Cerro. notizie. Inaugurato il Centro Ginetta Colombo. Una cerrese da Papa Francesco. Traiettorie sonore gli appuntamenti di Natale Pag.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cerro. notizie. Inaugurato il Centro Ginetta Colombo. Una cerrese da Papa Francesco. Traiettorie sonore gli appuntamenti di Natale Pag."

Transcript

1 Inaugurato il Centro Ginetta Colombo Pag. 6 Una cerrese da Papa Francesco Pag. 10 Cerro Periodico a cura dell Amministrazione comunale Anno 19 - Numero 4 Dicembre 2013 notizie Traiettorie sonore gli appuntamenti di Natale Pag. 4 Cerro Maggiore capofila contro la violenza sulle donne Pag. 8 Il Parco dei Mughetti Muove i primi passi Pag. 19

2 pagina 2 Sommario Cultura Pronto l Anita Bollati Pag. 5 Sociale Giornata contro la Violenza sulle donne Pag. 7 Scuola Attività e iniziative Pagg. 11 e 12 Sport Cerresi vincenti Pag. 12 Biblioteca La nuova sala di lettura e ascolto Pag. 14 Protezione civile Premiazione in Provincia Pag. 16 Commercio Onoranze funebri cerrese di Merigo Pag. 18 Urbanistica e ambiente Nuovo regolamento edilizio e i successi del Paese Pagg. 20 e 21 dal Comune Cerresi premiati Le cerimonie, prossime e trascorse, che premiamo i nostri concittadini che si sono distinti per la loro attività a favore degli altri Due maestri del lavoro Il 1 maggio scorso il capo dello Stato, presidente Giorgio Napolitano, ha conferito a Marco Musazzi e Fausto Enrico Sagredini l onorificenza di Maestri del Lavoro d Italia. I due cerresi sono stati decorati con la Stella al Merito, per essersi particolarmente distinti per singolari meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale. Ai nuovi MdL, il 27 ottobre 2013, presso la sede di Confindustria Alto Milanese a Legnano, è stata consegnata la Targa della Delegazione della Federazione Maestri del Lavoro d Italia. Giornate della Memoria e del Ricordo Anche quest anno l Assessorato all Istruzione e Cultura, nella persona dell Assessore Teresina Rossetti, ha scelto di celebrare la Giornata della Memoria e il Giorno del Ricordo con i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado di Cerro considerandoli i destinatari più importanti del messaggio per non dimenticare. Entrambe le iniziative saranno organizzate presso l auditorium comunale durante l orario scolastico, saranno anche aperte al pubblico 11ª Giornata della Riconoscenza Civica Il 20 dicembre, alle ore 21.00, presso la sala consiliare del Palazzo Comunale di Via San Carlo 17, si terrà la 11ª Giornata della Riconoscenza Civica. Durante la cerimonia saranno premiati: la famiglia Asperti (medaglia d argento); Claudio Croci (medaglia d oro alla memoria); Vincenzo Salese (attestato); Carlo Rotondi (attestato); Ornella Gottardi (attestato); William Bruce Laidlaw (medaglia d oro alla memoria); Pietro Giuseppe Croci (medaglia d oro); Associazione Centro Danza La Fenice (medaglia d argento); Filippo Ciminella (attestato); Raimonda Franzoni in Ortenzi (attestato); e Graziella Zecchini (medaglia d argento). Tutta la cittadinanza è invitata. Stella al merito sportivo È stata assegnata dal Coni a Pietro Giuseppe Croci la Stella al Merito Sportivo, e tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. Questo il programma: Giornata della Memoria, sabato 25 gennaio ore 11, Come una rana d inverno, Primo Levi. Reading letterario-musicale in cui le voci di tre attori si alterneranno tra letture, immagini, video e musiche dal vivo, raccontando le pagine più toccanti scritte da Primo Levi sulla Shoah. Giorno del Ricordo, venerdì 14 febbraio ore 11, Il Cerchio nessuno è innocente, Mise en èspace, per meriti dirigenziali. Croci, dirigente nazionale della Fibis (Federazione Italiana Biliardo Sportivo), ha durante la sua lunga carriera svolto numerosi incarichi, occupandosi in particolare di formazione andidoping. La cerimonia ufficiale di premiazione avverrà nei prossimi mesi. L arte culinaria cinese Martedì 14 gennaio e 4 febbraio, alle ore 20, si terranno due lezioni teoriche (senza prove di cucina), rispettivamente denominate: Alla scoperta del tè cinese e Sapori cinesi. L incontro sarà tenuto da un esperto madrelingua, che con l aiuto di diapositive spiegherà gli ingredienti, le preparazioni e i rituali della cucina cinese. La serata è aperta a tutti, anche a chi non segue il corso di cinese. Le iscrizioni si ricevono presso la biblioteca Oriana Fallaci. Per partecipare a entrambe le serate è previsto un contributo di 30 euro. rappresentazione in cui quattro personaggi, due italiani e due sloveni, mettono in scena le dinamiche e la tragedia delle Foibe. Entrambe le rappresentazioni saranno a cura dell Associazione di promozione sociale La Manifattura. In questi giorni l Amministrazione sta organizzando il consueto viaggio della Memoria, con le scuole e i rappresentanti dell Anpi. Per informazione e per adesioni Ufficio Cultura, da contattare da gennaio Inaugurato il Centro Ginetta Colombo Cerro Periodico a cura dell Amministrazione comunale Anno 19 - Numero 4 Dicembre 2013 Traiettorie sonore gli appuntamenti di Natale Pag. 4 Cerro Maggiore capofila contro la violenza sulle donne Pag. 8 Il Parco dei Mughetti Muove i primi passi Pag. 19 Pag. 6 Una cerrese da Papa Francesco Pag. 10 notizie Cerro notizie Periodico a cura dell Amministrazione comunale di Cerro Maggiore N 112 Reg. Tribunale del 16/3/77 chiuso in redazione il 25 novembre 2013 Direttore responsabile Antonio Lazzati Direttore editoriale Chiara Monticelli Consulenza editoriale, impaginazione grafica, fotolito e stampa Real/ Il Guado - Corbetta (MI) Tel Fax Consulenza giornalistica Stefano Ferri Segretaria di Redazione Nila Meraviglia Comitato di Redazione Membri: Elena Cozzi Doriano Dalla Paola, Guido Jaselli, Monia Marchiori, Elena Proverbio, Francesco Proverbio, Yoko Takada.

3 Editoriale del Sindaco pagina 3 Bilancio approvato. Ma che fatica! Il Sindaco Antonio Lazzati Il 27 novembre scorso il Comune di Cerro Maggiore ha approvato il bilancio di previsione 2013, il bilancio pluriennale e la relazione previsionale e programmatica. Anche al lettore più sbadato non può sfuggire la contraddizione palese tra la data di approvazione: il 27 novembre 2013 e il nome del provvedimento: bilancio di previsione Motivo di questo incredibile cortocircuito logico-temporale sono le criticità politiche ed economiche che hanno caratterizzato questo difficilissimo Le elezioni prima, le difficoltà nella formazione del governo e la debolezza intrinseca di una maggioranza tale solo nei numeri, hanno determinato un clima di incertezza terribile. Tutti ricordano il susseguirsi di dichiarazioni e prese di posizione riguardo l Imu, la Tares e in generale la grande difficoltà nella definizione delle linee economiche del governo. Al punto che, mentre scrivo queste poche righe, ancora in Consiglio dei Ministri si discute su dove reperire i fondi necessari. A questa incapacità decisionale si aggiunge un oggettiva scarsità di risorse disponibili e una crisi economica che tutti conosciamo. In questo clima, gli enti locali e soprattutto i Comuni - gli unici che vivono a stretto contatto con i cittadini - sono stati fortemente penalizzati. La mancata approvazione del bilancio di previsione (che di solito va in Consiglio nei primissimi mesi dell anno) ha privato il paese di un atto fondamentale per un amministrazione, poiché attraverso il bilancio si fanno le scelte contabilifinanziarie, per raggiungere gli obiettivi politici che si dà, di anno in anno, un amministrazione. Senza di esso, per legge, abbiamo dovuto operare sostanzialmente cercando di replicare alla cieca il bilancio dell anno precedente. Al punto che, in questa situazione, consideriamo un successo essere riusciti a mantenere i servizi esistenti, nonostante l incertezza dei trasferimenti, scesi ulteriormente di euro ,00 quest anno, e la certezza del calo delle entrate, come quelle derivanti dagli oneri di urbanizzazione, provocato dalla crisi dell edilizia. Permettetemi un altra osservazione: riguarda la cattiva consuetudine di utilizzare i Comuni come enti esattori. Mi riferisco per esempio ai 30 centesimi di euro su ogni metro quadro di abitazione inseriti nella Tares che vanno dritti nelle case dello Stato. Stesso discorso sull Imu: una quota che va direttamente a Roma. Si tratta a mio parere - e a parere di moltissimi sindaci italiani appartenenti a qualsiasi schieramento politico di un vero e proprio inganno: infatti, chi nella definizione di tassa comunale inserisce in realtà imposte statali, abusa del principio di democrazia, secondo il quale chi amministra è giudicato su ciò che fa, mentre chi è amministrato ha il diritto di esprimere il proprio giudizio sulla base di dati trasparenti. Così facendo l Amministratore locale risulta agli occhi della gente solo un gabelliere che agisce però a vantaggio dello Stato. È chiaro che questo, insieme ai vincoli dettati dal Patto di stabilità ai Comuni virtuosi (Cerro ha in cassa da diversi anni oltre 3 milioni e 300 mila euro che non può spendere) è tra i primi provvedimenti che un governo veramente attento al territorio dovrebbe prendere a difesa dell Ente locale. E doveroso elencare i deboli segnali positivi, che si scorgono all orizzonte, con la speranza che al più presto si trasformino in lavoro e benessere. Alcuni indicatori macroeconomici internazionali indicano una lieve ripresa alle porte anche nel nostro paese; grandi operatori e investitori mostrano interesse per il nostro territorio e questo è, indirettamente, un segno di riconoscimento della nostra vitalità e un opportunità di sviluppo; ci avviciniamo a Expo 2015 e l anno prossimo vedremo i 138 paesi partecipanti venire dalle nostre parti per realizzare i loro padiglioni e l anno seguente arriveranno milioni di visitatori. Concludo con una ulteriore considerazione: se una multinazionale è disposta ad investire diverse centinaia di milioni di euro sul nostro territorio, portando occupazione, lo fa dopo attente e precise valutazioni di mercato. Questo può significare che, secondo la sua stima, di certo autorevole e precisa perché sviluppata a livello mondiale, ci sono buone prospettive che permettono un investimento di tali proporzioni, prevedendo una ripresa generale dell occupazione e quindi maggiore disponibilità economica delle famiglie. Tutto questo non potrà che avere ricadute positive per l economia della nostra zona. Anche per questo abbiamo il dovere di essere fiduciosi! Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti i cittadini di Cerro e Cantalupo! Auguri, auguri, auguri! Antonio Lazzati

4 pagina 4 Cultura / Appuntamenti Traiettorie sonore: lo spettacolo continua! Dopo il successo degli spettacoli dei mesi scorsi pronti gli ultimi appuntamenti 3 Traiettorie sonore si conferma sempre più amata e seguita. I primi tre titoli in cartellone di questa XVIII rassegna, organizzata dall assessorato alla Cultura, hanno registrato il tutto esaurito, con una grandissima partecipazione di pubblico e un alta qualità dell offerta artistica. Grande anche la generosità di tutti i soggetti coinvolti negli spettacoli, che hanno, come di consueto, partecipato alla raccolta fondi in favore di associazioni attive nel sociale. Prima di presentare gli appuntamenti natalizi non è possibile sorvolare sul successo degli spettacoli di novembre. La rassegna si è aperta il 2 con lo spettacolo teatrale Carmilla (foto 2), messo in scena dagli Amici del Teatro di Legnano. Durante la serata son stati raccolti fondi per la Uildm (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare). Poi è stata la volta, l 8 novembre, del concerto Officine Musicali Freedom Sounds (foto 1). La serata ha avuto come protagonisti alcuni detenuti del Carcere di Bollate, che si sono esibiti in uno spettacolo intenso ed emozionante, svoltosi all auditorium comunale. Ad ascoltare i racconti e la musica dei detenuti sulla loro attuale vita e soprattutto dei loro percorsi di riscatto un nutrito gruppo di spettatori provenienti da Cerro, colpiti da un esperienza umana che ha posto sotto una nuova prospettiva il problema della detenzione carceraria e dei percorsi di riabilitazione. La serata è stata dedicata ad Emergency. Ma l evento clou in cartellone per questa prima parte di Traiettorie sonore è stato sicuramente lo spettacolo del 17 novembre (foto 3), dedicato al bicentenario dei due grandi compositori dell 800 e della storia della dicembre, nella Chiesa SS. Cornelio e Cipriano, si terrà il tradizionale e attesissimo Concerto di Natale della Schola Cantorum Ars Nova, che quest anno ha anche annunciato una sorpresa; l 11 gennaio, all auditorium, sarà la volta dello spettacolo Il giro del mondo in 80 minuti del Corpo Musicale Cittadino, in collaborazione con gli Amici del Teatro di Legnano: e infine, il 18 gennaio, sempre all auditorium, andrà in scena il musical Tre papà per una sposa a cura del Gruppo Teatrale Oratorio Rho e del coro Effatà di Cantalupo. Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21 e sono a ingresso libero. Non mancate! musica: Giuseppe Verdi e Richard Wagner. Una serata, organizzata in prima persona dall assessore alla Cultura Teresina Rossetti, che ha visto calcare il palcoscenico del PalaCerro ben 90 artisti, di fronte a un pubblico entusiasta. Presenti insieme i soggetti artistici che da anni fanno ricca Cerro, tutti meritevoli di una citazione per il loro impegno e bravura: la Schola Cantorum Ars Nova, la Corale SS. Lorenzo e Sebastiano, il Centro Danza La Fenice e il Corpo Musicale Cittadino. Hanno partecipato nuovi amici dello scenario culturale cerrese: il soprano Yoko Takada, il tenore Antonio Signorello, i pianisti Emanuele Vercellino e Grana Dikanovic. Tutti ma- 1 gistralmente presentati dalla bravissima Aurora Lisciandro. Mentre andiamo in stampa il 14 dicembre è previsto all auditorium lo spettacolo Spicchi di malum narrat del Centro Danza La Fenice, coreografie di Paola Sozzi, evento fisso ed estremamente gradito dei cerresi e non solo. La rassegna prosegue con gli ultimi tre appuntamenti, tipicamente natalizi: il 21 2 Erboristeria Cuore Verde P.zza S. Cornelio e Cipriano Cerro Maggiore (MI) Tel Intolleranze alimentari Iridologia Consulenze naturopatiche Piani alimentari personalizzati Consigli per la preparazione all inverno Fitoterapia Cosmesi naturale e bio Regalistica

5 Cultura / Sociale / Appuntamenti pagina 5 Torna l Anita Bollati Al via a febbraio la XV edizione della rassegna di teatro dialettale Scalda i motori il Progetto Anita Bollati, appuntamento annuale che l Amministrazione di Cerro Maggiore organizza in ricordo della sua illustre cittadina Anita Bollati, che ha dedicato tutta la sua vita al teatro dialettale, facendone una vera e propria vocazione. Negli anni la rassegna teatrale si è trasformata in un evento da non perdere e uno strumento per mantenere viva la cultura popolare, nelle sue più diverse espressioni. Anche l edizione 2014, la quindicesima, non tradisce le attese e vede protagoniste le compagnie del territorio. Primo appuntamento in cartellone venerdì 28 febbraio 2014, con lo spettacolo Parigi val bene una vasca, commedia brillante a cura della Nuova Compagnia di Casorezzo. Seguono venerdì 14 marzo: Senza ricordo del passato non c è futuro i nostar tradiziun popular a cura del gruppo folcloristico I Amis Famiglia Legnanese; venerdì 28 marzo: Filomena Marturano commedia di Eduardo De Filippo, a cura della Compagnia Filodrammatica Gallaratese; No! Inscì al var no! commedia brillante in tre atti a cura della Compagnia I Sempr Alegher di Parabiago Anita Bollati sul palconscenico (data in via di definizione); e infine venerdì 16 maggio Se scriv Farmacia ma se dis Gelosia commedia brillante a cura della Compagnia I Amis dul Mario. Tutti gli spettacoli si terranno presso l auditorium comunale di via Boccaccio, 2, a partire dalle ore 21. Le cronache dal fronte di Giuliana Sgrena Importante appuntamento venerdì 18 ottobre con una delle protagoniste del giornalismo italiano. Giuliana Sgrena che, ospite del Comune di Cerro Maggiore nella serata di Donne e, organizzata dall Assessore Servizi alla Persona e Politiche di Genere, Piera Landoni, con la collaborazione di Gianni Zuretti, presidente dell ANPI di Cerro Maggiore, ha coinvolto il pubblico presente con i racconti delle sue esperienze di giornalista che si è occupata in particolare della condizione della donna nella civiltà islamica. Molti i temi trattati, oggetto dei libri scritti dalla Sgrena a testimonianza delle esperienze vissute. Una serata vibrante di emozioni e di momenti particolarmente toccanti quando, seguendo il filo conduttore del suo libro Fuoco amico Giuliana Sgrena ha raccontato la drammatica esperienza del suo sequestro, del ferimento e della morte di Nicola Calipari, l agente che poco prima l aveva salvata dai rapitori. I ricordi del rapimento, le sensazioni quotidiane vissute in una stanza chiusa e al buio, gli incubi del sequestro, il rapporto con i rapitori si sono intrecciate all attualità politica, con richiami anche al passato regime, a Saddam, alle guerre, all embargo, ai preparativi bellici angloamericani in contrasto con le decisioni dell Onu e alla vicenda delle mai rinvenute armi di distruzione di massa. Giuliana ha poi raccontato il suo ritorno in Iraq cinque anni dopo il suo rapimento. Dapprima timidamente, nella regione di confine controllata dai curdi. Poi, finalmente, a Baghdad, dove la vita sembrava aver ripreso i ritmi della normalità e la nuova strategia americana di accordarsi con gli anziani dei villaggi sunniti aveva di fatto tolto spazio politico alla propaganda armata del fondamentalismo islamista. Anche se alla vigilia del disimpegno americano nell area, molti problemi ancora non trovano soluzione come è ben spiegato nel suo Il ritorno, Dentro il nuovo Iraq Grande è stata infine la partecipazione alla discussione di un tema tanto caro a Giuliana, ossia la condizione femminile nel mondo islamico, oggetto della sua opera Il prezzo del velo. La guerra dell Islam contro le donne. Si è parlato dei ritorno del velo, che non riguarda solo i paesi arabi, ma tocca anche il cuore dell Europa e le grandi metropoli occidentali ponendo non pochi interrogativi alla politica e alle istituzioni che si trovano sempre più spesso ad affrontare problemi complessi di convivenza civile, integrazione, diritti negati. Un confronto ricco di spunti, profondo e avvincente, che ha trasmesso a tutti il desiderio di saperne di più 730 IMU ISEE RED Marco dott. Banfi O RDINE DEI D OTTORI C OMMERCIALISTI E DEGLI E SPERTI C ONTABILI Piazza della Concordia, Cerro Maggiore (MI) Tel. : Fax : M I L A N O CONSULENZA FISCALE - GESTIONE CONTABILITÀ - SERVIZI AMMINISTRATIVI CONSULENZA SOCIETARIA - BUDGET - CONTROLLO DI GESTIONE

6 pagina 6 Cultura Inaugurazione Taglio del nastro per il Centro Ginetta Colombo Dopo l inaugurazione dell asilo nido avvenuta all inizio del mese di ottobre, lo scorso 9 novembre è stato inaugurato il nuovo centro polifunzionale intitolato a Ginetta Colombo. Presenti al taglio del nastro, il Direttore Generale dell ASL Mi1 Dott. Giorgio Scivoletto, il comandante dei Carabinieri Antonino Lisciandro, la vice sindaca Teresina Rossetti, l assessore ai Servizi alla Persona e Famiglie Piera Landoni e l assessore ai Lavori Pubblici Calogero Mantellina, Paola Pessina in rappresentanza della Fondazione Cariplo e il presidente del Centro Roberto Mauri con tutti gli operatori. Il progetto del nuovo centro ha visto la luce nel 2008 ha sottolineato l assessore Mantellina quando l Ufficio Tecnico Comunale mette in atto la volontà degli amministratori che, sulla scorta dell eredità ricevuta dalla signora Virginia Colombo, per tutti Ginetta, dà il via alla procedura di gara, aggiudicata al raggruppamento di imprese che si occuperà dello sviluppo del progetto e della realizzazione dell opera. L esperienza maturata nel campo dell assistenza agli anziani della società concessionaria e la collaborazione degli uffici comunali, hanno fatto sì che in un tempo relativamente breve si è potuti arrivare alla sua realizzazione, superando alcune difficoltà dovute alla complessità delle funzioni presenti in un unica struttura e alle ripercussioni che la grave crisi economica ha avuto sugli operatori del settore edile negli ultimi anni, dando vita a un opera che ha rispettato non solo le volontà della signora Ginetta, ma anche quelle dell Amministrazione Comunale che con perseveranza ha raggiunto questo importante obiettivo. Quello di oggi è un traguardo importante ha ricordato l assessore Piera Landoni perché rinasce a nuova vita un luogo fortemente legato alla vita e ai ricordi di generazioni di cerresi e rinasce con due importanti obiettivi: dare risposta ai bisogni abitativi e di cura delle persone anziane e costruire i cittadini di domani. È stata una sfida difficile, che però abbiamo raccolto con serenità ed Borse di studio entusiasmo, consapevoli di perseguire un obiettivo alto e condiviso dai cittadini. Ma da oggi parte una nuova sfida, ancora più entusiasmante, ossia quella di rispondere al desiderio delle persone di vivere serenamente l età anziana, circondati dall affetto della propria comunità. E questo sarà possibile se, oltre alla professionalità e all esperienza del personale della Meridiana (l ente gestore del centro), non verrà mai a mancare il calore e la partecipazione di tutti noi. Il Centro Ginetta Colombo offre soluzioni, che la cooperativa sociale La Meridiana sta già sperimentando nella città di Monza e nella cittadina di Bellusco con risultati interessanti. Il Centro offre i seguenti servizi: Centro Diurno Integrato, un servizio diurno orientato a sostenere la permanenza In occasione della festa per la Befana l Amministrazione comunale, il 6 gennaio, alle ore 17, presso l auditorium comunale, consegnerà le borse di studio agli studenti cerresi meritevoli, licenziatisi dalla scuola secondaria di primo grado nell a.s. 2012/2013, con votazione 9 e 10. Considerata la data particolare, l assessore alla Cultura Teresina Rossetti, vorrebbe organizzare per l occasione uno spettacolo che possa interessare grandi e piccini. L ufficio Cultura sta mettendo a punto il programma che appena definito verrà pubblicato sul sito del Comune e comunicato a tutte le scuole. Non mancate! al proprio domicilio dell anziano fragile pur in presenza di parziale autonomia, offrendo alle famiglie un sollievo per le attività diurne Appartamenti Protetti per anziani, alloggi che garantiscono una vita indipendente, pur in presenza di autonomia funzionale ridotta, assicurando al tempo stesso un contesto sicuro e protetto 24 ore al giorno Residenza comunitaria di sollievo, un servizio finalizzato a sostenere l anziano nel superamento di difficoltà temporanee (problemi abitativi, convalescenze al termine di ricoveri ospedalieri, o con momentanee difficoltà) attraverso la supervisione di medici e infermieri che garantiscono cura e attività di riabilitazione. Al Centro Ginetta Colombo lavora un equipe professionale composta da un medico geriatra, un infermiere, operatori socio sanitari, un fisioterapista, un educatore professionale ed una assistente sociale. Il Centro è aperto dalle 8.30 alle dal Lunedì al Sabato e nel mese di Dicembre verrà attivato il servizio di trasporto per il CDI. Per le richieste di alloggio ci si può rivolgere direttamente al Centro Ginetta tramite oppure si possono avere informazioni contattando l assistente sociale al numero Festa dei pensionati Domenica 24 settembre, molto partecipato il pranzo dei pensionati dello SPI CGIL di Cerro Maggiore e Cantalupo. Momenti dedicati alla festa, ma anche al ricordo di Giorgio Ceolin, colonna dello SPI che recentemente è venuto a mancare lasciando un grande vuoto nell organizzazione. Nella foto il saluto del sindaco Antonio Lazzati e dell assessore Piera Landoni con da sinistra Giampiero Camatta, Rosario Sergi, Cristina Della Vedova dello Spi Cgil.

7 Scarpette rosse contro la violenza sulle donne Inaugurazione Cultura pagina 7 Un assegno per le famiglie numerose L Inps eroga, alle famiglie con almeno 3 figli minori, uno specifico assegno di sostegno. La richiesta (che deve essere supportata dal calcolo dell ISE) deve essere presentata al Comune entro il 31 gennaio dell anno successivo a quello per il quale è richiesta la prestazione. Il diritto all erogazione decorre dal primo giorno del mese in cui il requisito si è verificato e cessa dal primo giorno del mese successivo a quello in cui viene a mancare il requisito. Si è svolto nella serata di lunedì 25 novembre, con la visione di alcuni toccanti filmati, l incontro promosso dall Assessorato alle Politiche di Genere, per celebrare la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. A corredo della serata, va ricordato l allestimento scarpette rosse sul piazzale antistante il Municipio, ad opera di Elisabetta Cusato, artista cerrese molto apprezzata e reso possibile grazie al contributo dei cittadini che hanno messo a disposizione le loro scarpe. Un grosso contributo di partecipazione e sensibilità è stato offerto dai commercianti del centro che hanno dato risalto all iniziativa comunale, allestendo le vetrine dei loro negozi con simboli rossi (scarpe, drappi, ecc). Ospiti della serata, coordinata da Piera Landoni e Teresina Rossetti: Fanny Marchese - responsabile sportello antiviolenza di Legnano; Massimo Colombo - promotore dell iniziativa Campagna nazionale del fiocco bianco ; Irene Ratti - Psicologa e Psicoterapeuta del CTA; Anna Maria Paracchini - Giurista e presidente dell Associazione Valeria; Dafne Guida - psicopedagogista, Direttrice Cooperativa Stripes. Per informazioni: ufficio servizi sociali, via San Carlo, 17 tel , fax cerromaggiore.org lunedì, dalle ore alle ore mercoledì e giovedì, dalle ore 9.00 alle ore SE VEDI VESPA OVUNQUE, UN OFFERTA COSÌ ARRIVA OGNI 50 ANNI. FESTEGGIA I 50 ANNI DI VESPA 50. GAMMA VESPA LX A PARTIRE DA visitate il nostro nuovo sito Motorcaccia di Carlo Caccia vespa.com Spazio personalizzazione concessionaria Concessionario ufficiale Assistenza tecnica Ricambi Prezzo indicato franco concessionario inclusivo di incentivo Piaggio relativo a Vespa Lx 50cc 2t. Offerta valida fino al 31/10/2013 presso la rete che aderisce all iniziativa. SAN VITTORE OLONA (MI) Via San Francesco, 33 Telefono Fax

8 pagina 8 Politiche di genere / Infanzia Una rete per fermare la violenza sulle donne Cerro alla guida dei 51 comuni del Network Antiviolenza Ticino-Olona Mercoledì 27 novembre, nell aula consiliare del Comune di Cerro Maggiore, si è costituito il Network Antiviolenza Ticino-Olona. Una Rete per combattere la violenza sulle donne. Ne fanno parte i 51 comuni dei distretti del Legnanese, Castanese, Magentino e Abbiatense, moltissime associazioni, cooperative, realtà del terzo settore, ma anche la Provincia di Milano, l Azienda Ospedaliera di Legnano, la ASL MI 1, la Questura di Milano, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Busto Arsizio, il Comando di Polizia Locale di Magenta, l Ufficio Scolastico territoriale, che mercoledì hanno sottoscritto un Protocollo d Intesa con il quale si impegnano a mettere in rete risorse, competenze, servizi, esperienze, allo scopo di rendere sempre più efficaci e omogenei su tutto il territorio gli interventi per contrastare la violenza di genere e, di conseguenza, per tutelare le vittime. Cerro Maggiore, da tempo impegnato nel contrasto al fenomeno e nella ricerca di collaborazioni e azioni condivise, sarà il Comune Capofila della Rete che, per numero di abitanti coinvolti e ampiezza territoriale, è seconda solo al comune di Milano. L Assessore ai Servizi alla Persona, Famiglie e Politiche di Genere, Piera Landoni che, con l importante sostegno operativo degli Uffici, ha fatto in modo che la Rete diventasse realtà, ha voluto sottolineare l unicità e l importanza del momento ricordando le motivazioni che la rendono necessaria e i risultati attesi. Mai come quest anno ha spiegato Landoni dopo il saluto del Sindaco Antonio Lazzati, l attenzione sul tema dei maltrattamenti e del femminicidio è stata tanto alta perché, mentre gli omicidi sono in forte diminuzione, il femminicidio è in costante aumento e le cause sono da ricercare, sia nel forte retaggio patriarcale, che nel nostro Paese ha radici antiche, sia soprattutto nell incapacità degli uomini di accettare e di vivere con reciprocità le nuove libertà raggiunte dalle donne. Incapacità che nel momento dell abbandono o del rifiuto si trasforma in violenza fisica e psicologica. Mai come ora, quindi, è importante non lasciare le donne sole a combattere (o a subire) questa battaglia, soprattutto nel momento in cui decidono, o sono costrette, a chiedere aiuto alle istituzioni, alle forze dell ordine, ai medici. In quei momenti è importantissimo che la richiesta di aiuto non rimanga senza risposta, a causa dell indifferenza degli operatori, di scarsa conoscenza o sottovalutazione del fenomeno, oppure perché trovano le porte chiuse e sono costrette a tornare tra le mani del loro carnefice. Ogni mancata risposta, ogni intervento intempestivo, può costare la vita ad una donna! È quindi importante che tutti i luoghi (case di accoglienza, Pronto Soccorso, Parrocchie, Consultori, Servizi Sociali dei Comuni) e tutti i soggetti coinvolti (medici, Forze dell Ordine, avvocati, psicologi, amministratori) siano in rete e coordinati fra di loro in modo da garantire 24 ore su 24, con continuità e tempestività, tutti gli interventi necessari a curare, proteggere e aiutare la donna ad uscire dall incubo della violenza. In molti passaggi i Sindaci, che hanno sottoscritto il Protocollo d Intesa, che potrebbe addirittura sfociare in un Accordo sottoscritto da Regione Lombardia, hanno voluto ribadire il loro impegno a condividere, armonizzare e ottimizzare al meglio tutte le risorse di cui il territorio dispone, mettendo in rete tutto quello che viene realizzato nei 53 comuni: dagli interventi di sensibilizzazione e formazione, alla prevenzione, alla cura, al sostegno, all accoglienza, fino all educazione nelle scuole. Capitolo, quest ultimo, molto importante perché la violenza, ancor prima che un fatto da condannare, risente di una forte matrice culturale ha aggiunto infine Landoni e solo agendo - fin dalla Scuola dell Infanzialaddove si formano le identità, dove si costruiscono le modalità di relazione e si forma l immaginario simbolico, che si potrà sperare di educare le cittadine e i cittadini del futuro alla differenza e alla complementarietà dell altro, al superamento degli stereotipi che tanto incidono sulla nostra capacità di giudizio. Gettare le basi per una nuova grammatica dei sentimenti sulla quale costruire, per il futuro, rapporti e relazioni basate sulle libertà e sui progressi reciproci e non sulla prevaricazione e sul possesso dell altro. Divertentissimo pomeriggio quello di domenica 17 novembre con la Compagnia instabile di Legnano completamente dedicato ai ragazzi a ai loro diritti. Lo spettacolo è stato preceduto da alcuni momenti di confronto con l assessore Piera Landoni, gli psicopedagogisti Davide Scheriani e Pino Fichera della coop Stripes e lo psicologo Giuseppe Pozzi. Di notevole interesse i filmati prodotti dai ragazzi della Scuola Secondaria Dante Alighieri di Cerro Maggiore, tra i quali il video La Città Ideale. Festa dei diritti delle bambine e dei bambini

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI Comune di Cerro Maggiore Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato Piazza Concordia 1 - Cerro Maggiore Un

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 L Isola che non c è Asilo Nido Via Dublino, 34 97100 Ragusa Partita Iva: 01169510888 Tel. / Fax 0932-25.80.53 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1 Prima unità di apprendimento: Settembre

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME Premessa In riferimento al Progetto Educativo e alle Indicazioni Nazionali, l'insegnamento della Religione

Dettagli

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015 2 Anno L uomo in Cristo DIOCESI DI MILANO Zona Pastorale IV Decanato di Bollate INTRODUZIONE La rivelazione cristiana, oltre a comunicarci il volto di

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

Educazione Religiosa

Educazione Religiosa SCUOLA DELL INFANZIA Sacra Famiglia 2015/16 Progetto/iniziativa : Il villaggio della gioia Bambini di 3/4/5 anni Descrizione sintetica Partendo dal proverbio africano, citato da Papa Francesco al mondo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola dell Infanzia di VESTRENO A.S. 2013/2014 Insegnante: BARINDELLI PAOLA PREMESSA: L insegnamento della Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia

Dettagli

ADOSITALIA onlus BRESCIA ASSOCIAZIONE DONNE OPERATE AL SENO BRESCIA. Via Tosio, N 1 Tel 03042155 brescia.adositalia@gmail.com

ADOSITALIA onlus BRESCIA ASSOCIAZIONE DONNE OPERATE AL SENO BRESCIA. Via Tosio, N 1 Tel 03042155 brescia.adositalia@gmail.com ADOSITALIA onlus BRESCIA ASSOCIAZIONE DONNE OPERATE AL SENO BRESCIA Via Tosio, N 1 Tel 03042155 brescia.adositalia@gmail.com ADOSITALIA ADOS = Associazione Donne Operate al Seno Siamo un associazione di

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

Istituto Comprensivo "NOTARESCO"

Istituto Comprensivo NOTARESCO Istituto Comprensivo "NOTARESCO" Anno Scolastico 2015/2016 PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA Insegnante Testa Maria Letizia MAPPA CONCETTUALE DIO HA POSTO IL MONDO NELLE NOSTRE

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO

GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO GESU, IL NOSTRO GRANDE AMICO I.O. A. MUSCO SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 INS. PECI MARIA GIUSEPPA PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE 1 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE VIA DON BOSCO,57-57124 - LIVORNO TEL.0586444269 Email fmacolline@gmail.com 2 L anno scolastico 2014/2015 prevede un percorso formativo che vuole aiutare

Dettagli

FESTA DIOCESANA UNITARIA della PACE LA PIENEZZA E LA MOLTECIPLITA DEL CONCETTO DI PACE. Nardò, 26 Gennaio 2013

FESTA DIOCESANA UNITARIA della PACE LA PIENEZZA E LA MOLTECIPLITA DEL CONCETTO DI PACE. Nardò, 26 Gennaio 2013 FESTA DIOCESANA UNITARIA della PACE PAC E I N S I E M E I N P R I M A F I L A P E R L A LA PIENEZZA E LA MOLTECIPLITA DEL CONCETTO DI PACE Nardò, 26 Gennaio 2013 In quest anno dedicato alla FEDE e così

Dettagli

ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio. Iniziativa NATALE INSIEME All interno del progetto Mamma, sempre e ovunque

ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio. Iniziativa NATALE INSIEME All interno del progetto Mamma, sempre e ovunque Unità d offerta accreditata dal Comune di Milano Assessorato Politiche Sociali e Cultura della Salute ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio Iniziativa NATALE INSIEME All interno

Dettagli

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015:

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015: COMUNITÀ PASTORALE MARIA MADRE DELLA SPERANZA, SAMARATE Incontro con i genitori all inizio dell anno oratoriano 2014/2015 Carissimi genitori, all inizio di questo nuovo anno ci lasciamo guidare dalle parole

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA

La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA La PROGETTUALITA nella SCUOLA dell INFANZIA 1 DIRITTO DI ESSERE UN BAMBINO Chiedo un luogo sicuro dove posso giocare chiedo un sorriso di chi sa amare chiedo un papà che mi abbracci forte chiedo un bacio

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento PROGETTO EDUCATIVO 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento Nella Scuola dell Infanzia Stella Mattutina l azione educativa mira al raggiungimento delle

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

Scuola Primaria Trento TROVA

Scuola Primaria Trento TROVA Scuola Primaria Trento TROVA Carissimi genitori e bambini, sono lieto di farvi giungere il mio più cordiale saluto e, al tempo stesso, presentarvi il Collegio Arcivescovile. È una scuola di lunga tradizione

Dettagli

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA sez. B FARFALLE Anno scolastico 2012-2013 Insegnante: Bordignon Claudia PERCORSO DIDATTICO (ATTIVITÀ) per bambini di 3,4 e 5 anni PREMESSA La scuola dell infanzia rivolge

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INSEGNANTE Rofrano Barbara PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA L insegnamento della religione

Dettagli

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità LEGGE REGIONALE 21 agosto 2007, n. 20 Disposizioni per la promozione ed il sostegno dei centri di antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà. (BUR n. 15 del 16 agosto, supplemento

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF)

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF) Scuola dell Infanzia paritaria Clemente e Marina Benecchi PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (POF) Via Rabaglia, 32 43058 Coenzo Sorbolo (PR) 348 0388008 scuolabenecchi@gmail.com BREVE STORIA DELLA SCUOLA DELL

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Istituto Comprensivo Donadoni via Torquato Tasso Bergamo. Scuole per l'infanzia - Scuola Primaria - Scuola Potenziata - Scuola Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Donadoni via Torquato Tasso Bergamo. Scuole per l'infanzia - Scuola Primaria - Scuola Potenziata - Scuola Secondaria di 1 SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA DELL'INFANZIA La scuola dell infanzia per bambini dai 3 ai 6 anni di età non è obbligatoria, ma è di fondamentale importanza per la promozione di competenze essenziali, quali:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO PROGETTO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO PROGETTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO PROGETTO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 RAGIONI DELLA SCELTA L acqua è un elemento fondamentale per la nostra vita. E importante

Dettagli

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA PROGETTAZIONE FORMATIVA RELATIVA ALLE ATTIVITA DI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA CON GESU A SCUOLA DI FELICITA Insegnanti: Sonia Colarullo scuola

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l.

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l. MICRONIDO l ABBRACCIO VIA SAN CARLO 11 CASCINA POGLIANASCA ARLUNO (MILANO) CARTA DEI SERVIZI 2013/14 La Carta dei Servizi è un documento che evidenzia in tutta trasparenza le modalità di erogazione del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DELL'ATTIVITA' DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DELL'ATTIVITA' DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DELL'ATTIVITA' DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 INSEGNANTE: Bonaiti Laura (Supplente di Francesca Binetti); SCUOLA DELL INFANZIA DI MACLODIO 1 1 UDL SETTEMBRE:

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia Paola di Rosa Scuola Primaria San Giuseppe La vera educazione è apertura alla realtà nella sua ricchezza la scuola è

Dettagli

Insieme per crescere, pensare, formarsi al domani

Insieme per crescere, pensare, formarsi al domani Insieme per crescere, pensare, formarsi al domani Tutto questo si traduce in : È lo sfondo in cui la scuola accompagna l alunno alla scoperta di se stesso, degli altri, nello spazio e nel tempo attività

Dettagli

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 PREMESSA Il progetto annuale è stato definito secondo il modello di programmazione per sfondo integratore. Il GIRO D

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

IL SERVIZIO EDUCATIVO DELLA SEZIONE PRIMAVERA

IL SERVIZIO EDUCATIVO DELLA SEZIONE PRIMAVERA Istituto Figlie di Gesù Scuola dell Infanzia Paritaria San Luigi SEZIONE PRIMAVERA Via Alle Grazie,8-54100 Massa Tel. Fax 0585-451367 IL SERVIZIO EDUCATIVO DELLA SEZIONE PRIMAVERA 1) AMBITO CULTURALE E

Dettagli

PICCOLI ARTISTI CRESCONO

PICCOLI ARTISTI CRESCONO SCUOLA DELL' INFANZIA PARITARIA LEONARDO ZANNIER FOSSALTA DI PORTOGRUARO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA: PICCOLI ARTISTI CRESCONO Anno scolastico 2014/2015 PREMESSA La scelta di lavorare con il colore è motivata

Dettagli

Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo. P.O.F. Piano Offerta Formativa. Anno Scolastico 2015/16

Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo. P.O.F. Piano Offerta Formativa. Anno Scolastico 2015/16 Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo P.O.F. Piano Offerta Formativa Anno Scolastico 2015/16 Saluto di benvenuto Carissimi genitori e bambini, benvenuti nella nostra

Dettagli

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 FESTA DI PRIMAVERA Il 29 marzo la Casa di Riposo Gallazzi Vismara ha dato ufficialmente il benvenuto alla primavera, una stagione

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

Verbale n 10 del Consiglio di Istituto

Verbale n 10 del Consiglio di Istituto Verbale n 10 del Consiglio di Istituto Il giorno 27 novembre 2012 alle ore 21.00 presso la sede di Ronco Briantino si riunisce il Consiglio d Istituto. Assenti giustificati: Toto Franco, Borghi Sabrina,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE MODELLO DI MATRICE ADOTTATA PER LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Periodo di riferimento Traguardi

Dettagli

dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE

dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE Sede: Distretto Sanitario - Via San Valentino 20, 3 piano Udine Numero Verde: 800.531.135

Dettagli

D.O.P.oscuola. Il progetto è un sogno con delle scadenze. (D. Demetrio)

D.O.P.oscuola. Il progetto è un sogno con delle scadenze. (D. Demetrio) D.O.P.oscuola.. dire, fare, studiare e giocare. Il progetto è un sogno con delle scadenze. (D. Demetrio) I l Servizio Doposcuola nasce come progetto pilota nel settembre del 1995 da un idea dell Amministrazione

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

Le 35 candeline del Corpo Volontari del Parco del Ticino

Le 35 candeline del Corpo Volontari del Parco del Ticino Le 35 candeline del Corpo Volontari del Parco del Ticino ANNIVERSARI Domenica 15 giugno, a Magenta (MI), si è svolta la cerimonia celebrativa del 35 Anniversario del Corpo Volontari del Parco del Ticino.

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Un progetto di sostenuto da Chi siamo I Cappuccini Per la strada, i Cappuccini sono quelle persone

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

1 Incontro Missionarietà nel Battesimo IL REGALO PIÙ GRANDE

1 Incontro Missionarietà nel Battesimo IL REGALO PIÙ GRANDE 1 Incontro Missionarietà nel Battesimo (rivisitazione incontro pag. 69) I ragazzi si scoprono amati e custoditi da Dio e si interrogano su come essere autentici dell amore salvifico del Padre; riconoscono

Dettagli

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014

Scuola dell Infanzia Madre Mazzarello. Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Anno formativo 2013-2014 Scuola dell Infanzia Paritaria Madre Mazzarello La mia giornata scolastica La nostra giornata scolastica è Suddivisa nei seguenti momenti: - accoglienza, gioco

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola Andando insegnate... /Italia 23 A catechismo con Padre Pianzola Dalle immagini del DVD alla realtà di Sartirana: a Sannazzaro e a Pieve Albignola un esperienza di catechismo-laboratorio sul Beato Le catechiste

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

Dalla rete tante idee per costruire a Natale Dalla rete tante idee per costruire a Natale Il Natale è un momento speciale per i bambini e per gli adulti, educare al senso di appartenenza alla propria comunità, con le proprie scelte di fede e di valori,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DON AGOSTINO ROSCELLI P:zza Paolo da Novi,11 16129 Genova ANNO SCOLASTICO 2014 2015 La scuola dell infanzia non è scuola dell obbligo,

Dettagli

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA A.S.2010/2011 APPROVATA NEL COLLEGIO

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Programma per i bambini

Programma per i bambini Report finale Progetto Solidarietà a.s. 2014/2015 prima tappa: 25^ Giornata Internazionale dei Diritti dell Infanzia e dell Adolescenza - sabato 22 novembre 2014 con il patrocinio morale Programma per

Dettagli

Intervento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano alla Cerimonia celebrativa della giornata del volontariato. Quirinale, 4 dicembre 2009

Intervento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano alla Cerimonia celebrativa della giornata del volontariato. Quirinale, 4 dicembre 2009 Intervento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano alla Cerimonia celebrativa della giornata del volontariato Quirinale, 4 dicembre 2009 Saluto il Ministro Sacconi, il ministro Maroni, il sottosegretario

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli