Una nuova mobilità. Alle famiglie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una nuova mobilità. Alle famiglie"

Transcript

1 ANNO IX, N.2 - LUGLIO 2008 Poste Italiane Tariffa pagata Invii senza indirizzo Aut. DC/DCI/UD/48/02/EZ del 19/09/02 Una nuova mobilità I progetti del Comune per garantire ai cittadini la possibilità di muoversi sul territorio liberamente e in piena sicurezza. Alle famiglie

2 IL SINDACO L eredità morale del vicesindaco Valerio Frezza Davanti alla sua stanza, in municipio, era consueto vedere cittadini alle prese con problemi ai quali spesso la pubblica amministrazione non sa dare soluzioni. Ma lui con caparbietà, e qualche volta con ostinazione, sapeva trovare le risposte che perlomeno alleviavano la sofferenza di chi, come ultima spiaggia, ricorre al sindaco o al vicesindaco. Poco più di due mesi fa ci ha lasciati il vicesindaco Valerio Frezza. Un uomo che ha messo a disposizione della nostra comunità buona parte della sua esistenza. Amministratore attento allo sviluppo del nostro territorio, quando era sindaco non ha avuto alcuna esitazione a sostenere progetti innovativi, come l insediamento nel nostro comune della sede nazionale di Hypo Bank. Ma il suo tratto umano lo portava a rapportarsi preferibilmente con le persone normali e tra queste con quelle più in difficoltà. Davanti alla sua stanza, in municipio, era consueto vedere cittadini alle prese con problemi ai quali spesso la pubblica amministrazione non sa dare soluzioni. Ma lui con caparbietà, e qualche volta con ostinazione, sapeva trovare le risposte che perlomeno alleviavano la sofferenza di chi, come ultima spiaggia, ricorre al sindaco o al vicesindaco. C era poi il suo rapporto speciale con le associazioni del Comune. Alle quali, oltre a sedi dignitose, ha assicurato sostegno costante. Consapevole che esse rappresentano un patrimonio prezioso di relazioni umane, di attività sociali e culturali che né il settore pubblico né quello privato possono svolgere. Gli alpini, i comitati degli anziani, il gruppo comunale della protezione civile lo consideravano uno dei loro, perché ne condivideva e spesso ne animava le attività. Era apprezzato anche dai consiglieri comunali, sia della maggioranza che dell opposizione. Di fronte alle scelte amministrative era straordinariamente risoluto. Ma gli dispiacevano le lacerazioni con risvolti personali. Sta a noi ora raccogliere la sua eredità morale. Non sarà facile, perché Valerio era un uomo speciale che vedeva nel prossimo, prima del cittadino, la persona, innanzitutto da ascoltare e poi da aiutare. Proprio per rispettarne la memoria ho assunto personalmente quelli che erano i suoi compiti da vicesindaco, cioè sovrintendere al gruppo della protezione civile comunale e alle associazioni. Ho poi nominato il nuovo vicesindaco. È l architetto Gianluca Maiarelli, già presente in Giunta come assessore alla Pianificazione urbanistica, ai Trasporti ed alla Mobilità. Penso di interpretare i sentimenti di tutti nel fargli l augurio di operare, anche con questo nuovo compito, per il bene della nostra comunità. Abbiamo poi CONTINUA A PAGINA 3 2 TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

3 proposto al Consiglio comunale, che ha accettato, di diminuire di una unità il numero degli assessori, con un piccolo risparmio per le casse comunali e senza intaccare l operatività della Giunta municipale. In questi ultimi tre mesi l attività amministrativa è stata intensa. La nuova Giunta regionale, nella sua prima seduta, ha deliberato di restituire al patrimonio comunale l edificio del vecchio poliambulatorio di via Mazzini a Feletto che diventerà sede della nuova biblioteca comunale, il cui progetto, da oltre un milione di euro già finanziati, è in corso di elaborazione. Abbiamo poi acquisito in via Carnia la disponibilità dell area per la costruzione della nuova scuola dell infanzia di Feletto. Un operazione questa piuttosto laboriosa che prevede anche il trasferimento a Tavagnacco del Centro dei servizi educativi e riabilitativi. I cui lavori, di intesa con l azienda sanitaria 4 Medio Friuli, sono appena stati affidati a un impresa. È in avanzata fase di stesura il progetto della nuova sala consiliare che potrà essere utilizzata per ospitare eventi, convegni ecc., un ulteriore struttura importante a disposizione della cittadinanza. Sono poi stati affidati ai professionisti il progetto per le strutture di aggregazione dell area Binutti di Adegliacco-Cavalicco e il progetto per la riqualificazione dell area sportiva di Colugna. La messa in opera, quasi conclusa, di alcuni chilometri di fibra ottica consentirà ai servizi comunali ed alle imprese di accedere ai servizi della rete con standard di trasferimento dati degni di un paese europeo. Il Consiglio comunale ha recentemente scelto un area sulla piazza principale di Feletto su cui realizzare un servizio diurno ed una residenza protetta per gli anziani con un investimento di oltre tre milioni di euro. Infine sono stati stanziati oltre euro per sistemazioni di strade e marciapiedi. Durante il mese di maggio è stato attivato il servizio di raccolta differenziata spinta dei rifiuti. Ringrazio tutte le famiglie e le imprese per l ottima collaborazione che vanno dimostrando in questo tipo di servizio, collaborazione che ha consentito di passare in soli due mesi da una percentuale di separazione del 30% ad una del 70%. Cari concittadini, so che il momento economico che stiamo vivendo non è tra i migliori. Conosco le preoccupazioni di non poche famiglie che stanno limitando sensibilmente i livelli dei consumi. La crisi è internazionale ed è dovuta in parte ai rincari dell energia e delle materie prime. Ma c è anche una difficoltà interna, nazionale, dovuta al fatto che i nostri prodotti tradizionali subiscono la concorrenza dei paesi asiatici. Gli esperti ci dicono che dobbiamo puntare sulla produzione di oggetti e servizi innovativi che sicuramente sono concorrenziali. Per fortuna molte aziende del nostro comune stanno andando in questa direzione. E il Comune intende fare appieno la sua parte affinché queste imprese trovino condizioni ottimali per insediarsi da noi. Il Distretto delle Tecnologie digitali costituito nei mesi scorsi sarà un valido strumento per concorre a raggiungere l obiettivo di aumentare la produzione delle ricchezza e quindi di benessere sul nostro territorio. A presto MARIO PEZZETTA Sindaco del Comune di Tavagnacco IL SINDACO In questi ultimi tre mesi l attività amministrativa è stata intensa. La nuova Giunta regionale, nella sua prima seduta, ha deliberato di restituire al patrimonio comunale l edificio del vecchio poliambulatorio di via Mazzini a Feletto che diventerà sede della nuova biblioteca comunale, il cui progetto, da oltre un milione di euro già finanziati, è in corso di elaborazione. TAVAGNACCO, LUGLIO

4 PRIMO PIANO Chi era Valerio Frezza Valerio Frezza, classe 1939, nasce a Verzegnis il 29 maggio. Sposa nel 1962 Campese Marialuigia, è padre di Tiziano e Meris, e nonno di Gianluca, Andrea e Davide. Emigrante, pittore decoratore, per dodici anni lavora come dipendente presso la Ferrero di Alba. Riconosciutagli l invalidità civile e terminata l attività lavorativa, si dedica attivamente al volontariato e sopratutto alla politica. Resiede dal 1964 a Udine; dal 1980 a Tavagnacco. Divenuto cittadino del Comune di Tavagnacco, dal 1993 al 1995 ricopre l incarico di Assessore esterno alle Politiche Sociali e alla Protezione Civile. Dal 1995 al 1999 viene eletto a largo suffragio consigliere e nominato vice-sindaco con la delega alle Politiche Sociali e alla Protezione Civile. Dal 1999 al 2004 ricopre la carica di Sindaco, impegnandosi attivamente per la promozione, lo sviluppo e il progresso del territorio del Comune e per il bene di tutta la cittadinanza. Terminato il mandato, dal 2004 è candidato capolista de Progetto Tavagnacco, viene rieletto e ricopre l incarico di vice-sindaco ed Assessore alla Protezione Civile e alle Associazioni. Oltre all impegno politico Valerio Frezza matura una ventennale esperienza nell ambito della Tutela dei diritti del malato. È uno dei fondatori della Sezione Ancona di Udine (AFDS), di cui ricopre in seguito anche la carica di Presidente onorario. È stato Presidente dell ADO della Sezione di Tavagnacco. Nutrì una grande passione per lo sport, per il calcio e per il nuoto in particolare; era il Presedente in carica dell Udinese Club I fedelissimi di Feletto Umberto. Valerio Frezza È stato inoltre socio onorario del Comitato Anziani del Comune di Tavagnacco; socio benemerito dell Associazione del Fante - Sez. di Feletto; socio ordinario dell A.N.A; socio benemerito dell Associazione Carabinieri - Sezione di Feletto; socio benemerito dell International Police Association - sezione italiana. Per il suo impegno sociale e politico è stato insignito dell onoroficenza di Cavaliere e in seguito anche a quella di Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana. 4 TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

5 In memoria del vicesindaco Valerio Frezza. Una persona speciale Di solito utilizziamo questo spazio per descrivere le nostre attività, i nostri progetti, questa volta invece vogliamo che serva per ricordare una persona speciale, il cav. Valerio Frezza, già sindaco e vicesindaco, nonché assessore alla protezione civile deceduto poche settimane fa. In questi ultimi mesi aveva combattuto con grande coraggio una lunga battaglia contro il male, ma prodigandosi fino all ultimo per il suo Comune e la sua gente. Era una persona molto semplice, affabile e generosa, sempre vicino alle persone, sempre disponibile ad impegnarsi concretamente per risolvere i problemi della gente comune. Noi del gruppo comunale di protezione civile lo ricorderemo come un uomo straordinario e buono, che aveva fatto del volontariato la sua vita e dei volontari la sua famiglia, che svolgeva il suo ruolo con serietà, impegno, PRIMO PIANO rigore e professionalità. Ha anteposto l amore per il suo paese ed i doveri istituzionali a tutto anche nei momenti di grande difficoltà. Domani ci saranno altri al suo po- sto, ma noi lo vogliamo ricordare come una persona che ha saputo dedicare gran parte della sua vita pubblica alla crescita della protezione civile, lasciando un segno indelebile nell intera comunità. Il coordinatore LORIS GENTILE UN NUOVO SERVIZIO Lo sportello per la difesa del cittadino Dal mese di maggio scorso presso il Municipio di Tavagnacco al piano terra è attivo lo sportello per la difesa del cittadino, con orario per il pubblico ogni lunedì e mercoledì dalle ore 10 alle ore 12. Allo sportello si possono rivolgere tutti i cittadini, i contribuenti titolari di partita IVA e imprese per risolvere contenziosi, torti o qualsiasi altra problematica che riguarda la sfera privata o personale e civile. A questo nuovo servizio non ci si può rivolgere per risolvere situazioni e difficoltà createsi con l amministrazione Comunale di Tavagnacco in quanto per questi problemi è attivo il Difensore Civico a cui ci si può rivolgere ogni mercoledì dalle ore 17 alle ore 18. GIANFRANCO BALZANO - Assessore alla Partecipazione TAVAGNACCO, LUGLIO

6 PRIMO PIANO Muoversi sicuri sul territorio di GIANLUCA MAIARELLI Assessore all Urbanistica Nel corso di questi ultimi anni si è andata affermando, soprattutto nei paesi e nelle città europee, un idea nuova di territorio in cui la mobilità urbana ha assunto un vero e proprio ruolo centrale. Da diverso tempo l Amministrazione di Tavagnacco ha cercato di fare proprio questo modello culturale con l ambizioso obiettivo di garantire al Comune un ulteriore salto di qualità nell offerta di servizi a chi risiede o produce ricchezza. Il nostro è un territorio particolare; ha conservato negli anni una struttura fisica tipica dei paesi in cui le sue parti e le singole frazioni appaiono facilmente identificabili, ma al tempo stesso, in conseguenza di una forte crescita demografica, è andato sempre più connotandosi come una piccola città. Le conseguenze di ciò sono di due tipi: negative per la superficialità e l indifferenza con cui molti dei residenti lo vivono; positive per la qualità e l efficacia dei servizi che è in grado di garantire e che lo rendono ancor oggi molto appetibile. Il timore di poter perdere vivibilità ed identità culturale ha caratterizzato il dibattito di questi ultimi mesi entrando prepotentemente nelle scelte del nuovo Piano Regolatore che tra poco vedrà la luce. Le risposte al problema sono molte e soprattutto a scala diversa; tra le tante, c è quella di dare ampia possibilità a tutti di potersi muovere all interno del territorio sfruttando le sue ricchezze e potenzialità. Il tema riguarda principalmente la mobilità delle cosiddette utenze deboli e cioè di quelle fasce di popolazione (bambini ed anziani) che vivono in maniera più profonda e capillare il tessuto urbano. Questo nuovo modo di pensare la città, che abbiamo imparato a conoscere ed apprezzare soprattutto all estero, fatica a radicarsi in Italia dove certi processi culturali si scontrano con le consuetudini e le comodità a cui difficilmente rinunciamo. Tra i principi al centro del nuovo Piano regolatore che sta per essere varato c è anche la volontà di garantire a tutti i cittadini, partendo da bambini e anziani, la possibilità di potersi muovere liberamente e in piena sicurezza sul territorio per potersi riappropriare dei principali luoghi della vita pubblica e privata e per diventare realmente padroni dei propri spostamenti. Il tema non riguarda soltanto la sicurezza stradale, che comunque in conseguenza di un forte aumento di auto sulle nostre strade è diventata una questione di primaria importanza; essa riguarda anche e soprattutto la possibilità per questo tipo di utenze di potersi muovere liberamente sul territorio per potersi appropriare dei principali luoghi della vita pubblica e privata (scuole, municipio, farmacia, medico di base, mercato, aree sportive, parchi pubblici, ecc) e per diventare realmente padroni dei propri spostamenti. Non c è dubbio che in questi ultimi anni molte città e paesi italiani hanno perso le proprie originarie caratteristiche di luogo di incontro e di scambio. Hanno in parte ridotto gli spazi pubblici che dell incontro e dello scambio erano condizioni essenziali lasciando che i cortili, i marciapiedi, le strade e le piazze assumessero sempre più funzioni legate all utilizzo dell automobile. L idea che sta alla base di molte delle scelte che l Amministrazione comunale ha messo in piedi (coinvolgendo diversi assessorati) sta nel CONTINUA A PAGINA 7 6 TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

7 PRIMO PIANO Tra i nuovi interventi previsti, uno dei più significativi è rappresentato dal percorso ciclopedonale di via Pietro Micca. Al di là dei benefici puntuali per ciclisti e pedoni, questa piccola direttrice entrerà a far parte di un vero e proprio asse legato allo svago ed al tempo libero che partirà dall area sportiva di Colugna per arrivare nell area Binutti ad Adegliacco, attraversando l area scolastica di Feletto. riconoscere il diritto delle utenze più deboli a vivere all interno della propria comunità in un clima di relazioni significative e in una dimensione sostenibile priva di quei rischi ambientali, legati alla sicurezza, agli spazi, ai tempi e ai ritmi che spesso rendono le città dei luoghi inadatti e inospitali. Molto spesso si citano gli indicatori quali elementi di valutazione dello stato di salute di un territorio. I bambini, per esempio, possono rappresentare dei validi indicatori biologici della qualità della vita urbana; a loro è necessario offrire nuovi alfabeti, nuove percezioni di tempo e spazio e qualità degli insediamenti. Il percorso passa non solo attraverso le grandi scelte pianificatorie ma anche e soprattutto attraverso quegli interventi che nella loro realizzazione parziale potrebbero apparire limitati e superflui, mentre invece rappresentano parti di disegni più ampi e strutturali. Il percorso ciclopedonale di via Pietro Micca ne è l esempio più emblematico; al di là dei benefici puntuali che si rifletteranno su ciclisti e pedoni, questa piccola direttrice entrerà a far parte di un vero e proprio asse legato allo svago ed al tempo libero. Questo corridoio trova il suo punto di partenza nell area sportiva di Colugna, in via di ampliamento e riqualificazione e la sua conclusione nell area Binutti ad Adegliacco, oggetto di un concorso di progettazione, attraversando l area scolastica di Feletto, il futuro parco pubblico di via Micca, il sottopasso ciclopedonale della Tresemane (previsto dal PRUSST), il grande ambito destinato ad area ludica-ricreativa posto tra l area commerciale e l abitato di Cavalicco. Il progetto però servirà non solo a garantire nuovi spazi pubblici alla popolazione, ma anche a permettere un collegamento sicuro agli abitanti delle frazioni di Adegliacco, Cavalicco e Molin Nuovo che vedono nella presenza della strada Tresemane un vero e proprio impedimento nell usufruire di tutti quei servizi oggi presenti a Feletto. Il compimento di questo percorso, assieme a quello che da Tavagnacco giunge fino a Colugna, costituiranno i due principali assi estovest e nord-sud che renderanno più agevole e sicuro l utilizzo del territorio alle utenze deboli. A questo sforzo progettuale e realizzativo va associato un progetto di carattere culturale: cambiare le consuetudini, soprattutto quando si parla di mobilità, rappresenta uno dei compiti più difficli per un amministrazione pubblica. Per queste ragioni in questi mesi ci siamo attivati, grazie alla straordinaria collaborazione dell Istituto Scolastico e del Comando di Polizia Municipale, per promuovere iniziative che vedessero coinvolti i bambini ed i ragazzi, sia perchè più attenti e ben disposti verso nuovi modelli culturali, e sia perchè felice di potersi riappropriare in sicurezza del proprio territorio. I corsi di sicurezza stradale, i video-spot girati dai ragazzi, l iniziativa Bimbinbici hanno rappresentato differenti tasselli all interno di un progetto ampio e complesso. L amministrazione pubblica ha fatto il suo dovere; l entusiasmo, la maturità, il senso di responsabilità dei ragazzi hanno rappresentato gli elementi di successo delle iniziative. TAVAGNACCO, LUGLIO

8 PRIMO PIANO Differenziata da record La raccolta porta a porta funziona. In un solo mese già superata la soglia del 70% di rifiuti differenziati. di CHIARA COMUZZO Assessore all Ambiente e Pari opportunità Il 65% del rifiuto differenziato era l obiettivo che ci eravamo posti entro la prima metà del 2009 e lo abbiamo già raggiunto. Oltre Il 70% di rifiuti differenziati è già una realtà. L impegno e la correttezza dei cittadini si dimostra ancora una volta encomiabile: il mio ringraziamento a quanti risiedono nel Comune di Tavagnacco è sincero. I dati parlano chiaro: in un solo mese dall inizio della raccolta differenziata porta a porta (è infatti iniziata il 12 maggio nella zona A e il 26 maggio nella zona B), i rifiuti riciclabili sono passati dal 33% con la precedente raccolta mediante il cassonetto stradale ad oltre il 70% con la raccolta porta a porta. Grazie all impegno costante di tutti, in poco tempo, meno ancora di quello ipotizzato, anche il Comune di Tavagnacco potrà ottenere gli stessi entusiastici risultati a cui già altre realtà italiane, soprattutto in Veneto, Lombardia e Emilia Romagna, sono arrivate con il porta a porta. APRILE 2008 GIUGNO 2008 VECCHIO SISTEMA CON I CASSONETTI 66,99% RIFIUTI INDIFFERENZIATI 33,01% RACCOLTA DIFFERENZIATA NUOVO SISTEMA PORTA A PORTA 25,09% RIFIUTI INDIFFERENZIATI 74,91% RACCOLTA DIFFERENZIATA 8 TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

9 Basta ricordare poche semplici regole: PRIMO PIANO separare i rifiuti gettarli negli appositi contenitori a seconda del tipo di rifiuto esporre i rifiuti la sera prima della raccolta lasciare il contenitore in punti ben visibili lungo la strada esporre i bidoni quando sono pieni o comunque con un contenuto consistente Riciclare è un vantaggio economico Differenziare i rifiuti è un vantaggio per l ambiente ma anche per le tasche del Comune. Infatti, smaltire il secco non riciclabile costa molto. Ma più diminuiamo la quantità di secco non riciclabile, più diminuiscono i costi di smaltimento. Quindi, separare i rifiuti è anche economicamente vantaggioso. C è di più: il Consorzio Nazionale Imballaggi (CONAI) dà un contributo al Comune in base alla purezza del rifiuto. Questo significa che bisogna separare e farlo correttamente. Ad esempio, prima di gettare il vasetto di yogurt nel bidone della plastica, ripuliamolo da eventuali residui. Così pulito, il rifiuto si ricicla più facilmente. In particolare, la carta, la plastica, l acciaio, l alluminio e il legno sono le classiche frazioni che godono del contributo CONAI. Doppia raccolta per pannolini e pannoloni Sono oltre 150 le mamme che hanno prontamente aderito alla proposta di un doppio passaggio settimanale per la raccolta dei pannolini sporchi dei loro bimbi. Anche quanti accudiscono persone anziane o disabili che fanno uso di pannoloni possono chiedere la raccolta di questo tipo di rifiuto due volte la settimana. Il servizio supplementare va richiesto all Ufficio Ambiente del Comune (tel , fax , e- mail: ), compilando apposito modulo. Il Comune ci tiene a evidenziare come la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta non sia un laborioso obbligo ma un utile vantaggio per tutti noi cittadini e per la nostra salute. Perciò accoglie con interesse e gratitudine le segnalazioni di esigenze specifiche affinché il servizio sia continuamente migliorato. Compostaggio domestico Chi intende fare il compost a casa sua, può anche richiedere un composter. A partire dal prossimo anno, potrà avere uno sconto del 10% sulla tassa dei rifiuti. Festività Si ricorda alla cittadinanza che: se il giorno di raccolta, esclusivamente delle frazioni UMIDO e SECCO NON RICI- CLABILE, è festivo, il servizio viene comunque garantito dagli operatori nella giornata stessa. Per le altre tipologie di rifiuto (carta, plastica/lattine, vetro), invece, il recupero avviene il giorno successivo a quello festivo. Raccolta di verde e ramaglie il giovedì Dal 19 giugno, la raccolta porta a porta del verde si fa di giovedì e non più di martedì. LA PIAZZOLA ECOLOGICA La piazzola ecologica in via Fermi 92 a Feletto Umberto costituisce una valida alternativa alla raccolta porta a porta. Infatti, in questa struttura possiamo portare ad esempio i rifiuti ingombranti (televisore, frigorifero, lavatrice, mobili, reti, materassi ecc.), il verde e le ramaglie (sfalci e potature) e gli inerti (es. calcinacci) purché siano al massimo 6 secchi e solo di provenienza domestica. Piazzola ecologica Via Fermi 92 a Feletto Umberto Orari di apertura Lunedì 8-12; Mercoledì 8-12 e Sabato 8-12 e Per verificare gli orari di apertura telefonare al Numero Verde TAVAGNACCO, LUGLIO

10 IL COMUNE INFORMA Hanno aderito 319 bambini della scuola dell infanzia e primaria Al via i centri estivi Anche quest anno l Amministrazione Comunale di Tavagnacco ha organizzato i centri estivi rivolti alle bambine e ai bambini che frequentano le scuole dell infanzia e primaria. La priorità è data ai residenti ma nei limiti dei posti disponibili sono aperti anche ai non residenti. Quest anno hanno aderito all iniziativa 319 bambini, di cui 137 della scuola dell infanzia e 182 della scuola primaria. Il tema conduttore è Al Castello tra fiabe e giochi. I bambini verranno coinvolti nell ambiente magico e giocoso del castello intorno al quale si svilupperanno durante ogni turno i percorsi di animazione. Si tratta di un iniziativa che cerca di rispondere sia alle esigenze delle famiglie che, in seguito alla chiusura dell attività scolastica si trovano nell impossibilità di accudire direttamente i propri figli, sia all esigenza di fornire un sostanziale contributo ad una più Continua con notevole partecipazione ed apprezzamento l attività dello sportello dei servizi per la popolazione immigrata e per gli Italiani che vogliono conoscere le leggi e le normative per l impiego di popolazione straniera ed extracomunitaria. Questo servizio operativo nel nostro Comune da ormai 3 anni è molto apprezzato per la competenza degli operatori, per la celerità delle risposte e perché completa crescita educativa dei minori, attraverso una gestione finalizzata e creativa del tempo libero. Il progetto comprende attività di animazione, sport e giochi collettivi inseriti in un programma diversificato a seconda dell età dei bambini, in cui viene favorita la socializzazione e la condivisione di regole, con l obiettivo di offrire delle opportunità di incontro e di svago attraverso le quali promuovere il messaggio educativo mediante l aspetto ludico e ricreativo. È prevista un uscita settimanale nella piscina comunale di Feletto Umberto. I centri estivi sono affidati alla Cooperativa Insieme di Adegliacco/ Cavalicco, ditta specializzata nel settore socioeducativo che ormai da numerosi anni con grande passione e competenza segue con successo la realizzazione dei centri estivi per il Comune di Tavagnacco. Il servizio mensa è gestito dalla ditta Sodexho Italia S.p.A. INFO POINT IMMIGRAZIONE Servizio stranieri per gli Italiani rivolgendosi ad esso si ottengono le informazioni necessarie per tutte le leggi per gli stranieri, alle pratiche legate ai permessi di soggiorno, ai ricongiungimenti familiari, a come regolarizzare le badanti e come ottenere la possibilità di assumere un cittadino straniero da parte di una ditta o un impresa Italiana, ed altre problematiche concernenti i migranti. GIANFRANCO BALZANO Assessore I PROSSIMI APPUNTAMENTI DI FORMAZIONE Pari opportunità Venerdì 12 e 19 settembre ESPRIMERSI ED ESPRIMERE Laboratorio esperienziale sull auto-espressività corporea che spesso risulta imbrigliata da schemi, maschere, veti e condizionamenti, culturali e non. Attraverso questo lavoro di gruppo si potrà sperimentare nuove possibilità espressive, partendo da singoli movimenti per giungere all armonizzazione. Corso intensivo di due lezioni, condotto dalla psicoterapeuta dott.ssa Maria Grazia Fiorini. L attività formativa è a numero chiuso e si svolgerà dalle ore 8.30 alle ore presso l agriturismo Gabry a Caporiacco di Colloredo di Monte Albano in via S. Daniele 39, in un contesto idoneo a contatto con la natura. Iscrizioni entro venerdì 5 settembre Qualora il numero dei partecipanti dovesse risultare superiore ai posti disponibili, la precedenza verrà riservata agli iscritti residenti nel Comune di Tavagnacco. Ottobre MERLETTO A FUSELLI Corso pratico-manuale condotto dalla Scuola dei Corsi Merletti di Gorizia Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Tavagnacco. Fino a Giugno 2009, ogni giovedì mattina, presso la Sala Associazioni della Sede Municipale, piazza Indipendenza n. 1, Feletto Umberto. Novembre L ACQUA GENERATRICE DEL MONDO Corso intensivo co-condotto dal dott. Pier Luigi Lattuada psicoterapeuta e dalla dott.ssa Mah Aissata Fofana mediatrice culturale. L acqua è sempre stata alla base della vita di ogni essere umano. Conoscere tutte le anime che genera, la sua importanza e il suo legame forte con la donna ci porta a scoprire aspetti sconosciuti del suo profondo valore. L attività formativa è a numero chiuso e si svolgerà dalle ore 9.00 alle ore presso l agriturismo Gabry a Caporiacco di Colloredo di Monte Albano in via S. Daniele 39, in un contesto idoneo a contatto con la natura. Qualora il numero dei partecipanti dovesse risultare superiore ai posti disponibili, la precedenza verrà riservata agli iscritti residenti nel Comune di Tavagnacco. Informazioni e iscrizioni Gli incontri sono gratuiti, previa iscrizione. L iscrizione non comprende l eventuale pranzo, che rimarrà a carico degli iscritti. Per informazioni: CENTRO DI ASCOLTO E CONSULENZA DELLE DONNE, Sede Municipale Piazza Indipendenza, 1 Feletto Umberto; Telefono: Mail: Orario di apertura al pubblico: Lunedì da Martedì a Venerdi TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

11 IL COMUNE INFORMA Un nuovo patto Comune - Cittadini GIANFRANCO BALZANO Assessore alla Partecipazione Il momento storico che viviamo si sta sempre più caratterizzando per un marcato ritorno all individualismo e alla tendenza a risolvere e a privilegiare solo i propri bisogni e le proprie aspettative. Questo chiudersi in se stessi rischia di favorire lo sviluppo di una società che non vede più al centro della vita e della comunità la persona intesa come elemento di rapporto sociale e di convivenza civica del nostro mondo, ma tende a radicalizzare le differenze sia di razza e pelle sia di ceto sociale e culturale, snaturando e perdendo quel valore solidale che ha favorito la crescita in tutti i sensi del nostro territorio e della nazione. Vivere in una comunità significa condividere le aspettative e le scelte che vengono fatte, rivendicando però il giusto coinvolgimento per dare al cittadino la possibilità di confrontarsi ed esprimersi sulle progettualità di intervento che le amministrazioni fanno. Questa Amministrazione a Tavagnacco sin dall inizio ha voluto impostare un nuovo rapporto con il cittadino. Pur con risultati non sempre positivi i grossi temi che vengono maggiormente sentiti dalla popolazione sono stati affrontati e discussi in assemblee pubbliche aperte a tutti ed in alcuni casi le idee che l Amministrazione aveva sono state corrette o migliorate dai cittadini. Temi come i piani del traffico e il piano della localizzazione delle antenne per la telefonia mobile, interventi specifici su opere pubbliche, sono stati portati in discussione in tutte le frazioni del nostro Comune, come pure il bilancio preventivo da sempre viene presentato e discusso prima dell approvazione in Consiglio comunale e diversi sono stati gli appunti che sono stati rilevati ed accolti. Pure la nuova variante generale al piano regolatore che l amministrazione vuole adottare nei prossimi mesi è stata ampiamente partecipata coinvolgendo i cittadini, le organizzazioni economiche produttive, le associazioni presenti sul territorio, ed i gruppi di interesse in generale, i quali hanno potuto esprimere le loro opinioni e le aspettative in merito alla salvaguardia o alla espansione del territorio nonchè alla semplificazione delle norme e dei vincoli. L Amministrazione comunale ha ritenuto fondamentale applicare questo modo di agire nell interesse della comunità anche perché le scelte una volta attuate valgono per tutti sia nel bene che nel male. E in questo contesto quindi che ci si deve impegnare per affrontare il futuro, per continuare a dare ai cittadini un territorio che risponda alle aspettative di ciascuno in un contesto che muta velocemente e che se non governato con attenzione rischia di produrre disagi e nuove difficoltà alla popolazione soprattutto più debole ed indifesa. Davanti a noi si prospettano scenari che tendono sempre più a marginalizzare (e sono la maggioranza) chi non si assoggetta alle regole del mercato, chi non ha i mezzi sufficienti per avere un esistenza dignitosa, chi non ha la casa, chi arriva rispettando le leggi italiane da un altro paese per lavorare e chi non pensa che una società così brutalmente individuale non abbia una prospettiva. Di fronte a una simile deriva il compito di un Amministrazione attenta ai bisogni dei cittadini è quello di garantire un grado di servizi ottimale, scegliendo insieme alla popolazione dove maggiormente investire le risorse che i cittadini versano al comune, rinviando la realizzazione di un marciapiede o di un altra opera pubblica non urgente o indispensabile, per garantire e migliorare il mantenimento di un efficiente grado dei servizi sociali ai giovani ed agli anziani, servizi civici ed economici, alla popolazione tutta. Da questo si dovrà ripartire per evitare una deriva sociale che rischia di mettere il cittadino nella condizione di perdere quel valore indispensabile della solidarietà, della tolleranza, e della serenità del vivere SOGGIORNI ESTIVI Dopo Castrocaro, aperte le iscrizioni per Cesenatico Si è concluso il 14 giugno scorso il soggiorno estivo tenutosi nella località termale di Castrocaro per i nostri anziani. I partecipanti hanno trascorso con grande entusiasmo due settimane nell accogliente cittadina, situata nel cuore della romagna forlivese, allietati da momenti conviviali organizzati dall albergo e dall accompagnatrice. Non sono mancate, infatti, gare di carte, tombola e gite alla scoperta della località ospitante e nella vicina Forlì. La vacanza per gli anziani del Comune si è sviluppata tra passeggiate nel centro cittadino e lieti pomeriggi trascorsi nel parco dello stabilmento termale dove ogni giorno c era musica e animazione. Grazie, quindi, a nome mio e di tutta l Amministrazione comunale a tutti coloro che hanno reso possibile questa vacanza, contraddistinta dall ospitalità e massima disponibilità di tutto il personale I partecipanti al soggiorno a Castrocaro. dell albergo. Vi aspettiamo numerosi al prossimo soggiorno marino che si terrà nella località di Cesenatico dal 31 agosto al 14 settembre p.v.. MORENO LIRUTTI Assessore all Assistenza, Politiche sociali e giovanili TAVAGNACCO, LUGLIO

12 Continua su questo numero l esposizione dei luoghi comuni che alimentano il dibattito sulla tutela della lingua friulana. A tal proposito, come per la prima uscita e ritenendo necessario informare il più possibile PAGJINE FURLANE la popolazione, riproponiamo anche in lingua italiana un approfondimento apparso già in lingua friulana sulle pagine di questo notiziario. Si ringrazia il Comitât 482 per la collaborazione. SECONDA Perchè qualcuno PARTE è contro la lingua friulana? 4) Se si insegna ai bambini anche il friulano, rischiano di fare confusione con altre lingue Un affermazione del genere non ha nessuna base scientifica, ma è semplicemente frutto di ignoranza e pregiudizio. C è stato un periodo in cui i genitori venivano intimiditi con queste dichiarazioni affinché non parlassero in friulano con i propri figli. Oggi chiameremmo tale comportamento terrorismo psicologico ed è proprio oggi che ci troviamo di fronte ai risultati di questa azione: giovani che parlano solo in italiano, ma che avrebbero desiderato apprendere anche la propria lingua. Sono proprio questi giovani che, anche nei sondaggi più recenti, desiderano che il friulano sia insegnato a scuola, affinché i loro figli non si trovino nella loro stessa situazione. Il bambino bilingue (è ciò vale qualsiasi siano le lingue di riferimento, non solo nel caso del friulano) può avere alcuni problemi all inizio perché si trova a dovere analizzare ed immagazzinare una mole di informazioni decisamente superiore rispetto ad un bambino monolingue. Tuttavia, il cervello, soprattutto quello dei bambini, non presenta problemi di saturazione, per questo, poi, il bambino plurilingue sviluppa una maggiore capacità di apprendere altre lingue (gli sarà quindi più semplice, per esempio, imparare anche l inglese) e di confrontarsi con altre realtà. Il plurilinguismo è una risorsa per i nostri figli, un aiuto per il loro futuro. Chi vorrebbe per il proprio figlio di meno, quando può avere di più? 5) Utilizzare il friulano significa chiudersi in sé stessi, è da provinciali La lingua friulana è l espressione più chiara ed evidente dell essere friulani. Il Friuli, da molti secoli, è una terra plurilingue: accanto al friulano, infatti, si parlano anche varietà slovene, tedesche, e italiane. Il friulano, tuttavia, è nato e si è sviluppato proprio e solamente in Friuli (anche se poi ha raggiunto tutto il mondo con i suoi emigranti) e ne rappresenta in maniera esemplare l identità, la storia, e la cultura. Sono questi gli aspetti con cui ci mostriamo al mondo, che ci rendono unici: né migliori, né peggiori, semplicemente noi. È forse questo che ci rende provinciali? Non è forse più provinciale chi non è in grado di accettarsi per quello che è, chi cerca di scimmiottare gli altri? Le lingue hanno una funzione comunicativa, ma ne hanno anche una identitaria. Il fatto che il friulano sia parlato da qualche centinaio di migliaia di persone e non da qualche milione ci rende chiusi in sè stessi? Se gli inglesi parlano in inglese e gli italiani in italiano si chiudono forse in sè stessi? È difficile comprendere perché quello che si riconosce come normale per altri popoli, dovrebbe essere sintomo di chiusura e di arretratezza per noi. Forse qualcuno non ha ancora capito che parlare il friulano non significa affatto parlare solo il friulano... 6) Non esiste un solo friulano, ma tante varietà diverse Come tutte le lingue, anche il friulano è articolato in diverse varietà. Tali varietà non hanno mai rappresentato un ostacolo per la comunicazione orale, anche perché le differenze non sono così marcate come per altre lingue. La necessità di sviluppare un friulano comune per gli usi scritti è emersa già diversi secoli addietro ed è cresciuta sempre di più, portando all elaborazione di uno standard basato sulle varietà centrali del friulano. Se il modello citato da molti è il friulano di Ermes di Colloredo, in realtà lo sviluppo dello standard è il frutto del lavoro di molti poeti, prosatori ed autori provenienti da tutte le zone del Friuli, in particolare tra la seconda metà dell Ottocento e la prima metà del Novecento. Lo sviluppo di una lingua comune per lo scritto tuttavia non solo ha radici profonde in Friuli, ma è un processo storico che riguarda tutte le lingue. Italiano, tedesco, inglese, catalano e tutte le altre lingue che ci circondano hanno subito un processo di standardizzazione, senza che questo facesse venir meno la ricchezza rappresentata dalle varietà locali. Lo standard è utile quando si tratta di scrivere testi che hanno un carattere ufficiale o che devono essere utilizzati da tutti: pensate, anche dal punto di vista economico, cosa significherebbe se la Regione dovesse pubblicare un bando in tutte le varietà del friulano, si troverebbe a stampare un testo diverso - magari per pochissime lettere - per ogni paese del Friuli. Ma nell oralità, come anche nell uso scritto della lingua per fini artistici, per esempio, nessuno vieta di utilizzare la propria varietà. Sportel pe lenghe furlane 12 TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

13 PAGJINE FURLANE Lin indevant su chest numar cu lis vicendis de leç regjonâl 29/ 2007 su pe tutele de lenghe furlane. A ce pont sino? Come che si dîs: dut al à il so moment, dutis lis robis a àn la lôr ore sot dal soreli. E cuant che la pome e je madure, e cole Cun pas piçui ma decisîfs, si cjamine par rivâ a difindi la leç regjonâl di tutele de lenghe furlane (la leç 29/2007). Dopo vê scrit in chestis pagjinis dal notiziari l iter che e à vût la leç innomenade, e il so fermâsi a Rome, ae fin al somee di viodi, in sfrese, un rai di lûs. In chescj dîs di fin di jugn di fat, il President de Regjon Renzo Tondo al à vût un incuintri riservât cul Comitât pe Autonomie dal Friûl, cun da cjâf Gianfranco D Aronco. Vie pe riunion, il governadôr de regjon al à sigurât la sô plene disponibilitât a difindi la leç devant de Cort Costituzionâl e, adun cul Assessôr regjonâl pe istruzion, culture,sport e pâs, Roberto Molinaro, al procure di no cambiâle fint ae sentence. Passât chest berdei, nol lasse fûr che si puedi rivâ a cualchi mudament. Tondo di fat, sedi in campagne eletorâl che cumò come gnûf president, nol plate lis perplessitâts che al à simpri vût su cierts aspiets di cheste leç. Pont critic al reste dut câs, par lui, la utilitât di fâ valê la cuestion de lenghe furlane par difindi e, tal stes timp, svantâ la specialitât de regjon. Di parê contrari i rapresentants dai furlaniscj che a sostegnin, invezit, che par otignî un tratament ancje economic compagn di chel des Gianfranco regjons tant che Trentin D Aronco Sudtirol e Val d Aoste, si scuen pontâ su la cjarte dal plurilinguisim, dal ricognossiment dai furlans, tant che dai slovens, di minorance linguistiche come za ricognossût inte leç 482 e di bande de Union Europeane. Un altri pont interessant par ducj i doi, li che al è acuardi, e je la cuestion des trasmissions de Rai in lenghe furlane di fâ jentrâ in mût sistematic intal palin- La Assemblee Gjenerâl des Nazions Unidis, ricognossint che il multilinguisim vêr al zove ae unitât inte diviersitât e ae comprension a nivel mondiâl, e à proclamât il 2008 an internazionâl des lenghis. Di fat l ONU al à domandât a ducj i Stâts membris, di prudelâ la conservazion e la difese di dutis lis lenghis feveladis ator pal mont, di cressi la ativitât par promovi, in ducj i contescj coletîfs, la protezion di dutis lis lenghis, massime chês minoritariis e chês in pericul di estinzion. I intervents e varan di jessi fats insest radiofonic. Il Comitât al domande di sorpassâ la fase di sperimentazion, che si sierarà in otubar, e di jentrâ inte fase di plene operativitât sul cont dal ûs de lenghe. Chest incuintri si è tignût dopo di chei che il Comitât al à vût ancje cul Sindic di Udin, Furio Honsell, cul President de Provincie di Udin, Pietro Fontanini, cul Retôr dal ateneu, Cristiana Compagno e cul vicjari gjenerâl de Arcidiocesi di Udin, Bons. Giulio Gherbezza. Ducj apontaments cun l obietîf declarât di rimarcjâ la impuartance de partecipazion e dal impegn des istituzions presintis sul nestri teritori sul cont dai argoments che il Comitât al à a cûr: valorizazion de lenghe e de identitât furlanis, programs in marilenghe pe Rai, difese de specialitât regjonâl, trasferiment di competencis pai ents locâi, guvier dal teritori. Dut al à il so moment. MULTILINGUISIM 2008 an internazionâl des lenghis tai setôrs de formazion e de culture e la idee di fonde e sarà chê di scjassâ il pinsîr su pe valence de diviersitât linguistiche. Di fat dut al passe par mieç dal lengaç, che al cjape dentri la identitât nazionâl, culturâl e cualchi volte religjose di ogni persone. E je une des dimensions impuartantis di un om. Pûr, i studiôs a stimin che jenfri di nome dôs gjenerazions, plui di metât des siet mil lenghis cjacaradis vie pal mont e frontaran la estinzion, e chest parcè che no son rapresentadis intal guviers, inte educazion e intai mieçs di comunicazion. Cambi di testemoni pal sportel de Lenghe furlane Dopo cuasi doi agns di timp passâts a lavorâ pal sportel de lenghe furlane dal comun di Tavagnà, a inmaneâ iniziativis culturâls su la lenghe e a dâsi di fâ par tutelâ il furlan, Christian Romanini al à passât il testemoni a une gnove jentrade: Elena Pecile. Us visìn che o podarês cjatâ la gnove sporteliste simpri intal stes ufici, al prin plan, stanzie n. 30 o contatâle par telefon al numar o par mieç de pueste eletroniche a Un grazie di cûr pe sô braure e passion pe nestre lenghe, tiere e identitât, a Christian! bon lavôr li che tu sês cumò! TAVAGNACCO, LUGLIO

14 Un mese da ricordare Tante iniziative e proposte per bambini, genitori ed insegnanti della Scuola statale dell infanzia di Feletto Umberto. SCUOLE Foto di gruppo con l uovo di Pasqua gigante Il mese di marzo si è presentato ricco di iniziative e proposte per bambini, genitori ed Insegnanti della Scuola statale dell Infanzia di Feletto Umberto. Da alcuni anni le Insegnanti propongono ai Nonni una giornata di festa: così il 12 marzo sono stati invitati a trascorrere una mattinata a scuola con i nipotini; hanno ascoltato in anteprima canzoni e poesie dedicate a loro, ma anche con tema primaverile e pasquale. E stata quindi la loro volta nell essere protagonisti: hanno raccontato filastrocche, canzoni, aneddoti in friulano, si sono esibiti in cori e hanno danzato al suono della fisarmonica accompagnati sempre dalla presenza costante di tutti i bambini. Le bambole Pigotte, inventate e cucite dalle nonne, sono state regalate all Unicef. I momenti trascorsi assieme fra le mura, i giochi e le attività della Scuola Il mercatino della bontà sono stati carichi di tenerezza e affetto anche perché il ruolo dei Nonni ricopre un importanza irrinunciabile per tutti. Domenica 16 marzo con l aiuto indispensabile di alcune mamme e il coinvolgimento delle famiglie, la scuola dell Infanzia ha partecipato al Mercatino della bontà organizzato dall UNI- CEF. Le insegnanti e le mamme si sono trasformate in esperte mercanti in fiera convincendo la gente ad acquistare oggettistica varia, quadri, attrezzi da cucina ecc, il ricavato finale è stato devoluto in parte all Unicef e in parte alla scuola stessa. Il lungo lavoro per reperire e trasportare i materiali, allestire il banchetto e la presenza domenicale dalle ore 9.30 alle è stato premiato ancora una volta dalle persone che hanno acquistato presso di noi, permettendoci di donare con generosità. Un grazie alle insegnanti e alle mamme che hanno collaborato con allegria e simpatia e alla loro costante disponibilità. Per concludere ecco giungere inaspettato un gigantesco premio per tutti i nostri bambini: il Carrefour e il centro Commerciale Friuli ci hanno recapitato un uovo di pasqua: 30 kg. di cioccolato! Che gioia, che festa. I direttori hanno trascorso qualche momento insieme ai bambini E li ringraziamo con affetto. Ancora una volta la solidarietà, la positiva cooperazione tra scuola e famiglia, l interagire e l adoperarsi per chi è meno fortunato rispetto ai nostri bambini, ci ha inorgoglito e ci ha spinti verso una crescita morale e sociale sempre più profonda. Per questo percorso così meritevole un grazie davvero di cuore alle insegnanti. 14 TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

15 SCUOLE Attività fisica nel bosco Percorsi acrobatici tra gli alberi per gli allievi della prima Scuola Media dello Sport d Italia. A conclusione dell anno scolastico , la prima Scuola Media dello Sport d Italia (sei ore di attività fisica alla settimana ed una serie di approfondimenti pluridisciplinari, su base triennale), non poteva non prevedere una uscita al Parco avventura (parco acrobatico nel bosco di Sella Nevea Chiusaforte). I ragazzi/e della sezione sportiva dell Istituto Comprensivo di Tavagnacco, hanno potuto vivere, immersi nella quiete del bosco, le emozionanti sensazioni del tarzaning, il nuovo sport che sta riscuotendo un grosso successo in tutta Europa. Si tratta di una suggestiva e stimolante avventura, che in assoluta sicurezza ha permesso ai giovani studenti di muoversi attraverso percorsi sospesi sugli alberi (passerelle, funi, ponti tibetani, carrucole, liane e ponti sospesi ). I giovanissimi studenti, dotati di appositi dispositivi di sicurezza, istruiti sul loro uso e sulle tecniche, imbracati costantemente al cavo di sicurezza con doppia longe, assistititi da personale qualificato e dai docenti Graziella De Giorgio, Luciana Ronco e Claudio Bardini, hanno vissuto una esperienza carica di adrenalina facile e sicura, La Compagnia amatoriale Genitori allo sbaraglio Mistero in biblioteca, questo il titolo dell ultimo spettacolo proposto dalla Compagnia amatoriale Genitori allo sbaraglio Attori per caso La commedia ricca di contenuto educativo ma sempre carica di simpatia, colore e mimica, ha attratto il giovane pubblico in una storia di mistero. Foto di gruppo al Parco di Sella Nevea. emulando le gesta di Tarzan, Indiana Jones, La visita d istruzione e pro- I protagonisti nelle vesti di Sindaco (Roberto C.), Assessore alla Cultura (Barbara), Bibliotecario (Fabiana), Donna delle pulizie (Marina) e vigile (Lucia), disperati perché non riescono a richiamare i ragazzi a leggere in Biblioteca, organizzano una originale trappola così prima di chiudere la biblioteca per ipotetici lavori, la tappezzano di divieti ad entrare, a leggere, a toccare qualsiasi libro. Conseguenza: 4 buffi teenagers (Piero, Roberto A., Daniela e Sandra) attratti dall enigma, presi dalla curiosità e richiamati dalla sfida, si introducono in quel luogo proibito ed a loro sconosciuto, lo esplorano, ne rimangono dapprima incuriositi per poi restarne affascinati ed infine scoprire che in Biblioteca ci si può anche divertire leggendo, perché ci sono libri per tutti i gusti e per tutte le età. Un calendario fitto per accontentare tutto il comprensorio di Tavagnacco, iniziato nel nostro Auditorium il seguita nel pomeriggio con la visita alla antica miniera di Raibl a Cave del Predil. Mistero in biblioteca Gran successo dell ultimo spettacolo proposto dalla compagnia amatoriale Genitori allo sbaraglio attori per caso 28/05/07 per le I medie e le elementari di Feletto, il 16/ 02/08 al Teatro Luigi Bon per le elementari di Colugna, poi ancora all Auditorium il 10/ 03/08 per le nuove I elementari di Feletto, tutte le elementari di Tavagnacco, tutte le Materne di Feletto private, i grandi delle Materne di Feletto, i ragazzi dell Associazione Down ed infine l ultima replica il 29/03/ 08 per gli alunni delle Scuole elementari di Adegliacco. Un grazie alla Fondazione Bon ed al nostro Comune per i locali e per aver provveduto al trasporto dei ragazzi. Arrivederci al prossimo spettacolo. TAVAGNACCO, LUGLIO

16 Si sono felicemente concluse le Giornate di Sport Cultura Solidarietà (12^ edizione) nel Comune di Tavagnacco. La kermesse, patrocinata dall Amministrazione comunale, dalla Provincia di Udine, dal Comitato Sport Cultura Solidarietà e sostenuta dalla Fondazione Crup e da numerosi enti ed aziende come le ditte Mosoro, Art.Co.Servizi, Friuladria Crédit Agricole, Arteni, Conditerm, Associazione Mercato Nuovo, per citarne alcuni, ha coinvolto oltre 20 associazioni con il coordinamento dell Osservatorio Giovani e con l Aics, la Place dai Zovins e l Istituto Comprensivo di Tavagnacco in testa. Oltre 2000 complessivamente fra giovani e persone con disabilità, sono stati protagonisti delle 11 giornate, con ben 15 appuntamenti. Come tradizione sono state interessate le aree di interesse giovanile in ambito sportivo, culturale ed espressivo. Oltre 600 fra giovani studenti/atleti dell Istituto Comprensivo di Tavagnacco ed atleti disabili intellettivi provenenti da tutta la regione (un centinaio) hanno dato vita sulla pista e le pedane di Feletto ad una due giorni di gare comprendenti il Giocatletica e i Giochi Regionali Special Olympics, fusi insieme offrendo significativi spunti tecnici ai protagonisti delle scuole elementari (di quarta e quinta dei plessi di Tavagnacco, Adegliacco, Colugna e Feletto), della scuola media (prime e seconde) e degli atleti disabili delle associazioni Onlus, anche con un primato italiano di Maurizio Dal Bello sui 5000 metri nella manifestazione curata da Nuova Atletica Tavagnacco. Il bocciodromo di Adegliacco (presso il bar agli Amici) ha ospitato l annuale appuntamento dedicato alle bocce integrate. E il quarto anno in cui si ripete questa manifestazione dedicata alle bocce e per il primo anno si è configurata non come in precedenza in una dimostrazione ma in una vera e propria competizione allestita in collaborazione con Special Olympics Italia. Ben 16 le squadre in campo, con il sostegno organizzativo della Nuova Atletica Team il Melograno, che ha schierato tre formazioni; le altre squadre presenti hanno rappresentato le associazioni Carnia Special Team, Oltre lo Sport, Sport per Crescetre, Polisportiva 3 e lo Stringher di Udine. La 4^ edizione di Solidalmente Calcio, curato dall Ass. Deportivo e andato in onda in due giornate a Colugna, non è stato solo un semplice torneo di calcio amatoriale. Infatti oltre a mettere in campo una decina di formazioni amatoriali che si sono date battaglia in una due giorni davvero intensa con una ventina di incontri, è stata anche quest anno occasione per fare cultura sociale e solidale. All interno del torneo Solidalmente Calcio il programma ha previsto alcuni incontri dimostrativi di sport integrato di grande significato e intensità. Protagonisti il basket ed il calcio con la partecipazione di una cinquantina fra giovani studenti e persone diversamente abili che VITA IN COMUNE Oltre giovani e persone con disabilità coinvolti nella dodicesima edizione delle Giornate di sport cultura e solidarietà. Special olympics 2008 si sono composte in formazioni miste, per sfidarsi all insegna dell integrazione e dell inclusione attraverso lo sport. Protagonisti i giovani delle scuole di Tavagnacco, delle scuole superiori di Udine (in testa Istituto Stringher e Liceo Marinelli), delle associazioni Onlus come la Comunità del Melograno, dell associazione Basket Feletto. Le esibizioni, davanti a centinaia di persone composte da un pubblico principalmente rappresentato da famiglie e dagli stessi protagonisti del torneo amatoriale, hanno letteralmente catturato l attenzione e l entusiasmo dei presenti, a volte sorpresi nello scoprire il buon livello di capacità sportivomotorie messe in mostra e frutto di un lavoro che si articola nel corso dell intero anno scolastico mirato appunto allo sport integrato e denominato Dai e Vai. Significative anche le manifestazioni culturali. In testa il bellissimo spettacolo teatrale all Auditorium di Feletto con il monologo di un eccellente attore, Christian Biasco, che è anche l autore di L origine del Male. Un documentario teatrale presentato in stile Marco Paolini, che approfondisce una controversa teoria scientifica sull origine dell Aids, invitando ad una profonda riflessione sul tema anche attraverso il dibattito che ha fatto seguito allo spettacolo. Fra le altre iniziative: la mostra giovanile fotografica nell atrio dell Auditorium di Feletto, rimasta una ventina di giorni in esposizione; la festa dei diciottenni a Branco; le premiazioni di Musica Giovani al Teatro Bon e la rassegna di cortometraggi a cura di Makin go e La Place dai Zovins; la festa conclusiva della Pace e della Solidarietà a cura dell Istituto Comprensivo con esibizioni di cori, musiche, video e bancarelle solidali presso l Auditorioum di Feletto, che ha richiamato tantissimi giovani e famiglie (oltre 700) e che ha degnamente concluso la rassegna a cui si sono avvicendati nel presenziare ai vari appuntamenti il Sidaco Pezzetta, gli assessori Lirutti, Zuccolo, Romano, Maiarelli, Piuzzi per la Provincia di Udine, Giuliano Gemo per il Coni, Gloria Aita e Fabiola Danelutto per l istituto Comprensivo, e molti altri. L organizzazione complessiva è stata coordinata da Giorgio Dannisi. 16 TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

17 di FRANCO DEGANO Consigliere comunale Va quasi di moda, ormai, la battaglia su tutti i fronti contro i costi della politica, ma ci sono costi ed altri tipi di costi e quindi è da distinguerli nei vari casi per avere le idee chiare. I cittadini, comunque, oltre all agire per una riduzione netta di alcuni costi che appaiono superflui nella gestione della cosa pubblica, chiedono che la macchina burocratica dei municipi funzioni a dovere e che siano realizzati tutti i programmi, che favoriscono crescita e sviluppo economico e sociale. Il Comune è lo sportello più vicino al cittadino ed ai suoi problemi (almeno lo dovrebbe essere), piccoli o grandi: un amministrazione comunale funziona a dovere quando si avverte un ritorno importante e favorevole all economia e ad ogni altro aspetto della vita sociale e culturale. Quando, per esempio, non si ha invece l accortezza di pianificare una strategia operativa sulle risorse umane a disposizione, può accadere, come del resto è successo al pomeriggio del giorno 7/01/2008 e, per quanto sembra, anche in alcune successivi pomeriggi, che l Ufficio Anagrafe del nostro Comune abbia dovuto chiudere il servizio ai cittadini per mancanza, almeno è parso, di personale e ciò, permettetemi, non può esser considerato un segno di efficienza dell azione amministrativa dell Ente che, con tale atto di chiusura temporanea potrebbe anche aver prefigurato l ipotesi di violazione di legge per interruzione di un servizio pubblico o di pubblica utilità e, a mio avviso, non ci sarebbero attenuanti giuridiche o di merito che potrebbero giustificare detta azione oparitivo-comportamentale. Così dicasi di altri settori dell amministrazione comunale in cui manca personale e finora la pianta organica è rimasta deficitaria. Non è ammissibile, peraltro, lasciare scoperto anche l ufficio del responsabile dei servizi sociali per qualche mese. Ciò è molto grave, specialmente nel trattarsi di un settore operativo così delicato ed importante che dovrebbe richiederne un assidua presenza, al fine di garantire ed assicurare in continuità assistenza, tutela e soddisfacimento agli anziani ed alle persone economicamente disagiate. Il Comune di Tavagnacco non è un amministrazione deficitaria sotto il profilo economico, ovvero non soffre di aritmie in tal senso, anzi, se guardiamo gli esuberanti avanzi configurati dai bilanci degli anni passati, potrebbe inserirsi il pensiero che la gestione sia quasi affetta da una patologia contornata da obesità cronica per una programmazione economica poco razionale e scarsamente lungimirante. Non entro nel merito operativo in ordine all ambito delle operazioni di razionalizzazione dei finanziamenti, ovvero nell ambito della ristrutturazione del debito a tasso fisso del Comune attraverso operazioni in strumenti derivati, perché sono operazioni ad alto rischio che non dovrebbero DIBATTITO A proposito del bilancio comunale di previsione per il 2008 essere autorizzate in un Ente Locale, appunto per il rischio economico che le medesime comportano e quindi, a mio avviso, non è prudenziale né opportuno avventurarsi in simili materie operative con soldi pubblici al fine di non trovarci poi a dover supportare maggiori oneri qualora l iter di tali derivati producesse dei minus non contemplati o creati ad arte dal mondo economico. Mi aspettavo che dal documento finanziario presentato forse emersa almeno l ipotesi di abolire la tassa ICI sull abitazione principale o, in subordine, di abbassare l addizionale Irpef, ma nulla di ciò è accaduto. Anzi, si è avuto il coraggio di aumentare l addizionale Irpef del 50%, portandola dallo 0,4 allo 0,6 punti percentuali, non interessandosi quindi dei dipendenti e dei pensionati che si vedranno i rispettivi emolumenti mensili abbassati per questo iniquo aumento di imposta voluto dall amministrazione comunale, configurando così di fatto una ulteriore pressione fiscale nei confronti dei cittadini. I dipendenti ed i pensionati sono sempre coloro che vengono tassati in termini irragionevoli e pesanti e noi siamo uno dei pochi Comuni che ha applicato questa tassa Irpef con un aliquota così alta e tale da far pensare e ritenere che questa amministrazione abbia poco a cuore le famiglie che, specie ultimamente, con gli stipendi non arrivano alla fine del mese e quindi si trovano in continuo disagio economico. Perfino, attraverso delibere giuntali del 1 febbraio 2008, è stata reintrodotta l applicazione dei diritti di segreteria che invece erano stati soppressi nel Febbraio 1998 e così dicasi del ri-adeguamento tariffe diritti di segreteria dell ufficio tecnico e del ritocco in aumento delle tariffe dei servizi cimiteriali e passivamente assistiamo a re-istituzioni di imposte e tasse che vanno a deprimere le poche risorse economiche dei cittadini già vessati dal Governo nazionale. Anche sul settore investimenti non ho notato, se non in minima ed ordinaria parte, poste contabili prefiguranti realizzazioni degne di attenzione, ma solo elementi di normale attuazione. Nel Bilancio, poi, certi impegni vengono riportati di anno in anno senza trovare una soluzione definitiva e ciò potrebbe far pensare a demagogie elettorali che certamente non possono entusiasmare. Anche sui servizi alla collettività non si è pensato mai a qualcosa di innovativo da creare come ad esempio uno sportello di consulenza legale per le persone con disagio economico, così come non si conosce ancora quale fattibilità potrà avere la residenza per anziani, più volte sbandierata, già quattro anni fa, ma che non ha trovato ancora una certa e qualificata attuazione. Pertanto sulla base di quanto ho sinteticamente e sostanzialmente espresso, il voto di Alleanza Nazionale, al Bilancio preventivo presentato, è stato consapevolmente e ragionevolmente negativo. TAVAGNACCO, LUGLIO

18 DIBATTITO Servono nuovi spazi didattici per le nostre scuole di NERIO GOBESSI e FEDERICO FABRIS Consiglieri comunali In occasione del bilancio di previsione del 2008 è stato presentato dal gruppo consiliare Centro per Tavagnacco-UDC, un emendamento teso a sensibilizzare l Amministrazione sulla necessità di reperire nuovi spazi didattici per le scuole primarie a Feletto Umberto. Le preiscrizioni consegnate a fine gennaio 2008 hanno evidenziato richieste per l accesso al tempo pieno di 60 domande quando la disponibilità del plesso scolastico è di 50 posti. Al fine di rispettare il numero massimo di allievi per classe è stata negata l iscrizione al tempo pieno a una decina di allievi indirizzandoli verso il tempo normale più tempo integrato nel pomeriggio. L Istituto Comprensivo, tempestivamente, si è attivato per aprire una sezione a tempo pieno nel plesso scolastico di Adegliacco. In subordine, comunque, una sezione con tempo normale sempre ad Adegliacco. Questo al fine di rispondere, correttamente, alle dinamiche demografiche e alle esigenze della popolazione della parte est del territorio. Per quanto riguarda l abitato di Feletto non si prevedono ulteriori sezioni ma, una volta trasferita la scuola materna al posto del CAMP, il trasferimento di una intera sezione nell edificio attualmente destinato a scuola per l infanzia, le aule che si renderanno a disposizione verranno utilizzate per la didattica. Questa programmazione può essere attuata unicamente se i bambini provenienti dalle materne di Feletto si manterranno stabili. Ma questa dinamica sarà presto superata dall arrivo nelle nuove lottizzazioni in corso di realizzazione a Feletto Umberto di circa 200 nuclei familiari che per loro natura (tipologia degli alloggi, età degli occupanti, ecc.) comporteranno un aumento degli alunni sia nella materna sia nelle primarie. Nel caso delle materne, il nuovo asilo dovrebbe prevedere un capacità sufficiente per rispondere alle esigenze future, ma dovrà essere realizzato contemporaneamente agli interventi residenziali cosa che invece oggi non sta accadendo! Per le primarie si pongono gli stessi problemi di tempi, e comunque si andrebbe nuovamente ad ipotecare le aule destinate a didattica. Un discorso a parte merita la scuola dell infanzia di Tavagnacco dove da anni vi sono unicamente due aule nelle quali convivono i piccoli, i medi e i grandi con una evidente difficoltà di gestire della didattica con gruppi disomogenei tra loro. L amministrazione ha ipotizzato di ristrutturare i locali al primo piano al fine di creare un aula per i grandi. A nostro avviso la scelta è completamente errata! Immaginiamo un caso di emergenza, come si può pensare che bambini di 5 anni possano scendere in gruppo le scale? E buon senso progettare gli asili al piano terra, non al primo piano di un edificio degli anni 50! SINDACO E ASSESSORI: I NUOVI ORARI MARIO PEZZETTA SINDACO Lunedì dalle ore alle ore 17.30; Giovedì dalle ore alle ore previo appuntamento chiamando i seguenti numeri: 0432/ e GIANLUCA MAIARELLI VICESINDACO, ASSESSORE ALL URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Lunedì dalle ore alle ore 16.00; Mercoledì dalle ore alle ore CHIARA COMUZZO ASSESSORE ALLE PARI OPPURTUNITÀ E AMBIENTE Venerdì dalle ore alle ore 12.00; Per ulteriori appuntamenti, rivolgersi alla Centralinista Sig.ra Bogaro Caterina 0432/ oppure all Ufficio Segreteria 0432/ / / GIULIA ROMANO ASSESSORE Al LAVORI PUBBLICI Venerdì dalle ore 8.30 alle ore ANDREA ZUCCOLO ASSESSORE AL BILANCIO, COMMERCIO, ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SPORTIVE Venerdì dalle ore alle ore GIANFRANCO BALZANO ASSESSORE ALLA PARTECI- PAZIONE, IMMIGRAZIONE PROBLEMI DEL LAVORO E NUOVE POVERTÀ Giovedì dalle ore 9.00 alle ore 11.00* MORENO LIRUTTI ASSESSORE ALL ASSI- STENZA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI Mercoledì dalle ore alle ore 12.00* *Per ulteriori appuntamenti, rivolgersi allo 0432/ TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

19 SCOUT FELETTO Successo della colletta alimentare Sono oltre 1100 i kg di generi alimentari che gli scout di Feletto Umberto sono riusciti a raccogliere bussando alle case delle famiglie del comune di Tavagnacco per la Colletta Alimentare organizzata il 23 febbraio in occasione della Giornata del Pensiero (la giornata nella quale gli scout ricordano il compleanno del loro fondatore organizzando un attività di servizio a chi si trova in difficoltà). Sono tutti generi alimentari a lunga conservazione che sono stati consegnati dai ragazzi del gruppo, accompagnati da capi e genitori, alla casa famiglia di Faedis, gestita dalle suore della Provvidenza, che accoglie bambini fino ai 6 anni, ma anche ad un altra casa famiglia di Udine che si occupa di ragazzi più grandi ed alla mensa di via Ronchi. Il risultato, superiore alle aspettative, ha permesso di aiutare diverse realtà locali che si occupano di persone in difficoltà: una singola casa famiglia non sarebbe riuscita a gestire tutti gli alimenti raccolti. Molto soddisfatti gli scout che hanno ricevuto una splendida accoglienza dalle famiglie alle quali si sono rivolte. Credo sia stato un momento molto importante per i nostri ragazzi che, in un clima nel quale chi bussa alla porta è un seccatore se non peggio, si sono sentiti accolti e ben voluti spiega Luca Nardone, responsabile del gruppo, Ma penso sia stato bello anche per chi ci ha accolto sapere che dei ragazzi hanno scelto di dedicare parte del loro sabato ad aiutare dei bambini come loro che stanno vivendo delle grosse difficoltà in famiglia. I genitori che hanno accompagnato i ragazzi nella consegna degli alimenti sono rimasti molto colpiti dal lavoro svolto dalle suore ed alcuni hanno offerto la propria disponibilità a dedicare del tempo a questo servizio. Per gli scout è stato anche un modo per far vivere anche ai bambini più piccoli un esperienza di servizio, uno VITA IN COMUNE dei valori che viene proposto soprattutto ai ragazzi più grandi che dedicano tutte le settimane qualche ora ad occuparsi degli altri. SCUOLA INFANZIA Una scuola di speranza La scuola dell infanzia è scuola di speranza : quando i bambini della scuola dell infanzia di Feletto cantano il loro inno, queste sono le parole che colpiscono di più. La festa di fine anno, che tradizionalmente si tiene qualche giorno prima della fine effettiva della scuola, ha visto i bambini delle tre sezioni impegnati in una serie di esibizioni presso l auditorium comunale. Quest anno le maestre posso andare particolarmente fiere del proprio lavoro ed i genitori gonfiarsi di orgoglio nel vedere i propri Bambini e Bambine dilettarsi nel canto, nella danza e nella recitazione di poesie e filastrocche. Sì, particolarmente fiere e orgogliosi perché questa volta c era qualcosa di più! Ogni anno le reciteriprendono il tema trattato nel corso dell anno scolastico ed il tema trattato nei mesi scorsi era stato la casa. Per tutto Scuola per l infanzia di Feletto: i bambini assistono alla recita di fine anno. l inverno i Bambini hanno costruito casette di legno, di carta, disegnato edifici di tutte le forme, hanno imparato cosa c è dentro e fuori dalle case... ma soprattutto hanno lavorato sul valore che la casa esprime; hanno approfondito il concetto di famiglia, di ospitalità di amicizia. In pratica hanno riempito la loro casa ideale non solo di oggetti, ma anche di contenuti e di concetti che le maestre hanno saputo tradurre a dimensione di bambino. Le maestre hanno un altro merito, ossia, quello di coinvolgere i genitori nei percorsi educativi della scuola. Infatti, oltre alla recita dei bambini, abbiamo assistito anche alla recita dei genitori che, come tradizione vuole, hanno messo in scena una storia da loro inventata. La compagnia degli attori per caso rimane un caso più unico che raro tra le scuole dell infanzia della provincia. Da oltre 15 anni le mamme ed i papà si dilettano in questa divertente attività per il piacere dei propri piccoli. Credo che il 6 giugno abbiamo imparato tutti una lezione dai nostri figli e cioè che le cose importanti sono poche e che dobbiamo coltivarle. La recita di quel giorno non è stata una semplice esibizione ma è stata l occasione per tutti noi adulti per riflettere sul significato delle parole SPERAN- ZA, AMICIZIA, CUORE, CASA, FAMIGLIA, AMORE... con dei bambini così, non possiamo che essere ottimisti sul futuro. Arrivederci al prossimo anno UN GENITORE DONATORI DI SANGUE Festa per 56 anni di attività Hanno festeggiato il loro 56 anno di fondazione. I donatori di sangue di Tavagnacco, lo scorso 11 maggio. Teatro della festa la frazione di Tavagnacco. Lì si sono ritrovati i 615 soci e dopo la tradizionale messa solenne sono stai consegnati i riconoscimenti ai donatori benemeriti. Dopo la cerimonia liturgica i presenti hanno sfilato attraverso le vie del paese per raggiungere poi l area festeggiamenti. La giornata si è conclusa con il pranzo alla festa degli asparagi. In aumento il numero delle donazioni nella sezione. Nel 2007 sono state complessivamente 552 le donazioni, una cinquantina in più rispetto all anno precedente. Il numero di iscritti è cresciuto invece di 33 unità. Scarseggia ancora invece la presenza di giovani ed è proprio questo il tallone d Achille della sezione. «Ci piacerebbe - dice il presidente, Mario Gentile - che ci fosse una maggior partecipazione da parte dei ragazzi del nostro comune. La loro presenza è infatti fondamentale per la nostra sezione». Questa la lista dei premiati. Diploma di benemerenza: Luca Bassi, Lorenzo CONTINUA A PAGINA 20 TAVAGNACCO, LUGLIO

20 Bulfone, Luciano Cecconello, Mauro Comello, Alessia Covre, Stefano Cremona, Gianluigi Limosani, Paolo Matiussi, Stefania Moro, Barbara Savorgnan, Andrea Tonetto. Distintivo di bronzo: Daniela Costantini, Mauro Craighero, Federica Dogliani, Fabio Seffino, Amelio Sirch. Distintivo d argento: Enzo Del Zotto, Adalgisa Di Bert, Maurizio Lucchini, Pierangelo Missio, Luigino Orlando, Giuseppe Venzo, Paolo Zavagno. Distintivo d oro: Giordano Bernardis, Carlo Foschiani, Domenico Lizzi. Distintivo d oro con fronde: Bruno Martincig, Adriano Quaino. ASS. BOCCE TAVAGNACCO Noi siamo piccoli, ma cresceremo Eh sì, noi della Associazione Bocce Tavagnacco siamo una piccola realtà sportiva, se paragonata a giganti come il calcio (tanto per citarne uno). Piccolo anche il nostro impianto... ma ancora per poco. L Amministrazione comunale ci ha infatti assicurato che a breve inizieranno i lavori di ampliamento del bocciodromo, che avrà quattro corsie. Nel nuovo impianto sarà più facile per l istruttore Maurizio Cecon accogliere nuove leve da affiancare agli atleti della squadra giovanile, e continuare l opera del nostro instancabile paron Giacomo. E la voglia di continuare è grande! Lo dimostrano gli esordienti, medagliai! quasi ogni domenica. Lo dimostrano i ragazzi, che a luglio parteciperanno ai Campionati italiani a Pinerolo. Continuare, per scoprire come questa antichissima disciplina sportiva sia ancora così giovane, accessibile a tutti, di facile apprendimento e sana sotto tutti i punti di vista. Lo sapevate che, contrariamente a quello che dicono in tanti, il gioco delle bocce non è uno sport da vecchi? Provare per credere! SQUADRA GIOVANILE A.B. TAVAGNACCO CALCIO FEMMINILE Tavagnacco tra le big della serie A Una cavalcata entusiasmante lunga ventidue partite, coronata da uno storico quarto posto che vale l accesso alla quinta edizione dell Italy Women s Cup. La stagione del Tavagnacco femminile può stare in VITA IN COMUNE La squadra giovanile dell associazione bocce Tavagnacco. due righe, ma si può spiegare solamente partendo dai fattori che l hanno caratterizzata. Innanzi tutto il gruppo, che ha saputo esprimersi al massimo delle proprie potenzialità e fare quadrato nei momenti più delicati, quando i risultati tardavano ad arrivare. Un gruppo che ha creduto nelle qualità del nuovo tecnico Edoardo Bearzi, allenatore cresciuto nelle giovanili e poi vincente nelle categorie nobili del calcio dilettantistico maschile. Una società, che ha scelto e speso bene per rinforzare l organico. Da questo connubio di professionalità e passione è nata la miglior stagione di sempre per le friulane costruita punto dopo punto, passando da vittorie importanti contro squadre del calibro di Torres, Fiammamonza e Torino ed altre pesanti, come il successo in extremis ottenuto a Trento. Quella partita rappresenta forse lo snodo principale della stagione gialloblu che, da quel momento in poi, ha vissuto momenti esaltanti. La vocazione al gioco offensivo ha esaltato le qualità di Brumana e Mauro, uno dei tandem d attacco più forti d Italia, e ha dato fiducia ad una squadra in cerca del salto di qualità. Una squadra vincente tanto in casa quanto in trasferta, su campi difficili come quelli di Bergamo e Reggio Emilia. Bearzi ha portato una cultura del lavoro nuova. I risultati gli hanno dato ragione: Tavagnacco è, oggi, tra le squadre più forti d Italia. PALLAVOLO Il futuro della Kennedy Grandissime soddisfazioni in casa Kennedy! Ha portato bene la memorabile premiazione che l Amministrazione Comunale di Tavagnacco le ha riconosciuto nell ambito della manifestazione Tavagnacco premia lo Sport. Un riconoscimento alla Storia passata della Kennedy, che ha compiuto i suoi 40 anni di vita ufficiale, ma anche un viatico al suo ambizioso Futuro, passando per un Presente di belle gratificazioni. Quali? Grandissima è stata la squadra di Prima Divisione della Kennedy Adegliacco che, per la prima volta dopo la risurrezione dalla seconda divisione, ha centrato l accesso ai play off per la promozione in serie D! E lo ha fatto con una gara di anticipo sulla fine del campionato, andando a vincere in casa della prima in classifica dando fiducia a undici ragazze alla loro prima esperienza in categoria, contando su dieci elementi di quindici anni (1992) e su un allenatore nuovo e giovane, che al primo tentativo ha saputo raggiungere un risultato (diciamolo pure) che esiste solo nelle favole! Bravissimi tutti: dall allenatore Simone Molinaro alle quattro giovanissime vecchie rimaste dalla squadra dello scorso anno, che hanno saputo aver pazienza con le nuove loro compagne, le mocciosette quindicenni, e hanno saputo prenderle per mano ed accompagnarle a raggiungere insieme un risultato che, per la Kennedy, è storico. Con il successo di questa squadra giovanissima, la società ha infatti costruito il granitico basamento agonistico da cui partire per aspirare a categorie più elevate. Entrambe le compagini Under16 della Kennedy, poi, hanno raggiunto a livello provinciale il risultato massimo a cui rispettivamente ambivano: la U16 rossa (in foto) è Campione Provinciale Under16 Femminile 2007/08 dopo aver spopolato nei gironi eliminatori vincendo tutte le diciotto gare cui ha partecipato: 54 set vinti e soli 6 persi. Ebbene, grazie ad una felice intuizione del presidente Casco, spalleggiata a spada tratta dal Comune, attraverso l assessore Zuccolo, il Comitato Provinciale della FIPAV ha consegnato proprio alla Kennedy l organizzazione della fase finale del Campionato di categoria Under16 Femminile, per il titolo di Campione Provinciale. Così, domenica 20 aprile 2008 le nostre si CONTINUA A PAGINA TAVAGNACCO, LUGLIO 2008

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

Programma per i bambini

Programma per i bambini Report finale Progetto Solidarietà a.s. 2014/2015 prima tappa: 25^ Giornata Internazionale dei Diritti dell Infanzia e dell Adolescenza - sabato 22 novembre 2014 con il patrocinio morale Programma per

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

ASS.ONLUS PICCOLI AMICI. COSTITUITA IL 2 OTTOBRE 2000 Via del Carabiniere 6 33170 Pordenone c.f: 91049500936 Aggiornamento 27 marzo 2014

ASS.ONLUS PICCOLI AMICI. COSTITUITA IL 2 OTTOBRE 2000 Via del Carabiniere 6 33170 Pordenone c.f: 91049500936 Aggiornamento 27 marzo 2014 ASS.ONLUS PICCOLI AMICI COSTITUITA IL 2 OTTOBRE 2000 Via del Carabiniere 6 33170 Pordenone c.f: 91049500936 Aggiornamento 27 marzo 2014 LA NOSTRA STORIA L Associazione ONLUS Piccoli Amici nasce il 2 ottobre

Dettagli

L ANIMATORE SOCIO - CULTURALE (a cura della Dr.ssa Susanna Gallo)

L ANIMATORE SOCIO - CULTURALE (a cura della Dr.ssa Susanna Gallo) C E F O L ANIMATORE SOCIO - CULTURALE (a cura della Dr.ssa Susanna Gallo) L animatore socio culturale è un professionista che, attraverso attività ludico-espressive, stimola la partecipazione attiva degli

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE 1 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA AUSILIATRICE VIA DON BOSCO,57-57124 - LIVORNO TEL.0586444269 Email fmacolline@gmail.com 2 L anno scolastico 2014/2015 prevede un percorso formativo che vuole aiutare

Dettagli

REGOLAMENTO LUDOTECA DELLA FILANDA CITTA DELLA FAMIGLIA

REGOLAMENTO LUDOTECA DELLA FILANDA CITTA DELLA FAMIGLIA REGOLAMENTO LUDOTECA DEL CITTA DELLA FAMIGLIA Premessa Il presente regolamento disciplina il servizio Ludoteca della Filanda quale servizio socio-educativo per il benessere delle famiglie. La ludoteca

Dettagli

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune iniziative di concreta solidarietà. Il progetto intende

Dettagli

Progetto La casa di Pollicino

Progetto La casa di Pollicino Progetto La casa di Pollicino Un servizio completo per rispondere alle necessità di bambini autistici e delle loro famiglie Mai più soli insieme si può! www.solidarietaeservizi.it 1 L ORIGINE Il progetto

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova TEL. 010352712 fax 0105220210 e-mail geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale

Scuola dell Infanzia: Orario settimanale p.za S. M. Ausiliatrice, 60 Roma INTEGRAZIONE P.O.F. ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Premessa Il presente documento è una integrazione al POF valido per il triennio 2013-2015. Di seguito sono presentati i dati

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione PREMESSA Cittadinanza e Costituzione è una disciplina di studio introdotta in

Dettagli

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie Associazione Agenzia Arcipelago Onlus Comune di Campodimele Festival internazionale della fiaba UN PAESE INCANTATO VIII edizione 2016 (diretto da Giuseppe ERRICO) Racconti fiabeschi, mostre, laboratori

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE EDUCATIVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA SCUOLA PRIMARIA La scuola Primaria si propone di introdurre i bambini nel mondo della conoscenza, maturando in ciascuno la capacità di esprimere le proprie esperienze attraverso la lettura, la scrittura,

Dettagli

Scuola Comunale dell Infanzia A. SAFFI Via dei Sardi 35 Telefono 06 4463225 Fax 06 49385378

Scuola Comunale dell Infanzia A. SAFFI Via dei Sardi 35 Telefono 06 4463225 Fax 06 49385378 IL PROGETTO EDUCATIVO DEL MUNICIPIO Ogni anno il Collegio dei docenti della scuola dell infanzia comunale elabora il progetto educativo che definisce gli obiettivi, i contenuti e i metodi dell attività

Dettagli

Comune di San Vito al Tagliamento Consiglio Comunale dei Ragazzi

Comune di San Vito al Tagliamento Consiglio Comunale dei Ragazzi Comune di San Vito al Tagliamento Consiglio Comunale dei Ragazzi Soggetti Coinvolti Alunni Scuola Primaria delle classi 4^ 5^ dei plessi di San Vito, Ligugnana e Prodolone per un totale di 12 classi e

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Donato Bramante 61033 Fermignano (PU) Via Carducci, 2 SCUOLA DELL INFANZIA

Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Donato Bramante 61033 Fermignano (PU) Via Carducci, 2 SCUOLA DELL INFANZIA Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Donato Bramante 61033 Fermignano (PU) Via Carducci, 2 PIANO DI LAVORO ANNUALE DISCIPLINARE a.s 2015-16 SCUOLA DELL INFANZIA Sezioni 3^A

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

Istituto Comprensivo M. Anzi di Bormio Scuola Primaria di S. Antonio Valfurva

Istituto Comprensivo M. Anzi di Bormio Scuola Primaria di S. Antonio Valfurva Istituto Comprensivo M. Anzi di Bormio Scuola Primaria di S. Antonio Valfurva DI TUTTE LE CLASSI DEL PLESSO DI S. ANTONIO a. s. 2014/2015 Le insegnanti del Plesso già nel mese di giugno avevano verificato

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015

Anno scolastico 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 17 CIRCOLO VIA CASTIGLIONE CAGLIARI POF Anno scolastico 2014-2015 VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA Nella cornice educativa delineata si è inserita la MACROPROGETTUALITÀ

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia Paola di Rosa Scuola Primaria San Giuseppe La vera educazione è apertura alla realtà nella sua ricchezza la scuola è

Dettagli

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE Proposta di azione sociale Breve descrizione dell Idea / Progetto /Proposta Il Centro Socio Culturale Il Palazzone nasce in una zona della città legata a doppio filo

Dettagli

Newsletter di marzo 2014

Newsletter di marzo 2014 Newsletter di marzo 2014 Una visita a Dakar! Lavoro come educatrice al Villaggio SOS di Saronno da ormai 10 anni e, cogliendo l'occasione della mia vacanza in Senegal lo scorso Gennaio, avevo il desiderio

Dettagli

Presentazione dell offerta formativa

Presentazione dell offerta formativa Presentazione dell offerta formativa della sezione ad indirizzo Montessori Scuola primaria M. L. King Bolzano Presentazione dell offerta formativa della sezione ad indirizzo Montessori Scuola primaria

Dettagli

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOTTICINO Via Udine, 6 25080 Botticino Mattina - CF 80064290176 - Tel. 030 2693113 Fax: 030 2191205 email: ddbottic@provincia.brescia.it

Dettagli

Il Vostro Sindaco Bruno Piva

Il Vostro Sindaco Bruno Piva Cari cittadini, Il Natale è ormai vicino e in questa occasione, di riflessione e di nuovo inizio, è con gioia che rivolgo a tutti i più sinceri auguri di buone festività. Il momento è sicuramente difficile

Dettagli

Concorso di educazione e comunicazione ambientale sulla riduzione e sulla raccolta differenziata, un gesto che salva l ambiente.

Concorso di educazione e comunicazione ambientale sulla riduzione e sulla raccolta differenziata, un gesto che salva l ambiente. Concorso di educazione e comunicazione ambientale sulla riduzione e sulla raccolta differenziata, un gesto che salva l ambiente. PREMESSA A seguito del progetto di educazione ambientale promosso da Aprica

Dettagli

www.animagiovane.org In estate divertimento, educazione e creatività vanno alla grande!

www.animagiovane.org In estate divertimento, educazione e creatività vanno alla grande! www.animagiovane.org In estate divertimento, educazione e creatività vanno alla grande! anima l estate con ANIMAGIOVANE e ALTRESÌ NON SOLO CENTRI... Dopo vari anni di sperimentazioni, nel 2004 nasce ANIMAGIOVANE,

Dettagli

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 24124 Bergamo C.F. 95118530161 Tel 035243373 Fax: 035270323 e-mail: segreteria@darosciate.it

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma Torino, 30 settembre 2013 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO

Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO Scuola Di Donato - Via Nino Bixio 83-85 PROGETTO PUNTO DI INCONTRO E SPAZIO DI ASCOLTO 1. Premessa 1.1 - Il percorso fatto nella scuola e nel rione Esquilino L Associazione Genitori Scuola Di Donato nasce

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER LE SCUOLE 2010/2011 Bì, il centro per i bambini e i giovani che ospita al suo interno la Biblioteca Civica per i ragazzi, un importante spazio museale

Dettagli

Progetto 5 anni. Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco. Premessa

Progetto 5 anni. Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco. Premessa Progetto 5 anni Premessa Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco L esplorazione di questi elementi così diversi tra loro rappresenta un occasione per stimolare l immaginazione

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE UN PROGETTO PARTECIPATO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Ecosistema bambino 2009 dati comunali anni 2006-2007 - 2008 2 parte METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE Il ogni anno propone il progetto agli Istituti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI Via Lamarmora - 74016 Massafra (Ta) - Tel. 0998801181 - C. F. 90214380736 cod. mec.taic85000d E-mail: taic85000d@istruzione.it Sito web www.comprensivopascoli.gov.it Cari

Dettagli

con il Chiosco equo e solidale

con il Chiosco equo e solidale con il Chiosco equo e solidale Cooperativa Karibù Cooperativa Il Ponte Comune di Villa Carcina Villa Glisenti ed il suo parco Villa Glisenti è stata edificata, su progetto del costruttore Cassa di Cogozzo,

Dettagli

COMUNE DI VAZZOLA TAVOLO DI COORDINAMENTO

COMUNE DI VAZZOLA TAVOLO DI COORDINAMENTO COMUNE DI VAZZOLA TAVOLO DI COORDINAMENTO Cos è un Tavolo di Comunità: E un gruppo di persone rappresentative delle agenzie che, operano nel territorio comunale a favore dei giovani, della famiglia e delle

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la IV edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la IV edizione del concorso forma Torino, 17 settembre 2014 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la IV edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

6 ISTITUTO COMPRENSIVO PADOVA Anno scolastico 2013-2014 PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

6 ISTITUTO COMPRENSIVO PADOVA Anno scolastico 2013-2014 PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE 6 ISTITUTO COMPRENSIVO PADOVA Scuola Primaria Elsa Morante Anno scolastico 2013-2014 PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE Classi coinvolte: 1-2 - 3-4 - 5 Docente che coordina il progetto: Galesso Daniela-

Dettagli

PROGETTO RACCORDO SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO RACCORDO SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO RACCORDO SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ Creare le condizioni ed i presupposti per un sereno passaggio dei bambini dalla Scuola dell Infanzia alla scuola primaria, con particolare

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: Storia, Cittadinanza e Costituzione DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte Le competenze

Dettagli

Estate. 2012 Le proposte degli Oratori del Centro Storico di Brescia per bambini e ragazzi

Estate. 2012 Le proposte degli Oratori del Centro Storico di Brescia per bambini e ragazzi Estate 2012 Le proposte degli Oratori del Centro Storico di Brescia per bambini e ragazzi Oratorio sant Afra Passpartù 11-29 giugno vicolo dell Ortaglia, 6 25121 - Brescia 030 3750299-335 233737 oratoriosantafra@gmail.com

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI Intercultura è una ONLUS, associazione di volontariato ed ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85. E presente in 147 città italiane ed in 65

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale «Gobetti» Via Tintoretto 9 20090 Trezzano Sul Naviglio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale «Gobetti» Via Tintoretto 9 20090 Trezzano Sul Naviglio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale «Gobetti» Via Tintoretto 9 20090 Trezzano Sul Naviglio I bambini imparano ciò che vivono. Se un bambino vive nella

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1.

Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1. Castelfranco E., 13 04-2013 Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1. Come già specificato il progetto, parte integrante del POF della scuola,

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma

A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma A CASA CON SOSTEGNO Un progetto rivolto alle famiglie con figli e figlie con deficit (in età 0 14) realizzato nella città di Parma ( ) Per affrontare i problemi sociali non possiamo fare a meno di ascoltare

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI ARZERGRANDE. Settore IV Demografico Sociale Via Roma 104 - Tel. 049 5800030 COSEP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE

CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI ARZERGRANDE. Settore IV Demografico Sociale Via Roma 104 - Tel. 049 5800030 COSEP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE CARTA DEI SERVIZI COMUNE DI ARZERGRANDE Settore IV Demografico Sociale Via Roma 104 - Tel. 049 5800030 COSEP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE Via Guido Reni 17/1 - Padova Tel. 049 611333 - Fax 049 611923

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

CENTRO ESTIVO 2013. Progetto per l animazione estiva. per bambini dai 3 ai 6 anni. dal 1 al 2 agosto 2013

CENTRO ESTIVO 2013. Progetto per l animazione estiva. per bambini dai 3 ai 6 anni. dal 1 al 2 agosto 2013 CENTRO ESTIVO 2013 Progetto per l animazione estiva per bambini dai 3 ai 6 anni dal 1 al 2 agosto 2013 Scuola Materna della Divina Volontà - Tauriano 1 GIUSTIFICAZIONE DELLA PROPOSTA Un esperienza che

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014 IC 41 CONSOLE: LA SCUOLA DELL INFANZIA PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014 DESCRIZIONE DELLA SCUOLA La scuola dell infanzia dell IC 41 Console e situata nel quartiere Bagnoli in

Dettagli

PROGETTI SCUOLA MEDIA

PROGETTI SCUOLA MEDIA PROGETTI SCUOLA MEDIA Ad ampliamento delle attività curriculari vengono proposti progetti che si collocano in un ottica di continuum rispetto alla normale programmazione e che vanno ad ampliare ulteriormente

Dettagli

PROGETTI SCUOLA INFANZIA

PROGETTI SCUOLA INFANZIA PROGETTI SCUOLA INFANZIA TITOLO DESCRIZIONE SEDE SEZIONI CORPO E MUSICA. IN MOVIMENTO In collaborazione con il Museo del Fiore. realizzazione di piccole sculture in carta, legno, metallo.il progetto coinvolge

Dettagli

Proposte per l estate 2016

Proposte per l estate 2016 COMUNE DI VANZAGO Assessorato all educazione Servizi alla Persona - Ufficio Scuola Proposte per l estate 2016 Ufficio Scuola Aperto da lunedì a sabato dalla ore 10.00 alle ore 12.00 martedì e giovedì anche

Dettagli

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI

LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI LINGUA INGLESE DALLE INDICAZIONI NAZIONALI L apprendimento della lingua inglese e di una seconda lingua comunitaria, oltre alla lingua materna e di scolarizzazione, permette all alunno di sviluppare una

Dettagli

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13 In caso di mancato recapito ritornare all'ufficio Postale Roma Romanina per la restituzione previo addebito. Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004

Dettagli

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA 2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA Il nostro impianto educativo vuol porre al centro la ricerca del sé nella scoperta della necessità dell altro. Noi siamo tutti gli altri che abbiamo incontrato

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE. Risultati e proposte per l a.s. 2014-2015

PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE. Risultati e proposte per l a.s. 2014-2015 PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE Risultati e proposte per l a.s. 2014-2015 1. Il gruppo Contarina Spa 2. L educazione ambientale 3. Obiettivi dei progetti 4. Risultati raggiunti 5. Proposte per anno scolastico

Dettagli

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 A cura di Associazione A.L.Y. e Associazione Teatro Riflesso Referenti Progetto : Ylenia Mazzoni

Dettagli

Progetto educativo. Anno Scolastico

Progetto educativo. Anno Scolastico Scuola dell'infanzia Comunale Anna Jucker Villanuova S/Clisi Progetto educativo Anno Scolastico 2015/2016 Introduzione Per ogni genitore la nascita del proprio figlio è gioia, speranza per il futuro perchè

Dettagli

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai:

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai: Unità 15 Muoversi nel territorio In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui servizi relativi al trasporto urbano parole relative all uso dei trasporti urbani ed agli strumenti

Dettagli

Dal 2002 Cittadinanzattiva, attraverso la Campagna Impararesicuri nata all'indomani del crollo della scuola "Francesco Jovine" di S.

Dal 2002 Cittadinanzattiva, attraverso la Campagna Impararesicuri nata all'indomani del crollo della scuola Francesco Jovine di S. Dal 2002 Cittadinanzattiva, attraverso la Campagna Impararesicuri nata all'indomani del crollo della scuola "Francesco Jovine" di S. Giuliano di Puglia si propone di informare e sensibilizzare cittadini

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre 11 classi 40 ore settimanali INSEGNANTI: n 20 per il tempo pieno n 1 specialista per religione cattolica n 1 specialista di lingua inglese n 2 di sostegno PERSONALE

Dettagli

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia)

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) modalità e mezzi per organizzare il lavoro didattico sull intercultura e sulla fiaba con i bambini, i genitori e

Dettagli

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano In data di giovedì 4 giugno dalle ore 20.45 presso Auditorium Moscheni c/o la scuola secondaria F. Nullo si è tenuto il Comitato Genitori n. 4 per l anno

Dettagli

Affidi al servizio sociale, inserimenti in comunità, coinvolgimento autorità giudiziaria

Affidi al servizio sociale, inserimenti in comunità, coinvolgimento autorità giudiziaria Affidi al servizio sociale, inserimenti in comunità, coinvolgimento autorità giudiziaria 2008 2009 2010 Decreti Affidi servizio sociale 172 210 195 Inserimenti in comunità 49 (+15 madri) 33 (+12 madri)

Dettagli

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere RASSEGNA WEB giornalettismo.com Data Pubblicazione: 07/06/2013 giornalettismo.com http://www.giornalettismo.com/archives/967721/vacanze-studio-tutto-quello-che-ce-da-sapere/comment-page1/#comment-972985

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. FUTURA SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Sede Legale e operativa: Via Pescopagano,

Dettagli

Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Scuola dell Infanzia

Istituto Comprensivo Alfredo Sassi Scuola dell Infanzia Istituto Comprensivo "Alfredo Sassi" Renate Veduggio - Briosco Scuola dell Infanzia Anno scolastico 2014/15 RACCONTO LA MIA SCUOLA PRESENTAZIONE La scuola dell infanzia dell Istituto Comprensivo di Renate

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO DI INTERCLASSE DOCENTI GENITORI Scuola primaria via Alfieri

VERBALE DEL CONSIGLIO DI INTERCLASSE DOCENTI GENITORI Scuola primaria via Alfieri Seconda riunione VERBALE DEL CONSIGLIO DI INTERCLASSE DOCENTI GENITORI Scuola primaria via Alfieri Regolarmente convocato ai sensi di legge, il Consiglio di Interclasse Docenti Genitori si è riunito alle

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. IL GRANELLO COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Via Amalteo, 74-33078 San Vito al Tagliamento

Dettagli

DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011

DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011 DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011 1 INDICE 1. PREMESSA 2. OBIETTIVI 3. INCONTRO FORMATIVO PER GLI INSEGNANTI 4. ATTIVITA SUDDIVISE per CLASSI 5. EVENTI ORGANIZZATI: GIORNATE ECOLOGICHE 6.

Dettagli

Certificato 390428 UNI EN ISO 9001:2008 servizi socio-educativi, socio-assistenziali, ricreativi, prima infanzia, attività di formazione

Certificato 390428 UNI EN ISO 9001:2008 servizi socio-educativi, socio-assistenziali, ricreativi, prima infanzia, attività di formazione IL PROGETTO: MANGIA CHE TI PASSA Ispirata liberamente dall Esposizione Universale che ha luogo quest anno, la cooperativa Il Melograno propone per il Centro Estivo di Vignate una rivisitazione del tema

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI AD INDIRIZZO MUSICALE

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI AD INDIRIZZO MUSICALE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI AD INDIRIZZO MUSICALE CHI SIAMO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI DI MONZA E FORMATA DA DUE PLESSI : PLESSO ARDIGO : via Magellano, 42 PLESSO

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013 / 2014

ANNO SCOLASTICO 2013 / 2014 L Inventafiabe Scuola dell Infanzia Scuola Primaria ANNO SCOLASTICO 2013 / 2014 PROGETTO CONTINUITA SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA FUNZIONE STRUMENTALE area 3 Vantaggiato Marilena CONTINUITA PERCHE?

Dettagli

CENTRO RICREATIVO DIURNO 2015 ESTATE IN CITTA. Emozioni d Estate. Città di DESIO

CENTRO RICREATIVO DIURNO 2015 ESTATE IN CITTA. Emozioni d Estate. Città di DESIO CENTRO RICREATIVO DIURNO 2015 ESTATE IN CITTA Emozioni d Estate Città di DESIO La Cooperativa sociale Koiné ONLUS Cooperativa sociale di tipo A Nasce nel luglio 1989 Opera nella progettazione e gestione

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli