Il 730 precompilato è la novità del 2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il 730 precompilato è la novità del 2015"

Transcript

1 Il 730 precompilato è la novità del di Andrea Bongi Per la prima volta l Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei titolari di redditi di lavoro dipendente e di pensione, sul proprio sito internet, il modello 730 precompilato. Si tratta di una vera e propria dichiarazione dei redditi nella quale l Agenzia ha inserito alcuni dati sui redditi, le ritenute subite, i versamenti effettuati in acconto nonché e alcune spese che danno diritto a detrazioni d imposta o a deduzioni della base imponibile. Si tratta di una novità introdotta a decorrere dal 2015, in via sperimentale, dal Dlgs. N.175/2014 (c.d. decreto semplificazioni) sulla base del quale l Agenzia delle entrate, utilizzando le informazioni disponibili in Anagrafe tributaria, i dati trasmessi da parte di soggetti terzi e i dati contenuti nelle certificazioni di cui all articolo 4, comma 6-ter, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, rende disponibile telematicamente, entro il 15 aprile di ciascun anno, ai titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati indicati agli articoli 49 e 50, comma 1, lettere a), c), c-bis), d), g), con esclusione delle indennità percepite dai membri del Parlamento europeo, i) ed l), del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, la dichiarazione precompilata relativa ai redditi prodotti nell anno precedente, che può essere accettata o modificata. Premesso che nessun modello 730 precompilato verrà spedito o inviato al domicilio dei contribuenti ma soltanto messo a disposizione degli stessi sul sito internet dell Agenzia delle entrate, non si può non affermare che si tratta di un notevole passo in avanti compiuto dall Amministrazione finanziaria. In questo senso si possono riprendere le parole utilizzate dalla direttrice dell Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi durante un audizione presso la VI commissione finanze della Camera dei Deputati secondo la quale l avvio del modello precompilato rappresenta una rivoluzione copernicana nella gestione del rapporto fra amministrazione finanziaria e contribuenti. L anno 2015 sarà tuttavia sperimentale e non ci sarà da sorprendere se buona parte delle dichiarazioni precompilate messe a disposizione dei contribuenti verranno scartate per carenza di dati, errori negli stessi etc. Già dal 2016 le precompilate dovrebbero segnare un primo salto di qualità con l inclusione anche dei dati relativi alle spese mediche grazie al collegamento dell Anagrafe tributaria con il sistema delle tessere sanitarie. La messa a disposizione della precompilata non impedisce comunque ai contribuenti interessati di presentare la dichiarazione dei redditi autonomamente compilata con le modalità ordinarie tramite un intermediario abilitato, un Caf o il proprio sostituto d imposta che presta assistenza fiscale. Il sistema predisposto con una certa fretta dalle Entrate non è assolutamente semplice e di facile utilizzo. Qualcuno a tale proposito ha subito ribattezzato il

2 nuovo modello come precomplicato giocando evidentemente sul lessico ma cogliendo probabilmente nel segno. Per cercare di venire incontro ai contribuenti ed agli operatori l Agenzia delle entrate ha diffuso una serie di risposte ai dubbi più frequenti (c.d. Faq) oltre ad una serie di guide all utilizzo disponibili sul sito internet. Per facilitare i lettori abbiamo ritenuto di proporre le più significative risposte delle Entrate al termine di ogni paragrafo del presente lavoro. COME SI ACCEDE AL 730 PRECOMPILATO Il contribuente, a partire dal 15 aprile 2015, può accedere direttamente alla dichiarazione precompilata attraverso il sito internet dell Agenzia o rivolgersi al proprio sostituto d imposta, a un Caf o a un professionista. Inoltre, è possibile autenticarsi tramite il portale dell Inps, utilizzando le credenziali dispositive rilasciate dall ente previdenziale. Se il contribuente non possiede un pc o non ha facilità nell utilizzo degli strumenti informatici può rivolgersi a un professionista abilitato o ad un Caf che, grazie alla delega ricevuta dal cliente, potranno accedere alla dichiarazione precompilata del loro assistito. Quanto ai canali di accesso alla precompilata la circolare n.11/e del 23 marzo 2015 ha confermato la possibilità per il contribuente di connettersi tramite il sito internet delle Entrate e il portale dell Inps. In entrambi i casi è necessario dotarsi preventivamente delle credenziali d accesso previste per ciascuna piattaforma digitale. Al 730 precompilato si può dunque accedere sia con le credenziali Fisconline oppure con il pin dispositivo dei servizi online dell Inps. Chi è già in possesso di queste credenziali non deve fare altro. In caso contrario, per accedere personalmente al 730 precompilato occorre abilitarsi a Fisconline oppure ai servizi online dell Inps e ottenere il relativo pin dispositivo. L accesso al 730 precompilato è possibile anche utilizzando la Carta nazionale dei servizi. I poco avvezzi alla tecnologia e al linguaggio informatico hanno invece sperato di risolvere il tutto recandosi personalmente presso l ufficio delle Entrate. L accesso agli uffici periferici consente infatti ai contribuenti di ricevere la prima parte del codice pin e la password iniziale di accesso. La seconda parte del pin dovrà essere poi prelevata direttamente dal contribuente richiedente, accedendo ai Servizi telematici dell Agenzia delle entrate e usando l apposita funzione «Profilo Utente/Per coloro che hanno richiesto il pin a un ufficio». Una volta in possesso delle credenziali di accesso i contribuenti dovranno abilitarsi alla piattaforma completando la registrazione ai servizi di Fisconline. Fra le domande richieste dal sistema in fase di primo accesso occorre ricordare che il contribuente dovrà inserire anche il reddito complessivo che il sistema richiede espressamente durante la fase di registrazione. Il dato reddituale, ha precisato l Agenzia delle Entrate in risposta ad uno specifico quesito sul tema, è contenuto nella dichiarazione presentata dal contribuente per l anno In particolare dovrà essere inserito il dato contenuto nel rigo 11, colonna 1 del Prospetto di liquidazione se il contribuente ha presentato nel 2014 il modello (Prospetto di liquidazione), oppure il dato indicato nel rigo RN 1, colonna 5 del Quadro RN del modello Unico PF Nel caso in cui sia stato invece presentato un modello 730 congiunto, occorre indicare il reddito complessivo dichiarato nel 2014 per l anno di imposta 2013 dalla persona - dichiarante o coniuge - che richiede la registrazione, ossia il dato del rigo 11, colonna 1 (dichiarante) o colonna 2 (coniuge) del modello (Pro- 5

3 6 spetto di liquidazione). Se invece il contribuente lo scorso anno non ha presentato alcuna dichiarazione oppure possiede il solo Cud, nel modulo online di registrazione dovrà comportarsi come segue: nel riquadro Modello, scegliere l opzione «Nessuno (compreso Cud)»; nel riquadro «Presentata tramite», non selezionare alcuna voce e lasciare in bianco il campo «Reddito complessivo». L abilitazione ai servizi Fisconline richiede comunque del tempo e quindi è necessario muoversi con un certo anticipo. Una volta inoltrata la richiesta di abilitazione al servizio è infatti necessario attendere l invio da parte dell Agenzia delle entrate la seconda parte del codice pin necessaria per completare l accesso. Come previsto dal terzo comma dell articolo 1 del Dlgs. 175/2014 la dichiarazione precompilata è resa disponibile direttamente al contribuente, mediante i servizi telematici dell Agenzia delle entrate o, indirettamente tramite apposita delega conferita dal contribuente al proprio sostituto d imposta che presta assistenza fiscale ovvero tramite un centro di assistenza fiscale di cui all articolo 32, comma 1, lettere d), e) ed f), del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, o un iscritto nell albo dei consulenti del lavoro o in quello dei dottori commercialisti e degli esperti contabili abilitati allo svolgimento dell assistenza fiscale. Ovviamente l accesso diretto o indiretto alla precompilata segue regole e procedure del tutto differenti che meritano di essere brevemente riepilogate. 1.ACCESSO DIRETTO ALLA PRECOMPILATA Se il contribuente accede direttamente alla propria dichiarazione 730 precompilata attraverso l area dedicata del sito internet dell Agenzia delle entrate, potrà effettuare tutta una serie di operazioni che vanno dalla visualizzazione e stampa del modello fino all invio dello stesso. Il contribuente una volta visualizzati i dati della sua precompilata potrà accettarla integralmente oppure modificarla anche integrando i dati in essa contenuti. Il contribuente dovrà inoltre predisporre il versamento delle eventuali somme dovute mediante il modello F24 o indicare le coordinate bancarie del suo conto corrente o postale sul quale dovrà essere accreditato l eventuale rimborso nel caso di assenza del sostituto d imposta. In ultimo spetterà al contribuente l onere di consultazione delle comunicazioni e delle ricevute della dichiarazione presentata inserendo un proprio indirizzo di posta elettronica valido nell apposita sezione della propria area autenticata del sito internet delle Entrate. Le modalità e le cautele per l accesso alla precompilata sono state individuate nel provvedimento direttoriale del 23 febbraio Tali modalità sono state riepilogate successivamente nella circolare n.11/e prevedono in sintesi che è possibile per il contribuente accedere direttamente all area autenticata del sito internet dell Agenzia delle entrate riservata alla dichiarazione precompilata, previo inserimento delle credenziali Fisconline rilasciate dalla stessa Agenzia delle entrate o tramite la Carta Nazionale dei Servizi. L abilitazione al servizio telematico Fisconline (password e PIN) può essere richiesta: a) online, accedendo al sito internet dell Agenzia b) presso qualsiasi ufficio dell Agenzia delle entrate, anche tramite soggetto appositamente delegato c) tramite telefono al numero A garanzia della reale identità dell utente, in caso di richiesta online, per telefono, oppure presso un ufficio delle Entrate tramite soggetto delegato, la procedura prevede che la prima parte del PIN sia

4 rilasciata immediatamente, mentre la seconda parte del PIN, unitamente alla password di primo accesso, sia inviata per posta presso il domicilio del contribuente registrato in Anagrafe tributaria. In caso di richiesta effettuata dal diretto interessato presso gli uffici dell Agenzia, viene rilasciata immediatamente la prima parte del codice PIN e la password di primo accesso; la seconda parte del codice PIN potrà immediatamente essere prelevata dal contribuente direttamente via internet. Infine, per agevolare coloro che non dispongono delle credenziali rilasciate dall Agenzia delle entrate, è prevista la possibilità di accedere direttamente all area autenticata del sito internet dell Agenzia delle entrate riservata alla dichiarazione precompilata, anche tramite il portale dell INPS, utilizzando le credenziali dispositive rilasciate dall INPS. 2. ACCESSO DA PARTE DEL SOSTITuTO, CAf O PROfESSIOnISTA Se l acceso alla precompilata viene delegato ai sostituti, Caf o professionisti l intera procedura si complica in maniera esponenziale. In questi casi infatti è necessario osservare quanto previsto nel provvedimento del direttore dell Agenzia delle entrate del 23 febbraio 2015 nonché le avvertenze espresse in materia dal Garante della privacy al preciso fine di tutelare il diritto alla riservatezza dei contribuenti. In base a tali previsioni i soggetti terzi sono obbligati alla preventiva acquisizione di specifica delega all accesso dei dati della precompilata dal contribuente ed alla nomina di soggetti incaricati al trattamento dei dati personali, nonché al rischio di controlli da parte delle Entrate sul corretto adempimento delle prescrizioni stesse. Controlli che potrebbero anche sfociare nella revoca dell autorizzazione alla trasmissione delle dichiarazioni oltre che all irrogazioni di sanzioni amministrative ed anche penali nei casi più gravi. Per quanto riguarda la delega per l accesso al 730 precompilato la stessa, precisa la circolare n.11/e, deve contenere l indicazione del codice fiscale del contribuente, dell anno d imposta cui si riferisce il modello 730 precompilato, la data di conferimento della stessa e la precisazione che la stessa vale, oltre che per l accesso alla dichiarazione 730 precompilata, anche per la consultazione del foglio informativo allegato alla precompilata e nel quale sono riassunti i dati principali. La delega ha valore per la dichiarazione precompilata relativa a una sola annualità e può essere revocata con le medesime modalità del conferimento. Nel caso in cui il contribuente che richiede assistenza fiscale non intenda utilizzare la dichiarazione 730 precompilata, il Caf o il professionista abilitato acquisisce idonea documentazione da cui si evince la mancata autorizzazione da parte del contribuente all accesso al modello 730 precompilato. Curiose anche le modalità di richiesta di accesso alla precompilata dei loro assistiti che Caf e professionisti abilitati dovranno seguire. Il provvedimento sopra ricordato prevede infatti due distinte tipologie di richiesta: quella tramite file e quella via web. Quella tramite file consiste nell invio attraverso Entratel di una richiesta contenente l elenco dei contribuenti per i quali si è provveduto ad acquisire specifica delega. Per le richieste regolarmente pervenute entro il 15 aprile, si legge nel provvedimento, i dati verranno resi disponibili dalle Entrate entro i cinque giorni successivi dalla richiesta. La richiesta via web è invece relativa a singoli contribuenti e consiste, nella sostanza, in un vero e proprio download in tempo reale della precompilata del cliente. 7

5 8 FAQ: L Agenzia delle Entrate mi ha messo a disposizione il 730 precompilato; posso non considerarlo e presentare il 730 ordinario al mio sostituto d imposta (o al Caf) come gli altri anni? Si, se si riceve il modello 730 precompilato non si è obbligato a utilizzarlo. E possibile, infatti, presentare la dichiarazione dei redditi con le modalità ordinarie (modello 730 ordinario o il modello Unico). FAQ: Posso sapere quali soggetti hanno effettuato l accesso alla mia dichiarazione precompilata? Si. E possibile delegare più soggetti ad accedere alla propria dichiarazione precompilata e, nel contempo, visualizzare l elenco di quelli ai quali sono stati resi disponibili la dichiarazione precompilata e il foglio informativo, tramite le apposite funzionalità presenti nell area autenticata 730 precompilato, oppure consultando il proprio cassetto fiscale. A CHI E RISERVATO IL 730 PRECOMPILATO Per il primo anno di avvio sperimentale della precompilata il modello 730 è predisposto soltanto per i contribuenti che possiedono entrambi i seguenti requisiti: Soggetti che possono accedere al 730 precompilato per il 2014: - coloro che hanno percepito nel 2014 redditi di lavoro dipendente e assimilati per i quali l Agenzia delle Entrate ha ricevuto dai sostituti d imposta la Certificazione Unica coloro che hanno presentato per l anno 2013 il modello 730 oppure, pur avendo i requisiti per presentare il 730, hanno presentato il modello Unico o Unico Mini. La dichiarazione viene predisposta anche per coloro che per l anno 2013 hanno presentato, oltre al modello 730, anche i quadri RM, RT, RW del modello Unico. La precompilata non viene invece predisposta se per il periodo d imposta precedente il contribuente ha presentato dichiarazione integrativa o correttiva per la quale è ancora in corso l attività di liquidazione da parte dell Agenzia delle Entrate. Con maggior dettaglio al circolare n.11/e ha precisato che il modello 730 precompilato è reso disponibile ai contribuenti in possesso di entrambi i seguenti requisiti: 1. per l anno di imposta 2014 sono titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati indicati agli articoli 49 e 50, comma 1, lettere a), c), c-bis), d), g), con esclusione delle indennità percepite dai membri del Parlamento europeo, i) e l), del Testo unico delle imposte sui redditi, in relazione ai quali i sostituti d imposta hanno trasmesso nei termini all Agenzia delle entrate la Certificazione Unica 2015; 2. per l anno d imposta 2013 hanno presentato il modello 730 oppure il modello Unico persone fisiche o il modello Unico Mini, pur avendo i requisiti per presentare il modello 730. GLI ESCLuSI DALLA PRECOMPILATA In linea generale il 730 precompilato non verrà predisposto dalle Entrate per tutti i contribuenti che non risultano in possesso dei requisiti per la presentazione del modello 730 o che non possono presentarlo personalmente. GLI ESCLUSI DAL 730 PRECOMPILATO 1. contribuenti con partita Iva attiva (tranne i produttori agricoli in regime di esonero) per almeno un giorno nel corso del 2014; 2. contribuenti deceduti (se il decesso risulta in Anagrafe tributaria alla data di elaborazione della precompilata; 3. contribuenti per i quali il 730 dovrebbe essere presentato da altro soggetto (minori di età o soggetti legalmente incapaci); 4. contribuente che per il 2013 ha presentato più dichiarazioni correttive o integrative, non ancora liquidate dall Agenzia. Un caso a se è rappresentato dai contribuenti che nel 2013 hanno presenta-

6 to il modello 730 congiunto. In queste situazioni la circolare 11/e ha chiarito che l Agenzia delle entrate metterà a disposizione dei contribuenti soltanto dichiarazioni singole. Chi aveva già presentato il 730 in forma congiunta e continua ad avere i requisiti per poterlo fare anche nel 2015 dovrà dunque rivolgersi al proprio sostituto d imposta che presta assistenza fiscale oppure a un professionista abilitato o a un Caf. che accompagna il modello. Nello specifico oltre ai redditi di lavoro dipendente, di pensione e assimilati, nel precompilato saranno esposti anche i dati dei familiari del contribuente, riepilogati in un prospetto ad hoc, le ritenute subite nonché gli eventuali redditi di lavoro autonomo occasionale e diversi. Nel quadro E del modello saranno inoltre indicati alcuni oneri detraibili e deducibili. IL COnTEnuTO DELLA PRECOMPILATA 2015 Quando il contribuente o il suo delegato accedono alla precompilata si troveranno di fronte a tre distinti documenti: I TRE DOCUMENTI CHE FORMANO LA PRECOMPILATA 1. il modello 730 precompilato relativo all anno d imposta precedente; 2. un foglio informativo contenente l elenco delle informazioni attinenti alla dichiarazione precompilata disponibili presso l Agenzia delle entrate; 3. l esito della liquidazione della dichiarazione (il rimborso che sarà erogato dal sostituto d imposta e/o le somme che saranno trattenute in busta paga) e il prospetto di liquidazione del modello 730 con il dettaglio dei risultati della liquidazione. In particolare nella dichiarazione precompilata sono riportati, oltre ai redditi di lavoro dipendente, di pensione o assimilati e alle ritenute, anche i dati dei familiari, indicati in un prospetto ad hoc loro dedicato. Inoltre, nel quadro D del 730 precompilato trovano posto i redditi di lavoro autonomo occasionali e gli altri redditi diversi, mentre nel quadro E sono inserite le informazioni relative ad alcuni oneri detraibili e deducibili. La circolare 11/e ha specificato esattamente quali saranno le informazioni contenute nel modello precompilato che verranno riassunte in un foglio informativo ONERI DETRAIbILI E DEDUCIbILI PRESENTI NELLA PRECOMPILATA 1. quote di interessi passivi e oneri accessori dei mutui in corso 2. premi per le assicurazioni sulla vita, causa morte ed infortuni 3. contributi previdenziali e assistenziali Oltre a tali dati che affluiscono dall anagrafe tributaria verranno inseriti nella dichiarazione precompilata anche tutta una serie di dati ricavati dall annualità precedente. In particolare: le eccedenze d imposta risultanti dalla dichiarazione presentata per l anno d imposta 2013; i residui dei crediti d imposta indicati nella dichiarazione presentata per l anno d imposta 2013; le rate annuali detraibili relative ad oneri sostenuti in anni precedenti, per i quali è prevista la possibilità di rateizzare la detrazione, ad esempio per le spese mediche di ammontare superiore a un determinato importo, oppure l obbligo di suddividere la detrazione in più rate annuali, ad esempio nel caso di spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per interventi di risparmio energetico o per l arredo degli immobili ristrutturati; l eventuale maggior credito derivante dalla liquidazione automatizzata, effettuata ai sensi dell art. 36-bis del d.p.r. n. 600 del 1973, relativa alla 9

7 dichiarazione dei redditi dell anno precedente. Per quanto riguarda invece i dati dei terreni e dei fabbricati verranno inseriti nella dichiarazione precompilata i dati presenti della dichiarazione dell anno precedente, integrati tenendo conto delle eventuali variazioni, risultanti dalla banca dati catastale e dagli atti del registro, intercorse sui diritti reali (ad esempio compravendite e successioni) e sull utilizzo degli immobili (ad esempio locazione e comodato). Vengono, altresì, utilizzate altre informazioni presenti nella banca dati dell Anagrafe tributaria, quali ad esempio i versamenti e le compensazioni effettuate con il modello F24. OnERI non PRESEnTI Una volta effettuata la procedura di abilitazione e ricevuto le chiavi di accesso il contribuente, utilizzando le funzionalità rese disponibili all interno dell applicazione web dedicata alla dichiarazione precompilata, può visualizzare e stampare il proprio modello 730 precompilato ed il relativo foglio informativo ad esso allegato. Dopo aver verificato la correttezza e la completezza della propria dichiarazione, il contribuente può accettarla oppure modificarla. Se decide di accettarla può inviare la dichiarazione precompilata direttamente all Agenzia delle entrate. Quindi, a seconda dei casi, può: LE OPZIONI POSSIbILI 1. accettare la dichiarazione senza fare modifiche 2. rettificare i dati non corretti 3. integrare la dichiarazione per inserire, ad esempio, altre spese deducibili o detraibili 10 Per l anno 2014 l Agenzia non ha inserito nella dichiarazione precompilata alcune spese, perché non è in possesso delle relative informazioni. Per l anno 2016 il sistema dovrebbe essere implementato con l aggiunta delle informazioni inerenti le spese mediche. Tra le principali detrazioni e deduzioni Irpef con non saranno inserite nel 730 precompilato per il periodo d imposta 2014 troviamo: Le principali detrazioni e deduzioni fuori dal 730/2015 precompilato spese sanitarie spese per istruzione spese funebri erogazioni liberali assegno al coniuge separato ACCETTAZIOnE O MODIfICHE ALLA PRECOMPILATA È considerata accettata, con la conseguente necessità di barrare nel prospetto di liquidazione 730 la casella «Dichiarazione Precompilata Accettata», quella trasmessa senza modifiche o con modifiche che non incidono né sul reddito né sull imposta. La circolare 11/e definisce come tali le modifiche dei dati anagrafici del contribuente (ad eccezione del comune di domicilio fiscale), dei dati identificativi del soggetto che effettua il conguaglio, del codice fiscale del coniuge non a carico, la scelta dell utilizzo in compensazione del credito Irpef, degli importi dei versamenti in acconto nonché la richiesta di rateizzare il saldo o il primo acconto dovuto. Modifiche che non alterano lo status di Accettata indicazione o modifica dei dati anagrafici del contribuente, ad eccezione del comune del domicilio fiscale, che potrebbe incidere sulla determinazione delle addizionali regionale e comunale all Irpef; indicazione o modifica dei dati identificativi del soggetto che effettua il conguaglio; indicazione o modifica del codice fiscale del coniuge non fiscalmente a carico;

8 compilazione del quadro I per la scelta dell utilizzo in compensazione, totale o parziale, dell eventuale credito che risulta dal modello 730; scelta di non versare o di versare in misura inferiore a quanto calcolato da chi presta assistenza fiscale gli acconti dovuti, mediante la compilazione dell apposito rigo del quadro F; richiesta di suddivisione in rate mensili delle somme dovute a titolo di saldo e acconto nei casi consentiti dalla normativa vigente, mediante la compilazione dell apposito rigo del quadro F. La dichiarazione precompilata si considera invece modificata quando vengono effettuate variazioni o integrazioni dei dati che comportano variazioni del reddito o dell imposta. Deve considerarsi modificata anche la dichiarazione alla quale sono apportate variazioni nei dati di segno opposto che, compensandosi fra loro, non ne alterano il risultato finale. COME SI PRESEnTA IL 730 PRECOMPILATO Come abbiamo visto il contribuente può presentare il 730 precompilato accettato o modificato, direttamente all Agenzia delle entrate, attraverso il sito internet dell Agenzia; al sostituto di imposta, se quest ultimo ha comunicato entro il 15 gennaio di prestare assistenza fiscale; ad un Caf o ad un professionista abilitato. Dal prossimo 15 aprile il contribuente troverà il 730 precompilato sul sito internet dell Agenzia delle entrate, all interno della propria area riservata. Dal 1 maggio al 7 luglio sarà poi possibile accettare o modificare la dichiarazione e trasmetterla all Agenzia direttamente via web o tramite un intermediario. Regole particolari per il 730 congiunto. La dichiarazione 730 precompilata in forma congiunta può essere presentata esclusivamente al sostituto che presta assistenza fiscale, al CAF o al professionista abilitato. Non è consentita, almeno per il primo anno di avvio sperimentale, la presentazione della dichiarazione precompilata in forma congiunta direttamente in via telematica all Agenzia delle entrate. Nel caso di presentazione della dichiarazione in forma congiunta, la dichiarazione si considera di fatto sempre modificata in quanto il prospetto di liquidazione finale è certamente variato rispetto a quelli relativi alle dichiarazioni dei singoli coniugi. FAQ: Quali sono i termini per la presentazione della dichiarazione precompilata? A partire dal 15 aprile è possibile visualizzare e stampare la propria dichiarazione nell area autenticata del sito internet dell Agenzia delle entrate. Dalla stessa data i sostituti d imposta, i Caf e i professionisti abilitati possono richiedere l accesso alla dichiarazione precompilata dei contribuenti dai quali hanno ricevuto specifica delega. A partire dal 1 maggio è possibile accettare o modificare la dichiarazione e trasmetterla via web all Agenzia delle entrate. Dalla stessa data i sostituti d imposta, i Caf e i professionisti abilitati possono trasmettere i modelli 730 precompilati accettati o modificati. FAQ: Posso presentare il 730 precompilato in forma congiunta? Si, ma non direttamente tramite il sito dell Agenzia. Per il primo anno di avvio sperimentale la dichiarazione precompilata può essere presentata in forma congiunta esclusivamente al sostituto che presta assistenza fiscale, al Caf o al professionista abilitato. Se i coniugi hanno presentato il modello 730/2014 in forma congiunta, sono predisposte due distinte dichiarazioni 730 precompilate, una per ciascun coniuge che abbia i requisiti per rientrare nella platea dei destinatari della dichiarazione precompilata. COnTROLLI DOCuMEnTALI SuLLA PRECOMPILATA Nella dichiarazione precompilata i con- 11

9 12 trolli del fisco si dividono sostanzialmente in tre. Le varianti che entrano in gioco e influenzano la qualità e le tipologie dei controlli del fisco sono infatti le seguenti: presentazione diretta o tramite un Caf o un professionista abilitato, presentazione della precompilata senza modifiche o con modifiche che non incidono sul reddito o sull imposta oppure presentazione con modifiche che incidono su uno o entrambi i componenti. Se il 730 precompilato viene accettato senza modifiche o con modifiche che non incidono sulla determinazione del reddito o dell imposta, nei confronti del contribuente non verrà eseguito il controllo documentale (36-ter del dpr n. 600/73) sugli oneri precompilati comunicati all Agenzia da banche, assicurazioni ed enti previdenziali, né quello preventivo sui rimborsi superiori a 4 mila euro in presenza di detrazioni per carichi di famiglia ed eccedenze derivanti dalla dichiarazione precedente. Inoltre, se la dichiarazione viene presentata tramite un intermediario, il controllo documentale verrà svolto nei confronti del Caf o del professionista che ha apposto il visto di conformità sulla dichiarazione. Se la precompilata oltre che essere accettata dal contribuente, viene presentata direttamente all Agenzia dal contribuente o tramite il sostituto d imposta, non verrà effettuato alcun controllo documentale sui dati relativi agli oneri forniti da soggetti terzi né verrà effettuato il controllo preventivo sulla spettanza dei carichi familiari in caso di rimborso superiore a 4 mila euro, nemmeno se lo stesso è determinato da eccedenze d imposta. Se la precompilata viene invece presentata direttamente, ma è stata modificata, allora i controlli documentali si estendono anche agli oneri forniti all Agenzia da soggetti terzi e si applica il controllo preventivo sulla spettanza delle detrazioni per carichi familiari in caso di rimborso superiore a 4 mila euro. Se la precompilata, accettata o modificata, viene trasmessa invece in maniera indiretta tramite un Caf o un professionista allora i controlli documentali si spostano direttamente su questi ultimi. Nello specifico, precisa la circolare 11/e il controllo documentale verrà effettuato nei confronti del Caf o del professionista che hanno rilasciato il visto di conformità sulla precompilata e si estenderanno anche agli oneri forniti dai soggetti terzi. Se il contribuente opta invece per il 730 ordinario rivolgendosi a un Caf o a un professionista abilitato, il regime dei controlli documentali non subirà alcuna modifica rispetto alla stessa ipotesi prevista per la precompilata. CONTROLLI SULLA PRECOMPILATA: LE TRE IPOTESI 1. Accettata con presentazione diretta: 2. Modificata con presentazione diretta: 3. Presentazione tramite Caf o professionista (accettata o modificata): - nessun controllo oneri forniti dai terzi; - nessun controllo preventivo detrazioni per carichi familiari se rimborso > controllo documentale anche sugli oneri forniti da terzi; - nessun controllo preventivo detrazioni per carichi familiari se rimborso > controllo documentale sul Caf/professionista anche sugli oneri forniti da terzi; - nessun controllo preventivo detrazioni per carichi familiari se rimborso > FAQ: Che vantaggi ci sono sui controlli se presento il 730 precompilato attraverso un Caf o un professionista abilitato? Se si presenta la dichiarazione precompilata, con o senza modifiche, tramite un intermediario, il controllo formale sui documenti relativi agli oneri deducibili e detraibili sarà effettuato nei confronti del Caf o del professionista che ha apposto il visto di conformità sulla dichiarazione, anche con riferimento agli oneri comunicati dai soggetti terzi (interessi passivi, premi assicurativi e contributi previdenziali); inoltre, non si applica il controllo preventivo sui rimborsi superiori a euro in presenza di detrazioni per carichi di famiglia ed eccedenze derivanti dalla dichiarazione precedente L Agenzia può comunque effettuare nei confronti del contribuente i controlli per verificare la sussistenza dei requisiti soggettivi per fruire delle agevolazioni, ad esempio l effettiva destinazione ad abitazione principale dell immobile per cui vengono detratti gli interessi passivi relativi al mutuo.

10 LA LIQuIDAZIOnE DEL RISuLTATO DELLA PRECOMPILATA Il rimborso o il pagamento delle imposte risultante dal prospetto di liquidazione del modello 730 precompilato avviene con le stesse modalità del 730 ordinario. Pertanto, a prescindere dal fatto che la dichiarazione sia stata accettata o modificata, quando emerge un credito da rimborsare la somma si otterrà direttamente dal datore di lavoro o dall ente pensionistico a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o settembre). Quando, invece, dalla dichiarazione precompilata emerge un debito, entro gli stessi termini il datore di lavoro o l ente pensionistico effettuerà la trattenuta. PRECOMPILATA A CREDITO Quando dalla dichiarazione emerge un credito, il rimborso sarà eseguito direttamente dall Agenzia delle Entrate. Se il contribuente comunica le coordinate del conto corrente bancario o postale, la somma spettante sarà accreditata su quel conto. Se, invece, l Agenzia delle Entrate non dispone delle coordinate del conto corrente, il rimborso è erogato con metodi diversi in base all importo della somma da riscuotere: per importi inferiori a euro, comprensivi di interessi, il contribuente riceve un invito a presentarsi in un qualsiasi ufficio postale dove potrà riscuotere il rimborso in contanti; per importi pari o superiori a euro, il rimborso viene eseguito con l emissione di un vaglia della Banca d Italia. PRECOMPILATA A DEbITO Il contribuente che invia direttamente la dichiarazione potrà pagare: tramite la stessa applicazione onli- ne, indicando le coordinate del conto sul quale effettuare l addebito; mediante il modello F24, che può essere stampato e che viene proposto già compilato con i dati relativi al pagamento da eseguire. Il contribuente che si rivolge a Caf o professionista potrà invece: trasmettere in via telematica il modello F24 all Agenzia delle Entrate tramite lo stesso intermediario; versare con il modello F24 che gli sarà consegnato dall intermediario. Se il contribuente procede alla presentazione diretta della dichiarazione 730, l Agenzia delle entrate rende disponibile il risultato contabile della dichiarazione al sostituto d imposta indicato dal contribuente nella dichiarazione quale soggetto che effettuerà il conguaglio fiscale e che ha comunicato la sede telematica dove ricevere il flusso contenente il risultato stesso. Se non è possibile raggiungere il sostituto d imposta, ancorché questi abbia comunicato la sede telematica per la ricezione dei risultati contabili relativi alle dichiarazioni dei propri dipendenti, l Agenzia delle entrate informa il contribuente mediante un avviso nell area autenticata dei servizi telematici. Inoltre, invia un messaggio di posta elettronica all indirizzo indicato dal contribuente in sede di presentazione della dichiarazione via web per segnalare l accaduto ed invitare il contribuente a prendere visione dell avviso nell area autenticata dei servizi telematici. FAQ: Sono senza sostituto d imposta e ho trasmesso il 730 precompilato dal quale è emerso un debito; quando devo effettuare il pagamento delle imposte a saldo? Entro i termini ordinari, cioè entro il 16 giugno, oppure, con la maggiorazione dello 0,40%, entro il 16 luglio. Se si utilizza l applicazione web dedicata al 730 precompilato è possibile versare le somme dovute con il modello F24, che viene reso disponibile già precompilato, oppure richiedere l addebito sul proprio conto corrente bancario o postale. 13

11 14 DICHIARAZIOnE InTEGRATIVA Come per il modello 730 ordinario, anche il modello precompilato può essere corretto presentando una dichiarazione integrativa. Se il contribuente riscontra errori o si accorge di non aver indicato tutti gli elementi in dichiarazione, può presentare un modello 730 integrativo a favore (maggior credito o minor debito) rivolgendosi a un Caf o a un professionista abilitato, anche se ha presentato direttamente il modello 730 precompilato o tramite sostituto d imposta. Il modello 730 integrativo non può essere presentato direttamente all Agenzia delle Entrate dal contribuente, salvo il caso in cui sia necessario modificare i dati del sostituto, o indicarne l assenza, se l Agenzia non è riuscita a comunicare il risultato contabile al sostituto d imposta. In alternativa il contribuente può presentare un modello Unico correttivo nei termini o integrativo. FAQ: Posso inviare entro il 7 luglio una nuova dichiarazione per modificare una dichiarazione già inviata direttamente? Non è possibile presentare più di una dichiarazione precompilata direttamente all Agenzia delle Entrate entro il 7 luglio. Pertanto, per eventuali correzioni occorre presentare una dichiarazione integrativa al Caf o al professionista oppure trasmettere un modello Unico correttivo nei termini o integrativo. Soltanto nell ipotesi in cui l Agenzia delle Entrate non riesca a raggiungere il sostituto d imposta per comunicare il risultato contabile, si può presentare un modello 730 integrativo utilizzando le funzionalità disponibili nell area autenticata nell applicazione web con la possibilità di modificare esclusivamente i dati del sostituto d imposta ovvero di indicare l assenza del sostituto con gli effetti previsti per i contribuenti senza sostituto d imposta. DICHIARAZIOnE RETTIfICATIVA Se, dopo aver trasmesso la dichiarazione, Caf o professionisti si accorgono di aver commesso errori, dopo aver avvisato il contribuente, possono trasmettere entro il 10 novembre una dichiarazione rettificativa. Se il contribuente non intende presentare la dichiarazione rettificativa, i Caf e i professionisti possono trasmettere all Agenzia delle entrate una comunicazione contenente i dati corretti. In entrambi i casi gli intermediari saranno tenuti al pagamento della sola sanzione, mentre l imposta e gli interessi restano a carico del contribuente. Per i contribuenti che presentano il modello 730 precompilato, con o senza modifiche, tramite un Caf o un professionista abilitato, i vantaggi sono i seguenti: i controlli su tutti i documenti che attestano le spese indicate nella dichiarazione saranno effettuati nei confronti del Caf o del professionista; non sarà effettuato il controllo preventivo sui rimborsi d imposta superiori a euro, previsto in presenza di detrazioni per familiari a carico e/o eccedenze derivanti dalla dichiarazione precedente. Eventuali richieste di pagamento che derivano dal controllo documentale saranno inviate direttamente al Caf o al professionista. Questi ultimi, infatti, sono tenuti al pagamento di un importo pari alla somma di imposta, sanzioni e interessi che sarebbero stati richiesti al contribuente a seguito del controllo, salvo i casi di condotta dolosa di quest ultimo. SISTEMA SAnZIOnATORIO Uno degli aspetti più controversi della precompilata che sta creando i maggiori disagi è proprio il particolare regime sanzionatorio previsto dall articolo 6 del decreto semplificazioni (Dlgs. 175/2014). Tale disposizione prevede testualmente che: Salvo il caso di presentazione di di-

12 chiarazione rettificativa, se il visto infedele è relativo alla dichiarazione dei redditi presentata con le modalità di cui all articolo 13, del decreto ministeriale 31 maggio 1999, n. 164, i soggetti indicati nell articolo 35 sono tenuti nei confronti dello Stato o del diverso ente impositore al pagamento di una somma pari all importo dell imposta, della sanzione e degli interessi che sarebbero stati richiesti al contribuente ai sensi dell articolo 36-ter del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, sempre che il visto infedele non sia stato indotto dalla condotta dolosa o gravemente colposa del contribuente. Dunque in caso di apposizione, da parte di un intermediario, di un visto di conformità infedele (per esempio, se non ha correttamente riscontrato la documentazione a supporto di spese detraibili o deducibili), l intermediario è tenuto al pagamento di un importo corrispondente alla somma dell imposta, degli interessi e della sanzione che sarebbe stata richiesta al contribuente. La responsabilità degli intermediari è però esclusa nel caso in cui l infedeltà del visto sia stata determinata da una condotta dolosa o gravemente colposa del contribuente. L intermediario che si accorge di aver apposto un visto infedele dopo l invio della dichiarazione, deve avvisare il contribuente e trasmettere all Agenzia la dichiarazione rettificativa, entro il 10 novembre dell anno in cui è stata prestata l assistenza. Anche le interpretazioni fornite dall Agenzia delle Entrate nella circolare n.11/e non lasciano dubbi sulla pesantezza del sistema sanzionatorio scaricato sui professionisti e sui Caf in materia di precompilata. Secondo detto documento di prassi amministrativa infatti dette sanzioni sono giustificate in virtù del principio del legittimo affidamento dei cittadini che si rivolgono a operatori specializzati come i professionisti e i Caf. Secondo il ragionamento delle Entrate i professionisti e i Caf sono tenuti al pagamento di un importo corrispondente alla somma dell imposta, degli interessi e della sanzione che sarebbe stata richiesta al contribuente perché quest ultimo, essendosi rivolto a tali operatori specializzati, ha diritto di vedere definito, a tutti gli effetti, il suo rapporto con il fisco. Si tratta di una interpretazione della volontà legislativa tutt altro che condivisibile. Se veramente fosse questo il principio che ha ispirato il legislatore per gli operatori dell area tributaria sarebbe un pericolosissimo precedente normativo impossibile da trascurare. Qualsiasi soggetto che si rivolge alle loro prestazioni potrebbe invocare infatti, non solo in materia di precompilata, un simile principio giuridico e le conseguenti responsabilità sul professionista. POLIZZE PROfESSIOnALI DA AGGIORnARE Oltre alle novità in materia di controlli formali in base delle disposizioni contenute nel dlgs n. 175/2014, la circolare n. 7/e del 26 febbraio 2015, ha precisato che sia i Caf che i professionisti abilitati al rilascio del visto di conformità devono provvedere, prima del rilascio dei visti di conformità, all adeguamento delle loro polizze professionali. Indipendentemente dalla data di scadenza della loro polizza, Caf e professionisti dovranno innanzitutto provvedere all innalzamento a 3 milioni di euro della soglia del massimale rispetto alla precedente soglia di valore fissata in euro ,80. Oltre a tale adeguamento occorrerà anche procedere all estensione della garanzia, nel caso di visto infedele apposto sul modello 730, per il pagamento di una somma pari alle imposte, interessi e sanzioni che sarebbero stati richiesti al contribuente a seguito del controllo ai sensi dell articolo 36-ter del decreto del presidente del- 15

13 la repubblica n. 600 del 1973, salvo i casi, evidentemente piuttosto rari, in cui l errore sia imputabile a dolo o colpa grave del contribuente. La polizza assicurativa della responsabilità civile per i danni causati nel fornire assistenza fiscale, ha ricordato la citata circolare n. 7/e, deve inoltre garantire la totale copertura degli eventuali danni subiti dal contribuente, dallo Stato o altro ente impositore (nel caso di dichiarazione modello 730), non includendo franchigie o scoperti, e prevedere il risarcimento nei cinque anni successivi alla scadenza del contratto. Per mantenere l abilitazione inoltre il requisito della copertura assicurativa deve essere costante e duraturo nel tempo. È per questo motivo che il professionista è tenuto a trasmettere alla Direzione regionale competente copia del rinnovo della polizza assicurativa o l attestato di quietanza di pagamento, utilizzando preferibilmente la posta elettronica certificata. Sulla delicata questione si è espresso di recente l istituto di vigilanza delle assicurazioni (Ivass) che con circolare del 19 marzo scorso ha dichiarato, non senza destare un certo stupore, che le somme dovute dai professionisti e Caf in caso di visto infedele comprese le imposte del loro cliente hanno natura risarcitoria e non sanzionatoria. 16

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Dottore Commercialista

Dottore Commercialista DECRETO SEMPLIFICAZIONI: DAL 2015 NUOVO MODELLO 730 PRECOMPILATO a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il D.Lgs. 21.11.2014, n. 175 pubblicato sulla G.U. del 28 novembre 2014 ed entrato in vigore

Dettagli

www.ecnews.it Agenzia: ancora chiarimenti sulla precompilata DICHIARAZIONI a cura del Comitato di redazione

www.ecnews.it Agenzia: ancora chiarimenti sulla precompilata DICHIARAZIONI a cura del Comitato di redazione DICHIARAZIONI Agenzia: ancora chiarimenti sulla precompilata a cura del Comitato di redazione L Agenzia delle entrate si adopera per fornire ogni precisazione possibile sull imminente adempimento della

Dettagli

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*)

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) L AGENZIA DELLE ENTRATE CON IL PROVVEDIMENTO DIRETTORIALE DEL 23 FEBBRAIO 2015 HA DEFINITO LE MODALITA TECNICHE PER VISUALIZZARE

Dettagli

La dichiarazione precompilata

La dichiarazione precompilata L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE La dichiarazione precompilata Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 18 dicembre 2014 1 Cambia radicalmente il paradigma DAL MODELLO: «Mi dica, poi io verifico

Dettagli

Inserti di Gruppo. Il 730/2015 Precompilato. A chi interessa. Quali informazioni contiene. DIRCREDITO Gruppo Banca Popolare di Vicenza

Inserti di Gruppo. Il 730/2015 Precompilato. A chi interessa. Quali informazioni contiene. DIRCREDITO Gruppo Banca Popolare di Vicenza Associazione Sindacale dell Area Direttiva e delle Alte Professionalità del Credito ed Enti assimilati delle Società Assicurative e delle Agenzie Esattoriali Inserti di Gruppo Il 730/2015 Precompilato

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

La presentazione del modello 730/2016

La presentazione del modello 730/2016 Periodico informativo n. 30/2016 La presentazione del modello 730/2016 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla che a partire dal 15 Aprile 2016, il modello 730 precompilato

Dettagli

MODELLI 730/2015 - LE NOVITA

MODELLI 730/2015 - LE NOVITA MODELLI 730/2015 - LE NOVITA 1) DELEGHE a. E obbligatorio procedere con le deleghe? b. Perché NOI consigliamo di richiedere autorizzazione a prelevare il precompilato? c. Come si gestiscono le deleghe?

Dettagli

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE

Circolare 28. del 12 dicembre 2014. Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE Circolare 28 del 12 dicembre 2014 Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE 1 Premessa... 3 2 Precompilazione dei modelli 730 da parte dell Agenzia

Dettagli

730/2015: la dichiarazione precompilata Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

730/2015: la dichiarazione precompilata Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Carmela Di Rosa - Copyright Wolters Kluwer Italia s.r.l. MODELLO 730/2015 730/2015: la dichiarazione precompilata Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " FISCO Da quest anno

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 2.2015 Gennaio Sommario 1. PREMESSA... 2 2. PRECOMPILAZIONE DEI MODELLI 730 DA PARTE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE...

Dettagli

La dichiarazione precompilata

La dichiarazione precompilata La dichiarazione precompilata Paolo Savini Direttore Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 23 novembre 2015 La dichiarazione precompilata Cambia radicalmente il paradigma PRIMA: «Mi dica, poi io verifico

Dettagli

FAQ - DELEGHE 730/2015 PRECOMPILATO

FAQ - DELEGHE 730/2015 PRECOMPILATO FAQ - DELEGHE 730/2015 PRECOMPILATO 1) CHI SONO I DESTINATARI DEL 730 PRECOMPILATO? Per questo primo anno di avvio sperimentale, sono destinatari della dichiarazione 730 precompilata i contribuenti in

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

Direzione Generale Ufficio Programmazione Finanziaria e Controllo Il Direttore f.f. n. Reg. U.P.F.C. 88/2015 Roma, 23 gennaio 2015

Direzione Generale Ufficio Programmazione Finanziaria e Controllo Il Direttore f.f. n. Reg. U.P.F.C. 88/2015 Roma, 23 gennaio 2015 Allegato alla Circolare n. /2015 Direzione Generale Ufficio Programmazione Finanziaria e Controllo Il Direttore f.f. n. Reg. U.P.F.C. 88/2015 Roma, 23 gennaio 2015 Oggetto: Assistenza fiscale per l anno

Dettagli

Rag. Renzo Del Rosso. OGGETTO: Modalità di accesso al 730 precompilato. Massa e Cozzile, li 01 aprile 2014. Circolare n 10

Rag. Renzo Del Rosso. OGGETTO: Modalità di accesso al 730 precompilato. Massa e Cozzile, li 01 aprile 2014. Circolare n 10 Massa e Cozzile, li 01 aprile 2014 Circolare n 10 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Modalità di accesso al 730 precompilato Gentile Cliente, con Provvedimento del 23 febbraio 2015 l Agenzia delle Entrate

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 12.12.2014 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

Studio Tarcisio Bologna

Studio Tarcisio Bologna NUOVI TERMINI PER L ASSISTENZA FISCALE In attesa della pubblicazione definitiva del modello 730/2015 con le relative istruzioni, la presente Informativa ripercorre le principali scadenze, nonché i vari

Dettagli

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti

Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti Roma lì 04/05/2014 Prot. 202/2014 A tutti i Centri e Sportelli Circolare n. 52 Oggetto: 730 senza sostituto casi particolari e Colf & badanti L art. 51 bis del DL 69/2013 (Decreto del fare) ha previsto

Dettagli

L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE. La dichiarazione precompilata

L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE. La dichiarazione precompilata L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE La dichiarazione precompilata 1 Le dichiarazioni dei redditi Società ed Enti Persone Fisiche Modello CNM consolidato nazionale e mondiale Modello Unico Enti non commerciali

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 108. I destinatari della Dichiarazione precompilata

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 108. I destinatari della Dichiarazione precompilata SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2015 pag. 108 26 marzo 2015 36/FS/om Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti - Circolare dell'agenzia delle Entrate n. 11 del 23 marzo 2015 Sintesi Primi importanti chiarimenti

Dettagli

Ufficio Tributario Paolo Stoppa. N. 8 del 23.03.2015 LE NOVITA DEL NUOVO MODELLO 730/2015

Ufficio Tributario Paolo Stoppa. N. 8 del 23.03.2015 LE NOVITA DEL NUOVO MODELLO 730/2015 Informativa per la clientela di studio N. 8 del 23.03.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi LE NOVITA DEL NUOVO MODELLO 730/2015 Anche quest anno siamo pronti per le prossime scadenza fiscale. Sarà un anno

Dettagli

CIRCOLARE N.28/E. Roma, 22 agosto 2013

CIRCOLARE N.28/E. Roma, 22 agosto 2013 CIRCOLARE N.28/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 22 agosto 2013 OGGETTO: Assistenza fiscale prestata dai Centri di assistenza fiscale per lavoratori dipendenti e dai professionisti abilitati

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

I chiarimenti dell'agenzia sulla precompilata

I chiarimenti dell'agenzia sulla precompilata DICHIARAZIONI I chiarimenti dell'agenzia sulla precompilata di Alessandro Bonuzzi Con la circolare n.26/e di ieri l Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti su questioni interpretative riguardanti la

Dettagli

AVVISO AI CONTRIBUENTI MOD. 730/2011

AVVISO AI CONTRIBUENTI MOD. 730/2011 Albo Caf dipendenti e pensionati n.70 AVVISO AI CONTRIBUENTI MOD. 730/2011 Il 730 è il modello - pdf per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Presentare il modello

Dettagli

Sostituto abilitato Entratel con più sedi: ricezione diretta e incarico ad intermediario abilitato

Sostituto abilitato Entratel con più sedi: ricezione diretta e incarico ad intermediario abilitato FAQ Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi ai mod.

Dettagli

CIRCOLARE N. 16/E. OGGETTO: Risposte a quesiti in materia di controllo delle compensazioni Iva Nuovo canale di assistenza dedicato

CIRCOLARE N. 16/E. OGGETTO: Risposte a quesiti in materia di controllo delle compensazioni Iva Nuovo canale di assistenza dedicato CIRCOLARE N. 16/E Roma, 19 aprile 2011 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Risposte a quesiti in materia di controllo delle compensazioni Iva Nuovo canale di assistenza dedicato 2 INDICE

Dettagli

CIRCOLARE 730/2015 N. 2 DI GIUGNO 2015 - SOFTWARE FISCALI CAF 2015. 1. Richiesta documentazione 730 Live Scan;

CIRCOLARE 730/2015 N. 2 DI GIUGNO 2015 - SOFTWARE FISCALI CAF 2015. 1. Richiesta documentazione 730 Live Scan; Drcnetwork srl - Coordinamento Regionale CAF Via Imperia, 43 20142 Milano Telefono 02/84892710 Fax 02/335173151 e-mail info@drcnetwork.it sito: www.drcnetwork.com CIRCOLARE 730/2015 N. 2 DI GIUGNO 2015

Dettagli

IL MODELLO 730 PRECOMPILATO. Area Fiscale dott. Marco Meloncelli 10 marzo 2016

IL MODELLO 730 PRECOMPILATO. Area Fiscale dott. Marco Meloncelli 10 marzo 2016 IL MODELLO 730 PRECOMPILATO 10 marzo 2016 I POTENZIALI DESTINATARI DEL 730 PRECOMPILATO Lavoratori dipendenti ed assimilati (es. amministratori di società); lavoratori dipendenti che nel 2016 sono privi

Dettagli

Bologna, 25 marzo 2014. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi

Bologna, 25 marzo 2014. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Bologna, 25 marzo 2014 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Oggetto CIRCOLARE N. 5 DOCUMENTAZIONE PER IL MODELLO 730/2014 E MODELLO UNICO 2014. RICHIESTA DEL CUD ALL INPS A decorrere da quest anno,

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 16 DEL 24/09/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: DEFINITE LE MODALITA DI INVIO DELLE SPESE SANITARIE PER IL MOD.730 PRECOMPILATO: NUOVI OBBLIGHI E CONSEGUENTI

Dettagli

L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4

L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4 Focus di pratica professionale di Roberto Chiumiento L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4 I termini dell assistenza fiscale Com è noto

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo.

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo. Fiscal Flash La notizia in breve N. 150 31.05.2013 : arriva la proroga fino al 10 giugno Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 I contribuenti avranno più tempo per consegnare il modello per dichiarare

Dettagli

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli 83/2014 Giugno/6/2014 (*) Napoli 11 Giugno 2014 L Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 57 del 30 maggio 2014, ha fornito importanti

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: 1. Approvazione del modello 770/2015 Semplificato.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: 1. Approvazione del modello 770/2015 Semplificato. Prot.2015/4793 Approvazione del modello 770/2015 Semplificato, relativo all anno 2014, con le istruzioni per la compilazione, concernente le comunicazioni da parte dei sostituti d imposta dei dati delle

Dettagli

F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti per i soggetti titolari di partita Iva

F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti per i soggetti titolari di partita Iva ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 22 25 OTTOBRE 2014 F24 telematico: dal 1 ottobre 2014 obbligo esteso anche ai privati Effetti

Dettagli

Circolare n. 36 del 9 dicembre 2014

Circolare n. 36 del 9 dicembre 2014 Circolare n. 36 del 9 dicembre 2014 DLgs. 21.11.2014 n. 175 di semplificazioni fiscali - Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale INDICE 1 Premessa...

Dettagli

GUIDA DICHIARAZIONI DEI REDDITI 2015 FISCALE IL DEBUTTO DEL MODELLO 730 PRECOMPILATO

GUIDA DICHIARAZIONI DEI REDDITI 2015 FISCALE IL DEBUTTO DEL MODELLO 730 PRECOMPILATO Serie speciale numero 5 Anno 25 24 aprile 2015 A CURA DI Marino Longoni GUIDA FISCALE 6,00 euro* + IL PREZZO DI UNICO TUIR UNICO 2014 E 730 *Supplemento da vendersi esclusivamente in abbinamento a ItaliaOggi

Dettagli

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale IANUTOLO GROS E ASSOCIATI - BIELLA

Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale IANUTOLO GROS E ASSOCIATI - BIELLA IANUTOLO GROS E ASSOCIATI - BIELLA Modelli 730 precompilati, visto di conformità e altre novità in materia di assistenza fiscale 1 1 PREMESSA In attuazione della delega per la riforma del sistema fiscale

Dettagli

N. 42519 /2016 protocollo

N. 42519 /2016 protocollo N. 42519 /2016 protocollo Modificazioni alle istruzioni del modello Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai mod. 730-4 resi disponibili dall Agenzia delle entrate, approvate

Dettagli

Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di Torino.

Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di Torino. Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di Torino. Il modello F24 consente ai contribuenti di versare con un unico modello oltre alle imposte erariali (irpef, iva etc) e ai contributi

Dettagli

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA CIRCOLARE n. 03/2010 Pesaro, 25 gennaio 2010 Spett.li Clienti Loro SEDI COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA 1 Chiarimenti compensazioni iva: 1.1 Compensazione verticale

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

Rimborso credito da dichiarazione più veloce per i contribuenti privi del sostituto d imposta

Rimborso credito da dichiarazione più veloce per i contribuenti privi del sostituto d imposta CIRCOLARE A.F. N. 131 del 4 Settembre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Rimborso credito da dichiarazione più veloce per i contribuenti privi del sostituto d imposta Gentile cliente con la presente intendiamo

Dettagli

Il Modello 730. 16 aprile 2015 Relatore: Dott.ssa Stefania Signetti. CAF Do.C. Spa. CAF nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

Il Modello 730. 16 aprile 2015 Relatore: Dott.ssa Stefania Signetti. CAF Do.C. Spa. CAF nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Il Modello 730 16 aprile 2015 Relatore: Dott.ssa Stefania Signetti Servizio: Nome servizio Pag. 1 Programma Il modello 730 precompilato: aspetti normativi e operativi Novità in tema di versamenti con Modello

Dettagli

Bologna, 20 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi

Bologna, 20 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Bologna, 20 marzo 2015 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Oggetto CIRCOLARE N. 4 DOCUMENTAZIONE PER IL MODELLO 730/2015 E MODELLO UNICO PF 2015 DA CONSEGNARE ENTRO L 8 APRILE P.V. RICHIESTA DELLA

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Semplificazioni fiscali Premessa Con il Consiglio dei Ministri che si è riunito venerdì 20 giugno sono state introdotte moltissime novità: è stato infatti esaminato, in via preliminare, il decreto

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione modello

Istruzioni operative per la gestione modello Caf nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Istruzioni operative per la gestione modello 730/2014 Istruzioni operative per la gestione modello 730/2014 Aggiornamento dati Soggetto incaricato

Dettagli

Dichiarazione 730 per i dipendenti senza sostituto Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Dichiarazione 730 per i dipendenti senza sostituto Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Dichiarazione 730 per i dipendenti senza sostituto Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " FISCO Il Mod. 730/2014 può essere utilizzato anche se non si ha un sostituto d imposta

Dettagli

Modelli 730/2013 - Presentazione in assenza di un sostituto d imposta - Termini e modalità applicative

Modelli 730/2013 - Presentazione in assenza di un sostituto d imposta - Termini e modalità applicative Informativa - ONB Modelli 730/2013 - Presentazione in assenza di un sostituto d imposta - Termini e modalità applicative INDICE 1 Premessa... 2 2 Decorrenza della nuova disciplina... 2 3 Soggetti che possono

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 67 10.04.2015 CU2015: le modalità di rilascio Fornite le modalità alternative di rilascio della Certificazione Unica 2015 Categoria:

Dettagli

Informativa n. 13 INDICE. del 12 marzo 2013

Informativa n. 13 INDICE. del 12 marzo 2013 Informativa n. 13 del 12 marzo 2013 Modelli 730/2013 - Ricezione in via telematica dall Agenzia delle Entrate del risultato contabile per l effettuazione dei conguagli (modelli 730-4) - Comunicazione all

Dettagli

Cinque per mille. L iscrizione nell elenco dei beneficiari

Cinque per mille. L iscrizione nell elenco dei beneficiari Cinque per mille. L iscrizione nell elenco dei beneficiari Con la Circolare 20 marzo 2014, n. 7, l'agenzia delle Entrate ha reso noto che a partire da oggi, 21 marzo 2014, gli enti interessati potranno

Dettagli

TUTTE LE DATE DI RIFERIMENTO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI 2005 E PER I VERSAMENTI DELLE RELATIVE IMPOSTE

TUTTE LE DATE DI RIFERIMENTO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI 2005 E PER I VERSAMENTI DELLE RELATIVE IMPOSTE Dott. Stefano Sarubbi Dottore Commercialista Revisore Contabile TUTTE LE DATE DI RIFERIMENTO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI 2005 E PER I VERSAMENTI DELLE RELATIVE IMPOSTE E' oramai tempo di dichiarazioni

Dettagli

Con Provvedimento del Direttore dell Agenzia del 23 ottobre 2007 è stato approvato il nuovo modello di versamento F24.

Con Provvedimento del Direttore dell Agenzia del 23 ottobre 2007 è stato approvato il nuovo modello di versamento F24. Articolo 20, comma 1 Regolamento delle entrate del comune di Torino. Il modello F24 consente ai contribuenti di versare con un unico modello oltre alle imposte erariali (irpef, iva etc) e ai contributi

Dettagli

Corso di Aggiornamento 730/2013. Dichiarazione dei Redditi 2012

Corso di Aggiornamento 730/2013. Dichiarazione dei Redditi 2012 Corso di Aggiornamento 730/2013 Dichiarazione dei Redditi 2012 A cura di Ansanelli Francesco Il visto di conformità rilasciato sui modelli 730 Il visto di conformità Il modello 730 è un modello diverso

Dettagli

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014 CASI DI ESONERO È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella

Dettagli

10.2015 Marzo. 730 Precompilato. Circolare Informativa per i Clienti. Sommario

10.2015 Marzo. 730 Precompilato. Circolare Informativa per i Clienti. Sommario 10.2015 Marzo 730 Precompilato Sommario 1. PREMESSA... 2 2. DOMANDE E RISPOSTE... 3 2.1 Chi può utilizzare il 730 2015 precompilato? Entro quando va presentato?... 3 2.2 Un contribuente che ha presentato

Dettagli

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc E TEMPO DI DICHIARAZIONE DEI REDDITI ANCHE PER GLI ENTI NON COMMERCIALI (Enc) Unico Enti non commerciali ed equiparati (Unico Enc) è un modello unificato che permette di presentare la dichiarazione dei

Dettagli

ADEMPIMENTI DEGLI INTERMEDIARI NEI CONFRONTI DEI CONTRIBUENTI; IL REGIME SANZIONATORIO PER PROFESSIONISTI(E NON)ABILITATI ALLA TRASMISSIONE TELEMATICA

ADEMPIMENTI DEGLI INTERMEDIARI NEI CONFRONTI DEI CONTRIBUENTI; IL REGIME SANZIONATORIO PER PROFESSIONISTI(E NON)ABILITATI ALLA TRASMISSIONE TELEMATICA Seminario di formazione LE INDAGINI FINANZIARIE Milano, 1 luglio 2008 ADEMPIMENTI DEGLI INTERMEDIARI NEI CONFRONTI DEI CONTRIBUENTI; IL REGIME SANZIONATORIO PER PROFESSIONISTI(E NON)ABILITATI ALLA TRASMISSIONE

Dettagli

DICHIARAZIONE PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE PRECOMPILATA Vito Dulcamare DICHIARAZIONE PRECOMPILATA ART. 1 D.LGS. 21/11/2014 N. 175 Nova Siri 12 maggio 2015 1 MODULISTICA FISCALE PER IL 2014 MODULISTICA PER 2013 MODULISTICA PER 2014 MODELLO 730 MODELLO 730 MODELLO

Dettagli

La manovra governativa antielusione MOD. F24

La manovra governativa antielusione MOD. F24 MOD. F24 1 MOD. F24 Normativa e prassi - Art. 37, comma 49 D.L. 223/2006 - Comunicato stampa Agenzia delle Entrate 5 settembre 2006 - Comunicato stampa Agenzia delle Entrate 6 settembre 2006 - Comunicato

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2. Modello 730 precompilato 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4. Chi è

Dettagli

Anno 2014 N.RF091. La Nuova Redazione Fiscale ISCRIZIONI AL 5 PER MILLE 2014 - INDICAZIONI DELLE ENTRATE

Anno 2014 N.RF091. La Nuova Redazione Fiscale ISCRIZIONI AL 5 PER MILLE 2014 - INDICAZIONI DELLE ENTRATE Anno 2014 N.RF091 www.redazionefiscale.it ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 7 OGGETTO ISCRIZIONI AL 5 PER MILLE 2014 - INDICAZIONI DELLE ENTRATE RIFERIMENTI CIRCOLARE AG. ENTRATE N. 7 DEL

Dettagli

MODELLO 730/2015 E VISTO DI CONFORMITA

MODELLO 730/2015 E VISTO DI CONFORMITA S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO MODELLO 730/2015 E VISTO DI CONFORMITA Renzo Radicioni Milano, 23 marzo 2015 Sala Convegni Corso Europa 11 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

Dettagli

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA

CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA CIRCOLARE n. 18 del 17/09/2014 MODELLI F24: DAL 1 OTTOBRE NUOVI OBBLIGHI DI PRESENTAZIONE TELEMATICA INDICE 1. PREMESSA 2. DECORRENZA 3. AMBITO OGGETTIVO 4. AMBITO SOGGETTIVO 5. FINALITÀ 6. NOVITÀ IN MATERIA

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Studio Luciano Lancellotti

Studio Luciano Lancellotti News per i Clienti dello studio del 16 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi 2 per mille ai partiti politici: istruzioni per l uso Gentile cliente con la presente intendiamo rinformarla che l'articolo

Dettagli

F24 TELEMATICO. dal 1/10/2006

F24 TELEMATICO. dal 1/10/2006 000 Libro Telematico.book Page 7 Tuesday, September 19, 2006 6:49 PM Introduzione INTRODUZIONE A decorrere dal 1 ottobre 2006, entra in vigore l obbligo, per i titolari di partita IVA, di versamento delle

Dettagli

COMUNICAZIONE PER LA RICEZIONE IN VIA TELEMATICA TICA DEI DATI RELATIVI AI MOD. 730-4 RESI DISPONIBILI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMUNICAZIONE PER LA RICEZIONE IN VIA TELEMATICA TICA DEI DATI RELATIVI AI MOD. 730-4 RESI DISPONIBILI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE COMUNICAZIONE PER LA RICEZIONE IN VIA TELEMATICA TICA DEI DATI RELATIVI AI MOD. 730-4 RESI DISPONIBILI DALL AGENZIA DELLE ENTRATE TE D.M. N. 164 DEL 31 MAGGIO 1999 Informativa ai sensi dell art. 13 del

Dettagli

Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di torino.

Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di torino. Articolo 20 comma 1 regolamento delle entrate del comune di torino. Il modello F24 consente ai contribuenti di versare con un unico modello oltre alle imposte erariali (irpef, iva etc) e ai contributi

Dettagli

RISOLUZIONE N. 74/E ESPOSIZIONE DEL QUESITO

RISOLUZIONE N. 74/E ESPOSIZIONE DEL QUESITO RISOLUZIONE N. 74/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 agosto 2015 OGGETTO: Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 - Condominio minimo - Detrazione spese per interventi edilizi - art. 16-bis

Dettagli

ERRORI E DIMENTICANZE

ERRORI E DIMENTICANZE ERRORI E DIMENTICANZE CORREZIONI DI ERRORI E DIMENTICANZE Introduzione Nella predisposizione della dichiarazione 730 è possibile che il contribuente abbia commesso errori o abbia dimenticato ad esempio

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

ALLEGATO A); POSIZIONE ASSICURATIVA INAIL E RELATIVE VOCI DI RISCHIO;

ALLEGATO A); POSIZIONE ASSICURATIVA INAIL E RELATIVE VOCI DI RISCHIO; DIREZIONE GENERALE CENTRALE ORGANIZZAZIONE, PERSONALE, SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICA SERVIZIO AMMINISTRAZIONE E GESTIONE IL RESPONSABILE ROVERSI ELENA TIPO ANNO NUMERO REG. PG/2015/52015 DEL 29/01/2015

Dettagli

CIRCOLARE N.31/E. Roma, 2 luglio 2009. Direzione Centrale Servizi ai contribuenti

CIRCOLARE N.31/E. Roma, 2 luglio 2009. Direzione Centrale Servizi ai contribuenti CIRCOLARE N.31/E Roma, 2 luglio 2009 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3780 del 6 giugno 2009 Ripresa degli adempimenti e dei versamenti-

Dettagli

Risoluzione n. 114/E

Risoluzione n. 114/E Risoluzione n. 114/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 maggio 2003 Oggetto: Istanza d interpello Articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Fondo integrativo Sanitario Dirigenti delle

Dettagli

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*)

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 54/2012 LUGLIO/8/2012 (*) 18 Luglio 2012 SCADE IL 31 LUGLIO 2012 IL

Dettagli

Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.

Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna. Associazione Artigiani e P.M.I. del Biellese Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. 2008/31934 Disposizioni integrative del provvedimento del 19 gennaio 2007 in attuazione dell art. 7, sesto comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605, così come modificato

Dettagli

Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione

Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Ai gentili clienti Loro sedi Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Premessa Coloro che intendono partecipare alla procedura di liquidazione dei crediti nei

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 11/2014

NOTA OPERATIVA N. 11/2014 NOTA OPERATIVA N. 11/2014 OGGETTO: compensazione di crediti tributari. - Introduzione Mediante il meccanismo della compensazione, i contribuenti hanno la possibilità di pagare le imposte e i contributi

Dettagli

Loro sedi. Ritenendo di fare cosa gradita nell allegato prospetto si riepilogano i principali oneri detraibili e deducibili.

Loro sedi. Ritenendo di fare cosa gradita nell allegato prospetto si riepilogano i principali oneri detraibili e deducibili. Studio Associato di Consulenza Aziendale Dottori Commercialisti Dott. Gianpiero Perissinotto Dott.ssa Monica Lacedelli Via degli Agricoltori n. 11 32100 Belluno tel: 0437/932080 fax: 0437/932095 E-mail:

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati

CIRCOLARE N. 8/E. OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati CIRCOLARE N. 8/E Direzione Centrale Normativa Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 28 aprile 2014 OGGETTO: Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 18 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Nuova modalità di presentazione dei modelli F24;

Oggetto: Informativa n. 18 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Nuova modalità di presentazione dei modelli F24; Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 27 ottobre 2014 Oggetto: Informativa n. 18 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: Obbligo di comunicazione

Dettagli

LE INFORMAZIONI GENERALI SULLA CERTIFICAZIONE UNICA (CU)

LE INFORMAZIONI GENERALI SULLA CERTIFICAZIONE UNICA (CU) LE INFORMAZIONI GENERALI SULLA CERTIFICAZIONE UNICA (CU) GLI ASPETTI NORMATIVI Dal 2015 (in riferimento ai redditi erogati nel 2014) i sostituti d imposta devono utilizzare un nuovo modello per attestare

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 381 22.12.2014 Pagamento dell avviso bonario Categoria: Versamenti Sottocategoria: D imposta L'art. 3-bis del D.Lgs. 462/1997 dispone che le somme

Dettagli

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/7490099 E-MAIL segreteria@studiolamberto.it. Informativa per la clientela di studio

STUDIO LAMBERTO RAG. DANIELA T.F. 011/7490099 E-MAIL segreteria@studiolamberto.it. Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 160 del 24.10.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Certificazione dei crediti della PA: la procedura è online E stata resa operativa la piattaforma web che

Dettagli

CIRCOLARE N.18/E. OGGETTO: Misura e ravvedibilità delle sanzioni applicate in sede di controllo automatizzato delle dichiarazioni

CIRCOLARE N.18/E. OGGETTO: Misura e ravvedibilità delle sanzioni applicate in sede di controllo automatizzato delle dichiarazioni CIRCOLARE N.18/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Settore Gestione Tributi Ufficio Gestione Dichiarazioni Roma, 10 maggio 2011 aprile 2011 OGGETTO: Misura e ravvedibilità delle sanzioni applicate

Dettagli

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000

DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 DAL 1 OTTOBRE SCATTA L F24 TELEMATICO PER I PAGAMENTI SUPERIORI AD EURO 1.000 Abstract - Così come stabilito dall art. 11, 2 comma del DL n. 66/2014, con decorrenza 1 ottobre 2014, i versamenti di cui

Dettagli

CIRCOLARE N.9/E. Roma, 3 marzo 2011

CIRCOLARE N.9/E. Roma, 3 marzo 2011 CIRCOLARE N.9/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 3 marzo 2011 OGGETTO: Articolo 2, comma 1, decreto-legge 29 dicembre 2010, n. 225, convertito con modificazioni dalla legge 26 febbraio

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Novità dichiarazioni dei redditi precompilate Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con comunicato stampa 29.3.2016 n.54

Dettagli

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti

La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti Fiscal Adempimento La circolare che guida passo passo al rispetto degli adempimenti N. 49 16.12.2013 Unico: ravvedimento entro il 30.12 Categoria: Intermediari Sottocategoria: Adempimenti A cura di Devis

Dettagli