Seguo da molto tempo il cammino cognitivo e spirituale di Eugenio Marchesino, avendo avuto l opportunità di leggere fin dall inizio le sue parole ed

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Seguo da molto tempo il cammino cognitivo e spirituale di Eugenio Marchesino, avendo avuto l opportunità di leggere fin dall inizio le sue parole ed"

Transcript

1 Dello stesso autore La Realtà Evangelica è l Unità dei Cristiani 1974 Lo Scandalo dei Cristiani 1981 Nu Poche de Bibbie 1983 Le mie Rose ad una Donna 1984 La Eutanasia e la Cremazione 1990 La Dimensione Eterna 1992 Il Terzo Libro dopo il Vangelo 1994 L Apoteosi del CRISTO nelle mie Epistole (l accuse) 1996 La Creazione dell Uomo e la Creazione del Male 1997 Il Destino e la Sofferenza dell Uomo 1998 La Reincarnazione e la Metempsicosi 1999 Il Pentateuco Cristiano 2000 Si Nasce, si Vive; si Muore e si Risorge in GESU CRISTO L Apoteosi del CRISTO nelle mie Epistole (J accuse) 2 a edizione 2001 Il Concetto di Gente e il dopo Morte

2 ESSENZA della SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITÀ Se diciamo solo "SANTISSIMA TRINITA" la priviamo di una Sua parte e resta monca: priva del PADRE CELESTE, del FIGLIO GESU' o dello SPIRITO-SANTO? Il CREATORE concepì l idea: Voglio una PERSONA identica a Me! e la PERSONA fu! Si ebbe, quindi, DIO- PADRE e DIO-FIGLIO! Il PADRE e il FIGLIO interessero un rapporto intenso e reciproco di Amore eterno che generò lo SPIRITO SANTO: identico al PADRE CELESTE e al FIGLIO GESU! Si ebbero, quindi, le tre Persone della SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA che in simbiosi decretano e regolano la vita dell Universo. e.m. Quando si pronuncia o si invoca la TRIADE DIVINA (il PADRE, il FIGLIO e lo SPIRITO SANTO) non bisogna limitarsi a dire SANTISSIMA TRINITA, ma bisogna pronunciarla o invocarla nella Sua Interezza: SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA! Ancor più: invocando SANTISSIMA la mente ed il cuore devono essere rivolti a GESU ; invocando GLORIOSISSIMA la mente ed il cuore devono essere rivolti al PADRE CELESTE; invocando TRINITÀ la mente ed il cuore devono essere rivolti allo SPIRITO SANTO! Così pronunciando o invocando rendiamo testimonianza e Gloria Eterna al PADRE CELESTE, al FIGLIO GESU e allo SPIRITO SANTO! e.m. 7

3 Prima di dare introduzione all'opera è giusto, direi sacrosanto, farla precedere dalla nota estremamente meritoria elaborata dal prof. Antonio Ricci. Egli, da quasi otto lustri, con le sue epistole continua a sostenermi nella produzione dei miei scritti "ispirati". Il suo conforto e le parole da lui attribuitemi altro non sono che un inno incessante alla SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA'! Pertanto, è doveroso mettere in rilievo che anche questo mio "unico" fratello spirituale viene, in gran parte, penetrato dallo SPIRITO di VERITA! e.m. 8

4 Seguo da molto tempo il cammino cognitivo e spirituale di Eugenio Marchesino, avendo avuto l opportunità di leggere fin dall inizio le sue parole ed il suo ardore di fede che hanno avuto la forza di coinvolgere un laico di vecchia data come me. Non si può infatti pensare che un padre di otto figli, con tutto il carico di problemi che questo comporta, si butti con tutto se stesso nella ricerca della vera verità del nostro rapporto con Dio e con la Santissima Trinità se non si sente davvero ispirato da una forza superiore che lo spinga sempre più in alto ad affrontare tematiche sempre più ardue al di sopra delle proprie cognizioni teologiche. Quel che traspare senza oltre di dubbio dalla lettura dei testi prodotti da Eugenio Marchesino è che questi sono ispirati da un dialogo sempre più intimo fra il Creatore e la creatura che si fa umilmente tramite del messaggio dell Eterno fino al punto di mettersi anche contro l autorità ecclesiastica quando questa traligni dalla strada maestra. Quest ultima fatica di Eugenio Marchesino è composta da una parte assertiva di estrema suggestione, scritta com è in una prosa altamente ispirata come si addice ad un segreto rivelato nel quale fortemente, si crede e di cui si vuol far partecipi tutti i fratelli di buona volontà, e da una parte di analisi comparata fra tutte le più importanti religioni mondiali a confronto con il Cristianesimo cattolico di cui pur storicamente si sottolineano alcuni errori attribuibili alla limitatezza degli uomini. Assoluta emerge l affermazione che il Verbo trasmesso all uomo dalla Santissima Trinità è l unico che può salvarci dalla morte dell anima e dal dolore senza scampo dell esistenza umana. Un opera quindi direi necessaria in quest epoca di buio 9

5 delle coscienze e di disvalori assurti a feticci che spingono alla regressione piuttosto che all evoluzione la creatura più stupefacente della Creazione. Antonio Ricci 10

6 INTRODUZIONE Questa mia sintesi introduttiva intorno alle religioni è nata da una esigenza profondamente sentita e, soprattutto, ispirata. Infatti mi sono sentito stimolato perché, purtroppo, non ho la conoscenza di altri che avrebbero potuto penetrare l importanza grandiosa e radiosa della PERSONA del CRISTO nella Sua vera Entità di UOMO-DIO come già evidenziato nello scritto. Il tutto per dimostrare al mondo che al cospetto del CRISTO tutte, nessuna religione esclusa, vengono offuscate e svaniscono in quella incertezza che porta alla Entità Suprema, il CREATORE DELL UNIVERSO; nel mentre viene testimoniata dal CRISTO, da COLUI che il PADRE CELESTE compiacendosene ha presentato al mondo come Unico e Amatissimo FIGLIO! Nelle uniche tre religioni monoteistiche pur avendo una partecipazione iniziale omologa, una conoscenza testificata sulla Creazione dell Universo, l Ebraismo e l Islamismo si distanziano sui tratti delle conoscenze e sulle interpretazioni successive delle scritture e, sempre più, con la venuta del CRISTO in mezzo a noi aprono un baratro incolmabile col CRISTIANESIMO. Tanto è possibile spiegarselo perché sia gli ebrei che i mussulmani pur avendo avuto alcuni uomini, i profeti, che hanno acutizzato quella scintilla d Amore, la spiritualità, elargita nella Creazione a tutti gli uomini dal DIO CRISTIANO, venendone illuminati non hanno conosciuto né posseduto lo SPIRITO SANTO, tanto che i loro proseliti indurendo la loro cervice si comportarono, gli ebrei in maniera esecranda nei confronti del CRISTO fino a CrocifiggerLo e a contrastare la volontà di JAVHE ; mentre i mussulmani 11

7 a negare che il CRISTO fosse il FIGLIO Unigenito di ALLAH e della Sua stessa natura DIVINA. Realtà questa affermata più volte da JAVHE nel Vecchio Testamento e confermata, in maniera assiomatica dal PADRE CELESTE nel NUOVO TESTAMENTO: Questi è il mio FIGLIO diletto nel Quale mi sono compiaciuto!. La Sua Essenza Divina viene ribadita più volte dallo Stesso CRISTO e trova il Suo epilogo nelle parole: Chi vede Me, vede il PADRE Mio!. Essendo il CRISTO Unico dispensatore ed elargitore dello SPIRITO SANTO, come possono gli ebrei in particolare e i mussulmani avvicinarsi o sfiorare la VERITA? Essendo essi privi e non proclivi a lasciarsi penetrare dalla Persona dello SPIRITO SANTO? Pur non togliendo alcunché alla Vecchia Alleanza stipulata da Abramo con JAVHE, dobbiamo indispensabilmente ammettere che il CRISTO con la Nuova Alleanza, essendo DIO come il PADRE CELESTE ci dà, per mezzo dello SPIRITO di VERITA la visione più perfetta di JAVHE, di ALLAH, per mezzo del DIO CRISTIANO. Confrontando poi Abramo, Gesù e Maometto, il CRISTO emerge in ogni Sua manifestazione e in ogni Suo insegnamento, anche perché bisogna convenire che sia Abramo che Maometto sono stati solo degli illuminati. L Umanità dal CRISTO viene rispecchiata dalla Sua Divinità: EGLI si presenta come l Unico e Vero UOMO, oltre che DIO! Quell Uomo cercato da Diogene, dalle generazioni a lui precedenti, dalle generazioni presenti e dalle future se ce ne saranno! 12

8 Lo stesso Pilato, nella sua profonda infingardaggine, ebbe a riconoscere e a presentare il CRISTO come ECCE HOMO!. CRISTO è L UOMO a cui ogni essere umano dovrebbe tendere ed averlo come esempio primitivo, assoluto e cercare di avvicinarsi a qualcuna delle Sue infinite e perfette qualità. A cospetto dell Unico e Vero UOMO sono portato a classificare l Umanità presente nelle seguenti categorie: la prima col 20% rappresenta il pulviscolo umano; la seconda col 30% rappresenta la pula umana; la terza col 30% rappresenta la sembianza umana; la quarta col 20% rappresenta gli uomini imperfetti. E ovvio che questa percentuale è riferita all umanità dei giorni nostri, nel mentre bisogna tenere presente che essa, nel passato, avrà avuto percentuali differenti in meglio. A questo punto, penso sia giusto, soddisfare la curiosità di quanti mi leggeranno e avranno a chiedersi: E lui, a quale di queste categorie fa capo?. Eccomi a soddisfarvi: Faccio parte della terza categoria!. Chiudo questa mia presentazione dicendo che avendo io il senso spiccatamente profondo del senso della Libertà, di quella elargita dal DIO CRISTIANO ad ogni essere umano e che con la stessa ha permesso che gli umani, usufruendone, siano giunti finanche a Crocifiggere il Suo amabilissimo FIGLIO,CRISTO GESU, devo avere rispetto delle credenze delle altre religioni pur riconoscendo la loro negatività al cospetto del CRISTIANESIMO, perché la loro formazione spirituale è stata dovuta a tanti fattori ambientali ed atavici e che sarà giudicata dal DIO CRISTIANO, detto JAVHE e anche ALLAH! 13

9 A tutti sarà concesso l auto -purificazione che ci permetterà di fare parte di quella schiera infinita di Figli adottivi del PADRE CELESTE e che ci permetterà di essere sanciti col crisma della Santità! Prima di dare termine a questa mia presentazione, sento anche la necessità indispensabile di rivolgere una esortazione a tutti gli umani che mi leggeranno, perché penso che sia altrettanto giusto come lo è stato per me. Il lettore, quindi, sia ateo, sia credente tradizionalista, sia tendenzialmente portato a santificarsi, sia esecrando peccatore, lo sollecito a confrontarsi col CRISTO: con l UOMO eccelso per Amore, per Misericordia, per Giustizia, per Umanità; e, a secondo della conoscenza di Lui, del Suo possesso, della dedizione a Lui tendente a santificarsi, del disprezzo che ha verso di Lui, si alloghi nella categoria che gli è di spettanza. Tanto per non rimanere inebetito e atterrito quando il suo spirito incontrerà l Essenza dell AMORE, della MISERICORDIA e della GIUSTIZIA! E. M. 14

10 OTTOBRE 2004 Tratti di conoscenza delle diverse Religioni. E stato scritto: Se CRISTO non fosse vissuto in mezzo a noi, avremmo dovuto crearlo con la nostra fantasia, essendo EGLI completo, macroscopico, poliedrico, serafico, radioso nella Sua umanità!. Diogene di Sinope, insigne filosofo greco, quattro secoli prima della venuta di CRISTO, si racconta che, di giorno, con una lampada accesa cercasse l uomo! Perché tanto? Perché non gli era stata data la possibilità di sentire parlare del CRISTO, tanto meno di conoscerlo, altrimenti non sarebbe stato così sarcastico con i grandi del suo tempo, finanche con lo stesso Alessandro Magno che ne riconobbe la spiccata padronanza e un ingegno fuori della norma. Si vuole che in uno scontro con Diogene, ammirato dalla sua perspicacia, ebbe ad esclamare: Se non fossi stato Alessandro Magno, avrei dovuto desiderare essere Diogene il cinico. Queste due sintetiche deduzioni mi saranno di grande aiuto e conforto nella analisi e nel confronto delle Religioni, essendo io un radicale sostenitore del FIGLIO dell ALTISSIMO, CRISTO GESU, che si è degnato, attraverso i molti lustri della mia vita terrena di aggraziarmi e, quindi, di darmi man mano nel tempo, una parvenza della Sua Essenza DIVINA; e, nel corso degli anni, anche una mini conoscenza del PADRE CELESTE e dello SPIRITO SANTO. 15

11 E solo quando sono riuscito a dare disponibilità ed essere penetrato dallo SPIRITO di VERITA, grazie a GESU, ho potuto col suo ineccepibile AMORE conoscere, sempre parlando di possibilità umane, l ineffabile Amore del PADRE CELESTE, la Sua inesauribile Misericordia e la Sua Giustizia perfettissima estesi, nella interezza, al Figlio GESU e allo SPIRITO SANTO. Invocando e Glorificando, quindi, il nome amabilissimo del PADRE CELESTE, avviene in simbiosi, anche di Invocare e Glorificare quello del FIGLIO GESU e dello SPIRITO SANTO! Allo stesso modo, Invocando e Glorificando il nome amatissimo di GESU, vengono Invocati e Glorificati il PADRE CELESTE e lo SPIRITO SANTO! Così pure, Invocando e Glorificando il nome gloriosissimo dello SPIRITO SANTO, vengono Invocati e Glorificati il PADRE CELESTE ed il FIGLIO GESU! Questa realtà dovrebbe essere assiomatica per tutti i credenti in CRISTO però, in sostanza, ciò non avviene perché la massa dei cristiani tradizionalisti e, ancor più, la maggior parte degli alti e bassi prelati, non si dispongono alla grazia dello SPIRITO SANTO perché avvezzi a lasciarsi guidare dal loro intelletto che, non di rado, li fa sfociare in atteggiamenti e nella realizzazione di formule pagane. Poco innanzi è stato riportato che sono un assertore accanito del Cristianesimo, di quello puro, cioè di quello ispirato dalla SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA che si realizza quando si è proclivi a lasciarsi penetrare da ESSA. Tanto premesso, sono certo di trovare il sostegno della SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA per dimostrare la vera ESSENZA del CREATORE dell UNIVERSO. 16

12 La mia prima valutazione nasce dal confronto delle grandi Religioni monoteiste: l Ebraismo, il Cristianesimo e l Islamismo. Avendo in questo mio oneroso lavoro il supporto del CRISTO, e quando dico del CRISTO, affermo di avere anche il supporto del PADRE CELESTE e dello SPIRITO SANTO; primariamente mi accingo ad esaminare le tre religioni monoteiste e, successivamente e sinteticamente, le altre religioni con lo scopo precipuo di evidenziare il contrasto che sussiste tra quelle e l apogeo indiscusso della Persona Divina del CRISTO, quale figlio dell Altissimo, del PADRE CELESTE, e come dalla loro Donazione reciproca, perenne ed eterna viene generata l Essenza dell Amore: lo SPIRITO SANTO! 17

13 Prima di addentrarmi in detti confronti è necessario che mi soffermi, con molta pacatezza, ad esaminare nelle linee fondamentali gli errori di quanti detengono il potere della PAROLA : mi riferisco primariamente alla gerarchia ecclesiastica cattolica, di conseguenza a quella ortodossa e, anche, alle altre confessioni cristiane. Interpretazione errata del Cristianesimo da parte della chiesa cattolica, ortodossa e, anche, delle altre confessioni cristiane. Se qualcuno avesse accettato le mie meditazioni e i miei scritti ispirati allogati nell Opera Colossale e riportati sul mio sito, il cui indirizzo è non ci sarebbe stato bisogno di ripetermi qui di seguito. Purtroppo, bisogna riconoscere e dare atto che la massa dei tradizionalisti cattolici ed ortodossi e anche quelli protestanti, anche se questi ultimi lo sono da meno, si attengono agli insegnamenti dei loro maestri che danno alle Scritture una interpretazione che non risente del flato dello SPIRITO SANTO. Questa mia affermazione potrebbe portare a fare delle deduzioni poco accorte e proferire giudizi nei miei confronti che non sono consoni alla mia formazione spirituale; come quando un fratello sacerdote della chiesa cattolica, a cui avevo inviato tutti i miei scritti aventi il tocco dello SPIRITO SANTO, ebbe a 18

14 chiedermi: Tu, forse, sei l unico che possiedi la verità?. A quegli, come pure a quanti leggendo l Opera Colossale formuleranno lo stesso giudizio, rispondo che ogni vero credente in CRISTO, a secondo della sua disponibilità, viene pervaso dallo SPIRITO di VERITA e, quindi, deve rispondere in proporzione a quanto ha ricevuto. Ancora, bisogna non solo riconoscere ma accettare, soprattutto, che la Persona dello SPIRITO SANTO è così poco conosciuta, o quanto meno, viene tenuta nascosta dai maestri della Parola perché ostici alla Sua penetrazione e, di conseguenza, viene menzionata raramente e con una tiepidezza inaudita. Per poter entrare in quella Entità dello SPIRITO SANTO, concessa all uomo, che altro non è se non quella del PADRE CELESTE e del Figlio GESU CRISTO, bisogna riconoscere il CRISTO nella Sua Maestosità Divina che ci dona attraverso lo SPIRITO di VERITA il PADRE CELESTE nella Sua Entità Paterna! Come possono i padri della chiesa pretendere di insegnare la PAROLA quando essi, per prima, sono restii a lasciarsi penetrare dallo SPIRITO SANTO perché inclini a deformarne il Suo significato? Essi, i padri della chiesa, si soffermano con il loro intelletto a commentare i passi del Vangelo ignorando, o volendolo ignorare, che per poterli penetrare c è bisogno dell ausilio, del sostegno, del conforto dello SPIRITO di VERITA! Purtroppo, la maggior parte di essi non essendo disponibili alla penetrazione dello SPIRITO SANTO deformano quelle frasi del Vangelo che abbisognano di una acutezza di penetrazione per esserne sviscerati e 19

15 tanto è possibile se subentra il flato dello SPIRITO di VERITA. Essi, invece, sostenendo di essere i chiamati si sentono addirittura pervasi dallo SPIRITO SANTO e non essendolo degenerano in malformazioni della VERITA! Tutti quelli che accettano GESU e propagano il Suo AMORE infinito, la Sua MISERICORDIA inesauribile e la Sua GIUSTIZIA perfettissima devono ritenersi chiamati perché inclini ad essere pervasi dallo SPIRITO SANTO. Quei presunti maestri della teologia, non tengono in alcun conto che lo SPIRITO SANTO soffia in mille e più direzioni ed investe quanti si dispongono a LUI, nella umiltà più sentita. E ovvio che nessuno, dico nessuno, può vantare di possedere la VERITA in assoluto, ma questa viene ripartita in una sua infinitesima parte a quanti si dispongono a riceverla. Pertanto, è necessario il confrontarsi senza tenere in conto la presunzione del papa, della gerarchia e dei preti che ritengono di essere i chiamati e i soli ad avere diritto a dare interpretazione alla PAROLA. A volte essi sono molto carenti e lontani dalla VERITA che la rendono impenetrabile a quanti la cercano. A questo punto è giusto citare una frase del Vangelo che investe la maggior parte di loro: le prostitute vi precederanno nel Regno dei Cieli!. Alla umiltà del CRISTO, essi rispondono con l accaparrarsi prima il potere e poi la ricchezza; e, perché no, anche la gloria? Basti soffermarsi a riflettere sulla sede del papa, infinitamente spaziosa e adorna di ricchezze incalcolabili; come pure le sedi cardinalizie e arcivescovili. 20

16 Di tanto il CRISTO avrebbe potuto possederne cento, mille volte e più accoglienti, invece EGLI nella povertà più invidiata ebbe a proferire: Gli uccelli hanno il loro nido e le volpi le loro tane, mentre il FIGLIO dell UOMO non ha dove poggiare il capo!. E a testimoniare ancora con più veemenza la condotta di vita che dovrebbero tenere i Suoi discepoli riporto un altro episodio del Vangelo: l incontro del giovane ricco con GESU. Quando il giovane ricco si rivolse a GESU, gli pose questa domanda: Maestro cosa devo fare per guadagnarmi la vita eterna? E GESU con la Sua inaudita pacatezza gli rispose: Osserva i Comandamenti ; e il giovane continuando a parlare disse: Io li ho sempre osservati e continuo a farlo ; e GESU di rimando: Va vendi tutti i tuoi averi, distribuiscili ai poveri e seguimi! Queste parole sconvolsero il giovane ricco che, deluso, ritornò sui suoi passi. Lo stesso atteggiamento del giovane ricco hanno il papa e la sua corte; infatti di fronte a queste affermazioni del CRISTO, continuano imperterriti a detenere la loro posizione di re, principi, conti, marchesi e baroni. Lo stesso dicasi per la gerarchia ortodossa. Non soffermiamoci, poi, troppo sul sostantivo di padre ma cerchiamo di dare qualche accenno a riguardo costatando come il papa, i preti e i monaci se ne siano appropriati abusivamente, non tenendo in alcun conto quanto ribadito, con grande padronanza e vigore, dal CRISTO: e non chiamate alcuno sulla terra vostro padre, uno solo è il vostro PADRE, Quello che è nei CIELI! A ripicco di questa categorica affermazione del CRISTO, il papa osa non solo appropriarsi del sostantivo di padre e non sembrandogli 21

17 sufficientemente appagabile, lo conia con l aggettivo santo facendosi appellare col nome di padre santo. Non so se tanto sia frutto della durezza della sua cervice oppure di una presunzione che atterrisce. Perché, anche la santità, non può essere decretata da alcuno sulla terra, ma solo bisogna cercare di predisporsi ad essa ed esserne investito solo quando lo spirito raggiunge la Dimensione Futura e ne riceve il crisma dall Essenza della Santità: la GLORIOSISSIMA e SANTISSIMA TRINITA! Altra imputazione grave da fare a Vojtyla è quella che recatosi nella Sinagoga degli ebrei a Roma, dimenticando o volendo dimenticare come gli stessi al cospetto di Pilato che definiva il CRISTO, il Giusto, avrebbero avuto ad esplodere con voce cavernosa : Il Sangue di questo Giusto ricada su di noi e sui nostri figli. E ancora dimendico di come gli ebrei non hanno mai riconosciuto, né riconoscono il CRISTO come il MESSIA, baluginando, ospite nella loro Sinagoga, ebbe ad appellarli come fratelli maggiori. Com è possibile che i persecutori e gli omicida del CRISTO possano essere invocati col nome di fratelli maggiori da colui che si ritiene essere il vicario del CRISTO? Non sarò io ad avanzare giudizi a riguardo, ma solo la Somma GIUSTIZIA DIVINA! E così i seguaci di questa casta privilegiata che ha tutto del terreno, preti e monaci, seguendo la scia del loro papa reclamano di diritto e fanno precedere il loro nome o quello acquisito dal sostantivo di padre. Ma di tanto essi non sono soddisfatti; infatti esigono porgere le loro mani alla gente per farsele sbaciucchiare, non tenendo in alcun conto come l Unico Maestro, il 22

18 Puro, l Incontaminato, il CRISTO, nella umiltà più sentita non permetteva neanche che lo sfiorassero. Altra pomposa avvenenza della gerarchia cattolica e ortodossa è quella derivante dagli alti e bassi prelati, cioè di darsi del lei. Essi volendo o non ignorare quanto insegnatoci dal CRISTO che esortandoci a rivolgerci al PADRE CELESTE c insegna ad usare nella preghiera il Tu : PADRE Nostro che sei nei Cieli, determinano con questo pronome un subisso inconcepibile tra loro che anziché farli sentire fratelli li distanzia in modo sorprendente, inconcepibile ed inaudito! Possibile che essi si fanno carico di tanta infingardaggine? Purtroppo, ciò è dovuto anche al fatto di tenere nascosta in gran parte la Verità espressa nel Vangelo e la maggior parte della gente, tenuta nella ignoranza, si appaga di quanto viene loro imbeccato: non consapevole di arrivare là dove possono arrivare due ciechi!. A questa povera gente è stata tolta la capacità di conoscere la vera identità del PADRE CELESTE nella SUA unica e vera Essenza di PADRE SPIRITUALE, con il QUALE bisogna avere rapporto sincero e costante, aprirsi e colloquiare invocando la Grazia di essere ammantati dal Suo AMORE infinito, dalla Sua MISERICORDIA inesauribile e se necessario, anche,dalla Sua GIUSTIZIA perfettissima! E questo il motivo precipuo della venuta di GESU in mezzo a noi: è questo l ineffabile desiderio del CRISTO che lo antepone anche alla Sua SUBLIMAZIONE sulla Croce! EGLI, il CRISTO, ha voluto così, tramite lo SPIRITO SANTO, darci la pienezza della ENTITA PATERNA, del DIO CRISTIANO, del Suo DIO e PADRE! 23

19 A tanto, a consolidare questa difficile interpretativa esigenza EGLI, GESU, ha voluto riscattare nella totalità le efferatezze più spietate e inconcepibili dell uomo con la SUA totale e completa Donazione andando incontro al Supplizio della CROCE! E questa la sintesi dell insegnamento di GESU a cui il papa e tutti i suoi accoliti dovrebbero attendere, annullandosi nella umiltà più profonda col rinunciare ad essere riveriti come esseri superiori agli altri; e dovrebbero essere sempre disponibili a dare la propria vita per dare testimonianza all offerta fattaci dal CRISTO. Infatti nell Ultima Cena è riportato: Fate questo in Memoria di ME! ; cioè come Io do la mia vita per voi, così, altrettanto, dovete fare voi per dare testimonianza di Me! Altra esigenza colma di intensità e richiesta da parte del CRISTO, è quella in cui ci esorta, con formidabile passione, ad amare il PADRE CELESTE in SPIRITO e VERITA. Nel mentre la chiesa cattolica e quella ortodossa sono avvezze a rendere devozione, prostrandosi (a cominciare da Paolo II), davanti a simulacri, immagini e reliquie di uomini che nulla hanno del Divino, ma che rispecchiano le usanze importate dalle false religioni del passato ed anche presenti. Questi simulacri, immagini e reliquie vengono venerati dai presunti tutori della PAROLA; nel mentre, molto spesso, vengono adorati dalla gente portandola a prostrazioni inaudite perché ignorante dell insegnamento di GESU e incline ad accettare quanto viene loro offerto dai presunti chiamati. A questa gente è conveniente cibarsi di queste nozioni, anziché doversi cimentare a cercare la VERITA che 24

20 comporta impegno oneroso e una disponibilità assai intensa verso lo SPIRITO SANTO! Con ciò non si vuole non dare merito a quanti pervasi dall AMORE della SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA si sono sforzati per adempiere più o meno, in parte, all insegnamento di GESU. Ma tutto ciò non richiede, in assoluto, la intercessione da parte loro presso il PADRE CELESTE, sempre disponibile e attento ad accogliere, con immediatezza, nella Sua Adozione quanti, pur stando su questo pianeta cercano, si sforzano di ottemperare al Suo desiderio, quello cioè che la santità la si può raggiungere tramite GESU e lo SPIRITO SANTO che portano a rendere gloria eterna al PADRE CELESTE. Non c è bisogno di alcuno, all infuori del CRISTO, con l ausilio dello SPIRITO SANTO, che ci possa portare ad essere santificati e a darci le credenziali di accesso alla NUOVA TERRA quando i nostri spiriti saranno traslati nella Futura Dimensione. Il CRISTO è l unico che ha potuto mediare, coadiuvato dallo SPIRITO d AMORE, lo SPIRITO SANTO, presso il PADRE CELESTE perché tutta l umanità nell età futura venga santificata. CRISTO con la Sua Donazione Gloriosa ha riscattato le perfidie più atroci e detestabili dell uomo per condurlo alla salvezza eterna. EGLI, GESU, ha dato il Tutto : ora tocca all uomo riconoscere l impenetrabile Amore del DIO CRISTIANO, prostrarsi al Suo cospetto e ringraziarlo eternamente per l ineffabile AMORE che ci porta alla salvezza eterna. L uomo, quindi, è destinato per l Olocausto del CRISTO ad essere proiettato nella Vita Eterna sempre che, stando su questa terra, si lascia penetrare dallo 25

21 SPIRITO di VERITA e pronuncia, nella prostrazione più sentita, il mea culpa. Ma quanti sono gli uomini della Terra che si dispongono ad essere pervasi dallo SPIRITO SANTO? Sono tanto pochi, mentre la massa si lascia allettare dai piaceri, dal potere dalla gloria effimeri della terra ritardando così di gran lunga il loro ingresso nella NUOVA TERRA. Anche questi ultimi, pur non avendo voluto, vivendo questa esistenza, riconoscere l AMORE infinito e la MISERICORDIA inesauribile del PADRE CELESTE, incontreranno la Sua GIUSTIZIA e faranno parte, anche se con molto ritardo, dell Agape Eterna. Questi, ultimi, avendo ignorato l AMORE e la MISERICORDIA del PADRE CELESTE si confronteranno con la Sua GIUSTIZIA perfettissima e saranno paghi di auto - espiare la loro precaria condizione spirituale, perché certi che al termine dell auto - purificazione, anche loro, faranno parte dell infinita schiera dei Santi. Tutti, in proiezione futura siamo stati santificati e godremo eternamente glorificando e ringraziando il PADRE CELESTE in GESU e nello SPIRITO SANTO. Pertanto, coloro che sulla terra si evidenziano nella santità che verrà poi sancita o meno da parte della SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA, devono costituire lo stimolo continuo a tutti noi affinché, anche noi, stando su questo pianeta possiamo preparare quelle credenziali che ci daranno il facile accesso nell EDEN, il tanto declamato e desiderato PARADISO! Anche la Madonna, eccelsa per la sua virtù di umiltà inimitabile e per il trasporto intenso di Amore verso l Altissimo, deve costituire per tutti gli uomini un incitamento continuo ad imitarla per poter essere ammantati dalla GRAZIA del DIO CRISTIANO. 26

22 Ella, pur essendo un effetto Meraviglioso e Glorioso della SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA non richiede, né si attribuisce la mediazione presso il PADRE CELESTE, ma continua a parlare e, per sempre, per tutto il tempo di questa Terra, come fece alle nozze di Cana: Rivolgetevi a GESU!!!. Tutta questa premessa vuole esortare e indurre i cosiddetti chiamati a riflettere profondamente e sentitamente sull insegnamento di GESU per potere riuscire a comprendere che lo scopo precipuo della venuta in mezzo a noi deve riscoprirsi, con l aiuto dello SPIRITO di VERITA, nella conoscenza e nel possesso immediato del PADRE CELESTE per averne, quotidianamente, quel rapporto filiale che ci faciliterà enormemente ad incontrarci con LUI! Avrei voluto continuare all infinito per poter evidenziare le continue malefatte dei tutori della PAROLA, ma chiudo con una ennesima e più clamorosa ed inconcepibile affermazione di tutte le confessioni cristiane ed anche di quelle ebraiche e musulmane. Non mi soffermo su quelle delle altre religioni perché, oltre ad essere politeiste, hanno vedute che si disperdono al confronto col CRISTIANESIMO. Mi riferisco alla più grande blasfematoria affermata da quanti fanno capo alla religione monoteista: cristiani, ebrei e musulmani. Essi sostengono, con interpretazioni errate del Vecchio e Nuovo Testamento, come il Creatore dell Universo e, quindi, della creatura fatta ad immagine e somiglianza dello Stesso, condannerà in eterno i peccatori. Addirittura nell Antico Testamento si fa menzione alla vendetta di Colui che CRISTO nella pienezza della Sua DIVINITA ci presenta nella Essenza di PADRE. 27

23 E solo il CRISTO può avvallare ed affermare l Entità del CREATORE, essendo EGLI DIO come il PADRE e lo SPIRITO SANTO! E allora quelle citazioni che si riscontrano nel Vecchio e nel Nuovo Testamento devono essere intese nella giusta dimensione e rese conformi a l Essenza dell AMORE e a tanto si può arrivare se ci si dispone alla penetrazione dello SPIRITO di VERITA. Il DIO-CRISTIANO giudicherà indirettamente la singola creatura, la quale possessora dell infinito dono della Libertà sarà lei stessa a auto giudicarsi, confrontandosi con i Decreti Divini, sanciti dalla SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA e speculando sul miliardo di miliardi di opzioni messi a sua disposizione. Non continuate, quindi, interpreti della PAROLA a falsare e a rendere spregevole ancora e, assai di più, la vostra condizione e cercate di comprendere che la Donazione Superba e Gloriosa del Cristo fatta insieme al PADRE CELESTE e allo SPIRITO SANTO porterà tutti gli umani alla santificazione futura, dopo che ogni singolo spirito avrà preso formidabilmente coscienza delle sue malefatte, dei suoi peccati e delle sue colpe e, bramosamente, vorrà espiare le sue azioni negative in vista di possedere l AMORE infinto ed eterno della SANTISSIMA e GLORIOSISSIMA TRINITA reso, da voi, misterioso e nascosto alla maggior parte degli esseri umani! E pur vero e incontestabile che gli spiriti che si sono macchiati di colpe inaudite ed esecrande proveranno il tormento spirituale e morale di ogni azione che hanno cercato, insulsamente, di neutralizzare la visione radiosa del DIO-CRISTIANO e tutto il male apportato ai propri simili: infatti proveranno un intenso e profondo dolore, anche perché agli stessi non sembrerà vero di avere 28

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella Cristianesimo, Ebraismo e Islam Sofia Tavella Che cos è una religione? Ritenendo che il termine RELIGIO derivi dal verbo latino RE-LIGARE che significa legare insieme, la religione indica il RAPPORTO tra

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Parrocchia S.Maria della Clemenza e S. Bernardo COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Si consiglia una lettura graduale, riflettendo su una o due domande

Dettagli

GERUSALEMME, CITTÀ DELL INCONTRO 23-27 2014 LA FIGURA DI ABRAMO NEL MONDO EBRAICO NEL MONDO CRISTIANO NEL MONDO MUSSULMANO

GERUSALEMME, CITTÀ DELL INCONTRO 23-27 2014 LA FIGURA DI ABRAMO NEL MONDO EBRAICO NEL MONDO CRISTIANO NEL MONDO MUSSULMANO GERUSALEMME, CITTÀ DELL INCONTRO 23-27 febbraio 2014 LA FIGURA DI ABRAMO NEL MONDO EBRAICO di Rav Alberto Sermoneta NEL MONDO CRISTIANO di Mons. Stefano Ottani NEL MONDO MUSSULMANO di Imam Yusuf Pisano

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13

Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 Parrocchia di San Sperate CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI 2012-13 LE FONTI DELLA CATECHESI RINNOVAMENTO DELLA CATECHESI Al capitolo VI il Documento di Base indica 4 fonti per la catechesi: 1. la SACRA

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Islam significa sottomissione (ad Allah) Questo termine viene preferito a Maomettismo perché non mette l enfasi sull uomo. Il termine musulmano in

Islam significa sottomissione (ad Allah) Questo termine viene preferito a Maomettismo perché non mette l enfasi sull uomo. Il termine musulmano in L Islam Islam significa sottomissione (ad Allah) Questo termine viene preferito a Maomettismo perché non mette l enfasi sull uomo. Il termine musulmano in italiano deriva dal Persiano musliman : lett.

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

STORIA,ORIGINI E FONDATORE

STORIA,ORIGINI E FONDATORE STORIA,ORIGINI E FONDATORE L'islam è una religione monoteista, fondata da Maometto, considerato l'ultimo messaggero e da lui definito, l'ultimo profeta. Un giorno incontrò l'arcangelo Gabriele che gli

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA DIREZIONE DIDATTICA II CIRCOLO - MONDOVI Insegnanti: CRAVERO ELENA FIORENTINO STEFANIA SALVAGNO MARIA ANNO SCOLASTICO 20-20 Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno riflette su Dio Creatore e Padre significato cristiano del Natale L alunno riflette sui dati fondamentali

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

I A ISTITUTO TECNICO L. EINAUDI MURAVERA MATERIA:RELIGIONE. PROFESSORE: FAEDDA SIMONE Anno 2014-2015

I A ISTITUTO TECNICO L. EINAUDI MURAVERA MATERIA:RELIGIONE. PROFESSORE: FAEDDA SIMONE Anno 2014-2015 I A ISTITUTO TECNICO L. EINAUDI MURAVERA MATERIA:RELIGIONE. PROFESSORE: FAEDDA SIMONE 1. Unità di apprendimento: IL MISTERO DELL ESISTENZA - Chi sono io? Le domande di senso nell esistenza di qualsiasi

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 INSEGNANTI: Chirico Cecilia Calì Angela Bevilacqua Marianna CLASSE PRIMA Competenze Disciplinari Competenze

Dettagli

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO Il patto matrimoniale con cui l uomo e la donna stabiliscono di vivere insieme per tutta la vita, per sua natura ordinato al bene dei coniugi ed alla procreazione

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. CLASSE PRIMA I Macrounità

RELIGIONE CATTOLICA. CLASSE PRIMA I Macrounità Unione Europea Fondo Social Europeo Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Distretto Scolastico N 15 Istituto Comprensivo III V.Negroni Via

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013

PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA CIRCOLO L. DA VINCI Anno scolastico 2012/2013 DIREZIONE DIDATTICA STATALE LEONARDO DA VINCI Via Virgilio, 1 Mestre (VE) Tel. 041/614863 Fax 041/5346917 Cod. Fisc. 82011580279 * * * * * PREMESSA ALLA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI CIRCOLO L. DA VINCI

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

IL PERDONO DI ASSISI

IL PERDONO DI ASSISI IL PERDONO DI ASSISI Il Perdono di Assisi è una manifestazione della Misericordia infinita di Dio e un segno della passione apostolica di San Francesco Indulgenza della Porziuncola 2 AGOSTO Festa della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16.

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16. Vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen.

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen. RITO DELLA MESSA RITI DI INTRODUZIONE Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

1. Matrimonio 2. Divorzio 3. Poligamia 4. Velo

1. Matrimonio 2. Divorzio 3. Poligamia 4. Velo Sottomesse A chi?! 1. Le fonti del sapere islamico 2. Lo status della donna nell islam 3. I diritti che l islam ha garantito alla donna 4. Temi controversi: 1. Matrimonio 2. Divorzio 3. Poligamia 4. Velo

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

1. Il mondo della religione

1. Il mondo della religione Attività di potenziamento e recupero 1. Il mondo della religione ATTIVITA DI POTENZIAMENTO Il mondo della religione (attività e verifiche) 1 Dopo aver studiato attentamente le diverse religioni, con un

Dettagli

SEGUIRE GESU' Questo giovane ; Riconosce in Gesù Colui davanti al quale ci si può inginocchiare ed anche qui s impone una facile considerazione:

SEGUIRE GESU' Questo giovane ; Riconosce in Gesù Colui davanti al quale ci si può inginocchiare ed anche qui s impone una facile considerazione: SEGUIRE GESU' Uno dei capi lo interrogò, dicendo: "Maestro buono, che devo fare per ereditare la vita eterna?".e Gesù gli disse: "Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, tranne uno solo, cioè Dio.Tu conosci

Dettagli

Matrimonio e Divorzio

Matrimonio e Divorzio Matrimonio e Divorzio Dio creò l uomo a sua immagine; lo creò a immagine di Dio; li creò maschio e femmina (Genesi 1 :27). È evidente dal testo citato che Dio considera l uomo e la donna legati l uno all

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Oggi... tutta la Chiesa fa festa perché l nostr dolcissim

Oggi... tutta la Chiesa fa festa perché l nostr dolcissim Oggi...... tutta la Chiesa fa festa perché l nostr dolcissim entra a far parte della famiglia di Dio Mamma.. Papà.. La Madrina... Il Padrino... Insieme al parroco l... accompagnano verso la conoscenza

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

Breve storia della Palestina e Israele

Breve storia della Palestina e Israele Breve storia della Palestina e Israele Nel III millennio a.c. territorio tra Siria e Palestina coincideva con la regione di Canaan commercia con Egitto Anatolia Terra dei Mesopotamia Si insediano popoli

Dettagli

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI

UN LIBRO PER DUE RELIGIONI UN LIBRO PER DUE RELIGIONI La Bibbia è un libro il cui contenuto è considerato sacro sia dalla religione ebraica sia dalla religione cristiana. Le prime comunità cristiane conoscevano come libro sacro

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli.

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. (Atti degli Apostoli, capitolo 5 versetto 12) Questo libretto è di: Un sacramento cos è? Come l acqua purifica,

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 1. RITO ORDINARIO RITI INIZIALI 60. Il ministro, entrando dal malato, rivolge a lui e a tutti i presenti un fraterno saluto.

Dettagli

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori.

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori. CAMPO FAMIGLIE 2010 SI SEPPE CHE GESU ERA IN CASA LA CAMERA DA LETTO Luogo dell intimità Quando preghi entra nella tua camera Mt. 6,6 IL SIGNIFICATO ANTROPOLOGICO Sin dalla nostra nascita, la camera da

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 I. C. di San Cipirello SCUOLA PRIMARIA C. A. Dalla Chiesa DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSI PRIME

PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 I. C. di San Cipirello SCUOLA PRIMARIA C. A. Dalla Chiesa DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSI PRIME PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 I. C. di San Cipirello SCUOLA PRIMARIA C. A. Dalla Chiesa DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSI PRIME OBIETTIVI: Scoprire che per la religione cristiana

Dettagli

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù.

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù. RELIGIONE CATTOLICA CLASSE I U A OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI CONTENUTI/ ATTIVIT À COMPETENZE PERIODO UA n 1 Unici e speciali Cogliere la diversità tra compagni ed amici come valore e ricchezza.

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo.

La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La BIBBIA è il libro più diffuso nel mondo. La parola BIBBIA deriva da una parola greca (biblia) che vuol dire I LIBRI. Possiamo dire, infatti che la Bibbia è una BIBLIOTECA perché raccoglie 73 libri.

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Attività di potenziamento e recupero

Attività di potenziamento e recupero Attività di potenziamento e recupero 7. Dio e l uomo Dio e l uomo (attività e verifiche) 1 ATTIVITA DI POTENZIAMENTO Utilizzando un motore di ricerca in Internet, o materiale fornito dal tuo insegnante,

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE ANNI

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE ANNI APPENDICE: INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZA CHIAVE EUROPEA RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

CURRICULO VERTICALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA TRE ANNI

CURRICULO VERTICALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA TRE ANNI CURRICULO VERTICALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA TRE ANNI Traguardi per lo sviluppo delle competenze Obiettivi di apprendimento Contenuti A. IL SE E L ALTRO: Scopre nel Vangelo la

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

CURRICOLA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola Primaria CLASSE 1 ^ COMPETENZE CONOSCENZE ABILITA

CURRICOLA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola Primaria CLASSE 1 ^ COMPETENZE CONOSCENZE ABILITA CURRICOLA DI RELIGIONE CATTOLICA Scuola Primaria CLASSE 1 ^ COMPETENZE CONOSCENZE ABILITA COGLIERE I VALORI ETICI E RELIGIOSI PRESENTI NELL ESPERIENZA DI VITA E RELIGIOSA DELL UOMO - Prendere coscienza

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Novena alla Regina della Pace si recita dal 15 al 23 giugno o per nove giorni consecutivi, in ogni momento di necessità

Novena alla Regina della Pace si recita dal 15 al 23 giugno o per nove giorni consecutivi, in ogni momento di necessità Novena alla Regina della Pace si recita dal 15 al 23 giugno o per nove giorni consecutivi, in ogni momento di necessità PRIMO GIORNO Preghiamo per i veggenti Preghiera alla Regina della Pace Madre di Dio

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

"BIBBIA, PAROLA DI DIO"

BIBBIA, PAROLA DI DIO PARROCCHIA REGINA PACIS Via Poli - S. Lucia TEL. 0574-460347 STUDIO DELLA BIBBIA Scheda N. 1 Margherita Bessi "BIBBIA, PAROLA DI DIO" (scheda introduttiva) Studiamo questa espressione nelle sue 2 parti:

Dettagli

Riconosce nella bellezza del mondo e della vita umana un dono gratuito di Dio Padre. Ascoltare alcuni brani del testo biblico.

Riconosce nella bellezza del mondo e della vita umana un dono gratuito di Dio Padre. Ascoltare alcuni brani del testo biblico. Classe prima L alunno riflette su Dio Creatore e Padre e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive. Riconosce nella bellezza del mondo e della vita

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

CERCARE CRISTO PIÙ DI OGNI ALTRA COSA (Filippesi 3:4-11)

CERCARE CRISTO PIÙ DI OGNI ALTRA COSA (Filippesi 3:4-11) CERCARE CRISTO PIÙ DI OGNI ALTRA COSA (Filippesi 3:4-11) Introduzione: Sermone Filippesi 3:4-7. Nell ultimo sermone in Filippesi, in 3:1-3, abbiamo visto che ci sono falsi insegnanti, che predicano la

Dettagli