Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Oltre la Fattura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Oltre la Fattura"

Transcript

1 Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Oltre la Fattura Maggio 2011 IN COLLABORAZIONE CON

2

3 Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Oltre la Fattura Introduzione Executive Summary Maggio 2011

4

5 Introduzione Da ormai cinque anni, l Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione sta accompagnando, con le proprie ricerche e le numerose e diversificate attività sul campo, strutture pubbliche e imprese private del nostro paese nel cammino verso la dematerializzazione. È un percorso che prevede più tappe: rinunciare alla carta per archiviare le informazioni; strutturare le informazioni in insiemi di dati; gestire le informazioni non più attraverso documenti ma con flussi di dati in formato elettronico strutturato. Ciascuna di queste tappe prevede l introduzione di elementi innovativi: di carattere organizzativo, di riprogettazione dei processi e soprattutto di stampo culturale. Si tratta di cambiamenti non banali da introdurre, ma le cui ripercussioni si possono misurare in termini di maggiore efficienza, efficacia e competitività per la singola impresa e per il sistema paese nel suo complesso. La continua e convinta esortazione al fare è stato il messaggio veicolato dall Osservatorio con determinazione in questi anni. Un incoraggiamento per imprese e PA che si è sempre fondato su elementi molto concreti: l analisi delle best practice (con oltre 300 casi di studio); la stima dei benefici (attraverso modelli matematici validati e la loro applicazione a casi reali); la messa a punto di specifici modelli di valutazione della redditività negli investimenti in dematerializzazione; il monitoraggio del grado di diffusione dei diversi progetti nel nostro paese e delle principali evoluzioni nel quadro normativo. Le evidenze empiriche continuano a dimostrare che fare progetti di Conservazione Sostitutiva, Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su Oltre la Fattura 7

6 Introduzione Fatturazione Elettronica o Integrazione del Ciclo dell Ordine è possibile (tecnicamente e normativamente) e conviene (con benefici crescenti in funzione del livello di integrazione lungo il ciclo ordine-pagamento). In questa edizione dell Osservatorio è stato esteso ulteriormente il perimetro dell analisi sulle opportunità derivanti dalla dematerializzazione, con tre nuovi cantieri che si affiancano a quelli storici core della Fatturazione Elettronica e del Ciclo Ordine-Pagamento e che vogliono andare Oltre la Fattura. Il primo cantiere ha allargato il focus dell indagine a documenti diversi da quelli strettamente coinvolti nel ciclo dell ordine, analizzando la dematerializzazione di libri e registri, contratti, fascicoli assicurativi e fascicoli doganali. Il secondo cantiere ha ampliato l indagine all intera Financial Value Chain, per identificare le opportunità che possono emergere da un integrazione più elevata tra sistema bancario, imprese e PA. Il terzo cantiere, infine, ha esteso l analisi sulle opportunità della dematerializzazione ad altri processi collaborativi di filiera, quali la gestione del pre-vendita o del post-vendita e la pianificazione. Ne è emerso, a nostro avviso, un quadro molto promettente sul potenziale di innovazione disponibile per quelle imprese e quelle strutture pubbliche che singolarmente o ancor meglio in un ottica di sistema sapranno muoversi con decisione lungo la strada della dematerializzazione, superando gli ostacoli organizzativi e culturali che tutte le grandi trasformazioni comportano. Oltre la Fattura, in uno scenario in cui la governance delle Il Rapporto con i risultati completi della Ricerca è scaricabile da 8 Oltre la Fattura

7 Introduzione informazioni prenderà il posto della gestione dei documenti, si vede chiaramente la possibilità di ridisegnare e di gestire con maggiore semplicità processi tuttora molto complessi, facendo leva su soluzioni informatiche sempre più accessibili. Umberto Bertelè Andrea Rangone Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su Oltre la Fattura 9

8

9 L Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione ha affrontato il tema della Fatturazione Elettronica in ogni suo aspetto, a partire dalla prima Edizione del Il lavoro documentato nei 4 Rapporti precedenti 1 ha evidenziato in maniera inequivocabile come vi siano ormai da tempo tutte le condizioni necessarie per poter procedere con progetti di Conservazione Sostitutiva, Fatturazione Elettronica e Interscambio di documenti del ciclo dell ordine in formato elettronico strutturato. E i numeri anche in Italia dimostrano come il percorso di adozione sia ormai ben avviato, con oltre imprese che effettuano Conservazione Sostitutiva di fatture e/o altri documenti fiscali, oltre imprese che all interno di circuiti EDI scambiano documenti del ciclo ordine-pagamento tra cui la fattura e altre quasi imprese che si relazionano attraverso circa 250 reti Extranet private, dematerializzando in varia misura il ciclo documentale nei processi commerciali. In questo ambito storico dell Osservatorio riteniamo che il lavoro di Ricerca sia ormai pressoché concluso, fatto salvo per quell insieme di implicazioni e opportunità che detterà, quando verrà emanato, il Decreto Attuativo che rende obbligatoria la Fatturazione Elettronica verso la PA. Rimane aperto il lavoro di accompagnamento alle imprese e Pubbliche Amministrazioni verso una più matura e consapevole adozione. Si apre invece, per l Osservatorio, un altro importante capitolo che abbiamo enfaticamente chiamato oltre la fattura volto a verificare le potenzialità della dematerializzazione in ambiti diversi rispetto alla fatturazione o al ciclo commerciale ordine-pagamento. In particolare, sono tre le aree di lavoro più o meno contigue rispetto alla Fatturazione Elettronica sulle 1 Si vedano i Rapporti. Fatturazione Elettronica: benefici non solo sulla carta, marzo 2007, La fatturazione elettronica come chiave di volta nella collaborazione tra imprese, banche e PA, maggio 2008, Fare sistema: il vero motore della Fatturazione Elettronica, maggio 2009, La Fatturazione Elettronica in Italia: reportage dal campo, maggio 2010, School of Management del Politecnico di Milano, 2 Dalla stima di imprese con un progetto di Conservazione Sostitutiva sono escluse le microimprese caratterizzate, come da classificazione Istat, da un numero di dipendenti inferiore a 10. Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su Oltre la Fattura 11

10 quali ci siamo concentrati in questa Edizione dell Osservatorio: la dematerializzazione di altri documenti oltre la fattura, in modo da identificare gli ambiti documentali più interessanti nei quali applicare i principi della Dematerializzazione non fine a se stessa, dell Integrazione e della Collaborazione; la Financial Value Chain, con l obiettivo di verificare le potenzialità derivanti dall integrazione tra ciclo commerciale e ciclo finanziario; la esupply Chain Collaboration, con l intento di dimostrare come la dematerializzazione del ciclo ordine-pagamento sia in molti casi solo il primo passo di un percorso di collaborazione di filiera i cui benefici largamente eccedono quelli conseguibili a un primo livello di integrazione operativa. Dopo una sintesi dei 5 anni di Ricerca in area Fatturazione Elettronica, l Executive Summary sarà dedicato a presentare i risultati conseguiti in queste tre nuove aree di indagine. I primi 5 anni di storia dell Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione L Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione ha da sempre affrontato il tema della Fatturazione Elettronica considerandolo come un tassello di un mosaico più ampio: quello della dematerializzazione dei documenti del ciclo dell ordine e della digitalizzazione del processo transazionale che coinvolge clienti, fornitori e mondo bancario. In quest ottica, abbiamo identificato diversi modelli di Fatturazione Elettronica, concettualmente correlati, che fanno riferimento a insiemi di progetti operativamente complementari tra loro: quelli di Conservazione Sostitutiva, di Fatturazione Elettronica pura a norma di Il Rapporto con i risultati completi della Ricerca è scaricabile da 12 Oltre la Fattura

11 legge e di Integrazione, Dematerializzazione e Digitalizzazione del Ciclo Ordine-Pagamento. Tentando in estrema sintesi di riassumere le principali evidenze emerse in questi anni di Ricerca, possiamo identificare tre messaggi chiave : la Fatturazione Elettronica è possibile; la Fatturazione Elettronica conviene; la Fatturazione Elettronica conviene ancora di più se è un progetto di sistema. La Fatturazione Elettronica è possibile. La fattibilità dei progetti di Conservazione Sostitutiva, Fatturazione Elettronica e Integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento è ormai ampiamente comprovata. Lo dimostrano nei fatti sia il numero di progetti già attivi (anche tra imprese e PA) sia i trend di espansione che misuriamo di anno in anno. Con riferimento agli aspetti tecnici, la gran parte degli strumenti informatici abilitanti è ormai disponibile, pienamente affidabile e accessibile. Si pensi, per esempio, alla firma digitale, alla marca temporale, ai sistemi di gestione massiva dei documenti, agli storage sicuri, alle soluzioni di scansione, ai software di riconoscimento automatico (OCR), ai molteplici canali di comunicazione utilizzabili (EDI, Extranet, PEC ecc.), agli standard esistenti e significativamente utilizzati, così come alle soluzioni che rendono questi standard tra loro interoperabili. Dal punto di vista normativo, inoltre, molti sforzi sono già stati profusi e il quadro complessivo risulta, nel suo insieme, completo e tendente a un livello di armonizzazione crescente. Le norme, infatti, dettagliano in modo puntuale essenzialmente solo come conservare e come trasmettere un documento in formato elettronico. Con riferimento alle regole per la conservazione digitale, per i documenti informatici nativi, oppure sostitutiva, per i documenti cartacei il quadro normativo è di fatto chiaro e completo e non presenta particolari elementi di indefinitezza. Per quanto riguarda le regole per la tra- Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su Oltre la Fattura 13

12 smissione, queste si concentrano soprattutto su come gestire la fase di fatturazione, attraverso la Fatturazione Elettronica. In questo caso, lato normativo permangono ancora un paio di elementi critici: la difficoltà a includere l EDI tra i canali accettabili criticità legalmente aggirabile, affiancando all EDI progetti di Conservazione Sostitutiva e la tempistica stretta per mandare in conservazione le fatture elettroniche. Questi elementi spiegano perché in Italia vi sono migliaia di imprese che fanno una quasi-fatturazione Elettronica adottando solo in parte la normativa ma ancora poche decine di imprese che fanno Fatturazione Elettronica pura a norma di legge. In definitiva, quindi, la normativa consente di dematerializzare tutti i documenti del ciclo dell ordine (per poi conservarli in formato digitale in modalità sostitutiva) e mette ordine dando certezze sull opponibilità a terzi in sede giudiziaria: offre, dunque, ulteriori opportunità rispetto a quanto era già tecnologicamente possibile fare. La Fatturazione Elettronica conviene. I benefici e la redditività dei progetti di Fatturazione Elettronica sono stati ampiamente documentati dall Osservatorio, attraverso lo sviluppo di modelli di stima e la loro applicazione su numerosi casi reali (circa 130 imprese e PA di varie dimensioni appartenenti a diversi settori). Nel caso dei progetti di Conservazione Sostitutiva, i benefici, che possono variare tra 1 e 3 Euro a documento, sono prevalentemente legati alla dematerializzazione della carta e derivano dalla riduzione dei costi dei materiali (carta, toner ecc.), del costo di archiviazione (spazio occupato dagli archivi) e dalla maggiore facilità nella ricerca e nel recupero dei documenti in caso di necessità. Nel caso dei progetti di Fatturazione Elettronica pura a norma di legge i benefici per la coppia di attori che si scambiano la fattura possono variare da 4 a 12 Euro a fattura. I progetti che portano benefici tra i 4 e i 5 Euro a fattura sono quelli di Fatturazione Elettronica non strutturata, cioè quelli in cui la fattura è un file immagi- Il Rapporto con i risultati completi della Ricerca è scaricabile da 14 Oltre la Fattura

13 ne (non direttamente elaborabile dai sistemi informativi aziendali) firmato digitalmente che non viene mai materializzato ed è, in seguito, archiviato con le logiche della Conservazione Sostitutiva. In questi casi, ai risparmi della conservazione si sommano i risparmi sui costi di trasmissione. È passando però alla Fatturazione Elettronica strutturata (che contiene dati in grado di essere letti ed elaborati automaticamente da un sistema informativo) che i benefici salgono nella fascia tra gli 8 e i 12 Euro a fattura. In questi casi, il beneficio principale è dato dal risparmio sui costi di manodopera, grazie alla riduzione dei tempi di registrazione delle informazioni nei sistemi (abbattendo il data entry ). Quest ultima tipologia di risparmi sui costi di manodopera caratterizza, in modo ancora più spiccato, i progetti di Integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento 3. In questi casi, il beneficio diventa di diverse decine di Euro a ciclo, da 30 a 80 Euro a ciclo 4. In questi progetti, agli impatti già riscontrati (manodopera, trasmissione, materiali, spazio) si somma anche la significativa riduzione dei costi di gestione e risoluzione delle inaccuratezze, cioè di quegli errori che nascono dai disallineamenti tra le informazioni scambiate nelle diverse fasi del ciclo ordine-consegna-fatturazione-pagamento. La Fatturazione Elettronica conviene ancora di più se è un progetto di sistema. La Fatturazione Elettronica, dunque, conviene e nelle sue forme progettuali più evolute (scambio di fatture e anche di altri documenti del ciclo dell ordine in formato elettronico strutturato) conviene ancora di più. Come si fa a fare Fatturazione Elettronica in modo evoluto? Fare questi progetti significa coinvolgersi in relazioni integrate, che prevedono lo scambio di documenti elettronici strutturati, secondo accordi e regole (sintattiche, semantiche e di processo) condivise con i propri partner di filiera. Sono progetti che richiedono, quindi, motivazione e consapevolezza sia all interno dell organizzazione sia all esterno, tra controparti commerciali. Occorre, dunque, che anche all esterno dell organizzazione in uno stesso set- 3 Con il termine ciclo ci riferiamo al percorso ideale di un ordine che diventa una consegna, poi una fattura e, infine, un pagamento. 4 Nel Farmaceutico il valore è prossimo al limite inferiore, in quanto sono molteplici le azioni di ottimizzazione del ciclo dell ordine già implementate. In altri settori si è mediamente più vicini al limite superiore: gli Elettrodomestici e l Elettronica di Consumo, il Largo Consumo, il Materiale Edile, il Materiale Elettrico, così come in numerosi casi specifici in cui i processi sono ancora poco informatizzati. Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su Oltre la Fattura 15

14 5 Il progetto PEPPOL (Pan-European Public Procurement OnLine) nasce nel 2008 con l obiettivo di promuovere soluzioni per l interopeabilità tra i sistemi di supporto al ciclo dell ordine dei diversi Paesi europei (www.peppol.eu). 6 Il progetto EDIEL nella filiera degli Elettrodomestici e dell Elettronica di Consumo, nato nel 2007, è un esempio paradigmatico e concreto di come il confronto e la condivisione di esperienze e good practice possa consentire a una nuova comunità EDI di acquisire maggiore consapevolezza e iniziare un percorso di crescita a ritmi anche sostenuti. tore, distretto o filiera sia presente un substrato fertile (in termini di cultura collaborativa, preparazione tecnologica, identificazione delle informazioni rilevanti ecc.) che consenta di sviluppare progetti di Integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento. È necessario, quindi, porre attenzione alle azioni di sistema, che sono in grado di preparare il campo e supportare la diffusione dei modelli di Fatturazione Elettronica più evoluti. In questa prospettiva, vi sono alcune direzioni di sviluppo (già ampiamente documentate) che possono accelerare la diffusione della Fatturazione Elettronica. Un intervento mirato del Legislatore leggasi soprattutto emanazione del Decreto Attuativo sulla Fatturazione Elettronica verso la PA può garantire lo sviluppo di un adozione pervasiva e omogenea, soprattutto nelle realtà imprenditoriali di piccole-medie dimensioni. Lo sviluppo di iniziative europee di supporto alla Fatturazione Elettronica nelle relazioni cross-country può aiutare le relazioni tra imprese e tra imprese e PA di Paesi diversi. Un esempio può essere costituito dal progetto PEPPOL 5, che mira a facilitare le relazioni commerciali tra imprese e PA europee abilitando l interoperabilità tra i sistemi adottati in Europa. Il confronto tra filiere che hanno già tassi e maturità di adozione importanti in particolare in termini di scambi EDI e filiere che sono, invece, agli inizi del percorso (in cui si riscontrano, dunque, mancanza di standard e, prima ancora, mancanza di consapevolezza tra le imprese) può facilitare il trasferimento di esperienze, cultura, modelli, strumenti e servizi nei settori meno avanzati 6. Un dialogo strutturato tra il mondo bancario e il mondo delle imprese nelle loro componenti associative, ma non solo può contribuire a diffondere, accanto a soluzioni di integrazione, modelli di servizi innovativi, finanziari e non (si pensi, per esempio, ai servizi di accesso al credito o alle riconciliazioni automatiche fatture-pagamenti). Il Rapporto con i risultati completi della Ricerca è scaricabile da 16 Oltre la Fattura

15 Il coinvolgimento, sempre più profondo, di categorie professionali come per esempio i Dottori Commercialisti e gli Esperti Contabili può costituire un elemento di spinta nell adozione della Fatturazione Elettronica, specialmente verso le PMI. La diffusione della Fatturazione Elettronica in Italia La diffusione in Italia è buona quasi 1 impresa su 2 tra le grandi (con più di 250 dipendenti) e circa 1 su 7 tra le medio-piccole (tra 10 e 250 dipendenti) e in significativa crescita (+56% per la Conservazione Sostitutiva e +10% nel numero di imprese che fanno Integrazione del Ciclo Ordine-Pagamento in modo evoluto, fenomeno che si accompagna a una crescita del 12% nel numero di documenti scambiati nelle relazioni EDI). Complessivamente sono circa le imprese che hanno una qualche esperienza di dematerializzazione e/o gestione digitalizzata del ciclo ordine-pagamento. Nel dettaglio, sono circa (+56% rispetto al 2009) le imprese con più di 10 dipendenti che hanno progetti di Conservazione Sostitutiva (prevalentemente di fatture attive, libri e registri): quasi il 36% delle Grandi Imprese 7 italiane e meno dell 1% tra le PMI 8. Oltre a queste imprese, circa studi professionali con meno di 10 dipendenti portano in Conservazione Sostitutiva prevalentemente libri e registri contabili. Sono invece circa le imprese connesse a una qualche rete EDI: il 33% delle Grandi Imprese italiane e circa il 2% delle PMI. Tra queste imprese cresce il numero di documenti scambiati (+12% rispetto al 2009) e il numero delle relazioni evolute, che cioè prevedono lo scambio di un insieme più ampio di documenti (+10%). Sono, inoltre, tra e le imprese che si relazionano attraverso una qualche tipologia di Extranet: circa il 12% delle Grandi Imprese italiane, il 15% delle PMI e meno dello 0,2% delle microimprese 9. Solo poche decine di imprese, infine, fanno Fatturazione Elettronica pura a 7 Imprese con più di 250 dipendenti, secondo la classificazione Istat. 8 Imprese con un numero di dipendenti compreso tra 10 e 250, secondo la classificazione Istat.. 9 Imprese con un numero di dipendenti inferiore a 10, secondo la classificazione Istat. La percentuale è molto bassa, ma va tenuto presente che il tessuto economico italiano è composto da quasi 5 Milioni di microimprese. Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su Oltre la Fattura 17

16 norma di legge : la grande maggioranza di questi casi, inoltre, è costituita da progetti infragruppo. Questa limitata penetrazione si spiega nel fatto che la Fatturazione Elettronica pura richiede sia di stipulare un accordo tra le parti sia di portare le fatture in conservazione entro un limite temporale sfidante per molte imprese (15 giorni): entrambe queste necessità sono, naturalmente, più semplici da gestire tra società che appartengono a uno stesso gruppo. La limitata diffusione della Fatturazione Elettronica pura a norma di legge è compensata dall adozione di altri modelli meno impegnativi ma altrettanto efficaci: ne è un esempio il caso di un azienda emittente che fa Conservazione Sostitutiva dell Attivo e invia una fattura telematica, che la controparte può essere in grado di trattare come ritiene più opportuno (portandola in Conservazione Sostitutiva, oppure stampandola e archiviandola in modo tradizionale). La strada è dunque ampiamente tracciata. Non rimane che l esortazione a fare. La strada per la Fatturazione Elettronica è, dunque, ampiamente tracciata e in definitiva anche lastricata di interessanti opportunità. Ora spetta a chi deve percorrerla organizzazioni pubbliche e private decidere se attivarsi e come. Tra le molteplici alternative possibili su come fare, c è naturalmente anche la decisione di continuare a non fare nulla e aspettare. Tuttavia, vi sono diversi fattori che rendono a nostro avviso potenzialmente molto pericolosa la scelta attendista : i benefici legati a questi progetti, le iniziative di sistema già oggi in essere, il preannunciato obbligo di Fatturazione Elettronica verso la PA, le crescenti spinte alla dematerializzazione da parte del Legislatore nazionale ed europeo, la già confortante diffusione di alcuni modelli di Fatturazione Elettronica nel nostro Paese. Un attesa passiva comporta, a nostro avviso, un duplice rischio: da un lato, quello di perdere opportunità di benefici, conoscenze e competitività; dall altro, quello di dover affrontare i progetti di Fatturazione Elettronica con l obiettivo di rispondere rapidamente in tutta fretta alle esigenze/necessità Il Rapporto con i risultati completi della Ricerca è scaricabile da 18 Oltre la Fattura

17 dei propri partner commerciali (o della PA), piuttosto che per gestire consapevolmente con la giusta calma e al meglio un proprio percorso evolutivo. La Financial Value Chain Un ambito di sviluppo della Fatturazione Elettronica da sempre indicato come centrale è la possibilità di aumentare il grado di integrazione e collaborazione tra imprese e sistema bancario nei processi di pagamento ed erogazione del credito: la cosiddetta Financial Value Chain. In questo ambito i benefici vanno dall automazione dei processi di pagamento grazie allo scambio di documenti in formato elettronico strutturato e alla gestione delle principali informazioni di processo fino all attivazione di nuovi modelli di erogazione del credito, abilitati dalla maggiore visibilità che il sistema bancario può avere sui processi transazionali della singola impresa o di un sistema di imprese. L idea, in sintesi, è che una maggiore trasparenza sui processi commerciali peraltro ottenibile con sistemi automatici sia pre-condizione che consente al mondo bancario di ridurre il rischio di erogazione del credito e, quindi, in ultima istanza, di erogare più credito a migliori condizioni. È importante sottolineare che una più stretta integrazione imprese-banche porterebbe benefici a tutti gli attori in gioco: imprese, banche e provider di tecnologia/servizi B2b. Alle imprese (quelle virtuose, che non temono la trasparenza), in quanto potrebbero migliorare i processi di pagamento e di gestione della liquidità e usufruire di migliori condizioni di accesso al credito. Alle banche, in quanto potrebbero ottimizzare i loro processi di pagamento e customer service, potrebbero migliorare i propri modelli di valutazione del rischio e, in ultima istanza, potrebbero aumentare il mercato dei servizi finanziari/creditizi. Ai provider di Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su Oltre la Fattura 19

18 tecnologia e servizi B2b, perché potrebbero beneficiare di un allargamento del mercato delle soluzioni per la dematerializzazione e l integrazione del ciclo ordine-pagamento. L attuale indefinitezza di questo innovativo ambito di sviluppo ha, però, fino a oggi impedito di passare dalle belle parole ad azioni concrete di sviluppo di un offerta da parte del mondo bancario e/o dei provider di servizi e soluzioni B2b. Proprio per uscire da questa impasse abbiamo lavorato, in questa Edizione dell Osservatorio, per identificare le principali tipologie di servizi in ambito Financial Value Chain, per illustrare le modalità di creazione del valore quanto meno per le tipologie più semplici di questi servizi e, infine, per ascoltare le imprese su questi temi. 10 Nel Rapporto è presentata la descrizione di dettaglio dei 15 concept, il cui sviluppo è frutto del confronto continuativo con l intera community allargata dell Osservatorio. Il gruppo di lavoro dedicato ha dapprima innescato la generazione e successivamente validato i concept proposti. Abbiamo identificato 15 concept di servizi di Financial Value Chain, classificabili in quattro aree principali: Migliore interazione azienda-banca, Completamento del ciclo ordine-pagamento, Efficienza nei servizi finanziari tradizionali e Nuovi modelli di accesso al credito. Alcuni concept 10 sono contigui all area tradizionale di analisi dell Osservatorio: si pensi, per esempio, alle soluzioni volte a migliorare attraverso l impiego delle ICT l efficacia e l efficienza del rapporto impresa-banca (che rientrano nella categoria Migliore interazione azienda-banca ) oppure alle soluzioni a supporto della riconciliazione fatture-pagamenti ( Completamento del ciclo ordine-pagamento ). Altri concept prospettano, invece, nuove opportunità in ambito più prettamente finanziario. Alcuni di questi non richiedono particolari stravolgimenti nelle logiche già in essere ( Efficienza nei servizi finanziari tradizionali ): ne è un esempio il servizio per richiedere l anticipo fatture con modalità operativamente meno onerose e più efficaci. Altri, più innovativi ( Nuovi modelli di accesso al credito ), prefigurano invece un miglioramento dell efficacia nell erogazione del credito in senso ampio: da nuove forme di aggregazione per la concessione di finanziamenti a insiemi di imprese, ai finanzia- Il Rapporto con i risultati completi della Ricerca è scaricabile da 20 Oltre la Fattura

19 menti attivati dalla registrazione di eventi nella supply chain fisica. Un mondo di opportunità ancora tutto da esplorare, di cui abbiamo solo iniziato a scalfire la superficie. I benefici dei servizi di completamento del ciclo ordine-pagamento e di automazione dei servizi finanziari tradizionali sono solo in parte di efficienza: le opportunità maggiori si hanno sul fronte dell efficacia. Il supporto alla riconciliazione fatture-pagamenti, con particolare riferimento agli incassi a mezzo bonifico, e l anticipo fatture sono le due tipologie di servizi su cui banche e imprese hanno già concretamente iniziato a lavorare: in questi casi la condivisione delle principali informazioni di processo attraverso lo scambio di documenti in formato elettronico strutturato abilita nuove opportunità che rientrano nell ambito della Financial Value Chain. Con riferimento alla riconciliazione fatture-pagamenti, da anni le imprese identificano nell elevato carico operativo richiesto da questa attività un area di potenziale miglioramento. A oggi sono disponibili sul mercato e adottate da numerose imprese, soprattutto di dimensioni medio-grandi soluzioni basate su modelli approssimati che supportano la riconciliazione fra le fatture emesse e i relativi incassi, sulla base dei totali incassati. In questo contesto, il ruolo dei servizi di Financial Value Chain può essere quello di consentire un incremento dell efficienza operativa con cui i controlli vengono effettuati a cui corrisponde tra il 40% e il 90% di costi operativi in meno, in funzione del grado di automazione raggiunto e dell accuratezza media garantita dalle diverse modalità di riconciliazione 11. Tuttavia, è altrove che si possono cogliere le opportunità più rilevanti: in particolare, nella modifica drastica delle logiche con cui viene effettuata la riconciliazione fatture-pagamenti, evolvendo da approcci forzatamente approssimati a modelli deterministici che consentono controlli riga-per-riga. Questo cambiamento abilitando verifiche puntuali effettuate sistematicamente, a costi più che ragionevoli e inferiori a quelli 11 Nel Rapporto sono presentate la descrizione delle diverse modalità e una stima quantitativa dei benefici di efficienza ottenibili da grandi imprese e PMI. Le riprese dell evento sono disponibili in video on demand su Oltre la Fattura 21

20 attuali elimina all origine la necessità di gestire scostamenti che possono generare due potenziali fonti di criticità: da un lato, la scelta di sostenere ingenti costi per una puntuale ricostruzione delle ragioni dei singoli scostamenti e per la gestione, eventuale, di successive contestazioni con i partner commerciali; dall altro, in chiusura di anno fiscale, l esigenza di incamerare le perdite non gestite, siano queste connesse a pagamenti non dovuti o a mancati incassi. 12 L anticipo fatture rappresenta una forma di finanziamento attraverso il quale le aziende ottengono un anticipo di liquidità sui crediti vantati nei confronti dei propri clienti, pubblici o privati. Per quanto riguarda l anticipo fatture 12, l adozione delle logiche della Fatturazione Elettronica e dell integrazione ossia, in sintesi, lo scambio di informazioni di business in formato elettronico strutturato consente alle imprese di poter condividere con un istituto di credito, in modo semplice e immediato, dati di qualità, importabili senza oneri operativi significativi nei sistemi informativi e in grado di abilitare elaborazioni rapide e puntuali. Ne conseguono benefici di produttività interna soprattutto lato banca anche se le maggiori opportunità vanno ricercate sul versante dell efficacia. L aumento delle informazioni disponibili sui clienti business (risalendo, per esempio, dalla fattura ai documenti che ne attestano la coerenza con la transazione a monte documenti di trasporto, conferme d ordine, ordini, fino ai contratti), se ben gestite, potrebbero consentire alle banche di migliorare le attuali procedure di risk management e, in definitiva, offrire un servizio di anticipo fatture a costi più competitivi e a un maggior numero di imprese (a rischi inferiori). Per cogliere queste opportunità, tuttavia, vi devono essere alcuni presupposti. Lato banche, è necessario organizzarsi a livello di procedure e sistemi, in modo da poter sfruttare appieno il nuovo patrimonio informativo disponibile, andando a modificare alcuni processi interni (in particolare, l attribuzione dei rating di rischio alle varie imprese). Lato imprese, è necessario che siano diffusi i modelli di scambio dei documenti del ciclo dell ordine in formato elettronico strutturato. A questi cambiamenti tecnico-organizzativi deve poi necessariamente accompagnarsi, nelle imprese, anche la disponibilità a offrire maggiore trasparenza alle istituzioni finanziarie con cui Il Rapporto con i risultati completi della Ricerca è scaricabile da 22 Oltre la Fattura

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità

Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Fatturazione Elettronica: evoluzioni e opportunità Alessandro Perego Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di Milano

Dettagli

Oltre la Fattura. I principali risultati dell Osservatorio. Cerreto Guidi, 27 luglio 2011

Oltre la Fattura. I principali risultati dell Osservatorio. Cerreto Guidi, 27 luglio 2011 I principali risultati dell Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione i Convegno La Fattura Elettronica Convegno La Fattura Elettronica L Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione

Dettagli

La Digitalizzazione dei processi di filiera

La Digitalizzazione dei processi di filiera Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione La Digitalizzazione dei processi di filiera Daniele Marazzi Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di Milano Agenda L

Dettagli

Fatturazione Elettronica e Digitalizzazione dei processi

Fatturazione Elettronica e Digitalizzazione dei processi Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Fatturazione Elettronica e Digitalizzazione dei processi Daniele Marazzi Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di Milano

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso SIOS

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso SIOS Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso SIOS Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.4 Le opportunità per le imprese derivanti

Dettagli

Fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva

Fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva Fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva Paolo Catti paolo.catti@polimi.it Umberto Zanini umzanini@tin.it Giusella Finocchiaro giusella.finocchiaro@studiolegalefinocchiaro.it 20-21 giugno 2011

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO - SALONE DEL CONSIGLIO L IVA nell Unione europea: una nuova cultura fiscale di impresa LA POSIZIONE DEL MONDO

CAMERA DI COMMERCIO - SALONE DEL CONSIGLIO L IVA nell Unione europea: una nuova cultura fiscale di impresa LA POSIZIONE DEL MONDO GENOVA - 30 GIUGNO 2009 - ORE 9.30 CAMERA DI COMMERCIO - SALONE DEL CONSIGLIO L IVA nell Unione europea: una nuova cultura fiscale di impresa LA POSIZIONE DEL MONDO IMPRENDITORIALE SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

Dettagli

La Ricerca: un primo bilancio e i nuovi possibili scenari

La Ricerca: un primo bilancio e i nuovi possibili scenari S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La fatturazione elettronica: dall obbligo all opportunità La Ricerca: un primo bilancio e i nuovi possibili scenari Paolo A. Catti 19 maggio 2015, Sala Convegni

Dettagli

Verso una Digitalizzazione completa dei processi di relazione

Verso una Digitalizzazione completa dei processi di relazione Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Verso una Digitalizzazione completa dei processi di relazione Daniele Marazzi Osservatori ICT & Management School of Management Politecnico di

Dettagli

Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione

Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione School of Management Politecnico di Milano 20 Giugno 2012 Agenda Task 1 Il monitoraggio della diffusione Le attività e gli obiettivi La metodologia

Dettagli

Sistemi ICT per il Business Networking

Sistemi ICT per il Business Networking Corso di Laurea Specialistica Ingegneria Gestionale Sistemi ICT per il Business Networking e-supply Chain Docente: Vito Morreale (vito.morreale@eng.it) 21 May 2006 1 e-supply Chain esupply Chain: gestione

Dettagli

Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi

Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi Piergiorgio Licciardello Ottimizzare i processi di relazione tra partner lungo la supply chain: la dematerializzazione delle informazioni al servizio dei processi Milano 11/11/2014 AGENDA Chi è Di.Tech

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

La Fatturazione Elettronica in Italia: reportage dal campo

La Fatturazione Elettronica in Italia: reportage dal campo La Fatturazione Elettronica in Italia: reportage dal campo Rapporto 2010 Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione Maggio 2010 In collaborazione con Copyright e utilizzo dei contenuti

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

Supply Chain Finance: nuove opportunità di. 16 giugno g 2014

Supply Chain Finance: nuove opportunità di. 16 giugno g 2014 Supply Chain Finance: nuove opportunità di collaborazione nella filiera Prof. Stefano Ronchi, Politecnico di Milano 16 giugno g 2014 Politecnico di Milano Fondato nel 1863 Tra le migliori 10 Università

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAMECCANICA.

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAMECCANICA. Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAMECCANICA.DATA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.5

Dettagli

Fatturazione Elettronica e Integrazione del Ciclo dell Ordine

Fatturazione Elettronica e Integrazione del Ciclo dell Ordine Fatturazione Elettronica e Integrazione del Ciclo dell Ordine Paolo A. Catti Politecnico di Milano paolo.catti@polimi.it Agenda Gli ambiti applicativi e l impatto sulla catena del valore I diversi mondi

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 4 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 4 Modulo 4 Il Sistema Informativo per la gestione della catena di fornitura: Supply Chain Management; Extended

Dettagli

INSIDE REPORT. in collaborazione con:

INSIDE REPORT. in collaborazione con: INSIDE REPORT APRILE 2015 Che cos è la fatturazione elettronica strutturata e che vantaggi offre La fatturazione elettronica non è solo un processo di dematerializzazione dei documenti: se il documento

Dettagli

Costa Crociere SpA, parte. Purchase Order

Costa Crociere SpA, parte. Purchase Order SUPPLY CHAIN COLLABORATION Purchase Order Integration: il caso Costa Crociere di L. Mattazzi, M. Crivello Luca Mattazzi, Finance & Supply Chain Systems Director Costa Crociere Massimo Crivello, Line Manager

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARTELECTRA Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.2 Gestire

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II

Dettagli

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi

TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA. Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi TRASPARENTE, SNELLA, ORGANIZZATA Partire dal documento per dematerializzare i procedimenti amministrativi A CHE PUNTO SIAMO Cogliere opportunità le dell evoluzione normativa Dagli anni 90 l innovazione

Dettagli

Intesa Spa Ottobre 2015

Intesa Spa Ottobre 2015 Intesa Spa Ottobre 2015 TRUSTED DOC SOLUTIONS INDICE DEI CONTENUTI 3 5 6 7 8 15 17 INDUSTRY TREND & DYNAMIC ESIGENZE DI BUSINESS FOCUS SU AREE DI ATTIVITA NORMATIVA DI RIFERIMENTO OVERVIEW DELLA SOLUZIONE

Dettagli

Soluzioni globali e servizi integrati per le imprese: la Fattura Elettronica

Soluzioni globali e servizi integrati per le imprese: la Fattura Elettronica Soluzioni globali e servizi integrati per le imprese: la Fattura Elettronica Marco Ghio, Responsabile Prodotti Transazionali Imprese Direzione Marketing Roma, 28 Maggio 2014 Come stanno cambiando i criteri

Dettagli

Il valore dell integrazione con gli Standard di comunicazione

Il valore dell integrazione con gli Standard di comunicazione Il valore dell integrazione con gli Standard di comunicazione Servizi e soluzioni per la logistica dei documenti del ciclo dell ordine; dalla generazione alla gestione, distribuzione e conservazione sostitutiva

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Perugia NetConsulting 2012 1

Dettagli

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto

Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Migliorare le prestazioni delle PMI collaborando con clienti e fornitori Sviluppo di nuove abilità e strumenti ICT di supporto Opportunità per le PMI per ottimizzare la gestione della filiera logistico

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1

Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1 Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) 1 Il Collaborative Planning, Forecasting and Replenishment (CPFR) è uno approccio di gestione a disposizione delle imprese che ha lo scopo di

Dettagli

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23 La transizione al digitale per gli enti pubblici locali opportunità e criticità operative sala Zodiaco Sede della Provincia di Bologna Mercoledì, 26 novembre 2014 slide 1 di 23 Gli argomenti Saluti e introduzione

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA. Fatturazione elettronica

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA. Fatturazione elettronica COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Fatturazione elettronica Roma, 3 dicembre 2014 (ore 20:30) Palazzo San Macuto, via del

Dettagli

L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A.

L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A. CBI 2008 e Forum Internazionale sulla Fattura Elettronica L evoluzione del modello del servizio CBI a supporto della P.A. Luca Poletto Responsabile Product & Marketing Cash management BNL Gruppo BNP Paribas

Dettagli

Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail

Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail Gruppo Fratelli Pietrini S.p.a - Scarpamondo. Utilizzata con concessione dell autore. Gestione completa della distribuzione ai punti vendita attraverso la soluzione SAP Retail Partner Nome dell azienda

Dettagli

PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO!

PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO! I N F I N I T Y P R O J E C T PENSA IN GRANDE, VIVI MICRO! L avvento del web 2.0 ha modificato radicalmente il modo di pensare e sviluppare i processi aziendali. Velocità, precisione, aggiornamento continuo

Dettagli

Osservatorio sul Documento Digitale

Osservatorio sul Documento Digitale Osservatorio sul Documento Digitale primo rapporto Sintesi dei risultati Aprile 2006 1 INDICE 1 EXECUTIVE SUMMARY... 4 2 OBIETTIVI E METODOLOGIA... 6 3 GESTIONE DOCUMENTALE E DOCUMENTO DIGITALE... 7 4

Dettagli

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI

SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI SEMPLIFICA RISPARMIA COLLABORA CONDIVIDI GESTISCI Il mondo sta cambiando Internet e web 2.0 Da luogo di gestione dei dati a spazio virtuale,per: Condividere Collaborare Comunicare Socializzare Partecipare

Dettagli

Vent anni di corsi a Bressanone. Il Protocollo Informatico e la Sicurezza Informatica. Dott. ssa Floretta Rolleri

Vent anni di corsi a Bressanone. Il Protocollo Informatico e la Sicurezza Informatica. Dott. ssa Floretta Rolleri Vent anni di corsi a Bressanone Il Protocollo Informatico e la Sicurezza Informatica XX Corso Dott. ssa Floretta Rolleri CNIPA Bressanone (Bz), 19-22 maggio 2009 Il Protocollo Informatico e la Sicurezza

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

Document Management, Workflow, Conservazione Sostitutiva

Document Management, Workflow, Conservazione Sostitutiva Document Management, Workflow, Conservazione Sostitutiva Amministrazione Fatture Fornitori Documenti di trasporto Fatture Clienti Documenti contabili Libro Giornale Libro IVA Vendite Offerte Contratti

Dettagli

Quaderni. La fattura elettronica. Modelli normativi della gestione elettronica delle fatture. La trasmissione telematica delle fatture

Quaderni. La fattura elettronica. Modelli normativi della gestione elettronica delle fatture. La trasmissione telematica delle fatture 06 24 LUGLIO 2009 APPUNTI DIGITALI Quaderni La fattura Contenuti: La trasmissione telematica delle fatture La fatturazione Lo scambio dati via EDI Quando la fattura si considera emessa Fattura e Pubblica

Dettagli

La Fatturazione Elettronica nella PA che cambia

La Fatturazione Elettronica nella PA che cambia Codice-P0 La Fatturazione Elettronica nella PA che cambia Direzione Regionale Friuli Venezia Giulia 28 maggio 2010 Dematerializzazione Documentazione Amministrativa Codice-P1 Il Libro Bianco sulla Dematerializzazione

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell Automazione SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK relators: Marcello

Dettagli

I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti

I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti I benefici derivanti dalla Fattura Elettronica e dalla dematerializzazione del ciclo acquisti Michele Benedetti Bologna, 22 aprile 2015 eprocurement, Fatturazione Elettronica: un unico processo Fornitore

Dettagli

Gestione dei Documenti del Ciclo Passivo. Intelligent Capture & Exchange

Gestione dei Documenti del Ciclo Passivo. Intelligent Capture & Exchange Gestione dei Documenti del Ciclo Passivo Intelligent Capture & Exchange Agenda Intelligent Capture & Exchange Le possibili soluzioni La gestione dei documenti del ciclo passivo Semplificazione Amministrativa

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego alessandro.perego@polimi.it Milano, Matching 2009, 23 Novembre 2009 Non-solo-distribuzione La logistica non è solo distribuzione fisica

Dettagli

EASY FATTURA. Soluzioni globali e servizi integrati per le imprese: operatività transazionale on line e fattura elettronica.

EASY FATTURA. Soluzioni globali e servizi integrati per le imprese: operatività transazionale on line e fattura elettronica. Soluzioni globali e servizi integrati per le imprese: operatività transazionale on line e fattura elettronica. EASY FATTURA Una soluzione globale per le imprese La nuova offerta di fatturazione elettronica

Dettagli

Efficienza e innovazione nella PA

Efficienza e innovazione nella PA Roma, 10 dicembre 2009 Efficienza e innovazione nella Fausto Bolognini CEO Agenda Lo scenario di riferimento per la Le soluzioni di Quercia Software per la Le nuove opportunità legate al nodo CBI 2 I principali

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN EXECUTIVE OPEN PROGRAMS La Divisione Executive Open Programs di MIP disegna ed eroga Programmi a catalogo, ovvero percorsi

Dettagli

Il ruolo della Banca nel processo di innovazione della Pubblica Amministrazione e le sinergie con il Consorzio DAFNE

Il ruolo della Banca nel processo di innovazione della Pubblica Amministrazione e le sinergie con il Consorzio DAFNE Claudio G. Fornaro Intesa Sanpaolo - Direzione Marketing Small Business Il ruolo della Banca nel processo di innovazione della Pubblica Amministrazione e le sinergie con il Consorzio DAFNE Coverciano,

Dettagli

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Dott.ssa Maria Pia Giovannini Responsabile dell Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse umane e finanziarie e

Dettagli

The new outsourcing wave: multisourcing

The new outsourcing wave: multisourcing EVOLUZIONE DEI MODELLI DI OUTSOURCING La pratica dell outsourcing, cioè del trasferire all esterno dell azienda singole attività, processi o infrastrutture è in voga da tempo, e negli anni ha dimostrato

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

IL NODO DEI PAGAMENTI NELL ESPERIENZA DI REGIONE LOMBARDIA. Manuela Giaretta

IL NODO DEI PAGAMENTI NELL ESPERIENZA DI REGIONE LOMBARDIA. Manuela Giaretta IL NODO DEI PAGAMENTI NELL ESPERIENZA DI REGIONE LOMBARDIA Manuela Giaretta 23 gennaio 2014 Strumenti elettronici di pagamento Regione Lombardia è stata tra le prime Regioni ad introdurre l ordinativo

Dettagli

InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali

InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali Forum Banche e PA 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA E E- PROCUREMENT InfoCert e Sia per una digitalizzazione di sistema delle transazioni commerciali Fabrizio Leoni Npd Manager, Infocert Spa 23 Novembre 2015,

Dettagli

La potenza di Ariba per i clienti SAP. I vantaggi del Collaborative Commerce

La potenza di Ariba per i clienti SAP. I vantaggi del Collaborative Commerce La potenza di Ariba per i clienti SAP I vantaggi del Collaborative Commerce Contenuti 4 9 10 12 14 18 20 22 24 Potenziare il Networked Business Una combinazione efficace Collaborative Commerce con Ariba

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

Catalogo Servizi Metel

Catalogo Servizi Metel Metel, standard di settore e strumento di filiera Catalogo Servizi Metel Servizi per i documenti del ciclo dell ordine; dalla generazione alla gestione, alla distribuzione e conservazione sostitutiva a

Dettagli

Dall obbligo normativo all opportunità di business

Dall obbligo normativo all opportunità di business TECNOLOGIE E SOLUZIONI INFORMATICHE Guido Chiara Project Manager TESI SPA Dall obbligo normativo all opportunità di business www.gruppotesi.com L azienda e gli obblighi normativi BCM 196 231 262 SOX Basilea

Dettagli

LOGISAN S.p.A. Company Profile

LOGISAN S.p.A. Company Profile Company Profile tel.0552373019 - fax tel. 0552374069 - Pag. 1/7 Chi Siamo Nata nel 2004 dall'esigenza di un gruppo di strutture sanitarie Logisan è un azienda che aggrega il potere di acquisto e mette

Dettagli

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop

LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop LOGICAL Con i dati tra le nuvole Presentazione della piattaforma informatica di servizi logistici Business Workshop Marino Cavallo Provincia di Bologna PROGETTO LOGICAL Transnational LOGistics' Improvement

Dettagli

3. I vantaggi della condivisione immediata delle informazioni con i clienti e i dipendenti: il caso Adecco Italia

3. I vantaggi della condivisione immediata delle informazioni con i clienti e i dipendenti: il caso Adecco Italia 3. I vantaggi della condivisione immediata delle informazioni con i clienti e i dipendenti: il caso Adecco Italia Davide Brembati 1 Il caso Adecco Italia è emblematico di come la digitalizzazione dei processi

Dettagli

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Snellimento organizzativo, egovernment, servizi ai cittadini: il rinnovamento della PA trova slancio nelle tecnologie e soluzioni per la gestione dei

Dettagli

Sistemi gestionali as a Service:

Sistemi gestionali as a Service: Sistemi gestionali as a Service: Una reale opportunità per le imprese? Andrea Gaschi School of Management Politecnico di Milano Agenda Un introduzione ai sistemi gestionali La situazione in Italia Le spinte

Dettagli

Confindustria Genova: Club Finanza d Impresa Incontro del 19 ottobre 2012. Studio Bolla Quaglia & Associati Genova Milano

Confindustria Genova: Club Finanza d Impresa Incontro del 19 ottobre 2012. Studio Bolla Quaglia & Associati Genova Milano - attuazione Direttiva UE 45/2010 Aspetti fiscali e amministrativi: spunti di discussione e approfondimento Dott.ssa Barbara Pollicina Confindustria Genova: Club Finanza d Impresa Incontro del 19 ottobre

Dettagli

Integrare, digitalizzare, condividere per fare efficienza

Integrare, digitalizzare, condividere per fare efficienza Integrare, digitalizzare, condividere per fare efficienza GCI TradeXpress La piattaforma collaborativa per l integrazione e la dematerializzazione nell ecosistema della Sanità Oggi più che mai le sfi de

Dettagli

Per quanto riguarda i presupporti di questo lavoro, preme qui sottolineare la filosofia ispiratrice e l orizzonte strategico che ci si propone.

Per quanto riguarda i presupporti di questo lavoro, preme qui sottolineare la filosofia ispiratrice e l orizzonte strategico che ci si propone. LOG.OUT.Lab Laboratorio Outsourcing della Logistica Emilia-Romagna Introduzione Con il presente lavoro la Fondazione Istituto Trasporti e Logistica (ITL) documenta l attività svolta nell ambito di LOG.OUT.Lab,

Dettagli

Fatturazione elettronica per la PA le regole tecniche e il percorso per l attuazione. Salvatore Stanziale Dipartimento delle Finanze

Fatturazione elettronica per la PA le regole tecniche e il percorso per l attuazione. Salvatore Stanziale Dipartimento delle Finanze Fatturazione elettronica per la PA le regole tecniche e il percorso per l attuazione Salvatore Stanziale Dipartimento delle Finanze Torino, 22 novembre 2013 La legge finanziaria 2008 Stabilisce il principio

Dettagli

www.menocarta.net FATTURA ELETTRONICA 2.0 Evoluzione e compliance della nuova fattura elettronica Dott. Federico CAMPOMORI

www.menocarta.net FATTURA ELETTRONICA 2.0 Evoluzione e compliance della nuova fattura elettronica Dott. Federico CAMPOMORI www.menocarta.net FATTURA ELETTRONICA 2.0 Evoluzione e compliance della nuova fattura elettronica Dott. Federico CAMPOMORI I TRE PILASTRI DELLA FATTURA ELETTRONICA 1.01.2013 UNA NUOVA DEREGULATION ACCORDO

Dettagli

Fattura No Problem BancoPosta

Fattura No Problem BancoPosta Fattura No Problem BancoPosta L integrazione dei processi di Fattura Elettronica per la riduzione dei costi e l efficientamento nei rapporti con imprese, banche, P.A., e fornitori Lucia Cimmino Sistemi

Dettagli

Gestire il ciclo di vita dei documenti: realizzare una gestione documentale in accordo con le norme ISO 9001

Gestire il ciclo di vita dei documenti: realizzare una gestione documentale in accordo con le norme ISO 9001 Gestire il ciclo di vita dei documenti: realizzare una gestione documentale in accordo con le norme ISO 9001 INTRODUZIONE Gran parte del patrimonio informativo di una organizzazione risiede in insiemi

Dettagli

22-5-2013. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 118 ALLEGATO C LINEE GUIDA

22-5-2013. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 118 ALLEGATO C LINEE GUIDA ALLEGATO C LINEE GUIDA 33 SOMMARIO 1. PREMESSA 2. IL DISEGNO COMPLESSIVO 2.1 CONTESTO 2.2 IL SISTEMA DI INTERSCAMBIO 3. LA FATTURAZIONE ELETTRONICA 3.1 ASPETTI GENERALI 3.2 ASPETTI PROCEDURALI 4. LINEE

Dettagli

Dms24 Document Management System

Dms24 Document Management System Dms24 Document Management System La soluzione ideale per gestire i flussi documentali, migliorare la diffusione delle informazioni e garantire l ordine e la conservazione dei documenti per aziende, studi

Dettagli

L ufficio senza carta: ora si può

L ufficio senza carta: ora si può Organizzazione L ufficio senza carta: ora si può Renata Bortolin Negli ultimi anni, abbiamo assistito al susseguirsi di annunci di leggi che semplificano i procedimenti amministrativi, fiscali e tributari

Dettagli

YouInvoice Fatturazione elettronica spazio al cambiamento

YouInvoice Fatturazione elettronica spazio al cambiamento YouInvoice Fatturazione elettronica spazio al cambiamento Banca Transazionale Banco Popolare Pag. 1 Finanziaria 2008 Obbligo fattura elettronica nei rapporti con la PA Dal 6 giugno 2014 alcune PA Centrali

Dettagli

Aspetti informatici ed esempi di soluzioni con pacchetti applicativi e web services

Aspetti informatici ed esempi di soluzioni con pacchetti applicativi e web services La fatturazione elettronica verso Enti Pubblici e Pubbliche Amministrazioni Firenze 8 Ottobre 2014 Aspetti informatici ed esempi di soluzioni con pacchetti applicativi e web services l.franceschini@alfaconta.it

Dettagli

Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012

Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012 Una Nuvola Pubblica Certificata Alessandro Osnaghi, Fondazione Astrid Convegno Camera di Commercio di Torino, 13 febbraio 2012 Il termine cloud computing è oggi largamente diffuso e utilizzato spesso impropriamente

Dettagli

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Raffaele Secchi Operations & Technology Management Unit Agenda Il progetto di ricerca Fashion e SCM: gli

Dettagli

Supply Chain & Financial Value Chain

Supply Chain & Financial Value Chain TECNOLOGIE E SOLUZIONI INFORMATICHE Andrea Ghione Account Manager TESI SPA Supply Chain & Financial Value Chain La Fatturazione Elettronica quale snodo tecnologico tra processi Commerciali e Finanziari.

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

information sharing for cost reduction Nessuna impresa è un isola

information sharing for cost reduction Nessuna impresa è un isola Nessuna impresa è un isola Scenario Nello scenario odierno del mercato globale nessuna impresa è un isola. Per rimanere competitive le aziende devono far fronte ad esigenze sempre più complesse di integrazione

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi I sistemi operazionali complementari Copyright 2011 Pearson Italia Sistemi di supporto primario all ERP Le aree tradizionalmente coperte dai sistemi ERP

Dettagli

LMC S.p.A. è dal 1994 in Europa, Africa e nel Medio Oriente il partner più

LMC S.p.A. è dal 1994 in Europa, Africa e nel Medio Oriente il partner più DOC CENNI SULLA SOCIETÀ LMC S.p.A. è dal 1994 in Europa, Africa e nel Medio Oriente il partner più rappresentativo della LaserCard Corporation, parte del Gruppo HID Global/Assa Abloy, per le card ed i

Dettagli

Il nuovo codice della PA digitale

Il nuovo codice della PA digitale Il nuovo codice della PA digitale 1. Cosa è e a cosa serve Le pubbliche amministrazioni sono molto cambiate in questi ultimi anni: secondo i sondaggi i cittadini stessi le vedono mediamente più veloci

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN GESTIONE E OTTIMIZZAZIONE DEI TRASPORTI www.mip.polimi.it/scm/trasporti OBIETTIVI Fornire un quadro d insieme delle

Dettagli

Derivati e rischi finanziari: implicazioni per la professione del dottore commercialista

Derivati e rischi finanziari: implicazioni per la professione del dottore commercialista Derivati e rischi finanziari: implicazioni per la professione del dottore commercialista Convegno ODC Milano Milano 26 gennaio 2006 Intervento di Emanuele Facile e.facile@fin-innovations.com 1 Gli auspici

Dettagli

In momenti di incertezza e di instabilità

In momenti di incertezza e di instabilità LA GESTIONE DELLA TESORERIA ALLA LUCE DELLA CRISI DEI MERCATI FINANZIARI In momenti di incertezza e di instabilità finanziaria il governo dei flussi di tesoreria assume una notevole importanza all interno

Dettagli

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano

ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione. Raffaello Balocco Politecnico di Milano ICT nelle medie imprese: la sfida della complessità tra efficienza e innovazione Raffaello Balocco Politecnico di Milano Agenda Investimenti in ICT e competitività Le ICT come reale leva strategica La

Dettagli

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE

IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE IL CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE SCHEDA Il Codice è il risultato di oltre due anni di lavoro, di continue interazioni con tutti i livelli istituzionali, con le Regioni e le Autonomie Locali. È stato

Dettagli

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo AtoB Piemonte AtoB Piemonte è il progetto di e-government che le Province piemontesi hanno ideato per aziende, utenza e territorio al fine di semplificare, velocizzare e rendere più trasparenti i procedimenti

Dettagli

> Presentazione. Business to Government Fatture Elettroniche PMI. www.flagconsulting.it. Flag Consulting S.r.L. 2008 tutti i diritti riservati

> Presentazione. Business to Government Fatture Elettroniche PMI. www.flagconsulting.it. Flag Consulting S.r.L. 2008 tutti i diritti riservati > Presentazione Business to Government Fatture Elettroniche PMI SOMMARIO 01. Fatture Elettroniche B2G: l esigenza 02. Il Client come strumento user friendly per le PMI 01. Fatture Elettroniche B2G: l esigenza

Dettagli