N. 1 : I PRINCIPALI DOCUMENTI DELLA RELIGIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N. 1 : I PRINCIPALI DOCUMENTI DELLA RELIGIONE"

Transcript

1 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 1 EQUIPE SCUOLA A CURA DI SAMARANI BARBARA CLASSE QUARTA: PERCORSO ROSSO Primo bimestre: sett. - ott. nov. N. 1 : I PRINCIPALI DOCUMENTI DELLA RELIGIONE Obiettivi Specifici di Apprendimento: La Bibbia e i testi sacri delle grandi religioni. Gesù, il Signore, che rivela il Regno di Dio con parole e azioni. Leggere e interpretare i principali segni religiosi espressi dai diversi popoli e dalle principali religioni. Evidenziare la risposta della Bibbia alle domande di senso dell uomo e confrontarla con quella delle principali religioni. Traguardi di sviluppo: L alunno riconosce nei libri sacri delle grandi religioni documenti fondamentali per una cultura della pace. Inoltre dà valore alle scelte di vita cogliendo in alcuni atteggiamenti umani la fragilità di fronte al male. Percorsi di Apprendimento a) Le parole gentili b) Le regole per vivere bene c) Simboli e significati delle religioni d) Bene e male e) La morte nelle religioni f) La Creazione nelle religioni g) Un sorriso per la pace Accennare con semplici parole ai ragazzi il percorso che stiamo per iniziare insieme.

2 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 2 1 incontro (2 ore) materiale: racconto de La parola dimenticata (L Ora di Religione n.2 a.s Elledici) eventuali personaggi per la drammatizzazione a) Le parole gentili Raccontiamo agli alunni la storia e riflettiamo con loro ponendo alcune domande: dove abitano le parole, nella storia? Come si chiama il bambino che sa usare il per piacere? E quello che non lo sa usare? Perché è importante dire grazie o per piacere? Conoscete qualcuno che usa spesso queste parole gentili? Chi di noi le utilizza spesso può alzare la mano. Raccontiamoci quando ricordate di averle usate Perché è importante usare le parole gentili? Portiamo gli alunni a riflettere sull importanza di una buona abitudine com è il ringraziare, senza pretendere in cambio qualcosa come fa la nostra mamma che cura la nostra casa, il nostro abbigliamento, come fa il papà che va a lavorare per guadagnare quanto basta per comprare da mangiare e da vestire a noi, alla famiglia, senza chiedere il nostro grazie, ma solo accontentandosi di vedere il nostro sorriso, il nostro crescere quotidiano, la nostra felicità. Riflettiamo con i bambini sul fatto che è molto importante essere responsabili delle scelte che si fanno, anche quelle apparentemente piccole come il dire o non dire una semplice parolina gentile. E facciamo loro notare che chi sa utilizzare nel momento giusto le parole gentili è capace di vivere bene con gli altri e con se stesso.

3 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 3 Chiediamo poi ai ragazzi se conoscono altre parole gentili e mentre loro le esprimono una alla volta, noi le scriviamo in colonna alla lavagna (come numero dovrebbero essere almeno la metà di quello degli alunni, per poter eseguire l attività finale). Nella seconda parte della lezione possiamo realizzare la drammatizzazione del racconto ascoltato, utilizzando 2 disegni del viso dei personaggi ognuno delle dimensioni di un foglio A4 (avendo cura di tagliare sulla linea della bocca) e 2 strisce con le parole grazie (o per piacere o altra simile), il tutto plastificato in modo che non avvengano strappi durante l entrata e l uscita delle parole stesse dalla bocca dei personaggi: Per un ottimale risultato della drammatizzazione, le immagini dei personaggi andrebbero applicati allo schienale di 2 seggiole della classe in modo che la loro bocca resti nello spazio libero dello schienale stesso e gli alunni che si occuperanno di realizzare la drammatizzazione dovranno posizionarsi dietro le seggiole. Ripetiamo il racconto insieme ad alcuni alunni, che hanno il compito di fare i narratori, e gestiamo contemporaneamente gli altri 2 alunni che, stando dietro le seggiole animano le 2 paroline gentili. Per quanto riguarda le parole, dopo aver provveduto a plastificarle, dovemmo riuscire ad attaccarle ad un pezzo di cannuccia da bibita, per facilitare l entrata e l uscita dalla bocca dei personaggi. In aggiunta, o in alternativa alla drammatizzazione, potremmo proporre l attività finale, a coppie, del mimo di una delle parole elencate alla lavagna da far indovinare al resto della

4 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 4 classe: quando i 2 alunni avranno mimato una delle paroline gentili, senza parlare ovviamente, ma solo utilizzando la mimica del corpo, e i compagni l avranno indovinata, la sottolineeremo, così che le coppie successive scelgano una nuova parola gentile. Come ultima attività invitiamo i ragazzi a disegnare la copertina della prima pagina del quaderno: un fiore con petali grandi o un sole con grandi raggi, per potervi scrivere dentro tutte le parole gentili che insieme abbiamo pensato (ed eventualmente mimato) e sotto il gambo del fiore, al posto delle radici li invitiamo a scrivere QUADERNO DI RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE 4^ - A.S (se il quaderno è nuovo, dovrebbero scrivere anche il loro nome). VALENZA EDUCATIVA: ricordare buone abitudini per affrontare bene un nuovo anno scolastico. L IRC contribuisce a rafforzare nell alunno la conoscenza delle regole per vivere bene. 2 incontro (4 ore) materiale: la parolina gentile grazie tradotta in varie lingue - Libri sacri delle 5 grandi religioni del mondo contraddistinti da un colore (disegnate su 5 fogli A4, con ben in evidenza il loro nome: TANAK, BIBBIA, CORANO, VEDA, TRIPITIKA) b) Le regole per vivere bene Riprendiamo coi ragazzi l insegnamento del racconto letto la lezione precedente e spieghiamo loro che le parole gentili non le conosciamo solo noi, solo in questa scuola, solo nella nostra famiglia, solo nel nostro paese o città, solo in Italia, solo in Europa, ma sono conosciute in tutto il mondo, magari pronunciate in modo diverso (se le conosciamo gliele possiamo far sentire). Ricordiamo loro che usare le parole gentili vuol dire saper vivere bene con gli altri e noi stessi. Continuiamo poi a spiegare che in ogni parte del mondo c è un Libro Sacro che esprime quali sono i modi per vivere bene con gli altri e presentiamo loro le copertine dei Libri Sacri che abbiamo preparato, colorate diversamente in modo da poter poi associare ad ogni religione un colore: CORANO TANAK (alcune immagini tratte da UN DONO PER TE Elledici) Possiamo poi continuare chiedendo: sappiamo leggere i nomi dei Libri Sacri? (E insieme ci proviamo) Avete già sentito questi nomi? Delle 3 religioni che conosciamo (se l anno precedente hanno affrontato la storia del popolo ebraico conoscono il nome delle religioni monoteiste), qual è il loro Libro Sacro? Indichiamo loro anche qual è il Testo Sacro per i buddisti e quello per gli induisti. Leggiamo ora, sul libro di religione, la parte informativa sui Testi Sacri delle religioni soffermandoci a riflettere sulle eventuali citazioni che invitano alla pace o consegniamo loro questa scheda (tratta da IL GERMOGLIO - Theorema) invitandoli a prendere 5

5 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 5 pastelli, dello stesso colore dei testi sacri appena presentati, per sottolineare le parole gentili della pace : Conversiamo sull importanza per ogni religione d avere un Testo Sacro nel quale i fedeli trovano le risposte e le indicazioni per vivere bene. Sul quaderno, incolliamo la scheda consegnata da noi, se l abbiamo utilizzata, e spieghiamo ai ragazzi che schematizzeremo le caratteristiche delle grandi religioni, utilizzando una pagina per ogni religione (anche il Cristianesimo). Proseguiamo invitandoli a scrivere il nome di una religione come titolo (utilizzando il colore di riconoscimento) e poi, in ordine, i dati corrispondenti alla religione stessa, che detteremo: - il Testo Sacro (eventualmente, se la frase è stata letta sul libro di religione si può riscrivere); - l indicazione monoteista / politeista / senza un Dio; - nome del fondatore; - le regole per vivere bene (comandamento dell amore - 10 comandamenti - 5 pilastri, di seguito allego le più difficili da trovare nei Tripitaka e nei Veda); - i simboli con i loro significati in chiusura della pagina.

6 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 6 Durante tutto il percorso facciamo notare agli alunni come in tutte le religioni vi sia il desiderio di pace. VALENZA EDUCATIVA: scoprire che nel mondo tutte le persone di buon cuore vogliono la pace. L IRC favorisce nell alunno un atteggiamento di apertura e di rispetto verso ogni persona, nonché la disponibilità alla convivenza pacifica con tutti, introducendo un cultura di pace universale. 3 incontro (2 ore) materiale: prepariamo le seguenti cose che saranno colorate dai ragazzi durante l attività, 1 cartellone con preparato il titolo in lettere doppie LE GRANDI RELIGIONI 5 foglietti con scritto ognuno il nome di una religione che stiamo affrontando 5 foglietti con il simbolo delle religioni 5 foglietti con disegnati ognuno un Libro Sacro (si può utilizzare la scheda del 2 incontro) 5 foglietti con il nome d el Libro Sacro c) Simboli e significati delle religioni Ripassiamo coi ragazzi le nozioni principali conosciute nelle lezioni precedenti, utilizzando i foglietti da noi preparati, possiamo pescarli a caso da una scatola oppure averli già predisposti in ordine divisi per religione. Iniziamo il cartellone (occupandone la metà sopra): diamo ad ogni alunno un foglietto con il compito di colorare a pastello, eventualmente i foglietti non bastassero due ragazzi si occupano di colorare il titolo del cartellone. Man mano che terminano e ritiriamo il loro prodotto, poniamo alcune domande per verificare se riescono ad associare le religioni ai loro Testi Sacri e ai simboli. Poi consegniamo una scheda riassuntiva da attaccare sul quaderno (tratta da IL GERMOGLIO Teorema), facendo scrivere agli alunni sotto ogni colonna qual è la religione corrispondente agli indizi e invitandoli a colorare rispettando i colori con cui abbiamo identificato i Testi Sacri e i simboli le diverse religioni:

7 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 7 Quando tutti avranno terminato il loro compito, insieme allestiremo il cartellone mettendo in colonna i dati preparati, occupando la metà sopra del cartellone: LE GRANDI RELIGIONI EBRAISMO ISLAMISMO CRISTIANESIMO INDUISMO BUDDISMO LIBRO LIBRO LIBRO LIBRO LIBRO Nome del LIBRO Nome del LIBRO Nome del Nome del Nome del... SIMBOLO SIMBOLO SIMBOLO SIMBOLO SIMBOLO VALENZA EDUCATIVA: favorire negli alunni un atteggiamento di rispetto verso le altre tradizioni. L IRC conduce l alunno al rispetto e alla conoscenza di altre forme religiose intese come espressioni della libertà umana. 4 incontro (2 ore) materiale: racconto Riso e bacchette (leggenda cinese, tratta da LA MORALE DELLA FAVOLA, a cura di L. Vagliasindi) 2 lunghe bacchette 2 caramelle incartate eventuale libro sui significati dei nomi d) Bene e male In classe disponiamo gli alunni come se fossero commensali ad uno stesso tavolo, seduti sulle sedie, su due file, una di fronte all altra, ma non troppo vicine, e li invitiamo all ascolto della leggenda: UN MANDARINO CINESE, MENTRE SI AVVIAVA AL PARADISO CUI ERA DESTINATO, EBBE VOGLIA DI VISITARE L INFERNO. FU ACCONTENTATO E CONDOTTO AL SOGGIORNO DEI DANNATI: UN AULA IMMENSA, TAVOLE IMBANDITE SU CUI FUMAVA IL CIBO NAZIONALE: IL RISO, IL DILETTO E BENEDETTO RISO. ATTORNO ALLE TAVOLE SEDEVANO INNUMEREVOLI PERSONE, CIASCUNA MUNITA DI BACCHETTE DI BAMBU PER PORTARE IL RISO ALLA BOCCA. OGNI BACCHETTA ERA LUNGA 2 METRI E DOVEVA ESSERE IMPUGNATA ALL ESTREMITA. MA, DATA LA LUNGHEZZA DELLA VERGA, I COMMENSALI TENTAVANO INVANO DI NUTRIRSI: PER QUANTO SI AFFANNASSERO, NON RIUSCIVANO A PORTARE IL CIBO ALLA BOCCA. COLPITO DA QUESTO SPETTACOLO DI INEDIA NELL ABBONDANZA, IL MANDARINO PROSEGUI IL SUO CAMMINO VERSO IL SOGGIORNO DEI BEATI. MA QUALE FU LA SUA SORPRESA NEL CONSTATARE CHE IL PARADISO SI PRESENTAVA IDENTICO ALL INFERNO: TAVOLE IMBANDITE, VASSOI ENORMI DI RISO FUMANTE, DA MANGIARSI CON BACCHETTE DI BAMBU LUNGHE 2 METRI, IMPUGNATE AD UNA ESTREMITA. L UNICA DIFFERENZA STAVA NEL FATTO CHE CIASCUN COMMENSALE, ANZICHE IMBOCCARE SE STESSO, DAVA DA MANGIARE AL COMMENSALE DI FRONTE: DIMODOCHE TUTTI AVEVANO MODO DI NUTRIRSI. Al termine del racconto poniamo alcune domande per verificare la comprensione del testo: cosa c è da mangiare all Inferno? Cosa vede il protagonista all Inferno? Come sono le persone all Inferno? Cosa c è da mangiare in Paradiso? Cosa vede di diverso il protagonista? Come sono le persone in Paradiso?

8 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 8 Invitiamo i ragazzi alla drammatizzazione del racconto (servono solo 2 lunghe bacchette e una caramella agganciata alle estremità si divertono da matti!): essi dovrebbero fingere d essere alla mensa dell Inferno, dove chi ha la bacchetta tenta invano di cibarsi e poi, quando tutti con ordine hanno provato, dovrebbero fingere d essere alla mensa del Paradiso dove offrono il cibo ad un compagno (tutti devono ricevere la caramella perché in Paradiso c è attenzione per tutti), proviamo così a far loro intuire l importanza della condivisione. Dialoghiamo di nuovo sui comportamenti dei personaggi del Paradiso e agganciamo i comportamenti positivi all imminente festa dei Santi (1 Novembre): iniziamo una conversazione sulle caratteristiche che loro pensano di un Santo. Chiediamo: cosa vuol dire essere Santi? Cos è la santità? Sarà difficile diventare Santi? Ognuno di noi può aspirare alla santità? Perché? Aiutiamo gli alunni a capire che tutti possiamo essere Santi ascoltando e imitando l esempio che Gesù Cristo ci ha mostrato. Giovanni Bosco, parlando della santità, diceva così: La tua mamma, quando prepara un dolce, mescola gli ingredienti necessari seguendo una ricetta. Anche per diventare santi bisogna seguire una ricetta. Ci son tre ingredienti. Il primo è l allegria: scaccia dalla mente tutto ciò che ti turba e ti toglie la pace. Il secondo è fare bene il proprio dovere: così facendo ogni giorno si deve studiare e pregare. Il terzo è fare del bene agli altri: aiuta i tuoi compagni, anche se ti costa fatica. Proponiamo un brainstorming sulla figura del Santo, facendo loro queste domande: sapete dirmi cosa ha fatto una persona per essere nominata Santa? Quali sono gli atteggiamenti che caratterizzano un persona Santa? Cosa ci insegna un Santo? quindi a pagina nuova del quaderno scriviamo in mezzo la parola SANTO e man mano che essi, a turno, esprimono la loro caratteristica tutti la scrivono nello spazio circostante. Oppure invitiamo gli alunni ad incollare la seguente scheda sul quaderno intitolandola Ho il nome di un Santo e utilizzando un libro con i significati dei nomi, a turno gli alunni cercano il loro nome e tutti aggiungono sulla scheda i dati: Prima di fare quest ultima scheda accertiamoci che i nomi di tutti gli alunni compaiano nel libro. VALENZA EDUCATIVA: scoprire che gli atteggiamenti di rispetto, amore, aiuto, possono portare tutti alla santità. L IRC consente all alunno di intuire qual è la via indicata da Gesù per raggiungere il suo Regno.

9 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 9 5 incontro (2 ore) materiale: immagini e video sui riti funebri delle grandi religioni e) La morte nelle religioni Partendo dalla leggenda: Riso e bacchette conversiamo con i ragazzi sulle loro idee di Paradiso e Inferno, ponendo alcune domande: cosa sapete voi dell Inferno? E del Paradiso? Ascoltiamo e lasciamo che ognuno si esprima liberamente. In questa fase molto delicata, in quanto facilmente gli alunni ci interrogheranno su tutti i loro dubbi e paure riguardo alla morte e alla vita dopo la morte, ritengo necessario che l insegnante abbia almeno delle conoscenze basilari riguardo all argomento, per esempio cosa dice Gesù del Paradiso e dell Inferno, cosa dice la Chiesa e soprattutto riesca a fare discorsi sulla morte con senso di speranza e amore per la vita (riflettendo con gli alunni anche del significato della festa dei morti del 2 Novembre). Facciamo inoltre conoscere ai ragazzi quali sono gli usi, le credenze, le tradizioni dei fedeli delle religioni del mondo, affrontate nelle lezioni precedenti, sulla morte e sulla vita dopo la morte anche attraverso semplici filmati. Possiamo inoltre prevedere che, data l imminente festa di Halloween, facciano domande particolari, è quindi consigliabile sapere qualcosa anche della festa in questione (tratto da L ORA DI RELIGIONE Elledici Ottobre 2000):

10 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 10 Sul quaderno dopo la data e il titolo: LA MORTE NELLE RELIGIONI, dettiamo un breve testo che illustri di ogni religione le tradizioni legate alla morte, ad es.: INDUISMO: secondo gli indù si muore per rinascere. A seconda delle azioni, si rinascerà (reincarnazione) in una forma di vita superiore o inferiore. Gli indù credono che l anima è immortale e si reincarna continuamente, finchè, raggiunta la purificazione incontra BRAHAMAN (cioè l ANIMA DELL UNIVERSO). Dopo la morte il corpo viene cremato e le sue ceneri raccolte, se possibile, vengono sparse nel Gange, o in un altro fiume sacro, o nel mare. BUDDISMO: i buddisti cercano di raggiungere la felicità eterna seguendo gli insegnamenti del Buddha. Il luogo dove saranno riunite le anime è il NIRVANA: cioè uno stato di pace dei sensi, lontano dalle passioni e dal desiderio delle cose terrene. Dopo la morte l anima entra in un altro corpo: vivendo la vita nel giusto, il buddista acquista il karma e nasce

11 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 11 nella vita successiva in una sfera più alta, mentre se vive una vita nella malvagità, rinascerà in una sfera inferiore. Dopo la morte il corpo viene cremato e si celebra una cerimonia funebre ricca di preghiere perché l anima del defunto trovi la pace. ISLAMISMO: i musulmani di fronte al loro unico Dio Allah, Creatore e Giudice, si sottomettono e si affidano alla sua guida (benevolenza), accettando la morte come parte del disegno di Dio sulla vita dell uomo. Dopo la morte il corpo riceve le abluzioni (lavanda per la purificazione) e viene avvolto in un sudario; dopodiché vengono recitate la preghiere che affermano la potenza di Dio sulla vita e sulla morte e il corpo viene seppellito. Il Corano afferma che ci sarà un giorno del Giudizio dove Allah manderà coloro nei quali il bene ha superato il male in PARADISO, gli altri saranno condannati alle fiamme. EBRAISMO: gli ebrei credono nella resurrezione dei morti. Dopo la morte il corpo viene seppellito il più presto possibile in una terra ebraica consacrata. Il corpo viene lavato, unto di unguenti e avvolto in un drappo bianco. Sopra la tomba vengono poste grosse pietre tonde. Uno dei principi fondamentali dell ebraismo dice che JHWH, nella vita dopo la morte, ricompensa i giusti e punisce i malvagi. CRISTIANESIMO: i cristiani fondano la loro fede in Cristo risorto, vincitore della morte. Dopo la morte i parenti del defunto partecipano al rito funebre, nel quale si affida l anima al giudizio di Dio. Dopo la morte c è un altra vita: in PARADISO, cioè vicina a Dio o all INFERNO, cioè distante da Dio e dai fratelli. La Bibbia afferma che come Cristo anche i cristiani risorgeranno, con un corpo trasformato, un corpo glorioso. VALENZA EDUCATIVA: porre interrogativi e speranze sul futuro e la vita oltre la morte. L IRC aiuta l alunno a capire che il desiderio di vita eterna dell uomo si scontra con l esperienza della morte e che ogni religione decodifica il tema della morte attraverso feste e tradizioni. 6 incontro (4 ore) materiale: testi della Creazione nei Veda e nel Corano. f) Creazione nelle religioni Ripassiamo oralmente la Creazione nella Bibbia. Comunichiamo agli alunni che leggeremo insieme anche la Creazione come è presentata nei diversi Libri Sacri delle grandi religioni. Iniziamo dall Induismo e consegniamo ad ognuno il testo facendolo incollare sul quaderno (tratto da LE RISORSE PIEMME Scuola):

12 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 12 Analizziamo il testo con gli alunni e lo dividiamo in sequenze proponendo di lavorare a coppie per creare un libretto: ad ogni coppia assegniamo una sequenza della Creazione alla quale devono associare un disegno, utilizzando varie tecniche (collage, pop-up, ) e vari materiali (cartoncino, carta velina, domo-pack, ). Importante è ricordarsi di consegnare il foglio base, di uguale misura per tutte le coppie in modo da poterli poi rilegare per comporre un libro. La prima coppia che finisce si occuperà di realizzare la scritta sulla copertina del libretto: LA CREAZIONE SECONDO L INDUISMO.

13 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 13 Quando le coppie terminano il loro lavoro, completano l attività proposta dalla scheda col testo della Creazione. Nel secondo incontro leggiamo anche il testo della Creazione nel Libro Sacro dell Islam tratto da LE RISORSE PIEMME Scuola): Analizziamo il testo e lo dividiamo in sequenze. Proponiamo di nuovo un attività a coppie per creare un nuovo libretto: gli alunni disegnano, ritagliano, incollano, con varie tecniche (collage, pop-up, ) e vari materiali per rappresentare le sequenze stabilite. La prima coppia che termina il lavoro si occupa di realizzare la copertina del libretto: LA CREAZIONE SECONDO L ISLAM. Tutta l attività può essere suddivisa diversamente sulla classe a seconda del numero di alunni: con classi poco numerose è ottimale la proposta sopra descritta, ma se la classe raggiunge il numero di 20 alunni o più, è preferibile fare le letture dei due testi e l inizio dei lavori a coppie nella stessa lezione e rimandare nella seconda lezione il termine dei libretti. Il tempo utile è pressoché lo stesso. Ecco un lavoro che gli alunni della classe 4^ di Credera hanno prodotto nell a.s. 2007/08:

14 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 14

15 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 15

16 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 16

17 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 17 VALENZA EDUCATIVA: scoprire ciò che i Libri Sacri dicono a proposito della Creazione. L IRC apre l alunno al confronto critico verso le verità delle diverse religioni sottolineando come l uomo cerchi risposte di senso alle proprie domande di vita. 7 incontro (2 ore) materiale: poesia Donare un sorriso di P. J. Faber la parola PACE tradotta in varie lingue e scritta su dei foglietti, uno per ogni alunno cartellone iniziato precedentemente g) Un sorriso per la pace Se abbiamo provveduto a rilegare i libretti possiamo rileggere i testi della Creazione e visionare insieme agli alunni il loro bel lavoro di gruppo, condividendo difficoltà e soddisfazioni. Spieghiamo ai ragazzi che oggi concluderemo il nostro piccolo percorso nei Testi Sacri delle religioni con una poesia che ci invita a riflettere: leggiamo lentamente Un sorriso per la pace. Li invitiamo quindi a preparare il quaderno a pagina nuova, a scrivere il titolo e l autore della poesia e a scriverla (o ad incollare il testo che gli consegneremo):

18 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 18 Dialoghiamo con loro sul significato che il poeta vuole esprimere. Proponiamo di sottolineare le parole gentili e chiediamo loro il motivo della loro scelta: perché sottolineiamo questa parola? Cosa ti ricorda? Quando viene usata? Da chi? Portiamo gli alunni a riflettere sul fatto che tutte le religioni insegnano la pace e diamo ai ragazzi un biglietto con la traduzione di pace in una lingua del mondo. Invitiamo la classe a terminare il cartellone: aggiungiamo nella metà lasciata libera la dicitura TUTTE LE RELIGIONI CERCANO LA e consegniamo ad ognuno un foglietto sul quale realizzeranno la parola PACE con la scrittura e le decorazioni che preferiscono, ognuno in una lingua diversa. Man mano che terminano applicano i foglietti sotto la dicitura. Mentre realizzano le parole PACE scriviamo alla lavagna delle domande alle quali gli alunni risponderanno sul quaderno, dopo il testo della poesia: - Chi ti ha sorriso per primo oggi? - Tu, a chi ami sorridere? - A chi fai fatica a sorridere? (senza pretendere un nome, può essere una risposta generica, ad esempio: Chi mi scherza ) - Il sorriso spesso aiuta a fare la pace con qualche amico, aiuta a conoscere qualcuno di nuovo, aiuta a farsi perdonare per un pasticcio. Pensa a quando ti è capitato uno di questi eventi, raccontalo e disegna una scena. VALENZA EDUCATIVA: comprendere che la pace non è fatta di grandi gesti e di grandi parole. L IRC guida l alunno a comprendere ed interiorizzare che i piccoli gesti concreti aiutano la pace a germogliare in tutti gli ambienti in cui viviamo.

19 Classe Quarta Percorso Rosso Primo bimestre 19

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio 4 Minuti Cosa Uno studio biblico di sei settimane ci riserva il Futuro Precept Ministry International Kay Arthur George Huber Distribuito da : Precept Minstry Italia Traduzione a cura di Luigi Incarnato

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI INGRESSO Si mostra sereno Ricerca gli altri bambini Porta gli oggetti a scuola SERVIZI IGIENICI Ha il controllo sfinterico

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

La guerra delle posizioni

La guerra delle posizioni www.maestrantonella.it La guerra delle posizioni Gioco di carte per il consolidamento del valore posizionale delle cifre e per il confronto di numeri con l uso dei simboli convenzionali > e < Da 2 a 4

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Tante volte mi è stato chiesto come si recita l Ufficio delle Ore (Lodi, Vespri, ecc.). Quindi credo di fare cosa gradita a tutti, nel pubblicare questa spiegazione

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

AS-SALÂMU ALAYKUM CHE LA PACE SIA CON VOI!

AS-SALÂMU ALAYKUM CHE LA PACE SIA CON VOI! بسم الله الرحمان الرحيم Nel Nome di Allah, il sommamente Misericordioso, il Clementissimo AS-SALÂMU ALAYKUM CHE LA PACE SIA CON VOI! (per piccoli Musulmani dai 5 agli 8 anni) بسم الله الرحمان الرحيم Nel

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14

5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14 5. DOV'È L'AGNELLO PER L'OLOCAUSTO? Il sacrificio di Isacco Genesi 22,1-14 1.LA STORIA Il capitolo 22 del libro della Genesi è uno dei testi fondamentali nell Antico Testamento. Il testo appartiene ad

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING per bambini di 4-6 anni di CRISTINA RUINI Esperienze di gioco-orienteering svolte nell anno scolastico 2009-2010 alla scuola d infanzia di Longera (Trieste) Questa è una raccolta

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

CURSOS AVE CON TUTOR

CURSOS AVE CON TUTOR CURSOS AVE CON TUTOR DOMANDE PIÙ FREQUENTI (FAQ) A che ora ed in quali giorni sono fissate le lezioni? Dal momento in cui riceverai le password di accesso al corso sei libero di entrare quando (24/24)

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli