Giappone. A colpo d occhio. Profilo economico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giappone. A colpo d occhio. Profilo economico"

Transcript

1 Giappone A tutti serve una mano quando visitano un paese per la prima volta. Ci sono frasi da imparare, consuetudini a cui abituarsi e norme di comportamento da osservare. Questo vademecum vi svelerà alcuni aspetti del Giappone, aiutandovi così ad affrontare con disinvoltura anche il vostro primo viaggio nel paese. A colpo d occhio Nome completo del paese: Stato del Giappone, in giapponese Nihon-koku ( 日 本 国 ) Superficie: kmq Popolazione: abitanti Capitale: Tōkyō (popolazione dell intera municipalità: abitanti) Fuso orario: Il Giappone si trova otto ore avanti rispetto all Italia (sette quando il nostro paese adotta l ora legale) Popoli: gruppo etnico dominante è il popolo Yamato, altri popoli minoritari includono gli indigeni Ainu (nel Nord) e i Ryukyuani (a Sud) Lingua: giapponese (a Kyoto e Osaka è diffuso anche il dialetto locale) Religione: il Giappone gode di piena libertà religiosa; la maggioranza è legata a santuari locali e culti shinto; molti seguono una commistione di shinto e buddismo (84%). Ordinamento dello stato: monarchia parlamentare ereditaria Imperatore: Akihito (2013) Primo ministro: Shinzo Abe (2013) Profilo economico PIL: 4575,53 miliardi di dollari PIL pro capite: dollari Tasso annuale di crescita: 0,9% Inflazione:0,9% Settori/prodotti principali: industria automobilistica, prodotti di alta tecnologia, macchine per ufficio, prodotti chimici, elettronica, semiconduttori, acciaio, metalli non ferrosi, cantieri navali, prodotti tessili, industria alimentare, riso, barbabietole da zucchero, verdura, frutta, bovini, ovini, suini, uova, latticini, pesce Partner economici: USA, Cina, Corea del Sud, Taiwan, Hong Kong, Indonesia, Australia

2 Prima di partire Quando andare Alta stagione (aprile-maggio, agosto) I voli sono più costosi durante la Settimana Dorata (inizio maggio) e nei giorni della festa buddhista dell O-Bon (metà agosto) e di Capodanno. Lo Honshū, l'isola più grande del Giappone, è affollato durante la fioritura dei ciliegi (fine marzo-inizio aprile) e in novembre. Media stagione (giugno-luglio, settembre-dicembre) A giugno e luglio è la stagione delle piogge in quasi tutto il Giappone (tranne in Hokkaidō): non piove tutti i giorni, ma è molto umido. Da settembre a metà dicembre il clima è solitamente fresco e il cielo terso. Bassa stagione (gennaio-marzo) L inverno è fresco o freddo in quasi tutto lo Honshū, ma è un buon periodo per viaggiare. Compare la neve sulle montagne. estati molto calde, inverni miti estati calde, inverni freddi Takayama aprile-ottobre # Tōkyō # tutto l anno # Kyōto marzo-giugno o settembre-novembre # Sapporo aprile-ottobre Tōkyō C/ F Temp 40/104 Precipitazioni pollici/mm 16/400 30/86 20/68 10/50 0/32 12/300 8/200 4/100 # Naha marzo-novembre -10/14 G F M A M G L A S O N D 0 Sapporo C/ F Temp 40/104 Precipitazioni pollici/mm 16/400 Naha C/ F Temp 40/104 Precipitazioni pollici/mm 16/400 30/86 20/68 10/50 0/32 12/300 8/200 4/100 30/86 20/68 10/50 0/32 12/300 8/200 4/100-10/14 G F M A M G L A S O N D 0-10/14 G F M A M G L A S O N D 0 Preparare la valigia: come vestirsi Nei luoghi pubblici si indossano quasi ovunque abiti informali, ma in occasione di un invito a cena, se non vi è stato espressamente indicato come casual, è preferibile un abbigliamento formale; anche nelle situazioni legate al lavoro e agli affari sarà opportuno un look decisamente compassato e classico. In linea di massima, gli uomini dovrebbero portare pantaloni lunghi e di colore scuro e una camicia con cravatta; le donne possono optare per vestiti, gonne o pantaloni, ma sempre improntati a una sobria eleganza. Cambio della valuta La Maccorp Italiana S.p.a. offre un servizio di cambio valuta; per prenotare online i vostri yen dal sito consultate la scheda dettaglio specifica. La moneta giapponese è lo yen ( ). La corretta pronuncia giapponese della parola yen è en, senza il suono y. monete e banconote 1 moneta; in alluminio, molto leggera 5 moneta; color bronzo, forata al centro 10 moneta; color rame 50 moneta; color argento, forata al centro 100 moneta; color argento 500 moneta; grande, color argento 1000 banconota 2000 banconota (rara) 5000 banconota banconota Vaccinazioni consigliate Non sono richiesti particolari vaccini per entrare nel paese. Tuttavia, l Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia a tutti i viaggiatori di vaccinarsi o di controllare la validità delle vaccinazioni effettuate contro l epatite virale A, l epatite virale B, la difterite e il tetano, indipendentemente dalla destinazione.

3 Molti vaccini non garantiscono l immunità fino ad almeno due settimane dopo la loro somministrazione, pertanto consultate il vostro medico o un centro di medicina dei viaggi almeno quattro settimane prima della partenza. Documenti per l'ingresso in Giappone Per entrare in Giappone bisogna avere con sé il passaporto, che dev'essere valido per tutta la durata del soggiorno. Se il vostro stesse per scadere, procuratevene uno nuovo: le autorità non vi consentiranno l ingresso (e non concederanno il visto) se il vostro passaporto avrà una validità residua inferiore a quella del visto. All arrivo Trasporti per/dagli aeroporti Indichiamo i principali scali aerei internazionali e le modalità di spostamento per/dall'aeroporto al centro delle città. Narita International Airport Taxi: Narita Express: treno che collega l aeroporto alla città di Tōkyō (fino al centro 2940, 53 min) Limousine Bus: 3000, 2 h per arrivare in città Haneda (Tōkyō International Airport) Taxi: 6000 Treno: un veicolo su monorotaia collega l aeroporto alla città di Tōkyō (fino al centro 470, 25 min); l Airport Rapid Limited Express della Linea Keikyu collega l aeroporto alla stazione ferroviaria di Shinagawa ( 400, 16 min) Limousine Bus: 1000, 45 min per arrivare in città Kansai International Airport Lo scalo serve le principali città del Kansai, ovvero Kyōto, Ōsaka, Nara e Kōbe Treno: Airport Express per Kyōto ( 2900, 78 min); Nankai Express Rapid per Ōsaka ( 1390, 35 min) Limousine Bus: 2500, 90 min per Kyōto; 1500, 50 min per Ōsaka; 1900, 1 h e 15 min per Kōbe Informazioni pratiche Elettricità 100v/50hz/60hz Nel paese viene erogata corrente elettrica alternata a 100 volt, che a Tōkyō e nel Giappone orientale ha una frequenza di 50 Hz, mentre nel Giappone occidentale (dove si trovano Nagoya, Kyōto e Ōsaka) ha una frequenza di 60 Hz. La maggior parte degli apparecchi elettrici prodotti in altre parti del mondo funziona anche in Giappone. Le spine giapponesi sono piatte e a due poli: munitevi di un adattatore. Internet e media In breve Connessioni cavo LAN più diffuso del wi-fi Tariffe internet bar da 200 a 700 l ora Se avete intenzione di recarvi in Giappone con il vostro portatile, dovrete innanzi tutto accertarvi che sia compatibile con la corrente giapponese e che la spina si adatti alle prese. Trasformatori e adattatori sono ampiamente disponibili nei quartieri dei negozi di elettronica, come Akihabara a Tōkyō, Den Den Town a Ōsaka o Teramachi-dōri a Kyōto. Troverete numerosi internet bar ( l'ora) e altri punti di accesso alla rete nelle principali città giapponesi. In genere, le connessioni sono veloci (DSL o ADSL) e affidabili. Il collegamento wi-fi o internet mobile è dappertutto, ma nella maggior parte dei casi è disponibile esclusivamente per chi sottoscrive uno dei numerosi servizi offerti, cosa che potrebbe risultare non così facile per i viaggiatori (soprattutto per coloro che non parlano né leggono il giapponese). Freespot Map (www.freespot.com/users/map_e.html) ha un elenco di internet hot spot; non è esaustivo e le cartine sono in giapponese, ma è abbastanza utile. Se neanche questo funziona, ecco altre possibilità per collegarsi in rete: FON Network Praticamente in tutti gli Starbucks c è il collegamento wi-fi FON. I foneros (soci FON) possono collegarsi gratuitamente; i non soci possono usare i servizi di Google, come ad esempio Gmail, gratuitamente. Gli altri servizi sono a pagamento (è possibile pagare con la carta di credito). SIM card Se avete con voi un dispositivo per collegarvi a internet che sia compatibile con una SIM card, potete acquistare una SIM card B-Mobile abilitata al traffico dati in uno dei principali negozi di elettronica. Questo in genere consente un uso illimitato di internet per un certo periodo di tempo (in genere un mese). Boingo I sottoscrittori del piano globale Boingo (www.boingo.com) possono utilizzare il wi-fi della BB Mobilepoint presso i ristoranti McDonald s. Connessioni internet portatili Potrete noleggiare SIM card abilitate al traffico dati, chiavette USB o dispositivi wi-fi portatili da numerose compagnie telefoniche. L opzione più

4 facile da usare con un servizio in inglese è fornita da Rentafone Japan (www.rentafonejapan.com), che offre due tipi di wi-fi portatili a partire da 3900 a settimana con uso illimitato. Rispetto agli hotel occidentali, in quelli giapponesi il wi-fi è assai poco comune: circa un terzo degli hotel giapponesi lo mette a disposizione gratuitamente, un altro terzo lo fa pagare e l ultimo terzo non lo prevede. È molto più probabile che l accesso a internet sia disponibile in camera attraverso un cavo LAN che potrete chiedere gratuitamente alla reception (ma forse vi converrà portarvene uno vostro, per evitare di doverlo chiedere ogni volta che vi spostate). Le connessioni LAN in genere funzionano bene, ma potrebbe capitare di avere qualche problema (che non è detto il personale della reception riuscirà a risolvere) a causa dell incompatibilità del software con l hardware oppure per problemi di configurazione. I tre importanti quotidiani in lingua inglese sono il Japan Times, il Daily Yomiuri e l Asahi Shimbun/International Herald Tribune. Nelle città più grandi si trovano in vendita nelle librerie, nei negozi di generi vari, nelle edicole delle stazioni ferroviarie e in alcuni hotel. Nelle zone rurali a volte non si trovano affatto. Nelle grandi librerie delle principali città si vendono anche alcune riviste straniere. Per una panoramica sui principali quotidiani giapponesi: o Negli ultimi anni è aumentato il numero di stazioni radiofoniche che si rivolgono alla popolazione straniera del Giappone. InterFM (76.1FM; co.jp/) è una delle più seguite dagli stranieri residenti a Tōkyō. Nel Kansai l equivalente è FM Cocolo (76.5FM; Vi consigliamo di seguito alcuni siti web utili per avere un quadro generale del paese: Lonely Planet Italia (www.lonely planetitalia.it) Informazioni, forum di viaggiatori e altro. Japan National Tourist Organization (JNTO; Sito ufficiale per il turismo. Tōkyō Sights (www.tokyotojp.com) Numeri telefonici, orari, prezzi dei principali siti turistici. Rikai (www.rikai.com) Traduzioni dal giapponese all inglese. GiapponeGiappone (www.giapponegiappone.it) News dal Giappone (http://newsdalgiappone.com) Selezione di notizie di cronaca e non solo. Dal Giappone (http://massa.typepad.com) Blog sulla cultura nipponica tenuto da un giapponese appassionato dell'italia. Lingua La pronuncia del giapponese non è troppo ostica visto che la maggior parte dei suoni esiste anche in italiano. È importante osservare la distinzione tra vocali brevi e lunghe, in quanto la lunghezza vocalica può cambiare il significato di una parola. La durata delle vocali lunghe (ā, ē, ī, ō, ū) dovrebbe essere doppia rispetto a quella delle vocali brevi. Ecco qualche dritta per leggere al meglio le trascrizioni in lettere romane: ch si legge come la c di cena sh si legge come la sc di sci la j si legge come la g di gelato, mentre la g si legge come in ghiaccio la h è sempre aspirata la r si pronuncia a metà tra la r e la l la u non si legge quando segue ts o s in finale di parola, e spesso quasi non si sente quando è compresa tra due consonanti La conoscenza dell inglese non vi garantirà di comunicare con la gente del posto. L idea imperante che i giapponesi siano impenetrabili o perfino bizzarri fa parte di stereotipi che affondano le radici nella lingua: pochi giapponesi sono in grado di parlare bene l inglese. Questa difficoltà deriva in gran parte da un infelice sistema didattico ed è aggravata da una timidezza innata, da tendenze perfezioniste e dalla natura stessa della lingua giapponese, che contiene un minor numero di suoni rispetto alle principali lingue del mondo, rendendo più difficile la pronuncia di qualsiasi idioma straniero. Pertanto l atteggiamento che a un osservatore di passaggio può apparire come impenetrabile e quasi irritante corrisponde a una semplice incapacità di comunicare in modo efficace. Uno straniero che riesca a imparare il giapponese e a parlarlo in modo fluente scoprirà un popolo dai pensieri e sentimenti molto simili a quelli degli abitanti di altre nazioni. Il giapponese scritto nasce dalla fusione di tre sistemi di scrittura diversi. Il primo, il kanji, è costituito da ideogrammi, che rappresentano un concetto o un oggetto, mentre gli altri due, l hiragana e il katakana, sono scritture sillabiche ; il katakana, in particolare, nasce dall esigenza di rappresentare sillabe di parole con origine straniera. Moneta locale e banche Per pagare Carte di credito Sono accettate in molti hotel e centri commerciali, ma solo in alcuni ristoranti e ryokan (le pensioni giapponesi tradizionali). Il pagamento in contanti costituisce tuttora la norma. In ogni caso, se decidete di portare con voi una carta di credito, tenete presente che la più utile è la Visa, seguita da MasterCard, AmEx e Diners Club. Bancomat I bancomat degli uffici postali e di alcuni minimarket accettano le tessere straniere. I bancomat postali in genere sono operativi dalle 9 alle 17 dal lunedì al venerdì e dalle 9 alle 12 il sabato, mentre sono chiusi la domenica e i festivi. Potrete prelevare denaro contante con la carta di debito anche nei negozi di generi vari 7-Eleven ( sebun erebun ). Le carte estere funzionano anche agli sportelli della Citibank Japan (www.citibank.co.jp/en/branch/index.html). Verificate presso la vostra banca se in Giappone può essere utilizzato lo stesso codice PIN usato in Italia. Mance In Giappone l abitudine di lasciare la mancia è poco diffusa. Per dimostrare la propria gratitudine a qualcuno è preferibile offrirgli un piccolo dono. Se proprio decideste di regalare del denaro (per esempio, alla cameriera di una ryokan), mettetelo prima in una busta. Travellers cheque Data la scarsa propensione ad accettare carte di credito, potrebbe essere una buona idea portare qualche travellers cheque come riserva. Come in molti altri paesi, anche qui il dollaro americano è ancora la valuta prescelta per cambiare i contanti o per incassare i travellers cheque. Costi in Giappone In occidente il Giappone ha fama di paese molto costoso, ma in realtà il costo della vita non è poi così elevato, almeno rispetto alle grandi città europee, soprattutto da quando si è esaurito il boom economico. Ecco qualche consiglio per contenere il budget: Alloggio Prediligete le ryokan, piccole locande molto pittoresche, che sono meno costose e più familiari ; le troverete per esempio nei quartieri più tradizionali di Tōkyō, come Ueno e Yanaka o anche in Asakusa, che è il quartiere dei viaggiatori zaino in spalla e ospita la più alta concentrazione di ostelli. Cibo Molti dei ristoranti più cari di Tōkyō sono relativamente economici a pranzo, e comunque il rapporto qualità-prezzo è migliore rispetto alla sera. Dopo le 17 gli alimentari, le panetterie e anche le aree ristorazione dei grandi magazzini riducono i prezzi dei bentō (pranzi confezionati con riso, un piatto principale e sottaceti o insalata), prodotti da forno e sushi: ed ecco pronta per voi un economica cena da asporto. Shopping Fate scorta di articoli vari (nonché di cibo e souvenir) nei negozi tutto a 100. Cercate le insegne con la scritta 100. Budget giornaliero Meno di 8000 Camera in pensione: 2800 Due pasti: 2000 Biglietto treno/autobus: 1500 Ingresso a un tempio/museo: 500

5 Spese varie: Camera in business hotel: 9000 Due pasti: 4000 Biglietto treno/autobus: 1500 Ingresso a 2 templi/musei: 1000 Spese varie: 2000 più di Camera in hotel di lusso: Due pasti: 6000 Biglietto treno/autobus/taxi: 4500 Ingresso a due templi/musei: 1000 Spese varie: 2000 Numeri utili Ambulanza e vigili del fuoco %119 Assistenza telefonica in inglese % (dalle 9 alle 17 da lunedì a venerdì) Informazioni elenco abbonati %104 (la chiamata costa da 60 a 150) Operatore internazionale %0051 Polizia %110 Servizio informazioni internazionali %0057 Ambasciate e consolati italiani in Giappone Ambasciata d Italia Tōkyō (% ; fax ; Mita, Minato-ku, Tōkyō) Consolato generale d Italia Ōsaka (% ; fax ; Asahi Shimbun Bldg 11F, 3-2-4,Nakanoshima, Kita-ku, Ōsaka) Consolati giapponesi in Italia Sezione consolare dell ambasciata a Roma (% ; fax ; Via Quintino Sella 60, Roma) Consolato di Milano (% ; fax ; Via Privata Cesare Mangili 2/4, Milano); vi è inoltre un consolato generale onorario a Napoli Telefono I numeri telefonici giapponesi sono così composti: prefisso indicativo della zona + prefisso indicativo della località + numero. Non bisogna digitare il prefisso della località quando si telefona dalla stessa zona. I numeri verdi iniziano con %0120, 0070, 0077, 0088 e Schede telefoniche Per fare una telefonata internazionale dal Giappone il modo più semplice è procurarsi una scheda telefonica prepagata internazionale. In quasi tutti i negozi di generi vari sono in vendita uno o più tipi delle seguenti schede, che funzionano con qualunque telefono a pagamento: KDDI Superworld Card NTT Communications World Card SoftBank Telecom Comica Card Le chiamate internazionali a pagamento si possono effettuare dai telefoni grigi ISDN. Questi apparecchi in genere si trovano nelle cabine telefoniche con la scritta International & Domestic Card/Coin Phone. Purtroppo, sono rari: cercate di localizzarli nelle lobby degli alberghi di lusso e negli aeroporti. Anche alcuni dei nuovi telefoni verdi delle cabine telefoniche consentono di effettuare chiamate internazionali. Il costo della chiamata viene calcolato in base al numero degli scatti, uno ogni sei secondi, quindi una rapida telefonata a casa potrebbe costarvi circa 100. Le chiamate a carico del destinatario possono essere effettuate da qualunque telefono a pagamento. Le tariffe ridotte sono in vigore dalle 23 alle 8. Ricordate che anche le chiamate nazionali costano meno se effettuate al di fuori degli orari standard. Telefonate urbane Il sistema telefonico giapponese è affidabile ed efficiente. Le chiamate urbane dai telefoni pubblici costano 10 al minuto; le monete da 10 non utilizzate vengono restituite al termine della telefonata, mentre il resto di quelle da 100 va inevitabilmente perduto. In linea generale, per evitare di essere sempre alla ricerca di monetine, vi suggeriamo di acquistare una scheda telefonica (terefon kādo) al vostro arrivo nel paese. Le schede telefoniche sono disponibili in tagli da 500 e 1000 (quest ultima vi permetterà di usufruire di un bonus di 50) e possono essere utilizzate nella maggior parte dei telefoni a pagamento verdi e grigi. Telefoni cellulari In Giappone funzionano solo i telefoni 3G e le SIM card sono molto difficili da trovare: noleggiare un cellulare è dunque la soluzione più semplice e comune. Mobile Phone Japan (% ; noleggia telefoni cellulari a tariffe che partono da 2900 a settimana. Le chiamate in entrata, sia nazionali sia internazionali, sono gratuite e le chiamate nazionali in uscita costano 90 al minuto. Rentafone Japan (% ; noleggia telefoni a partire da 3900 a settimana e offre la consegna a domicilio gratuita. Il costo delle chiamate nazionali/internazionali è di 35/45 al minuto. Chiamate da/per l Italia Per chiamare il Giappone dall Italia: % prefisso della località senza lo zero + numero telefonico desiderato. Per chiamare l Italia dal Giappone: % della città italiana con lo zero + numero telefonico desiderato.

6 Cultura, società e lavoro In società: relazionarsi con i giapponesi Norme di comportamento L'etichetta giapponese è regolata da una lunga serie di rigide regole. State tranquilli, i giapponesi non si aspettano che uno straniero le conosca alla perfezione. Di seguito trovate alcuni suggerimenti su come muovervi nelle situazioni più comuni in cui potreste ritrovarvi. Saluti Stringete la mano ai vostri conoscenti e amici se ve la offrono, perché il saluto sarebbe da fare con un leggero inchino. Dite konnichiwa per salutare di giorno e konbanwa come buona sera e otsukarema deshita per congedarvi dai compagni di lavoro; mata ne è un arrivederci adatto a situazioni di maggiore dimestichezza. Molto confidenziale è doumoo. Ricordate che, come avviene in altri paesi asiatici, nei nomi di persona giapponesi il cognome precede il nome di battesimo (a meno che, per facilitarvi, non venga adottata la convenzione occidentale). Gestualità Soffiarsi il naso in pubblico è giudicato molto disdicevole. Al contrario, tirare su col naso non è considerato maleducato. Tenete a mente che il tipico gesto italiano per chiedere Quanto costa? (sfregando pollice, indice e medio) in Giappone equivale a una proposta indecente. Chiedere aiuto Per chiedere informazioni o attirare l attenzione di qualcuno iniziate con Sumimasen ( Mi scusi ); per scusarvi dite Gomennasai ( Mi dispiace ). Ospitalità Toglietevi le scarpe quando entrate in una casa privata o per lo meno offritevi di farlo. Anche in taluni ristoranti potrebbe essere obbligatorio, e lo è anche nella sala interna di un tempio e in qualsiasi luogo in cui si calpesti un tatami. Lasciate la scarpe vicino al tatami (vale a dire: non fate altri passi sul pavimento prima di salire sul tatami). Educazione È considerato poco educato mangiare o bere per strada (ma non in treno). Le pantofole igieniche usate nei bagni non possono essere indossate altrove. I giapponesi fanno il bagno in un onsen (fonte termale) dopo essersi lavati e lo fanno in una vasca comune, perciò è fondamentale pulirsi bene prima di immergersi. Regali Ai morti viene donato un unico fiore, per cui gli omaggi floreali in tutte le altre situazioni devono essere costituiti da almeno due fiori (ma non quattro, perché questo numero si pronuncia in modo simile alla parola morte ). In generale non si fanno regali in numero pari (o con un numero pari di componenti) e devono essere di modesto valore. Se ricevete un regalo incartato non apritelo di fronte a chi ve lo ha donato, e non aspettatevi che lo faccia la vostra controparte giapponese. Ridere e sorridere i giapponesi hanno l'abitudine di coprirsi la bocca quando ridono, se non in situazioni in cui la risata è dovuta all'imbarazzo. Saluti e conversazioni di base I giapponesi utilizzano una serie di complessi registri linguistici a seconda dei rapporti che intercorrono con l interlocutore, del contesto in cui i parlanti si trovano e della gerarchia sociale. Lo stile cortese è il più appropriato alle situazioni in cui vi troverete. Ecco alcune espressioni utili: Ciao. こんにちは kon ni chi wa Arrivederci. さようなら sa yō na ra Sì. はい hai No. いいえ ī e Per favore. ください ku da sai Grazie. ありがとう a ri ga tō Mi scusi. すみません su mi ma sen Mi dispiace. ごめんなさい go men na sai Non c è di che. どういたしまして dō i ta shi mash te Come sta? お 元 気 ですか? o gen ki des ka Bene. E lei? はい 元 気 です hai, gen ki des あなたは? a na ta wa Come si chiama? お 名 前 は 何 ですか? o na ma e wa nan des ka Mi chiamo 私 の 名 前 は wa ta shi no na ma e wa です des Parla inglese? 英 語 が 話 せますか? ē go ga ha na se mas ka Non capisco. わかりません wa ka ri ma sen Autocontrollo Ai giapponesi piace molto chiacchierare, ma evitate di criticare con troppa enfasi gli aspetti della cultura giapponese, perché potreste offendere i vostri interlocutori. Non date in escandescenze e non urlate, altrimenti farete cattiva impressione. Il linguaggio del corpo La comunicazione non verbale nella cultura nipponica è così importante che esistono libri per gli stranieri (gaijin) che illustrano la corretta interpretazione dei segni. Il ben noto indulgere generosamente in ringraziamenti e inchini è il risultato di una cultura che porta a evitare il più possibile situazioni che possono alterare l armonia, la vera chiave dei valori nipponici, insegnati fin dalla prima infanzia. Esiste perciò la tendenza a presentare ciò che potrebbe risultare spiacevole con modi gentili e indiretti. Inoltre, sentimenti ed emozioni vengono semplicemente resi con toni di voce differenti, spesso privilegiando messaggi non verbali, perché si pensa che le parole da sole potrebbero generare dei fraintendimenti. Anche il silenzio è considerato un valore, e una persona che parla poco e non evita i silenzi è generalmente considerata più affidabile di chi parla molto. Essere accigliati può venire interpretato come disaccordo con quanto si sta dicendo, con il rischio di cadere in una situazione di 'disarmonia', perciò i giapponesi tendono a mantenere un espressione neutra. Guardare negli occhi una persona è considerato invasivo e maleducato, soprattutto se ci si rivolge a un anziano: in Giappone il rispetto per l età avanzata e le gerarchie è considerato un valore fondamentale. Il galateo giapponese Molti visitatori sono preoccupati all idea di commettere qualche terribile sbaglio in fatto di galateo. Questo è abbastanza naturale: dopo tutto, il Giappone è una società relativamente formale, con un complesso sistema di regole di comportamento e consuetudini. E non addentriamoci nel sistema degli onorifici della lingua, che fa apparire il tu/lei dell'italiano come un gioco da bambini. Tuttavia, non ci stancheremo mai di ripeterlo: non preoccupatevi. Nessuno si aspetta che conosciate tutte le regole del galateo e nessuno vi osserverà come un falco per stanare l errore. Quindi la prima regola è questa: comportatevi con gentilezza come fareste nel vostro paese e difficilmente sbaglierete. Detto questo, ecco un elenco di cose da ricordare, che vi faranno guadagnare punti con i giapponesi.

7 Usate entrambe le mani quando porgete il vostro biglietto da visita a qualcuno o quando lo ricevete. Lo stesso vale per i regali e i documenti importanti. Se dovete dare del denaro a qualcuno, mettetelo in una busta. I templi sono edifici religiosi, quindi l abbigliamento e il comportamento devono essere appropriati: non entrate nei giardini o nelle sale dei templi vestiti come se doveste trascorrere una giornata in spiaggia e parlate a voce bassa quando vi trovate all interno. I santuari sono un po più informali, ma evitate comunque infradito e pantaloncini corti. Tenete sempre a mente le difficoltà linguistiche quando parlate con i giapponesi. Alcune persone si impegneranno molto per capire che cosa state dicendo, ma non tutti parlano l inglese. Parlate lentamente, sorridete e usate frasi brevi e semplici. Non aspettatevi molta flessibilità: non tutti i ristoranti sono disposti a modificare i loro piatti per adattarli alla dieta o alle preferenze dei clienti e non tutte le ryokan dispongono di ciabatte o di futon abbastanza grandi per gli stranieri dalla corporatura robusta. Ricordate che, quasi sempre, stanno facendo del loro meglio per esservi d aiuto e anche che, allo stesso tempo, pochi giapponesi si lamentano o richiedono servizi speciali in situazioni simili. Incontri per strada Il gesto più comune usato dai giapponesi nei saluti è l inchino, che accompagna anche le presentazioni, i ringraziamenti e i commiati. In Giappone un bell inchino è spesso paragonato a una pianta di riso matura che ondeggia al vento: più la persona è matura, più profondo sarà l inchino. Per contro, un inchino mal fatto è indice di maleducazione e di immaturità. Data la vostra condizione di stranieri, i giapponesi non si aspettano che voi siate in grado di eseguire il gesto alla perfezione: un cenno con il capo sarà sufficiente. I baci e gli abbracci sono ancora rari in Giappone, tranne che fra parenti o amici molto stretti. Per quel che riguarda le strette di mano, è meglio aspettare che siano i vostri interlocutori a compiere per primi il gesto: lasciate che siano loro a porgere la mano, se se la sentono. Presentazioni In Giappone normalmente ci si rivolge alle persone usando il cognome, cui si aggiunge il suffisso san (さん), es. su zu ki san ( 鈴 木 さん). Non usate quindi i nomi di battesimo, a meno che non veniate esplicitamente invitati a farlo. Spesso le persone vengono chiamate con il loro titolo invece che con il nome. Forse noterete anche che gli anziani si rivolgono ai bambini o alle donne giovani con il suffisso chan (ちゃん), che aggiunge una connotazione affettuosa. Sig./Sig.na/ Sig.ra/Miss さん san Signore/Signora さま sama Argomenti di conversazione L unicità e la peculiarità dei giapponesi sono fra gli argomenti di conversazione preferiti dagli osservatori occidentali come dai giapponesi stessi. Si è sviluppata una società che dà molta importanza all identità di gruppo e all armonia sociale: in un simile contesto, l essere accondiscendenti e il tenere per sé le opinioni personali e i propri sentimenti è importante per preservare l armonia sociale. Perciò lo scambio di idee, i dibattiti e le discussioni accalorate, comuni nelle società occidentali, sono fenomeni piuttosto rari in Giappone. E la reticenza a condividere i pensieri più intimi e profondi contribuisce a delineare agli occhi degli occidentali l immagine di un popolo misterioso. I giapponesi in genere tendono a non discutere di politica in pubblico e solitamente non dicono per quale partito votano. Ricordate che le affermazioni molto nette riguardo al Giappone e alla cultura giapponese possono causare offesa, per cui è meglio evitarle. La donna in Giappone La società tradizionale giapponese relegava in casa il ruolo della donna, dove in qualità di casalinga esercitava un notevole potere, perché si occupava di tutte le questioni economiche, gestiva l educazione dei figli e, in un certo senso, dirigeva l intero nucleo familiare. Tuttavia, sin dall inizio del periodo Meiji (seconda metà dell'ottocento, quando la struttura sociale giapponese cominciò a seguire i modelli occidentali) questo modello tradizionale è stato raramente applicato nella realtà: infatti le donne hanno spesso lavorato nei campi al fianco degli uomini e in epoche meno remote la carenza di manodopera ha fatto sì che molte trovassero un impiego in fabbrica. La situazione contemporanea è molto complessa. Naturalmente esistono dei casi che rispecchiano in pieno queste tacite regole sociali: alcune donne giapponesi, infatti, tendono a preferire corsi universitari più brevi, spesso in istituti femminili, perché ritengono che un certo livello di istruzione sia vantaggioso per concludere un buon matrimonio, ma una volta sposate lasciano ai mariti la responsabilità di provvedere al sostentamento della famiglia. Tuttavia sempre più donne giapponesi scelgono di evitare o posticipare il matrimonio per seguire le proprie ambizioni di carriera. Non possiamo ancora parlare però di 'rivoluzione sociale', visto che le donne giapponesi sono ancora sottorappresentate in politica e nelle alte sfere dirigenziali, mentre in ambito impiegatizio rivestono un importanza significativa. In parte il motivo risiede nella discriminazione dei sessi all interno delle aziende giapponesi, ma non vanno trascurate neanche le aspettative sociali: le donne giapponesi sono costrette a scegliere fra la carriera e la famiglia. Da un lato la maggior parte delle aziende rifiuta di assumere donne per posizioni di carriera, dall'altro molti uomini non sono interessati a sposare una donna con ambizioni lavorative; pertanto le donne non sono incoraggiate a uscire dal tradizionale ruolo di genere per intraprendere una carriera. Le donne che invece scelgono un lavoro a tempo pieno devono subire una delle peggiori sperequazioni salariali basate sul sesso del mondo industrializzato: le donne giapponesi guadagnano soltanto il 66% rispetto ai colleghi maschi, in confronto al 76% degli Stati Uniti, all 83% del Regno Unito e all 85% dell Australia (secondo le cifre fornite dai rispettivi governi). In politica la situazione è perfino peggiore: le donne giapponesi occupano solo il 10% dei posti in Parlamento. Il Giappone è un paese relativamente sicuro per le donne che viaggiano da sole, benché forse non così sicuro come si potrebbe pensare. Si ritiene infatti che molti crimini commessi contro le donne non vengano denunciati, soprattutto se le vittime sono giapponesi. Le viaggiatrici possono essere occasionalmente bersaglio di molestie verbali e commenti indiscreti. Le vere e proprie aggressioni sono molto rare, ma in qualche caso si sono verificate. Diverse compagnie ferroviarie hanno introdotto di recente vagoni per sole donne, così da proteggere le viaggiatrici dai chikan (molestatori che girano su treni affollati). Di solito queste carrozze sono riservate alle donne nelle ore di punta dei giorni feriali sulle linee più frequentate. Sulle banchine vedrete i cartelli (in genere di colore rosa) che indicano il punto in cui si fermano, solitamente contrassegnate in giapponese e in inglese (sempre in rosa). Se aveste qualche problema e la polizia locale non si rivelasse di alcun aiuto, rivolgetevi a Japan Helpline (% ), un numero d emergenza operativo a livello nazionale 24 ore su 24, sette giorni su sette. Incontri e relazioni di coppia In genere i giapponesi sono riservati nell esprimere le emozioni, quindi i vezzeggiativi sono meno usati che in altri paesi. Alcune coppie, tuttavia, usano soprannomi derivati dal nome di battesimo; per esempio, un modo comune per chiamare qualcuno in modo affettuoso è abbreviare il nome e aggiungere il suffisso chan (ちゃん), per esempio takechan (たけちゃん) invece di takeshi (たけし) o hanachan (はなちゃん) al posto di hanako (はなこ). Si considera una mancanza di rispetto fissare le persone negli occhi, soprattutto quando si tratta di qualcuno più anziano di voi. Nelle situazioni di affollamento i giapponesi tendono a evitare gli scambi di sguardi per rispetto reciproco della privacy. Per agevolare l'uso di questo breve frasario, indichiamo le frasi in kana e kanji e una trascrizione fonetica adattata alla pronuncia italiana. uscire insieme Ti piacerebbe fare qualcosa (domani)? ( 明 日 ) 何 かしませんか? (a sci ta) na ni ka sci ma sen ka Dove vuoi andare (stasera)? ( 今 晩 )どこに 行 きたいですか? (kom ban) do ko ni i ki taides ka Sì, volentieri. はい ぜひとも hai ze hi to mo Mi spiace, non posso. すみません 行 けません su mi ma sen, i ke ma sen approcci Bevi qualcosa? 何 か 飲 みませんか? na ni ka no mi ma sen ka

8 Assomigli a una persona che conosco. 私 の 知 っている 人 によく 似 ています Balli benissimo. 踊 りがすごくうまいですね Che ne dici di un tè? お 茶 しませんか? Vieni da me? うちに 来 ない? Posso? もいいですか? ballare con te いっしょに 踊 って accompagnarti a casa お 宅 まで 送 って sedermi qui ここに 座 って rifiutare gli approcci Sono con il mio ragazzo. 彼 氏 と 一 緒 なんです Sono con la mia ragazza. 彼 女 と 一 緒 なんです Scusa, ora devo andare. すみませんが もう 行 かなくてはなりません No, grazie. いいえ けっこうです Neanche per sogno! やだ! Levati dai piedi! ほっといて! Mi dai fastidio! しつこい! conoscersi meglio Mi piaci molto. あなたがとても 好 き Sei fantastico. すてき Posso baciarti? キスしてもいい? Vieni su un momento? ちょっと うちに 寄 って いきませんか? Vuoi un massaggio? マッサージしましょうか? Posso restare? 泊 まってもいいですか? sesso Baciami. キスして Ti voglio. あなたが 欲 しい Andiamo a letto. ベッドに 行 きましょう Toccami qui. ここを 触 って Ti piace? これは 好 き? Mi piace. それは 好 きです Non mi piace. それは 好 ではありません Credo che dovremmo fermarci. これ 以 上 はやめましょう Hai un (profilattico)? (コンドーム)はありますか? Usiamo un (profilattico). (コンドーム)を 使 いましょう Non lo farò senza protezione. 避 妊 具 なしでは しません Non preoccuparti, faccio io. だいじょうぶ 自 分 でやるから È la mia prima volta. 初 めてです È fantastico! サイコー! Vacci piano! ゆっくり! È stato ua ta sci no scit te i ru hi to ni io ku ni te i mas o do ri ga su go kuu mai des ne o cia sci ma sen ka u ci ni ko nai mo ii des ka is scio ni o dot te o ta ku ma deo kut te ko ko ni su uat te ka re sci to is scio nan des ka no gio to is scio nan des su mi ma sen ga moo i ka na ku te ua na ri ma sen ii e kek koo des ia da hot toi te sci tsu koi a na ta ga to te mo su ki su te ki ki su sci te mo ii ciot to u ci ni iot te i ki ma sen ka mas saa gi sci ma scioo ka to mat te mo ii des ka ki su sci te a na ta ga ho scii bed do ni i ki ma scioo ko ko o sa uat te ko re ua su ki so re ua su ki des so re ua su ki de ua a ri ma sen ko re i gioo ua ia me ma scioo (kon doo mu) ua a ri mas ka (kon doo mu) o tsu kai ma scioo hi nin gu na sci de ua sci ma sen dai gioo bu gi bun de ia ru ka ra ha gi me te des sai koo iuk ku ri

9 intenso ワイルドでした romantico ロマンチックでした stupendo 最 高 でした l amore Ti amo. 愛 しています Stiamo bene insieme. いいカップルだと 思 います Vuoi? ませんか? conoscere i 私 の 親 miei genitori に 会 い sposarmi 結 婚 し uscire con me 付 き 合 い uai ru do desh ta ro man cik ku desh ta sai koo desh ta ai sci te i mas ii kap pu ru da to o moi mas ma sen ka ua ta sci no o ia ni ai kek kon sci tsu ki a Usi, costumi e simboli L arte della geisha Nessun altro fenomeno della cultura giapponese è così largamente frainteso come quello della geisha. Per prima cosa, va subito chiarito che non sono prostitute. La loro verginità non è venduta al miglior offerente, né devono intrattenere relazioni sessuali con i clienti abituali: come si dice nel film Memorie di una geisha, queste donne vendono la loro abilità, non il loro corpo. Le relazioni intime con i clienti sono possibili, ma sono vissute al di fuori del ruolo di geisha. Possiamo definirle come talentuose intrattenitrici di professione che vengono pagate per agevolare e ravvivare le occasioni sociali in Giappone. Senza dubbio Kyōto è la capitale mondiale dell arte della geisha: la cosa può disorientare, ma a Kyōto queste donne non sono chiamate geisha, ma maiko o geiko. Una maiko è una ragazza fra i 15 e i 20 anni che sta svolgendo il suo apprendistato per diventare una esperta geiko (che è la parola in uso a Kyōto per dire geisha ). Durante questo periodo, la ragazza vive in una okiya (casa delle geishe) e studia le arti tradizionali giapponesi, fra cui la danza, il canto, la cerimonia del tè e lo shamisen (uno strumento musicale a tre corde). Nello stesso periodo inizierà a intrattenere i clienti, solitamente in compagnia di una geiko, che si comporta nei suoi confronti come una sorella maggiore. Come comportarsi con una Geisha Non c è dubbio che vedere una geisha è una delle esperienze simbolo di un viaggio in Giappone. Purtroppo, però, lo sport dell avvistamento delle geishe è davvero sfuggito di mano nel quartiere delle geishe di Kyōto, dove turisti armati di macchina fotografica importunano queste donne che invece per cultura e abitudini sono molto discrete. Il visitatore educato deve tenere bene a mente quanto segue. Le geishe che si vedono per strada probabilmente stanno andando a un appuntamento e non possono fermarsi per farsi fotografare o per conversare. Non toccate né tanto meno strattonate una geisha e non bloccatele mai il passo. A nessuno piace essere infastidito dai fotografi o perseguitato mentre cammina per strada. Se siete veramente interessati ad avvicinare una geisha, rivolgetevi alle agenzie specializzate o agli alberghi e ryokan (pensioni familiari) di alta categoria. Se non potete rinunciare all'idea di scattare una foto di una geisha per il vostro album di viaggio, potrete comunque sbizzarrirvi con le molte turiste geisha nelle strade di Higashiyama (quartiere di Kyōto) di giorno: sono turiste che hanno pagato per vestirsi e acconciarsi da geisha e saranno ben felici di mettersi in posa per i fotografi. La differenza dalle geishe vere e proprie, dal punto di vista estetico, è minima. Love Hotel e Capsule hotel Come suggerisce il nome, i 'love hotel' sono degli alberghi a ore frequentati dalle coppie giapponesi alle quali preme incontrarsi al riparo da occhi indiscreti; se ne trovano molti a Tōkyō e di solito sono un po pacchiani. Essendo abbastanza economici vengono spesso usati anche dai viaggiatori magari per un solo pernottamento. Trovare un love hotel è facile: basta individuare per strada una delle vistose facciate con ornamenti rococò, torrette, merlature, statue e cartelli che indicano chiaramente le tariffe. Questa versione giapponese degli alberghi a ore è progettata in modo da offrire la massima privacy: ingresso e uscita separati, chiavi delle stanze che si ritirano attraverso una piccola feritoia senza contatto tra l addetto alla reception e il cliente, e fotografie delle stanze appese alle pareti per facilitare la scelta. Tutt'altra atmosfera si respira in un'altra tipica sistemazione giapponese, alienante quanto basta: i cosiddetti 'capsule hotel', dove le camere sono vere e proprie capsule bianche piuttosto anguste. L'arredamento? Dire essenziale è dire poco: un letto, un televisore, una luce per leggere, una radio e una sveglia. Non c'è posto nemmeno per gli effetti personali, che vanno riposti a parte in un armadietto. Molti hotel hanno una sauna e un grande bagno in comune. Fino a qualche tempo fa erano il rifugio di chi aveva perso l'ultimo treno o aveva bevuto troppo per mettersi in viaggio, ma ora se ne trovano di bellissimi e con dettagli di design. Siamo lontani dalle locande tradizionali dall'atmosfera familiare, ma anche questo è Giappone. Sumō Il sumō è uno sport suggestivo e soggetto a un complesso rituale radicato nella tradizione shintoista. Il fascino che continua a esercitare sull immaginario nazionale è probabilmente legato alle sue antiche origini e al suo elaborato cerimoniale. È l unico sport tradizionale giapponese che ha ancora un successo così grande da attrarre grandi folle e dominare la prima serata televisiva. Fiori e piante In Giappone il crisantemo non è affatto associato al concetto di morte come in Italia; al contrario, il crisantemo rosso è un dono eccellente per gli anziani perché è un augurio di vita serena. Inoltre attira la buona fortuna nelle case, ed è quindi un pensiero ideale per chi si trasferisce in una nuova abitazione. Se avete sempre pensato che i giapponesi siano gente sobria, seria e misurata, dovete unirvi a loro sotto un ciliegio in fiore in primavera. È come se questi alberi sprigionassero una droga in grado di abbattere tutte le inibizioni: vi ritroverete coinvolti in una festa dove birra e sakè scorrono a fiumi, il cibo abbonda, spuntano stereo portatili per il karaoke e qualcuno si mette anche a ballare. Quando si parla di ciliegi in fiore, tutti sanno che il parco Ueno-kōen fa la parte del leone. Concezione del tempo, riti e festività Il concetto del tempo nella vita e nella cultura giapponese è un po' schizofrenico: dalle atmosfere meditative dei templi di Kyoto, dove ci si perde ad ammirare i giardini zen fatti di sabbia e rocce, alla frenesia di Osaka e delle sue strade brulicanti, fino ai turni di lavoro prolungati a dismisura proprio a causa dei tempi rallentati con cui si produce; dalla dilatazione della contemplazione della natura e dei giardini maniacalmente potati da talentuosi giardinieri, alle voglie compulsive sollecitate dal marketing nei grandi centri commerciali, moderni templi del consumismo. Le festività del Giappone sono veramente molte e tutte rappresentano aspetti tipici del folklore nazionale. Le cerimonie di nozze si svolgono spesso in hotel altamente specializzati nell organizzare matrimoni. In effetti in Giappone questa industria è molto sviluppata e la pressione esercitata sulle ragazze affinché si sposino il prima possibile è alta. Nel rito di tipo scintoista la sposa indossa lo shiromuku (pesante kimono bianco comprensivo di un particolare copricapo) e lo sposo un kimono con haori (soprabito scuro incrociato davanti). I due sposi pronunciano i

10 loro voti, sorseggiano il sakè tre volte e si scambiano gli anelli. I parenti brindano alla loro salute, bevono il sakè e vengono presentati dai padri degli sposi. L intera cerimonia si svolge nell arco di mezz ora e si conclude con la foto di gruppo (kinen shashin). Successivamente gli invitati firmano il libro degli ospiti e presentano i loro doni in denaro all interno di una busta. Le ragazze nubili invitate alla cerimonia indossano il furisode (colorato kimono da cerimonia in seta), quelle sposate il kurotomesode (kimono nero che ha stampe colorate solo al di sotto della cintura) se sono parenti di primo grado della sposa, altrimenti l irotomesode (molto simile al kurotomesode, ma di colore diverso dal nero). Il rito funebre invece consiste di tre parti: l otsuya (il risveglio), l osōshiki (la cerimonia funebre) e lo shijuku-nichi (49 giorni). Nella casa del morto viene allestito un altare che resterà fino alla fine dei 49 giorni dopo la morte. Per far sapere allo spirito del morto del proprio arrivo, si scuote una piccola campanella. Il figlio primogenito coordina l intero rito. In occasione del shijuku-nichi, un monaco buddhista recita i sutra insieme ai familiari che successivamente si riuniscono per il pranzo. Il Giappone celebra in un anno 15 feste nazionali. Quando una festività cade di domenica, è festivo anche il lunedì seguente. Se il lunedì è comunque festa, anche il giorno successivo diventa festivo. Se due giorni infrasettimanali (per esempio, il martedì e il giovedì) sono festivi, il giorno tra i due (il mercoledì) diventa anch esso festivo. Mezzi pubblici e alberghi sono presi d assalto durante i seguenti periodi: Shōgatsu (Capodanno) dal 31 dicembre al 3 gennaio Settimana dorata dal 29 aprile al 5 maggio O-Bon metà agosto festività nazionali del giappone Ganjitsu (Capodanno) 1 gennaio Seijin-no-hi (Festa del raggiungimento della maggiore età) Secondo lunedì di gennaio Kenkoku Kinem-bi (Festa della fondazione della nazione) 11 febbraio Shumbun-no-hi (Equinozio di primavera) 20 o 21 marzo Shōwa-no-hi (Festa dell imperatore Shōwa) 29 aprile Kempō Kinem-bi (Festa della Costituzione) 3 maggio Midori-no-hi (Giorno verde) 4 maggio Kodomo-no-hi (Festa dei bambini) 5 maggio Umi-no-hi (Festa della Marina) Terzo lunedì di luglio Keirō-no-hi (Festa del rispetto per gli anziani) Terzo lunedì di settembre Shūbun-no-hi (Equinozio d autunno) 22 o 23 settembre Taiiku-no-hi (Festa della salute e dello sport) Secondo lunedì di ottobre Bunka-no-hi (Festa della cultura) 3 novembre Kinrō Kansha-no-hi (Festa del ringraziamento per il lavoro) 23 novembre Tennō Tanjōbi (Compleanno dell imperatore) 23 dicembre Concludere affari alla giapponese I giapponesi capiscono bene quanto può essere difficile per gli stranieri lavorare nel loro paese e non si aspettano certo che voi parliate o scriviate la loro lingua, né che siate in grado di sostenere una conversazione seguendo i canoni dei loro protocolli o le sfumature dovute alle singole situazioni. Sbagliare è concesso, l importante è che si mostri sempre un rispetto sincero verso l interlocutore. Se dovete richiedere un appuntamento fatelo con diverse settimane di anticipo, preferibilmente per telefono. La puntualità sarà essenziale e, nel caso di società e compagnie, anche se vi aspettate un incontro a due può capitare che vi ritroviate di fronte a una riunione con più persone. è consigliabile farsi presentare da qualcuno che sia già gradito e conosciuto, in modo da permettere alla società con cui avete preso contatti di stabilire immediatamente la vostra posizione gerarchica rispetto a loro. Durante l'incontro di lavoro il giapponese più anziano siederà il più lontano possibile dalla porta e così via, scendendo di rango, fino al posto più vicino a essa. Presentatevi provvisti di una ricca documentazione sulla vostra attività, possibilmente includendovi testimonianze di clienti soddisfatti o critiche positive. Portate con voi sempre un piccolo dono in segno di stima e porgetela alla persona più anziana al termine dell incontro. Non imbarazzate i vostri interlocutori rivolgendo la parola a un subalterno magari perché parla meglio l'inglese, verrebbe considerato una mancanza di rispetto. Non rifiutate mai una richiesta, per quanto difficile o poco remunerativa, perché in genere i giapponesi sono soliti instaurare rapporti di lavoro a lungo termine. Per la loro proverbiale ritrosia, i giapponesi non amano avere a che fare sempre con persone diverse nelle relazioni di affari e se possibile preferiscono avere un unico referente quando trattano con soggetti stranieri. La consegna del biglietto da visita è un vero e proprio rito (meishi): conservate i vostri biglietti sempre in ottime condizioni, possibilmente su uno dei due lati fatevi stampare i dati anche in lingua giapponese (fate attenzione che sia riportata sempre la vostra qualifica e badate di non scrivere alcun nome con il colore rosso) e porgetelo con due mani e un lieve inchino offrendo il lato in giapponese al ricevente. Quando vi vengono consegnati dei biglietti da visita (probabilmente solo in giapponese) dovrete osservarli con attenzione, poggiarli di fronte a voi nell ordine in cui sono sedute le persone che partecipano all incontro, e poi, al termine, riporlo accuratamente in un luogo che dimostri che ne avrete cura. Durante le riunioni non si dovrebbe usare anata, corrispondente al tu, ma rivolgersi agli interlocutori usando il loro nome. I giapponesi spesso rimangono a lungo in silenzio, il che non deve creare imbarazzo: infatti nella cultura nipponica valori rispettabili come l'onestà, la sincerità, la rettitudine o l'affidabilità sono collegate alla reticenza. Durante la conversazione siate pazienti e cercate di capire se i vostri interlocutori hanno compreso quello che avete detto: se chiedete a un giapponese se è chiaro quello che gli avete spiegato lui vi dirà sempre sì, perché confessare di non aver capito significherebbe dire che non siete stati chiari nella spiegazione, cosa per loro impensabile. Alcuni giapponesi possono addirittura chiudere gli occhi quando ascoltano attentamente qualcuno (anche l'ascolto è considerato un valore importante). I giapponesi assegnano molta importanza alla mutua comprensione e ogni problema può essere in genere risolto con buona flessibilità. Nel caso dobbiate ricorrere a consigli legali, rivolgersi a un avvocato giapponese può essere interpretato come un gesto di buona volontà. Non alzate mai la voce durante le riunioni di lavoro. Un contratto in Giappone non è mai definitivo e può essere sempre rinegoziato. Cucina La cucina giapponese offre molto più dell'onnipresente sushi, anzi, potreste trascorrere un intero mese in Giappone provando ogni sera un ristorante diverso, specializzato in una diversa specialità tradizionale. Al termine di una giornata di lavoro i giapponesi amano concedersi uno yakitori (spiedino di pollo e verdure alla griglia) da accompagnare a birra e sakè, e per questo vanno in uno yakitori-ya (ristorantino che serve yakitori) in cui gli avventori si siedono gli uni accanto agli altri intorno al bancone osservando il cuoco mentre cucina le pietanze sulla brace. In estate le bevande più richieste in questi locali sono la birra e il sakè freddo, mentre in inverno di solito il sakè è servito caldo. Il sushi propriamente detto consiste in pesce crudo servito su riso bollito; il pesce crudo da solo si chiama sashimi oppure tsukuri. Esistono due tipi di sushi: il nigiri-zushi (servito su una polpetta di riso di forma allungata, la varietà più diffusa) e il maki-zushi (avvolto in un foglio di alga essiccata).il moriawase è un piatto di nigiri-zushi assortiti che di solito sono proposti in tre varietà: futsū nigiri (nigiri normale), jō nigiri (nigiri speciale) e toku-jō nigiri (nigiri extra). La differenza consiste nel tipo di pesce utilizzato. Il mori-awase contiene di solito sei o sette pezzi di sushi. I pasti in un buon ristorante di sushi possono costare da in su, mentre in un locale di media categoria il prezzo può oscillare da 3000 a 5000 per persona. Una soluzione poco dispendiosa che vi consentirà di apprezzare le gioie del sushi è quella dei ristoranti self service specializzati, i kaiten-zushi, dove l'amata prelibatezza viene presentata su un nastro trasportatore che scorre lungo il bancone; la somma da pagare corrisponde al numero di piatti consumati, contraddistinti da un colore diverso a seconda del prezzo, scritto sul piatto stesso o su un cartello affisso alla parete. Di solito in questi locali è possibile mangiare a sazietà spendendo meno che in un ristorante di sushi classico. Il sukiyaki è un assortimento di sottili fette di manzo cotte in un brodo di shōyu, zucchero e sakè, e accompagnato da una varietà di verdure e tofu, l'amato-odiato formaggio di soya. Dopo la cottura tutti gli ingredienti vanno intinti nell uovo crudo immediatamente prima di essere gustati. Lo shabu-shabu è un piatto di sottili fette di manzo con verdure, cotte mescolandole in un brodo leggero, poi intinte in una varietà di speciali salse a base di semi di sesamo e agrumi. Entrambi i piatti si preparano direttamente al tavolo del cliente, in una pentola posta su un fornello; i ristoranti che lo servono sono riconoscibili dall immagine di una mucca. Il tempura è un piatto misto di pesce, crostacei e verdure passati in una pastella leggera e poi fritti. Nei ristoranti specializzati vi verrà servita una piccola scodella di tentsuyu (una salsa di colore marrone chiaro a base di brodo di pesce, salsa di soia e liquore) e un piatto di daikon (ravanello bianco gigante) grattugiato da mescolare alla salsa; ogni boccone di tempura va intinto in questo condimento prima di mangiarlo. I rāmen sono tagliolini cotti in un brodo di carne e serviti in una grande ciotola con una gran varietà di altri ingredienti, come carne di maiale a fettine, germogli di soia e porri. Sempre della famiglia delle zuppe, si annoverano i soba (sottili tagliolini di grano saraceno) e gli udon (spessi tagliolini bianchi di

11 Mangiare in un ristorante giapponese Al vostro ingresso in un ristorante giapponese sarete accolti da un cordiale Irasshaimase! ( Benvenuti! ). In tutti i locali, tranne forse in quelli più informali, il cameriere vi domanderà: Nan-mei sama? ( Quante persone? ). Indicate il numero dei commensali con le dita, come fanno i giapponesi; sarete quindi condotti al vostro tavolo, oppure al bancone o in una stanza con il pavimento rivestito di tatami. A questo punto vi porteranno una o-shibori (salvietta calda), una tazza di tè e un menu. L o-shibori serve a pulirsi le mani e il viso; quando avrete terminato avvolgete la salvietta e lasciatela sul tavolo, accanto a voi. A questo punto arriva la parte più difficile, l ordinazione. Se non leggete il giapponese potete indicare al cameriere le voci della lista o utilizzare queste due frasi: O-susume wa nan desu ka? ( Che cosa consigliate? ) e O-makase shimasu ( Per favore, decida lei per me ). Ricordate che in Giappone non esiste la consuetudine della mancia e che il tè viene servito gratuitamente. In genere si paga alla cassa, portando il foglietto del conto consegnato dal cameriere. Solo i locali più grandi di tipo internazionale accettano le carte di credito, quindi i contanti sono la scelta più sicura. Al momento di uscire è cortesia rivolgersi al personale dicendo Gochisō-sama deshita, che significa È stata una vera delizia. farina di frumento), che vengono serviti in una ciotola contenente un leggero brodo di pesce (preparato con un tipo di tonno), ma si possono ordinare anche freddi: vi verranno serviti su un vassoio di bambù, con brodo freddo a parte in cui intingerli. L okonomiyaki (letteralmente: cucina ciò che vuoi ) è una via di mezzo fra un omelette e un pancake, una grossa frittella morbida che consiste in foglie di cavolo cucinate su una piastra rovente con una pastella a base di acqua, farina e uova, cui si aggiungono, a scelta, altri ingredienti. Il pasto kaiseki è essenzialmente vegetariano (spesso viene servito del pesce, ma la carne non compare mai sul menu) e si compone di tante piccole portate dalla presentazione estremamente curata. Molti dolci dall aspetto più delicato sono preparati in modo da compensare il sapore forte e amaro del maccha (tè verde in polvere) servito durante la cerimonia del tè. L ingrediente principale è il mochi (riso glutinoso), che ha una consistenza con cui gli occidentali non hanno familiarità, l altro è l anko, una purea molto dolce a base di fagioli azuki utilizzata per il ripieno di qualsiasi dolcetto. Conviene assaggiare le torte dei depachika (reparti di alimentari situati al piano interrato dei grandi magazzini): i prezzi non sono convenienti circa 500 per una fetta di torta (ケーキ) ma sappiate che ne vale la pena. Al termine del pasto potete chiedere di pagare incrociando un dito indice sopra l altro in modo da formare la lettera x: è una convenzione che significa il conto, prego. Oppure potete semplicemente dire: O-kanjō kudasai. Ristoranti Gli shokudō si trovano nei pressi delle stazioni ferroviarie, nei luoghi turistici e pressoché in ogni altro punto di ritrovo. Questi locali si riconoscono con facilità perché in vetrina espongono le riproduzioni di plastica delle pietanze che servono, sono poco costosi e servono diversi piatti di washoku (cucina giapponese) e yōshoku (cucina all occidentale); il pasto più facile da ordinare in uno shokudō è il teishoku (pasto a menu fisso), a volte chiamato anche ranchi setto (la pronuncia giapponese dell inglese lunch set) o kōsu (dall inglese course, portata). Il menu di solito comprende un piatto principale a base di carne o di pesce, una ciotola di riso, una misoshiru (zuppa di miso), cavolo sminuzzato e una scodellina di tsukemono (sottaceti). Inoltre, quasi tutti gli shokudō servono una buona scelta di donburi-mono (piatti a base di riso) e menrui (a base di tagliolini). Quando si ordinano i tagliolini si può scegliere fra soba e udon, entrambi serviti con una gran varietà di condimenti. Se non sapete che cosa ordinare, chiedete semplicemente il kyō-no-ranchi (pasto del giorno) e il personale farà il resto. Per un pasto in uno shokudō si spende una cifra compresa tra 600 e L izakaya è l equivalente giapponese di una birreria con cucina ed è il posto ideale per un pasto informale: offre un ampia scelta di piatti, un atmosfera cordiale e, ovviamente, molta birra e molto sakè. Si può sedere al bancone, a un tavolo o sul pavimento rivestito di tatami. Di solito si ordina un piatto per volta, scegliendo fra le specialità tipiche della cucina giapponese come yakitori, sashimi e pesce alla griglia, oltre che fra diverse varianti giapponesi di piatti occidentali, come per esempio patatine fritte e stufato di manzo. L izakaya si riconosce dalla facciata rustica e dalle lanterne rosse appese fuori dalla porta, su cui è stampata in kanji la scritta izakaya ( 居 酒 屋 ). Molti di essi hanno anche casse di birra o di sakè impilate all esterno. Tradizionalmente, al termine della giornata di lavoro, i colleghi di un azienda vanno tutti insieme in un izakaya. Gli impiegati più vecchi, oppure il capo ufficio, pagano spesso per i colleghi più giovani. Mentre bevono, parlano liberamente di ciò che accade sul posto di lavoro, della loro vita privata e del loro passato. I veterani insegnano ai giovani come si ordina da bere e come si beve in compagnia, ma anche come va il mondo. Poiché questi locali servono piatti semplici per accompagnare le bevande, di solito la spesa è piuttosto contenuta: a seconda delle bevande consumate, si può prevedere di spendere una cifra compresa fra 2500 e 5000 per persona. I locali che servono soba e udon sono di solito molto economici (un piatto costa circa 800). In un ristorante di okonomiyaki i clienti siedono intorno a un teppan (piastra di ferro rovente) armati di spatola e bacchette e cucinano da sé la carne, il pesce e le verdure che hanno scelto in questa pastella a base di cavolo e altre verdure. Orari I ristoranti giapponesi osservano indicativamente i seguenti orari: dalle 11 alle 14 e dalle 18 alle 23, con un turno di chiusura settimanale; i bar sono aperti dalle 18 a mezzanotte o più tardi, con un turno di chiusura settimanale. Superalcolici Sebbene in termini di consumo sia stato recentemente superato dalla birra e dallo shōchū (un distillato ottenuto dalle patate dolci o da vari tipi di cereali), il sakè è tuttora ritenuto la bevanda nazionale dalla maggioranza dei giapponesi. Il sakè si beve freddo (reishu), a temperatura ambiente (jō-on), tiepido (nuru-kan) o caldo (atsu-kan), a seconda della stagione e dei gusti personali (quello di qualità migliore in genere si beve molto freddo). Tradizionalmente il sakè viene servito in bottigliette di ceramica (tokkuri) e poi versato in coppette, dette o-choko o sakazuki. La quantità usuale è un gō ( 一 合, ichigō), poco più di 180 ml. Galateo a tavola Quando si tratta di mangiare, l etichetta giapponese prevede il rispetto di alcune convenzioni, peraltro piuttosto facili da ricordare. Se temete di commettere errori grossolani e fare brutta figura, rilassatevi pure, perché i giapponesi non si aspettano che sappiate come comportarvi, ed è improbabile che si offendano se vi atterrete comunque alle norme di buona educazione del vostro paese. Ecco alcune regole principali da tenere a mente: Durante il pasto Le portate vengono presentate al tavolo tutte contemporaneamente, e non c è un ordine preciso per assaporarle. Le zuppe vanno bevute direttamente dalla ciotola e i noodles risucchiati rapidamente; gli ingredienti solidi vanno portati alla bocca con gli hashi. Sorbire rumorosamente Quando si gusta una ciotola di rāmen (tagliolini in brodo) in Giappone è consuetudine sorbirli rumorosamente. In effetti i ristoranti di rāmen si distinguono proprio per questo! le bacchette, queste sconosciute Dal momento che siete stranieri, sarete scusati se non userete correttamente gli hashi (bacchette), ma cercate di ricordare queste poche, semplici regole: come negli altri paesi asiatici, non conficcate mai le bacchette verticalmente nella vostra ciotola di riso: ricordano i bastoncini d'incenso utilizzati durante i riti funebri, e per questo è di cattivo auspicio non passate il cibo con le bacchette ad altre bacchette quando vi servite da un piatto di portata non usate l'estremità della bacchetta che poi porterete alla bocca, ma quella opposta le bacchette sono strettamente personali: non vanno scambiate e non devono vagare indecise sui piatti presenti sulla tavola, perciò attingete da quello scelto con un gesto deciso non è educato gesticolare o indicare qualcuno con le bacchette; quando non le utilizzate per mangiare, appoggiatele sul tavolo, sull'apposito supporto se vi vedete costretti a infilzare il cibo con le bacchette per riuscire a raccoglierlo dal piatto, fatevi portare piuttosto delle posate. Espressioni di cortesia Quando mangiate con altre persone, e specialmente se siete ospiti a casa di qualcuno, è educato da parte vostra dire 'Itadakimasu' (letteralmente: Umilmente ricevo ) prima di iniziare a mangiare: questa è un espressione di ringraziamento prima del pasto. Al termine del pranzo o della cena, dovreste rivolgervi al padrone di casa dicendo 'Gochisō-sama deshita', che significa È stata una vera delizia. Kanpai! Mescersi le bevande da soli è maleducazione; riempite il bicchiere della persona seduta accanto a voi e attendete che questa riempia il vostro. Alzate un po il bicchiere dalla tavola mentre vi versano da bere. Quando tutti hanno il bicchiere pieno, il segnale che dà il via alle libagioni è un coro di festosi 'Kanpai!', che significa Alla salute! (letteralmente: 'Vuotiamo i calici!'). Fumatori In genere è consentito fumare nei locali, mentre è normalmente vietato farlo per strada se non negli angoli adibiti con posacenere.

12 Locali, intrattenimenti e vita notturna Il karaoke continua a essere molto popolare nel suo paese d origine e gli abitanti di Tōkyō adorano cantare a squarciagola nei loro karaoke bar di quartiere. Nella capitale ne troverete moltissimi, in genere con un discreto repertorio di canzoni in inglese e persino con qualche successo in spagnolo, francese e cinese. Nella capitale, il panorama della musica live oggi riserva piacevoli sorprese, soprattutto nei quartieri di Shibuya ed Ebisu. Se siete disposti a fare due passi in più, i piccoli bar e club di Shimokitazawa e Kichijōji ospitano spesso esibizioni dal vivo di talenti locali. Roppongi sembra un mondo a parte rispetto al resto di Tōkyō: si tratta infatti di una vivace zona multiculturale in cui gaijin e giapponesi bevono e chiacchierano insieme fino alle prime luci dell alba. La vita notturna della città, non a caso, si concentra qui. Troverete innumerevoli bar economici frequentati da una clientela abituata ad alzare il gomito, ma anche locali di alta classe dai prezzi esorbitanti. Minami è sicuramente il fulcro della vita notturna di Ōsaka, ma si trovano tanti bar, club e izakaya anche nei quartieri a sud e a est della stazione. La città offre un gran numero di spettacoli culturali tradizionali, ma purtroppo pochi con orari regolari. Per le informazioni sul calendario di eventi, potete rivolgervi agli uffici turistici oppure dare una scorsa al Kansai Scene. Per quanto riguarda Kōbe, molta della vita notturna ha come fulcro i tanti caffè della città, gran parte dei quali si trasforma in bar dopo il tramonto. Se vi piace la birra La più diffusa è la lager leggera, benché negli ultimi tempi alcuni birrifici abbiano iniziato a produrre anche le birre scure. I produttori più importanti sono Kirin, Asahi, Sapporo e Suntory. Se siete in Hokkaidō tra luglio e agosto, potrete farvi un quadro completo della produzione birraria giapponese alla Festa Estiva della Birra di Sapporo. La birra è in vendita ovunque, non solo nei locali ma anche nei distributori automatici e addirittura in alcuni templi che offrono ospitalità per la notte. Una lattina da 330 ml acquistata a un distributore costa circa 250, anche se esistono lattine giganti che costano 1000 o più. Nei bar i prezzi partono da 500 e possono aumentare in base al livello del locale. La nama biiru (birra alla spina) è ampiamente disponibile, come anche le marche di importazione.... le terme Il termine giapponese per fonte termale è onsen e il paese ne conta oltre La parola d ordine è rilassarsi; molti giapponesi ritengono che l unico aspetto culturale autenticamente nipponico sia il bagno. Le persone con tatuaggi potrebbero vedersi negare l ingresso in un onsen o in un sentō (bagno pubblico), perché vengono associate alla yakuza (mafia giapponese). Nelle vasche degli onsen (riservate esclusivamente ai bagni termali) si può entrare soltanto dopo essersi lavati e sciacquati accuratamente. Si paga il biglietto all ingresso, nel caso la struttura sia a pagamento; prendete un asciugamano, se non avete portato il vostro; toglietevi le scarpe e sistematele negli armadietti chiusi o nelle apposite scarpiere; entrate nello spogliatoio del bagno appropriato (uomini: 男 ; donne: 女 ); spogliatevi completamente e ponete gli indumenti in una cesta, che riporrete in un armadietto; portate con voi l asciugamano. Una volta raggiunta la zona delle vasche, cercate un angolo lungo il muro (sempre che ve ne sia uno) per appoggiare i vostri articoli da toeletta e lavatevi, avendo cura di risciacquare bene tutto il sapone e lo shampoo. Dopo di che, non vi resta che immergervi nella vasca termale e rilassarvi. la cultura pop I creatori di Godzilla, dei Pokémon e delle Shonen Knife lavorano ancora duro. Il paese è in ansia per il calo demografico, eppure sembra che ci siano miliardi di ragazzini ansiosi di fare proprie le ultime tendenze che si tratti delle cosplay (termine nato dall'abbinamento delle parole inglesi costume e play), dei manga (fumetti), degli anime (cartoni animati, ma spesso non rivolti ai bambini) o dei maid café, per non parlare delle 100 novità che sono spuntate mentre leggevate questa frase. Tōkyō è la regina della cultura pop, quindi merita una classifica tutta sua! Akihabara Meglio noto come Akiba, il quartiere di Tōkyō in cui si vendono articoli elettronici a prezzo scontato è la scena vivente delle ultime tendenze degli otaku (fanatici di manga e anime). Shibuya È la mecca dello shopping nel cuore dell universo giovanile di Tōkyō. Tenete gli occhi aperti e noterete le nuove mode che prendono piede mentre passeggiate per strada. Museo Ghibli Se a voi o ai vostri figli il nome di Hayao Miyazaki il re degli anime suona familiare, non vorrete perdervi la gita di mezza giornata da Tōkyō per visitare il museo dedicato alle opere dello Studio Ghibli, di cui è fondatore. Come uno del posto I consigli che vi darebbe chi vive a Tōkyō Un cocktail al crepuscolo nelle viuzze del Golden Gai Questi vicoli, che pullulano di piccoli ed eccentrici locali, rinascono al tramonto, quando si accendono le luci della città: percorrere il loro piccolo labirinto a tarda ora è un po' come fare un salto indietro nel tempo. È pur vero che alcuni bar del Golden Gai non accolgono volentieri gli stranieri e persino i clienti poco assidui, ma altri locali offrono, al contrario, un luogo intrigante in cui godersi un drink. Una giornata di shopping a Ginza Con il suo fascino classico, Ginza può definirsi la Fifth Avenue di Tōkyō. Nei viali si affacciano negozi di griffes prestigiose come Chanel, Tiffany, Hermès e Louis Vuitton, molto apprezzate dalle signore che frequentano questo quartiere chic ostentando le buste delle maggiori firme appese delicatamente al braccio. Ma fare shopping a Ginza non è appannaggio esclusivo di acquirenti facoltosi: oltre alle boutique di haute couture infatti non mancano bellissime cartolerie che vendono penne stilografiche e fazzoletti tinti a mano, grandi magazzini coi loro straordinari depachika (grandi magazzini) e negozi di artigianato con un assortimento di creazioni giapponesi che affondano le radici nella cultura tradizionale di Tōkyō. Alla scoperta dei 'maid café' Nati dal connubio tra antiche tradizioni e modernità tipica di Tōkyō, i maid café sono bar dove giovani ragazze vestite come le cameriere francesi di un'altra epoca servono una clientela composta per lo più da fanatici dei manga, che le adorano. Molte le variazioni sul tema: dai caffè con cameriere camuffate da snelle eroine degli anime con le tipiche, bizzarre acconciature, ai bar come cameriere vestite (addirittura!) da suore. Una...pausa alle 'toylets' La ditta Sega sta rivoluzionando il mondo dei WC per uomini con una console da gioco unica nel suo genere, che abbina pipì e punteggi: le cosiddette toylets, che stanno davvero facendo furore in Giappone. Il meccanismo è semplice: più a lungo si urina, più è alto il punteggio; c'è anche una porta USB, per chi volesse tener traccia dei propri record personali. Troverete orinatoi gratuiti a punti al 2, 3 e 4 piano dell'electric Town di Akihabara, dove ha sede il megastore Sega. Per il momento i display sono solo in kanji se conoscete il giapponese, fate il vostro gioco! tè Il tè giapponese è verde e contiene molta caffeina e vitamina C. Il maccha (che potreste trovare traslitterato come matcha), utilizzato nella cerimonia del tè, è tè in polvere che viene mescolato all acqua e montato con un particolare utensile fino a raggiungere una consistenza schiumosa. Nella sua forma più comune, invece, il tè verde viene utilizzato in foglie, si chiama o-cha e si beve dopo averlo lasciato in infusione. Oltre al tè verde, in Giappone è molto diffuso un tè dal colore bruno chiamato bancha, offerto gratuitamente nei ristoranti. In estate nelle case dei giapponesi non manca mai il mugicha, tè di orzo tostato servito freddo. top 5 del tempo libero 1 Nara Situata a breve distanza da Kyōto, Nara è una splendida piccola città che molti considerano la culla della cultura giapponese. Vi si trovano alcuni dei giardini, templi e santuari più apprezzati del paese. 2 Shopping a Kyōto Certo, l antica capitale ha un favoloso assortimento di articoli tradizionali (ceramiche, antiquariato, calligrafie o pitture su rotoli di carta da appendere, articoli per la cerimonia del tè, kimono ecc.), ma sarete sorpresi nel constatare quante boutique alla moda e grandi magazzini ci siano, per non parlare dei meravigliosi mercatini delle pulci. 3 Il mercato del pesce Tsukiji Un'esperienza unica da fare nella capitale del Giappone. Dire che è il più grande del mondo non rende giustizia alle dimensioni, alla varietà e all eccitazione del luogo. Se vi piace mangiare o cucinare pesce, vi piacerà lo Tsukiji. 4 Hikone-jō Visitabile con una gita in giornata da Kyōto, è un incantevole castello che compensa le dimensioni ridotte con aggraziate linee architettoniche e un bel panorama. 5 Una passeggiata nella storica Yanaka Uno dei pochi quartieri della capitale scampati al Grande Terremoto del Kantō e alle bombe incendiarie della seconda guerra mondiale, Yanaka sembra la Tōkyō di 100 anni fa. È da tempo apprezzata dagli artisti, i cui studi e le cui gallerie punteggiano i vicoli tortuosi del quartiere, di fianco a boutique e caffè.

13 ...Kyōto Una full immersion nella cultura tradizionale Gli spettacoli teatrali del Gion Corner sono una specie di corso concentrato di arti tradizionali giapponesi: qui, nella stessa serata, si può avere un'infarinatura di cerimonia del tè, musica con il koto, ikebana, gagaku (musica di corte), kyōgen (antichi siparietti comici), Kyōmai (danza tradizionale nello stile di Kyōto) e bunraku (teatro dei burattini). Una carrellata di quanto di più tradizionale offra la cultura nipponica. Esplorando i mercati I mercati sono i posti migliori in cui trovare oggetti d'antiquariato e cianfrusaglie varie a prezzi ragionevoli, e sono gli unici posti del Giappone dove si può contrattare sul prezzo. Se siete in città nel periodo giusto, non perdetevi il Mercato di Kōbō-san ( 弘 法 さん( 東 寺 露 天 市 ); 21 di ogni mese al Tō-ji) e il grande Mercato di Tenjin-san ( 天 神 さん( 北 野 天 満 宮 露 天 市 ); 25 di ogni mese al Kitano Tenman-gū). Folleggiando durante le feste tradizionali Chi si trova a Kyōto la sera del 22 ottobre potrà ammirare il Kurama-no-hi Matsuri (Festa del Fuoco di Kurama), una festa emozionante durante la quale uomini in perizoma tradizionale sfilano in processione portando grandi torce accese per le strade di Kurama, tranquillo sobborgo a nord di Kyōto. Chi invece capita in città a luglio farà l'esperienza del Gion Matsuri, probabilmente la più celebre festa giapponese, che si celebra per tutto il mese ma ha il suo culmine il 17, con una sfilata di oltre 30 carri decorati che si ispirano a temi antichi. Durante le tre serate precedenti, i partecipanti si radunano in Shijō-dōri indossando magnifici yukata (leggeri kimono estivi) per assistere alla sfilata e per fare bisboccia da una bancarella all'altra. Ōsaka Un panorama da brivido Assaporate la vertigine di dominare il capoluogo del Kansai dall'alto del futuristico Umeda Sky Building, un complesso con torri gemelle che potrebbe far pensare a una rivisitazione avveniristica dell'arc de Triomphe di Parigi. La vista dalla cima è straordinaria, soprattutto dopo il tramonto, quando le luci della conurbazione Ōsaka-Kōbe si accendono a perdita d'occhio, come un magico tappeto scintillante. Amate le emozioni forti? Prendete la scala mobile nella galleria vetrata con la quale si salgono gli ultimi cinque piani. Un assaggio del periodo Shōwa Situato ai piedi delle torri dell'umeda Sky Building, il Takimi-kōji ( 滝 見 小 路 ) è la ricostruzione di una via che nel periodo Shōwa ( ) ospitava un mercato e oggi offre una sequela di ristoranti e izakaya. Godetevi il fascino dei suoi locali in legno dall'aria (quasi) autentica e approfittatene per fare uno spuntino. Una passeggiata notturna a Dōtonbori ( 道 頓 堀 ) La zona di Ōsaka dalla vita notturna più vivace si estende a sud del centro, tra il canale detto Dōtonbori-gawa e la galleria commerciale di Dōtonbori: a qualunque ora del giorno e della notte, qui c'è sempre qualche negozio o locale ancora aperto. Un quartiere affascinante dove sembra valere una peculiare versione della legge darwiniana della sopravvivenza: resiste soltanto il più vistoso e appariscente. Quando si fa buio, fate una passeggiata fino al ponte di Ebisu-bashi per assaporare suggestivi scenari notturni alla Blade Runner. Sapporo Un'esperienza gastronomica Non si può lasciare la città senza aver sperimentato i sapori locali: Sapporo è indubbiamente sinonimo di birra e di rāmen in brodo di miso (i tagliolini con il tipico condimento a base di soia gialla). Mettete dunque alla prova le vostre capacità degustative nei suoi birrifici. E siccome bere a stomaco vuoto non è salutare, fate un salto in Rāmen Yokochō, un celebre vicolo nel quartiere di Susukino stracolmo di buoni ristorantini tipici di rāmen. E infine un'esperienza gastronomica che i giapponesi stessi ritengono 'esotica' tanto da averla nominata 'Gengis Khan': il jingisu-kan, un grande stufato di agnello e cavolo da consumare con un grande boccale di birra locale. Festa Estiva della Birra Oramai l'avrete intuito: se amate la birra, Sapporo è la città che fa per voi: da metà luglio a metà agosto si tiene infatti l'ōdōri Nōryō Gāden (Festa Estiva della Birra del Parco Ōdōri), durante la quale la Sapporo, l'asahi e vari birrifici artigianali allestiscono per l'occasione locali all'aperto e propongono una grande varietà di birre e altre bevande, oltre a spuntini e piatti più elaborati. Tra le nevi dell'hokkaidō Evento che richiama più di due milioni di visitatori, il Sapporo Yuki Matsuri (Festa della Neve di Sapporo; si svolge ogni anno dal 7 al 13 febbraio ed è tra le manifestazioni più importanti del Giappone. Dal 1974, l'evento ha superato i confini e ha assunto le proporzioni di una gara internazionale, cui partecipano squadre di oltre una decina di paesi, che si sbizzarriscono nella costruzione di grandi sculture di neve e ghiaccio. Shopping Se volete vedere i negozi più incredibili dovete visitare il paese che negli ultimi decenni ha prodotto un attivo commerciale di miliardi di dollari. In altre parole: se quello che cercate esiste, lo troverete in Giappone. Che si tratti di meloni da 100 dollari o gadget nei negozi tutto a 100 (dove ogni articolo in vendita costa circa 0,70), sarete sorpresi dall ampia varietà di merci dei negozi, soprattutto a Tōkyō. Nelle boutique di Ginza, il quartiere dello shopping di lusso, fa acquisti il bel mondo della capitale, mentre i comuni mortali prediligono i quartieri di Shibuya e Shinjuku. Oltre allo shopping tipicamente metropolitano Tōkyō offre anche tanti mercatini delle pulci cittadini, dove migliaia di persone si ritrovano per vendere tesori dimenticati trovati in fondo ai ripostigli e si possono intavolare conversazioni con la gente del posto, che offre un interessante prospettiva sulle vecchie mode cittadine. Un elenco regolarmente aggiornato dei mercatini delle pulci si trova sul sito Ōsaka ha quasi tanti negozi quanti sono i ristoranti. I grandi magazzini più vasti sono raggruppati nei dintorni delle stazioni JR Ōsaka e Hankyū Umeda, a Kita. I negozi di abbigliamento di lusso e delle maggiori firme internazionali si trovano invece in Midō-suji, la via principale di Minami, fra le stazioni della metropolitana di Shinsaibashi e Namba. Ōsaka è specializzata invece nell'elettronica e il quartiere di Den Den Town è la sua mecca. Den Den Town (il nome si ispira alla parola giapponese denki, che significa elettricità), è una zona commerciale quasi esclusivamente dedicata a prodotti e componenti elettronici. Per qualsiasi prodotto e utensile relativo alla cucina, visitate la galleria commerciale Dōguya-suji ( 道 具 屋 筋 ) di Minami. A Kyōto la tradizione domina sulle conquiste della modernità e chi vuole portarsi a casa un po' di Giappone tradizionale partirà all'esplorazione di Shinmonzen-dōri, nel quartiere di Gion, con le sue botteghe di antiquariato (mobili, ceramiche, stampe, calligrafie e molto altro), e Teramachi-dōri, dove si trovano tanti vecchi negozi tradizionali con belle vetrine. I grandi magazzini giapponesi I giapponesi adorano fare la spesa nei grandi magazzini o depāto, icona del consumismo nipponico, diffusisi nei primi anni del boom economico: questi bastioni del capitalismo offrono raffinate occasioni di shopping a 360 gradi agli abitanti della capitale, perennemente di corsa. Al piano interrato dei grandi magazzini si dispiegano in tutta la loro ricchezza gastronomica i depachika (デパ 地 下 ), dove i giapponesi fanno la spesa alimentare e i viaggiatori possono fare il pieno di prodotti tipici, per un picnic o per un souvenir: biscotti, cracker di riso, tè e tradizionali dessert giapponesi impacchettati con cura; cibi rari provenienti dalle regioni nipponiche più remote; sushi e sashimi in vassoi pronti al consumo; i sōzai, contorni ispirate a varie cucine, mentre chi preferisce sapori occidentali deve cercare i delica (delicatessen). Infine, per i più temerari, il fugu (pesce palla), il pesce velenoso che se tagliato da mani sapienti (e nei depachika lo sono) diventa una delizia per il palato. top 5 dei prodotti tipici 1 Prodotti elettronici Si possono ammirare e osservare nei giganteschi negozi di Akihabara, dove un tempo si trovava Electric Town, luogo in cui comprare articoli di elettronica a prezzi scontati e dove i primi nerd si rifornivano dell occorrente per montare computer in casa. 2 Capi di abbigliamento eccentrici Tōkyō è famosa per le sue tribù della moda, ognuna delle quali provvista di un territorio privilegiato. Ginza, da tempo il principale quartiere dello shopping di Tōkyō, ospita molti grandi magazzini e boutique di alto livello. La rivale Harajuku, dall altra parte della città, ha boutique di lusso, così come negozi di moda di strada. Shibuya è sede della macchina della moda giovanile, mentre la vicina Shimo-Kitazawa ha la più alta concentrazione di negozi di abbigliamento vintage. 3 Artigianato di Tōkyō Potete trovare articoli per la casa realizzati da artigiani e oggetti d arte o di antiquariato locale (paraventi tradizionali e arredi vari) nei quartieri di Yanaka e di Asakusa. 4 Tonno Il tonno più pregiato viene messo all asta e venduto al miglior offerente al mercato di Tsukji di Tōkyō. 5 Anime e manga Akihabara, meglio noto come Akiba, il quartiere di Tōkyō in cui si vendono articoli elettronici a prezzo scontato, è anche la scena vivente delle ultime tendenze degli otaku (fanatici di manga e anime).

14 Emergenze e salute Emergenze Aiuto! たすけて! tas ke te Per favore, mi aiuti. たすけてください tas ke te ku da sai Posso usare il telefono? 電 話 を 貸 してくれませんか? den ua o ka sci te ku re ma sen ka Chiamate la polizia! 警 察 を 呼 んで! kei sa tsu o ion de Chiamate un medico! 医 者 を 呼 んで! i scia o ion de C'è stato un incidente. 事 故 です gi ko des Dov'è la stazione di polizia? 警 察 署 はどこですか? kei sa tsu scio ua do ko des ka Dove sono i servizi igienici? トイレはどこですか? toi re ua do ko des ka Mi sono perso. 迷 いました ma ioi mash ta Vattene! あっちへ 行 け! Atchi e ike! Il Giappone è un paese con un elevato standard di assistenza sanitaria (sebbene la qualità della stessa possa variare a seconda dei luoghi) e poche malattie endemiche. L igiene per quanto riguarda il cibo e l acqua è generalmente buona. Non sono richiesti particolari vaccini per entrare nel paese e, al di là di ricordarsi di portare con sé i farmaci che si assumono regolarmente e una farmacia da viaggio per curare autonomamente i disturbi più lievi, non è necessaria alcuna preparazione particolare. Gli ospedali e le cliniche sono diffusi in tutto l arcipelago e soltanto le isole più piccole e remote sono un po carenti di strutture sanitarie. Disponibilità dell'assistenza sanitaria Sebbene il sistema sanitario giapponese sia esteso e completo, la qualità dell assistenza può essere molto diversa da luogo a luogo. Ecco alcuni suggerimenti utili: Se dovete portare medicinali o attrezzature mediche particolari, prima della partenza è utile contattare una rappresentanza giapponese in Italia per chiedere se sono necessari eventuali permessi. In linea di massima è meglio cercare assistenza nelle cliniche universitarie o negli ospedali più grandi, piuttosto che nelle strutture private. I medici giapponesi sono talvolta restii a curare gli stranieri, quindi è molto importante che dimostriate di essere in possesso di un assicurazione o di denaro contante in caso necessitiate della loro assistenza. Avete tutto il diritto di insistere affinché vi curino. La maggior parte degli ospedali e delle cliniche osserva orari precisi per le visite mediche (in genere al mattino). Gli alberghi e le ryokan saranno in grado di indirizzarvi verso i migliori ospedali della zona (e conosceranno anche le strutture dove lavorano medici che parlano inglese). La maggior parte dei medici parla un po d'inglese. Assicuratevi tuttavia la presenza di una persona che parli giapponese che vi aiuti a descrivere le vostre condizioni, oltre che a orientarvi nell ospedale. Le cure dentistiche sono diffuse e di buon livello, ma anche abbastanza costose, perciò ricordatevi di fare un controllo accurato prima di partire. Trasporti interni: viaggiare in Giappone Aereo I servizi aerei interni al Giappone sono estesi, affidabili e sicuri. In molti casi, l aereo si rivela perfino più rapido dello shinkansen (treno ad alta velocità), con una differenza di costo molto contenuta. Inoltre l aereo è un mezzo efficiente per spostarsi dalle isole maggiori alle numerose isolette minori, in particolare quelle del Nansei-shotō (le isole meridionali del Kagoshima-ken e dell Okinawa-ken). Nelle principali città giapponesi operano agenzie di viaggi con personale che parla inglese. Biglietti Per i voli interni le tariffe di andata e ritorno sono di solito più basse del 10% rispetto al prezzo di due biglietti di sola andata. Sia ANA sia JAL concedono ribassi fino al 50% ai viaggiatori che acquistano il biglietto un mese o più prima della partenza, oltre a sconti di minore entità in caso di anticipo compreso fra una e tre settimane. Ai viaggiatori stranieri ANA propone anche lo Star Alliance Japan Airpass: i viaggiatori in possesso di un biglietto internazionale valido, emesso da qualsiasi compagnia aerea e acquistato al di fuori del Giappone, hanno diritto fino a cinque voli su tutte le rotte ANA a soli per ciascun volo (in certi casi un risparmio enorme), da utilizzare nell arco di 60 giorni. Autobus Il Giappone ha un estesa rete di autobus a lunga percorrenza. Questi mezzi non sono certo veloci come i treni veloci shinkansen (il viaggio tra Tōkyō e Kyōto, per esempio, richiede soltanto due ore e mezzo con lo shinkansen e circa otto ore in autobus), ma le loro tariffe sono paragonabili a quelle dei futsū (treni locali). Naturalmente ci sono molte località del Giappone dove i treni non arrivano e l autobus diventa l unico mezzo di trasporto pubblico. Notturni Gli autobus notturni sono una buona soluzione per chi abbia a disposizione un budget limitato e non possegga un Japan Rail Pass. Relativamente economici, sono spaziosi tanto da permettere di stendersi e dormire qualche ora, consentendo quindi di risparmiare il costo di un pernottamento. Di solito partono verso le 22 o le 23 e arrivano tra le 6 e le 7 del giorno successivo. Biglietti Per le prenotazioni, potrete rivolgervi a qualunque agenzia di viaggi in Giappone o al midori-no-madoguchi (ʻsportello verdeʼ) delle più importanti stazioni Japan Rail (JR). Il Japan Rail Pass è valido su alcuni autobus interurbani, ma quando possibile è quasi sempre preferibile prendere lo shinkansen (molto più veloce e comodo). Treni Tipi di treno I treni più lenti che fermano in tutte le stazioni sono detti futsū o kaku-eki-teisha. Un gradino più su si trova il kyūkō (espresso), che ferma in un numero limitato di stazioni. Una variante dei treni kyūkō sono i kaisoku, treni espresso di solito operanti sulle linee JR. Infine, il treno più veloce (non shinkansen) è il tokkyū (intercity), talvolta noto come shin-kaisoku. Gli shinkansen operano su binari diversi rispetto a quelli dei treni regolari e, in alcuni casi, la stazione loro riservata si trova a una certa distanza dalla stazione JR (come per esempio nel caso di Ōsaka). Su quasi tutte le linee shinkansen esistono due o tre tipi di servizi, sostanzialmente suddivisi fra i più veloci treni espresso, che si fermano in un numero limitato di stazioni, e i treni più lenti, che effettuano fermate in un numero maggiore di stazioni. Le tariffe sono sempre uguali; l unica differenza è che i posti sulle carrozze normali costano un po meno di quelli sulle Green Car.

15 Pass Ferroviari a Tōkyō Suica (www.jreast.co.jp/e/pass/suica) è una tessera ferroviaria prepagata con chip elettromagnetico che si passa davanti al lettore sui tornelli automatici. È valida per tutti i treni, la metropolitana e gli autobus della città, e facilita il trasferimento tra linee e il calcolo delle tariffe. Se ne può acquistare una al distributore automatico di biglietti in qualunque stazione della rete ferroviaria JR; è richiesto un deposito di 500, rimborsato quando si restituisce la tessera a uno sportello JR. Japan Rail Pass È un documento di viaggio imprescindibile per chiunque pianifichi di usare molto il treno in Giappone (www.japanrailpass.net/eng/en001.html). Da ricordare: il Japan Rail Pass deve essere acquistato fuori dal Giappone. Possono comprarlo i turisti stranieri e i giapponesi residenti all estero (ma non gli stranieri residenti in Giappone). Il pass non è valido per il shinkansen super espresso Nozomi, ma lo è per qualunque altro servizio (compresi gli altri shinkansen). I bambini di età compresa tra i sei e gli 11 anni possono usufruire dei pass per bambini, mentre i minori di sei anni viaggiano gratuitamente. Ricordate, però, che il documento vale soltanto sui servizi JR; per i treni privati dovrete acquistare il relativo biglietto. Per ottenere il pass, per prima cosa si deve acquistare fuori dal Giappone un voucher presso gli uffici JAL o ANA o nelle grandi agenzie di viaggi. Arrivati in Giappone, lo presenterete a uno dei JR Travel Service Centre (situati nelle maggiori stazioni, oltre che negli aeroporti internazionali di Narita e del Kansai). Per ottenere il pass, dovrete esibire il passaporto. La durata del pass inizia nel momento in cui lo si convalida; disponendo di un Japan Rail Pass e volendo utilizzarlo, potreste non riuscire a prenotare viaggi in treno con un agenzia di viaggi al di fuori del Giappone. Il motivo è che il pass si attiva in Giappone e per effettuare la prenotazione bisogna mostrare il pass. Di seguito altri pass più specifici. JR East Pass Il JR East Pass (www.jreast.co.jp/e/eastpass/top.html) si rivela molto conveniente per chi desideri viaggiare esclusivamente nel Giappone orientale. Il San-yō Area Pass (www.westjr.co.jp/global/en/travel-information/pass/sanyo) consente la libera circolazione sulla linea shinkansen tra Ōsaka e Hakata, oltre che sui treni locali in servizio tra le due città. JR West Kansai Area Pass Ottimo affare per chi si limita a esplorare la zona del Kansai, il Kansai Area Pass (www.westjr.co.jp/global/en/travel-information/pass/kansai) consente la circolazione illimitata sulle linee JR tra le città più importanti della regione, come Himeji, Kōbe, Ōsaka, Kyōto e Nara, e copre anche i treni JR per/dall aeroporto del Kansai, con l esclusione degli shinkansen. Automobile e motocicletta Spostarsi in automobile o in motocicletta in Giappone è abbastanza agevole, anche per chi non ami troppo andare alla ventura. Le strade più importanti sono indicate in inglese e le norme di circolazione, in generale, vengono rispettate dagli automobilisti locali. La benzina, pur essendo cara, non ha prezzi proibitivi: il costo al litro oscilla da 137 a 139 per quella normale e da 148 a 150 per quella a elevato numero di ottani (il pieno si traduce con la parola mantan). I gasoreen sutando (pompe di rifornimento) si trovano in quasi tutti i centri abitati del Giappone, oltre che presso le stazioni di servizio lungo le autostrade. Se siete soci di un associazione automobilistica del vostro paese, potrete veder riconosciuti i vostri diritti dalla Japan Automobile Federation (JAF; % , ; Shiba, Minato-ku, Tōkyō ). Noleggio Le agenzie di autonoleggio di solito sono raggruppate nei pressi delle stazioni ferroviarie e dei moli dei traghetti. In genere, le tariffe medie per un automobile di piccola cilindrata vanno da 5000 a 7000 al giorno, con la possibilità di sconti per i noleggi di durata superiore. In aggiunta, dovrete pagare 1000 al giorno per l assicurazione. Oggi, molte automobili a noleggio sono dotate di navigatori satellitari, magari difficili da impostare per la lingua, ma utili per individuare la propria posizione. Toyota Rent-a-Car (%in Giappone , fuori dal Giappone ; ha la rete di noleggio più estesa e un sito internet con molte informazioni utili tramite il quale è possibile prenotare anche dall estero. Norme di circolazione In Giappone si guida tenendo la sinistra, ma ciò non pone problemi particolari: non è in vigore alcuna norma insolita o di difficile interpretazione e i segnali stradali seguono le convenzioni internazionali. Patente di guida I viaggiatori italiani possono guidare un automobile in Giappone con la patente di guida rilasciata in Italia (purché muniti di una traduzione ufficiale in lingua giapponese) senza l obbligo di conversione, per il periodo massimo di un anno a partire dalla data di ingresso nel paese. Le patenti straniere e le patenti di guida internazionale sono valide in Giappone soltanto per sei mesi. Motocicletta Il casco è obbligatorio. L attrezzatura necessaria per viaggiare borse, portapacchi, cinghie e cosi via è reperibile facilmente nei negozi di accessori: il posto migliore in cui cercare è il Korin-chō, il quartiere delle motociclette di Ueno a Tōkyō: qui troverete più di 20 negozi specializzati, alcuni dei quali assumono venditori stranieri che parlano sia il giapponese sia l inglese. Le moto più piccole (sotto i 125 cc) non possono circolare sulle autostrade. Bicicletta Il Giappone è un posto ideale per spostarsi in bicicletta. Conviene uscire dalle città caricando il vostro mezzo sul treno o su un autobus; per il trasporto in treno, avrete bisogno di una borsa apposita che troverete in vendita nei migliori negozi specializzati. Una soluzione al caro prezzi di una buona bici è l acquisto di una bicicletta usata; nuove, le stesse biciclette costano molto di più: a partire da per una comune bicicletta fino a per una buona mountain bike. Noleggio Troverete negozi che noleggiano biciclette nei pressi delle stazioni ferroviarie e delle autostazioni nella maggior parte delle aree turistiche del Giappone, nonché vicino ai moli dei traghetti su molte delle isole più piccole, e pure molti ostelli sono attrezzati per affittarle. Le tariffe medie si aggirano intorno a 200/1000 all ora/giorno. Gli inconvenienti si nascondono nei mezzi: in genere bassi e con pochi rapporti. Imbarcazioni Il Giappone è un paese insulare e pertanto c'è una rete capillare di linee di traghetti che viaggiano tra le isole o tra i porti di una stessa isola. I traghetti possono essere un ottimo mezzo per spostarsi e visitare aree che altrimenti potrebbero essere irraggiungibili. La rotta tra Ōsaka (Honshū) e Beppu (Kyūshū), per esempio, è una buona soluzione per arrivare nel Kyūshū e se si sceglie l ora giusta per vedere alcune isole del Mare Interno. Le sistemazioni più economiche per i viaggi lunghi sono le cabine dotate di tatami in cui semplicemente si stende il futon sul pavimento. Per raggiungere Okinawa e le Isole sud-occidentali del Giappone in traghetto, ci si può informare sul biglietto all-you-can-sail proposto dalla compagnia di traghetti Marui/A-Line. Liquidati spesso come semplice attrazione turistica, gli autobus fluviali (http://suijobus.co.jp) sono un mezzo comodo e panoramico per spostarsi fra i quartieri orientali della capitale. indirizzi giapponesi In Giappone trovare un posto partendo dall'indirizzo può essere un'impresa ardua, anche per gli stessi giapponesi. Il problema è duplice: anzitutto, l'indirizzo fa riferimento a una zona anziché a una via; in secondo luogo, i numeri non sono necessariamente consecutivi, perché prima della metà degli anni '50 venivano assegnati in base alla data di costruzione degli edifici. Per trovare un posto, il metodo più semplice è chiedere indicazioni, ma tenete a portata di mano l'indirizzo scritto. Le numerose stazioni di polizia situate nei vari quartieri sono utili per agevolare l'orientamento dei turisti e gli esercizi commerciali spesso includono, negli annunci pubblicitari o nei biglietti da visita, una piccola mappa in cui figura la loro ubicazione. Quasi tutti i taxi e le automobili a noleggio sono ormai provvisti di navigatori satellitari che permettono di orientarsi con estrema facilità, a condizione di riuscire a inserire nel sistema l'indirizzo o il numero di telefono corrispondente. Naturalmente, per inserire l'indirizzo dovrete essere in grado di leggere il giapponese, ma per i numeri di telefono non dovrebbero esserci problemi.

16 Trasporti locali Tutte le grandi città offrono un ampia rete di trasporti pubblici. In molti centri si possono acquistare biglietti giornalieri, chiamati ichi-nichi-jōsha-ken, per corse illimitate in autobus, tram o metropolitana. Varie forme di abbonamento sono disponibili per soggiorni più lunghi. Autobus I biglietti si acquistano dal conducente al momento di salire o di scendere. A Tōkyō e in alcune altre città giapponesi si paga una tariffa fissa indipendentemente dalla distanza. In altre località, appena saliti sull autobus si deve prendere da una macchinetta un biglietto che indica il numero della zona di partenza (seiri-ken); al momento di scendere, nella parte anteriore dell autobus vedrete un insegna luminosa indicante la tariffa richiesta, che andrà pagata all autista. Taxi I taxi sono comodi e si trovano anche nelle città e sulle isole più piccole, soprattutto nei pressi delle stazioni ferroviarie. I prezzi sono più o meno uguali in tutto il paese: la tariffa (indicata sui finestrini) va da 600 a 710 per i primi 2 km, dopo i quali si passa a 100 ogni 350 m circa. Viene applicato un supplemento per il tempo se la velocità scende al di sotto dei 10 km orari. Di giorno è difficile verificare se un taxi in movimento sia occupato, perciò fate un cenno con la mano: se è libero si fermerà. Di notte, le vetture libere si distinguono di solito per una lampadina accesa sul tetto. Per i taxi chiamati via radio o per le corse effettuate dopo le 23, è previsto un supplemento del 20%. Treno e metropolitana Le metropoli più grandi, prime fra tutte Ōsaka e Tōkyō, hanno reti ferroviarie urbane che comprendono una linea circolare intorno al centro cittadino e diramazioni verso le stazioni principali e la metropolitana. Di solito le linee sotterranee, che si trovano a Fukuoka, Kōbe, Kyōto, Nagoya, Ōsaka, Sapporo, Tōkyō e Yokohama, sono le soluzioni più rapide e comode per girare in quelle città.

LEZIONE 23. SÔ DESU (congettura) Congettura in base a osservazione diretta

LEZIONE 23. SÔ DESU (congettura) Congettura in base a osservazione diretta LEZIONE 23 SÔ DESU (congettura) Sô desu (sô da) esprime la congettura con qualche fondamento: soprattutto (1) in base a un osservazione fatta dal parlante in base all aspetto fisico di una persona o di

Dettagli

In questa lezione tratteremo un argomento molto importante della lingua giapponese, gli aggettivi.

In questa lezione tratteremo un argomento molto importante della lingua giapponese, gli aggettivi. Benvenuti alla ottava lezione di giapponese di Wii Net Family! In questa lezione tratteremo un argomento molto importante della lingua giapponese, gli aggettivi. In giapponese esistono due famiglie di

Dettagli

実 用 イタリア 語 検 定 二 次 試 験 実 施 要 領 (2014 年 秋 季 第 39 回 )

実 用 イタリア 語 検 定 二 次 試 験 実 施 要 領 (2014 年 秋 季 第 39 回 ) 実 用 イタリア 語 検 定 二 次 試 験 実 施 要 領 (2014 年 秋 季 第 39 回 ) 受 験 方 法 について 1. 面 接 準 備 ( 説 明 や 移 動 を 含 め20 分 間 ) 1 所 定 の 時 刻 になりましたらお 呼 びします 面 接 控 室 ( 黙 読 室 )に 移 動 していただきます 2 黙 読 室 では はじめにテーマの 一 覧 をお 見 せしますので ご 意

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Accoglierli al ristorante

Accoglierli al ristorante 8 Accoglierli al ristorante Osservando i comportamenti dei turisti cinesi in Italia negli ultimi dieci anni si vede chiaramente come la maggior parte di loro sia diventata disponibile, ed anzi interessata

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo

Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo SLEST (European Linguistic Standard for Professionals in Tourism) 2.0 1 : Project No: 2013-1-ES1-LEO05-66445 Lista degli atti linguistici più frequenti nel settore del turismo CONTENUTO 1.) all'albergo

Dettagli

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio Test A2 Carta CE Prove di comprensione del testo: LETTURA Primo esempio 1 Secondo esempio 2 Terzo esempio Leggi attentamente il testo, poi rispondi scegliendo una delle tre proposte. Segna la risposta

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3)

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) 1. Completa il testo con gli articoli e le desinenze dei nomi e degli aggettivi. Le tendenze alimentari italiane. Quali sono le mode alimentari

Dettagli

guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi

guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi guida al programma au pair qualche consiglio pratico per un soggiorno felice e senza problemi che cosa significa essere au pair? Il programma au pair permette alle ragazze di 18-26 anni di vivere presso

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

SHY-SR Ultimo Mese VERSIONE 25 LUGLIO, 2001. Studio Iniziali/codice pz Data Medico _ / _/ / Istruzioni

SHY-SR Ultimo Mese VERSIONE 25 LUGLIO, 2001. Studio Iniziali/codice pz Data Medico _ / _/ / Istruzioni SHY-SR Ultimo Mese VERSIONE 25 LUGLIO, 2001 Studio Iniziali/codice pz Data Medico _ / _/ / Istruzioni Le domande che seguono si riferiscono a situazioni che possono essersi verificate nel corso dell ultimo

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

CAPITOLO I Un piacevole invito

CAPITOLO I Un piacevole invito 10 11 CAPITOLO I Un piacevole invito 12 13 Invito formale o easy Invitare qualcuno per un pranzo, un tè o per un occasione ufficiale richiede precise regole da seguire, che servono a delineare il tono

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Budget JAPAN. PRANZO (cucina giapponese). - pomeriggio libero a disposizione - CENA (cucina occidentale).

Budget JAPAN. PRANZO (cucina giapponese). - pomeriggio libero a disposizione - CENA (cucina occidentale). Budget JAPAN giorno 1 : Arrivo a TOKYO (aeroporto di Narita oppure Haneda). Incontro con guida locale parlante italiano per un cordiale BENVENUTO. INTRODUZIONE sul Giappone durante trasferimento con pullman

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Catturo immagini del paesaggio che scorre veramente veloce dal finestrino.

Catturo immagini del paesaggio che scorre veramente veloce dal finestrino. 10 luglio La stazione di Shinagawa è una delle principali stazioni ferroviarie di Tokyo ed è anche una delle più antiche (1872). Nonostante il nome, non si trova nel quartiere di Shinagawa, bensì in Minato,

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Quida Esame Plida A2:

Quida Esame Plida A2: Quida Esame Plida A2: Il livello A2 ti garantisce un autonomia in situazioni comunicative elementari: a questo livello, sei in grado di dare e ricevere informazioni relative a te stesso, al luogo in cui

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Giugno 2010 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

GIAPPONE = NIPPON. Forma di governo = monarchia costituzionale. Capitale = Tokyo. Fuso orario = + 8 ore rispetto all Italia. Popolazione = 128 milioni

GIAPPONE = NIPPON. Forma di governo = monarchia costituzionale. Capitale = Tokyo. Fuso orario = + 8 ore rispetto all Italia. Popolazione = 128 milioni GIAPPONE = NIPPON Il cerchio è simbolo del sole che sorge. I giapponesi dicono che il loro paese si trova alle radici del sole. Lingua ufficiale = giapponese Forma di governo = monarchia costituzionale

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

Viaggio Nel cuore del Giappone

Viaggio Nel cuore del Giappone Viaggio Nel cuore del Giappone 15-25 Maggio 2015 11 giorni 9 notti PROGRAMMA 1 GIORNO - Venerdì 15 Maggio 2015 : ROMA - TOKYO Ritrovo dei partecipanti direttamente in Aeroporto a Roma Fiumicino. Disbrigo

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori

Il mio Portfolio per. l apprendimento. dello spagnolo. Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier. 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori S C U O L A S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O Il mio Portfolio per l apprendimento dello spagnolo Biografia linguistica Passaporto linguistico Dossier 2005, Paravia Bruno Mondadori Editori Che

Dettagli

365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO. La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda!

365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO. La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda! 365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda! - 12 mesi: se siete legate ad una data in particolare iniziate prenotando

Dettagli

Unità 4 ESERCIZI. 1 Cameriere. U4, A e B:

Unità 4 ESERCIZI. 1 Cameriere. U4, A e B: Unità 4 ESERCIZI U4, A e B: 1 Prenotare un tavolo al ristorante. Secondo te, che cosa dice questo cameriere quando risponde al telefono? Scrivi la prima frase. Poi rimetti in ordine la telefonata tra il

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

C L I D A P 3 FASE UNO PROVE SCRITTE FASE DUE PROVE ASCOLTO. Esami CLIDA. centro linguistico italiano dante alighieri Firenze. Sede esame.

C L I D A P 3 FASE UNO PROVE SCRITTE FASE DUE PROVE ASCOLTO. Esami CLIDA. centro linguistico italiano dante alighieri Firenze. Sede esame. centro linguistico italiano dante alighieri Firenze Esami CLIDA C L I D A P 3 E S A M E 0 4 0 3 FASE UNO PROVE SCRITTE FASE DUE PROVE ASCOLTO Sede esame Cognome Nome Firma... Prove scritte Inizio della

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Classe Prima. Obiettivi Specifici d Apprendimento

Classe Prima. Obiettivi Specifici d Apprendimento ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE Scuola Secondaria di Primo grado G. GIARDINO Lingua Spagnola - Obiettivi Specifici d Apprendimento per i tre anni della Scuola Secondaria di I Grado Istituto Comprensivo

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

PRAGA. Dal 11 al 14 Dicembre 2014 4 giorni - 3 notti

PRAGA. Dal 11 al 14 Dicembre 2014 4 giorni - 3 notti PRAGA Dal 11 al 14 Dicembre 2014 4 giorni - 3 notti Reporter Live srl www.reporterlive.it info@reporterlive.it Reporter Viaggi Group S. Giovanni Valdarno (AR) Piazza Cavour, 11 Cap 52027 Italy Tel: +39

Dettagli

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra.

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. 3 unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. Casa indipendente nel verde Bellissimo appartamento in Borgo dei Mulini Stupenda casa in campagna a 10 chilometri

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

ESAME FINALE D'ITALIANO A1

ESAME FINALE D'ITALIANO A1 ESAME FINALE D'ITALIANO A1 TOTALE / 80 I. COMPRENSIONE DELL'ASCOLTO (0 10) 80-73,5 pkt 5 73-67 pkt 4,5 66,5-61 pkt 4 60,5-54 pkt 3,5 53,5-41 pkt 3 Ascolta e segna una risposta corretta. / 10 1. Le persone

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a

Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a KENITRA di Ebi Madeline Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSI ESTIVI DI LINGUA A CAGLIARI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSI ESTIVI DI LINGUA A CAGLIARI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI CORSI ESTIVI DI LINGUA A CAGLIARI STUDIARE L ITALIANO IN UNA UNIVERSITÀ MEDITERRANEA 1 Perché scegliere Cagliari? Situata al centro del golfo degli angeli, che si apre

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

Ti presentiamo un testo che parla della figura del mediatore culturale. Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire il testo.

Ti presentiamo un testo che parla della figura del mediatore culturale. Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire il testo. Unità 3 Una nuova professione: il mediatore culturale CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi scritti in cui si parla della figura del mediatore culturale parole relative alla mediazione

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

IN ITALIA IL TURISTA PUÒ SCEGLIERE FRA DIVERSE POSSIBILITÀ D ALLOGGIO:

IN ITALIA IL TURISTA PUÒ SCEGLIERE FRA DIVERSE POSSIBILITÀ D ALLOGGIO: IN ITALIA IL TURISTA PUÒ SCEGLIERE FRA DIVERSE POSSIBILITÀ D ALLOGGIO: Gli alberghi (gli Hotel) offrono vitto e alloggio. Ci sono cinque categorie: alberghi di lusso e hotel di prima, seconda, terza e

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità introduttiva) 1) Trasforma al plurale i seguenti sostantivi: a) pizza b) spaghetto c) chiave d) cane e) casa 2) Completa il mini dialogo correttamente. Buongiorno Laura, (1)...

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1

ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 ATTIVITÀ 1 INTERAZIONE SCHEDA Nº 1 Tempo per la preparazione: 1 minuto Durata dell intervento tra di due candidati: minimo 4 minuti - massimo 5 minuti CANDIDATO/A A VACANZE IN EUROPA Ha deciso di visitare

Dettagli

03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 95 M ODULO 1 CASA. Fogli di lavoro

03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 95 M ODULO 1 CASA. Fogli di lavoro 03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 95 M ODULO 1 CASA Fogli di lavoro 03 Modulo 1/Fogli lavoro 24-01-2002 12:50 Pagina 97 F OGLIO DI LAVORO 1 Soluzioni abitative che conosco Per favore riporti

Dettagli

- 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

ローマ 日 本 文 化 会 館 日 本 語 講 座. Istituto Giapponese di Cultura Corsi Di Lingua Giapponese

ローマ 日 本 文 化 会 館 日 本 語 講 座. Istituto Giapponese di Cultura Corsi Di Lingua Giapponese ローマ 日 本 文 化 会 館 日 本 語 講 座 2010-2011 年 度 後 期 受 講 案 内 Istituto Giapponese di Cultura Corsi Di Lingua Giapponese Guida e Programma Anno Scolastico 2010 2011 Secondo Semestre Contenuti A. Panoramica dei corsi

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi''

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi'' J.AThePowerOfSponsorship Di Giuseppe Angioletti http://www.segretidei7uero.altervista.org ''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza

Dettagli

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta.

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta. Cognome : Nome: Data : Istruzioni Sono state elaborate sotto forma di questionario a scelta multipla alcune tipiche situazioni professionali dell assistenza domiciliare. Vengono proposte tre situazioni

Dettagli

Progetto di educazione al risparmio e all'uso consapevole del denaro

Progetto di educazione al risparmio e all'uso consapevole del denaro Progetto finanziato dalla Progetto di educazione al risparmio e all'uso consapevole del denaro a cura delle associazioni di consumatori Che cos è la moneta? Per gli economisti il termine moneta non ha

Dettagli

Guida al CouchSurfing

Guida al CouchSurfing Guida al CouchSurfing TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE Introduzione Quante volte vi è capitato di dover rinunciare ad una vacanza, o di dover cambiare meta, perché i costi degli alloggi erano troppo alti?

Dettagli

PRAGA. Dal 11 al 14 Dicembre 2014 4 giorni - 3 notti

PRAGA. Dal 11 al 14 Dicembre 2014 4 giorni - 3 notti PRAGA Dal 11 al 14 Dicembre 2014 4 giorni - 3 notti Reporter Live srl www.reporterlive.it info@reporterlive.it Reporter Viaggi Group S. Giovanni Valdarno (AR) Piazza Cavour, 11 Cap 52027 Italy Tel: +39

Dettagli

idealfoto wedding & fashion photographers

idealfoto wedding & fashion photographers Cari Sposi, in questo documento troverete le domande che spesso ci vengono poste, relative al servizio fotografico di matrimonio. E importante che leggiate perchè vi daranno alcune informazioni molto utili

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

I VERBI Questa volta cercherò di parlarvi un po dei verbi, sperando di riuscire ad essere abbastanza chiara. In giapponese esistono molti modi di coniugare un verbo, che determinano il significato della

Dettagli

Progetti per le vacanze!

Progetti per le vacanze! Progetti per le vacanze! Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici le vacanze: programmare, raccogliere informazioni, parlarne la costruzione con si ci di luogo Svolgimento L attività è finalizzata

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

CUMUNITÀ DI BUONGUSTAI COCKTAIL PEDIA

CUMUNITÀ DI BUONGUSTAI COCKTAIL PEDIA PER IL CLIENTE PRENOTAZIONE FACILE E VELOCE CERCA & TROVA PRENOTA CUMUNITÀ DI BUONGUSTAI COMMENTA INVITA AMICI RICETTARIO COCKTAIL PEDIA EVENTI VINOTECA RISTORANTE PREFERITO COME TROVARE IL SUO RISTORANTE:

Dettagli