(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri)."

Transcript

1 Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli fotovoltaici. (Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). CONSIGLIERE DOTT.SSA SCOTTI: E chiaro che questo O.d.G. ormai è passato di attualità, perché si parla della possibilità da parte del comune di accedere ad un finanziamento regionale presentando la domanda entro il 12 marzo. È con rammarico che dico questo, anche perché proprio oggi su L eco di Bergamo c è notizia di un convegno in cui l assessore Buzzanca parla di agevolazioni per chi vuole costruire edifici bio-ecologici, per l architettura sostenibile, ecc. Si fa tanto parlare di tutto questo però poi quando c è l occasione di mettere in pratica le cose il consiglio comunale non si attiva. C era la possibilità di ottenere un finanziamento fino al 75% del costo del progetto ma questo O.d.G. è semplicemente passato inosservato, fino a diventare inattuale. A questo punto, non so, forse è il caso di ritirarlo. Secondo me questo O.d.G. non è da ritirare ma è da integrare. Siccome l iniziativa è interessante e probabilmente è sfuggito il termine finale a tutti quelli che ne avevano interesse, io mi farei promotore di questa iniziativa e proporrei di modificare il dispositivo dell ordine del giorno prevedendo che il consiglio comunale di Bergamo si impegni a chiedere al presidente della regione di prorogare il termine per la presentazione del progetto per l installazione di pannelli fotovoltaici, al fine di accedere al contributo, fino alla data del 30 di giugno. CONSIGLIERE DOTT.SSA SCOTTI: Questo si può chiedere, anche se purtroppo l iniziativa era a livello nazionale e rientrava nel progetto 10 mila tetti fotovoltaici, quindi penso che non sarà possibile. Mi faccio promotore di questa iniziativa. 1

2 CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Una questione di procedura. Gli O.d.G. urgenti di cui si chiede la discussione nell ambito della seduta in cui vengono presentati devono avere una certa precedenza, altrimenti succede quello che è successo con questo O.d.G, la cui discussione aveva senso nella seduta in cui era stato presentato. Quindi chiederei di votare l urgenza degli O.d.G. presentati oggi e poi di prevedere una seduta ad hoc per quelli che rimangono, altrimenti si perde il significato dell urgenza. Volevo ricordare però all assemblea che non si può avere la pretesa di utilizzare gli stessi tempi della discussione degli O.d.G. ordinari. Se vogliamo anche solo discutere l urgenza non si possono utilizzare i tempi ordinari. Quindi il primo invito che faccio è di utilizzare la metà del tempo che si usa normalmente per gli O.d.G. normali proprio per favorire la più ampia discussione. Sulla proposta della consigliera Cattaneo mi rimetto all assemblea, quindi se ritenete di congelare gli O.d.G. che ci portiamo dietro da qualche seduta e discutere l urgenza di quelli presentati stasera, poi non voglio critiche da parte di nessuno. CONSIGLIERE PROF. VERTOVA: Allora si cambi il regolamento, signor presidente! Cambieremo il regolamento. CONSIGLIERE PROF. VERTOVA: Intanto però in questo regolamento si stabilisce che quando vengono presentati degli O.d.G. urgenti, questi vanno votati. Avete un ampia maggioranza, come centro-destra e annessi, ne approfittate tutte le volte che volete, quindi potete respingere quando volete l urgenza, però che si mantenga il sistema secondo cui ormai anche gli O.d.G. urgenti vengono messi in coda e tendono a diventare degli O.d.G. ordinari, stante 2

3 l attuale regolamento, non è accettabile e quindi tocca a Lei, presidente, far valere questo principio. Tante volte l urgenza non è stata votata perché c erano i colleghi di maggioranza che avevano fretta di andare a casa. Io dico che si deve stabilire che alle ore 21,00 si vota l urgenza delle varie proposte e la maggioranza si assumerà la responsabilità di non ritenerne urgenti alcune. E giusto anche dire che non si deve discutere sull urgenza con i tempi normali, ma il principio è che l urgenza deve essere discussa. Se si dice oggi che l O.d.G. del è urgente - nato da una polemica politica del tempo e che tra l altro poteva anche essere tranquillamente approvato ma viene discusso il 22 aprile, a questo punto è chiaro che l urgenza è già stata di fatto vanificata, ma non per una decisione sovrana del consiglio, ma per una pratica di gestione da parte della presidenza del consiglio. Insomma, se c è un regolamento facciamo in modo che questo regolamento vada rispettato. La proposta che ha fatto la consigliera Cattaneo non è di discutere quelli di oggi e di congelare gli altri, è per sanare una situazione che non è più accettabile, per cui si discutano le urgenze di oggi e in un altra seduta del consiglio comunale, dopo aver eventualmente verificato l esistenza di altri O.d.G. urgenti, si discuteranno gli arretrati. Qual è la ragione di questa osservazione adesso? Perché sono le 19,50 e, conoscendo l atteggiamento da parte dei consiglieri, se noi adesso incominciamo a discutere gli arretrati, ancora una volta l urgenza non viene verificata e andiamo sempre più progressivamente a trasformare gli O.d.G. urgenti in O.d.G. ordinari. Siccome i criteri ispiratori, per quanto riguarda il regolamento, sono due, uno è quello cronologico e il secondo è quello dell urgenza, con riferimento a questi due principi sui quali io non derogo perché non posso derogare, io non entrerò mai nel merito se un O.d.G. è più urgente di un altro, questa valutazione non spetta al presidente. Prendo atto delle caratteristiche di urgenza con le quali mi vengono presentati e, come secondo elemento, prendo atto del criterio cronologico. Quindi non mi permetterò mai, e voglio ribadirlo, di decidere tra due ordini del giorno urgenti qual è quello più urgente. Procediamo con questi due criteri ispiratori. Io, finché non viene cambiato il regolamento, adotto il criterio cronologico. In questo momento è in discussione l O.d.G. urgente della Lega Nord del Consigliere Scotti ho proposto un emendamento. Possiamo procedere alla votazione? CONSIGLIERE SIG. PAGANONI: Niente da dire sull emendamento però volevo ricordare che il finanziamento non riguarda soltanto gli uffici pubblici ma anche quelli privati, quindi chiedevo di pubblicizzare per quanto è possibile, tramite i canali istituzionali a disposizione, questa iniziativa, quindi mandando anche un comunicato ai giornali. Poiché nessun altro chiede la parola, il presidente mette in votazione palese la propria proposta di emendamento che così recita: 3

4 - aggiungere il seguente secondo punto al dispositivo dell ordine del giorno: impegna il Presidente del Consiglio a chiedere al presidente della regione di prorogare il termine per la presentazione del progetto per l installazione di pannelli fotovoltaici, al fine di accedere al relativo contributo, alla data del 30 giugno Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 1 consigliere astenuto (Trussardi), n. 33 voti favorevoli. Il presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che il preindicato emendamento è stato approvato ad unanimità dei votanti. Poiché nessuno chiede la parola, il presidente mette in votazione palese l ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda modificato in conformità all emendamento testé approvato. Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 1 consigliere astenuto (Trussardi ), n. 33 voti favorevoli. Il presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che il preindicato ordine del giorno è stato approvato ad unanimità dei votanti nel testo allegato. 4

5 IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: - la questione ambientale è ormai diventata di assoluta priorità e un miglioramento della situazione richiede non tanto provvedimenti tampone quanto interventi strutturali di medio e lungo periodo; - un bando della Regione Lombardia che scade il 12 marzo 2002 ha stanziato Euro per progetti di installazione di impianti a pannelli fotovoltaici; - ad oggi non risulta essere pervenuta alcuna richiesta di contributo in Regione Lombardia; - le cause di tale disinteresse sono da ricercare nella mancanza di informazione sulle fonti di energia pulita in generale e su questo bando in particolare, nonché nella poca sensibilità di privati e non rispetto alla questione ambientale; - l ente pubblico dovrebbe in questo caso farsi promotore in prima persona di tutto ciò che può essere utile alla causa ambientale contribuendo così alla sensibilizzazione dell opinione pubblica. Considerato che: - il contributo regionale arriva a coprire fino al 75% del costo dell intervento; - il costo che rimarrebbe a carico del comune verrebbe comunque ammortizzato nel corso degli anni attraverso il risparmio energetico e considerato che l impianto non richiede alcun tipo di manutenzione; - ci sono tutti i presupposti tecnici per l installazione di pannelli fotovoltaici su palazzo uffici e/o palazzo Frizzoni, che nell anno 2001 hanno consumato energia elettrica per di lire; - un azione di questo tipo darebbe un fortissimo segnale all opinione pubblica, segnerebbe comunque un inversione di tendenza e porrebbe il comune di Bergamo all avanguardia in campo ambientalista. IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA a presentare presso la Regione Lombardia un progetto per l installazione di pannelli fotovoltaici al fine di accedere al contributo e realizzare l opera. IMPEGNA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO 5

6 a chiedere al Presidente della Regione di prorogare il termine per la presentazione del progetto per l installazione di pannelli fotovoltaici, al fine di accedere al relativo contributo, alla data del 30 giugno

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 16 avente per oggetto: Sostegno al disegno di legge per il finanziamento statale della manutenzione delle Mura Venete e trasferimento della

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Magri e Paganoni ed esce il sindaco; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Magri e Paganoni ed esce il sindaco; sono presenti n. 35 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 58 avente per oggetto: Bilancio di previsione 2002. Variazione di assestamento generale. (Durante la discussione entrano in aula i consiglieri

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI:

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI: Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 106 avente per oggetto: programma triennale dei lavori pubblici 2008-2010. Variazione all'elenco annuale per l'anno 2008. (Durante la discussione

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Viene sottoposta al Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione. IL CONSIGLIO COMUNALE In continuazione di seduta Vista la delibera di G.M. n. 104 del 20/11/2015 con la quale è stato approvato

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

Deliberazione di C.C. n. 17 del 30/09/2014 OGGETTO: ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF 2014. VARIAZIONE ALIQUOTA.

Deliberazione di C.C. n. 17 del 30/09/2014 OGGETTO: ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF 2014. VARIAZIONE ALIQUOTA. Deliberazione di C.C. n. 17 del 30/09/2014 OGGETTO: ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF 2014. VARIAZIONE ALIQUOTA. Il SINDACO introduce il presente argomento all o.d.g. e relaziona nel merito. Egli riferisce: Negli

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Belotti, Lanzani, Malinverni, Sabbadini e Trussardi; sono presenti n. 33 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Belotti, Lanzani, Malinverni, Sabbadini e Trussardi; sono presenti n. 33 consiglieri). Il presidente propone la trattazione degli ordini del giorno collegati al bilancio contraddistinti con il n. O.D.G. BIL.7, O.D.G. BIL.8, O.D.G. BIL.9, O.D.G. BIL.10. (Durante la discussione entrano in

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI.

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. N. 21 in data 21 aprile 2009 OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. Introduce l argomento il Sindaco, evidenziando che all O.D.G.

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula il consigliere Maggioni; sono presenti n. 38 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula il consigliere Maggioni; sono presenti n. 38 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 58 avente per oggetto: riconoscimento del debito fuori bilancio per danni occorsi ai sigg.ri Neri Cristina, Mastrigli Gabriele e Mastrigli

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

ASSESSORE DOTT. BANDERA:

ASSESSORE DOTT. BANDERA: Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: adesione all iniziativa della Commissione Europea per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica Patto dei

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula il consigliere De Rosa; sono presenti n. 37 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula il consigliere De Rosa; sono presenti n. 37 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione della mozione urgente presentata dai gruppi consiliari Lega Nord e Lista Tentorio avente per oggetto: invito ad individuare, insieme alla Regione, forme di sostegno

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Città Termale C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Originale di Deliberazione del Consiglio Comunale N 79 del Registro Delibere Data 06.11.2009 OGGETTO: Parco Eolico ed energie alternative.

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO "ENERGIA" - ADOZIONE

OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO ENERGIA - ADOZIONE OGGETTO VARIANTE N. 4 AL REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO, COMPRENSIVO DELL'ALLEGATO "ENERGIA" - ADOZIONE ESCE IL CONSIGLIERE PANZETTI-PRESENTI N. 16 Anche qui approfittando della presenza dell architetto

Dettagli

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO Invita il Consesso a voler discutere del seguente argomento: RICHIESTA DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA

Dettagli

Nome Cognome Presente

Nome Cognome Presente A tutti i membri del Direttivo del CRAL Provincia di Milano E p.c. a tutti i lavoratori della Provincia di Milano Oggetto: Verbale riunione del 28 settembre 2011 del Direttivo del CRAL della Provincia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEGLI ALBI DELLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, SPORTIVE E DI VOLONTARIATO SOCIALE DEL COMUNE DI MONTEROTONDO ART.

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEGLI ALBI DELLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, SPORTIVE E DI VOLONTARIATO SOCIALE DEL COMUNE DI MONTEROTONDO ART. REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DEGLI ALBI DELLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, SPORTIVE E DI VOLONTARIATO SOCIALE DEL COMUNE DI MONTEROTONDO ART. 1 FINALITÀ 1) Il Comune di Monterotondo, nel rispetto dell art.

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE - questo Consiglio ha votato in data 01/10/2008 un ordine del giorno in merito a Finanziaria 2008 e successivamente in data 31/3/2009 un ordine del giorno in merito a

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva

Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva Un giorno in SENATO Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva Presentazione L iter di una legge inizia con la presentazione, al Senato o alla Camera, di un progetto di legge;

Dettagli

COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 50 Data 30/05/2012 OGGETTO: Studio di fattibilità per l installazione di un impianto fotovoltaico di potenza pari a 11.76 kwp

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO !!"#!!$$! &$ #'$ $(! '! #) $ *+),+ $ # -$)-'!! "'$. )!/ #! '#$!#$ -'$ $0 1 1 2 1 3 1 1 1!45!!6!!!&$#$0$&"$! $$!! $ #' #)! $!!#' $ -!0$ 7$$$-$$!#$-$$$0&!-$ $ -!$*8,5 IL CONSIGLIO COMUNALE Ricbiamata la

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO

UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO UNIONE DEI COMUNI VALLE DEL SOSIO Provincia di Palermo ********** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELL ASSEMBLEA N. 07 DEL 26/04/2011 PRESA ATTO SURROGA DEL CONSIGLIERE DIMISSIONARIO VETRANO OGGETTO: VINCENZO,

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI CALOLZIOCORTE Provincia di Lecco Codice Ente 10046 N.65 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Registro Deliberazioni OGGETTO: CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011 Interventi dei Sigg. consilieri Prima Variazione di Bilancio per l esercizio in corso, della Relazione Previsionale e Programmatica e del Bilancio Pluriennale per il periodo

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A

PROVINCIA DI BERGAMO SEDUTA DEL 25 MAGGIO 2015 R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A PROVINCIA DI BERGAMO C O N S I G L I O P R O V I N C I A L E R E S O C O N T O D E L L A S E D U T A CONSIGLIO PROVINCIALE RESOCONTO L'anno DUEMILAQUINDICI, il giorno 25 del mese di MAGGIO alle ore 9:00,

Dettagli

Comune di Tradate Verbale del Consiglio Comunale

Comune di Tradate Verbale del Consiglio Comunale N 18 Registro Deliberazioni Comune di Tradate Verbale del Consiglio Comunale Oggetto: Adesione ai principi e alle indicazioni della convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità per la programmazione

Dettagli

COMUNE DI AGORDO Provincia di Belluno

COMUNE DI AGORDO Provincia di Belluno N. 11 del 29.04.2013 COMUNE DI AGORDO rovincia di Belluno VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE OGGETTO: Atti di indirizzo per l Affidamento della gestione dello stadio del ghiaccio

Dettagli

REGOLAMENTO COLLEGIO APPROVATO CON DELIBERA NELLA SEDUTA DEL 12/11/2014

REGOLAMENTO COLLEGIO APPROVATO CON DELIBERA NELLA SEDUTA DEL 12/11/2014 REGOLAMENTO COLLEGIO APPROVATO CON DELIBERA NELLA SEDUTA DEL 12/11/2014 PARTE 1 ART. 1 Composizione e attribuzioni Il collegio docenti è composto dal personale docente a tempo indeterminato e determinato

Dettagli

REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO ASSEMBLEARE DELLA BANCA POPOLARE FRIULADRIA S.P.A. CAPO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Lo svolgimento dell assemblea ordinaria e straordinaria dei soci della Banca

Dettagli

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA VERBALE DEL CONSIGLIO DELLA CASSA SCOLASTICA - SEDUTA DEL 05.02.2015 In data 5 febbraio 2015, alle ore 18.00, su convocazione ordinaria, si sono riuniti i componenti della Cassa Scolastica per discutere

Dettagli

Comune di GRASSANO Provincia di Matera

Comune di GRASSANO Provincia di Matera Comune di GRASSANO Provincia di Matera il Presidente: : Vittorio Caruso il Segretario: : Dott.ssa Maria A. Musco Verbale di deliberazione di CONSIGLIO COMUNALE n 044/29.11.2011 Certificato di pubblicazione

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE 2011 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

OGGETTO: AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE A POSTE ITALIANE S.P.A. DEI LOCALI SITI IN MONTEROTONDO, Via G. GARIBALDI 9.

OGGETTO: AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE A POSTE ITALIANE S.P.A. DEI LOCALI SITI IN MONTEROTONDO, Via G. GARIBALDI 9. OGGETTO: AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE A POSTE ITALIANE S.P.A. DEI LOCALI SITI IN MONTEROTONDO, Via G. GARIBALDI 9. Il Presidente, al termine della discussione ( Allegato C ), pone in votazione la seguente

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE

AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE Articolo 1 Finalità e forma degli atti di competenza 1. Il

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 Quarto punto all O.d.G. Proposta del Consigliere Cieri di modifiche al Regolamento IUC (regolamento TARI) Illustra il Consigliere Cieri. Grazie

Dettagli

PROPOSTA DEL SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

PROPOSTA DEL SERVIZIO LAVORI PUBBLICI PROPOSTA DEL SERVIZIO LAVORI PUBBLICI OGGETTO: Complesso San Floriano - Mestica. Costituzione a favore dell ENEL di servitù di cabina elettrica di trasformazione. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

Dettagli

COMUNE DI VILLA D ALMÉ Provincia di Bergamo

COMUNE DI VILLA D ALMÉ Provincia di Bergamo COMUNE DI VILLA D ALMÉ Provincia di Bergamo Nr. 102 Del 30/08/2004 Cod. Ente 10243 RINNOVO CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE AUSER PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA DURANTE L ATTRAVERSAMENTO PEDONALE

Dettagli

DELIBERA C.C. N. 15 DEL 29.07.2014 OGGETTO: CONFERMA ALIQUOTA ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF - ANNO 2014.

DELIBERA C.C. N. 15 DEL 29.07.2014 OGGETTO: CONFERMA ALIQUOTA ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF - ANNO 2014. DELIBERA C.C. N. 15 DEL 29.07.2014 OGGETTO: CONFERMA ALIQUOTA ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF - ANNO 2014. Il Sindaco- Presidente introduce l argomento in oggetto sottolineando che, trovandosi l Amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO COLLEGIO DOCENTI

REGOLAMENTO COLLEGIO DOCENTI Bozza REGOLAMENTO COLLEGIO DOCENTI Art.1 Composizione Il Collegio è composto da tutti i docenti in servizio a tempo determinato ed indeterminato alla data della riunione e dal Dirigente Scolastico che

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Estratto dal Verbale delle Deliberazioni del Consiglio Comunale OGGETTO

COMUNE DI NOVARA Estratto dal Verbale delle Deliberazioni del Consiglio Comunale OGGETTO COMUNE DI NOVARA Estratto dal Verbale delle Deliberazioni del Consiglio Comunale Deliberazione N 17 OGGETTO Concessione in uso delle coperture di alcuni edifici comunali per l installazione e gestione

Dettagli

COMUNE DI BUCCINASCO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI BUCCINASCO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI BUCCINASCO PROVINCIA DI MILANO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 52 DELL 11/12/2012 OGGETTO: REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL IRPEF - MODIFICHE VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

Oggetto: Approvazione protocollo d intesa con la Soc. ENEL.si S.r.l. per lo sviluppo delle energie rinnovabili.

Oggetto: Approvazione protocollo d intesa con la Soc. ENEL.si S.r.l. per lo sviluppo delle energie rinnovabili. Estratto dalla delibera del Consiglio Comunale n.52 del 10.8.2009 Oggetto: Approvazione protocollo d intesa con la Soc. ENEL.si S.r.l. per lo sviluppo delle energie rinnovabili. -Il Sindaco relaziona in

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

-Il Sindaco,prima di dare risposta specifica al Consigliere Carbone,ritenendolo utile,dà lettura della proposta e del Regolamento.

-Il Sindaco,prima di dare risposta specifica al Consigliere Carbone,ritenendolo utile,dà lettura della proposta e del Regolamento. REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGI EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI CHE RISIEDONO FUORI DEL CAPOLUOGO DEL COMUNE PER LA PARTECIPAZIONE ALLE SEDUTE DEGLI ORGANI ASSEMBLEARI ED

Dettagli

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 DICEMBRE 2014

COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 DICEMBRE 2014 COMUNE DI CIAMPINO PROVINCIA DI ROMA CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 DICEMBRE 2014 1 PRESIDENTE: Buongiorno a tutti, iniziamo i lavori di oggi con le interrogazioni. La prima interrogazione è interrogazione

Dettagli

C O M U N E D I S E L A R G I U S P R O V I N C I A D I C A G L I A R I

C O M U N E D I S E L A R G I U S P R O V I N C I A D I C A G L I A R I P R O V I N C I A D I C A G L I A R I Consiglio Comunale del 28 Settembre 2012 VERBALE DI SEDUTA RESOCONTO INTEGRALE ( t r a s m e s s o a i C a p i g r u p p o C o n s i l i a r i i n d a t a 1 0 o t

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 25 NOVEMBRE 2013

COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 25 NOVEMBRE 2013 COMUNE DI CARMIANO VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 25 NOVEMBRE 2013 Sesto Punto all OdG: Indennità di carica per il Presidente del Consiglio Comunale - Gettone di presenza per i Consiglieri Comunali -

Dettagli

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Data di convocazione: 11-04-2003 Oggetto: Esame ed approvazione "Regolamento comunale di semplificazione dei procedimenti di spesa in economia". Il Sindaco

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Sessione Ordinaria - Seduta Pubblica di Prima Convocazione O G G E T T O

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Sessione Ordinaria - Seduta Pubblica di Prima Convocazione O G G E T T O C O P I A Comune di Bovolenta Provincia di Padova Deliberazione n. 3 in data 09-02-2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria - Seduta Pubblica di Prima Convocazione O G G

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015

COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015 COPIA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 6 DEL 12/03/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO

Dettagli

ASSESSORE TEMPESTA LUIGINO

ASSESSORE TEMPESTA LUIGINO Il Sindaco-Presidente pone in discussione il presente punto dell o.d.g. e affida la parola all Assessore di Reparto che relaziona nei seguenti termini: ASSESSORE TEMPESTA LUIGINO Le Leggi finanziarie 2002

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

Regione Molise -16- Resoconti Consiliari

Regione Molise -16- Resoconti Consiliari Regione Molise -16- Resoconti Consiliari ORDINE DEL GIORNO, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FEDERICO E MANZO, COLLEGATO ALLA MANOVRA FINANZIARIA 2014, PER IMPEGNARE IL DELLA GIUNTA REGIONALE AD ADOTTARE IL PIANO

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più

Nel prossimo esercizio se non vi sarà l introduzione di nuovi tributi come tutti auspicano la previsione di incasso potrà essere ovviamente più Interventi dei Sigg. consiglieri Bilancio 2014 Ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e salvaguardia degli equilibri (art. 193 d.lgs n. 267/00 e degli art. 82 del regolamento di contabilità.

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

F.N.A.A.R.C. FONDAZIONE ENASARCO: UNA RIFORMA DELLA PREVIDENZA IN FAVORE DEGLI AGENTI DI COMMERCIO.

F.N.A.A.R.C. FONDAZIONE ENASARCO: UNA RIFORMA DELLA PREVIDENZA IN FAVORE DEGLI AGENTI DI COMMERCIO. F.N.A.A.R.C. Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio AI SIGNORI PRESIDENTI DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI AI SIGNORI CONSIGLIERI DELLA F.N.A.A.R.C. LORO SEDI Prot. 229/2010/LS/lm

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DI CINISELLO BALSAMO (Provincia di Milano) SEDUTA DEL 21 MAGGIO 2012

CONSIGLIO COMUNALE DI CINISELLO BALSAMO (Provincia di Milano) SEDUTA DEL 21 MAGGIO 2012 CONSIGLIO COMUNALE DI CINISELLO BALSAMO (Provincia di Milano) CONSIGLIERI PRESENTI ALL APPELLO: Gasparini Daniela, Gasparini Alessandro, Ronchi Andrea, Marsiglia Franco, Catania Andrea, Sacco Giuseppe,

Dettagli

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 OGGETTO: Mozione presentata dai consiglieri Munafò e Menghi del Comitato Anna Menghi in merito all aumento dei prezzi dopo l entrata in vigore dell Euro. RITIRATA.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

COMUNE DI CASALEONE Provincia di Verona VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 06

COMUNE DI CASALEONE Provincia di Verona VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 06 Rif. 2015-001-RAGIONERIA COPIA COMUNE DI CASALEONE Provincia di Verona VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 06 OGGETTO: APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE E CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEL

Dettagli

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere.

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere. OGGETTO: Pratica Edilizia 09/2010 - Adozione ai sensi dell art. 16 della L.R. n. 20/2011 del Piano Urbanistico Esecutivo della maglia AL/2, localizzata tra Via Piave, Via De Gemmis e Via Po Presidente:

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA

PROVINCIA DI GORIZIA alla quale partecipano i Signori: PROVINCIA DI GORIZIA CONSIGLIO PROVINCIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 34 Prot. 32620/2014 Approvata nella seduta del 26 novembre 2014 Presidente: Gherghetta Enrico P

Dettagli

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali

Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e digitali RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 33 DEL 12.06.2014 Terzo punto all O.d.G.: Approvazione Regolamento Premio Internazionale d Arte e Cascella. Città di Ortona per le arti figurative, visive e

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DNO COMUNE DI ARIANO IRPINO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 32 OGGETTO: del Reg. Legge 730/86 e s.m.i. Riparto fondi anticipati per ricostruzione Rione Valle in corso di recupero. ADUNANZA DEL

Dettagli

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE Introduce brevemente il Sindaco che passa la parla all Assessore di

Dettagli

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la Allegato 1) PUNTO N. 2 all O.d.G.: Modifiche al Regolamento per l individuazione delle modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la gestione della mobilità dell utenza. Legge regionale n. 24/2001

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Gestione del servizio di segreteria comunale in forma associata tra i comuni di Orbassano e Villar Dora. Costituzione ed approvazione

Dettagli

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA Amminlstrazione 2 1 lug. 2015 Nell'anno duemilaquindici, addì 21 luglio alle ore 15.36, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il, convocato con nota rettorale prot. n. 0048107 del 16.07.2015

Dettagli

PROGETTO COMUNALE GRUPPO DI ACQUISTO SOLARE FOTOVOLTAICO X ME

PROGETTO COMUNALE GRUPPO DI ACQUISTO SOLARE FOTOVOLTAICO X ME PROGETTO COMUNALE GRUPPO DI ACQUISTO SOLARE FOTOVOLTAICO X ME Comune di Mendrisio COMMITTENTE REDAZIONE Comune di Mendrisio Kim Bernasconi, Ing. HES Greenkey Sagl / Divisione We Greenkey Via Guioni 7D

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DEMO ANAGRAFICO E SOCIO CULTURALE. Data avvio Proposta : 21/09/2012

PROPOSTA DI DELIBERA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DEMO ANAGRAFICO E SOCIO CULTURALE. Data avvio Proposta : 21/09/2012 PROPOSTA DI DELIBERA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DEMO ANAGRAFICO E SOCIO CULTURALE Data avvio Proposta : 21/09/2012 Illustrano l argomento OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE DEL PIANO ANNUALE COMUNALE PER

Dettagli

COMUNE DI COMACCHIO deliberazione n. 106 del 11.09.2014

COMUNE DI COMACCHIO deliberazione n. 106 del 11.09.2014 Gli Assessori signori: Denis Fantinuoli, Alice Carli, Sara Bellotti, Stefano Parmiani, Sergio Provasi, presenti in aula, partecipano all'odierna seduta consiliare senza il diritto di voto e senza essere

Dettagli

Articolo 1 Composizione

Articolo 1 Composizione Regolamento interno di organizzazione per il funzionamento della Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dell infanzia e dell adolescenza Istituita dall art. 3, comma 7, della legge 12 luglio

Dettagli

Verbale Interventi DCC n. 12 del 28/01/2010

Verbale Interventi DCC n. 12 del 28/01/2010 PRESIDENTE: Come avevo già detto nelle comunicazioni la giornata si svolgerà.allora abbiamo fatto un integrazione proprio sul fondo di solidarietà che poi ce lo spiegherà il presidente della commissione,

Dettagli

Comune di POGGIO RENATICO

Comune di POGGIO RENATICO Comune di OGGIO RENATICO DELIBERAZIONE N. 41 rovincia di Ferrara VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria - Adunanza in rima convocazione - Seduta ubblica OGGETTO: RINNOVO CONVENZIONE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 24

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 24 O R I G I N A L E VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 24 SESSIONE ORDINARIA - SEDUTA PUBBLICA Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Lobascio Giuseppe IL SEGRETARIO COMUNALE

Dettagli

Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata

Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata Filippo BUBBICO Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata che non si limita presentare il suo

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 63

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 63 DNO COMUNE DI ARIANO IRPINO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 63 OGGETTO: Delibera CC n.21 del 28.05.2002. Palazzo Gambacorta Acquisto.Modifica fonte di finanziamento.- del Reg. ADUNANZA DEL 2.8.2008

Dettagli

PRESIDENTE: Iniziamo con l O.d.G. n. 1. La parola al Sindaco. SINDACO:

PRESIDENTE: Iniziamo con l O.d.G. n. 1. La parola al Sindaco. SINDACO: Il Presidente propone la trattazione degli ordini del giorno urgenti n. 1 e n. 2 presentati da vari gruppi consiliari aventi per oggetto la definizione di indirizzi relativi agli orari di utilizzo dello

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 28 DEL 30.04.2013 OGGETTO: Mozione prot. 3448 del 16.04.2013 ai sensi dell art. 58 del vigente Regolamento

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli