~ SOStE>«TORE... AHU'lfWIE/'W O. LAGIOlADI VIVERE. di Giu.i. P.rodi V C liceo M.zzinl

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "~ SOStE>«TORE... AHU'lfWIE/'W O. LAGIOlADI VIVERE. di Giu.i. P.rodi V C liceo M.zzinl"

Transcript

1 Annox.xY-N Q "flueru. lunfa nutte dlmà purhnlre 0" di Paolo ("... 1 Aueuo... II ttr... dom Munklplo VII Ponente ~ uno società lo nmtfll. che sembro owre rinuncloto od NuCOte. Nello quotldlonlt~ JpkclohJ si owette lo derlllf2 di uno coliettivit~ e"- si ~ fjfto indifftrtnt supfrlicid I.. incopqa di ""tire proprio il befm' comun.. rintereu. pubblico in gljdo sohonto di ei.vo mouimo c0nflitto I propl interessi pivotl dondo vito. troppo spnhl. tld ullq conflittuomq Inconclud.nte. ~ I" chlusuro ftll. persone. I" rinuncio 01 c"nfroni'q "lo sintesi volti "I combhrm.ntg 011" progertudiità Il Wf'O concro del nl) stro poti.. lo primo roglom del m"".ntg difflcll. ch. st/omo ortrowl'sdndo. In qwst" quddro vi JDlIO oncoro dcii. isq/e felici eh. IDnci<Jn" d. i U911Qli di ottimismo. di speronzll. " cui occo. gu"rd". con int.resse per eonoscerl.. tuteloi voloriu"ri Lo mio breve flperfefizij "mmlnistnrtivo mi ho InugllQtG CM lo scuolo oncorq.. nonost"nt. tutto l'.ccell.nzo del nostro poeu" lo vero "ncrmj di Stllvezzo pe' lo nostro soo.tq. Gll lstlmi scoitist/cj d.1 ponente genowu SDIIO fucln. dllnlzlmlve culturol ~ non chluu fro I muri d.llo scuolo md opvf. 01 t.rritorlo d/wnendo cosi sempre di più /I punto di rif.rim.ntg di un'intero d. fegozion. uno scuo/o eh cu... pu/umte dci din"mismo wciol culrurole del territorio. un'occojion. di crescito non J%m.nt. per ii'ti- 90zzl CM /Q frequ.ntgno. m" per 'intero popolozion (segu.. p. g.21 GRAZIE RAGAZZI! di Giorgio Ful.no L'.HIgglam.nlo coi bor.ll... digli OIud.n11 d. ll. "01. pagllhl <lt ormai d nnl punta di f<>ru nalla buo... riusciti d. ll. Cilom.ta Storleh. Pegllatl: n. li'ultlm. In partl«>la... 11mpegno. 1a urlfù profusi d.1 glo... nl d.ll... rle... ltai "olattklm dal t.mtorlo. nlllii qn.il.loto.ullln.tl h.. t to n'sure l'idea di un. neo. mlggior. (oin... olgimento..pen:~ neln d.re un po' disp.zlo sul numero di m.gglo del prossimo.nnel In occasion. d.ll. XX Gi"rn.t. storica... g'''ur d siamo d.hi in red.zion L'.ntuslasmo d.1 Prasldl Olrlg. ntl ScoboSlkl Docenti «>ntattlll su tll. kito. ci h..ncor pio convlnlo di.. tend... lo spazio tutto Il glorn.'a " pti. con qu.'di. dubbio di rlu"'" eoprl.. IUH. I. pagln Ma neln si.r. PflVlttl u"'" hl. rltpotta. TuH. I. "uol. dii territorio pegl1.si "'nno rltposlo ed q... tll ti sono (segu.. pag.21 Ammlnl. 1'raZ lonl CondomIniali G... ttonl Patrlmonlall Prlvat... " <'t> 'J ~ SOStE>«TORE.... AHU'lfWIE/'W O LAGIOlADI VIVERE di Giu.i. P.rodi V C liceo M.zzinl In una 'IOCi6.\ CDln ~ q~ 1a od~na in cui hanno un 0010 ~~r mlnanle la scuola. lo ~ Il lavoro. fudlno sembra svalotare dò che ha di piil ca." la vita. Probabilmenle quero. che io defini rei un grave ~ema. ~ dov\jio.1 modo in coi un occidentale vi ve. 'pes.so caratterizzato da stress e fretta. Di fronte a questa gra W' ~uarion e la mi. domonda è: ma noi ci ric:ordlamo di... 1 Panendo dalle mia vic:enda personaledevo ammetlere che lo per p<ima trasc9m> la magg;or pane dei mio leml><> a tudlare e moi to ~so mi l.mmto non c""i~ando ch ~ I. mia vita non ~ poi «>51 male; da tempo cerro d i vede... il lato I><>iti"" d~lie cose e di con"';nc"ml che qualcuno ""rrebbe.ve... dò che ho io. Ecco que SIO è Il poble"">/i:esse<e cie chi di fronte alle proprie foro tune e vedere solo le di sglazle O I lalll negalilli. Que1O coml><>""menlo or mal molto diffuso v. gli adulti. da temi><> rlguarda anche noi adolescenti. che Stiamo pel' Iseg... pag.lj EDlJC4110NE: DCC/DENTE E ORIENTE A CONFRON/O di Al... Chla~.. VC LlceoMazzlnl Lo avete notato.nche voi. Yl'ml Mi rif"isco.i fatlo che. su ivi te di ogni genele. comp;liano articoli u come ed"".re i fog li. si leggano d ibattiti ulla scuola. i IrovIno notizie di.''ioc1azion1 di geni 10Ii o di scuole po!f geo nitori. Insomma. noli. ma Il fatto che è molto sentita la nece"il~ di educare le giovani geo nerazioni ~ modo più giusto. E' come se i geritori di oggi le piil In gene<ale gl i educatoli) ave... m p;lura di sbagliare. Sembra assu rdo. ma questo. per me. è un fatto positivo: denota una sana p<eoccup;lzlone po!f Il fuluro de< figli. spnge a ""care sempre fappmccio migliore. Ma q"1 ~ r"jlf'f'o(oo m ~io<el Rispondere a questa domanda non t affatto semplice. e penso che nessuno I><>"a dare una i'l><>sra da poter defini re "giu'ta in ogni caso: Non mollo tempo fa ho letlo on artlcolo che p;lrlaya di Arny Chua. figlia di immigrali cinesiche insegna" Yale e recentemen te ha scrino un libro... com ~ h. educato le SIle figlie secondo i Csegu pag.l) Lloyd Adriatico CHIONNA GENOVA VOLTRI - VIA OON G. VERrrÀ 15/4 tel (4 linee r.o.) GENOVA-PEGLI - VIA OPiSSO 27/2 tel GENOVA-SESTRI - VIA ARRIVABENE 11/ A l'. tel ARENZANO - VIA VITTORIO VENETO 43 tel YlAGGIOPER (uri V lkeo Soclopskopedlgogko S. Maria ad NI... """I~ loctulo urguonnlì ~Ulid quali droga.okooi... e vioknra ~:IO!I01I11- JIl/o di ~ f' il'>l*!jdbj~ diii' laii fao:>rmni scdoii. spopolino Ira adoieocmti ~ pre adoieocm/th ""i!roln~"" ~ stato Q<Jindi. ~ di..r kr approfondir queiri ~ mlin manietu dii dio. per queilo abb/clmo tllenulo opportuno somministran UtI ~ ooonimo. Abbj"" utilizi.oi.o un axnpionr: non probobiliilico ~ stillo inioni pmporo ad una ~ Hmi!Ula di rot}ozzi 65 ojunnj dti medtsimo /stimo kquentollli kllerza medio. Prmdmdo in """"" solo 1t'm! merm rirmiamo diii'!oii alunni po<wno i~i(w 01 n~/io quria "-dtiio ~ diit' ~ ctdf r cd<i 'ti ~ UO '1!rlf ~ proprio. \o\:ommmo /in oncoro l.l<"i(i {)<ticisorion~ le domandto non erono rif~rit~ dillmqmmle ai problemi di (segu pag. 2) CAMILLO RATTARO OTIlCO' OPTOMETRlsTA ' ESAME VISTA lenn A CONTAnO VIA LUNGOMARE 235 GENOVA PEGLI TEl o

2 2 iiiju"'lntl"'u MAGGIO 2011 DALLA PRIMA LA GIOIA DI VIVERE di GIulia ParodiV C Uceo Mazzin! dendo l;! f~k~à e!; v~~ I ~à ti~ dei g io\l~ni.e\ i \tqno solo I ~ \woo1o sportla fretta t ansla da Interrogazione. Se 51 sale su un qualslasi autooos. si vedono CIo e1pi'e5siooi cupe come se ci fosse naia dala una p<jnirlone. Ma dove sono finiti i :;orisil A soli 5edid anni è gia (filmo... IalO q~ sole ~ dovrebbe illuminare le nostre giornale? Un falto liricora Iliù ~radolsale è che nei paesi ocddentallcome Italia InghilteulI e ffan~ dove le coodizioni di vita sono deds<lmente ljoo. ne si l1!gistra un gan numero di suiòdi; al conlfario in rtati africani o del medio Ofienle. sentife parlare di mone l'oiontaria (esclusi i Kamika ze o coloro che per motivi religioso è molto 10m I d.jti Istal di cono ct-..'! in Ilalii! I ~ persone che hanno più di 65 anni (ostituikofio Il 2O'Ib della p0polazione. In questa fakìa do età 1134% delle persone s0- no mone per sui cidio. Ancora p1ù grave è il fatto che nella fascia conr presa Ifa i 25 e i 44 an r'w nel nostro p;ll'se si sia verificato il motggior nu mem di tentativi di suiddio dell'intera Europa. Oavvero ooi occidentali cre-sciutl con una mo(ale prevalentemente crfs~ana siamo a r riva~ al p<jnto di ripudiare la v~a? E' questo che i media e le teodenre ~ n0- stro tempo ci trasmettonol Merrori del nostro ~Ss.lto non dovremmo fo~ essere felici e vivere In armonia con ~ realtà che d circonda? Perché non ritornare a sorridere e a rkordarci che a noi è stato dato il più bello tra i Oonil Dovremmo amare ~ v~a e nonostante gli osta<:oii i sacrifki e i doio<i che essa ci presenta portarla avanti e viver\a nel mi gl iore dei modi senza droga e stupefaceoti ma sem!ndocl soltanto della nostra <tdrenalina. Si;Jmo uomini Hberi aekiuti dalle nostre fam ~ gl ie con ideali di demoaaria e uguaglianzacapaci di scegliere e in gra do di costruirci un futuro.quiod i pl'fché non sognare ed essere felici? Per invitare il lettore a riflettere concludo presentando una celebre fra se tratta dal libro" Il profeta" di Kahil Gi bran che ritengo r"'ssuma pi'f' fettameote il concetto" Vofrl'i che andaste Incontro al sole con la pelle più che coo il vestitope<ché il res.iro ~Ia vita è nel~ luce e ~ mano della v~ è nel venttf. OALLAPRIMA VIAGGIO PER DIVEnTARE... GRAnDI cur. V Liceo Sociop$lcoped.goglco S.Mlln. ad Nlves d;pendenzn ma al modo in cui un adoieoarrte perr:epj5a se s~ e o come si rapporto ron gn altri. In riferimento 01 quest:ionorlo sommlnlstroto rileviomoecommenriomo i riwltotioflenuti In merito 0110 domando rigoowome j/ cambiamento fisico tipico del/'odoiescenzo. abbiamo ronaetizzato che 1177% de soggetti t insoddistorro dal proprio corpo e non si pioa in assoluto.li79% si sente libero ndl'occeftoni privilegkmdo rmpe!to Inferiore cosi com't... r""so nel S6!/ri de!e risposte olia ter20 domanda.1 soggetti jn questjooe si dividono quindi in due parti ~ uguali. N 51!/ri nella quort"o domondo. /100 modificherebbe maj le proprie oblrudlnl pet mert OCCe!foto do uno rompognki in rontropposlziom Il 49!/ri taiyoito. ().oetto risullato d ha forro riflettere su quanto gu "olrn~ possono inllulre wl più giovoni. Allo quinto ciomor.do reioriyo agli UrtprowisJ sbalzi di umote IIl6% ha ;. 5p05to "0 voite- H /l!/ri 'MtI I giorni" e sola ill!/ri "mai~neiia damondo sei rlgoordonte il rontrollo delle emozkrni l'l1o% ha r/spofio "o.oite'; "mor~ H /6!/ri e solamente H 4!/ri affermo di riu5dre O ron/rollorle turti I giorni. {)(J ci6 si evince che prey(j1e /o dimerrsjone ~ SU quello roziooole. "campione prlvi/egi<i genirofi ed amici quando ha lo necessita di affrontare situazioni probiemoriche. Lo moggioranzo del nostro campione (89!/riI=tiene che per mert felici si debbo condivicierf /o vilo con quokuno. Nello domando IIOYI' il64!/ri de soggell; alfe ma me sola tall'o/to voler bene od Ufl<I persona significhi pensare ed agire In funzione di /eiiiui secondo H r 2!/ri sempre e maj per il24!/ri Per il 62!/ri od ropporfo ron I propri genitori ~ piri importotlte j/ dialogo ri5petto al5mtnsi sola omoti. Oì fronte o tale risultato. d SoÌ<IIIIO domandati come mai spesso I genitori /omemino rmesjste=l de dialogo coi propri figli od<ikscenri ronterrrporoneomerrte da qume ri5p05lf' sembro cm o loro sia gradito Il dialoga. Lo questione resto perciò susce!fibile di ulteriori sviluppi; wra Infarti Interessante In uno futuro occmione cercare di chiarite coso Intendono pet dialogo sia I genirofi che I rogozzi... orrlvederci 0110 pro55imo '"puntato'? OALLAPRtMA EDUCAZIONE: OCCIDENTE E ORIENTE A CONFRONTO di Albi! Chilpparl V C LicotO MIIaini severi metodi cl~1. A queste due ragazze non era permesso prendere nessun voto che fosse Inferiore all'ecce llenza: all'età di sette anni Lul u I minofeaveva dovuto stare ore e ore al pianoforte per imparare =_ a suonare un pezzo senu. Interruzioni per andare in biigno bere e neppu re per cenare. Vi assicuro che neg li Stati Un~1 sano molti quelli che hanno deciso di ispirarsi ai metodi educativi di questa dof1i\a ed è naturale dolthlndarsi perthé.1i fatto lampante è che troppi genitori non sanno essere suffìc ie n t~n t e autofevoh con i propri figli tanto da arrivare a giustificarli qualullque cosa facciano. quindi un esempio come quelkl di Amy Chua pllò sembrare l'unic<! soluzione per ottenere dei risuttlti. Tuttavia io trovo che con un po' di buon senso si poss.l facilmente arrivare alla COf1- elusione che la verità sta nel mezzo. il punto è come agire nella pratìca Quotidiana. Qui mi interrompo pef(hé questo discofso d!veoterebbe Infinito: da ogn! domanda ne nascono altre! Ma II belkl è Questo: chi edllca non h.a tutte le risposte.. 1 cof1trario ne ce rca sem pre di nuove pef(hé molte volte si finisce con l'impara re dal le persof1e a cui si insegna e certo bambini e giovani pdssooo essere veri maestri di vita: spesso anche gli adulti hanno bisogno di crescere. Certo nof1 è affatto sem plice educare o essere educati ci sono sempre nuove sfide ma è un 'awentura bellissima da cui dipende 11 futuro di tutt!. OAUAPRIMA "(Juesta lunlla nune duvrà purflnire" E questo grazie Q dirigenti scolastici appassionati che nqn PQngQnQ limiti di tempo Q/ propriq IQvofQ e Qd un corpq docenti che hq o cuore dqvvefo l'educo%/qne del propri ragqzz/ e che di conseguenzo non si tira mol IndlfttrO di fronte al/e proposte di porteclpazlom e di colnvo/gimento pol"tqte avonti dall'amministrazione o do/ tessuto QssQCiotivo. Un impegnq aperto Q/la sinergiq Q/ Io colloborazione al confronto copace di scavalcol1! gli ostoco/l sempl1! plu gros51 che 51 frappongono 0/10 quatidlanftil del/o dldottko e di I1!s/stel1! alle denigrazioni sempl1! p/u pesontl che pfovftllgona tolvolta anche dal 1lJppl1!sentonti nelle Istituzioni. Questo numera di giqrnq/e interamente curato dqllo sinerglq degli studenti pegllesl è lo testimqnlanzo piu conuftto di uno SCUQlo OI"gonlca 0/ tftssuto socio/e In cui è co/ato copace di pl1!ndel1! In mano /e «coslonl CM /0 socie/il offre e sentlr/e proprie v%rizzondo/e come occasione di crescita_ Le pagine di quflsto giqrna/e.1 disegni e gli scritti pubblicati trosudono unq speronzq di cui il nqstrq Paese ho un essenziale bisqgnq: quellq di PQtftr guqrdore o/ domani CQn lnnqvoto ottimismo. Qunto/ungo noltft conto Vecchlonl dovrà pur finire: /0 riempiremo noi di musico e poro/e. GRAZIE RAGAZZI! OALLAPRIMA di Giorgio Fuilno.ggiunte le scuole dei Comuni di C.I.settII e c.rlofort... semp.. Itte nti IIII nostra mlnimtazion LI roteilzion... stata I.nefillmente sommersio dii.nlcoll foto e disegni. milten.le lufficiente per.itn due o tre numen. E' st.to plirtico I.rment. IrdUO selezion... 1 potzzi... inseri.. n.n.vln.plglne e doverne eseluder. mohl.itri di p.ri interesse ed Impon.nu. CefUmenle provvlderemo.d insen"e illcuni.nthe nel pronlml numerl Abbl.movoluto.nthe soddld. re l'interesse di parte del raglzzl (pane purtroppo dato IndM! Il potriodo scolilstlco) tolnvolgendoll nell. st.wr. del men.bò di.!cune pagine. E' un vero pillce.. Inor.re con qu.stl giovini; piu tecnologici piu informlti ed int.r.uilti. Andle -" Ponentlno" potrebbot trarr. glovilmento da queste toll.borazloni. Grazie r.gilzzì. DIPEnDEnZA DA TECnOlOGIA di Giovlnnl Puill! V A Istituto M.glstr.le c.rtoforte t1ncredibile progresso tecnoiogico che ha caratterizzato questi ultimi alvliha comportato una perditauna caduta dei valori più veri e genu~ nl chi' fanno parte del bagaglio cukurale e sociale deglllndmdui; s0- prattutto è andata persa ~ componente più importante chi' è alla base stessa della societll umana: il 'appeno umano. òoè il confrontarsi '1"acòa a facc... ;remozlooe di ~~re Il calore della voce dell'altro a cui oggi si plderisce la fredda tastiera del computef dle non fa trasparire emozioni... Faoce boot. Messenge< Badoo ; messaggini del cellulare. tutti palliativi che aument<lno nei giovani i disinieress<e verso la COOOSCf!l"lla intima vera delraltro. sia esso un r~pporto d'amore o d'amidl:ia optando invece pef una sicurezza "vfnua~ raggiungibile stando seduti davanti ad un computef. Su Faoce book ci si conosce si divent<l a mic~ci si fidanza si raccontano le proprie esperienze ma poi? FuorI da quel mondo chi siamo? Come possiamo giudicare oggettivamente UNI pe<sona 5erl><l conoscerla "di persona"? Ll dipendert:r;a t~ non si limitaovv... meotesoio ~I-e mat o a face boot. ma anche ai.;deogame (x-box piay station~ imemet o semplicemente ad un uso sfrenato del computer per SCiOCare film musica ad esempio dipendenza d!e c0- me già accennato proyocil una chiusura. una perdita di una cognizio. ne di importanza dei rapporto. Anzi parlando degli adoiescent~ non è sbagliat<l l'equazione dipendenza tecnologica uguale morte dell"amidria ed.. senso più stretto dell-e ernozion~ dei ~timenti dei rapporti In genere.1 giova" non sanno pi<j cosa dia ramlclzia cosa sla Il calore l.kiiiifio.l'ivono prigionieri in un moocki virtuale costruito su v... "'" fittizi. Non conoscono femozlooe del "fili avventure; non riescono ad appreuan> ~ bel1e27ll di una panitella a palklne o di una passeggi... la non vi è più empatìil ua di loro. non vi è j)ìu spirito di gruppo. non sussiste pi<j quel 5erlSO di appanenenz.l che in ~ssato aveva. ~ potere di far perdu rare le amicizie tutta una vit<l. 1I computer e la dipendert:r;a i potere Ipnotico che esercita sugli adoiescent~ ha spezzato ~ magia delklstilre insieme e condmde - pe< quanto OONlIe possa essere questii assf!fzione - gioie e dolori: non si cresce pi<j insieme ma soli. Che dire poi del~ televisione? Il peggior demone del~ dipendenza con ragg ravante cl; vera "prostitudone dell'immagine" che ne deriva con un terribile effetto coercitivo s~~ torm... zione dell'individuo. Siamo di fronte ad una \lera "Iobotomta" del giovani dle non sanno più distinguere una vit;o reale da quella virtuaie. Benché poss.l sembr... re che voglia ergermi a supremo critico della morale in questa ~u~ sitoria ho fiducia nel buon ~so dei ragazzi di oggl benctié non sogn~ no più "AmeriGr-per citare una famosa GtnZone ma sognino mondi Imposslbi~ al quali si può accedefe dal~ tastiera di un computef o di un cellu~re ho fiducia dle riscoprano il valore di comunicare direttamente con chi gli sta di fronte guardandolo negli occh~ che riescano ad apprezzare ~ splendente '-'ce del ~ e non ~ fioca luce del mon~ to( o di una abat-jour ad ilssaporare sul~ pelle la leggera brezza del vento che non l'aria viziat<l di una St<lnza chiusa a ridere gioiosamente.. compagn'" di tanti amici invece di r'roanere. con occhi anucina t ~ di fronte ad un televisore in sol~ooine. il PONENTINO EDITO DAL CIRCOlOCUlTURAt.E NOflBERTO SOPRANZI DIRETTORE: GIORGIO FUIANO DIRE I I ORE RESPONSABILE: LUIGI IItORI COMITATO DI REDAZIONE: Giami Da:x:orni. AnIonio Ma<... A. Cristna Pizzomo. PaoII:I Go"i. Mario Riemmo SEGRETERL.I. DI REDAZIONE E PUBBUCITA'... MartiII delli. Uwtà 27 Genov8.Pegi _ Tet D STAMPA: T\'oIiIogtaftIZlri"Io. " Buffa. a l r. Gooroo.<a-_ Toi f rmi ~.iiiwojl RECAPITI NOTIZE E FOTOGRAFIE: Il PONENTINO: vii. MartI ~ < JberUI.27 -Genoo<a.f'egII Tet. e Fu E ma.ii:.-zt_ii_hiio.h P."""irlIziono rtogiolrata prol$$o i Tribunal<t di Genov. "'-'1oIIzzoziono 26<15 d8i 2' 01"""8 t987 Mar... ilti 8 loto. _ le lioii pubblicaij. non.. reatilu... li>. Urli copiri ( t.50 Arretr.1II t.70

3 GIOVANE POETA A CARLOFORTE E.... Anc/j >' Q~>nIfe 'n<ilungo giumò CUtmM v6. QVQn~ edumtjn. SU".duniu <k'n cà Cl) KUu. A fobhu Il m6 Il n ~;:;;~ ~-~""k'... Oqgl wll una lunga gio""'\;! ~ 1e<1. arrvantien e domani. Sono uscito di casa col buio. All'alba Il Mi'le è arrabbiato e nero. Il maestrale e ~ gocce delle onde semi)rano co~ ell ate che mi trapassano la giubba. ChlssA. se al ritorno al ritomo Iusclrll a lavorare la vlgrlil] ~ quanto ancora durerll questa situa.zlo!>el MI accadrll come mio padre e come mio OOOnO: una vita da galanzlerel E mio figliol "'vrllii mio destino o S/lr3 più lo'iu... l01 DI questi tem~ grami è già fortunato chi lavorai Emonll'''' G<ombonJ ScUoHo S«ottdorn. di Primo GrIIdo -v1fforlo PordItw YIllA DORIA E rata morgaaa Gruppo WAtelier" ScuohJ S«ondtuItJ di i grado "So M"rld Dd Nlwtw Villa CHINI""'" Dorio ~ Vffi~ d.i';"""'to di una IIO!I.. ~ ~ riumm. 1\0 I pe!si:i!1aqgi die dimo!iloo oei boschi di quesl. colina prima fra Mli la fota Morgalli- Noi primi... ni do! NOW!Cento '"~. ~icata... grano. lesti da ballo in ""; muoia ~armon" riportavano ~ ""co od i<1tichi splerldo/l 'VIlla Doria fm M"'9"na" ~ il titolo ~ pannello dii' wdete...tla foto cui 1"110 lavorato d... nle le ore ~I l:iiviià pomeridlane - f~ndo andlo gli.traordinari! - gli.lunni del grullp" '''~ier' dda SocuoIiI Sewodaria di I grado's.maio od N"""guidati dallo Prof... M.PaoI. Ranci. ~Associazlooe l'tgll Flora Ila proj)osto alle Scuo~ Medòt l'irmi1z1one di un Pil"neIIc dkorativo po< rnge" d.1. """If. di <J.wr. zione lbn ~ ~ f I suoi giordinl di 0.I1zia" pr...o U MIMO...'" di ~I. t' stata UN spleooida ocasione )le< partecipa... od un ~nto di portaia inl~ e di aiti. ~mo 1... l o! JE:NNlfE:R DE:lLA ROCCA. SCRIITRICE: A SOLI UNDICI ANNI Mi miamo Jennife ~Ia Rocca ho 17 ~ni eclabilo ~ Iifnova; stoolo al IOcoo Oa.!ico G. Mazzini di Samp~damIa. ~ mrs.. diffici'" pensar1! ~ comi'... inizim la "". voglia di SCIM... slorie Il ma... dfllocordl che porto nella mio! menle è una dlsiesi a.p """""m. """'9""N eci "9ua'" ma che porta ""'" pi<ì seu... eci.iw ricm. di 00; ~ di que<i'ul!imo il\$iemf di ricordi m. f. pii''" la mio! esperienza di scrittoce.aonche se io mi definirei semp!icfmeolf UN 'ii9all"! <ile ha seoperto ~ ~ di recani in un """do d... '''' dali.... ~ "ma_do fislta~ sed<lt/l alla scriylinia mio con la mente da Iun'ak. pane. Mi è sempre pgdlllo scriw'e. sin da quando ero picwia; (l'nvo f_"oii di \larie che.. ebbfo" dowto """"' libri ma la ""'9"' g.ior patte della ""a YeN.rtistica.. quell'età è \lata tul:l. concenlfata nel diopgll<l."~ undici an" quando "" sono... conto me quakow era cambi.to nella mia scrittura: )le< la prima volla. non '" )le< qu.i!! causa intema O estema.iiveyo scino un racconto divl!fso dir tutti q...elli m. ms-o "'"'.lati prodotti dalla mia m. no tanlo m. penino coiorn m. mi conoscevano meglio Slenta'tlIno. ~ m. fosse Oj)e<a mia. Ma qualcosa ~ era sbloccato comi' Ulli molla che dio inizio ad un pro. a-s" ir re... ibile..do quel giorno non ""!OlIO pio fermat. vam.i ulli yila colma di ii'o"yei1ture senza risd11ae di doyef mettl!r1! in peticolo la mia.. IUle fi.ì<ii mor.i!!. E quale modo migliori' m. sedeni daviloti od uoll pagioll bianca con una penn;r.ln /IIiIIOl Ho semp'e... IO runl_ per<m è... di quoegll argomenti wl quale ch"nque pu/l d... la... e f...tanocare se""... sere ~ pe' p;mo per<h~... no è cosi esperto a rlgu;... :lo Sono a...c.. ta ascoltando storie di mio padre m. parlavano di aii..i. lontani pianeti. r1!$lutiivo ~ cosmo ~ luogo "". giiore per ruggi... dal i. mondaniù~.iato cii> che Ilo f.1io grozie od un foglio di carta eci una penna: cosi è oato.9ron x..;. o.stinaiione Cllll' (~"9ron)(avi ~ un agazzo m.... sul nosuo pianeta nel 2S15 t ' causa di un ~""" ~f deye OObandonare la T...a alla volta d.lt. colon.. CII 22. Inuaprendondo un viaggio ricco d'.. u... ) quol rilc(oni0 dii' ~ diventalo cosl lurogo ed in"ne:iato da meritare rappelta~yo di romanzo. Ma od undici ~ ol quando lo Ilo scritto noo:r...; mai immaginato m... rebbe.""'iiio neli!! Vl'trine del...goz; pubbicato. lo... InI~l m~r" ~ IlMalO ".1iI' case eo:lil1lc on... ncio Q<Jasi seoolpt la.teua riipolsta: lfiiitimlno.rgomen~ diyefsi dal l'ambito f. nlil5<ientifko. t.iato grazie. d un collabor.t"'" della Soc:iet.\ Ed~ric:. Sam~rdareoese (SES) che ~ mio primo romanzo ~ <OI'TIvaIo tr~ l!! toatll dffeclitofe eci io ""'" \lii1ii chiamata alre!à di qurnotdici anni pei pr<>«de... con la pubbli<arione. Ila qui ""'" cominci.te '" presentazi0- ni dellibro i coocorsi i"te<ye!1ti a~a radio t alla I>.e Mta UN se;e di attività l'''bbiita;e pe' me ~ i romanzo.l'.""" """" è.tllo pubblicato A9<on )(alli- Steb con meta. su nmieta dei I!!lIori m. avoevano desiderio di conti nua... a legge. del simpatico "9ron. 0.I1a... f..."aslì<il.toria. 11a YOM delle n ene. Il prossimo progetto fulu" ~ di coocludl!r1! la truogia f di prosegulr1!coil ake noròt f a~e ~ntur e. C. GIOVANE POETA A PEGLI) La pace un giorno non come tonti mi rltrovollneleme o tutti I fanti uno cadeva. t'altro morivo eenlo e.o&plr to guerra non finivo ed (1(1 un trolto dietro to roccia vidi un soldato con uno goccio quello goccio ero di sangue provava datore e gridava: voglio un po' di amore e lo pensavo che come me ero un uomo che moriva &enzo perdono tornati allo bo$e eravamo dl6trulll eravamo feriti qua&! tulll attora mettemmo banc:tlera bianca perchè tutta lo gente era 6tonca e cl prenc:temmo tulll per mano e vtnse la pace plano plano. Composto do Luco Semplici l! Cloudlo Butero o Kuolo_ CIoSH V A Scuolo primario Ado Nqrl MAOOIO 101 l 3 Moolte... ane<l: da Munet a (;f)met a MaUsse MfdImrOfltO; UIICIttml di rocu SCOS<:m' P«li<II sura COStQ.. tnu di i/iic) dti mari pill affascino"i dti piomo. Un porodi>o IW' doi!mqut sia obituoto 01 ritmo Mollftim dti/q vilo di dttd; in mc>:io 'fi'd<*. poi"..mamo di g«indi copitoli come Porigi. /rliwmtrryoli gli ()I/isli dii />QMo salto di ~ p<ji1t deiirj loto «<ri= wiio costq. femiandoji rhi <tiiì/nqoe dii dmi. t~ queslo M!emO deiirj mostro 7.WiWrontO. Do Cout!>tt" Mo<Iet" Mari»!; o PoIo= Ducolo o GmoYO dol 27 fxiw'iobto 201 a 01 primo maggio ['''POSizione """".". on""tino di "-di gtattm imponanzo. prrnenien~ do oi!r1! quoraruo musti; che portano Ir lume d; Mist; di grondt: lomo quo1i MMrt Rm:W. Cùanne. Van Gog1r. L~ dtii'ombitnte l!itdiflrrolti:)!l'1ie Ioro"- tlwho M:ktIlf lir ogni dipinto; colori tm<i wkil frutro di UIICI.00. pmsotm mpo"itjjlr do ;. pmd<jm.uiicr r.icr dii irhkd.. " ogji OIIÌ<~ "" ~ SI1OOIdinotio. """" foti qui qutj che son6bt i'rlpossibiir rirr>tmndo " PoIIgI" sam! /0loII giwrj. ticondo lo salto di pro/rmgaio lo >UQ pmnont1ilif Mi Sud deiirj iiitido. Va- '" noi co 9IJIIdo ~ Ir IO~ <COpriamo IHllmo riti Mtdi1tffllneo dii """".. riosct>\1mo; <jiif/ suo ojptllo 1Offl<1<Uico folio di kic( scogj;ert. pommgg; passori olrombro di un ulm> o 01 salt.u un" lp/ogg/o. 'Non IOprri como d~ttlo ma lo<io incani"'o incantato d" ciildll...rjo!" XJiwoVincMt VarI Gogh j~.. ~ ~ -~~ '" 01 fnrtoho 1h& Sm1lJlionall <IIKM ; dipllrd di Courbot krimlimo ><»Ili.. l''''' riti rtoiijmo; ndie... ~ inconlrìclmo u'" <Dmp<>SiliMt malto sempiict. in cui Il dtic 0CCIiP<t l"/j)fttg mtfò lijpt'iofi! dti1c tela. IlUOi QtJOdII >000 "" i pill impornjmj dtii<l mosrro poichl 11m ~Iano lo lniruizio. fif doli' (Jf\t l"ttktn~ di VttM. in cui gmndt lrr!pmiiiilo m1 dola ai MI togli. oif~ IHI mmpio pui> wtn dolo doiid ~loziorie dti de<> rui il pìttofi! dtdde di ~ (fano piurtosto liruwalr oii'eprxo) okihit nubi; ljiwqiido lo monotonio cit/kj 1<;1/10 m/ll'<lmetlte QZ1(IfflJ che... rorrl molti urilimmrno. Con '0'''''''0''' dti Imlpo. 'avmrro di """"'" Ioaoic~ fiolìomo oncm come '~to lnmiio inizi o =mporifii: ndit teit di ""riti. come od estmp/o 1.0 ditò t lo rodo di T%nt; I /If/'lOII099I stmbrano disposti in """""" qumi trotroit. t ~ pa.. aggio """ ". altro funliont dii qutijo di!k>ndo. Con Courbot inyt«. <U$l!tiamo 0/ r<>pido d«lino di questo ~ dii Iìrnsa ~ ejstre JQWIonlOro do """ iioiiir<i Jtmptr pill in primo piono. SebbMt il liti"""" di"- noti "" ercuionolt fr>mh!jln1o con cui lo<io dilposft ~ lo qiiorltild un ÌIII/IiIt copric:do; Ir IOle ~ t poro dispmm. >000 lfdu liudialf ~ ogni qu<i<ko o<wmq di Ironlf ogii occhi dti ";';to""" lo "">0 imponarrza dti piaedtn~ lkio moslro asloo\.rlo<11mlf do noti pe'otre. che row>iudt in """ oisiro di p0- co pill di.". "'" lufio f onimo riti MtditmI!IIto. Un dtgno omoggio o questo lioltro wro. t oii/l proionditd dti mc... che Ir '" do (1}IfIia. UN'ORIGINALE MARCHESA TRA LE PIANTE di F.anasao Banol. Irlna Hrouova. "Rizzo - -'lessi" la man:ho!sa dd. Durazzo nata' Geoc7< t morta il fieogil nel IalO è.tala una famosa botanì<il italiana. figlio di Giocomo FiliP!)O 0...-= t Mod<IaIena ~lavidn apparteneva ad una delle più illom ~ famigo. "~locralicho gen<m!!i. Si.po5Ò COlI Giuseppe Grimaldi. ~ declkl> sin da giova.. agli nudi di botanici. Nel 1790\ contribui id arricchire di piaolf ril<t i ~ardlno deb villa ~ risleclm (oggi Vila Du ;mo-pallavldn~. Fu costretta a trasferir~. P..-mo po sfug. gire li l\imu~ che ili_la Repubbroco lig<rre. ma non interruppe mai i suoi studi. Dopo pod1i.00 \Or"" l'tgli e continuò il colt;'... la Slia pa.sione per la ~ampundo ~ giardino con nume!"'" piome... tich ~ e tnlimndo "" cataio9o botanico di grallde Int.. esse scieo1ti11co. L'Ono botanico 'CIef"1iI Durazzo- 1m. f. anwlmente parto dela Vjla [)u. razzo.pallavicini) è meta di vi~ te da parte del j>ubbiico 0.I1a "'-"M.mità scieotillca.la marchesa donò anche ~Ia Biblloteca CMca Berlo una collezione di opi!r1! boianiche eci un erbo rio di 0/1... dnqueonila ~ di pia.. te. che è oggi conservillo iii Gvico Mu.toI Doria di Sloria Nalu... di Ge OCM. La...me.. Durazzo Infattlsoprannominata Torbo<iru- okl"e dii' per ~ 113W. della SUI opto'l vie.. Icordata comt "" aro ~o di donna.0."".. 0 del Se!tecento. y. ~~ dllmpool nella comunità ~ tmcl. igolosa""nt. maschil d.lrepo<a.

4 4 1I1l()/IOlNTl/IO() """0010 lol1 IlIflIJALlfllAll()/lO( 1)(11 A VUU ili Il(GLI di AlnJ/Q Bravi" l " B Scuo/Q Iokdl.. Rizzo - AlcnJ li zona d".; """~ "... """~ alta di..." Modugno t COII05Ciuu dii pegjlesl come la \IetU era dms.1n due parti: una occupata dal oonl<et r\..!emi.11a seconda guerra mond'-leraltr. <la un piazzale OCCUJ)i!1O fino a qualc~.nno f. da un can!lere I runo... rnmu""loe... lalo di.t.. ba<1doolo e utilòwto come disatica abusiva t ftwto di tosskodipeno...ti. Fortuna!arM!1e da qy.~ """" io stato ""';0'0 un ;n!!'m'n«> di bonifica die Ila portato alla costruzione del ~roo A~... nella zona <lei burli<ef. mentre nel Ykino ".=le..~ inaougurato Il 7 di "'"99io un'arn <!Mialt.. ai "nunl.ni gran. al lavoro di volontari guidati do Alessia Dofagrossa d1.... foildao r... ssodazlooe n Branco M piazzale ~.tala pri... di luno ripulito dai itillli "'" >OlIO Slat. paiate tu~ le piante me nel cono degli anni.."" cresciute in modo :..conuojlalo I... - po'atumo royi c.an~)s\ adoew! la mia.1111 ma.. jo f.wolosa. N" f'at tempo il Comune ha g~ installato Oei l»g<1i. disposizione di tutta la u>.... l'"".;.. ma di""""bi'" portil... via rutti i rifiuti accolli. Qw.ndo IlolVOIi $/I''''no uklmalili piazzale sa.rb diviso In ~ zone; una dcm! i uoi poto... giocare. un >ent"ro ponoramoc:o OOYI! si potrb tranita" con o l6il1 ~ proprio ~~ amico t una anno ad <!estrati I caol da soccorso. Lo scopo di +.Iessia t quello di creare U~ gruppo di voiomai ~ la Prot~ Ovili' di.. ins;""" ai loro cao... "" In grado di tro\ia~ ~ disper"... i bo<chi o $OtIo II' maceril'.ai momtr1to runico cane g~ ~ùato ii Ellrwen.ia belissima lupa ce<o """acca (diventata ma""" di d... lupacchictti proprio in ques~ giomi) cho.lnsleme alla sua condunr!ce Ales$1a OO$t~~s«~ primo nucleo ope 'ailte a Pegli. Una c"" molto belta ~ è IUCCessa durallte i lavori ii c"oitre ai... ta.'. molte altre penone. saputo cosa SWII IUCcedendo. ~ $000 ese d~ lpoilibili a dona" i rnat~i necessa" oppurt' nan"" contribuito IW" stando ittirt'zli. mate<iali. IlIlDGla IIUCLIaDI DIFLISSIOIII SULL'UIILII À di Riccardo caulllv B Istitllto Nalltico carloforte Anual"""'t.. in ~~o alli' calhtmii naturnli...vmut. io GioppoIIo. et... hamo lrw1escato uo lteml'odo disastro 1llIdea" <Ile t aocoti in corso. runo ~ mondo si sta ilttl"i '... r.do wi pro e wi contro d.lr..... oocii'it ".In rtalia ~ ~ creata... ituazioroe uo po' particolare ed ormigu. Mentre grm parte delre1jr<iil' stll facendo degli esami di coscitt1za. in rtai.. /I giug"" i terrà.. "lert'lld..-n per di... i part'le del popolo u.. pi.>no cile pn:. e:le iii produ2i<lne dienergia no.odeaort'. Lasdaodo do ""ne II' romeswioni di naillfa poi"rtiu ron kali.l ~ i... ni ottarlla d fu un ""...mulo in c" il popolo si dichiarò rno!r.lrio). sarebbe interessantu pa<ef miodisclltefe del problema sii sul piallo pratico che sul piano l'tko. Il dllmma gia~ d dà infatti duo importanti M """'ti di riflessione. i danni che pub causa".. incidtnte in uf'lil centrali' nude... loi"io il"lcalcolabi~ ed orribili; iii forza d.la oaturll t irmlensi. Oli si!c1wfa a f... del nudea" ""timo <Ile la produziono di...ia aru..."" questi sistemi... pufrla 1 imi!>o <tes" K~ co<mfl;"nte.tralilsciar.do i problema dello smaplimento delle SCOIie (cile """ è <Omunqu<' un probii'ma da po<ct)<'è però d. valuta'" il fatto cile nel raro caso In cui si vtrifichl un Incid~ I c\at1nl al piane<a sarebbero in<mcoiabii " permanenti." pa"" mio ruomo non ha alsolutamente N dirittodi rr.. ttert' ri!cnio la salute della Terra. questi ~Il "rogresso sigonil\ca evom<si issii'me.11ii natura e nel totale rlspelto della stesso." non modifkarta a proprio piacio:ro"mo. (ho '"""... ~ quindl ncor".11ii!ciuiono delratomo per iii produziono _9'tla.quando iii nat...a ci offre risor1e ~IIe eterne. pulite ed efflacil I disastro gioppon<'" ii... cl1oolll"""a dflia forza ~Ia natu" ~ personal"""'t.. senza ~ iii presunlione di YOIe< fa" titlessionl ~ men" ' mi<~cm; qu""...vmimemo mi ii oemt>ralo un po. <ome un '"monito dmroo~ ~.. po'com~... 1iI oaru"... detto:"pmn vi cl>fl"l!ll~ cm lii.iia QUar.do ti soro io I disposizione AIe"'; """"'!/OlIO <Ile II' fonti "'... 'liia rin... biii non riu!cifl'bbero a sostene'" il fabbtsogno energe\ico mondiali'. ~ rosi fosse Ima non credo assoiutamemet allora perc~ non facciamo un bel pa'''' indietro e imi ~amo i consumi? Non ~ ""'".'... io il """"""to di cl1iede~ '" ia ~ {itso di "discutere lutto ~ camoo tecnologico che abbwj>o Intrapreso I... ~. Belle sl donne sl - ma con un ceruello ~ ho..iuta InÌl;".. forlkolo con q<ltllo fro"1 WiN;"m Sh<JUlPN'"... 9Ò<Ì Inlulto mollo di dò cm sruebbo! H fuhjro; que La be/~zza t~to i ladri più thll'mrj. (Wllllam ShabspeareJ 'to~cmjocmlnfondo le loc~d e H I:oto prooierni non CIIIJIbino m<zi. Ma lasdamo do pam H 1600e pernia mo od oggi U 201/: ogni giornq ogni om le donnt vmgooo sdterni.. m=òikotr. ritmutr oggn. 1<\ mancale di ri~rto. llasti peflslne o <MIe quolidi""""'m/e H molto cm d >'ÒMe propòtiato lòo 'bello /0 ~; L'ojpeffO fisico omiqj' stmbfo.<jefe 0110 ""'" di ogni ""cesso e noti più UII<I ConVÒnzÒOfl' -pu<ln:>ppo-- cm uno domo ottraentt o!ibio più polllti/iim di "scoia... 1a _' rispdto ad uoo più brottioo. Non cm io ritenga lbogliato Q priori aiularsi un minimo con la 1H!IemJ -inl..." COIlle Curti dello pmprill perso """" pet superare un co/ioq<!l0 di lavoro; cerio '" le Natum U ho donato OHI o<pfflo o dii poco soddis/ocmle «<II mio JWgIIaril 1010 difflo gli oc dtjoni JP<f/cncoti dmo eswd un ~ PercM rum!dotto" II(IlIlo"gnifi. co esltt "edil1m. mo ne"... m~~ "" re un \f\iok di.. '" "-~ me e..". pie un film itoliono usciro nel 1OO7.Come ru mi"";; dove lo ~ - profagorulta. Giada. dopo anni di rifiuto 01 mondo do ki definita "pmimto'" si oc~ cm mn". contm la rmlrà in cui si vr'w rm<clllllndo a pmprill Olj)trto I)()j) /o poiit; proprio o nltnre t decidt di continuare la SIIO missior-.. contm la mm:iiìahiorie delle don... curandosi qwnto pet... n~ rsliinclimmit Il $IlO agio con /I eotpo.. 0YerId0 bijogno di un ~Giodo /rutt() It _ OOtikmminiH petesort".~ wopro(essore di scienn dello comunicollion<' ad ~ <MIe <milrmte Ma lei un et> ~'/o /o <fi'n"ii E Jo locm! funzionijtt. Quonlt don... poi. pw di <Mrt' U loro qu<nlo d'0i0 di ukbritd. $000 pronre ad apporire poco in~ti da>'ortti o milioni di f16'ont" ~ poi I emi cm sucade: It pmom ti esortono o ridtttirl un CtrlO ~ o ~ o vestirti to porl(ire come loro """IlO per!101<\ e poi dii ti 01"'''''' ti bollo c""" bai 'l'mhl1e donne I)()j) dkofl() njerlttr"fh ~ Iotst!l(lll gli dispioa poi t"10 fotsi... mmifico... come dici Iu' [Come tu mi 'I\IOfJ c: ii ~nche dii la prende ui ~ t crede di aver a>piro rutr~ dallo vira. <MIe Luco ljatbaresdoi cm ~ltriietllt ho dich/ofoto: "l.t donne """. no '"'''l'm usato ~ loro COlPO per folf! corriera. in rurri i ltitori in rurro il """". Qutllo fm" (I<JfJ <lswmtrt diwtsi significolj o S«OrIdo del ""'leslo in cui inserito: pet es<"mpiq pone"'" petferr~mmte 00""""" U concfflq cm ho espteslo pocht rigi-.. JOPfO. oppure le!<>serito ne/r<lfflcojo IfOt mnlt la monir.stozitom in piozzo de&! donne >minuirtl H gertm! hmm~ nile con r/dm del' """P" srmo cosi. e per stmpr emi 1OY. t difflcill ts... tt domo. dòjtrkorsl tm i preg;udizi di questo sodttd. CMln di dimo rro" cm siamo o!io pari rjeg«"""ini quando poi i forti sernbmebbero dim</$lfott ~ oorottorio pet come ""'-'<Jtno lrortole epfjutt d pn:>i'klrnc;\. e mog<iri ttnriarno di rt'mart oorotro quesm ossts.iìom del btii4 come la Giodo di Come tu mi vuoi o la lwjy Soch. de N diavolo Vesle Proda. Ma poi. COIlle loto. flfllomo pet ~ O quello n(.lq>'o JihJsJont di perfezione di 'l>'~ orrmor benvisre per H ""'110 Olj)tIIQ anche le 0/10 fi... cl ricotdiamo cm U gillsta ~I>rio <IO nel muzo; un t}li!cio VIJOlO (I<JfJ essert ~ rno remro stmprt un ""'9IIificogusclo...oro. ~ <l. don... <I.. "'" con un Cl'fIrio dei ditirri cm devono es""" rispet lat; IL VOI.DN1'AIUA'I'O: ljn'.:si'iliuilnza CHIl AlUl'A A CUIlSCIlUIl "'"""" quest'anroo la noslra!cuoia. in "te con illkeo Mazzini ~ l'anspi. ha partecipato al progetto di Servizio CM~ promosso dal la Regi""" Liguria. Noi di IIIlkeo d siamo dedica~ ad aiuta~ ~k> 'tudio ~kl i... i ragazzi della!cuoia media;i notri compagni di IV e V (i cosiddetti ' t' lispa~nti : percm haooo g~ partecipato al progetto ~Ie pa... l~ edizioni ed Oli ci affiancano n~1 volontariaio ancne ~ non possono pio Is<:rlYersi al progetto) prestano ~rv~ zio inieme a ooi o con gli anziani. o. ci'<ii un '""~ abbiamo inoi Ire iniziato il SoI'fVizio con i bambini ""oiogic~ iniem ~ ai 'agazzi del MazzinLlu"'lO t... no d $lamo.n~ Incontrati per momenij 0'1 formazione e di confronto CM ci hanno ai"ati a riftette~ w que ta espeienza. Il..oIontariato è un'opportunlu! per Integarsi coro Il prossimo. dato ch~ eea posslbiliu! di incontro fii pefsoii~ di differenti età. Un gruppo di noi na potuto 'pelmentare questa Del islma 0ccasione di ae!c~a.offri~ il proprio tempo libero può essere un vero sacificio ma. ~ non k> si fa pe' tonaconto p"""nall'. ri«jka ese~ mojto gratfun~ proprio perché final lnato aj belle dell ollto Analizzando svanate _ienze. ~ eme"" che l'aspetto più appa. 9"nte del voiontm"to praticato pet forni" sopporto «ola'tko è I. soddisfazione di...:!ere appicate" conoscenze preg~s~ In qua~ "'i campo di "OOk>; i~ lre. se rin~"'""to dei voiontai. fom ~ ndo ~ e m:xfelll da IrNt~re rea liult lo scopo di olut.~ Il prossimo quest'ulti mo sa à sicuramente incentivato Il divenlare Il sua WIt10 un esempio pet I altro.c~ando cml un effetto domi.. in positivo. Duante le esperienze di wloi1tariato si instayrano anche nw"rierosl rapponi di amidzia fii wk>ntari ~ 'agazzi più pkeol ~ II'9ami ciii! di ventano """"a pioù Ioni forse proprk> perc n~ ~ tempo trascoso ~ dedito lilla fatica dello studio e oon al dfve<1imento. In merito a questo. Iul'llanto Pfezioso ~ il voionlliaro wko p... SO ca<e-fmr"oglia cne offrono Msistenza al bambini sottoposti. cu~ panicolai a causa di g... i malanie. Presso qu... ~ u.ntri Pf"... mpio la Casa Famigl i. Alleo. i voiontai. mettendo a disposizione Il ""o tempo aiutano I bambini. tra!cat ~~ i pomeriggi piacevol""m~ in modi diffe..m. fact'ndoii pane clpa~ a glodll manuali (mediani(' ruio di ca'lli o pata da mode~ lae). giochi da tavolo da costru~ OIlpure liiutandoli a ideare e cojata~ disegni "'"""" in questo caso iii ricompensa non è mate<l~ bensl morale: comiste nella f~iciu! die appare nei volti delle persone. una felicità che si... prioll!.ttraver-so sinceri so"i e appaganti "(;azienolvol... ta.gli stessi bambini ring 'aziano ; wk>ntari. regalando ioro i disegni apl"'na ~ alizzati con eoloo sgargiami chemanffestano la k>o Essee col1sapeyoli di regaiarsi vicenda doni preziosi quali tempo gio" ffettodoni indel~bili ""'tempo per-meue di t~ser~ api""" ti che oon avranno Ilne nonostante ia diffeenza di eu! e l'appartenenza ad ambi~mi diver>i. Sar. ~ "ico e Luigi ~rto Dagnino IlI lfceo sodo-j)sico-pedagogico e!cii'ntlfico Sancta Mafia ad Nlves

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren.

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren. Cari lettori Oggi della pulizia del nostro paese vi voglio parlare, che per come funziona, troppo cara ce la fanno pagare. Pe quanda solt co senec ne fasce pagà de rummat, Putignan er a iess nu paes, splendente

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i.

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. Nomi con plurale particolare Gruppo in -a Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. poeta (m) poeti problema (m) problemi programma (m) programmi I nomi in -ista sono maschili e femminili.

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta:

SOTTO LO STESSO TETTO: La classe 4A presenta: SOTTO LO STESSO TETTO: Gender MainstreaMinG e valorizzazione delle differenze a scuola La classe 4A presenta: Tutti diversi... ma uguali ;-) Nell'anno scolastico 2014/15 la classe 4A dell'i.c. Via d'avarna,

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

L'utensile é diventato bianco

L'utensile é diventato bianco L'utensile é diventato bianco In questi giorni mi sono allenato a fare delle vele sia di carta che di tessuto. Sono soddisfatissimo, mai avuto vele cosi belle, pero, pero' non riesco ad ottenere un bel

Dettagli

Collettori solari termici

Collettori solari termici Collettori solari termici 1 VELUX Collettori solari. Quello che cerchi. massima durabilità, facile installazione Estetica e integrazione A fferenza degli altri collettori solari termici presenti sul mercato,

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli