Original Article: GESTIONE DEL PERSONALE E CONTESTO GIURIDICO DEI RAPPORTI DI LAVORO IN MALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Original Article: GESTIONE DEL PERSONALE E CONTESTO GIURIDICO DEI RAPPORTI DI LAVORO IN MALI"

Transcript

1 Peer Reviewed, Open Access, Free Online Journal Published monthly : ISSN: X Issue 12(21); December 2014 Original Article: GESTIONE DEL PERSONALE E CONTESTO GIURIDICO DEI RAPPORTI DI LAVORO IN MALI Citation Sekou K. Gestione del personale e contesto giuridico dei rapporti di lavoro in Mali. Italian Science Review. 2014; 12(21). PP Available at URL: Author Keita Sekou, Saint Petersburg State University, Russia. Submitted: November 21, 2014; Accepted: December 1, 2014; Published: December 09, 2014 Introduzione La gestione del personale è la spina dorsale delle funzioni di base di risorse umane all'interno dell'organizzazione. Questo contiene tutte le informazioni necessarie per portare a termine tutte le operazioni su HRM. Ottima conoscenza di amministrazione del personale, quindi, è una condizione di successo e le conoscenze necessarie per ogni manager delle risorse umane nella sua posizione. La consapevolezza della necessità di personale di gestione della conoscenza avviene in Mali, così come in tutto il mondo, ma spesso trovano errata applicazione dei principi sanciti nel Codice del lavoro del paese [1] Gestione 1 individuale del personale Formalità amministrative e le azioni associate con l'assunzione di un dipendente Le formalità amministrative per il datore di lavoro: - Richiedere al lavoratore di fornire un certificato medico attestante che egli aveva visitato un esame medico rilasciato entro e non oltre tre mesi. Il costo di ottenere un certificato medico contemporaneamente pagato dipendenti. - Dichiarare entro 48 ore di un dipendente nel INPS (Comitato nazionale delle assicurazioni sociali), compilando il modulo di lavoro. - Prendi la carta INPS per il dipendente assicurato. - Per aprire il diritto a prestazioni familiari, il lavoratore deve compilare un modulo di domanda supplementare di assegni familiari. - Inviare le informazioni sul dipendente l'agenzia di Stato per l'occupazione per il libretto di lavoro. - Per richiedere al lavoratore di fornire 4 foto per nuove carte dei dipendenti e altri documenti. - Podgotovit E firmare un contratto con un dipendente. [2] Risoluzione del contratto Sezione I: Guida alla fine del rapporto di lavoro: La differenza tra il termine e il contratto di lavoro a tempo indeterminato è in fase di conclusione. Contratto a tempo determinato scade alla scadenza, che è concordato dalle parti. Per quanto riguarda l'indefinito, può cessare di avere effetto in qualsiasi momento unilateralmente da ciascuna delle parti, a condizione che tale risoluzione incontrerà condizioni determinate, forme e mezzi di comunicazione. [2] Contratto di lavoro I. pausa a tempo determinato 45

2 A. La data inizio della risoluzione del contratto: Norme relative alla cessazione del rapporto di lavoro, sono più semplici da contratti a tempo determinato che per la domanda. Nel tempo determinato i contratti hanno una scadenza prefissata, al verificarsi di che pone fine automaticamente il rapporto di lavoro. Ne consegue che un dipendente deve lavorare tutte le ore di lavoro previsto dal contratto, senza dargli il tempo di trovare un nuovo lavoro. Allo stesso modo, non ha diritto, ad eccezione di specifiche disposizioni del trattato in materia di compensazione nel licenziamento ordinario; terminazione in questo caso è legittimo, dal momento che il contratto è stato stipulato a tempo determinato, che è scaduto. In caso di risoluzione del contratto con l'inizio del periodo, il lavoratore riceverà instabilità compensazione che è del 2,5% del totale dei salari che ha ricevuto durante il periodo di lavoro. Inoltre, egli ha diritto al risarcimento in denaro per il congedo di 2,5 giorni di lavoro al mese. [3] B. Risoluzione del contratto di lavoro prima della scadenza: Conformemente all'articolo L39 del codice del lavoro del Mali contratto di lavoro a tempo determinato non possono essere interrotti su richiesta di una delle parti. Risoluzione anticipata può essere solo in tre casi previsti dalla legge: - Accordo delle parti, come sancito per iscritto; - Negligenza del dipendente (secondo i giudici); - Forza maggiore, che rendono impossibile l'esecuzione delle parti dei loro obblighi. Le stesse regole sono stabilite in Francia, come ha sottolineato Jean-Marie Peretti, nel suo libro "HRM 19 edizione, pubblicata nel "Vuibert". [4] II. La rottura di un contratto di lavoro concluso a tempo indeterminato: Il contratto di lavoro a tempo indeterminato, un contratto che lega le parti, senza installare direttamente o indirettamente, il termine dell'azione. Questo tipo di contratto è caratterizzato da facilità di terminazione sia unilaterale e bilaterale. Se la risoluzione del contratto di lavoro a tempo indeterminato di verifica da parte del lavoratore (lettera di dimissioni), il dipendente deve comunicare in anticipo della sua decisione, precisando il motivo di questo. Altri, tra cui liquidità, obbligazioni dal lavoratore al datore di lavoro no. A. Requisiti formali: Articolo L40, comma 1, del codice del lavoro, un contratto di lavoro a tempo indeterminato può sempre fermare a richiesta di una delle parti. Tale risoluzione è fatto con un preavviso al partito che prende l'iniziativa di cessazione del rapporto di lavoro. Articolo L40 paragrafo 2 prevede che ogni datore di lavoro che intende licenziare un dipendente che ha lavorato per più di tre mesi, ha l'obbligo di informare l'ispettore del lavoro, che ha 15 giorni di tempo per rivedere l'applicazione e alle loro opinioni. Avviso dipendenti: Il periodo di preavviso dipende contratti collettivi del dipendente e per categoria professionale. Se il salario dei dipendenti di mezza giornata o settimanali, l'avviso deve essere di 8 giorni prima del licenziamento. Per i lavoratori con più bassa categoria professionale, il periodo di preavviso - un mese per i dipendenti di categoria medio - due mesi, e per la più alta categoria - 3 mesi. Durante il periodo di obblighi di notifica ai sensi del contratto sono conservati, ma il dipendente ha un ulteriore un giorno alla settimana per trovare un nuovo lavoro. Se il dipendente ha lavorato la metà del termine di preavviso di licenziamento e ha trovato un nuovo posto di lavoro, si può lasciare senza alcun compenso per un nuovo lavoro, notificando il suo ex datore di lavoro. B. Notifica ispettore del lavoro: per ispettori del lavoro di notifica invia solo il 46

3 datore di lavoro. Egli deve soddisfare questa condizione prima di prendere la decisione di licenziamento. L'ispettore ha 15 giorni di tempo per rivedere il bando che dà la risposta. Questa risposta è opzionale e non vincolanti per il giudice o il datore di lavoro, ma deve essere motivato in alcun modo. Tuttavia, il parere dell'ispettore, basato sul diritto, può essere presa in considerazione da parte del datore di lavoro o dal giudice. Finanziamento Termini: Stiamo parlando l'accuratezza e l'adeguatezza dei motivi di licenziamento. In Francia, stanno parlando motivi seri e reali. Il requisito determina necessariamente la causa per il datore di lavoro, anche se il dipendente è responsabile per la cessazione del rapporto di lavoro. Presuppone l'esistenza di compromettere l'esattezza dei fatti, si deve dimostrare che il dipendente abbia commesso una violazione, che è sufficiente per il licenziamento. Se parliamo della validità del licenziamento, in ogni situazione il datore di lavoro, portando la decisione di licenziamento, dovrebbe prendere in considerazione altri modi di influenzare il lavoratore, comprese le misure amministrative che sono proporzionali alla colpa (avvertimento orale o scritto, un biasimo, licenziamento disciplinare e così via. d.). In definitiva, se non sono soddisfatte queste due condizioni, allora non ci possono essere licenziamenti. Sezione II. Motivi speciali per il licenziamento: I. il licenziamento per motivi economici: Articolo L46 e seguenti del codice del lavoro. Si tratta di una forma di rigetto fatta senza tener conto del lavoratore umano, ma per ragioni economiche. Questo tipo di licenziamento può avvenire in tre casi: - Nel caso di riorganizzazione di impresa economica e tecnologica; - L'introduzione di nuove tecnologie, che porta ad una riduzione di posti di lavoro o di conversione. - Nel caso di un disastro. In caso di cessazione del rapporto di lavoro per motivi economici, il datore di lavoro, previa consultazione con i rappresentanti dei lavoratori o sindacati, impostare l'ordine di licenziamento. Questo ordine è soggetto a criteri quali: Il primo criterio: valore professionale. Aumenta in funzione delle qualifiche professionali, le prestazioni o l'esperienza di partecipazione. Così, i lavoratori con basso valore professionale al datore di lavoro rientrano tra i primi della lista (la lista di licenziamento). Il secondo criterio: esperienza: se abbiamo un paio di dipendenti di licenziamento, pari al livello del 1 prova, il secondo viene applicata. La maggiore esperienza, il più prezioso lavoratore al datore di lavoro. Anche sperimentare un aumento di un anno se il lavoratore è sposato; a seconda del numero di bambini vengono aggiunti alla durata del servizio per diversi anni. Elenco dei lavoratori e dei protocolli firmati dalle due parti licenziati a cui sono attaccati i commenti dei Rappresentanti ha approvato l'ispettore del lavoro per la revisione. Lui ha 15 giorni di tempo per esprimere un parere su questi licenziamenti. Se un dipendente contesta l'ordine di motivi di licenziamento o economici, possono rivolgersi al tribunale del lavoro. II. il licenziamento di un dipendente: Realizzato in conformità dell'articolo L40 del codice del lavoro. Licenziamento di un dipendente assume la colpa originale. La sua attuazione è effettuata in conformità con le disposizioni degli articoli L40 e seguenti del codice del lavoro. III. Licenziamento dei rappresentanti dei lavoratori (sindacati delegati, rappresentanti dei lavoratori, i membri della commissione per la sicurezza e la salute): Questi rappresentanti sono concessa una tutela speciale a norma degli articoli L263, L277 e 281 del. Tali disposizioni prevedono che ogni datore di lavoro che intende licenziare il rappresentante dei lavoratori, 47

4 devono ottenere l'approvazione preventiva di ispezione del lavoro (per iscritto). IV. Risoluzione del contratto di lavoro da parte del lavoratore: Dimissioni - cessazione del lavoratore a contratto unilaterale. In contrasto con il ritiro di non determinate condizioni. Tuttavia, è soggetto a determinate procedure, che è che il dipendente deve essere preventivamente comunicato per iscritto la propria decisione al datore di lavoro ad una certa data. Per quanto riguarda il diritto al risarcimento, è possibile dopo 10 anni di lavoro per il datore di lavoro, vuol dire che per qualificarsi per le prestazioni in caso di dimissioni, il lavoratore deve dimostrare che ha lavorato per l'organizzazione per almeno 10 anni senza interruzioni. V. Emissione di certificato di lavoro: Conformemente all'articolo L61 del codice del lavoro il datore di lavoro è tenuto, sotto pena dato al lavoratore al momento della sua partenza definitiva da parte della società, un attestato di lavoro. Un certificato del datore di lavoro è fornita esclusivamente: - Assunzione del lavoratore ufficio; - La data del suo rilascio; - Natura e le date di posti di lavoro dei lavoratori impiegati in modo coerente; - Categoria professionale, la classificazione del contratto collettivo o un accordo; Un datore di lavoro non può fornire informazioni false o ingannevoli circa il dipendente. Sezione III. Diversi tipi di vantaggi: Benefici I. associati a contratti a tempo determinato: 1. Pagamento di instabilità: si è calcolato sul totale dei salari durante la durata del contratto. Le sue dimensioni sarà pari al 2,5% dello stipendio totale. 2. Corrispettivo in contanti per ferie pagate: se il lavoratore ha il diritto di lasciare, ma non li usa, allora ha il diritto di questo pagamento. E 'la somma degli stipendi per 2,5 giorni al mese a partire dalla data di ammissione al lavoro o la data di ritorno con l'ultima release. II. Risarcimento in relazione alla cessazione del contratto di lavoro a tempo indeterminato: 1. Cash avviso compensazione: viene pagato quando un dipendente è stato notificato, o se il periodo di preavviso non è stato rispettato. E 'pari all'importo del risarcimento che il dipendente dovrebbe ricevere, se ha lavorato in questo periodo. Periodo comunicazione dipende dalla categoria professionale, discusso sopra. 2. Cash congedo di compensazione, così come in contratti a tempo determinato. 3. Pacchetto proporzionale al tempo di lavoro Severance: è calcolato sulla media degli ultimi dodici mesi di stipendio. Il suo costo è di: a) 20% del salario medio mensile per ciascuno dei primi 5 anni; b) Il 25% del salario medio mensile di 6 al 10 anno è incluso per ogni anno; c) 30% della retribuzione mensile media per il 10 anno e poi per ogni anno [3]. III. Benefici connessi con la rassegnazione: 1. Compensazione monetaria per ferie retribuite, così come in contratti a tempo determinato; 2. Il merito concessione: è pagato se il lavoratore non è inferiore a dieci anni in azienda, senza interruzione. Si è calcolato nello stesso modo e alle stesse condizioni come indennità di licenziamento. NB: Si deve, tuttavia, ricordare che in alcuni contratti collettivi o accordi in alcune organizzazioni offrono tassi più bassi. Calcolo dell'indennità di licenziamento (esempio). 1: Mr. Demba Coulibaly contabile in una società commerciale. A seguito di verifiche condotte dalla società di revisione commesso dal direttore della struttura, è stato trovato un buco più di dieci (10) milioni di euro per la gestione del Sig Coulibaly, per il biennio Nonostante le varie richieste di chiarimento del 23 gennaio e del 12 48

5 febbraio 2008, la persona in questione non ha fornito i documenti giustificativi sulle quantità di persone scomparse. Inoltre, il direttore non è soddisfatto di questo errore è molto grave, ha afferrato l'ispettorato del lavoro, che ha dato un parere positivo per il licenziamento di Mr. Coulibaly. Dopo aver ricevuto l'approvazione da parte l'ispettore del lavoro, il tuo capo ti chiede di preparare diritti signor Kulibayev. NB: salario lordo, il signor Kulibayev era di 29 rubli Mr. Coulibaly è stato assunto 2 febbraio 1999, e ha respinto 28 febbraio 2008 Ha maturato congedo per 45 giorni. Dal suo avviso anziano è di tre mesi. Data la gravità dei reati commessi, il direttore non ha voluto il signor Kulibayev orologi notifica. Definizione fa A Febbraio 1999-Dicembre 1999: 11 mesi B. Gennaio 2000-dicembre 2007: 8 anni C. Nel gennaio-febbraio 2008: due mesi Totale: 8 anni 11 mesi e 2 mesi: 9 anni 1 mese. Calcolo delle prestazioni 1. Cash notifica di pagamento di regolazione: * 3: ,21 Rub 2. Compensazione in contanti, ferie pagate: (29044,07 * 45) /30: rub Pacchetto 3. Severance - Per i primi 5 anni: (29.044,07 *.20%) * 5: ,07 Rub - Dal 6 al 9 Anno: (29.044,07 *.25%) * 4: ,07 Rub - 1 mese: (29.044,07 *.25%) * 1/12: 605,08 Rub Benefici generali: , , , ,08: ,53 Rub. References: 1. N.A. Gorelov The economy of labor Malisky mode on Social Security Delivering the application of the Labour Code of Mali number Jean-Marie Peretti. Human Resource Management 19 units. 49

Original Article: CONTABILITÀ E SUPPORTO ANALITICO PER LA FORMAZIONE DI GESTIONE CONTABILE FACTORING

Original Article: CONTABILITÀ E SUPPORTO ANALITICO PER LA FORMAZIONE DI GESTIONE CONTABILE FACTORING Peer Reviewed, Open Access, Free Online Journal Published monthly : ISSN: 2308-832X Issue 10(19); October 2014 Original Article: CONTABILITÀ E SUPPORTO ANALITICO PER LA FORMAZIONE DI GESTIONE CONTABILE

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA (LAVORO A PROGETTO) Tra le sotto indicate Parti: La Società.. srl, costituita ai sensi della Legge italiana con sede a Milano in via., C.F. e P. IVA.,

Dettagli

All indennità si applica una riduzione del 15% dopo i primi sei mesi di fruizione e di un ulteriore 15% dopo il dodicesimo mese di fruizione.

All indennità si applica una riduzione del 15% dopo i primi sei mesi di fruizione e di un ulteriore 15% dopo il dodicesimo mese di fruizione. CIRCOLARE SETTIMANALE N. 3 FEBBRAIO 2013 INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE ASPI E MINI ASPI A decorrere dal 1 gennaio 2013 a tutti i lavoratori dipendenti (compresi gli apprendisti; i soci lavoratori di cooperativa

Dettagli

Le regole da rispettare

Le regole da rispettare SCHEDA RIEPILOGATIVA NOTA MINISTERIALE PREMESSA Per poter andare in pensione con decorrenza 1 settembre 2016, gli interessati devono presentare DUE domande, a due soggetti diversi ( le due domande sono

Dettagli

Novità del Collegato Lavoro. Dott. Massimo Brisciani

Novità del Collegato Lavoro. Dott. Massimo Brisciani Novità del Collegato Lavoro Dott. Massimo Brisciani Disposizioni varie in materia di previdenza ISCRIZIONE E CANCELLAZIONE DALL ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE art. 43 A decorrere dal 1 gennaio 2010, ai fini

Dettagli

Renzo Pravisano La retribuzione del lavoratore

Renzo Pravisano La retribuzione del lavoratore in pra ca LAVORO Renzo Pravisano La retribuzione del lavoratore I edizione Definizione e classificazione giuridica Elemen cos tu vi Determinazione, contabilizzazione e pagamento Prescrizione del diri o

Dettagli

I 20 DUBBI DELLA PROCEDURA ON-LINE PER LE DIMISSIONI VOLONTARIE E LE RISOLUZIONI CONSENSUALI

I 20 DUBBI DELLA PROCEDURA ON-LINE PER LE DIMISSIONI VOLONTARIE E LE RISOLUZIONI CONSENSUALI I 20 DUBBI DELLA PROCEDURA ON-LINE PER LE DIMISSIONI VOLONTARIE E LE RISOLUZIONI CONSENSUALI 1. DOMANDA Se il lavoratore rassegna le proprie dimissioni e, nonostante i solleciti, non compila la prevista

Dettagli

Piacenza, 09 marzo 2015 Alle Cooperative in indirizzo

Piacenza, 09 marzo 2015 Alle Cooperative in indirizzo SERVIZIO SINDACALE Piacenza, 09 marzo 2015 Alle Cooperative in indirizzo Prot. n. 33 Oggetto: Modifiche alle norme sui licenziamenti Il primo pacchetto di norme emanate ai sensi della Legge 183/2014, il

Dettagli

Original Article: ISTITUTO DI CONTRATTO DI LAVORO IN DIRITTO DEL LAVORO IN RUSSIA ED EMIRATI ARABI UNITI

Original Article: ISTITUTO DI CONTRATTO DI LAVORO IN DIRITTO DEL LAVORO IN RUSSIA ED EMIRATI ARABI UNITI Peer Reviewed, Open Access, Free Online Journal Published monthly : ISSN: 2308-832X Issue 7(16); July 2014 Original Article: ISTITUTO DI CONTRATTO DI LAVORO IN DIRITTO DEL LAVORO IN RUSSIA ED EMIRATI ARABI

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 81

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 81 DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 81 Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n.

Dettagli

CONVENZIONE. Visti. Premesso

CONVENZIONE. Visti. Premesso CONVENZIONE L anno il giorno del mese di, in Palermo, nella sede di Via ; tra RAP spa Risorse Ambiente Palermo- (cod. fiscale 06232420825), di seguito Azienda, con sede in Piazzetta Cairoli Palermo, rappresentata

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore SCHEMA DI SINTESI L intervento (articolo 4, commi da 1 a 7-ter, della legge n. 92 del 28 giugno 2012, così come modificata dalla legge n. 221 del 17 dicembre 2012, di conversione del decreto legge n. 179

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che Schema di convenzione- tipo per contratti di finanziamento CONVENZIONE L Università degli Studi di Roma La Sapienza (codice fiscale 80209930587) di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il...

Dettagli

Finanziamento separato della pre-produzione Progetto: xy Numero di riferimento BLS: xy. Data. Dichiarazione d impegno unilaterale

Finanziamento separato della pre-produzione Progetto: xy Numero di riferimento BLS: xy. Data. Dichiarazione d impegno unilaterale Finanziamento separato della pre-produzione Progetto: xy Numero di riferimento BLS: xy Data Dichiarazione d impegno unilaterale Il sottoscritto / la sottoscritta, nato il a titolare / legale rappresentante

Dettagli

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI Indennità di disoccupazione Mini-ASpI COSA E E una prestazione economica istituita dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti. E una

Dettagli

DICHIARAZIONI PER L AMMISSIONE ALLA GARA D APPALTO

DICHIARAZIONI PER L AMMISSIONE ALLA GARA D APPALTO Modello 1.02 - Dichiarazione cumulativa - Requisiti di ordine generale e di ordine speciale, altre dichiarazioni IMPRESA MANDANTE (solo per A.T.I.) CITTA DI CANELLI Provincia di Asti LAVORI DI ZIONI PER

Dettagli

Procedure Bandi Offerta Formativa 2011-2012

Procedure Bandi Offerta Formativa 2011-2012 Procedure Bandi Offerta Formativa 2011-2012 ACCESSO AI CORSI DI STUDIO Sotto il profilo del tipo di accesso, i Corsi di Studio si distinguono in: Corsi di Laurea, Laurea Magistrale, Laurea Magistrale a

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO Settore Avvocatura-Organizzazione del Personale e Politiche del Lavoro

PROVINCIA DI BENEVENTO Settore Avvocatura-Organizzazione del Personale e Politiche del Lavoro ASPI (Assicurazione Sociale per l Impiego) COSA E E una prestazione economica istituita per gli eventi di disoccupazione che si verificano a partire dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di

Dettagli

SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE

SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO O INDETERMINATO CON CONTRATTO DI LAVORO PART-TIME O FULL TIME DI PERSONALE CON QUALIFICA DI IMPIEGATO

Dettagli

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione...

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione... Sommario SOMMARIO Nota sull Autore... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 Rapporto di lavoro domestico 1.1 Fonti normative... 3 1.2 Nozione e caratteristiche... 5 1.3 Ambito della prestazione lavorativa...

Dettagli

Via Duomo, 6 13100 Vercelli Tel 0161/261537 Fax 0161/210718

Via Duomo, 6 13100 Vercelli Tel 0161/261537 Fax 0161/210718 AREA DEL PERSONALE Via Duomo, 6 13100 Vercelli Tel 0161/261537 Fax 0161/210718 Decreto Rettorale n.190 Data 02.04.2001 IL RETTORE Vista la L. n. 168 del 9.5.1989 istitutiva del Ministero dell Università

Dettagli

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione...

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione... SOMMARIO Nota sull Autore... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 Il rapporto di lavoro domestico 1.1 Fonti normative... 3 1.2 Nozione e caratteristiche... 5 1.3 Ambito della prestazione lavorativa... 7

Dettagli

Convenzione in materia di contratti di finanziamento CONVENZIONE TRA

Convenzione in materia di contratti di finanziamento CONVENZIONE TRA Convenzione in materia di contratti di finanziamento CONVENZIONE TRA L Università degli Studi di Napoli Parthenope (Partita IVA 01877320638), nella persona del Prof. Claudio QUINTANO nato a Castellammare

Dettagli

Circolare N.144 del 17 Ottobre 2012. Assegno ASPI e TICKET licenziamento. Novità dal 1 gennaio 2013

Circolare N.144 del 17 Ottobre 2012. Assegno ASPI e TICKET licenziamento. Novità dal 1 gennaio 2013 Circolare N.144 del 17 Ottobre 2012 Assegno ASPI e TICKET licenziamento. Novità dal 1 gennaio 2013 Assegno ASPI e TICKET licenziamento: novità dal 1 gennaio 2013 Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

CONVENZIONE SULLA CESSAZIONE DELLA RELAZIONE DI LAVORO AD INIZIATIVA DEL DATORE DI LAVORO, 1982 1

CONVENZIONE SULLA CESSAZIONE DELLA RELAZIONE DI LAVORO AD INIZIATIVA DEL DATORE DI LAVORO, 1982 1 Convenzione 158 CONVENZIONE SULLA CESSAZIONE DELLA RELAZIONE DI LAVORO AD INIZIATIVA DEL DATORE DI LAVORO, 1982 1 La Conferenza generale dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, Convocata a Ginevra

Dettagli

NEWSLETTER MARZO APRILE 2015 Speciale Schema di decreto attuativo sui contratti cd flessibili

NEWSLETTER MARZO APRILE 2015 Speciale Schema di decreto attuativo sui contratti cd flessibili NEWSLETTER MARZO APRILE 2015 Speciale Schema di decreto attuativo sui contratti cd flessibili Lo scorso 20 febbraio 2015 il Governo ha approvato lo schema di decreto attuativo sui contratti flessibili

Dettagli

OGGETTO PREAVVISO IN CASO DI RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO

OGGETTO PREAVVISO IN CASO DI RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO OGGETTO PREAVVISO IN CASO DI RAPPORTO A TEMPO DETERMINATO QUESITO (posto in data 17 marzo 2010) Quali sono i termini del preavviso da dare all azienda in un rapporto di lavoro a tempo determinato della

Dettagli

MODELLO 1.b) DICHIARAZIONI IN ORDINE ALL ASSENZA DI CAUSE GENERALI DI ESCLUSIONE

MODELLO 1.b) DICHIARAZIONI IN ORDINE ALL ASSENZA DI CAUSE GENERALI DI ESCLUSIONE MODELLO 1.b) DICHIARAZIONI IN ORDINE ALL ASSENZA DI CAUSE GENERALI DI ESCLUSIONE Il sottoscritto in qualità di (titolare, legale rappresentante, procuratore, altro ) della società sede (comune italiano

Dettagli

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DELLE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI Integrazione malattia Durante l assenza del lavoratore l impresa, entro i limiti della conservazione del posto di cui all art. 27 del C.C.N.L in

Dettagli

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica

Almeno due anni di assicurazione Requisito Contributivo LA DOMANDA esclusivamente in via telematica INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE AL PERSONALE DELLA SCUOLA La legge di riforma del lavoro (la n. 92 del 28 giugno 2012 - riforma Fornero) ha introdotto a partire dal 1.1.2013 il nuovo sussidio di disoccupazione

Dettagli

Al signor Sindaco del comune di Tradate

Al signor Sindaco del comune di Tradate ALLEGATO 2 Modulo B.1 (Istanza) Lì,... Al signor Sindaco del comune di Tradate OGGETTO: Richiesta di partecipazione alla gara per l aggiudicazione della gestione di centro per persone disabili in Gornate

Dettagli

ACCORDO TECNICO TRA LA REPUBBLICA ITALIANA E LO STATO D ERITREA SULLO STATUS DELLE SCUOLE ITALIANE IN ASMARA E DEL LORO PERSONALE

ACCORDO TECNICO TRA LA REPUBBLICA ITALIANA E LO STATO D ERITREA SULLO STATUS DELLE SCUOLE ITALIANE IN ASMARA E DEL LORO PERSONALE ACCORDO TECNICO TRA LA REPUBBLICA ITALIANA E LO STATO D ERITREA SULLO STATUS DELLE SCUOLE ITALIANE IN ASMARA E DEL LORO PERSONALE Il Governo della Repubblica italiana e quello dello Stato di Eritrea (di

Dettagli

Original Article: RISOLVERE TERMINE OTTIMIZZAZIONE DEI MUTUI PER I MUTUATARI SECONDA TASSO DI SCONTO

Original Article: RISOLVERE TERMINE OTTIMIZZAZIONE DEI MUTUI PER I MUTUATARI SECONDA TASSO DI SCONTO Peer Reviewed, Open Access, Free Online Journal Published monthly : ISSN: 2308-832X Issue 5(14); May 2014 Original Article: RISOLVERE TERMINE OTTIMIZZAZIONE DEI MUTUI PER I MUTUATARI SECONDA TASSO DI SCONTO

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 83 del 13 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Indennità ASPI anche per i soci lavoratori delle cooperative Gentile cliente con la presente intendiamo informarla

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.3/2008 * * * * * * * * * * * *

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.3/2008 * * * * * * * * * * * * Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.3/2008 OGGETTO: Nuova disciplina delle dimissioni volontarie * * * * * * * * * * * * In Gazzetta Ufficiale n. 42 del 19 febbraio 2008 è stato

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO DEL COMPARTO DEL PERSONALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PARTE ECONOMICA II BIENNIO 2004-2005 INDICE PARTE GENERALE Art. 1 Campo di applicazione, durata e decorrenza

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER TAGLIO DI ALBERI CON ACQUISIZIONE GRATUITA DEL LEGNAME RICAVATO DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITÀ NON ONEROSA

AVVISO DI SELEZIONE PER TAGLIO DI ALBERI CON ACQUISIZIONE GRATUITA DEL LEGNAME RICAVATO DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITÀ NON ONEROSA AVVISO DI SELEZIONE PER TAGLIO DI ALBERI CON ACQUISIZIONE GRATUITA DEL LEGNAME RICAVATO DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITÀ NON ONEROSA "allegato 1 Il sottoscritto nato a il / / (C.F. ) Legale Rappresentante

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE Settore II RESPONSABILE DEL SETTORE I. D. Angelo Buonincontri Registro Generale n. 157 del 24/02/2015 Registro Settore n 41 del_23/02/2015 OGGETTO:

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 17/09/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 17/09/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 17/09/2015 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al

Dettagli

Prot. n. 124092/50/IV/7.4.6 Palermo, 28.08.2008

Prot. n. 124092/50/IV/7.4.6 Palermo, 28.08.2008 REPUBBLICA ITALIANA CODICE FISCALE 80012000826 PARTITA I.V.A. 02711070827 DIPARTIMENTO REGIONALE DEL PERSONALE, DEI SERVIZI GENERALI, DI QUIESCENZA, PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEL PERSONALE AREA INTERDIPARTIMENTALE

Dettagli

Scheda A Domanda di partecipazione

Scheda A Domanda di partecipazione Procedura aperta per il servizio di tesoreria per il Consiglio regionale dell Abruzzo. CIG 6378273D60 La società rappresentata da nato a il residente a in C.F. in qualità di 1 denominazione/sede legale

Dettagli

MAGGIO 2010 STATUTI PAX, SOCIETÀ SVIZZERA DI ASSICURAZIONE SULLA VITA SA

MAGGIO 2010 STATUTI PAX, SOCIETÀ SVIZZERA DI ASSICURAZIONE SULLA VITA SA MAGGIO 2010 STATUTI PAX, SOCIETÀ SVIZZERA DI ASSICURAZIONE SULLA VITA SA STATUTI PAX, SOCIETÀ SVIZZERA DI ASSICURAZIONE SULLA VITA SA Indice I. Ragione sociale, forma giuridica, scopo e sede... 3 II. Capitale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO (Direttiva 2006/42/CE Allegato IX punto 16 e 17) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI 3. NORME TECNICHE 4. GENERALITÀ 5.

Dettagli

SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA

SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO O INDETERMINATO CON CONTRATTO DI LAVORO PART-TIME O FULL TIME DI PERSONALE CON QUALIFICA DI IMPIEGATO

Dettagli

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 13.12.2013

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 13.12.2013 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 13.12.2013 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE** PENSIONI LIQUIDATE* 1^

Dettagli

CHIEDE. l'iscrizione all albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi di Verona.

CHIEDE. l'iscrizione all albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi di Verona. Timbro dello studio di consulenza automobilistica o dell associazione di categoria Marca da bollo 16,00 Marca da bollo 16,00 Alla Provincia di Verona Settore trasporti traffico mobilità Unità operativa

Dettagli

Author Natalja N. Novikova, postgraduate student of industrial management NUST "MISA", Russia.

Author Natalja N. Novikova, postgraduate student of industrial management NUST MISA, Russia. Peer Reviewed, Open Access, Free Online Journal Published monthly: ISSN: 2308-832X Issue 1(10); January 2014 Original Article: MIGLIORARE LA POLITICA DI PRESTITI COMMERCIALI CON L'ESEMPIO DELLA JSC "VSW"

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO CHE COS È LA La Cessione del Quinto dello Stipendio è una particolare forma di prestito personale che viene rimborsata dal soggetto finanziato (Cliente) mediante la cessione pro solvendo alla Banca di

Dettagli

Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000

Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 Ragione Sociale della Ditta Alla Siena Casa Via B. di Montluc n.2 53100 SIENA Allegato A Dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 Il sottoscritto nato il a in qualità

Dettagli

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI Esonero contributivo triennale Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI API Torino 5 marzo 2015 Beniamino Gallo Esonero triennale per le assunzioni a tempo indeterminato Il legislatore si è posto

Dettagli

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI ** PENSIONI LIQUIDATE* 1^ SALVAGUARDIA

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO RECANTE DISCIPLINA PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO (deliberazione n. 578 del 5.10.2009)

REGOLAMENTO INTERNO RECANTE DISCIPLINA PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO (deliberazione n. 578 del 5.10.2009) REGOLAMENTO INTERNO RECANTE DISCIPLINA PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO (deliberazione n. 578 del 5.10.2009) ART. 1 Istituzione borse di studio - Definizione L'Azienda, a seguito di donazioni o di

Dettagli

Nuova Socialità. INSERIMENTO LAVORATIVO E VALORE AGGIUNTO SOCIALE Render conto tra Impresa Sociale e Servizi Socio-Sanitari

Nuova Socialità. INSERIMENTO LAVORATIVO E VALORE AGGIUNTO SOCIALE Render conto tra Impresa Sociale e Servizi Socio-Sanitari Nuova Socialità INSERIMENTO LAVORATIVO E VALORE AGGIUNTO SOCIALE Render conto tra Impresa Sociale e Servizi Socio-Sanitari le condizioni contrattuali degli inserimenti lavorativi 1. al 31/07/08 l 82% degli

Dettagli

REGOLAMENTO STATUTARIO DEL COMITATO ETICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

REGOLAMENTO STATUTARIO DEL COMITATO ETICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO STATUTARIO DEL COMITATO ETICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Art. 1 Costituzione Il Comitato Etico della Provincia di Bergamo (di seguito CE) è un organismo indipendente istituito con Delibera

Dettagli

NUOVI RIFLESSI PENSIONISTICI SULLA BUONUSCITA DEGLI STATALI

NUOVI RIFLESSI PENSIONISTICI SULLA BUONUSCITA DEGLI STATALI Coordinamento Nazionale FLP-Interno Ministero dell'interno - Palazzo Viminale - Palazzina F, 1 piano, stanza n. 50-00184 Roma Tel. 06.46547989 fax 06.46547954 flp_interno@icloud.com www.flp-interno.it

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che CONVENZIONE MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Direzione Generale Regionale, con sede in Torino, Via Pietro Micca n. 20, (codice fiscale 97613140017), di seguito Amministrazione, nella persona

Dettagli

UN LAVORO PATRONATO ACLI. di cura in regola... Una guida in pillole al CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DEL LAVORO DOMESTICO

UN LAVORO PATRONATO ACLI. di cura in regola... Una guida in pillole al CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DEL LAVORO DOMESTICO UN LAVORO di cura in regola... I diritti e i doveri dei collaboratori familiari e dei datori di lavoro Una guida in pillole al CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DEL LAVORO DOMESTICO CHI BEN COMINCIA......lettera,

Dettagli

Circolare Informativa n 20/2014. Bonus piccola mobilità Al via le istanze all INPS per la fruizione del beneficio

Circolare Informativa n 20/2014. Bonus piccola mobilità Al via le istanze all INPS per la fruizione del beneficio Circolare Informativa n 20/2014 Bonus piccola mobilità Al via le istanze all INPS per la fruizione del beneficio Pagina 1 di 5 INDICE 1) Premessa pag. 3 2) La disciplina del beneficio pag. 3 3) Durata

Dettagli

LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2. Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi

LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2. Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi ASPI e MINI ASPI LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2 Cessazioni dal 1/1/2013 Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi sostituiscono disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali disoccupazione

Dettagli

Via/piazza CHIEDE. CATEGORIA Descrizione lavori Classifica SOA Fino all importo di

Via/piazza CHIEDE. CATEGORIA Descrizione lavori Classifica SOA Fino all importo di Allegato 1 Istanza di ammissione alla gara e dichiarazioni (In bollo 1 ) Al Comune di Montespertoli Piazza del Popolo 1 50025 Montespertoli Il sottoscritto, nato/a a il, residente a, via, Codice Fiscale,

Dettagli

ASpI Assicurazione Sociale per l Impiego

ASpI Assicurazione Sociale per l Impiego 11. ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO di Barbara Buzzi Dal 1 gennaio 2013 è istituita una nuova prestazione di sostegno al reddito (Assicurazione Sociale per l Impiego ASpI) che sostituisce le attuali

Dettagli

SE VUOI ASSUMERE UNA ASSISTENTE FAMILIARE PER TE O PER UN FAMILIARE.

SE VUOI ASSUMERE UNA ASSISTENTE FAMILIARE PER TE O PER UN FAMILIARE. IMPEGNATIVA DEL NUOVO DATORE DI LAVORO SE VUOI ASSUMERE UNA ASSISTENTE FAMILIARE PER TE O PER UN FAMILIARE. per mancato perfezionamento procedura di regolarizzazione Il Commissariato del governo per la

Dettagli

Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010

Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010 Regolamento di certificazione della norma AOMAS:2010 Norma AOMAS / Regolamento: revisione 2010 Versione definitiva: 2010-10-10 1 / 12 Informazioni sulla revisione La presente revisione del regolamento

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE II SETTORE RESPONSABILE DEL SETTORE : Istr. Dir. Angelo Buonincontri Registro Generale n. 120 del 17/02/2015 Registro Settore n. 30 del 13/02/2015

Dettagli

CAPITOLO II CENTRI PER L IMPIEGO

CAPITOLO II CENTRI PER L IMPIEGO CAPITOLO II CENTRI PER L IMPIEGO 2.4 Comunicazioni obbligatorie verso i Centri per l impiego Grazie ai CPI, chi offre e chi domanda lavoro dovrebbe incontrarsi e dare inizio ad un rapporto lavorativo che

Dettagli

SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE

SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE SELEZIONE PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO O INDETERMINATO CON CONTRATTO DI LAVORO FULL TIME DI PERSONALE CON QUALIFICA DI IMPIEGATO TECNICO

Dettagli

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera

Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera Contratto collettivo di lavoro per il mestiere di parrucchiere in Svizzera Domande: Risposte: Art. 9 Art. 28 Par. 5 Art. 34 Par. 1 lett. a Art. 34 Par. 1 lett. a Art. 37.3 Art. 40.3 Art. 40.3 sospendere

Dettagli

Premessa. 4) contratti per prestazioni professionali ex art. 2222 e seg. del Codice Civile;

Premessa. 4) contratti per prestazioni professionali ex art. 2222 e seg. del Codice Civile; Regolamento per l'assunzione di personale a tempo determinato e per l attivazione di collaborazioni coordinate e continuative e di prestazioni professionali nell ambito del Progetto coordinato Catania

Dettagli

REQUISITI PER INGRESSO E SOGGIORNO INFERIORE A TRE MESI. Art. 77 TFUE

REQUISITI PER INGRESSO E SOGGIORNO INFERIORE A TRE MESI. Art. 77 TFUE REQUISITI PER INGRESSO E SOGGIORNO INFERIORE A TRE MESI Art. 77 TFUE 1. L'Unione sviluppa una politica volta a: b) garantire il controllo delle persone e la sorveglianza efficace dell'attraversamento delle

Dettagli

LICENZIAMENTO COLLETTIVO E PROCEDURA DI MOBILITA

LICENZIAMENTO COLLETTIVO E PROCEDURA DI MOBILITA LICENZIAMENTO COLLETTIVO E PROCEDURA DI MOBILITA Uno degli aspetti più problematici connessi alla crisi dell impresa riguarda la gestione dei rapporti di lavoro. L imprenditore in crisi dispone di diversi

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO

SCHEDA INFORMATIVA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO CHE COS È LA La Cessione del Quinto dello Stipendio è una particolare forma di prestito personale che viene rimborsata dal soggetto finanziato (Cliente) mediante la cessione pro solvendo alla Banca di

Dettagli

GUIDA AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI

GUIDA AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI GUIDA AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI PER I DIPENDENTI DEGLI STUDI PROFESSIONALI ASpI 1) COS E? 2) A CHI SI APPLICA? 3) QUANDO SI PUO RICHIEDERE? 4) QUAL È LA RETRIBUZIONE DI RIFERIMENTO PER IL CALCOLO DELL

Dettagli

Legge per la tutela dell'apprendistato. Noi Capitani Reggenti. la Serenissima Repubblica di San Marino

Legge per la tutela dell'apprendistato. Noi Capitani Reggenti. la Serenissima Repubblica di San Marino LEGGE 11 settembre 1961, n. 27. Legge per la tutela dell'apprendistato. Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Promulghiamo e pubblichiamo la seguente legge approvata dal Consiglio

Dettagli

ASPI e mini-aspi: presentazione telematica delle domande

ASPI e mini-aspi: presentazione telematica delle domande CIRCOLARE A.F. N. 18 del 29 Gennaio 2013 Ai gentili clienti Loro sedi ASPI e mini-aspi: presentazione telematica delle domande Premessa L INPS, con il messaggio n. 760 del 14.01.2013 ha reso note le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE EX REGOLAMENTO (UE) N. 333/2011

REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE EX REGOLAMENTO (UE) N. 333/2011 REGOLAMENTO (UE) N. PROCEDURA GENERALE GP01 333 REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE EX 0 15/09/2011 LTM CSI 1 di 8 INDICE 1. SCOPO... 3 2. GENERALITA... 3 2.1. REQUISITI AGGIUNTIVI PER... 3 3. RIFERIMENTI...

Dettagli

ENTE BILATERALE PER IL TERZIARIO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

ENTE BILATERALE PER IL TERZIARIO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ENTE BILATERALE PER IL TERZIARIO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO FONDO SOSTEGNO AL REDDITO (In attuazione dell Accordo Territoriale del 2/7/2015) Art.1- Aspetti generali Il presente Regolamento

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

PRINCIPALI STRUMENTI PREVISTI DALLA LEGGE PER GESTIRE UNA CRISI AZIENDALE

PRINCIPALI STRUMENTI PREVISTI DALLA LEGGE PER GESTIRE UNA CRISI AZIENDALE la Cassa integrazione guadagni straordinaria; la Cassa integrazione guadagni in deroga; le procedure di licenziamento collettivo con indennità di mobilità - oppure ASPI. Breve premessa: A ) Aziende che

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO

PROVINCIA DI BERGAMO PROVINCIA DI BERGAMO SERVIZIO SELEZIONI E ASSUNZIONI Via T. Tasso, n. 8 - BERGAMO (Tel. 035-387.103-4-5-6 - Fax 035-387.210) Http://www.provincia.bergamo.it e-mail: segreteria.personale@provincia.bergamo.it

Dettagli

LAVORO S TABI LE, S ERVI ZI MI GLI ORI, ECONOMI E

LAVORO S TABI LE, S ERVI ZI MI GLI ORI, ECONOMI E LAVORO S TABI LE, S ERVI ZI MI GLI ORI, ECONOMI E L AZIONE SINDACALE della FLC Operazione 100.000 Docenti 80.686 ATA 52.500 Vertenza Riconoscimento Anzianità Carriera Vertenza contro reiterazione contratti

Dettagli

UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (MARCHI, DISEGNI E MODELLI) AVVISO DI POSTO VACANTE

UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (MARCHI, DISEGNI E MODELLI) AVVISO DI POSTO VACANTE UFFICIO PER L ARMONIZZAZIONE NEL MERCATO INTERNO (MARCHI, DISEGNI E MODELLI) DIPARTIMENTO RISORSE UMANE Settore Amministrazione del personale AVVISO DI POSTO VACANTE Amministratore (M/F) specialista di

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO DOPO LE ULTIME MODIFICHE NORMATIVE (aggiornata a luglio 2015)

I RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO DOPO LE ULTIME MODIFICHE NORMATIVE (aggiornata a luglio 2015) I RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO DOPO LE ULTIME MODIFICHE NORMATIVE (aggiornata a luglio 2015) La legge n. 78/2014, di conversione del D.L. 34/14, ha apportato le ultime modifiche al D.Lgs 368/2001,

Dettagli

GUIDA AL NUOVO LAVORO A PROGETTO

GUIDA AL NUOVO LAVORO A PROGETTO Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro Riforma del Mercato del Lavoro Legge 92/2012 GUIDA AL NUOVO LAVORO A PROGETTO DI RENZO LA COSTA LUGLIO 2012 Il nuovo lavoro a progetto 1 Il contratto di lavoro

Dettagli

I requisiti di cui sopra devono essere posseduti/accertati alla data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso.

I requisiti di cui sopra devono essere posseduti/accertati alla data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso. Regione del Veneto - AZIENDA U.L.SS. N. 8 ASOLO dipartimento risorse umane responsabile: dott. Alessandro Di Turi Asolo, 21 gennaio 2014 Prot. n. 2935 PUBBLICATO ALL ALBO PRETORIO ONLINE IL 21/01/2014

Dettagli

Domanda di iscrizione all albo fornitori per la sezione forniture di beni e servizi di cui all art. 125 del D. Lgs. 163/06.

Domanda di iscrizione all albo fornitori per la sezione forniture di beni e servizi di cui all art. 125 del D. Lgs. 163/06. Allegato B) Spett.le COMUNITA MONTANA DEL GEMONESE CANAL DEL FERRO E VALCANALE Via Pramollo 16 3016 Pontebba (UD) Inviare esclusivamente via PEC comunitamontana.gemonesecanaldelferrovalcanale@certgov.fvg.it,

Dettagli

Comune di Momo Provincia di Novara

Comune di Momo Provincia di Novara BANDO ESPERIMENTO PROCEDURA DI MOBILITA VOLONTARIA PER LA COPERTURA DEL POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO CAT. D/1 (CAT. INIZIALE D/1 - D/3) RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO RAGIONERIA E TRIBUTI - ANNO

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 1 del 23.01.2012 TRACCIABILITA' E RAPPORTI DI LAVORO

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 1 del 23.01.2012 TRACCIABILITA' E RAPPORTI DI LAVORO Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N. 1 del 23.01.2012 TRACCIABILITA' E RAPPORTI DI LAVORO Normativa e modifiche apportate nel tempo L art. 12 del D.L. del 4 dicembre 2011 n. 201

Dettagli

ALLEGATO 2) CIG: Z5C0B3412A CUP: F79G13000370005

ALLEGATO 2) CIG: Z5C0B3412A CUP: F79G13000370005 ALLEGATO 2) DICHIARAZIONI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO PER L'APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO PER GLI STUDENTI PENDOLARI RESIDENTI NEL COMUNE DI

Dettagli

È nato Fondo Pensione Perseo

È nato Fondo Pensione Perseo È nato Fondo Pensione Perseo / Il futuro in cassaforte è nato Perseo Da oggi puoi pensare più serenamente al tuo futuro. Perseo è il Fondo pensione complementare destinato ai lavoratori delle Regioni

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Messaggio numero 8881 del 19-11-2014 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014

Dettagli

PROGRAMMA SI.CON.TE Sistema di Conciliazione integrato

PROGRAMMA SI.CON.TE Sistema di Conciliazione integrato PROVINCIA DI PORDENONE UFFICIO POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Largo San Giorgio, 12 Pordenone Marca da bollo 14,62 PROGRAMMA SI.CON.TE Sistema di Conciliazione integrato Spazio riservato al protocollo Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO INDICE: Art.1 Definizioni Art.2 L orario di servizio Art.3 L orario di apertura al pubblico Art.4 L orario di lavoro Art.5 L orario dei

Dettagli

Circolare N.29 del 14 Febbraio 2013. Ticket sui licenziamenti anche per colf e badanti?

Circolare N.29 del 14 Febbraio 2013. Ticket sui licenziamenti anche per colf e badanti? Circolare N.29 del 14 Febbraio 2013 Ticket sui licenziamenti anche per colf e badanti? Ticket sui licenziamenti anche per colf e badanti? Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che le

Dettagli

Roma, 12 febbraio 2013

Roma, 12 febbraio 2013 Roma, 12 febbraio 2013 C.C.N.L. Industria alimentare 27.10.2012 Fondo per il sostegno alla maternità/paternità e per la promozione della bilateralità di settore Avvio contribuzione da parte delle Aziende

Dettagli

Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera Secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal)

Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera Secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal) Assicurazione facoltativa d indennità giornaliera Secondo la Legge federale sull assicurazione malattie (LAMal) Condizioni generali d assicurazione (CGA) Edizione gennaio 2009 (versione 2013) Ente assicurativo:

Dettagli

Circolare N.18 del 29 Gennaio 2013. ASPI e mini-aspi. Presentazione telematica delle domande

Circolare N.18 del 29 Gennaio 2013. ASPI e mini-aspi. Presentazione telematica delle domande Circolare N.18 del 29 Gennaio 2013 ASPI e mini-aspi. Presentazione telematica delle domande ASPI e mini-aspi: presentazione telematica delle domande Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 2. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione.

Oggetto: Informativa n. 2. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 18/05/2015 Oggetto: Informativa n. 2. Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: JOBS ACT: come cambierà

Dettagli

Circolare N. 66 del 5 Maggio 2015

Circolare N. 66 del 5 Maggio 2015 Circolare N. 66 del 5 Maggio 2015 Jobs act e lavoro a termine: il mancato rispetto dei limiti non comporta l obbligo di assunzione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il terzo

Dettagli

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia).

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia). Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014 Messaggio n. 8881 Allegati n.2 OGGETTO: Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove

Dettagli

Il sottoscritto nato a il residente in Via n. nella sua qualità di:

Il sottoscritto nato a il residente in Via n. nella sua qualità di: ALLEGATO 2 modello dichiarazione Al Comune di CORSICO Via Roma n. 18 20094 CORSICO (MI) OGGETTO: procedura di cottimo fiduciario per l organizzazione e la gestione dei Centri Estivi 2013. Dichiarazione

Dettagli