Indagine sul finanziamento delle PMI in Svizzera. realizzata per la Segreteria di Stato dell economia (SECO)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indagine sul finanziamento delle PMI in Svizzera. realizzata per la Segreteria di Stato dell economia (SECO)"

Transcript

1 Indagine sul finanziamento delle PMI in Svizzera realizzata per la Segreteria di Stato dell economia (SECO) Maggio 200

2 Indice 2 Pagina 1. Descrittivo della ricerca 3 2. Profilo e modo di finanziamento delle PMI 3. Bisogni di finanziamento esterno delle PMI 1. Crescita e ostacoli alla crescita 32. Sintesi

3 3 1. Descrittivo della ricerca

4 1.1. Contesto dello studio Nel contesto attuale della crisi finanziaria, il Dipartimento federale dell economia vuole conoscere la situazione di finanziamento delle piccole e medie imprese. Il gruppo di lavoro costituito dalla SECO ha deciso di far realizzare un indagine presso un campione di PMI basandosi su un questionario sviluppato dall Unione europea. Una parte essenziale del questionario europeo è stato conservato per permettere un paragone dei risultati svizzeri con quelli europei. Certe domande sono state adattate al contesto economico svizzero e alcune domande specifiche sono state aggiunte.

5 1.2. Gli obiettivi dello studio Gli obiettivi dello studio erano: di conoscere la percentuale delle PMI in Svizzera che dispongono di un credito o di una linea di credito presso una banca, e per le PMI con una linea di credito e/o un credito bancario di determinare - i loro recenti bisogni di finanziamento - i tipi di finanziamento ai quali fanno ricorso - le loro difficoltà nell accesso al finanziamento - l evoluzione delle loro relazioni bancarie e delle loro condizioni di finanziamento - la loro crescita e le previsioni per il futuro - gli ostacoli di crescita anticipati. È eventualmente previsto di richiamare il campione durante il o trimestre 200 per conoscere l evoluzione dei bisogni di finanziamento: 3% delle imprese interrogate hanno dato il loro accordo per questo richiamo.

6 1.3. Metodologia Questo studio è stato realizzato per telefono CATI (Computer Assisted Telephone Interviews) presso un campione di PMI sull insieme del territorio svizzero. La presa d informazione si è svolta tra il 1 aprile e il maggio 200 dalle centrali telefoniche di M.I.S. Trend. Ogni impresa ha ricevuto una lettera preliminare che presentava gli obiettivi dello studio e annunciava la chiamata. Menzionava pure la possibilità di informarsi più ampiamente presso M.I.S. Trend. Le imprese sono in seguito state contattate per un intervista telefonica con la persona che sapeva al meglio fornire le informazioni sul finanziamento dell impresa.

7 1.. Campione Un campione di 00 imprese è stato selezionato casualmente nel registro delle imprese e degli stabilimenti dell Ufficio federale della statistica nell universo seguente: imprese con meno di 20 impiegati in equivalenti a tempo pieno (ETP), imprese attive almeno 20 ore alla settimana, escludendo le imprese pubbliche, il settore primario, le attività finanziarie e assicurative, le attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro e le attività extraterritoriali (divisioni A, O, T e U di Noga 200). Sui 00 indirizzi iniziali, non hanno potuto essere sfruttati per indirizzo o numero non valido, numero di telefono irreperibile o per chiusura / fallimento dell impresa. In effetti, i recapiti forniti dall l UFS risalgono parzialmente al censimento del imprese sono state scartate dal questionario perchè non rientravano nell universo bersaglio o perchè le caratteristiche necessarie non hanno potuto essere determinate (organizzazioni senza scopo di lucro, settori fuori campione, ecc.). Per finire, le interviste sono state realizzate con un campione netto di 3 20 imprese. Il tasso di rifiuto è del 33% (numero di rifiuti / (rifiuti + interviste realizzate)) e 1% del campione si è trovato fuori quota o non ha potuto essere interrogato per ragioni di tempo. In totale sono state realizzate 1 22 interviste, di cui 00 hanno risposto al questionario completo (durata media di 1 minuti) e ad una versione corta di una durata media di minuti.

8 1.. Intervallo di confidenza e ponderazione L intervallo di confidenza massimo è di ± 2.% sul campione totale e di ± 3.2% per la Svizzera tedesca ±.% per la Svizzera francese ±.% per il Ticino ± 3.1% per le micro-imprese (0- ETP) ±.% per le piccole imprese (- ETP) ±.3% per le imprese medie (0-2 ETP) L intervallo di confidenza massimo è di ± 3.% sulle 00 imprese che hanno una linea di credito e/o un credito bancario e di ±.% sulle imprese che hanno recentemente avuto bisogno di finanziamento esterno. Le imprese con impiegati e più (in equivalenti a tempo pieno) e le imprese ticinesi sono state sovrarappresentate nel campione per assicurare la loro rappresentatività. Il campione totale è stato in seguito ponderato secondo la loro distribuzione reale a livello di numero di impiegati e regione linguistica nell universo considerato. La tabella della pagina seguente dettaglia il campione prima e dopo ponderazione. I risultati sono stati analizzati sistematicamente secondo regione, grandezza, settore, autonomia finanziaria, cifra d'affari, anno di fondazione, esporto e crescita anteriore. Altre analisi si sono aggiunte puntualmente. Solo i risultati statisticamente significativi sono menzionati in questo rapporto.

9 Campione prima e dopo ponderazione Numero totale di interviste prima e dopo ponderazione Regione Svizzera tedesca Svizzera francese Ticino Totale Grandezza dell'impresa (numero d'impiegati in ETP) Micro-imprese Piccole imprese Imprese medie Totale (0-. ETP) (-. ETP) (0-2. ETP) Interviste Ponderato Interviste Ponderato Interviste Ponderato Interviste Ponderato Numero % del campione totale 3.%.0% 1.%.%.% 1.2%.% 2.0% Numero % del campione totale 1.3% 20.%.% 2.1% 3.% 0.% 2.3% 22.% Numero % del campione totale.3%.% 3.0% 0.% 2.0% 0.1% 13.2%.2% Numero % del campione totale 2.0%.1% 2.0%.3% 13.% 1.% 0% 0% Le basi d osservazione indicate sui grafici corrispondono sempre al numero non ponderato di interviste.

10 1.3. Campione ponderato 0%: Totale campione PMI di mercato (meno di 20 ETP) dei settori 2 e 3 rapprensentative di tutta la Svizzera (0% degli impieghi) %: senza linea di credito né credito bancario (33% del totale degli impieghi) 32%: con linea di credito e/o credito bancario (% del totale degli impieghi) 22% del campione totale: senza bisogni di finanziamento esterno nel corso degli ultimi mesi (3% del totale degli impieghi) % del campione totale: con bisogni di finanziamento esterno nel corso degli ultimi mesi (22% del totale degli impieghi)

11 Struttura del campione totale ponderato (Base: 1 22 PMI svizzere con meno di 20 impiegati ETP) Regione Svizzera tedesca Svizzera francese Ticino Numero d'impiegati Solo fondatore 1-2 imp. 3 - imp. - imp. 0 imp. & + Fondazione Prima del 10 Tra 10 e 1 Tra 10 e 1 Tra 2000 e 200 Tra 200 e % % 1% 3% 31% 1% 3% 22% 1% 2% 1% 1% 2% Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & + Settore d'attività Industrie Costruzione Commercio Rist. + alloggio Servizio 1 * Servizio 2 * PMI esportatrici 1% 1% % % 13% 2% 22% 22% 31% 1% * 1: trasporto, attività immobiliari, informazione e comunicazione, attività professionali, scientifiche e tecniche, attività amministrative e di servizi di supporto. * 2: istruzione, sanità e assistenza sociale, attività artistiche, d intrattenimento e divertimento, altre attività di servizi

12 2. Profilo e modo di finanziamento delle PMI

13 Statuto dell azienda (Base: 1 22 PMI svizzere con meno di 20 impiegati ETP) 13 Totale % % 31 2 Esportazione Sì 3 3 Numero d'impiegati < imp. - imp. 0-2 imp No Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF Settore d'attività Industrie Costruzione Commercio Rist. + alloggio Servizio 1 * Servizio 2 * mio CHF & + Fondazione Prima del 10 Tra 10 e 1 Tra 10 e 1 Tra 2000 e 200 Tra 200 e Altro statuto SA non quotata in borsa SA quotata in borsa Senza risposta

14 Tipo di azionariato delle SA non quotate (Base: SA non quotate in borsa) 1 Più risposte possibili % Totale Regione Svizzera tedesca 1 Svizzera francese 2 1 Ticino 22 Numero d'impiegati < imp imp imp Imprenditore o famiglia Altre imprese o soci Impresa di capitale di rischio Altri

15 Sesso del proprietario principale delle imprese non quotate (Base: 1 3 PMI svizzere non quotate in borsa) 1 Totale Regione Svizzera tedesca Svizzera francese Ticino Numero d'impiegati < imp. - imp. 0-2 imp. Decisione finanziaria Autonoma Non autonoma % Settore d'attività % 1 Industrie Costruzione Commercio Rist. + alloggio Servizio 1 * Servizio 2 * Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & + Esportazione Sì No Uomo Donna Nessun proprietario principale

16 Decisioni finanziarie autonome? (Base: 1 22 PMI svizzere con meno di 20 impiegati ETP) 1 Totale Numero d'impiegati < imp. - imp. 0-2 imp. % Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & Sì No

17 Tipo di finanziamento delle PMI svizzere (Base: 1 22 PMI svizzere con meno di 20 impiegati ETP) 1 % Con credito bancario e / o linea di credito Senza credito bancario né linea di credito 32% Totale Numero d'impiegati Solo fondatore 1-2 imp. 3 - imp. - imp. 0-2 imp. Settore d'attività Industrie Costruzione Commercio Rist. + alloggio Servizio 1 * Servizio 2 * Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & + Fondazione Prima del 10 Tra 10 e 1 Tra 10 e 1 Tra 2000 e 200 Tra 200 e 200 Esportazione Sì No %

18 Tipo di finanziamento delle PMI svizzere (Base: 1 22 PMI svizzere con meno di 20 impiegati ETP) 1 Finanziamento attuale 32% Credito bancario / linea di credito Altri tipi di finanziamenti esterni Solo capitale proprio % 3% Ragioni dell assenza di credito bancario / linea di credito (Base: PMI senza credito bancario né linea di credito) 1% % Domanda respinta negli ultimi mesi Domanda respinta prima Non necessario % 2% di rifiuti bancari nel settore ristorazione/alloggi

19 1 3. Bisogni di finanziamento esterno delle PMI svizzere

20 Banca principale (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 20 Più risposte possibili Totale % Settore d'attività Industrie % Regione Svizzera tedesca Svizzera francese Ticino Costruzione Commercio Rist. + alloggio Numero d'impiegati < imp. - imp. 0-2 imp. Decisione finanziaria Autonoma Non autonoma Servizio 1 * Servizio 2 * Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & Grandi banche (UBS, CS) Banche cantonali Banche regionali e casse di risparmio Raiffeisen Altri

21 Ultimo prestito o credito ottenuto nel corso degli ultimi 2 anni (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 21 Totale % 1 32 Fondazione Prima del 10 Tra 10 e Tra 10 e Tra 2000 e 200 Tra 200 e Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF mio CHF & Evol. CA ultimi 3 anni Diminuzione Stabilità Crescita Nessun credito < 0'000 CHF 0-10'000 CHF mio CHF 1-1. mio CHF > 1. mio CHF 10-00'000 CHF Senza risposta

22 Origine e uso dell ultimo prestito/credito (Base: 3 PMI che hanno ottenuto un prestito/credito) 22 % % Impianti, veicoli, terreno, immobili 2% Capitale d'esercizio 3% Banca Persona privata Altre fonti 3% Acquisto di un'altra impresa Promozione, pubblicità Assunzione di personale Ricerca e sviluppo proprietà intellettuale Formazione del personale % % % 3% 2%

23 Aumento dei bisogni di finanziamento nel corso degli ultimi mesi (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 23 % Totale 23 1 PMI esportatrici Sì 32 No Evoluzione della CA degli ultimi 3 anni Diminuzione Stabilità 22 2 Crescita Evoluzione della CA tra T1 0 e T2 0 Diminuzione 21 2 Stabilità 1 2 Crescita Sì No Senza riposta

24 Ragioni dell aumento dei bisogni finanziari (Base: 1 PMI con bisogni finanziari aumentati) 2 Più risposte possibili Per lo sviluppo, per nuovi investimenti % Per ottenere liquidità 3% 30% di cui problemi dovuti ai debitori che mettono più tempo per pagare o fanno fallimento Per altre ragioni 22%

25 Bisogni di finanziamento esterno nel corso degli ultimi mesi (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 2 Totale % 2 1 Regione Svizzera tedesca Svizzera francese Ticino Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & Fondazione Prima del 2000 Tra 2000 e 200 Tra 200 e Evoluzione della CA tra T1 0 e T1 0 Diminuzione Stabilità Crescita Sì No Senza riposta

26 Tipi di finanziamento esterno richiesti o modificati nel corso degli ultimi mesi (Base: PMI con bisogni recenti di finanziamento esterno) 2 % Capitale proprio 23 2 Sorpasso di conto, limite di credito Credito bancario Credito di fornitori Altri tipi di prestito 2 1 Leasing, factoring Garanzia di debiti, prestiti convertibili e simile 3 1 Apporti o sussidi di fonte pubblica 231 Altri tipi di finanziamento esterno 0 Nessuno Importante Poco importante Senza risposta

27 Finanziamento ottenuto dalle banche e/o altri datori di prestito (Base: PMI con bisogni recenti di finanziamento esterno) Totale % Regione * Svizzera tedesca Svizzera francese Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF mio CHF & Evol. CA ultimi 3 anni Diminuzione Stabilità Crescita * differenza non significativa per il Ticino Tutto il finanziamento necessario Non contattato perchè supposto rifiuto Solo una parte Domanda respinta Senza risposta

28 Origine dei finanziamenti richiesti (Base: PMI con bisogni recenti di finanziamento esterno) 2 % % 1% Ottenuto tutto 1 Ottenuto solo una parte Rifiuto di finanziamento 3 1% Banca Altro datore di prestito Tutti e due Senza risposta

29 Conseguenze dei rifiuti di finanziamento esterno nel corso degli ultimi mesi 2 «Avreste accettato dei costi superiori o delle condizioni meno buone per ottenere il prestito desiderato?» (Base: 3 PMI che non hanno ottenuto niente o solo parte del finanziamento richiesto) % 23% Sì No, e non richiesto No, ma richiesto 1% «Avete rimandato degli investimenti pianificati perchè non avete potuto trovare il capitale sufficente?» (Base: PMI che hanno avuto bisogno di capitale di terzi ma non hanno ricevuto niente, solo una parte o non hanno richiesto niente) % 1% Sì No

30 Evoluzione delle condizioni di finanziamento nel corso degli ultimi mesi (Base: PMI con bisogni recenti di finanziamento esterno) In generale: % - accesso al finanziamento 30 Per la vostra impresa: - attitudine della banca nei vostri riguardi tassi d'interesse altri costi di finanziamento 1 - ampiezza prestiti e linee di credito garanzie richieste 2 - altre condizioni rating bancario (2 PMI che lo conoscono) 13 Migliorato Stabile Peggiorato Senza risposta

31 Notorietà e ricorso alle cooperative di fideiussione (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 31 % % % 3% Conosce e già fatto ricorso Conosce, non ancora fatto ricorso ma lo prevede Conosce, ma non prevede di farne ricorso Non conosce

32 32. Crescita e ostacoli alla crescita

33 Crescita media nel corso degli ultimi tre anni e previsioni per il futuro (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 33 % Posti di lavoro Cifra d'affari Utili 21 Previsioni per i prossimi 2-3 anni 0 13 Crescita min. 20% Tra - 1.% Tra -.% Meno di % Stabilità Calo NS

34 Posti di lavoro: crescita media nel corso degli ultimi tre anni (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) Totale Regione Svizzera tedesca Svizzera francese Ticino Numero d'impiegati Solo fondatore 1-2 imp. 3 - imp. - imp. 0 imp. & + Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & + Esportazione Sì No % Crescita min. 20% Tra - 1.% Tra -.% Meno di % Stabilità Calo

35 Cifra d'affari: crescita media nel corso degli ultimi tre anni (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) Totale Regione Svizzera tedesca Svizzera francese Ticino Numero d'impiegati Solo fondatore 1-2 imp. 3 - imp. - imp. 0 imp. & + Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & + Esportazione Sì No % Crescita min. 20% Tra - 1.% Tra -.% Meno di % Stabilità Calo

36 Utili: crescita media nel corso degli ultimi tre anni (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 3 Totale % 21 Numero d'impiegati Solo fondatore imp imp imp. 1 0 imp.& Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF mio CHF & Crescita min. 20% Tra - 1.% Tra -.% Meno di % Stabilità Calo

37 Totale Numero d'impiegati < imp. - imp. 0-2 empl. Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & + Esportazione Sì No Cifra d'affari: evoluzione tra il 1 o trimestre 200 e il 1 o trimestre 200 (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) % Richiamo: evol. della CA negli ultimi 3 anni Crescita min. 20% Crescita tra - 1.% Crescita tra -.% Crescita meno di % Stabilità Calo - % Calo -.% Calo - 1.% Calo min. 20% NS

38 Utili: evoluzione tra il 1 o trimestre 200 e il 1 o trimestre 200 (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 3 Totale % Numero d'impiegati < imp. - imp. 0-2 empl Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & Esportazione Sì No Richiamo: evol. degli utili negli ultimi 3 anni 21 Crescita min. 20% Crescita tra - 1.% Crescita tra -.% Crescita meno di % Stabilità Calo - % Calo -.% Calo - 1.% Calo min. 20% NS

39 Totale Numero d'impiegati Solo fondatore 1-2 imp. 3 - imp. - imp. 0 imp. & + Esportazione Sì No Evol. CA ultimi 3 anni Diminuzione Stabilità Crescita Evol. CA T1 0 - T1 0 Diminuzione Stabilità Crescita Previsioni della cifra d'affari per i prossimi 2-3 anni (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) % Crescita min. 20% Tra - 1.% Tra -.% Meno di % Stabilità Calo NS

40 Ostacoli alla crescita (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 0 Mancanza d'opportunità sui mercati 33% S. tedesca Commercio CA 2 mio&+ Dimin.utili 3% 3% 1% 3% Regolamentazioni e ostacoli amministrativi % S. francese Servizio 2 CA < 1/2 mio 0% 21% 2% 1% Mancanza di finanziamento % 1-2 imp. Fond % 0% 1% 1% Mano d'opera adeguata non disponibile Accesso difficile alle tecnol. dell'informazione 1% % Dimin.imp. su 3 anni 0% 0% 0% 20% Altro Senza risposta % 30%

41 Tipo di finanziamento preferito per realizzare la crescita (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 1 Credito bancario o linea di credito 1% CA < 1/2 mio CA 1/2-2 mio CA 2 mio &+ % % 0% Prestito da altre fonti % CA < 1/2 mio CA 1/2-2 mio CA 2 mio &+ % % 1% Partecipazione di terzi al capitale % Prestito convertibile o simile 1% Altro % Senza risposta %

42 Somma auspicabile per finanziare la crescita (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) Totale Numero d'impiegati < imp. - imp. 0-2 imp. Cifra d'affari 200 Meno di 1/2 mio CHF Da 1/2 a 2 mio CHF 2 mio CHF & + Evol. CA ultimi 3 anni Diminuzione Stabilità Crescita Finanziamento preferito Credito banc. / linea credito Altre fonti prestito Partecip. al capitale Prestito convertibile Altro % < 0'000.- CHF 0-10'000.- CHF 10-00'000.- CHF Senza 1/2-1 mio CHF 1-1. mio CHF > 1. mio CHF risposta

43 Fattore principale che limita l accesso ad un finanziamento (Base: 00 PMI con credito bancario e/o linea di credito) 3 Impresa troppo piccola / mancanza di fiducia della banca 3% 0 imp. &+ CA 2 mio &+ Dimin.utili Pref. "altro" fin. 1% 2% 3% 3% Tassi d'interesse troppo alti % Rist.-alloggio CA < 1/2 mio Credito auspic. 0' % 23% 1% 1% Perdita di controllo sull'impresa % Dec.fin.non aut. Fond Prest.convert. Credito auspic. +10'000.- % 1% 21% 33% Altro 2% Senza risposta 21%

44 . Sintesi

45 Sintesi: modo di finanziamento delle PMI % delle PMI in Svizzera lavorano unicamente con il capitale proprio e 3% ricorrono ad un finanziamento esterno altro che bancario. % non dispongono dunque né di un credito bancario né di una linea di credito. % delle PMI non hanno un credito bancario perchè è stato loro rifiutato nel passato (particolarmente nella ristorazione/alloggio), le altre non ne hanno semplicemente bisogno. Più un impresa è piccola e giovane, meno ricorre ad un finanziamento bancario. Il finanziamento bancario è pure meno diffuso nella costruzione e nei servizi all infuori del commercio e ristorazione/alloggio.

46 Sintesi: bisogni di finanziamento esterno Le imprese con credito bancario lavorano soprattutto con le banche cantonali (3%), seguite dalle due grandi banche (30%) e dalle banche Raiffeisen (21%). Più un impresa è grande (cifra d'affari e numero d impiegati), più spesso lavora con una grande banca. Le banche cantonali sono più utilizzate in Svizzera francese, le banche Raiffeisen più particolarmente in Ticino. % delle PMI hanno avuto un prestito negli ultimi due anni. Esso proviene nel 3% dei casi da una banca. E stato utilizzato nella metà dei casi per impianti e immobili e in un terzo dei casi per il capitale d esercizio. 23% delle PMI hanno conosciuto un aumento dei bisogni di finanziamento nel corso degli ultimi mesi. Si tratta maggiormente delle PMI esportatrici e di quelle di cui il fatturato è diminuito nel corso degli ultimi tre anni. Questo aumento risulta tanto quanto da un bisogno di ottenere delle liquidità che da nuovi investimenti. Un quarto delle imprese ha avuto bisogno di capitale di terzi nel corso degli ultimi mesi. Ogni impresa ha avuto ricorso in media a due tipi di finanziamento esterno ma nessun tipo è stato particolarmente privilegiato.

47 Sintesi: bisogni di finanziamento esterno (seguito) Tra le imprese che hanno avuto bisogno di capitale di terzi, 0% hanno ottenuto tutto il finanziamento richiesto, 1% solo una parte, % delle richieste sono state interamente respinte e 13% non hanno nemmeno inoltrato una richiesta perchè temevano un rifiuto. Le PMI svizzere tedesche e quelle con una cifra d'affari importante o in crescita hanno ottenuto più facilemente tutto il finanziamento necessario. Le richieste respinte sono più numerose in Svizzera francese e le PMI di questa regione hanno anche rinunciato più spesso ad inoltrare una richiesta perchè temevano un rifiuto. Anche le PMI con un fatturato sotto i franchi e quelle senza crescita del fatturato hanno rinunciato più spesso. La metà di quelle che non hanno ottenuto il finanziamento richiesto o solo una parte di quest ultimo hanno rimandato degli investimenti pianificati. Quasi i tre quarti avrebbero tuttavia accettato delle condizioni di finanziamento meno favorevoli. Le imprese con un credito bancario o una linea di credito e che hanno recentemente avuto bisogno di un finanziamento esterno sono state interrogate sull evoluzione delle condizioni di finanziamento nel corso degli ultimi sei mesi. Queste sono effettivamente le uniche a poterla valutare in modo oggettivo. Anche se rappresentano solo il % del campione iniziale, impiegano comunque il 22% di tutti gli impiegati. % di queste PMI stimano che l accesso al finanziamento è globalmente peggiorato negli ultimi mesi. Le imprese constituite solo dal fondatore e quelle di cui gli utili sono diminuiti hanno maggiormente l impressione che l accesso al finanziamento sia peggiorato.

48 Sintesi: bisogni en finanziamento esterno (seguito) Tuttavia, 1% stimano che la loro banca cerca attualmente piuttosto di sostenerle e 1% stimano che l attitudine non è cambiata. Nel settore industriale le imprese sostenute dalla loro banca sono quasi due volte più numerose. Solo 2% deplorano un attitudine più prudente del loro partner bancario. Circa un quarto delle PMI con bisogno recente di finanziamento esterno hanno subìto una modifica negativa delle condizioni di finanziamento al di fuori dei tassi d interesse. Queste condizioni sono peggiorate più in Svizzera francese e le garanzie richieste sono diventate più importanti soprattutto per le imprese costituite solo dal fondatore. Da notare che le cooperative di fideiussione sono conosciute da meno della metà delle PMI con credito bancario. % hanno già fatto ricorso ad una tale cauzione e % prevedono eventualmente di farne ricorso nei prossimi 2-3 anni.

49 Sintesi: crescita e ostacoli Sugli ultimi tre anni, la crescita dei posti di lavoro e della cifra d'affari si è rivelata più alta per le imprese con un numero di impiegati e un fatturato già importante. La stessa osservazione vale per le società esportatrici e della Svizzera tedesca. La crescita degli utili è pure legata alla grandezza dell impresa. Tra il 1 o trimestre 200 e 200, la cifra d'affari e gli utili si sono sviluppati meno positivamente. L erosione della cifra d'affari è stata tre volte più forte che nel corso degli ultimi tre anni, mentre quella degli utili ha potuto essere meglio contenuta. Le PMI che dichiarano maggiormente un calo recente sono grandi (impiegati e CA) e esportatrici, dunque le stesse di cui l evoluzione è stata particolarmente positiva negli anni precedenti. 3% delle PMI prevedono una crescita per i prossimi 2-3 anni, % temono un calo mentre 0% pensano poter assicurare la stabilità. I 13% rimanenti non sanno pronunciarsi. L ostacolo alla crescita più citato è la mancanza di opportunità sul mercato (per un terzo delle PMI). La mancanza di finanziamento è citato solo da %, soprattutto dalle micro-imprese recenti. Il credito bancario è di gran lunga (1%) il tipo di finanziamento preferito per realizzare una crescita. Il fattore principalemente citato (3%) a limitare l accesso a questo finanziamento sarebbe la piccolezza dell impresa o la mancanza di fiducia della banca.

50 Conclusioni 0 Sul campione totale delle 1 22 PMI svizzere, solo 1.% hanno ricevuto un rifiuto di finanziamento nel corso degli ultimi mesi. Questi rifiuti sono stati quasi tre volte più numerosi in Svizzera francese. Il fatto che la gran maggioranza delle PMI in Svizzera (%) lavorano unicamente con il capitale proprio, e non solo le micro-imprese, rende sicuramente l economia svizzera meno vulnerabile di fronte alla crisi finanziaria attuale. L ambiente di crisi e i loro propri risultati finanziari spingono le PMI a supporre che l accesso al finanziamento è diventato più difficile mentre in realtà le condizioni sono peggiorate solo per poche. Questo potrebbe avere delle conseguenze sulle decisioni d investimento o di crescita e provocare una certa ritenuta. Solo % delle PMI con un credito bancario desiderano finanziare la loro crescita attraverso l apertura del loro capitale a terzi. Questa è senza dubbio la ragione per cui le banche restano l interlocutore principale delle PMI che ricercano un finanziamento esterno. Inoltre, % hanno già fatto ricorso alle strutture di fideiussione. Solo % delle imprese che dispongono di un credito bancario prevedono un calo della cifra d affari per i prossimi due tre anni mentre 1% l hanno subìto negli ultimi tre anni (fuori crisi). Occorre dedurre che, secondo le dichiarazioni dei responsabili delle PMI svizzere, la crisi attuale non le toccherà?

51 Indagine sul finanziamento delle PMI in Svizzera realizzata per la Segreteria di Stato dell economia (SECO) Maggio 200

LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO. Il volto poco amico delle banche

LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO. Il volto poco amico delle banche LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO Il volto poco amico delle banche Metodologia Indagine quantitativa condotta mediante somministrazione telefonica (sistema C.A.T.I. Computer Assisted Telephone Interview)

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

QUESTIONARIO PMI e informazioni relative alla situazione creditizia

QUESTIONARIO PMI e informazioni relative alla situazione creditizia QUESTIONARIO PMI e informazioni relative alla situazione creditizia da restituire compilato entro il 24 luglio 2015 a Margherita Lella E-mail: ue@promofirenze.it Profilo dell azienda (i dati non saranno

Dettagli

Aprile 2015 www.sif.admin.ch. Piazza finanziaria svizzera Indicatori

Aprile 2015 www.sif.admin.ch. Piazza finanziaria svizzera Indicatori Aprile 2015 www.sif.admin.ch Piazza finanziaria svizzera Indicatori 1 Importanza economica della piazza finanziaria svizzera Negli ultimi dieci anni, il contributo delle assicurazioni alla creazione di

Dettagli

primo trimestre 2012

primo trimestre 2012 osservatorio congiunturale sulle imprese della provincia di Latina primo trimestre 2012 Pierluigi Ascani Format Research Sala Conferenze Facoltà di Economia Università di Roma Sapienza, Sede di Latina

Dettagli

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI 1 trimestre 201 Allegato Statistico Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica Maggio 201 1. Gli indicatori congiunturali Nel primo trimestre 201 le imprese

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

Ottobre 2015 www.sif.admin.ch. Piazza finanziaria svizzera Indicatori

Ottobre 2015 www.sif.admin.ch. Piazza finanziaria svizzera Indicatori Ottobre 2015 www.sif.admin.ch Piazza finanziaria svizzera Indicatori 1 Importanza economica della piazza finanziaria svizzera Negli ultimi dieci anni, il contributo delle assicurazioni alla creazione di

Dettagli

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA Ricerca a cura di Confcommercio Format Milano 22 maggio 2009 Il 73,7% delle imprese avverte un peggioramento della situazione economica

Dettagli

The AR Factor. Il valore economico dell Accounts Receivable Finance (Finanziamento dei crediti commerciali) per le principali economie europee

The AR Factor. Il valore economico dell Accounts Receivable Finance (Finanziamento dei crediti commerciali) per le principali economie europee The AR Factor Il valore economico dell Accounts Receivable Finance (Finanziamento dei crediti commerciali) per le principali economie europee Media Executive Summary Lo scopo di questa ricerca è valutare

Dettagli

Inchiesta 2013 sui salari degli impiegati di banca

Inchiesta 2013 sui salari degli impiegati di banca Inchiesta 2013 sui salari degli impiegati di banca L inchiesta sui salari viene condotta dall ASIB ogni due anni. Il salario è una parte essenziale del contratto di lavoro. Nelle banche, gli stipendi vengono

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

delle Partecipate e dei fornitori

delle Partecipate e dei fornitori ... I pagamenti della Pubblica Amministrazione,......... L u g l i o 2 0 1 4 Debito PA: miglioramenti più contenuti nel primo trimestre... Sintesi dei risultati C ontinuano nei primi tre mesi del 2014

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI IN TICINO 1. Servizi finanziari e assicurativi STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI FINANZIARI E ASSICURATIVI IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI

Dettagli

DOMANDA ED OFFERTA DI CREDITO IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

DOMANDA ED OFFERTA DI CREDITO IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA DOMANDA ED OFFERTA DI CREDITO IN PROVINCIA DI REGGIO EMILIA 1.1 - L assetto finanziario delle aziende Nel corso del 2014 la provincia reggiana evidenzia un saldo tra imprese che presentano aumenti e diminuzioni

Dettagli

SUMMARY REPORT MOPAmbiente. I principali risultati della ricerca

SUMMARY REPORT MOPAmbiente. I principali risultati della ricerca SUMMARY REPORT MOPAmbiente I principali risultati della ricerca VI Rapporto Periodo di rilevazione: 3 9 Novembre 2010 Metodologia: CATI; campione n=1000 casi, rappresentativo degli italiani dai 18 anni

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE 28 dicembre 2011 Anno 2010 L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE La quota di piccole e medie imprese (attive nei settori dell industria e dei servizi di mercato) che hanno cercato finanziamenti

Dettagli

Confcommercio Pordenone Osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario di Pordenone

Confcommercio Pordenone Osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario di Pordenone Sintesi01 Pordenone, 22/02/13 Confcommercio Pordenone Osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario di Pordenone Peggiora il clima di fiducia delle imprese del terziario della provincia

Dettagli

Nel 2012 i consumi finali delle economie domestiche hanno sostenuto la crescita

Nel 2012 i consumi finali delle economie domestiche hanno sostenuto la crescita Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale di statistica UST Comunicato stampa Embargo: 29.08.2013, 9:15 4 Economia N. 0352-1309-30 Conti economici nazionali della Svizzera nel 2012 Nel 2012

Dettagli

Le PMI e i dati informativi sulla loro situazione creditizia

Le PMI e i dati informativi sulla loro situazione creditizia CONSULTAZIONE EUROPEA Le PMI e i dati informativi sulla loro situazione creditizia La Commissione europea si sta adoperando per agevolare l accesso ai finanziamenti da parte delle piccole e medie imprese

Dettagli

Entusiasmo? «Ho voce in capitolo sul mio denaro.» Helvetia Piano di garanzia. Ottimizzare garanzia e rendimento in modo individuale.

Entusiasmo? «Ho voce in capitolo sul mio denaro.» Helvetia Piano di garanzia. Ottimizzare garanzia e rendimento in modo individuale. Entusiasmo? «Ho voce in capitolo sul mio denaro.» Helvetia Piano di garanzia. Ottimizzare garanzia e rendimento in modo individuale. La Sua Assicurazione svizzera. Ecco come funziona le garanzie. Costruire

Dettagli

UNA RICERCA DEL CENTRO STUDI CNA REALIZZATA DA ELETTRODOMESTICO ROTTO? LO RIPARO, NON LO CAMBIO CASA. agosto 2013

UNA RICERCA DEL CENTRO STUDI CNA REALIZZATA DA ELETTRODOMESTICO ROTTO? LO RIPARO, NON LO CAMBIO CASA. agosto 2013 UNA RICERCA DEL CENTRO STUDI CNA REALIZZATA DA ELETTRODOMESTICO ROTTO? LO RIPARO, NON LO CAMBIO CASA agosto 2013 Elettrodomestico fa le bizze? Non si cambia più. Si ripara. Cresce il ricorso agli artigiani

Dettagli

Esame 2015. Ricerca di mercato

Esame 2015. Ricerca di mercato Berufsprüfung für Marketingfachleute mit eidg. Fachausweis Examen prof. pour spécialistes en marketing avec brevet fédéral Esame per Specialisti in marketing con attestato professionale federale Esame

Dettagli

Domanda e offerta di credito

Domanda e offerta di credito 2/5/2013 Domanda e offerta di credito La situazione registrata nel 2012 in provincia di Nel 2012 si è registrata una contrazione della domanda di credito. Rispetto alla media regionale le imprese modenesi

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

Banche e PMI: un rapporto in evoluzione. Milano, 3 Dicembre 2012

Banche e PMI: un rapporto in evoluzione. Milano, 3 Dicembre 2012 Banche e PMI: un rapporto in evoluzione Milano, 3 Dicembre 2012 Ricerca n. 255-2012 PREMESSA: LE PMI INTERVISTATE Indagine effettuata telefonicamente nel mese di Novembre su un campione di PMI del Nord

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO INDICE IL RENDICONTO FINANZIARIO,... 2 LA POSIZIONE FINANZIARIA NETTA,... 3 IL RENDICONTO FINANZIARIO DELLA POSIZIONE FINANZIARIA NETTA,... 6 PRIMO PASSO:

Dettagli

Pacchetto Business Easy Il pacchetto bancario dedicato al business

Pacchetto Business Easy Il pacchetto bancario dedicato al business Pacchetto Business Easy Il pacchetto bancario dedicato al business La banca a portata di mano Per potersi dedicare completamente alle principali attività di impresa. Nel nostro Pacchetto Business Easy

Dettagli

Le nostre soluzioni d investimento. Offerte individuali e vantaggiose per accumulare un patrimonio

Le nostre soluzioni d investimento. Offerte individuali e vantaggiose per accumulare un patrimonio Le nostre soluzioni d investimento Offerte individuali e vantaggiose per accumulare un patrimonio Siamo al vostro fianco per aiutarvi a raggiungere gli obiettivi d investimento che vi siete prefissi.

Dettagli

Entusiasmo? «Indicizzazione innovativa, investimento intelligente.» Helvetia Fondazione d investimento. Azioni Svizzera Smart Beta Dinamico.

Entusiasmo? «Indicizzazione innovativa, investimento intelligente.» Helvetia Fondazione d investimento. Azioni Svizzera Smart Beta Dinamico. Entusiasmo? «Indicizzazione innovativa, investimento intelligente.» Helvetia Fondazione d investimento. Azioni Svizzera Smart Beta Dinamico. La Sua Fondazione d investimento svizzera. 1/6 Helvetia Fondazione

Dettagli

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese FONDAZIONE LEONE MORESSA Via Torre Belfredo 81/d 30171 Mestre (Venezia) Tel: 041-23.86.700 - Fax: 041-98.45.01 Email: info@fondazioneleonemoressa.org Web: www.fondazioneleonemoressa.org LA CRISI ECONOMICA

Dettagli

Previdenza professionale sicura e a misura

Previdenza professionale sicura e a misura Previdenza professionale sicura e a misura Nella previdenza professionale la sicurezza delle prestazioni che garantiamo nel futuro è il bene più prezioso per Lei e per noi. Di conseguenza agiamo coscienti

Dettagli

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 Le previsioni occupazionali delle cooperative e delle imprese sociali nella Provincia di Bologna. Dati di consuntivo 2013 A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica

Dettagli

La nota integrativa 2009. fatturati e margini in diminuzione e banche più guardinghe

La nota integrativa 2009. fatturati e margini in diminuzione e banche più guardinghe La nota integrativa 2009 tra fatturati e margini in diminuzione e banche più guardinghe Relazione del dr. Mario Venturini Magenta 7 aprile 2009 1 Indice dell intervento Il contesto economico e le attese

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013 Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive summary Febbraio 2013 1 Finalità dell Osservatorio 3 Contenuto e metodologia dell indagine 3 Composizione del campione

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nuovi indici immobiliari ticinesi CAEX e APEX

COMUNICATO STAMPA. Nuovi indici immobiliari ticinesi CAEX e APEX Nuovi indici immobiliari ticinesi CAEX e APEX La Banca dello Stato del Cantone Ticino lancia, in collaborazione con CIFI SA, due nuovi indici immobiliari ticinesi: CAEX per le case unifamiliari e APEX

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

Comunicato stampa. Inchiesta congiunturale 2013/2014

Comunicato stampa. Inchiesta congiunturale 2013/2014 Comunicato stampa Inchiesta congiunturale 2013/2014 Sensibile miglioramento nel 2013 per le aziende ticinesi dopo le difficoltà degli ultimi anni. Previsioni sostanzialmente positive anche per il 2014,

Dettagli

Le nuove imprese nelle Marche nel 2014: cala il numero, cresce la qualità. Focus 1/2015 A cura di Donato Iacobucci

Le nuove imprese nelle Marche nel 2014: cala il numero, cresce la qualità. Focus 1/2015 A cura di Donato Iacobucci Le nuove imprese nelle Marche nel 2014: cala il numero, cresce la qualità Focus 1/2015 A cura di Donato Iacobucci Febbraio 2015 Le nuove imprese nelle Marche nel 2014: cala il numero, cresce la qualità.

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

26/10/2010. I processi di finanziamento. Processi di finanziamento. Processi di gestione monetaria. FABBISOGNO di mezzi finanziari

26/10/2010. I processi di finanziamento. Processi di finanziamento. Processi di gestione monetaria. FABBISOGNO di mezzi finanziari 1. Pianificazione finanziaria: fabbisogno e fonti di finanziam. Processi di finanziamento 4. Rimborso dei finanziamenti I processi di finanziamento Processi economici di produzione 2. Acquisizione dei

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

IL RUOLO DEL CENTRO FIDI TERZIARIO QUALI GARANZIE?

IL RUOLO DEL CENTRO FIDI TERZIARIO QUALI GARANZIE? IL RUOLO DEL CENTRO FIDI TERZIARIO QUALI GARANZIE? II Forum annuale sulla Finanza d impresa Gli strumenti per affrontare la crisi e sostenere la crescita delle PMI Prato, 23 aprile 2009 Email: a.doti@centrofiditerziario.it

Dettagli

Andamento affari e occupazione nel settore bancario

Andamento affari e occupazione nel settore bancario Andamento affari e occupazione nel settore bancario Franco Citterio Direttore ABT Vezia, 15 febbraio 2007 Swiss Market Index (Fonte: UBS) 15.02.2007 2 Massa patrimoniale gestita dalle banche in Svizzera

Dettagli

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010, Forbes

Dettagli

ANALISI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA a cura Giuseppe Polli SECONDA PARTE clicca QUI per accedere direttamente alla prima parte dell'intervento...

ANALISI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA a cura Giuseppe Polli SECONDA PARTE clicca QUI per accedere direttamente alla prima parte dell'intervento... ANALISI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA a cura Giuseppe Polli SECONDA PARTE clicca QUI per accedere direttamente alla prima parte dell'intervento... 4 GLI INDICI DI LIQUIDITA L analisi procede con la costruzione

Dettagli

L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve

L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve News sulla previdenza 1/2012 Swisscanto Fondazione collettiva L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve 2011: Un anno all insegna del consolidamento, dell estensione e dell innovazione 2 Cifre

Dettagli

Calcolo del valore attuale e principi di valutazione delle obbligazioni

Calcolo del valore attuale e principi di valutazione delle obbligazioni PROGRAMMA 0. Introduzione 1. Valore: Pianificazione finanziaria Valore attuale Valutazione delle obbligazioni e delle azioni, Valore attuale netto ed altri criteri di scelta degli investimenti 2. Valutazione

Dettagli

Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale. (Edizione gennaio 2014)

Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale. (Edizione gennaio 2014) Regolamento d investimento della Fondazione collettiva Trigona per la previdenza professionale (Edizione gennaio 2014) 2 Regolamento d investimento Indice 1. Basi 3 2. Gestione del patrimonio 3 3. Obiettivi

Dettagli

Disoccupati registrati (+368, +5.2%)

Disoccupati registrati (+368, +5.2%) Disoccupati registrati (+368, +5.2%) Persone in cerca di impiego registrate (+319, +3.0%) Tasso di disoccupazione (+0.2 punti percentuali) Documentazione per la stampa della Sezione del lavoro / 9 gennaio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. della Commissione della Cassa pensioni dei dipendenti dello Stato

COMUNICATO STAMPA. della Commissione della Cassa pensioni dei dipendenti dello Stato Residenza Governativa Repubblica e Cantone Ticino telefono 091 814 44 60 fax 091 814 44 23 e-mail dfe-dir@ti.ch Internet www.ti.ch/dfe Funzionario incaricato Direzione Dipartimento delle finanze e dell

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. (anno di riferimento 2012)

COMUNICATO STAMPA. (anno di riferimento 2012) San Marino, 26 Giugno 2013 COMUNICATO STAMPA Indagine sui consumi e lo stile di vita delle famiglie sammarinesi (anno di riferimento 2012) L Ufficio Statistica comunica la sintesi dell indagine sui consumi

Dettagli

Scegliete i fondi d investimento più adatti

Scegliete i fondi d investimento più adatti Scegliete i fondi d investimento più adatti Un investimento intelligente soddisfa sempre le vostre esigenze i vostri obiettivi. Affidatevi ai nostri fondi d investimento per la previdenza libera e vincolata.

Dettagli

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni La congiuntura italiana N. 3 FEBBRAIO 2014 Il Pil torna positivo nel quarto trimestre ma il dato è sotto le attese. La crescita si prospetta debole, penalizzata della mancanza di credito e per ora sostenuta

Dettagli

Il nuovo diritto contabile

Il nuovo diritto contabile fondounimpresa.ch Seminario annuale di economia e di didattica del far impresa Il nuovo diritto contabile Presentazione a cura di Claudio Delmenico Museo nazionale del S.Gottardo 18 agosto 2014 IL NUOVO

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE DELLE PMI - PROCESSO D INTERNAZIONALIZZAZIONE - SVIZZERA

RISTRUTTURAZIONE DELLE PMI - PROCESSO D INTERNAZIONALIZZAZIONE - SVIZZERA RISTRUTTURAZIONE DELLE PMI - PROCESSO D INTERNAZIONALIZZAZIONE - SVIZZERA In questi ultimi anni la crisi economica, in particolare europea, ha inferto colpi durissimi alle PMI. Alcune piccole e medie imprese

Dettagli

Comunicato stampa EMBARGO fino al 14.01.15 ore 11.30. Inchiesta congiunturale 2014/2015

Comunicato stampa EMBARGO fino al 14.01.15 ore 11.30. Inchiesta congiunturale 2014/2015 Comunicato stampa EMBARGO fino al 14.01.15 ore 11.30 Inchiesta congiunturale 2014/2015 Dopo il miglioramento fatto registrare nel 2013, la situazione delle aziende ticinesi nel 2014 si è stabilizzata in

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

Le casse pensioni svizzere nel 2004: prestazioni di livello elevato ma grado di finanziamento ancora insufficiente

Le casse pensioni svizzere nel 2004: prestazioni di livello elevato ma grado di finanziamento ancora insufficiente Swissca Portaolio Management SA Waisenhausstrasse 2 8023 Zurigo Tel. ++41 58 344 49 00 Fax ++41 58 344 49 01 pmg@swissca.ch www.swissca.ch Zurigo 15 settembre 2004 Comunicato stampa Studio di Swissca e

Dettagli

La finanza sostenibile. Cos è e come funziona?

La finanza sostenibile. Cos è e come funziona? La finanza sostenibile Cos è e come funziona? Alberto Stival,, 13.01.2016 in breve (SSF) rafforza la posizione della Svizzera sul mercato globale per la finanza sostenibile, fornendo informazioni e formazione

Dettagli

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE IL SISTEMA IMPRENDITORIALE 1 1.1 Le imprese attive per settore e forma giuridica Nei primi tre mesi del 2015 risultano iscritte nel Registro Imprese della Camera di Commercio di Lodi 21.784 posizioni,

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI IN PUGLIA

ELEZIONI REGIONALI IN PUGLIA per ELEZIONI REGIONALI IN PUGLIA INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELLE CANDIDATURE E SUGLI ORIENTAMENTI DI VOTO ALLE ELEZIONI REGIONALI 24 APRILE 2015 Gradimento dei candidati tra chi li conosce Lei ha molta,

Dettagli

Osservatorio regionale sul credito dell Emilia-Romagna

Osservatorio regionale sul credito dell Emilia-Romagna Osservatorio regionale sul credito dell UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO GUGLIELMO TAGLIACARNE INDAGINE DICEMBRE 2012 DOMANDA ED OFFERTA DI CREDITO IN PROVINCIA DI FORLI - CESENA 1.1 L assetto finanziario

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

REPUBBLICA - SOMEDIA INDAGINE SU LA DIFFUSIONE E L AFFERMAZIONE DELLE ENERGIE ALTERNATIVE. Roma, 27/03/2007 2006 117RS.

REPUBBLICA - SOMEDIA INDAGINE SU LA DIFFUSIONE E L AFFERMAZIONE DELLE ENERGIE ALTERNATIVE. Roma, 27/03/2007 2006 117RS. REPUBBLICA - SOMEDIA INDAGINE SU LA DIFFUSIONE E L AFFERMAZIONE DELLE ENERGIE ALTERNATIVE Roma, 27/03/2007 2006 117RS Presentazione 02 PRESENTAZIONE DELLA RICERCA Autore: Format Srl - ricerche di mercato

Dettagli

Osservatorio UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore III Edizione

Osservatorio UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore III Edizione Osservatorio UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore III Edizione Indagine sui fabbisogni finanziari delle fondazioni in Italia Marzo 2014 Con il contributo scientifico di Indice Obiettivi 3 Metodologia 4

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLE BEVANDE IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLE BEVANDE IN TICINO 8. Industria alimentare e delle bevande STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLE BEVANDE IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA

Dettagli

Schede di conto Appunti di contabilità mezzi liquidi e schede di conto. Luca Dossena - Docente

Schede di conto Appunti di contabilità mezzi liquidi e schede di conto. Luca Dossena - Docente Appunti di contabilità mezzi liquidi e schede di conto Luca Dossena - Docente Capitolo: Sommario Definizioni importanti... 3 Finanziamento... 3 Investimento... 3 Definanziamento... 4 Disinvestimento:...

Dettagli

Dare credito alla fiducia: la domanda di finanza del Terzo Settore. Dimensione e struttura del mercato del credito per il Terzo Settore

Dare credito alla fiducia: la domanda di finanza del Terzo Settore. Dimensione e struttura del mercato del credito per il Terzo Settore Dare credito alla fiducia: la domanda di finanza del Terzo Settore Dimensione e struttura del mercato del credito per il Terzo Settore Roberto Felici, Giorgio Gobbi, Raffaella Pico Servizio Studi di Struttura

Dettagli

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci.

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Debiti verso fornitori Importi dovuti ai fornitori. Crediti

Dettagli

Ecco come pagano le fatture le aziende svizzere

Ecco come pagano le fatture le aziende svizzere Ecco come pagano le fatture le aziende svizzere Quasi la metà delle fatture vengono pagate in ritardo. Differenze fra i diversi cantoni anche per quanto riguarda ildenaro: gli svizzeri occidentali sono

Dettagli

Finanziati e coccolati

Finanziati e coccolati House And Money Il mercato dei finanziamenti Il lungo periodo recessivo ha impattato sul sistema bancario determinando un restringimento delle politiche di credito e quindi una maggiore difficoltà da parte

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

I clienti cambiano assicuratore per avere prezzi migliori, ma restano fedeli se il servizio è di qualità

I clienti cambiano assicuratore per avere prezzi migliori, ma restano fedeli se il servizio è di qualità bonus.ch: indagine di soddisfazione 2013 sulle assicurazioni auto Gli Svizzeri sono soddisfatti del proprio assicuratore auto: il punteggio medio tra tutti gli assicuratori, ottenuto a seguito dell indagine

Dettagli

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE

L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA INTERMEDIAZIONE E VALUTAZIONE a cura di Alice Ciani Centro Studi sull Economia Immobiliare di Tecnoborsa

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI COMMERCIALI IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI COMMERCIALI IN TICINO 13. Commercio STRUTTURA E EVOLUZIONE DEI SERVIZI COMMERCIALI IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI 2. CHIMICA E FARMACEUTICA 3.

Dettagli

Con noi per nuovi orizzonti. Raiffeisen Fonds Capital Protection Maturity 2013 offre protezione del capitale e copertura degli utili realizzati

Con noi per nuovi orizzonti. Raiffeisen Fonds Capital Protection Maturity 2013 offre protezione del capitale e copertura degli utili realizzati Con noi per nuovi orizzonti Raiffeisen Fonds Capital Protection Maturity 2013 offre protezione del capitale e copertura degli utili realizzati Protezione del capitale, opportunità di rendimento e copertura

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte

Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte SCHEDA D INFORMAZIONE N 3: QUESTIONI SULLA RIDISTRIBUZIONE Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte Parlare della riforma dell imposizione delle imprese significa anche affrontare i timori relativi

Dettagli

XVIII Congresso AIV, 17-18 Aprile 2015, Genova

XVIII Congresso AIV, 17-18 Aprile 2015, Genova XVIII Congresso AIV, 17-18 Aprile 2015, Genova Relazione allegata al bilancio consuntivo 2014 e note sul bilancio preventivo 2015 Nel bilancio di previsione 2014, era stato previsto un avanzo di bilancio

Dettagli

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 1 trimestre 2012

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 1 trimestre 2012 DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE CREMONESI 1 trimestre 2012 Imprese nel complesso In Lombardia, nel primo trimestre del 2012 le anagrafi camerali registrano un saldo negativo di 1.675 unità. Alla fine di marzo

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

VALORE UNITARO PROPOSTO PER LA MONETIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO PUBBLICO E STIMA DEL VALORE DEL VERDE PUBBLICO

VALORE UNITARO PROPOSTO PER LA MONETIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO PUBBLICO E STIMA DEL VALORE DEL VERDE PUBBLICO VALORE UNITARO PROPOSTO PER LA MONETIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO PUBBLICO E STIMA DEL VALORE DEL VERDE PUBBLICO IL sottoscritto Architetto Fabio Alderotti, nato ad EMPOLI, il 26/03/1060 con studio ad EMPOLI

Dettagli

Assicurazione crediti. La protezione delle perdite sul fatturato/

Assicurazione crediti. La protezione delle perdite sul fatturato/ Assicurazione crediti La protezione delle perdite sul fatturato/ Spesso la fiducia non paga/ Il pericolo di perdere il proprio denaro è in agguato in ogni fattura emessa. Le cose possono andare bene per

Dettagli

Regolamento sugli investimenti

Regolamento sugli investimenti FONDAZIONE ABENDROT La Cassa pensioni all insegna della sostenibilità Regolamento sugli investimenti Stato 1.1.2007 Il Consiglio di fondazione della Fondazione Abendrot emana con l accordo della Commissione

Dettagli

a cura del Centro Studi primo semestre 2013

a cura del Centro Studi primo semestre 2013 a cura del Centro Studi primo semestre 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA

Dettagli

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE FEDERALIMENTARE i risultati a chiusura del primo semestre 2012. le prospettive nel breve periodo

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE FEDERALIMENTARE i risultati a chiusura del primo semestre 2012. le prospettive nel breve periodo OSSERVATORIO CONGIUNTURALE FEDERALIMENTARE i risultati a chiusura del primo semestre 2012. le prospettive nel breve periodo Roma 28 settembre 2012 (11128zv) agenda à metodo à clima di fiducia à andamento

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

I processi di finanziamento

I processi di finanziamento I processi di finanziamento 1. pianificazione finanziaria: fabbisogno e fonti di finanziamento 2. acquisizione del finanziamento tutte quelle attività volte a reperire, gestire e rimborsare i finanziamenti

Dettagli

Sezione 1. Dati Generali. 1. Contatto - Persona di riferimento (chi compila il questionario):

Sezione 1. Dati Generali. 1. Contatto - Persona di riferimento (chi compila il questionario): Sezione 1. Dati Generali 1. Contatto - Persona di riferimento (chi compila il questionario): 2. I dati di seguito inseriti si riferiscono a: Una cooperativa passare alla domanda numero 4 Organizzazione

Dettagli

ANALISI COSTI-BENEFICI

ANALISI COSTI-BENEFICI ANALISI COSTI-BENEFICI ANALISI COSTI BENEFICI Fondamento dell ANALISI COSTI BENEFICI è l idea che un progetto o una politica possono essere considerati validi dal punto di vista della società se i benefici

Dettagli

A volte il risultato della revisione è l'attribuzione di un rating peggiorativo, che può portare alla revoca in tronco degli affidamenti!

A volte il risultato della revisione è l'attribuzione di un rating peggiorativo, che può portare alla revoca in tronco degli affidamenti! Accade spesso che la banca vada a visitare l azienda solo quando deve acquisirne la relazione o, successivamente, per collocare nuovi prodotti o chiedere maggiori flussi di lavoro o relazioni indotte,

Dettagli

Indagine sul tasso di cambio: conseguenze dell apprezzamento del franco e reazioni delle imprese

Indagine sul tasso di cambio: conseguenze dell apprezzamento del franco e reazioni delle imprese Indagine sul tasso di cambio: conseguenze dell apprezzamento del franco e reazioni delle imprese Rete regionale di contatti della BNS Rapporto sottoposto alla Direzione generale della Banca nazionale svizzera

Dettagli

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2009 Dati rilevati nel mese di febbraio 2009

Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2009 Dati rilevati nel mese di febbraio 2009 Clima di fiducia e intenzioni di acquisto degli italiani. Indagine marzo 2009 Dati rilevati nel mese di febbraio 2009 COMUNICATO STAMPA A febbraio la fiducia degli italiani torna a calare: dal Nord al

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli