Rassegna Stampa del 07/11/ :05

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Stampa del 07/11/2007 09:05"

Transcript

1 SICT Rassegna Stampa del 07/11/ :05 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 07/11/2007 Il Resto del Carlino Informatica, parte una raccolta firme per la linea Adsl 07/11/2007 Il Resto del Carlino L'atollo prende il largo sulla carta Già al lavoro un comitato di esperti 07/11/2007 Il Resto del Carlino Università : «Contributo equo» 07/11/2007 Il Resto del Carlino «Amo Ferrara, magica due volte» 07/11/2007 Il Tempo Inaugurato l'osservatorio di geofisica 07/11/2007 Corriere del Mezzogiorno Soldi e tutela per la «valle dei dinosauri» 07/11/2007 Eco di Bergamo Arlecchino va alla guerra: l'arte racconta l'orrore 06/11/2007 Il Denaro Professioni e Atenei: via al supercorso 07/11/2007 Il Giornale di Vicenza OGGI Mercoledì culturali. La Circoscrizione 1, i Musei civici e l'associazione Arde org 07/11/2007 La Nuova Ferrara Le Orfane di Apollo di Francesca Mellone 07/11/2007 La Nuova Ferrara Costituzione europea all'utef 07/11/2007 La Nuova Ferrara Il viaggio come fuga Domani la lezione 07/11/2007 La Nuova Ferrara Via ai tirocini di formazione e orientamento 07/11/2007 La Nuova Ferrara BREVI

3 07/11/2007 La Nuova Ferrara Uno spiraglio per i precari Si liberano più di 100 posti 07/11/2007 La Nuova Ferrara «L' Ateneo è stato trasparente» 07/11/2007 La Nuova Ferrara SETTIMANA DELL'ECOLOGIA 07/11/2007 La Nuova Ferrara Epifani contestato dai precari 07/11/2007 La Nuova Ferrara Soddisfatti i «precari» e per i corsi a distanza il rettore spiega i costi 07/11/2007 Il Sole 24 Ore - CentroNord Fondi scarsi per assumere 07/11/2007 Il Sole 24 Ore - CentroNord Tra i docenti degli atenei aumenta il precariato 06/11/2007 Ok - La salute prima di tutto Alticci al volante? Dal 2008 Angel bloccherà l'auto

4 AZIENDA OSPEDALIERA S.ANNA 07/11/2007 La Nuova Ferrara Una lunga scia di ricoveri 06/11/2007 Marketpress TUMORI AL SENO, ECCO LE REGOLE PER LA RISONANZA MAGNETICA A VENTI ANNI DAI PRIMI STUDI, UN 'DOCUMENTO DI CONSENSO' ELABORATO DAL CONGRESSO ATTUALITÀ IN SENOLOGIA DEFINISCE QUANDO UTILIZZARE QUESTA PREZIOSA TECNOLOGIA. INFORMARE LE DONNE AZIENDA USL DI FERRARA 07/11/2007 La Nuova Ferrara Nuovo centro di prelievo sangue 07/11/2007 La Nuova Ferrara La solidarietà verso i bisognosi Come evitare ghetti e degrado 07/11/2007 La Nuova Ferrara L'asma infantile e lo smog 07/11/2007 La Nuova Ferrara La violenza sulle madri in un incontro pubblico 06/11/2007 Immediapress 16:50 Il direttore Generale dell' Azienda USL di Ferrara in onda su COMPA WEB TV AZIENDA USL FERRARA LOCALI 07/11/2007 Il Resto del Carlino «Sepoltura dei poveri: le regole comunali sono da rivedere» 07/11/2007 La Nuova Ferrara «Passaggio a Nord Est» a Contrapò SCENARIO SANITA E SALUTE 07/11/2007 Il Sole 24 Ore BREVI Dall'interno 45

5 UNIVERSITA E RICERCA 07/11/2007 La Repubblica Università, studenti occupano l infopoint 07/11/2007 ItaliaOggi Atenei, per le private contributi statali in calo 07/11/2007 MF Università private, rettori in rivolta 07/11/2007 Il Sole 24 Ore - CentroNord In arrivo 6,5 milioni per l'hi-tech 07/11/2007 Il Sole 24 Ore - Roma Un patrimonio da sfruttare meglio 07/11/2007 Il Sole 24 Ore - Roma La ricerca pubblica non arriva all'impresa

6 UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 22 articoli

7 07/11/2007 Il Resto del Carlino Pag. VII ROVIGO Informatica, parte una raccolta firme per la linea Adsl IL CIRCOLO culturale 'Il Ponte', validamente coordinato da Sergio Zamberlan, ha promosso nella sala civica comunale una conferenza avente come oggetto di discussione 'Adsl: servizio e sviluppo, possibili per il terrirorio'. E' intervenuto in qualità di relatore Pietro Gobbi, dell'università degli Studi di Ferrara, che ha illustrato ai più di cinquanta presenti le varie modalità di collegamento telefonico tradizionale quali Isdn, Adsl, Umts ed altri, associandole ai vantaggi che avrebbero le aziende grazie a queste nuove tecnologie. Nel corso dell'interessante e dialettico dibattito è stato sottolineato come a Stienta si senta la mancanza della tecnologia Adsl, non solo per gli utenti privati, ma soprattutto per il polo economico e produttivo che ruota attorno alla zona artigianale ubicata sull'eridania e in continua espansione. Naturalmente i promotori di questo incontro, sollecitati anche dai presenti, si sono fatti portavoce per una raccolta di firme da inviare alla Telecom Italia, affinchè provveda ad attivare anche nel centro rivierasco questa importante innovazione. In quest'ottica il gruppo culturale ha predisposto in piazza Santo Stefano un apposito banchetto affinchè i cittadini stientesi possano dare con la loro firma un fattivo contributo per sensibilizzare questa attivazione: l'appuntamento è previsto per venerdì prossimo 9 novembre (giorno di mercato) dalle 10 alle 12,30 ed anche domenica 11 dalle 10 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17. Gianpietro Valarini UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 7

8 07/11/2007 Il Resto del Carlino Pag. XII RIMINI RICCIONE STUDI E PROGETTI PER REALIZZARE L'OPERA L'atollo prende il largo sulla carta Già al lavoro un comitato di esperti RICCIONE rincorre l'atollo. Seppur consapevole che nel suo mandato non lo vedrà nascere, il sindaco Imola sta lavorando per spianare la strada al suo successore. Non a caso i giorni scorsi ha convocato docenti universitari, imprese costruttrici e specializzate nelle costruzioni dei colossi, dando così il via a un comitato scientifico, nonché a un laboratorio di studi che si insedierà a villa Mussolini, con l'obiettivo di effettuare studi sul mare e sulla costa. Pronta la bozza della convenzione triennale, rinnovabile per un altro biennio. Per i primi tre anni si conta d'investire 100mila euro da destinare al laboratorio che si farà carico non solo degli studi specifici, ma anche di ricerche, convegni e seminari che in un secondo momento dovrebbero supportare anche la progettazione dell'atollo. Opera caldeggiata dalle categorie economiche, più del pontile in piazzale Roma. All'incontro dello scorso 17 ottobre hanno partecipato i rappresentanti del dipartimento di architettura dell'università di Ferrara assieme al direttore Luca Emanueli, Vincenzo Leardini per la Fondazione Carim, Arenaria, società che si occupa di opere costiere e quattro società costruttrici, in particolare il Consorzio Ravennate che a Riccione ha già concorso con successo per aggiudicarsi il pontile difronte piazzale Roma, il Gruppo Coedmar di Chioggia che fa capo alla famiglia Boscolo, la Penzi di Maddaloni che invano ha tentato di aggiudicarsi i project financing del parcheggio interrato sotto il Lungomare della Repubblica e del porto, e le Opere Generali Spa di Roma, sempre in gara per il porto con un progetto cassato, perché troppo invadente. Tutti imprenditori arrivano da fuori, nessun locale. All'incontro c'era pure una rappresentanza dell'associazione albergatori che, sin dall'inizio hanno caldeggiato la realizzazione dell'isolotto nello specchio d'acqua antistante Riccione. Imola vuole lasciare dei presupposti per dare il via alla costruzione dell'atollo, sogno che Riccione insegue sin dalla prima metà del secolo scorso e che ha cercato di mettere in opera anche alcuni decenni fa. La bozza per la convenzione con l'università passa ora al vaglio della giunta comunale. Nives Concolino UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 8

9 07/11/2007 Il Resto del Carlino Pag. VIII FERRARA CORSI A DISTANZA Università : «Contributo equo» Botta e risposta tra l' Ateneo ferrarese e gli studenti SULLA POLEMICA sui corsi universitari a distanza interviene l'università di Ferrara. «L'entità del contributo economico richiesto per i corsi a distanza dell'ateneo - si legge nella nota - è stato concordato con il Consiglio degli Studenti, accettando le loro proposte. Va sottolineato che i corsi a distanza hanno costi più elevati rispetto a quelli in presenza. Il contributo economico previsto dall' Università di Ferrara, che copre solo in parte i costi, è comunque inferiore a quello richiesto da altri atenei. L'Università di Ferrara ha sempre informato i suoi studenti al momento delle iscrizioni, circa l'entità dei contributi. Anche agli studenti che a tutt'oggi non hanno provveduto al pagamento viene garantito l'accesso alla piattaforma didattica». «LA SCADENZA relativa al pagamento del contributo di 350 euro - prosegue la nota - è stata prorogata al 31 ottobre 2007 proprio per venire incontro alle richieste degli studenti di scindere il momento della pagamento della tassa di iscrizione da quello del contributo. Per coloro che hanno chiesto la riduzione o l'esenzione delle tasse universitarie è stata concessa una rateizzazione con prima rata al 31 ottobre 2007 e una seconda al 31 gennaio Riguardo alla qualità dei servizi didattici erogati, non possiamo che fare riferimento ai dati ufficiali in nostro possesso. Lo scorso anno è stato somministrato a circa studenti un questionario di valutazione della didattica. In una scala da 1 a 10, gli studenti hanno espresso una valutazione media pari a 7 punti. Le attività del Polo didattico di Argenta sono regolate da una convenzione con il Comune di Argenta: tutte le attività vengono monitorate tramite un comitato Università di Ferrara - Comune di Argenta». UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 9

10 07/11/2007 Il Resto del Carlino Pag. VI FERRARA «Amo Ferrara, magica due volte» Il suo saluto al Premio Estense Di ISABELLA CATTANIA «PROBLEMI DI IDRAULICA personale mi impediscono di essere con voi. Peccato, perché amo Ferrara, magica due volte. Tra i molti ricordi la mia prima poesia sul Corriere padano a soli 17 anni e il set di 'Ossessione', grande film di Visconti. Grazie a tutti, parlo col cuore». Il 15 settembre 1990 fu la figlia Bice a leggere questo affettuoso saluto di Enzo Biagi, impossibilitato per un improvviso malanno a partecipare alla cerimonia del Premio Estense e a ritirare il riconoscimento Gianni Granzotto a lui assegnato. Quell'anno al grande giornalista, scomparso ieri all'età di 87 anni, andò la Colubrina d'argento alla carriera mentre a vincere l'aquila d'oro messa in palio dall'unione degli industriali (presidente era Gianni Fava) fu Saverio Vertone con 'Il Collasso', un libro edito da Rizzoli e dedicato all'unione Sovietica degli anni che, all'epoca, avevano appena preceduto la grande svolta. Una piccola coincidenza lega quindi la presenza (anche se nel '90, come detto, al Comunale arrivò solo un suo biglietto) di Enzo Biagi a Ferrara. Sempre Rizzoli e sempre la 'Russia' (questo infatti il titolo del volume) furono i protagonisti anche dell'altro anno - il che vide il trionfo, questa volta proprio al Premio Estense, sempre di Biagi che al concorso letterario estense, tra l'altro, ha partecipato più volte nelle vesti di giurato. Trentadue anni fa l'aquila d'oro, allora alla sua undicesima edizione, andò a Biagi il 27 settembre dopo una lunga lotta con Antonio Cederna, autore di 'La distruzione della natura in Italia' (Einaudi). Per la cronaca, qui altri due finalisti erano Sergio Zavoli con 'I figli del labirinto' (SEI) e Silvio Ceccato con 'La terza cibernetica' (Feltrinelli). La lotta, dicevamo, fu lunga: Biagi riuscì infatti ad afferrare l'aquila d'oro (che poco dopo, nell'aula magna dell'università, gli sarebbe stata consegnata da un altro grande: Indro Montanelli) solo alla sesta votazione. A determinare la pur difficile vittoria, si legge nella cronaca della giornata pubblicata proprio dal nostro giornale, fu «la sua ben nota accessibilità, la facilità della lettura, l'umanità usata nell'incontrare uomini e cose. E' stato giustamente rilevato che il libro sulla Russia, più che imporre giudizi, li suggerisce attraverso la narrazione dei fatti e la presentazione dei personaggi: non è un libro 'invadente', ha detto qualcuno, ma un libro che chiede la partecipazione del lettore. Qualcuno - prosegue l'articolo a firma di Claudio Marabini - ha anche definito la virtù di Biagi 'meravigliosa superficialità', con la palese intenzione di esprimere un caro elogio. Montanelli ha aggiunto che anche Voltaire era un 'meraviglioso superficiale'». Proprio a Montanelli, infatti, spettò il compito di tracciare un simpatico profilo del vincitore, premiato, oltre che dal collega, dall'allora presidente degli Industriali Giovanni Govoni. Presidente della giuria era invece Gianni Granzotto cui anni dopo sarebbe stato dedicato il riconoscimento vinto da Biagi nel '90. Ad applaudire Biagi nella 'sua' giornata ferrarese, oltre agli altri finalisti, l'onorevole Angelo Salizzoni, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri che parlò di giornalismo e cultura, il rettore dell'ateneo ferrarese Antonio Rossi, l'onorevole Nino Cristofori, sottosegretario all'industria e al Commercio. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 10

11 07/11/2007 Il Tempo Pag. 5 MOLISE La struttura Di altissima tecnologia, è stata realizzata in una zona isolata di Duronia Inaugurato l'osservatorio di geofisica DURONIA Il Molise ha il suo Osservatorio geomagnetico, in grado di studiare i movimenti delle faglie sotterranee, per comprendere meglio i terremoti e i cambiamenti climatici che si stanno verificando a livello globale. L'impianto (quattro casottini dotati di computer e strumenti di ultima generazione) è stato realizzato nella pineta di Duronia, in località Montagnola, una zona con un livello elettromagnetico molto basso, condizione ritenuta indispensabile dall'ingv de L'Aquila, che coordina il progetto. Un progetto ambizioso, che pone il Molise all'avanguardia nazionale, presentato ieri in una conferenza stampa. A illustrarlo il direttore dell'arpa Luigi Petrarca, Paolo Palangio, dell'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia de L'Aquila e il sindaco di Duronia Michelino D'Amico. Costato circa euro, l'intervento è stato realizzato dall'arpa sulla base del progetto comunitario Mem (Monitoraggio elettromagnetico ambientale). L'Osservatorio, che ufficialmente aprirà le attività a partire da oggi, trasferirà tutti i dati alla stazione satellitare abruzzese, (che ha realizzato altri due progetti simili nel Centro Sud, una dozzina nei vari angoli del Pianeta), che li analizzerà per ricavarne un sistema integrato di monitoraggio ambientale delle emissioni elettromagnetiche. Prevista anche la realizzazione di una banca dati regionale, utile soprattutto per analizzare i fenomeni tellurici. Un'iniziativa che, ha detto Palangio, pone il Molise in un contesto internazionale, vista anche la collaborazione attivata con la Serbia e con le due Università di Ferrara e di Tirana, in Albania. Un elemento di grande soddisfazione, hanno chiarito Petrarca e il sindaco D'Amico, anche per la scelta di Duronia, paese situato sulla temutissima faglia del Matese, dove il livello elettromagnetico di fondo è tra i più bassi della regione. Tra gli elementi da non sottovalutare anche quello occupazionale, con l'utilizzo di professionalità altamente qualificate. Tecnici in grado di analizzare i rumori di fondo, quelli che precedono o seguono un terremoto. Ma di cui i più non hanno notizia. C.S. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 11

12 07/11/2007 Corriere del Mezzogiorno Pag. 12 BARI ALTAMURA Soldi e tutela per la «valle dei dinosauri» Le orme dei dinosauri di Altamura diventano patrimonio dello Stato. Questa la novità della conferenza di servizi convocata da Domenico Lomelo, assessore ai Beni culturali della Puglia, che nell'occasione ha annunciato la riconferma del finanziamento regionale di un milione di euro già stanziato ma rimasto inutilizzato. Una parte di merito in questo «recupero» va alle sollecitazioni del Comitato cittadino per l'uomo fossile e le orme dei dinosauri costituito circa un anno fa. Fabio Perinei, coordinatore del Comitato, commenta: «Finalmente dopo nove anni, con un decreto del 5 ottobre scorso, l'agenzia del demanio ha immesso la paleosuperficie contenente le orme di dinosauro nel patrimonio demaniale. Ciò permette soprattutto un più facile accesso volto allo studio, alla tutela e alla difesa dell'area, senza la richiesta di un permesso al proprietario del fondo. La demanializzazione delle orme, che doveva scattare subito, è arrivata stranamente con molto ritardo. Solo ora è più facile chiedere e ottenere l'intervento delle istituzioni, Stato, regioni e comune». Un segnale di speranza per la valle dei dinosauri che sembra sia abbandonata, senza strutture né percorsi per visite guidate. Destinato ad attività connesse al bene è l'immobile oggetto di polemiche in quest'ultimo periodo: il 12 dicembre comincerà il processo per un presunto abuso edilizio nella cava. L'altra scoperta di rilevanza mondia-le, il cui studio e sfruttamento ha finora segnato il passo, è quella dell'«uomo arcaico». Nel 1993, presso località Lamalunga, in territorio murgiano, è stato rinvenuto lo scheletro di un uomo preistorico di cui però non si ha ancor auna datazione certa per le difficoltà di analisi del reperto. Il Comitato cittadino ha fatto presente la situazione a Danielle Mazzonis, sottosegretario ai Beni culturali, che a settembre ha comunicato al sindaco di Altamura Mario Stacca lo stanziamento di 300 mila euro vincolati per l'indagine scientifica. Inoltre il comitato cittadino chiede l'istituzione di due comitati tecnico scientifici per studiare le due scoperte. In particolare, Ruggero Martines, direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Puglia, ha già indicato due scienziati per il comitato tecnico dell'«uomo arcaico»: Marcello Piperno dell'università la Sapienza di Roma e Carlo Peretto dell'università di Ferrara. Ulteriori informazioni sulle sorti delle due scoperte sono oggetto in questi giorni di un'interrogazione urgente depositata dai consiglieri regionali Michele Ventricelli e Carlo De Santis e rivolta all'assessore Lomelo. Come ha detto l'onorevole Piglionica il 22 settembre scorso nel corso di un meeting sul tema: «Abbiamo il dovere di non sciupare questo patrimonio perchè i nostri posteri non ci perdonerebbero mai!». Angela Giordano Visitatori nella «valle dei dinosauri» UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 12

13 07/11/2007 Eco di Bergamo Pag. 31 Arlecchino va alla guerra: l'arte racconta l'orrore «Arlecchino va alla guerra» è il titolo della giornata di studio in programma oggi alla Sala Curò di Città Alta (in Piazza Cittadella, dalle 10 alle 18, ingresso libero) all'interno del Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti. Si tratta di una giornata organizzata in previsione del dittico in programma sabato e domenica prossima: L'Histoire du Soldat di Stravinskij e lo Spazzacamino di Hans Krasa. Opere brevi che si allontanano nettamente dal clima gaio delle prime due rappresentazioni donizettiane. Sono entrambe opere ispirate al dramma della guerra e alle sue atrocità. L'opera da camera I lavori inizieranno alle 10 e saranno coordinati da Paolo Fabbri, docente di Storia della musica all' Università di Ferrara e direttore della Fondazione Donizetti e dal suo collega dell'università di Bergamo Virgilio Bernardoni. In particolare, Bernardoni aprirà i lavori (alle 11) con un intervento dedicato all'opera da camera di Stravinskij dal titolo Personaggi-maschera nel teatro musicale del Novecento. A seguire ci sarà l'intervento di Elisabetta Ruffini, ricercatrice dell'isrec (Istituto bergamasco per la storia e della resistenza e dell'età contemporanea) e attenta in particolare ai problemi degli ebrei nel contesto bellico: il tema su cui interverrà è: Fare arte, costruire memoria, il caso di Terezin e della deportazione. Il musicologo Carlo Bianchi (alle 12), docente all'università di musicologia di Cremona, proporrà la relazione: Theresienstadt, ovvero la rivolta dell'anima, un approfondimento e un parallelo dedicato ai due musicisti ebrei dell'epoca tra le due guerre, Krasa e Ullmann, dei quali è specialista. Dopo una discussione i lavori riprendono al pomeriggio (alle 15.30) con gli interventi di Ermanno Comuzio, noto esperto di cinema e di musica per il cinema (Un uomo è solo un soldato? ) e poi del regista Alessio Pizzech che si sofferma sul tema intrigante La macchina teatrale del diavolo tra farsa e tragedia. Al termine, dopo una discussione, alle 18 verrà inaugurata nella stessa sala la mostra fotografica curata da Elisabetta Ruffini e verrà proiettato il documentario La città che Hitler regalò agli ebrei (2004) con la regia di Jan Ranca. La città di cui parla il film, Theresienstad, oggi è una piccola città della Repubblica Ceca, a circa sessanta chilometri a nord di Praga. Fu usata dalla propaganda nazista per ingannare gli avversari, ai quali veniva presentata come una sorta di «ghetto-modello». I prigionieri ebrei erano dei reclusi a tutti gli effetti, nulla differiva da altre terribili realtà, se non l'immagine divulgata ad arte dal ministero della Propaganda di Goebbels. macabra messa in scena A Theresienstad vissero - nel corso del periodo bellico mila persone: di queste, 33 mila morirono di stenti e malattie e 87 mila furono - in periodi successivi - trasferiti in altri campi di sterminio. Resta il fatto che, per dare credibilità alla messa in scena, ai prigionieri veniva concesso una «libertà creativa» impensabile in qualsiasi altro lager. Molti musicisti e attori avevano la possibilità di esibirsi in spettacoli o concerti. Il documentario, dopo la proiezione di oggi pomeriggio alle 18, sarà replicato nelle mattinate di domani, venerdì e sabato alle 10. B. Z. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 13

14 06/11/2007 Il Denaro Professioni e Atenei: via al supercorso --> Creare una "fabbrica dell'immateriale" attraverso la quale, come è già realtà in mercati emergenti come l'india e la Cina, il mondo delle professioni possa essere messo in rete ed essere parte attiva sia sul mercato che nello sviluppo del territorio nell'ambito del sistema-paese: è la sfida alla quale è, sempre di più, chiamato il settore dei "lavoratori della conoscenza". Ma per un tale obiettivo, è fondamentale il confronto l'approfondimento e soprattutto lo scambio costante con il mondo della ricerca. Ed è a questo scenario che guarda il mondo delle professioni dell'università nel promuovere la terza edizione del corso per esperti in consulenza tecnica, tecnica di mediazione e procedure alternative di risoluzione delle controversie in materia civile, penale, arbitrale e nella pubblica amministrazione presentato ieri a Villa Doria d'angri, sede dell'università Parthenope. Ventidue gli ordini della Regione Campania coinvolti, mille ore di lezioni, quattro moduli di base: consulenze tecniche, mediazione, conciliazione e arbitrato. Molti anche i moduli trasversali, come nel caso della comunicazione e del diritto; venti ore telematiche, stage e test di verifica, con la possibilità di ottenere 40 crediti formativi universitari. In questi numeri è racchiusa, come sottolinea il rettore dell'università Parthenope Gennaro Ferrara, "una grande possibilità per i giovani". Il mondo delle professioni, infatti, secondo il rettore, sta vivendo un momento di forte cambiamento ed è per questo motivo che diventa necessaria un'azione corale che coinvolga ricerca, professionalità e pubblica amministrazione che veda i professionisti e gli specialisti essere sempre più attenti all'approfondimento tecnico e ad confronto tra loro e con l'esterno. Punto cardine, inoltre, quello della formazione continua, un'idea che anche la Comunità europea ha fatto propria e che vive della necessità non solo dell'approfondimento e del continuo aggiornamento dei contenuti della specifica materia ma anche della continua interdisciplinarietà. L'immagine di nuovi professionisti, quindi, capaci di comunicare, attraverso la fabbrica il materiale, professionalità e conoscenze in continuo dialogo con la ricerca è l'immagine della società nuova che fondi i propri presupposti sulla meritocrazia, sul saper fare e sulla volontà di sacrificio, come ha voluto sottolineare Maurizio De Tilla, presidente del comitato unitario delle professioni della provincia di Napoli UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 14

15 07/11/2007 Il Giornale di Vicenza Pag. 15 OGGI Mercoledì culturali. La Circoscrizione 1, i Musei civici e l'associazione Arde org OGGI Mercoledì culturali. La Circoscrizione 1, i Musei civici e l'associazione Arde organizzano la visita alla Grotta di S. Bernardino a Mossano, a cura di Antonio Dal Lago, conservatore del Museo di S. Corona, e Fabio Giurioli, dell'università di Ferrara. Dalle 14,30 gli interessati potranno accedere alla grotta. Musica. Dalle 15 alle 18 la sede del centro diurno ricreativo culturale Proti ospita il consueto appuntamento con i "Mercoledì musicali", dedicati agli anni '30 e '40. Ingresso libero. Responsabilità sociale. Alle 16,30 nella sede del Cpv in via Fermi 134, "Se doni ricevi: aspetti fiscali, e non solo, delle erogaizoni liberali". È il primo incontro del ciclo "Quando la responsabilità sociale conviene" a cura di Fondazione Rumor-Centro Produttività Veneto. Cambiamenti climatici. Alle 20,30 in sala tetaro di via Prandina, proiezione con dibattito sui cambiamenti climatici condotto dal presidente di Legambiente Gaetano Callegaro. Organizza il Circolo Noi Associazione S. Antonio ai Ferrovieri. DOMANI Notaio gratis. Uno sportello notarile gratuito è attivo ogni giovedì dalle 10 alle 12 in contrà Pedemuro S. Biagio 17. Un notaio del distretto di Vicenza è a disposizione per informazioni su famiglia, successioni, contratti, mutui e altri servizi. Info: Uzbekistan. Alle 20,45 al teatro della parrocchia di S. Antonio ai Ferrovieri gli splendori di Samarcanda e della Via della Seta saranno illustrati nella composizione di Gianfranco Pozzer, Silvana Lubian e Luca Stella. Ingresso libero. Spiritualità. "Cos'è la spiritualità" è il tema della serata organizzata dall'associazione "Dina" alle 20,20 nella sede della Circoscrizione 5 in via Fogliano in zona Laghi. Relatore lo psicologo Renato Marini. Lettura biblica. Alle 20,45 al convento di S. Lorenzo, lettura biblica di Giuseppe Celso Mattellini su "Il Risorto, la Maddalena e gli apostoli". Carcere e arte. Alle 20,45 alla cooperativa Insieme, in via Dalla Scola, si inaugra la mostra "R(i)esistenze" organizzata dalla rete delle associazioni che operano all'interno del carcere. In esposizione, e all'asta benefica, i manufatti realizzati dai detenuti. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 15

16 07/11/2007 La Nuova Ferrara Pag. 23 ED. NAZIONALE BIBLIOTECA ARIOSTEA Le Orfane di Apollo di Francesca Mellone FERRARA. A cura della Scuola Contemporanea di Cultura di Mantova e del Centro Documentazione Donna, oggi alle 17, alla Biblioteca Ariostea sarà presentato il libro di Francesca Mellone Orfane di Apollo. Il corpo femminile nello specchio dell'arte. Ne parleranno con l'autrice Annarosa Buttarelli (Scuola Cultura Contemporanea di Mantova), Patrizia Castelli (Università di Ferrara), Monica Farnetti (Università di Sassari). La raccolta di saggi insegue le tracce, non sempre palesi, di alcuni episodi artistici verificatisi tra Quattro e Cinquecento e tra Otto e Novecento mettendo in evidenza il mutamento nel modo di concepire e descrivere il corpo femminile. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 16

17 07/11/2007 La Nuova Ferrara Pag. 20 ED. NAZIONALE DOMANI Costituzione europea all'utef ARGENTA. Proseguono le lezioni all'utef e domani pomeriggio, all'interno del corso "Le nuove competenze comunitarie", il prof. Luigi Costato, ordinario di Diritto Europeo presso l'università di Ferrara, terrà una lezione sul tema "Nascita e morte della Costituzione Europea. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 17

18 07/11/2007 La Nuova Ferrara Pag. 18 ED. NAZIONALE BONDENO Il viaggio come fuga Domani la lezione BONDENO. Si terrà domani pomeriggio la quarta lezione dell'università dell'educazione permanente presso la sala conferenze "2000". la lezione, prevista per le ore 15, riguarderà il tema: "Il viaggio come fuga" proposta dalla professoressa Stefania Borini. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 18

19 07/11/2007 La Nuova Ferrara Pag. 17 ED. NAZIONALE Per laureati e laureandi Via ai tirocini di formazione e orientamento CENTO. Su input di Daniele Biancardi, assessore alla Cultura, dopo le università di Modena-Reggio Emilia e di Bologna, anche l'ateneo ferrarese viene coinvolto dal Comune nel settore dei tirocini formativi e di orientamento. Difatti, la giunta ha dato il suo placet ad una convenzione che consentirà, tramite il direttore amministrativo dell'università estense, Enrico Petti, di attivare queste forme di promozione dell'occupazione presso uffici e servizi municipali di Cento. Questi potranno riguardare studenti in corso, per i quali il tirocinio è finalizzato ad ottenere crediti formativi obbligatori per il compimento dei propri corsi di studio, oppure neo laureati (da non più di 18 mesi), per avere una prima diretta conoscenza del mondo del lavoro, in questo caso di tipo pubblico. L'università di Ferrara coprirà i costi di assicurazione contro gli infortuni e per la responsabilità verso terzi, mentre il municipio erogherà per ogni mese di formazione un compenso lordo di 600 euro, a titolo di rimborso forfaittario, oltre alla mensa se il tirocinante effettua rientri pomeridiani. Questi tirocini si aggiungono a quelli attivati con la Provincia. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 19

20 07/11/2007 La Nuova Ferrara Pag. 13 ED. NAZIONALE BREVI BREVI UN CORSO La manutenzione della biciletta Il cicloclub Estense promuove un corso per il fai da te del ciclista: manutenzione della bici. Il corso, che si svolgerà a Ferrara nella la sede della Pubblica Assistenza Estense in viale Krasnodar 41 a iniziare da mercoledì 14 novembre in orario dalle ore 20,45 alle 23, è rivolto ad adulti di ambo i sessi. Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di operatore meccanico. Al corso possono iscriversi tutti. Informazioni: - tel DOMANI ALLO IUSS La memoria degli animali Continuano con successo i "Dialoghi sulla memoria", l'interessante ciclo di incontri organizzato dallo Iuss (Istituto Universitario). Ora il turno della "Memoria e comportamento degli animali", tema che sarà affrontato domani alle ore 17.30, presso la sede di via Scienze dal prof. Augusto Foà, docente presso il nostro ateneo. UNIVERSITÀ E CONSORZIO FERRARA RICERCHE 20

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 11 novembre 2011 Programma per il reclutamento di giovani ricercatori «Rita Levi Montalcini».(Decreto n. 486). (12A02222) (GU n. 49 del

Dettagli

I COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE

I COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE Università degli Studi di Bari Il giorno 29.09.2010 alle ore 19.00, presso l aula delle cliniche ortopediche della Facoltà di Medicina e Chirurgia del Policlinico di Bari, in seguito a convocazione del

Dettagli

Con questo protocollo d intenti i soggetti firmatari si impegnano a:

Con questo protocollo d intenti i soggetti firmatari si impegnano a: Protocollo di intesa tra la Regione Piemonte, la Città di Torino, l Università degli Studi di Torino, la Casa Circondariale Lorusso e Cutugno, l Ufficio di Esecuzione Penale Esterna, l Ufficio Pio della

Dettagli

Guglielmo Faldetta LA GOVERNANCE DELLE UNIVERSITÁ STATALI E NON STATALI PRIMA E DOPO LA RIFORMA GELMINI

Guglielmo Faldetta LA GOVERNANCE DELLE UNIVERSITÁ STATALI E NON STATALI PRIMA E DOPO LA RIFORMA GELMINI Guglielmo Faldetta LA GOVERNANCE DELLE UNIVERSITÁ STATALI E NON STATALI PRIMA E DOPO LA RIFORMA GELMINI Il tema della governance è stato ed è tuttora certamente uno dei punti al centro del dibattito sulla

Dettagli

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN DIDATTICA DELLE SCIENZE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO: UNA FORMAZIONE QUALIFICATA PER

Dettagli

BANDO DI BORSE DI STUDIO OFFERTE A STUDENTI TURCHI DAL GOVERNO ITALIANO Anno Accademico 2014/2015

BANDO DI BORSE DI STUDIO OFFERTE A STUDENTI TURCHI DAL GOVERNO ITALIANO Anno Accademico 2014/2015 BANDO DI BORSE DI STUDIO OFFERTE A STUDENTI TURCHI DAL GOVERNO ITALIANO Anno Accademico 2014/2015 Introduzione Le borse di studio sono concesse ai cittadini turchi, e mirano a favorire la cooperazione

Dettagli

Prot. n. 05798-03 del 03.07.2014 EMANAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO

Prot. n. 05798-03 del 03.07.2014 EMANAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO Prot. n. 05798-03 del 03.07.2014 EMANAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI SPIN-OFF DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo; VISTO il Regolamento

Dettagli

Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami"

Università, paradossale guerra ai fuori corso Gli atenei finiranno per regalare gli esami INCHIESTA Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami" Il ministero, nell'erogare i fondi, adesso penalizza i centri con troppi studenti in ritardo con le

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER

\ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 REGOLAMENTO MASTER \ Emanato con D.R. n. 1292 2006 Prot. n. 20351 del 29.05.2006 Modificato con D.R. n. 889-2007 Prot. n. 11393 del 23.03.2007 Art.1 Master universitari REGOLAMENTO MASTER 1. In attuazione dell articolo 1,

Dettagli

GIOVANI: A ROMA FORUM INTERNAZIONALE, PER FUTURO E LAVORO

GIOVANI: A ROMA FORUM INTERNAZIONALE, PER FUTURO E LAVORO GIOVANI: A ROMA FORUM INTERNAZIONALE, PER FUTURO E LAVORO (ANSA) - ROMA, 22 APR - Dal 27 al 29 aprile l'acsig, Associazione Culturale per lo Sviluppo dell'inventiva Giovanile, in partnership con l'università

Dettagli

Violenza donne: assistenti sociali, la legge non basta

Violenza donne: assistenti sociali, la legge non basta Violenza donne: assistenti sociali, la legge non basta (ANSA) - ROMA, 24 NOV - "Una legge da sola non basta. E' fondamentale investire nell'educazione e nella prevenzione e, quindi, in un mutamento culturale

Dettagli

Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro

Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro Prot. n. 115 di Parma Oggetto: Circolare n. 18_2012. A) Sostegno ai Colleghi colpiti dal terremoto. B) Comunicazioni

Dettagli

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti L 1 r C d P p S i d M m I m S n L ATENEO DI MODENA E REGGIO EMILIA 12 Facoltà, 31 Dipartimenti, quasi 19.000 iscritti ai soli corsi di studio, un numero

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO Rep. n. 2235 Prot. n. 25405 Data 05 agosto 2013 Titolo I Classe 3 UOR AG POLITECNICO DI MILANO IL RETTORE VISTA la Legge 09.05.1989, n. 168 Istituzione del Ministero dell'università e della ricerca scientifica

Dettagli

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II Presentazione Un Master per i mestieri della cultura Un anno dopo la triennale, con una forte componente professionale,

Dettagli

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA L università che cambia Il volto e l organizzazione degli atenei in Italia è in continua trasformazione. Nell anno accademico 2001/2002, infatti, è stata applicata in tutti gli atenei la riforma universitaria

Dettagli

STATUTO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE CENTRO STUDI E RICERCHE DONNE E DIFFERENZE DI GENERE

STATUTO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE CENTRO STUDI E RICERCHE DONNE E DIFFERENZE DI GENERE STATUTO CENTRO INTERDIPARTIMENTALE CENTRO STUDI E RICERCHE DONNE E DIFFERENZE DI GENERE Art. 1 (Natura) Il centro interdipartimentale di ricerca Centro di studio e ricerca sulle donne e le differenze di

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

Il Dottorato di Ricerca in Campania per il settore chimico e biotecnologico

Il Dottorato di Ricerca in Campania per il settore chimico e biotecnologico La formazione post lauream in Italia e le interrelazioni con le Imprese Università di Salerno, Aula Magna Campus di Fisciano, 4 Luglio 2014 Il Dottorato di Ricerca in Campania per il settore chimico e

Dettagli

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile Perché comunicare il Turismo Sostenibile La Facoltà di Sociologia dell Università degli Studi di Milano-Bicocca attiverà nel biennio 2013-2014 la seconda edizione del master di primo livello Comunicare

Dettagli

Convegno Risk Management vs Health Technology Assessment&Horizon Scanning. Ottobre/ Novembre/ Dicembre 2010

Convegno Risk Management vs Health Technology Assessment&Horizon Scanning. Ottobre/ Novembre/ Dicembre 2010 Convegno Risk Management vs Health Technology Assessment&Horizon Scanning Ottobre/ Novembre/ Dicembre 2010 Il Mattino 25 ottobre 2010 Giornale di Napoli 25 ottobre 2010 Corriere del Mezzogiorno 27 ottobre

Dettagli

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti LAURA PAPALEO Sempre più donne risultano attive nel settore dell information technology e la salvaguardia dei loro diritti e delle

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli

SICUREZZA DEL LAVORO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

SICUREZZA DEL LAVORO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE MASTER DI PRIMO LIVELLO IN: SICUREZZA DEL LAVORO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FACOLTA DI SCIENZE MM.FF.NN. - VARESE Anno accademico 2010-2011 Varese, settembre 2010 PREMESSA Il progresso civile, sociale

Dettagli

LA DIDATTICA NELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA E IL SUO RAPPORTO CON IL TERRITORIO

LA DIDATTICA NELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA E IL SUO RAPPORTO CON IL TERRITORIO LA DIDATTICA NELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA E IL SUO RAPPORTO CON IL TERRITORIO La tanto attesa e temuta classifica Censis relativa alla valutazione degli Atenei italiani è stata di recente pubblicata

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

! Perché si chiama Bridge? Perché rappresenta un ponte di collegamento tra la realtà universitaria e il mondo del lavoro.

! Perché si chiama Bridge? Perché rappresenta un ponte di collegamento tra la realtà universitaria e il mondo del lavoro. FAQ (frequently asked questions) DOMANDE GENERICHE! Cosa è IntesaBridge? È un nuovo servizio che i Politecnici propongono ai propri studenti: un prestito personale (sotto forma di scoperto di conto corrente)

Dettagli

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA

IL RETTORE. VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; DECRETA Prot. n. 1226 IL RETTORE VISTO l art. 18 dello statuto della LUMSA, emanato con decreto rettorale 1 agosto 2011, n. 920; VISTO il decreto rettorale n. 987 del 26 gennaio 2012; VISTA la delibera del Senato

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 13 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. 33 - Il Resto del Carlino pag. 23 - Prima Pagina pag. 15 - Modena Qui pag. 15 Sezione: Provincia Data:

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO

CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO Premesse L'Università degli Studi di Bergamo e il Comune di Bergamo intendono instaurare un rapporto non episodico di collaborazione,

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO DI I e II livello REGOLAMENTO ai sensi dell articolo 7, comma 4, del Regolamento didattico generale della Libera

CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO DI I e II livello REGOLAMENTO ai sensi dell articolo 7, comma 4, del Regolamento didattico generale della Libera CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO DI I e II livello REGOLAMENTO ai sensi dell articolo 7, comma 4, del Regolamento didattico generale della Libera Università di Bolzano Approvato con delibera n. 56/2010 del

Dettagli

che con Decreto Rettorale n.2103 del 06/11/2006 questo Ateneo ha adottato il proprio Regolamento per l istituzione e l attivazione dei corsi di Master

che con Decreto Rettorale n.2103 del 06/11/2006 questo Ateneo ha adottato il proprio Regolamento per l istituzione e l attivazione dei corsi di Master - 1 che con Decreto Rettorale n.2103 del 06/11/2006 questo Ateneo ha adottato il proprio Regolamento per l istituzione e l attivazione dei corsi di Master Universitario di I e II livello; - che la Giunta

Dettagli

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO

FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO FAQ ORIENTAMENTO IN INGRESSO 1. CHI SIAMO? 2. COME RAGGIUNGERCI? 3. COSA SONO I DIPARTIMENTI? 4. COS È L ORIENTAMENTO IN INGRESSO? 5. COSA SONO I C.F.U.? 6. COSA SONO I CORSI DI LAUREA DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

DANNI DA CALAMITA NATURALI E GESTIONE DEL TERRITORIO

DANNI DA CALAMITA NATURALI E GESTIONE DEL TERRITORIO DANNI DA CALAMITA NATURALI E GESTIONE DEL TERRITORIO E tempo di cambiare decisamente la modalità di governare il problema. Da una gestione delle emergenze ad una gestione innovativa e preventiva del territorio

Dettagli

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Salvo Mura Coordinamento Area Didattica Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Il Coordinamento Area Didattica è stato costituito come unità organizzativa nel 2008 e le

Dettagli

Regolamento recante la disciplina dei professori a contratto

Regolamento recante la disciplina dei professori a contratto Regolamento recante la disciplina dei professori a contratto IL COMITATO TECNICO ORGANIZZATIVO Visto il D.P.R. 11.7.1980, n. 382; Vista la legge 9.5.1989 n. 168, concernente l istituzione del Ministero

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

Il messaggio di Archimede

Il messaggio di Archimede 2 nd International Meeting University Festival of Art, Science and Technology Siracusa 24 Settembre 3 Ottobre 2012 Il messaggio di Archimede BANDO DI CONCORSO In occasione della seconda edizione dell International

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II Presentazione Un Master per i mestieri della cultura Un anno dopo la triennale, con una forte componente professionale,

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Regolamento per il conferimento di Borse e Premi di studio nel campo della formazione con esclusione dei progetti comunitari o di internazionalizzazione Senato Accademico

Dettagli

per una cultura dell integrazione

per una cultura dell integrazione la newsletter dell accoglienza per una cultura dell integrazione a Villafranca di Verona INAUGURAZIONE NUOVI SPAZI PARROCCHIALI DEDICATI ALLE ASSOCIAZIONI DI VILLAFRANCA 14 NOVEMBRE: conclusi i lavori

Dettagli

Marketing / Orientamento (Processo Principale) INDICE

Marketing / Orientamento (Processo Principale) INDICE INDICE 1 di 1 Istituto di Istruzione Superiore J.C. Maxwell Marketing / Orientamento (Processo Principale) Codice PQ 010 MARKETING / ORIENTAMENTO INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE 1.3 RESPONSABILITÀ

Dettagli

Istituto F. Albert di Lanzo http://www.fedalbert.altervista.org info@istitutoalbert.it Notiziario dei Professori

Istituto F. Albert di Lanzo http://www.fedalbert.altervista.org info@istitutoalbert.it Notiziario dei Professori Istituto F. Albert di Lanzo http://www.fedalbert.altervista.org info@istitutoalbert.it Notiziario dei Professori 19 OTTOBRE 2009 ANNO SCOLASTICO 2009-2010, NUMERO 3 Porta Chiusa, cortometraggio realizzato

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) TITOLO I MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA BANDO PER L'ATTIVAZIONE DI N. 15 CONTRATTI DI COLLABORAZIONE DIDATTICA IL DIRETTORE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA BANDO PER L'ATTIVAZIONE DI N. 15 CONTRATTI DI COLLABORAZIONE DIDATTICA IL DIRETTORE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA Decreto n. 10 Prot. n. 323 del 30/04/2013 Titolo VII Classe 1 Fasc. 1 BANDO PER L'ATTIVAZIONE DI N. 15 CONTRATTI DI COLLABORAZIONE DIDATTICA

Dettagli

PROCEDURA PER LA STIPULA DELLE CONVENZIONI PER TIROCINI

PROCEDURA PER LA STIPULA DELLE CONVENZIONI PER TIROCINI PROCEDURA PER LA STIPULA DELLE CONVENZIONI PER TIROCINI Il presente documento contiene i 2 modelli necessari per la stipula delle Convenzioni per i Tirocini Curriculari e per i Tirocini Formativi e di

Dettagli

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO 31 agosto 2010 Investire sui servizi all infanzia non è questione che riguarda le politiche familiari, e neppure èsolo questione

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

BANDO E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

BANDO E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE Premio Internazionale Vittorio Foa Città di Formia in collaborazione con l IPAB SS. Annunziata e la Fondazione ALZAIA ONLUS BANDO E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE In riferimento all articolo 12 del Regolamento

Dettagli

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA STIPULA DI CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO A TITOLO ONEROSO O GRATUITO E DI ATTIVITA INTEGRATIVE AI SENSI DELL ART. 23 DELLA LEGGE 240/2010 Emanato con DR. 11460/I/003

Dettagli

8 marzo 2013. Giornata internazionale delle donne

8 marzo 2013. Giornata internazionale delle donne 8 marzo 2013 Giornata internazionale delle donne PROGRAMMA PROVINCIALE DELLE INIZIATIVE Sabato 2 marzo FERRARA, Libreria Feltrinelli ore 11.00 Quando l arte interpreta la violenza Inaugurazione mostra

Dettagli

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione

Carta dei Servizi. Chi Siamo. Che cosa facciamo. Cooperazione allo Sviluppo. Come Lavoriamo. Dove Siamo. Centro Studi e Formazione Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo Dove Siamo Cooperazione allo Sviluppo Centro Studi e Formazione Adozione Internazionale Emissione Gennaio 2013 Sez.III - 1 /9 Indice Indice...

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

La laurea giusta per trovare

La laurea giusta per trovare La laurea giusta per trovare un lavoro stabile e soddisfacente? Diplomati e laureati: quanti trovano lavoro? Con un titolo di studio elevato si riesce a trovare lavoro più facilmente. Lo confermano i risultati

Dettagli

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO DIREZIONE Viterbo, REGIONALE LAZIO CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO PER : TIROCINIO FORMATIVO STUDENTI ; RICONOSCIMENTO

Dettagli

Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore?

Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore? Cosa vuoi fare dopo la scuola superiore? Agenda L Università oggi Cosa fare, come muoversi? Cosa si studia in Cattolica I perché di una scelta L orientamento in Cattolica L università oggi E dopo la scuola

Dettagli

Protocollo d intesa Per la formazione di esperti della Sicurezza nei luoghi di lavoro Safety Manager

Protocollo d intesa Per la formazione di esperti della Sicurezza nei luoghi di lavoro Safety Manager ALLEGATO A Protocollo d intesa Per la formazione di esperti della Sicurezza nei luoghi di lavoro Safety Manager tra: Regione Toscana, INAIL Toscana, Università degli Studi di Firenze, Pisa e Siena, Confindustria

Dettagli

UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Master in

UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Master in UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Genova, 16 marzo 2006 Via Balbi, 1a - 16126 GENOVA Tel. 010/2095962 Fax 010/2095961 e-mail: cared@unige.it Master

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II RELAZIONE SULLE ATTIVITÀ DI RICERCA, DI FORMAZIONE E DI TRASFERIMENTO TECNOLOGICO (L. 1/2009 * ) - ANNO 2014 - * Ex art.3 quater D.L. n. 180/2008 convertito con legge 1/2009. Disposizioni urgenti per il

Dettagli

Protocollo d Intesa. fra

Protocollo d Intesa. fra MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Area del Sistema Integrato Ripartizione IV Studenti Servizio Orientamento, Tutorato e Placement d Ateneo (SOrT) Protocollo d Intesa fra

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management

Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Provvedimento d'urgenza n. 24/2015 IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT - vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, ed in particolare

Dettagli

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano PITTURA Brera per chi non disegna Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Fotografie di Matteo Girola Obiettivi Formativi del Corso di Diploma

Dettagli

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it Mercoledì 24 luglio 2013 1 2 Data: 18 /07/2013 Diffusione: PROGRAMMA OPERATIVO FESR, VIA ALLE CONSULTAZIONI Spacca: Innovazione e Macroregione, le strade da seguire per recuperare le risorse - Ancona -

Dettagli

Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00

Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00 Verbale incontro XV^ Consulta Sport Sala riunioni ANCI PIEMONTE - Piazza Palazzo di Città n. 1 Torino 17 maggio 2010 ore 10.00 Si veda foglio firme PRESENTI ORDINE DEL GIORNO 1) Insediamento della Consulta

Dettagli

Decreto n. 70254 (540) Anno 2015

Decreto n. 70254 (540) Anno 2015 Decreto n. 70254 (540) Anno 2015 Bando di concorso per l attribuzione di fondi per Iniziative Studentesche Culturali e Sociali a favore degli studenti dell'università degli Studi di Firenze a.a. 2014/2015

Dettagli

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino Circ. Reg. n. 132 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino dirreg@scuole.piemonte.it Prot. n 5912/P Torino, 28/8/2002

Dettagli

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 A cura di Alessandro Giuliani 1 1 AGOSTO 2015 TECNICA DELLA SCUOLA IL PROVVEDIMENTO IN SINTESI Un offerta formativa più ricca e flessibile per gli studenti

Dettagli

Piccolo Atlante della corruzione

Piccolo Atlante della corruzione Piccolo Atlante della corruzione Laboratorio d indagine sulla corruzione Progetto didattico per le Scuole Statali Secondarie di 2 grado Anno Accademico 2014/2015 Proposta di ampliamento su scala nazionale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i 60 anni dalla nascita 3 dicembre 2014. A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena

RASSEGNA STAMPA. Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i 60 anni dalla nascita 3 dicembre 2014. A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena RASSEGNA STAMPA Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i 60 anni dalla nascita 3 dicembre 2014 A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena COMUNICATO STAMPA Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

La Filosofia dello Urban Center Una delegazione bresciana in viaggio a Torino

La Filosofia dello Urban Center Una delegazione bresciana in viaggio a Torino Brescia, 6 Ottobre 2008 COMUNICATO STAMPA La Filosofia dello Urban Center Una delegazione bresciana in viaggio a Torino Mercoledì 8 ottobre, una delegazione bresciana si recherà a Torino per incontrare

Dettagli

RIUNIONE COMITATO REGIONALE ANPI LOMBARDIA 19 NOVEMBRE 2009

RIUNIONE COMITATO REGIONALE ANPI LOMBARDIA 19 NOVEMBRE 2009 RIUNIONE COMITATO REGIONALE ANPI LOMBARDIA 19 NOVEMBRE 2009 Antonio PIZZINATO scaletta Relazione -Teniamo questa riunione del Comitato regionale ANPI Lombardia, per compiere una riflessione sull attuale

Dettagli

Bando di concorso per la presentazione di proposte di animazione di giardini scolastici da parte di genitori

Bando di concorso per la presentazione di proposte di animazione di giardini scolastici da parte di genitori comune di trieste area educazione università ricerca cultura e sport servizi educativi integrati e politiche giovanili ufficio qualità dei servizi, formazione pedagogica e partecipazione Progetto Spazi

Dettagli

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano PITTURA Brera per chi non disegna Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Fotografie di Matteo Girola Dipartimento di Arti Visive Scuola di Pittura

Dettagli

Progetto OULXLAB. Io sono un cantautore. II edizione. Concorso nazionale per studenti - scuola secondaria di II grado.

Progetto OULXLAB. Io sono un cantautore. II edizione. Concorso nazionale per studenti - scuola secondaria di II grado. Progetto OULXLAB Io sono un cantautore II edizione Concorso nazionale per studenti - scuola secondaria di II grado Oulx (Torino) Soggetti promotori Presentazione del progetto M.I.U.R. Ufficio Scolastico

Dettagli

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti'

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Merate Hanno deciso di condividere con studenti, professori, amici e parenti

Dettagli

Effetto del taglio del contributo pubblico all'università.

Effetto del taglio del contributo pubblico all'università. Effetto del taglio del contributo pubblico all'università. Per legge, il gettito delle tasse di iscrizione universitarie non può superare il 20 per cento del Fondo ordinario. Pertanto, a una riduzione

Dettagli

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia

Dettagli

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE D.R. N. 1002/14 IL RETTORE Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; Vista la Legge n. 240 del 30 dicembre 2010; Visto lo

Dettagli

LA PUBBLICAZIONE DEI CURRICULA DEI LAUREATI:

LA PUBBLICAZIONE DEI CURRICULA DEI LAUREATI: LA PUBBLICAZIONE DEI CURRICULA DEI LAUREATI: LE NOVITÀ DEL COLLEGATO LAVORO prof. Andrea Cammelli - Università di Bologna Direttore Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea prof.ssa Patrizia Tullini Università

Dettagli

Associazione Genitori Scuola Fabbri Verbale di Assemblea

Associazione Genitori Scuola Fabbri Verbale di Assemblea Associazione Genitori Scuola Fabbri Verbale di Assemblea Milano, 20 ottobre 2014 Lunedì 20 ottobre 2014 alle ore 21,00 si è tenuto nei locali della Scuola Primaria F. e T. Fabbri, il primo incontro dell

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo

Dettagli

Titolario unico di classificazione Titulus 97 In vigore dal 1 gennaio 2013

Titolario unico di classificazione Titulus 97 In vigore dal 1 gennaio 2013 Titolario unico di classificazione Titulus 97 In vigore dal 1 gennaio 2013 Titolo I. Amministrazione 1. Normativa e relativa attuazione 2. Statuto 3. Regolamenti 4. Stemma, gonfalone e sigillo 5. Sistema

Dettagli

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e Palermo. Giovani imprenditori edili del Mezzogiorno impegnati nella seconda edizione dell annuale convegno che si svolgerà a Palermo venerdì mattina e che si colloca nella fase di avvio della programmazione

Dettagli

DL 112 (legge 133) Una cronistoria

DL 112 (legge 133) Una cronistoria DL 112 (legge 133) Una cronistoria - Il 25 giugno 2008, su proposta del Ministro del Tesoro On. Tremonti, il Consiglio dei Ministri approva (all unanimità, Ministro dell Università On. Gelmini compresa!)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ ARCHEOLOGICHE DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DEL PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ ARCHEOLOGICHE DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DEL PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ ARCHEOLOGICHE DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DEL PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE LA FONDAZIONE PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE, denominata RavennAntica, avente

Dettagli

DOCUMENTO DELLA QUALITA

DOCUMENTO DELLA QUALITA DOCUMENTO DELLA QUALITA INTRODUZIONE Il Documento della Qualità di Share Training srl ha come obiettivo quello di rendere note le caratteristiche della propria attività secondo criteri di trasparenza,

Dettagli

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE

STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE STATUTO DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA ITALIAN UNIVERSITY LINE 1 ITALIAN UNIVERSITY LINE...1 CAPO I...3 Disposizioni generali...3 Art. 1 - Istituzione...3 Art. 2 - Natura giuridica e fonti normative...3 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Art.1 Ambito di applicazione 1.Il presente regolamento, emanato

Dettagli