CAPITOLO 10 - TECNOLOGIA ASP.NET - WEB FORM

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLO 10 - TECNOLOGIA ASP.NET - WEB FORM"

Transcript

1 INTRODUZIONE Nel capitolo 5, dedicato all ambiente di sviluppo, si è descritto come implementare un progetto Web tramite lo strumento di sviluppo Microsoft Visual Studio Un progetto web (o sito web) non è nient altro che un insieme di file pubblicati su un server web e resi disponibili alla comunità tramite un browser. I file solitamente sono pagine HTML ma anche immagini, fogli di stile, video e file musicali. Le pagine HTML sono i file più importanti tramite le quali gli utenti possono visualizzare/scaricare i contenuti in modo semplice ed intuitivo. Le pagine HTML sono scritte nel linguaggio HTML e formattate tramite i fogli di stile (si rimanda ai Capitoli per una descrizione più dettagliata degli argomenti). I problemi nascono quando si devono progettare pagine di una certa complessità ma in particolare pagine che devono essere diverse a seconda delle richieste dell utente. Ad esempio se una persona desidera prendere un volo aereo per andare a Praga da Torino effettuando la prenotazione online dovrà prima collegarsi al sito internet della compagnia aerea e, dopo aver inserito le indicazioni sul viaggio in questione, ottenere in risposta le informazioni necessarie che gli consentiranno di effettuarlo(numero di voli disponibili, orario di partenza, prezzo del biglietto, servizi offerti e così via). Solitamente la pagina che l utente compila è una pagina STATICA scritta nel linguaggio HTML uguale per tutti i visitatori in cui è possibile inserire i dati caratteristici della richiesta; la risposta, però, dovrà corrispondere ad una pagina DINAMICA che conterrà informazioni diverse dipendenti dalle diverse richieste degli utenti. Addirittura potrebbe anche essere diversa nel tempo a parità di richieste effettuate: si pensi al caso in cui i posti, nel mentre, si siano esauriti. Ovviamente non è logico pensare di poter creare tante pagine HTML quante possono essere le possibili risposte; infatti, non esiste alcun file HTML contenente i dati richiesti; la pagina viene generata automaticamente sulla base della richiesta dell utente, magari prelevando i dati da un database e quindi costruendo al volo il codice HTML necessario perché il client possa visualizzare la risposta. Lo sviluppatore realizza solo un modello di pagina da inviare in risposta specificando le parti che dovranno rimane fisse e le parti, invece, che dovranno essere variabili; solamente nel momento effettivo di spedizione della risposta, le pari variabili, verranno completate con i dati mancanti. Questo è in effetti l approccio utilizzato dagli sviluppatori per programmare in ambito web ma il solo linguaggio HTML, con i Tag precedentemente studiati, non è in grado di realizzarlo; Ecco perché si deve ricorrere necessariamente allo studio di una nuova tecnologia che, nel caso specifico, possa estendere le funzionalità base dell HTML in visualizzazione con dei costrutti che ne permettono anche la programmazione. Questa nuova tecnologia si chiama ASP.NET. 1

2 CARATTERISTICHE DI ASP.NET ASP.NET prevede Tag speciali che, insieme ai tipici Tag del linguaggio HTML, consentono di risolvere i problemi legati alla scrittura di pagine web dinamiche. Il file che contiene il codice di una pagina ASP.NET ha estensione.aspx. L ambiente di sviluppo MSVS (Microsoft Visual Studio) supporta tale linguaggio fornendo un editor avanzato per la scrittura semplice e produttiva di pagine ASP.NET. Il paradigma di funzionamento di Internet si basa sul modello client/server, dove per client si intende un qualsiasi browser Internet e per server il computer su cui è installato il server web che restituisce al client le pagine web richieste. Com è stato in precedenza detto, alla richiesta di una pagina con estensione.htm (o.html) da parte del client, il server web verifica l esistenza della pagina e la spedisce così com è (senza aggiunte o modifiche) al client, dopodiché la connessione viene chiusa e il processo ha termine. Il server web, in questo caso, ignora totalmente ciò che accade sul client e resta in attesa di una nuova richiesta. Nel caso in cui il client richiede una pagina contenente codice ASP il server web esamina tutto il codice, interpretandolo in ogni sua parte, prende eventuali iniziative (per esempio, elabora la richiesta di collegamento a un server di database da cui prelevare i dati, esegue calcoli o qualsiasi altra cosa venga richiesta dal codice), impacchetta le informazioni elaborate in formato HTML, che è l unico interpretabile dal client, e le invia al client. Il client, dal canto suo, riceve la pagina così processata e la visualizza. Anche in questo caso il server termina il suo lavoro, una volta spedita la pagina al client. A differenza di altre tecnologie (PHP su tutte) ASP.NET si basa sul modello orientato agli eventi (event-driven model). Modello orientato agli eventi significa che il server web resta in ascolto di messaggi da parte del client, in modo da poter intraprendere adeguate azioni al verificarsi di un nuovo evento. Un esempio di evento, il più semplice, è quello del clic su un pulsante della pagina; il server web, quando si fa clic sul pulsante, sa che deve eseguire la parte di codice inserita nel relativo gestore di evento. Questa caratteristica è tipica di un applicazione Windows, in cui il PC rispondendo agli eventi generati dal programma consente l interazione dell applicazione con l utente. In una pagina ASP.NET possono essere inseriti controlli (Button, Textbox, Label, Checkbox, ecc..) proprio come in un applicazione Windows. Si rimanda al Capitolo 4 Iterfaccia utente ed in particolare al paragrafo oggetti standard che formano l interfaccia grafica per una descrizione più dettagliata degli oggetti in questione. Tali controlli, di norma, generano eventi che sono gestiti dal server web. Un interfaccia così costruita è molto simile nel funzionamento a quella del Form di una classica applicazione Windows, che però è eseguita localmente dall elaboratore (che ha quindi funzioni di server); spostando questo discorso su un applicazione web ASP.NET, la pagina è definita Web Form, con riferimento alla costruzione di un interfaccia utente per un applicazione web. Un altra importante caratteristica della tecnologia ASP.NET è la capacità di generare dinamicamente codici HTML in funzione del tipo di browser che ha richiesto la pagina, cercando così di rendere compatibile lo standard HTML con tutti i browser. Anche se, come già detto in precedenza, il miglior modo per rendere il layout delle pagine web indipendente dal browser utilizzato è senz altro l utilizzo dei Fogli di Stile (CSS) ampiamente descritti nel Capitolo 7. 2

3 WEB FORM CAPITOLO 10 - TECNOLOGIA ASP.NET - WEB FORM I Web Form sono per la programmazione con ASP.NET equivalenti ai Form per le applicazioni Windows. I Web Form possono contenere tutti i controlli tipici di un applicazione Windows, la cui logica di gestione è però affidata al Server Web. Si rimanda al Capitolo 5 Ambiente di sviluppo ed in particolare al paragrafo Fase 1) Creazione di un progetto web per la descrizione di come creare un sito web con Visual Studio dopodiché, una volta creato, aggiungere, tramite la finestra Aggiungi nuovo elemento una Web Form. Inserire un nome valido per la pagina e lasciare spuntata la casella di selezione Inserisci codice in file separato. Alla pressione del mouse sul pulsante Aggiungi, la pagina è automaticamente inserita nel progetto Web. Tramite la finestra Esplora Soluzioni è possibile verificare tale inserimento e, in particolare, si noti che la pagina appena inserita è composta, in realtà, da due file distinti: uno con estensione.aspx il cui scopo è quello di contenere Tag Html e Tag ASP necessari per la descrizione dell interfaccia utente; e uno con estensione.aspx.vb il cui scopo è quello di contenere l eventuale codice VB (Visual Basic) in risposta agli eventi scatenati dall utente sull interfaccia. Uno degli aspetti più vantaggiosi introdotti dalla tecnologia ASP.NET è proprio quello della separazione tra il layout della pagina e il codice che la gestisce; in particolare, una volta terminata la progettazione del layout e inseriti tutti gli elementi necessari, questi ultimi potranno essere gestiti e manipolati dal codice residente in un file separato, detto file di code-behind. 3

4 La metodologia di modifica di tali file rimane invariata rispetto alla precedente attività di progettazione di pagine HTML, in particolare, facendo un doppio click sul nome del file, VS visualizza automaticamente il suo contenuto. A titolo di esempio si può provare ad aprire il file DEFAULT.ASPX che contiene il listato riportato di seguito: Page Language="VB" AutoEventWireup="false" CodeFile="Default.aspx.vb" Inherits="_Default" %> <!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" " transitional.dtd"> <html xmlns=" <head runat="server"> <title></title> </head> <body> <form id="form1" runat="server"> <div> </div> </form> </body> </html> Figura 10.1 o il file DEFAULT.ASPX.VB contenente il codice VB con il listato riportato di seguito: Partial Class _Default Inherits System.Web.UI.Page End Class Nel prossimo capitolo s illustrerà come progettare una Web Form con gli strumenti che l ambiente di sviluppo mette a disposizione; in particolare affronteremo la progettazione considerando separatamente due aspetti importantissimi: 1. l aspetto della progettazione dell interfaccia (Codice ASP.NET) 2. e l aspetto dell implementazione degli eventi scatenati dall utente nell utilizzo dell interfaccia (Codice VB.NET). PROGETTAZIONE DI UNA WEB FORM (INTERFACCIA) L interfaccia di una Web Form si ottiene utilizzando il linguaggio HTML con l aggiunta di nuovi Tag ASP per la gestione dell input e dell output. Come si può notare dal codice listato nella figura 10.1 il file con estensione.aspx, contenente la descrizione dell interfaccia utente, ha la stessa struttura di Tag di un file che contiene una pagina HTML standard con l aggiunta di alcuni altri Tag. Ad esempio, esiste uno speciale Tag <form> che si estende per l intero corpo della pagina (anche se questo non è un requisito) e contiene tutti gli altri Tag; l attributo runat= server in esso specificato qualifica il Form come elemento che deve essere elaborato dal motore ASP.NET sul server mentre l attributo ID ne assegna un nome univoco che ne permetterà l utilizzo da codice. Possiamo anticipatamente dire che questi due attributi dovranno sempre essere specificati quando si inseriscono nuovi Tag ASP nelle pagine; se si omettono il programma potrebbe non funzionare correttamente. La maggior parte dei Tag ASP implementano dei controlli che permettono di comunicare con l utente consentendo di prendere in input dei dati oppure di visualizzare in output dei risultati. Per semplificare la vita allo sviluppatore VS mette a disposizione una finestra dal nome Casella degli strumenti contenente tutti questi controlli in forma grafica che è possibile semplicemente trascinare nella 4

5 finestra di progettazione per il loro utilizzo. In automatico VS inserirà il Tag ASP corrispondente in forma testuale (Figura 10.2 parte sinistra). Ovviamente più controlli ASP si conoscono e più efficiente sarà l interfaccia utente che si andrà a realizzare. Bisogna dire, però, che qualsiasi interfaccia può essere realizzata anche solo tramite l utilizzo di tre soli semplici controlli ASP: il controllo LABEL, il controllo TEXTBOX e il controllo BUTTON. I controlli, una volta inseriti nell interfaccia, possono essere personalizzati con delle proprietà per modificarne aspetto e funzionalità. Le proprietà possono essere anche molte per ciascun controllo ma VS facilità il loro utilizzo tramite la finestra Proprietà solitamente presente nella parte destra in basso della videata (Figura 10.2 in basso a destra). Tale finestra è sensibile al contesto cioè visualizza le proprietà del solo controllo su cui il cursore è posizionato (nella figura 10.2 si può osservare come la finestra Proprietà visualizzi le proprietà dell oggetto txtnome mentre il cursore si trova in progettazione sul Tag ASP Textbox con nome txtnome). Per una descrizione più approfondita della modifica delle proprietà dei controlli vedere l Appendice 1 Definire l aspetto del controllo alla fine di questo paragrafo. Figura 10.2 I Tag in precedenza scritti visualizzeranno la seguente interfaccia: Figura 10.3 Che per il momento è priva di vita; cioè, l utente è nelle possibilità di scrivere qualcosa nella casella di testo visualizzata ma alla pressione del pulsante non succederà nulla poiché non è stato ancora scritto il codice associato al clic del pulsante. 5

6 In conclusione, la progettazione di un interfaccia utente è un attività alquanto semplice, una volta determinati i controlli da inserire nell interfaccia basta semplicemente selezionarli dalla Casella degli strumenti e trascinarli verso la finestra di progettazione. Una volta inseriti, i controlli possono essere personalizzati tramite la finestra delle proprietà; si consiglia altresì di assegnare sempre un nome valido alla proprietà ID per semplificare successiva fase di codifica. Si rimanda al Capitolo 4, paragrafo Oggetti standard che formano l interfaccia grafica, per un ripasso dei controlli più comunemente utilizzati nelle interfacce grafiche. PROGETTAZIONE DI UNA WEB FORM (Gestione degli eventi) I Web Forms forniscono il supporto alla gestione degli eventi esattamente come accade per le interfacce Windows. Di questi, alcuni sono generati sul client in risposta alle azioni dell utente, mentre altri rispondono a determinate fasi di gestione del controllo pagina, come ad esempio il caricamento in memoria. In ogni caso, l elaborazione dell evento ha sempre luogo sul server. In questo paragrafo descriveremo la gestione del tipo di evento più comune e cioè il click su un bottone. Nel prosieguo del testo completeremo la descrizione prendendo in considerazione anche gli eventi sollevati da altri tipi di controlli e gli eventi sollevati direttamente da ASP.NET durante il ciclo di elaborazione della pagina. In ASP.NET, la gestione dell evento click sul pulsante può essere realizzato semplicemente facendo un doppio clic sul pulsante nella finestra di progettazione; automaticamente verrà aperto il file del codice e creata una procedura che dovrà essere personalizzata dal programmatore con le azioni da compiere per la gestione di tale evento. Nel caso dell esempio precedente, facendo doppio clic sul pulsante cmdsaluto, si aprirà la finestra del codice con il seguente contenuto: Partial Class _Default Inherits System.Web.UI.Page Protected Sub cmdsaluto_click(byval sender As Object, ByVal e As System.EventArgs) Handles cmdsaluto.click End Sub End Class Si è voluto evidenziare il contenitore dell evento in cui bisogna scrivere il codice di risposta. Il linguaggio utilizzato è Visual Basic (che tratteremo in modo approfondito nel prossimo Capitolo) ma, senza entrare troppo nei particolari, l istruzione Sub identifica un contenitore di codice di nome cmdsaluto_click che viene eseguito tutte le volte che si verifica l evento (Handles in inglese) cmdsaluto.click (clic con il pulsante sinistro del mouse sul pulsante di nome cmdsaluto). Il contenitore termina con End Sub e di conseguenza anche l azione predisposta. Se nel contenitore scriviamo la seguente istruzione: Protected Sub cmdsaluto_click(byval sender As Object, ByVal e As System.EventArgs) Handles cmdsaluto.click lblrisultato.text = "Benvenuto " & txtnome.text End Sub Il risultato del nostro sito web sarà quello di dare il benvenuto alla persona che ci farà visita dopo aver inserito il proprio nome nella casella di testo e cliccato con il tasto sinistro del mouse sul pulsante Saluto ; nella figura successiva se ne fornisce un esempio di risultato. 6

7 Oltre ai controlli tipici dell interfaccia grafica in precedenza citati (Label, TextBox, Button) il Web fornisce una tecnica aggiuntiva per visualizzare in output dei risultati che mi sento di promuovere, in quanto molto interessante, che è quella di convertire in controllo server un Tag DIV (questa operazione la si può ottenere semplicemente aggiungendo al Tag DIV la proprietà runat= server e assegnando alla proprietà ID nome valido). Il vantaggio di tale tecnica è che si può creare anche un intera pagina dinamicamente da codice in modo molto intuitivo e semplice sfruttando appieno la sintassi del linguaggio HTML. Il Tag DIV dispone, una volta convertito in controllo server, di una proprietà INNERHTML con cui sarà possibile personalizzare il suo contenuto. Si fornisce di seguito un esempio per meglio comprendere il suo funzionamento. Codice ASP.NET <html xmlns=" <head runat="server"> <title>pagina di benvenuto</title> </head> <body> <form id="form1" runat="server"> <asp:button ID="cmdSaluta" runat="server" Text="Saluta" /> <div runat="server" id="area"> </form> </body> </html> </div> Codice VB.NET Partial Class Default2 Inherits System.Web.UI.Page Protected Sub cmdsaluta_click(byval sender As Object, ByVal e As System.EventArgs) Handles cmdsaluta.click Area.InnerHtml = "<strong>caro Utente,</strong><br/> Benvenuto nel nostro sito. <br/> " & _ "<em style='font-size:18pt'>oggi è una bella giornata<em> e ti offriamo " & _ "un sacco di prodotti scontati." End Sub End Class Alla pressione del pulsante Saluta verrà visualizzato il seguente risultato: Anche se a prima vista può sembrare difficile da comprendere l istruzione Area.InnerHtml=, ha l effetto di visualizzare all interno del Tag DIV di nome area il codice Html indicato. Attenzione: In VB.NET le stringhe sono delimitate da doppi apici e per andare a capo bisogna inserire il simbolo & seguito dal simbolo _. Per evitare di fare confusione tra i doppi apici di VB.NET e i doppi apici di HTML si preferisce utilizzare gli apici semplici in HTML in considerazione dell intercambiabilità degli stessi. 7

8 APPENDICE 1 : DEFINIRE L ASPETTO DEL CONTROLLO L aspetto di un controllo è rappresentato dalle sue caratteristiche visuali, come altezza, larghezza, colore, eccetera. Queste sono definite assegnando opportuni valori alle sue proprietà. Per modificare il valore di una proprietà si possono utilizzare differenti metodi: 1. In progettazione tramite la finestra proprietà, dopo essersi posizionati sul Tag del controllo con il cursore; Per impostare il colore del carattere di una Label di nome LblRisultato sul colore rosso, impostare la proprietà ForeColor nel seguente modo: 2. In Progettazione inserendo manualmente l attributo corrispondente alla proprietà da modificare nel Tag del controllo Per impostare il colore del carattere di una Label di nome LblRisultato sul colore rosso si imposta la proprietà ForeColor nel seguente modo: <asp:label ID="lblRisultato" runat="server" Text="" ForeColor= Red > 3. In esecuzione inserendo un istruzione nel codice Visual Basic usando la seguente sintassi: nome-controllo.nome-proprietà = valore Per impostare invece il colore del carattere di una Label di nome LblRisultato sul colore rosso si imposta la proprietà ForColor nel seguente modo: lblrisultato.forecolor = Drawing.Color.Red Oltre alle proprietà standard dei singoli oggetti è possibile associare uno stile CSS tramite la proprietà cssclass. 8

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine Siti interattivi e dinamici in poche pagine 1 Siti Web interattivi Pagine Web codificate esclusivamente per mezzo dell HTML non permettono alcun tipo di interazione con l utente, se non quella rappresentata

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Il Web-Service SDMX dell ISTAT

Il Web-Service SDMX dell ISTAT Il Web-Service SDMX dell ISTAT Versione: 1.0.0 Data: 05/06/2014 Autore: Approvato da: Modifiche Versione Modifiche Autore Data Indice dei contenuti 1 Introduzione... 4 2 Creazione dell esempio d uso...

Dettagli

La tecnologia ASP.NET e i database

La tecnologia ASP.NET e i database Introduzione alle pagine dinamiche Con il linguaggio HTML si possono creare delle pagine Web statiche. Se invece volessimo creare delle pagine Web dinamiche, pagine il cui codice html viene generato al

Dettagli

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag <script> inserito nella sezione <head> con la seguente sintassi:

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag <script> inserito nella sezione <head> con la seguente sintassi: JAVASCRIPT Introduzione Con l HTML siamo in grado di realizzare pagine web statiche. Con il linguaggio Javascript, invece, possiamo interagire modificando il contenuto della pagina. Il linguaggio javascript

Dettagli

IL LINGUAGGIO Visual Basic

IL LINGUAGGIO Visual Basic Caratteristiche del linguaggio VB Linguaggio basato sugli eventi IL LINGUAGGI Visual Basic I programmi non sono procedurali, poiche non seguono una sequenza operativa. gni programma si basa infatti su

Dettagli

Navigare in Internet Laboratorio di approfondimento la creazione di siti web e/o blog. Marco Torciani. (Quinta lezione) Unitre Pavia a.a.

Navigare in Internet Laboratorio di approfondimento la creazione di siti web e/o blog. Marco Torciani. (Quinta lezione) Unitre Pavia a.a. Navigare in Internet Laboratorio di approfondimento la creazione di siti web e/o blog (Quinta lezione) Unitre Pavia a.a. 2014-2015 27/01/2015 dott. 1 Adobe Dreamweaver http://www.adobe.com/it/products/dreamweaver/features/?view=topnew

Dettagli

Struttura logica di un programma

Struttura logica di un programma Struttura logica di un programma Tutti i programmi per computer prevedono tre operazioni principali: l input di dati (cioè l inserimento delle informazioni da elaborare) il calcolo dei risultati cercati

Dettagli

Indice PARTE PRIMA L INIZIO 1

Indice PARTE PRIMA L INIZIO 1 Indice Introduzione XIII PARTE PRIMA L INIZIO 1 Capitolo 1 Esplorare il World Wide Web 3 1.1 Come funziona il World Wide Web 3 1.2 Browser Web 10 1.3 Server Web 14 1.4 Uniform Resource Locators 15 1.5

Dettagli

Layout dell area di lavoro

Layout dell area di lavoro Layout dell area di lavoro In Windows, Dreamweaver fornisce un layout che integra tutti gli elementi in una sola finestra. Nell area di lavoro integrata, tutte le finestre e i pannelli sono integrati in

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Le L z e ione n e d i d V isu s a u l B asi s c Prof.ssa Paola Goi 1

Le L z e ione n e d i d V isu s a u l B asi s c Prof.ssa Paola Goi 1 Lezione di Visual Basic Prof.ssa Paola Goi 1 VISUAL BASIC E un ambiente di programmazione che permette una programmazione: VISUALE AD EVENTI Per creare programmi applicativi nel sistema operativo Windows.

Dettagli

Maria Grazia Ottaviani. informatica, comunicazione e multimedialità

Maria Grazia Ottaviani. informatica, comunicazione e multimedialità Maria Grazia Ottaviani informatica, comunicazione e multimedialità Unità digitale 1 Ambiente HTML Introduzione Oltre ai linguaggi di programmazione esistono anche linguaggi detti markup. Sono linguaggi

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

www.wlascuola.4000.it

www.wlascuola.4000.it 1 Cenni di programmazione Risolvere un problema significa trovare un procedimento che consenta di produrre i risultati, a partire dai dati iniziali, attraverso un processo di elaborazione. La metodologia

Dettagli

Creazione di un ipertesto con Word

Creazione di un ipertesto con Word Creazione di un ipertesto con Word Realizzare un ipertesto per illustrare la storia dell esplorazione dello spazio. Descriviamo le fasi principali per la creazione di un ipertesto: a. all inizio occorre

Dettagli

[Tips & Tricks] 8 settembre 2011

[Tips & Tricks] 8 settembre 2011 10 punti da non sottovalutare per aggiornare con WebSite X5 Evolution 9 i siti realizzati con WebSite X5 Evolution 8 Introduzione Uno dei dubbi che nascono quando viene rilasciata la nuova versione di

Dettagli

RILEVA LIGHT Manuale dell Utente

RILEVA LIGHT Manuale dell Utente RILEVA LIGHT Manuale dell Utente 1. COME INSTALLARE RILEVA LIGHT (per la prima volta) NUOVO UTENTE Entrare nel sito internet www.centropaghe.it Cliccare per visitare l area riservata alla Rilevazione Presenze.

Dettagli

Esercizi di JavaScript

Esercizi di JavaScript Esercizi di JavaScript JavaScript JavaScript é un linguaggio di programmazione interpretato e leggero, creato dalla Netscape. E' presente a patire da Netscape 2 in tutti i browser ed é dunque il linguaggio

Dettagli

Product Updater. Scaricamento e Installazione aggiornamento

Product Updater. Scaricamento e Installazione aggiornamento CUBE AZIENDA CUBE TAGLIE & COLORI CUBE AUTOTRASPORTI EXPERT UP Product Updater Scaricamento e Installazione aggiornamento Attenzione! REQUISITO ESSENZIALE PER SCARICARE PRODUCT UPDATER È AVERE INSTALLATO

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di FrontPage Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo1 CREARE UN NUOVO SITO INTERNET Aprire Microsoft FrontPage facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo Creazione di moduli Creazione di moduli Che cos'è un modulo? Un elenco di domande accompagnato da aree in cui è possibile scrivere le risposte, selezionare opzioni. Il modulo di un sito Web viene utilizzato

Dettagli

Internet Architettura del www

Internet Architettura del www Internet Architettura del www Internet è una rete di computer. Il World Wide Web è l insieme di servizi che si basa sull architettura di internet. In una rete, ogni nodo (detto host) è connesso a tutti

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d'uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE...3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

LABORATORIO PER IL DESIGN DELLE INTERFACCE PEGORARO ALESSANDRO CASSERO.IT MANUALE DI AGGIORNAMENTO, MANUTENZIONE E USO DEL SITO

LABORATORIO PER IL DESIGN DELLE INTERFACCE PEGORARO ALESSANDRO CASSERO.IT MANUALE DI AGGIORNAMENTO, MANUTENZIONE E USO DEL SITO CASSERO.IT MANUALE DI AGGIORNAMENTO, MANUTENZIONE E USO DEL SITO 1 Installazione e requisiti per il corretto funzionamento del sito: L istallazione è possibile sui più diffusi sistemi operativi. Il pacchetto

Dettagli

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale La posta elettronica ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Posta elettronica E mail Elettronica Posta In questo argomento del nostro corso impareremo

Dettagli

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access 1) Introduzione a Microsoft Access Microsoft Access è un programma della suite Microsoft Office utilizzato per la creazione e gestione di database relazionali. Cosa è un database? Un database, o una base

Dettagli

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER 19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER Introduciamo uno pseudocodice lato server che chiameremo Pserv che utilizzeremo come al solito per introdurre le problematiche da affrontare, indipendentemente dagli specifici

Dettagli

1 SCOPO DEL DOCUMENTO...4 2 PREMESSA...4 3 ARCHITETTURA DELLA APPLICAZIONE...5 4 ACCESSO ALL APPLICAZIONE...8 5 LA INBOX...9

1 SCOPO DEL DOCUMENTO...4 2 PREMESSA...4 3 ARCHITETTURA DELLA APPLICAZIONE...5 4 ACCESSO ALL APPLICAZIONE...8 5 LA INBOX...9 Manuale Utente CRM 1 SCOPO DEL DOCUMENTO...4 2 PREMESSA...4 3 ARCHITETTURA DELLA APPLICAZIONE...5 3.1 Applicazione... 5 3.2 Gruppo... 5 3.3 Utente... 7 4 ACCESSO ALL APPLICAZIONE...8 4.1 Apertura dell

Dettagli

La Stampa Unione. Individuare la lista indirizzi per la Stampa Unione

La Stampa Unione. Individuare la lista indirizzi per la Stampa Unione La Stampa Unione La Stampa unione consente di personalizzare con il nome, il cognome, l'indirizzo e altri dati i documenti e le buste per l'invio a più destinatari. Basterà avere un database con i dati

Dettagli

TOP DOWN. Preparati per il compito in classe Modulo 5

TOP DOWN. Preparati per il compito in classe Modulo 5 Preparati per il compito in classe Modulo 5 Un grande magazzino utilizza un database per gestire le vendite dei prodotti. La tabella PRO- DOTTI contiene le informazioni relative ai prodotti in vendita

Dettagli

NOTE TECNICHE DI CONFIGURAZIONE. Giugno 2009

NOTE TECNICHE DI CONFIGURAZIONE. Giugno 2009 NOTE TECNICHE DI CONFIGURAZIONE Giugno 2009 INDICE Configurazioni 3 Configurazioni Windows Firewall.. 3 Configurazioni Permessi DCOM. 4 Installazione Sql Server 2005 9 Prerequisiti Software 7 Installazione

Dettagli

SOMMARIO. 1 ISTRUZIONI DI BASE. 2 CONFIGURAZIONE. 7 STORICO. 9 EDITOR HTML. 10 GESTIONE ISCRIZIONI E CANCELLAZIONI. 11 GESTIONE MAILING LIST.

SOMMARIO. 1 ISTRUZIONI DI BASE. 2 CONFIGURAZIONE. 7 STORICO. 9 EDITOR HTML. 10 GESTIONE ISCRIZIONI E CANCELLAZIONI. 11 GESTIONE MAILING LIST. INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) ISTRUZIONI DI BASE... 2 3) CONFIGURAZIONE... 7 4) STORICO... 9 5) EDITOR HTML... 10 6) GESTIONE ISCRIZIONI E CANCELLAZIONI... 11 7) GESTIONE MAILING LIST... 12 8) E-MAIL MARKETING...

Dettagli

Realizzare il layout di un sito web senza utilizzare frame e tabelle

Realizzare il layout di un sito web senza utilizzare frame e tabelle Realizzare il layout di un sito web senza utilizzare frame e tabelle Questa guida descrive in maniera semplice e essenziale i passi necessari alla realizzazione di una pagina web strutturata in maniera

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

01. Conoscere l area di lavoro

01. Conoscere l area di lavoro 01. Conoscere l area di lavoro Caratteristiche dell interfaccia Cambiare vista e dividere le viste Gestire i pannelli Scegliere un area di lavoro Sistemare le barre degli strumenti Personalizzare le preferenze

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Medici Convenzionati

Medici Convenzionati Medici Convenzionati Manuale d'installazione completa del Software Versione 9.8 Manuale d installazione completa Pagina 1 di 22 INSTALLAZIONE SOFTWARE Dalla pagina del sito http://www.dlservice.it/convenzionati/homein.htm

Dettagli

CREAZIONE DI UN DATABASE E DI TABELLE IN ACCESS

CREAZIONE DI UN DATABASE E DI TABELLE IN ACCESS CONTENUTI: CREAZIONE DI UN DATABASE E DI TABELLE IN ACCESS Creazione database vuoto Creazione tabella Inserimento dati A) Creazione di un database vuoto Avviamo il programma Microsoft Access. Dal menu

Dettagli

LEZIONE 3. Il pannello di amministrazione di Drupal, configurazione del sito

LEZIONE 3. Il pannello di amministrazione di Drupal, configurazione del sito LEZIONE 3 Il pannello di amministrazione di Drupal, configurazione del sito Figura 12 pannello di controllo di Drupal il back-end Come già descritto nella lezione precedente il pannello di amministrazione

Dettagli

MODULO DOMANDE INDICE

MODULO DOMANDE INDICE INDICE INDICE... 2 IL PROGRAMMA... 3 LA VIDEATA PRINCIPALE... 4 IL MENU FILE... 7 Esportare i file... 9 LA FINESTRA DELLA RISPOSTA... 11 TUTTI I MODI PER INSERIRE IL TESTO... 11 I Collegamenti... 12 MODELLI

Dettagli

WWW.ICTIME.ORG. NVU Manuale d uso. Cimini Simonelli Testa

WWW.ICTIME.ORG. NVU Manuale d uso. Cimini Simonelli Testa WWW.ICTIME.ORG NVU Manuale d uso Cimini Simonelli Testa Cecilia Cimini Angelo Simonelli Francesco Testa NVU Manuale d uso EDIZIONE Gennaio 2008 Questo manuale utilizza la Creative Commons License www.ictime.org

Dettagli

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com

Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com Guida alla gestione contenuti del sito www.cantinebernabei.com INTRODUZIONE Per gestire i contenuti del sito Emporio Vini Cantine G.S. Bernabei, è necessario scrivere nella barra degli indirizzi del proprio

Dettagli

Andrea Maioli Instant Developer: guida all uso

Andrea Maioli Instant Developer: guida all uso Andrea Maioli Instant Developer: guida all uso 11.8 L editor di temi grafici A partire dalla versione 11.5, Instant Developer contiene uno strumento di aiuto alla personalizzazione dei temi grafici e degli

Dettagli

Client - Server. Client Web: il BROWSER

Client - Server. Client Web: il BROWSER Client - Server Client Web: il BROWSER Il client Web è un applicazione software che svolge il ruolo di interfaccia fra l utente ed il WWW, mascherando la complessità di Internet. Funzioni principali Inviare

Dettagli

Corso di Informatica. Prerequisiti. Modulo T3 B3 Programmazione lato server. Architettura client/server Conoscenze generali sui database

Corso di Informatica. Prerequisiti. Modulo T3 B3 Programmazione lato server. Architettura client/server Conoscenze generali sui database Corso di Informatica Modulo T3 B3 Programmazione lato server 1 Prerequisiti Architettura client/server Conoscenze generali sui database 2 1 Introduzione Lo scopo di questa Unità è descrivere gli strumenti

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli

DOCUMENTO ESERCITAZIONE ONENOTE. Utilizzare Microsoft Offi ce OneNote 2003: esercitazione rapida

DOCUMENTO ESERCITAZIONE ONENOTE. Utilizzare Microsoft Offi ce OneNote 2003: esercitazione rapida Utilizzare Microsoft Offi ce OneNote 2003: esercitazione rapida MICROSOFT OFFICE ONENOTE 2003 AUMENTA LA PRODUTTIVITÀ CONSENTENDO AGLI UTENTI L ACQUISIZIONE COMPLETA, L ORGANIZZAZIONE EFFICIENTE E IL RIUTILIZZO

Dettagli

SecurityLogWatcher Vers.1.0

SecurityLogWatcher Vers.1.0 SecurityLogWatcher Vers.1.0 1 Indice Informazioni Generali... 3 Introduzione... 3 Informazioni in materia di amministratore di sistema... 3 Informazioni sul prodotto... 5 Installazione e disinstallazione...

Dettagli

A T I C _W E B G U I D A AL L A N A V I G A Z I O N E S U L S I T O D E L G R U P P O. Rev. 2.1

A T I C _W E B G U I D A AL L A N A V I G A Z I O N E S U L S I T O D E L G R U P P O. Rev. 2.1 G U I D A AL L A N A V I G A Z I O N E S U L S I T O D E L G R U P P O A T I C _W E B Rev. 2.1 1 1. ISCRIZIONE Le modalità di iscrizione sono due: Iscrizione volontaria Iscrizione su invito del Moderatore

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione Il è finalizzato a elevare il livello di competenza nell utilizzo del computer, del pacchetto Office e delle principali funzionalità di Internet. Il percorso formativo si struttura in 7 moduli Concetti

Dettagli

NOTE OPERATIVE. Prodotto Inaz Download Manager. Release 1.3.0

NOTE OPERATIVE. Prodotto Inaz Download Manager. Release 1.3.0 Prodotto Inaz Download Manager Release 1.3.0 Tipo release COMPLETA RIEPILOGO ARGOMENTI 1. Introduzione... 2 2. Architettura... 3 3. Configurazione... 4 3.1 Parametri di connessione a Internet... 4 3.2

Dettagli

Manuale Utente Albo Pretorio GA

Manuale Utente Albo Pretorio GA Manuale Utente Albo Pretorio GA IDENTIFICATIVO DOCUMENTO MU_ALBOPRETORIO-GA_1.4 Versione 1.4 Data edizione 04.04.2013 1 TABELLA DELLE VERSIONI Versione Data Paragrafo Descrizione delle modifiche apportate

Dettagli

Manuale scritto da Fuso Federico 4 A Anno scolastico 2011/2012 Parte 1

Manuale scritto da Fuso Federico 4 A Anno scolastico 2011/2012 Parte 1 Manuale scritto da Fuso Federico 4 A Anno scolastico 2011/2012 Parte 1 Chi può riuscire a creare pagine HTML? La realizzazione di pagine web non eccessivamente sofisticate è alla portata di tutti, basta

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

LINEA UP Installazione aggiornamento da Dynet Web

LINEA UP Installazione aggiornamento da Dynet Web LINEA UP Installazione aggiornamento da Dynet Web Versioni:...VB e.net Rel. Docum.to... 0112LUDY Alla cortese attenzione del Responsabile Software INDICE A) MODIFICA IMPOSTAZIONI DI PROTEZIONE CORRENTI...2

Dettagli

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale Siti web e Dreamweaver Dreamweaver è la soluzione ideale per progettare, sviluppare e gestire siti web professionali e applicazioni efficaci e conformi agli standard e offre tutti gli strumenti di progettazione

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

WebMail: Manuale per l'utente

WebMail: Manuale per l'utente WebMail: Manuale per l'utente Indice generale Introduzione...4 Login alla webmail...5 Leggere e gestire i messaggi di posta...6 Scrivere un messaggio di posta...16 Altre funzioni...22 Rubrica...22 Impostazioni...32

Dettagli

Corso Analista Programmatore Microsoft. Corso Analista Programmatore Microsoft Programma

Corso Analista Programmatore Microsoft. Corso Analista Programmatore Microsoft Programma Corso Analista Programmatore Microsoft Programma 2 OBIETTIVI E MODALITA DI FRIUZIONE E VALUTAZIONE 2.1 Obiettivo e modalità di fruizione L obiettivo del corso è di fornire tecniche e metodologie per svolgere

Dettagli

La pagina di Explorer

La pagina di Explorer G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 11 A seconda della configurazione dell accesso alla rete, potrebbe apparire una o più finestre per l autenticazione della connessione remota alla rete. In linea generale

Dettagli

UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701

UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701 UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701 GENERALITÁ I sinottici sono disegni che rappresentano graficamente uno o più impianti tecnici. Questi disegni sono completi di tutti gli accessori

Dettagli

Progetti e diagrammi di Gantt con Access

Progetti e diagrammi di Gantt con Access Progetti e diagrammi di Gantt con Access In questo articolo esamineremo un applicazione Access per la pianificazione delle attività dei progetti. L applicazione può essere facilmente utilizzata per soddisfare

Dettagli

1. Le macro in Access 2000/2003

1. Le macro in Access 2000/2003 LIBRERIA WEB 1. Le macro in Access 2000/2003 Per creare una macro, si deve aprire l elenco delle macro dalla finestra principale del database: facendo clic su Nuovo, si presenta la griglia che permette

Dettagli

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati MANUALE UTENTE Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati INDICE ACCESSO AL SERVIZIO... 3 GESTIONE DESTINATARI... 4 Aggiungere destinatari singoli... 5 Importazione utenti...

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

TEMPO X PRODURRE ARTICOLO QUANTITÀ LAVORAZIONE MACCHINA 1 PEZZO Taglio Seghetto 30 minuti. Tornitura Tornio 20 minuti

TEMPO X PRODURRE ARTICOLO QUANTITÀ LAVORAZIONE MACCHINA 1 PEZZO Taglio Seghetto 30 minuti. Tornitura Tornio 20 minuti PIANIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE CON ACCESS E PROJECT 2007 In questo articolo esamineremo come una applicazione Access ed una applicazione Project 2007 possono interagire per creare un piano di produzione

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

zonamatematica etutor EDITOR Guida all uso versione 4.1

zonamatematica etutor EDITOR Guida all uso versione 4.1 zonamatematica Il portale De Agostini Scuola dedicato all insegnamento e all apprendimento della matematica nella scuola secondaria etutor EDITOR Guida all uso versione 4.1 zonamatematica etutor EDITOR

Dettagli

Corso di HTML. Prerequisiti. Modulo L3. 1-Concetti generali. Browser Rete Internet Client e server. M. Malatesta 1-Concetti generali-12 28/07/2013

Corso di HTML. Prerequisiti. Modulo L3. 1-Concetti generali. Browser Rete Internet Client e server. M. Malatesta 1-Concetti generali-12 28/07/2013 Corso di HTML Modulo L3 1-Concetti generali 1 Prerequisiti Browser Rete Internet Client e server 2 1 Introduzione In questa Unità introduciamo alcuni semplici elementi del linguaggio HTML, con il quale

Dettagli

Manuale Installazione e Configurazione

Manuale Installazione e Configurazione Manuale Installazione e Configurazione INFORMAZIONI UTILI Numeri Telefonici SERVIZIO TECNICO HOYALOG.......02 99071281......02 99071282......02 99071283........02 99071284.....02 99071280 Fax 02 9952981

Dettagli

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic LIBRERIA WEB 6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic PROGETTO Il centro sportivo Olympic organizza corsi di tipo diverso: nuoto, danza, karate, ecc. Ogni corso ha un unico istruttore prevalente,

Dettagli

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE Servizio INT Sistema Informativo Geografico INDICE Utilizzare il bt.viewer Navigare nella mappa Confrontare foto aeree Tematismi Tematismi: applicare la

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 1 - Il funzionamento di Web Magazine Web Magazine è un applicativo pensato appositamente per la pubblicazione online di un giornale, una rivista o un periodico. E'

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Tecnologie per il Web. Il web: Architettura HTTP HTTP. SSL: Secure Socket Layer

Tecnologie per il Web. Il web: Architettura HTTP HTTP. SSL: Secure Socket Layer Tecnologie per il Web Il web: architettura e tecnologie principali Una analisi delle principali tecnologie per il web Tecnologie di base http, ssl, browser, server, firewall e proxy Tecnologie lato client

Dettagli

PLC VS ANDROID MANUALE APPLICAZIONE

PLC VS ANDROID MANUALE APPLICAZIONE PLC VS ANDROID MANUALE APPLICAZIONE 1 Indice 1. Installazione App Android pag.3 2. Menù Impostazioni pag.4 2.1. Comunicazione pag.5 2.2. Configurazioni pag.6 2.3. Grafica Pagine pag.7 2.4. Lavoro pag.8

Dettagli

Xerox 700 Digital Color Press con Integrated Fiery Color Server. Stampa di dati variabili

Xerox 700 Digital Color Press con Integrated Fiery Color Server. Stampa di dati variabili Xerox 700 Digital Color Press con Integrated Fiery Color Server Stampa di dati variabili 2008 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente

Dettagli

Aggiornamento N4_0_2P15_200_40220_40230.exe INSTALLAZIONE

Aggiornamento N4_0_2P15_200_40220_40230.exe INSTALLAZIONE Aggiornamento N4_0_2P15_200_40220_40230.exe INSTALLAZIONE Download: 1) Assicurarsi di avere una versione di Winzip uguale o superiore alla 8.1 Eventualmente è possibile scaricare questo applicativo dal

Dettagli

MDaemon e Outlook Connector for MDaemon

MDaemon e Outlook Connector for MDaemon MDaemon e Outlook Connector for MDaemon Introduzione...2 Cos'è il groupware...2 Che cosa significa groupware?...2 Cos è WorldClient...2 MDaemon e l evoluzione delle funzionalità groupware...3 Nuove funzionalità

Dettagli

Excel. A cura di Luigi Labonia. e-mail: luigi.lab@libero.it

Excel. A cura di Luigi Labonia. e-mail: luigi.lab@libero.it Excel A cura di Luigi Labonia e-mail: luigi.lab@libero.it Introduzione Un foglio elettronico è un applicazione comunemente usata per bilanci, previsioni ed altri compiti tipici del campo amministrativo

Dettagli

Il linguaggio HTML - Parte 3

Il linguaggio HTML - Parte 3 Corso IFTS Informatica, Modulo 3 Progettazione pagine web statiche (50 ore) Il linguaggio HTML - Parte 3 Dott. Chiara Braghin braghin@dti.unimi.it Addenda Vedi tabella caratteri speciali Vedi file caratteri_speciali.html

Dettagli

Figura 54. Visualizza anteprima nel browser

Figura 54. Visualizza anteprima nel browser Per vedere come apparirà il nostro lavoro sul browser, è possibile visualizzarne l anteprima facendo clic sulla scheda Anteprima accanto alla scheda HTML, in basso al foglio. Se la scheda Anteprima non

Dettagli

2.2 Gestione dei file

2.2 Gestione dei file 2.2 Gestione dei file Concetti fondamentali Il file system Figura 2.2.1: Rappresentazione del file system L organizzazione fisica e logica dei documenti e dei programmi nelle memorie del computer, detta

Dettagli

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Terza parte: Prime nozioni: Tag e prima pagina, continuazione. **********

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Terza parte: Prime nozioni: Tag e prima pagina, continuazione. ********** Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Terza parte: Prime nozioni: Tag e prima pagina, continuazione. ********** Prime nozioni: Tag e prima pagina, continuazione. Nota bene, al fine di avere anche

Dettagli

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015]

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Premessa... 2 Fase di Login... 2 Menù principale... 2 Anagrafica clienti...

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 Microsoft Windows Funzionalità di un S.O. Gestione dei file Gestione dei dispositivi di ingresso/uscita Comandi per l attivazione e la gestione di programmi

Dettagli

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti.

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file DESKTOP All accensione del nostro PC, il BIOS (Basic Input Output System) si occupa di verificare, attraverso una serie di test, che il nostro hardware

Dettagli

Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Conseguimento e la Revisione della patente di guida A e B

Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Conseguimento e la Revisione della patente di guida A e B Gestione Informatizzata degli Esami di teoria per il Svolgimento Esami Guida Operativa Esaminatore Aggiornamenti Gennaio 2011 INDICE Gestione degli Esami di Teoria per il 1. INTRODUZIONE ALL USO DELLA

Dettagli

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici GUIDA RAPIDA Sistema Web CONSORZIO CO.D.IN. M A R C H E Gestione Documenti Elettronici INDICE Capitolo 1: Avvio Applicazione Capitolo 2: Autenticazione Utente e Accesso al Sistema Capitolo 3: Navigazione

Dettagli

Breve visione d insieme

Breve visione d insieme Breve visione d insieme Per accedere occorre semplicemente collegarsi alla pagina http://wm.infocom.it/ ed inserire il proprio indirizzo e-mail e password. Inserimento delle Vostre credenziali Multilingua

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL AREA RISERVATA

GUIDA ALL USO DELL AREA RISERVATA GUA ALL USO DELL AREA RISERVATA Sommario PREMESSA... 2 1 Come accedere all Area Riservata... 3 2 del Pannello di gestione del sito web... 4 3 delle sezioni... 7 3.1 - Gestione Sito... 7 3.1.1 - AreaRiservata...

Dettagli

Indice generale. Introduzione...xv. Parte I Per iniziare Capitolo 1 Introduzione allo sviluppo ios con tecnologie web...3

Indice generale. Introduzione...xv. Parte I Per iniziare Capitolo 1 Introduzione allo sviluppo ios con tecnologie web...3 Introduzione...xv A chi si rivolge questo libro...xv Gli argomenti trattati...xv Com è organizzato il libro...xvi Cosa occorre per utilizzare il libro...xvii Convenzioni adottate...xvii Il codice sorgente...xviii

Dettagli

Indice generale. Il BACK-END...3 COME CONFIGURARE JOOMLA...4 Sito...4 Locale...5 Contenuti...5

Indice generale. Il BACK-END...3 COME CONFIGURARE JOOMLA...4 Sito...4 Locale...5 Contenuti...5 Guida a Joomla Indice generale Il BACK-END...3 COME CONFIGURARE JOOMLA...4 Sito...4 Locale...5 Contenuti...5 Il BACK-END La gestione di un sito Joomla ha luogo attraverso il pannello di amministrazione

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Sistema di autopubblicazione di siti Web

Sistema di autopubblicazione di siti Web Sistema di autopubblicazione di siti Web Manuale d'uso Versione: SW 2.0 Manuale 2.0 Gennaio 2007 CEDCAMERA tutti i diritti sono riservati CEDCAMERA - Manuale d'uso 1 1 Introduzione Benvenuti nel sistema

Dettagli

Web File System Manuale utente Ver. 1.0

Web File System Manuale utente Ver. 1.0 Web File System Manuale utente Ver. 1.0 Via Malavolti 31 41100 Modena Tel. 059-2551137 www.keposnet.com Fax 059-2558867 info@keposnet.com Il KDoc è un Web File System cioè un file system accessibile via

Dettagli