MIRKO TAVONI «CONVERREBBE ESSERE ME LAUDATORE DI ME MEDESIMO» («VITA NOVA» XXVIII 2)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MIRKO TAVONI «CONVERREBBE ESSERE ME LAUDATORE DI ME MEDESIMO» («VITA NOVA» XXVIII 2)"

Transcript

1 11-tavoni :30 Pagina 1 «CONVERREBBE ESSERE ME LAUDATORE DI ME MEDESIMO» («VITA NOVA» XXVIII 2) Perché, nella Vita nova, Dante non tratta della morte di Beatrice l evento cruciale dell intero libro nel momento in cui essa accade? Questa singolare reticenza o preterizione, questa vera e propria lacuna al centro della storia, è così motivata da Dante (XXVIII 2 ed. Barbi, 19 2 ed. Gorni): 1 E avvegna che forse piacerebbe a presente trattare alquanto de la sua partita da noi, non è lo mio intendimento di trattarne qui per tre ragioni: la prima è che ciò non è del presente proposito, se volemo guardare nel proemio che precede questo libello; la seconda si è che, posto che fosse del presente proposito, ancora non sarebbe sufficiente la mia lingua a trattare come si converrebbe di ciò; la terza si è che, posto che fosse l uno e l altro, non è convenevole a me trattare di ciò, per quello che, trattando, converrebbe essere me laudatore di me medesimo, la quale cosa è al postutto biasimevole a chi lo fae; e però lascio cotale trattato ad altro chiosatore. I commenti in uso non sanno spiegare questo ragionamento. Sintetizza bene Gorni: «Dante non tratterà della morte dell amata per tre motivi, poco perspicui nella loro formulazione»; 2 «della morte come 1. D. Alighieri, Vita nuova, edizione critica a cura di M. Barbi, Firenze, Bemporad, ; Vita nova, a cura di G. Gorni,Torino, Einaudi, G. Gorni, La Vita nova nell opera di Dante, in Vita nova cit., p. XXXVII.

2 11-tavoni :30 Pagina 2 2 evento Dante non tratta, per ragioni che non cessano di apparire misteriose». 3 Quanto alla prima ragione cioè che trattarne «non è del presente proposito, se volemo guardare nel proemio che precede questo libello», il «proemio» chiamato in causa si identifica certamente con ciò che sta scritto sotto la «rubrica» del libro della memoria «la quale dice: Incipit Vita nova. Sotto la quale rubrica io trovo scritte le parole le quali è mio intendimento d assemplare in questo libello; e se non tutte, almeno la loro sententia» (I). Ma perché la morte di Beatrice non rientrerebbe fra gli argomenti che è «proposito» o «intendimento» di Dante di «assemplare» dalle «parole» scritte nel libro della memoria, o almeno dalla loro «sententia»? De Robertis, nel suo commento al passo, scartate le spiegazioni addotte dal Barbi e da altri (che qui non si riesumano, perché palesemente non persuasive), scrive: «In realtà la morte di Beatrice non tocca la Vita Nuova in altro senso: che nulla è veramente accaduto, che il rinnovamento è interamente compiuto»; 4 nel senso che «Vita Nuova era il titolo e l argomento del libro: la celebrazione di un umanità e di una poesia nuove, la patria ritrovata. E a questa realtà nulla toglieva la morte di Beatrice, la storia di questo rinnovamento non era la storia di lei [come, nel Laelius ciceroniano, all amicizia di Lelio nulla toglieva la morte di Scipione]. Nulla in effetti era accaduto». 5 Ma è una spiegazione molto generica. Come scrive Gorni, «è arduo ammettere che tra le parole da asemplare in questo libello, pur con la restrizione e se non tutte almeno la loro sententia non trovi posto la partita di Beatrice». 6 Indica una direzione in cui cercare, ma non un preciso punto d arrivo, il commento di Luca Carlo Rossi: «forse perché l evento doloroso e le parole in prosa o in versi che lo trattano sono state escluse dal libro della memoria ; la mancata registrazione memoriale potrebbe anche essere segno di un esperienza mistica» G. Gorni, La Beatrice di Dante, dal tempo all eterno, in D.Alighieri, Vita nova, a cura di L. C. Rossi, Introduzione di G. Gorni, Milano, Mondadori, 1999, p. XII. A esplorare queste ragioni Gorni dedica quasi l intero saggio. 4. D. Alighieri, Vita nuova, a cura di D. De Robertis, in Opere minori, Milano-Napoli, Ricciardi, 1984, p. 191 nota ad locum. 5. D. De Robertis, Il libro della Vita nuova, Firenze, Sansoni, 1961 e , pp Vita nova, a cura di G. Gorni, cit., p. 167, ad locum. 7. D. Alighieri, Vita nova, a cura di L. C. Rossi, p. 153, ad locum.

3 11-tavoni :30 Pagina 3 «CONVERREBBE ESSER ME LAUDATORE DI ME MEDESIMO» 3 La seconda ragione «ancora non sarebbe sufficiente la mia lingua a trattare come si converrebbe di ciò» viene da tutti i commentatori ascritta al topos dell ineffabilità, il che è tautologico: ma perché proprio questo evento dovrebbe essere ineffabile? Della morte di Beatrice Dante tratta prima, nel cap. XXIII, sotto forma di «erronea fantasia» premonitrice, particolarmente allucinata, se scende a dettagli del tipo: «quando io avea veduto compiere tutti li dolorosi mestieri che a le corpora de li morti s usano di fare»; e ne tratta dopo, nei capp. XXIX e XXX e nella canzone Li occhi dolenti, che la presenta come un ascensione al cielo: «Ita n è Beatrice in l alto cielo», ecc. Poiché queste cose vengono dette, non si capisce bene che cosa sia indicibile. Sulla terza ragione «per quello che, trattando, converrebbe essere me laudatore di me medesimo» i commenti gettano la spugna: «è generale la resa degli interpreti davanti a questa oscura ragione» (De Robertis, ad locum); «anche a norma dell esegesi pregressa, sembra questa la ragione più oscura» (Gorni, ad locum). Al di fuori dei commenti al testo ricordo, fra le interpretazioni degli ultimi decenni, quella di Singleton, per cui «la morte di Beatrice è stata un evento così straordinario che il poeta non può neppure trattarne. Le sue capacità espressive sono impari al compito. Inoltre scrivere di quella morte significherebbe lodare se stesso. Entrambi i motivi additano inequivocabilmente un miracolo, l intervento di un potere di origine soprannaturale». 8 Ma non è una spiegazione specifica, soprattutto per il lodare sé stesso, anche perché «malgrado le ragioni addotte per non trattarne l autore seguita in un certo senso a occuparsi di quella morte», ecc. Alla prima ragione Singleton dedica buona parte del capitolo «Il Libro della Memoria», sostenendo che essa «significa semplicemente che non sarebbe conforme all intenzione espressa nel Proemio l essere qualcosa di diverso da uno scriba» (p. 49), ovvero che Dante si sarebbe programmaticamente vincolato a non scrivere niente di nuovo, che non trovasse già scritto nel libro della memoria (cioè le poesie già scritte e le relative «divisioni»); ma lo studioso stesso nel séguito individua cospicue 8. Ch. Singleton, Saggio sulla «Vita Nuova», Bologna, Il Mulino, 1968, p. 19 (An Essay on the «Vita Nuova», Cambridge, Mass., Harvard University Press, 1958).

4 11-tavoni :30 Pagina 4 4 «aggiunte dello scriba all originale», quali (quasi per intero) i capitoli XI, XXV, XXIX (p. 74). Un altra studiosa americana, Barbara Nolan, in linea con l idea singletoniana di Beatrice come figura di Cristo, nota che Dante, poiché, «like St. John in the Apocalypse, is writing not about the death of his Messiah (that can be left to other writers), but about her eternal presence, which is the grace of his salvation, he eschews a meditation on his death». 9 Non c è molto altro, e quindi allo stato della bibliografia corrente le tre ragioni sembrano in effetti abbastanza misteriose. Nel proporre, anzi riproporre, quella che a me appare la spiegazione del tutto convincente del passo, non conviene essere me laudatore di me medesimo, perché questa spiegazione è stata pubblicata dal linguista americano Charles Hall Grandgent più di un secolo fa, in una rivista filologica non proprio peregrina. 10 Di tale contributo, al massimo, mi farò chiosatore. La «più oscura» delle tre ragioni addotte da Dante contiene il più chiaro dei segnali congiuntivi del passo con l auctoritas massima che lo illumina. Lo schermirsi di Dante dal riportare un fatto che suonerebbe a suo vanto, che gli sarebbe ascritto a vanagloria, ricalca alla lettera le ripetute parole di S. Paolo nei capitali versetti della seconda lettera ai Corinzi (XII 1-9) in cui l apostolo si decide a riferire, dopo quattordici anni dall averlo sperimentato, il suo raptus al terzo cielo, superando con ciò, a superiore beneficio della comunità dei fedeli, la remora del doversi apparentemente vantare della eccezionale grazia ricevuta: 1 si gloriari oportet non expedit quidem veniam autem ad visiones et revelationes Domini 2 scio hominem in Christo ante annos quattuordecim sive in corpore nescio 9. B. Nolan, The Gothic Visionary Perspective, Princeton, Princeton University Press, 1977,p Ch. H. Grandgent, Dante and St. Paul, «Romania», XXXI (1902), pp

5 11-tavoni :30 Pagina 5 «CONVERREBBE ESSER ME LAUDATORE DI ME MEDESIMO» 5 sive extra corpus nescio Deus scit raptum eiusmodi usque ad tertium caelum 3 et scio eiusmodi hominem sive in corpore sive extra corpus nescio Deus scit quoniam raptus est in paradisum et audivit arcana verba quae non licet homini loqui 5 pro eiusmodi gloriabor pro me autem nihil gloriabor nisi in infirmitatibus meis 6 nam et si voluero gloriari non ero insipiens veritatem enim dicam parco autem ne quis in me existimet supra id quod videt me aut audit ex me 7 et ne magnitudo revolutionum extollat me datus est mihi stimulus carnis meae angelus Sathanae ut me colaphizet 8 propter quod ter Dominum rogavi ut discederet a me 9 et dixit mihi sufficit tibi gratia mea nam virtus in infirmitate perficitur libenter igitur gloriabor in infirmitatibus meis ut inhabitet in me virtus Christi. L ascesa di San Paolo al cielo sarà ovviamente, con la discesa di Enea agli inferi, uno dei due soli precedenti su cui si modellerà il viaggio oltremondano di Dante: «Tu dici che di Silvïo il parente, / corruttibile ancora, ad immortale / secolo andò, e fu sensibilmente Andovvi poi lo Vas d elezïone Ma io, perché venirvi? o chi l concede? / Io non Enëa, io non Paulo sono; / me degno a ciò né io né altri l crede» (If II 13-33). E sarà, come scrive la Chiavacci Leonardi, «il fondamento di tutta l invenzione della terza cantica», 11 con puntuali riprese dai versetti paolini: «Nel ciel che più da la sua luce prende / fu io, e vidi cose che ridire / né sa né può chi di là su discende» (Par. I 4-6: cfr. «et vidit arcana Dei, quae non licet homini loqui»); «S i era sol di me quel che creasti / novellamente, amor che l ciel governi, / tu l sai, che col tuo lume mi levasti» (ivi, vv. 73-5: cfr. «sive in corpore sive extra corpus nescio Deus scit»); e, con riferimento all accecamento di Paolo sulla via di Damasco e quindi 11. D.Alighieri, Commedia, con il commento di A. M. Chiavacci Leonardi, vol. III, Paradiso, Mondadori, 1994, p. 27.

6 11-tavoni :30 Pagina 6 6 al suo risanamento (Atti degli Apostoli 917-8): «e fa ragion che sia / la vista in te smarrita e non defunta: / perché la donna che per questa dia / regïon ti conduce, ha ne lo sguardo / la virtù ch ebbe la man d Anania» (Par. XXVI 8-12). Nel nostro passo della Vita nova, con questa precoce, nascosta ripresa, Dante dice a chi sappia intenderlo letteralmente che nel momento esatto della «partita da noi» di Beatrice, lui l ha vista salire al cielo, l ha in qualche modo seguita nella sua assunzione al cielo. Le altre due ragioni conseguono linearmente. La prima: «trattare alquanto de la sua partita da noi non è del presente proposito, se volemo guardare nel proemio che precede questo libello», perché questa esperienza non è scritta nel «libro della memoria». E non perché dalla notizia della morte Dante sia stato «sopraffatto al punto da dimenticare le sensazioni provate all annuncio fatale», 12 ma perché l assunzione al cielo è un esperienza soprannaturale che trascende le capacità della memoria. Nella nota sopra citata, Luca Carlo Rossi ipotizza che «la mancata registrazione memoriale potrebbe anche essere segno di un esperienza mistica»: bene, direi proprio che l esperienza mistica è questa. A questa esperienza sì il topos dell ineffabilità si attaglia perfettamente, come in ripetuti notissimi passaggi del Paradiso, culminanti nella visione di Dio, per cui Dante invocherà dalla «somma luce»: «a la mia mente / ripresta un poco di quel che parevi ché, per tornare alquanto a mia memoria / e per sonare un poco in questi versi, / più si conceperà di tua vittoria» (Par. XXXIII 67-75). Seconda ragione: «ancora non sarebbe sufficiente la mia lingua a trattare come si converrebbe di ciò». Dove ancora, a mio giudizio, non «ha valore aggiuntivo (oltre al già detto)» (De Robertis, ad locum), ma temporale: la mia lingua non è ancora pronta a trattarne adeguatamente. È l identico concetto che sarà espresso a tutte lettere nell ultimo capitolo, dove Dante si proporrà «di non dire più di questa benedetta infino a tanto che io potesse più degnamente trattare di lei»; e dichiarerà che «di venire a ciò io studio quanto posso, sì com ella sae veracemente»; e che, 12. J. E. Shaw, Essay on the «Vita Nuova», Princeton, Princeton University Press, 1929, cap. VI.

7 11-tavoni :30 Pagina 7 «CONVERREBBE ESSER ME LAUDATORE DI ME MEDESIMO» 7 se «la mia vita duri per alquanti anni, io spero di dicer di lei quello che mai non fue detto d alcuna». Per la verità già lo Scherillo aveva addotto il passo di San Paolo in un suo lavoro del 1896, ma come uno dei riferimenti possibili, affiancandolo per esempio a un passo del De consolatione philosophiae (I 4) di cui non si vede la pertinenza; 13 mentre è merito del Grandgent aver individuato il riscontro paolino come la spiegazione del passo dantesco. Il riferimento alla lettera ai Corinzi, con doppio rimando allo Scherillo e al Grandgent, permane nel commento alla Vita nova del Melodia (1905) 14 e in quello dello stesso Scherillo (1911), 15 dopodiché esce inspiegabilmente dalla bibliografia. Inspiegabilmente fino a un certo punto. È possibile che abbia giocato a sfavore di questa spiegazione, facilitandone la caduta, la doppia diffidenza di parte crociana e di parte filologica verso la dimensione visionario-profetica di Dante. Il Grandgent, peraltro, non era un mistico ma un linguista storico, che si mostra molto scettico e dismissing nell interpretare il senso di questa ripresa dantesca. Egli addirittura concorda con chi aveva scritto che le tre ragioni del cap. XXVII erano «un po stiracchiate»; e ritiene che siano scuse «the youthful author, whose wits have already been sharpened by the study of philosophy, is casting about for excuses to account for this conspicuous flaw in his work» per giustificare una lacuna empiricamente dovuta al fatto che «allo sparire improvviso di quella gentilissima, la musa del poeta amante era rimasta in silenzio, ché i dolori profondi tolgono la parola»; 16 e che insomma ammantare quella lacuna con le parole di San Paolo fosse, a questa altezza, poco più di un espediente, balenatogli alla mente quando intravide la famosa «mirabile visione» e con essa lo svi- 13. M. Scherillo, Alcuni capitoli della biografia di Dante, Torino, Loescher, 1896, pp La vita nuova di Dante Alighieri, con introduzione commento e glossario di G. Melodia, Milano, Vallardi, 1905, pp , ad locum. 15. La vita nuova di Dante, per cura di M. Scherillo, Milano, Hoepli, 1911,pp.203-5, ad locum. 16. Così il Colagrosso nella recensione al libro dello Scherillo, in GSLI, XXX, 18, p. 454, che il Grandgent cita con consenso a p. 19.

8 11-tavoni :30 Pagina 8 8 luppo letterario che sembrava promettere, un embrione di poema paradisiaco: «so nothing is more natural than that he should excuse himself in the words of St. Paul»; «if our reasoning so far has been correct, it follows that, in Dante s mind, his own poetic vision was analogous to the raptus of St. Paul» aggiungendo subito, però: «of course, in the Vita nuova period, the ressemblance was only external». 17 Mentre poi, «as the poet developed, as his character broadened and deepened, and as religious fervor gradually gained the mastery, in his heart, over earthly love, his likeness to the apostle became more intrinsic, until, in the grand final vision of the Paradiso, Dante may well have felt that the difference between his illumination and that of St. Paul was one of degree rather than of kind». 18 Se lo dovessimo inquadrare nel dibattito sulla natura del poema dantesco visio o fictio Grandgent starebbe dalla parte della fictio: Dante ascese al cielo «according to his fiction» (p. 22), mentre sia in S. Agostino che in S.Tommaso Dante avrebbe potuto trovare «an interpretation of St. Paul s rapture which is not at all inconsistent with the belief that his vision and Dante s contemplation not his fictitious journey were essentially alike, both voluntary, both intellectual, both transcending the bounds of ordinary human experience» (p. 27). E a proposito di volontarietà, tornando alla Vita nova, Grandgent svolge considerazioni non so se esatte, ma interessanti, sulla natura delle visioni (o immaginazioni, o fantasie insomma su tutta la componente onirica e para-onirica del libello). Interessanti, intendo, per chi ritenga che l abbondante sostanza onirico-visionaria della Vita nova (nonché della Commedia) sia una sostanza che non ha senso eludere, e di conseguenza si chieda come essa geneticamente agisca nella costruzione di testi caratterizzati, per contro, da iper-programmazione strutturale, quello che Gorni ha chiamato il «controllo implacabile, da parte dell autore, su tutto quanto il suo ergasterium». 19 Così il Grandgent (p. 17): 17. Grandgent, Dante cit., p Grandgent, Dante cit., pp Gorni, Lettera nome numero. L ordine delle cose in Dante, Bologna, Il Mulino, 1990, p. 16.

9 11-tavoni :30 Pagina 9 «CONVERREBBE ESSER ME LAUDATORE DI ME MEDESIMO» 9 Every reader of the Vita Nuova is struck by the prominence there given to «visioni», and is at first led to suppose that the author dwelt in a world of dreams. When, however, we analyse these so called visions, without attaching too much importance to our own associations with the name that Dante applies to them, we discover that they are not uncontrolled imaginings, but voluntary evocations. They form a fundamental part of the author s creative method. When he has chosen his topic, he fixes his mind upon it with such intensity, surveying it in all its aspects and excluding every irrelevant thought, that he succeeds in bringing it before his mind s eye in the shape of a picture or series of pictures. Even in Chapter XXIII, where the poet is ill and perhaps delirious, the ensuing dream does not crop up unexpectedly from his subconsciousness, but is deliberately constructed out of his meditations, although, in its later developments, it doubtless passed beyond the control of the fever-stricken youth who called it into being. The visione of the Vita Nuova is, then, the visualization of a poetic theme under the stress of mental concentration. Mi fermo qui. Mi basta aver riproposto una connessione intertestuale indebitamente rimossa dagli studi, che a me appare lampante in sé stessa, oltre che perfettamente convalidata, ex post, dalla funzione fondante del raptus paolino nel poema sacro. Dunque, a mio giudizio, la seconda lettera ai Corinzi chiarisce senza dubbio qual è l informazione che Dante consegna, occultandola, a Vita nova XXVIII 2. Ma come dobbiamo interpretare questa cosa che Dante dice e non dice, censurandosi, attraverso le parole di San Paolo? Qual è il senso e quali sono le implicazioni di questa visione non detta, criptata, al centro della storia? Evidentemente essa ha qualcosa di diverso da tutte le altre visioni, sulle quali Dante non esercita alcuna censura, anzi si effonde. Ma che cosa ha di diverso, in particolare, dalla «mirabile visione» conclusiva, e dal sonetto Oltre la spera che in un certo senso la mette in movimento? Non dovrebbe avere sostanzialmente lo stesso contenuto? E quindi fermo restando che neanche della «mirabile visione» Dante è ancora pronto a dire alcunché perché l occorrere di questa seconda visione è detto pianamente, mentre la prima è tout court soppressa? La mia impressione (io non credo affatto che il passo sia banale come lo presenta il Grandgent) è che il fatto di occorrere in tempo reale faccia di questa esperienza psichica una esperienza di una forza unica, di cui anche fuori dalle griglie retori-

10 11-tavoni :30 Pagina che e teologiche possiamo percepire perché possa o forse debba risultare indicibile. Ma qui mi fermo, perché la ricerca è da fare, e anche perché (qui Enzo si ricorderà di una conversazione nella «noche blanca» di Salta) desidero che il maestro a cui queste pagine sono dedicate le possa leggere, se non proprio con perfetto consenso, almeno con personale amichevole gradimento.

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS)

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) Visitaci su: http://englishclass.altervista.org/ -PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) PREMESSA: RICHIAMI DI GRAMMATICA Il pronome (dal latino al posto del nome ) personale è quell elemento della frase

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE CLASSE IG ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Prof.ssa Rossella Mariani Testo in adozione: THINK ENGLISH 1 STUDENT S BOOK, corredato da un fascicoletto introduttivo al corso, LANGUAGE

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato STRUTTURE GRAMMATICALI VOCABOLI FUNZIONI COMUNICATIVE Presente del verbo be: tutte le forme Pronomi Personali Soggetto: tutte le forme

Dettagli

Italian II Chapter 9 Test

Italian II Chapter 9 Test Match the following expressions. Italian II Chapter 9 Test 1. tutti i giorni a. now 2. di tanto in tanto b. sometimes 3. ora c. earlier 4. tutte le sere d. usually 5. qualche volta e. every day 6. una

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Traduzione matematica della metrica dantesca presente nella Divina Commedia.

Traduzione matematica della metrica dantesca presente nella Divina Commedia. Traduzione matematica della metrica dantesca presente nella Divina Commedia. 1. «Dante, come ben si sa, è innovatore dal di dentro, di schemi metrici ereditati dalla tradizione anteriore». È opinione largamente

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche CMC CENTRO CULTURALE DI MILANO Inaugurazione mostra Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche Intervengono: Giovanni Chiaramonte fotografo Joel Meyerowitz fotografo Milano 10/11/1999 CMC CENTRO CULTURALE

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking

AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking Lesson 1 Gli Gnocchi Date N of students AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking The following activities are based on "Communicative method" which encourages

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

Il Futuro. The Future Tense

Il Futuro. The Future Tense Il Futuro The Future Tense UNIT GOALS Unit Goals By the end of this unit the learner will be able to: 1. Conjugate the Futuro Semplice Simple Future regular verbs of all three major Italian conjugations.

Dettagli

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives Dr Mila Milani Comparatives and Superlatives Comparatives are particular forms of some adjectives and adverbs, used when making a comparison between two elements: Learning Spanish is easier than learning

Dettagli

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making)

consenso informato (informed consent) processo decisionale condiviso (shared-decision making) consenso informato (informed consent) scelta informata (informed choice) processo decisionale condiviso (shared-decision making) Schloendorff. v. Society of NY Hospital 105 NE 92 (NY 1914) Every human

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Mappe e disegni da Parla l inglese magicamente! Speak English Magically! di Antonio Libertino. Copyright Antonio Libertino, 2015.

Mappe e disegni da Parla l inglese magicamente! Speak English Magically! di Antonio Libertino. Copyright Antonio Libertino, 2015. di Antonio Libertino Copyright Antonio Libertino, 2015 License note Hai il mio permesso di distribuire questo ebook a chiunque a patto che tu non lo modifichi, non chieda dei soldi e lasci inalterati il

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Roma, 19 settembre 2014 Massimo Persotti Ufficio stampa e comunicazione Dipartimento Politiche Europee m.persotti@palazzochigi.it Cosa fa

Dettagli

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August)

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) (Before doing this homework, you might want to review the blendspaces we used in class during level 2 at https://www.blendspace.com/classes/87222)

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dodici

U Corso di italiano, Lezione Dodici 1 U Corso di italiano, Lezione Dodici U Al telefono M On the phone U Al telefono D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. F Hello, Hotel Roma, Good morning D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. U Pronto, buongiorno,

Dettagli

NOTE. ARTE E CONTEMPLAZIONE 1 di Santino Cavaciuti

NOTE. ARTE E CONTEMPLAZIONE 1 di Santino Cavaciuti ARTE E CONTEMPLAZIONE 1 di Santino Cavaciuti Uno dei caratteri fondamentali dell arte è quello di essere contemplativa, distinguendosi, in tal modo, da ciò che è attivo, nel senso, quest ultimo, di prendere

Dettagli

ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES

ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES ESPERIENZA ITALIA GUIDELINES Il 150 dell unità d Italia rappresenta un evento di cruciale importanza per Torino e il Piemonte. La prima capitale d Italia, come già fece nel 1911 e nel 1961 per il Cinquantenario

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Tre

U Corso di italiano, Lezione Tre 1 U Corso di italiano, Lezione Tre U Ciao Paola, come va? M Hi Paola, how are you? U Ciao Paola, come va? D Benissimo, grazie, e tu? F Very well, thank you, and you? D Benissimo, grazie, e tu? U Buongiorno

Dettagli

La morte dell ego. Edward Muzika (Edji) risponde a uno studente

La morte dell ego. Edward Muzika (Edji) risponde a uno studente La morte dell ego Edward Muzika (Edji) risponde a uno studente Studente Consentimi una domanda sulla natura dell ego, come può morire ciò che non esiste? Edji: È probabilmente a causa della celeberrima

Dettagli

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE GUIDA PRATICA IN 5 PASSI Sabrina Quattrini www.seichicrei.it Attenzione! Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale.

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

DANTE ALIGHIERI. La vita. La Vita nuova

DANTE ALIGHIERI. La vita. La Vita nuova DANTE ALIGHIERI La vita Dante nacque a Firenze nel 1265, da una famiglia nobile di parte guelfa che però era in condizioni economiche difficili. Tuttavia Dante ricevette un ottima educazione. Il suo maestro

Dettagli

HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com

HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com HOTEL SPADARI AL DUOMO via Spadari, 11 20123 Milano Tel: +39.02.72002371 Fax: +39.02.861184 e.mail: reservation@spadarihotel.com It all began with a small building in the heart of Milan that was in need

Dettagli

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news news n. 04 10/2011 VICO MAGISTRETTI KITCHEN ISPIRATION VIVO MAGIsTReTTI KITCHen IsPIRATIOn news Il nostro rapporto con il "Vico" è durato per più di quarant anni. era iniziato verso la metà degli anni

Dettagli

Easter 2008 Gallery Benucci Rome. October 2008 Taormina Chiesa del Carmine, group picture and Gallery Benucci. December 2008 Benucci Gallery, Rome.

Easter 2008 Gallery Benucci Rome. October 2008 Taormina Chiesa del Carmine, group picture and Gallery Benucci. December 2008 Benucci Gallery, Rome. Nino Ucchino nasce in Sicilia nel 1952. Dall età di otto anni lavora come allievo nello studio del pittore Silvio Timpanaro. Da 14 a 21 anni studia all Istituto Statale d arte di Messina e poi per alcuni

Dettagli

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we?

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we? Lesson 1 (A1/A2) Verbo to be tempo presente Forma Affermativa contratta Negativa contratta Interrogativa Interrogativo-negativa contratta I am ( m) I am not ( m not) Am I? Aren t I? you are ( re) you are

Dettagli

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II MASTER di II livello - PIANOFORTE // 2nd level Master - PIANO ACCESSO: possesso del diploma accademico di II livello o titolo corrispondente DURATA: 2 ANNI NUMERO ESAMI: 8 (escluso l esame di ammissione)

Dettagli

RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE

RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE Checklist for Family Reunion Application Joining Minor Children of non-eu resident in Italy 家 庭 团 聚 签 证 申 请 审 核 表 / 未 成 年 孩 子 与 居 住 在 意 大 利 的 父 母 ( 非 欧 盟 国 公 民 ) 团 聚 Documenti richiesti per Visto RICONGIUNGIMENTO

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciannove

U Corso di italiano, Lezione Diciannove 1 U Corso di italiano, Lezione Diciannove U Al telefono: M On the phone: U Al telefono: U Pronto Elena, come stai? M Hello Elena, how are you? U Pronto Elena, come stai? D Ciao Paolo, molto bene, grazie.

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventidue

U Corso di italiano, Lezione Ventidue 1 U Corso di italiano, Lezione Ventidue U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare a

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

...quando nasce un bambino con la sindrome di Down...

...quando nasce un bambino con la sindrome di Down... ...quando nasce un bambino con la sindrome di Down... QUANDO NASCE UN BAMBINO CON LA SINDROME DI DOWN S e state leggendo questo opuscolo è perché un medico vi ha comunicato che probabilmente il vostro

Dettagli

University of Cambridge ESOL Examinations. Young English. Informazioni per i candidati

University of Cambridge ESOL Examinations. Young English. Informazioni per i candidati University of Cambridge ESOL Examinations Young Learners English Starters Informazioni per i candidati Informazioni per i candidati il YLE Starters Caro Genitore, la ringraziamo per aver incoraggiato suo

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Carlo Perassi carlo@linux.it Un breve documento, utile per la presentazione dei principali protocolli di livello Sessione dello stack TCP/IP e dei principali

Dettagli

Cantare le Esequie. Indicazioni per un repertorio diocesano comune di canti per il Rito delle Esequie

Cantare le Esequie. Indicazioni per un repertorio diocesano comune di canti per il Rito delle Esequie CURIA VESCOVILE DI CREMONA UFFICIO PER IL CULTO DIVINO Curia Vescovile di Cremona Piazza S. Antonio Maria Zaccaria, 5 Te. 0372 495011 Fax 0372 495017 liturgia@diocesidicremona.it Cantare le Esequie Indicazioni

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciotto

U Corso di italiano, Lezione Diciotto 1 U Corso di italiano, Lezione Diciotto U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? M Excuse-me, what time do shops open in Bologna? U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? D Aprono alle nove F

Dettagli

Facoltà di Medicina e Chirurgia Università di Perugia. Corso di Psichiatria. Massimo Piccirilli

Facoltà di Medicina e Chirurgia Università di Perugia. Corso di Psichiatria. Massimo Piccirilli Facoltà di Medicina e Chirurgia Università di Perugia Corso di Psichiatria Massimo Piccirilli Psichiatria branca della medicina che tratta della prevenzione, diagnosi e cura delle malattie mentali E difficile

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dieci

U Corso di italiano, Lezione Dieci 1 U Corso di italiano, Lezione Dieci U Ricordi i numeri da uno a dieci? M Do you remember Italian numbers from one to ten? U Ricordi i numeri da uno a dieci? U Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette,

Dettagli

Get Instant Access to ebook Venditore PDF at Our Huge Library VENDITORE PDF. ==> Download: VENDITORE PDF

Get Instant Access to ebook Venditore PDF at Our Huge Library VENDITORE PDF. ==> Download: VENDITORE PDF VENDITORE PDF ==> Download: VENDITORE PDF VENDITORE PDF - Are you searching for Venditore Books? Now, you will be happy that at this time Venditore PDF is available at our online library. With our complete

Dettagli

La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009

La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009 La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009 INTERPRETARE L EVENTO Carissimi A., R. e C., carissimi parenti e amici di Pinuccio qui convenuti, la nostra fede cristiana mi assegna il compito di aiutare

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world MercedesRoadster.IT New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world Newspaper supplement Emmegi Magazine Independent unaffiliated / funded by Daimler

Dettagli

Compiti (for students going from level 1 to level 2 in August)

Compiti (for students going from level 1 to level 2 in August) Compiti (for students going from level 1 to level 2 in August) Please, note that this packet will be recorded as four grades the first week of school: 1) homework grade 2) test grade 3) essay grade 4)

Dettagli

Dante nella selva oscura

Dante nella selva oscura Dante nella selva oscura Da La Divina Commedia Inferno, Canto 1 I.I.S. G. Cantoni Treviglio (BG) classi 4 A-4 E a.s. 2012/2013 Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura, 3 ché

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

Italian Extension. Written Examination. Centre Number. Student Number. Total marks 40. Section I Pages 2 7

Italian Extension. Written Examination. Centre Number. Student Number. Total marks 40. Section I Pages 2 7 Centre Number 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Student Number Italian Extension Written Examination Total marks 40 General Instructions Reading time 10 minutes Working time 1 hour and 50 minutes

Dettagli

STATUTO DELLE NAZIONI UNITE (estratto) Capitolo XIV CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA

STATUTO DELLE NAZIONI UNITE (estratto) Capitolo XIV CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA LA CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA STATUTO DELLE NAZIONI UNITE (estratto) Capitolo XIV CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA Articolo 92 La Corte Internazionale di Giustizia costituisce il principale organo

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

5 Days Of Pure Graphic Design

5 Days Of Pure Graphic Design 5 Days Of Pure Graphic Design Una settimana per scoprire le componenti di base del design della comunicazione: fotografia, tipografia, colori, layout e creatività Tutto questo e molto di più, completamente

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Due

U Corso di italiano, Lezione Due 1 U Corso di italiano, Lezione Due U Ciao, mi chiamo Osman, sono somalo. Tu, come ti chiami? M Hi, my name is Osman. What s your name? U Ciao, mi chiamo Osman, sono somalo. Tu, come ti chiami? D Ciao,

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale The Elves Save Th Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale Bianca Bonnie e and Nico Bud had avevano been working lavorato really hard con making molto impegno per a inventare new board game un nuovo

Dettagli

UNIVERSITY OF CAMBRIDGE INTERNATIONAL EXAMINATIONS Cambridge International Level 3 Pre-U Certificate Principal Subject

UNIVERSITY OF CAMBRIDGE INTERNATIONAL EXAMINATIONS Cambridge International Level 3 Pre-U Certificate Principal Subject UNIVERSITY OF CAMBRIDGE INTERNATIONAL EXAMINATIONS Cambridge International Level 3 Pre-U Certificate Principal Subject *4627338292* ITALIAN 9783/03 Paper 3 Writing and Usage May/June 2012 2 hours 15 minutes

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

L esperto come facilitatore

L esperto come facilitatore L esperto come facilitatore Isabella Quadrelli Ricercatrice INVALSI Gruppo di Ricerca Valutazione e Miglioramento Esperto = Facilitatore L esperto ha la funzione principale di promuovere e facilitare la

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO PER UNITA DI APPRENDIMENTO

PROGRAMMA SVOLTO PER UNITA DI APPRENDIMENTO CLASSI IIB, IID, IIC PROGRAMMA SVOLTO PER UNITA DI APPRENDIMENTO STARTER UNITA INTRODUTTIVA Chiedere e dare informazioni personali Parlare di nazionalità Capire l inglese in classe Verbo be (1): he, she,

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia NLISI DEL TESTO LE FSI DI LVORO 1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia 4) 2 lettura: spiegazione,

Dettagli

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed.

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed. Cristiano Carli BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com I ed. marzo 2014 Copertina: Giulia Tessari about me giulia.tessari@gmail.com DISCLAIMER

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per COMUNICATO STAMPA Conversano, 10 luglio 2014 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master

Dettagli

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16.

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16. Vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce,

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

La situazione argomentativa

La situazione argomentativa La situazione argomentativa II Le argomentazioni: che cosa sono e dove trovarle 5 1 Che cos è un argomentazione Tutti i testi che abbiamo letto e scritto nella Parte precedente, dall annuncio pubblicitario

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO Via Giulia, 38-00186 ROMA! tel. 06 121125965 fax. 0668300813 www.liceostatalevirgilio.gov.it

Dettagli

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994).

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). Giovanni 1:18 Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). (1) Introduzione (2) Esegesi e analisi testo (3) Contributi di vari studiosi

Dettagli

LA GRANDE AVVENTURA SPIEGAZIONE

LA GRANDE AVVENTURA SPIEGAZIONE LA GRANDE AVVENTURA SPIEGAZIONE Milioni di persone in tutto il mondo sono religiose anche nel nome di Dio. Ma il desiderio di Dio è quello di avere un rapporto di amore con ognuno di noi. Gesù disse in

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli