Uno sguardo introduttivo sul Giappone

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Uno sguardo introduttivo sul Giappone"

Transcript

1 30 settembre - 9 ottobre 2010 La IULM parte alla scoperta di Tokyo Dodici studentesse della facoltà di Arti, mercati e patrimoni della cultura e il Professore di Economia dell arte e della cultura Guido Ferilli con un esperienza da raccontare. Uno sguardo introduttivo sul Giappone Tutto ha inizio con l intuizione del nostro Professore di Economia dell anno accademico , Guido Ferilli: proporre a tutti gli studenti dell università IULM, ed in particolare a noi frequentanti del corso di laurea in Comunicazione nei mercati dell arte e della cultura, un viaggio studio a Tokyo della durata di 10 giorni. FOTO DI GRUPPO DAVANTI AL BUDDHA GIGANTE Da questa esperienza, i cui ingredienti fondamentali sono stati interesse socioculturale e spirito di gruppo, abbiamo sviluppato un diario di viaggio che speriamo possa darvi una panoramica sulla città del Sol Levante, ma soprattutto stuzzicare la vostra curiosità per una cultura così affascinante, soprattutto per noi occidentali. Sfogliando un qualsiasi libro di geografia, vediamo che il Giappone è un arcipelago costituito da numerose isole di origine vulcanica disposte lungo il continente asiatico, dalla Siberia orientale fino quasi a Taiwan, e che il territorio è suddiviso in 47 prefetture amministrative. Il Giappone, però, è anche un concetto, un idea, un insieme di icone: i templi buddhisti, il flower design detto ikebana, i giardini Zen, i kimono, le arti marziali ma anche il sushi, i videogiochi, i manga, il karaoke L immagine del famoso monte Fuji (Fuji-san, come lo chiamano i giapponesi), con la cima innevata sullo sfondo, il treno che sfreccia a grande velocità tra i ciliegi in fiore e in primo piano una fanciulla in kimono è tipicamente MADE IN JAPAN. Arti, mestieri, e tradizioni convivono in perfetta armonia con lo sviluppo della tecnologia moderna e con la natura montuosa e ricca di foreste. Queste che sembrano a noi visitatori delle perfette contraddizioni sono, invece, orgoglio di un popolo che ha sempre colto la sfida tra innovazione tecnologica e uno spiccato senso della tradizione. A partire dagli anni 60 dell

2 Ottocento, per emergere dall isolamento imposto dal governo nell arco dei tre secoli precedenti, i giapponesi hanno compiuto un notevole sforzo sia per modernizzarsi sia per non perdere la propria identità storico-culturale e,cercando di valorizzarla, hanno raggiunto quel primato socio-economico che li caratterizza in tutto l Oriente. A ciò ha contribuito anche la loro attitudine conservatrice nel mondo lavorativo. MAMMA E BIMBI RIPRESI PRESSO IL MORI ART MUSEUM NELL INSTALLAZIONE DI KURIBAYASHI TAKASHI L educazione dei bambini e il sistema scolastico ci aiutano a comprendere meglio la loro concezione di vita, tanto più distante da svaghi e divertimenti, quanto più rispettosa dell armonia sociale. Se è vero che noi occidentali ci liberiamo dalle imposizioni dell infanzia per godere solo in età adulta di una relativa libertà, in Giappone i bambini sono trattati con maggiore indulgenza all interno delle mura domestiche, regno delle donne, che gestiscono anche le finanze e gli stipendi dei mariti, mentre ricevono un educazione più rigida nelle scuole. Nei sei anni di scuola elementare e nei tre di scuola media inferiore, le sollecitazioni a conformarsi alle regole e alla disciplina del gruppo tendono a prevaricare sulle inclinazioni individuali. Nelle scuole superiori il carico di lavoro è impegnativo e soprattutto nel periodo dello jiken jigoku, il cosiddetto inferno degli esami, molti studenti non riescono a dormire più di cinque ore per notte. Inoltre, un gran numero di ragazzi frequenta le scuole private di ripetizione, le juku, per altre tre ore al giorno rispetto al normale orario scolastico. Giunti all università, i giovani trascorrono quattro anni di relativa libertà prima di intraprendere l avventura lavorativa: le aziende addestrano i nuovi dipendenti direttamente sul campo e le università giapponesi, essendo di alto livello, garantiscono a chi le ha frequentate di ottenere spesso delle ottime posizioni lavorative, una volta terminato il ciclo di studi. La volontà di creare delle collaborazioni nella didattica e nella ricerca tra l università IULM e alcune istituzioni giapponesi, ci ha permesso di scoprire realtà studentesche differenti dalle nostre. L università Bunka, specializzata nel fashion design, la prestigiosa Waseda e la residenza degli artisti Tokyo Wonder Site, spiegano bene come la società del futuro investa nei giovani. Ragazze in divisa alla marinara, laboratori scolastici iper tecnologici dedicati alla moda e alla settimana del design sono solo alcuni degli aspetti che ci hanno affascinato e che ci riconducono ai nuovi concetti di Economia e sviluppo, in cui si pone l attenzione soprattutto sugli aspetti immateriali e socio-culturali dell esperienza quotidiana, dove i valori condivisi e la capacità di relazione pubblica influenzano la qualità della vita individuale e collettiva. Durante il nostro viaggio a Tokyo abbiamo notato diversi elementi associabili a quest idea: l assenza di cestini della spazzatura per la strade e, nonostante questo, l estrema pulizia, grazie ad una radicata educazione civica; la presenza, la sera, di uomini appisolati sui tavoli dei Mc Donald s e di ragazzi intenti a studiare in un luogo CARTELLO IN METROPOLITANA CHE VIETA L USO DEL CELLULARE così insolitamente tranquillo; il silenzio sui trasporti pubblici quali metropolitane e autobus, in cui anche parlare al cellulare è visto come un atto di disturbo nei confronti della quiete pubblica; la caccia alle apparecchiature elettroniche d avanguardia da parte dei più giovani; la moda che

3 attinge a piene mani dai manga, dai cartoni animati come Sailor Moone o Hello Kitty, ormai simbolo di un modo di vivere, e non solo di vestire, diffuso tra i giovani, ecc. Qualche curiosità Lingua e Scrittura La lingua parlata è il giapponese e, nonostante il Giappone abbia adottato molti elementi della cultura cinese, inclusi i caratteri utilizzati per la scrittura, le due lingue non appartengono allo stesso ceppo linguistico. Esistono, inoltre, prove di un lontano rapporto con le lingue austronesiane parlate in Malesia, Indonesia e Filippine. La scrittura si avvale di tre alfabeti: il kanji usato per i sostantivi; l hiragana per i verbi e gli aggettivi, e infine il katakana per i nomi di origine straniera. C e inoltre una quarta forma linguistica detta romaji, usata nei testi pubblicitari. Con nostra grande sorpresa, la lingua inglese non è padroneggiata da tutti, nonostante i prodotti di esportazione ESEMPIO DI GRAFIA GIAPPONESE e fabbricazione giapponese quali le macchine fotografiche e moltissime altre apparecchiature elettroniche posseggano dispositivi e istruzioni principalmente in questa lingua. Questo forse perché si tratta di un mercato globale, e non nazionale, la cui presenza prescinde dalla capacità dei cittadini di parlare lingue straniere. Subcultura Il termine "Harajuku girls" è utilizzato dal linguaggio dei media per descrivere la tendenza dei giovani, prevalentemente donne, che popolano le strade di Harajuku, abbigliati secondo stili anche molto diversi fra loro, ma accomunati da un evidente varietà cromatica e da una generale eccentricità. Queste ragazze diventano così le esponenti di numerose subculture, fra le quali le più importanti sono Gothic Lolita, Ganguro e Kogal, oltre alla pratica del Cosplay ed il Revival Punk. Uno sviluppo contemporaneo delle sottoculture proprie di Harajuku è la UNA HARAJUKU GIRL corrente musicale Visual Kei, che è nata verso la fine degli anni ottanta accomunando gruppi musicali di vario genere legati da una condivisa dimensione estetica. E proprio negli anni ottanta che una moltitudine di artisti di strada e di adolescenti vestiti secondo fogge bizzarre, presero a radunarsi di domenica in Omotesandō e nelle strade che attraversano il parco di Yoyogi. Le strade di domenica erano chiuse al traffico ed è solo all inizio degli anni novanta, con la loro apertura, che questi raduni artistici sono diminuiti. Ancora oggi, però, molti ragazzi continuano ad uscire e passeggiarvi.

4 Religione Secondo un curioso proverbio, i giapponesi nascono shintoisti, si sposano cristiani e muoiono buddisti. Infatti la maggior parte degli abitanti della nazione pratica sia lo Shintoismo, soprattutto per il battesimo e il matrimonio, sia il Buddismo, riservato invece alle cerimonie funebri. Benché i seguaci del Cristianesimo siano una minoranza, il matrimonio cristiano rappresenta un originale alternativa alla cerimonia shintoista. Nei miti cosmogonici dello shintoismo, il popolo nipponico e il loro imperatore sono discendenti degli dei. Dopo la morte, gli uomini diventano kami, divinità onnipresenti, e anche gli avi devono essere venerati come tali. Anche se oggi prevale un atteggiamento materialista e il sentimento religioso è, GIOVANE COPPIA DI SPOSI per molti una questione formale, l influenza del Buddismo nell architettura, nelle arti e nella cultura, è forte. In particolare, prevale il Buddismo Zen che, proveniente dalla Cina, si diffuse durante il periodo Kamakura ( ) grazie al TEMPIO BUDDISTA A KENCHO-JI sostegno dei samurai. Esso professa il raggiungimento dello stato di illuminazione per mezzo della volontà personale e della piena consapevolezza di Sé attraverso lo Zazen e la distanza dai desideri terreni. Usi e costumi Camminando per le strade di Tokyo, anche di notte, si prova una sensazione di sicurezza. Quasi tutti i quartieri urbani dispongono di una piccola stazione della polizia detta koban, che riduce al massimo gli atti di violenza e criminalità. Si noti ancora una volta l armonia che deriva dall autocontrollo personale e dall adeguamento all ordine sociale e che impone anche la dissimulazione dalle preoccupazioni private, sempre celate da un sorriso. Annuire con il capo significa capisco ciò che stai dicendo ; sorridere è una questione di educazione e non significa mai si. Le regole comportamentali si applicano, in genere, in contesti sociali specifici, al di fuori dei quali vengono talvolta ignorate. Non è raro, infatti, notare per strada comportamenti ben poco conformi alla buona creanza, soprattutto in tarda notte. Talvolta, la comprensione fra occidentali e giapponesi è ostacolata dal fatto che la vaghezza e il sottointeso sono di gran lunga preferibili all espressione diretta e immediata e la franchezza è sinonimo di maleducazione, per cui gli interlocutori fanno di tutto per evitare divergenze. Un segno ulteriore è rappresentato dalla grande professionalità che porta le persone a scambiarsi il biglietto da visita come segno di rispetto e di riconoscimento personale. Le decisioni vengono sempre prese in modo consensuale, una procedura che in ambito aziendale può richiedere comprensibilmente molto tempo, e che può spaventare gli stranieri in viaggio d affari in Giappone. Questi ultimi sono indicati con il termine gaijin, una contrazione della

5 parola gaikoku jin, persona al di fuori del paese, che un tempo aveva una connotazione spregiativa, ma che si è trasformata in gaijin san. Nonostante ci siano alcune differenze tra una metropoli internazionale come Tokyo e il resto del paese esistono tre divieti assoluti in ambito civile: insaponarsi nella vasca da bagno, entrare in un tempio, in un santuario o in un abitazione privata senza essersi tolti le scarpe (i tipici tappeti tatami sono funzionali a questo scopo) e soffiarsi il naso in pubblico. Certamente gentili e formali nei negozi, si udiranno ovunque le espressioni Ireshaimasen e arigatou gozaimasou, termini sempre validi per dare il bene venuto e ringraziare! Igiene e salute I fumatori, anche se in diminuzione, rappresentano ancora la maggioranza dei giapponesi. È vietato fumare sui trasporti pubblici, che sono estremamente migliori dal punto di vista igienico e della manutenzione rispetto ai nostri (senza trascurare la puntualità!). Il divieto è valido anche per strada, dove si trovano le smoking-area, dedicate a chi vuole fumare senza disturbare la quiete degli altri passanti. Inoltre, solo i ristoranti delle grandi città frequentati da una clientela straniera dispongono della zona non-fumatori, ma la separazione da quella fumatori non è poi così definita. USUALE SIMBOLO DI VIETATO FUMARE AFFISSO IN LUOGHI PUBBLICI O SUL SUOLO NEI TRATTI PEDONALI IN CUI è VIETATO FUMARE Passeggiando per strada un turista potrebbe essere colpito dalle persone che indossano una mascherina bianca su naso e bocca, utilizzata per non infastidire, o peggio infettare, i passanti. Un aspetto questo che è esattamente il contrario di quello che riscontriamo nel mondo occidentale, dove chi è sano deve premunirsi degli strumenti che evitino di essere contagiato. Nei servizi igienici pubblici i profumatori d ambiente e la musica di sottofondo non possono mancare. Si nota così come la tecnologia abbia investito anche nel settore dell igiene, una vera ossessione per gli orientali. I washlet in stile occidentale sono dotati di un sistema computerizzato: sedile riscaldabile e getto d acqua interno stile bidet.

6 Il viaggio giorno dopo giorno Giovedì 30 settembre 2010 e Venerdì 1 ottobre 2010 L epopea del viaggio di Alice Manni La valigia se ne sta chiusa immobile davanti al letto dalla sera prima, con il tipico atteggiamento che sta tra l'imperturbabilità e la saccenza che ha chi sa qualcosa che tu non sai e ti vuole fare capire silenziosamente di sapere qualcosa che tu non sai: come sempre le cose essenziali - trucchi, spolverino e scarpe da ginnastica - non sono al suo interno. Arrivo all aeroporto, il ritrovo è alle Partenze. Cerco l area di check in 9, correndo con la mia valigia color ghiaccio. Trovo tutte le ragazze del gruppo, mi faccio vedere dal professor Ferilli e inizio le nuove conoscenze con l ansia di aver dimenticato qualcosa di fondamentale a casa. Dopo la consegna dei biglietti aerei e l imbarco delle valige, ci dirigiamo verso il gate. Passiamo i soliti controlli in cui ci invitano a separarci temporaneamente dalle scarpe e puntiamo verso la "zona cibo", dove perdiamo più di un ora per la sosta, cercando di placare la fame. Di colpo ci rendiamo conto che sono le 14,3, l ora dell imbarco. I muscoli facciali del prof. sembrano indulgere ad una smorfia di agitazione: inizia una corsa disperata attraverso l aeroporto di Malpensa alla ricerca del gate. Di lì a poco, scopriamo che fortunatamente c è un ordinata fila che ci permette di tirare il fiato, tranquillizzarci, comunicare e empaticamente calma al professore. Saliamo sull aereo dai sedili rosa e lilla della compagnia aerea Emirates. Io siedo nella fila centrale, posto esterno, alla mia destra Ilaria, a sinistra Giulia. Il volo Emirates fornisce in dotazione ai suoi passeggeri: copertina beige monouso, microcuffiette monouso da usare in combo con schermo lcd SORVOLANDO BAGHDAD, DIREZIONE DUBAI! incastonato su sedile anteriore, su cui è possibile vedere ogni genere di film, emittente televisiva, canale musicale o video giochi. L eccesso di intrattenimento mi tranquillizza immediatamente: non mi piacciono i viaggi lunghi e questo è il viaggio più lungo che abbia mai fatto.

7 Ci avremmo messo sei ore per arrivare a Dubai ed altre nove da Dubai per raggiungere Tokyo. Fortunatamente avevo evitato, forse involontariamente, forse in modo inconscio, di informarmi circa la durata del viaggio. L'idea di stare seduta per ore, sospesa in aria non mi ha mai fatto impazzire. Decolliamo in perfetto orario, alle 15:38, e subito mi immergo nello studio del touchscreen nel sedile alla ricerca di qualche film ammazza-tempo. La mia scelta cade su Alice in wonderland. Nelle ore successive la visione del film di Disney, una "merendina", una cena a base di pollo, patate e tortino al cioccolato e qualche chiacchiera con le amiche. Atterriamo a Dubai di notte. Cerchiamo di capire attraverso schermi e tabelloni luminosi da quale gate partirà il nostro volo. Tutto è scritto in arabo. Superiamo i controlli ed entriamo finalmente nell'area dedicata agli esercizi commerciali duty free. Davanti a noi una cascata artificiale illuminata da tanti faretti colorati, strutture di vetro e acciaio che ricordano delle vele. All'interno negozi che vendono SCALO A DUBAI tantissimi oggetti il cui denominatore comune sembra essere l inutilità degli stessi, con una particolare preferenza per negozi con orologi di marca e profumerie. Finiamo assonnati da Starbucks per un caffè. Ilaria si prende un ottimo frapuccino alla fragola e tutti stanchi morti cerchiamo di riposarci un poco seduti ai tavolini della famosa pasticceria francese Paul in attesa del volo successivo. E' lì che ci raggiungono il professor Pier Luigi Sacco con la moglie Lorenza, i nostri nuovi compagni di viaggio. Il tempo allo scalo passa velocemente ed è già ora di prendere l aereo, sempre Emirates, sempre in tonalità rosa e lilla. Alla mia destra c'è sempre Ilaria e dalla parte del finestrino un simpatico africano che passa tutto il tempo del viaggio a pregare. Decolliamo, e il tempo passa diviso tra il dormiveglia e una serie di assaggi di cibo. La seconda cena del nostro viaggio è a base di cucina giapponese reinterpretata in chiave araba. Atterraggio. Nulla da dichiarare e finalmente alle 18,30 siamo a Narita! E DOPO QUASI 24 ORE DI VIAGGIO... SIAMO FINALMENTE ARRIVATE ALL'AEROPORTO DI NARITA!

8 TOKYO. Ci dirigiamo subito nei bagni del terminal giapponese. Ne rimaniamo letteralmente affascinate: water di ceramica intonsa decorati da piccoli tasti e un sottofondo musicale in filodiffusione. Finito di giocare in bagno andiamo a prendere lo shuttle che ci porta all aeroporto vero e proprio, dove, forniti i nostri autografi digitali alla dogana, ritiriamo le valigie che troviamo già in fila accanto al nastro trasportatore. Usciamo dalla zona del ritiro bagagli e incontriamo la moglie del professore, la nostra insostituibile guida, Kiyoko Oiwa. Ci presentiamo e andiamo a prendere il treno che ci accompagnerà all hotel. Un altra ora e mezza e un paio di cambi. Fortunatamente non c è tanta gente e riusciamo a sederci, sonnecchiamo distrutti. Giulia mi fa subito notare la pulizia che regna in quel treno indicandomi il pavimento. E davvero pulitissimo. Arriviamo ad Asakusa e appena usciamo dalla metropolitana mi risveglio dal torpore alla vista della città. Io e Lucia ci sediamo e iniziamo subito a scattare le prime foto. Siamo in un grande incrocio dove passano poche macchine e ci sono poche luci, solo qualche insegna luminosa in lontananza. Camminiamo verso l hotel su marciapiedi enormi, passiamo davanti a una serie di edifici non tanto alti - è strano che dica questo ma in fondo è proprio questa "normalità" a colpirmi. Un mini market illuminato ancora aperto con dentro gente in piedi a leggere manga è uno degli ultimi ricordi di quella prima notte. Continuiamo a camminare. Mi chiedo cosa sia questa linea gialla costituita da rotonde gibbosità che percorre il marciapiede dividendolo in due... forse una pista ciclabile. Dopo cinque minuti di passeggiata arriviamo ad un edificio alto una decina di piani: un'insegna campeggia sul tetto recitando qualcosa in ideogrammi blu elettrico. LE NOSTRE STANZE E IL NOSTRO HOTEL: IL TOYOKO INN DI ASAKUSA! RAGAZZE BENVENUTE AL TOYOKO INN DI ASAKUSA! La hall dell'albergo è sobria, con tavolini rotondi per la colazione e un bancone da cui una ragazza in divisa rosa e nera ci accoglie sorridente. Ordinatamente procediamo alla registrazione, alla foto tessera e al pagamento della stanza. Al gruppo tocca il quinto e il sesto piano. Ritiro le chiavi e mi lancio nell ascensore. Sono davvero stanca e ho bisogno di una doccia! L ascensore si apre a metà di un piano, vedo la moquette blu e le porte tutte in fila. In fondo è così in ogni hotel ma qui tutto appare più rigoroso. La mia stanza è la 510, tra Giulia e Lucia. Ho subito problemi con la serratura che si apre in senso opposto la nostra, ovvero un mezzo giro da

9 destra a sinistra, ma i miei problemi non finisco qui: la porta si apre verso di me e quindi mi ritrovo con le braccia contorte in un movimento che comprendeva il tirare la porta e il girare la chiave. Alla fine la nostra eroina (io, che a questo punto del viaggio e del racconto merito la terza persona) riesce ad entrare e la cameretta si rivela proprio carina! Un letto enorme con un piumone dalle tonalità pastello e una finestra con tende bianche, una scrivania con una piccola tv e un piccolo frigo bianco. Mi giro a sinistra e apro una porta: dietro un piccolo bagno, rialzato di una decina di centimetri da terra. A questo punto, apro la valigia e cerco l armadio... L armadio. Dov è l armadio? Nella stanza non c è. Apro la porta del bagno nella speranza di un vano segreto magari sfuggitomi in precedenza ma ahimè niente armadio. Giro nella stanza spaesata. Nella stanza non c'è traccia dell'armadio. Apro la porta e urlo per il corridoio: Ragazze ma non c è l armadio!. Nicole si affaccia due stanze più in là ridendo e mi conferma l assenza del contenitore dei miei sogni. Mi butto sul letto e lascio la valigia aperta sulla moquette. Doccia e pigiama.la camera, nonostante il piccolo inconveniente dell assenza del mobile per gli abiti,è veramente accogliente e il Toyoko Inn si rivela da subito un ottima sistemazione considerando anche il prezzo molto conveniente. Scrivo un messaggino ai miei per avvisarli del mio arrivo. Sono in quel di Tokyo e mi lascio sprofondare in un sonno stanco e adrenalinico con l'obiettivo di ignorare il fuso orario. Alice Sabato 2 ottobre 2010 L avventura ha inizio! di Sara N Guessan e Guendalina Dubbini Già dal nostro primo risveglio a Tokyo siamo rimaste colpite dall abisso che separa le nostre abitudini da quelle giapponesi: abbiamo detto addio a cornetto e cappuccino e abbiamo provato misteriose zuppe, insalate, frittate e involtini di riso. Dopo questa prima avventura ci siamo ritrovate alle 8.30 nella hall TOKYO WONDER SITE: IL RESIDENZIALE dell albergo, per partire alla scoperta D'ARTISTI DEDICATO ALLA PROMOZIONE del Tokyo Wonder Site, che si trova al DELLA CULTURA DAL CUORE DI TOKYO. centro del quartiere Shibuya.

10 Qui siamo state accolte dalla disponibilissima Direttrice Kayoko Iemura che ci ha presentato la storia e la struttura di questo istituto dedicato alla creazione e alla promozione dell arte contemporanea. TWS Shibuya opera in collaborazione con altre strutture culturali giapponesi ed internazionali, e si occupa della promozione di nuovi talenti provenienti da ogni parte del mondo, come abbiamo potuto ammirare dai cataloghi che ci sono stati offerti durante l incontro. Dopo una prima parte introduttiva, siamo stati DURANTE LA PRESENTAZIONE DI TOKYO WONDER SITE accompagnati a visitare il TWS Aoyama: Creator-in-Residence inaugurato nel In questa sede viene offerta agli artisti di ogni genere e nazionalità la possibilità di proseguire le proprie ricerche creative e lavorare confrontandosi con altre realtà artistiche. Qui abbiamo ammirato le camere, davvero confortevoli e spaziose, e le aree comuni quali le cucine, i bagni e i salotti. In seguito ci siamo spostati verso le aree espositive, dove abbiamo potuto ammirare le opere di diversi artisti per lo più di video arte. Appena uscite dall edificio ci siamo rese conto che la mattinata era volata ed era già ora di pranzo, che abbiamo trascorso gustando uno dei piatti giapponesi più famosi ed amati: il tempura. Questo piatto TIPICI PIATTI GIAPPONESI: tempura, zuppa di miso ha origini antichissime: nasce già nel XVI secolo, con l arrivo dei marinai portoghesi e dei missionari cristiani. Questa pietanza, a base di verdura e pesce fritti, deve il suo nome alla parola latina tempora con cui venivano indicati i quattro periodi all inizio di ogni stagione durante i quali i cristiani si astenevano dal cibarsi di carne per tre giorni (mercoledì, venerdì e sabato) e si dedicavano alla preghiera. Usciti dal ristorante ci siamo riuniti di fronte alla statua di Hachiko. LA FAMOSA STATUA DEDICATA AL CANE HACHIKO Questo cane, diventato famoso in Occidente solo recentemente grazie all omonimo film con Richard Gere, è sempre stato molto amato in Giappone grazie alla commovente storia di cui è

11 stato protagonista. Ci basti pensare che la sua morte venne riportata su tutte le prime pagine dei giornali, venne dichiarato un giorno di lutto e raccolti contributi in tutto il paese per rendere memoria al cane che aveva conquistato i cuori della nazione. Siamo quindi partite alla scoperta del quartiere amatissimo dalle fashion victims d oriente, dove abbiamo potuto osservare una vastità infinita di stili nell abbigliamento. Particolarissimo Shibuya 109, un palazzo alto 8 piani che ospita solo negozi di abbigliamento, da sempre fonte d ispirazione per gli stilisti. Da SHIBUYA 109: L'ECCENTRICO CENTRO COMMERCIALE NEL CUORE DI SHIBUYA, IL QUARTIERE DELLA MODA E DEI GIOVANI sottolineare come questo sia il territorio d eccellenza per le nostre ricerche sulle industrie culturali e creative. I negozi sono destinati ad un pubblico esclusivamente femminile e all ultimo piano, dove ci sono una decina di ristoranti, è possibile trovare un rifugio dalla confusione e dalla frenesia che caratterizza questo incredibile edificio. Dopo una passeggiata per il quartiere, giunti ormai all ora di cena, siamo andati ad assaggiare il più diffuso tra i piatti giapponesi all estero: il sushi. Una pietanza a base di riso cotto condito con aceto di riso, zucchero e sale, combinato con pesce, alghe, vegetali o uova; con un ripieno che può essere crudo, cotto o marinato, anche servito disperso in una ciotola di riso (chirashi), arrotolato in una striscia di alga, disposto in rotoli IL MITICO E GUSTOSO SUSHI di riso o inserito in una piccola tasca di tofu. A stomaco pieno, conclusa la nostra prima e faticosa giornata a Tokyo ci siamo recati in Hotel per riposarci in vista dell altrettanto intensa giornata successiva. Sara e Guendalina TOKYO WONDER SITE Tokyo Wonder Site, ovvero Istitute of Contemporary art and International Cultural Exchange, è una piattaforma creativa e comunicativa per i giovani artisti emergenti di Tokyo. Qui gli artisti vengono seguiti passo dopo passo nella loro affermazione e consolidamento del proprio lavoro. Oltre che

12 essere il trampolino di lancio per i nuovi artisti giapponesi, offre un vasto programma di scambi culturali nel mondo. Attraverso un concorso a livello nazionale si scelgono 12 talenti ogni anno (per l anno 2010, esporranno mensilmente nella National City Hall le loro opere, insieme a quelle di altri artisti emergenti provenienti da paesi stranieri. Molto spesso questi lavori sono collocati nelle piazze o nelle strade limitrofe alla sede del Tokyo Wonder Site, cosicché camminando per strada le persone possano avere un contatto diretto con i nuovi talenti della contemporaneità. L associazione, attraverso un residency program, offre un enorme opportunità agli artisti stranieri che hanno bisogno di uno spazio privato in cui vivere e creare, restando sempre in contatto con gli altri giovani. A questo proposito vengono forniti alloggi e appartamenti totalmente gratuiti, i quali vengono assegnati secondo le potenzialità che i membri del board vedono nella creatività dei lavori prodotti dall artista. Il residence è aperto a personalità creative di ogni genere: architetti, musicisti, designer. RESIDENCE PROGRAM: VANO DI UN APPARTAMENTO TIPO ASSEGNABILE A GIOVANI ARTISTI La piattaforma è caratterizzata da vari progetti diversi tra loro; uno tra i più importanti è sicuramente Creative dialogue and commitment to the environment, che si occupa della difesa e salvaguardia dell ambiente e alcuni artisti hanno deciso di realizzare dei cicli di opere orientate su questo tema. Uno tra tutti è il brasiliano Vik Muniz, il quale realizza le sue opere utilizzando dei rifiuti, che recupera nelle discariche e il ricavato della vendita delle stesse è devoluto in beneficenza. Strettamente connesso a tale iniziativa è il New creation educational program, che vede coinvolte anche le altre università ed ha a cuore il problema della salvaguardia dell acqua. SHIBUYA Shibuya è uno dei 23 quartieri di Tokyo. E senza dubbio una delle zone più dinamiche della città, nonchè fulcro di sviluppo della cultura giovanile giapponese che contribuisce a diffondere un immagine del Giappone quale punto d incontro tra moda e innovazione stilistica. Il quartiere rappresenta la cultura cosiddetta meno ufficiale ma che in realtà non può essere sottovalutata in quanto è l anima pulsante dell universo giovanile nipponico. Shibuya è illuminata da megaschermi pubblicitari e ovunque si indirizzi lo sguardo ci si trova sommersi da negozi con abiti all ultimo grido, luci e suoni. UNO SCORCIO DI SHIBUYA Essendo il punto di maggior interesse per i seguaci della

13 moda di tutto il mondo, Shibuya e i suoi centri commerciali sono stati spesso fonte d ispirazione anche per famosi stilisti. Uno tra i più famosi è SHIBUYA 109. Il palazzo, che aprì nell Aprile del 1979, si trova nel cuore del quartiere vicino alla stazione della metropolitana. La sua costruzione si deve all architetto Minoru Takeyama, che progettò l edificio come una sorta di Fashion Community", il cui compito era quello di ospitare piccoli negozi per le fashion victims dai 13 ai 30 anni. Il nome del centro commerciale, 109, deriva dagli ideogrammi giapponesi che rispettivamente formano il nome di Tokyu, ovvero il proprietario dello stabile. Il centro commerciale si presenta come una struttura moderna suddivisa in 8 piani, in cui si distribuiscono senza sosta piccoli negozi di vestiti dai tipici marchi giapponesi appartenenti alla cultura kogal, per lo più sconosciuti a noi occidentali. Questo modo di vestire segue la regola d indossare ad esempio stivali alti, minigonne vertiginose, abbondante make-up, capelli rigorosamente tinti, abbronzature innaturali e accessori appariscenti, il tutto accompagnato da lunghissime unghie stravaganti. Insomma, uno stile che non può di certo passare inosservato. RAGAZZE CONVERSANO DAVANTI ALL ENTRATA DEL CENTRO COMMERCIALE SHIBUYA 109 Questa zona è tuttavia famosa anche per la presenza di una curiosa statua posta proprio di fronte all uscita della metropolitana: la statua di Hachiko. Intorno al 1920 il professore Hidesamuroh Ueno, docente all'università di Tokyo aveva un cane di razza Akita, che si chiamava Hachiko (vero nome Hachi, il suffisso "ko" è un termine affettivo), il quale ogni mattina lo accompagnava alla stazione di Shibuya, ed ogni sera lo attendeva per tornare a casa. Un giorno, mentre si trovava all'università, il Professore fu colpito da infarto, e morì. Hachiko, inconsapevole della morte del padrone, continuò a recarsi ogni sera alla stazione per aspettare il suo ritorno per dieci anni, fino al giorno della sua morte. Ben presto la storia del fedelissimo Hachiko si diffuse in tutto il Giappone, e per ricordare la sua fedeltà, nel 1934, l'artista Toru Ando costruì una statua, esattamente nel punto in cui Hachiko aveva atteso per tanto tempo il suo padrone. La statua che si trova a Shibuya ora, non è l'originale (perduta a causa del secondo conflitto mondiale), ma una copia creata dal figlio dell'artista, Takeshi, nel 1948.

14 Domenica 3 ottobre 2010 L arte prende il sopravvento di Federica Sandrelli Il secondo giorno a Tokyo lo abbiamo passato immersi nell'arte. La mattina, verso le 9, siamo partiti con la metropolitana e ci siamo diretti verso uno dei quartiere residenziali più affascinanti, Juyukaoka. Lì abbiamo girato a piedi e ci siamo immediatamente diretie alla famosa galleria d'arte contemporanea giapponese Art LA PICCOLA GALLERIA D'ARTE DI JIYUGAOKA NEL QUARTIERE RESIDENZIALE DI TOKYO Meter. La particolarità di Art Meter è rappresentata dal fatto che la commercializzazione delle opere d arte si fonda sulla misura della superficie delle stesse, espressa in valore per centimetro quadrato di dimensione dell opera. I prodotti artistici possono essere inoltre visionati, apprezzati e acquistati tramite il sito internet della galleria. Il prezzo finale delle opere verrà poi ricavato, oltre che dai centimetri, anche dal feedback che i compratori via web attribuiranno a transazione finita, a seconda del loro grado di soddisfazione. Tutto ciò ci permette di definire l operato di Art Meter come una delle più importanti forme odierne di democratizzazione dell arte, data l originalità della vendita CERAMICHE TIPICHE al centimetro (che permette di mantenere relativamente bassi i prezzi delle opere) e la possibilità di mettere in contatto compratori e produttori in maniera molto più facile grazie all utilizzo del web. Se poi si ha l occasione di soggiornare a Tokyo si possono vedere direttamente tutte le opere proposte via web nella sede della galleria da noi visitata e che presenta tra l altro un ingresso anch esso particolare: su di un prato campeggia il nome della galleria d'arte insieme ad una siepe potata a forma di giraffa. Lo spazio di fronte alla galleria diventa anche l area per la realizzazione di performance di artisti durante gli eventi annuali organizzati da Art Meter per il pubblico e la comunità del quartiere.

15 Abbiamo poi proseguito la nostra passeggiata fino all'incrocio successivo per recarci in un negozio di ceramiche tradizionali, dove vengono esposte anche le ceramiche acquistate dalla famiglia reale per il figlio, aventi come simbolo un pulcino. Tutto ciò che viene venduto è naturalmente prodotto artigianalmente. Tornando verso la metropolitana abbiamo incrociato altre botteghe, tra cui una di oggetti per la casa. Tra i regali più gettonati, lo zucchero da thè al gusto di ciliegia e rosa e zuccherini a forma di cuori colorati. Da lì abbiamo deciso di dirigerci verso il quartiere Harajuku, molto particolare e soprattutto famoso in L'INGRESSO DELLA STRADA PRICIPALE DI HARAJUKU: IL QUARTIERE PIU' TRASGRESSIVO DI TOKYO, FAMOSO PER LE COSPLAY E LE GOTHIC LOLITA tutto il mondo (viene citato, ad esempio, in una canzone di Gwen Stefani) per la sperimentazione estetica dell abbigliamento ed accessori indossati dalle persone che lo frequentano. E' una via di negozi che riflettono questi generi di culture emergenti, fatta eccezione per alcuni più di stile europeo o vintage. E un luogo sempre affollato e i negozianti, come a Shibuya 109, urlano per incitarti ad entrare nel loro negozio. Qualcosa che da noi non è molto comune, ma che fa parte della loro cultura. Girando tra negozi e vie laterali ci siamo imbattute più volte in ragazze e ragazzi detti Cosplay. I Cosplay sono ragazzi che si travestono come personaggi dei fumetti o manga. Con alcuni di loro siamo riuscite anche a fare delle foto, ma non era così semplice, molti di loro ci dicevano che non potevamo ritrarli facendoci il gesto del divieto (ottenuto incrociando le mani). Aspettando il professore e le altre UN ECCENTRICO RAGAZZO IN UN NEGOZIO DI HARAJUKU ragazze al punto di ritrovo stabilito abbiamo conosciuto tre ragazze giapponesi, molto carine, con cui abbiamo fatto delle foto. Infatti i giovani in generale sono molto curiosi di conoscere gente straniera e accettano volentieri di posare in una delle tue foto ricordo, nonostante la difficoltà di comunicazione. Infine, siamo andati a vedere il Design Festa Gallery. E' un complesso formato da due grandi edifici in cui agli artisti è data la possibilità di avere un proprio spazio per lavorare e vendere le produzioni artistiche, oltre a partecipare a tutte le iniziative collettive realizzate dal GIOVANI ARTISTI AL LAVORO AL RESIDENZIALE D'ARTISTI centro. Quando siamo arrivate

16 siamo state colpite da tre ragazzi che modellavano il vetro con una fiamma ossidrica ed insegnavano a chiunque lo richiedesse come farlo. Siamo entrate a guardare alcune esposizioni ed abbiamo incontrato molti artisti. Uscendo dal lato "sud" per dirigerci verso un'altra ala abbiamo incontrato alcune ragazze che ci hanno invitate al bar per farci vedere cosa avrebbero fatto. Era una performance in cui recitavano e ballavano alcune delle più famose canzoni di Michael Jackson. Le tre ragazze interagivano molto con il pubblico, spostandosi continuamente qua e là per il locale. In conclusione abbiamo visto altre due esposizioni di quadri. Uscite da lì siamo andate a cena fuori passando per un altro quartiere, quello dell'alta moda di Omotesando e siamo tornate in hotel pronte per una nuova giornata. Federica HARAJUKU Anche Harajuku è una tappa fondamentale nel viaggio alla scoperta di Tokyo. L'area è nota per essere un punto focale per le tendenze giovanili estremamente innovative. Vi sono due principali strade dello shopping: Takeshita ed Omotesandō. La prima presenta soprattutto piccoli negozi che vendono articoli di abbigliamento ed accessori di stile gothic lolita, visual kei, rockabilly, punk, oltre a innumerevoli punti di ristorazione take-away. Qui si viene completamente investiti da una folla di giovani e dalle urla dei commessi che attirano la clientela urlando KAWAIIIII!! ovvero carino, definizione data a questi caratteristici negozietti e alla loro merce. La seconda zona, invece, è ricca di negozi delle grandi firme come Louis Vuitton, Chanel, Prada, Tod's, ecc, tanto che questo viale di Omotesandō è ormai noto come gli "Champs-Élysées di Tokyo". UNA RAGAZZA VESTITA DA COSPLAY Fino al 2004, un lato della strada era occupato dalla Dōjunkai Aoyama Apartments, un complesso di appartamenti in stile Bauhaus costruito nel 1927 dopo il grande terremoto di Kantō del Nel 2006 questi edifici sono stati sostituiti dalla Mori Building con il centro commerciale Omotesando Hills. Qui i vari edifici ospitano numerose boutiques all avanguardia, veri e propri castelli dei desideri per donne e uomini. Tutto ciò ha contribuito a rendere questo quartiere un area elegante e di lusso in cui gli affitti per le case sono i più alti di tutta Tokyo. GIOVANI A PASSEGGIO IN TAKESHITA STREET

17 DESIGN FESTA Un luogo di spiccato interesse per i sostenitori dell arte per tutti è il Design Festa, una galleria d'arte aperta a giovani artisti e designer giapponesi o stranieri. Due volte all' anno nel periodo estivo, inoltre, la galleria si trasforma in un evento spettacolare, adibendo la zona residenziale e i suoi piccoli appartamenti a luoghi di esposizione. La nostra esperienza del Design Festa è stata altamente positiva e abbiamo avuto l opportunità di assistere ad un workshop sulla lavorazione del vetro e ad una performance di teatro-danza in cui tre ballerine si LA DESIGN FESTA GALLERY esibivano direttamente in mezzo al pubblico, incitandolo a prendere parte allo sketch comico messo in scena. Il Festival del Design può essere riassunto così: la possibilità di vedere le più disparate discipline artistiche e incontrarne i creatori. Dalle live-performace alla danza, dalla musica ai film, dalla live-painting ai piccoli manufatti artigianali, tutto in un unico luogo in cui l operazione artistica avviene sotto gli occhi incuriositi del pubblico. UNA LIVE PERFORMANCE ALLA DESIGN FESTA GALLERY Lunedì 4 ottobre 2010 Un viaggio nel tempo: tradizione e tecnologia si incontrano di Glenda Giussani Lunedì 4 Ottobre siamo andati a Ginza, il quartiere noto per i suoi alti grattacieli interamente dedicati alla moda e al lusso con diverse boutiques, centri commerciali, ristoranti e caffè. Questa è la zona più cara ed esclusiva della città, motivo per cui è diventata una famosa meta dove gli abitanti di Tokyo e dintorni amano trascorrere il week end tra le vetrine GINZA STREET dei negozi di rinomati brand come Montblanc, Bulgari, Prada, Chanel, Tiffany e naturalmente importantissime marche nipponiche come Comme des Garçons. Da non perdere il Wakō Department Store: un grande negozio di beni di lusso costruito nel 1932 e famoso per la Torre dell'orologio, considerata il simbolo di Ginza; il Palazzo della Sony: undici piani degli oggetti elettronici più all'avanguardia; l Apple Store: sette piani di tutti i prodotti della famosa

18 . azienda americana e un teatro in cui hanno luogo le presentazioni delle novità Apple. Dopo una breve pausa pranzo, ci siamo recati al Palazzo Imperiale, nel quartiere Chiyoda nei pressi della stazione centrale di Tokyo. Il Palazzo è l'attuale residenza ufficiale dell'imperatore e della sua famiglia. Esso si trova immerso in un vasto parco dove sorgono diversi edifici, tra cui il palazzo IL PALAZZO REALE LA TORRE FUJIMI-YAGURA Kyūden dove abita tuttora la famiglia imperiale. Il palazzo e i suoi giardini, che si estendono per circa 7,41 km², sono considerati il cuore e l'anima di Tokyo. Una volta arrivati al Palazzo siamo stati dotati di audio guide e dopo una breve presentazione (in giapponese) ci siamo avviati lungo i giardini, accompagnati dalle numerose guardie che chiedevano un ordine rigoroso (file da quattro persone l una) e silenzio per non disturbare i residenti. Dopo aver visitato i giardini e gli edifici della residenza imperiale, ci siamo recati ad Akihabara, non IL PALAZZO REALE: IL FUJIMI-YAGURA lontano dal centro di Tokyo. Conosciuta anche come Akihabra Eletric Town, il quartiere della tecnologia: edifici e grattacieli che offrono tutte le novità tecnologiche, ricoperti da pubblicità multicolor e immersi in strade che appaiono come un gran mix di luci e suoni. Siamo entrati nel palazzo Yodobashi Akiba, il più grande negozio di elettronica, ovvero nove piani di ogni genere di televisori, fotocamere, telecamere, computer, telefonia nonché un vastissimo assortimento di manga e fumetti di ogni genere. Siamo rimaste infatti molto colpite dalla minuzia nell offerta: qualsiasi prodotto appartenente a questi generi lì si poteva trovare. CARTELLONE PUBBLICITARIO CON DISEGNI MANGA A fine giornata ci siamo avviati verso Asakusa, la zona del nostro albergo. Cena ed una passeggiata tra le luci delle lanterne del tempio di Asakusa, e poi a letto, pronte per un'altra intensa giornata. Glenda

19 GINZA GRATTACIELO IN GINZA STREET Ginza è un distretto del quartiere Chūō, Tokyo. Si presenta come un area commerciale di lusso, con grandi boutiques e diversi ristoranti. Il nome del quartiere deriva da Gin (argento), in quanto proprio in quest'area venne stabilita, nel 1612, durante il Periodo Edo, la zecca del conio dell'argento. La moderna Ginza sorge nel 1872 quando, a seguito di un terribile incendio, il distretto fu ricostruito a partire da alcuni edifici in stile georgiano progettati dall'architetto irlandese Thomas Waters. Di questi edifici in stile europeo oggi non rimangono che pochi esemplari come il palazzo che ospita la sede dei grandi magazzini Wakō. Vista da uno straniero, la zona richiama molto un tipico quartiere di shopping all occidentale, data l alta concentrazione di firme come H&M, Zara, Abercrombie & Fitch, Sephora, ecc. Ciò che colpisce, però, è l accuratezza e il design dei negozi che sono più ampi rispetto a quelli europei e dislocati su svariati piani. Anche le vetrine attirano molto l attenzione grazie alle idee innovative utilizzate per esporre il prodotto, come ad esempio il grande viso di donna realizzato interamente in carta che troneggia dalle vetrine di Sephora, noto brand di cosmetici. PALAZZO IMPERIALE Il Palazzo Imperiale di Tokyo è la residenza ufficiale dell'imperatore del Giappone. Il complesso residenziale di oggi, che sorge sulle fondamenta del vecchio palazzo di epoca Edo, è stato costruito nel 1968 dopo un incendio che ha totalmente distrutto la residenza dell epoca della Restaurazione Meiji del 1868, quando l imperatore Meiji si spostò da Kyoto per stabilire la capitale, e sede del suo governo, a Tokyo. A causa degli incendi e dei terremoti avvenuti durante il periodo Meiji il palazzo mutò il suo aspetto, con la sostituzione significativa dei ponti in legno con altri in pietra e ferro. L'architettura del palazzo venne completamente ridisegnata seguendo lo stile nazionale negli esterni. La notte del 25 maggio 1945 gran parte del palazzo venne distrutto dai bombardamenti nel corso della seconda guerra mondiale, per essere poi ricostruita negli anni seguenti. Il Palazzo Imperiale è ancora oggi circondato dal fossato originale. Porte imponenti e antiche torri di guardia appaiono sul muro di cinta a intervalli regolari. Il Nijubashi, un elegante ponte a due archi conduce all ingresso principale. Il Giardino Orientale ospita diverse varietà di fiori che abbelliscono il giardino in ogni stagione, offrendo al visitatore un atmosfera di relax ideale. Il Palazzo è inserito all'interno di un vasto parco situato nel quartiere centrale di Chiyoda, vicino alla stazione di Tokyo. All'interno del complesso sorgono diverse strutture tra cui: - Il palazzo Kyūden, residenza privata della famiglia imperiale costruita in ferro e composta da sette diversi edifici non visitabili però dai turisti per ovvi motivi di riservatezza. - Fujimi-yagura, una torre arroccata sopra un pendio che in passato consentiva alle guardie di vedere ciò che accadeva al di fuori del palazzo e dare quindi l allarme in caso di pericolo.

20 Ora la torre è ciò che resta dell antico castello del periodo Edo e si dice che da qui, nei giorni tersi e assolati, si possa scorgere la sagoma del monte Fuji. - Hausuikebori, consiste in una vasca d acqua interamente ricoperta da fiori di loto. Esso ha una doppia funzione, decorativa e di difesa, poiché non è altro che uno strapiombo affiancato da ripide mura difficili da scalare. - Kyunden Totei Plaza, edificio di rappresentanza dal quale si affaccia solitamente l imperatore in occasione del primo dell anno o del suo compleanno per salutare la nazione. AKIHABARA Conosciuta anche come Akihabara Electric Town, è famosa soprattutto per la sua grande concentrazione di negozi che vendono tutti i tipi di apparecchi elettronici, anime e videogiochi. Probabilmente è la più vasta area di vendita del mondo per beni elettronici e computer, siano essi nuovi che usati. Il materiale nuovo si può trovare negli stores della strada principale, la Chou Dori, mentre l'usato di tutti i tipi (software, hardware e altro) si può trovare nelle vie sul retro. Parti di ricambio nuove per gli amanti del fai-da-te sono facilmente disponibili in molti negozi. Attrezzi, parti elettriche, cavi, videocamere ed altro si possono trovare nei minuscoli corridoi della Soto Kanda 1 chome. I turisti stranieri tendono a visitare i grandi negozi vicino alla stazione, mentre gli abitanti locali sanno dove ottenere una varietà di scelta e di prezzi migliore allontanandosi dalla stazione. Oltre che per gli appassionati di elettronica è anche una miniera per gli appassionati di anime: qui si trovano numerosi negozi dove si possono acquistare anime, manga, dōjinshi, OST (Original Sound Track, cd contenenti tutte le musiche usate in un particolare anime), action figure, costumi per il cosplay, e locali tematici come i maid café. Come per i negozi di elettronica, si può andare da negozi multipiano (come il famoso Mandarake) a piccoli negozi specializzati. LOCALE CON IL NOME DI UN FAMOSO MANGA

UN ISOLA DOVE L OCCIDENTE E IL MODERNO SI FONDE CON ANTICHE TRADIZIONI E UNA CULTURA SQUISITAMENTE ZEN. L ARCIPELAGO NIPPONICO OFFRE UNO STUPENDIO

UN ISOLA DOVE L OCCIDENTE E IL MODERNO SI FONDE CON ANTICHE TRADIZIONI E UNA CULTURA SQUISITAMENTE ZEN. L ARCIPELAGO NIPPONICO OFFRE UNO STUPENDIO UN ISOLA DOVE L OCCIDENTE E IL MODERNO SI FONDE CON ANTICHE TRADIZIONI E UNA CULTURA SQUISITAMENTE ZEN. L ARCIPELAGO NIPPONICO OFFRE UNO STUPENDIO CONNUBBIO TRA CULTURA, MODA E BELLEZZE NATURALI SENZA

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

GRAN TOUR DEL GIAPPONE

GRAN TOUR DEL GIAPPONE GRAN TOUR DEL GIAPPONE LE TRE CAPITALI DEL SOL LEVANTE TOUR DI GRUPPO IN NOSTRA ESCLUSIVA CON ACCOMPAGNATORE DALL ITALIA E GUIDE LOCALI PARLANTI ITALIANO Programma: 1 giorno 18/04: Malpensa-Tokyo Incontro

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

L ambiente in cui vivi

L ambiente in cui vivi L ambiente in cui vivi 1. Cosa vorresti fare da grande? (indica per esteso il lavoro che ti piacerebbe fare) 2. Potendo scegliere, cosa ti piacerebbe diventare? (1 sola risposta) Un divo televisivo o del

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Sommario. Introduzione. Home Sweet Home. Le immagini dell arredo. Lavori in corso. Comprare casa Per ristrutturare Affittare casa I consigli di Paola

Sommario. Introduzione. Home Sweet Home. Le immagini dell arredo. Lavori in corso. Comprare casa Per ristrutturare Affittare casa I consigli di Paola Paola Marella Sommario Introduzione Home Sweet Home Comprare casa Per ristrutturare Affittare casa Le immagini dell arredo Le forme dell arredo Dalla fine dell 800 ai primi del 900 Gli anni 50 Gli anni

Dettagli

PROGETTO COMENIUS 4-10 NOVEMBRE 2012: HALLE.

PROGETTO COMENIUS 4-10 NOVEMBRE 2012: HALLE. PROGETTO COMENIUS 4-10 NOVEMBRE 2012: HALLE. Domenica 4 Novembre Il tanto atteso giorno era finalmente arrivato! Dopo il viaggio in macchina fino all aeroporto, eravamo pronte per intraprendere questa

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

LE TRE CAPITALI DEL SOL LEVANTE

LE TRE CAPITALI DEL SOL LEVANTE LE TRE CAPITALI DEL SOL LEVANTE TOUR DI GRUPPO IN NOSTRA ESCLUSIVA CON ACCOMPAGNATORE DALL ITALIA CON GUIDE LOCALI PARLANTI ITALIANO SPOSTAMENTI CON AUTISTA PRIVATO INCLUSI Programma: 1 giorno: Tokyo Arrivo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Giugno 2010 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Budget JAPAN. PRANZO (cucina giapponese). - pomeriggio libero a disposizione - CENA (cucina occidentale).

Budget JAPAN. PRANZO (cucina giapponese). - pomeriggio libero a disposizione - CENA (cucina occidentale). Budget JAPAN giorno 1 : Arrivo a TOKYO (aeroporto di Narita oppure Haneda). Incontro con guida locale parlante italiano per un cordiale BENVENUTO. INTRODUZIONE sul Giappone durante trasferimento con pullman

Dettagli

Cari genitori, solo poche righe di diario su quello che hanno fatto i vostri figli nella settimana di campo/collegiale:

Cari genitori, solo poche righe di diario su quello che hanno fatto i vostri figli nella settimana di campo/collegiale: Cari genitori, solo poche righe di diario su quello che hanno fatto i vostri figli nella settimana di campo/collegiale: PRIMA SETTIMANA "Ho cercato di alternare momenti strutturati a momenti liberi...la

Dettagli

STILE CLASSICO STILE MODERNO

STILE CLASSICO STILE MODERNO IL PROGETTO Nel cuore del centro di Torino, con la sua ricca storia, boutique eleganti, ristoranti e bar storici, strade pedonali, abitare al 222 offre una qualità di vita senza pari, paragonabile a quella

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città Genus Bononiae per le Scuole - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città I Sevizi educativi di Genus Bononiae. Musei nella Città hanno elaborato per l anno scolastico 2015-2016 una nuova offerta

Dettagli

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi Edizioni Disegni: Maria Elisa Cavandoli Copertina: Fabiano Fedi contributi alla seconda edizione: Fabrizio Carletti I edizione: 1998 ed. Creativ,

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

2011_01 CAPODANNO BARCELLONA.doc by adriano

2011_01 CAPODANNO BARCELLONA.doc by adriano CAPODANNO IN CAMPER 30/31 DICEMBRE 2010 1/2/3/4/5 GENNAIO 2011 BARCELLONA - BARCELLONA - - AVIGNONE - 1 PROPOSTA DI VIAGGIO GIOVEDI 30 DICEMBRE: Partenza dopo pranzo (ore 15.00) Sosta e cena a Ventimiglia

Dettagli

MEETING PLANNER. Living Place Hotel, Bologna PRO.. MICE

MEETING PLANNER. Living Place Hotel, Bologna PRO.. MICE MEETING PLANNER Living Place Hotel, Bologna PRO.. MICE BENVENUTI Situato in posizione strategica, alle porte del centro di Bologna e a 1 Km dall uscita della A14, questo moderno 4 stelle sorge alle porte

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

LA FOLLE IDEA DI JOHN LA BANDITA. Una casa, un rifugio, un sogno inseguito e infine realizzato. Dalla folle idea di John Voigtmann nasce La Bandita.

LA FOLLE IDEA DI JOHN LA BANDITA. Una casa, un rifugio, un sogno inseguito e infine realizzato. Dalla folle idea di John Voigtmann nasce La Bandita. IL CASALE LA BANDITA Una casa, un rifugio, un sogno inseguito e infine realizzato. Dalla folle idea di John Voigtmann nasce La Bandita. Testo di Barbara Medici - Foto: Rick Lew - John Voigtmann LA FOLLE

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

GIAPPONE EXPRESS Tra Tecnologia e Tradizione

GIAPPONE EXPRESS Tra Tecnologia e Tradizione GIAPPONE EXPRESS Tra Tecnologia e Tradizione www.viaggigiovani.it/ info@viaggigiovani.it www.volcanohub.com info@volcanohub.com ITINERARIO Giorno 1 MILANO MALPENSA OSAKA Volo per Osaka da Milano. Notte

Dettagli

LONDRA. 23-27 Maggio 2012

LONDRA. 23-27 Maggio 2012 LONDRA 23-27 Maggio 2012 Il 23 maggio alle ore 11 prendiamo l aereo che da Pisa ci porta a Londra all aeroporto di Luton. Inizia così il nostro primo viaggio a Londra. Alle 13 atterriamo, sbrighiamo velocemente

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

TOUR CULTURALE A LONDRA

TOUR CULTURALE A LONDRA TOUR CULTURALE A LONDRA Che il sogno abbia inizio... DESTINAZIONE LONDRA Londra è la capitale e la maggiore città del Regno Unito e dell'inghilterra ed è situata nella parte meridionale della Gran Bretagna.

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

SPECIALE TENDENZE LIFESTYLE

SPECIALE TENDENZE LIFESTYLE 48 del 30 novembre 2012 con Teleradio 2 8 dicembre SPECIALE TENDENZE & LIFESTYLE CORRIERE DEL TICINO LAREGIONETICINO TESSINER ZEITUNG CHF 3. UNA STORIA DI MODA testo e fotografie di Peter Keller Due stiliste,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

PROGRAMMI RAFFINATI ED INNOVATIVI

PROGRAMMI RAFFINATI ED INNOVATIVI PROGRAMMI RAFFINATI ED INNOVATIVI La missione di Dionysus mira ad offrire un esperienza unica al cliente, realizzando tutti I suoi sogni, garantendo la qualità, la professionalità e l assistenza del nostro

Dettagli

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3)

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) 1. Completa il testo con gli articoli e le desinenze dei nomi e degli aggettivi. Le tendenze alimentari italiane. Quali sono le mode alimentari

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

INSIEME A LUPO ROSSO

INSIEME A LUPO ROSSO Istituto Comprensivo n.1 Bologna Anno Scolastico 2007-2008 Scuola dell'infanzia "Giovanni XXIII" INSIEME A LUPO ROSSO IMPARIAMO LE REGOLE DELLA STRADA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE GUIDATO DA SILVIA

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

A pesca di lucci in Svezia

A pesca di lucci in Svezia A pesca di lucci in Svezia Eccomi a raccontare una nuova esperienza di pesca..per chi non lo sapesse io sono nato in Svezia e quindi dopo diverse esperienze di pesca in giro per il mondo quest anno ho

Dettagli

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010).

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). ARRIETTY Per i più grandi. Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). Sotto il pavimento di una grande casa nella campagna di

Dettagli

La scuola d infanzia statale Villaggio Ina si presenta.

La scuola d infanzia statale Villaggio Ina si presenta. La scuola d infanzia statale Villaggio Ina si presenta. La scuola d infanzia statale Villaggio Ina fa parte dell Istituto Comprensivo di Pontelagoscuro.. E situata nel quartiere di Barco, nello stesso

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Scuola dell infanzia San Biagio Sez. E (aula gialla) Bambini destinatari:bambini di 4/5 anni scuola dell infanzia. Docente: Agata Costa

Scuola dell infanzia San Biagio Sez. E (aula gialla) Bambini destinatari:bambini di 4/5 anni scuola dell infanzia. Docente: Agata Costa Scuola dell infanzia San Biagio Sez. E (aula gialla) Bambini destinatari:bambini di 4/5 anni scuola dell infanzia. Docente: Agata Costa Laboratorio di attività aducativo -didattiche per: sensibilizzare

Dettagli

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com Online shopping & Conversion Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic I consumatori europei in cerca di ispirazione sui brand o sui prodotti da acquistare si rivolgono prima di tutto

Dettagli

15.04.2016 20.10.2018 NON È TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA UNA MOSTRA SPECIALE SU CONTRAFFAZIONI E PIRATERIA

15.04.2016 20.10.2018 NON È TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA UNA MOSTRA SPECIALE SU CONTRAFFAZIONI E PIRATERIA 15.04.2016 20.10.2018 NON È TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA UNA MOSTRA SPECIALE SU CONTRAFFAZIONI E PIRATERIA CARI VISITATORI, in passato il Museo delle dogane di Gandria è stato un vero ufficio doganale. I

Dettagli

MONUMENT VIAGGI affiliato GIRAMONDO

MONUMENT VIAGGI affiliato GIRAMONDO d MONUMENT VIAGGI affiliato GIRAMONDO Lista di Nozze Marta & Francesco 31 Luglio 17 Agosto La lista non è divisa in quote, guardate l'itinerario di seguito! MONUMENT VIAGGIaffiliato GIRAMONDO 31 LUGLIO:

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Le due diverse facce di Shanghai, la parte moderna del Pudong e la parte tradizionale tra mercati e case in

Le due diverse facce di Shanghai, la parte moderna del Pudong e la parte tradizionale tra mercati e case in Più volte ho provato a descrivere la realtà cinese, la frenetica realtà cinese, con il suo progresso e con il suo attaccamento alla tradizione, con i suoi colori e i suoi odori. Più volte ho provato e

Dettagli

Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio. Il nostro cesto

Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio. Il nostro cesto Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio Il nostro cesto Lo Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti, nato nel 2004, si trova a Roma-Municipio XII, in Via Laurentina, 748 ed è un servizio

Dettagli

una storia di solidità e sicurezza

una storia di solidità e sicurezza G. CASE viene fondata nel 1996 da persone provenienti da esperienze pluriennali nel settore edilizio, che sentivano l esigenza di realizzare un progetto autonomo nel settore immobiliare delle seconde case

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Nina Cinque. Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana! Edizioni Lefestevere

Nina Cinque. Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana! Edizioni Lefestevere Nina Cinque Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana! Edizioni Lefestevere TITOLO: FESTA DI COMPLEANNO PER BAMBINI: Guida pratica per organizzarla perfettamente in una sola settimana!

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo La Combriccola della Mezza Luna pae e di e nd r e illustrato da Ottavia Rizzo www.lacombriccoladellamezzaluna.it A quelli che sanno sognare, perché non debbano mai smettere. A quelli che non sanno sognare,

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme!

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Giugno 2015 Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera DIVERSITÀ E AMICIZIA Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Diversità e amicizia: questi i due temi della festa

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma)

Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana. Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane. Guidonia (Roma) Istituto d Istruzione Superiore E. Majorana Liceo Linguistico, Scientifico e delle Scienze Umane Guidonia (Roma) GEMELLAGGIO LICEO MAJORANA (GUIDONIA) - MARCQ INSTITUTION (LILLE) RELAZIONE VIAGGIO D ISTRUZIONE

Dettagli

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2 Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 1 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

Proposte didattiche A. S. 2009-2010

Proposte didattiche A. S. 2009-2010 Proposte didattiche A. S. 2009-2010 2010 La cooperativa Altrospazio AltroSpazio sorge dalla cooperativa Spaccio Acli A. Grandi nata nel 1949 a Lainate. La prima Bottega del Mondo di AltroSpazio apre a

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Allegato 2 Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Il progetto è stato modificato rispetto alla griglia di progettazione presentata a giugno. Il tempo che è stato possibile

Dettagli

Decreto Legislativo stabilisce come valido. con la responsabilità di. catalogazione con un cartello

Decreto Legislativo stabilisce come valido. con la responsabilità di. catalogazione con un cartello Unità 10 La segnaletica di sicurezza CHIAVI In questa unità imparerai: a leggere testi in cui si parla di sicurezza sul lavoro a conoscere parole relative alla segnaletica di sicurezza negli ambienti di

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO - DIDATTICO

PROGETTO EDUCATIVO - DIDATTICO Scuola dell Infanzia Paritaria Istituto Sacro Cuore Via Solferino 16-28100 Novara Tel. 0321/623289 - Fax. 0321/331244 In internet: www.scuolesacrocuore.it - E mail: novara@scuolesacrocuore.it PROGETTO

Dettagli

Scienzabile. inclusione e gioco tra scienza e disabilità

Scienzabile. inclusione e gioco tra scienza e disabilità Scienzabile inclusione e gioco tra scienza e disabilità Un progetto di Sostenuto da Scienzabile Gentile insegnante, benvenuto in Scienzabile. Per favorire l inclusione del bambino con disabilità nella

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire:

E ora, col cuore leggero per lo scampato pericolo, andiamo ad approfondire, e a scoprire: di Pier Francesco Piccolomini 1 Dopo aver spiegato come si accende il computer e come si usano mouse e tastiera, con questa terza puntata della nostra guida entriamo trionfalmente all interno del PC, dove

Dettagli

FRANCIA SOGGIORNI STUDIO

FRANCIA SOGGIORNI STUDIO SOGGIORNI STUDIO FRANCIA CANNES Dislocata sulla costa delle Alpi Marittime. E conosciuta in tutto il mondo per il tappeto rosso del Festival del cinema. Si trova sulla Cote d Azur, caratterizzata dal clima

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Lago Maggiore da Arona a Locarno La riva sinistra del lago. Dal 8 al 15 Settembre 2014

Lago Maggiore da Arona a Locarno La riva sinistra del lago. Dal 8 al 15 Settembre 2014 Lago Maggiore da Arona a Locarno La riva sinistra del lago Dal 8 al 15 Settembre 2014 EQUIPAGGIO : STEFANO E DANIELA CON CANE ARTURO 8 SETTEMBRE 2014- FIRENZE - SIRMIONE Partenza nel primo pomeriggio da

Dettagli

UN ANNO E NON SENTIRLO

UN ANNO E NON SENTIRLO UN ANNO E NON SENTIRLO Appena conclusi i festeggiamenti per il ns. primo anno d attività abbiamo pensato a Voi e Vi segnaliamo questa bella opportunità per visitare la meravigliosa città di Venezia, la

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

FESTEGGIA IL FINE ANNO A MILANO E VOLA A NEW YORK. Dal 31 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017 7 giorni - 5 notti IN COLLABORAZIONE CON:

FESTEGGIA IL FINE ANNO A MILANO E VOLA A NEW YORK. Dal 31 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017 7 giorni - 5 notti IN COLLABORAZIONE CON: FESTEGGIA IL FINE ANNO A MILANO E VOLA A NEW YORK Dal 31 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017 7 giorni - 5 notti IN COLLABORAZIONE CON: PROGRAMMA 1 GIORNO Sabato 31 Dicembre 2016 VALDARNO - MILANO Ritrovo dei

Dettagli

Campus L Infinito si avvale quindi di un insegnamento originale ed esclusivo, con strumenti, tecniche e modalità all avanguardia.

Campus L Infinito si avvale quindi di un insegnamento originale ed esclusivo, con strumenti, tecniche e modalità all avanguardia. ITALIANO La scuola Nel cuore di Recanati, una delle cittadine più celebri e affascinanti del centro Italia, nasce la scuola di italiano per stranieri Campus L Infinito, un esperienza unica di immersione

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Guida didattica all unità 4 La città in festa

Guida didattica all unità 4 La città in festa Destinazione Italiano Livello 2 Guida didattica all unità 4 La città in festa 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che

Dettagli