LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015"

Transcript

1 INFORMATIVA N FEBBRAIO 2015 ADEMPIMENTI LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Provvedimento Agenzia Entrate Istruzioni Certificazione Unica 2015 Come noto, a seguito delle novità introdotte dal Decreto Semplificazioni, a decorrere dal 2015, i sostituti d imposta sono tenuti a comunicare all Agenzia delle Entrate i dati reddituali / previdenziali dei lavoratori dipendenti e assimilati nonché quelli relativi al lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi. Recentemente l Agenzia ha approvato il modello della Certificazione Unica 2015, da utilizzare per comunicare i suddetti dati relativi al 2014, da inviare entro il Di seguito, dopo aver riepilogato il contenuto del modello in esame, si propongono alcune esemplificazioni di compilazione.

2 IF n pagina 2 di 17 Come noto, nell ambito del D.Lgs. n. 175/2014, Decreto Semplificazioni a seguito dell introduzione del mod. 730 precompilato è stato previsto l obbligo in capo ai sostituti d imposta di: inviare all Agenzia delle Entrate la certificazione dei redditi corrisposti nell anno precedente; comunicare alla stessa i riferimenti per la ricezione dei modd ; entro il 7.3 dell anno successivo a quello in cui le somme e i valori sono stati corrisposti al fine di consentire la (pre)compilazione del mod. 730 da parte dell Agenzia. Con il Provvedimento , l Agenzia delle Entrate ha approvato il modello della Certificazione Unica 2015, con le relative istruzioni, utilizzabile per certificare, oltre ai redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati (ex mod. CUD) anche i redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi relativi al La Certificazione Unica va utilizzata anche per attestare: i redditi corrisposti nel 2014 che non hanno concorso alla formazione del reddito imponibile ai fini fiscali e contributivi; i dati previdenziali e assistenziali relativi alla contribuzione dovuta / versata all INPS / INPS Gestione Dipendenti Pubblici e/o all INAIL. Non devono essere inviate all Agenzia delle Entrate le certificazioni: degli utili corrisposti ai soci di società di capitali / proventi equiparati (ad esempio, compensi associazione in partecipazione con apporto di solo capitale); dei redditi erogati dall INPS agli eredi residenti all estero del sostituito, per i quali non è stata fatta richiesta di attribuzione del codice fiscale; dei redditi diversi da quelli di lavoro dipendente, rilasciate a residenti all estero, nei casi in cui non è obbligatoria l indicazione del codice fiscale del percipiente nella Certificazione Unica; dei redditi totalmente non imponibili in Italia, in quanto il percipiente risiede in uno Stato estero con cui è in vigore una Convenzione contro le doppie imposizioni. TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE Come accennato, la Certificazione Unica va presentata esclusivamente in via telematica (direttamente ovvero tramite un intermediario abilitato) entro il 7.3 di ogni anno. La Certificazione Unica 2015 relativa al 2014 deve quindi essere presentata entro il: (il 7.3 cade di sabato) Qualora il sostituto rilasci una nuova Certificazione dopo il 9.3 dovrà indicare nelle Annotazioni che, se il percipiente intende avvalersi del mod. 730 precompilato, dovrà procedere a modificarne il contenuto sulla base dei nuovi dati forniti. CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA AI PERCIPIENTI Entro il 28.2 del periodo d imposta successivo a quello cui si riferiscono i redditi certificati, i sostituti d imposta sono altresì tenuti a consegnare (in duplice copia) ai percipienti la Certificazione in esame, anche in formato elettronico (ad esempio, via ) sempreché sia possibile accertarsi che la stessa entri nella materiale disponibilità del destinatario. La Certificazione Unica 2015 relativa al 2014 deve quindi essere consegnata ai lavoratori dipendenti e ai percettori di redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi entro il: (il 28.2 cade di sabato)

3 IF n pagina 3 di 17 SOGGETTI OBBLIGATI Sono tenuti all invio della Certificazione Unica 2015 coloro che nel 2014: hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte ai sensi degli artt. 23, 24, 25, 25-bis, 25-ter e 29, DPR n. 600/73; hanno l obbligo di certificare ai lavoratori i contributi previdenziali e assistenziali dovuti all INPS / INPS Gestione Dipendenti Pubblici nonché i premi assicurativi dovuti all INAIL. CONTENUTO DELLA CU 2015 La Certificazione Unica 2015 si compone dei seguenti 3 prospetti: DATI ANAGRAFICI del sostituto e del percettore; CERTIFICAZIONE LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI E ASSISTENZA FISCALE contenente i dati relativi ai redditi di lavoro dipendente ed assimilati e i dati previdenziali ed assistenziali; CERTIFICAZIONE LAVORO AUTONOMO, PROVVIGIONI E REDDITI DIVERSI contenente i dati relativi ai redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi. Nel caso in cui la Certificazione attesti solo redditi di lavoro dipendente ed assimilati, ovvero solo redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi deve essere rilasciata esclusivamente la parte relativa alla tipologia reddituale indicata. DATI ANAGRAFICI (DEL SOSTITUTO E DEL PERCETTORE)

4 IF n pagina 4 di 17 Relativamente al sostituto d imposta e al soggetto percipiente sono richieste le seguenti informazioni. Dati del sostituto d imposta Oltre al codice fiscale e ai dati anagrafici va riportato il domicilio fiscale e l indirizzo della sede alla quale devono pervenire le comunicazioni relative ai conguagli sulle retribuzioni nonché: il codice attività (prevalente con riguardo al volume d affari) al momento del rilascio della CU; il codice sede, qualora il sostituto d imposta opti per una gestione separata dei lavoratori (ad esempio, lavoratori con qualifica di dirigenti e lavoratori con qualifica di impiegati) ai fini dell effettuazione delle operazioni di conguaglio da assistenza fiscale. In caso di operazioni straordinarie, qualora il soggetto che effettua la comunicazione non sia lo stesso che ha materialmente corrisposto le somme oggetto della comunicazione il sostituto subentrante dovrà indicare i propri dati anagrafici. Dati del soggetto percettore delle somme certificate Oltre al codice fiscale e ai dati anagrafici va indicato il domicilio fiscale del percipiente utile ai fini della determinazione delle addizionali regionale e comunale IRPEF. Si rammenta che il Decreto Semplificazioni ha previsto che, ai fini della determinazione dell addizionale regionale IRPEF, va fatto riferimento al domicilio fiscale del contribuente all 1.1 (e non più al 31.12), come già previsto per l'addizionale comunale IRPEF. Per i lavoratori autonomi, i campi relativi al Domicilio fiscale devono essere compilati soltanto in presenza nel campo Causale del codice N (indennità di trasferta, rimborso forfetario di spese, premi e compensi erogati nell esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche, nonché in relazione a rapporti di co.co.co. di carattere amministrativo-gestionale di natura non professionale resi a favore di società e associazioni sportive dilettantistiche, di cori, bande e filodrammatiche da parte del direttore e dei collaboratori tecnici). Inoltre: a campo 8 Categorie particolari che identifica il percettore appartenente a particolari categorie (ad esempio, dipendente all estero, percettore di borsa di studio, premio o sussidio per fini di studio o addestramento professionale, erede, ex coniuge, ecc.), va riportato lo specifico codice desumibile dalla Tabella D, presente nelle istruzioni; a campo 9 Eventi eccezionali va riportato uno dei seguenti codici previsti per gli eventi a seguito dei quali è stata disposta la proroga / sospensione degli adempimenti / versamenti: 1 per i contribuenti vittime di richieste estorsive e dell usura per i quali l art. 20, comma 2, Legge n. 44/99 ha disposto la proroga di 3 anni dei termini di scadenza degli adempimenti fiscali ricadenti entro 1 anno dalla data dell evento lesivo; 3 per i contribuenti residenti al nel Comune di Lampedusa o di Linosa interessati dall emergenza umanitaria legata all afflusso di emigrati dal Nord Africa, per i quali è stata prevista la sospensione degli adempimenti e versamenti tributari dal al , prorogata da ultimo fino al dall art. 3, comma 8, DL n. 192/2014; 8 per i contribuenti colpiti da altri eventi eccezionali; nel caso in cui la Certificazione Unica sia riferita ad una fattispecie non interessata dal mod. 730 precompilato, a campo 10 Casi di esclusione dalla precompilata va indicato uno dei seguenti codici: 1 nel caso di certificazione esclusiva di redditi di cui all art. 50, comma 1, lett. b), e), f), g) relativamente alle indennità percepite dai membri del Parlamento europeo, h) e h-bis); 2 in caso di certificazione esclusiva di dati previdenziali ed assistenziali; a campo 30 va indicato il codice del rappresentante in caso di contribuenti incapaci (minore compreso); i campi da 40 a 43 vanno compilati se il percipiente è un soggetto non residente, riportando: a campo 40 il codice di identificazione fiscale rilasciato dall'autorità dello Stato di residenza; a campo 41 e 42 la località estera di residenza e relativo indirizzo; a campo 43 il codice dello Stato estero di residenza, desumibile dalla Tabella G presente nelle istruzioni.

5 IF n pagina 5 di 17 CERTIFICAZIONE LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE Nel Prospetto Certificazione lavoro dipendente, assimilati ed assistenza fiscale, dedicata alla comunicazione dei dati relativi ai redditi di lavoro dipendente e assimilati, si segnala un generale incremento delle informazioni da indicare rispetto al mod. CUD con l introduzione di: nuove modalità espositive del reddito di lavoro dipendente e assimilato per il quale sono inserite le categorie del reddito da pensione e dell assegno corrisposto all ex coniuge. Va indicato se il rapporto di lavoro è a tempo determinato o indeterminato nonché l eventuale inizio / fine ovvero interruzione / ripresa del rapporto; un nuovo riquadro destinato all indicazione degli oneri detraibili distinti per tipologia; nuovi dati relativi al credito d imposta per le imposte estere conguagliato dal sostituto d imposta; appositi campi destinati all indicazione dei contributi sanitari integrativi, distinti tra quota dedotta e non dedotta; specifici campi destinati all indicazione dei dati del c.d. Bonus 80 euro ; un apposito riquadro (nella parte dedicata ai redditi assoggettati a ritenuta a titolo d imposta) per i dati relativi ai lavori socialmente utili; una serie di nuovi campi nella parte destinata ai conguagli. I dati relativi a ciascun dipendente devono essere contenuti in un unica Certificazione anche in presenza di più rapporti di lavoro instaurati con lo stesso sostituto per il medesimo periodo d imposta con lo stesso percipiente. CERTIFICAZIONE DATI LAVORO AUTONOMO, PROVVIGIONI E REDDITI DIVERSI Il Prospetto è riservato al sostituto d imposta che nel 2014 ha erogato compensi riferiti a: redditi di lavoro autonomo ex art. 53, TUIR, assoggettati a ritenuta ex art. 25, DPR n. 600/73.

6 IF n pagina 6 di 17 Devono essere indicati nella Certificazione Unica, ancorché non assoggettati a ritenuta, i compensi erogati ai soggetti che nel 2014 hanno adottato il regime dei minimi / nuove iniziative; redditi diversi ex art. 67, comma 1, TUIR, assoggettati a ritenuta ex artt. 25, DPR n. 600/73 e 33, comma 4, DPR n. 42/88 (redditi di lavoro autonomo occasionale, compensi per attività sportive dilettantistiche, ecc.). Relativamente ai compensi ex art. 67, comma 1, lett. m), TUIR (indennità di trasferta, rimborsi forfetari di spesa, premi e compensi erogati a sportivi dilettanti) non vanno indicati i rimborsi per spese documentate relative al vitto, alloggio, viaggio e trasporto sostenute in occasione di prestazioni effettuate fuori dal territorio comunale; provvigioni, anche occasionali, inerenti a rapporti di commissione, agenzia, mediazione, rappresentanza e procacciamento d'affari, nonché derivanti dalla vendita a domicilio, assoggettate a ritenuta ex art. 25-bis, DPR n. 600/73; indennità per la cessazione di rapporti di agenzia delle persone fisiche e società di persone, per la cessazione da funzioni notarili e per la cessazione dell'attività sportiva quando il rapporto di lavoro è di natura autonoma ex art. 17, comma 1, lett. d), e) ed f), TUIR. Va evidenziato che il Prospetto interessa anche i condomini che hanno operato la ritenuta del 4% sui corrispettivi erogati per prestazioni relative a contratti di appalto, d opera e/o servizi svolte nell esercizio di un attività d impresa. I dati della tipologia reddituale in esame vanno comunicati all Agenzia delle Entrate anche se la stessa non è interessata dal 730. L invio telematico della Certificazione Unica non sostituisce la presentazione del mod Le medesime informazioni contenute nella Certificazione Unica 2015 saranno quindi replicate anche nell ambito del mod. 770/2015. In particolare nel campo 1 Causale va riportato (analogamente al mod. 770) il codice che identifica la tipologia di reddito corrisposto. Codice Descrizione A Prestazioni di lavoro autonomo rientranti nell esercizio di arte o professione abituale. Utilizzazione economica, da parte dell autore o dell inventore, di opere dell ingegno, di brevetti B industriali e di processi, formule o informazioni relativi ad esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico. Utili derivanti da contratti di associazione in partecipazione e da contratti di cointeressenza, se C l apporto è costituito esclusivamente dalla prestazione di lavoro. D Utili spettanti ai soci promotori ed ai soci fondatori delle società di capitali. E Levata di protesti cambiari da parte dei segretari comunali. G Indennità corrisposte per la cessazione di attività sportiva professionale. (*) Indennità corrisposte per la cessazione dei rapporti di agenzia delle persone fisiche e delle H società di persone con esclusione delle somme maturate entro il , già imputate per competenza e tassate come reddito d'impresa. (*) I Indennità corrisposte per la cessazione da funzioni notarili. (*) Utilizzazione economica di opere dell ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule e L informazioni relativi ad esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico percepiti dagli aventi causa a titolo gratuito (ad esempio, eredi e legatari dell autore e inventore). Utilizzazione economica di opere dell ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule e L1 informazioni relativi ad esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico percepiti da soggetti che abbiano acquistato a titolo oneroso i diritti alla loro utilizzazione. M Prestazioni di lavoro autonomo non abituale. M1 Obblighi di fare, non fare o permettere. Indennità di trasferta, rimborso forfetario di spese, premi e compensi erogati nell esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche, nonché in relazione a rapporti di co.co.co. di carattere N amministrativo-gestionale di natura non professionale resi a favore di società e associazioni sportive dilettantistiche, cori, bande e filodrammatiche da parte del direttore e dei collaboratori tecnici.

7 IF n pagina 7 di 17 O O1 P Q R S T U V V1 W X Y Z Prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente, per le quali non sussiste l obbligo di iscrizione alla Gestione separata INPS (Circolare INPS n. 104/2001). Il codice riguarda i soggetti che, avendo compiuto 65 anni di età tra il 1996 ed il 2001, si sono cancellati dalla Gestione separata INPS. Obblighi di fare, non fare o permettere per i quali non sussiste l obbligo di iscrizione alla Gestione separata INPS (Circolare INPS n. 104/2001). Il codice riguarda i soggetti che, avendo compiuto 65 anni di età tra il 1996 ed il 2001, si sono cancellati dalla Gestione separata INPS. Compensi corrisposti a soggetti non residenti privi di stabile organizzazione per l'uso / concessione in uso di attrezzature industriali / commerciali / scientifiche nel territorio dello Stato ovvero a società / stabili organizzazioni svizzere di cui all art. 15, comma 2, Accordo tra Comunità europea e Confederazione svizzera del Provvigioni corrisposte ad agente o rappresentante di commercio monomandatario. Provvigioni corrisposte ad agente o rappresentante di commercio plurimandatario. Provvigioni corrisposte a commissionario. Provvigioni corrisposte a mediatore. Provvigioni corrisposte a procacciatore di affari. Provvigioni corrisposte a incaricato per le vendite a domicilio, per la vendita porta a porta e per la vendita ambulante di giornali quotidiani e periodici. Attività commerciali non esercitate abitualmente (ad esempio, provvigioni corrisposte per prestazioni occasionali da agente o rappresentante di commercio, mediatore, procacciatore d affari o incaricato per le vendite a domicilio). Corrispettivi erogati nel 2014 per prestazioni relative a contratti d appalto per i quali è operata la ritenuta d acconto del 4% ex art. 25-ter, DPR n. 600/73. Canoni corrisposti nel 2004 da società / enti residenti o da stabili organizzazioni di società estere ex art. 26-quater, comma 1, lett. a) e b), DPR n. 600/73, a società o stabili organizzazioni di società situate in altro Stato UE in presenza dei requisiti di cui al citato art. 26-quater, per i quali nel 2006 è stata rimborsata la ritenuta ex art. 4, D.Lgs. n. 143/2005. Canoni corrisposti dall'1.1 al dalle società di cui al suddetto codice X per i quali nel 2006 è stata rimborsata la ritenuta ex art. 4, D.Lgs. n. 143/2005. Titolo diverso dai precedenti. (*) Per tali codici va riportato, a campo 2, l'anno in cui è sorto il diritto alla percezione. I campi da 2 a 23 devono essere compilati come di seguito esposto. Campo 2 e 3 4 Descrizione Se a campo 1 Causale è stato indicato il codice "G", "H" o "I" va riportato l'anno in cui è sorto il diritto alla percezione. In caso di anticipazioni, va indicato "2014" e barrata la successiva casella di campo 3. Ammontare lordo del compenso corrisposto (al netto dell'iva). Vanno ricomprese le somme: fino a che, ai sensi dell art. 69, comma 2, TUIR, non hanno concorso a formare il reddito, in relazione ai compensi / rimborsi / indennità / premi erogati per l'esercizio dell attività sportiva dilettantistica nonché per i rapporti di co.co.co. di carattere amministrativo-gestionale, ecc. identificati dal codice "N"; (*) corrisposte a contribuenti minimi ex art. 27, commi 1 e 2, DL n. 98/2011 o a soggetti che hanno adottato il regime delle nuove iniziative ex art. 13, Legge n. 388/2000 (*); che non hanno concorso a formare il reddito di lavoro autonomo dei ricercatori residenti all estero ai sensi del DL n. 185/2008 (90% dell imponibile); (*) che non hanno concorso a formare il reddito imponibile ai sensi dell art. 3, Legge n. 238/2010 (80% per le lavoratrici e 70% per i lavoratori); (*) addebitate a titolo di rivalsa previdenziale (4%) dai lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata INPS. (*) Poiché tali importi non sono soggetti a ritenuta d'acconto gli stessi vanno riportati anche a campo 7 Altre somme non soggette a ritenuta. Nel campo in esame non vanno riportati: il contributo previdenziale integrativo (2%-4%) delle Casse professionali; le somme erogate ai soggetti di cui all'art. 25-bis, comma 5, DPR n. 600/73 (agenzie di viaggio e turismo, rivenditori di documenti di trasporto di persone, ecc.), per le sole prestazioni, escluse da ritenuta, derivanti dalla specifica attività ivi prevista;

8 IF n pagina 8 di Somme erogate a soggetti non residenti, non assoggettate a ritenuta in applicazione della relativa Convenzione contro le doppie imposizioni. In tal caso il sostituto d imposta deve conservare la documentazione (certificato Ufficio fiscale estero e documentazione comprovante le condizioni per l applicazione del regime convenzionale ovvero apposito modello convenzionale) attestante l esistenza delle condizioni richieste. Tali importi vanno compresi nel precedente campo 4. Va riportato uno dei seguenti codici per specificare il motivo della non applicazione della ritenuta: - 1, per le somme che non hanno concorso a formare il reddito imponibile (90%) dei docenti / ricercatori ex DL n. 185/2008. Vanno altresì inseriti i relativi rimborsi spese; - 2, per le somme che, ai sensi dell art. 3, Legge n. 238/2010, non hanno concorso a formare il reddito imponibile (70% - 80%) dei lavoratori di cui al DM (cittadini europei che si trasferiscono in Italia per svolgere un attività d impresa / lavoro autonomo). Vanno altresì inseriti i relativi rimborsi spese; - 3, per gli altri redditi non soggetti a ritenuta ovvero esenti. Ammontare delle somme diverse da quelle di campo 5, che non concorrono a formare il reddito del percipiente, ossia non soggette a ritenuta (ad esempio, riduzione del 15%, a titolo di deduzione forfetaria, dei compensi relativi alla levata di protesti cambiari dei segretari comunali, compensi di importo inferiore ad 25,82 non imponibili ex art. 25, comma 3, DPR n. 600/73, ecc.) comprese le somme indicate a campo 4 non soggette a ritenuta alla fonte. 8 Imponibile su cui è stata applicata la ritenuta (campo 4 campo 5 campo 7). 9 Ritenute d acconto operate nel Ritenute a titolo d imposta operate nel e e Ritenute non operate per effetto di disposizioni normative emanate a seguito di eventi eccezionali. Si evidenzia che tale importo è già compreso ai campi 9 e 10. Addizionale regionale IRPEF trattenuta, a titolo d acconto (campo 12) e d imposta (campo 13). Tali campi vanno compilati soltanto con riferimento ai compensi/rimborsi/indennità per i quali è stato indicato il codice N a campo 1 Causale (attività sportiva dilettantistica). Addizionale regionale IRPEF non operata per effetto di disposizioni emanate a seguito di eventi eccezionali, già compresa nei campi 12 e 13. Addizionale comunale IRPEF trattenuta, a titolo d acconto (campo 15) e d imposta (campo 16). Tali campi vanno compilati soltanto nel caso in cui a campo 1 Causale è indicato il codice N. Addizionale comunale IRPEF non operata per effetto di disposizioni emanate a seguito di eventi eccezionali, già compreso nei campi 15 e e e 21 Somme eventualmente corrisposte negli anni precedenti a titolo di anticipazione e relative ritenute. Contributi previdenziali dovuti, distinguendo tra quota a carico del committente (campo 20) e a carico del percipiente (campo 21), relativamente a: compensi corrisposti ad associati in partecipazione con apporto di solo lavoro (codice C a campo 1 Causale ); redditi annui superiori a 5.000, relativamente alle fattispecie identificate dal codice M (prestazioni di lavoro autonomo occasionale), M1 (obblighi di fare, non fare o permettere) o V (provvigioni corrisposte all'incaricato per vendite a domicilio, vendita porta a porta, ecc.) a campo 1 Causale. 22 Spese sostenute dal lavoratore autonomo occasionale rimborsate dal committente. 23 Ritenute rimborsate ai sensi dell'art. 4, D.Lgs. n. 143/2005. Interessa soltanto le fattispecie identificate dal codice X o Y a campo 1 Causale. Gli importi vanno esposti al centesimo di Euro con arrotondamento alla seconda cifra decimale.

9 IF n pagina 9 di 17 PIÙ COMPENSI EROGATI ALLO STESSO PERCIPIENTE In presenza di più compensi erogati allo stesso percipiente è possibile: sommare gli importi, compilando una sola certificazione se le somme sono riferite alla stessa causale; compilare tante certificazioni quanti sono i compensi erogati nell anno numerando progressivamente le singole certificazioni riguardanti lo stesso percipiente. FRONTESPIZIO E QUADRO CT Con il citato Provvedimento l Agenzia ha approvato anche il Frontespizio, utilizzabile per confezionare l invio delle Certificazioni, contenente i consueti riquadri: Tipo di comunicazione ; Dati relativi al sostituto ; Dati relativi al rappresentante firmatario della comunicazione ; Firma della comunicazione ; Impegno alla presentazione telematica. Completa le informazioni da inviare (eventualmente) all Agenzia il quadro CT tramite il quale il sostituto d imposta indica l utenza telematica (propria o di un intermediario) presso la quale ricevere i modd È possibile inviare separatamente, unitamente al Frontespizio e al quadro CT, le certificazioni dei dati di lavoro dipendente da quelle di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

10 IF n pagina 10 di 17 ESEMPI DI COMPILAZIONE Esempio 1 La Alfa srl ha erogato, nel corso del 2014 al proprio consulente del lavoro Cedolino Sandro un compenso pari a per prestazioni professionali. La Certificazione Unica sarà così compilata: ALFA SRL BOLZANO BZ VIA BUSTE, CDLSDR80A01M067G CEDOLINO SANDRO M VIPITENO BZ CDLSDR80A01M067G 0 1 A 5.000, , ,00

11 IF n pagina 11 di 17 Esempio 2 La Beta srl nel 2014 ha erogato al proprio agente monomandatario Vende Marcello provvigioni per un importo complessivo di L'agente, avvalendosi dell'opera di 2 dipendenti, ha richiesto alla casa mandante la riduzione al 20% della base imponibile su cui applicare la ritenuta del 23%. La Certificazione Unica sarà così compilata: BETA SRL VICENZA VI VIA FISSO, VNDMCL60A01L551Z VENDE MARCELLO M VALDAGNO VI VNDMCL60A01L551Z 0 1 Q , x 80% , , , x 23%

12 IF n pagina 12 di 17 Esempio 3 La Omicron srl nel 2014 ha erogato al proprio agente monomandatario Rossi Claudio (che opera senza collaboratori) provvigioni per un importo complessivo pari a (soggette a ritenuta del 23% sul 50%). La Certificazione Unica sarà così compilata: OMICRON SRL PADOVA PD VIA COLORE, RSSCLD60H25G224G ROSSI CLAUDIO M PADOVA PD RSSCLD60H25G224G 0 1 Q , , , , x 23%

13 IF n pagina 13 di 17 Esempio 4 La Gamma srl nel 2014 ha erogato al venditore a domicilio Linda Anna provvigioni per : operando la ritenuta sul 78% di tale importo ( ); trattenendo e versando i contributi previdenziali pari al 28,72% (1/3 a carico del venditore, 2/3 a carico della società) su ( ). La Certificazione Unica sarà così compilata: GAMMA SRL GENOVA GE VIA PULITO, LNDNNA76D64D969X LINDA ANNA F GENOVA GE LNDNNA76D64D969X 0 1 V , , , x 22% 3.588, x 23% x 28,72% x 2/ , , x 28,72% x 1/3

14 IF n pagina 14 di 17 Esempio 5 La Delta srl ha corrisposto al geometra Progetto Mattia, in regime dei minimi, un compenso per prestazioni professionali pari ad Su detto importo non è stata operata la ritenuta d acconto. La Certificazione Unica sarà così compilata: DELTA SRL VERONA VR PIAZZA SQUADRA, PRGMTT84D01E502C PROGETTO MATTIA M LAZISE VR PRGMTT84D01E502C 0 1 A 8.000, ,00

15 IF n pagina 15 di 17 Esempio 6 La Iota srl nel 2014 ha erogato alla sig.ra Talvolta Sara un compenso pari ad per prestazioni di lavoro autonomo occasionale. Su tale somma la società ha trattenuto e versato i contributi previdenziali nella misura del 22% (1/3 a carico del percipiente, 2/3 a carico della società) sulla somma di ( ). La Certificazione Unica sarà così compilata: IOTA SRL DESENZANO BS VIA LAGO, TLVSRA80D41H717D TALVOLTA SARA F SALÒ BS TLVSRA80D41H717D 0 1 M 8.000, , , x 22% x 2/3 440,00 220, x 22% x 1/3

16 IF n pagina 16 di 17 Esempio 7 Un'associazione sportiva dilettantistica nel 2014 ha erogato all atleta Freno Mauro residente nel Comune di Bergamo (aliquota addizionale regionale IRPEF 1,23% / addizionale comunale IRPEF 0,6%): compensi per di cui esenti e assoggettati a ritenuta a titolo d imposta; rimborsi spese pari ad per trasferte effettuate fuori dal territorio comunale. La Certificazione Unica sarà così compilata: BIKEFORFUN BERGAMO BG VIA SELLA, FRNMRA76A01A794Z FRENO MAURO M BERGAMO BG BERGAMO BG A794 FRNMRA76A01A794Z 0 1 N , , , x 23% 575, x 1,23% 30, x 0,6% 15,00

17 IF n pagina 17 di 17 SANZIONI In caso di omessa / tardiva / errata presentazione l art. 2, D.Lgs. n. 175/2014, prevede l applicazione di una sanzione pari a 100 per ogni Certificazione Unica. La predetta sanzione non è applicabile qualora il sostituto d imposta provveda ad inviare la corretta certificazione entro 5 giorni successivi alla scadenza del 7.3, ossia entro il Come previsto dal Decreto Semplificazioni la sanzione è applicabile in deroga all art. 12, D.Lgs. n. 472/97, ossia senza la possibilità di beneficiare del c.d. cumulo giuridico. Così, ad esempio, ad un sostituto d imposta che invia tardivamente 30 Certificazioni, sarà applicata la sanzione pari ad Si evidenzia che l Agenzia delle Entrate nel corso dei consueti incontri di inizio anno ha precisato che: il termine per inviare le Certificazioni correttive è fissato al 12.3 (anche se per il 2015 il 7.3 cade di sabato e il termine è differito al 9.3), fermo restando l obbligo di trasmettere la Certificazione anche dopo tale scadenza; è preclusa al contribuente la possibilità di avvalersi del ravvedimento operoso al fine di correggere errori / omissioni in quanto la tempistica tra l'invio delle certificazioni (7 marzo) e l utilizzo delle stesse per la predisposizione della precompilata, che viene resa disponibile ai contribuenti a partire dal 15 aprile, non è compatibile con i tempi normativamente previsti per l'istituto del ravvedimento. Infine, in caso di scarto da parte dell Agenzia delle Entrate di Certificazioni trasmesse entro la predetta data, le stesse sono considerate tempestive purché siano (ri)trasmesse entro i 5 giorni lavorativi successivi alla data contenuta nella comunicazione che attesta il motivo dello scarto.

Oggetto: LA CERTIFICAZIONE UNICA

Oggetto: LA CERTIFICAZIONE UNICA Legnano, 10 Febbraio 2015 Alle imprese assistite Oggetto: LA CERTIFICAZIONE UNICA Il Decreto Semplificazioni a seguito dell introduzione del mod. 730 precompilato è stato previsto l obbligo in capo ai

Dettagli

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI

STUDIO NEGRI E ASSOCIATI LA (Comunicazione CU) Il Decreto Legislativo Semplificazioni fiscali (art. 2, comma 1 del D.Lgs. n. 175/2014), introduce una novità assoluta in ambito fiscale: il Modello 730 pre-compilato a valere già

Dettagli

Modello 770 SEMPLIFICATO 2012

Modello 770 SEMPLIFICATO 2012 genzia ntrate 770 Modello 770 SEMPLIFICATO 2012 Redditi 2011 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA PER L ANNO 2011 DATI RELATIVI A CERTIFICAZIONI COMPENSI ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA CU 2015

CERTIFICAZIONE UNICA CU 2015 CERTIFICAZIONE UNICA CU 2015 Da quest anno, vi sono due importanti innovazioni in merito alle certificazioni che i sostituti d imposta devono rilasciare ai percipienti, per attestare i redditi loro corrisposti

Dettagli

Circolare 7. del 13 febbraio 2015. Nuova Certificazione Unica Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate INDICE

Circolare 7. del 13 febbraio 2015. Nuova Certificazione Unica Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate INDICE Circolare 7 del 13 febbraio 2015 Nuova Certificazione Unica Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 3 2 Ambito applicativo della certificazione unica... 3 2.1 Redditi

Dettagli

Circolare N. 29 del 25 Febbraio 2015

Circolare N. 29 del 25 Febbraio 2015 Circolare N. 29 del 25 Febbraio 2015 Il nuovo modello CU (Provvedimento n. 4790/E del 15.01.2015, circolare ASSONIME n. 4 del 19.02.2015) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ASSONIME,

Dettagli

GIORNATA DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO CERTIFICAZIONE UNICA 2015 12/02/2015. Relatore:

GIORNATA DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO CERTIFICAZIONE UNICA 2015 12/02/2015. Relatore: GIORNATA DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO CERTIFICAZIONE UNICA 2015 12/02/2015 Relatore: Alessandro Dott. TODESCHELLI Dott. Comm.sta materia «Lavoro» OPEN Dot Com Servizio: Nome servizio Pag. 1 Torino,

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015: APPROVAZIONE DEL MODELLO DEFINITIVO PAG.

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015: APPROVAZIONE DEL MODELLO DEFINITIVO PAG. CIRCOLARE N. 06 DEL 27/01/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015: APPROVAZIONE DEL MODELLO DEFINITIVO PAG. 2 IN SINTESI: Con il Provvedimento

Dettagli

Via De Amicis n.10 27029 Vigevano. CIRCOLARE n. 16 / 2014. Mod. 770/2014

Via De Amicis n.10 27029 Vigevano. CIRCOLARE n. 16 / 2014. Mod. 770/2014 Terrazzini & partners consulenti del lavoro p.i./c.f. 05505810969 www.terrazzini.it Via Campanini n.6 20144 Milano Via Marsala n.29 26900 Lodi Via De Amicis n.10 27029 Vigevano t. +39 02 6773361 f. +39

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE UNICA

LA CERTIFICAZIONE UNICA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CERTIFICAZIONE UNICA MAURIZIO AGATE 6 febbraio 2015 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Fonti normative art. 4, D.P.R. n. 322/1998 D.Lgs. n.

Dettagli

La comunicazione dati certificazioni di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi

La comunicazione dati certificazioni di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 25/2002 La comunicazione dati certificazioni di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi

Dettagli

Certificazione Unica

Certificazione Unica Nota Salvatempo Contabilità 13.0 15 GENNAIO 2014 Certificazione Unica Premessa normativa Il decreto legislativo n. 175/2014 pubblicato in G.U. il 29 novembre 2014, recante disposizioni in materia di semplificazioni

Dettagli

Modello di Certificazione Unica ( CU )

Modello di Certificazione Unica ( CU ) Modello di Certificazione Unica ( CU ) Introduzione A partire dal 2015 per il periodo d'imposta 2014, i sostituti d'imposta dovranno trasmettere in via telematica all'agenzia delle Entrate, le certificazioni

Dettagli

Al fine di dare attuazione alle disposizioni del D.L.vo 175/2014 in tema di semplificazioni fiscali, è stato predisposto un nuovo schema di

Al fine di dare attuazione alle disposizioni del D.L.vo 175/2014 in tema di semplificazioni fiscali, è stato predisposto un nuovo schema di Il modello di Certificazione Unica dei redditi 2015 AUDITORIUM GAM - Torino, 16 dicembre 2014 LUISELLA FASSINO CONSIGLIERE ORDINE CDL DI TORINO Al fine di dare attuazione alle disposizioni del D.L.vo 175/2014

Dettagli

Studio Rosina e Associati

Studio Rosina e Associati FULVIO ROSINA DANIELA ROSINA ANT ANTONIO ROSINA GIOVANNI TRAVERSO MAURIZIO CIVARDI FRANCESCO PITTIGLIO SIMONETTA MANFREDINI STEFANO LUPINI MASSIMO SCOTTON MARCO SANGUINETI SIMONE PAZZAGLIA PAOLA BROVERO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA P Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro CT con le relative

Dettagli

SCHEDA REGISTRAZIONE CEDENTI PRESTATORI. (sigla Prov.) nr.

SCHEDA REGISTRAZIONE CEDENTI PRESTATORI. (sigla Prov.) nr. SCHEDA REGISTRAZIONE CEDENTI PRESTATORI Ragione Sociale* Nome Cognome Indirizzo PEC invio fatture Indirizzo PEC CCIAA* P.IVA* Codice Fiscale* Regime Fiscale* (Vedi codifica tabella A) Esigibilità IVA (Vedi

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD...2 CERTIFICAZIONE UNICA REVISIONE 01.00.00...4 Premessa...4 Lavorare con il modulo...5 Importazione dati da moduli attivi...5 Certificazione unica 2015...8 Stampe...14

Dettagli

ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22

ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22 TITOLO III - RITENUTE ALLA FONTE ART. 23 - RITENUTA SUI REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE 13 PREMESSA 16 1. SOSTITUTI DI IMPOSTA E INCAPIENZA DELLA RITENUTA (CO. 1) 22 2. REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE PRESTATO

Dettagli

Ai Sigg. Clienti Loro Uffici Amministrativi. Milano, lì 19/01/2015. Circolare n. 02/2015

Ai Sigg. Clienti Loro Uffici Amministrativi. Milano, lì 19/01/2015. Circolare n. 02/2015 20121 Milano via San Primo 4, Italia t. +39 02 76.07.671 f. +39 02 76.00.64.74 Ai Sigg. Clienti Loro Uffici Amministrativi Milano, lì 19/01/2015 Circolare n. 02/2015 Giuseppe Chiaravalli RAGIONIERE COMMERCIALISTA

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003)

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003) SEMPLIFICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. d.lgs. n. 9/00) Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati raccolti e quali sono i diritti riconosciuti

Dettagli

MODELLO 770 / 2015. Modello 770 2015 Redditi 2014 Dati previdenziali ed assistenziali

MODELLO 770 / 2015. Modello 770 2015 Redditi 2014 Dati previdenziali ed assistenziali MODELLO 770 / 2015 Modello 770 2015 Redditi 2014 Dati previdenziali ed assistenziali Con provvedimento del 12/05/2015 è stato approvato, dal Direttore dell Agenzia delle Entrate ai sensi dell'art. 1, comma

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

MODELLI 770/2014 SEMPLIFICATO e ORDINARIO NOVITÀ

MODELLI 770/2014 SEMPLIFICATO e ORDINARIO NOVITÀ Circolare informativa per la clientela Luglio Nr. 1 MODELLI 770/2014 SEMPLIFICATO e ORDINARIO NOVITÀ In questa Circolare 1. Modelli 770/2014 Semplificato e Ordinario 2. Quadri che compongono il 770 3.

Dettagli

La nuova Certificazione Unica Modello CU 2015. Paolo Meneguzzo, 17-18-19 febbraio 2015

La nuova Certificazione Unica Modello CU 2015. Paolo Meneguzzo, 17-18-19 febbraio 2015 La nuova Certificazione Unica Modello CU 2015 Paolo Meneguzzo, 17-18-19 febbraio 2015 Norma istitutiva Art.4, DPR n.322/1998 ( ) 6-quater. Le certificazioni di cui al comma 6-ter, sottoscritte anche mediante

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2012. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003

SEMPLIFICATO. Anno 2012. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 SEMPLIFICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.Lgs. n. 9 del 00 Il D.Lgs. 0 giugno 00, n. 9, Codice in materia di protezione dei dati personali, prevede un

Dettagli

SCADENZE FEBBRAIO 2015

SCADENZE FEBBRAIO 2015 SCADENZE FEBBRAIO 2015 MARTEDì 10 FEBBRAIO IMU TERRENI Scade il termine per il versamento dell IMU sui terreni; l imposta è calcolata in base alle aliquote standard (7,6 per mille) tranne quando i Comuni

Dettagli

Il modello 770 semplificato e ordinario

Il modello 770 semplificato e ordinario Il modello 770 semplificato e ordinario Relatrice: Dott.ssa Laura Demaria Modello 770 è il modello principe per il sostituto d imposta Tramite esso il sostituto d imposta trasmette all agenzia delle entrate

Dettagli

CUD 2013 ISTRUZIONI PER IL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA. ntrate COMPILAZIONE DATI FISCALI. genzia.

CUD 2013 ISTRUZIONI PER IL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA. ntrate COMPILAZIONE DATI FISCALI. genzia. genzia ntrate CUD 2013 ISTRUZIONI PER IL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA ALLEGATO 2 COMPILAZIONE DATI FISCALI Generalità La certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

31 Gennaio 2015. Indice. 1- La nuova CU 2015 1. Notiziario del Lavoro N.1 31 Gennaio 2015. Tutti i diritti sono riservati alla Zucchetti S.p.a.

31 Gennaio 2015. Indice. 1- La nuova CU 2015 1. Notiziario del Lavoro N.1 31 Gennaio 2015. Tutti i diritti sono riservati alla Zucchetti S.p.a. Tutti i diritti sono riservati alla Zucchetti S.p.a. Indice 1- La nuova CU 2015 1 Redazione: Pedrazzini Raffaella, Calzari Alessandra, Fedele Barbara, Balestrieri Gloria, Preda Elisa 1 La nuova CU 2015

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2010. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003

SEMPLIFICATO. Anno 2010. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 SEMPLIFICATO 0 Anno 00 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.Lgs. n. 9 del 00 Il D.Lgs. 0 giugno 00, n. 9, Codice in materia di protezione dei dati personali, prevede

Dettagli

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI: NOVITÀ PER AZIENDE, PROFESSIONISTI E LAVORATORI

DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI: NOVITÀ PER AZIENDE, PROFESSIONISTI E LAVORATORI Modena, 03 dicembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI: NOVITÀ PER AZIENDE, PROFESSIONISTI E LAVORATORI D.Lgs n. 175 del 21 novembre 2014 È stato pubblicato sulla G.U. n. 277 del 28 novembre 2014 il

Dettagli

Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ

Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ Scadenzario fiscale FEBBRAIO 2009 Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ 6 VENERDÌ IMPOSTE DIRETTE E Soggetti con partita e cessioni intra-ue relative all anno precedente > 40.000,00

Dettagli

CAPITOLO PRIMO MODELLO CUD 2012

CAPITOLO PRIMO MODELLO CUD 2012 CAPITOLO PRIMO MODELLO CUD 2012 In questo capitolo si illustrano le modalità utilizzate dal sostituto d imposta per la compilazione del Modello CUD 2012. Riteniamo, infatti, che ciò possa aiutare a riportare

Dettagli

CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA

CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA SCADENZE MARZO 2015 LUNEDì 2 MARZO CONSEGNA CERTIFICAZIONE UNICA - Ultimo giorno utile per la consegna al lavoratore da parte del datore di lavoro o dell ente pensionistico della nuova Certificazione Unica

Dettagli

LA REGOLARIZZAZIONE DEL MOD. UNICO 2013

LA REGOLARIZZAZIONE DEL MOD. UNICO 2013 INFORMATIVA N. 287 20 NOVEMBRE 2013 DICHIARAZIONI LA REGOLARIZZAZIONE DEL MOD. UNICO 2013 D.Lgs. n. 471/97 Art. 13, D.Lgs. n. 472/97 Circolari Agenzia Entrate 27.9.2007, n. 52/E e 19.2.2008, n. 11/E Entro

Dettagli

Studio Associato Barillari Lapolla Cavalleri 1

Studio Associato Barillari Lapolla Cavalleri 1 Studio Associato Barillari Lapolla Cavalleri 1 Buongiorno, oggi analizzeremo assieme il modello 770 semplificato 2015, la dichiarazione con la quale i sostituti d imposta comunicano all Agenzia delle Entrate

Dettagli

Modello 770/2015 semplificato

Modello 770/2015 semplificato VideoLavoro 18 giugno 2015 Modello 770/2015 semplificato rubrica: novità e piccoli focus di periodo A cura di Flavio Pini e Laurenzia Binda 1 Modello 770/2015 semplificato Studio ed analisi degli adempimenti

Dettagli

Fatture Professionisti

Fatture Professionisti Fatture Professionisti INTRODUZIONE I redditi di lavoro autonomo sono individuati dall'articolo 53 del Tuir, con la importante distinzione tra quelli derivanti dall'esercizio di arti e professioni e quelli

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003)

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003) SEMPLIFICATO 205 Anno 204 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 3 d.lgs. n. 9/2003) Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati raccolti e quali sono i diritti

Dettagli

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero 24/2014 Pagina 1 di 10 La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero : 24/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IVA COMUNICAZIONE DATI IVA PROVVEDIMENTO DIRETTORE AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 2.2015 Gennaio Sommario 1. PREMESSA... 2 2. PRECOMPILAZIONE DEI MODELLI 730 DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE...

Dettagli

Sostituti di imposta che prestano assistenza fiscale diretta, CAF e intermediari abilitati

Sostituti di imposta che prestano assistenza fiscale diretta, CAF e intermediari abilitati Scadenza Tributo/Contribu to Soggetti Descrizione 10 GIOVEDI IRPEF Sostituti di imposta Termine per la trasmissione in via telematica all Amministrazione Finanziaria tramite intermediario abilitato della

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Giugno

SCADENZE FISCALI di Giugno SCADENZE FISCALI di Giugno Martedì 16 Giugno IVA MENSILE Ultimo giorno utile per versare l eventuale imposta a debito relativa al mese di maggio (contribuenti mensili). Il codice tributo da utilizzare

Dettagli

Modello CUD 2012: la compilazione dei dati fiscali Michela Magnani Dottore Commercialista in Bologna

Modello CUD 2012: la compilazione dei dati fiscali Michela Magnani Dottore Commercialista in Bologna Modello CUD 2012: la compilazione dei dati fiscali Michela Magnani Dottore Commercialista in Bologna Con il decreto del direttore generale dell Agenzia delle Entrate 16 gennaio 2012, pubblicato sul sito

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: 1. Approvazione del modello 770/2015 Semplificato.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: 1. Approvazione del modello 770/2015 Semplificato. Prot.2015/4793 Approvazione del modello 770/2015 Semplificato, relativo all anno 2014, con le istruzioni per la compilazione, concernente le comunicazioni da parte dei sostituti d imposta dei dati delle

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/8 OGGETTO DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA DELL ANNO 2012 MODELLO 770/2013 SEMPLIFICATO E MODELLO 770/2013 ORDINARIO RIFERIMENTI NORMATIVI ARTT. 4 8/8BIS DPR 22.07.1998 N. 322; ART. 4 DPR 7.12.2001

Dettagli

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE Circolare 28 del 12 dicembre 2014 Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE 1 Premessa... 3 2 Precompilazione dei modelli 730 da parte dell Agenzia

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 201 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 199, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 201 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

Somme e valori. applica. Certifi ca i redditi nel Modello CUD LO SCHEMA DEL CUD 2012 - CERTIFICAZIONE UNICA DIPENDENTI

Somme e valori. applica. Certifi ca i redditi nel Modello CUD LO SCHEMA DEL CUD 2012 - CERTIFICAZIONE UNICA DIPENDENTI Sezione prima - Introduzione Introduzione INTRODUZIONE Il datore di lavoro, in qualità di sostituto di imposta, ai sensi dell art. 4, comma -ter del DPR n. 322/1998, è tenuto a rilasciare al contribuente

Dettagli

Circolare informativa

Circolare informativa Circolare informativa Ultime novità fiscali Studi di settore e malattia del contribuente Agevolazione prima casa - abitazione di lusso determinazione superficie Agevolazione prima casa - mancato trasferimento

Dettagli

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale È stato approvato con provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 15 gennaio 2014 Prot.5131-2014

Dettagli

Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti

Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti Software in excel per elaborazione e memorizzazione delle fatture emesse da parte dei professionisti IL PREZZO DEL SOFTWARE E DI 36 EURO iva compresa per acquistarlo clicca QUI, poi su software e quindi

Dettagli

Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 1 / 2014

Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 1 / 2014 ORIENTAMENTI FISCALI Ad uso degli Uffici 50&Più Caaf e strutture convenzionate Anno IX - N. 1 / 2014 Mod. CUD 2014: dati rilevanti per la compilazione del mod. 730/2014 Dichiarazione congiunta: i contribuenti

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE I. Premessa 1 1. Soggetti obbligati all invio 1 2. Modalità e termini di presentazione del flusso 1 3. Frontespizio

Dettagli

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014 CASI DI ESONERO È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella

Dettagli

I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate.

I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate. REDDITI DIVERSI INDICAZIONI GENERALI Cosa sono i redditi diversi I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate. Per

Dettagli

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese Incarichi professionali, collaborazioni, subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi Tipologia del Lavoro autonomo abituale Esercizio di arti e professioni 1 (art. 5, DPR 633/72) Reddito

Dettagli

IL QUADRO LM NUOVI MINIMI DEL MOD. UNICO 2013 PF

IL QUADRO LM NUOVI MINIMI DEL MOD. UNICO 2013 PF INFORMATIVA N. 111 26 APRILE 2013 DICHIARAZIONI IL QUADRO LM NUOVI MINIMI DEL MOD. UNICO 2013 PF Art. 27, DL n. 98/2011 Circolare Agenzia Entrate 30.5.2012, n. 17/E Istruzioni mod. UNICO 2013 PF Informativa

Dettagli

n 07 del 19 febbraio 2010

n 07 del 19 febbraio 2010 n 07 del 19 febbraio 2010 circolare n 138 del 18 febbraio 2010 referente BERENZI/mr Le certificazioni dei sostituti di imposta diverse dal CUD attestanti: - I compensi corrisposti ai lavoratori autonomi

Dettagli

SCADENZE NOVEMBRE 2014

SCADENZE NOVEMBRE 2014 SCADENZE NOVEMBRE 2014 LUNEDì 17 NOVEMBRE RAVVEDIMENTO OPEROSO BREVE Scade il termine per regolarizzare gli adempimenti (omessi, tardivi o insufficienti versamenti di imposte o ritenute) non effettuati

Dettagli

Gecom 770 Gestione 770/2015

Gecom 770 Gestione 770/2015 Gecom 770 Gestione 770/2015 Istruzioni operative 770/2015 2/100 INDICE Premessa... 4 Novità del modello 770/2015 Semplificato... 5 Comunicazione dati lavoro dipendente, assimilati ed assistenza fiscale...

Dettagli

Dott. Enrico Maria Vidali CONVEGNO ASSOCIAZIONI SPORTIVE L ATTIVITA DI ACCERTAMENTO E LA COMPLIANCE FISCALE

Dott. Enrico Maria Vidali CONVEGNO ASSOCIAZIONI SPORTIVE L ATTIVITA DI ACCERTAMENTO E LA COMPLIANCE FISCALE Dott. Enrico Maria Vidali CONVEGNO ASSOCIAZIONI SPORTIVE L ATTIVITA DI ACCERTAMENTO E LA COMPLIANCE FISCALE 1 PRESUPPOSTO IMPOSITIVO Ai sensi dell art. 2 del D.Lgs. 446/97 il presupposto dell'irap e' costituito

Dettagli

III. Informazioni per il contribuente

III. Informazioni per il contribuente III. Informazioni per il contribuente La Certificazione Unica 2015 dei sostituti d imposta, contenente i dati relativi ai redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati e ai redditi di lavoro autonomo,

Dettagli

Circolare n. 7. Del 21 maggio 2014. Bonus 80,00 Euro in busta paga INDICE

Circolare n. 7. Del 21 maggio 2014. Bonus 80,00 Euro in busta paga INDICE Circolare n. 7 Del 21 maggio 2014 Bonus 80,00 Euro in busta paga INDICE 1 Premessa...3 2 Soggetti beneficiari...3 2.1 Possesso di redditi di lavoro dipendente o di alcuni redditi assimilati...3 2.1.1 Beneficiari

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO 02 2015

NEWSLETTER LAVORO 02 2015 AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 02 2015 Normativa lavoro 1. Jobs Act: approvazione decreto contratto tutele crescenti e novità in via di approvazione 2. Stabilizzazione

Dettagli

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014

Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Circolare n. 7 del 19 maggio 2014 Bonus IRPEF: chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Indice 1. Premessa 2. Soggetti beneficiari 2.1 Possesso di redditi di lavoro dipendente o di alcuni redditi assimilati

Dettagli

NOVITÀ MODELLI 770/2010 SEMPLIFICATO e ORDINARIO

NOVITÀ MODELLI 770/2010 SEMPLIFICATO e ORDINARIO Circolare informativa per la clientela n. 14/2010 del 10 giugno 2010 NOVITÀ MODELLI 770/2010 SEMPLIFICATO e ORDINARIO In questa Circolare 1. Modelli 770/2010 Semplificato e Ordinario 2. Principali novità

Dettagli

Roma, 27 marzo 2010 INDICE CIRCOLARE N. 16/E

Roma, 27 marzo 2010 INDICE CIRCOLARE N. 16/E CIRCOLARE N. 16/E Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 27 marzo 2010 OGGETTO: Modello 730/2010 - Redditi 2009 - Assistenza fiscale prestata dai sostituti di imposta, dai Centri di assistenza

Dettagli

I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate.

I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate. REDDITI DIVERSI INDICAZIONI GENERALI Cosa sono i redditi diversi I redditi diversi derivano da diverse fattispecie produttive, non riconducibili alle altre categorie reddituali fino ad ora studiate. Per

Dettagli

I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E IL QUADRO C

I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E IL QUADRO C I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E IL QUADRO C INDICAZIONI GENERALI I redditi di lavoro dipendente e assimilati Sono redditi di lavoro dipendente quelli che derivano da rapporti

Dettagli

2. QUADRO RL ALTRI REDDITI

2. QUADRO RL ALTRI REDDITI 2. QUADRO RL ALTRI REDDITI Generalità SEZIONE I - A REDDITI DI CAPITALE Vedere in APPENDICE la voce Utili prodotti all estero Questo quadro è composto da tre sezioni: Sezione I riservata ai redditi di

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA

CERTIFICAZIONE UNICA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CERTIFICAZIONE UNICA VITTORIA LETIZIA LEONE 06 Febbraio 2015 - ODCEC Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Esempio 1 La Società Pollicino

Dettagli

730/2015 PRECOMPILATO

730/2015 PRECOMPILATO Ebook gratuito 730/2015 PRECOMPILATO I principali aspetti da conoscere A cura di: Massimo D Amico Sommario Termini di presentazione... 4 Soggetti interessati... 4 Soggetti esclusi dalla dichiarazione precompilata...

Dettagli

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*)

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) 18 Luglio 2012 SCADE IL 31 LUGLIO 2012 IL

Dettagli

MODELLO 770/2012 SEMPLIFACATO

MODELLO 770/2012 SEMPLIFACATO 1 Cuneo Unione Industriali 4 giugno 2012 MODELLO 770/2012 SEMPLIFACATO Gabriele Bonati 2 Approvazione del modello 770/2012 L Agenzia delle entrate, con due provvedimenti del 16 gennaio 2012 (pubblicati,

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale IANUTOLO GROS E ASSOCIATI - BIELLA

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale IANUTOLO GROS E ASSOCIATI - BIELLA IANUTOLO GROS E ASSOCIATI - BIELLA Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 1 1 PREMESSA In attuazione della delega per la riforma del sistema fiscale

Dettagli

SCADENZE FISCALI di Luglio

SCADENZE FISCALI di Luglio SCADENZE FISCALI di Lunedì 6 UNICO 2009 Chi applica gli studi di settore (per esempio, professionisti, imprese, ecc.), entro oggi può pagare le imposte di Unico 2009 (saldi 2008 e acconti per il 2009)

Dettagli

DOTT. GINO COLLA Via Mazzini, 7 Udine CIRCOLARE FISCALE GENNAIO 2015

DOTT. GINO COLLA Via Mazzini, 7 Udine CIRCOLARE FISCALE GENNAIO 2015 Con la presente circolare si riassumono le novità del mese di gennaio 2015. ACCERTAMENTO Termini per i controlli - Termini in scadenza al 31.12.2014 I provvedimenti impositivi devono essere notificati

Dettagli

Dottore Commercialista

Dottore Commercialista DECRETO SEMPLIFICAZIONI: DAL 2015 NUOVO MODELLO 730 PRECOMPILATO a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il D.Lgs. 21.11.2014, n. 175 pubblicato sulla G.U. del 28 novembre 2014 ed entrato in vigore

Dettagli

Settembre 2013 SPAZIO AZIENDE ULTIME NOVITÀ FISCALI

Settembre 2013 SPAZIO AZIENDE ULTIME NOVITÀ FISCALI studio cartello Il Consulente Fiscale Settembre 2013 SPAZIO AZIENDE ULTIME NOVITÀ FISCALI Studi di settore e malattia del contribuente Sentenza CTR Umbria n. 33/2013 Agevolazione prima casa abitazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati CIRCOLARE N. 8/E Direzione Centrale Normativa Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 28 aprile 2014 OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori

Dettagli

Certificazione Unica CU 2015

Certificazione Unica CU 2015 Manuale Operativo Certificazione Unica CU 2015 UR15011000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma

Dettagli

Studio Aldrovandi. Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2013 AL 15 MARZO 2013

Studio Aldrovandi. Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2013 AL 15 MARZO 2013 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2013 AL 15 MARZO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 marzo 2013, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala

Dettagli

Assegni al coniuge separato: adempimenti del datore di lavoro Roberto Vinciarelli - Consulente del lavoro

Assegni al coniuge separato: adempimenti del datore di lavoro Roberto Vinciarelli - Consulente del lavoro Assegni al coniuge separato: adempimenti del datore di lavoro Roberto Vinciarelli - Consulente del lavoro Misura Addebito della separazione Inadempimento dell obbligato e potere di assegnazione Soggetti

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2015

CERTIFICAZIONE UNICA2015 CERTIFICAZIONE UNICA2015 Codice fiscale TIPO DI COMUNICAZIONE DATI RELATIVI AL SOSTITUTO Annullamento Codice fiscale Sostituzione Cognome o Denominazione Nome Telefono o fax prefisso numero Indirizzo di

Dettagli

I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE

I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE I REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E IL QUADRO C INDICAZIONI GENERALI I redditi di lavoro dipendente e assimilati Sono redditi di lavoro dipendente quelli che derivano da rapporti

Dettagli

Spett.le Società XENIA - SRL VIALE 1' MAGGIO N. 22 24030 PRESEZZO BG Codice Fiscale 04953370964

Spett.le Società XENIA - SRL VIALE 1' MAGGIO N. 22 24030 PRESEZZO BG Codice Fiscale 04953370964 Consulenza Fiscale Società Vendita Diretta Agenti di Commercio e Incaricati alle Vendite Largo Giorgio La Pira n. 10 - Massa e Cozzile (PT) Iscrizione CCIAA PT Codice Fiscale 01002000477 Call Center Clienti

Dettagli

NEWSLETTER FISCALE FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI

NEWSLETTER FISCALE FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI NEWSLETTER N. 2/2014 NEWSLETTER FISCALE FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI ULTIME NOVITA FISCALI NUOVO ISEE DPCM 5.12.2013, N. 150 MEDIE DI SETTORE E IMPRESA SITUATA IN PERIFERIA CESSIONE IMMOBILE SOTTOCOSTO

Dettagli

a cura dello Studio de Strobel - Forti (Consulenza Societaria e Tributaria) - Roma, Via Montello, 20

a cura dello Studio de Strobel - Forti (Consulenza Societaria e Tributaria) - Roma, Via Montello, 20 Scadenze fiscali Principali adempimenti di carattere fiscale e previdenziale per i Professionisti e le Società in genere in scadenza nel periodo compreso dal 1 gennaio al 31 febbraio 2013. a cura dello

Dettagli

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa Fiscal Flash La notizia in breve N. 41 20.02.2014 Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: CUD La certificazione unica dei redditi di lavoro

Dettagli

Redditi diversi. Capitolo 8 8.1 CONCETTI GENERALI 8.2 PLUSVALENZE 8.3 INDENNITÀ DI ESPROPRIO 8.4 PREMI E VINCITE 8.5 IMMOBILI SITUATI ALL ESTERO

Redditi diversi. Capitolo 8 8.1 CONCETTI GENERALI 8.2 PLUSVALENZE 8.3 INDENNITÀ DI ESPROPRIO 8.4 PREMI E VINCITE 8.5 IMMOBILI SITUATI ALL ESTERO Redditi diversi Capitolo 8 8.1 CONCETTI GENERALI 8.2 PLUSVALENZE 8.3 INDENNITÀ DI ESPROPRIO 8.4 PREMI E VINCITE 8.5 IMMOBILI SITUATI ALL ESTERO 8.6 ALTRI REDDITI DI NATURA FONDIARIA 8.7 UTILIZZAZIONE ECONOMICA

Dettagli

MODELLO 730/2015: PRECOMPILATO E ORDINARIO NOVITÀ

MODELLO 730/2015: PRECOMPILATO E ORDINARIO NOVITÀ MODELLO 730/2015: PRECOMPILATO E ORDINARIO NOVITÀ 1. Modello 730 precompilato 2. Modello 730 ordinario 3. Quadri del Modello 730/2015 4. Novità del Modello 730/2015 Il Provvedimento Agenzia Entrate 15.1.2015

Dettagli

CORSO PAGHE E CONTRIBUTI: IL MODELLO 730

CORSO PAGHE E CONTRIBUTI: IL MODELLO 730 CORSO PAGHE E CONTRIBUTI: IL MODELLO 730 ORE TOTALI: 30 Turni al mattino o pomeriggio per 4 ore al giorno OBIETTIVO: il corso ha come obiettivo quello di fornire le conoscenze e le competenze professionali

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. 2015/4790 Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

prot. n. 11.521 UFFICIO STUDI TRIBUTARI Oggetto Decreto legislativo recante disposizioni sulle semplificazioni fiscali-

prot. n. 11.521 UFFICIO STUDI TRIBUTARI Oggetto Decreto legislativo recante disposizioni sulle semplificazioni fiscali- Roma 2 dicembre 2014 prot. n. 11.521 UFFICIO STUDI TRIBUTARI CIRCOLARE N. 8 Oggetto Decreto legislativo recante disposizioni sulle semplificazioni fiscali- E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

INFORMATIVA N. 09 Osimo, 16/09/2013

INFORMATIVA N. 09 Osimo, 16/09/2013 INFORMATIVA N. 09 Osimo, 16/09/2013 SPAZIO AZIENDE Spazio aziende è destinato alla clientela dello Studio e contiene, con un linguaggio semplice ma sintetico, una sintesi delle ultime novità fiscali, alcuni

Dettagli

Certificazione Unica (c.d. CU2015)

Certificazione Unica (c.d. CU2015) (c.d. CU2015) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Prerequisiti tecnici 3. Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 4. Stampa Certificazioni Unica Assis tenza tecni

Dettagli