L'antifurto deve essere una sicurezza.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L'antifurto deve essere una sicurezza."

Transcript

1 Ad.: toffon.it /07 L'antifurto deve essere una sicurezza. Axel Srl Tel Fax Sceglierlo in tutta sicurezza si può. Proud to be Italian

2 SCEGLIERE UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIFURTO È IMPORTANTE. Ecco una serie di consigli fondamentali. Questa è una guida a scegliere bene. Non parla di un modello specifico, ma contiene le informazioni essenziali per arrivare a una scelta ricca di certezze. 1

3 LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ: Perchè devo farmi installare un sistema antifurto a norma? un diritto dell'utente, un dovere dell'installatore. Un'installazione a norma prevede l'uso di materiali costruiti con livelli di immunità ai disturbi di livello elevato e con filosofia di funzionamento studiata da Le installazioni d'allarme sono soggette alle normative CEI 79-2 per i materiali e alle CEI 79-3 per l'installazione. Ogni utente ha il diritto di farsi rilasciare una dichiarazione di conformità dall'installatore. Conviene richiederla già al momento del preventivo. Un installatore serio rilascerà sicuramente la dichiarazione; se invece comincia a tergiversare o a dire che non è importante, attenzione: può voler dire che o i materiali non sono conformi, oppure che chi redige il preventivo non è in grado di rilasciare questo tipo di documento per incompetenza, per mancata conoscenza delle normative oppure per malafede. Se volete rischiare, potete comunque commissionare commissioni di esperti del settore in ambito di normazione CEI. Il CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano) è l'ente che stabilisce le norme; i lavori possono dirsi eseguiti a regola d'arte solo quando la norma CEI specifica (Legge 46/90) viene rispettata. Un'installazione a norma prevede la responsabilità della corretta esecuzione dei lavori da parte di chi la effettua che si concretizza con la dichiarazione di conformità. Se invece l'utente accetta l esecuzione non a norma condivide con l'installatore la responsabilità: ecco perché bisogna diffidare di chi dice che la dichiarazione non è importante. una installazione non a norma: in questo caso la responsabilità passa dall'installatore all'utente. 2 3

4 CE E CEI: SCOPRIAMO LE SIGLE. CE è la marcatura obbligatoria per tutte le apparecchiature elettroniche. conforme alle norme CEI 79-2: è un diritto di ogni acquirente pretenderlo e verificarlo. Alcune apparecchiature periferiche possono non rispettare le norme CEI; in ogni caso l'installatore è tenuto a farlo presente, dichiarando i motivi per i quali l'apparecchiatura non segue le norme e a richiederne l'approvazione all'utente. CEI sono le norme di riferimento per la certificazione di conformità dei sistemi antifurto. La marcatura CE (Compatibilità Elettromagnetica) La marcatura CE non riguarda soltanto le apparecchiature d'allarme, ma è obbligatoria per tutte le Marcatura CE e norme CEI: due sigle simili, ma due apparecchiature elettroniche. Esistono dei livelli CE cose diverse, e necessarie. specifici per le apparecchiature d'allarme, come stabilito dalle norme EN Non basta sentirsi dire che il prodotto è a norma, bisogna sapere quale norma rispetta: spesso chi fa La conformità e l'apposizione della marcatura CE è affermazioni vaghe vuole trarre in inganno l'acquirente, condizione necessaria per l'inizio delle prove sui proponendogli prodotti di scarsa qualità, che con le materiali ai fini delle norme CEI. norme vere hanno poco a che fare. Una dichiarazione di conformità CEI conterrà implicitamente anche l'assunzione di responsabilità del Ogni antifurto deve avere il marchio CE ed essere costruttore delle rispondenze ai requisiti CE. 4 5

5 In sintesi: le condizioni essenziali perché un sistema sia a norma. - Il materiale deve essere marcato CE e conforme alle normative CEI L'esecuzione dell'installazione deve essere conforme alle normative CEI

6 RADIO O CABLATO? questo modo si possono coprire le trasmissioni nel caso di sistemi non supervisionati e quindi inefficaci o, per i sistemi più avanzati (supervisionati), interferire Nessun sistema radio, per quanto sofisticato, ha la sicurezza di un sistema cablato e generare continui allarmi. In questo caso il sistema rileva correttamente un tentativo di manomissione, e lo segnala, ma siccome è possibile generarlo dall'esterno dell'edificio il risultato è una sequela di allarmi apparentemente falsi fino a che l'utente pensa che il sistema si sia guastato e lo disattiva, esponendosi Recentemente c'è stata grande diffusione dei sistemi radio, che hanno il vantaggio di non richiedere il passaggio di cavi tra i vari componenti necessari per la sorveglianza. Il risultato è un risparmio di tempi e di costi nell'installazione, evitando ogni lavoro di quindi al rischio. I sistemi radio rimangono necessari in ambienti in cui non sia possibile far passare cavi (ad esempio architetture d'epoca). In questi casi si può ricorrere a collegamento. sistemi misti: una parte cablata e una parte radio. L'altra faccia della medaglia è che nessun sistema radio, per quanto sofisticato, avrà la sicurezza di un È bene accertarsi che: sistema cablato, ossia realizzato con collegamenti via - non sia stata accidentalmente rimossa la funzione cavo. di supervisione. Se questa funzione viene eliminata l efficacia del sistema è annullata. Le ragioni consistono non tanto nella possibilità di - che il sistema funzioni nella frequenza ammessa, rilevare i codici radio di trasmissione, cosa non facile cioè 433 o 868 MHz. con i sistemi attualmente in commercio, quanto nella possibilità di interferire con i sistemi dall'esterno. In 8 9

7 Ogni altra frequenza di funzionamento al di fuori di queste non è ammessa, perché viola le regole imposte dal Ministero delle Telecomunicazioni, ed è quindi soggetta a sanzioni amministrative a carico sia dell'installatore che dell'utente. IL MARCHIO IMQA: RIASSUME TUTTE LE NORME. Il marchio IMQA certifica che tutte le norme CEI e CE sono soddisfatte. 11

8 L'IMQ è un laboratorio indipendente di prove, l'unico IMQA abbia rilasciato il certificato ufficiale. autorizzato alla verifica dei materiali e delle aziende Un installatore IMQA che rilascia certificato ufficiale installatrici di sistemi di allarme. L'IMQ ha istituito deve aver usato materiali conformi ed effettuato un dipartimento specifico per la verifica di materiali l'installazione a regola d'arte. e di installatori di sistemi d'allarme, che rilascia la marchiatura IMQA. Al posto del certificato ufficiale, ogni installatore può La marchiatura IMQA non è obbligatoria nè per i rilasciare una autodichiarazione di responsabilità. E' produttori nè per gli installatori, ma è una prova una autocertificazione, ugualmente valida, con cui in più di affidabilità, che in un ambito così delicato l'installatore assume direttamente la responsabilità come quello dei sistemi antifurto è una garanzia in più della serietà di chi la presenta. Il marchio IMQA su una apparecchiatura certifica che tutte le norme CEI e CE sono soddisfatte. La garanzia del lavoro effettuato, sia per quanto riguarda i materiali, sia per la corretta esecuzione dei lavori a regola d'arte (Legge 46/90). è data delle prove di laboratorio e delle verifiche ripetute nel tempo dal laboratorio IMQ mediante ispezioni a sorpresa. Il laboratorio IMQ verifica anche la corretta operatività e i requisiti degli installatori di sistemi di allarme che hanno ottenuto la licenza all'uso del marchio IMQA. La verifica degli impianti da parte di IMQ si può effettuare solo sugli impianti per i quali l'installatore UN BUON INSTALLATORE SI AGGIORNA CONTINUAMENTE, PER POTER PROPORRE SEMPRE IL MEGLIO

9 Un'installazione di sicurezza non è come una semplice installazione elettrica. Anche se i suoi componenti sono di tipo elettronico, un sistema antifurto parte sempre da un progetto di sicurezza che solo un installatore esperto può realizzare. Nel mercato dei sistemi antifurto l'evoluzione della tecnologia ha questo obiettivo: anticipare e prevenire le idee e le tecniche dei criminali. Per questo un buon installatore deve essere esperto dei principi di sicurezza e di contrasto al crimine, avere un'elevata competenza e conoscenza tecnologica sui principi di rilevazione, sulla gestione e programmazione delle apparecchiature, sui metodi di trasmissione allarmi. E tutto questo bagaglio di competenze deve essere costantemente aggiornato, perché l'evoluzione non si ferma mai. Solo così l'installatore sarà in grado di predisporre un valido progetto di sicurezza, che comprenda antifurto, antirapina, richiesta di aiuto, allarmi specifici per gas e allagamento, comfort ambientale, comunicazione con il mondo esterno, messaggi digitali, vocali 14

10 e SMS con comandi e controlli dal cellulare fino ai collegamenti in rete dati. Meglio ancora se tutto in un'unica apparecchiatura. Non tutti gli installatori sanno fare questo. Ecco perché bisogna scegliere con cura

SICUREZZA DEGLI EDIFICI E DOMOTICA Linee guida e compiti in fase di progettazione Riferimenti normativi

SICUREZZA DEGLI EDIFICI E DOMOTICA Linee guida e compiti in fase di progettazione Riferimenti normativi La NORMA CEI 79-3 per gli impianti di allarme e antintrusione I sistemi di sicurezza permettono la rilevazione e la segnalazione di situazioni anomale che potrebbero mettere a rischio la sicurezza di cose

Dettagli

Impianti Antiintrusione (Scheda)

Impianti Antiintrusione (Scheda) IMPIANTI ANTINTRUSIONE Sistema di alimentazione: TT Normalmente un impianto anti-intrusione è dotato di alimentazione propria basata su batterie in grado di alimentare l'impianto per adeguati periodi.

Dettagli

Con AXEL in casa cambia tutto

Con AXEL in casa cambia tutto Ad.: toffon.it 10 000-07/07 Con AXEL in casa cambia tutto Axel Srl Tel 049 884 08 19 Fax 049 884 13 96 info@axelweb.com www.axelweb.com Proud to be Italian LA CASA HA BISOGNO DI AXEL. La domotica è un

Dettagli

Marcatura CE. Logo della marcatura CE

Marcatura CE. Logo della marcatura CE Marcatura CE Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Logo della marcatura CE La marcatura CE è un contrassegno che deve essere apposto su determinate tipologie di prodotti dal fabbricante stesso che con essa

Dettagli

I consigli di IMQ per un appartamento sicuro a prova di ladro

I consigli di IMQ per un appartamento sicuro a prova di ladro Impianti d allarme per una casa sicura I consigli di IMQ per un appartamento sicuro a prova di ladro Introduzione Un tempo bastava un buon cane da guardia per garantire alla casa un livello di sicurezza

Dettagli

TP5 HQ CENTRALE DI ALLARME A MICROPROCESSORE CON COMUNICATORE TELEFONICO GESTIONE DELLE CHIAVI ELETTRONICHE

TP5 HQ CENTRALE DI ALLARME A MICROPROCESSORE CON COMUNICATORE TELEFONICO GESTIONE DELLE CHIAVI ELETTRONICHE TP5 HQ CENTRALE DI ALLARME A MICROPROCESSORE CON COMUNICATORE TELEFONICO GESTIONE DELLE CHIAVI ELETTRONICHE MANUALE PER L'UTENTE Versione documento: 3.0 Data Aggiornamento: Agosto 2000 Versione TP5: 2.xx

Dettagli

Negli ultimi anni si è verificato un

Negli ultimi anni si è verificato un Regole certe per qualità e sicurezza dei sistemi MICHELE MESSINA VICE PRESIDENTE VICARIO A.I.PRO.S.; CONSULENTE DI SICUREZZA; COMPONENTE DEL COMITATO IMQ DI INDIRIZZO STRATEGICO PER LA CERTIFICAZIONE DEI

Dettagli

( ) DAITEM Dinova. Sistema di Sicurezza senza fili. La tecnologia più evoluta al servizio della sicurezza

( ) DAITEM Dinova. Sistema di Sicurezza senza fili. La tecnologia più evoluta al servizio della sicurezza ( ) Sistema di Sicurezza senza fili DAITEM Dinova La tecnologia più evoluta al servizio della sicurezza DAITEM Dinova Sistema di Sicurezza senza fili Centrale con sirena Rivelatori di movimento Tastiera

Dettagli

AMI-816 RADIO. Un buon compromesso. tra sicurezza. e difficoltà di passaggio cavi

AMI-816 RADIO. Un buon compromesso. tra sicurezza. e difficoltà di passaggio cavi AMI-816 RADIO Un buon compromesso tra sicurezza e difficoltà di passaggio cavi Recentemente c è stata grande diffusione dei sistemi radio, che hanno il vantaggio di non richiedere il passaggio di cavi

Dettagli

La Direttiva Macchine

La Direttiva Macchine La Direttiva Macchine Enti, Norme, Presupposti Il Quadro Normativo Presupposto fondamentale: distinguere subito ed in modo preciso le due grandi famiglie di Norme di riferimento. Le Norme Legislative Le

Dettagli

::: Il mio antifurto :::

::: Il mio antifurto ::: Benvenuto, Se ti è capitata tra le mani questa guida, significa che per una ragione o per un altra ti stai interessando ai sistemi di sicurezza attivi, preparati poiché potremmo risultare a volte noiosi

Dettagli

UNA CASA A PROVA DI LADRO

UNA CASA A PROVA DI LADRO UNA CASA A PROVA DI LADRO GUIDA PRATICA AGLI IMPIANTI D'ALLARME GLI ITALIANI SI SENTONO INSICURI MA SOLO UNA FAMIGLIA SU CINQUE HA UN IMPIANTO ANTIFURTO Da una recente indagine Istat, risulta che il reato

Dettagli

Istituto Italiano del Marchio di Qualità IMPIANTI D ALLARME PER UNA CASA SICURA

Istituto Italiano del Marchio di Qualità IMPIANTI D ALLARME PER UNA CASA SICURA IMPIANTI D ALLARME PER UNA CASA SICURA LA PROTEZIONE ATTIVA. Un tempo bastava un buon cane da guardia per garantire alla casa un livello di sicurezza superiore alla media e scoraggiare i delinquenti. Oggi,

Dettagli

Sistemi di Sicurezza Wireless. Verona, 22 giugno 2012

Sistemi di Sicurezza Wireless. Verona, 22 giugno 2012 Sistemi di Sicurezza Wireless Verona, 22 giugno 2012 Luca Boschetti Direttore Vendite DAITEM ODG Presentazione azienda I fondamentali dei sistemi radio Cenni sulle normative di riferimento Trend & Mercato

Dettagli

Guida alla protezione anticrimine della tua abitazione

Guida alla protezione anticrimine della tua abitazione Guida alla protezione anticrimine della tua abitazione A cura di A.I.P.S. Associazione Installatori Professionali di sicurezza Caro concittadino, ogni giorno sentiamo dire che la "sicurezza" è una delle

Dettagli

Istituto Italiano del Marchio di Qualità

Istituto Italiano del Marchio di Qualità Gli ospiti sgraditi restano fuori! I consigli dell Istituto Italiano del Marchio di Qualità sul funzionamento dei sistemi di allarme domestici Anche quest anno stanno per arrivare l estate, le vacanze,

Dettagli

Centrale di allarme. www.satel-italia.it. VERSA Plus. 500 m. 600 m ACU-120 ACU-270 VERSA -LCDM-WRL

Centrale di allarme. www.satel-italia.it. VERSA Plus. 500 m. 600 m ACU-120 ACU-270 VERSA -LCDM-WRL Centrale di allarme ACU-120 ACU-270 -LCDM-WRL 500 m 600 m www.satel-italia.it Centrale è l ultima nuova centrale di allarme SATEL, che appartiene alla già conosciuta famiglia della serie. Il sistema costituisce

Dettagli

alla norma tecnica Giorgio Belussi - IMQ

alla norma tecnica Giorgio Belussi - IMQ La conformità del prodotto alla norma tecnica Giorgio Belussi - IMQ SICUREZZA 2010 Fieramilano Milano, 18 novembre 2010 Workshop A.I.PRO.S. La certificazione dei Sistemi di Sicurezza Certificazione di

Dettagli

Le novità della Norma CEI 64-8

Le novità della Norma CEI 64-8 Le novità della Norma CEI 64-8 Giuseppe Bosisio Comitato Elettrotecnico Italiano 1 Le novità della Norma CEI 64-8 -COME CAMBIA - Parte 1- Oggetto, scopo e principi - fondamentali - Parte 2 Definizioni

Dettagli

istruzioni per l uso Un tempo bastava un buon cane da guardia per garantire alla casa un livello di sicurezza superiore

istruzioni per l uso Un tempo bastava un buon cane da guardia per garantire alla casa un livello di sicurezza superiore Impianti d allarme istruzioni per l uso Un tempo bastava un buon cane da guardia per garantire alla un livello di sicurezza superiore alla media e scoraggiare i delinquenti. Oggi la prima mossa da fare

Dettagli

L investimento sicuro per proteggere la tua attrezzatura

L investimento sicuro per proteggere la tua attrezzatura Rev 1.2 L investimento sicuro per proteggere la tua attrezzatura 1: Batterie 2: Centralina 3: Sensore fibra plastica 4: Allarme attivo 5: Sistema in funzione 1 4 5 2 3 Un cavo in fibra ottica plastica

Dettagli

Guida alla protezione dell azienda

Guida alla protezione dell azienda Guida alla protezione dell azienda A cura di A.I.P.S. Associazione Installatori Professionali di Sicurezza Caro Imprenditore, ogni giorno sentiamo dire che la "sicurezza" è una delle cose più importanti

Dettagli

Antifurto da auto Compatti

Antifurto da auto Compatti Antifurto da auto Compatti Per qualsiasi chiarimento, contattatemi via email Modello HPS 759+55 CYBER è una scheda transponder integrata in un radiocomando. Il suo utilizzo è trasparente: sta al cliente

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE. Centrale antifurto combinata filare - RF GW10931

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE. Centrale antifurto combinata filare - RF GW10931 MANUALE DI PROGRAMMAZIONE Centrale antifurto combinata filare - RF GW10931 GW10931 - MANUALE DI PROGRAMMAZIONE - 70154364 PER L INSTALLATORE: AVVERTENZE Attenersi scrupolosamente alle norme operanti sulla

Dettagli

La nuova UNI 9795 Lancenigo di Villorba (TV), 13 ottobre 2010. Marco Fontana. (Membro CEI Comitato Tecnico 20)

La nuova UNI 9795 Lancenigo di Villorba (TV), 13 ottobre 2010. Marco Fontana. (Membro CEI Comitato Tecnico 20) CONNESSIONE E CAVI Scelta dei tipi di cavi, sigle di designazione e comportamento al fuoco Marco Fontana (Membro CEI Comitato Tecnico 20) 1 Per quanto riguarda le connessioni, cioè la rete di collegamento

Dettagli

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale

Operatore elettronico Standard della Figura nazionale Operatore elettronico Standard della Figura nazionale 33 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE ELETTRONICO 6 Artigiani e operai specializzati

Dettagli

il ruolo di IMQ Fulvio Giorgi - IMQ SICUREZZA 2010 Fieramilano Milano, 18 novembre 2010 Workshop A.I.PRO.S. La certificazione dei Sistemi di Sicurezza

il ruolo di IMQ Fulvio Giorgi - IMQ SICUREZZA 2010 Fieramilano Milano, 18 novembre 2010 Workshop A.I.PRO.S. La certificazione dei Sistemi di Sicurezza La certificazione dei Sistemi di Sicurezza: il ruolo di IMQ Fulvio Giorgi - IMQ SICUREZZA 2010 Fieramilano Milano, 18 novembre 2010 Contenuti Profilo Gruppo IMQ La certificazione dei Sistemi di Sicurezza:

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale

OPERATORE ELETTRONICO. Standard formativo minimo regionale OPERATORE ELETTRONICO Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura professionale OPERATORE ELETTRONICO Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6 Artigiani e operai

Dettagli

L allarme di casa. www.diagral.it

L allarme di casa. www.diagral.it L allarme di casa www.diagral.it 1 Diagral Wave: l allarme senza fili L allarme di casa: la vostra sicurezza senza fili in libertà Diagral è il marchio leader in Europa dei sistemi d allarme totalmente

Dettagli

Sistema di Sicurezza senza fili. DAITEM Primera. La sicurezza innovativa, che evolve con voi

Sistema di Sicurezza senza fili. DAITEM Primera. La sicurezza innovativa, che evolve con voi Sistema di Sicurezza senza fili DAITEM Primera La sicurezza innovativa, che evolve con voi Sistema di Sicurezza senza fili Rivelatori di movimento Centrale con sirena Tastiera tattile con transponder La

Dettagli

Sistema di Sicurezza senza fili. DAITEM Primera. La sicurezza innovativa, che evolve con voi

Sistema di Sicurezza senza fili. DAITEM Primera. La sicurezza innovativa, che evolve con voi Sistema di Sicurezza senza fili DAITEM Primera La sicurezza innovativa, che evolve con voi Sistema di Sicurezza senza fili Rivelatori di movimento Centrale con sirena Tastiera tattile con transponder La

Dettagli

Dual Net. Abbina il telefono fisso al telefono cellulare. Guida all'uso

Dual Net. Abbina il telefono fisso al telefono cellulare. Guida all'uso Dual Net Rete GSM + Rete Fissa Abbina il telefono fisso al telefono cellulare Guida all'uso via Serenari, 1-40013 Castel Maggiore (Bologna) Italy Telefono +39 051 706711 - Fax +39 051 706700 Http://www.saiet.it

Dettagli

CHI SIAMO SiTec SiTec sicurezza SiTec SiTec SiTec

CHI SIAMO SiTec SiTec sicurezza SiTec SiTec SiTec CHI SIAMO SiTec si propone come fornitore di impianti di sicurezza. Sin dall'inizio la sua caratteristica principale è stata quella di fornire non solo la tecnologia, ma soprattutto un servizio completo

Dettagli

Qualità e Certificazione certificazione di prodotto - Marcantonio Catelani Facoltà di Ingegneria Firenze

Qualità e Certificazione certificazione di prodotto - Marcantonio Catelani Facoltà di Ingegneria Firenze Qualità e Certificazione certificazione di prodotto - Marcantonio Catelani Facoltà di Ingegneria Firenze 1 Focus sulla Certificazione Organismi di certificazione Certificazione personale Certificazione

Dettagli

Video Controllo & Spyone - CENTRO ASSISTENZA INFORMATICA COMPUTER PC MAC HP NOTEBOOK D PREMESSA

Video Controllo & Spyone - CENTRO ASSISTENZA INFORMATICA COMPUTER PC MAC HP NOTEBOOK D PREMESSA PREMESSA Nel settore della videosorveglianza vengono attualmente usate molte tipologie di sistemi e dispositivi per il monitoraggio e la protezione di edifici e persone. Per meglio comprendere la portata

Dettagli

IMQ Funzione Sistemi di Gestione Area Security ICT. Servizio di Valutazione della conformità ai protocolli CEI 79-5 e 79-6

IMQ Funzione Sistemi di Gestione Area Security ICT. Servizio di Valutazione della conformità ai protocolli CEI 79-5 e 79-6 IMQ Funzione Sistemi di Gestione Area Security ICT Servizio di Valutazione della conformità ai protocolli CEI 79-5 e 79-6 1/11 Funzione Sistemi di Gestione - Area Security ICT Settori di competenza dell

Dettagli

Manuale di installazione e d uso. Leggere attentamente questo manuale prima dell uso

Manuale di installazione e d uso. Leggere attentamente questo manuale prima dell uso DISPOSITIVO DI GESTIONE APERTURE VARCHI SU RETE GSM MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO Leggere attentamente questo manuale prima dell uso 1 INFORMAZIONI GENERALI Manuale d installazione ed uso Il presente

Dettagli

MACCHINE SICURE. MACCHINE SICURE Vittore Carassiti - INFN FE 1

MACCHINE SICURE. MACCHINE SICURE Vittore Carassiti - INFN FE 1 Vittore Carassiti - INFN FE 1 LA SICUREZZA DEI LUOGHI DI LAVORO Ha il suo riferimento base in un numero di direttive comunitarie di tipo sociale Esse sono state recepite in blocco in Italia mediante il

Dettagli

Servizi La Techno Security svolge attività di progettazione, installazione e manutenzione di impianti elettronici.

Servizi La Techno Security svolge attività di progettazione, installazione e manutenzione di impianti elettronici. Chi siamo La Techno Security nasce da un idea di Valerio Mottola con l obiettivo di fornire soluzioni di sicurezza a 360 ed è attiva in tutto in Lazio e nelle regioni limitrofe avvalendosi esclusivamente

Dettagli

CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO

CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO PROGETTAZIONE, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI SISTEMI INTEGRATI DI SICUREZZA, TELECOMUNICAZIONI E CONTROLLO UNA SOLUZIONE A OGNI ESIGENZA Operiamo da molti anni nel

Dettagli

Un sistema di controllo accessi ha

Un sistema di controllo accessi ha Norme tecniche per il controllo accessi Il percorso della sicurezza n Produzione e distribuzione n Applicazione n Associazioni n Eventi n Normativa I sistemi per il riconoscimento della persona, il controllo

Dettagli

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008 IMPIANTI TELEFONICI INTERNI Sistema di alimentazione: Le società telefoniche, con le quali occorre prendere accordi, forniscono un armadietto unificato (420x140x70 mm) con sportello a serratura, per la

Dettagli

Il quadro normativo: ieri, oggi, domani

Il quadro normativo: ieri, oggi, domani Il quadro normativo: ieri, oggi, domani In Italia dall ottobre dell anno 1999 la norma tecnica di riferimento per gli impianti sonori a scopo di emergenza è la nota CEI EN 60849 dal titolo Sistemi elettroacustici

Dettagli

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme)

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme) 8092 CEI-UNEL 36760 46 9 Cavi, cordoni e fili per tele a bassa frequenza, isolati con PVC, con guaina LSOH Cavi per impianti interni Cavi a coppie non propaganti l incendio ed a ridotta emissione di gas

Dettagli

LA MARCATURA CE Cos è marcatura CE

LA MARCATURA CE Cos è marcatura CE Cos è La marcatura CE è un contrassegno che deve essere apposto su determinate tipologie di prodotti dal fabbricante stesso che con essa autocertifica la rispondenza (o conformità) ai requisiti essenziali

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE COMPLEMENTARE DEL SISTEMA D ALLARME DIAGRAL

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE COMPLEMENTARE DEL SISTEMA D ALLARME DIAGRAL MANUALE DI PROGRAMMAZIONE COMPLEMENTARE DEL SISTEMA D ALLARME DIAGRAL DIAG90AGT DIAG20AVK o DIAG21AVK DIAG30APK o DIAG31APK DIAG41ACK o DIAG42ACK DIAG45ACK Introduzione IMPORTANTE La centrale dispone di

Dettagli

Impianti Tecnologici

Impianti Tecnologici Impianti Tecnologici OGGETTO: ELENCO DELLE PRINCIPALI NORME E GUIDE CEI Il presente Registro è redatto in n. 11 pagine (copertina presente) ver. 1.0 1 Elenco Norme e Guide CEI 0-1 Adozione di nuove norme

Dettagli

GUIDA ALL USO S P E N T O A C C E S O C A N A L I 1 ----- 2 M E M O R I E E

GUIDA ALL USO S P E N T O A C C E S O C A N A L I 1 ----- 2 M E M O R I E E C A N A LI Emergenza Gruppo 1 ----- Gruppo 2 Intrusion Tecnico Autoprotezione M E M O R IE A larme Anomalia Impianto d allarme Daitem DP8000 Doppia frequenza GUIDA ALL USO S P ENTO A C C E SO DP8360 MAESTRO

Dettagli

Direttiva EMC (89/336/EEC)

Direttiva EMC (89/336/EEC) Direttiva EMC (89/336/EEC) SCOPO DELLA DIRETTIVA EMC Lo scopo principale della Direttiva EMC è quello di garantire la libera circolazione degli apparati e di creare un ambiente elettromagnetico accettabile.

Dettagli

Serie 20 ANTINTRUSIONE. GW 20 483 Rivelatore di fumo via radio compatibile con le centrali GW 20 470 e GW 20 471. Manuale d Uso

Serie 20 ANTINTRUSIONE. GW 20 483 Rivelatore di fumo via radio compatibile con le centrali GW 20 470 e GW 20 471. Manuale d Uso Serie 20 Manuale d Uso ANTINTRUSIONE GW 20 483 Rivelatore di fumo via radio compatibile con le centrali GW 20 470 e GW 20 471 AVVERTENZE PER L INSTALLATORE: Attenersi scrupolosamente alle norme operanti

Dettagli

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme)

S028 Impianti tecnologici per edifici (cablaggio, impianti TV, automazione, allarme) 8092 CEI-UNEL 36760 46 9 Cavi, cordoni e fili per telecomunicazioni a bassa frequenza, isolati con PVC, con guaina LSOH Cavi per impianti interni Cavi a coppie non propaganti l incendio ed a ridotta emissione

Dettagli

Futuro? No, semplicemente i sistemi domotici Devitalia.

Futuro? No, semplicemente i sistemi domotici Devitalia. Immaginate di accendere luci e riscaldamento ovunque siate con un sms. Immaginate di ricevere una chiamata vocale o una mail se si verifica un guasto. Immagina di governare tutte le funzioni della casa

Dettagli

2) Nome e cognome del titolare o legale rappresentante della ditta installatrice;

2) Nome e cognome del titolare o legale rappresentante della ditta installatrice; LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Alla fine del lavoro l installatore è tenuto a rilasciare al committente la Dichiarazione di Conformità dei lavori eseguiti, tale dichiarazione per essere valida deve essere

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E DI SEGNALAZIONE ALLARME INCENDIO

PROGETTO DI IMPIANTO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E DI SEGNALAZIONE ALLARME INCENDIO Ing. Pietro Marco SIMONI Via Roncari, 39/A 21023 BESOZZO (VA) Tel/fax 0332-970793 PROGETTO DI IMPIANTO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E DI SEGNALAZIONE ALLARME INCENDIO RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA (ai sensi

Dettagli

UNI 9801 Il 23/07/91 è stata ratificata la normativa UNI 9801, che stabilisce i REQUISITI DI SICUREZZA per i montascale.

UNI 9801 Il 23/07/91 è stata ratificata la normativa UNI 9801, che stabilisce i REQUISITI DI SICUREZZA per i montascale. Riiepiillogo delllla normatiiva speciifiica per ii Montascalle e lle Piiattaforme ellevatriicii LEGGE 13/89 La prima legge italiana emessa riguardante specificatamente l abbattimento delle barriere architettoniche

Dettagli

CATALOGO. Antifurti. SECUR POINT Via Trotti 48, 15121 Alessandria P.IVA 02005190067

CATALOGO. Antifurti. SECUR POINT Via Trotti 48, 15121 Alessandria P.IVA 02005190067 CATALOGO Antifurti SECUR POINT Via Trotti 48, 15121 Alessandria P.IVA 02005190067 REA AL-257670 www.secur-point.it Centralina at-01 (868 MHz) Centralina di nuova generazione, con schermo a colori 7 touch

Dettagli

GUIDA ALL USO 4 STAR PRESENTA LA RUBRICA VOCALE UN SOLO NUMERO PER CHIAMARE CHI VUOI.

GUIDA ALL USO 4 STAR PRESENTA LA RUBRICA VOCALE UN SOLO NUMERO PER CHIAMARE CHI VUOI. GUIDA ALL USO 4 STAR PRESENTA LA RUBRICA VOCALE UN SOLO NUMERO PER CHIAMARE CHI VUOI. INDICE TUTTO SULLA TUA RUBRICA 02 COS È IL SERVIZIO RUBRICA 02 PER UTILIZZARE IL SERVIZIO 03 ALCUNE INFORMAZIONI UTILI

Dettagli

MR 8000 Mega Italia. è unico. è sicurezza. è alta tecnologia. è flessibilità. - completamente senza fili - doppia assicurazione

MR 8000 Mega Italia. è unico. è sicurezza. è alta tecnologia. è flessibilità. - completamente senza fili - doppia assicurazione file:///c /FST_siti_incostruzione/B.A.%20SISTEMI/sito/sito3/antifurto2.htm MR 8000 Mega Italia è unico - completamente senza fili - doppia assicurazione è sicurezza - codifica digitale a doppia frequenza

Dettagli

MP 105. italiano. Manuale utente IS0070-AC

MP 105. italiano. Manuale utente IS0070-AC EDINTEC S.R.L. Viale Umbria, 24 20090 Pieve Emanuele (MI) Tel. 02 91988336 www.gladiusnet.it - sales@gladiusnet.it 45678904567890456789012456789045678904567890124 45678904567890456789012456789045678904567890124

Dettagli

GUIDA DI INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE... 3 SISTEMA MULTIFUNZIONALE DIGITALE INFORMAZIONI SUL SOFTWARE... 2 PRIMA DELL'INSTALLAZIONE...

GUIDA DI INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE... 3 SISTEMA MULTIFUNZIONALE DIGITALE INFORMAZIONI SUL SOFTWARE... 2 PRIMA DELL'INSTALLAZIONE... GUIDA DI INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE SISTEMA MULTIFUNZIONALE DIGITALE Pagina SOMMARIO... 1 INFORMAZIONI SUL SOFTWARE... 2 PRIMA DELL'INSTALLAZIONE... 2 INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE... 3 COLLEGAMENTO AD UN

Dettagli

La gestione delle modifiche su macchine/linee esistenti: errori comuni, criticità e corretta prassi da seguire

La gestione delle modifiche su macchine/linee esistenti: errori comuni, criticità e corretta prassi da seguire SICUREZZA MACCHINE: Marcatura CE: La gestione delle modifiche su macchine/linee esistenti: errori comuni, criticità e corretta prassi da seguire - 21 ottobre 2010 Relatore: Marino Zalunardo Con il patrocinio

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Security Network. Certificazione dei. istituti di vigilanza. Certificazione delle centrali operative e di telesorveglianza

Security Network. Certificazione dei. istituti di vigilanza. Certificazione delle centrali operative e di telesorveglianza Certificazione degli istituti di vigilanza Security Network Certificazione dei professionisti della security Certificazione delle centrali operative e di telesorveglianza IMQ Security Network Con l entrata

Dettagli

F.A.Q.: le domande più frequenti riguardanti direttive e norme europee per porte e cancelli motorizzati con le risposte UNAC MARCATURA CE

F.A.Q.: le domande più frequenti riguardanti direttive e norme europee per porte e cancelli motorizzati con le risposte UNAC MARCATURA CE F.A.Q.: le domande più frequenti riguardanti direttive e norme europee per porte e cancelli motorizzati con le risposte UNAC www.associazioneunac.it unac@anima-it.com 3 a edizione maggio 2005 MARCATURA

Dettagli

01 - INTRODUZIONE ALLA DOMOTICA

01 - INTRODUZIONE ALLA DOMOTICA 01 - INTRODUZIONE ALLA DOMOTICA L impianto elettrico: da tradizionale a domotico L insegnamento della domotica KNX Sommario L impianto tradizionale L impianto domotico Il cavo bus Comandi ed attuatori

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA

EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA Fattori che hanno determinato l evoluzionel 1 Recepimento delle Direttive Comunitarie con conseguente passaggio dalla normativa nazionale a quella comunitaria Le Direttive sono

Dettagli

* Salvo il collegamento della linea telefonica

* Salvo il collegamento della linea telefonica * Salvo il collegamento della linea telefonica L O È necessario conoscere gni anno, in Italia, i furti aumentano in maniera vertiginosa. La tecnologia ci offre i mezzi per migliorare la nostra protezione,

Dettagli

Apparato di teleallarme PROSAT 350TG H

Apparato di teleallarme PROSAT 350TG H Apparato di teleallarme PROSAT 350TG H MANUALE D USO MC Sistemi Srl - Manuale d uso P350TGH - Rev. 1.0 I N D I C E Pagina 1) PREMESSA 2 1.1) Benvenuti 2 1.2) Etichette 2 1.3) Garanzia 2 1.4) Assistenza

Dettagli

ING. SALVATORE MAFFEI - ORDINE DEGLI INGEGNERI DI AVELLINO - 18 DICEMBRE 2009

ING. SALVATORE MAFFEI - ORDINE DEGLI INGEGNERI DI AVELLINO - 18 DICEMBRE 2009 CORSO PREPARATORIO ESAMI DI STATO INGEGNERIA DELLA COMUNICAZIONE ING. SALVATORE MAFFEI - ORDINE DEGLI INGEGNERI DI AVELLINO - 18 DICEMBRE 2009 OGGI PARLEREMO DI LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO DEGLI IMPIANTI

Dettagli

Allegato 2 SPECIFICA TECNICA FUNZIONALE. per la commercializzazione delle scommesse a quota fissa

Allegato 2 SPECIFICA TECNICA FUNZIONALE. per la commercializzazione delle scommesse a quota fissa Allegato 2 SPECIFICA TECNICA FUNZIONALE per la commercializzazione delle scommesse a quota fissa INDICE PREMESSA 5 PARTE PRIMA DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA E FUNZIONI PUBBLICHE AFFIDATE IN CONCESSIONE 6

Dettagli

Lifeline 400. Terminale domestico di Teleassistenza. Cos è il Lifeline 400? Come funziona?

Lifeline 400. Terminale domestico di Teleassistenza. Cos è il Lifeline 400? Come funziona? Lifeline 400 Terminale domestico di Teleassistenza Cos è il Lifeline 400? Lifeline 400 è stato progettato per proteggere le persone nel loro ambiente domestico. Dotato dei telecomandi personali modello

Dettagli

06. Gli impianti anti-intrusione

06. Gli impianti anti-intrusione Dai sicurezza alla tua casa: gli impianti anti-intrusione 06. Gli impianti anti-intrusione L L'esperienza insegna che qualsiasi difesa fisica, per quanto robusta, può essere violata da un malvivento dotato

Dettagli

LABORATORIO PROVE. Descrizione del Servizio

LABORATORIO PROVE. Descrizione del Servizio LABORATORIO PROVE Descrizione del Servizio 1. PREMESSA... 3 2. LE DIRETTIVE COMUNITARIE... 4 3. IL LABORATORIO PROVE... 5 3.1. PROVE DI COMPATIBILITÀ E SUSCETTIBILITÀ ELETTROMAGNETICA... 5 3.2. PROVE DI

Dettagli

DS38SL Centrale Radio con display

DS38SL Centrale Radio con display DS38SL Centrale Radio con display INTRODUZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE La centrale è stata realizzata per permettere l installazione di un sistema d allarme dove non è possibile, o non si ritenga opportuno

Dettagli

La norma CEI 79:3-2012 e le disposizioni dell Allegato K. Giorgio Belussi - IMQ

La norma CEI 79:3-2012 e le disposizioni dell Allegato K. Giorgio Belussi - IMQ La norma CEI 79:3-2012 e le disposizioni dell Allegato K Giorgio Belussi - IMQ SICUREZZA 2012 Convegno AIPS La nuova CEI 79-3: Chi sarà l installatore di domani? 8 Novembre 2012 GROUP Profilo del Gruppo

Dettagli

U N A V I L L A U N I F A M I L I A R E I N T E L L I G E N T E E A M I S U R A D 'U O M O

U N A V I L L A U N I F A M I L I A R E I N T E L L I G E N T E E A M I S U R A D 'U O M O L intento è quello di mostrare come anche all interno di un progetto architettonico semplice e totalmente a misura d uomo possa essere proposta una soluzione impiantistica all avanguardia che si svincola

Dettagli

www.domotica.it _ aprile 2009

www.domotica.it _ aprile 2009 www.domotica.it _ aprile 2009 Building automation nella Clinica Columbus: la tecnologia al servizio del paziente. Impiantistica intelligente, sicurezza e comfort, versatilità e risparmio energetico: la

Dettagli

Nuovo Sekurvox GSM Manuale Tecnico di programmazione

Nuovo Sekurvox GSM Manuale Tecnico di programmazione Nuovo Sekurvox GSM Manuale Tecnico di programmazione Combinatore telefonico su linea GSM 2 SOMMARIO 10 Introduzione 4 20 Procedura di programmazione4 21 GESTIONE USCITE4 22 PROGRAMMA5 221 - NUMERI DI TELEFONO5

Dettagli

MANUALE UTENTE HS 3.3

MANUALE UTENTE HS 3.3 MANUALE UTENTE HS 3.3 INDICE Par. Pag. 1. PREMESSA 2. AVVERTENZE GENERALI 3. FUNZIONI SISTEMA 3.1 ATTIVAZIONE/DISATTIVAZIONE 3.1.1 Attivazione Automatica /Disattivazione Automatica O Manuale 3.1.2 Attivazione/Disattivazione

Dettagli

LA TUTELA DEL PATRIMONIO AZIENDALE BANCARIO. Ivo Benedetti Amministratore Delegato MEGA ITALIA SPA

LA TUTELA DEL PATRIMONIO AZIENDALE BANCARIO. Ivo Benedetti Amministratore Delegato MEGA ITALIA SPA LA TUTELA DEL PATRIMONIO AZIENDALE BANCARIO Ivo Benedetti Amministratore Delegato MEGA ITALIA SPA A seguire abbiamo evidenziato quali elementi sono da tenere in considerazione per la scelta del fornitore

Dettagli

Tecnico elettronico e RES (delle Energie Rinnovabili, del risparmio energetico e della domotica) Standard della Figura Regionale della Campania

Tecnico elettronico e RES (delle Energie Rinnovabili, del risparmio energetico e della domotica) Standard della Figura Regionale della Campania Tecnico elettronico e RES (delle Energie Rinnovabili, del risparmio energetico e della domotica) Standard della Figura Regionale della Campania 1 Denominazione della figura TECNICO ELETTRONICO-RES (delle

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI 1. LE LEGGI E LE NORME PREPOSTE PER LA SICUREZZA

IMPIANTI ELETTRICI 1. LE LEGGI E LE NORME PREPOSTE PER LA SICUREZZA IMPIANTI ELETTRICI 1. LE LEGGI E LE NORME PREPOSTE PER LA SICUREZZA 1.1 Generalità In qualsiasi ambito tecnico ed in particolare nel settore elettrico si impone, per realizzare impianti a regola d arte,

Dettagli

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo

www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo www.protexitalia.it centrale antifurto 5 zone radio/filo IInttroduziione La centrale di allarme RF5000 (LEVEL 5) nasce con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di un impianto di allarme

Dettagli

Modulo GSM dual band per centrali serie ETR mod. ETR-GSM e antenne separate modd. GSMAC e GSMAC90 MANUALE TECNICO

Modulo GSM dual band per centrali serie ETR mod. ETR-GSM e antenne separate modd. GSMAC e GSMAC90 MANUALE TECNICO Modulo GSM dual band per centrali serie ETR mod. ETR-GSM e antenne separate modd. GSMAC e GSMAC90 MANUALE TECNICO AVVERTENZE PER L INSTALLATORE: Attenersi scrupolosamente alle normative vigenti sulla realizzazione

Dettagli

Normativa tecnica e marcatura CE. Sommario. Documenti Normativi Industria e Marcatura CE Conclusioni

Normativa tecnica e marcatura CE. Sommario. Documenti Normativi Industria e Marcatura CE Conclusioni Normativa tecnica e marcatura CE Sommario Documenti Normativi Industria e Marcatura CE Conclusioni 1 Documenti Normativi Finalità ed Uso Finalità Definire lo Stato dell Arte nei rispettivi settori di competenza

Dettagli

ALM-6813/6812 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE

ALM-6813/6812 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE ALM-6813/6812 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE Installazione e programmazione V2.3 1 SISTEMA MARSS Solar Defender In questa guida sono contenute le specifiche essenziali di installazione e configurazione

Dettagli

Per approfondimenti, www.silentron.com oppure silentron@silentron.it. Silentron spa

Per approfondimenti, www.silentron.com oppure silentron@silentron.it. Silentron spa Presente da oltre 30 anni sul mercato dei sistemi di allarme senza fili, Silentron s.p.a. ha considerato e deciso di entrare nel mercato dei sistemi cablati. Per l Azienda si tratta di un rinnovamento

Dettagli

Antintrusione Serie SPC: la soluzione migliore in ambito sicurezza per le persone, beni e proprietà. Il futuro è già oggi.

Antintrusione Serie SPC: la soluzione migliore in ambito sicurezza per le persone, beni e proprietà. Il futuro è già oggi. Antintrusione Serie SPC: la soluzione migliore in ambito sicurezza per le persone, beni e proprietà. Il futuro è già oggi. Answers for infrastructure. Le cose cambiano, ma le necessità di sicurezza restano.

Dettagli

!" # $ % # "!& Autorizzazione iniziale n. Sorveglianza n.. Estensione n..

! # $ % # !& Autorizzazione iniziale n. Sorveglianza n.. Estensione n.. Pagina 1 di 13 Autorizzazione iniziale n. Sorveglianza n.. Estensione n.. CHECK-LIST PER L ESECUZIONE DELLA VISITA DI VALUTAZIONE DEI LABORATORI CHE DEVONO ESSERE AUTORIZZATI ALL ESECUZIONE DELLA VERIFICAZIONE

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 6. OPERATORE ELETTRONICO Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6 Artigiani, operai specializzati

Dettagli

COACERVO NORMATIVO. 1 Nel seguito si fa riferimento, per semplicità, ai cancelli, essendo

COACERVO NORMATIVO. 1 Nel seguito si fa riferimento, per semplicità, ai cancelli, essendo COACERVO RMATIVO CANCELLI MOTORIZZATI DIRETTIVE, MARCATURA, DICE, DICO E RESPONSABILITÀ Cancelli motorizzati. L installazione di cancelli e porte motorizzate è soggetta alle direttive europee (tra le quali

Dettagli

SERVIZI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA (PREVENTIVA) E RIPARAZIONE, APPLICATI AD IMPIANTI DI ALLARME INTRUSIONE E RAPINA

SERVIZI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA (PREVENTIVA) E RIPARAZIONE, APPLICATI AD IMPIANTI DI ALLARME INTRUSIONE E RAPINA REGOLAMENTO IMQ CERTIFICAZIONE DELLE IMPRESE CHE EROGANO SERVIZI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE ORDINARIA (PREVENTIVA) E RIPARAZIONE, APPLICATI AD IMPIANTI DI ALLARME INTRUSIONE E RAPINA

Dettagli

LYNX IL MIGLIOR SISTEMA ANTIFURTO SENZA FILI PER EDIFICI RESIDENZIALI... Sistema di sicurezza senza fili

LYNX IL MIGLIOR SISTEMA ANTIFURTO SENZA FILI PER EDIFICI RESIDENZIALI... Sistema di sicurezza senza fili LYNX IL MIGLIOR SISTEMA ANTIFURTO SENZA FILI PER EDIFICI RESIDENZIALI... Sistema di sicurezza senza fili ...senza compromessi! Semplice ma intelligente e sofisticata, LYNX consente una facile e veloce

Dettagli

AMICO SPORT. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO SPORT. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO SPORT Manuale di istruzioni - Italiano 1 1. Descrizione Telefono 2 2. Iniziare a utilizzare 1. Rimuovere il coperchio della batteria. 2. Inserire la batteria nel suo vano. Rivolgere i tre punti in

Dettagli

La Tecnologia in Sala Operatoria: dalla fase di progettazione agli aspetti gestionali

La Tecnologia in Sala Operatoria: dalla fase di progettazione agli aspetti gestionali Seminario di Ingegneria Clinica 2013 La Tecnologia in Sala Operatoria: dalla fase di progettazione agli aspetti gestionali Con il Patrocinio di Cagliari, Facoltà di Ingegneria Aula V 14 Giugno 2013 ore

Dettagli

Easy Series. Manuale dell utente. Centrale di controllo antintrusione

Easy Series. Manuale dell utente. Centrale di controllo antintrusione Easy Series IT Manuale dell utente Centrale di controllo antintrusione Easy Series Manuale dell'utente Utilizzo dell organo di comando Utilizzo dell organo di comando Visualizzazione degli stati Display

Dettagli