Associazione Culturale WRITTEN CITY. Breve indagine storica sulle fonti scritte della città di Frascati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Associazione Culturale WRITTEN CITY. Breve indagine storica sulle fonti scritte della città di Frascati"

Transcript

1 Semintesta Associazione Culturale WRITTEN CITY Breve indagine storica sulle fonti scritte della città di Frascati Sede Legale: Piazza delle Scuole Pie, Frascati (RM) - P.I

2 FRASCATI La storia e i documenti Documenti non scritti Secondo la leggenda Tuscolo venne fondata da Telegono, figlio di Ulisse e Circe, circa nel XII sec. a.c., pochi anni dopo la distruzione di Troia. Sesto Aurelio Vitone la volle fondata dal mitico re d Albalonga Silvio Postumo, figlio di Enea e Lavinia, mentre Tito Livio ne attribuì la fondazione ad Ascanio. In realtà la presenza di popolazioni sul territorio prima della conquista di Troia, trova la sua conferma nel rinvenimento di reperti in ceramica e di ossa umane colorate, testimonianza del rito funebre osservato dalle genti laziali, alla fine del III millennio a.c. Scavi effettuati nel territorio di Frascati per lavori agricoli ed edilizi hanno portato alla luce sepolcreti nei quali veniva praticato il rito dell inumazione, databili fra il IX e il VII sec. a.c. All epoca delle necropoli il territorio di Tuscolo non è diviso in unità amministrative ma è compreso nel grande cratere dell antico vulcano laziale. Dopo gli scontri fra Roma e i popoli latini, questa accetta la sottomissione dei Tuscolani e concede a Tuscolo la cittadinanza romana. Alla fine del periodo della Repubblica vengono edificate numerose ville rustiche sempre più sontuose per le personalità più importanti della classe politica ed imprenditoriale romana. Il ritrovamento di bolli laterizi, databili fra il II e il III secolo d.c., testimoniano un intensa attività edilizia in quel periodo. Documenti scritti LAPIDI EPIGRAFI ISCRIZIONI Lapidi, epigrafi ed iscrizioni recano la memoria di un fatto attraverso un testo conciso, essenziale ed un tono solenne. Il numero delle parole viene solitamente ridotto al minimo, e spesso queste vengono abbreviate. Il territorio di Frascati conta un gran numero di documenti lapidei: molte iscrizioni coronano le facciate dei palazzi, delle ville e delle loro mura di cinta, delle chiese: divenendo parte integrante di mura ed edifici si legano ad essi e alla loro storia, rendono leggibili a tutti in ogni momento le pubbliche memorie della città, custodendole negli stessi spazi urbani. 1

3 Ricordano persone, ne elogiano le doti e ne riconoscono i meriti, commemorano avvenimenti storici, stragi, guerre, carestie, vittorie, edificazioni di opere pubbliche, soggiorni di personaggi importanti, o semplicemente suggeriscono riflessioni tramite stringati commenti. Proprio ad un iscrizione è affidata la prima menzione dell esistenza di un nucleo abitato nella zona di Frascati. Dopo le invasioni barbariche e gli insediamenti dei longobardi, vennero istituite la Domuscultae, organizzazioni a carattere agricolo sostenute dai fondi disposti dai pontefici, alle quali aderiscono i coloni che con le proprie famiglie creano nuovi agglomerati. L iscrizione mutila ritrovata nella zona di Villa Campitelli documenta l esistenza di un sepolcreto e pertanto di un centro abitato, al quale si può far corrispondere la primitiva città di Frascati, il cui nome da alcuni viene riferito all uso delle frasche per coprire le abitazioni, da altri alla freschezza del luogo. MANIBUS TUMULI DULCISSI A TUOS BUSTA TEGUNT CIN RATUS LACRIMIS ROGUS HAU FAMA TAMEN CUM TITULIS MO...IAM MORITU... QUI VIXIT ANN. LXVII DEP. D. KAL. VILISARI. V.C. Questo tumulo costruito da mani amorose, o marito carissimo, è situato dove una tomba preziosa copre le tue ceneri, ovvero ciò che il rogo, consacrato con le lacrime, ha nascosto delle tue forme. Ma la tua fama con il presente ricordo non morirà mai Che visse 67 anni e fu sepolto il primo giorno del mese dopo il consolato di Belisario. (ricostruzione e traduzione di Julius Beloch) 2

4 L ANNO MDCCCXCI XIV DEL REGNO DI UMBERTO I RE D ITALIA DOPO SETTE SECOLI DALLA DISTRUZIONE DI TUSCOLO FRASCATI EREDE DI TANTA GLORIA AUSPICIO PER SE DI FLORIDA VITA CIVILE IL GIORNO FUNESTO DI QUELLA ROVINA PER LA PRIMA VOLTA COMMEMORA Questa iscrizione sulla facciata del palazzo municipale lascia intendere che Frascati sia nata a seguito della distruzione di Tuscolo da parte dei Romani, avvenuta nel In realtà Frascati già esisteva e l evento causò soltanto un incremento demografico poiché molti degli scampati all eccidio vi si trasferirono. Così, attraverso l iscrizione sulla facciata di Palazzo Morelli, l antica Tuscolo si gloria di aver assistito alla nascita di Roma. ROMAE SEMPER QUAM SURGERE VIDISTI TUSCULUM ARRIDEAS O Tuscolo, sorrida tu sempre a Roma che vedesti sorgere e settecentosessantanove anni dopo la distruzione della roccaforte, un nuovo collegamento unisce Frascati all antica Tuscolo 3

5 S.P.Q.T. QUOD MAIORIBUS DIV FVERAT IN VOTIS TUSCVLVM NOVVM CVM VETERE ALIQUANDO CONIVNGI FELICITER ABSOLUTUM EST XII KAL.,AIAS A.D. MDCCCCLIIII A TVSCVLI ARCE DITVTA DCCCLXIII Il senato e il Popolo Tuscolano. Ciò che era stato lungamente nei voti degli antenati che il Muscolo nuovo, cioè Frascati, fosse finalmente collegato con l antico è stato felicemente realizzato il 20 Aprile 1954, 763 anni dalla distruzione della roccaforte di Tuscolo 4

6 La piazza del Municipio Nella piazza municipale, dalla quale si può godere di un ampia panoramica sulla capitale, risiede un alta concentrazione di iscrizioni, alcune delle quali situate sulla facciata di palazzo Marconi, sede del Municipio. IL POPOLO DI FRASCATI RISORTO A LIBERTA AFFERMAVA SOLENNEMENTE IL SUO RISCATTO NEL GIORNO 2 OTTOBRE 1870 ANNETTENDOSI AL REGNO D ITALIA CON VOTI 996 CONTRO 4 IN 1145 INSCRITTI Questo il ricordo del plebiscito del 1870 Grazie all ospitalità offerta ai romani durante la peste, fu permesso ai frascatani di riconoscersi in una bandiera con gli stessi colori di quella di Roma. LA CITTA DI FRASCATI IMPERVERSANDO FIERO MORBO COLERICO NEGLI ANNI GIA MIRACOLOSAMENTE SALVA DALLA PESTE PRODIGA DI LIBERO E SICURO ASILO AI ROMANI E ABITANTI LIMITROFI MERITAVA IL TITOLO ONOREVOLE DI TERRA OSPITALE ED AMICA 5

7 E LA CITTADINANZA ROMANA DECRETATA DAL MUNICIPIO DI ROMA 6

8 Un posto è riservato anche a memoria del soggiorno del famoso poeta, filosofo, statista e patriota Terenzio Mariani TERENZIO MAMIANI DELLA ROVERE QUI DIMORO PIU VOLTE DAL 1870 AL 1885 OSPITE CARO ED ILòLUSTRE DEL SUO DILETTO TUSCOLO A MEMORIA PERENNE IL MUNICIPIO ADDI 2 OTTOBRE 1885 E questo il ricordo di Goethe: HO PASSATO ALCUNI GIORNI A FRASCATI. UN PARADISO 7

9 Alla presenza dell allora re d Italia Vittorio Emanuele, fu inaugurato il monumento ai caduti per la patria nella prima guerra mondiale. FRASCATI AI CADUTI PER LA PATRIA S.P.Q.T. RISPLENDA NEI SECOLI LA GLORIA DEI PRODI CHE PER NOVISSIME GESTA COMPIVANO L ITALICA REDENZIONE Poco lontano dalla piazza del municipio, altre iscrizione portano il ricordo della guerra 8

10 9

11 Gli eroi del Risorgimento racchiudono il cuore della città A Cavour viene dedicata una via, a Mazzini una piazza, a Vittorio Emanuele II una galleria e a Garibaldi, personaggio maggiormente ricordato, una via, due lapidi e un busto: gli omaggi agli eroi del Risorgimento italiano circondano dunque il centro della città, contenente la cattedrale di S. Pietro. IN QUESTA CASA A DI XXV GENNARO MDCCCLXXV FELICE FERRI LIBERALE OPEROSO CITTADINO TRA IL PLAUSO DEI FRASCATANI PLAUDENTI LO SPARTACO DEI TEMPI MODERNI GIUSEPPE GARIBALDI FINCHE DURI LO ITALO NOME GLORIA NOSTRA DELL UMANA SPECIE DECORO REVERENTE OSPITAVA I CITTADINI TUSCOLANI MEMORI POSERO QUESTA PIETRA IL XXII OTTOBRE MDCCCLXXXII Tanta fu l emozione dei Frascatani per la visita dello Spartaco dei tempi moderni e queste le parole, che ne consacrano la memoria, sul piedistallo del busto in bronzo GARIBALDI L ITALIA PIANGE IL MONDO AMMIRA LUI GRANDE IL CIRCOLO A.SAFFI I CITTADINI DI FRASCATI MDCCCXCIII IMMORTALE NEL CUORE DEL POPOLO 10

12 11

13 Vicino al rudere tradizionalmente creduto il sepolcro di Caio Licinio Lucullo, nell iscrizione sulla piccola fontana rivestita di edera, i frascatani celebrano l arrivo delle acque dal consorzio della Doganella, la fine di una sete durata fino al 1954 LE ACQUE DELLE DOGANELLA DAL CUORE DELLA VALLE LATINA ATTREAVERSO I VERDI COLLI DI TUSCOLO QUI ATTESISSIME GIUNGONO APPORTATRICI DI NOVELLA VITA AI CITTADINI ED AGLI OSPITI 4 LUGLIO 1954 Siamo vicini alla cattedrale, dedicata a San Pietro, iniziata nel 1598 e portata a termine nel 1636, ad esclusione della facciata, realizzata più tardi REGNANTE INNOCENTIO XII COEPTUM ET CLEMENTE XI ABSOLUTUM ANNO JUBILEI MDCC Cominciata sotto il regno di Innocenzo XII e finita sotto quello di Clemente XI nell anno giubilare 1700 per mano dell architetto Girolamo Fontana, del quale, secondo un altra lapide posta sulla facciata, si conservano proprio qui le spoglie JERONIMI FONTANA OSSA 12

14 Una via e una lapide accanto alla cattedrale ricordano la figura di S. Giuseppe Calasanzio, fondatore della prima scuola gratuita in Europa 1 IN QUESTA CASA DIMORO S. GIUSEPPE CALASANZIO FONDATORE DELLE SCUOLE POPOLARI QUANDO IL 15 SETTEMBRE 1616 PORTO A FRASCATI COL BENEFICIO DELLA SUA ISTITUZIONE LA MIRACOLOSA IMMAGINE DELLA VERGINE DELLE SCUOLE PIE MCMXLVIII Sul vicino monumento all Immacolata: QUESTA STATUA DELLA VERGINE SS.MA IMMACOLATA, GIA ERETTA PER PUBBLICA SOTTOSCRIZIONE SUL CAMPANILE DELLE SCUOLE PIEE FELICEMENTE SCAMPATA ALLA TOTALE DISTRUZIONE DEL SANTUARIO L I PADRI SCOLOPI DONARONO ALLA CITTA DI FRASCATI L E L ACCADEMIA TUSCOLANA QUI POSE A RICORDO DELL ANNO MARIANO. 1 CLASSE III/D, Frascati nelle sue epigrafi, Scuola media statale M.Tullio Cicerone di Frascati. 13

15 Il Borgo antico Sul lato nord-orientale di Piazza Mazzini si erge il palazzotto detto Torrione di Porta Granara, una volta parte delle mura di cinta di Frascati. Su una delle sue facciate si legge la seguente iscrizione che si riferisce alla nuova funzione che il palazzo deve svolgere, quella di granaio: PAVLI PONT. MAX IVSSV AD ANNONAE VBERTATIS PRAESIDIUM CIVITAS TVSCVLANA EXTRVXIT ANNO DOMINI MDCXI Per ordine di Paolo V Pontefice Massimo la città di Frascati adattò questo torrione a magazzino delle granaglie eccedenti, l anno del Signore

16 Nella piazza Paolo III sorge la Rocca, una volta sede dei feudatari del Castello di Frascati, poi residenza dei governatori pontifici, e oggi dimora del Vescovo Tuscolano. Una fontana adorna la piazza, sormontata da un rocchio di colonna con tre pignatte in cima. Nell ovato inserito nel capitello è possibile leggere la seguente iscrizione: INNOCENTIO XII PONT. MAX. SEDENTE CAROLO COLVMNA TVSCVLI GVBERNATORE OB EXIMIVM LIBERI MERCATVS BENEFI DIE JOVIS IN HAC PLATEA EXERCENDI PAVLO V HVIC CIVITATI CONCES. S.P.Q.T. EREXIT A.D. MDCXCVII Mentre Innocenzo XII Pontefice Massimo sedeva sul soglio pontificio e Carlo Colonna era governatore di Frascati, il Senato e il Popolo Tuscolano eressero questa colonna l anno del Signore 1687 per l insigne beneficio concesso da Paolo V a questa città di esercitare il libero mercato in questa piazza il giorno di Giove Dietro Piazza Paolo III si erge l unico monumento medievale di Frascati: il Campanile di San Rocco, del XIV secolo, parte integrante della Chiesa di S. Maria in Vivario o San Rocco. 15

17 Intorno a San Rocco si è costituito il nucleo originario della città Intorno alla Chiesa di Santa Maria in Vivario, antica cattedrale di Frascati, si è formato il primo nucleo della città. Nella piazza di San Rocco spicca, addossata alla Rocca, la fontana commissionata nel 1490 dal cardinale Guglielmo D Estouteville, signore di Frascati. Sulla epigrafe si legge: NIMPHAR. HEC (sic) DOMUS IVSSV R.D.C. DE ETOVOTE VILLA CAR. ROTHOMAGEN. DVLCES EIVS AQVAS EMER SIT A. D. MCCCCLXXX Questa dimora delle Ninfe per ordine del reverendo signore D Estouteville cardinale di Rouen sprizzò le sue dolci acque l anno del Signore

18 Da S. Rocco si percorre via Antico Frascati per raggiungere la panoramica Via Regina Margherita. Nello specchio centrale del muraglione è situata una lapide la cui iscrizione contiene un errore. S.P.Q.T. IL NUOVO RINFIANCAMENTO DI MURA RIZZATE SOPRA I RUDERI DELLA VILLA DI LUCULLO TOLSE ALLO SQUALLORE L ESTREMO LEMBO DELLA CITTA E LE CREBBE SANITA E BELLEZZA A. MDCCCLXXXIX XII DEL REGNO DI UMBERTO I In realtà le mura sono state costruite sopra i resti della villa del console Caio Passino Crispo, patrigno dell imperatore Nerone. Poco lontano da Piazza San Rocco, si trova la ferrovia che collega Roma a Frascati, inaugurata il 7 Luglio 1856 come primo tratto ferroviario dello Stato Pontificio. Al viaggio inaugurale partecipano cardinali, alti prelati, membri del corpo diplomatico e dell aristocrazia romana. Ad ognuno dei partecipanti fu donata questa medaglia, con l effigie del pontefice, in ricordo dell inaugurazione. 17

19 Epigrafi murate nel muro perimetrale di Villa Torlonia. A PIO IX PONTEFICE MASSIMO AMPLIATORE DELLA FELICITA DE SUOI POPOLI CHE NON SI TOSTO LA TRISTIZIA DE TEMPI LASCIAVAGLI LIBERA LA MENTE E LA MANO DONO AGLI STATI DELLA CHIESA IL RITROVAMENTO DELLE FERROVIE A MINISTRI DELLO STATO ED AL PIENO CONSIGLIO DELLE ARTI DOTTE PERCHE BEN ADDENTRO PENETRANDO NELLA VOLONTA DI PIO IX PONTEFICE MASSIMO SAPIENTEMENTE GLI AGEVOLARONO LA ESECUZIONE DEL GRANDIOSO DIVISAMENTO DELLE FERROVIE AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI QUESTO PRIMO TRONCO DI FERROVIA CHE FORMANDO DI FRASCATI IL PIU VICINO SOBBORGO DELL DELLA PIU AUGUSTA CITTA DEL MONDO AD ESSA LA EGUAGLIARONO IN COMODITA E GRANDEZZA 18

20

21 I DOCUMENTI STORICI La nuova Biblioteca comunale, inaugurata nel 2004, è anche sede dell Archivio Storico. Nella Sala Nello Nobiloni, sono raccolti i documenti che riguardano la città a partire dal XVI secolo in poi. L Archivio comprende anche la raccolta di testimonianze cittadine della seconda guerra mondiale, che costituisce il Centro di Documentazione 8 Settembre Struttura dell archivio storico Sezione unitaria 1) Atti civili e criminali ) Iura Diversa ) Memorie e Sentenze ) Atti Consigliari ) Estrazione dei Magistrati ) Miscellanea ) Danno dato ) Inventari ) Sindacati ) Annona frumentaria ) Contravvenzioni e sentenze ) Lettere Diverse dei Superiori ) Affitti e Obbligazioni ) Monte di Pietà ) Rendiconti e giustificazioni ) Cause diverse ) Posizioni diverse ) Instrumenta Contratti ) Registri dei Mandati ) Ordini delle spese ) Sinodo Tuscolano ) Impero Francese

22 Sezione postunitaria 1) Categorie ) Deliberazioni di Giunta ) Ruolo Matricol. Com. Militari ) Atti cittadinanza e Matrim ) Conti Consuntivi ) Verbali Consigliari ) Licenze edilizie ) Mandati ) Ordini degli Incassi 10) Deliberazioni Imposte Dirette ) Residui attivi e passivi ) Registri del Genio Civile ) Deliberazione dei Consigl ) Liste di leva ) Protocollo ) Libri Mastri ) Lista Elettori Politici ) Censimento ) Udienze ) Impegni ed Udienze ) Giuorn. Delle Entrate e Spese ) Matrici di pagamento ) Turismo ) Soccorsi militari

23 Categorie I) Amministrazione II) Opere Pie III) Polizia locale IV) Sanità ed Igiene V) Finanze VI) Governo VII) Grazia Giustizia e Culto VIII) Leva e Truppa IX) Istruzione Pubbl X)Lavori pubbl XI) Agricoltura, Industria, Commercio XII) Stato Civile XIII) Esteri XIV) Oggetti Diversi XV) Pubblica Sicurezza

24 Segue una serie di esempi di documenti tratti direttamente dall archivio, o reperiti su testi riguardanti la storia della città: atti, avvisi, notificazioni, mappe, volantini o cartelli. 23

25 24

26 25

27 26

28 27

29 28

30 29

31 30

32 31

33 32

34 33

35 34

36 35

37 36

38 37

39 38

40 39

41 40

42 41

43 42

44 43

45 44

46 45

47 46

48 47

49 48

50 49

51 50

52 DOCUMENTI LETTERARI Un inno a Frascati Appena te presenti carinello co qualche palazzotto signorile, tu pari un cantoncello de Roma: er cantoncello più gentile. Ridi da li giardini principeschi, da le ville papali; ridi da cento siti pittoreschi, tesoro de bellezze naturali. Ma dove assai de più me sei piaciuto, è stato a un certo posto for de mano, indole t ho veduto più rustico, che so meno romano. E un fraticello che se stenne in basso, quello che più me piace; co na piazzetta, ndo tra sasso e sasso l erba ce cresce e ce verdeggia in pace. C è na chiesola, ciuca e solitaria, dove, ner giorno de na festa bella, senti passà nell aria un odore de incenso e de mortella. E dove, intorno intorno, tu ce vedi Li barili infiorati, e la gente che beve, in piedi, e li bicchieri pareno indorati Lì t aritrovo, e quanno t aripenso, nido de gni tesoro, me passa accosto un barsimo d incenso, sento un glu glu de fontanelle d oro G. C. Santini 51

53 Orgoglio frascatano A più grande fortuna mea e vostra è quella ch u Padreterno ci à fattu nascè a FRASCATI!... E pe mmì: ESSE FRASCATANI SIGNIFICA ESSE D U MEJO E, DU Più BELLU PAESE D U MUNNU!. Co tutt u rispettu Che tengo pe s atri paisi, ch i volete mette co FRASCATI? Io, a spese d u governo e, n po a spese mèj, so giratu mezzu munnu, ma ve tengo da dì che n so trovatu n anghelu de PARADISU comme quistu!... Che ce manca a nui? Gnènte!... Che volemo n po più de sordi? Ma che se ne facemo se i paragonemo a stu bellu cèlo e a st aria fina? E quisti so i sordi nostri che gnisuna crisi d u munnu potrà mai svalutà!... E nun vo dì èsse: d a PORTICELLA d u MUNNEZZARO, de SANPIETRI o de SARROCCO, d u MATONE, de CAPUCROCE, d ARMETTA o de COCCIANO Semo na sola RAZZA: Semo FRASCATANI 52

54 COMME SO FATTI I FRASCATANI FRASCATI!... 'Stu paese, è conosciutu 'n tuttu u munnu!... Sarà p'o vinu? Sarà pe' l'aria? Sarà p' 'a pòsizzione? Sarà pe' l'abbitanti? Sarà pe' 'e Ville? Quanno 'n forestiere beve l'acqua de FONTANA VECCHIA, 'n se ne va più!... Ve' co' 'e pèzze... e, diventa mijonariu!... I FRASCATANI però, sarà perché so' 'bbituati a 'sto vinu... a 'st'aria... a guarda Roma da 'stu Colle... a litica' tra issi... a passeggia' pe' 'ste Ville... nun l'apprezzenu tantu 'stu paese! Ma 'bbasta che unu mette u piede fora, che sente 'na smagna, 'na nostargia de... 'na bella sborgna de vinu veru, de rivenì' a rispirà' 'st'aria, de mèttise a sede' sotto 'n arberu p' 'a passeggiata, de fasse 'na liticata c'u vicinu, de sdrajasse sotto 'n arberu 'n Villa!.... E na nostalgia che nun passa!... Che te rode!... E passa solu quannu, drento na FRASCHETTA, te sculi na FOJETTA!... da Frascati c era una volta. Una favola di A. Stellani 53

55 L ACROSTICO DER FRASCATI Eccove la storia der «FRASCATI» R accontata a noi da li Profeti: Fu NOE' er primo vignarolo che tè Racchiuse l'uva in un pajolo! Aspettò, senza sapello, 'na mesata Speranno de fa' ai suoi 'n improvvisata!... Conobbe così quer ch'aveva fatto!... Aissaggiò quer nettare genuino... Tanto je' piacque che lo chiamò: DI... VINO!. Istorie antiche, de li tempi andati... Ce dichenu che po' lu chiama: «FRASCATI» da Frascati c era una volta. Una favola di A. Stellani 54

56 I RIUNI Oggi, se dici a 'n frascatanu: - Tu sì' d'u MUNNEZZARO'! Quissu tè guarda male e s'offènne! 'Na vota 'nvece era 'n vantu! Era 'n vantu de qualunque RIONE èri!... Ce se teneva!... Io, so' d'u MATO'!... Io, so' d' 'aporticellal. Io, so' de SARROCCO!... Io, so' d'i FRATI!... Io, so' de CAPUCROCE!... Io, so' d'armetta!... Io, so' de PORTAGRANARA!. 'Sti riuni, ce tenivenu 'ttaccati! Più se liticheva tra munelli... e più ce se voleva bbe'! Doppu tuttu, erevamo tutti FRASCATANI!. E, quanno s'è FRASCATANI, 'n ce sta RIONE che tè'!... volta. Una favola di A. Stellani da Frascati c era una 55

57 Il Duomo A CATTEDRALE DE SANPIETRI VALE A PISU D ORO Facemo n po de carcoli: Penerete che furunu spisi, p a sola FACCIATA de sta nostra bella CHIESA Scudi Che missi nzieme a quilli Spisi p a costruzione d a CHIESA s arriva a n totale de Scudi Mo, facemise i cunti: De lli tempi, co n scudu ce potivi comprà n barile de vinu!... Carcolemo, a occhiu e croce che oggi, n litru de vino Custa 700 lire. Allora, n barile de 60 litri custeria lire. E, lli scudi sarienu oggi gnènte de meno che Lire Ve pare pocu? Pe forza è bella a CHIESA nostra!... da Frascati c era una volta. Una favola di A. Stellani (notizia raccolta da La basilica cattedrale di Frascati di L.Razza) 56

58 E FUNTANE D I POSTI NOSTRI E' notte! Tutt'è silenzio! 'A luna 'n celo, tè pare 'n abbaggiù, che 'llumina co' discrezzione 'e FUNTANE DE FRASCATI! 'Na sinfonia de soni esce fora da 'i zampilli e da 'e cascatelle: 'n' armonia doce..., doce e melodiosa che tè mette 'n còre pace e tant'amore! 'n tè renni cuntu! Tè pare de sta 'n Paradisa! E, nun sa' chi sceje: - Qual'è 'a più bella? 'Lia piccoletta che se ne sta sola 'n mezzu a'ia piazzetta, o quella granne tra arberi e cancelli? Nun sa' chi sceje!... Funtanuni, funtane e funtanelle... so' tutte belle! Stannu sott'u stesso celo! So' tutte 'ccarezzate da 'st'aria, da 'st'aria doce e fringuellòra! Se rissomijenu tutte, perché 'na cosa tenghenu 'n commune: l'acqua! L'acqua che scure da matina a sera, ch'è 'n acqua sopraffina: saporosa e cristallina!... E' 'n'acqua che scure da secoli pe' valli, canali e cunicheli e, che po', schizza fòri da 'ste FUNTANE... piccole, granni, belle: FUNTANE FRASCATANE! Spunti presi dal volume di disegni di G. Bolognesi, edito dall Associazione Amici di Frascati nel

59 La ferrovia Un era novella Si scriva nei fasti, O patria mia bella, Cui più non pensasti, Che mentre tu vedi Non credi al veder. Al par del baleno Vien ratto il vapore, E versati in seno Scorrendo brevi ore Un popolo folto Qua volto a goder. Di Roma che impera Sul mondo reina, Tu fosti primiera, Amica, e vicina; Ed or chi quel vanto Può tanto mertar? A pio che lo volle, a York che il compiva S intuoni sul colle Festoso l evviva, E il faccia più crebro Il Tebro echeggiar. (Anonimo) 58

60 Usanze frascatane 'A viggìa de Natale, a Frascati, da i tempi d'u bisnonno de nonnimo, ce steva 'na bella usanza: PIAZZA FIORITA! St'usanza ce sta pur'oggi, ma è 'n'atra cosa!... 'Na vota, PIAZZA FIORITA (Piazza del mercato), era nu' spettachelu tra tanti spettacheli! E ce se jeva tutt'in gruppu doppu esse' esciti da' 'a Novena e doppu esse iti a pijasse u squaiu drente unu d'i tanti caffè e latterie. 'E botteghe erenu tutte 'ddobbate comme giardini! Era d'inverno, certe vóti ce steva pur'a neve, ma da comme erenu 'ddobbate 'ste botteghe... pareva 'na primavera!... Fiori e fronne, nastri e lustrini, palluni e palloncini, luci, lucette, fiaccole, bengalli e, che mostre!... Galline, pullastrelle, pulii ruspanti e gallinacci, quarti de carne appiccati all'ancini d'i macellari, abbacchi e relative coratelle, caciotte, ricotte, colonne de forme de caciu pecorinu e parmicianu! De pesci po'... nun tè ne dico!... Erenu vivi!... Parivenu pescati 'n'ora prima!... 'E ciriole se rintorcinivenu pe' de sopre d'i bancuni!... Pesci pe' tutte saccocce!... Da 'e sardine all'aragoste!... E po': broccheli, verdure de tutt'e razze, patate, sèlleri, spinaci, cicoria!... fichere secche, purtigalli, mannarini, bricòcole, pronga, sciuscelle, cerase, reggine gravide, ciammèlle, pampepati, amaretti, confortini!... De robba, ce ne steva tanta! Ma i sórdi, erenu pochi! E, 'a matina, vedènno tutt'u 'llu ben de Dio, pensivi che sarrìa remastu tuttu sopre i bancuni o, appisu all'ancini!... 'Nvece 'a sera, se tè serveva 'n pizzecu d'erbetta, de mentuccia o de trasosmarinu, nun l'avrissi trovatu pe' tutt'u l'oro d'u munnu! U cenone de Natale!... i spaghetti a aju e oju... 'a robba fritta... u pampepatu... Ricchi e poveri, tenivenu da passa' 'sta nottata 'n famija! U CENONE, era uguale pe' tutti! Anzi, tè dir^ajo, era mèjo 'n casa d'i poverelli, perché, tuttu quello che ce steva sopre i tavolini 'pparecchiati co' 'a tovaja nova, 59

61 se considereva de più e, quasi quasi eri contentu d'esse natu poverellu! Fenitu 'u cenone, fenitu de magna e, prima de comincia a gioca a tommela, n'ce sarria statu bisogno mancu de lava i piatti... pe' quantu erenu lustri!... da Frascati c era una volta. Una favola di A. Stellani Il vino BACCO A FRASCATI Come striscia la lingua sur filaro de bello de cacchione de bonvino Ottobre, è pronto er tino, er torchio è pronto, e tocca a la paciocca: Tra li pampani un paro de forbice sbarbajja e passa a pelo e contropelo, e tajja ramazzi d uva e celo. Spremuta a goccia a goccia da la roccia, l acqua è de l architetto: Borromino o Vasanzio o Maderno. Su lo spiazzoùl aspetta er travertino: uno strillo e se sgarra in un zampillo. Er sugo der ramazzo è de tutti. Ner ventre de la botte ha preso forza e aroma. Apro la cavola e le botte se sgrava. Bevo io: un piede in cielo, un piede per terra, beve er dio. Largo come una piazza, c è posto sur bucale puro pe na ragazza. Dentro a la spuma sguazza una lingua vicino a una lingua: l incontro sur bucale è umido de vino. (Bevo ) Me spunta un ala e volo e atterro 60

62 Su un colle e tajjo er pioppo, l ormo, er cerro. (Bevo ) Pulito er colle d oggni sasso, Bacco traccia le righe, io ce pianto la vite. ( e bevo) Er colle grulla la criniera De pampani: e Torlonia, Rufinella, Panfilia, Aldobrandina, Farconiera: le ville ferme in sella, vanno a spasso. Fino a la grotta, fino Alla botte de vino Arriva l erba: una lettiera viva. Dormo arinturcinato a una regazza E m arisvejjo a punta d arba. Strano, la guazza cià er sapore der trebbiano. L uggna raspa per terra e la radica nasca dalla mano: sopra er costato un serra serra de gemme: er pampano scarabozza per aria uno svolazzo: me cresce addosso er peso der ramazzo. Tornato in celo er dio, resto a Frascati: vite pure io. Mario Dell Arco Oh!, questo se pò dì vino de festa! Gajarduccio, abboccato tonnarello Hah! T arimette er core in er cervello e tt arillegra senza datte in testa. Come è liggero poi! Com incanala! Questo rifiata un morto in zepportura E tte je fa arimove er cresceccala! Giuseppe Gioacchino Belli Mentre bevo mezzo litro, de Frascati abboccatelo, guardo er muro der tinello co le macchie de salnitro. Guardo e penso quant è buffa 61

63 certe vorte la natura che combina una figura col salnitro e co la muffa. Scopro infatti in una macchia Una specie d animale: pare un aquila imperiale co la coda de cornacchia. Là c è un orso, qui c è un gallo, lupi, pecore, montoni e su un mucchio de cannoni passa un diavolo a cavallo! Ma ner fonno s intravede una donna ne la posa de chi aspetta qualche cosa da l Amore e da la Fede Bevo er vino e guardo er muro Con un bon presentimento: sarò sbronzo, ma me sento più tranquillo e più sicuro. Trilussa 62

64 Nell 800 le osterie erano diventate più che luoghi per la vendita del vino, veri e propri ritrovi per coloro che amavano trascorrere la serata fra i piaceri dell alcool. Facilmente le allegre adunate si trasformavano in violente risse, così papa Leone XII, per contenere il fenomeno, ordinò che ogni osteria fosse chiusa da un cancelletto, attraverso il quale acquistare il vino da portar via, senza poterlo consumare in compagnia intorno ai tavoli. Le reazioni Ma chi diavolo, Cristo!,l ha tentato sto Pontefice nostro benedetto D annacce a seguestrà cor cancelletto Quela grazia de dio che Iddio ci à dato! La sera, armanco doppo avè sudato, s entrava in zanta pace in un buchetto a beve coll amici quer goccetto, e arifiatà lo stommico assetato. Le lagnanze e il malumore generale costrinsero Pio VIII a revocare le misure del predecessore: Allor che il sommo Pio Comparve innanzi a Dio Gli domandò: Che hai fatto? Rispose: Nient affatto Corresser gli angeletti: levò li cancelletti. Giuseppe Gioacchino Belli Il carrettiere a vino e il progresso Oste, portece un litro e tre bicchieri; lesto, c ho da partì. M hanno avvisato che a Monteporzio er panza ha già svinato e sta cercanno un par de carrettieri. Bono sto vino. Chi l ha carreggiato? - Cencio de Borgo Ciò parlato ieri; dice che passa un po de dispiaceri: je li dà er fijo, ch è no sfaticato. - Nun ve l ha cetto? Che?- Nun ve l ha detto che stava in trattative co n sensale? Se motorizza, vennerà er carretto. 63

65 - Amichi, che volete che ve dica? Pe conto mio ritengo facci male, a me, me piace più d annà a l antica. Attilio Cerutti I PISCIATURI «Ieri fu collocato al muro dietro la farmacia Silvestri il primo orinatoio in pietra secondo il modello della Capitale. Lode a chi ha il merito dell'idea, perché veniamo mettendoci in ampia scala nelle vie del progresso». («La sentinella di Roma», Giornale Politico settimanale Tuscolano A.I., n. 1, Frascati ). E, a proposito degli orinatoi: Na vòta se pò dì Ce ne steva unu pe canto!... Erenu belli!... Erenu belli comme monumenti!... Acqua corrente (quanno correva), sempre pini de creolina e se te scappava, èri securu de trovanne sempre unu sottomani!.. Pe Frascati, erenu na cosa mportante, perché, o vinu nostru, fa piscià tantu e chiaru!.. da Frascati c era una volta. Una favola di A. Stellani 64

66 Trasporti e villeggiature E CARROZZELLE E RONDINONE A Frascati so' sparite puru 'e carrozzelle! Che ce steva de mèjo pe' i pe' ville? 'Ndo' stannu più 'Ili belli vetturini, co' 'a frusta 'nfiocchettata de lustrini? Mo' ce stannu machine de cento... cavalli che i serbatui 'n se fa 'n tempu a jempilli! Au cavallu ce 'bbasteva solu 'n pò de biada 'na capezza e, pe' fallu i... 'na carezza! I vetturini co' i cavalli erenu tutt'unu! E 'n se rimaneva mai pe 'a via!... Magari era 'u vetturino a tira u cavallu a spalla... ma prima o doppu s'arriveva sempre a' stalla!... Ce stivenu tante de 'ste carrozzelle! Una de 'e più famose era quella de RONDINONE, che nun era proprio 'na carrozzella, ma 'na vignaròla lustra e pinta che pareva 'n calesse de signuri! RONDINONE se jeva a trova' i crienti a' 'a stazzione e, u primu che ce.capiteva, mastichènno 'na lengua 'mmischiata co' tutte 'e lengue d'u munnu, 'u porteva 'n giru... e po'... 'u porteva a 'na fraschetta, perché era securu dell'effetto!... Ma durante 'a giornata 'e visite a 'ste fraschette, erenu 'n pò troppe e... 'a sera, poru Rondinone, se faceva 'ccompagnà a casa da... u cavallu!... da Frascati c era una volta. Una favola di A. Stellani «...ora che la nostra ridente città, sfolgorante di verde e di luce e ricca delle glorie avite racchiuse come in custodie preziose delle ville degli antichi papi è al completo della colonia villeggiante, i festeggiamenti si succedono con piacere e profitto di tutti gli abitanti. Ieri sera il concerto municipale, egregiamente diretto dal Prof. Cav. Augusto Panizza, eseguì 65

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

il libro di Natale Scuola elementare di S. Marco d Alunzio

il libro di Natale Scuola elementare di S. Marco d Alunzio il libro di natale A nonna Cona, il nostro Angelo custode, che ci guida con entusiasmo e ci sostiene con gioia in ogni momento. il libro di Natale Scuola elementare di S. Marco d Alunzio messaggio di natale

Dettagli

Passeggiando per Bagnara. Scuola Secondaria di I Grado San Francesco Bagnara di Romagna Classe III A

Passeggiando per Bagnara. Scuola Secondaria di I Grado San Francesco Bagnara di Romagna Classe III A Passeggiando per Bagnara Scuola Secondaria di I Grado San Francesco Bagnara di Romagna Classe III A A.S. 2014-2015 Presentazione Gli alunni della Classe III - A della S.S. di I grado San Francesco di Bagnara

Dettagli

La posizione dei nostri monumenti

La posizione dei nostri monumenti Foro romano Autori: Luca Gray Beltrano, Irene Bielli, Luca Borgia, Alessandra Caldani e Martina Capitani Anno: 2013, classe: 1 N Professoressa: Francesca Giani La posizione dei nostri monumenti Tempio

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio»

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «Mi presento a voi come la Madonna delle Rose dal Cuore Immacolato, Regina del Cielo, Madre delle famiglie, Portatrice di Pace nei vostri cuori». del 25 agosto

Dettagli

PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO STATUA DEL MOSE

PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO STATUA DEL MOSE ARCO DI TITO SINAGOGA PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO PANTHEON STATUA DEL MOSE COLOSSEO S. GIOVANNI IN LATERANO PALAZZO DEL QUIRINALE STATUA DI

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto.

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto. GIUBILEO DELLA MISERICORDIA RITO DI APERTURA NELLE PARROCCHIE _ PREMESSE 1. L Ufficio Liturgico Diocesano in occasione del Giubileo della Misericordia ha predisposto una celebrazione di apertura per le

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

23 24 25 26 27 settembre 2016

23 24 25 26 27 settembre 2016 Associazione culturale Bareggese Via Don Biella 2 Bareggio (MI) P. IVA : 07178300963 www.numtuccinsema.it Castelli Romani e Speciale Roma TOUR DI CINQUE GIORNI 23 24 25 26 27 settembre 2016 Venerdì 23

Dettagli

La gatta Arcibalda e altre storie

La gatta Arcibalda e altre storie ADRIANA ZARRI La gatta Arcibalda e altre storie Riflessioni sugli animali e sulla natura prefazione di MONS. LUIGI BETTAZZI postilla di NATALE FIORETTO 2011 PREFAZIONE Adriana Zarri era una donna di fede.

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B 1 Letture: 2 Samuele 7, 1-5.8.12.14.16 Salmo 89 (88) Romani 16, 25-27 Vangelo: Luca 1, 26-38 Oleggio, 21/12/2014 IV Domenica di Avvento - Anno B NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. AMEN!

Dettagli

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13)

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) Il deserto di Tamanrasset in Algeria Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) «Rabbì è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne».

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

Orazioni in suffragio

Orazioni in suffragio Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio SHALOM Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio «Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia: nel tuo grande amore cancella il mio peccato».

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Speciale Romagna CAPODANNO

Speciale Romagna CAPODANNO Speciale Romagna CAPODANNO I nostri pacchetti in Romagna sono l ideale per coloro che viaggiano in autonomia e desiderano una breve vacanza per Capodanno a prezzi convenienti. Le escursioni che proponiamo

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

L arte paleocristiana

L arte paleocristiana Storia dell Arte docente : Prof.ssa Addolorata RICCO L arte paleocristiana Il nuovo nella continuità della civiltà romana Panorama cronologico dei primi 6 secoli di cristianesimo Date importanti per il

Dettagli

L'ANGOLO D'ITALIA PIENZA: la città ideale. di Paolo Castellani. febbraio 2011 - GEOMONDO - 19

L'ANGOLO D'ITALIA PIENZA: la città ideale. di Paolo Castellani. febbraio 2011 - GEOMONDO - 19 PIENZA: la città ideale di Paolo Castellani febbraio 2011 - GEOMONDO - 19 Su una collina allungata a dominio della Val d Orcia, persa in una sinfonia di colli dolcissimi e di bianchi calanchi, tra file

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

I. Presentazione generale della Toscana

I. Presentazione generale della Toscana I. Presentazione generale della Toscana UN PO DI STORIA La Toscana è la terra dove tanto tempo fa nasce la civlità etrusca. Gli Etruschi sono un popolo molto civile, esperto in agricoltura, nella lavorazione

Dettagli

PRO LOCO CITTA DI FONTANA LIRI. Assessorato alle Politiche Giovanili Comune di Fontana Liri FONTANA LIRI STORIA ARTE CULTURA

PRO LOCO CITTA DI FONTANA LIRI. Assessorato alle Politiche Giovanili Comune di Fontana Liri FONTANA LIRI STORIA ARTE CULTURA PRO LOCO CITTA DI FONTANA LIRI Assessorato alle Politiche Giovanili Comune di Fontana Liri FONTANA LIRI STORIA ARTE CULTURA La storia Sede di uno dei più antichi insediamenti umani nel Lazio, Fontana Liri

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

I Cristiani e gli Ebrei

I Cristiani e gli Ebrei I Cristiani e gli Ebrei La casa del Papa: Basilica di San Pietro e Musei Vaticani Le catene di San Pietro e la neve estiva nella Basilica di San Pietro in vincoli e nella Basilica di Santa Maria Maggiore

Dettagli

Presentazione A bituati oggi alle guide turistiche con belle immagini colorate, dal ricco corredo informativo sia culturale che pratico, ritrovarsi tra le mani questa ristampa anastatica di una guida di

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza!

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! A.S. 2010-2011 ANNO I n. 3-Dicembre Si desti l umanità intera a lodare l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! Il 15 dicembre la classe II I si è recata al Teatro Curci di Barletta

Dettagli

La Scuola dell Infanzia San Lorenzo Via Tiberio I CIRCOLO CAMPOBASSO PRESENTA IL PRESEPE VIVENTE

La Scuola dell Infanzia San Lorenzo Via Tiberio I CIRCOLO CAMPOBASSO PRESENTA IL PRESEPE VIVENTE La Scuola dell Infanzia San Lorenzo Via Tiberio I CIRCOLO CAMPOBASSO PRESENTA IL PRESEPE VIVENTE a.s. 2011/2012 Progetto Noi e le feste Il fare festa a scuola è un esperienza che si caratterizza per lo

Dettagli

Edoardo De Angelis CANTARE IN ITALIANO Fonit Cetra 1982

Edoardo De Angelis CANTARE IN ITALIANO Fonit Cetra 1982 Edoardo De Angelis CANTARE IN ITALIANO Fonit Cetra 1982 01 - CANTARE IN ITALIANO 02 - ABELE 03 - NOVALIS 04 - LELLA (E. De Angelis S. Gicca Palli) 05 - PICCOLA PRINCIPESSA 06 - ALAIN 07 - VENEZIA NON C

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA C O M U N I T A E C C L E S I A L E D I S A N C A T A L D O ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA PREGHIERA PER IL SINODO SULLA FAMIGLIA IN COMUNIONE CON IL SANTO PADRE FRANCESCO E LA CHIESA SPARSA NEL MONDO San

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ

IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ Proprietà letteraria riservata 2012 Screenpress Edizioni - Trapani ISBN 978-88-96571-42-2 È vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo effettuata

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio.

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio. FEDE IN DIO A) CO S'E' LA FEDE? La fede si nutre della conoscenza che si acquisisce di una persona. In questa senso la fede può essere grande o piccola, debole o forte. La nostra fede dipende interamente

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Massa. www.trekkingurbano.info. www.trekkingurbano.info. SAPER D ITALIA - Le nostre radici all ombra del tricolore

Massa. www.trekkingurbano.info. www.trekkingurbano.info. SAPER D ITALIA - Le nostre radici all ombra del tricolore SAPER D ITALIA - Le nostre radici all ombra del tricolore Il percorso ad anello, con partenza dalla Biblioteca Civica, attraversa via Crispi e prosegue su viale Democrazia, sede del Liceo in cui insegnò

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE:

RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: RISCRIVI SUL FOGLIO CHE VIENE DOPO QUESTE FRASI IN ORDINE: La frase la maestra scrive sulla lavagna Chiara una foto ai bambini fa Una torta prepara la mamma al cioccolato Giocano con la corda i ragazzi

Dettagli

Omelia del lettura cardinale Angelo Sodano al Santuario della Madonna del Rosario.

Omelia del lettura cardinale Angelo Sodano al Santuario della Madonna del Rosario. IL Rosario Cose da fare: Pregare il Rosario, 5 decadi del Rosario stasera con la vostra famiglia. Continuare questa pratica attraverso ottobre, il mese che è specialmente dedicato al Rosario. Leggere le

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO Il primo uomo di Barbara Wilmerton Haas Evangelici.net Kids Corner Nel Principio Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO In quattro giorni Dio creò tantissime cose.

Dettagli

LE SETTE PAROLE DELL AMORE

LE SETTE PAROLE DELL AMORE LE SETTE PAROLE DELL AMORE Le sette parole di Gesù in croce sono le parole ultime, quelle che restano, che ci dicono chi è Lui e quindi chi siamo noi. Le parole dell Amore ultimo ci trovano lì dove siamo

Dettagli

Archivio capitolino Titolario generale postunitario (1871-1922) Titolo 51: Strade ferrate

Archivio capitolino Titolario generale postunitario (1871-1922) Titolo 51: Strade ferrate Archivio capitolino Titolario generale postunitario (1871-1922) Titolo 51: Strade ferrate Il titolo 51 del Titolario generale postunitario Strade ferrate si compone di 1017 fascicoli, contenuti in 26 buste,

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

Anna Rinaldin Università Ca Foscari, Venezia. Aspetti dell «italiano scolastico» nei temi della scuola media

Anna Rinaldin Università Ca Foscari, Venezia. Aspetti dell «italiano scolastico» nei temi della scuola media Anna Rinaldin Università Ca Foscari, Venezia Aspetti dell «italiano scolastico» nei temi della scuola media Lettere in classe. Percorsi didattici del TFA di area letteraria della Sapienza, a cura di Paola

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Classe IV materiali di lavoro Storia Medioevo I CONTADINI DEL VILLAGGIO E I LORO RAPPORTI COL SIGNORE

Classe IV materiali di lavoro Storia Medioevo I CONTADINI DEL VILLAGGIO E I LORO RAPPORTI COL SIGNORE Scheda 5 I CONTADINI DEL VILLAGGIO E I LORO RAPPORTI COL SIGNORE La maggior parte degli abitanti del villaggio lavorava la terra. I contadini non avevano tutti gli stessi obblighi verso il signore, e si

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli