Il maltempo imperversa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il maltempo imperversa"

Transcript

1 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 ANNO 89 - N. 44 SETTIMANALE CATTOLICO CREMASCO D INFORMAZIONE FONDATO NEL 1926 UNA COPIA 1,20 ABBONAMENTO ANNUO 42 DIREZIONE: VIA GOLDANIGA 2/A CREMA POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA GIORNALE LOCALE ROC Anche una vittima a Moscazzano (a pagina 13) Incontro del Vescovo con il mondo della cultura e delle comunicazioni Alle soglie del mistero: la via della bellezza CREMA Centro Culturale Diocesano Gabriele Lucchi FESTIVAL PIANISTICO INTERNAZIONALE MARIO GHISLANDI Edizione under 20 Chiesa di San Bernardino Auditorium B. Manenti Domenica 16 novembre ORE 21 ALBERTO PIPITONE FEDERICO Il maltempo imperversa pagina 7 Assemblea sindaci Scrp Sicurezza: in arrivo il grande fratello? pagina 11 Il saluto alle Ancelle Dopo 161 anni l Ordine lascia la diocesi di Crema Sofferenze sempre un dramma togliere un figlio a una famiglia: per i genitori, ma soprattutto per il bambino È che si vede strappato dagli affetti in cui è cresciuto, vittima innocente di una dolorosa situazione. Succede a Crema per un caso che ha avuto risonanza nazionale. Due sposi hanno praticato una procreazione mediante l utero in affitto di una donna in Ucraina: tornando in Italia con il bimbo (2011) sono iniziati i problemi al momento della registrazione del figlio nel paese di residenza. Nel novembre 2012, il bambino è stato loro tolto. Ricorsi vari e martedì arriva la sentenza definitiva: la Corte di Cassazione dichiara che il bimbo, figlio di una madre surrogata, può essere adottato. Rispettiamo il dolore dei due sposi, ai quali siamo umanamente vicini, ma passando a una riflessione generale dobbiamo dire che non siamo d accordo con queste pratiche che tra l altro la legge italiana non prevede. Il campo degli affetti è diventato una sorta di porto franco. I sindaci di Roma e di Milano insegnano: hanno trascritto matrimoni tra omosessuali su un registro che non esiste. Il ministro e i prefetti hanno chiesto la cancellazione: loro non cancellano. Un registro, senza alcun valore, delle coppie di fatto lo si vuol istituire anche a Crema, con una particolare fretta. Una forzatura ideologica che non fa onore a chi la propone. Nella nostra cultura sta inoltre passando l idea che ogni desiderio sia un diritto, un diritto che lo Stato deve assecondare, magari con notevoli esborsi, come nel caso della riammessa fecondazione eterologa. Ma perché non succedano più casi del genere è necessario che ci diamo tutti una regolata. Il punto chiave da cui partire è il rispetto della persona. Innanzitutto il rispetto del bambino, sempre vittima innocente, che finisce per pagare colpe non sue e che va sempre tutelato. Il rispetto di se stessi accettando anche i propri limiti e quello della donna alla quale non è giusto chiedere di concepire e partorire un bimbo che le verrà subito tolto. Non condividendo la scelta di commissionare un figlio, che non può essere considerato un oggetto, comprendiamo la sofferenza che stanno vivendo i due sposi cremaschi, così come quella del piccolo. Confidiamo pertanto che si possa trovare una soluzione che riesca a coniugare le istanze legislative ed etiche con i sentimenti delle persone coinvolte. Giornata mondiale vittime della strada In occasione della Giornata mondiale per le Vittime della strada, indetta dall Onu per domani 16 novembre, il vescovo Oscar invita le comunità parrocchiali della diocesi a rivolgere un ricordo particolare, nelle sante Messe festive, a quanti hanno perso la vita in incidenti stradali. Maratonina, record d iscritti! Sabato 15 novembre Cattedrale - ore 21 Domenica 16 novembre Oratorio Parrocchia S.S. Trinità Crema Ore 9:45 Accoglienza e momento di preghiera Ore 10:30 Testimonianza di Chiara e Pietro Piccinini Ore 12:30 Pranzo di condivisione Ore 15:00 S. Messa in Cattedrale con il Vescovo Durante la testimonianza, babysitting per i più piccoli e laboratorio per bambini e ragazzi Grazie a Lodi Crema TV diretta video su Diretta radiofonica su radio Antenna 5 FM A pag. 40 Giornata diocesana delle Famiglie Ufficio per la Pastorale della Famiglia di FEDERICA DAVERIO P ioggia o schiarite? Può essere solo questo il dilemma per il grande evento che domani renderà Crema capitale del podismo per un giorno: la Maratonina Città di Crema Memorial Daniele Verga, giunta alla sua ottava edizione. A percorrere i 21,097 km saranno niente meno che partecipanti che quest anno hanno permesso di sfondare il record di iscrizioni. Abbiamo dovuto con rammarico dare uno stop alle iscrizioni aveva spiegato nella conferenza stampa di presentazione l organizzatore Franco Pilenga della Bike&Run perché al voler farci belli con numeri stratosferici, abbiamo preferito contenere il tutto fino a dove anche l organizzazione può essere di ottimo livello. Ai iscritti alla Maratonina si devono poi aggiungere gli 800 affezionati della non competitiva MarianTen (10 km), che da ormai cinque anni viene corsa in abbinata nel- la stessa mattinata di novembre, per ricordare la giovane Maratonina, record d iscritti! Tra la 21 km e la MarianTen i partecipanti sono Marianna Rota prematuramente scomparsa. La MarianTen negli anni ha raccolto un numero eccezionale di cremaschi che per affetto, ma anche per divertimento nel competere tra di loro confrontando i tempi d arrivo, lo ritengono un appuntamento imperdibile nel panorama cremasco. Dunque alle 8.30 scatterà da piazza Garibaldi la partenza di questa non competitiva, mentre alle ore 9.15 saranno i podisti della Maratonina a invadere il canalone a ridosso dei giardini di Porta Serio (quest anno i favoriti sono italiani, Gualdi per gli uomini e Martinelli per le donne). Già nella giornata di oggi, tra le 16 e le 19, i partecipanti potranno ritirare i pettorali (è previsto inoltre un ricchissimo pacco gara, a dimostrazione di quanti sponsor ruotino intorno all iniziativa: i corridori a fine manifestazione avranno anche un buono per degustare le specialità nostrane a Tortelli&Tortelli!). Ma torniamo alla gara di domani, il cui percorso è stato ridisegnato da Rosolo Orini e quest anno si snoderà anche verso i Sabbioni, com è stato spiegato in conferenza stampa per migliorare i disagi delle passate edizioni e avere punti meno spigolosi da affrontare. I comuni toccati dalla Maratonina, oltre naturalmente a Crema, sono Bolzone, Zappello, Cascine San Carlo, Passarera e Capergnanica. Alcune vie verranno chiuse per agevolare il passaggio della corsa (i cartelli d avviso per gli automobilisti sono già stati posizionati da giorni). Tra l altro proprio domani sarà anche Giornata ecologica, quindi il passaggio delle automobili in centro città sarà vietato dalle ore 7 alle ore Tanti volti noti domani toglieranno gli abiti istituzionali per vestire quelli del maratoneta: prima su tutti il sindaco Stefania Bonaldi che proprio in questa edizione ha deciso di tentare il passaggio dai 10 km della MarianTen ai 21 della Maratonina! L unica incognita dunque rimane il meteo. La speranza è quella che, se proprio dovesse piovere, almeno sia una pioggerellina inglese e non certo un acquazzone che potrebbe compromettere la buona riuscita della manifestazione. Il grazie più grande anticipatamente va ai circa 150 tra vigili urbani e volontari che domani saranno su tutto il percorso per controllare che tutto vada al meglio. Senza di loro sarebbe impossibile organizzare eventi di questa portata che sono un toccasana per Crema.

2 2 SABATO 15 NOVEMBRE 2014

3 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 PADRE IBRAHIM ALSABAGH PARROCO NELL INCENDIO DI ALEPPO In primo piano 3 HO DEFINITO LA MIA MISSIONE COME LA LUCE DI UNA CANDELA CHE CERCA DI ILLUMINARE LE TENEBRE DI ALEPPO. VOGLIAMO ESSERE, COME DICE IL PAPA, SEGNO DELLA TENEREZZA DI DIO, DELLA SUA VICINANZA ALL UOMO CHE SOFFRE LE NOSTRE TESTIMONIANZE di GIORGIO ZUCCHELLI on so quanti cristiani vivono nella mia Nnuova parrocchia: con la guerra in corso è impossibile contarli. Padre Ibrahim Alsabagh, nato a Damasco (Siria), 43 anni, francescano della Custodia di Terra Santa, ha già svolto dieci anni di servizio sacerdotale in Libano, Giordania e Cisgiordania come parroco di Gerico. Ora, terminata la licenza in Teologia Dogmatica a Roma, è stato destinato alla parrocchia latina di Aleppo, in Siria. Ospite, nei giorni scorsi, del parroco della cattedrale don Emilio Lingiardi, ha celebrato alcune messe domenicali conquistando il cuore della gente. L abbiamo incontrato. Un abbraccio e iniziamo le domande. La situazione siriana? Soffriamo quattro anni di guerra porta a porta nella quale combattono tantissimi elementi stranieri venuti da decine di Paesi. Sono di tre tipi: i mercenari, gli assetati di sangue che vogliono l avventura e infine quelli che credono all idea di costruire uno Stato islamico puro, che segua la legge del Corano. Tira aria di fondamentalismo e tutti gli altri, anche i musulmani moderati, sono considerati eretici da eliminare. Come è scoppiata questa terribile guerra? Ci siamo svegliati un giorno e abbiamo trovato i ribelli. In Siria vi era una convivenza pacifica fra tanti fedeli di ogni religione: una ricchezza sia dell Islam (sunniti e sciiti, curdi, e altri) sia delle Chiese cristiane, con diversità di riti. E c era pure una comunità ebraica. Un Paese esemplare per la convivenza pacifica fra le diversità, retto da una dittatura moderata, attorno a una figura carismatica (secondo la cultura orientale), il presidente Assad Bashar, che teneva tutti uniti e aiutava chi era in difficoltà. Di fronte alla rivoluzione che posizione hanno quindi i cristiani? I cristiani all inizio erano molto cauti, i patriarchi non dicevano nulla, parlavano sempre di pace. Tutti noi cristiani sapevamo che una riforma ci voleva in Siria, ma vale la pena di farne una sanguinaria? Noi vogliamo un cambiamento verso una vera democrazia, ma con il dialogo e un processo pacifico. Purtroppo qualcuno non ha voluto questo dialogo ed è rimasto completamente chiuso alle aperture del governo. Del resto, per noi cristiani chi può essere oggi il punto di riferimento legittimamente eletto? È il presidente, confermato con una recente elezione dalla maggioranza del popolo. Noi in Siria siamo una famiglia di cui forze esterne hanno distrutto i cuori. Per noi la guerra è causa di grande sofferenza: io Padre Ibrahim con don Emilio Lingiardi. Sotto, la Fiera delle nebbie organizzata per raccogliere fondi da inviare in Siria e una drammatica immagine delle distruzioni avvenute ad Aleppo sono cresciuto anche nella casa di una famiglia di sunniti, e sentirsi oggi attaccati come cristiani crea grande dolore. Stanno distruggendo la convivenza pacifica della Siria. Cosa mi dici dell Isis? Secondo voi, un esercito di combattenti, ben organizzato, con una tecnologia sofisticata, può nascere da un giorno all altro dal nulla? E poi vanno subito a mettere le mani dove c è petrolio e gas? Ma per che cosa distruggere un popolo, una cultura, una nazione, con la morte di centinaia di migliaia di persone? Ridurre a macerie due milioni di abitazioni? Vale la pena per il petrolio e per il potere? Come mai l Occidente si è scandalizzato solo per gli sgozzamenti di cittadini americani? In Siria hanno sgozzato giovani, hanno rapito bambini, hanno compiuto atti di cannibalismo per tre anni, perché nessuno si è scandalizzato? Per non dire della vendita di organi di bambini e di ragazzi presi nei campi profughi. Questo profughi sono raccolti non solo per fini umanitari, ma perché sono un bacino di utenza per ragazzi da arruolare con i terroristi, fonte di arricchimento per chi vuol comperarsi un qualche organo, per circondare gli emiri di belle ragazze. Cosa temete dell Isis? Puntano allo stato islamico puro, prendendo tutti i territori dove possono arrivare. Il richiamo attraverso i media può far nascere tante cellule in tutto il mondo con la stessa idea della guerra santa e dello stato islamico puro. È quanto ha detto una volta il presidente siriano: Voi nutrite il fondamentalismo qui da noi, ma esso arriverà anche da voi. L hanno considerata una minaccia, ma aveva ragione. È un grande pericolo anche per voi. Ora in Siria abbiamo un milione di profughi, tanta gente è sparita. I Paesi che ospitano questi profughi siriani (Libano, Giordania e Turchia) guadagnano centinaia di milioni di dollari pagati dall agenzia dell Onu. Quale la situazione dei cristiani? La Chiesa cattolica è già una minoranza cristiana tra una maggioranza ortodossa, non abbiamo un clero diocesano, ci siamo noi frati francescani della Custodia. La nostra presenza è antica: è iniziata nel sec. XIII e abbiamo fatto sempre i parroci. Non abbiamo nessun mezzo per fare un censimento di quanti cristiani sono rimasti in Siria: tu bussi alle porte e nessuno risponde; se ne sono andati definitivamente o temporaneamente? O sono morti? Il costo della vita diventa sempre più caro. La guerra infatti ha come obiettivo la distruzione dell economia del Paese, l unico che non aveva debiti nel Medio Oriente. In questa settimana, ad esempio, è raddoppiato il prezzo del gasolio. Gli obiettivi dei rivoluzionari sono state le fabbriche, i ponti, le strutture logistiche del Pasese, persino le pompe per purificare l acqua. Nei centri ospedalieri ci si curava gratis, il 90% delle medicine consumate veniva prodotto in loco: oggi tanti centri ospedalieri sono stati distrutti. Sei destinato alla città di Aleppo, cosa troverai giungendo nei prossimi giorni? Aleppo è la secconda città della Siria come Milano per l Italia, ma aveva il 60% della forza industriale: nella prima fase i rivoluzionari hanno saccheggiato 110 società industriali, hanno venduto il materiale in Turchia e distrutto tutti i locali: un gioco sporco. Si combatte casa per casa, le zone sono occupate o dall esercito o dai miliziani. Vi è un lancio quotidiano di missili e di bombe gas sulla zona della città, dove abita chi non ha voluto partecipare alla rivoluzione. I cristiani e altre minoranze pacifiche sono considerati nemici e tutta la vendetta e l odio sono contro le persone che vogliono vivere in pace. La scorsa settimana una bomba su una scuola di Aleppo ha ucciso bambini e mutilato decine di innocenti, musulamni, cristiani e di altre confessioni. Due mesi fa, il massacro di bambini a Homs nel centro della Siria, che ha fatto scalpore in tutto il mondo. La tua missione? Sono cosciente che tantissime sono le sfide ad Aleppo. Il mio compito è offrire il pane spirituale, aiutare la gente sotto la prova. Ma non possiamo fare questo senza dare il cibo a chi non l ha, aiutare gli anziani che hanno una pensione minima, riparare le case, le scuole e gli ospedali danneggiati, le persone ferite che hanno bisogno di interventi chirurgici. Siamo una comunità di tre francescani in un convento dedicato a San Francesco. Siamo il punto di riferimento. Ho definito la mia missione come la luce di una candela che cerca di illuminare le tenebre di Aleppo. Noi non penseremo solo ai cristiani, alla nostra porta bussano tutti e noi siamo vicini a tutti. Dio si è fatto carne per avvicinarsi ed essere con noi per maniferstare l amore e la tenerezza di Dio Padre: noi che siamo fango, il minimo che possiamo fare è di stare con questa gente che soffre, come testimonianza dell incarnazione. Vogliamo essere, come dice il Papa, segno della tenerezza di Dio, della sua vicinanza all uomo che soffre. Poi mi accorgo che siamo molto limitati, però già il fatto stesso di essere presenti e soffrire con la gente, vivendo la stessa loro condizione, è già un buon annuncio dell incarnazione e un augurio di Buon Natale. SVENDITA TOTALE SVENDITA TOTALE giubbetti motocicletta a partire da 9,90 outlet IRVING SRL - Via Milano Crema - Tel ORARI APERTURA: LUN - GIO e VEN

4 In primo piano 4 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 AREOPAGO Lo spazio per il confronto delle opinioni DIRITTI & DOVERI DI CITTADINANZA NUOVE MOSCHEE? INDIVIDUARE UN PERCORSO DI GARANZIA SCRIVETECI IL VOSTRO PARERE (Delle opinioni pubblicate sono responsabili i firmatari senza coinvolgere la linea del giornale) 4 IL PENSIERO DI BOUZAIANE DHAOUADI COORDINATORE DELLA COMUNITÀ ISLAMICA In merito alla richiesta di realizzare una moschea a Crema, abbiamo ascoltato il diretto protagonista. È il sig. Bouzaiane Dhaouadi, tunisino; vive nel cremonese da 20 anni e a Crema dal Sposato con due figli. Sono il coordinatore tra la comunità musulmana locale e il Comune di Crema ci spiega e abbiamo fatto un associazione con uno specifico statuto, che si identifica con la nostra comunità cremasca. Lei dunque è l imam? No. Sono soltanto il coordinatore con il Comune. Non abbiamo un imam fisso che guida la preghiera. Durante quella giornaliera abbiamo ogni volta una persona che la guida; la stessa cosa avviene il venerdì, quando è in programma la preghiera comune. È consistente la comunità islamica cremasca? Conta complessivamente 350 persone (escluse le donne, anche se la maggioranza dei presenti sono giovani soli o uomini che hanno le famiglie nel Paese d origine) di varie nazionalità: marocchina, egiziana, tunisina e di altri Paesi non di lingua araba come i senegalesi, i pakistani, bengalesi. Quali sono i pilastri dell Islam? Il primo è la preghiera. Ogni musulmano credente la deve recitare cinque volte al giorno: ci incontriamo per una preghiera di cinque minuti. Nei giorni feriali siamo non più di venti persone, mentre di venerdì arriviamo a un numero di 300: attualmente la preghiera del venerdì la teniamo alla colonia seriana. Nei luoghi di preghiera c è spazio per uomini e per le donne. Ma oggi questo spazio non l abbiamo: le donne vengono comunque tutte le sere nel mese del Ramadam. In cosa consiste la preghiera? Ognuna è diversa dall altra: si legge un testo del Corano e si fanno invocazioni: due al mattino, quattro al pomeriggio e quattro alla sera. Sono formule fisse che tutti conoscono. Quale richiesta avete fatto al Comune di Crema? Abbiamo chiesto uno spazio più idoneo per la nostra preghiera. Che differenza passa tra una moschea e una musalla? La differenza tra moschea e musalla è chiara: la moschea deve avere il minareto, la musalla no. È diversa l architettura, ma identica la funzione. Noi abbiamo chiesto un semplice spazio di preghiera per 300 persone, una musalla, in pratica. Sono, questi, luoghi di preghiera o anche di qualcos altro? Sono luoghi di preghiera e si cerca anche di insegnare ai bambini la lingua araba. Nel weekend si danno lezioni ai fedeli di educazione e comportamento. Non c è molto bisogno di insegnare il Corano, chi viene da noi lo sa già. Potranno entrare tutti in questo spazio che chiedete, come è possibile entrare nelle nostre chiese cattoliche? È uno spazio aperto a tutti, ma ci sono delle regole da rispettare. Noi ad esempio mettiamo i tappeti per terra e le persone si devono togliere le scarpe. Per le donne musulmane si richiede un vestito adeguato; anche quelle non musulmane ben vengano, purché adeguatamente vestite. Ma la musalla sarà aperta solo nel momento delle preghiere, poi resterà chiusa. La predicazione verrà esercitata in lingua italiana? La predicazione è sostenuta dall imam: attualmente prepariamo tra di noi una persona che guida la preghiera, oppure contattiamo qualche imam dei territori limitrofi. Per diventare imam bisogna avere conoscenza del Corano e dell Islam. Nei Paesi di origine si chiede anche un corso di studi, qui da noi no. Di solito l imam è il responsabile che viene scelto dalla comunità che lo paga anche. La predicazione viene fatta in arabo e solo negli ultimi dieci minuti in italiano, anche perché non tutti conoscono l arabo. Qualcuno chiede che la predicazione sia tutta in italiano. E impossibile perché molte persone non conoscono l italiano. Come mai non è possibile da parte della comunità islamica firmare un intesa con lo Stato italiano, come avviene per qualsiasi altra confessione religiosa? Senza una realtà giuridica riconosciuta come farete a firmare accordi anche con il Comune di Crema? È un bel problema, perché noi veniamo da vari Paesi, quando uno parla con lo Stato italiano in che veste parla? Come marocchino, come bengalese... come chi? Noi non abbiamo un responsabile gerarchico, perché l appartenenza alla nazione è più forte che l appartenenza religiosa. Non riconoscete almeno l Ucoii, l Unione delle Comunità Islamiche d Italia? Non la riconosciamo. Non siete dunque uniti? Siamo diversi. È una debolezza per voi... Ammetto, ma una unione universale la vedo impossibile. Ci sono anche motivi di divisione dal punto di vista politico: pure riguardo alle rivoluzioni nate negli ultimi anni, ci sono idee diverse e non è possibile trovare un pensiero comune. Avete preso posizione, recentemente contro le violenze dei terroristi dell Isis, come intendete contrastare questo fenomeno? Noi abbiamo preso questa posizione come comunità cremasca. Siamo molto negativi nei confronti dell Isis. Può succedere che altre comunità siano d accordo? Non credo, forse qualche singola persona, ma non penso che le comunità siano d accordo. Non è così facile per l Islam uccidere una persona: il Corano dice assolutamente di no. Ci sono giovani occidentali che si arruolano nell Isis. È un discorso molto vasto e complicato. Come comunità non entriamo in merito. Di queste cose non parliamo nemmeno. E che posizione prendete sul caso di Asia Bibi condannata a morte in Pakistan e della giovane Reyhaneh Jabbari impiccata sabato l altro in Iran? Qui non si tratta di terroristi, ma di Stati sovrani! Come comunità non sappiamo neanche che cosa è successo. Comunque non è giusto. Ma queste sono questioni politiche tra le varie confessioni islamiche: noi siamo contro ogni tipo di violenza, materiale o mediatica. Le due sfortunate donne ci portano a riflettere sulla posizione della donna all interno della comunità e della cultura islamica. A noi pare che non siano rispettati i loro diritti: penso, ad esempio, al burka e all infibulazione. Un conto è il vestito islamico, un conto è il burka. Burka e infibulazione non fanno parte dell Islam. Sono state agganciate all Islam ma appartengono alla cultura tribale di alcuni popoli. Il divieto di matrimonio con i cristiani comunque esiste. Per la legge islamica un musulmano deve sposare un musulmano fa parte della nostra religione. Non è possibile sposare un cristiano. Cosa fanno le comunità islamiche, compresa quella cremasca, per accogliere i musulmani che provengono dall Africa o da altre zone? Non abbiamo posto. Partecipiamo a un progetto Caritas per ospitare ragazzi musulmani presso famiglie musulmane. Ma è una scelta personale. Come comunità non abbiamo posti. Durante il Ramadam raccogliamo offerte per chi ha bisogno... prima della crisi le abbiamo raccolte per costruire la musalla. Vi sentite bene accolti nella nostra comunità cremasca, o vi sono problemi? Siamo stati bene accolti, ci troviamo benissimo. Anche se ci sono momenti di crisi anche per noi... Del resto noi non ci conosciamo tutti, anche fra coloro che vengono alla preghiera. Su quali punti possiamo creare un positivo e costruttivo dialogo tra musulmani e cattolici? Secondo me ci sono tanti punti per aiutare le persone che hanno bisogno, per educare le persone ad avvicinarsi a Dio: vedo una società molto secolarizzata. Dobbiamo ripensare insieme una cultura aperta al trascendente. Insieme possiamo collaborare per la salvaguardia e il valore della famiglia e per l educazione dei giovani. gizeta NON C È NESSUN PRESUPPOSTO PER METTERE IN DISCUSSIONE LA MOSCHEA Sono consapevole del fatto che, in larga parte per un azione volutamente allarmistica e strumentalizzante che agisce anche grazie alla non conoscenza e alla disinformazione, la questione luogo di culto islamico a Crema sia divenuta calda: per questo mi preme ringraziare il Nuovo Torrazzo per il confronto che ha aperto sulle sue colonne. Non voglio certamente far lezione di religione a nessuno, tuttavia non posso non osservare come chi si dice portatore di una religione che predica di amare il prossimo tuo come te stesso potrebbe probabilmente già in questo trovare sufficienti argomenti per rispondere positivamente al quesito sulla possibilità di aprire una musalla nella nostra città: certamente senza alcun esborso economico da parte del Comune e rispettando tutte le indicazioni che la legge prevede. Spostando il ragionamento su un piano meno teologico ma pur sempre razionale, sono dell avviso che vadano presi in attenta considerazione due piani, che io ritengo fondamentali, per poterci orientare verso la scelta migliore. Innanzitutto un livello di principio: viviamo in un Paese democratico in cui ognuno può praticare, senza ledere gli altri, la propria religione qualunque essa sia. Tengo a sottolineare come non ci stiamo muovendo su una questione etnica o dello straniero ( migrante, direbbe papa Francesco) ma di libertà del cittadino, di esercizio fattivo del nostro vivere democraticamente: potrei essere io a voler diventare musulmano e la professione della mia religione in un luogo adatto non mi potrebbe essere in alcun modo impedita, tanto meno con false argomentazioni circa i concordati Chiese - Stato Italiano poiché, questi ultimi, si occupano solo di eventuali effetti civili di atti religiosi e, certamente, non subordinano il diritto alla libertà religiosa. Esiste poi un livello pratico: siccome nessuno di noi vive sulla luna ma attraversa le strade di Crema quotidianamente, incontra le persone, si relaziona con loro e insomma vive e si muove qui ed ora, non possiamo esimerci dal considerare chi sono queste persone che, come noi, vivono qui ed ora e con noi condividono la quotidianità. La comunità musulmana cremasca è insediata qui da circa venti anni e, come tutti, contribuisce alla crescita della nostra collettività di cui è una componente. Sono tragicomici i sospetti fatti circolare da certi politicanti locali che strumentalizzano i timori di ipotetici attentatori considerati tali (e quindi criminali) proprio perché musulmani. La tendenza a voler far coincidere il credente di fede musulmana con un terrorista è una vergognosa opera di disgregazione sociale e di banalizzazione dell altro che ha lo scopo (oltre a quello di voler guadagnare qualche voto scucito sul filo della paura e dell ignoranza) di renderlo oggetto e non più persona nella sua ricca complessità: ecco mi pare che questo risulti assolutamente inaccettabile sia da una prospettiva come la mia che da una cristiana: l incontro dei rappresentanti religiosi tenutosi in Comune circa due anni fa, a cui ha partecipato anche la Diocesi di Crema, raccontava proprio che le religioni e i luoghi di culto possono e devono diventare strumenti di integrazione. A testimonianza infine della correttezza della comunità musulmana mi piace evidenziare come abbia seguito tutti i passi legali e burocratici per avanzare la propria richiesta, esattamente come fece la Comunità dei Testimoni di Geova, verso cui non ci fu alcuna difficoltà a concedere le necessarie autorizzazioni. Mi sento quindi di poter concludere che, paradossalmente, non penso che ci siano nemmeno i presupposti per mettere in discussione la possibilità di aprire un luogo di culto islamico a Crema (con buona pace di grillini e della loro ipotesi di un referendum cittadino: non è possibile negare un diritto costituzionalmente riconosciuto!). On. Franco Bordo Deputato della Repubblica Italiana VIA STAZIONE, 8 CREMA TEL Sabato 29 novembre ore 15,30 scuola Dante Alighieri (ex Seminario) possibilità ingresso automobili nel cortile con entrata in via Goldaniga 2/a tradizionale incontro con i responsabili dei collettori parrocchiali Presentazione campagna abbonamenti 2015 con distribuzione del relativo materiale (elenchi, ricevute, calendarietti e omaggi).

5 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 BUONA STAMPA Avanti tutta! In primo piano GRANDE PROMOZIONE DI LIBRI 5 La Buona Stampa è in via Bottesini 4 presso il Centro San Luigi In vista del rilancio della libreria, la Buona Stampa vuol favorire i propri clienti e organizza una svendita di libri, non di stretta attualità, ma sempre di grande interesse, a un prezzo folle: 3 Euro per ciascun testo e 5 Euro per due libri. Sono testi che spaziano dalla cucina alla narrativa, dalla teologia all etica, ecc. È un occassione per leggere a costo zero e per gli amatori di trovare qualche testo di interesse a un costo veramente irrisorio. VI ASPETTIAMO NUMEROSI! UNA SANTA LUCIA IN PROMOZIONE GRANDE SVENDITA DI GIOCATTOLI A METÀ PREZZO Libreria diocesana al rilancio In vista della Santa Lucia e delle feste natalizie, è giunto il momento del rilancio della Libreria Diocesana Buona Stampa. A tutti è noto che il negozio di via Mazzini è stato chiuso a seguito della vendita, da parte della Fondazione San Pantaleone, dello storico immobile nel quale ha avuto sede fin dalla sua fondazione. Non tutti sanno invece dove si trova oggi la nuova libreria. È in via Bottesini, 4 a Crema, presso il Centro Giovanile San Luigi. La si nota subito appena entrati nell androne: l ingresso è a destra, prima della scala che sale al piano superiore. Le lungaggini burocratiche, il periodo estivo e le ferie hanno fatto sì che, dopo il trasloco effettuato alla fine del febbraio scorso, il nuovo negozio abbia potuto aprire nel mese di giugno, ma non ha ancora potuto rilanciarsi. Ora il momento è venuto e siamo qui a favorirlo. UNA LIBRERIA RELIGIOSA La novità più importante del nuovo corso della Buona Stampa sta nel fatto che il negozio si presenterà essenzialmente come libreria religiosa. Si è specializzata in un settore che altre librerie non curano con particolare attenzione. Del resto per quale motivo la diocesi (il Vescovo in primis) intende tenere attiva una libreria nella nostra città? È per un motivo di evangelizzazione: diffondere il pensiero e i valori cristiani anche con il libro. Vi pare giusto non poter trovare, in una città come Crema, un punto dove acquistare un testo di spiritualità, una Bibbia, il commento ai Vangeli, i discorsi del Papa, le vite di santi, ecc.? Noi intendiamo offrirvi il meglio di tutto ciò. Il negozio si sta fornendo di tutte le novità e nel giro di pochi giorni metterà in vendita anche libri regalo per le prossime feste di Santa Lucia e di Natale. Non mancheranno i presepi... punto forte della nostra libreria. Luisa e Ramon (nuova presenza in libreria come consulente) vi aspettano numerosi... già da oggi! La libreria è aperta con i seguenti orari: lunedì 15,30-18,30. Da martedì a sabato 9-12 e 15,30-18,30 COSA DICEVA IL BEATO ALBERIONE Chi è don Giacomo Aberione ( )? È il fondatore della Famiglia Paolina. È stato colui che ha capito come nel mondo di oggi sia fondamentale diffondere il Vangelo attraverso i mezzi della comunicazione sociale. E ha fondato un istituto i cui membri si impegnassero proprio in questa forma di apostolato. Al suo tempo parlava soprattutto di libri. Oggi noi parliamo anche di giornali, di radio, di tv, di social network. Ma non è detto che il vecchio e glorioso libro non sia ancora uno strumento importante a questo scopo, nonostante la forte crisi che attanaglia il settore. Ebbene, il beato Alberione diceva ai suoi religiosi: Dove cammina, verso quale mèta cammina questa umanità, che si rinnova continuamente sulla faccia della terra? Siccome la gente si allontana dalle chiese, voi dovete incontrarla là dove essa si fa trovare. I vostri pulpiti sono le linotype e il bancone della libreria. Una seconda iniziativa promozionale della Buona Stampa è la svendita di tutti i giocattoli di cui è fornita a metà prezzo. Si tratta di materiale nuovissimo, che non invecchia mai. Regalatelo ai vostri figli. Così, in questo periodo di crisi, potrete allestire una bellissima Santa Lucia con poca spesa. LIBRERIA ONLINE Collocata in una via meno visibile della precedente, la Buona Stampa vuole diventare molto visibile su altre vie, quelle del web. Ha dunque in progetto di costituire una mailing list di clienti (verrà fatta la proposta a tutti coloro che entreranno in libreria), di sacerdoti, di operatori della pastorale, per offrire loro una news letter con le novità presenti in libreria. Offrirà anche un servizio di acquisti online per chi volesse comprare qualsiasi libro (anche raro) tramite Internet. Non macheranno iniziative per illustrare volumi e autori di un certo interesse. Insomma la Libreria vuol diventare un centro di promozione culturale. Per altre informazioni

6 Opinioni e commenti 6 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 Un sabato qualunque nella nostra città Premetto che abito in piazza Garibaldi (purtroppo nuovo Bronx di Crema) e già questo è un problema di ordine pubblico, visto le innumerevoli segnalazioni effettuate, ma che non vengono minimamente prese in considerazione; reputo o meglio reputiamo (perché siamo in tanti a crederlo e a constatarlo di persona) assolutamente scandaloso un simile comportamento, finora solo Parole soltanto parole, memorabile disco di Mina. Tant è che anche nel penultimo fine settimana ci sono stati diversi episodi a partire da quello di venerdì alle 18 quando sotto il Platano due signori si sono massacrati. Però ogni giorno assistiamo a proclami sui media locali di cose che faranno, ma finora le definirei solo desiderata. Ma voglio raccontare l odissea di sabato 1 novembre, che potrebbe essere un qualsiasi altro sabato. Esco di casa mi reco dal panettiere e vengo subito assalito da 3 richiedenti denaro appostati attorno all entrata del negozio (che litigano tra di loro penso per il posto). Ovviamente molestano maggiormente anziani e donne. Supero questo ostacolo e, dopo aver acquistato il pane, vado a prendere il giornale e, all inizio di via Mazzini, un altro che mi chiede denaro con il berretto. Proseguo in via Mazzini, ed eccone un altro che mi vuol vendere dei libri; poco più avanti un signore in ginocchio che chiede elemosina, mentre dall altro lato della strada un altro signore suona la fisarmonica e ovviamente chiede altro denaro. Finalmente raggiungo piazza Duomo, proseguo verso via XX Settembre per girare in via Ponte Furio, perché devo andare al mercato. A metà di detta via altri due signori, molto insistenti, mi chiedono altro denaro, proseguo e arrivo al mercato dove noto che a tutti gli angoli delle strade ci sono appostati altri signori che richiedono altro denaro, compero al mercato quello che mi serve e cerco di rientrare a casa indenne. Il sabato ho altre due incombenze, andare purtroppo all Ospedale per trovare dei parenti e andare al cimitero per far visita ai miei defunti. Per cui rientro a casa, prendo l auto e mi reco al parcheggio dell ospedale (premetto che sono capace a guidare: è infatti dal 1972 che ho la patente e per lavoro ho fatto tantissimi chilometri). Qui un nugolo di signori mi dà indicazioni dove e come parcheggiare; mi fermo, esco dall auto e vengo letteralmente assalito da questi signori con un insistenza tale che mi incavolo e date le mie dimensioni desistono, ma non rinunciano con delle signore arrivate dopo di me. Fatta la visita, ritorno al parcheggio, stessa situazione; parto e mi dirigo al cimitero, posteggio l auto, arrivo all entrata e meno male che ci sono due donne che mi chiedono del denaro, però mi salutano, ricambio il saluto ed entro nel cimitero. Esco dal cimitero, solita richiesta di denaro e, mi ricordo, che devo prelevare dei soldi al bancomat. Mi reco quindi in piazza A. Moro. Anche qui mi sembra di essere incapace di guidare: Gentile Direttore, oggi si celebra la prima Giornata Europea della Musicoterapia, voluta dalla European Music Therapy Confederation per far conoscere questa disciplina nata all alba della storia dell umanità e riscoperta in questi ultimi anni per i suoi benefici effetti a molti livelli: comunicativo, psicologico, fisiologico, sociale Anche nel nostro piccolo, a Ripalta Cremasca, con la collega dott.ssa Simona Ghezzi, abbiamo organizzato una giornata di studio ed esperienze pratiche per conoscere ed apprezzare la musicoterapia. Ed è per questo che scrivo, per dire non solo della forza e della gioia che un certo modo di fare musica suscita in piccoli e grandi, ma per raccontare come è nato il laboratorio di Musicoterapia a Ripalta, perché è una storia di Provvidenza, generosità e passione che mi vede coinvolta in prima persona. Siamo nel non lontano Alla consulta Handicap del Comune di Crema mio marito e io (portavoci della comunità Papa Giovanni XXIII) conosciamo Giovanna Barra e Giorgio Marchesini, una splendida coppia impegnata in prima linea sul fronte della disabilità. Nasce una simpatia immediata che diventa amicizia e condivisione di sogni e speranze. Scopriamo di avere una preziosa conoscenza in comune: è don Franco Crotti, parroco di Ripalta, amico della Comunità Papa Giovanni, desideroso da tempo di dare una mano a tante famiglie coinvolte dalle problematiche dell handicap. La sua determinazione a impiantare nella sua parrocchia un servizio di musicoterapia, lo vede protagonista nel coinvolgere parrocchiani e volontari e nell aprire le porte di casa sua per mettervi un pianoforte a mezza coda e iniziare così l avventura della musicoterapia. Accolgo con gioia (ma anche un po di trepidazione) l idea di spostare il mio lavoro da Milano a Ripalta; le esigenze della famiglia che cresce, mi aiutano a fare questo passo. Ma il lavoro instancabile della Provvidenza non finisce qui. Molti sono gli incontri per niente casuali con famiglie, bambini, scuole che via via danno un volto e un carattere particolare al nostro modo di operare. Nel 2004 nasce Diversabilità onlus, l associazione dei genitori che frequentano la musicoterapia e di cui Giovanna Barra è presidente. La Provvidenza continua a incarnarsi nella generosità di tante persone, parrocchiani e non, che senza suonare fanfare, sostengono i costi del servizio e permettono a tante famiglie di usufruirne senza un carico economico eccessivo. E i numeri parlano chiaro: dal 2000 sono 60 i bambini e/o ragazzi presi in carico, 25 quelli seguiti attualmente. Nel tempo cresce dentro di me la passione per questo lavoro e la consapevolezza di avere ricevuto un tesoro in vasi di creta : il tesoro è il mio talento musicale, talento che intendo in senso evangelico, come capacità da mettere a servizio degli altri; il vaso di creta dei signori mi dicono dove devo posteggiare e come devo farlo (mi offrono anche tagliandi non scaduti, ovviamente in cambio di denaro); riesco a entrare in banca, prelevo, risalgo sull auto e La penna ai lettori La musicoterapia a Ripalta: storia di passione vado a casa. Nel primo pomeriggio mi reco all Ipercoop per fare acquisti e, stupore, oasi di pace, non c è nessuno che mi chiede denaro, che mi importuna! Finalmente! sono io, con le mie paure di non essere all altezza della chiamata. Ma le famiglie, i bambini mi danno forza e mi aiutano a superare alcune inevitabili difficoltà con il loro ritrovato sorriso, con la gioia di vivere che sboccia quando sono seduti o sdraiati sul coperchio del pianoforte a coda, quando le mamme vedono brillare gli occhi dei loro piccoli di una luce diversa, speciale. Ciò che accade in musicoterapia non è magia, o suggestione psicologica. La fisica acustica e quella quantistica riescono oggi a spiegare il principio della risonanza, da cui essa prende vita. Non è questo il contesto per approfondire la teoria, mi limito pertanto a testimoniare la gioia di sentirmi strumento di liberazione per tanti bambini e per le loro famiglie. Il corpo del bambino risuona sopra il pianoforte a coda mentre improvviso con lui e per lui. Cosa e soprattutto come improvviso? Il piccolo è come una partitura vivente; il mio compito è quello di pormi in relazione con lui scovando la musicalità insita in ogni suo gesto, respiro, sguardo Non importa ciò che non sa fare, ma ciò che è e ciò che possiamo fare insieme. Questo è il segreto e questo è ciò che rigenera i genitori. È prima di tutto un percorso educativo, nel senso etimologico del tirar fuori ; non per niente i genitori arrivano con l aspettativa di curare il bambino diminuendo i suoi deficit e si accorgono poi che ciò che cura veramente è la condivisione delle emozioni, è il non sentirsi più soli: grazie al gioco musicale sempre nuovo e imprevedibile, loro per primi provano curiosità, lasciano andare tensioni e chiusure, condividono il loro dolore e riescono a vedere il loro bimbo con occhi nuovi. Per questo mi piace dire che la musicoterapia consiste nello scoprire il bambino (con tutta la ricchezza e la bellezza dell infanzia) nella patologia. Fa parte di questo fruttuoso tirar fuori anche il percorso progressivo di conoscenza e stima con il locale Servizio di Neuropsichiatria Infantile e con quello territoriale del Tubero, nelle persone rispettivamente delle dott.se Silvia Badocchi ed Enza Crivelli a cui va la mia riconoscenza per il sostegno e la collaborazione. Un grazie anche al maestro Sante Bandirali e alla scuola di musica Consorzio Concorde che fin dalla sua costituzione ha sempre avuto un occhio di riguardo e attenzione per bambini e ragazzi speciali, accogliendo con grande professionalità tra le fila dei propri studenti giovani e giovanissimi che hanno ultimato con me il percorso di musicoterapia. Infine, ma primo in ordine di importanza, vorrei dire il mio grazie al Signore che con la sua Provvidenza mi ha guidata in questi 26 anni di attività lavorativa e mi dona quotidianamente la gioia di condividere le emozioni più belle e intime tra genitori e figli, emozioni che talvolta solo con la forza della musica riescono a prendere forma e a dare un rinnovato senso alla vita. Paola Balestracci Beltrami Arriva la sera e qui giunge la seconda parte della giornata: si sentono urla, litigi provenienti dai giardini e un fermento in piazza. Sono solo le 23, e la notte prosegue. Arrivano le due del mattino, ma non sono ancora riuscito a dormire, arrivano le tre, le quattro si sentono in continuazione in piazza litigate, urla davanti al kebab. Finalmente alle 5 di domenica mattina 2 novembre COSÌ NON VA COSÌ NON VA COSÌ NON VA COSÌ NON VA Il lago Gerundo è tornato!?! Siamo di fronte alla chiesa di Santa Maria delle Grazie in una via percorsa anche da bambini e ragazzi diretti al Campo di Marte e giovani che vanno a scuola e la pendenza errata dell asfalto o i tombini che non scaricano creano quando piove pozzanghere immense. Se piove per più giorni si torna, addirittura, indietro nel tempo, quando in città c era il lago Gerundo. Bello comunque il riflesso della chiesa nell acqua... Invitiamo i lettori a inviarci foto e brevi didascalie per evidenziare disagi o disservizi in città e nei paesi, non per spirito polemico, ma come servizio utile a migliorare l ambiente in cui viviamo. ritorna tutto tranquillo (ma a che ora devono chiudere le attività?) Mi chiedo se questa è civiltà, se questa è correttezza, se questo è rispetto, mi chiedo dov è finita la sicurezza dei cittadini (ricordo tutti gli innumerevoli fatti successi ai giardini e in piazza Garibaldi, tutte le denunce, etc.), ma capisco finalmente una cosa: noi cremaschi dobbiamo solo pagare, stare zitti, non lamentarci, in fondo siamo solo italiani che hanno contribuito alla costruzione dell Italia, ma la considerazione per i cittadini comuni e onesti, quella non esiste, il problema non è la sicurezza, non è la mancanza di lavoro, non sono le tasse in continuo aumento, ma per Crema il problema è la moschea (ah!, ricordo che la musalla è l equivalente dell oratorio dei cristiani). Lorenzo Perolini Banca Etica precisa Gentile direttore, prendendo spunto da una precedente lettera da te pubblicata, che interveniva sull intenzione di dismissione delle azioni di Banca Etica da parte del Comune di Romanengo, chiedo ospitalità per informare brevemente i lettori sulla questione. Nella nostra provincia sono attualmente 17 i Comuni soci di Banca popolare etica, a cominciare dai due maggiori: Crema e Cremona. Il coordinamento dei soci, di cui faccio parte, ha indirizzato in questi giorni un documento a tutti i sindaci e consiglieri comunali per evidenziare come solamente un interpretazione restrittiva della normativa inserita nella legge finanziaria del 2008, venga a imporre ai comuni tale dismissione. Sempre in questa comunicazione elenchiamo una lista di enti locali che hanno deliberato sia il mantenimento delle proprie quote azionarie e sia di rendere pubblica la loro decisione; tra i più importanti si possono ricordare: Comune di Brescia, Provincia di Verona, Provincia di Massa Carrara. È giunta notizia di una confermata adesione anche della provincia di Varese. A nostro parere la finalità primaria di bene comune, anteposto agli interessi degli azionisti, rende Banca etica un presidio prezioso per il sostegno all azione sociale a favore delle famiglie e persone più in difficoltà. Come istituto di credito, anche Banca etica non fa beneficenza, ma si pone a supporto delle organizzazioni di volontariato e cooperative, che, senza sostituire gli enti locali, di fatto spesso compensano la carenza di risorse dei comuni. Questa alleanza con i territori (e quindi con chi li amministra), la si può poi ritrovare anche in altri due aspetti: l attenzione per un economia ecologicamente sostenibile e per la trasparenza nell economia e nella finanza, due vincoli non solamente morali ma si può dire ormai di sopravvivenza. Per i lettori che volessero leggere il testo integrale inviato ai Comuni, segnalo la possibilità di digitare in un qualsiasi motore di ricerca Internet: zoes git cremona. Piero Cattaneo PASTICCERIA La Treccia d Oro TIPICO ARTIGIANALE CREMASCO Comm. Vittorio Maccalli Crema piazza Garibaldi, 77 Tel

7 sabato 15 novembre SCRP Sicurezza: in arrivo il grande fratello? di ANGELO MARAZZI Nell assemblea di Scrp dell altro ieri i sindaci, dopo un ora abbondante di discussione, hanno concordato sulla necessità che l ipotesi di installare i cosiddetti varchi elettronici, per garantire una maggior sicurezza va ulteriormente approfondito nel Cda, per definire meglio soprattutto gli aspetti relativi al finanziamento e alla gestione. Il progetto prevede due anelli uno lungo il perimetro del territorio e il secondo, più interno, attorno alla città e alcuni dei Comuni contigui sulle principali strade d accesso dove, con la collaborazione delle forze dell ordine, son stati individuati 20 punti strategici in cui posizionare questi muri virtuali. Impianti video particolari con telecamere che vedono anche di notte, su targhe sporche... che collegati alla centrale operativa sono in grado di procedere all identificazione immediata delle targhe eventualmente incluse nella black list, consentendo l intercettazione di veicoli sospetti e di monitorare il traffico delle merci e che tipo di automezzi transitano. Oltre a queste funzioni d ausilio all attività investigativa, hanno anche funzioni sanzionatorie di veicoli senza revisione o assicurazione, che trasportano merci pericolose non autorizzate o pesanti che passano in zone vietate. Il costo della centrale operativa è stimato sui 30 mila euro, mentre ciascun varco 20 mila per un investimento complessivo, dunque, di 400 mila euro più la connettività che è in corso di trattativa con Linea Com, oltre a circa 40 mila euro l anno per la manutenzione. Un importo consistente, che verrebbe sostenuto con i proventi delle multe che, stando a quanto rilevato in zone dove il sistema è attivo, fioccano a raffica, impietose. Forti le perplessità espresse da diversi sindaci su questa forma di finanziamento: Antonio Grassi, di Casale, in testa, che ha innanzi tutto chiesto un business plan più definito e ha poi ritenuto alquanto aleatoria la prospettiva di far conto sulle multe; che in linea teorica, se i cittadini fossero in larga parte autisti modello, potrebbero non dare entrate. Oltre ad avere non poche remore su questa modalità, che va a gravare ulteriormente sui poveri contribuenti. Da approfondire anche la gestione, al momento ipotizzata in capo alla Polizia Locale, che andrebbe però specificatamente riorganizzata; tenendo inoltre conto che alcune funzioni investigative sono di stretta competenza di Polizia e Carabinieri. In apertura, il presidente di Scrp Pietro Moro riprendendo l argomento lasciato in sospeso nella riunione dell altra settimana ha informato l assemblea sulla gara relativa al servizio d igiene ambientale nel territorio. Auspicando la disponibilità di alcuni sindaci ad affiancare, insieme ad alcuni tecnici dei Comuni, la società di consulenza la Sintesi srl di Padova, che s è aggiudicata il lavoro con un offerta di 84 mila euro che deve costruire il capitolato di gara in scrupoloso rispetto delle indicazioni date dai sindaci a Scrp e deliberate dai consigli comunali. L avvocato Luca Guffanti, consulente della società, ha quindi illustrato la convenzione da approvare relativa alla gestione associata delle funzioni amministrative prevista dal decreto legge 78/2010 e successivi correttivi, che impone agli enti inferiori a 5 mila abitanti che attiene esclusivamente al servizio raccolta rifiuti da attuare in questa forma. La bozza di convenzione, ha precisato Moro, contiene opzioni per arrivare alla gestione unitaria del servizio, per un unico contratto. E sarà inviata a tutti i Comuni, per attivare un percorso di interlocuzione. È comunque emerso il dato che, essendosi dilatati i tempi di attuazione dell iter rispetto alla delega a Scrp come stazione appaltante per il contratto, i vari Comuni hanno proceduto ad associare la funzione con realtà confinanti. Convenzioni del tutto valide, è stato riconosciuto, che dovrebbero però essere revocate per aderire alla nuova convenzione unica. Che eviterebbe il rischio di diseconomie connesse alla frammentazione. CASERMA VIGILI DEL FUOCO Precisazioni del presidente di Scrp Moro L o studio di una nuova caserma dei Vigili del Fuoco nell area in via Macallé sul lato est della strada appena oltrepassato il cavalcavia per San Michele, già di proprietà della stessa Società reti e patrimonio sta incontrando ostacoli. Di traverso si son messi infatti, la scorsa settimana, i sindaci di Spino e di Casale. I quali in un comunicato il primo, con dichiarazioni su stampa e sul suo blog il secondo hanno espresso le rispettive perplessità, riferite alla prospettiva che a finanziare l intervento siano i cittadini del territorio, anziché il ministero competente. A ridosso dell assemblea dei sindaci dell altro ieri, il presidente di Scrp Pietro Moro ha inviato loro alcune sue riflessioni in merito. Evidenziando in premessa come l incarico alla società di sviluppare il progetto della nuova caserma sia stato votato da quasi l 85% dei soci. Scrp ha del resto come mission anche quella di presidiare la realizzazione delle infrastrutture strategiche e di pubblica utilità del nostro territorio. E pertanto il Cda, di concerto con il Comitato puntualizza nella nota ha ritenuto di portare all attenzione dei soci un progetto che consenta di non perdere, dopo il Tribunale, anche la caserma dei VVFF, intesa come una presenza fondamentale per garantire la sicurezza e lo sviluppo economico dei nostri Comuni. In ordine alle preoccupazioni espresse in specifico dal sindaco di Spino Riccaboni, il presidente assicura che il progetto proposto, non comporti un depauperamento del patrimonio. Anzi, al contrario, possa notevolmente valorizzarlo. Concorda, invece, che sia allarmante, per tacere d altro, il completo disinteresse dello Stato sul tema caserme e più in generale della sicurezza. Aspetto relativamente al quale il sindaco di Casale Grassi, in particolare, ha richiamato con rigorosa precisione le prese di posizione di appena tre anni fa contrarie a che si dovesse far carico la comunità locale di strutture di competenza dello Stato centrale. Nel ritenere poi che il progetto dei Varchi potrebbe generare risorse spendibili per ammortizzare anche altri investimenti inerenti la sicurezza tra cui la nuova caserma Moro riconosce di dover in ogni caso, allo stato attuale, prevedere l imputazione del costo della caserma dei VVFF a carico dei Comuni soci che aderiranno, proprio in una logica di tutela del patrimonio della società. E accoglie l invito di alcuni sindaci a incontrare aziende che, per tipologia di attività, si caratterizzino per un maggior impatto sicurezza; e ciò al fine di reperire risorse che consentano di abbattere ulteriormente il contributo oggi ipotizzato a carico dei Comuni. A.M. L ASSEMBLEA DEI SINDACI HA DECISO CHE L IPOTESI D INSTALLARE NEL TERRITORIO I PRIMI 20 VARCHI ELETTRONICI SU DUE ANELLI, VA MEGLIO DEFINITA. SCELTA LA SOCIETÀ PER STILARE IL CAPITOLATO DEL SERVIZIO DI IGIENE URBANA Il presidente Pietro Moro durante l assemblea dei sindaci di Scrp dell altro ieri NUOVO CANILE: GESTIONE CRITICA Randagi si diventa ha incontrato Scrp Una rappresentanza dell Associazione Randagi si diventa onlus ha incontrato l altro ieri, prima dell assemblea di Scrp il comitato ristretto dei sindaci della società dei Comuni del territorio, che sta realizzando il nuovo canile rifugio consortile a Vaiano Cremasco. Obiettivo: illustrare le criticità espresse dal gruppo di volontari tra cui cinque dipendenti attualmente addetti agli animali ospitati nella struttura in piazza Croce Rossa in città in un comunicato diffuso in settimana e anticipate sul nostro giornale nella precedente. Su tutte, la pressoché certa impossibilità che l eventuale nuovo gestore riesca a mantenere la nuova struttura con un budget annuo inferiore del 60% all attuale. I rappresentanti dell associazione hanno ritenuto in ogni caso utile il confronto, nel quale hanno ribadito le loro forti perplessità ed espresso le motivazioni per le quali un bando così articolato non poteva che avere pochissimi partecipanti quindi, anche tanti dubbi sulla qualità della gestione. Ottenendo dai sindaci ed Scrp l impegno a tenere monitorato la futura gestione, affinché la nuova struttura del canile, agognata da decenni, non fallisca miseramente a causa di una condizione gestionale affidata guardando solamente la favorevole proposta economica. Mentre nessuna soluzione s è profilata relativamente agli operatori attualmente in servizio presso il canile di Crema, non essendo state inserite nel bando pubblico garanzie riguardo al mantenimento del posto di lavoro. A difesa dei quali, nei giorni scorsi, si sono espressi con un comunicato a firma congiunta il presidente della Federazione dei Verdi cremasca Andrea Ladina e il consigliere comunale della lista Vaiano democratica e ambientalista Giovanni Alchieri. I quali, avendo pienamente condiviso la disponibilità molto opportunamente data dall amministrazione comunale di Vaiano a ospitare sul proprio territorio la nuova struttura comprensoriale indispensabile contro il randagismo e il benessere animale, hanno sollecitato il Comune a far sentire la sua voce affinché il passaggio dalla vecchia alla nuova struttura avvenga senza produrre tagli drastici al personale. Ritenendo importante favorire quanti da anni lavorano con gli animali del canile, hanno quindi chiesto al sindaco Domenico Calzi di attivarsi presso Scrp, affinché chiunque vincerà la gara d appalto includa nel proprio personale i lavoratori attualmente in servizio. Aemme DETRAZIONI FISCALI FINO AL 65% INVESTIRE SUGLI EDIFICI NON È MAI STATO COSÌ CONVENIENTE Puoi beneficiare delle agevolazioni fiscali della finanziaria 2014 per il risparmio energetico. Potrai così sostituire la vecchia caldaia o l impianto di riscaldamento RISPARMIANDO FINO AL 65% Tepoerservice in collaborazione con Riello ti offre soluzioni immediate e vantaggiose per rispettare l ambiente con una moderata spesa AGENZIA E SERVIZIO TECNICO AUTORIZZATO Teporservice S.r.l. per Crema e Cremona CREMA (zona PIP - S. Maria) via Raffaello Sanzio CREMONA via S. Ambrogio Visita il nostro nuovo sito caldaia a condensazione FAMILY CONDENS AZIENDA CERTIFICATA ISO CERT. N CENTRO CULTURALE CREMASCO STEFAN WYSZYNSKY VITA DI DON GIUSSANI Presentazione del Libro di Alberto Savorana VENERDÌ 21 NOVEMBRE ORE 21 CHIESA DI S. BERNARDINO AUDITORIUM MANENTI VIA C. BATTISTI - CREMA Interverrà S.E. OSCAR CANTONI vescovo di Crema Partecipano FRANCESCO ALBERONI sociologo ALBERTO SAVORANA autore #dongiussani Vita di don Giussani

8 L ac i tt à 8 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 BANDO CARIPLO Welfare in Azione GLI SVILUPPI DEL PROGETTO CONDIVISI CON IL 3 SETTORE di ANGELO MARAZZI Il referente per il distretto cremasco del progetto Cariplo Welfare in Azione, dottor Angelo Stanghelli, ha riunito mercoledì i rappresentanti del Terzo Settore del territorio in sala Fra Agostino, presso il Museo civico per fare il punto degli sviluppi del medesimo, in vista della scadenza del Bando, il 28 novembre prossimo. Il progetto, ha spiegato, di valenza triennale, si pone l obiettivo di promuovere benessere e ricchezza relazionale quali esiti di un nuovo modello di welfare, sostenendo un forte processo di cambiamento, sia culturale che operativo, che porti al superamento della condizione di fragilità connessa all isolamento, alla mancanza di reti familiari e amicali e alla limitata possibilità di accesso alle opportunità e alle condizioni di benessere che rendono possibile un progetto di vita personale e comunitario. In concreto il progetto che sarà poi il nucleo fondamentale del 5 Piano di zona nell anno 2015 si sviluppa su tre leve : dei Patti Generativi, della Progettazione Partecipata e Azioni di sistema, che si traducono in una serie di azioni. DOMANI DALLE 7 ALLE Giornata ecologica: senza auto in centro Visto il successo degli scorsi anni, il Comune di Crema continua l iniziativa, promossa dall assessorato all Ambiente, nell ambito delle attività programmate per la tutela ambientale. Domani, in concomitanza con l altrettanto ormai tradizionale Maratonina di Crema, dalle ore 7 alle 13.30, tutti i cittadini sono invitati a partecipare attivamente alla Giornata Ecologica Senza Auto e, nello spirito dell iniziativa, a muoversi con mezzi alternativi ed ecologici: a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici. La chiusura al traffico veicolare interesserà essenzialmente il centro città. Ovvero saranno chiuse al transito con transenne: viale De Gasperi all intersezione con Due, relative alla prima leva : patti per l inclusione attiva, sono coinvolti operatori dei servizi sociali e del privato sociale, e sono previsti 100 progetti individualizzati, destinati a nuclei familiari con minori in condizione di fragilità socioeconomica. Con un budget complessivo per l intera provincia di 200 mila euro punta a passare da misure di natura assistenziale a progetti di inclusione sociale nei contesti di vita delle persone. La seconda azione è mirata all autonomia, attraverso 50 percorsi per 25 soggetti adulti da 30 a 44 anni e 25 per giovani da 19 a 29 anni in condizioni di difficoltà lavorativa. Tre invece le azioni previste nell ambito della seconda leva. Laboratori di comunità, 15 laboratori ogni anno di cui 6, ha assicurato Stanghellini, nel Cremasco che coinvolge oltre agli operatori dei servizi sociali e del privato sociale, anche realtà informali, associazioni di volontariato, parrocchie, con un budget di 150 mila euro, più altrettanti per sei community maker, e destinati a quartieri, paesi, comunità parrocchiali, gruppi informali. Un altra che vede coinvolti anche istituzioni scolastiche, associazionismo familiare realtà profit erogatori di servizi prevede via Mercato; le vie F.lli Bandiera, Gramsci, Quartierone e Monte di Pietà alle rispettive intersezioni con via Mercato; le vie S. Chiara e Palmieri alle intersezioni con via Stazione; piazzale Rimembranze all intersezione con via Cadorna, con obbligo di svolta a sinistra in direzione S. Bernardino; via Bombelli all intersezione con via IV Novembre e questa all intersezione con via Viviani; via Piacenza all altezza di via Macello, con obbligo di svolta a destra sulla stessa; via Dogali all intersezione con via Piacenza; le vie Matilde di Canossa, Macallè e Capergnanica all intersezione con via Libero Comune. I residenti nel perimetro potranno utilizzare l automobile GOLF: pioggia sì... ma sul green si gioca Anche se un po ostacolata dalla pioggia, prosegue l attività agonistica sul green del Golf Crema Resort. Nella gara Quando il legno incontra il golf, 18 buche Stableford per atleti di tre categorie aperta ai nc, nella Prima categoria Lordo Medal il migliore è risultato Nicola Alessandro Coletto del Golf Club Crema, che ha messo in fila Gerardo Rinaldi del Circolo Golf Cà degli Ulivi. Nella Prima categoria Netto Medal, Coletto ha concesso il bis precedendo Rinaldi. A Gianmarco Giassi del Golf Club Crema è invece andato il successo nella Seconda categoria, davanti a Eugenio Marchesi del Golf Club Il Torrazzo. Nella terza categoria, infine, il più abile è stato Giorgio Contaldi del Golf Club Il Laghetto, che ha avuto la meglio su Marcello Caravaggio del Golf Club Crema. A seguire si è disputata la Coppa gastronomica del bollito, Louisiana a due giocatori a 18 buche Stableford per categoria unica, aperta ai nc. La gara ha avuto una partenza shot gun. Nella Prima categoria Netto, si è imposta la coppia composta da Viviana Rizzo e Gianmarco Giassi, che ha preceduto Marco Luciano Moscone. Nel Lordo, successo di Antonio Maioli e Fabrizio Borelli davanti a Rizzo-Giassi e a Guerra-Boscolo. Dopo la premiazione si è tenuta la cena a base di bolliti. Oggi e domani, il calendario del circolo cremasco offre altri due appuntamenti agonistici. Oggi si disputa un altra tappa della Coppa gastronomica del bollito, 4 palle 2 giocatori, 18 buche Stableford per categoria unica, aperta ai nc. La gara avrà partenza shot gun. Domani sarà la volta della Golf italiano winter cup race to Turchia, 18 buche Stableford per tre categorie e nc con in palio quattro weekend al Golf Toscana per la finale nazionale di maggio e finale internazionale in Turchia a giugno. dr Il dottor Stanghellini nell incontro di mercoledì con i rappresentanti del Terzo Settore sul progetto Bando Cariplo Welfare in Azione unicamente nel caso in cui risulti necessaria l uscita, ricordando che l accesso alla propria abitazione sarà possibile solo dopo la riapertura, fissata alle ore Nella stessa mattinata, inoltre, si svolgerà l ottava edizione della Maratonina Città di Crema, pertanto piazza Garibaldi, via Mazzini, via Manzoni, piazza Duomo, via XX Settembre e piazza Giovanni XXIII saranno transennate e chiuse al traffico, anche per i residenti. L obiettivo è quello di promuovere un modo diverso di vivere la nostra città afferma l assessore all ambiente Matteo Piloni coinvolgendo i cittadini, le associazioni e chiunque viva o operi sul nostro territorio per comprendere il valore positivo delle limitazioni alla circolazione delle auto e, più in generale, il beneficio qualitativo derivante dall adozione di stili di vita più ecocompatibili. Se la nostra azione coordinata di sensibilizzazione sul tema della qualità dell aria avrà il successo riscosso nelle precedenti giornate senz auto aggiunge potremo orgogliosamente affermare che Crema c è e che crede in questo tipo di iniziative. 10 sperimentazioni all anno di scuola aperta per un offerta di attività formative post scuola. E il patto di sostenibilità sociale, che coinvolge anche associazioni di categoria, imprenditori e sindacati, per 10 sperimentazioni in altrettante realtà produttive della provincia, con destinatari lavoratori e imprenditori delle stesse. La terza leva si declina in due azioni: We(l) fare Lab, con un percorso di accompagnamento per incrementare cultura, rimodulare la spesa, integrare le policy ed è destinato ad amministratori locali, operatori sociali, soggetti partner e della rete. E l attivazione del Foundraising comunitario per acquisire risorse a sostegno del progetto. Che, ha evidenziato Stanghellini, vale 3,8 milioni di euro in tre anni, dei quali 1,4 messi da Cariplo, altrettanto dalle attività e circa 700 mila da donazioni. Le realtà del Terzo Settore interessate ad aderire al bando, devono farlo entro il 20 novembre, scegliendo se come partner per cui mette parte di risorse e gestisce parte di azioni come membro rete partecipa solo alle azioni o come fornitore di servizi che cura un azione o parte di essa, fatturando i costi o come sponsor, che mette solo risorse. CARABINIERI: festa per la Virgo Fidelis Associazione Nazionale Carabinieri, d intesa L con i militari in servizio e il loro comandante, festeggia la ricorrenza della Virgo Fidelis patrona dell Arma. L appuntamento è programmato per domenica 23 novembre con il ricevimento di autorità e invitati in piazza Duomo a Crema alle e con la Messa delle 11 celebrata in cattedrale dal vescovo Oscar Cantoni. A seguire, a Torlino Vimercati, ritrovo conviviale presso Villa tara allietato da musiche e danze. Durante il pomeriggio, cerimonia di premiazione dei soci benemeriti che per i 30 anni di iscrizione all associazione riceveranno un diploma con medaglia d oro. Si tratta di: Giambattista Parati, Maurizio De Padova, Pietro De Lorenzo, Gianluigi Bergami, Luciano Fontana, Agostino Moroni, Giovanni Piredda e Claudio Severgnini. Tib Pantelù, le iniziative Come ogni anno ci si avvicina al Natale e il gruppo degli infaticabili Pantelù stila un ricco programma per l occasione. Nella prima settimana di dicembre infatti verrà eretto come sempre Il Giorgione, ovvero il grande albero della solidarietà (quest anno a favore della neonata E.L.O. presso l ospedale di Crema). In contemporanea, in via Delle Grazie, davanti alla sede dei Pantelù, verrà allestita la casetta di Babbo Natale con un bellissimo presepe. Il 7 e l 8 dicembre, insieme all assessore Angela Beretta verranno distribuiti giocattoli e borse per la scuola ai bambini più bisognosi. Il giorno 12, vigilia di Santa Lucia, il gruppo con gli zampognari di Ponte Ranica farà visita ad alcuni asili della città e nel pomeriggio gireranno per Crema con la mitica Fiorellina. Nel tardo pomeriggio faranno visita ai bimbi ricoverati in Ospedale e doneranno regali all Associazione Abio, terminando la giornata con una cena con i ragazzi diversamente abili. Il 14 dicembre allegria per i nonnini della Casa di riposo e per il Kennedy che verranno allietati dai Pantelù. Sempre per la terza età, pranzo domenica 21 con la tombolata. Infine, per gli anziani più bisognosi (che verranno indicati dai servizi sociali) verranno distribuiti 40 pacchi alimentari. Il 25 si ritornerà all Ospedale per gli auguri e infine il 6 gennaio 2015 i doni verranno recapitati alle forze dell ordine, alla Croce Rossa e alla Croce Verde. Chi volesse dare un ulteriore contributo ai Pantelù per queste iniziative può inviare una a F.D. RACCOLTA PUNTUALE DEL SECCO: prime stime sulla sperimentazione molto positive un mese dall inizio della sperimentazione per la misurazione A puntuale del secco non riciclabile, arrivano le prime valutazioni. E sono decisamente positive. Il quantitativo di secco raccolto si è stabilizzato su un valore compreso tra e chilogrammi a settimana, pari al 70% della media settimanale degli otto mesi precedenti all avvio della sperimentazione. Questo trend, rapportato sull intero territorio del Comune di Crema, comporta una riduzione del 20% di secco rispetto alla produzione 2014, con conseguente contrazione dei costi di trasporto e smaltimento. La presenza di sacchi diversi da quelli arancio si è gradualmente ridotta fino a essere trascurabile alla quarta settimana (solo 2-3 sacchi). Non è stato registrato un aumento di rifiuti abbandonati e/o un incremento di situazioni critiche nella zona oggetto della sperimentazione. Sono trascorse già quattro settimane dall avvio della sperimentazione, e possiamo affermare che i cittadini hanno risposto positivamente, con diffuso spirito di collaborazione, commenta soddisfatto l assessore all Ambiente, Matteo Piloni. Va ricordato che il peso del sacco non dovrebbe superare i 6 chili per non creare problemi nella movimentazione manuale dei carichi a cura degli operatori. CENTRO TURISTICO ACLI O R G A N I Z Z A MERCATINI DI NATALE SALISBURGO dal 22 al 23 novembre SVIZZERA dal 29 al 30 novembre BAVIERA dal 6 al 8 dicembre GERMANIA dal 20 al 21 dicembre COSTA AZZURRA dal 20 al 21 dicembre TRENTO E ROVERETO dal 6 al 7 dicembre 135 FIERA DELL ARTIGIANATO MILANO RHO 30 novembre 20 FIERA DEGLI OBEJ-OBEJ MILANO 7 dicembre 20 CAPODANNO 2015 PUGLIA OSTUNI con escursioni a Lecce, Matera, Alberobello e Pezze di Greco dal 29 dicembre al 02 gennaio CAPODANNO CROAZIA 29 dicembre-2 gennaio CAPODANNO A ISCHIA 29 dicembre-3 gennaio CAPODANNO TOSCANA TIRRENIA 30 dicembre-2 gennaio CAPODANNO TERRE ASCOLANE 30 dicembre-02 gennaio CAPODANNO IN UMBRIA 30 dicembre-2 gennaio SPECIALE ISCHIA 15 giorni da 410 quota include tutto MARE INVERNO LIGURIA 2015: ALASSIO - PIETRA LIGURE - BORDI- GHERA - DIANO MARINA - FINALE LIGURE - SPOTORNO TANTE ALTRE PROPOSTE, CATALOGHI E LOCANDINE PRESSO LA NOSTRA SEDE. VENITE A TROVARCI!!!!!!!!!! ISCRIZIONI E PRENOTAZIONI: CTA/ACLI Crema - p.zza Manziana, 17 - Tel martedì - giovedì - venerdì dalle 9 alle 12. CTA Cremona - Via S. Antonio del Fuoco - Tel. 0372/ TESS. SOCIO/ASSIC. 13,00 all atto dell iscrizione. Altre locandine in sede. RISTORANTE GOMEDO Via provinciale Adda n 60 Gombito (Cr) Il locale ideale per matrimoni, (dispone di due sale climatizzate, una da 160 posti e una da 250 posti) cresime, comunioni ed ogni ricorrenza in genere. Ampio giardino estivo. Venite a scoprire il nuovo giardino di mq. Consultateci senza impegno o visitate il nostro sito internet, dove troverete interessanti proposte per tutte le vostre occasioni. Menù per ricorrenze a partire da euro 22 tutto compreso Menù per matrimoni a partire da euro 40 tutto compreso Bomboniere Articoli da regalo Bigiotteria artigianale Porcellane dipinte a mano PER CESSATA ATTIVITÀ SINO AL 20 DICEMBRE FUORI TUTTO DAL 50 AL 70% Ottime idee per le prossime festività. Non perdere l occasione!!! Via Tensini, 19 (zona mercato) - CREMA Tel Cell

9 LA SIEMBRA SABATO 15 NOVEMBRE 2014 CAI CREMA L ac i tt à 9 La cooperativa compie 20 anni La montagna che cura: tra sfide e opportunità DAL 23 AL 30 NOVEMBRE MOSTRA TESSERE I POPOLI Huipiles del Guatemala di GRAZIA MAZZINI Vent anni fa la cooperativa sociale La Siembra iniziava il proprio viaggio nel commercio equo e solidale, diretto a favorire i Paesi e i popoli più poveri. Come noto, lo ha fatto in differenti modalità, non solo con i prodotti alimentari e non, acquistabili in negozio, ma promuovendo progetti o microprogetti di crescita sociale, culturale ed economica in vari Paesi, oppure realizzando progetti culturali e musicali, ad esempio tra Italia e Brasile. Per festeggiare la ricorrenza, nell ottica di questo messaggio, dal 23 al 30 novembre prossimi si potrà visitare una straordinaria mostra, nella sala Cremonesi del centro museale del San Agostino in città, dal titolo Tessere i popoli, realizzata da La Siembra con il patrocinio del Comune di Crema. Tema conduttore: la tessitura come forma espressiva della cultura di un popolo. A raccontarsi attraverso i tessuti sono due civiltà, che hanno una storia antica: il Guatemala e il Perù. Per le donne appartenenti alla cultura Maya il Huipil una semplice tunica, senza maniche dai colori vivaci e riccamente elaborati Domani, domenica 16 novembre, si celebra la Giornata mondiale del Diabete e, grazie all impegno dell Associazione Diabetici del Territorio Cemasco che quest anno festeggia il 25 di fondazione sono state organizzate iniziative appropriate, utili come sempre in un ottica di prevenzione ma anche d informazione. Un primo appuntamento è fissato per la giornata di oggi, sabato 15 novembre: dalle ore 8 alle 11, infermieri e volontari dell Associazione saranno presso la Biblioteca comunale di Ripalta Guerina per effettuare uno screening preventivo, con misurazione gratuita di glicemia, colesterolo totale e pressione arteriosa. Tutta la cittadinanza, anche dei paesi vicini, è invitata. Prevenire rileva Franco Maestri, presidente dell Associazione Diabetici non è certo curare, ma appunto per questo la prevenzione può essere d aiuto a non farsi trovare impreparati, nell evenienza di un possibile insorgere dello stato diabetico. rappresenta il capo più importante del proprio abbigliamento, utilizzato da millenni in tutto il Mesoamerica. È uno degli elementi della tradizione autoctona che meglio si è conservato dopo la conquista da parte degli spagnoli. Ogni villaggio mantiene un proprio stile immediatamente riconoscibile e identificativo. In Guatemala se ne contano più di cento, utilizzati ancor oggi dalla maggior parte della popolazione indigena di tutte le età. ll Huipil è quasi un libro di storia, una carta d identità collettiva e individuale, un simbolo di resistenza all oppressione. I prodotti esportati spaziano dai copriletto in cotone alle tovaglie, vari tipi di borse e zaini e comprendono anche gilet, portachiavi e cestini. Lo strumento utilizzato per realizzare questi lavori è il telaio a cintura. Con esso la stoffa si tende fra il tessitore e un albero o palo posto di fronte. L altra cultura protagonista della mostra viene dal Perù ed è quella del popolo Shipibo- Conibo, uno tra i gruppi etnici più numerosi dell Amazzonia peruviana, che abita lungo il fiume Ucayali e i suoi immissari. Qui l artigianato è pressoché esclusiva delle donne, sia che si tratti di tessuti, che di ceramica. In entrambi i casi, a caratterizzare i prodotti è il Kené, ossia il disegno geometrico usato dalle Shipibo e che riflette la cosmovisione di questo popolo. Si tratta di una tradizione molto antica. È difficile dare un interpretazione unica a queste tracciati geometrici: sembra vi siano diversi piani di lettura oppure, diversi tipi di opere. In alcuni casi, i disegni sono rappresentazioni della via lattea o degli astri. In altri, rappresentazioni stilizzate di mappe: fiumi, sentieri... In altri casi, sono linee che riprendono i disegni naturali delle squame di un pesce particolare o del mantello di un animale; ma sono anche percorsi di energia. Insieme ai tessuti nella mostra vi saranno fotografie, video, didascalie, cartine e per l appunto un telaio a cintura per rendere pienamente intellegibile e più ricco il percorso espositivo. L inaugurazione della mostra avverrà il 23 novembre alle ore 17. Tutti sono invitati a visitarla. In particolare i soci del commercio equo e solidale per ricordare i 20 anni dall inizio dell attività de La Siembra. Con una possibilità per le scolaresche di visite guidate personalizzate in un interessante percorso didattico. Per le visite su prenotazione rivolgersi al negozio in via Santa Chiara 149; per info Giornata mondiale del Diabete: iniziative nel Cremasco Perché, va sempre ricordato, il diabete non è una malattia, ma può essere l anticamera irreversibile, se sottovalutata, di patologie collaterali. Lo screening, pertanto, aiuta molto: a tutti, raccomandiamo di presentarsi possibilmente a digiuno. Oggi a Ripalta Guerina, tra l altro, saranno raccolti anche occhiali usati da destinare ad adulti e bambini che vivono in Africa e nei Paesi dell America Centrale e del Sud. Il secondo appuntamento con gli esami gratuiti (e pure con la raccolta di occhiali usati) è previsto per domani, domenica 16 novembre, dalle ore 8 alle 12, presso l oratorio della Cattedrale in via Forte 1, angolo piazza Duomo, a Crema. Nel Salotto Buono dell oratorio, gentilmente concesso dal parroco don Emilio Lingiardi, il personale dell Associazione Diabetici sarà presente per i controlli insieme a medici e infermieri del Centro Antidiabetico dell Ospedale Maggiore di Crema, alle Avis del territorio, agli ex ospedalieri, alla Croce Rossa, al Leo Club e al Lions Club Crema Host, all Associazione Olimpia Cultura e Sport. In concomitanza, gli atleti che avranno terminato la Maratonina saranno accolti per la misurazione di parametri importanti dopo lo sforzo, in primis glicemia e pressione arteriosa. Nella notte tra oggi e domani fa inoltre sapere il presidente Maestri un faro azzurro che parte dal Comune di Crema illuminerà la facciata della Cattedrale. In tutto il mondo, infatti, l azzurro rischiarerà piazze e monumenti per ricordare la lotta al diabete, considerato la pandemia del secolo. Mentre invita tutti ai controlli gratuiti preventivi, Franco Maestri segnala fin d ora che il gran finale dei festeggiamenti per il 25 di fondazione dell Associazione Diabetici si terrà sabato 13 dicembre presso l Auditorium Manenti in città, con il Gran Concerto di Natale. Giamba La sezione cittadina del Club Alpino Italiano e la Comunità Il cuore di Crema promuovono un convegno, nella mattinata di sabato 22 novembre prossimo, presso la sala Alessandrini, sul tema: La montagna che cura, tra sfide e opportunità educative. L appuntamento è per le ore 9: dopo i saluti del presidente del Cai Crema e delle autorità, sono previste le relazioni del dottor Annibale Salsa, antropologo e past president del Cai nazionale e della pedagogista Noemi Michilini, di Varese, che svilupperanno rispettivamente La montagna tra occasioni di benessere e opportunità educative in situazioni di bisogno e La montagna tra sfide e opportunità con ragazzi in difficoltà. Nella seconda parte della mattinata interverranno poi i rappresentanti di alcune realtà territoriali il Cps e la comunità per minori di Camisano ma anche il Cai di Parma, per portare le proprie esperienze nell ambito della cosiddetta Montagnaterapia. L iniziativa è nata per dare valore alle esperienze fatte in questa decina d anni nelle attività attuate in montagna e nella palestra di arrampicata del Comune di Crema, spiega Roby Cattaneo, che nella duplice veste di socio Cai, accompagnatore nazionale di alpinismo giovanile ed educatore del Cuore di Crema, ha promosso e sta seguendo il progetto. Laboratori di arrampicata promossi dal Cai, che hanno avuto anche una collaborazione particolarmente significativa della Comunità Il cuore di Crema. Avendo quale obiettivo comune l offerta di altre opportunità terapeutiche, nell ambito della disabilità e del disagio sociale, oltre a quelle tradizionali. E i risultati conseguiti fa osservare confermano, anche a livello nazionale, l efficacia di questo approccio. Che passa dalla proposta di misurarsi con le proprie capacità e limiti alla conoscenza di sé, al recuperare l importanza degli aspetti relazionali e dell aiuto reciproco nell affrontare difficoltà anche impreviste. Maturando al tempo stesso un rapporto equilibrato e rispettoso con la natura. Sempre nella seconda parte della mattinata sarà presentata appunto l esperienza della Comunità di via Matilde di Canossa, uno specifico focus sulla ricerca dell equilibrio perduto, come metafora del percorso esistenziale fatto di sfide e opportunità, ricadute e nuove riprese, sottolinea il dottor Francesco Dragoni, responsabile della struttura. Il cuore di Crema ha accolto con interesse la proposta della montagna terapia, come ulteriore possibilità da offrire ai propri ospiti. E abbiamo riscontrato nella decina che ha partecipato al percorso di Montagnaterapia attesta il direttore della Comunità, don Mario Piantelli un significativo incremento delle capacità relazionali e nell affrontare le conflittualità con maggiore equilibrio. Da parte sua il dottor Dragoni conferma la positività di questa collaborazione con il Cai, che ha favorito da subito, inserendola nei protocolli educativi e riabilitativi della Comunità. Il convegno è rivolto a chi opera nell ambito della cura e della riabilitazione educatori, assistenti sociali, psicologi, psichiatri interessati ad approfondire il tema della Montagnaterapia e contesti terapeutici non istituzionali; ma anche ai soci Cai e a educatori che operano nelle realtà associative e negli oratori. Al termine, a chi lo richiede, verrà rilasciato un attestato di partecipazione. A.M. ARTIGIANO PELLICCIAIO P Crema - piazza Garibaldi, 18 - e mod. 120 OFFERTA DEL MESE SEMPLICE E ROBUSTA IDEALE PER LA FAMIGLIA A soli 169,00 anziché 259,00 PERMUTIAMO IL TUO USATO CENTRO RIPARAZIONI MACCHINE Lane e cotoni PER CUCIRE DI OGNI MARCA filati, merceria Vittorio Molinari - MODELLISTA - Pellicce Pronte e su Misura Riparazioni e rimesse a modello Colli, polsi, interni, bordi e stole Pulitura pellicce, montoni, pelle Cambi fodere CREMA Via Beato Innocenzo da Berzo, 14 Tel PREVENTIVI GRATUITI

10 L ac i tt à 10 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 RETE SOS ANZIANI CENTRO PER L IMPIEGO CREMA Progetto: Prevenzione e sicurezza dell anziano Attive undici offerte di lavoro Il capitano Giancarlo Carraro, comandante della Compagnia carabinieri di Crema, in uno degli incontri del progetto Non solo sulle strade a caccia di malviventi, i Carabinieri vogliono essere sempre di più al fianco dei cittadini per informarli, consigliarli e aiutarli. Seguendo questo principio il capitano Giancarlo Carraro ha dato avvio nel mese di ottobre a una serie di iniziative che lo hanno portato a contato con il mondo degli anziani e, successivamente, anche con i giovani e con determinate categorie che necessitano di una risposta puntuale e sensibile alle proprie istanze. Si è concluso il 6 novembre il primo ciclo di incontri programmati dalla cooperativa Krikos nei Comuni del sub-ambito di Sergnano. Momenti di approfondimento ospitati da Capralba, Sergnano, Vailate e Camisano, sulla prevenzione di truffe, raggiri e borseggi. Obiettivo fornire agli anziani, che hanno risposto numerosissimi, ulteriori strumenti e informazioni per potersi difendere da azioni criminose di questo stampo. L ottima riuscita della campagna, unitamente al desiderio di incontrare le fasce più deboli per offrire un supporto, spingono il capitano Carraro anche nelle scuole. Il comandante dei Cc della Compagnia di Crema incontrerà nelle prossime settimane gli studenti per affrontare il tema della legalità (rispetto delle regole) attraverso l utilizzo corretto dei social network (argomento di estremo interesse). Nel mese in corso e a dicembre spiega il capitano sono state programmate altresì delle conferenze alle sedi municipali di Montodine e Ripalta Arpina sul tema dei metodi da adottare per evitare i reati predatori (furti in abitazione). Successivamente saranno calendarizzati incontri anche con le donne per divulgare il contenuto della nuova legge sulla violenza domestica e con la categoria dei commercianti (anch essi bersagliati dai reati predatori) per affrontare il tema della tutela della proprietà utilizzando gli strumenti a disposizione (allacciamento alla linea di emergenza 112). Tib Questa settimana nel Centro per l Impiego di Crema in via De Gasperi, 60; Tel Fax sono attive 11 offerte di lavoro. Per candidarsi a un offerta di lavoro verificare prima il possesso dei requisiti previsti. Presentare poi la propria candidatura consegnando il curriculum vitae personalmente, preferibilmente in formato elettronico, oppure inviandolo via all indirizzo del Centro per l Impiego: Azienda del settore commercio nelle vicinanze di Crema cerca 1 Impiegato tecnico per tirocinio. Addetto al supporto all attività di inserimento dati, gestione telefonate con clienti fornitori. Orario full-time, durata del tirocinio da definire, indennità di partecipazione 700. Diploma in ambito tecnico o amministrativo, preferibile la conoscenza delle unità di misura e conversione di energia e potenza. Rif. per candidature: n G104 Scadenza offerta: Azienda operante nel settore automotive cerca per tirocinio 40 h settimanali 1 Tecnico Informatico per attività di gestione della rete informatica, configurazione nuovi PC, aggiornamento sito Internet aziendale. Conoscenza della piattaforma Windows, Pacchetto Office, infrastrutture di rete, cablaggi e configurazione apparati attivi. Previsto rimborso di 600. Laurea o Diploma a indirizzo informatico. Luogo di lavoro: vicinanze Crema. Patente B, automuniti. Rif. per la candidatura: n G77 Scadenza offerta: Azienda del settore commercio nelle vicinanze di Crema cerca 1 Impiegato tecnico per tirocinio. Addetto al supporto all attività di inserimento dati, gestione telefonate ed con clienti fornitori. Orario full-time, durata del tirocinio da definire, indennità di partecipazione 700. Diploma in ambito tecnico o amministrativo, preferibile la conoscenza delle unità di misura e conversione di energia e potenza. Rif. per candidature: n G104 Scadenza offerta: Agenzia immobiliare di Crema cerca 1 Agente Immobiliare. Contratto di collaborazione previsto un contributo fisso+provvigioni. Automunito. Diploma di scuola superiore, buone doti comunicative e capacità organizzative e di lavorare in autonomia. Rif. per candidature:n G90 Scadenza offerta: Società di servizi a Crema cerca 1 Collaboratore commerciale per proposta corsi di formazione settore informatico. Contratto di collaborazione. Rimborso spese fisso di 500 più provvigioni. Necessario essere automuniti. Buone doti organizzative e comunicative. Capacità di gestire in autonomia l attività lavorativa. Rif. per candidature: n G 103 Scadenza offerta: Compagnia assicurativa Agenzia di Crema cerca 2 Consulenti commerciali. Collaborazione, inizialmente con ritenuta d acconto e successivamente con apertura partita Iva. Capacità comunicative e organizzativi. Spirito d iniziativa, buone doti commerciali. Necessario essere automuniti. Rif. per la candidatura: n G53 Scadenza offerta: Società cooperativa di Servizi ricerca per Aziende cliente di Bagnolo Cremasco cerca 2 Receptionist - Addetti alla Segreteria. Assunzione part-time ore settimanali. Diploma di Scuola Superiore. Indispensabile ottima conoscenza della lingua inglese e preferibilmente di una seconda lingua (tedesco). Capacità di gestione del pacchetto Office. Accoglienza clienti, gestione centralino, contatto con clienti stranieri, gestione programma di posta elettronica e attività di segreteria generale. Rif. per la candidatura: n G100 Scadenza offerta: Azienda produzione e commercializzazione prodotti chimici a Ricengo cerca Spazio salute 1 Tirocinante di supporto al responsabile di produzione. Richiesta Laurea in Chimica industriale o Ingegneria Chimica. Necessario essere automuniti. La persona si dovrà occupare della gestione della documentazione inerente ai prodotti. Inoltre sarà di supporto nella redazione di documenti sulla sicurezza in riferimento al decreto 81/2008 Rif. per la candidatura: n G95 Scadenza offerta: Agenzia per il lavoro cerca per azienda clienti nelle vicinanze di Crema 1 Ingegnere Gestionale per il ruolo di Junior planner. 3 mesi di tirocinio rinnovabili con finalità di assunzione diretta, full-time. Laurea in Ingegneria Gestionale. Buona conoscenza della lingua inglese. Si affiancherà al Responsabile acquisti per la pianificazione degli acquisti per linee di prodotto confrontandosi direttamente con i responsabili dei reparti produttivi. Rif. per la candidatura: n G98 Scadenza offerta: Società cooperativa a Lodi cerca 1 Infermiere professionali per attività domiciliare. Contratto a tempo determinato 20h settimanali.requisiti richiesti: Diploma di scuola superiore o Laurea in Scienze Infermieristiche o iscrizione all albo degli Infermieri. Automuniti per la gestione dei pazienti che necessitano di assistenza domiciliare. Rif. per la candidatura: n G73 Scadenza offerta: Azienda del settore commercio nelle vicinanze di Crema cerca 1 Tirocinante addetto a mansioni di impiegato tecnico e all attività di inserimento dati, gestione telefonate ed con clienti e fornitori. Durata del tirocinio da definire, orario settimanale full time dalle 8.30 alle e dalle 14 alle 18. Indennità di partecipazione di 700 euro mensili. Diploma in ambito tecnico o amministrativo. Preferibile la buona conoscenza delle unità di misura e conversione di energia e potenza. Rif. per la candidatura: n G104 Scadenza offerta: RIC VU A S IN Autorizzazione n 41/2000 Prot. n. 41/II /AL/an Autorizzazione n 40/2000 Prot. n. 40/II /AL/an Dott. BONARA DANIELE MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN CARDIOLOGIA SPECIALISTA IN MEDICINA INTERNA PSICOTERAPEUTA Riceve per appuntamento in via Urbino 32, CREMA Tel / (si eseguono visite a domicilio) ORARI Lunedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì 9:00-12:00 /14:00-19:30 Crema - Via Bolzini, 3 Tel Via Bolzini, Crema Per urgenze: Tel DOTT. ALDA PILONI Medico Chirurgo Dermatologo Specialista in clinica dermosifilopatica via Diaz, 32 - CREMA Tel / Riceve per appuntamento: lun. - merc.- ven.- h Studio di Fisioterapia Helma Pressler Papa CREMA: Via Borgo S. Pietro, 77 Tel Cell TRATTAMENTO DELLE MALATTIE DELLA COLONNA VERTEBRALE discopatie (ernia al disco, protrusioni) GINNASTICA MEDICA - RIEDUCAZIONE POSTURALE GINNASTICA CORRETTIVA discipline fisioterapiche applicate in modo particolare per le anomalie strutturali quali SCOLIOSI (adolescenti e molto importante anche nella scoliosi dell adulto), iperlordosi, ipercifosi e nelle anomalie articolari cervicali dorsali e lombari. Trattamento in gruppo e singolo. Dott.ssa Emma Guerci PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA specializzata in: disturbi d ansia, depressione, disturbi alimentari in età evolutiva e adulta Riceve per appuntamento a Crema Tel Studio medico dott.ssa Golfari Maria Giulia esperta in medicina naturale e nutrizione biologica Riceve su appuntamento cell Ripalta Cremasca - via Civerchio 2 STUDIO PODOLOGICO Dott.ssa Chiara Caravaggi Crema - Via Desti n Dott.ssa M.G. Mazzari medico chirurgo Specialista in ostetricia e ginecologia Visite ostetrico - ginecologiche Ecografie - 3D e 4D Riceve per appuntamento al n CENTROMEDICO via Mazzini, 65 - Crema s.r.l. Resp. Sanitario Dr. Marco Cesarini Specialista in Oftalmologia Chirurgia Rifrattiva Laser ad Eccimeri per: MIOPIA - IPERMETROPIA ASTIGMATISMO Visite Oculistiche - Visite Ortottiche SI RICEVE SU APPUNTAMENTO da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle e dalle alle il sabato dalle 9.00 alle Crema - via Capergnanica, 8/h (zona Ospedale) Tel / Fax AUT. PUBBLICITÀ SANITARIA N DEL 08/10/2004 Dott. Tommaso Riccardi medico chirurgo - specialista in neurologia Malattie neurodegenerative dell anziano: Parkinson, Alzhemier Riceve su appuntamento al n Cell D.ssa Giovanna Stellato medico chirurgo - specialista in OSTETRICIA-GINECOLOGIA Riceve per appuntamento Spazio salute VISITE ED ECOGRAFIE OSTETRICO-GINECOLOGICHE Dr. Walter Fontanella Specialista in Otorinolaringoiatria CREMA - VIA CIVERCHI 22 Per appuntamenti Medical SPA Direttore sanitario Per appuntamenti: Medicina Estetica Tricologia Medica (Cura e benessere capelli) Dietetica / Intolleranze alimentari Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese Open day Ozonoterapia informativo antalgica ed estetica gennaio 2012 in occasione del Capodanno Cinese Anno del Drago Massaggi orientali energetici Dott.Donesana Paolo Mario Largo della Pace, Crema (CR) per app: (segr.tel.) Medicina Estetica Biorivitalizzazione cutanea con Laser Co2 frazionato Tricologia Medica (Cura e benessere capelli) Dietetica ed educazione alimentare ALCAT Test per intolleranze alimentari Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese Protocolli per disassuefazione dal fumo, controllo della fame, ansia, insonnia Medicina antalgica (mesoterapia, omeotossicologia) Ozonoterapia antalgica ed estetica Massaggi: shiatsu, thai, filipino hilot, bamboo, stone, con compresse di erbe ed olii essenziali NOVITÀ: Qilongdao Medical SPA Direttore sanitario Dott. Donesana Paolo Mario Largo della Pace, Crema (CR) NOVITÀ: Laser agopuntura - Acutaping Laser vascolare - Trattamento laser smagliature Corsi massaggio Thai

11 LASCIANO CREMA DOPO 161 ANNI Ancelle: chiude una lunga storia ICCARDI UOLE ANDARE di GIORGIO ZUCCHELLI SINISTRA ossedendo le Ancelle della PCarità casa propria in codesta città, la sottoscritta, nella sua qualità di Superiora generale, chiederebbe a codest I.R. Congregazione provinciale l autorizzazione per aprirvi scuola elementare per le fanciulle di civil N ALTO condizione di codesta città medesima, come pure di tenervi a convitto quelle per le quali le venisse fatta domanda. Scriveva così il 23 novembre 1855 suor Maria Crocifissa di Rosa, fondatrice delle Ancelle alla Delegazione Provinciale di Crema. Nel 1854 i responsabili le avevano già offerto, l edificio Bettinzoli come sede della nuova opera, l ex convento dei frati dell Osservanza di San Bernardino. Il padre di Maria Crocifissa l aveva acquistato per favorire i progetti della figlia. Scuola e convitto poterono essere inaugurati il 1 maggio La santa Fondatrice era purtroppo già morta (il 19 dicembre 1855). Tre suore Ancelle erano comunque già arrivate a Crema nel 1852 dietro interessamento del vescovo Sanguettola, per svolgere un servizio nell Istituto Ospedaliero della città. Nel giro di pochi anni la loro presenza divenne molto numerosa in diversi settori: nel 1853 furono introdotte nell Istituto degli Esposti, nel 1857 al conservatorio delle Zitelle ; in seguito fu loro affidato il Ricovero di Mendicità, il Manicomio di Santa Maria della Croce e la cucina del Seminario. Nel 1932 l ultima opera: l acquisto dell ex convento delle Cappuccine con annessa chiesa della Beata Vergine di Lourdes, di proprietà del seminario e adibito a pensionato scolastico. Ne fecero una clinica che per diversi anni fu molto apprezzata. Dunque furono due i carismi principali nei quali si distinsero le Ancelle nella nostra città e nel territorio cremasco, quello del servizio sanitario negli ospedali e nella case di cura e quello del servizio educativo nella scuola e nei collegi. La necessità di educare i ragazzi, in particolare, era emersa dopo le soppressioni degli ordini religiosi dei tempi napoleonici perché erano venuti a mancare gli educandati che esistevano presso i diversi monasteri. Spazio salute Tutte queste bellissime opere nelle quali si distinsero le Ancelle e che costituirono per diversi decenni una grande testimonianza cristiana verso coloro che hanno bisogno, si ridussero passo passo con il cambiare dei tempi e delle condizioni. Fu chiuso il manicomio, si dovette por fine alla clinica... Restò la presenza in ospedale e nella scuola di via Bottesini (le Elementari vennero parificate nel 1965 con dieci classi) e in alcuni asili del circondario. Ma anche qui il calo del numero delle religiose, costrinse le superiore della Congregazione a ridurre il personale. Il che avvenne sempre più in modo consistente fino a oggi. In particolare, chiuso il collegio e l educandato femminile in via Bottesini, nel 2000 le suore cedettero la scuola materna ed elementare alla diocesi che costituì la Fondazione Carlo Manziana unificando le scuole del seminario, delle Ancelle, delle Canossiane e delle Buon Pastore. In questi ultimi anni la presenza delle suore di Maria Crocifissa si era ridotta a tre unità: una piccola comunità che aveva preso posto in locali attigui all ex-convento di San Bernardino, acquistato dalla diocesi. Due erano inserite nella stessa Manziana, una per l insegnamento della religione nelle elementari e suor Erminia nella scuola materna. Una terza, suor Marcellina, in servizio presso gli Istituti di Ricovero. Dallo scorso anno le suore si sono ridotte a due. E oggi il Consiglio Generale delle Ancelle ha deciso di chiudere la propria secolare presenza (161 anni) a Crema. Suor Erminia ha svolto in questi ultimi anni un meraviglioso servizio fra i bambini della Materna, punto di riferimento per tutti, alunni, genitori e insegnanti. Suor Marcellina è stata apprezzata dagli operatori sanitari di via Kennedy. Il vescovo, a nome della diocesi, intende ringraziarle e salutarle martedì sera 18 novembre durante la santa Messa delle 18. Un grazie sincero a suor Erminia da parte di tutti i genitori, alunni, personale docente e non, responsabili della Fondazione Manziana. Un grande abbraccio! Dott. Gianfranco Beghi Specialista in Malattie dell Apparato Respiratorio Direttore U.O. Riabilitazione Pneumologica e U. O. Riabilitazione Generale Geriatrica VISITE PNEUMOLOGICHE ED ALLERGOLOGICHE PER ADULTI E BAMBINI Per appuntamento telefonare al n DOTT. ALESSANDRO ZAMBELLI Responsabile Servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Polo Sanitario Nuovo Robbiani Soresina GIÀ DIRETTORE GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA OSPEDALE MAGGIORE DI CREMA RICEVE PER VISITE GASTROENTEROLOGICHE CREMA - via Cogrossi 6 tel (dopo le ore 15) SORESINA - Polo Sanitario Nuovo Robbiani tel Per esami endoscopici sia in regime mutualistico che in libera professione Soresina - Polo Sanitario Robbiani tel L unità di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva del Polo Sanitario Nuovo Robbiani di Soresina dispone dei seguenti servizi ambulatoriali in regime mutualistico con tempi di attesa sempre inferiori ai 15 gg (tel ) Ambulatorio di Gastroenterologia Ambulatorio di Gastroenterologia Pediatrica Esofagogastroduodenoscopia Colonscopia diagnostica, operativa e per screening sangue occulto positivo Si eseguono anche ogni mese Breath test per Helicobacter e Breath test per intolleranza al lattosio. Dott.ssa ANTONIA CARLINO Medico Chirurgo Specialista in Ostetricia e Ginecologia via Suor Maria Crocifissa di Rosa, 8/B - CREMA tel Visite ostetrico-ginecologiche Ecografie 3D e 4D Musica per il tuo sorriso PRONTO SOCCORSO ODONTOIATRICO Aperto tutti i giorni dalle 8,00 alle 20, Il TEAM di PROFESSIONISTI del tuo territorio SEMPRE AL TUO FIANCO Dott. Barbati Sante Crema Tel Dott. Carlino Enrico Cremona Tel Dott. Carlino Massimo Cremona Tel Dott. Chiragarula Faustin Crema Tel Dott. De Micheli Federica Cremona Tel Dott. Della Nave Cesare Casalmorano Tel Dott. Duchi Lorenzo Cremona Tel Dott. Fiorentini Anna Crema Tel Dott. Flora Francesco Cremona Tel Dott. Furlani Paolo Cremona Tel Dott. Ghilardi Lanfranco Cremona Tel Dott. Grassi Gianluca Cremona Tel Dott. Guerrini Ermanno Cremona Tel Dott. Pelagatti Saverio Cremona Tel Dott. Pini Mauro Cremona Tel Dott. Sanella Massimo Crema Tel Dott. Sangalli Michele Dovera Tel Dott. Santarsiero Angelo Soresina Tel Dott. Serventi Ferruccio Cremona Tel Dott. Tartari Elisabetta Cremona Tel sabato 15 novembre MARTEDÌ 18, IN CATTEDRALE ALLE ORE 18, IL VESCOVO, GLI ALUNNI, I GENITORI, GLI INSEGNANTI DELLA MATERNA MANZIANA E L INTERA DIOCESI SALUTERANNO SUOR ERMINIA E SUOR MARCELLINA Nelle foto, la sede storica del Collegio Ancelle della Carità di Crema, divenuto poi sede della Scula dell Infanzia della Fondazione Carlo Manziana. Nel riquadro, suor Erminia e suor Marcellina SANTUARIO MADONNA DELLE GRAZIE - CREMA Da un antica lastra in rame una bella stampa della Vergine Maria Da un antichissima lastra in rame recante l immagine della Madonna delle Grazie, sono state ricavate in questi giorni delle stampe realizzate a torchio che ora sono disponibili presso l omonimo santuario di Crema. Molto bella e raffinata, la stampa è a disposizione di quanti desiderano avere nella propria comunità o in casa l immagine sacra riproducente l affresco della Vergine (risalente al 1550 circa) venerato nel santuario. La lastra in rame spiega il rettore, don Gianni Vailati risale al 1850 circa. Dalle fonti storiche raccolte, emerge che è stata fatta incidere da don Giulio Cesare nobile Tensini, parroco della Santissima Trinità, per rispondere, si legge nei documenti, al desiderio dei buoni cremaschi di avere un immagine della Madonna delle Grazie nelle loro case, per il grande amore che Le portano. Il sacerdote la fece incidere dall Ant. Zecchini di Milano in grande su rame e, successivamente, in piccolo dal Mantovani. Di estrema raffinatezza è la tecnica usata per l incisione su rame: si tratta del bulino, termine con il quale viene definito un sottile scalpello con punta in acciaio, utilizzato per particolari incisioni. A seconda delle necessità di incisione, la punta può avere forma ad angolo (più o meno acuto) o semicircolare. Molti bulini sono realizzati in modo tale che lo stesso manico possa supportare diverse punte. Grazie all uso del bulino che, a differenza degli strumenti tradizionali, è guidato con la pressione non dal martelletto ma dalla mano stessa dell incisore il risultato finale è un lavoro più leggero (meno profondo) di quello eseguito a punta, in quanto le possibilità offerte all artista sono molto superiori specie per quanto riguarda l ombreggiatura. Quest ultima è ottenuta non più con l ombreggino, ma con il bulino stesso. Da questa bellissima incisione su rame aggiunge don Gianni Vailati abbiamo fatto produrre a torchio delle stampe numerate, che sono presenti in santuario per chi le vuole. Nella parte sottostante della stampa, è riprodotta la frase originale presente sull incisione: Vera effigie di Maria Santissima che, con divoto e cotidiano concorso di popolo, si venera nella chiesa della Beata Vergine delle Grazie nella città di Crema. È un altra importante testimonianza di fede e di devozione che, da sempre, è fortemente presente nel nostro bellissimo santuario. Giamba Dott. Arancio Francesco SPECIALISTA IN OSTETRICIA-GINECOLOGIA Riceve per appuntamento a Crema via Marazzi n. 8 Tel Cell MAGGIO 2013 RIABILITAZIONE - FISIOTERAPIA - MASSAGGIO direttore sanitario Dott. Adriano Tango Centro convenzionato con S.S.N. RIDUZIONE MASSIMA TEMPI D ATTESA 11 MAGGIO Visite fisiatriche - Visite ortopediche - Visite neurologiche - Visite ortopediche pediatriche - Visite cardiologiche - Terapie fisioterapiche - Onde d urto focali e fisiche strumentali - Visite dermatologiche - Trattamenti podologici Consulenze psicologiche per la gestione del dolore, stress e disturbi dell ansia Viale Repubblica n. 20/22 Crema e.mail:

12 La Chiesa 12 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 MONTODINE CENTRI MISSIONARI DIOCESANI La comunità saluta e ringrazia don Elio Ferri Don Elio durante la Messa: alle sue spalle il grande Grazie di GIAMBA LONGARI l giorno dell ordinazione sacerdotale, il vescovo monsignor IManziana mi chiese: Prometti a me e ai miei successori filiale rispetto e obbedienza?. Io ho detto: Prometto. Basta questo per spiegare la vita del prete e quanto avviene in questi giorni. Poche frasi, ma che dicono tutto, che danno il senso di un Eccomi che costantemente si rinnova: così, la mattina di domenica 9 novembre, don Elio Ferri ha salutato la comunità di Montodine, parrocchia che ha servito per quattro anni e che ora lascia per assumere la guida pastorale di Trescore Cremasco. Il momento di saluto è avvenuto nel corso della santa Messa delle ore 10, contestualmente alla Festa del Ringraziamento organizzata dal gruppo degli agricoltori. Sull altare due scritte: Grazie don Elio e Grazie Signore, per evidenziare da una parte l affetto e la gratitudine nei confronti di un buon un parroco e, dall altra, la lode a Dio per i doni della terra e del lavoro umano. Presente alla celebrazione ben animata dalla locale Corale Santa Maria Maddalena anche l amministrazione comunale: il sindaco Alessandro Pandini ha ringraziato don Elio per quattro anni d intenso lavoro collaborativo, profuso soprattutto in favore dei più deboli e degli ultimi. Il sindaco ha rilevato pure il coraggio con il quale il sacerdote ha affrontato alcuni lavori urgenti, soprattutto per il tetto della chiesa parrocchiale e per altri interventi alle chiese del Santo Rosario e della Trinità: un attenzione, ha aggiunto Pandini, che s è inserita nell azione di valorizzazione del ricco patrimonio di fede e d arte presente nelle chiese montodinesi. Insieme al dono di un quadro, il sindaco e l amministrazione hanno augurato a don Elio ogni bene in vista del ministero a Trescore. A nome della comunità e dei gruppi parrocchiali è quindi intervenuto Fabrizio Guercilena, esternando un sincero e vivo ringraziamento per tutto il bene ricevuto. Il giovane ha posto l accento sul servizio che don Elio ha svolto con dedizione e sul coraggio avuto nel trasformare le strutture. Pur se per poco tempo, ha proseguito Fabrizio, è stato bello stare insieme e realizzare qualcosa d importante, guidati da un sacerdote che ha fatto della sua vita un dono a Dio nel servizio alla comunità. Ci mancherai ha concluso ma ti cercheremo sempre dentro la nostra anima, dove hai lasciati forti insegnamenti spirituali e di vita: tutto è opera di Dio! Grazie, e che il Signore ti protegga. Dopo la consegna del dono (un ricordo è arrivato anche dalla Corale), don Elio ha ringraziato veramente tutti. La Provvidenza ha detto ha disposto che ci separassimo fisicamente, ma non ci separa da Cristo: le persone passano, Lui resta. Siamo stati insieme poco tempo, ma è stato un tempo intenso e ricco di proposte pastorali. Grazie a tutti: questa è stata la mia famiglia. Don Elio e la comunità hanno chiuso la celebrazione con il canto del Magnificat, segno d ulteriore e perenne ringraziamento rivolto al Signore. A seguire, sul sagrato, la benedizione e poi l asta per la Festa del mondo agricolo, proseguita nel pomeriggio con belle iniziative. Alle ore di domani, domenica 16 novembre, don Elio Ferri farà il suo ingresso a Trescore Cremasco, mentre domenica 23 novembre, alle ore 15.30, Montodine accoglierà il suo nuovo parroco don Emilio Luppo. Chiese unite contro l Ebola UN INIZIATIVA CONGIUNTA: EURO IN SIERRA LEONE Centri Missionari Lombardi, coordinati da I quello di Bergamo, hanno inviato euro alla diocesi di Makeni, in Sierra Leone, pesantemente colpita dal virus di Ebola. È un iniziativa congiunta delle Chiese di Lombardia, che ha pure lo scopo di sensibilizzare e di coinvolgere nella preghiera tutte le nostre diocesi. Si tratta spiega monsignor Francesco Beschi, vescovo di Bergamo, incaricato dalla Conferenza Episcopale di Lombardia per l Evangelizzazione e la Cooperazione tra le Chiese di un piccolo gesto di attenzione e condivisione davanti a una situazione difficile e drammatica che, giorno dopo giorno, strappa alla vita centinaia di persone e sembra essere senza fine. Da questa consapevolezza nasce l impegno di comunione che coinvolge i Centri Missionari lombardi in un gesto di solidarietà con la diocesi di Makeni, in Sierra Leone. L emergenza causata da Ebola aggiunge monsignor Beschi ha bisogno di ben altro rispetto a quello che noi possiamo fare, ma crediamo importante richiamare l attenzione delle nostre comunità su questa piaga che attraversa la vita del continente africano e ancora una volta chiede quella partecipazione e condivisione che trova ragione nell esperienza stessa della fede. Nel ricordo dei tanti testimoni della missione che hanno fatto della loro vita un dono e che, nello specifico, hanno scelto di restare nei Paesi africani dedicandosi nella carità agli ultimi, i Centri Missionari Lombardi tra cui quello di Crema hanno condiviso con la Chiesa di Makeni una prima offerta di euro che padre Natale Paganelli, bergamasco, superiore dei Missionari Saveriani e amministratore della diocesi di Makeni, impiegherà secondo le esigenze della sua gente. Il virus Ebola non ha soltanto portato morte e disperazione almeno persone uccise e malati ma tra le popolazioni colpite ha destabilizzato i fragili sistemi sanitari dell Africa Occidentale, minato economie incerte e sta profondamente modificando la struttura sociale. Il rischio è che la Sierra Leone scivoli nuovamente nella spirale della miseria. In questo contesto anche la Chiesa è scesa in campo. Religiosi e religiose si sono impegnati nel settore della formazione cercando di far conoscere alla gente i rischi connessi all Ebola, come si trasmette il virus, come può essere evitato il contagio. La Chiesa cattolica, essendo presente con proprie comunità in modo capillare sul territorio, può anche aiutare la popolazione attraverso le proprie strutture sanitarie di base. Makeni è la diocesi più estesa della Sierra Leone e occupa tutta la parte settentrionale dello Stato africano, che da tempo è senza vescovo: anche per questo la situazione che sta vivendo questa terra è particolarmente difficile. Visitando i centri d isolamento che ci sono a Makeni scrive padre Paganelli mi tornano alla mente le immagini dei Promessi Sposi che presentavano Milano, durante la peste, Uno scorcio di Makeni, in Sierra Leone scene dove si vedevano gli ammalati abbandonati o isolati nei lazzaretti, destinati a morire soli, senza una parola di conforto. È quello che stiamo vivendo a Makeni: la gente muore senza una parola di conforto e sono sepolti senza una cerimonia degna; molte famiglie non sanno neanche dove vengono sepolti i loro cari. Molti bambini, non ammalati ma in quarantena perché i loro genitori sono morti di Ebola, hanno un futuro incerto: non si sa se una volta finita la quarantena i parenti li accetteranno indietro. I primi euro arrivati dalle Chiese lombarde serviranno alla diocesi di Makeni per l acquisto di alimenti da fornire alle famiglie messe in quarantena e per aiutare il personale sanitario dei centri di isolamento. Stiamo anche sostenendo aggiunge padre Paganelli i due ospedali cattolici presenti in diocesi e le nostre cliniche; abbiamo distribuito materiale, cloro, sapone, secchi di plastica, per aiutare la gente a prevenire il contagio. Nelle prossime settimane penso di incontrare tutti i parroci affinché si organizzino, in ogni parrocchia, gruppi di persone che vadano, di nuovo, di villaggio in villaggio a convincere la gente che Ebola non è stregoneria e che ci si può proteggere dal virus. Il missionario bergamasco ringrazia i Centri Missionari: Il vostro è un piccolo gesto di attenzione e condivisione davanti a una situazione difficile e drammatica. Eppure non possiamo tirarci indietro, perché anche questa goccia può dare sollievo ai tanti, troppi che soffrono. VENERDÌ 21 NOVEMBRE LA MESSA A BOLZONE PRESSO LE CARMELITANE SCALZE Si apre l anno della Vita Consacrata: gratitudine e passione Dal 21 novembre di quest anno, Giornata delle claustrali, al 21 novembre 2015, 50 anniversario del Decreto conciliare Perfectae caritatis, la Chiesa è sollecitata a guardare con attenzione alla Vita Consacrata. Ad accorgersi della testimonianza di quanti, secondo un particolare carisma, collaborano all edificazione del Regno di Dio. Degno di nota è l apertura di questo Anno nel giorno in cui la Chiesa ricorda chi segue il Signore in una vita interamente dedicata alla preghiera. Ciò sta forse a significare che il primo elemento che deve essere vissuto da tutti i consacrati, contemplativi e non, è il mettere Dio al primo posto: per ricordare e far ricordare, con i gesti oltre che con le role, il primato di Dio. È questo un prezioso padono che oggi la Vita Consacrata può offrire ai credenti, quanto mai necessario per non essere travolti dai dinamismi mondani sempre più sottili e insidiosi. Perché è il primato dato a Dio che ci apre alla possibilità di una felicità vera: alla piena realizzazione umana e cristiana, non basata principalmente su qualità, sapere o interessi personali, ma su Dio, Signore della vita e della storia. Vi sono poi altri preziosi elementi che la Vita Consacrata è chiamata a sottolineare, come la gerarchia dei valori, dove le persone vengono prima delle cose e ogni cosa è al servizio della persona. E la vita fraterna, in grado di sfidare l individualismo corrente, dove il noi precede l io, declinandosi in attenzione agli altri, solidarietà e condivisione. Ma rispondere con la vita alla chiamata di Dio, a essere riflesso della sua Presenza nella storia, oltre a essere dono è anche impegno responsabile di una rinnovata quotidiana storia e fedeltà. In questo Anno ormai alle porte, i consacrati sono dunque invitati a ritornare alle origini del loro sì e ad affrontare con coraggio le difficoltà e la crisi che la Vita Consacrata oggi sta attraversando. A vivere il momento presente come un Kairòs: come un tempo favorevole per crescere in profondità, guardando con speranza al futuro di Dio e alle meraviglie che Lui opera in e con quanti si collocano nella scia inaugurata da Maria con il suo eccomi. Ed è proprio alla Vergine, la Donna del sì, che vogliamo affidare tutti coloro che seguono più da vicino suo Figlio, perché non si stanchino di collaborare con passione all avvento del Regno. E mentre facciamo nostre le parole del suo Magnificat, le chiediamo di insegnarci a crescere in una fede autentica e a lasciarci plasmare giorno per giorno dallo Spirito. Le Carmelitane Scalze di Bolzone Venerdì 21 novembre, apertura dell Anno della Vita Consacrata: alle ore santa Messa presso il Monastero delle Carmelitane Scalze-chiesa di Bolzone. Tutti sono invitati. LITURGIA DEL GIORNO DEL SIGNORE SERVO BUONO E FEDELE, PRENDI PARTE ALLA MIA GIOIA Prima lettura: PR31, Salmo: 127 Seconda lettura: 1TS 5,1-6 Vangelo: MT 25,14-30 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Avverrà come a un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni. A uno diede cinque talenti, a un altro due, a un altro uno, secondo le capacità di ciascuno; poi partì. Subito colui che aveva ricevuto cinque talenti andò a impiegarli, e ne guadagnò altri cinque. Così anche quello che ne aveva ricevuti due, ne guadagnò altri due. Colui invece che aveva ricevuto un solo talento, andò a fare una buca nel terreno e vi nascose il denaro del suo padrone. Dopo molto tempo il padrone di quei servi tornò e volle regolare i conti con loro. Si presentò colui che aveva ricevuto cinque talenti e ne portò altri cinque, dicendo: Signore, mi hai consegnato cinque talenti; ecco, ne ho guadagnati altri cinque. Bene, servo buono e fedele gli disse il suo padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò potere su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone. Si presentò poi colui che aveva ricevuto due talenti e disse: Signore, mi hai consegnato due talenti; ecco, ne ho guadagnati altri due. Bene, servo buono e fedele gli disse il suo padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò potere su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone. Si presentò infine anche colui che aveva ricevuto un solo talento e disse: Signore, so che sei un uomo duro, che mieti dove non hai seminato e raccogli dove non hai sparso. Ho avuto paura e sono andato a nascondere il tuo talento sotto terra: ecco ciò che è tuo. Il padrone gli rispose: Servo malvagio e pigro, tu sapevi che mieto dove non ho seminato e raccolgo dove non ho sparso; avresti dovuto affidare il mio denaro ai banchieri e così, ritornando, avrei ritirato il mio con l interesse. Toglietegli dunque il talento, e datelo a chi ha i dieci talenti. Perché a chiunque ha, verrà dato e sarà nell abbondanza; ma a chi non ha, verrà tolto anche quello che ha. E il servo inutile gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti». talenti non sono le doti o i beni materiali da moltiplicare. Sono, invece, I l olio del brano precedente e l amore verso i poveri del brano seguente. Il vero talento è l amore che il Padre ha per noi e che deve duplicarsi nell amore nostro verso i fratelli. La parabola ha tre tempi: il passato in cui abbiamo ricevuto il dono, il presente in cui dobbiamo moltiplicarlo e il futuro in cui ci sarà chiesto cosa ne abbiamo fatto. I doni si commerciano capitalizzandoli in amore per i fratelli. Il profitto a cui ci spinge Gesù è di natura spirituale ed è fatto di dono e di misericordia. A guadagnarci, alla fine non è il padrone, ma il servo che già ne ha dieci. XXXIII Domenica del Tempo ordinario (Anno A) domenica 16 novembre 2014 Il patrimonio che cresce, operando nei talenti, non è quello del Signore, ma il nostro; chi ci rimette è colui che sotterra il dono. La ricompensa è entrare nella gioia nuziale del Signore. Tutti hanno ricevuto dei doni, anche il servo cattivo e le vergini stolte. Alla fedeltà e alla prudenza, i servi devono aggiungere la bontà per entrare nella gratuità del dono e vincere la paura per una falsa immagine di Dio. Il servo che ha ricevuto un solo talento scava, nasconde, in contrasto visibile con l atteggiamento degli altri due che investono, mettono in circolo, rischiano di mettere in comunione. E questo è un atto d amore. La fede è una responsabilità, non una cauzione o un lasciapassare. Visibile in modo luminoso quando si dice che il servo, ricevuti i cinque talenti, subito andò e operò in essi. È la vita responsabile del credente. Tutto rimane dono e diventa il nostro dovere. Angelo Sceppacerca AMICI DI TAIZÉ Incontro a Praga L incontro europeo dei giovani promosso dalla Comunità di Taizé quest anno si terrà a Praga: appuntamento dal 29 dicembre al 2 gennaio prossimi. L evento riunirà diverse decine di migliaia di giovani per una nuova tappa del Pellegrinaggio di fiducia sulla Terra, iniziato da frère Roger alla fine degli anni 70. I giovani saranno accolti dalle parrocchie e dagli abitanti della regione. Praga, la città delle mille torri e dai mille campanili, riunisce popoli e persone provenienti da diversi orizzonti, offrendo una calorosa ospitalità. L iniziativa è rivolta ai giovani tra i 17 e i 35 anni: le iscrizioni sono già aperte e si ricevono entro il 21 novembre sul sito Il costo è di 75 euro più il prezzo del viaggio in pullman. Per informazioni: Simona ( ) e Stefania ( ); oppure su Facebook Amici di Taizé Crema o

13 MOSCAZZANO Cade e annega nella roggia in piena TRAGEDIA LEGATA AL MALTEMPO Giovedì nero anche per strade e treni La tragedia di Moscazzano, legata indirettamente al maltempo che ha imperversato per giorni, si è verificata all alba di un giovedì nero per il territorio. Nulla di paragonabile all evento drammatico del paese cremasco, ma il maltempo ha provocato disagi ovunque. A farne le spese i pendolari che si muovono verso Milano per motivi di studio e lavoro. Chi utilizza il treno nella mattinata, una volta giunto a Treviglio, ha visto cancellate le corse verso il capoluogo a causa di un guasto verificatosi alla stazione di Melzo proprio a causa delle abbondanti piogge. C è chi ha preferito tornare a casa e chi invece ha sfidato fortuna e meteo cambiando percorso e arrivando con copioso ritardo. Non si può dire sia andata meglio a chi invece è solito muoversi lungo la Paullese. Le rogge gonfie d acqua hanno tracimato invadendo la sede stradale che si presentava allagata nel tratto compreso tra Spino d Adda e il rondò della Cerca. Un furgone è anche uscito di strada fortunatamente senza gravi conseguenze per il conducente. Previste piogge per tutto il fine settimana. I fiumi saranno tenuti sotto stretta osservazione. Il maltempo miete vittime anche nel Cremasco. Lo fa indirettamente provocando la morte di Armando Vagni, giardiniere di Moscazzano annegato nella tarda serata di mercoledì mentre cercava di aprire una chiusa della roggia Mulino per impedire che la stessa, gonfia a causa delle piogge, tracimasse. La tragedia si è verificata intorno a mezzanotte. L uomo era stato chiamato nei pressi del ristorante Fondaco dei Mercanti vicino al quale scorre la roggia. L acqua caduta senza soluzione di continuità aveva fatto alzare il livello della Mulino e per impedire che esondasse allagando la zona bassa del paese era stato chiamato il trentasettenne giardiniere. Portatosi sul posto, l uomo, nel tentativo di aprire la paratia e lasciar defluire l acqua, sarebbe scivolato cadendo nella roggia sotto gli occhi increduli di chi si trovava con lui senza che questi potessero fare nulla per trarlo in salvo. Immediato è stato lanciato l allarme ma Vagni è stato inghiottito dalla roggia e spinto verso le pale dell antico mulino. L acqua lo ha restituito ai pompieri solo a notte fonda. Inutile ogni tentativo di rianimazione. Il giovane potrebbe aver battuto la testa cadendo e aver perso i sensi. La forza dell acqua, poi, avrebbe fatto il resto. La tragedia ha fatto ben presto il giro del borgo dove Armando era conosciuto e stimato. Tanti gli amici che lo piangono e che si sono stretti attorno ai familiari distrutti dal dolore. Le esequie saranno celebrate domani, domenica 16 novembre, alle 15 nella chiesa parrocchiale di Moscazzano. Aggiornamenti quotidiani sul nostro sito Rapina in posta, preso La Polizia di Stato ha stretto il cerchio attorno al rapinatore delle Poste dei Sabbioni. Si tratta di Maurizio C., cremasco 33enne senza fissa dimora, sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria. L uomo, portato in Commissariato, ha ammesso ogni addebito. Il cremasco, uscito dal carcere a luglio dopo aver scontato poco meno di 4 anni per una rapina perpetrata a danno della filiale di Ombriano della Banca Cremasca di Credito Cooperativo, ha agito nel primo pomeriggio di lunedì entrando in posta con il volto coperto da un brandello di leggins e intimando la consegna agli impiegati di quanto presente in cassa. Presi poco meno di 600 euro è fuggito a piedi. Le testimonianze rese dai dipendenti delle poste e i filmati delle telecamere del circuito di videosorveglianza dell ufficio hanno messo gli agenti sulla pista della loro vecchia conoscenza. L uomo, ospite in città di alcuni amici, è stato rintracciato in viale Repubblica nella giornata di giovedì. Ha cercato di costruirsi alibi che sono stati smontati uno ad uno dagli investigatori sino a quando ha deciso di ammettere le proprie colpe. sabato 15 novembre CREMA: Gran Rondò, magazzini svaligiati Furto con bottino ingente nella notte tra venerdì e sabato a danno del centro commerciale Gran Rondò di Crema. Ignoti sono entrati nel magazzino al piano interrato rubando merce di quattro negozi. Si tratta di profumi e capi d abbigliamento per un valore pari a 40mila euro. La Polizia indaga. I ladri, per penetrare nei locali, hanno forzato con un piede di porco la porta tagliafuoco che da sul retro dell edificio. Una volta all interno sono scesi in magazzino e hanno svuotato alcuni scatoloni di merce di proprietà dei negozi della galleria. In pochi istanti capi d abbigliamento, profumi e oggettistica sono stati caricati su un furgone che attendeva i predoni all esterno del centro commerciale. Quindi la fuga. Ad accorgersi del colpo subito sono stati i commessi di alcuni negozi sabato mattina. Scesi in magazzino per prendere alcuni articoli hanno constatato quanto era accaduto nella notte e hanno chiamato la Polizia che, effettuati i rilievi scientifici, ha dato avvio alle indagini. CREMA: la tecnologia mette un ladro ko Il localizzatore di un personal computer consente di recuperare parte della refurtiva di un colpo perpetrato in un abitazione del quartiere Le Quade di Crema. È accaduto lunedì quando la Polizia è intervenuta presso la stazione ferroviaria per arrestare un albanese trovato in possesso del pc. A consentire l individuazione della refurtiva è stata la proprietaria del computer, trafugato insieme a gioielli, orologi, vino e altro. Attivato il localizzatore ha messo la Polizia sulla strada della stazione. Arrivati allo scalo ferroviario gli agenti hanno individuato A.T. 23enne del paese delle aquile che stava cercando di nascondersi tra i passeggeri e prendere il primo convoglio in transito. Fermato, ha dichiarato di aver ricevuto la valigetta contenente il pc e altra refurtiva sottratta dall abitazione delle Quade da un connazionale che poi si era allontanato. Tutto quanto recuperato dalla Polizia è stato sequestrato e sarà riconsegnato ai legittimi proprietari. L albanese è stato arrestato. CREMA: studio dentistico nel mirino un furto su commissione, di questo sono convinti gli investigatori, quello portato a compimento a danno di uno studio denti- È stico di Crema; ambulatorio visitato due volte a distanza di 24 ore. La denuncia del primo furto risale alla mattinata di mercoledì 12 novembre. Il titolare dello studio situato in via Chiodo denunciava il furto di attrezzature installate sulle poltrone per le cure dentarie e di altri presidi. Colpo avvenuto la notte precedente ad opera di ignoti che erano riusciti a introdursi nell ambulatorio arrampicandosi lungo la facciata posteriore dello stabile e forzando una finestra. La notte successiva, poco dopo le 24, la Polizia è stata chiamata a intervenire nuovamente in via Chiodo dove era stata segnalata la presenza di persone sospette. All arrivo degli agenti due individui si davano alla fuga. Avevano appena fatto visita allo studio dentistico preso di mira la notte precedente dal quale avevano cercato di asportare costosi macchinari. Scoperti dalla Polizia i ladri sono stati costretti ad abbandonare sia il bottino che gli arnesi da scasso. aperto tutti i giorni dalle 8 alle 20 POMODORI PELATI VERDITALIA 800 gr VINO ROSATO DEL SALENTO bottiglione lt 2 Caldirola CLEMENTINI Italia 0,78 al kg PRUGNE Italia 0,78 al kg CAFFE EXTRABAR grani 1 kg 2,85 FORMAGGIO EDAMER 3,75 al kg ARANCE Italia POLPA POMODORO YOLLY COLOMBANI bott. gr 690 0,49 MOZZARELLA VALFIORITA filone, cubetti, julienne 0,78 al kg CIPOLLE ORO Italia 0,38 al kg 4,80 al kg PERE KAISER Italia MELE GOLDEN Italia PASTA DONNAVERA 3 confezioni LATTE PS Bayernland 1 lt 0,78 al kg 0,78 al kg 1,00 0,59 al lt POLPA POMODORO VECCHIA NAPOLI 4 confezioni 1,00 gr. 400 CROASSANT MARELLI 2 conf. x 6 0,98 RISO FIORDALISO per risotti 1 kg 0,99 WHISCKAS 12 buste assortite 3,78 Si accettano tutti i BUONI PASTO

14 14 Necrologi SABATO 15 NOVEMBRE 2014 È mancata all'affetto dei suoi cari Giuseppina Bonetti Ne danno il triste annuncio i cognati, i nipoti e i pronipoti. La cerimonia funebre si svolgerà oggi, sabato 15 novembre alle ore 10 nella chiesa interna della Casa Albergo di via Zurla, la tumulazione avverrà nel cimitero Maggiore di Crema. I familiari ringraziano di cuore quanti partecipano al loro dolore. Esprimono un ringraziamento particolare ai medici e al personale infermieristico della Casa Albergo per le premurose cure prestate. Crema, 14 novembre 2014 Circondato dall'affetto dei suoi cari, è mancato Paolino Branchi di anni 76 Ne danno il triste annuncio la moglie Tina, il fratello Emilio, le sorelle Maria e Cesarina, i cognati, i nipoti e i parenti tutti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e la partecipazione al rito funebre hanno preso parte al loro dolore. Esprimono un particolare ringraziamento al personale medico, infermieristico dell'hospice di Crema per le amorevoli cure prestate. Montodine, 8 novembre 2014 Circondata dall'affetto dei suoi cari è mancata Adelina Ratti di anni 90 Ne danno il triste annuncio i fratelli, la sorella e tutti i parenti. A funerali avvenuti, i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al loro dolore. Trigolo, 12 novembre 2014 Fausto e Pinuccia con Giulio, Ester, Laura e famiglie sono particolarmente vicini ad Achille, Gabriella e familiari tutti per la scomparsa della cara Adelina Ratti Crema, 10 novembre 2014 Improvvisamente è mancata all'affetto dei suoi cari Olga Nava ved. Bigaroli di anni 84 Ne danno il triste annuncio il fi glio Gianfausto con la moglie Josita, la fi glia Patrizia con il marito Sergio, la nipote Paola con Andrea e le piccole Martina e Giulia, il nipote Angelo, la sorella Pina, le cognate, il cognato e tutti i parenti. A funerali avvenuti, i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al loro dolore. Esprimono un ringraziamento particolare, per le premurose cure prestate al medico curante dott. Pasqualino Piantelli e alle sig.re Sonia e Sara. Crema, 12 novembre 2014 Il Presidente, i Consiglieri, il personale di segreteria e i docenti della Fondazione S. Domenico di Crema sono vicini all'insegnante Biancamaria Piantelli per la scomparsa della cara mamma Giselda Carioni Piantelli Crema, 11 novembre 2014 È mancato all'affetto dei suoi cari Carlo Panzetti (Gianfranco) di anni 76 Ne danno il triste annuncio la moglie Getta, i fi gli Piero con Antonietta, Aldo con Carla, gli adorati nipoti Alessia, Marco e Stefano, i cognati, le cognate, i nipoti e tutti i parenti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al loro dolore. Crema, 14 novembre 2014 Partecipano al lutto: - Loretta con Massimo, Laura e famiglia È mancata all'affetto dei suoi cari Natalina Carniti in Venturelli Ne danno il triste annuncio il marito Giuliano, il fi glio Davide, il fratello Tiberio con la moglie, i nipoti, i parenti e tutti quanti l'hanno conosciuta. Rimini, 7 novembre 2014 A funerali avvenuti i fi gli Paolo con Vanna, Marco con Cinzia, Maretta con Danilo, gli affezionati nipoti Silvia, Chiara, Mattia, Michele, Simone, Marco, Daniele e i parenti tutti, nell impossibilità di farlo singolarmente ringraziano tutti coloro che con fi ori, scritti e la partecipazione ai funerali, hanno condiviso il loro dolore per la perdita della cara Adelaide Ribera Zanotti ved. Cattaneo (Wanda) di anni 84 Porgono un particolare ringraziamento ai medici e al personale infermieristico del reparto Hospice della Fondazione Benefattori Cremaschi (Kennedy), per tutte le premurose e amorevoli cure prestate. Crema, 13 novembre 2014 Gli amici di Piacenza, Roby, Bruno e Ivan porgono a Mara sentite condoglianze per la scomparsa della cara mamma Adelaide Ribera Zanotti ved. Cattaneo Piacenza, 13 novembre 2014 A funerali avvenuti l amata moglie Maria, la fi glia Francesca con Giancarlo e le adorate nipoti Letizia e Angelica, il fratello Giordano, i cari Luca e Adriana, i cognati, le cognate, i nipoti e i parenti tutti, nell impossibilità di farlo singolarmente ringraziano tutti coloro che con fi ori, scritti, e la partecipazione ai funerali, hanno condiviso il loro dolore per la perdita del caro Gabriele Codebue di anni 76 Porgono un particolare ringraziamento al medico curante dottoressa Francesca Patrini, ai medici e al personale infermieristico del reparto Hospice della Fondazione Benefattori Cremaschi (Kennedy), per tutte le premurose e amorevoli cure prestate. Crema, 11 novembre 2014 Partecipano al lutto: - Antonio Agazzi - Savina Valcarenghi Ferrari e fi gli - Erminio Beretta e famiglia Al nonno Gabriele continuiamo a ripeterci che non è vero. Per noi tu sei sempre seduto sul divano a guardare la televisione. Ogni volta che entriamo in casa vediamo il tuo viso sorridente e sentiamo la tua voce piena di gioia che ci saluta. Per noi sei sempre lì, indossi gli occhiali e i tuoi soliti maglioni che ci piacciono tanto. È una situazione diffi cile per tutti; ognuno reagisce in modo diverso: noi semplicemente non riusciamo ad accettarlo. Sentiamo la tua mancanza, ma allo stesso tempo è come se tu ci fossi ancora. Sentiamo la tua presenza ovunque come se ci stessi osservando e proteggendo. Ti vogliamo bene, le tue nipoti Angelica e Letizia Crema, 11 novembre 2014 Caro Gabriele per me è un altro momento triste e colgo l'occasione per ringraziare te e la tua famiglia di tutto l'amore ricevuto tu che mi hai insegnato come superare le diffi coltà della vita, tu che mi sei sempre stato accanto nei momenti diffi cili, tu che mi facevi ridere sempre... Ho perso per la seconda volta "mio padre"...un padre eccezionale, indimenticabile... mi mancherai per sempre. Ti voglio bene, Virginio Crema, 11 novembre 2014 Virginio, Marco con le rispettive famiglie, sono vicini a Maria, Francesca, Giancarlo e alle adorate nipoti per la perdita del caro Gabriele esempio di bontà, generosità e indimenticabile umanità. Crema, 11 novembre 2014 Liliana, Giancarla, Ornella, Elena, Simone e Giorgio con le rispettive famiglie, piangono l'amato Gabriele Codebue ricordando l'umanità, la bontà e la disponibilità che lo hanno contraddistinto in vita. Crema, 11 novembre 2014 I condòmini e l'amm.re dell'edifi cio sito in Crema, via Borgo San Pietro n. 77 (Condominio Borgo San Pietro) partecipano al dolore dei familiari per la scomparsa del caro Gabriele Codebue Crema, 10 novembre 2014 Gli amici della Naia da S. Piero Gigi D., Pasquale D., Gigi G., Basilio, Domenico, Gianni G., Gianni P., Piero, Pasquale T., Romano, Mario C., Mario T., Guido, Annibale partecipano al lutto di Maria e Francesca per la scomparsa del loro caro Gabriele ne condividono il dolore e assicurano ricordo e preghiere di cristiano suffragio. Crema, 11 novembre 2014 È mancato all'affetto dei suoi cari Arnaldo Denti di anni 81 Ne danno il triste annuncio i fratelli Luigi, Domenico, Gianbattista e Agostino, le sorelle Franca, Rosetta e Maria e tutti i familiari. A funerali avvenuti i familiari ringraziano tutti coloro che hanno partecipato al loro dolore. Pianengo, 13 novembre 2014 Circondata dall'affetto dei suoi cari è mancata Basilia Dellavedova (Lina) in Della Noce di anni 71 Ne danno il triste annuncio il marito Gian Luigi, i fi gli Walter e Alberto, la mamma Maria, i fratelli Paolo, Gian Piero e Roberto, le cognate e tutti i parenti. A funerali avvenuti, i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti e preghiere hanno partecipato al loro dolore. Crema, 14 novembre 2014 Circondato dall'affetto dei suoi cari è mancato il cav. Giuseppe Spinelli di anni 76 Ne danno il triste annuncio la moglie Danilla, la fi glia Giordana con Marco, il nipote Gabriele, gli affezionati Nadia e Alberto con le rispettive famiglie e tutti i parenti. A funerali avvenuti, i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al loro dolore. Esprimono un ringraziamento particolare ai medici e al personale infermieristico del reparto Hospice dell'ospedale Kennedy e a tutta l'équipe Cure Palliative dell'ospedale Maggiore di Crema per le premurose cure prestate. Crema, 9 novembre 2014 Ciao Giuseppe volevamo darti l'ultimo saluto e ringraziarti perché per noi sei sempre stato disponibile anche nei momenti più bui. Tua cognata Antonietta, Fiorenza, Rosa e famiglie. Crema, 10 novembre 2014 Un cuore che cerca sente bene che qualcosa gli manca: ma un cuore che ha perduto sa di cosa è stato privato. Gli amici della classe 1961 si stringono ad Armida e Fabio nel ricordo del caro Denis amico buono e gentile che troppo presto ci ha lasciato. Casaletto Vaprio, 7 novembre 2014 Profondamente addolorati per la dolorosa scomparsa del caro Paolino Guinzoni Confortini i compagni del Liceo Classico Racchetti sezione A, Giusi, Paola, Chiara, Angela Maria, Alberto, Gloria, Cristiana, Giuseppe, Luca, Anna, Maria Luisa, Angela, Nicoletta, Viviana, Cristiana, Giulia, Giuliana, Paolo, Dario, Dantina, Patrizia, Antonella, Laura si stringono alla sofferenza dell amica Donatella e dei fratelli Fabio e Alberto, porgendo loro i più sinceri sentimenti di partecipe e viva condoglianza. Crema, 12 novembre 2014 È mancato all'affetto dei suoi cari Luigi Schiavini di anni 81 Ne danno il triste annuncio la sorella Maria, i nipoti, i pronipoti e tutti i parenti. La cerimonia funebre si svolgerà oggi, sabato 15 novembre alle ore 10 partendo dall'abitazione in via Manzoni n. 6 per la chiesa parrocchiale di Izano; la tumulazione avverrà nel cimitero locale. I familiari ringraziano di cuore quanti partecipano al loro dolore. Izano, 13 novembre 2014 È mancato all'affetto dei suoi cari Renzo Peletti di anni 71 Ne danno il triste annuncio la moglie Rosa, i figli Davide e Luca, le nuore Marina e Silvia, il piccolo Filippo, i fratelli, i cognati, le cognate, i nipoti e i parenti tutti. A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e la partecipazione al rito funebre hanno preso parte al loro dolore. Crema, 7 novembre 2014 Circondata dall'affetto dei suoi cari è mancata Caterina Severgnini ved. Scorsetti di anni 88 Ne danno il triste annuncio il figlio Giovanni con la moglie Agostina, la cara nipote Silvana con Christian e i piccoli Jacopo, Nicolò e tutti i parenti. I familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti e preghiere, hanno partecipato al loro dolore. Crema, 12 novembre 2014 Silvio, Fausta e figli si stringono con affetto a Simona e Stefano nel dolore per la prematura scomparsa del caro Giuseppe Crema, 10 novembre 2014 Le assistenti Laura e Paola e tutti i collaboratori dello Studio Fogliazza partecipano al dolore della moglie Simona e del figlio Stefano per la scomparsa del caro Giuseppe Ambrogi Crema, 10 novembre 2014 È mancato all'affetto dei suoi cari Alessio Serina di anni 90 Ne danno il triste annuncio i figli Gianpietro, Cesare, Ileana, Miriam e Fabrizio, le nuore, il genero, i cari nipoti e pronipoti, il fratello, la sorella e tutti i parenti. A funerali avvenuti, i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al loro dolore. Moscazzano, 14 novembre 2014 Improvvisamente è mancato all'affetto dei suoi cari Armando Vagni di anni 37 Ne danno il triste annuncio la mamma Virginia, il papà Giuseppe, la sorella Giovanna con Sergio, la cara nipote Giulia, la zia Luisa e i parenti tutti. Il funerale avrà luogo domani, domenica 16 novembre alle ore nella chiesa parrocchiale di Moscazzano. La cara salma proveniente dalla camera ardente dell'ospedale Maggiore di Crema giungerà in chiesa alle ore circa. Si ringraziano quanti parteciperanno alla cerimonia funebre. Moscazzano, 13 novembre 2014 Circondato dall'affetto dei suoi cari è mancato Agostino Simonelli di anni 75 Ne danno il triste annuncio la moglie Lidia, i figli Carmen con Fabiano, Angelo con Silvia, Antonella con Bruno, gli adorati nipoti Daniel, Andrea, Filippo, Anastasia, Nicholas, il piccolo Marco e tutti i parenti. A funerali avvenuti, i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al loro dolore. Esprimono un ringraziamento particolare a tutta l'équipe Cure Palliative dell'ospedale Maggiore di Crema per le premurose cure prestate. Offanengo, 13 novembre 2014 Angela ed Enrica con la loro famiglia piangono la scomparsa del caro Agostino Simonelli amico prezioso e premuroso nella loro avventura rurale e si stringono con affetto alla sua famiglia. Crema, 13 novembre 2014

15 15 sabato 15 novembre 2014 OFFANENGO Exporatorio, grandi eventi In occasione del secondo anniversario dell inaugurazione del nuovo oratorio di Offanengo, la comunità parrocchiale ha organizzato una serie di eventi a partire da giovedì scorso, 13 novembre, quando si è svolta una riunione fra i vari volontari di questo frequentatissimo punto di riferimento per la vita del paese. Venerdì sera, per i ragazzi delle scuole secondarie si è svolto il laboratorio Pasticceri per una sera. Oggi, sabato 15 novembre, alle ore 21, presso la sala polifunzionale, andrà in scena lo spettacolo Umani della Compagnia Tracce d arte, con i ragazzi de La Colonna di Offanengo, de Il Seme, Lo Scricciolo, l ANFFAS e l Altana. Ingresso gratuito per tutti. Domani, dopo la Messa animata delle ore 10, aperitivo comunitario in oratorio per tutti, mentre nel pomeriggio tante attività ludiche per i ragazzi delle scuole primarie a cura dell équipe animazione oratorio. Molte delle iniziative proposte si inseriscono nel contesto del progetto che l oratorio di Offanengo ha organizzato in vista di Expo 2015 Nutrire il Pianeta: da novembre 2014 a settembre 2015 ospiterà, infatti, Exporatorio, progetto riconosciuto dal Comitato Expo Milano 2015, che gli ha conferito il marchio Progetto Scuola, concesso solo alle Istituzioni che intendono realizzare un percorso didattico in linea con il tema e che contribuiscono all eredità che Expo 2015 vuole lasciare alle generazioni future. Exporatorio come ci hanno raccontato i suoi organizzatori, la dietista Tania Baroni e don Emanuele Barbieri prevede diverse attività finalizzate a valorizzare gli stili di vita rispetto all educazione e al patrimonio alimentare e ambientale del nostro territorio. Il tema generale Nutrire il pianeta, energia per la vita è stato declinato in tre ambiti. Innanzitutto, l informazione e l educazione: Nutri-care: educhiamoci ad una sana alimentazione, propone, infatti, momenti ad hoc adattati alle varie fasce d età. Dopo le iniziative organizzate per il secondo compleanno del Don Bosco, gli eventi educativi riprenderanno, a gennaio 2015, con tre incontri dal titolo Tre per te-cosa, come, chi mangi?, dedicato ai ragazzi di età compresa fra i 14 e i 18 anni. A febbraio, invece, saranno gli adulti i protagonisti dello Show cooking, il corso di cucina coordinato da VOG (l Associazione Vista Olfatto Gusto ) di Luca Bandirali della Vineria Fuoriporta di Crema, con un grande chef come ospite. Accanto all informazione e all educazione alimentare, non mancherà poi quella spirituale, con Nutrizional... mente: cosa nutre la vita?: momenti di riflessione e catechesi per giovani e adulti, da gennaio 2015, a partire dal testo Cosa nutre la vita? Expo 2015 del cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano. Degna conclusione degli incontri sarà la visita, aperta a tutti, a Expo Milano 2015 durante il Grest parrocchiale (anch esso in tema alimentare, secondo le direttive diocesane). Infine, non c è sana alimentazione che non si sposi a un giusto moto. La terza declinazione del progetto, infatti, denominata Aliment azione: attività fisica e sport, si preoccuperà di tale aspetto, con corsi organizzati dal CSO Offanengo, da ottobre 2014 a giugno Ce ne sarà per tutti i gusti: fitness di mantenimento, ginnastica dolce, aerostep/gag, body tonic, risveglio muscolare, zumba (anche per bambini), pilates e fitness in gravidanza, senza dimenticare gli eventi capisaldi dell organizzazione sportiva offanenghese, quali il 33 Trofeo della Pace, il 3 Street Basket, il 5 Superslam Beach Volley, la 7 a Festa dello Sportivo, nonché le sempre attesissime Sberiadi. Tutte gli eventi si svolgeranno presso l oratorio di Offanengo. Per informazioni su questo denso e ricco calendario è possibile contattare Tania (cell ) o il curato don Barbieri (cell ), oppure prendere contatti con la segreteria dell oratorio (tel ; gmail.com). Una grande iniziativa, dunque, che pone l oratorio offanenghese al centro delle iniziative territoriali organizzate per Expo Compimenti agli organizzatori! M.Z. di GIAMBA LONGARI L a notizia, anticipata dal nostro giornale fin da agosto, adesso è ufficiale: il ponte sul fiume Adda sarà intitolato a Ferrante Castelli, l ex sindaco di Montodine morto il 7 novembre 2011 che più di altri s è battuto per do- tare il territorio di questa importante struttura viaria. La cerimonia commemorativa e d inti- tolazione si terrà domenica 30 novembre alle ore presso la Sala delle Assemblee del Comune, in piazza XXV Aprile, alla presenza di amministratori e autorità di ieri e di oggi. Da tempo precisa Alessandro Pandini, sindaco di Montodine l amministrazione comunale desiderava rendere omaggio dura- turo al lavoro svolto da Ferrante. La pratica, aperta dal mio predecessore Omar Bragonzi, ha coinvolto anche la famiglia Castelli e, grazie all ampio consenso dei vari enti e associa- zioni locali interpellate, è stata inoltrata alle Prefetture e alle Province di Cremona e Lodi: l iter ha avuto il suo corso e oggi, a 3 anni dalla morte di Ferrante e a 5 dall inaugurazione del ponte, possiamo finalmente dare ufficialità a un forte desiderio condiviso. Ferrante Castelli, persona impegnatissima nella vita sociale e politica di Montodine, dopo l esperienza da consigliere comunale d opposizione è stato eletto sindaco per due mandati consecutivi, dal 1995 al 2004, e poi consigliere di maggioranza. Per ben 15 anni, 1 mese e 5 giorni ha seguito la vicenda del pon- te sull Adda: dal crollo del vecchio manufatto in ferro la mattina di mercoledì 9 novembre 1994 fino all inaugurazione dell avveniristica struttura strallata, avvenuta lunedì 14 dicembre 2009, Ferrante è sempre stato in prima li- nea, oltre ogni colore politico, lottando contro la burocrazia, le lungaggini e gli incidenti di percorso con il solo obiettivo di dotare la comunità di un ponte necessario al ripristino dei normali collegamenti stradali. Nel tempo intercorso tra il crollo e l inaugurazione, Ferrante ha scritto a tutti: ha pressato e pungolato l ANAS, tecnici, capi di governo e ministri, prefetti Ha affrontato con piglio e decisione ricorsi al TAR, ha gestito il fallimento della prima impresa che ha lavorato al ponte e, dopo il nuovo appalto e l aggiornamento della progettazione, ha seguito l opera degli operai della Tecnis che hanno completato l avveniristica struttura sull Adda. Se oggi Montodine e un intero territorio hanno un ponte lungo un asse viario importante struttura fondamentale per i pendolari, le imprese artigiane-commerciali e ogni cittadino un grande merito va certamente attribuito a Ferrante. Dopo la sua morte, il 7 novembre di tre anni fa, l amministrazione comunale con i familiari e alcuni amici ha avviato le procedure PRIMA STRUTTURA PARROCCHIALE DEL NOSTRO TERRITORIO A OTTENERE QUESTO IMPORTANTE PATROCINIO. CALENDARIO RICCO DI INTERESSANTI APPUNTAMENTI PER TUTTI Il nuovo oratorio offanenghese e la locandina di Exporatorio MONTODINE: SARÀ IL PONTE DI FERRANTE È ufficiale: intitolato all ex sindaco a tre anni dalla morte A sinistra, il ponte sull Adda ricostruito dopo il crollo. Qui sopra, Ferrante Castelli per l intitolazione che sono ora giunte al termine: il ponte sull Adda, dunque, sarà intitolato al toponimo Ferrante Castelli. La cerimonia ufficiale di commemorazione e intitolazione si svolgerà, come detto, domenica 30 novembre. Appuntamento dalle ore nella Sala delle Assemblee del municipio: in programma gli interventi del sindaco Alessandro Pandini, di Omar Bragonzi e di Fiorella Lazzari, assessore provinciale alla Viabilità negli anni della battaglia per il ponte. Tanti sono gli invitati: ex sindaci e amministratori, dirigenti dell ANAS, onorevoli e parlamentari attuali e del recente passato, ingegneri e titolari delle imprese che hanno lavorato al ponte. Al termine dei discorsi, saranno scoperte le targhe quelle ufficiali per i due lati e quella a memoria voluta dal Comune che, il giorno dopo, saranno collocate sul ponte, segno di gratitudine per la preziosa opera svolta dall indimenticabile Ferrante. Onoranze Funebri Servizio 24 ore Diurno - Notturno - Festivo Abitazioni, Ospedali e Case di Riposo Preventivi senza impegno Tel Crema - Via Pascoli, 3 (zona S. Maria)

16 Necrologi 16 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI Ora il vento s'è fatto silenzioso e silenzioso il mare, tutto tace, ma io grido. (G. Ungaretti) Anche se in un'assenza disperante, lunedì 17 novembre sarà il tuo 65esimo compleanno Checco Edallo Saremo con te, con il nostro amore. Tua moglie Yetta, tuo fi glio Mattia novembre novembre 2014 "La bontà fu il tuo ideale, il lavoro la tua vita. Nei nostri cuori è sempre vivo il tuo ricordo". Nel terzo anniversario della scomparsa del caro novembre 2014 "Nessuno muore sulla terra fi nché vive nel cuore di chi resta". 16 novembre 2014 I familiari ricordano con immutato amore il giorno del compleanno del caro Antonio Usberghi con una s. messa alle ore di domani, domenica 16 novembre nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo ai Morti. Crema, 10 novembre A un anno dalla scomparsa di Angelo Nava Mafalda, Stefano e Annamaria lo ricordano con una s. messa che sarà celebrata in Duomo sabato 22 novembre alle ore 18. Nel trigesimo della scomparsa del caro e indimenticabile Camillo Lucchi una s. messa di suffragio verrà celebrata lunedì 17 novembre alle ore 18 in Cattedrale. Maria Antonietta Barbati Biondo Oggi come ieri sei tra noi, con la tua forza e serenità. Ti ricordiamo con una s. messa presso la chiesa parrocchiale di Quintano lunedì 24 novembre alle ore 20. I tuoi cari Nel sesto anniversario della scomparsa della cara Francesco Schiavini lo ricordano con tanto amore la moglie Tosca, i fi gli, le nuore, il genero, i nipoti, Giada, Nicolò, Luca e Michael. Una s. messa sarà celebrata domani, domenica 16 novembre alle ore 10 nella chiesa parrocchiale di Offanengo. "L'onestà fu il loro ideale, il lavoro tutta la loro vita. La cara Maria ne riserba il loro ricordo". Bruno Fusi Nell'ottavo anniversario la moglie Rosa, i fi gli Luca ed Edda lo ricordano con immenso affetto. Una s. messa in memoria sarà celebrata lunedì 17 novembre alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Quintano novembre 2014 A 32 anni dalla scomparsa del caro Nell'anniversario della scomparsa della cara Santina Cattaneo il marito, la figlia, la sorella, i cari nipotini Edoardo ed Evita, i nipoti e i parenti tutti la ricordano con immutato affetto. Una s. messa sarà celebrata sabato 15 novembre alle ore 18 nella Basilica di S. Maria della Croce. Nel ventesimo anniversario della scomparsa della cara mamma Augusta Cattaneo i figli Teresa e Attilio con le rispettive famiglie la ricordano con l'amore di sempre e infinita nostalgia. Accomunano nel ricordo il caro papà Nel settimo anniversario della scomparsa della cara Caterina Vailati i familiari la ricordano sempre con grande amore. Una s. messa sarà celebrata giovedì 20 novembre alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di San Carlo Lina Marchesini i familiari la ricordano con l'affetto di sempre. Una s. messa sarà celebrata venerdì 21 novembre alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Ripalta Cremasca novembre 2014 Nel terzo anno della scomparsa di Giulio Carelli i familiari, i parenti e gli amici lo ricordano con una s. messa che sarà celebrata oggi, sabato 15 novembre alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di San Bernardino frazione di Crema. Domani, domenica 16 novembre ricorre il settimo anniversario della morte del caro Giovanni Valimberti Lo ricordano con affetto la moglie Maria Marazzi, la sorella Adina, i cognati e le cognate, i nipoti, i pronipoti e i cugini. Maria accomuna nel ricordo il caro Mario Longari a tutte le persone che lo amarono e stimarono. Maria unitamente ai fratelli e alla sorella con le rispettive famiglie ricorda anche i cari genitori in occasione dei loro cento anni dalla nascita. L'uffi cio sarà celebrato mercoledì 3 dicembre alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Montodine. Angelo Fontanini i fi gli Gianni, Margherita e Silvia con il marito e il nipote Luca lo ricordano con immenso affetto a quanti lo conobbero e l'ebbero caro. Una s. messa in suffragio sarà celebrata lunedì 17 novembre alle ore nella chiesa parrocchiale di San Bartolomeo ai Morti novembre 2014 A quattordici anni dalla scomparsa del caro novembre 2014 "Un uomo può essere Padre ma ci vuole una persona speciale per essere papà... Grazie per l'amore che ci hai dato...". Nel terzo anniversario della scomparsa del caro Gianbattista Armonio la famiglia lo ricorda con amore nella s. messa che sarà celebrata domani, domenica 16 novembre alle ore nella chiesa parrocchiale di Quintano. Masino Cavalli Una s. messa sarà celebrata oggi, sabato 15 novembre alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di San Pietro novembre 2014 "Il tempo scorre velocemente, ma il ricordo è come il sole che nasce e non tramonta mai". Nel ventitreesimo anniversario della scomparsa del caro Lucia Barbati I fratelli, le cognate, i nipoti e i pronipoti la ricordano sempre con grande affetto. Accomunano nel ricordo il caro marito Martino Lorenzini a cinque anni dalla sua dipartita, il fratello Nel primo anniversario della scomparsa della cara mamma Agostina Alghisi i fi gli Abele, Eugenio, Mariarosa, Stefana, Raffaella, le nuore, i generi, i nipoti Mirco, Luca, Elisa, Martina, Francesco, Beatrice, Christian e il piccolo pronipote Alessandro, la cognata Teresa e i parenti tutti la ricordano sempre con profondo amore. Accomunano nel ricordo il caro papà La classe 1944 di Capergnanica si ritrova domani, domenica 16 novembre per il 70 anniversario e ricorda con nostalgia i cari amici Adriana Nichetti e Antonio Campari la moglie Mariella, le figlie Enrica e Fiorenza, i parenti e gli amici tutti lo ricordano con immutato affetto. Un uffi cio di suffragio sarà celebrato lunedì 17 novembre alle ore nella chiesa parrocchiale di Casaletto Ceredano novembre 2014 "Ogni giorno c'è per te un pensiero e una preghiera". Nel dodicesimo anniversario della scomparsa del caro Domenico Beccalli Nel diciassettesimo anniversario della scomparsa. Ti ricordiamo sempre con infinito amore e nostalgia Rosa, Gregorio, Teresa, Simona e Sabrina con le rispettive famiglie. Una s. messa in suffragio sarà celebrata oggi, sabato 15 novembre alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di Ripalta Arpina. Stefano Giuseppe Bonaventura la moglie Elda, il figlio Emiliano con Federica, Francesca, Tommaso e il piccolo Niccolò, i parenti e gli amici tutti lo ricordano con grande amore e immutato affetto. Una s. messa in memoria sarà celebrata lunedì 17 novembre alle ore nel Santuario della Madonna delle Grazie in Crema. "L'amore è più forte della morte e tu continui a essere presente in noi e nei tanti bei ricordi che ci hai lasciato". Buon compleanno Preventivi senza impegno Antonio Barbati e i cari genitori. Un ufficio funebre di suffragio sarà celebrato martedì 18 novembre alle ore nella chiesa parrocchiale di Bagnolo Cremasco. Giovanni Severgnini a 8 anni dalla dipartita. Una s. messa sarà celebrata domani, domenica 16 novembre alle ore nella parrocchiale di San Carlo. Giovanni Cantoni che sono venuti a mancare, ma il vostro ricordo sarà sempre con noi e nella nostra comunità che tanto avete amato per i tanti anni felici che abbiamo passato insieme. Una s. messa verrà celebrata in vostro ricordo domani, domenica 16 novembre alle ore 11 nella chiesa parrocchiale di Capergnanica. Luigi Biondi la moglie, i fi gli, la nuora, il genero, i nipoti Irene, Erica, Alice, Gabriele e i parenti tutti lo ricordano sempre con grande amore. Un uffi cio funebre di suffragio sarà celebrato martedì 18 novembre alle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Offanengo. Ditta individuale IZANO via Roma 83/a Per informazioni: Cel Abit Luigi Montemezzani La mamma e il papà Casaletto Ceredano, 17 novembre 2014

17 VAIANO CREMASCO SABATO 15 NOVEMBRE 2014 L ambiente come priorità LO SOSTIENE LA MINORANZA DI VAIANO DEMOCRATICA Incontriamo oggi i rappresentanti della lista Vaiano Democratica ed Ambientalista, nota per la sua attenzione all ambiente e alla qualità della vita urbana, come dimostrano i numerosi interventi in Consiglio comunale con puntuali interrogazioni su molti temi cari ai cittadini. Vogliamo una Vaiano vivibile, pulita, accogliente e sicura, ci dicono Andrea Ladina e Giovanni Alchieri, coordinatore della lista e consigliere comunale. Nel ruolo di controllo che ci compete non facciamo sconti a nessuno, essendo noi una lista civica indipendente. Non abbiamo posizioni preconcette nei confronti della Giunta perché per noi è importante risolvere i problemi. Collaboriamo con gli amministratori quando fanno cose giuste prosegue Ladina. Ad esempio, l introduzione di un contributo ai ragazzi delle medie per l acquisto dei libri avvenuto anche su nostra pressante richiesta, mentre li critichiamo quando ritardano nel dare risposte ai cittadini. Come di recente rispetto a un episodio di malfunzionamento delle fognature in via Manzoni. A causa di un guasto alla pompa idraulica che convoglia gli scarichi civili nella soprastante fognatura centrale di via Sant Antonino le suddette acque nere maleodoranti hanno finito per inquinare le acque di un colatore in un sito molto frequentato dai cittadini e dai ragazzi accanto al parcheggio comunale. Il sindaco ci ha risposto che la colpa dei ritardi era di Padania Acque. Non siamo d accordo. Infatti, essendo egli l autorità sanitaria del Comune, di fronte a una emergenza igienico-sanitaria doveva intervenire tempestivamente. Non è possibile metterci quattro mesi. Adesso il guasto è riparato, ma per l avvenire chiediamo che la salute, l igiene e l ambiente abbiano priorità assoluta. In tempi di ristrettezze per gli Enti Locali, anche per i tagli del Governo Renzi, che penalizzano i Servizi sociali, la scuola e la sanità, ritengo che quel poco che c è dev essere utilizzato per interventi prioritari gli fa eco Alchieri. Che senso ha spendere soldi per mandare in onda le sedute del Consiglio quando ci viene detto che non ci sono soldi per migliorare la pulizia delle strade o commissionare uno studio sui flussi di traffico? Sul tema della viabilità si deve intervenire ma, a differenza di quanto ha affermato UDP, noi riteniamo che la viabilità si migliora non certo permettendo alle auto, per fare prima, di scorazzare a gran velocità nelle Da sinistra: Giovanni Alchieri e Andrea Ladina strette vie del centro storico, ma nell intervenire a favore dei pedoni, di ciclisti e degli utenti deboli della strada. Creando anche aree pedonali, a traffico limitato solo per i residenti e togliendo i mezzi pesanti agricoli dal centro. Anche per noi l apertura della via Don Madeo deve avvenire al più presto, per creare un alternativa al transito nel centro, ma comunque per fare un lavoro serio serve uno studio sui flussi di traffico, afferma l ex sindaco. Condivide questa tesi anche Cristina Romani esponente della lista ambientalista, impegnata da anni nella tutela del quartiere Brede: A differenza di UDP noi riteniamo che sia stato un bene impedire l esproprio dell ortagliagiardino privato nella nostra zona perché se ciò fosse avvenuto avrebbe comportato anche la distruzione di un parco pubblico nel nostro quartiere per fare una ennesima lottizzazione edilizia, distruggendo l ultimo prato di Vaiano prima della Paullese. Non si vuole bene al paese se si continua a cementificare! I problemi di viabilità che Vaiano ha oggi sono anche il prodotto di una cementificazione selvaggia avvenuta nel passato. Luca Guerini Il Cremasco 17 VAIANO: dissesto idrogeologico, mozione Vaiano Democratica punta i riflettori sul delicato e attuale tema del dissesto idrogeologico dell Italia e sulla necessità di un urgente politica di prevenzione. Quando le notizie di disastri causati dal dissesto idrogeologico abbandonano i giornali, poi non ci si ricorda più fino alla prossima sciagura! Noi vogliamo mettere al centro dell attenzione questa questione ed è per questo che abbiamo presentato una mozione in Consiglio comunale. Andrea Ladina, coordinatore del gruppo, e Giovanni Alchieri, capogruppo della squadra, chiedono al sindaco Calzi di inviare al Presidente del Consiglio la richiesta che nella Finanziaria 2015 vengano stanziati almeno 3 miliardi di euro per avviare un serio programma di prevenzione del dissesto idrogeologico in Italia creando nel contempo posti di lavoro destinati alla cura del territorio. A ogni autunno si sta col fiato sospeso per il rischio di alluvioni, frane, smottamenti. Fenomeni naturali che hanno conseguenze disastrose. I costi per questo continuo smottamento dell Italia sono altissimi, in termini di perdita di vite umane e di danni economici. Addirittura, il 68% delle frane che avvengono in Europa riguardano il nostro Paese. Mentre sono ancora recenti le ferite per le alluvioni in Campania, Liguria, Sicilia, Toscana, Veneto, Sardegna, Puglia... è sopraggiunta, in questi primi giorni di autunno 2014, una nuova, gravissima devastazione a Genova e in molte altre parti della Liguria, del Piemonte e dell Emilia, con alto carico di distruzioni, di lutti e blocco delle attività economiche. Perché in tre anni non si è provveduto con interventi seri per prevenire il dissesto idrogeologico?. Queste e altre le domande per Matteo Renzi e i sui collaboratori. LG BAGNOLO: domani, Il libro delle ombre La rassegna teatrale per bambini e famiglie Il canto della cicala propne per domani, domenica 16 novembre, alle ore 16, il suo quinto appuntamento. Al cineteatro dell oratorio Don Bosco, il Teatro di carta interpreterà Il libro delle ombre. La trama è ispirata al romanzo di Von Chamisso Storia straordinaria di Peter Schlemihl, in cui il protagonista scambia la propria ombra con una borsa da cui non si finisce mai d estrarre denaro. L ombra rappresenta ciò che ognuno di noi ha di unico e irripetibile, la propria individualità, la propria essenza. La cessione dell ombra del protagonista della storia è legata all abbandono della sua passione, la scrittura, e della sua aspirazione, quella di diventare scrittore. Al termine del percorso cosa imparerà il giovane scrittore? Spettacolo di e con Chiara Carlorosi e Marco Vergati. CASALETTO VAPRIO: Csk Master da podio! La Compagnia Teatrale Caino e Abele riprende alla grande la sua attività. Dopo un cambio alla guardia, dopo le dimissioni del mitico Giusba, la presidenza è passata a Tania Baroni e le iniziative ripartono, sebbene con qualche differenza. Domenica 19 ottobre, alle ore 15, il Consiglio direttivo della Caino & Abele ha incontrato gli allievi e le loro famiglie per l apertura ufficiale del nuovo anno accademico, il quinto, della CRE- Arti, Accademia del Musical in Oratorio. Quest anno gli accademici, saranno ben 10 per il corso base ragazzi, 8 per il corso base adolescenti e 14 per il corso avanzato, per un totale di 32 iscritti, un numero che soddisfa pienamente gli organizzatori: I ragazzi vengono e portano anche altri amici, si tratta di un passaparola, per la gioia di partecipare a questi corsi, dichiara Baroni. Una conferma, dunque, di come questa proposta continui a piacere e a riscontrare apprezzamenti su tutto il territorio. Quest anno gli insegnanti saranno 5 (2 di canto, 1 di recitazione, 2 di ballo): il coro si terrà una volta alla settimana, per una lezione di un ora e mezza secondo OFFANENGO La Caino & Abele pronta per la nuova stagione il seguente calendario: il corso avanzato di ballo si tiene ogni venerdì alle ore 19, quello di recitazione il sabato alle 17.30, mentre quello di canto al sabato dalle ore 16. Il corso base ragazzi di ballocanto-recitazione è programmato per il sabato dalle 14.30; infine, per gli adolescenti, il corso base ballo-canto-recitazione si terrà il sabato alle ore 16, sempre presso gli ampi spazi dell oratorio di Offanengo. Non mancherà nemmeno la 10 a edizione della rassegna A teatro? Perché no!, che farà parte dei molti festeggiamenti del 30 anniversario della nascita della Compagnia Caino & Abele. Le differenze, rispetto alla proposta dello scorso anno, riguardano la tempistica: la nuova stagione inizierà con il 2015 e anche le modalità di partecipazione, per le Compagnie amatoriali che volessero far parte della nuova stagione, sono diverse. Una scelta fatta per mettere in campo qualcosa di diverso: essendo il 10 anniversario della Compagnia, abbiamo voluto percorrere una strada nuova; per noi l elemento economico è ovviamente importante, ma non fondamentale: la scelta è stata dettata dalla voglia, almeno per quest anno, di cambiare, ha affermato la presidente Baroni. La Caino e Abele ha così emanato un bando di concorso della 10 a edizione di A teatro? Perché no!. Le Compagnie partecipanti selezionate, sino a un massimo di dieci, avranno la possibilità di esibirsi sul palcoscenico del Teatro dell oratorio di Offanengo, in data da concordare. La Compagnia offanenghese promuoverà la stagione mettendo a disposizione il personale e il materiale tecnico dell oratorio, nonché il servizio di prevendita e biglietteria. Diversamente dal consueto funzionamento, non è previsto un compenso d ingaggio per la Compagnia ospite, alla quale spetteranno il 40% dell incasso della serata, i costi SIAE e le spese di trasporto, di allestimento e di noleggio del materiale. Le tre Compagnie che registreranno maggiore presenza di pubblico con il loro spettacolo entreranno di diritto nel cartellone della Rassegna A teatro? Perché no!, che vedrà ripristinato il costo d ingaggio per le Compagnie ospiti, la cui selezione si svolgerà in tre fasi. Per conoscere modalità e ricevere ulteriori informazioni sulla nuova stagione, che si svolgerà con il patrocinio e il contributo dell Oratorio di Offanengo, contattare i seguenti indirizzi: compagniacainoeabele.com e www. compagniacainoeabele.com. M.Z. La squadra di karate di Casaletto Vaprio, Csk Master, ha sfidato a Foligno, l 8 e il 9 novembre scorsi, numerose società sportive provenienti da tutta Italia nel Campionato Italiano CSEN, nella specialità del kata, un succedersi di tecniche di parata e attacco prestabilite contro più avversari immaginari. Nell esecuzione dell esercizio riveste grande importanza proprio la qualità formale delle singole tecniche, delle posizioni e degli spostamenti. Si tratta di un vero combattimento, seppur simulato, che racchiude sia lo studio delle tecniche fondamentali, sia il ritmo della lotta. Su un totale di 91 società sportive, la CSK Master Task casalettese si è classificata al 4 posto assoluto della classifica per società: un risultato notevole, che premia gli sforzi e l impegno dei ragazzi cremaschi. Una trasferta piena di soddisfazioni, iniziata con i primi posti della piccola Ambra Loi, di Aurora Loi e Sonia Inzoli è proseguita con il secondo posto conquistato da Georgiana Gheorghita e il terzo di Leonardo Barletta, Gaia Tremoliti, Davide Greco, Stefania Marazzi. Chiuso questo capitolo, si aprono altre sfide in questo mese di novembre: la Venice Cup Open internazionale e la Children Venice Cup. Ultima, ma non meno importante, la finale del Campionato Italiano Fijlkam categoria Esordienti A (12-14 anni) al PalaFijlkam del Lido di Ostia, dove, grazie ai piazzamenti nelle Regionali, parteciperanno le ragazze CSK Eleonora Zambon e Sara Galmozzi (nella foto, a destra, il maestro Mauro Andreetto). LG - DENTIERE - RIPARAZIONI - MANUTENZIONI E MODIFICHE - Pulitura e Lucidatura Gratis - RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO - GIORDANO RAFFAELE - CREMA - p.zza C. Manziana, 16 (zona S. Carlo) - Telefonare al 0373/ Cell Installazione e riparazione di zanzariere, tende da sole, tende da interno, veneziane, tapparelle e porte a soffietto. Via Garibaldi, 7 - Tel Cell CAPERGNANICA (CR) La vostra vecchia pelliccia può essere trasformata così MOSCAZZANO LABORATORIO ARTIGIANALE Pellicce pronte e su misura Rimesse a modello Riparazione pellicce e montoni e pulitura piazza Gambazzocchi, 6 tel

18 18 Il Cremasco ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI ANNIVERSARI SABATO 15 NOVEMBRE 2014 CASALETTO VAPRIO: onorati i Caduti novembre 2014 "... come un volo di rondini la vita ci lascia... Ti ha preso e ti ha portato via, ma resterai sempre nei nostri cuori e nessuno potrà dividerci". Nel terzo anniversario della scomparsa del caro Gino Pacchioni la moglie Angela, i figli Fabio, Massimo e Giovanna, le nuore, il genero e le nipotine Francesca e Giulia lo ricordano sempre con grande amore. Un ufficio funebre sarà celebrato sabato 15 novembre alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di Bagnolo Cremasco. A due anni dalla scomparsa del caro Giovanni Calzi la moglie Micky, la figlia Claudia con Luca e l'amatissimo nipote Davide ti ricordano con il grande amore di sempre. Una s. messa sarà celebrata domani, domenica 16 novembre alle ore 18 presso la chiesa parrocchiale di Crema Nuova novembre 2014 A sette anni dalla scomparsa della cara Attilia Stanghellini ved. Zaniboni i figli Imelda, Mariuccia, Cesare, i nipoti, i pronipoti, la sorella Maria e i parenti tutti la ricordano con immutato affetto. Una s. messa in memoria sarà celebrata mercoledì 19 novembre alle ore nel Santuario della Madonna delle Grazie novembre 2014 "Tutto ciò che è importante non ci lascia mai". Nel primo anniversario della scomparsa la moglie Luisa, i figli Moreno, Aldo e Clara, le nipoti Martina e Alessia, ricordano con affetto il marito, papà e nonno novembre 2014 "L'alba di ogni mattino ci regala il tuo ricordo e non c'è nessun tramonto che lo possa cancellare". Gianfranco Compiani Nadia, Elisa con Cristian Un uffi cio funebre sarà celebrato mercoledì 19 novembre alle ore nella chiesa parrocchiale di Ripalta Arpina novembre 2014 "Ti portiamo nel cuore con l'amore di sempre". Nel trentesimo anniversario della morte del caro Mario Ferrari il fi glio don Pier Luigi, le fi glie Doranna, Lidia e Mariarosa con le rispettive famiglie lo ricordano a parenti, amici e a quanti gli vollero bene. Una s. messa sarà celebrata domani, domenica 16 novembre alle ore nella Basilica di S. Maria della Croce novembre 2014 "Il ricordo è un modo di incontrarsi". (K. Gibran) Nel quinto anniversario della scomparsa del caro Angelo Zanini la moglie, i fi gli, la nuora, il genero, i nipoti, il pronipote e i parenti tutti lo ricordano con infi nito amore e tanta nostalgia. Una s. messa sarà celebrata mercoledì 19 novembre alle ore 20 nella chiesa di San Rocco di Izano novembre 2014 Non esiste separazione defi nitiva fi no quando c'è il ricordo. "Nelle cose che facciamo, che pensiamo, nelle gioie e nei dolori di ogni giorno c'è sempre un po' di te". Nel 29 anniversario della scomparsa della cara Melissa Polloni la mamma, il papà, la sorella Erica, i nonni, gli zii, il cugino Riccardo e i parenti tutti la ricordano con infi nito amore. Accomunano nel ricordo la cara il caro Maria Zagheno Andrea Tomella e il caro zio Angelo Tomella Crema, 18 novembre 2014 Natalina Scarpelli Vorrei sapere a cosa è servito vivere, amare, soffrire spendere tutti i tuoi giorni passati se così presto hai dovuto morire (partire) se presto hai dovuto morire (partire). Voglio però ricordarti com'eri pensare che ancora vivi voglio pensare che ancora mi ascolti e che come allora sorridi che come allora sorridi. Da chi ti vuole bene Crema, 19 novembre novembre 2014 "La tua voglia di vivere è rimasta nei nostri cuori. La tua scomparsa ha portato con te parte di noi". Nel nono anniversario della scomparsa del caro Giovanni Battista Tosetti la moglie Maria, le fi glie Palma con Angelo, Daniela, il nipote Andrea con Vera lo ricordano con tanto amore e nostalgia a quanti lo conobbero e l'ebbero caro. Crema, 17 novembre 2014 Nell 11 anniversario della scomparsa della nostra indimenticata Patria Giavaldi ved. Voltini La fi glia Gina, il marito, i figli, i nipoti la ricordano a quanti l hanno conosciuta e stimata. Una s. messa a suffragio della sua anima sarà celebrata nella chiesetta di S. Maria Stella in via Civerchi lunedì 17 novembre alle ore novembre 2014 Nel quarto anniversario della scomparsa della cara Francesca Abbà ved. Zabaglio i familiari la ricordano sempre con immutato affetto. Una s. messa sarà celebrata domenica 23 novembre alle ore nella chiesa parrocchiale di San Carlo. "Vorrei mi ricordaste com'ero. Pensando che ancora vivo, pensando che ancora vi ascolto e che come allora sorrido.... Nel dodicesimo anniversario della scomparsa della cara Marinella il marito, i fi gli, le nuore, Giulia, Riccardo e Lorenzo e i parenti tutti la ricordano con amore e infinita nostalgia. Una s. messa sarà celebrata domani, domenica 16 novembre alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Giacomo. Crema, 11 novembre novembre 2014 Nel decimo anniversario della scomparsa del caro Luigi Dossena la moglie Paola, la figlia Barbara e famiglia lo ricordano con infinita nostalgia. Una s. messa sarà celebrata domani, domenica 16 novembre alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di San Benedetto. Domenica scorsa, alla presenza di numerosi cittadini (tra cui molti bambini) s è tenuta la commemorazione dell Unità nazionale e delle Forze Armate con la sobria e toccante cerimonia organizzata come di consueto dall ANCR locale. Associazione e amministrazione hanno ricordato il sacrificio dei Caduti casalettesi e di tutti i Caduti per la libertà. Onorare la festa del IV Novembre significa riconoscere il sacrificio di quegli uomini, esprimere gratitudine a coloro che hanno pagato a caro prezzo quei diritti di libertà e democrazia di cui noi, oggi, godiamo. Erano presenti delegazioni delle associazioni d arma combattentistiche e una rappresentanza dei volontari dell Associazione Nazionale Carabinieri e degli Alpini. Il corteo, con in testa il Corpo bandistico Igino Robbiani di Soresina seguito dal gonfalone del Comune e dalla bandiera della sezione locale, s è recato dapprima alla scuola materna e poi al Monumento ai Caduti del piazzale del cimitero, dove la presidente ANCR, Giovanna Ginelli, e il sindaco Ilaria Dioli, dopo la cerimonia dell alzabandiera e gli onori resi, hanno deposto le corone d alloro. Il parroco don Achille Viviani ha impartito la benedizione. Poiché la guerra è nei ricordi degli anziani superstiti, lo è nei figli di coloro che l hanno vissuta attraverso i racconti dei genitori, lo è attraverso i luoghi della memoria, il sindaco Dioli, nel suo bel discorso, ha voluto sottolineare l importanza di trasmettere ai più giovani, in particolare ai bambini la memoria storica. Memoria storica ha detto la Dioli che racconta di noi; che costituisce l etica e la morale degli uomini di oggi. Da qui l importanza di ricordare il grande sacrificio fatto dai nostri Caduti per la libertà e la pace, bene che purtroppo popoli come la Siria o le genti della striscia di Gaza o tanti altri nel mondo, non possono ancora vivere. Bambini e genti, quelli di queste terre, che speriamo un giorno possano riconoscersi nelle strofe di questa poesia:... e pace è ancora / non avere fame / non avere freddo / non avere paura (B. Brecht, I bambini giocano). Al termine della commemorazione civile, il corteo si è diretto verso la parrocchiale per la celebrazione della Messa iniziata con l appello dei Caduti e conclusa da una emozionante esecuzione del Signore delle cime da parte dei ragazzi del Coro Mapendo, con accompagnamento di fiati, piano e chitarra. Il consueto rancio ha concluso in allegria le celebrazioni. LG CAMISANO: Valerani: Negozi a rischio L amministrazione di Camisano, dopo l incontro con Bre.Be.Mi. di fine ottobre presso il Comune di Isso, ha accantonato con estrema amarezza le possibilità di conservare la viabilità dell attuale Sp 16 cremonese con la Sp 103 bergamasca o di costruire una nuova strada di arroccamento sul fianco destro della nuova bretella autostradale. Lo constata il sindaco Adelio Valerani, che ha scritto alle Province di Bergamo e Cremona, alla società Bre.Be.Mi. e al Consorzio B.B.M. L intera comunità, dopo la presentazione di un progetto da parte della Provincia di Cremona che collegava la Statale 235 nelle vicinanze di Crema est alla Statale 11 in provincia di Bergamo, ha atteso dal 1996 la costruzione della nuova arteria, convinta che la nuova viabilità ci avrebbe tolti dall isolamento e che la stessa potesse offrire nuove opportunità di lavoro, scrive il sindaco. In questi giorni, invece, il timore è di maggior isolamento. Chiediamo di poter discutere e possibilmente concordare con voi un piano di viabilità senza minimamente far modificare o toccare quanto fissato nel progetto esecutivo, dovendo salvaguardare gli interessi economici dell intero paese e in particolare delle attività commerciali, preoccupate di dover chiudere per il mancato transito dei mezzi all interno del centro. Evidenziando che tutti noi siamo preoccupati per la drastica interruzione, chiediamo di limitare al minimo la chiusura delle Sp 16 e Sp 103: la chiusura totale della viabilità per cinque mesi potrebbe far dimenticare il nostro paese agli abitudinari che ogni giorno vi transitano. Meglio sarebbe procedere al raccordo con la nuova rotatoria di Isso verso la bretella proveniente da Crema est, che comporterà il fermo della viabilità per solo giorni, permettendo così agli utenti che si servono dei nostri servizi di continuare il passaggio nel nostro centro abitato. Il Comune chiede l apertura del primo tratto della rotatoria di Isso fino alla nuova rotatoria di Camisano-Castel Gabbiano, in modo da convogliare il traffico verso il Comune di Camisano. Quindi, per concretizzare tale ipotesi suggeriamo di ripristinare l asfalto lungo la via Caminetti di Sotto, ammalorato dal passaggio dei vostri mezzi di cantiere (intervento già richiesto più volte, ndr) per poter ricevere il traffico proveniente da detta rotatoria, mantenendo il divieto di transito ai mezzi pesanti come avviene ora. Luca Guerini ZAPPELLO: cerimonia per il IV Novembre Carlo Scorsetti Una s. messa verrà celebrata lunedì 17 novembre alle ore nella chiesa parrocchiale di Romanengo. Francesco Spoldi la moglie, le fi glie con i generi, i nipoti tutti lo ricordano con tanto affetto. Una s. messa sarà celebrata lunedì 17 novembre alle ore nella chiesa parrocchiale di Trescore Cremasco. Via Rossignoli, 22 Ombriano - Crema Tel Continuano nelle frazioni del Comune di Ripalta Cremasca le celebrazioni del IV Novembre. Dopo Ripalta Nuova e Bolzone, domenica scorsa è toccato all Associazione Combattenti, Reduci e Simpatizzanti di Zappello onorare la memoria dei Caduti e rendere omaggio alle Forze Armate. La bella cerimonia, accompagnata dalle note delle Banda, è iniziata con la santa Messa al cimitero: al termine, la deposizione della corona d alloro presso il monumento e i discorsi di rito, tra cui quello del sindaco Aries Bonazza. A seguire, il corteo è tornato in paese per deporre un altra corona davanti alla lapide che si trova all esterno della sede. La giornata è quindi proseguita con il pranzo sociale, in un bel clima di festa.

19 Il Cremasco SABATO 15 NOVEMBRE OFFANENGO In festa con la Banda LA SAN LORENZO CELEBRA LA PATRONA Domenica prossima, 23 novembre, in occasione dell annuale ricorrenza di Santa Cecilia, protettrice dei musicisti, si terrà la seconda edizione del pranzo sociale della Banda San Lorenzo di Offanengo, presso la sala polifunzionale del nuovo oratorio (che ricordiamo quest anno, proprio in questi giorni, compie due anni). DOMENICA 23 NOVEBRE, SECONDA EDIZIONE DEL PRANZO SOCIALE Un appuntamento che già lo scorso anno aveva riscosso un ottimo successo: in 180, fra bandisti e simpatizzanti, avevano infatti accolto l invito di celebrare in compagnia della Banda la ricorrenza di Santa Cecilia. Il programma della giornata 2014 prevede alle ore il ritrovo presso la sede, quindi partenza del corteo per le vie del paese e arrivo alla chiesa parrocchiale; dopo la celebrazione della Messa comunitaria il trasferimento presso l oratorio, dove si gusteranno aperitivo e pranzo, durante il quale non mancheranno momenti musicali a cura della Banda stessa. La San Lorenzo è una dinamica realtà musicale presente in paese fin dalla sua nascita, il 1919: da sempre a servizio delle esigenze della vita civile e non del paese, la Banda non fa mai mancare l accompagnamento musicale in ricorrenze celebrative o di inaugurazione. Inoltre, organizza concerti di grande richiamo, in collaborazione con il corpo bandistico di Casalbuttano: le due realtà danno così vita a un orchestra di fiati diretta dal Maestro Andrea Maggioni che conta non meno su una cinquantina di orchestrali. Tra le molte attività anche la collaborazione con l amministrazione comunale e con l Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino dove, da alcuni anni, sono stati avviati dei lavoratori sia per i bambini delle classi quarta e quinta della scuola Primaria, sia per i ragazzi delle secondarie: si può così avviare lo studio di strumenti (forniti in comodato gratuito) quali il clarinetto, la tromba, il flauto traverso, il sax e le percussioni, mentre il corpo bandistico suona anche il trombone, l euphonium, il basso tuba e l oboe. Si tratta di una collaborazione che ha portato ottimi frutti: molti ragazzi, infatti, stanno anche frequentando i corsi della scuola interna della Banda San Lorenzo, tutti tenuti da insegnanti diplomati. La sede, sopra i locali del MCL di Offanengo, è frequentata dai musicisti soprattutto nei periodi di preparazione dei concerti, quando gli orchestrali si incontrano anche tre volte alla settimana. Sono 23 i musicisti della Banda, di età media tra i 20 e i 25 anni, eccezion fatta per qualche colonna della Banda che conta qualche anno in più. Un realtà che, naturalmente, è aperta a tutti coloro che vogliano avvicinarsi alla musica e che invita anche i semplici simpatizzanti a partecipare al pranzo di domenica 23 ottobre. Altro appuntamento dell Orchestra di fiati Offanengo-Castelleone sarà il Concerto di Natale del 21 dicembre presso la sala polifunzionale dell oratorio. Il presidente don Bruno Ginelli, il vice Natale Bressanelli e la segretaria Monica Fusar Poli invitano a contattare per ulteriori informazioni e iscrizioni il sig. Antonio (cell ) e il sig. Rodolfo (cell ). M.Z. CHIEVE: oggi, premi a studenti e fotografi amministrazione comunale invita la cittadinanza alla serata di L consegna delle borse di studio intitolate a don Lino Zambonelli (anno scolastico ) che si terrà oggi, sabato 15 novembre, alle ore 21 nel salone dell oratorio. Nella medesima occasione verranno premiati i vincitori del concorso fotografico 2014 promosso da Biblioteca e assessorato alla Cultura, che aveva come tema l Autunno cremasco. Il verdetto della giuria, che sarà presente alle premiazioni, ha decretato i tre primi classificati sulla base dell analisi delle sole opere, naturalmente giudicate senza conoscerne l autore: primo gradino del podio alla fotografia Serata di luna calante di Enrico Congiu, seguito da Riflessi d autunno di Eugenio Venturelli, che s è aggiudicato anche il terzo premio con lo scatto Riflessi nell acqua. Nel corso della serata si potranno ammirare tutte le 15 opere in concorso, sperando in futuro in una partecipazione maggiore. Tra i prossimi eventi promossi da chi è al governo ricordiamo anche la festa dell anziano 2014, in calendario per domenica 23 novembre. È già possibile iscriversi presso l edicola del paese o gli Uffici comunali. Dai 67 anni in poi la partecipazione al pranzo sarà gratuita, mentre per tutti gli altri, non aventi i requisiti minimi di età, la quota d iscrizione è fissata a 25 euro. Il programma prevede alle ore la celebrazione della santa Messa in chiesa parrocchiale, officiata dal parroco don Alessandro Vagni; alle ore il ritrovo e il pranzo presso il ristorante Cascina Lorenza di Chieve. Qui l allegra comitiva pranzerà, ascolterà buona musica, tra divertimento e attività con giochi a premi organizzati dall amministrazione.. Luca Guerini CAMISANO: il mezzo della polemica... Per recarsi a Cremona in occasione delle elezioni degli organi provinciali, gli amministratori di Camisano hanno utilizzato il mezzo del Comune. È stato appurato dopo l interrogazione presentata in Consiglio comunale dalla minoranza capeggiata da Ornella Scaini. La polemica aveva interessato anche altri Comuni del territorio e l opposizione di Forza Italia ne ha tratto ispirazione per porre il quesito al sindaco Adelio Valerani, non ritenendo l elezione un impegno istituzionale. Valerani ha giudicato l interrogazione vergognosa, pur ammettendo d aver impiegato l auto comunale per i molti impegni di quella giornata domenicale. MONTE CREMASCO: i ragazzi più veloci! Palazzo P. Altri vandalismi I l sindaco Rosolino Ber- toni, gli assessori Pietro Rossi e Rosa Nichetti han- no subìto danneggiamenti alle auto e insulti da parte dei soliti ignoti. Addirittura, l assesso- re Rossi, che ha in capo Istruzione e Commercio, s è visto bucare le gomme per ben tre volte. Probabil- mente si tratta di un folle più che di criminali veri e propri. Ne è convinto il sin- daco Bertoni, così come il resto della Giunta, che sta lavorando sodo per il bene della comunità e non meri- ta sez altro un trattamento simile. Gli episodi sono stati denunciati alle autorità e l in- tero Consiglio comunale ha mostrato la sua solidarietà ai colleghi amministratori. LG Vaiano: un altro Ringraziamento speciale! Ottimo successo per la quinta edizione della Festa del Ringraziamento, organizzata in paese domenica scorsa 9 novembre per celebrare la tradizione del lavoro dei campi e i frutti di questa attività che caratterizza il nostro territorio. Il clima mite ha favorito la partecipazione. Per volere dell amministrazione comunale, in particolare dell assessorato alla Cultura e Spettacolo retto da Manuela Moroni, l ormai annuale ritrovo sta crescendo sempre più: lo dimostrano, oltre all organizzazione impeccabile, il positivo riscontro, l apprezzamento e la partecipazione dei vaianesi e non solo. In campo, Comune, agricoltori, Parrocchia e Associazione Donatori di Sangue. Dalle ore 8.30 alle 16 chiuso il centro storico al traffico delle auto sono stati esposti i mezzi agricoli (oltre una ventina), benedetti dopo la Messa del parroco don Attilio Premoli, con al seguito una schiera di chierichetti. Caldarroste, torte casalinghe, mazzolini di fieno, una maxi zucca del peso di quasi 300 kg e un recinto con gli animali da corte hanno animato e impreziosito la giornata, insieme alla polenta e al gorgonzola (strachì éc) ) cucinati da Anna e Andrea del Mulì. Per i più piccoli, nel pomeriggio, il Battesimo della sella con il pony Biscotto e una speciale merenda con pane e Nutella. Un carro agricolo ha portato tutti in giro per il paese. Rinnovo i ringraziamenti agli agricoltori, al gruppo Donatori di Sangue, ad Andrea e Anna del Mulì, al Centro Ippico Bressanelli e a tutti coloro che hanno collaborato con l amministrazione comunale per l ottima riuscita della Festa, sempre più importante anche nei numeri, sottolinea con soddisfazione l assessore Moroni. Nel corso della serata sulla prevenzione del tumore mammario di lunedì in oratorio (organizzata dal gruppo dei Donatori di Sangue), poi, è stato consegnato al parroco don Premoli tutto il ricavato raccolto nella giornata precedente, per un totale di euro. Presenti il sindaco Domenico Calzi, il presidente dell associazione e alcuni rappresentanti degli agricoltori. Arrivederci all anno venturo e complimenti a tutti! Luca Guerini Grande successo per la gara di atletica leggera Il ragazzo e la ragazza più veloci di Monte. La manifestazione, organizzata dall assessorato comunale allo Sport in collaborazione con Mauro Bombelli, atleta della società Bergamo 59, si è svolta sabato 8 novembre, presso la palestra comunale. Un pubblico numeroso ha assistito a questa coinvolgente manifestazione riservata alle classi della scuola elementare di Monte Cremasco. Questa è stata la prima edizione della competizione, che ha premiato i ragazzi più veloci sulla distanza di 30 metri. Le categorie in gara erano quattro, due femminili e due maschili, stabilite in base alle classi frequentate. Dopo le eliminatorie si sono svolte le quattro finali, rivelatesi molto avvincenti per l arrivo al fotofinish dei piccoli atleti. I vincitori, premiati dal sindaco Giuseppe Lupo Stanghellini, sono stati: Giorgia Casantello, Bisalu Kalid, Ilaria Comandulli e Laudrim Miftiu. Alla fine della gara è stato distribuito a tutti i partecipanti un piccolo regalo. RICENGO: oratorio, festa attività invernali,2,3 Pornti via! è lo slogan del progetto dell oratorio per la 1 stagione , che raggruppa tanti spazi ideati per le diverse esigenze della comunità. La festa d apertura ufficiale delle attività invernali, cui tutti sono invitati, sarà oggi, sabato 15 novembre, alle ore con una tombolata speciale seguita dalla merenda insieme. Stasera, dalle 19 alle 22 (cena compresa) si terrà invece una serata formativa con don Simone dell oratorio di Mompiano (Brescia) che parlerà di Attività, servizi e identità oratoriana. Tutti sono invitati al Don Bosco, specialmente i volontari e gli educatori. Opel Mokka: tecnologia e versatilità in soli 428 cm. Trazione 4x4 intelligente e 4x2. Portabici a scomparsa FlexFix. Sistema multimediale IntelliLink. Oggi anche GPL Tech, un pieno con soli 26. Mokka Ego 1.6 con Start/Stop, 115 CV 4x2 a , prezzo sugg. IPT escl. Offerta valida fino al 30/11/2014. Foto a titolo di esempio. Opel Mokka 4x4: due volte vincitore nella categoria Fuoristrada e SUV fino a del sondaggio 4x4 dell anno tra i lettori di Auto Bild Allrad Germany, edizioni 5/2013 e 6/2014. Dato pieno: fonte Min. Sviluppo Economico 7/2014. Consumi ciclo combinato (l/100 km): da 4,5 a 6,7. Emissioni CO2 (g/km): da 120 a 158. opel.it Completo di tutto ancora a x2 Clima Cerchi in lega Radio USB e Bluetooth Cruise Control e Board Computer Scoprilo anche GPL Tech Un pieno con 26 MOKKA 2015 SUV. COMPATTO. UNICO. Opel Mokka è il SUV 4x4 dell anno in Germania. Di nuovo. Opel Mokka: tecnologia e versatilità in soli 428 cm. Trazione 4x4 intelligente e 4x2. Portabici a scomparsa FlexFix. Sistema multimediale IntelliLink. Oggi anche GPL Tech, un pieno con soli 26. PORTE APERTE SABATO 15 E DOMENICA 16 NOVEMBRE Concessionaria per Crema e Lodi Opel MAZZOLA via Piacenza, 61 - CREMA Tel. (0373) Fax (0373) Opel. Idee brillanti, auto migliori

20 Il Cremasco 20 SABATO 15 NOVEMBRE 2014 SONCINO Applausi ai Soncinesi dell Anno, esempi da seguire per nuove generazioni RICONOSCIMENTI A VANOLI, TREVISI, FONTANINI, BONINELLI E GRUPPO MORENI Sopra: il sindaco con i premiati; sotto Vanoli con la sua squadra di basket (Foto Ottica Nobilini-Soncino) di GIAMBA LONGARI Nel giorno del patrono, san Martino di Tours Vescovo e martire, è tradizione che il Comune di Soncino assegni i riconoscimenti di Soncinesi dell anno a cittadini, gruppi e associazioni distintisi in ambito sociale, culturale o sportivo. Anche quest anno, la cerimonia, molto partecipata, si è svolta proprio nel giorno di san Martino, martedì 11 novembre, nell ex Filanda Meroni, alla presenza, in primis, dell amministrazione comunale, guidata dal sindaco Francesco Pedretti. L assegnazione dei premi è stata preceduta dalla Messa solenne nella Pieve durante la quale le autorità cittadine hanno portato all altare i ceri votivi. Nella Sala Ciminiera dell ex Filanda, la consegna delle targhe ai Soncinesi dell Anno è stata annunciata da uno splendido concerto della Corale San Bernardino diretta dal maestro Giorgio Scolari. Visibilmente emozionati, i premiati hanno ritirato il proprio riconoscimento. Per ognuno è stata letta anche la motivazione dell assegnazione. Essi sono: Aldo Vanoli per la sua attività di presidente del gruppo Vanoli Basket di Cremona, che da anni milita nella massima serie del campionato italiano di basket. Francesco Fontanini, sarto e barbiere, per i 40 anni di carriera come corista lirico. Giovanni Boninelli, con gratitudine per il servizio di Carabiniere espletato nel Comune di Soncino con abnegazione ed esemplarità a favore della cittadinanza. Dottor Giuseppe Trevisi, per la grande dedizione al lavoro di medico e l umanità sempre dimostrata nei confronti dei pazienti. Un premio è andato anche al Gruppo Fabio Moreni di Soncino per l attività di volontariato svolta a favore delle popolazioni di ex Jugoslavia, Albania e Repubblica del Centro Africa. In breve TRIGOLO Si terrà domani a Trigolo la festa locale del Ringraziamento con l incontro di tutti gli operatori agricoli e la Messa solenne alle ore celebrata dal parroco don Vilmo Realini, animata dalla schola cantorum Monsignor Corrado Moretti diretta da Giovanna Stanga e accompagnata all organo da Marco Dossena, con la presenza dei responsabili della associazioni di categoria che porteranno il ringraziamento da parte di tutti gli agricoltori per i frutti della terra e per il lavoro dell uomo. Al termine, all interno dell oratorio, il parroco procederà all annuale benedizione degli automezzi, delle macchine agricole e dei mezzi da lavoro. Seguirà un rinfresco, offerto dal signor Omobono Stanga, titolare della locale delegazione del Consorzio Agrario. SALVIROLA Autunno e caldarroste. Binomio scelto dall oratorio e da alcuni volontari per promuovere, l 1 e il 2 novembre, una due giorni in compagnia delle castagne volta a raccogliere fondi a favore del centro parrocchiale. Il ricavato sosterrà infatti la ristrutturazione dell oratorio. Tib SONCINO: per non dimenticare Nassiriya L amministrazione comunale e la comunità di Soncino hanno onorato la memoria dei Carabinieri, dei militari e dei civili uccisi nel vile attentato del 12 novembre 2003 nella base italiana di Nassiriya, in Iraq. La cerimonia commemorativa s è svolta la mattina di mercoledì 12 novembre presso il piazzale Caduti di Nassiriya, lo spiazzo che il Comune soncinese ha voluto e dedicato alle vittime, per tramandare ai posteri il sacrificio di quanti, svolgendo il proprio dovere nella missione denominata in codice Antica Babilonia, erano in Iraq per contribuire alla rinascita della nazione, favorendo la sicurezza del popolo e lo sviluppo sociale dopo la Guerra nel Golfo. Alla cerimonia, accanto ad alcuni cittadini, sono intervenuti il sindaco Francesco Pedretti, il vice Gabriele Gallina e l assessore Fabio Fabemoli. Il luogotenente Paolo Rosin, comandante della locale caserma dei Carabinieri, ha affiancato i rappresentati delle associazioni soncinesi: Mauro Bodini per i Combattenti, Reduci e Simpatizzanti e Teresio Defendenti per il Gruppo Alpini. Dopo l alzabandiera e l Inno nazionale, il sindaco Pedretti ha deposto la corona d alloro. Uno studente erano presenti alla cerimonia i ragazzi della scuola media e del Liceo Santa Maria ha quindi letto un ricordo degli eroi di Nassiriya, per non dimenticare e per non disperdere i valori di pace, libertà e democrazia che il loro sacrificio ha seminato. Giamba SONCINO: Tinazzo, Luogo del cuore Un gruppo di associazioni soncinesi ha promosso una raccolta di firme nell ambito del censimento del FAI 2014 I luoghi del cuore. I siti segnalati sono la Rocca sforzesca e Il Tinazzo con la chiesetta cinquecentesca e il contiguo parco. Al fine di approfondire la conoscenza di quest ultimo significativo, ma quasi sconosciuto monumento, Argo ha organizzato due incontri l ultimo dei quali è in programma proprio oggi a Soncino, ore 16 presso la chiesa del Tinazzo. In cattedra il professor Mario Marubbi, noto conoscitore dell arte rinascimentale lombarda, conservatore della Pinacoteca Ala Ponzone di Cremona e docente di Storia dell Arte Lombarda presso la sede bresciana dell Università Cattolica del Sacro Cuore. Autore di numerose pubblicazioni dedicate all arte lombarda del Quattrocento e del Cinquecento e amico di Soncino, ha collaborato con Argo in occasione della promozione dell immagine di Santa Maria delle Grazie, nell anno Relazioni Relazioni esterne esterne e comunicazione e LGH LGH PIÙ CONTROLLO LUCE. SPEGNE I COSTI, ACCENDE IL RISPARMIO L energia più vicina. 08 L energia più vicina L OFFERTA BIORARIA DI ENERGIA ELETTRICA PREZZO FISSO PER IL MERCATO LIBERO PER RISPARMIARE GIORNO NOTTE. L OFFERTA BIORARIA DI ENERGIA ELETTRICA A PREZZO FISSO PER IL MERCATO LIBERO PER RISPARMIARE GIORNO E NOTTE. Il prezzo è differenziato su due fasce orarie per gestire al meglio i tuoi consumi. Fascia F1 - Dalle 8:00 alle 19:00 nei giorni dal lunedì al venerdì Il prezzo (escluse è differenziato le festività su due nazionali). fasce orarie Fascia per F23 gestire - Dalle meglio 19:00 i tuoi alle consumi. 8:00 nei giorni dal lunedì al venerdì, nei weekend e nelle festività. Fascia F1 - Dalle 8:00 alle 19:00 nei giorni dal lunedì al venerdì (escluse Il prezzo le festività della componente nazionali). energia Fascia è F23 bloccato - Dalle per 19:00 24 mesi. alle 8:00 nei giorni dal lunedì al venerdì, nei weekend e nelle festività. Il prezzo della componente energia è bloccato per 24 mesi. Chiama Chiama il il numero numero verde verde , 600, vai vai sul sul sito sito o vieni vieni a trovarci trovarci a Crema Crema Via Via Stazione, Stazione, 9/L 9/L

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Indice: pag. 1 il Grembo ; pag. 3 Briciole di servizio quotidiano; pag. 4 Il Rosario per i bambini abbandonati e dimenticati.

Indice: pag. 1 il Grembo ; pag. 3 Briciole di servizio quotidiano; pag. 4 Il Rosario per i bambini abbandonati e dimenticati. Anno II Numero 4 Giugno 2007 Domenica 29 aprile 2007, durante la celebrazione eucaristica che concludeva i lavori dell incontro dei responsabili e coordinatori regionali del Movimento, è stato vissuto

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa.

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa. 1 22 febbraio 2013 Sesto incontro Introduzione Nella Teologia Spirituale troviamo tre tappe per la crescita dello spirito. Nella Religione Cattolica le tre dimensioni sono: la purificazione, l illuminazione,

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte:

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte: Sant Allucio 2015 «Beato l uomo che trova grande gioia nei tuoi comandamenti» perché i comandamenti del Signore sono gioia, perché il comando del Signore è amare e la gioia più grande di ogni cuore è proprio

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 1. Io non so pregare! È una obiezione comune; tuttavia, se vuoi, puoi sempre imparare; la preghiera è un bene importante perché chi impara a pregare impara a

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA Preparazione biblica al Sinodo Diocesano Elaborata da Michele Tomasi Il sinodo diocesano è un percorso comune di tutta la comunità cristiana della diocesi.

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

<>

<<CORAGGIO, SONO IO>> Quaderno delle settimane 2014-2015 Il progetto Formativo ci presenta le settimane come una modalità in cui missione e formazione si intrecciano e si arricchiscono reciprocamente (PF

Dettagli

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Titolo documento: IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Relatore/Autore: DON. DIEGO SEMENZIN Luogo e data: S. FLORIANO, 22 APR. 2001 Categoria Documento: Classificazione: Sintesi/Trasposizione di

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Signore Gesù, come vuoi che sia la tua Chiesa? Chiesa intesa come una famiglia, dove ognuno deve sentirsi partecipe e vivo, ricordandosi che ognuno di noi è

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

Mons. Claudio Maria CELLI

Mons. Claudio Maria CELLI Mons. Claudio Maria CELLI Nella nostra storia c è quel detto famoso: tu uccidi un uomo morto, credo che dopo queste mattinate e pomeriggi così intensi è mio dovere essere il più breve possibile. Per me

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

EMERGENZA SIRIA Il dramma umanitario

EMERGENZA SIRIA Il dramma umanitario PROGETTI EMERGENZA SIRIA Il dramma umanitario Portiamo aiuti nelle città di Damasco, Aleppo, Latakia e Knayeh WWW.PROTERRASANCTA.ORG Chi siamo Associazione pro Terra Sancta è l organizzazione non governativa

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I. Domenica, 17 dicembre 1989

La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I. Domenica, 17 dicembre 1989 La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I Domenica, 17 dicembre 1989 Alla popolazione del quartiere Una visita ad un quartiere difficile quella che compie

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

Diocesi di Roma GIORNATA PER IL SOSTEGNO ALLA MISSIONE DEI SACERDOTI 22 NOVEMBRE 2015

Diocesi di Roma GIORNATA PER IL SOSTEGNO ALLA MISSIONE DEI SACERDOTI 22 NOVEMBRE 2015 Diocesi di Roma SERVIZIO PER LA PROMOZIONE DEL SOSTEGNO ECONOMICO ALLA CHIESA CATTOLICA «UN CAMMINO DI FRATELLANZA!» GIORNATA PER IL SOSTEGNO ALLA MISSIONE DEI SACERDOTI 22 NOVEMBRE 2015 16/11/2015 Come

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

CENTRO DI ASCOLTO CARITAS

CENTRO DI ASCOLTO CARITAS CENTRO DI ASCOLTO CARITAS PROGETTO OPERATIVO Parrocchia SS Pietro e Paolo TURATE Oggi le persone hanno più bisogno di ascolto che di parole. Soltanto quando diamo ascolto all altro con attenzione e non

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

Questionario Io, la mia chiesa e la mia contribuzione

Questionario Io, la mia chiesa e la mia contribuzione Chiesa Evangelica Valdese unione delle chiese metodiste e valdesi Questionario Io, la mia chiesa e la mia contribuzione 1) Mi presento inserisci in forma anonima i tuoi dati Sesso F M Professione Lavoratore

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

In cammino verso la Pasqua. Giornata splendida oggi ad Aleppo.

In cammino verso la Pasqua. Giornata splendida oggi ad Aleppo. Lettera da Aleppo, 23 marzo 2014 In cammino verso la Pasqua Giornata splendida oggi ad Aleppo. Mi sono svegliato presto. Devo verificare a che punto si trovano i serbatoi di acqua della comunità. La situazione

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi.

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi. Santo Padre, ho il grande privilegio di presentarle gli ospiti che oggi affollano quest aula, venuti da ogni parte d Italia per incontrarla, ascoltarla e ricevere la Sua benedizione. Sono i volontari di

Dettagli

XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO. Sapienza 2, 12.17-20 Salmo 53 Giacomo 3, 16; 4,3. Daall Vaangeello sseeccondo Maarrcco 9,, 30--37

XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO. Sapienza 2, 12.17-20 Salmo 53 Giacomo 3, 16; 4,3. Daall Vaangeello sseeccondo Maarrcco 9,, 30--37 1 Oleggio 24/9/2006 XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO Sapienza 2, 12.17-20 Salmo 53 Giacomo 3, 16; 4,3 Dal Vangelo secondo Marco 9, 30-37 Riifflleessssiionii -- prreeghiieerraa La Chiesa, oggi, ci fa leggere

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Vicariato di Verona centro Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Parrocchia della Cattedrale Ogni incontro vorrà essere sempre un esperienza di ecclesialità e tenendo presente i seguenti

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

Ibrahim Faltas ofm Economo della Custodia francescana di Terra Santa

Ibrahim Faltas ofm Economo della Custodia francescana di Terra Santa Un a p re s e n z a d i s e c o l i p e r il d i a l o g o: i f r a n c e s c a n i in Me d i o Or i e n t e 1 Ibrahim Faltas ofm Economo della Custodia francescana di Terra Santa Buongiorno a tutti voi:

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Il Vescovo di Crema. 2. Risorse

Il Vescovo di Crema. 2. Risorse Il Vescovo di Crema Alla Comunità parrocchiale di Ripalta Guerina, al parroco don Elio Costi, ai membri del consiglio pastorale, ai catechisti e ai diversi collaboratori Sono state veramente giornate intense

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

PROGETTO dell ORATORIO di Zanica

PROGETTO dell ORATORIO di Zanica PROGETTO dell ORATORIO di Zanica Gennaio 2015 2 Premessa a. Comunità cristiana e oratorio L oratorio è il luogo in cui la comunità cristiana esprime l attenzione e la cura per l accoglienza, l educazione

Dettagli

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori.

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori. CAMPO FAMIGLIE 2010 SI SEPPE CHE GESU ERA IN CASA LA CAMERA DA LETTO Luogo dell intimità Quando preghi entra nella tua camera Mt. 6,6 IL SIGNIFICATO ANTROPOLOGICO Sin dalla nostra nascita, la camera da

Dettagli

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO INTRODUZIONE Le attività proposte in preparazione all incontro con il Vescovo Gianni hanno il loro orizzonte più ampio nei contenuti della

Dettagli

Intervista esclusiva per Oggi Sposi a Don Luca Violoni, segretario generale della Fondazione Milano Famiglie 2012, in occasione del Family Day 2012.

Intervista esclusiva per Oggi Sposi a Don Luca Violoni, segretario generale della Fondazione Milano Famiglie 2012, in occasione del Family Day 2012. Intervista esclusiva per Oggi Sposi a Don Luca Violoni, segretario generale della Fondazione Milano Famiglie 2012, in occasione del Family Day 2012. di Matteo Losa I l 7 Incontro Mondiale delle Famiglie,

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Preghiere di Benedizione e di Liberazione per. la famiglia

Preghiere di Benedizione e di Liberazione per. la famiglia Preghiere di Benedizione e di Liberazione per la famiglia Collana: La Santa Famiglia Testi: Padre Felice Traversa Editrice Shalom - 9.3.2000 Santa Francesca Romana Disegni: Padre Gianfranco Verri ISBN

Dettagli

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI UNITA PASTORALE BEATA TERESA di CALCUTTA Parrocchie di: PIEVE MODOLENA-RONCOCESI-S. PIO X-CAVAZZOLI Anno Pastorale 2013-14 Progetto Pastorale per Educarci alla vita Fraterna e di Comunione. L Unità Pastorale:

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Convegno Cristina Rossi 2012 Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Paolo Guiddi Anna Granata http://www.youtube.com/watch?v=sqflj Wp2EMk&feature=relmfu Donare il sangue Forma di inclusione?

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE Parrocchia S. Biagio in Ravenna Anni: 2014-2015 e 2015-2016 PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Noi, Fratelli musulmani, contro Al Qaeda per difendere i cristiani

Noi, Fratelli musulmani, contro Al Qaeda per difendere i cristiani Noi, Fratelli musulmani, contro Al Qaeda per difendere i cristiani di Abdel Fattah Hasan - Il Sussidiario del 5/11/2010 PDF di LibriSenzaCensura Messa in una chiesa egiziana ÄSiamo pronti a sfidare Al

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli