IT212 ITALIAN FOR HISTORIANS II PASSAGES FOR TRANSLATION AND COMPREHENSION

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IT212 ITALIAN FOR HISTORIANS II PASSAGES FOR TRANSLATION AND COMPREHENSION"

Transcript

1 IT212 ITALIAN FOR HISTORIANS II PASSAGES FOR TRANSLATION AND COMPREHENSION

2 Translation/comprehension homework due Term 1, Week 2: pronouns Nella Firenze del Quattrocento (come del resto nel periodo precedente) lottano insieme diverse fazioni. Alcuni stanno dalla parte dei Medici, altri invece dalla parte di famiglie rivali. Ce ne sono poi altri ancora che non sanno da che parte stare, o che cercano di allearsi invece con poteri esterni, per esempio con il Papa o con la Francia. Ci sono conflitti e rivalità fra famiglie nobili, appartenenti ai proprietari terreni, e le famiglie dei banchieri e mercanti. Spesso essi si odiano a vicenda e serbano rancore per presunti torti che hanno subìto nel passato. Quanto al potere, nessuno ne ha mai abbastanza. Tanti hanno soltanto un potere pari a quello che gli è stato concesso dalle famiglie influenti. Anche se la situazione è difficile, non tutti ne parlano. Non è che non gliene importi: è solo che non c è molto da fare. Comprehension questions: 1. How absolute is the power of the Medici in Renaissance Florence? 2. Are the Florentine factions related to external or internal divisions and alliances? In what way(s)? 3. How willing are people to discuss the political divisions in their city? - 1-

3 Translation/comprehension homework due Term 1, Week 3: Pronouns; stare + gerund Dall incontro delle Chiese dell Oriente e dell Occidente pochi sanno cosa aspettarsi. Questo Concilio, che ha luogo fra Firenze e Ferrara verso il 1432, cerca per la prima volta in tanti secoli di mettere fine a secoli di dissidi e controversie fra la chiesa romana e quella di Costantinopoli, i cui sostenitori, per esempio, sostengono che lo Spirito Santo non procede da Dio Padre e Dio Figlio insieme, ma soltanto dal Padre. Una delle autorità a cui tutte e due le parti fanno appello è S. Agostino, vescovo e padre della Chiesa. È proprio perché ci sono in gioco delle dottrine teologiche importanti che i rappresentanti delle due Chiese stanno dialogando da diversi anni, cercando di trovare una soluzione alle loro differenze. Proprio nel momento in cui stanno per arrivare ad un accordo che tutti possono accettare, le differenze però si presentano come insormontabili. Le due chiese, che fin dal Vº secolo hanno seguito vie diverse, continueranno a farlo nei secoli futuri. Comprehension questions: 1. What did the Council of Ferrara Florence attempt to do? 2. How successful, according to the author of this passage, was the Council, and why? - 2-

4 Translation/comprehension homework due Term 1, Week 4: Superlatives Una delle città più spettacolari dell Italia è Venezia. Conosciuta in molte parti del mondo per via delle sue peculiarità come città costruita sul mare, nel Rinascimento Venezia era però una città molto importante per tanti altri motivi. Possedeva un notevole impero marittimo che nessuna delle città italiane poteva più eguagliare. (Genova, per esempio, non aveva più il potere di una volta.) Inoltre a Venezia arrivava un grandissimo numero di merci e persone provenienti dal vicino Oriente probabilmente a Venezia c era la mescolanza più ragguardevole in tutta Europa di Europei, Giudei, Greci e Mussulmani. Fra le loro merci, questi stranieri (parecchi dei quali erano o mercanti o studiosi) portavano in Italia manoscritti di opere antiche, alcune delle quali erano assai rare e scritte in lingue poco conosciute. C è inoltre una considerazione molto importante a proposito della costituzione politica della città sulla laguna: al contrario di tante altre città, Venezia era una repubblica come Firenze, e per di più una fra le città più ricche d Italia. Ed era molto più importante di città vicine come Padova, anche se la sua università aveva la sua sede proprio lì. Fra le più famose e belle città del mondo, Venezia continua tuttora a esercitare il suo fascino sui milioni di turisti che la visitano ogni anno. Purtroppo però la città diventa sempre più povera di residenti e ultimamente ha persino perso il suo unico cinema. Che sia veramente ancora fra le più ragguardevoli città d Italia? - 3-

5 Translation/comprehension homework due Term 1, Week 5: passato remoto Nei primi mesi del 1451 Leon Battista Alberti accettò l incarico di progettare il Tempio Malatestiano, voluto dal signore di Rimini, Sigismondo Malatesta. Nel cantiere riminese, pur affollato, l Alberti trovò un solo artista d avanguardia : Piero della Francesca. La sua presenza a Rimini è testimoniata dall affresco raffigurante Sigismondo in preghiera di fronte a San Sigismondo, firmato e datato 1451, nella piccola e appartata Cella delle Reliquie, situata fra la prima e la seconda cappella. Ignoriamo tutto di questo primo soggiorno riminese del pittore e dei contatti e degli eventuali ragionamenti intercorsi fra lui, gli scultori, gli eruditi di corte, i francescani, il signore e l Alberti. Certo la marginalità del suo intervento suscita molte perplessità, dopo le dichiarazioni e le profferte contenute nella lettera del 1449 che confermava il desiderio di Sigismondo di avere un pittore per affrescare le cappelle e per lavorare a corte. È comunque chiaro che a Rimini vennero diversi artisti importanti da altre città, anche se non ne abbiamo sempre una chiara testimonianza documentaria. Questions: 1. Who was involved, and in what capacity, in the project on the Tempio Malatestiano? 2. Were many or few people working on the project? 3. How do we know that Piero della Francesca worked in Rimini? 4. How much do we know about Piero s broader contacts in Rimini? Explain. 5. Why is the letter of 1449 significant? - 4-

6 Homework, Term 1, Week 7: passato remoto irregular In Progetto Italiano 2a, translate and do the excercise on p. 64. In class, Term 1, Week 7: passato remoto irregular Sul soggiorno bolognese di Leon Battista Alberti dopo i suoi studi a Padova con Barzizza abbiamo poche notizie. Per esempio, non sappiamo esattamente né quando Alberti andò a Bologna né quando lasciò la città. Non conosciamo quali furono i circoli che Battista frequentò. E vorremmo sapere qualcosa di più intorno ai suoi legami con l Università di Bologna dove studiava. Alcuni punti fermi emergono però dagli scritti di Battista stesso. Innanzitutto, alla morte del padre nel 1421 Battista si trovava a Bologna, dove stava seguendo gli studi di diritto. Le lunghe ore di studio lo portarono più volte a cercare rifugio in altri interessi, massimamente letterari. Tuttavia Alberti riuscì a continuare i suoi studi di diritto canonico e si dedicò anche per qualche tempo allo studio della filosofia e della matematica. Ebbe sicuramente amici nei circoli letterari e scientifici della città. Sappiamo anche che il soggiorno di Battista a Bologna durò circa dieci anni forse un po meno se, come hanno proposto alcuni studiosi, egli ottenne la laurea nel 1428 per poi girare l Europa nei tre anni successivi. Fu in ogni modo un periodo molto formativo della sua vita, anche perché facendo così Battista scelse un modo di vita molto indipendente dai suoi parenti. - 5-

7 Homework, Term 1, Week 8: trapassato prossimo e remoto In Progetto Italiano 2a, translate and do the excercise on p. 66. In class, Term 1, Week 8: trapassato prossimo e remoto Quando Marco Polo arrivò nella capitale della Cina, aveva già attraversato diversi territori dell Asia, nei quali c erano state per lui diverse rivelazioni soprendenti. Aveva visto una cultura fiorente, che per alcuni aspetti superava quello che era disponibile nella sua nativa Venezia. Ed era stato fortemente sorpreso nel vedere che la cultura cinese, che aveva un organizzazione fortemente gerarchica, aveva prodotto delle invenzioni (quali la carta, la stampa, i fuochi d artificio, ecc.) che più tardi avrebbero conquistato l Europa. Quando ebbe visto tutte le meraviglie dell Asia (che raccontò poi in un famosissimo resoconto del suo viaggio chiamato Il milione), Marco Polo se ne tornò in patria. Portò con sé, si dice, anche un invenzione di un importanza straordinaria per l Italia: gli spaghetti. - 6-

8 Homework, Term I, Week 9: congiuntivo presente/passato Guardandosi intorno, tanti osservatori della politica italiana si chiedono come sia possibile per un paese continuare a funzionare quando il governo è poco stabile e l economia sembra in declino. Ci si può porre però gli stessi interrogativi riguardo al Rinascimento. Dal punto di vista economico, questo non è il periodo più fiorente della storia. Sebbene vi siano indubbie conquiste dal punto di vista artistico e letterario, sta di fatto che non si può pensare al Rinascimento senza pensare alle tante banche che falliscono, alle economie traballanti, agli sforzi necessari per passare, per esempio, dalla produzione della lana a quella della seta. Anche dal punto di vista politico, non si può dire che tutto sia andato a gonfie vele. I sudditi vogliono che i loro principi siano benevolenti, generosi e pacifici, ma questo accade di rado. Anche nella religione, ci vogliono decenni prima che gli ordini religiosi sappiano riformarsi. In class, Term I, Week 9: congiuntivo presente/passato Gli storici credono che uno degli aspetti più importanti del Rinascimento sia la mescolanza di speranza e timore da parte delle popolazioni urbane e terriere. Le prime votano per il loro capi, ma non sono sicuri che questi abbiano veramente a cuore i loro interessi. Le seconde, prive del diritto di voto, agognano alla libertà, ma temono che i proprietari li puniscano se cercano di fuggire. Le prime vogliono che le città diventino esempi di bellezza in tutta Europa, ma si rendono conto che è improbabile che questo avvenga senza dover pagare più tasse. Le seconde aspettano che i proprietari se ne vadano in città. Così, benché ci siano stati spiriti ottimisti, bisogna anche ricordarsi delle paure del periodo. - 7-

9 Homework, Term 1, Week 10: congiuntivo A pubblica testimonianza dell energico intervento di pacificazione con il quale Bonifacio VIII ha posto termine alla rischiosa lotta che Bologna da alcuni anni conduce contro Ferrara per il controllo dei castelli di Bazzano e di Savignano, il Consiglio del Popolo decide nel 1300 che la città debba erigere sulla facciata del Palazzo Pubblico tre statue: quella di Bonifacio VIII con ai lati quelle di Carlo II d Angiò e del Capitano del Popolo. Una revisione del progetto vuole che l anno successivo collochino la sola statua del papa, non più in marmo, ma in lastre di ramo dorato su anima di legno. Autore ne fu Manno Bandini da Siena, dai documenti ricordato a Bologna già nel 1287 e, in seguito, ripetutamente fino al È molto probabile che a Bologna questa sia stata la prima statua esposta in pubblico. La sfolgorante sontuosità del rivestimento dorato, impreziosito da decorazioni traslucide ora scomparse, dovette contribuire ad esaltare gli effetti di magica suggestione iconica di questo idolo. In effetti, i Bolognesi pensavano che avesse poteri speciali, al di là della sua funzione di simbolo dell assolutismo papale. - 8-

10 Translation/comprehension homework due Term 2, Week 1 In verità, dal 1454 in poi, si può dire che lo svilupparsi della cultura fiorentina sia caratterizzato dal progressivo assorbimento nell àmbito cosmiano dei residui gruppi di opposizione. Mentre, ad uno ad uno, i massimi nomi dell intelligenza oligarchica capitoleranno di fronte al prepotere mediceo, i pochi renitenti resteranno praticamente senza voce in capitolo. Sarà questo, appunto, il caso di un Francesco d Altobianco degli Alberti, che, verso il 1450, sull esempio di Dante, sfogava i suoi umori in una canzone morale denunciando la corruzione della patria, governata ormai dall arbitrio dei pochi e non dalle leggi di tutti; ma il vasto canzoniere, gremito di echi petrarcheschi e danteschi, era costretto a lasciare inedito a casa, ritornandovi su senza soste ad infittirlo sterilmente di varianti, di correzioni, di aggiunte. Tutta una civiltà andava cambiando: Giannozzo Manetti, che ad istanza d Alfonso d Aragona aveva celebrato la dignità e l eccellenza dell uomo, più che dall insostenibile gravezza con cui si era visto colpire per essersi opposto a Cosimo, era costretto all esilio da quel nuovo clima nel quale a lui, seguace di un aristotelismo celebratore di virtù civili, veneratore di Socrate e di Dante come incarnazioni di dignità e d integrità morale, dovette sembrare impossibile respirare. Comprehension questions: 1) What was the relationship between the Medici (and especially Cosimo) and their political opponents? 2) How did Francesco respond to the political situation in Florence? 3) How did Giannozzo Manetti s situation change, and what was his reaction? Le opere sulla storia dell Europa apparse nel corso dell ultimo mezzo secolo hanno accordato un attenzione particolare e crescente al Rinascimento italiano. La sua importanza come limite tra due culture nettamente diverse era passata allo stato di dogma ormai da lunga data. Jacob Burckhardt tracciò per primo con arte incomparabile il quadro d insieme di questo periodo, e con autorità magistrale ne rivendicò il carattere - 9-

11 di riforma rivoluzionaria. Dopo di lui un numero incalcolabile di scrittori l hanno presentata come l epoca piena di forze creatrici dalla quale è nata la nostra civiltà moderna. Ma il rinascimento italiano ha veramente trasformato fino a questo punto la cultura europea? Le ha veramente apportato tanti valori nuovi che si possa con ragione riconoscere questa parte dominante nella storia della nostra civiltà? I pregiudizi storici hanno, in genere, una straordinaria vitalità. Anche quando i risultati di ricerche particolareggiate li hanno da lungo tempo smascherati non scompaiono che con grande lentezza dalle opere d insieme perché, eliminandoli, lo storico si vedrebbe spesso costretto a operare delle riduzioni considerevoli e a raggruppare degli immensi materiali storici difficili a maneggiare. Così nella maggior parte dei commenti della storia della civiltà europea, e assai spesso in una forma molto esplicita, incontriamo ancora questa concezione e questo giudizio tradizionali sul Rinascimento italiano, resi più forti dalla possente autorità del Burckhardt. Chiunque abbia un po di familiarità con le descrizioni correnti del Rinascimento non ha però potuto evitare di essere colpito dal violento contrasto tra Medievo e Rinascimento come lo presentano le descrizioni tradizionali; e forse si è poi sentito quanto vi è di inverosimile e di contraddittorio in questa improvvisa rivoluzione della cultura. In effetti, nel corso delle ultime decadi abbiamo assistito a vive discussioni intorno alla portata ed alla giustificazione di queste due nozioni: Medioevo e Rinascimento. Comprehension questions: 1) What part does the Italian Renaissance play in the history of Europe, and why? 2) Why, according to the author, are historical prejudices hard to remove? 3) What does the author seem to think about the relationship between Middle Ages and Renaissance? Were they strongly opposed or not? - 10-

12 Homework, Term 2, Week 2: imperative/conditional Pomponazzi vorrebbe spiegare perché l uomo non debba aspirare a una felicità immortale e piena come quella degli dèi, eppure non deve temere la morte. Sebbene l uomo sia mortale, osserva l autore, egli gode una maggiore felicità nel praticare la virtù, dando anche la vita per la patria e per gli amici con grande lode da parte della comunità, che non dandosi al vizio dal quale risulta una perpetua infamia; la morte infatti è un nulla, solo l azione virtuosa è il bene, mentre il vizio è l unico male, ambedue da seguire o da fuggire indipendentemente da quel che può esserci dopo la morte. Non è vero, aggiunge poi, che Dio sia ingiusto, né che egli premi i buoni senza punire i malvagi. Vi sarebbero infatti un premio e una pena essenziale e una accidentale. Il premio essenziale della virtù è la virtù stessa che rende l uomo felice, sicuro e al riparo da ogni turbamento, sempre armonioso e senza alterazioni nelle vicende propizie o avverse; al contrario, la pena essenziale del vizio è il vizio stesso, di cui non c è nulla di più miserabile e infelice, come ha documentato Aristotele nella figura del tiranno. L uomo dovrà quindi combattere contro le proprie passioni, affinché possa esercitare l autocontrollo necessario a reprimere il vizio. È facile capire come questi aspetti delle felicità analizzati dal filosofo mantovano facciano capo a un antropologia mortalista di tipo stoico, in cui l uomo non è che una provvisoria espressione di una natura ferreamente determinata, presto destinato a dissolversi nel ciclo eterno delle sue forme, senza alcuna possibilità di una trascendenza. Questa visione è contraria a quella aristotelica, nella quale la virtù è una delle tante componenti della felicità. Infatti Aristotele non pensa che la virtù da sola sia sufficiente a garantire una felicità anche solo terrena. Comprehension questions: 1. Is man mortal or immortal, according to Pomponazzi? 2. How is man able to attain to happiness? 3. What are the sources of Pomponazzi s thought? - 11-

13 Homework, Term 2, Week 3: conditional, indefinite adjectives/pronouns Alcuni storici vorrebbero proporre che non c è nessuna contraddizione tra la nozione di un Rinascimento alla Raffaello (quindi bella, colorita, con colori limpidi e una prospettiva classica) e gli aspetti decisamente meno attraenti del periodo: alta mortalità infantile, violenza spesso sfrenata, una scarsa mobilità socioeconomica, sistemi di castigazione ed esecuzione in pubblico e oppressione delle donne. Contraddizioni del genere caratterizzerebbero qualsiasi periodo storico, anche quello contemporaneo, in cui abbiamo sì elettricità e acqua corrente, ma anche un fenomenale (e crescente) divario tra ricchi e poveri e in più assistiamo ad uno sgretolamento del sistema comunitario del passato. Qualcuno potrebbe replicare che non sta bene caratterizzare un periodo intero in base a quello che è successo a pochi; ma che dire allora di etichette come yuppy generation? In ogni modo, bisognerebbe ricordare che non a tutti piace il termine Rinascimento: in Germania e nei paesi anglofoni tanti preferiscono fare riferimento a quello che si direbbe in italiano il periodo della prima modernità. Quanti sostengono una tale posizione farebbero però bene a ricordarsi che anche quest espressione è problematica. Comprehension questions: 1. What do the historians mentioned at the start of this paragraph believe about the Renaissance: was it mainly beautiful or ugly or both? Why? 2. Why might some people object to the term Renaissance? What would they wish to use instead? - 12-

14 In class, Term 2, Week 3 Il problema che meriterebbe di essere rivisto è proprio quello della nostra concezione della modernità. Tanti pensano al passato in funzione alle proprie esigenze e ai propri valori; vorrebbero, cioè, una conferma che il loro modo di pensare sia quello giusto, che sia stato anche presente in periodi famosi per la loro alta cultura. Ma a questo problema se ne aggiunge un altro. Per alcuni il passato sarebbe non solo uno specchio per noi stessi, ma addirittura una sequenza di eventi da ordinare come fa comodo alla propria visione ideologica e politica. Eppure la storia non è mai così semplice che un età fa semplicemente da preludio a un altra: visto che sono così concatenate, chi potrebbe proclamare senza dubbio che ci sia un legame tra loro strettamente necessario? Facciamo un esempio: alcuni (tra gli altri, Eugenio Garin) vorrebbero che il Rinascimento sia l antecedente necessario dell Illuminismo. Per loro quindi la cultura laica e anti-clericale del Settecento attinge al Quattro e al Cinquecento in quanto, proprio nel Rinascimento, l Umanesimo avrebbe liberato l uomo dai ceppi della religione. Ma chi ci assicura che questa visione sia corretta e che non provenga dall orientamento socialista e anti-clericale di Garin stesso? Questions: 1. What is the first problem identified by the author of this paragraph, and in what way(s) does modernity relate to the present? 2. In what way(s) do people impose their own values on the past, if at all, according to the author? 3. What issue is being raised in the last sentence of the first paragraph? 4. What feature do some hisorians see as common between the Renaissance and the Enlightenment? 5. How favourable is the author to Garin s understanding of the past? - 13-

15 Homework, Term 2, Week 4: imperfect subjunctive Quando il filosofo Marsilio Ficino ( ) scrisse la sua traduzione di alcuni dialoghi di Platone, lo fece perché Lorenzo de Medici glielo aveva chiesto di fare. Sicuramente non si aspettava che avessero un tale successo come in effetti ebbero: i suoi contemporanei, pieni di entusiasmo per la nuova visione di Platone, volevano che continuasse a scrivere, consci del bisogno che ci fosse una traduzione completa. Pensavano che fosse del tutto necessario che Ficino finisse un lavoro così importante per la cultura del tempo e che, in poche parole, Platone parlasse la lingua dei Latini. Benché ci fossero state altre traduzioni prima di Ficino, egli fu il primo a lasciare una traduzione completa, che permettesse di vedere le opere di Platone nel loro insieme. Fu una decisione fortunata: malgrado alcuni lo criticassero, l edizione di Ficino ebbe moltissime ristampe e fino al Settecento tutti la considerarono un edizione autorevole di cui ci si potesse fidare. Comprehension: 1. Why was Ficino s work on Plato important? 2. What kind of reception did Ficino s work have? 3. Did Ficino expect success? - 14-

16 Homework, Term 2, Week 5: congiuntivo trapassato Quantunque fosse difficoltoso e costoso viaggiare durante il Rinascimento, non furono in pochi a farlo. Le strade ovviamente non erano asfaltate, quindi d inverno un viaggio in carro poteva essere fangoso e poco comodo. Ponti e strade che segnavano confini territoriali erano ottimi posti per far pagare ai viaggiatori. In effetti dogane creavano numerose interruzioni e opportunità per persone poco scrupolose di intascare i soldi altrui. Per strada poi si potevano trovare ladri e banditi. Benché sussistessero queste e altre difficoltà, si viaggiava parecchio. Alcuni si sentivano costretti a farlo per lavoro, altri lo facevano per vedere una parte nuova del mondo. Non sappiamo quanto fosse già stata diffusa, prima del Rinascimento, l abitudine di andare da un università ad un altra, ma si pensa che lo facessero in tanti. Dall Inghilterra alla Francia, dalla Polonia e la Germania all Italia, agli studenti del Trecento piaceva provare cibi e insegnanti nuovi. Non furono in pochi i tedeschi che andarono a studiare a Bologna o Padova perché ottenessero delle lauree rinomate in diritto o medicina. Spesso chiedevano alle autorità un esenzione dalle tasse, in modo che potessero portare in una città universitaria libri o cibo senza pagare un dazio. I genitori si preoccupavano di loro e offrivano vari consigli insieme ai soldi che inviavano: che non andassero a donne, spendessero il denaro in vino, o sprecassero il loro tempo nelle taverne. Comprehension: 1. What were the limitations on travel in the Renaissance? 2. How much travelling was actually done, and does the main example provide evidence for this? In class, Term 2, Week 5: Test Homework, Term 2, Week 7-15-

17 Le università per quanto varie siano state le forme d insegnamento che vi trovarono posto non accolsero al vertice, per tutta l età medioevale e moderna, che tre sole facoltà che davano accesso al grado di dottore: quelle dei teologi, dei giurisperti e dei medici. La Facoltà di Arti non si collocava alla pari con le tre facoltà superiori e professionali, ma stava un gradino più in basso, includendo gli studi latini e filosofici. Tutte le minori professioni intellettuali che oggi associamo a una preparazione e a un titolo universitario dal notaio all ingegnere continuarono a formarsi fino al pieno Settecento fuori dall università. Secondo alcuni storici, questo sarebbe un segno che l insegnamento offerto dall università nel medioevo e rinascimento era poco pratico, quasi che l università fosse interessata soltanto a discutere materie astratte, poco rilevanti al vivere quotidiano delle persone. Da un certo punto di vista questo potrebbe anche essere vero. Se però considerassimo i documenti storici più attentamente, troveremmo che le università erano istituzioni di formazione professionale, e quindi avevano un risvolto molto pratico. Inoltre, numerosi professori universitari, anche di materie astratte come la filosofia, insistettero sull importanza pratica dello studio, per esempio, della filosofia morale. Questions: 1. Which faculties were highest in the university system, and what kind of degree did they offer? 2. How did the faculty of Arts stand in relationship to the other faculties? 3. How did future notaries or engineers receive their training? 4. What is the opinion of the historians mentioned in the last sentence? 5. Does the author agree or disagree with this view? What evidence can you point to? - 16-

18 Homework, Term 2, Week 8: passive Il concetto di Rinascimento, così com è usato dalla storiografia contemporanea per indicare un periodo storico organico e definito nel tempo, ha origini piuttosto recenti, legate, soprattutto, alla straordinaria fortuna di un opera che ha affascinato molte generazioni di lettori: Die Kultur der Renaissance in Italien (1860) di Jacob Burckhardt ( ). Preceduto di pochi anni dal volume che Jules Michelet aveva dedicato, nel 1855, all Historie de France au seizième siècle, per celebrare la gloria del secolo, cui si doveva la libera riscoperta dell uomo e del mondo, e la ribellione alla servitù del passato, il grande affresco dello storico di Basilea consacrò definitivamente la convinzione che il mondo moderno, con i suoi radicali mutamenti della vita e della conoscenza umana, affondasse le sue radici nella civiltà italiana del tardo Trecento e del Quattrocento. Si deve all avvincente eloquenza storiografica del Michelet e all eccezionale potere evocativo della grande sintesi burckhardtiana la rapida fortuna che rese diffuse e, addiritttura, popolari queste convinzioni, divenute ben presto una sorta di senso comune storiografico, destinato a durare nel tempo. Questi concetti infatti vennero ripetuti da numerosi altri scrittori e studiosi. Il Rinascimento fu visto come la sommità creativa e culturale che aveva portato la luce nelle tenebre, la libertà dove prima la schiavitù della religione era stata imposta dalla Chiesa. Comprehension: 1. How far back in time does the idea of the Renaissance as a defined historical period go? 2. What is the contribution of the works by Michelet and Burckhardt, respectively? 3. Does the author seem to agree or disagree with the notions of Michelet and Burckhardt? - 17-

19 Homework, Term 2, Week 9: passive Per definire le prerogative della cittadinanza bolognese possiamo partire da una provvisione del 1388, ripresa dagli statuti del 1454, la quale stabiliva che nessuno che non fosse nato da legittimo matrimonio o che fosse forestiero poteva essere nominato a qualsiasi ufficio politico remunerato del comune. Gli statuti bolognesi del 1454 in apparenza non introdussero alcuna sostanziale novità in materia di cittadinanza ma in realtà lasciarono cadere la prima parte della provvisione del 1388, nella quale si affermava il principio secondo il quale premi, onori e uffici dovevano essere riservati a coloro i quali si facessero carico della difesa materiale della città cioè che possedessero armi o milizie. Gli statuti del 1454, inoltre, inserivano nel testo delle provvisioni del 1388 una precisazione che limitava il riconoscimento della cittadinanza a coloro che fossero bolognesi per nascita propria o paterna, escludendo come forestieri i cittadini ex privilegio, ossia coloro ai quali il difetto delle origini fosse stato cancellato per decreto delle autorità cittadine. Questi cittadini non originari, creati, dovevano essere considerati cittadini fittizi e impropri, una restrizione del concetto di cittadinanza che nella provvisione del 1388 era del tutto assente. Comprehension: 1. In what ways did the statutes of 1388 and 1454 differ on the matter of citizenship in Bologna? 2. Would it have been possible for a poor person to be a citizen or occupy public office? - 18-

20 In class, Term 2, Week 9: Test Homework, Term 2, Week 10 and over the Easter holidays L aprirsi del Cinquecento segna per Bologna, come per l intera penisola, il transito verso una forzata modernizzazione nell assetto statuale, che svela la fragilità delle informali signorie a dimensione civica, esito involuttivo della stagione comunale. La grandiosa partita giocata su scala europea, che vede le potenze nazionali dispiegare influenza diretta anche sul territorio italiano, finisce per incidere sulla realtà istituzionale bolognese, dove erano stati sufficienti gli espedienti derivati dall uso della forza (all interno) e dell astuzia (all esterno) perché la signoria esercitata di fatto dalla famiglia Bentivoglio procurasse un quadro di stabilità per quasi un sessantennio. Ma comparsi sulla scena poteri di altra natura e valore, con re, papi e imperatori a recitare addirittura nel cuore della città decisive cerimonie finalizzate ad un accordo per la spartizione del controllo sulla penisola, non soccorrevano più a garantire di fatto una tollerata autonomia le offerte di servizio mercenario, le strategie di alleanze matrimoniali con gli staterelli circostanti, le umilianti taglie che devastavano risorse economiche sempre precarie, una condivisione tutta di facciata degli organismi governativi tra un gruppo ristretto di clan familiari autoproclamatisi ceto ottimate [=aristocratic]. Dapprima la vicenda del papa Borgia, con le scorrerie romagnole del suo rampollo Valentino, e poi in termini decisivi la scelta di Giulio II di avviare una ricomposizione di un quadro territoriale divenuto indispensabile per le stesse funzioni sacrali del sovrano pontefice, avevano posto i bolognesi di fronte ad aspetti giurisdizionali di complessa interpretazione teorica, fonte di ambigue ragioni nell impiego contingente, ma di limpidissime conseguenze quando il Della Rovere entrava nell autunno 1506 nella città per affermare direttamente il pieno diritto di sovranità, delegando l amministrazione interna a un gruppo di figure parzialmente nuove, che potessero ricoprire i massimi uffici di rappresentanza civica: Il Senato diventò così lo strumento del governo centrale e cessò di essere il rappresentante del - 19-

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI 3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI SIGNORI E PRINCIPI Fra la metà del Duecento e il Quattrocento, nell'italia settentrionale e centrale > numerose signorie. Molti signori, dopo avere preso il potere con la

Dettagli

L Italia nei secoli XIV e XV

L Italia nei secoli XIV e XV L Italia nei secoli XIV e XV Con le sue città, i suoi commerci, la sua cultura, l Italia di fine Medio Evo costituisce forse la più alta espressione delle civiltà europea, ma allo stesso tempo è insidiata

Dettagli

PROGRAMMA FINALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015. Libro di testo: F. Bertini Storia. Fatti e interpretazioni Ed. Mursia scuola Vol. 1

PROGRAMMA FINALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015. Libro di testo: F. Bertini Storia. Fatti e interpretazioni Ed. Mursia scuola Vol. 1 PROGRAMMA FINALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 CLASSE III D Professoressa Cocchi Monica Programma svolto di storia Libro di testo: F. Bertini Storia. Fatti e interpretazioni Ed. Mursia scuola Vol. 1 Istituzioni,

Dettagli

IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA

IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA CAPITOLO XXVII IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA ENTRATO IN POSSESSO DI MANTOVA E DEL MONFERRATO,

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. MODULO 1: l Europa feudale PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. Il sistema feudale 1.1 Vassallaggio e beneficio nell Europa carolingia 1.2 I feudi verso

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO

LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO LE TRASFORMAZIONI DELL ETA MEDIEVALE A PARTIRE DALL XI SECOLO A partire dall XI secolo si introducono rilevanti novità nella SOCIETA MEDIEVALE Tali trasformazionie novità provocheranno, in un lungo periodo

Dettagli

L età comunale può essere suddivisa in due periodi: inizi del Trecento); 1378 circa).

L età comunale può essere suddivisa in due periodi: inizi del Trecento); 1378 circa). L età comunale può essere suddivisa in due periodi: 1. periodod affermazione daffermazione(da metà XII secolo agli inizi del Trecento); 2. periodo di crisi (dai primi decenni del Trecento al 1378 circa).

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Dai comuni alle signorie Dalle signorie ai principati

Dai comuni alle signorie Dalle signorie ai principati Dai comuni alle signorie Dalle signorie ai principati 1000-1454 ITC Custodi, gennaio 2012 1 La nascita dei comuni Le città dell Europa centrale, che erano sottoposte a un signore, a un conte o a un vescovo,

Dettagli

Verona: rifugio del Sommo Poeta

Verona: rifugio del Sommo Poeta Verona: rifugio del Sommo Poeta La nostra fantastica avventura in Veneto incomincia a Verona, importante centro d arte e letteratura italiana. Appena arrivati, dopo un introduzione da parte della guida

Dettagli

Il secondo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze. Comune di Firenze Direzione Cultura, Turismo e Sport Ufficio Unesco

Il secondo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze. Comune di Firenze Direzione Cultura, Turismo e Sport Ufficio Unesco Il secondo Piano di Gestione del Centro Storico di Firenze Comune di Firenze Direzione Cultura, Turismo e Sport Ufficio Unesco Cos è il Piano di Gestione Obbligo principale di un sito UNESCO è quello di

Dettagli

http://circolopliniocorreadeoliveira.blogspot.it/2010/10/santa-teresa-davila.html Santa Teresa d Avila

http://circolopliniocorreadeoliveira.blogspot.it/2010/10/santa-teresa-davila.html Santa Teresa d Avila http://circolopliniocorreadeoliveira.blogspot.it/2010/10/santa-teresa-davila.html Santa Teresa d Avila Le mura di Avila Santa Teresa d Avila (1515-1582) era al Carmelo di Toledo quando il re del Portogallo,

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

La Riforma protestante

La Riforma protestante La Riforma protestante Alla fine del XV secolo la Chiesa attraversava una nuova crisi a causa delle corruzione e della decadenza dei costumi ecclesiastici. Gli studiosi umanisti avviarono uno studio critico

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Dante Alighieri. Classi seconde. Scuola secondaria Galileo Galilei

Dante Alighieri. Classi seconde. Scuola secondaria Galileo Galilei Dante Alighieri Classi seconde Scuola secondaria Galileo Galilei Dante Alighieri La vita Dante Alighieri nasce a Firenze nel 1265 in questa casa La famiglia appartiene alla piccola nobiltà cittadina La

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

La filosofia umanistica e rinascimentale. Da Telesio a Giordano Bruno. La Riforma protestante e il principio del libero esame delle Scritture

La filosofia umanistica e rinascimentale. Da Telesio a Giordano Bruno. La Riforma protestante e il principio del libero esame delle Scritture Programma di Filosofia Classe IV A A.S. 2012/2013 La filosofia umanistica e rinascimentale. Da Telesio a Giordano Bruno All alba della modernità Che cos è l Umanesimo? Che cos è il Rinascimento? La Riforma

Dettagli

I Cristiani e gli Ebrei

I Cristiani e gli Ebrei I Cristiani e gli Ebrei La casa del Papa: Basilica di San Pietro e Musei Vaticani Le catene di San Pietro e la neve estiva nella Basilica di San Pietro in vincoli e nella Basilica di Santa Maria Maggiore

Dettagli

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia.

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Questo - in ordine cronologico - l ultimo appuntamento organizzato dall Istituto Comprensivo

Dettagli

L idea di Medioevo. Lezioni d'autore

L idea di Medioevo. Lezioni d'autore L idea di Medioevo Lezioni d'autore Immagine tratta da http://bibliotecamakart.altervista.org Il Medioevo come un lungo periodo di secoli oscuri : guerre, torture, caccia alle streghe. È importante sradicare

Dettagli

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi ISIS I. Calvino -Città della Pieve Liceo scientifico Programma di STORIA LIBRO DI TESTO: GIARDINA-SABBATUCCI-VIDOTTO, Storia, Nuovi programmi, vol.

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

COLLANA TEOLOGIA 5 COLLANA DIRETTA DAL PROF. LIVIO MELINA

COLLANA TEOLOGIA 5 COLLANA DIRETTA DAL PROF. LIVIO MELINA COLLANA TEOLOGIA 5 COLLANA DIRETTA DAL PROF. LIVIO MELINA ALAIN MATTHEEUWS Amarsi per donarsi Il sacramento del matrimonio Prefazione di JEAN-LOUIS BRUGUÈS Traduzione a cura di Paolo Caena, Revisione

Dettagli

I rapporti sociali di produzione e la coscienza

I rapporti sociali di produzione e la coscienza Lettura 6 Karl Marx - Friedrich Engels I rapporti sociali di produzione e la coscienza K. Marx, F. Engels, L ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 1972, pp. 12-14; 35-38 Tra la fine del 1845 e l autunno

Dettagli

La Rivoluzione inglese

La Rivoluzione inglese La Rivoluzione inglese I conflitti tra monarchia inglese e parlamento PREMESSA 1215 il re inglese Giovanni senza terra è costretto a concedere la Magna Charta Libertatum Il re non poteva chiedere nuove

Dettagli

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale 1 e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale Alla morte di Filippo II, avvenuta nel 336 a.c., salì sul trono della Macedonia il figlio Alessandro. Il giovane ventenne era colto

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA. Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA. Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione: Liceo T.L.Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA CLASSE IV BSO Insegnante:Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

Dettagli

La società francese. Nobiltà

La società francese. Nobiltà 1. Nuovi ideali e crisi economica demoliscono l antico regime La Rivoluzione francese, insieme a quella americana, è giustamente considerata uno dei momenti essenziali della nostra storia e della nostra

Dettagli

ALLEGATO 3. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi.

ALLEGATO 3. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi. 1 2 3 La Cattedrale di Padova La Cattedrale rappresenta il cuore e l espressione più viva

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità

SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA. L esempio di un cittadino nell antichità SOCRATE E LE LEGGI DELLA CITTA L esempio di un cittadino nell antichità Poiché Socrate non ha lasciato testi scritti, conosciamo la sua vita e il suo pensiero attraverso le opere di Platone, famoso filosofo,

Dettagli

L Inghilterra Tudor ha visto due dei sovrani più forti che mai si siano seduti sul trono inglese: Enrico VIII e sua figlia Elisabetta I.

L Inghilterra Tudor ha visto due dei sovrani più forti che mai si siano seduti sul trono inglese: Enrico VIII e sua figlia Elisabetta I. Che cosa simboleggia la rosa dei Tudor? La rosa dei Tudor simboleggia l unione tra le famiglie inglesi dei Lancaster e degli York. Il simbolo della rosa Tudor fu il risultato del matrimonio tra Enrico

Dettagli

Palazzo Stanga Trecco

Palazzo Stanga Trecco Palazzo Stanga Trecco Venerdì 21 novembre 2014, in occasione della Festa del Torrone, il piano nobile di palazzo Stanga, in via Palestro, è stato eccezionalmente aperto al pubblico. Le nostre classi, la

Dettagli

DONNE E SCIENZA. Breve excursus storico A cura di Marisa Salabelle

DONNE E SCIENZA. Breve excursus storico A cura di Marisa Salabelle DONNE E SCIENZA Breve excursus storico A cura di Marisa Salabelle NEL CORSO DELLA STORIA il cammino delle donne ha avuto difficoltà a incontrarsi con quello della scienza specialmente per quanto riguarda

Dettagli

I comuni attravero due documenti

I comuni attravero due documenti I comuni attravero due documenti Nel corso dell XI secolo nell Italia del nord e in Europa, gruppi di cittadini o di abitanti del contado danno origine a nuovi ordinamenti giuridici, politici ed economici.

Dettagli

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola La frase, tratta da un noto film con Hugh Grant ( About a boy ), apre la strada a importanti riflessioni sul valore a

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

4. 23 dicembre 2013: La sinodalità

4. 23 dicembre 2013: La sinodalità 1 4. 23 dicembre 2013: La sinodalità Una volta precisata la natura della parrocchia come comunità ecclesiale, e del sacerdote parroco come pastore del popolo, passo a vedere come si debba affrontare al

Dettagli

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 64 anniversario della sua proclamazione Fernando Sacco

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 64 anniversario della sua proclamazione Fernando Sacco La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 64 anniversario della sua proclamazione Fernando Sacco Dirittosuweb.it La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, proclamata dall Assemblea Generale

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una seria educazione cristiana ai figli. Agostino fu educato

Dettagli

1. Siamo a Firenze nel secolo. Adesso leggi l'inizio della storia della famiglia dei Medici e rispondi alle domande

1. Siamo a Firenze nel secolo. Adesso leggi l'inizio della storia della famiglia dei Medici e rispondi alle domande La Firenze dei medici: la famiglia e il Rinascimento Il luogo è Firenze, ma di quale secolo parliamo? Guarda queste tre immagini legate al titolo e decidi a quale secolo si riferiscono: a) XIX sec. d.

Dettagli

Sicurezza e cittadinanza

Sicurezza e cittadinanza Sicurezza e cittadinanza (pp. 529 568 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale La criminalità oltre l emotività Negli ultimi tre anni la criminalità in

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI FACOLTA DI SCIENZE POLITICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE POLITICHE L Europa secondo De Gasperi: proposte istituzionali e prospettive teoriche negli anni della ricostruzione

Dettagli

Mario Infelise I padroni dei libri. Il controllo sulla stampa nella prima età moderna

Mario Infelise I padroni dei libri. Il controllo sulla stampa nella prima età moderna Mario Infelise I padroni dei libri. Il controllo sulla stampa nella prima età moderna Laterza, 2014 Pagine 234 ISBN 978 8858111055 I padroni dei libri. 2014 Laterza Assaggio di lettura: pagine 203-205

Dettagli

Santi medievali in guerra.

Santi medievali in guerra. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO Dipartimento di Scienze della Comunicazione e Discipline Umanistiche Corso di Laurea in Storia dell Arte Santi medievali in guerra. Giovanna, Giorgio e Francesco

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame di Stato ha

Dettagli

Anima conviviale testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca

Anima conviviale testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca Xxxx testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca Un amorevole restauro conservativo ha trasformato la villa che fu dello scrittore e critico letterario Cesare Garboli in un accogliente guest house di

Dettagli

In ricordo del professor Veniero Del Punta

In ricordo del professor Veniero Del Punta I In ricordo del professor Veniero Del Punta Il professor Veniero Del Punta, da vari decenni autorevole e prestigioso membro del nostro Comitato Scientifico, è improvvisamente mancato il 3 aprile scorso.

Dettagli

PIERO DELLA FRANCESCA: NEL CUORE DELL ITALIA RINASCIMENTALE

PIERO DELLA FRANCESCA: NEL CUORE DELL ITALIA RINASCIMENTALE PIERO DELLA FRANCESCA: NEL CUORE DELL ITALIA RINASCIMENTALE TOUR 3 GIORNI 2 NOTTI: Primo giorno: Rimini / Urbino Arrivo a Rimini con mezzi propri. Nel primo pomeriggio, incontro con guida locale parlante

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

BODRUM e EFESO. foto di Paola Battisti. di Patrizia Civeli

BODRUM e EFESO. foto di Paola Battisti. di Patrizia Civeli BODRUM e EFESO foto di Paola Battisti 18 di Patrizia Civeli mente aperta, un inalterabile serenità di spirito. Proprio come Erodoto, il primo vero reporter della storia, il primo che per scrivere le sue

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO 1 1. I tre mondi dell alto medioevo I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO INTRODUZIONE. MEDIOEVO SIGNIFICA ETÀ DI MEZZO, CIOÈ IN MEZZO TRA L ETÀ ANTICA E L ETÀ MODERNA ( MEDIO = MEZZO; EVO = ETÀ). IL MEDIOEVO

Dettagli

Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di

Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di La popolazione Perché partire dalla popolazione? La crescita economica deriva dall energia. E per molti secoli l uomo è rimasto la macchina principale in grado di trasformare il cibo in lavoro. Data l

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

Storia delle istituzioni politiche

Storia delle istituzioni politiche Storia delle istituzioni politiche Corso di laurea triennale in filosofia a.a. 2014-2015 Lezione terza NICCOLO MACHIAVELLI Discorsi sulla prima deca di Tito Livio Niccolò Machiavelli Firenze 1469-1527

Dettagli

LA RIFORMA PROTESTANTE

LA RIFORMA PROTESTANTE LA RIFORMA PROTESTANTE LE CAUSE DELLA RIFORMA interessi temporali dei papi corruzione diffusa crisi della chiesa grande indulgenza 1517 pubblicazione tesi di Lutero 1. scontro tra principi e imperatore

Dettagli

Indice. 2 Il venir meno della esclusività della giurisdizione ecclesiastica. --------------------------------- 5

Indice. 2 Il venir meno della esclusività della giurisdizione ecclesiastica. --------------------------------- 5 INSEGNAMENTO DI DIRITTO DELLE RELIGIONI LEZIONE VIII LA GIURISDIZIONE ECCLESIASTICA MATRIMONIALE PROF. MARCO SANTO ALAIA Indice 1 Efficacia civile delle decisioni ecclesiastiche sui matrimoni canonici:

Dettagli

Il Grosso Veneziano Una trattazione semi-definitiva su tipologie e rappresentazioni

Il Grosso Veneziano Una trattazione semi-definitiva su tipologie e rappresentazioni Il Grosso Veneziano Una trattazione semi-definitiva su tipologie e rappresentazioni A cura di Massimiliano Carrara www.maxcarrara.it numismatica@maxcarrara.it Indice Breve Storia...2 Iconografia e tipologie...3

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Docente: Prof.ssa Mariotti Maria Adele Libri di testo adottati

Dettagli

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO 27 SOCIETÀ, STATO E DIRITTO Caratteri dello Stato Dal feudalesimo alla nascita dello Stato moderno Le idee del filosofo Immanuel Kant Le idee del filosofo greco Aristotele Il moderno Stato di diritto La

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI UNITA PASTORALE BEATA TERESA di CALCUTTA Parrocchie di: PIEVE MODOLENA-RONCOCESI-S. PIO X-CAVAZZOLI Anno Pastorale 2013-14 Progetto Pastorale per Educarci alla vita Fraterna e di Comunione. L Unità Pastorale:

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI Pochi giorni fa a un incontro organizzato dalla Provincia di Roma in occasione dei 60 anni dell Unesco, ho conosciuto un sacerdote,

Dettagli

LA DONAZIONE DI COSTANTINO

LA DONAZIONE DI COSTANTINO LA DONAZIONE DI COSTANTINO La Chiesa per secoli ha giustificato il potere politico (temporale) dei papi, eredi degli imperatori romani, in base a un documento: la "Donazione di Costantino". Secondo questo

Dettagli

FERRARA. Città d arte e della bicicletta. Hotel da Pippi www.hoteldapippi.com

FERRARA. Città d arte e della bicicletta. Hotel da Pippi www.hoteldapippi.com FERRARA Città d arte e della bicicletta. BATTAGLIE STORICHE Ferrara, per la sua posizione strategica è stata coinvolta in molte battaglie, famosa rimane la guerra di Ferrara ( del 1308 ) tra la repubblica

Dettagli

Discorso di apertura

Discorso di apertura 3 Incontro delle IUS Discorso di apertura Roma, 13 luglio 2001 Luc Van Looy, sdb Iniziamo un incontro che si trova tra memoria e futuro, in un punto importante della storia umana e della congregazione

Dettagli

La vita quotidiana. Le Schede:

La vita quotidiana. Le Schede: Civiltà La vita Italia quotidiana Le Schede: 1 La scuola italiana 2 A scuola con gli immigrati 3 Il giovane volontario 4 Il giovane consumatore 5 Il giovane lettore 6 I giovani innamorati 7 I ragazzi e

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica

Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica Avere coraggio! Dieci buoni motivi a favore del matrimonio Spunti di riflessione della Chiesa cattolica 1. Tutti cercano l amore. Tutti anelano ad essere amati e a donare amore. Ognuno è creato per un

Dettagli

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi 2011-2012 Modulo 8 Ancora un altra tradizione di ricerca in biologia: Gregor Mendel, gli ibridatori e la riscoperta di Mendel nel Novecento

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO n 1 UNA NUOVA VISIONE DEL MONDO Durata prevista: SETTEMBRE - OTTOBRE Individuare e definire i caratteri fondamentali del nuovo periodo storico che ha inizio con l Umanesimo Cogliere

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

LA CHIESA NEL RINASCIMENTO

LA CHIESA NEL RINASCIMENTO LA CHIESA NEL RINASCIMENTO SI PERCEPISCE L URGENTE NECESSITA DI UN RINNOVAMENTO DI TUTTA LA CHIESA IL LIVELLO DI DECADENZA AVEVA RAGGIUNTIO IL CAMPO RELIGIOSO, MORALE E CIVILE LA VITA MORALE DI ALCUNI

Dettagli

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO di Lorenzo Sartini 1. Quali necessità nell azione del volontario? Ciò che contraddistingue le associazioni di volontariato fra le altre organizzazioni che agiscono per

Dettagli

Voci d infanzia. I bambini abbandonati nell Italia moderna

Voci d infanzia. I bambini abbandonati nell Italia moderna Voci d infanzia I bambini abbandonati nell Italia moderna Philippe Ariès L autore da cui ha inizio una storiografia della prima età è Philippe Ariès (Padri( e figli nell Europa medievale e moderna, 1960).

Dettagli

DIALOGO ECUMENICO E LIBERTÀ RELIGIOSA

DIALOGO ECUMENICO E LIBERTÀ RELIGIOSA 43 ECCLESIA NONNA EUROPA DIALOGO ECUMENICO E LIBERTÀ RELIGIOSA La vista di Francesco a Strasburgo e in Turchia. Implicazioni politiche ed ecumeniche «nonna», una forte denuncia delle persecuzioni dei cristiani,

Dettagli

MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem.

MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem. MUSEI DI PALAZZO DEI PIO Piazza dei Martiri 68 41012 Carpi MO tel. 059 649973 fax 059 649361 www.palazzodeipio.it/imusei musei@carpidiem.it I Musei di Palazzo dei Pio si compongono di due percorsi, il

Dettagli

L arte in una stanza viaggio intorno al mondo di Toschi

L arte in una stanza viaggio intorno al mondo di Toschi Istituto Comprensivo «G.B.Toschi» Baiso Concorso di idee io amo i beni culturali 2012-2013 L arte in una stanza viaggio intorno al mondo di Toschi Una stanza per l arte Lo Studiolo Lo studiolo è un ambiente

Dettagli

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi Il Basso Medioevo A cura del prof. Marco Migliardi Introduzione Il drammatico scontro per il diritto di nomina dei vescovi (le investiture) che oppone Papato e Impero è in realtà solo un aspetto del più

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

CONTENUTI ABILITA ATTIVITA TEMPI

CONTENUTI ABILITA ATTIVITA TEMPI PROGRAMMAZIONE STORIA - classe III MODULO 1 - DALLA RINASCITA DOPO IL 1000 ALLA CRISI DEL '300 Leggere, confrontare, interpretare dati, tabelle, grafici Distinguere aspetti sociali, economici e politici

Dettagli

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda Nel corso dei secoli, la vecchia parrocchiale di Sovico, subì notevoli trasformazioni. Dalle notizie esistenti, sappiamo che già nel XII secolo,

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1151

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1151 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1151 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore IZZO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2008 Istituzione del Giorno delle radici in ricordo della storia,

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA

PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA TESTO ADOTTATO: Il mosaico e gli specchi Vol.3 Dal Feudalesimo alla Guerra dei Trenta anni Casa Editrice: Laterza- Autori: A. Giardina, G. Sabbatucci, V. Vidotto PROGRAMMA ANALITICO

Dettagli

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 Caro Signor Presidente della Repubblica, Dott. Giorgio Napolitano, Cari ospiti stranieri e relatori,

Dettagli