Uno sguardo introduttivo sul Giappone

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Uno sguardo introduttivo sul Giappone"

Transcript

1 30 settembre - 9 ottobre 2010 La IULM parte alla scoperta di Tokyo Dodici studentesse della facoltà di Arti, mercati e patrimoni della cultura e il Professore di Economia dell arte e della cultura Guido Ferilli con un esperienza da raccontare. Uno sguardo introduttivo sul Giappone Tutto ha inizio con l intuizione del nostro Professore di Economia dell anno accademico , Guido Ferilli: proporre a tutti gli studenti dell università IULM, ed in particolare a noi frequentanti del corso di laurea in Comunicazione nei mercati dell arte e della cultura, un viaggio studio a Tokyo della durata di 10 giorni. FOTO DI GRUPPO DAVANTI AL BUDDHA GIGANTE Da questa esperienza, i cui ingredienti fondamentali sono stati interesse socioculturale e spirito di gruppo, abbiamo sviluppato un diario di viaggio che speriamo possa darvi una panoramica sulla città del Sol Levante, ma soprattutto stuzzicare la vostra curiosità per una cultura così affascinante, soprattutto per noi occidentali. Sfogliando un qualsiasi libro di geografia, vediamo che il Giappone è un arcipelago costituito da numerose isole di origine vulcanica disposte lungo il continente asiatico, dalla Siberia orientale fino quasi a Taiwan, e che il territorio è suddiviso in 47 prefetture amministrative. Il Giappone, però, è anche un concetto, un idea, un insieme di icone: i templi buddhisti, il flower design detto ikebana, i giardini Zen, i kimono, le arti marziali ma anche il sushi, i videogiochi, i manga, il karaoke L immagine del famoso monte Fuji (Fuji-san, come lo chiamano i giapponesi), con la cima innevata sullo sfondo, il treno che sfreccia a grande velocità tra i ciliegi in fiore e in primo piano una fanciulla in kimono è tipicamente MADE IN JAPAN. Arti, mestieri, e tradizioni convivono in perfetta armonia con lo sviluppo della tecnologia moderna e con la natura montuosa e ricca di foreste. Queste che sembrano a noi visitatori delle perfette contraddizioni sono, invece, orgoglio di un popolo che ha sempre colto la sfida tra innovazione tecnologica e uno spiccato senso della tradizione. A partire dagli anni 60 dell

2 Ottocento, per emergere dall isolamento imposto dal governo nell arco dei tre secoli precedenti, i giapponesi hanno compiuto un notevole sforzo sia per modernizzarsi sia per non perdere la propria identità storico-culturale e,cercando di valorizzarla, hanno raggiunto quel primato socio-economico che li caratterizza in tutto l Oriente. A ciò ha contribuito anche la loro attitudine conservatrice nel mondo lavorativo. MAMMA E BIMBI RIPRESI PRESSO IL MORI ART MUSEUM NELL INSTALLAZIONE DI KURIBAYASHI TAKASHI L educazione dei bambini e il sistema scolastico ci aiutano a comprendere meglio la loro concezione di vita, tanto più distante da svaghi e divertimenti, quanto più rispettosa dell armonia sociale. Se è vero che noi occidentali ci liberiamo dalle imposizioni dell infanzia per godere solo in età adulta di una relativa libertà, in Giappone i bambini sono trattati con maggiore indulgenza all interno delle mura domestiche, regno delle donne, che gestiscono anche le finanze e gli stipendi dei mariti, mentre ricevono un educazione più rigida nelle scuole. Nei sei anni di scuola elementare e nei tre di scuola media inferiore, le sollecitazioni a conformarsi alle regole e alla disciplina del gruppo tendono a prevaricare sulle inclinazioni individuali. Nelle scuole superiori il carico di lavoro è impegnativo e soprattutto nel periodo dello jiken jigoku, il cosiddetto inferno degli esami, molti studenti non riescono a dormire più di cinque ore per notte. Inoltre, un gran numero di ragazzi frequenta le scuole private di ripetizione, le juku, per altre tre ore al giorno rispetto al normale orario scolastico. Giunti all università, i giovani trascorrono quattro anni di relativa libertà prima di intraprendere l avventura lavorativa: le aziende addestrano i nuovi dipendenti direttamente sul campo e le università giapponesi, essendo di alto livello, garantiscono a chi le ha frequentate di ottenere spesso delle ottime posizioni lavorative, una volta terminato il ciclo di studi. La volontà di creare delle collaborazioni nella didattica e nella ricerca tra l università IULM e alcune istituzioni giapponesi, ci ha permesso di scoprire realtà studentesche differenti dalle nostre. L università Bunka, specializzata nel fashion design, la prestigiosa Waseda e la residenza degli artisti Tokyo Wonder Site, spiegano bene come la società del futuro investa nei giovani. Ragazze in divisa alla marinara, laboratori scolastici iper tecnologici dedicati alla moda e alla settimana del design sono solo alcuni degli aspetti che ci hanno affascinato e che ci riconducono ai nuovi concetti di Economia e sviluppo, in cui si pone l attenzione soprattutto sugli aspetti immateriali e socio-culturali dell esperienza quotidiana, dove i valori condivisi e la capacità di relazione pubblica influenzano la qualità della vita individuale e collettiva. Durante il nostro viaggio a Tokyo abbiamo notato diversi elementi associabili a quest idea: l assenza di cestini della spazzatura per la strade e, nonostante questo, l estrema pulizia, grazie ad una radicata educazione civica; la presenza, la sera, di uomini appisolati sui tavoli dei Mc Donald s e di ragazzi intenti a studiare in un luogo CARTELLO IN METROPOLITANA CHE VIETA L USO DEL CELLULARE così insolitamente tranquillo; il silenzio sui trasporti pubblici quali metropolitane e autobus, in cui anche parlare al cellulare è visto come un atto di disturbo nei confronti della quiete pubblica; la caccia alle apparecchiature elettroniche d avanguardia da parte dei più giovani; la moda che

3 attinge a piene mani dai manga, dai cartoni animati come Sailor Moone o Hello Kitty, ormai simbolo di un modo di vivere, e non solo di vestire, diffuso tra i giovani, ecc. Qualche curiosità Lingua e Scrittura La lingua parlata è il giapponese e, nonostante il Giappone abbia adottato molti elementi della cultura cinese, inclusi i caratteri utilizzati per la scrittura, le due lingue non appartengono allo stesso ceppo linguistico. Esistono, inoltre, prove di un lontano rapporto con le lingue austronesiane parlate in Malesia, Indonesia e Filippine. La scrittura si avvale di tre alfabeti: il kanji usato per i sostantivi; l hiragana per i verbi e gli aggettivi, e infine il katakana per i nomi di origine straniera. C e inoltre una quarta forma linguistica detta romaji, usata nei testi pubblicitari. Con nostra grande sorpresa, la lingua inglese non è padroneggiata da tutti, nonostante i prodotti di esportazione ESEMPIO DI GRAFIA GIAPPONESE e fabbricazione giapponese quali le macchine fotografiche e moltissime altre apparecchiature elettroniche posseggano dispositivi e istruzioni principalmente in questa lingua. Questo forse perché si tratta di un mercato globale, e non nazionale, la cui presenza prescinde dalla capacità dei cittadini di parlare lingue straniere. Subcultura Il termine "Harajuku girls" è utilizzato dal linguaggio dei media per descrivere la tendenza dei giovani, prevalentemente donne, che popolano le strade di Harajuku, abbigliati secondo stili anche molto diversi fra loro, ma accomunati da un evidente varietà cromatica e da una generale eccentricità. Queste ragazze diventano così le esponenti di numerose subculture, fra le quali le più importanti sono Gothic Lolita, Ganguro e Kogal, oltre alla pratica del Cosplay ed il Revival Punk. Uno sviluppo contemporaneo delle sottoculture proprie di Harajuku è la UNA HARAJUKU GIRL corrente musicale Visual Kei, che è nata verso la fine degli anni ottanta accomunando gruppi musicali di vario genere legati da una condivisa dimensione estetica. E proprio negli anni ottanta che una moltitudine di artisti di strada e di adolescenti vestiti secondo fogge bizzarre, presero a radunarsi di domenica in Omotesandō e nelle strade che attraversano il parco di Yoyogi. Le strade di domenica erano chiuse al traffico ed è solo all inizio degli anni novanta, con la loro apertura, che questi raduni artistici sono diminuiti. Ancora oggi, però, molti ragazzi continuano ad uscire e passeggiarvi.

4 Religione Secondo un curioso proverbio, i giapponesi nascono shintoisti, si sposano cristiani e muoiono buddisti. Infatti la maggior parte degli abitanti della nazione pratica sia lo Shintoismo, soprattutto per il battesimo e il matrimonio, sia il Buddismo, riservato invece alle cerimonie funebri. Benché i seguaci del Cristianesimo siano una minoranza, il matrimonio cristiano rappresenta un originale alternativa alla cerimonia shintoista. Nei miti cosmogonici dello shintoismo, il popolo nipponico e il loro imperatore sono discendenti degli dei. Dopo la morte, gli uomini diventano kami, divinità onnipresenti, e anche gli avi devono essere venerati come tali. Anche se oggi prevale un atteggiamento materialista e il sentimento religioso è, GIOVANE COPPIA DI SPOSI per molti una questione formale, l influenza del Buddismo nell architettura, nelle arti e nella cultura, è forte. In particolare, prevale il Buddismo Zen che, proveniente dalla Cina, si diffuse durante il periodo Kamakura ( ) grazie al TEMPIO BUDDISTA A KENCHO-JI sostegno dei samurai. Esso professa il raggiungimento dello stato di illuminazione per mezzo della volontà personale e della piena consapevolezza di Sé attraverso lo Zazen e la distanza dai desideri terreni. Usi e costumi Camminando per le strade di Tokyo, anche di notte, si prova una sensazione di sicurezza. Quasi tutti i quartieri urbani dispongono di una piccola stazione della polizia detta koban, che riduce al massimo gli atti di violenza e criminalità. Si noti ancora una volta l armonia che deriva dall autocontrollo personale e dall adeguamento all ordine sociale e che impone anche la dissimulazione dalle preoccupazioni private, sempre celate da un sorriso. Annuire con il capo significa capisco ciò che stai dicendo ; sorridere è una questione di educazione e non significa mai si. Le regole comportamentali si applicano, in genere, in contesti sociali specifici, al di fuori dei quali vengono talvolta ignorate. Non è raro, infatti, notare per strada comportamenti ben poco conformi alla buona creanza, soprattutto in tarda notte. Talvolta, la comprensione fra occidentali e giapponesi è ostacolata dal fatto che la vaghezza e il sottointeso sono di gran lunga preferibili all espressione diretta e immediata e la franchezza è sinonimo di maleducazione, per cui gli interlocutori fanno di tutto per evitare divergenze. Un segno ulteriore è rappresentato dalla grande professionalità che porta le persone a scambiarsi il biglietto da visita come segno di rispetto e di riconoscimento personale. Le decisioni vengono sempre prese in modo consensuale, una procedura che in ambito aziendale può richiedere comprensibilmente molto tempo, e che può spaventare gli stranieri in viaggio d affari in Giappone. Questi ultimi sono indicati con il termine gaijin, una contrazione della

5 parola gaikoku jin, persona al di fuori del paese, che un tempo aveva una connotazione spregiativa, ma che si è trasformata in gaijin san. Nonostante ci siano alcune differenze tra una metropoli internazionale come Tokyo e il resto del paese esistono tre divieti assoluti in ambito civile: insaponarsi nella vasca da bagno, entrare in un tempio, in un santuario o in un abitazione privata senza essersi tolti le scarpe (i tipici tappeti tatami sono funzionali a questo scopo) e soffiarsi il naso in pubblico. Certamente gentili e formali nei negozi, si udiranno ovunque le espressioni Ireshaimasen e arigatou gozaimasou, termini sempre validi per dare il bene venuto e ringraziare! Igiene e salute I fumatori, anche se in diminuzione, rappresentano ancora la maggioranza dei giapponesi. È vietato fumare sui trasporti pubblici, che sono estremamente migliori dal punto di vista igienico e della manutenzione rispetto ai nostri (senza trascurare la puntualità!). Il divieto è valido anche per strada, dove si trovano le smoking-area, dedicate a chi vuole fumare senza disturbare la quiete degli altri passanti. Inoltre, solo i ristoranti delle grandi città frequentati da una clientela straniera dispongono della zona non-fumatori, ma la separazione da quella fumatori non è poi così definita. USUALE SIMBOLO DI VIETATO FUMARE AFFISSO IN LUOGHI PUBBLICI O SUL SUOLO NEI TRATTI PEDONALI IN CUI è VIETATO FUMARE Passeggiando per strada un turista potrebbe essere colpito dalle persone che indossano una mascherina bianca su naso e bocca, utilizzata per non infastidire, o peggio infettare, i passanti. Un aspetto questo che è esattamente il contrario di quello che riscontriamo nel mondo occidentale, dove chi è sano deve premunirsi degli strumenti che evitino di essere contagiato. Nei servizi igienici pubblici i profumatori d ambiente e la musica di sottofondo non possono mancare. Si nota così come la tecnologia abbia investito anche nel settore dell igiene, una vera ossessione per gli orientali. I washlet in stile occidentale sono dotati di un sistema computerizzato: sedile riscaldabile e getto d acqua interno stile bidet.

6 Il viaggio giorno dopo giorno Giovedì 30 settembre 2010 e Venerdì 1 ottobre 2010 L epopea del viaggio di Alice Manni La valigia se ne sta chiusa immobile davanti al letto dalla sera prima, con il tipico atteggiamento che sta tra l'imperturbabilità e la saccenza che ha chi sa qualcosa che tu non sai e ti vuole fare capire silenziosamente di sapere qualcosa che tu non sai: come sempre le cose essenziali - trucchi, spolverino e scarpe da ginnastica - non sono al suo interno. Arrivo all aeroporto, il ritrovo è alle Partenze. Cerco l area di check in 9, correndo con la mia valigia color ghiaccio. Trovo tutte le ragazze del gruppo, mi faccio vedere dal professor Ferilli e inizio le nuove conoscenze con l ansia di aver dimenticato qualcosa di fondamentale a casa. Dopo la consegna dei biglietti aerei e l imbarco delle valige, ci dirigiamo verso il gate. Passiamo i soliti controlli in cui ci invitano a separarci temporaneamente dalle scarpe e puntiamo verso la "zona cibo", dove perdiamo più di un ora per la sosta, cercando di placare la fame. Di colpo ci rendiamo conto che sono le 14,3, l ora dell imbarco. I muscoli facciali del prof. sembrano indulgere ad una smorfia di agitazione: inizia una corsa disperata attraverso l aeroporto di Malpensa alla ricerca del gate. Di lì a poco, scopriamo che fortunatamente c è un ordinata fila che ci permette di tirare il fiato, tranquillizzarci, comunicare e empaticamente calma al professore. Saliamo sull aereo dai sedili rosa e lilla della compagnia aerea Emirates. Io siedo nella fila centrale, posto esterno, alla mia destra Ilaria, a sinistra Giulia. Il volo Emirates fornisce in dotazione ai suoi passeggeri: copertina beige monouso, microcuffiette monouso da usare in combo con schermo lcd SORVOLANDO BAGHDAD, DIREZIONE DUBAI! incastonato su sedile anteriore, su cui è possibile vedere ogni genere di film, emittente televisiva, canale musicale o video giochi. L eccesso di intrattenimento mi tranquillizza immediatamente: non mi piacciono i viaggi lunghi e questo è il viaggio più lungo che abbia mai fatto.

7 Ci avremmo messo sei ore per arrivare a Dubai ed altre nove da Dubai per raggiungere Tokyo. Fortunatamente avevo evitato, forse involontariamente, forse in modo inconscio, di informarmi circa la durata del viaggio. L'idea di stare seduta per ore, sospesa in aria non mi ha mai fatto impazzire. Decolliamo in perfetto orario, alle 15:38, e subito mi immergo nello studio del touchscreen nel sedile alla ricerca di qualche film ammazza-tempo. La mia scelta cade su Alice in wonderland. Nelle ore successive la visione del film di Disney, una "merendina", una cena a base di pollo, patate e tortino al cioccolato e qualche chiacchiera con le amiche. Atterriamo a Dubai di notte. Cerchiamo di capire attraverso schermi e tabelloni luminosi da quale gate partirà il nostro volo. Tutto è scritto in arabo. Superiamo i controlli ed entriamo finalmente nell'area dedicata agli esercizi commerciali duty free. Davanti a noi una cascata artificiale illuminata da tanti faretti colorati, strutture di vetro e acciaio che ricordano delle vele. All'interno negozi che vendono SCALO A DUBAI tantissimi oggetti il cui denominatore comune sembra essere l inutilità degli stessi, con una particolare preferenza per negozi con orologi di marca e profumerie. Finiamo assonnati da Starbucks per un caffè. Ilaria si prende un ottimo frapuccino alla fragola e tutti stanchi morti cerchiamo di riposarci un poco seduti ai tavolini della famosa pasticceria francese Paul in attesa del volo successivo. E' lì che ci raggiungono il professor Pier Luigi Sacco con la moglie Lorenza, i nostri nuovi compagni di viaggio. Il tempo allo scalo passa velocemente ed è già ora di prendere l aereo, sempre Emirates, sempre in tonalità rosa e lilla. Alla mia destra c'è sempre Ilaria e dalla parte del finestrino un simpatico africano che passa tutto il tempo del viaggio a pregare. Decolliamo, e il tempo passa diviso tra il dormiveglia e una serie di assaggi di cibo. La seconda cena del nostro viaggio è a base di cucina giapponese reinterpretata in chiave araba. Atterraggio. Nulla da dichiarare e finalmente alle 18,30 siamo a Narita! E DOPO QUASI 24 ORE DI VIAGGIO... SIAMO FINALMENTE ARRIVATE ALL'AEROPORTO DI NARITA!

8 TOKYO. Ci dirigiamo subito nei bagni del terminal giapponese. Ne rimaniamo letteralmente affascinate: water di ceramica intonsa decorati da piccoli tasti e un sottofondo musicale in filodiffusione. Finito di giocare in bagno andiamo a prendere lo shuttle che ci porta all aeroporto vero e proprio, dove, forniti i nostri autografi digitali alla dogana, ritiriamo le valigie che troviamo già in fila accanto al nastro trasportatore. Usciamo dalla zona del ritiro bagagli e incontriamo la moglie del professore, la nostra insostituibile guida, Kiyoko Oiwa. Ci presentiamo e andiamo a prendere il treno che ci accompagnerà all hotel. Un altra ora e mezza e un paio di cambi. Fortunatamente non c è tanta gente e riusciamo a sederci, sonnecchiamo distrutti. Giulia mi fa subito notare la pulizia che regna in quel treno indicandomi il pavimento. E davvero pulitissimo. Arriviamo ad Asakusa e appena usciamo dalla metropolitana mi risveglio dal torpore alla vista della città. Io e Lucia ci sediamo e iniziamo subito a scattare le prime foto. Siamo in un grande incrocio dove passano poche macchine e ci sono poche luci, solo qualche insegna luminosa in lontananza. Camminiamo verso l hotel su marciapiedi enormi, passiamo davanti a una serie di edifici non tanto alti - è strano che dica questo ma in fondo è proprio questa "normalità" a colpirmi. Un mini market illuminato ancora aperto con dentro gente in piedi a leggere manga è uno degli ultimi ricordi di quella prima notte. Continuiamo a camminare. Mi chiedo cosa sia questa linea gialla costituita da rotonde gibbosità che percorre il marciapiede dividendolo in due... forse una pista ciclabile. Dopo cinque minuti di passeggiata arriviamo ad un edificio alto una decina di piani: un'insegna campeggia sul tetto recitando qualcosa in ideogrammi blu elettrico. LE NOSTRE STANZE E IL NOSTRO HOTEL: IL TOYOKO INN DI ASAKUSA! RAGAZZE BENVENUTE AL TOYOKO INN DI ASAKUSA! La hall dell'albergo è sobria, con tavolini rotondi per la colazione e un bancone da cui una ragazza in divisa rosa e nera ci accoglie sorridente. Ordinatamente procediamo alla registrazione, alla foto tessera e al pagamento della stanza. Al gruppo tocca il quinto e il sesto piano. Ritiro le chiavi e mi lancio nell ascensore. Sono davvero stanca e ho bisogno di una doccia! L ascensore si apre a metà di un piano, vedo la moquette blu e le porte tutte in fila. In fondo è così in ogni hotel ma qui tutto appare più rigoroso. La mia stanza è la 510, tra Giulia e Lucia. Ho subito problemi con la serratura che si apre in senso opposto la nostra, ovvero un mezzo giro da

9 destra a sinistra, ma i miei problemi non finisco qui: la porta si apre verso di me e quindi mi ritrovo con le braccia contorte in un movimento che comprendeva il tirare la porta e il girare la chiave. Alla fine la nostra eroina (io, che a questo punto del viaggio e del racconto merito la terza persona) riesce ad entrare e la cameretta si rivela proprio carina! Un letto enorme con un piumone dalle tonalità pastello e una finestra con tende bianche, una scrivania con una piccola tv e un piccolo frigo bianco. Mi giro a sinistra e apro una porta: dietro un piccolo bagno, rialzato di una decina di centimetri da terra. A questo punto, apro la valigia e cerco l armadio... L armadio. Dov è l armadio? Nella stanza non c è. Apro la porta del bagno nella speranza di un vano segreto magari sfuggitomi in precedenza ma ahimè niente armadio. Giro nella stanza spaesata. Nella stanza non c'è traccia dell'armadio. Apro la porta e urlo per il corridoio: Ragazze ma non c è l armadio!. Nicole si affaccia due stanze più in là ridendo e mi conferma l assenza del contenitore dei miei sogni. Mi butto sul letto e lascio la valigia aperta sulla moquette. Doccia e pigiama.la camera, nonostante il piccolo inconveniente dell assenza del mobile per gli abiti,è veramente accogliente e il Toyoko Inn si rivela da subito un ottima sistemazione considerando anche il prezzo molto conveniente. Scrivo un messaggino ai miei per avvisarli del mio arrivo. Sono in quel di Tokyo e mi lascio sprofondare in un sonno stanco e adrenalinico con l'obiettivo di ignorare il fuso orario. Alice Sabato 2 ottobre 2010 L avventura ha inizio! di Sara N Guessan e Guendalina Dubbini Già dal nostro primo risveglio a Tokyo siamo rimaste colpite dall abisso che separa le nostre abitudini da quelle giapponesi: abbiamo detto addio a cornetto e cappuccino e abbiamo provato misteriose zuppe, insalate, frittate e involtini di riso. Dopo questa prima avventura ci siamo ritrovate alle 8.30 nella hall TOKYO WONDER SITE: IL RESIDENZIALE dell albergo, per partire alla scoperta D'ARTISTI DEDICATO ALLA PROMOZIONE del Tokyo Wonder Site, che si trova al DELLA CULTURA DAL CUORE DI TOKYO. centro del quartiere Shibuya.

10 Qui siamo state accolte dalla disponibilissima Direttrice Kayoko Iemura che ci ha presentato la storia e la struttura di questo istituto dedicato alla creazione e alla promozione dell arte contemporanea. TWS Shibuya opera in collaborazione con altre strutture culturali giapponesi ed internazionali, e si occupa della promozione di nuovi talenti provenienti da ogni parte del mondo, come abbiamo potuto ammirare dai cataloghi che ci sono stati offerti durante l incontro. Dopo una prima parte introduttiva, siamo stati DURANTE LA PRESENTAZIONE DI TOKYO WONDER SITE accompagnati a visitare il TWS Aoyama: Creator-in-Residence inaugurato nel In questa sede viene offerta agli artisti di ogni genere e nazionalità la possibilità di proseguire le proprie ricerche creative e lavorare confrontandosi con altre realtà artistiche. Qui abbiamo ammirato le camere, davvero confortevoli e spaziose, e le aree comuni quali le cucine, i bagni e i salotti. In seguito ci siamo spostati verso le aree espositive, dove abbiamo potuto ammirare le opere di diversi artisti per lo più di video arte. Appena uscite dall edificio ci siamo rese conto che la mattinata era volata ed era già ora di pranzo, che abbiamo trascorso gustando uno dei piatti giapponesi più famosi ed amati: il tempura. Questo piatto TIPICI PIATTI GIAPPONESI: tempura, zuppa di miso ha origini antichissime: nasce già nel XVI secolo, con l arrivo dei marinai portoghesi e dei missionari cristiani. Questa pietanza, a base di verdura e pesce fritti, deve il suo nome alla parola latina tempora con cui venivano indicati i quattro periodi all inizio di ogni stagione durante i quali i cristiani si astenevano dal cibarsi di carne per tre giorni (mercoledì, venerdì e sabato) e si dedicavano alla preghiera. Usciti dal ristorante ci siamo riuniti di fronte alla statua di Hachiko. LA FAMOSA STATUA DEDICATA AL CANE HACHIKO Questo cane, diventato famoso in Occidente solo recentemente grazie all omonimo film con Richard Gere, è sempre stato molto amato in Giappone grazie alla commovente storia di cui è

11 stato protagonista. Ci basti pensare che la sua morte venne riportata su tutte le prime pagine dei giornali, venne dichiarato un giorno di lutto e raccolti contributi in tutto il paese per rendere memoria al cane che aveva conquistato i cuori della nazione. Siamo quindi partite alla scoperta del quartiere amatissimo dalle fashion victims d oriente, dove abbiamo potuto osservare una vastità infinita di stili nell abbigliamento. Particolarissimo Shibuya 109, un palazzo alto 8 piani che ospita solo negozi di abbigliamento, da sempre fonte d ispirazione per gli stilisti. Da SHIBUYA 109: L'ECCENTRICO CENTRO COMMERCIALE NEL CUORE DI SHIBUYA, IL QUARTIERE DELLA MODA E DEI GIOVANI sottolineare come questo sia il territorio d eccellenza per le nostre ricerche sulle industrie culturali e creative. I negozi sono destinati ad un pubblico esclusivamente femminile e all ultimo piano, dove ci sono una decina di ristoranti, è possibile trovare un rifugio dalla confusione e dalla frenesia che caratterizza questo incredibile edificio. Dopo una passeggiata per il quartiere, giunti ormai all ora di cena, siamo andati ad assaggiare il più diffuso tra i piatti giapponesi all estero: il sushi. Una pietanza a base di riso cotto condito con aceto di riso, zucchero e sale, combinato con pesce, alghe, vegetali o uova; con un ripieno che può essere crudo, cotto o marinato, anche servito disperso in una ciotola di riso (chirashi), arrotolato in una striscia di alga, disposto in rotoli IL MITICO E GUSTOSO SUSHI di riso o inserito in una piccola tasca di tofu. A stomaco pieno, conclusa la nostra prima e faticosa giornata a Tokyo ci siamo recati in Hotel per riposarci in vista dell altrettanto intensa giornata successiva. Sara e Guendalina TOKYO WONDER SITE Tokyo Wonder Site, ovvero Istitute of Contemporary art and International Cultural Exchange, è una piattaforma creativa e comunicativa per i giovani artisti emergenti di Tokyo. Qui gli artisti vengono seguiti passo dopo passo nella loro affermazione e consolidamento del proprio lavoro. Oltre che

12 essere il trampolino di lancio per i nuovi artisti giapponesi, offre un vasto programma di scambi culturali nel mondo. Attraverso un concorso a livello nazionale si scelgono 12 talenti ogni anno (per l anno 2010, esporranno mensilmente nella National City Hall le loro opere, insieme a quelle di altri artisti emergenti provenienti da paesi stranieri. Molto spesso questi lavori sono collocati nelle piazze o nelle strade limitrofe alla sede del Tokyo Wonder Site, cosicché camminando per strada le persone possano avere un contatto diretto con i nuovi talenti della contemporaneità. L associazione, attraverso un residency program, offre un enorme opportunità agli artisti stranieri che hanno bisogno di uno spazio privato in cui vivere e creare, restando sempre in contatto con gli altri giovani. A questo proposito vengono forniti alloggi e appartamenti totalmente gratuiti, i quali vengono assegnati secondo le potenzialità che i membri del board vedono nella creatività dei lavori prodotti dall artista. Il residence è aperto a personalità creative di ogni genere: architetti, musicisti, designer. RESIDENCE PROGRAM: VANO DI UN APPARTAMENTO TIPO ASSEGNABILE A GIOVANI ARTISTI La piattaforma è caratterizzata da vari progetti diversi tra loro; uno tra i più importanti è sicuramente Creative dialogue and commitment to the environment, che si occupa della difesa e salvaguardia dell ambiente e alcuni artisti hanno deciso di realizzare dei cicli di opere orientate su questo tema. Uno tra tutti è il brasiliano Vik Muniz, il quale realizza le sue opere utilizzando dei rifiuti, che recupera nelle discariche e il ricavato della vendita delle stesse è devoluto in beneficenza. Strettamente connesso a tale iniziativa è il New creation educational program, che vede coinvolte anche le altre università ed ha a cuore il problema della salvaguardia dell acqua. SHIBUYA Shibuya è uno dei 23 quartieri di Tokyo. E senza dubbio una delle zone più dinamiche della città, nonchè fulcro di sviluppo della cultura giovanile giapponese che contribuisce a diffondere un immagine del Giappone quale punto d incontro tra moda e innovazione stilistica. Il quartiere rappresenta la cultura cosiddetta meno ufficiale ma che in realtà non può essere sottovalutata in quanto è l anima pulsante dell universo giovanile nipponico. Shibuya è illuminata da megaschermi pubblicitari e ovunque si indirizzi lo sguardo ci si trova sommersi da negozi con abiti all ultimo grido, luci e suoni. UNO SCORCIO DI SHIBUYA Essendo il punto di maggior interesse per i seguaci della

13 moda di tutto il mondo, Shibuya e i suoi centri commerciali sono stati spesso fonte d ispirazione anche per famosi stilisti. Uno tra i più famosi è SHIBUYA 109. Il palazzo, che aprì nell Aprile del 1979, si trova nel cuore del quartiere vicino alla stazione della metropolitana. La sua costruzione si deve all architetto Minoru Takeyama, che progettò l edificio come una sorta di Fashion Community", il cui compito era quello di ospitare piccoli negozi per le fashion victims dai 13 ai 30 anni. Il nome del centro commerciale, 109, deriva dagli ideogrammi giapponesi che rispettivamente formano il nome di Tokyu, ovvero il proprietario dello stabile. Il centro commerciale si presenta come una struttura moderna suddivisa in 8 piani, in cui si distribuiscono senza sosta piccoli negozi di vestiti dai tipici marchi giapponesi appartenenti alla cultura kogal, per lo più sconosciuti a noi occidentali. Questo modo di vestire segue la regola d indossare ad esempio stivali alti, minigonne vertiginose, abbondante make-up, capelli rigorosamente tinti, abbronzature innaturali e accessori appariscenti, il tutto accompagnato da lunghissime unghie stravaganti. Insomma, uno stile che non può di certo passare inosservato. RAGAZZE CONVERSANO DAVANTI ALL ENTRATA DEL CENTRO COMMERCIALE SHIBUYA 109 Questa zona è tuttavia famosa anche per la presenza di una curiosa statua posta proprio di fronte all uscita della metropolitana: la statua di Hachiko. Intorno al 1920 il professore Hidesamuroh Ueno, docente all'università di Tokyo aveva un cane di razza Akita, che si chiamava Hachiko (vero nome Hachi, il suffisso "ko" è un termine affettivo), il quale ogni mattina lo accompagnava alla stazione di Shibuya, ed ogni sera lo attendeva per tornare a casa. Un giorno, mentre si trovava all'università, il Professore fu colpito da infarto, e morì. Hachiko, inconsapevole della morte del padrone, continuò a recarsi ogni sera alla stazione per aspettare il suo ritorno per dieci anni, fino al giorno della sua morte. Ben presto la storia del fedelissimo Hachiko si diffuse in tutto il Giappone, e per ricordare la sua fedeltà, nel 1934, l'artista Toru Ando costruì una statua, esattamente nel punto in cui Hachiko aveva atteso per tanto tempo il suo padrone. La statua che si trova a Shibuya ora, non è l'originale (perduta a causa del secondo conflitto mondiale), ma una copia creata dal figlio dell'artista, Takeshi, nel 1948.

14 Domenica 3 ottobre 2010 L arte prende il sopravvento di Federica Sandrelli Il secondo giorno a Tokyo lo abbiamo passato immersi nell'arte. La mattina, verso le 9, siamo partiti con la metropolitana e ci siamo diretti verso uno dei quartiere residenziali più affascinanti, Juyukaoka. Lì abbiamo girato a piedi e ci siamo immediatamente diretie alla famosa galleria d'arte contemporanea giapponese Art LA PICCOLA GALLERIA D'ARTE DI JIYUGAOKA NEL QUARTIERE RESIDENZIALE DI TOKYO Meter. La particolarità di Art Meter è rappresentata dal fatto che la commercializzazione delle opere d arte si fonda sulla misura della superficie delle stesse, espressa in valore per centimetro quadrato di dimensione dell opera. I prodotti artistici possono essere inoltre visionati, apprezzati e acquistati tramite il sito internet della galleria. Il prezzo finale delle opere verrà poi ricavato, oltre che dai centimetri, anche dal feedback che i compratori via web attribuiranno a transazione finita, a seconda del loro grado di soddisfazione. Tutto ciò ci permette di definire l operato di Art Meter come una delle più importanti forme odierne di democratizzazione dell arte, data l originalità della vendita CERAMICHE TIPICHE al centimetro (che permette di mantenere relativamente bassi i prezzi delle opere) e la possibilità di mettere in contatto compratori e produttori in maniera molto più facile grazie all utilizzo del web. Se poi si ha l occasione di soggiornare a Tokyo si possono vedere direttamente tutte le opere proposte via web nella sede della galleria da noi visitata e che presenta tra l altro un ingresso anch esso particolare: su di un prato campeggia il nome della galleria d'arte insieme ad una siepe potata a forma di giraffa. Lo spazio di fronte alla galleria diventa anche l area per la realizzazione di performance di artisti durante gli eventi annuali organizzati da Art Meter per il pubblico e la comunità del quartiere.

15 Abbiamo poi proseguito la nostra passeggiata fino all'incrocio successivo per recarci in un negozio di ceramiche tradizionali, dove vengono esposte anche le ceramiche acquistate dalla famiglia reale per il figlio, aventi come simbolo un pulcino. Tutto ciò che viene venduto è naturalmente prodotto artigianalmente. Tornando verso la metropolitana abbiamo incrociato altre botteghe, tra cui una di oggetti per la casa. Tra i regali più gettonati, lo zucchero da thè al gusto di ciliegia e rosa e zuccherini a forma di cuori colorati. Da lì abbiamo deciso di dirigerci verso il quartiere Harajuku, molto particolare e soprattutto famoso in L'INGRESSO DELLA STRADA PRICIPALE DI HARAJUKU: IL QUARTIERE PIU' TRASGRESSIVO DI TOKYO, FAMOSO PER LE COSPLAY E LE GOTHIC LOLITA tutto il mondo (viene citato, ad esempio, in una canzone di Gwen Stefani) per la sperimentazione estetica dell abbigliamento ed accessori indossati dalle persone che lo frequentano. E' una via di negozi che riflettono questi generi di culture emergenti, fatta eccezione per alcuni più di stile europeo o vintage. E un luogo sempre affollato e i negozianti, come a Shibuya 109, urlano per incitarti ad entrare nel loro negozio. Qualcosa che da noi non è molto comune, ma che fa parte della loro cultura. Girando tra negozi e vie laterali ci siamo imbattute più volte in ragazze e ragazzi detti Cosplay. I Cosplay sono ragazzi che si travestono come personaggi dei fumetti o manga. Con alcuni di loro siamo riuscite anche a fare delle foto, ma non era così semplice, molti di loro ci dicevano che non potevamo ritrarli facendoci il gesto del divieto (ottenuto incrociando le mani). Aspettando il professore e le altre UN ECCENTRICO RAGAZZO IN UN NEGOZIO DI HARAJUKU ragazze al punto di ritrovo stabilito abbiamo conosciuto tre ragazze giapponesi, molto carine, con cui abbiamo fatto delle foto. Infatti i giovani in generale sono molto curiosi di conoscere gente straniera e accettano volentieri di posare in una delle tue foto ricordo, nonostante la difficoltà di comunicazione. Infine, siamo andati a vedere il Design Festa Gallery. E' un complesso formato da due grandi edifici in cui agli artisti è data la possibilità di avere un proprio spazio per lavorare e vendere le produzioni artistiche, oltre a partecipare a tutte le iniziative collettive realizzate dal GIOVANI ARTISTI AL LAVORO AL RESIDENZIALE D'ARTISTI centro. Quando siamo arrivate

16 siamo state colpite da tre ragazzi che modellavano il vetro con una fiamma ossidrica ed insegnavano a chiunque lo richiedesse come farlo. Siamo entrate a guardare alcune esposizioni ed abbiamo incontrato molti artisti. Uscendo dal lato "sud" per dirigerci verso un'altra ala abbiamo incontrato alcune ragazze che ci hanno invitate al bar per farci vedere cosa avrebbero fatto. Era una performance in cui recitavano e ballavano alcune delle più famose canzoni di Michael Jackson. Le tre ragazze interagivano molto con il pubblico, spostandosi continuamente qua e là per il locale. In conclusione abbiamo visto altre due esposizioni di quadri. Uscite da lì siamo andate a cena fuori passando per un altro quartiere, quello dell'alta moda di Omotesando e siamo tornate in hotel pronte per una nuova giornata. Federica HARAJUKU Anche Harajuku è una tappa fondamentale nel viaggio alla scoperta di Tokyo. L'area è nota per essere un punto focale per le tendenze giovanili estremamente innovative. Vi sono due principali strade dello shopping: Takeshita ed Omotesandō. La prima presenta soprattutto piccoli negozi che vendono articoli di abbigliamento ed accessori di stile gothic lolita, visual kei, rockabilly, punk, oltre a innumerevoli punti di ristorazione take-away. Qui si viene completamente investiti da una folla di giovani e dalle urla dei commessi che attirano la clientela urlando KAWAIIIII!! ovvero carino, definizione data a questi caratteristici negozietti e alla loro merce. La seconda zona, invece, è ricca di negozi delle grandi firme come Louis Vuitton, Chanel, Prada, Tod's, ecc, tanto che questo viale di Omotesandō è ormai noto come gli "Champs-Élysées di Tokyo". UNA RAGAZZA VESTITA DA COSPLAY Fino al 2004, un lato della strada era occupato dalla Dōjunkai Aoyama Apartments, un complesso di appartamenti in stile Bauhaus costruito nel 1927 dopo il grande terremoto di Kantō del Nel 2006 questi edifici sono stati sostituiti dalla Mori Building con il centro commerciale Omotesando Hills. Qui i vari edifici ospitano numerose boutiques all avanguardia, veri e propri castelli dei desideri per donne e uomini. Tutto ciò ha contribuito a rendere questo quartiere un area elegante e di lusso in cui gli affitti per le case sono i più alti di tutta Tokyo. GIOVANI A PASSEGGIO IN TAKESHITA STREET

17 DESIGN FESTA Un luogo di spiccato interesse per i sostenitori dell arte per tutti è il Design Festa, una galleria d'arte aperta a giovani artisti e designer giapponesi o stranieri. Due volte all' anno nel periodo estivo, inoltre, la galleria si trasforma in un evento spettacolare, adibendo la zona residenziale e i suoi piccoli appartamenti a luoghi di esposizione. La nostra esperienza del Design Festa è stata altamente positiva e abbiamo avuto l opportunità di assistere ad un workshop sulla lavorazione del vetro e ad una performance di teatro-danza in cui tre ballerine si LA DESIGN FESTA GALLERY esibivano direttamente in mezzo al pubblico, incitandolo a prendere parte allo sketch comico messo in scena. Il Festival del Design può essere riassunto così: la possibilità di vedere le più disparate discipline artistiche e incontrarne i creatori. Dalle live-performace alla danza, dalla musica ai film, dalla live-painting ai piccoli manufatti artigianali, tutto in un unico luogo in cui l operazione artistica avviene sotto gli occhi incuriositi del pubblico. UNA LIVE PERFORMANCE ALLA DESIGN FESTA GALLERY Lunedì 4 ottobre 2010 Un viaggio nel tempo: tradizione e tecnologia si incontrano di Glenda Giussani Lunedì 4 Ottobre siamo andati a Ginza, il quartiere noto per i suoi alti grattacieli interamente dedicati alla moda e al lusso con diverse boutiques, centri commerciali, ristoranti e caffè. Questa è la zona più cara ed esclusiva della città, motivo per cui è diventata una famosa meta dove gli abitanti di Tokyo e dintorni amano trascorrere il week end tra le vetrine GINZA STREET dei negozi di rinomati brand come Montblanc, Bulgari, Prada, Chanel, Tiffany e naturalmente importantissime marche nipponiche come Comme des Garçons. Da non perdere il Wakō Department Store: un grande negozio di beni di lusso costruito nel 1932 e famoso per la Torre dell'orologio, considerata il simbolo di Ginza; il Palazzo della Sony: undici piani degli oggetti elettronici più all'avanguardia; l Apple Store: sette piani di tutti i prodotti della famosa

18 . azienda americana e un teatro in cui hanno luogo le presentazioni delle novità Apple. Dopo una breve pausa pranzo, ci siamo recati al Palazzo Imperiale, nel quartiere Chiyoda nei pressi della stazione centrale di Tokyo. Il Palazzo è l'attuale residenza ufficiale dell'imperatore e della sua famiglia. Esso si trova immerso in un vasto parco dove sorgono diversi edifici, tra cui il palazzo IL PALAZZO REALE LA TORRE FUJIMI-YAGURA Kyūden dove abita tuttora la famiglia imperiale. Il palazzo e i suoi giardini, che si estendono per circa 7,41 km², sono considerati il cuore e l'anima di Tokyo. Una volta arrivati al Palazzo siamo stati dotati di audio guide e dopo una breve presentazione (in giapponese) ci siamo avviati lungo i giardini, accompagnati dalle numerose guardie che chiedevano un ordine rigoroso (file da quattro persone l una) e silenzio per non disturbare i residenti. Dopo aver visitato i giardini e gli edifici della residenza imperiale, ci siamo recati ad Akihabara, non IL PALAZZO REALE: IL FUJIMI-YAGURA lontano dal centro di Tokyo. Conosciuta anche come Akihabra Eletric Town, il quartiere della tecnologia: edifici e grattacieli che offrono tutte le novità tecnologiche, ricoperti da pubblicità multicolor e immersi in strade che appaiono come un gran mix di luci e suoni. Siamo entrati nel palazzo Yodobashi Akiba, il più grande negozio di elettronica, ovvero nove piani di ogni genere di televisori, fotocamere, telecamere, computer, telefonia nonché un vastissimo assortimento di manga e fumetti di ogni genere. Siamo rimaste infatti molto colpite dalla minuzia nell offerta: qualsiasi prodotto appartenente a questi generi lì si poteva trovare. CARTELLONE PUBBLICITARIO CON DISEGNI MANGA A fine giornata ci siamo avviati verso Asakusa, la zona del nostro albergo. Cena ed una passeggiata tra le luci delle lanterne del tempio di Asakusa, e poi a letto, pronte per un'altra intensa giornata. Glenda

19 GINZA GRATTACIELO IN GINZA STREET Ginza è un distretto del quartiere Chūō, Tokyo. Si presenta come un area commerciale di lusso, con grandi boutiques e diversi ristoranti. Il nome del quartiere deriva da Gin (argento), in quanto proprio in quest'area venne stabilita, nel 1612, durante il Periodo Edo, la zecca del conio dell'argento. La moderna Ginza sorge nel 1872 quando, a seguito di un terribile incendio, il distretto fu ricostruito a partire da alcuni edifici in stile georgiano progettati dall'architetto irlandese Thomas Waters. Di questi edifici in stile europeo oggi non rimangono che pochi esemplari come il palazzo che ospita la sede dei grandi magazzini Wakō. Vista da uno straniero, la zona richiama molto un tipico quartiere di shopping all occidentale, data l alta concentrazione di firme come H&M, Zara, Abercrombie & Fitch, Sephora, ecc. Ciò che colpisce, però, è l accuratezza e il design dei negozi che sono più ampi rispetto a quelli europei e dislocati su svariati piani. Anche le vetrine attirano molto l attenzione grazie alle idee innovative utilizzate per esporre il prodotto, come ad esempio il grande viso di donna realizzato interamente in carta che troneggia dalle vetrine di Sephora, noto brand di cosmetici. PALAZZO IMPERIALE Il Palazzo Imperiale di Tokyo è la residenza ufficiale dell'imperatore del Giappone. Il complesso residenziale di oggi, che sorge sulle fondamenta del vecchio palazzo di epoca Edo, è stato costruito nel 1968 dopo un incendio che ha totalmente distrutto la residenza dell epoca della Restaurazione Meiji del 1868, quando l imperatore Meiji si spostò da Kyoto per stabilire la capitale, e sede del suo governo, a Tokyo. A causa degli incendi e dei terremoti avvenuti durante il periodo Meiji il palazzo mutò il suo aspetto, con la sostituzione significativa dei ponti in legno con altri in pietra e ferro. L'architettura del palazzo venne completamente ridisegnata seguendo lo stile nazionale negli esterni. La notte del 25 maggio 1945 gran parte del palazzo venne distrutto dai bombardamenti nel corso della seconda guerra mondiale, per essere poi ricostruita negli anni seguenti. Il Palazzo Imperiale è ancora oggi circondato dal fossato originale. Porte imponenti e antiche torri di guardia appaiono sul muro di cinta a intervalli regolari. Il Nijubashi, un elegante ponte a due archi conduce all ingresso principale. Il Giardino Orientale ospita diverse varietà di fiori che abbelliscono il giardino in ogni stagione, offrendo al visitatore un atmosfera di relax ideale. Il Palazzo è inserito all'interno di un vasto parco situato nel quartiere centrale di Chiyoda, vicino alla stazione di Tokyo. All'interno del complesso sorgono diverse strutture tra cui: - Il palazzo Kyūden, residenza privata della famiglia imperiale costruita in ferro e composta da sette diversi edifici non visitabili però dai turisti per ovvi motivi di riservatezza. - Fujimi-yagura, una torre arroccata sopra un pendio che in passato consentiva alle guardie di vedere ciò che accadeva al di fuori del palazzo e dare quindi l allarme in caso di pericolo.

20 Ora la torre è ciò che resta dell antico castello del periodo Edo e si dice che da qui, nei giorni tersi e assolati, si possa scorgere la sagoma del monte Fuji. - Hausuikebori, consiste in una vasca d acqua interamente ricoperta da fiori di loto. Esso ha una doppia funzione, decorativa e di difesa, poiché non è altro che uno strapiombo affiancato da ripide mura difficili da scalare. - Kyunden Totei Plaza, edificio di rappresentanza dal quale si affaccia solitamente l imperatore in occasione del primo dell anno o del suo compleanno per salutare la nazione. AKIHABARA Conosciuta anche come Akihabara Electric Town, è famosa soprattutto per la sua grande concentrazione di negozi che vendono tutti i tipi di apparecchi elettronici, anime e videogiochi. Probabilmente è la più vasta area di vendita del mondo per beni elettronici e computer, siano essi nuovi che usati. Il materiale nuovo si può trovare negli stores della strada principale, la Chou Dori, mentre l'usato di tutti i tipi (software, hardware e altro) si può trovare nelle vie sul retro. Parti di ricambio nuove per gli amanti del fai-da-te sono facilmente disponibili in molti negozi. Attrezzi, parti elettriche, cavi, videocamere ed altro si possono trovare nei minuscoli corridoi della Soto Kanda 1 chome. I turisti stranieri tendono a visitare i grandi negozi vicino alla stazione, mentre gli abitanti locali sanno dove ottenere una varietà di scelta e di prezzi migliore allontanandosi dalla stazione. Oltre che per gli appassionati di elettronica è anche una miniera per gli appassionati di anime: qui si trovano numerosi negozi dove si possono acquistare anime, manga, dōjinshi, OST (Original Sound Track, cd contenenti tutte le musiche usate in un particolare anime), action figure, costumi per il cosplay, e locali tematici come i maid café. Come per i negozi di elettronica, si può andare da negozi multipiano (come il famoso Mandarake) a piccoli negozi specializzati. LOCALE CON IL NOME DI UN FAMOSO MANGA

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

obotica per il relax A New York un esperienza all insegna della tecnologia senza rinunciare ai comfort

obotica per il relax A New York un esperienza all insegna della tecnologia senza rinunciare ai comfort l hotel hi-tech R obotica Se siete persone indipendenti e cercate un ambiente alternativo davvero easy, potete organizzare un giro intercontinentale a New York. Non solo per la città pulsante di vita e

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Singapore Paese #1. Best in Travel 2015 estratto gratuito

Singapore Paese #1. Best in Travel 2015 estratto gratuito Singapore Paese #1 Best in Travel 2015 estratto gratuito GETTY IMAGES Top 10 Paesi Feste ed eventi In febbraio carri allegorici riccamente decorati, draghi che sputano fuoco e giochi pirotecnici caratterizzano

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ALLA SCOPERTA DEL CIBO E DELLE ABITUDINI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE SULLA COLAZIONE DEI BAMBINI IN ETA' SCOLARE

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Matrimonio alle Seychelles

Matrimonio alle Seychelles Benvenuti nella nostra pagina Matrimoni! Qui potrete definire ogni dettaglio per il Vostro meraviglioso matrimonio a Praslin, La Digue o in qualsiasi piccola isola delle Seychelles, scegliendo sia le decorazioni

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli