è stato costruito da mio nonno (Borghetti Giuseppe) nel 1969 e da allora è sempre stato gestito dalla mia famiglia. Dal 2000 la gestione dell hotel è passata a mia madre ( Borghetti Loretta) e a me. Mio nonno e soprattutto mia madre mi hanno trasmesso tutta la passione che ho nello svolgere questo splendido mestiere.nel periodo invernale, quando l hotel è chiuso, mi dedico ad un altra passione, il nuoto che sono riuscita a trasformare anche in lavoro. Consigliere - VINCENZO TORRES Nato a Solofra, il 16/01/52. Dopo aver conseguito il diploma all istituto alberghiero di Salerno, sono entrato a far parte di questo mondo, dapprima come aiuto segretario a Rimini, dopodiché come direttore in un Hotel a Bellaria. Durante il periodo invernale, invece, mi sono sempre spostato all estero, dove ho perfezionato la conoscenza delle lingue straniere. Negli anni 80 ho iniziato la mia esperienza di lavoro in proprio e attualmente dirigo insieme a mio figlio e mia moglie a Zadina l Hotel Renzo. Consigliere - ANDREA FALZARESI Nato a Cesena il Diplomato presso l Istituto Alberghiero di Rimini nell anno Conseguita Laura in Giurisprudenza nell anno 1994 presso la facoltà di Urbino. Ha iniziato l attività di albergatore presso Smeraldo Hotel con sede in Valverde di Cesenatico dal 2000 fino al Svolge attualmente l attività di albergatore-gestore presso le strutture di seguito indicate: Hotel Executive Cesenatico del quale è gestore dal Nell anno 2011 ha poi rilevato la gestione del Costa dei Pini in Pinarella di Cervia, successivamente integrata nel 2012 con l acquisizione della gestione del Norma Beach. Nello stesso anno ha preso in gestione l Hotel Palace Lido a Lido di Savio. Nell anno 2013 vi è stata poi l acquisizione del Rio Hotel Milano Marittima integrato a sua volta nel 2014 dalla gestione dell Hotel Ariston sede in Milano Marittima anch esso. Tutti gli alberghi sopra menzionati appartengono alla catena Club Family Hotel. Per le attività professionali e amministrative svolte ha seguito corsi di lingue estere e di gestionali legati all attività turistico alberghiera.

5 Consigliere - GIOVANNI COMANDINI Nato a Roncofreddo (Sorrivoli per esattezza) e trasferito a Cesena nel 1961 all età di 10 anni. Dopo la scuola alberghiera e varie esperienze lavorative come cameriere in Italia e all estero (Germania e Inghilterra). Con mia sorella, il cognato e la mamma prendemmo, nel 1972, in gestione una trattoria sulle colline bolognesi. Nel 1981, dopo il matrimonio con Luisa nel 1980, ci spostavamo all Hotel Silvie Rose, gestito fino al Intanto nel 1987 prendevamo in gestione l Hotel Metron, in seguito acquistato nel 1993 e attualmente in attività assieme alla moglie Luisa ed al figlio Jacopo. Associato ADAC dal Dal 2012 Consigliere ADAC e coordinatore della III Commissione che tratta il Notiziario ADAC e tutte le azioni di marketing ADAC. Consigliere - GIUSEPPE MULAS Nato a Siracusa il 26/12/1954 residente a Gambettola. Diploma di Geometra. Dal 1978 al Bancario - prima impiegato e poi Quadro Direttivo. Dal 1984 ad ora consulente dell Agenzia Viaggi Mulas di Forlimpopoli. Il 27/12/1991 insignito della Onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana. Dal 1992 Gestore/Direttore della Casa per Ferie Stella Marina a Cesenatico Ponente. Dal 1997 al 2006 Presidente di Associazione di Volontariato. Dal 2005 entrato a far parte dell Associazione degli Albergatori di Cesenatico come associato. Consigliere - SERGIO BRAGHITTONI nato a Cesenatico il 02/01/1949 dopo le scuole medie ha frequentato l istituto alberghiero di Milano Marittima. Nel 1970 poco più che ventenne inizia la mia carriera di albergatore in una pensioncina di poche camere: la Pensione Graziana. Tutti questi anni gli hanno permesso di allargare la sua attività da piccola pensioncina ad un vero e proprio Hotel: King e Graziana. Una vita piena di lavoro e soddisfazioni, in cui ha ampliato la sua attività di ristoratore avviando il Ristorante Il Trinchetto, passando da Presidente del Boschetto Village a Consigliere dell ADAC, tutto con grande entusiasmo ed energia. 5 Consigliere - ITALO SANTARELLI Nato a Cesena il 20/11/1940 e abito a Cesenatico. Diplomato ragioniere. Mentre lavoravo con mio padre fornaio andavo all Università dove frequentavo la facoltà di Economia e Commercio di Bologna. Svolgo il mestiere di albergatore dal 1972 all Hotel Venere acquistato da mio padre nel Mi piace tantissimo fare il cuoco e l albergatore. Consigliere - EMANUELE COVERI 40 anni, nativo di Terra del Sole (FC), svolge attività turistica dal 1995, anno in cui fece la prima stagione di lavoro a Rimini all età di vent anni. Laureato nel 2002 in Economia del Turismo c/o Università di Bologna sede di Rimini, ha pertanto sempre lavorato e studiato nel campo turistico ricoprendo vari ruoli e diverse mansioni all interno di strutture turistico ricettive, partendo dagli ultimi: - Hotel manager c/o Hotel Jole***S Cesenatico, in corso; - Direttore Commerciale catena alberghiera Eden Hotels di proprietà del t.o. Eden Viaggi; - Direttore Commerciale Grand Hotel Terme****S & Spa, Castrocaro Terme; - Vice direttore Hotel Milano Helvetia***S, Riccione. Precedentemente: - Responsabile Area Mediterraneo per vari tour operator in Grecia, Sicilia e Sardegna. Oltre a: - Responsabile Traffico Egitto per Valtur Spa; - Responsabile Enterteinment Marocco per Valtur Spa; - Responsabile Ristorante a mare ed intrattenimento Calabria per Valtur Spa; - Responsabile Animazione Grecia e Tunisia per Turiservice Planet di Promozione Alberghiera Rimini; - Organizzatore Escursioni ed intrattenimento per Abaco Tour, Rep. San Marino. Ha svolto attività di volontariato col Children s International Summer Villages in Costa Rica, Olanda, Svezia, Finlandia, Germania e Italia E inoltre tutor formatore per il turismo c/o Assoform Riccione e consulente turistico per Confcommercio Forlì. Ha un innata propensione al contatto col pubblico che, legata alla già lunga esperienza lavorativa maturata sul campo, gli permette di gestire tempestivamente ogni genere di problematica connessa all hospitality management. Interessi personali: è un appassionato di vino, forte estimatore del sangiovese, al punto che ha deciso di avviare insieme al fratello, nel 2005, una propria azienda di produzione sita proprio a Terra del Sole, sua città natale.

6 6 Il workshop dell ospitalità firmato La redazione Simona Bonoli Si è svolto lo scorso 25 e 26 febbraio 2015 il II Workshop dedicato ai fornitori dell ospitalità organizzato da ADAC/ Federalberghi di Cesenatico presso il GRAND HOTEL di Cesenatico. Una quarantina le imprese partecipanti che hanno esposto, in un desk, i propri prodotti o illustrato i propri servizi, talvolta anche alquanto innovativi, con materiale cartaceo o digitale. Contemporaneamente, in una sala convegni adiacente, sono stati organizzati due seminari di grande interesse per gli albergatori: uno sui finanziamenti e opportunità per le imprese alberghiere e illustrazione di tutte le iniziative predisposte dalle banche locali per far fronte ai danni della mareggiata e l altro dedicato al rischio legionella nelle strutture ricettive. Questo workshop, Nella foto l azienda Sermax che espone materiale utile all animazione dei bimbi Nella foto il nostro consulente Unogas per l energia elettrica e il gas Massimo Galletti giunto al secondo anno della sua edizione, fa parte di un progetto piuttosto ambizioso che riguarda il marketing associativo. Speriamo possa proseguire nel tempo, raggiungendo un sempre maggiore interesse da parte dei nostri associati, verso quei fornitori che, da diverso tempo, collaborano con la nostra associazione affinché si possa fare sempre meglio e a costi sempre più contenuti. Perché solo acquistando in gruppo si possono ottenere prezzi davvero competitivi e una qualità maggiore. Questo è il messaggio che dovrebbe far breccia nelle menti dei nostri associati albergatori perché si raggiungano obiettivi sempre più importanti, ambiziosi ed elevati. Le aziende fornitrici sono state accuratamente selezionate fra una miriade di imprese che propongono i loro prodotti e/o servizi perciò chiediamo ad ogni albergatore di dimostrare la propria fiducia interpellandoli prima di qualsiasi acquisto, per lo meno per chiedere un consulto od un preventivo. La forza del nostro lavoro torna tutto a vostro vantaggio!!!

7 ADAC/Federalberghi Cesenatico 7 Nella foto il titolare dell azienda Euro Catering con il rappresentante di zona Nella foto il titolare dell azienda Pieri Group con i consulenti di vendita

8 8 I SERVIZI ed i CONSULENTI presenti nella nostra sede di Viale Mazzini, 93 a Cesenatico previo appuntamento Giovanni Comandini Agente Menù ed Euro Catering Lunedì Mattina Arch. Giovanni Lucchi - Studio Arch. It. Architettura e Urbanistica Lunedì Pomeriggio Ilario Cavallaro Allianz RAS Martedì Mattina Studio Legale Ranieri Consulenza Legale Martedì Pomeriggio Studio Grafico YYKK Siti Internet, Grafica & Stampa Mercoledì Mattina Tacchetti Gennaro Agente Unilever MKT Italia Knorr/Alsa Mercoledì Mattina Impresa Sicura S.r.l. Sicurezza, formazione, Haccp Giovedì tutto il giorno Gruppo Itas Assicurazioni hotel Giovedì Mattina Ing. Massimo Amadio Consulente Antincendio Venerdì Pomeriggio I Partners ADAC Opportunità di acquisto con speciali agevolazioni per i soci Allianz Ras Assicurazioni Servizi Assicurativi Ilario Cavallaro Sconto convenzione BCC Sala Servizi bancari Sede di Cesenatico Agevolazioni come da Convenzione BCC di Gatteo Servizi bancari Sede di Gatteo Agevolazioni come da Convenzione Cassa di Risparmio di Cesena Servizi bancari Sede di Cesenatico Agevolazioni come da Convenzione AXPOENERGIA Fornitura aziendale energia elettrica e gas Commerciale Sabina Sconto convenzione associati adac Elettricisti Casali Giuliano srl 24 ore su 24 estivo - 7 giorni su 7 Amati Mauro Lampade led extra sconto 10% Euro Catering Alimentari e Detersivi Giovanni Comandini Promozione su alcuni prodotti Esseci Produzione detergenti per uso prof. Guidi Umberto Agevolazioni agli associati Gruppo Itas Assicurazioni Assicurazioni hotel Maretti Bruno Sconto convenzione hotels Impresa Sicura S.r.l. Haccp, sicurezza sul lavoro Segreteria Abb. Prezzo speciale per gli associati ADAC MEDIA WORLD Prodotti di Elettronica di consumo Centralino Promozione del 10% Nestlè Professional Alimentari Primo Cattoli Offerte ai soci Pieri Group srl Detersivi, Carta, Forniture per Albergo Segreteria % Sconto sul fatturato Service 2000 Servizi integrati gestione mailing Segreteria Sconti promozionali ai Soci ADAC Unogas Energia Fornitura energia elettrica e gas massimo Galletti Sconto convenzione associati ADAC Unilever MKT Italia Knorr/Alsa Alimentari Tacchetti Gennaro Prom. speciali su prod. e attrezzature in omaggio

9 Novità Alberghi Tipici di Romagna: estate Per la stagione 2015 Alberghi Tipici si rinnova attraverso nuove modalità di adesione garantendo a tutti gli albergatori l opportunità di poter usufruire dei servizi messi a disposizione per gli ospiti. Costo di adesione ad Alberghi Tipici di Romagna: iva per albergo Per i soci con più strutture la quota sarà calcolata così di seguito: 1 albergo iva 2 alberghi iva 3 alberghi iva Elenco escursioni estate 2015 Martedì sera: ippodromo di Cesena - trasporto ed ingresso Serata all insegna dell allegria per grandi e piccini all ippodromo di Cesena; oltre alle corse al trotto ed alla sala BINGO, ampi spazi dedicati ai bambini (circuito mini quad, trenino con visita alle scuderie, gonfiabili e pony club). Inoltre Tutti i martedì sera orchestra con musica dal vivo. COSTO DI PARTECIPAZIONE SOCI ALBERGHI TIPICI euro 4,00 NON ASSOCIATI euro 8,00 Mercoledì: escursioni nell entroterra romagnolo - trasporto MATTINO (dalle 8,30 alle 12,00) VISITA GUIDATA A CESENA visita al centro storico e visita facoltativa alla Biblioteca; giornata di mercato in piazza del Popolo. COSTO DI PARTECIPAZIONE SOCI ALBERGHI TIPICI euro 3,50 NON ASSOCIATI euro 7,00 POMERIGGIO (dalle alle 19,00) VISITA LIBERA ALLA REPUBBLICA DI SAN MARINO COSTO DI PARTECIPAZIONE SOCI ALBERGHI TIPICI euro 4,50 NON ASSOCIATI euro 10,00 Giovedì serata danzante con area gonfiabili per bambini - ingresso La serata danzante viene organizzata tutti i giovedì sera presso il Cesenatico Village e la quota di partecipazione di euro 2,00 si riferisce esclusivamente ai bambini ed include l ingresso all area gonfiabili / giochi. Per gli adulti l ingresso è gratuito. COSTO DI PARTECIPAZIONE SOCI ALBERGHI TIPICI euro 2,00 solo per i bambini NON ASSOCIATI euro 5,00 Inoltre la quota di adesione garantisce: 1. INGRESSO GRATUITO tutti i GIORNI al MUSEO DELLA MARINERIA sez. terra 2. Biglietti ATLANTICA 3. Visibilità sul nostro portale in maniera totalmente gratuita, il quale vi permetterà di inserire foto della Vostra struttura, offerte, preventivi personalizzati e booking online aumentando il numero di richieste 4. Prevendita biglietti, ad un prezzo agevolato, per i principali parchi a tema della Riviera: Mirabilandia, Italia in Miniatura, Acquario di Cattolica e Oltremare di Riccione. Il totale delle singole escursioni verrà fatturato ogni fine mese e il pagamento dovrà essere contestuale al ricevimento della fattura. Per maggiori informazioni potete contattare l ufficio: tel Alessandra

10 10 Incentivi alle imprese Lo strumento agevolativo per l acquisto di beni strumentali, definito Nuova Sabatini è finalizzato ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese per l acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature. Ricordiamo che non ci sono scadenze: i contributi saranno concessi fino a esaurimento dei fondi. Caratteristiche dell agevolazione L agevolazione consiste in un contributo in conto interessi, concedibile a fronte del finanziamento erogato da banche o intermediari finanziari. Le imprese potranno beneficiare anche del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, fino alla misura massima prevista dalla vigente normativa (80% dell ammontare del finanziamento), sul finanziamento bancario, con priorità di accesso. La procedura di accesso alle agevolazioni è a sportello. Pertanto, le imprese di piccola e media dimensione in possesso dei requisiti potranno essere finanziate fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Modalità e termini di presentazione della domanda L impresa, per accedere al credito, presenta alla banca un unica dichiarazione-domanda, via PEC, per la richiesta del finanziamento e per l accesso al contributo ministeriale, attestando il possesso dei requisiti e l aderenza degli investimenti alle previsioni di legge. Soggetti ammissibili Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese classificate di dimensione micro, piccola e media che alla data di presentazione della domanda: hanno una sede operativa in Italia e sono regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle imprese; sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali; non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea; non si trovano in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà così come individuata nel regolamento GBER. Calcolo contributo Il contributo concedibile è pari all ammontare complessivo degli interessi calcolati al tasso del 2,75% su un piano convenzionale di ammortamento, con rate semestrali costanti e della durata di cinque anni, di importo corrispondente al finanziamento. Il contributo è erogato dal Ministero secondo il piano temporale riportato nel decreto di concessione, che si esaurisce entro il sesto anno dalla data di ultimazione dell investimento, in quote annuali. Finanziamenti agevolabili Sono agevolabili tutti gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, nonché hardware, software e tecnologie digitali. I beni devono essere nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali per impianti e macchinari, attrezzature industriali e commerciali e altri beni. Sono quindi escluse le voci terreni e fabbricati e immobilizzazioni in corso e acconti. Circolare estrapolata da circ. n^ 61/2015 di Federalberghi Service 2000 ASSEMBLA GESTISCE SPEDISCE CONTATTA PER TE! il centro servizi di corrispondenza che scarica lo stress delle spedizioni aziendali yoga da ufficio Service 2000 SCONTI SULLE TARIFFE POSTALI con Posta Target ASSEMBLA GESTISCE SPEDISCE CONTATTA PER TE! Service 2000 ASSEMBLA GESTISCE SPEDISCE CONTATTA PER TE! Via F. Farabegoli, Cesena (FC) CONSULENZA POSTALE E CENTRO STAMPA VELOCE SERVIZI PER IL DIRECT MAILING STAMPA INDIRIZZI IMBUSTAZIONE APPLICAZIONE ETICHETTE AFFRANCATURA Service 2000 PERSONALIZZAZIONE PRELAVORAZIONE POSTALE CIRCOLARI ASSEMBLA GESTISCE SPEDISCE CONTATTA PER TE! CELLOFANATURA RIVISTE NORMALIZZAZIONE INDIRIZZI EXTRA SCONTO riservato agli associati ADAC le tue spedizioni in buone mani Tel Fax PREVENTIVI IN GIORNATA! leggi il QRcode e visita il nostro sito web

11 Credito d imposta per la digitalizzazione 11 Il Decreto sul credito d imposta per la digitalizzazione ha individuato i seguenti soggetti beneficiari: 1) struttura alberghiera: struttura aperta al pubblico, a gestione unitaria, con servizi centralizzati, che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o piu edifici. Tale struttura e composta da non meno di sette camere per il pernottamento degli ospiti. Sono strutture alberghiere gli alberghi, i villaggi albergo, le residenze turistico-alberghiere, gli alberghi diffusi, i condhotel e i marina resort di cui agli articoli 31 e 32 del decretolegge 12 settembre 2014, n. 133, nonche quelle individuate come tali dalle specifiche normative regionali; 2) struttura extra-alberghiera: affittacamere, ostelli per la gioventù, case e appartamenti per vacanze, residence, case per ferie, bed&breakfast, rifugi montani, nonche le strutture individuate come tali dalle specifiche normative regionali. Per richiedere il credito d imposta, occorrerà presentare una domanda, secondo le modalità telematiche in corso di definizione. Per le spese sostenute nell anno 2014, la trasmissione delle domande dovrà avvenire entro 60 giorni dalla predisposizione di tali modalità telematiche. Per le spese sostenute invece nel 2015 e nel 2016, le istanze di accesso al credito di imposta dovranno essere inviate dal 1 gennaio al 28 febbraio, rispettivamente, del 2016 e del La redazione Simona Bonoli Le risorse saranno assegnate secondo l ordine cronologico di presentazione delle domande. INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI MOSTRA: tel ww.mostraboldini.com Riservato gruppi e scuole tel ORARIO DI VISITA: da martedì a venerdì: ; sabato, domenica, giorni festivi: ; Lunedì chiuso; 6 aprile e 1 giugno apertura straordinaria. La biglietteria chiude un ora prima. FORLÌ MUSEI SAN DOMENICO 1 FEBBRAIO 14 GIUGNO 2015 Comune di Forlì Boldini: lo spettacolo della modernità Il 1 febbraio inaugara ai musei San Domenico Di Forlì la mostra, dedicata al pittore ferrarese che raggiunge la notarietà nella Parigi di fine ottocento. Ecco la presentazione della grande esposizione. C est un classique!. E questo il riconoscimento dato a Giovanni Boldini (Ferrara 1842 Parigi 1931), fin dalla prima esposizione postuma che si tenne a Parigi a pochi mesi dalla morte. Il classico di un genere di pittura, ribadì in quella occasione Filippo de Pisis.Dopo la rassegna dedicata nel 2012 a Wildt (che sarà protagonista nel 2015 di una mostra realizzata dal Musée d Orsay all Orangerie di Parigi in collaborazione con la Città di Forlì e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì), e le due successive sul Novecento ed il Liberty, la Fondazione e i Musei di San Domenico di Forlì proseguono nella esplorazione, attraverso nuovi studi e la riscoperta di opere poco note, della cultura figurativa tra Otto e Novecento, proponendo per la stagione espositiva del 2015, una approfondita rivisitazione della vicenda di Giovanni Boldini, certamente il più grande e prolifico tra gli artisti italiani residenti a Parigi. E in questo ideale spazio di rapporto tra Forlì e Parigi che si colloca la nostra nuova iniziativa.

12 12 Un aiuto agli alluvionati Tra Giovedì 5 febbraio e Venerdì 6 febbraio 2015 una delle più forti mareggiate degli ultimi anni hanno sconvolto la Riviera della nostra regione. La Forte Bora unita al Mare in tempesta ed a picchi di marea notevole, hanno causato danni ingenti su tutte le località della regione. Il Mare, con la sua violenza, è riuscito a scavalcare e poi mangiarsi le dune di Sabbia che vengono fatte in Autunno proprio per proteggere la costa dalle Mareggiate. Una volta superate le dune le onde si sono abbattute contro gli stabilimenti balneari causando danni enormi. Il Mare è poi entrato in moltissime aree abitative poste sulla costa, allagando numerosi negozi ed abitazioni. Ecco alcuni stralci dell intervista che Pierluigi Randi, meteorologo-previsore di MeteoCenter.it/Meteoromagna.com ha rilasciato al quotidiano online ForlìToday. E stato un fenomeno meteorologicamente di primissimo livello e che praticamente non trova precedenti dal 1933, almeno in termini di precipitazioni cumulate nell arco di ore. Sebbene in senso assoluto, sia successo ben di peggio anche in tempi non remoti, un evento di pioggia di questo ordine sarebbe più plausibile nei mesi di settembre e ottobre, quando episodi di questo tipo non sono così infrequenti. Tuttavia occorre ricordare che febbraio è generalmente il primo o secondo mese più secco dell anno (a seconda delle zone, in alcune prevale luglio, in altre febbraio) e che mostra anche la più bassa intensità media giornaliera di pioggia dell anno, pertanto questo mese non sarebbe proprio il più titolato a sperimentare eventi come quello appena concluso. In tal senso le copiose piogge di questo episodio rappresentano una anomalia decisamente rilevante. Potremmo classificare l evento del febbraio 2015 con un fratello più caldo del febbraio 1933, peraltro perfettamente compatibile con l attuale congiuntura climatica. La Bcc di Sala in aiuto agli alluvionati, con plafond a favore di famiglie e d imprese che hanno subito danni. A seguito dell eccezionale ondata di maltempo che ha colpito il nostro territorio, il Consiglio di Amministrazione della Banca di Sala ha «immediatamente deliberato di mettere a disposizione un plafond di 3 milioni di euro, destinato a sostenere economicamente tutti coloro che abbiano subito danni a causa di questi violenti eventi atmosferici». Continuiamo a essere vicini alle famiglie e alle aziende, facendo la nostra parte, con responsabilità, per sostenere il territorio ha dichiarato il Presidente della Banca Patrizio Vincenzi. La Banca mette a disposizione un plafond, rivolto a tutte le aree di riferimento colpite dall alluvione, a seconda che si tratti di imprese e privati. Le aziende possono richiedere nuovi finanziamenti, a condizioni di particolare attenzione, fino a durata 5 anni al tasso fisso del 2.00% beneficiando anche dell azzeramento delle spese di istruttoria. L iter e attivabile con la certificazione del danno. Per le famiglie, sono resi disponibili finanziamenti chirografari fino a con durata fino a 5 anni, sempre a condizioni di particolare favore del 2.00% fisso e, sempre, con spese di istruttoria azzerate. Brevi da Federalberghi INDICE ISTAT L iter e attivabile con la certificazione del danno. Dopo una rapida attivazione delle procedure per la valutazione del merito creditizio da parte della banca, i finanziamenti verranno messi a disposizione «in tempi celeri». L impegno della banca è infatti quello di favorire, attraverso la velocità nelle risposte e l applicazione di condizioni agevolate, il ritorno alla normalità nel più breve tempo possibile delle zone che hanno subito danni rilevanti. E stato pubblicato il comunicato ISTAT concernente l indice dei prezzi al consumo relativo al mese di MARZO 2015, necessario per l aggiornamento del canone di locazione degli immobili ai sensi della Legge 392/78 ed ai sensi della Legge 449/97. La variazione annuale MARZO 2014 MARZO 2015 è pari a meno 0,2 (75%= - 0,150) La variazione biennale MARZO 2013 MARZO 2014 è pari a più 0,1 (75%= + 0,075)

13 Infestanti: monitoraggio e lotta 13 Nel campo alimentare ogni animale, domestico o selvatico, deve essere considerato infestante ed il suo ingresso negli stabilimenti alimentari deve essere severamente vietato o impedito, rappresentando una fonte di contaminazione estremamente pericolosa. L Operatore del Settore Alimentare (OSA) è inoltre tenuto per legge ad attivare sistemi di prevenzione per la produzione di alimenti igienicamente idonei attuando dei piani di autocontrollo secondo il sistema H.A.C.C.P. Esso si basa su una valutazione del processo produttivo, su una corretta e precisa analisi dei pericoli e su un controllo e un monitoraggio al fine di prevenire, eliminare o ridurre a un livello accettabile tutti i rischi evidenziati. L infestazione da insetti e roditori attratti dagli alimenti rappresenta una causa importante di compromissione della situazione igienico-sanitaria negli stabilimenti alimentari. La disinfestazione è la lotta contro gli animali che possono essere vettori di malattie o causare danni alle attività e agli ambienti di vita dell uomo. I danni che gli animali infestanti possono causare sono di due tipi: diretti dovuti al consumo delle derrate alimentari da parte degli infestanti; indiretti dovuti al rilascio di inquinanti (feci, saliva, urine, parti del corpo, ecc ). La lotta contro gli animali infestanti deve avvenire in ogni fase di conservazione, trasporto, trasformazione, commercializzazione. Gli infestanti più comuni sono le Blatte ( o scarafaggi), i roditori, le mosche, le formiche, le Tignole ( farfalline dei cereali), i Coleotteri etc. Le azioni preventive di base hanno lo scopo di eliminare le fonti di attrazione degli insetti e dei roditori (residui di cibo, rifiuti, alimenti stoccati in maniera scorretta in dispense e magazzini) e i siti di penetrazione (fessure, ecc.); consistono in accorgimenti gestionali per non introdurre merci già infestate e accorgimenti strutturali per impedire che gli insetti si insedino in maniera definitiva. NELLE AREE INTERNE Gestione delle materie prime Ispezionare accuratamente o meglio ancora privare subito dell imballaggio, i contenitori delle merci in arrivo, onde evitare l accidentale introduzione di agenti infestanti; eliminare subito dopo i residui degli imballaggi. Stoccare le materie prime in modo corretto, evitando l accumulo di derrate alimentari o materiale vario a ridosso dei muri o a diretto contatto con il pavimento; le merci devono essere riposte su ripiani lontani da terra e scaffalature (possibilmente di metallo e lisce; evitando i materiali legnosi perché possono nascondere e alimentare insetti nocivi) Effettuare una corretta rotazione dei prodotti immagazzinati, raccogliere e trasportare in contenitori appositi la merce deteriorata. Chiusura aperture verso l esterno Schermare le finestre apribili con zanzariere. Utilizzare quando possibile porte a chiusura automatica o dotarle di sistemi antintrusione. Manutenzione locali ed impianti Mantenere integra la tinteggiatura dei muri e dei soffitti. Ripristinare dove necessario pavimenti, rivestimenti, battiscopa e sigillare tutte le fessure ed intercapedini presenti nella struttura. Evitare di creare intercapedini (es.: dietro pannelli, rivestimenti ecc.) o spazi inaccessibili alle pulizie e all ispezione (es.: dietro i frigoriferi, sotto i lavelli, ecc.). Eliminare le attrezzature e gli arredi non utilizzati che possano costituire ricettacolo per gli infestanti. Pulire periodicamente filtri, grate, scarichi. Accertarsi che gli scarichi nei pavimenti e nei bagni siano correttamente sifonati. Nel caso in cui esistano controsoffittature, queste devono essere adeguatamente congiunte alle pareti dei locali onde facilitare le operazioni di pulizia ed evitare il rischio di annidamento di infestanti. L eventuale spazio tra le controsoffittature e i solai deve essere ispezionabile e accessibile per eliminare eventuali infestazioni ed effettuare periodicamente le operazioni di pulizia. Corretto allontanamento scarti /rifiuti e acque ref lue Evitare lo stazionamento di imballaggi e di materiali inutilizzabili. Chiudere i rifiuti in contenitori muniti di coperchio a comando a pedale. Asportare frequentemente i rifiuti dagli ambienti di deposito e preparazione di alimenti. Razionalizzazione pulizie Evitare accumuli di prodotti di scarto e sudiciume sotto i macchinari e le attrezzature. Smontare i macchinari per ispezionarli e lavarli con facilità. Conservare stracci, scope e spazzoloni in appositi spazi e non a contatto con il pavimento. NELLE AREE ESTERNE Manutenzione e pulizia aree cortilizie Garantire lo sfalcio dell erba e ripulire le foglie secche. Ripristinare crepe e fessurazioni in pavimentazioni e marciapiedi. Garantire un corretto drenaggio del terreno e pulizie delle grondaie, per evitare così la formazione di pozze che attirano gli insetti e facilitano l insediamento di roditori vicino ai fabbricati. I tombini e gli scarichi esterni devono essere protetti da griglie, per evitare l ingresso dei roditori. Mantenere il terreno libero dai rifiuti e dall ingombro di materiali vari, spesso accatastati per lunghi periodi. Pulire regolarmente i contenitori per i rifiuti, assicurandosi che siano in buone condizioni e dotati di coperchi di chiusura. IL MONITORAGGIO Il Monitoraggio degli infestanti si attua attraverso la sistematica regolare ispezione visiva di tutte le aree e locali dello stabilimento, per verificare la presenza di insetti, ragnatele, topi e ratti o materiale rosicchiato, escrementi e altre tracce di animali. LOTTA Nel caso in cui nonostante tutte le misure preventive adottate, si verifichi una infestazione e quindi, secondo quanto previsto dal metodo H.A.C.C.P. avvenga una deviazione dai criteri che ci siamo imposti (limiti critici), si dovranno intraprendere azioni correttive.ad esempio: Interventi di pulizia straordinaria, di manutenzione e ripristino strutturale. Incremento del numero di trappole di cattura. Interventi mirati Il trattamento chimico deve essere mirato all infestante individuato, va attuato solo in caso di reale necessità privilegiando l uso di prodotti meno tossici e con modalità atte ad evitare una contaminazione chimica dei prodotti alimentari. Un intervento di disinfestazione consiste, nell applicazione di specifiche sostanze insetticide e deve essere effettuato con apposite attrezzature da personale adeguatamente protetto, in assenza di ogni altro operatore e di prodotti alimentari, con un efficace protezione dei macchinari e delle attrezzature destinate al contatto con gli alimenti. In ogni caso, dopo i trattamenti di disinfestazione prima di riprendere l attività produttiva, è sempre necessario effettuare un intervento di pulizia straordinario allo scopo di eliminare ogni eventuale residuo di prodotto dalle zone a rischio di contaminazione degli alimenti. Le operazioni di disinfestazione possono anche essere effettuate in proprio dall azienda stessa ma, soprattutto se si deve intervenire in caso di infestazioni massive, è sicuramente preferibile per le aziende, conferire con atto scritto l incarico ad una ditta esterna referenziata e di provata affidabilità. (tratto da n. 06 Opuscolo infestanti derrate alimentari AUSL Cesena)

14 14 Convenzione riservata ai Soci ADAC Gentili Associati, nell ambito della convenzione esistente con Allianz spa Agenzia di Bellaria, Vi proponiamo una interessante ed importante copertura assicurativa per tutelare le vostre aziende alberghiere. Tutela legale e giudiziaria alberghi riguardante l assistenza legale gratuita per controversie civili e penali attinenti a: GESTIONE DELL ATTIVITA ALBERGHIERA IN GENERE (es. con 10 ADDETTI ) SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO D.Lgs. 81/2008 massimale TUTELA DELLA PRIVACY D.Lgs. 196/2003 massimale IGIENE ALIMENTARE D.Lgs. 193/2007 massimale SMALTIMENTO RIFIUTI massimale libera scelta del proprio legale di fiducia; difesa per richieste danni per fatti illeciti subiti da terzi; difesa civile per richieste danni da parte di terzi; difesa per procedimenti tributari-fiscali D.Lgs. n. 472/1997; difesa penale per reati colposi; difesa penale per reati dolosi (derubricati a colposi); difesa penale per reati amministrativi D.Lgs. n. 231/2001; difesa per controversie di lavoro dipendente; difesa per controversie per locazione o proprietà d immobili; difesa per controversie su sinistri di assicurazioni aziendali; difesa per controversie con enti previdenziali e sociali; difesa per controversie coi propri fornitori di beni e servizi Apertura struttura: fino 180 gg/anno ,00 fino 270 gg/anno ,00 annuale ,00 Sono disponibili anche combinazioni di massimali più elevati! Per richiedere maggiori informazioni e/o personalizzazioni potrete rivolgervi alla segreteria ADAC o contattare direttamente l agenzia Allianz di Bellaria: tel Allianz propone la tutela giudiziaria negli hotel ALCUNI ESEMPI DI SINISTRI Difesa penale per reati colposi il dipendente si è fatto male sul posto di lavoro ed è stato portato in ospedale: il datore di lavoro è stato iscritto nel registro degli indagati per lesioni colpose; un ospite querela il titolare in seguito ad una intossicazione alimentare conseguente ad una cena; l albergatore viene denunciato da un ospite che si è ferito all interno dell albergo e/o scivolato in piscina riportando lesioni; Difesa penale per reati dolosi si procede nei confronti dell albergatore per la mancanza di salubrità nei locali delle cucine; l albergatore assume persone con forme contrattuali non regolari; l albergatore viene querelato per il non corretto smaltimento dei rifiuti; Pretese al risarcimento danni si richiedono i danni provocati dai clienti all Albergo (es. ragazzi che giocano con gli estintori rovinando moquette e/o carta da parati sulle pareti, il cliente che rompe del mobilio nella stanza, ecc..) nel caso in cui lui stesso oppure la sua Compagnia di responsabilità civile non vogliano rispondere del danno e pagarlo; in seguito ad un incidente stradale viene danneggiata la proprietà del Contraente: danni al recinto, ad alberi; un dipendente viene investito su un motorino dell albergo durante una commissione. Il datore di lavoro chiede i danni subiti per la mancanza del dipendente infortunato; Difesa in sede civile (2 rischio) l albergatore ha necessità di farsi difendere con un proprio avvocato in seguito ad una richiesta danni di un cliente dopo che la Compagnia assicuratrice della RCT non interviene nella gestione della vertenza legale, attendendo la chiamata in causa, perché ritiene che non esista responsabilità del dell albergo oppure è inerente ad un fatto escluso dalle condizioni assicurate; Vertenze di lavoro con i dipendenti il dipendente chiede al proprietario dell albergo le ore lavorative non retribuite, oppure che gli vengano pagate le ferie non godute; l albergatore, in seguito al licenziamento di un dipendente, viene coinvolto in una causa di lavoro dall avvocato del sindacato dei lavoratori; Vertenze sugli immobili indicati in polizza L albergatore, proprietario dei locali, viene coinvolto in una lite su confini, servitù di passaggio, posizionamento recinzioni, dai proprietari confinanti; il proprietario dei locali intima uno sfratto ingiustificato all albergatore o gli chiede un aumento ingiustificato del canone di locazione; Vertenze con Compagnie di Assicurazioni (Incendio, Furto, RCT/RCO) l assicuratore incendio rifiuta di pagare l intero danno, contestando l ammontare dopo un incendio (o allagamento o fenomeno ricoperto dalla polizza Incendio) l albergatore non è d accordo con la perizia effettuata: ALLIANZ TUTELA GIUDIZIARIA da la possibilità di effettuare una propria perizia di parte ed andare in arbitrato senza alcuna spesa; la Compagnia assicuratrice contesta il valore dell oggetto lasciato in custodia o delle cose rubate in camera del cliente; Vertenze per D.Lgs 81/2008 (sicurezza sul lavoro) all albergatore viene contestata una sanzione, durante un controllo da parte dell ispettore provinciale addetto alla 81/2008 per inosservanza nell applicazione delle norme; vertenze per D.Lgs 193/2007 (igiene prodotti alimentari) l albergatore viene sanzionato, pecuniariamente o con imputazione penale, per non aver adempiuto agli obblighi previsti dalle norme della D.Lgs 193 per la corretta conservazione degli alimenti, la verifica della scadenza, i regolamenti d igiene; Vertenze per L. 196/2003 (privacy) nei confronti del l albergatore viene aperto un procedimento dinanzi al Garante, su richiesta di un cliente, per aver distribuito dai sensibili o aver dato informazioni riservate. Avvertenza :prima della sottoscrizione leggere il fascicolo Informativo disponibile presso le nostra Agenzia e sul sito Mito Sistema Ambiente s.r.l. - Via del mare, Cesena ( FC) Tel Fax Riparazione a domicilio stagionale Riparazione e rimessaggio invernale

15 Le battaglie dell ADAC contro l arroganza della RAI 15 La redazione Simona Bonoli L ADAC-Federalberghi di Cesenatico ogni giorno intraprende battaglie per salvaguardare e tutelare i soci iscritti, in ogni ambito ed in ogni settore che possa riguardare l albergo. Per questo motivo l ADAC sta portando avanti, attraverso il prezioso aiuto dello Studio di Avv.ti Ranieri, la battaglia contro la RAI per il pagamento dell abbonamento speciale riferito alla TV delle dipendenze. Quando l albergo, dispone di una o due dependance adiacenti, facenti parte dello stesso complesso e, pertanto facenti capo alla stessa partita IVA e alla stessa gestione, non capiamo perché debba assolvere all obbligo del pagamento del canone Rai per ciascuna struttura senza tener conto del cumulo dei televisori. Evidenziamo il fatto che gli albergatori in questione non pretendono di pagare soltanto per una struttura, chiedono soltanto di effettuare il versamento cumulativo per Hotel e Dependance assieme senza dover pagare due bollettini. L ADAC, negli anni, ha sempre portato avanti queste battaglie anche talvolta senza renderle pubbliche, come stiamo facendo ora ma la domanda che sorge spontanea rimane sempre la stessa: l albergatore che possiede una casa madre ed una o due dependance potrà pagare 2 o più canoni RAI? Secondo noi questa è una domanda lecita e pertinente ma la tv di stato non la pensa allo stesso modo, anzi la RAI ritiene che data la diversità sia delle insegne che degli indirizzi, sia corretto l addebito di due o più canoni di abbonamento televisivo. A questo proposito, stando al parere di esperti, la sola via d uscita a questo grattacapo è quella di improntare una causa nei confronti di questo ente pubblico: conviene?

16 16 Agevolazioni per il pagamento della SIAE In base all Accordo stipulato con la SIAE, i soci ADAC hanno diritto ad uno sconto sui compensi pari al 30%. Inoltre, pergli apparecchi installati nelle Eleonora Benini camere sono applicabili i seguenti ulteriori sconti, cumulabili tra loro: sconto del 10% su tutti gli apparecchi installati nelle camere d albergo; ulteriore sconto del 10% se gli apparecchi sono in misura pari o superiore al 90% del numero totale delle camere. Tale ulteriore sconto è invece del 5% se gli apparecchi sono in misura pari o superiore al 50% del numero totale di camere. Per ottenere le suddette agevolazioni è indispensabile rinnovare gli abbonamenti entro le scadenze tassativamente previste: entro il 28 febbraio 2015 per gli abbonamenti annuali; entro gennaio o luglio per gli abbonamenti semestrali, o comunque entro il primo mese del semestre di apertura per gli stagionali (versando il 60% dei compensi annuali); entro i primi 15 giorni di gennaio, aprile, luglio o ottobre per gli abbonamenti trimestrali (versando il 40% dei compensi annuali); entro i primi 10 giorni del mese per gli abbonamenti mensili (versando il 20% dei compensi annuali). Per avere le agevolazione previste i soci ADAC dovranno avere il certificato SIAE TIMBRATO dall ADAC. SCF - Pagamento dei compensi 2015 per i diritti connessi I compensi dovuti dalle strutture ricettive ad Scf per i diritti fonografici non subiranno aumenti per l anno I compensi annuali vanno versati entro il 31 maggio La riscossione dei compensi SCf è stata affidata alla Siae. Al fine di eventuali errori vi invatiamo sempre a controllare che quanto dichiarato l anno precedente corrisponda agli apparecchi effettivamente detenuti presso la Vostra struttura ricettiva

17 Pillole sulla fatturazione elettronica La fatturazione elettronica entrerà in vigore dal 06/06/2015 verso i Ministeri, le Agenzie Fiscali e gli Enti Previdenziali mentre dal 31/03/2015 è stata estesa a tutte le altre Pubbliche Amministrazioni. Dopo queste date le P.A. non potranno più accettare le fatture emesse o trasmesse in modalità cartacea. Dal 30/06/2015 non potranno più essere pagate fatture, anche in parte, dalla P.A. E stato istituito il metodo della fatturazione elettronica per accelerare i tempi di pagamento e di registrazione delle fatture da parte delle P.A. ed anche perché se il titolare d impresa vanta un credito nei confronti delle P.A. può usufruire della compensazione e/o della certificazione dei crediti. Entro il 28/02/2015 le P.A. che abitualmente hanno rapporti con fornitori daranno comunicazione del codice IPA (codice alfanumerico di 6 caratteri) e del nome del responsabile della procedura; se non lo fanno, all interno del software Infocamere, si può trovare una finestra che aprendosi fornisce l elenco di tutti i Codici Identificativi delle P.A. Per la fatturazione elettronica si può utilizzare anche il software messo a disposizione da Infocamere della CCIAA di Forlì-Cesena utilizzando il link: fattura-pa.infocamere.it a costo zero. Il processo attraverso il quale si invia una fattura elettronica attraverso il portale di Infocamere è il seguente: il fornitore emette una fattura in un qualsiasi formato digitale, compilando il file di Infocamere o utilizzando altri software, la invia al sistema di intermediazione e di controllo (SDI) dei file e successivamente, se viene accettata e ritenuta idonea, viene inviata alla P.A. Entro 15 gg. dall invio della fattura il SDI invierà una notifica al fornitore. I requisiti obbligatori per l utilizzo del software messo a disposizione dalla CCIAA sono: il possesso della CNS e nessun altro dispositivo di firma elettronica e il limite massimo di fatture elettroniche emesse dovrà essere pari a 24. Se un albergatore si La redazione Simona Bonoli 17 accorge che deve emetterne altre può avvalersi di un altro intermediario a pagamento ed inviare le fatture aggiuntive. L archiviazione delle fatture, utilizzando il sistema della CCIAA, verrà effettuata direttamente da Infocamere. Le fatture elettroniche vanno emesse al netto dell IVA perché sarà la P.A. a versare l IVA secondo i propri regimi di appartenenza. Per chi volesse maggiori informazioni e/o dare mandato all ADAC per l emissione delle proprie fatture elettroniche può contattare i nostri uffici al n e chiedere di Simona/ Eleonora. QUANTUM HOSPITALITY SERVICE TECNOLOGIA QUANTUM CI PRENDIAMO CURA NATURALMENTE DELLA TUA ACQUA - COSTA MENO DI TUTTI GLI ALTRI TRATTAMENTI PER CALCARE E BATTERI - PUOI DARE LA DISDETTA QUANDO VUOI, SENZA PENALI - PAGHI SOLO L INSTALLAZIONE E POI RATE SEMESTRALI POSTICIPATE - CONTROLLO TECNICO PERIODICO SEMESTRALE - SOSTITUZIONE DISPOSITIVI OGNI 2 ANNI E MEZZO COMPRESA NEL PREZZO Per un preventivo gratuito e senza impegno contattaci allo o a FREEBIOENERGY.IT via Marzeno, BRISIGHELLA

18 18 Nuove norme sul lavoro Come è ormai ampiamente noto, dal 16 dicembre 2014 è in vigore una nuova riforma del lavoro, chiamata Jobs Act. (legge n. 183/2014, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 290 del 15 dicembre 2014). Consulente del lavoro ADAC Servizi srl Rag. Mauro Agostini Precisiamo subito che il Jobs Act non è una legge operante con effetti immediati, essendo una legge delega. Ciò significa, come dice il titolo, che il Governo dovrà approvare un insieme di Deleghe in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonché in materia di riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell attività ispettiva e di tutela e conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro. C è da dire che nella preparazione di una importante riforma con tematiche di forte impatto come, appunto, il mercato del lavoro, il Governo questa volta ha relegato in seconda linea il dialogo fra le parti sociali (magari con la mediazione delle Istituzioni e dei tavoli tecnici), avendo preferito, presumibilmente per ragioni di tempi, una decretazione d urgenza che potesse dare un sicuro segnale di rinnovamento, soprattutto all Europa. Le parti sociali potevano ben segnalare criticità e punti da migliorare, nella loro qualità di addetti ai lavori per definizione (sia i rappresentanti dei datori di lavoro che dei lavoratori). Qualche osservatore ha infatti intravisto nella normativa approvata una certa ignoranza dei meccanismi giuridico economici del Mercato del Lavoro in Italia. Il Governo non ha neppure recepito nei suoi testi esaminati e approvati le indicazioni dei Consulenti del Lavoro, che erano state anche formalizzate (grazie alla disponibilità di un senatore) in emendamenti al Senato. Purtroppo poi tali proposte di modifica sono decadute a causa della presentazione della mozione di sfiducia. Questi dubbi sono rimasti irrisolti e dovranno ora essere affrontati in via interpretativa. Queste sono le regole della politica su cui non è possibile, specie dal di fuori, esprime una critica o un giudizio, non conoscendo le esigenze e le difficoltà che può aver comportato l approvazione di una simile riforma. D altra parte il legiferare sul mercato del lavoro è diventata ormai una consuetudine di ogni Governo. Senza andare troppo indietro i quattro ultimi governi che si sono susseguiti hanno tutti legiferato sul Mercato del Lavoro : a cominciare dalla Legge 138/2011 con il sostegno alla contrattazione collettiva di prossimità del Governo Berlusconi, dall art. 8 del Decreto Salva Italia e dalla Legge 92/12 (Riforma Fornero sul Mercato del Lavoro e Pensioni) del Governo Monti, alla Riforma del Lavoro di Giovannini (Governo Letta, anno 2013). Quando il Governo avrà emanato (in parte lo ha già fatto) tutti i decreti legislativi di attuazione delle deleghe ricevute con il Jobs Act avremo il quadro esatto delle novità. Soffermiamoci ora brevissimamente sui punti sui quali il Governo è autorizzato a legiferare: 1. riordino degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro (la cassa integrazione ordinaria e straordinaria anche in deroga; i contratti di solidarietà, fondi di solidarietà...); 2. riordino della normativa in materia di sostegno alla disoccupazione (l indennità di disoccupazione chiamata Aspi e Mini-aspi); 3. interventi in materia di ricollocazione per incentivare la ricerca attiva di una nuova occupazione; 4. interventi in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive (razionalizzazione degli incentivi, istituzione di un Agenzia nazionale per l occupazione e...); 5. semplificazione e razionalizzazione delle procedure di costituzione e gestione dei rapporti di lavoro (riduzione degli atti amministrativi, abrogazione o semplificazione delle norme, revisione del regime sanzionatorio...); 6. rafforzamento delle opportunità di ingresso nel mondo del lavoro e riordino dei contratti di lavoro già vigenti (semplificazione delle tipologie contrattuali, incentivazione del contratto a tempo indeterminato, previsione per i nuovi contratti di un regime di tutele crescenti escludendo per i licenziamenti di tipo economico la possibilità di reintegrazione, revisione della disciplina dei controlli a distanza tipo audio-sorveglianza...); 7. revisione e aggiornamento delle misure volte a tutelare la maternità e le forme di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro (riordino dell indennità di maternità con estensione a tutte le categorie di lavoratrici;

19 incentivazione degli accordi collettivi per favorire la flessibilità degli orari; integrazione dei servizi per le cure parentali;.. Come si può notare è un amplissimo ventaglio di temi che ci terrà occupati nei prossimi mesi per la valutazione sull impatto per le nostre aziende. Per il momento il Governo ha approvato due decreti legislativi su un primo pacchetto di argomenti: a. la nuova indennità di disoccupazione disciplina della nuova prestazione di assicurazione sociale per l impiego (NASpI) ; b. il nuovo contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, con la revisione del famigerato art. 18 della legge 300/70 (Statuto dei lavoratori). Vediamo più da vicino questo ultimo provvedimento, con cui si determinano le conseguenze per il datore di lavoro nel caso in cui effettui un licenziamento illegittimo. Si considera tale il licenziamento nullo perché discriminatorio, o per altre cause di nullità previste dalla legge, oppure quando risulti accertato dal Giudice che non ricorrono gli estremi del licenziamento per giustificato motivo oggettivo, soggettivo o giusta causa. Nelle ipotesi in cui il Giudice riscontri (art. 3, comma 1) che non ricorrono gli estremi del licenziamento per giustificato motivo oggettivo (ad esempio, mancata soppressione del posto di lavoro, mancato repechage, ecc.), o di natura disciplinare (notevole inadempimento nella prestazione lavorativa) o giusta causa (quella che non consente la continuazione, neanche provvisoria, del rapporto di lavoro), il giudice stesso dichiara comunque estinto, il rapporto di lavoro alla data del licenziamento e condanna il datore di lavoro al pagamento di una indennità risarcitoria, non assoggettata ad alcuna contribuzione, pari a due mensilità dell ultima retribuzione globale di fatto per ogni anno di servizio, in misura non inferiore a quattro e non superiore a ventiquattro mensilità. Il limite minimo delle quattro mensilità rappresenta un deterrente nei confronti dei datori di lavoro che una volta ottenuto l esonero contributivo per l assunzione di un lavoratore a tempo indeterminato a tutele crescenti (per un massimo di euro sulla quota contributiva a loro carico, riconosciuta per tre anni, limitatamente ai rapporti di lavoro instaurati 19 nel 2015), intendessero risolvere il rapporto ante tempus, magari lucrando sulla riduzione contributiva. La dizione normativa fa sì che nell ipotesi appena considerata rientrino anche le ipotesi di risoluzione del rapporto, caratterizzate da una sostanziale sproporzione tra ciò che è stato accertato e la sanzione espulsiva applicata. In altri termini è stata sottratta al Giudice la valutazione di questa proporzionalità, essendo ora sufficiente che sia provato la sussistenza del fatto materiale. Inoltre, l obiettivo del decreto è quello di regolare in modo completo la materia dei licenziamenti (sia economici che disciplinari) per i soggetti assunti a tempo indeterminato dopo l entrata in vigore del decreto, ponendo quindi una disciplina alternativa all art. 18 dello Statuto dei lavoratori, che per essi non troverà più applicazione. L esonero contributivo per le assunzioni effettuate nel 2015 con contratto a tempo indeterminato Quasi contemporaneamente al Jobs Act, il Governo Renzi ha approvato, nella legge di stabilità, un esonero contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate nell anno In considerazione dell interesse alla disposizione legislativa dimostrato dalle aziende, è il caso di evidenziare i punti principali della norma. 1. L esonero è applicabile esclusivamente ai datori di lavoro privati; 2. Riguarda le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato decorrenti dal 1 gennaio al 31 dicembre 2015; 3. Sono esclusi i contratti di apprendistato ed i contratti di lavoro domestico; 4. L esonero riguarda un periodo massimo di 36 mesi e un importo massimo pari a euro su base annua; 5. L esonero non riguarda i premi e contributi dovuti all Inail; 6. L esonero non spetta ai lavoratori che nei 6 mesi precedenti, siano risultati occupati a tempo indeterminato presso qualsiasi datore di lavoro; 7. L esonero non spetta ai lavoratori per i quali il beneficio sia già stato usufruito in relazione ad una precedente assunzione a tempo indeterminato; 8. L esonero non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente; 9. L esonero non spetta nel caso in cui il datore di lavoro intenda assumere a tempo indeterminato un lavoratore che abbia avuto con l azienda un precedente rapporto di lavoro a tempo indeterminato nei 3 mesi prima dell entrata in vigore della legge di Stabilità (si conteggiano anche le società controllate o collegate). Questa nuova agevolazione sostituisce integralmente gli sgravi previsti dalla Legge n. 407 del 1990 (abrogata definitivamente dall art. 12 co. 2 della legge in esame). Si tratta d una agevolazione in vigore da tantissimo tempo prevista in caso di assunzioni con contratto a tempo indeterminato di lavoratori disoccupati da almeno ventiquattro mesi (o sospesi dal lavoro e beneficiari della Cigs,) e che tanto bene aveva funzionato sino ad ora, la quale peraltro era estesa anche ai contributi INAIL.

20 20 MARE SICURO 2015 UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO GUARDIA COSTIERA CESENATICO Le 10 regole per un estate sicura 1 Se hai mangiato da poco non entrare in acqua Lascia trascorrere almeno tre ore dall ultimo pasto prima di fare il bagno e due ore da uno spuntino: una brusca esposizione del corpo a temperature più basse di quelle ambientali, provoca infatti un blocco della digestione. 2 Attenzione alle lunghe esposizioni al sole prima di fare il bagno Dopo una lunga esposizione al sole, entra in acqua gradualmente, bagnando prima la nuca, l'addome e il petto. Evita assolutamente di fare il bagno se hai preso un colpo di sole. Inoltre evita l esposizione al sole nelle ore più calde. 3 Attenzione ai tuffi in acque non familiari Evita di tuffarti dagli scogli, dalle piazzole prendisole o altro: i bassi fondali rappresentano un serio pericolo in caso di tuffi fatti irresponsabilmente. 4 Nuota sempre almeno in coppia e solo all interno della zona di mare riservata alla balneazione (zona di sicurezza): sono due comportamenti elementari ma in grado di prevenire un gran numero di incidenti 5 Non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa Non fare il bagno se il mare è mosso, se spirano forti venti, se vi sono forti correnti, se l'acqua e molto fredda o se ha una temperatura molto inferiore a quella dell'ambiente. 6 Se non sai nuotare, non entrare in acqua al di sopra della cintura Attenzione! Un bambino piccolo che usa i braccioli può essere spostato verso il largo molto rapidamente da un vento di terra sufficientemente forte. 7 Evita di fare il bagno se non sei in perfette condizioni psicofisiche Assumi sempre quei comportamenti che possono contribuire a rendere più sicure e piacevoli le tue nuotate. In caso di malore cerca di raggiungere la riva lentamente; se non ti riesce di nuotare, non indugiare, chiedi aiuto. 8 Anche se sei un buon nuotatore non forzare il tuo fisico Attenzione alla stanchezza e al freddo. I crampi sono tra le principali cause di annegamento: per prevenirli evita di immergerti in acque fredde, quando sei già affaticato o se hai mangiato da poco. 9 Non fare il bagno nelle corsie di lancio Corsie di lancio e corridoi per unità da diporto e motonavi passeggeri rappresentano un serio pericolo in caso di inosservanza dei divieti alla balneazione nelle aree appositamente delimitate da boe. 10 Non gettare rifiuti in mare Oltre al rischio di sanzioni ricorda che i rifiuti in mare hanno tempi di smaltimento molto lunghi: es. Fazzolettino di carta - 3 mesi; Mozzicone di sigaretta da 1 a 5 anni; Buste di plastica da 10 a 20 anni; Lattine di alluminio anni; Bottiglie di vetro anni; Polistirolo anni; Bottiglie di plastica mai completamente. Ulteriori informazioni sul Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera, compiti ed attività, ordinanze varie, modulistica, etc. sono disponibili sul sito Romagna Global Service S.c.a.r.l. PRONTO INTERVENTO PER L EDILIZIA Viale Bovio, Cesena (FC) Tel. e Fax: Mobile Cod. Fisc. e P. IVA:

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO Pagina 1 di 7 MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO DECRETO 12 febbraio 2015 Disposizioni applicative per l'attribuzione del credito d'imposta agli esercizi ricettivi, agenzie di

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355 Pagamenti Per iscriversi a uno dei corsi di lingua italiana della Scuola Romit è necessario il pagamento della tassa di iscrizione di 50 euro più l importo equivalente al 20% del totale costo del corso,

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

DIVENTA ISPETTORE DELLE STRUTTURE RICETTIVE E DELLA RISTORAZIONE

DIVENTA ISPETTORE DELLE STRUTTURE RICETTIVE E DELLA RISTORAZIONE Aggiungi valore alle tue abilità professionali DIVENTA ISPETTORE DELLE STRUTTURE RICETTIVE E DELLA RISTORAZIONE L organizzazione, le tecniche e la pratica operativa per le attività ispettive, di controllo

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015 RESIDENZA AL MARE Alassio Stagione 2014-2015 Periodi e tariffe giornaliere di soggiorno: PERIODO DAL AL SOCI AGOAL AGGREGATI NOTE Festività fine Anno 28/12/2014 02/01/2015 72,00 77,00 Periodo non frazionabile

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione.

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione. 1. Per l entrata ed il soggiorno in campeggio è obbligatoria la registrazione di ogni singola persona. All arrivo ogni ospite è tenuto a depositare un documento d identità e controllare l esattezza delle

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Energia: come rateizzare una bolletta di conguaglio Mediaset: continua la battaglia per il recupero del credito residuo

Energia: come rateizzare una bolletta di conguaglio Mediaset: continua la battaglia per il recupero del credito residuo Coordinato da Valeria Lai Agenzia Adiconsum - anno XX - n. 23-2 maggio 2008 Stampato in proprio in maggio 2008 In questo numero: Energia: come rateizzare una bolletta di conguaglio Mediaset: continua la

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli