RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE PER IL PERIODO CHIUSO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE PER IL PERIODO CHIUSO"

Transcript

1 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE PER IL PERIODO CHIUSO AL 30 SETTEMBRE 2014

2 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 INDICE Pag. Relazione sulla gestione Profilo GTECH S.p.A Profilo della Società... 5 Analisi dell andamento economico e finanziario... 7 Sviluppi significativi Fattori di rischio ed incertezze Evoluzione Prevedibile della Gestione Andamento del Titolo GTECH S.p.A Bilancio intermedio al 30 Settembre 2014 Prospetti di bilancio e note esplicative Prospetto della situazione patrimoniale - finanziaria Prospetto di Conto Economico e Conto Economico Complessivo Rendiconto Finanziario Consolidato Prospetto delle Variazioni di Patrimonio Netto Note esplicative Informazioni aggiuntive Notifica di Rinuncia ai sensi dell'art. 3 del Regolamento CONSOB n del 20 Gennaio Certificazione relativa al Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 ai sensi dell'art bis, par. 2, d.lgs. n. 58/1998 ("Testo Unico delle Finanza")

3 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Profilo di GTECH S.p.A. La Società è soggetta all'attività di direzione e coordinamento di De Agostini S.p.A. Denominazione Sociale GTECH - Società per Azioni Codice Fiscale Capitale Sociale Al 30 Settembre 2014: ; sottoscritto e versato azioni del valore nominale di 1,00 cadauna (1) Sede Legale Roma - Viale del Campo Boario 56/d Consiglio di Amministrazione (2) Presidente Amministratore Delegato Consiglieri Lorenzo PELLICIOLI Marco SALA Donatella BUSSO* Paolo CERETTI Alberto DESSY* Marco DRAGO Anna GATTI** Antonio MASTRAPASQUA* Jaymin PATEL Elena VASCO* *Consiglieri Indipendenti ** Lead Independent Director Direttori Generale Renato ASCOLI (3) Fabio CAIROLI (4) Collegio Sindacale: (2) Presidente Sindaci Effettivi Sindaci Supplenti Massimo CREMONA Caterina Margherita BALDARI Sergio DUCA Gian Piero BALDUCCI Fabrizio Riccardo DI GIUSTO Annalisa Raffaella DONESANA Giulio GASLOLI Guido MARTINELLI Marco SGUAZZINI VISCONTINI 3

4 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Società di Revisione (5) PricewaterhouseCoopers S.p.A. Membri del Comitato di Controllo, Rischi e Parti Correlate (6) Alberto DESSY (Presidente) Donatella BUSSO Elena VASCO Membri del Comitato per la Remunerazione e le nomine (6) Antonio MASTRAPASQUA (Presidente) Paolo CERETTI Alberto DESSY Anna GATTI Note: (1) Il numero di azioni sottoscritte e versate da GTECH S.p.A., depositate presso il Registro delle Imprese Italiane e comunicato al mercato in data 19 Settembre 2014 è In conseguenza dell esercizio di alcuni beneficiari dei piani di incentivazione di GTECH S.p.A. tra il 19 Settembre e il 30 Settembre 2014, il numero di azioni sottoscritte e versate è aumentato a (2) Nominati dall Assemblea degli Azionisti dell 8 Maggio (3) Nominati dal Consiglio di Amministrazione del 28 Aprile (4) Nominati dal Consiglio di Amministrazione del 30 Luglio (5) Nominata dall Assemblea degli Azionisti dell 8 Maggio 2014 quale società di revisione per il periodo novennale (6) Nominati dal Consiglio di Amministrazione dell 8 Maggio

5 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 GTECH S.p.A. - Permessa GTECH S.p.A. è l'operatore commerciale e fornitore di tecnologie leader nel mercato regolamentato mondiale dei giochi. GTECH è quotata alla Borsa Valori di Milano con il simbolo GTK e con il simbolo GTKYY nel programma Sponsored Level 1 American Depository Receipt (ADR) sul mercato over-thecounter degli Stati Uniti. In questo documento, i termini "GTECH" o "la Società" si riferiscono a GTECH S.p.A., la controllante ed a tutte le sue controllate incluse nel presente bilancio intermedio sintetico. La Società opera e fornisce una gamma completa di servizi e prodotti tecnologici all'avanguardia per tutti i mercati dei giochi, tra cui le lotterie, soluzioni di gioco, scommesse sportive e giochi interattivi. Offre inoltre servizi di transazioni commerciali ad alto volume. Le piattaforme ed i software di ultima generazione utilizzati dalla Società permettono la distribuzione dei prodotti tramite sistemi a terra, internet nonché dispositivi mobili. Al 30 Settembre 2014 la Società offre prodotti e servizi business-to-consumer (B2C) e business-to-business (B2B) in circa 100 paesi dei sei (6) continenti, ed opera con dipendenti. La struttura dell'organizzazione interna della Società è suddivisa in tre aree geografiche. A seguito di tale divisione il management ha disposto l'organizzazione dei settori operativi in altrettante aree: Americhe, Internazionale ed Italia, supportate da una struttura centralizzata di prodotti e servizi. Ciascun settore operativo offre lotterie, soluzioni di gioco, scommesse sportive, servizi commerciali e giochi interattivi. Lotterie GTECH opera e fornisce sistemi di elaborazione ad alta sicurezza per le Lotterie online, progetta, vende e gestisce una gamma completa di terminali per punti vendita abilitati alla gestione delle lotterie e collegati elettronicamente ad un sistema centralizzato, che svolge il ruolo d'intermediario tra punti vendita, dove si effettuano le singole transazioni, e le autorità competenti in materie di Lotterie. GTECH è anche fornitore di biglietti istantanei creati tramite tecnologie avanzate e dei servizi relativi. Utilizzandola tecnologia di stampa più avanzata, veloce e di alta qualità del mercato, GTECH è specializzata nella consegna rapida di biglietti istantanei di alta qualità. Inoltre offre ai suoi clienti un programma di sviluppo di marketing, di disegno grafico, programmazione, produzione, confezione, spedizione e consegna. GTECH opera quale gestore privato delle lotterie in un numero crescente di giurisdizioni, nelle quali è responsabile delle operazioni quotidiane e delle principali funzioni legate alle Lotterie. GTECH sfrutta la sua esperienza accumulata in anni di attività quale concessionario esclusivo in Italia del Gioco del Lotto. Le sue competenze comprendono la gestione di tutte le attività comprese nel ciclo di valore delle Lotterie e giochi online nonché delle lotterie tradizionali. GTECH ha sviluppato e continua a sviluppare nuovi sistemi per Lotterie, a concedere in licenza nuovi marchi di giochi agli enti regolatori delle varie giurisdizioni e ad installare un intera gamma di nuovi apparecchi per la distribuzione dei biglietti delle lotterie. Tutte le attività sono ideate per assicurare un significativo livello di crescita delle vendite attraverso la rete distributiva esistente. Soluzioni di gioco GTECH progetta, sviluppa, produce e fornisce macchine, giochi, sistemi e software per il mercato regolamentato dei giochi nel mercato mondiale. È leader mondiale nella fornitura delle Video Lottery Terminal (VLT), dei relativi sistemi centrali e giochi in Nord America ed Europa, nonché fornitore leader di Video Lottery Terminal e giochi negli Stati Uniti. GTECH è anche fornitore leader di slot machine tradizionali e video slot machine, e di sistemi di gioco per casinò in Europa, Asia, America Latina, e negli Stati Uniti per i Native American. Inoltre, è fornitore di AWP e software di gioco in Europa. 5

6 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Scommesse Sportive GTECH offre una piattaforma di scommesse sportive che consiste in un nucleo centrale associato a moduli di supporto. La piattaforma è utilizzata dalle lotterie e dagli operatori commerciali più importanti nel mondo. Il nostro approccio modulare permette di adattare ogni componente alle architetture tecniche specifiche dei clienti e di creare in tal modo un prodotto unico. GTECH offre scommesse su eventi sportivi, corse di auto e moto ed eventi non sportivi legati al mondo dello spettacolo, musica, cultura ed eventi di cronaca nazionale ed internazionale. Servizi Commerciali GTECH offre servizi di processing su elevati volumi di transazioni commerciali non collegate alle Lotterie, tra cui ricariche prepagate per telefonia cellulare, pagamento delle utenze, e servizi di biglietterie sportiva e musicale. Offre inoltre servizi di riscossione, processing e servizi di rete. GTECH emette moneta elettronica attraverso la conversione immediata dei fondi ricevuti, nonché ulteriori servizi. Giochi Interattivi GTECH fornisce giochi interattivi online come il poker online, casinò, bingo ed altri giochi da tavola, tutti personalizzabili. Il gioco del poker di GTECH è il primo prodotto industriale di poker perfettamente compatibile con tecnologia Mac, e di conseguenza è compatibile al100% con tutti i più importanti dispositivi e piattaforme. I prodotti di casinò online comprendono un'ampia selezione di giochi da tavola e slot in modalità singola, multiplayer e torneo. Le nostre soluzioni relative al gioco del bingo offrono Bingo Live interattivo e sociale, disponibile in quattro Stati ed in quattro lingue, tutti con il contenuto aggiornato per essere più adeguati alle regioni specifiche. Per ulteriori informazioni sulla Società si prega di far riferimento al sito web: 6

7 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANALISI DELL ANDAMENTO ECONOMICO E FINANZIARIO Di seguito sono presentati i principali indicatori finanziari della Società (in migliaia di euro, eccetto per gli importi relativi al numero delle azioni). Trimestre chiuso al 30 Settembre Variazioni % Ricavi (2.386) (0,3) EBITDA ,2 Risultato operativo ,2 Risultato netto di pertinenza della Società ,4 Utile diluito per azione 0,23 0,18 0,05 27,8 Nove mesi chiusi al 30 Settembre Variazioni % Ricavi (29.547) (1,3) EBITDA ,2 Risultato operativo ,2 Risultato netto di pertinenza della Società ,1 Utile diluito per azione 1,01 1, Settembre Dicembre 2013 Variazione % Posizione finanziaria netta ,8 7

8 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 EBITDA L EBITDA viene considerato indicatore alternativo di performance, ma non è una misura definita in base agli International Financial Reporting Standards ( IFRS ) e può quindi non tenere conto dei requisiti disposti dagli IFRS in termini di rilevazione, valutazione e presentazione. Riteniamo che l EBITDA aiuti a spiegare gli andamenti delle performance operative, fornisca utili informazioni in merito alla capacità di gestire l indebitamento e sia comunemente utilizzato dagli analisti ed investitori del settore del gioco, quale indicatore di performance. L EBITDA non deve essere considerato alternativo al risultato operativo quale indicatore delle nostre performance o ai flussi di cassa come misura della liquidità. Per come definito, l EBITDA potrebbe non essere comparabile con il medesimo indicatore utilizzato da altre società. La composizione dell EBITDA è la seguente: Trimestre chiuso al 30 Settembre Variazioni (migliaia di euro) % Risultato operativo ,2 Ammortamento immobilizzazioni materiali (1.221) (1,9) Ammortamento immobilizzazioni immateriali ,9 Costi di ristrutturazìone ,9 Proventi atipici netti (a) (3.559) - (3.559) - Altro ,5 EBITDA ,2 Nove mesi chiusi al 30 Settembre Variazioni (migliaia di euro) % Risultato operativo ,2 Ammortamento immobilizzazioni materiali (5.047) (2,7) Ammortamento immobilizzazioni immateriali ,1 Ripristini di valore (1.104) (2.025) ,5 Costi di ristrutturazìone ,8 Proventi atipici netti (a) (1.064) - (1.064) - Altro ,7 EBITDA ,2 I Costi di ristrutturazione sono relativi principalmente alla razionalizzazione delle attività interattive, ai progetti di ottimizzazioni nell ambito delle Lotterie, ed ai costi associati alla riorganizzazione gestionale della Società annunciata nell esercizio 2013, che riguardano prevalentemente le voci Materie prime, servizi ed altri costi e Costi del Personale del presente bilancio intermedio. (a) Ulteriori dettagli in merito ai Proventi atipici netti sono forniti nella Nota 24 del presente Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre

9 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Fattori chiave che influenzano i risultati operativi e le condizioni finanziarie I principali fattori che hanno influenzato i risultati operativi e le condizioni finanziarie della Società per i primi nove mesi del 2014 e del 2013 sono di seguito descritti: Impatto dei tassi di cambio delle valute estere: Le fluttuazioni dei tassi di cambio hanno avuto impatti sulla Società in relazione alla (i) riesposizione dei bilanci in euro per il consolidamento, descritto come impatto da conversione, e, in misura minore, (ii) per effetto delle operazioni in valuta diversa dalla propria valuta funzionale, con qualsiasi soggetto, descritto come impatto della transazione. L impatto da conversione emerge durante la redazione del bilancio consolidato; in particolare, il bilancio consolidato della Società viene redatto in Euro, mentre i bilanci di ogni controllata vengono redatti nella rispettiva valuta funzionale. Nella preparazione del bilancio consolidato, le attività e passività valutate nella valuta funzionale delle controllate vengono riesposte in Euro al tasso di cambio in vigore alla data di bilancio, mentre i ricavi ed i costi vengono riesposti utilizzando i cambi medi del periodo. Di conseguenza, ogni variazione del tasso di cambio delle valute funzionali delle controllate verso l Euro ha un impatto sul risultato operativo. La Società è particolarmente esposta alle variazioni del tasso di cambio Euro/USD. Ad esempio, i ricavi realizzati nei primi nove mesi dell esercizio 2014 nel settore Americhe sono diminuiti del 3,8% rispetto allo stesso periodo dell esercizio precedente, ma se considerati a valuta costante (così come descritto di seguito nella sezione Valuta costante ), i ricavi del Settore Americhe sarebbero aumentati di 1,6 milioni, pari allo 0,2%. Anche se le fluttuazioni dei tassi di cambio hanno avuto un impatto significativo sui ricavi della Società, l effetto sul risultato operativo e sui flussi di cassa è meno significativo in quanto i ricavi corrispondono per lo più a costi valorizzati nella stessa valuta. Regolamentazione: La Società opera a livello internazionale in mercati regolamentati soggetti ad una continua evoluzione. La capacità di entrare in nuovi mercati o di offrire nuovi prodotti nei mercati esistenti dipende dalle decisioni adottate dalle autorità, le quali spesso subiscono l influenza della propria situazione politica. Di conseguenza, la Società non ha il controllo della tempistica sulle nuove opportunità, incluso l outsourcing delle operazioni di gioco, l aggiudicazione di nuovi contratti, l introduzione di nuove fasce di prezzo di biglietti istantanei nonché il lancio di nuovi giochi. Periodicamente vengono introdotte modifiche normative che potrebbero influire sulle attività esistenti in alcune giurisdizioni, inclusi gli orari di apertura dei punti vendita, restrizioni sulla vendita di alcuni prodotti ed aumenti di tasse applicati ai giochi. Ad esempio, la tassa sulle VLT in Italia è passata dal 4% della raccolta nell esercizio 2012 al 5% della raccolta nell esercizio I ricavi generati dalle Soluzioni di Gioco sono registrati al netto delle imposte e quindi eventuali modifiche alle aliquote possono avere un impatto su ricavi e risultati operativi della Società. La redditività dei prodotti di gioco è influenzata dalle imposte applicate e dal coefficiente di payout minimo. Alcuni prodotti hanno un payout superiore al coefficiente minimo applicato dalle autorità e, per questi prodotti, la Società diminuisce il proprio payout al fine di mitigare l effetto di eventuali aumenti delle imposte applicate. Tuttavia, al fine di ridurre al minimo qualsiasi impatto negativo su premi e volumi, la Società generalmente cerca di rendere tali riduzioni graduali nel tempo, generando come effetto un ritardo tra gli aumenti delle imposte e la diminuzione dei payout; che potrebbe provocare una riduzione temporanea di redditività. Montepremi e Numeri Ritardatari: La Società ritiene che i rendimenti generati dalle Lotterie siano influenzati dalla dimensione del montepremi disponibile in talune giurisdizioni. In generale, quando il montepremi aumenta, anche la vendita di biglietti delle lotterie aumenta, generando un ulteriore aumento del montepremi. Inoltre, si ritiene che i giocatori in Italia monitorino i numeri ritardatari (numeri che non vengono estratti da oltre 100 estrazioni) e quando si presenti una serie consistente di numeri ritardatari le scommesse aumentino. In entrambe queste circostanze, i ricavi da servizi sono influenzati positivamente. Stagionalità: Nel settore di scommesse sportive, il volume della raccolta sulle scommesse sportive nel corso dell anno è condizionato dagli eventi sportivi e dalla loro stagionalità. Inoltre, il volume della raccolta sulle scommesse sportive è ulteriormente condizionato da altri eventi sportivi importanti calendarizzati ad intervalli regolari, ma non frequenti, come ad esempio i Mondiali di calcio FIFA. In aggiunta, nei mesi estivi, la vendita di biglietti delle lotterie e giochi in generale può diminuire in occasione delle vacanze. 9

10 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Vendita di Prodotti: In conformità ai contratti di vendita dei prodotti, la Società costruisce, vende, ed installa sistemi ed attrezzature per le lotterie e soluzioni di gioco, nonché licenze sul software per i sistemi ad un prezzo fisso. Successivamente all installazione, i clienti gestiscono i sistemi di gioco. Inoltre, la Società vende terminali e centrali per espandere i sistemi esistenti e/o sostituire le attrezzature. Le vendite di prodotti variano di anno in anno a causa del mix, volume e tempistica delle operazioni di vendita. In generale, i contratti di vendita di prodotti sono legati ai tempi dei cicli di sostituzione. In particolare, la crescita delle vendite di prodotti nei primi nove mesi dell esercizio 2013 è stata influenzata da un significativo ciclo di sostituzione di VLT in Canada. Per i primi nove mesi degli esercizi 2014 e 2013, le vendite di prodotti registrate sono, rispettivamente, di 168,3 milioni e 228,4 milioni, pari al 7,4% e 10,0% circa dei ricavi totali. Costi di Ristrutturazione: Nel periodo la Società ha provveduto a realizzare piani ed iniziative di ristrutturazione connesse principalmente alla razionalizzazione delle operazioni di gioco interattive, progetti di ottimizzazione per Lotterie, e dei costi connessi alla riorganizzazione complessiva annunciata nell esercizio I costi di ristrutturazione relativi a tale riorganizzazione nei primi nove mesi degli esercizi 2014 e 2013 sono, rispettivamente, 10,1 milioni ed 5,4 milioni. Sanzioni sul livello minimo di proventi annuali: La Società ha tre accordi in cui ai clienti spettano garanzie di livello minimo di proventi annuali (il Contratto Illinois, Contratto Indiana e Contratto New Jersey, descritti in dettaglio nella sezione Stime Contabili garanzie livello minimo di proventi annuali ). Nella Contratto Illinois, la Società ha garantito un livello minimo di Risultato Netto Rettificato ("Obiettivi di Risultato Netto"), per ogni esercizio a partire da quello chiuso al 30 Giugno Il calcolo dell impegno potenziale, relativo al livello minimo garantito degli obiettivi di risultato netto è attualmente oggetto di controversia tra le parti. La miglior stima in termini di livello minimo garantito degli obiettivi di risultato netto per i primi tre esercizi del Contratto Illinois, al 30 Settembre 2014 è pari a $82 milioni ( 65,2 milioni al tasso di cambio in vigore al 30 Settembre 2014). Tale valore previsto dal Contratto è incluso nella voce "Altre passività correnti" nella posizione finanziaria del presente resoconto intermedio di gestione. In compensazione della passività corrente relativa ai costi sostenuti direttamente con i futuri benefici del contratto è stata registrata una Altra attività non corrente, che viene ammortizzata a fronte di ricavi di servizi, lungo la durata del contratto. La miglior stima in termini di livello minimo garantito degli obiettivi di risultato netto per i primi due esercizi del Contratto Indiana al 30 Settembre 2014 è pari a $17,6 milioni ( 13,9 milioni). Tale valore è registrato quale diminuzione di ricavi da servizi nel conto economico del presente resoconto intermedio di gestione. Costi legati al Contenzioso AWP nelle Soluzioni di Gioco: Nel settore Italia, i costi legati al Contenzioso AWP registrati nei primi nove mesi dell esercizio 2013 sono pari ad 30,0 milioni, e riguardano le controversie tra le autorità italiane e tutti gli operatori di gioco. La Società ha versato l ammontare nel corso del quarto trimestre dell esercizio Sviluppi nell acquisizione di IGT: Così come descritto nella sezione Sviluppi Significativi del presente bilancio, in data 15 Luglio 2014 la Società ha sottoscritto l accordo per un piano di fusione ( Accordo di Fusione ) con la società International Game Technology ( IGT ), leader globale nel settore dei casinò e del social gaming con sede a Las Vegas, Nevada, USA. Nei primi nove mesi dell esercizio 2014 la Società ha registrato oneri pari ad 9,9 milioni relativi all acquisizione di IGT, registrati nella voce Proventi atipici netti nel conto economico del presente resoconto intermedio di gestione. 10

11 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Stime Contabili La redazione del bilancio consolidato è conforme all International Financial Reporting Standards (IFRS) e richiede al management di effettuare valutazioni discrezionali, stime ed ipotesi che possono avere effetti sul valore di carico delle attività e passività, e sull ammontare dei proventi ed oneri registrati. Le stime e le valutazioni si basano sulle informazioni disponibili alla data di redazione del bilancio, sull esperienza storica e su giudizi ed ipotesi considerati ragionevoli e realistici. Le stime e le valutazioni sono riesaminate periodicamente. I risultati effettivi, per le aree che richiedono stime e valutazioni gestionali, possono differire dai risultati registrati nel bilancio consolidato, in quanto si potrebbero verificare eventi imprevisti che impattano sulle ipotesi su cui sono basate le stime stesse. Le aree che richiedono una maggiore soggettività nella gestione nelle stime e le modifiche delle ipotesi che ne sono alla base e che possono avere un impatto significativo sul bilancio consolidato, sono descritte di seguito. Rilevazioni dei Ricavi I ricavi sono rilevati nella misura in cui è probabile che i benefici economici siano conseguiti e il relativo importo possa essere determinato in modo affidabile. I ricavi sono valutati al valore equo del corrispettivo ricevuto, esclusi gli sconti. La soddisfazione di criteri specifici di rilevazione richiede la determinazione di ipotesi e giudizi che potrebbero influenzare significativamente i tempi e ricavi registrati in ogni periodo. L applicazione di politiche di rilevazione di ricavi e modifiche nelle ipotesi e giudizi hanno un impatto sui tempi, nonché i ricavi e costi rilevati. Le determinazioni sono soggette a giudizi, e potrebbero variare a seconda delle circostanze o natura delle operazioni. Riduzione durevole di valore di sistemi, attrezzature ed altre attività nette correlate ai contratti I valori contabili di sistemi, attrezzature ed altre attività nette correlate ai contratti vengono sottoposti a verifica di impairment quando si determinano eventi o cambiamenti nelle condizioni che rendono il valore contabile non più recuperabile. Ciò richiede l effettuazione di una stima da parte del management dei futuri flussi di cassa attesi dalle attività generatrici di flussi di cassa e la scelta anche di un adeguato tasso di sconto per calcolare il valore attuale di tali flussi di cassa. Il valore dei sistemi, attrezzature ed altre attività nette correlate ai contratti al 30 Settembre 2014 e 31 Dicembre 2013 è, rispettivamente, pari ad 900,4 milioni ed 899,5 milioni. Nel corso dei primi nove mesi degli esercizi 2014 e 2013 non si sono registrati variazioni al valore contabile dei sistemi, attrezzature ed altre attività nette. Riduzione durevole di valore dell avviamento L avviamento è soggetto a verifica per perdite di valore almeno una volta l anno o, più frequentemente, quando le circostanze fanno ritenere che il valore di iscrizione potrebbe essere soggetto a perdite di valore. Il valore contabile dell avviamento al 30Settembre2014 ed al 31 Dicembre 2013 era pari, rispettivamente, ad 3,3 miliardi ed 3,1 miliardi. Nel corso dei primi nove mesi degli esercizi 2014 e 2013 non si sono registrati variazioni al valore contabile dell avviamento derivanti da test di impairment. Ai fini dell impairment test, l avviamento e le altre immobilizzazioni immateriali a vita utile indefinita sono state allocate alle unità generatrici di flussi di cassa (CGU) all interno dei settori operativi, i quali rappresentano i livelli minori di monitoraggio dell avviamento, ai sensi dello IAS 36 - Impairment sulle immobilizzazioni immateriali. L impairment test confronta il valore recuperabile con il valore contabile di ogni unità generatrice dei flussi di cassa o gruppo di unità generatrici dei flussi di cassa cui è attribuito l avviamento. Il valore recuperabile di un attività è determinato come il maggiore tra il valore equo dell attività o dell unità generatrice dei flussi di cassa al netto dei costi di vendita e il suo valore d uso. L impairment test richiede una stima del valore equo dell unità generatrice dei flussi di cassa al netto dei costi di vendita. Ciò richiede l effettuazione di una stima da parte del management dei futuri flussi di cassa attesi dalle attività generatrici e la scelta anche di un adeguato tasso di sconto per calcolare il valore attuale di tali flussi di cassa. 11

12 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 La Società ha determinato sei unità generatrici di flussi di cassa (CGU) costituite da quattro unità generatrici di flussi di cassa in Italia e singole unità generatrici di flussi di cassa per i settori Americhe ed Internazionale. Parte del valore contabile dell avviamento e delle attività immateriali a vita utile indefinita non possono essere allocate alle singole unità generatrici di flussi di cassa in Italia su base non arbitraria, e sono quindi state assegnate (come concesso dallo IAS 36) al gruppo di quattro unità generatrici di flussi di cassa in Italia (attribuzione Settore Italia). L eccedenza dei valori equi rispetto ai relativi valori contabili delle unità generatrici dei flussi di cassa al 31 Dicembre 2013 è riepilogata nella tabella seguente: Valore recuperabile Valore contabile Differenza Settore Italia Italia: Lotterie Servizi Commerciali Scommesse Sportive Soluzioni di Gioco Americhe Internazionale Le variazioni percentuali delle variabili chiave necessarie per rendere il valore recuperabile pari al valore contabile sono le seguenti: Tasso di sconto post-imposte Tasso annuo di crescita dopo il 2018 Settore Italia 30,30% -634,70% Italia: Servizi Commerciali 47,80% -310,70% Scommesse Sportive 82,00% -400,00% Americhe 16,30% -42,60% Internazionale 43,80% -157,10% Si ritiene che qualsiasi variazione ragionevolmente possibile in una delle ipotesi chiave su cui si basano le unità generatrici di cassa Lotterie e Soluzioni di Gioco in Italia non genererebbe valori contabili superiori al loro valore recuperabile. 12

13 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Riduzione durevole di valore delle immobilizzazioni immateriali La Società determina se le attività immateriali con vita utile definita o indefinita sono soggette ad eventuali riduzioni di valore con periodicità almeno annuale. Ciò richiede l effettuazione di una stima da parte del management dei futuri flussi di cassa attesi da tali attività e la scelta anche di un adeguato tasso di sconto per calcolare il valore attuale di tali flussi di cassa. Il valore contabile dei beni immateriali al 30 Settembre 2014 e 31 Dicembre 2013 è pari, rispettivamente, ad 1,2 miliardi ed 1,3 miliardi. La riduzione durevole di valore registrata nei primi nove mesi degli esercizi 2014 è par ad 2,4 milioni. Fondi per Contenziosi A causa della natura dell'attività, la Società è coinvolta in una serie di contenziosi, procedimenti ed arbitrati che riguardano, tra l'altro, richieste di risarcimento nonché ingiunzioni da parte di terzi derivanti dal normale svolgimento delle attività. La Società è inoltre soggetta ad indagini e verifiche di conformità relative alle operazioni in corso. Il risultato di attuali e futuri contenziosi non può essere previsto con certezza ed è difficile stimarne con precisione l esito. Di conseguenza, i fondi accantonati dalla Società per il rischio contenzioso, definiti anche sulla base di valutazioni effettuate da consulenti esterni, possono variare in modo significativo rispetto agli importi che la Società potrebbe essere obbligata a pagare alla chiusura del contenzioso. Inoltre, risoluzioni sfavorevoli oppure eventuali ritardi significativi potrebbero causare l'obbligo di pagare ulteriori penali e/o di sostenere costi che possono superare gli eventuali accantonamenti oppure, in determinate circostanze, causare la cessazione o la revoca di una concessione o licenza. Tali circostanze potrebbero avere quindi un effetto negativo sui risultati della Società nonché sulle condizioni finanziarie o sulle prospettive di business. Il valore contabile dei fondi per contenziosi al 30 Settembre 2014 e 31 Dicembre 2013 è pari, rispettivamente, ad 6,5 milioni ed 8,5 milioni. Pagamenti basati su azioni La Società misura il costo delle transazioni con i dipendenti, regolata con strumenti di capitale, facendo riferimento al valore equo degli strumenti alla data in cui sono stati assegnati. La determinazione del valore equo richiede l individuazione del modello di valutazione più appropriato per la concessione di strumenti azionari, il quale dipende dai termini e condizioni dell assegnazione. Questo richiede anche la determinazione dei dati più appropriati, comprese stime sull aspettativa di vita dell'opzione, la volatilità e la resa dei dividendi. Il valore contabile dei pagamenti basati su azioni al 30 Settembre 2014 e 2013 è pari, rispettivamente, ad 3,2 milioni ed 9,0 milioni. Garanzia sul livello minimo di proventi annuali La Società ha stipulato tre contratti con clienti ai quali è stato garantito il livello minimo di proventi annuali, così come di seguito descritto. Le passività stimate per le garanzie sul livello minimo di proventi prendono in considerazione i termini contrattuali e le informazioni finanziarie fornite dai clienti, di conseguenza la disponibilità e la tempistica di quanto fornito dai clienti potrebbero avere impatti significativi sulle stime. Alla data di decorrenza del contratto, la Società fa una previsione sulle possibilità di dover sostenere una passività per le garanzie sul livello minimo di proventi nel corso del periodo del contratto. Nel caso si riscontri una passività, la Società la registra, in base alle stime effettuate, in contropartita ad una "attività di compensazione", in quanto viene considerata un costo relativo a benefici futuri del contratto. L attività viene ammortizzata nel corso della durata del contratto come riduzione di ricavi da servizi. Nei casi in cui Società e clienti non siano d accordo sulla metodologia di calcolo delle garanzie sul livello minimo di proventi, la Società continua a compensare la passività stimata con l attività, finché la Società ed i clienti raggiungono un mutuo accordo sui termini della metodologia. Eventuali differenze tra le passività registrate e l ammontare effettivamente dovuto al cliente, quando tale differenza diventa probabile, sono registrate come modifiche ai ricavi da servizi nel periodo. Northstar Nel mese di Gennaio 2011, Northstar Lottery Group LLC ("Northstar"), consorzio in cui GTECH Corporation detiene una partecipazione dell 80% ha firmato, attraverso il Dipartimento delle Lotterie (succeduto al Dipartimento dei Ricavi, Divisione Lotterie), un contratto decennale di gestione ( il Contratto Illinois ) della Lotteria con lo Stato dell Illinois (lo Stato ), soggetto a clausole di risoluzione anticipate. 13

14 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Sulla base del contratto, Northstar, sotto il controllo dello Stato dell Illinois, si occupa della gestione delle operazioni ordinarie della Lotteria, nonché delle sue funzioni principali. Nella sua offerta Northstar ha garantito un livello minimo di Risultato Netto Rettificato ("Obiettivi di Risultato Netto"), per ogni esercizio dello Stato a partire da quello chiuso al 30 Giugno Il calcolo dell impegno potenziale, relativo al livello minimo garantito degli obiettivi di risultato netto è attualmente oggetto di controversia tra le parti. La miglior stima in termini del livello minimo garantito degli obiettivi di risultato netto per i primi tre esercizi del Contratto Illinois al 30 Settembre 2014 è pari a $82 milioni ( 65,2 milioni al tasso di cambio in vigore al 30 Settembre 2014). Tale valore previsto dal Contratto Illinois è incluso nella voce "Altre passività correnti" del presente resoconto intermedio di gestione, compensata da una corrispondente posta tra le Altre attività non correnti. L altra attività non corrente è ammortizzata a fronte di ricavi da servizi lungo la durata del contratto. La Società continuerà a rivedere le stime in merito al livello minimo garantito finché le questioni irrisolte non vengano determinate. Nel mese di Agosto 2014, l Ufficio del Governatore dell Illinois ha ordinato alla Lotteria di cessare il rapporto con Northstar. Ai sensi del Contratto tra lo Stato dell Illinois e Northstar (il Contratto Illinois ), il quale prevede la cessione del medesimo. La Lotteria e Northstar stanno lavorando per affrontare le questioni presentate dall Ufficio del Governatore. Alla data del presente bilancio, non è stata ancora raggiunta una decisione finale in merito al rapporto tra lo Stati di Illinois e Northstar. GTECH Indiana Nel mese di Ottobre 2012, GTECH Indiana, LLC ( GTECH Indiana ), controllata al 100% da GTECH Corporation, ha sottoscritto un contratto della durata di quindici anni con la Commissione Lotterie dello Stato dell Indiana (lo Stato ). Attraverso tale accordo GTECH Indiana gestirà giornalmente le lotterie e le relative attività core, tali attività sono soggette al controllo dello Stato. L offerta di GTECH Indiana garantisce un livello minimo di proventi ogni esercizio, a partire dall'esercizio che si è chiuso il 30 Giugno Al 30 Settembre 2014 la miglior stima in termini del livello minimo garantito degli obiettivi di risultato netto relativa agli esercizi chiusi al 30 Giugno 2014 e 2015, è pari a $17,6 milioni ( 13,9 milioni), registrata quale diminuzione di ricavi da servizi nel conto economico del presente resoconto intermedio di gestione. Northstar New Jersey Nel mese di Giugno 2013, Northstar New Jersey Lottery Group, LLC ("Northstar NJ"), joint venture consolidata nella quale GTECH Corporation detiene indirettamente una partecipazione di circa il 41%, ha sottoscritto un Contratto di Servizi (il Contratto New Jersey ) con lo Stato del New Jersey, Dipartimento del Tesoro, Divisione Acquisizioni e Proprietà e Divisione per le Lotterie (la Divisione per le Lotterie ). Ai sensi del suddetto Contratto New Jersey, Northstar NJ gestirà un ampia gamma di servizi di marketing, vendita ed altre funzioni correlate sia pure sotto il continuo controllo e supervisione della Divisione per le Lotterie in merito alla gestione delle attività operative. L'offerta di Northstar NJ garantisce un livello minimo di proventi ad ogni esercizio, a partire dall'esercizio che si è chiuso il 30 Giugno Al 30 Settembre 2014, l obbligo potenziale relativo alle garanzie sul livello minimo di proventi annuali, in base ai risultati non revisionati, è stato stimato pari a $14,2 milioni ( 11,3 milioni al tasso di cambio in vigore al 30 Settembre 2014), per l esercizio concluso al 30 Giugno Northstar NJ ha il diritto di compensare fino a $20 milioni di tale obbligo rispetto al versamento della upfront fee di $120 milioni effettuato nell esercizio 2013, e di conseguenza non ci sono passività relative alle garanzie sul livello minimo di proventi annuali registrate nel bilancio consolidato. Ulteriori dettagli in merito a queste garanzie, che richiedono l effettuazione di stime e assunzioni sui livelli di profitto, sono forniti nella Nota 30 del presente resoconto intermedio di gestione. Imposte Esistono incertezze rispetto le interpretazioni delle normative fiscali complesse e sull ammontare e tempistica dei redditi imponibili futuri. Data l ampia gamma di rapporti internazionali e la natura a lungo termine e la complessità dei contratti esistenti, eventuali differenze tra i risultati attuali e i risultati previsti, o modifiche future su tali risultati, potrebbero richiedere future modifiche sui redditi imponibili e di conseguenza sul carico fiscale registrato. La Società effettua accantonamenti basati su stime ragionevoli 14

15 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 per le possibili conseguenze dei controlli da parte delle autorità fiscali dei rispettivi paesi in cui opera. L ammontare di questi accantonamenti si basa su diversi fattori quali l esperienza di precedenti verifiche fiscali o le diverse interpretazioni della normativa fiscale da parte della società soggetta a tassazione e da parte dell autorità fiscale competente. Queste differenze di interpretazione possono sorgere su una vasta gamma di problemi a seconda delle condizioni prevalenti nel rispettivo domicilio delle società. Le attività fiscali differite sono rilevate sulle perdite fiscali non utilizzate e sui crediti d imposta, nella misura in cui è probabile che in futuro si genereranno redditi imponibili tali da permetterne l utilizzo. È richiesta un attività di stima impegnativa da parte del management per determinare l ammontare delle attività fiscali che possono essere rilevate sulla base del livello di utili tassabili futuri, sulla tempistica della loro manifestazione e sulle strategie di pianificazione fiscale. In considerazione di tali fattori, il valore delle attività fiscali differite relative a perdite fiscali ed ai crediti d imposta sono i seguenti (in milioni di euro): 30 Settembre Dicembre 2013 Imposte anticipate contabilizzate su perdite fiscali 102,4 96,1 Imposte anticipate non contabilizzate su perdite fiscali 57,8 53,6 Imposte attive contabilizzate relative a crediti d'imposta 2,3 1,8 Imposte attive non contabilizzate relative a crediti d'imposta 20,5 18,7 Corrispettivi potenziali risultanti da aggregazioni aziendali Nell ottica di un ampliamento strategico del business, la Società ha acquisito varie società attive nei mercati delle Scommesse Sportive e Soluzioni di Gioco nel settore Italia. Alcune di queste acquisizioni possono prevedere il versamento di ulteriori corrispettivi nel caso in cui siano raggiunti determinati livelli di rendimento della rete o di raccolta. I corrispettivi potenziali, risultanti da aggregazioni aziendali, sono valutati al valore equo alla data di acquisizione come parte dell aggregazione aziendale. Qualora il corrispettivo potenziale soddisfi la definizione di derivato e quindi sia una passività finanziaria, il suo valore è successivamente rideterminato ad ogni data di chiusura bilancio. La determinazione del valore equo è basata sui flussi di cassa attualizzati. Le ipotesi chiave prendono in considerazione la probabilità di raggiungimento di ciascun obiettivo di performance ed il fattore di sconto. Al 30 Settembre 2014, sono stati versati 1,0 milioni a fronte di corrispettivi aggiuntivi in passività correnti e non correnti. 15

16 Panoramica del Conto Economico Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Ricavi I ricavi generati dalla Società comprendono ricavi da servizi e dalla vendita di prodotti. I ricavi da servizi derivano principalmente da contratti pluriennali, per i quali i ricavi sono generati nel tempo in cambio dei servizi forniti. I ricavi da servizi rappresentano la maggior parte dei ricavi della Società, pari ad 2,1 miliardi, o circa il 92,6% dei ricavi generati nei primi nove mesi dell esercizio I ricavi dalla vendita di prodotti derivano principalmente dall installazione e sostituzione di nuovi sistemi, software e terminali. La vendita di prodotti oscilla a causa di mix, volume e tempistica dei contratti di vendita dei prodotti e, pertanto, potrebbe non essere comparabile da periodo a periodo. I servizi e prodotti principali sono descritti di seguito per ciascun settore operativo: Settore Italia La maggior parte dei ricavi generati nel settore Italia derivano dalle concessione Lotto e Soluzioni di Gioco, pari ad 1,0 miliardi, pari approssimativamente al 77,6% dei ricavi da servizi generati dal settore Italia nei primi nove mesi dell esercizio La Società ha anche generato ricavi da servizi dalle concessioni relative alle Scommesse Sportive, Servizi Commerciali e Giochi Interattivi. I servizi chiave nel Settore Italia sono descritti di seguito: Lotterie Nelle concessioni Gioco del Lotto e Lotterie Istantanea, la Società gestisce tutte le attività relative alla catena del valore delle Lotterie, inclusi la raccolta delle giocate, il pagamento dei premi, la gestione di tutta la contabilità ed altre funzioni di back-office, la pubblicità e le promozioni, l operazione di rete di trasmissione dati e dei centri d elaborazione, la formazione del personale, la fornitura di assistenza ai dettaglianti e di materiali per il gioco. I ricavi da servizi sono generati in cambio dalla gestione delle concessioni e si basano sulla percentuale della raccolta. Secondo i termini della concessione Gioco del Lotto, la percentuale diminuisce proporzionalmente con l aumento della raccolta nel corso dell anno, invece per la concessione Lotterie Istantanee la commissione si basa su una percentuale fissa della raccolta. L Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) versa la commissione Lotto settimanalmente e la commissione delle Lotterie Istantanee mensilmente. La raccolta del Gioco del Lotto, al netto delle vincite e delle commissioni per gli intermediari, è depositata nei conti bancari dell ADM. Tali conti, intestati e di proprietà effettiva dell ADM, non vengono consolidati nel bilancio consolidato della Società. Le vendite agli intermediari delle Lotterie Istantanee sono registrate nei crediti del bilancio con un debito corrispondente all ADM. La raccolta delle Lotterie Istantanee è incassata settimanalmente dagli intermediari, al netto delle vincite pagate direttamente dagli intermediari e dalla loro commissione. La Società versa mensilmente le somme dovute all ADM. Gli oneri connessi ai servizi forniti nelle concessioni consistono principalmente in costi per beni consumabili, spedizioni, rete, marketing e pubblicità, e costo del personale dedicato a queste attività, nonché l ammortamento e svalutazione delle immobilizzazioni materiali ed immateriali. Soluzioni di Gioco Nelle concessioni per le Soluzioni di Gioco, la Società gestisce macchine di gioco (AWP) e terminali delle video lotterie (VLT) installati in vari punti vendita connessi al sistema centrale. La Società incassa la raccolta delle Soluzioni di Gioco, trattiene le imposte applicate sui giochi e paga le vincite e le commissioni agli intermediari. I ricavi da servizi sono generati in cambio della gestione delle concessioni e si basano sulla percentuale della raccolta, al netto delle imposte applicate sui giochi. La Società registra i servizi da ricavi, al netto della raccolta meno il payout delle vincite e le imposte applicate. Gli oneri connessi ai servizi forniti nelle concessioni consistono principalmente in commissioni per i punti vendita, costi di rete, marketing e pubblicità, e costo del personale dedicato a queste attività, nonché l ammortamento e svalutazione delle immobilizzazioni materiali ed immateriali. Inoltre, la Società fornisce sistemi ed attrezzature per gli altri concessionari di macchine di gioco, sia con vendita di prodotti che con contratti leasing a lungo termine. 16

17 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Scommesse Sportive La Società ha una serie di concessioni sulle scommesse sportive (comprese le gare ippiche) e i diritti per operare scommesse sportive a distanza. Nelle concessioni sulle Scommesse Sportive la Società incassa la raccolta e paga le vincite e le commissioni agli intermediari. La Società trattiene l incasso restante al netto delle imposte sui giochi. La Società contabilizza ricavi netti, pari alla raccolta complessiva meno il payout previsto per le vincite. Gli oneri associati ai servizi forniti comprendono principalmente le commissioni ai punti vendita, le imposte nonché l ammortamento e svalutazione delle immobilizzazioni materiali ed immateriali. Servizi Commerciali La Società, facendo leva sulla rete di distribuzione, offre servizi di elaborazione delle transazioni ad alto volume, che comprendono il pagamento di bollette, pagamenti elettronici di imposte, utenze, ricariche prepagate per telefoni cellulari e programmi di vendita al dettaglio. La Società trattiene una commissione per l elaborazione di tali operazioni, che si basa sulla transazione (una commissione fissa per transazione, oppure una commissione basata sulla percentuale del volume elaborato). La Società riconosce ricavi da servizi nel momento in cui la transazione viene elaborata. Gli oneri associati ai servizi forniti comprendono principalmente le commissioni ai punti vendita, i costi di rete, fee bancarie e svalutazione di immobilizzazioni materiali. Giochi Interattivi La Società fornisce giochi interattivi come il poker online ed altri giochi da tavola, distribuiti nei canali online e mobile. Per questi servizi, la Società riconosce ricavi da servizi pari alla raccolta a cui vengono sottratte le vincite e le imposte. Gli oneri associati ai servizi forniti comprendono principalmente le spese di marketing e pubblicità per i giochi e le imposte. Settore Americhe ed Internazionale La maggior parte dei ricavi generati nel settore Americhe ed Internazionale deriva dai contratti di Lotteria e Soluzioni di Gioco, pari ad 875,0 milioni, pari approssimativamente al92,2% dei ricavi complessivi generati nei primi nove mesi dell esercizio Inoltre, la Società genera servizi da ricavi derivanti da contratti di Scommesse Sportive, Servizi Commerciali e Giochi Interattivi. Lotterie e Soluzioni di Gioco I ricavi da servizi generati dalle Lotterie e Soluzioni di Gioco nei settori Americhe ed Internazionale derivano dai contratti, sotto i quali la Società costruisce, istalla, gestisce e mantiene proprietà di sistemi di gioco. I contratti generalmente stipulano commissioni di servizi, basati sulla percentuale di vendita o dei risultati netti delle macchine di gioco, versati mensilmente o settimanalmente alla Società direttamente dai clienti. Le commissioni vengono registrate quali ricavi da servizi nel periodo incassato. Gli oneri associati ai servizi forniti comprendono i costi di personale, telecomunicazioni, mantenimento e sostituzione di attrezzature, consumabili nonché la svalutazione delle immobilizzazioni materiali. La vendita di prodotti di Lotterie e Soluzioni di Gioco nei settori Americhe ed Internazionale derivano da contratti, sotto i quali la Società costruisce, installa, fornisce ed installa sistemi ed attrezzature di gioco, e licenze per il software ad un prezzo fisso, e successivamente il cliente gestisce il sistema od attrezzature. I ricavi attribuibili ai servizi continuativi (ad esempio, la spedizione) forniti successivamente alla accettazione del cliente, sono rilevati come ricavi da servizi nel periodo incassato. 17

18 Costi Operativi Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Materie prime, servizi ed altri costi Materie prime, servizi ed altri costi sono costituiti principalmente delle seguenti voci: Costi operativi comprendono principalmente: o commissioni per i punti vendita commissioni versate ai punti vendita per le transazioni commerciali e giochi; o commissioni per le concessioni commissioni versate alle entità governative principalmente per le Soluzioni di Gioco nel Settore Italia; o costi di marketing e pubblicità costi sostenuti per la promozione e pubblicità di beni e servizi legati ai giochi, compresi la progettazione di campagne pubblicitarie, la produzione di prodotti di marketing, la gestione di stand e bancarelle alle ferie e la ricerca di marketing; o costi di trasporti e spedizione legati alla spedizione di biglietti di lotterie ai punti vendita, e costi di mantenimento e riparazione dei terminali; o commissioni per le licenze commissioni versate a terzi per l utilizzo continuo delle soluzioni proprietarie, sia all interno della Società che nelle sedi dei clienti. Servizi esterni - costi associati con i servizi esterni, compresi servizi tecnici e finanziari, e rapporti istituzionali; Costi relativi alla vendita di prodotti costi direttamente attribuibile alla vendita di prodotti, compresi materiali, personale e di amministrazione; Consumabili costi per i materiali utilizzati dai clienti e punti vendita, tra cui lo stock di biglietti istantanei, rotoli di carta per la stampa di ricevute, playslip, nastri per i terminali, schede per le ricariche telefoniche, biglietti per eventi sportivi, le playslip e ricevute di Better e brochure pubblicitarie; Assicurazioni, imposte ed altro costi tra cui, l assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, assicurazione su beni immobili e veicoli, imposte di vendita, d uso, franchising, imposte locali ed IVA; Occupazione costi sostenuti per l utilizzo e la manutenzione di uffici, compresi leasing, affitti, utenze, manutenzione e conformità ambientale; Telecomunicazioni costi sostenuti relativamente alla rete di telecomunicazioni interna ed esterna, tra cui telefoni, cellulari, internet e satellite; Viaggi costi sostenuti durante trasferte di lavoro, tra cui biglietti di aereo, pernottamento, affitto macchina e pasti. Personale Le spese per il personale comprendono principalmente salari e stipendi, incentivi e stock compensation, nonché benefici dettati dalla normativa in vigore, quali contributi previdenziali e costi per l accantonamento a TFR in Italia, ed altri benefici offerti ai dipendenti, quale assicurazione medica ed assistenza sanitaria privata. Ammortamenti immobilizzazioni materiali Gli ammortamenti di immobilizzazioni materiali riguardano i sistemi, attrezzature ed altre attività nette correlate ai contratti lungo la loro vita utile stimata, ed in parte, gli immobili, impianti e macchinari. I sistemi, attrezzature ed altre attività nette correlate ai contratti sono attività che sostengono i contratti operativi e di gestione degli impianti della Società. La tipologia di costo è costituita da due categorie: (i) hardware, per esempio terminali, computer mainframe ed attrezzature per comunicazioni, i quali vengono ammortizzati in base alla durata del contratto aggiungendo a tale periodo gli anni di proroga previsti che 18

19 Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 sono ritenuti probabili, per un periodo comunque non superiore a 10anni; e (ii) software, per esempio lo sviluppo software, i quali sono ammortizzati utilizzando il metodo a quote costanti in base alla durata del contratto, ma non oltre 10anni. Ammortamenti immobilizzazioni immateriali Gli ammortamenti di immobilizzazioni immateriali sono determinati in base alla loro vita utile stimata. Gli ammortamenti immateriali riguardano principalmente le concessioni e licenze, ed in parte, i contratti con clienti, il software capitalizzato, ed i diritti di scommesse sportive ed ippiche. Perdite di valore, nette Le perdite di valore nette riguardano l ammontare netto di perdite di valore e i recuperi di perdite di valore. Le perdite di valore comprendono la svalutazione di sistemi, attrezzature ed altre attività nette correlate ai contratti, le immobilizzazioni immateriali, e le partecipazioni in società collegate e joint venture. La Società registra il recupero della perdita di valore nei casi in qui non si presentino prove obiettive che la perdita di valore non esista più. Capitalizzazione di costi di costruzioni interne La capitalizzazione di costi di costruzioni interne consiste principalmente in costi del personale interno e, in parte, in costi di amministrazioni sostenuti durante la costruzione di immobilizzazioni per i contratti di gestione degli impianti e di vendita di prodotti. Tali costi sono per lo più registrati alla voce Personale del conto economico consolidato. I costi direttamente connessi alla costruzione di tali attività vengono rilevati nella voce capitalizzazione di costi di costruzioni interne del conto economico e registrati nel bilancio sotto le seguenti: Contratti di gestione degli impianti: lavori interni e costi di amministrazione connessi alla costruzione di attività nei contratti di gestione degli impianti sono capitalizzati nella voce sistemi, attrezzature ed altre attività nette correlate ai contratti nella posizione finanziaria del resoconto intermedio di gestione. Nel corso della costruzione, tali costi sono registrati come contratti in corso, e una volta che l attività sia disponibile per l uso, tali costi sono riclassificati nella categoria più idonea all'interno della voce sistemi, attrezzature ed altre attività nette correlate ai contratti. La maggior parte dei costi riguarda i terminali ed i sistemi. L ammortamento delle immobilizzazioni inizia solo quando questi ultimi entrano in funzione. Contratti di vendita di prodotti: lavori interni e costi di amministrazione connessi direttamente alla costruzione di attività per i contratti di vendita di prodotti sono registrati nella voce rimanenze nella posizione finanziaria del resoconto intermedio di gestione. Dopo il rilevamento dei ricavi, i costi sono trasferiti dalla voce rimanenze alla sottocategoria costi di vendita di prodotti della voce materie prime, servizi ed altri costi nel conto economico del resoconto intermedio di gestione. Proventi atipici netti Dal resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 la Società riporta la voce Proventi atipici netti separatamente nel conto economico consolidato. I proventi atipici registrati comprendono costi di acquisizioni relativi ad aggregazioni aziendali materiali nonché proventi e oneri materiali sostenuti durante l eliminazione di entità del gruppo. Tali operazioni sono considerate atipiche in quanto sono relative marginalmente alle attività ordinarie di GTECH e non si prevede che avvengano con regolarità, e rendono difficile la comparabilità dei risultati della Società da periodo in periodo. Le operazioni sono significative ed hanno un impatto materiale e, di conseguenza, la Società ritiene che un identificazione in una voce separata all interno del resoconto intermedio di gestione permetta un analisi più precisa dei risultati della Società, sia in termini del periodo sia rispetto all esercizio precedente. Alcuni costi relativi all acquisizione di IGT sono stati riclassificati nel conto economico del presente resoconto intermedio di gestione alla voce proventi atipici netti rispetto al conto economico del bilancio semestrale del 30 Giugno Nei primi nove mesi dell esercizio 2014, la Società ha registrato proventi per 13,5 milioni derivanti dalla cessione del ramo d azienda relativo alle attività di ticketing nel mondo dello sport e dello spettacolo ( LisTicket ), e oneri per 12,4 milioni relativi all acquisizione di IGT. 19

20 Costi non operativi Resoconto intermedio di gestione al 30 Settembre 2014 Interessi attivi Gli Interessi attivi sono gli interessi maturati sulle attività finanziarie e di cassa della Società. Risultato delle società consolidate con il metodo del Patrimonio Netto La voce Risultato delle società consolidate con il metodo del Patrimonio Netto, accoglie i risultati delle partecipazioni in società collegate e joint venture sulle quali la Società ha un'influenza significativa, ma non il controllo diretto o congiunto. Altri proventi Gli Altri proventi fanno riferimento principalmente ai proventi non operativi, come per esempio gli sconti. Altri oneri Gli Altri oneri fanno riferimento principalmente ai costi non operativi, come per esempio le cartolarizzazioni ed altri oneri di finanziamento. Perdite su cambi, nette Le perdite nette sui cambi rappresentano le perdite (utili) sulle operazioni in valute diverse rispetto alla valuta funzionale della società. Interessi passivi Gli interessi passivi sono gli interessi maturati sulle passività finanziarie. Altro La Società utilizza ulteriori indicatori chiave di performance e terminologie utili per spiegare gli andamenti del business, tra cui: Valuta costante I Risultati Consolidati descritti di seguito comprendono informazioni calcolate in valuta costante. La Società calcola la valuta costante applicando il tasso di cambio medio del periodo/esercizio precedente la data finanziaria attuale, espresso in valuta locale in modo da eliminare l impatto delle variazioni del tasso di cambio che deriva dalla riformulazione in Euro del conto economico delle controllate estere. I valori in valuta costante non sono validi ai sensi GAAP. Nonostante ciò, la Società ritiene che tali risultati, escludendo l impatto delle variazioni periodiche di cambio, forniscano ulteriori informazioni utili agli investitori riguardo i risultati operativi in valuta locale. Per esempio, se un entità con valuta funzionale in US$ registra ricavi netti pari a US$100,0 milioni per gli esercizi 2014e 2013, la Società registra 73,5 milioni in ricavi netti per l esercizio 2014(utilizzando il tasso di cambio medio di 1,34 al 30 Settembre 2014) rispetto ad 75,8 milioni per l esercizio 2013(utilizzando il tasso di cambio medio di 1,32). La rappresentazione in valuta costante esprime i ricavi netti dell esercizio 2014 utilizzando il tasso di cambio dell esercizio 2013, ed indica che i ricavi netti in valuta costante non sono rimasti invariati di esercizio in esercizio. La Società presenta tali informazioni per valutare la performance dell entità prima dell impatto delle variazioni dei tassi di cambio di valuta estera. Ricavi sui contratti esistenti La Società registra la crescita in vendita da contratti esistenti separatamente dai ricavi generati da clienti e contratti nuovi. Numeri Ritardatari Se uno dei 90 numeri del Gioco del Lotto in Italia non è stato estratto per un centinaio di volte, viene considerato un numero ritardatario. La Società ritiene che i giocatori in Italia monitorino numeri ritardatari e scommettano più su questi ultimi rispetto ad altri numeri, anche se la probabilità che un numero venga estratto rispetto ad un altro è sempre lo stesso. I ricavi da servizi sono favorevolmente influenzati da un aumento del numero di scommesse ritardatari. 20

INDICE. Profilo di GTECH S.p.A... 3. Profilo della Società... 5. Analisi dell andamento economico e finanziario... 7

INDICE. Profilo di GTECH S.p.A... 3. Profilo della Società... 5. Analisi dell andamento economico e finanziario... 7 RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2014 INDICE Pag. Relazione sulla gestione Profilo di GTECH S.p.A.... 3 Profilo della Società... 5 Analisi dell andamento economico e finanziario...

Dettagli

RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2012. Principali dati economici e finanziari consolidati

RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2012. Principali dati economici e finanziari consolidati COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL SECONDO TRIMESTRE 2012 Principali dati economici e finanziari consolidati Ricavi e EBITDA + 6% Ricavi same store di GTECH + 7% EBITDA delle Attività Italiane +2% nonostante

Dettagli

INDICE. Profilo di GTECH S.p.A... 3. Profilo della Società... 5. Analisi dell andamento economico e finanziario... 7

INDICE. Profilo di GTECH S.p.A... 3. Profilo della Società... 5. Analisi dell andamento economico e finanziario... 7 RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2014 INDICE Pag. Relazione sulla gestione Profilo di GTECH S.p.A.... 3 Profilo della Società... 5 Analisi dell andamento economico e finanziario...

Dettagli

Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2011

Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2011 Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2011 RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2011 INDICE Pag. Relazione intermedia sulla gestione

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE PER IL PERIODO CHIUSO AL

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE PER IL PERIODO CHIUSO AL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE PER IL PERIODO CHIUSO AL 31 MARZO 2014 INDICE Pag. Relazione sulla gestione Profilo di GTECH S.p.A.... 3 Premessa... 5 Analisi dell andamento economico e finanziario...

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2013

COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2013 Principali dati economici e finanziari consolidati EBITDA +3% a cambi costanti 1 e prima dell accantonamento di 30 milioni per la definizione agevolata

Dettagli

Relazione Finanziaria Annuale 2013

Relazione Finanziaria Annuale 2013 RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2013 Relazione Finanziaria Annuale 2013 P 2 Bilancio Consolidato al 31 Dicembre 2013 LETTERA DEL PRESIDENTE AGLI AZIONISTI P 3 Relazione Finanziaria Annuale 2013 LETTERA DEL

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO 31 DICEMBRE 2013

BILANCIO CONSOLIDATO 31 DICEMBRE 2013 BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2013 Bilancio consolidato al 31 Dicembre 2013 INDICE Profilo di GTECH S.p.A....... 4 Profilo della Società...... 6 Relazione sulla Gestione...... 8 Sviluppi significativi

Dettagli

lettera del presidente agli azionisti

lettera del presidente agli azionisti relazione finanziaria annuale 2012 lettera del presidente agli azionisti Relazione Finanziaria Annuale 2012 lettera del presidente Signori Azionisti, in un anno molto difficile per l economia italiana

Dettagli

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

13.10.2003 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/31 35. Informazioni sui valori contabili contenuti in differenti classificazioni di rimanenze e l ammontare delle variazioni in queste voci di attività è utile per gli utilizzatori del bilancio.

Dettagli

Bilancio consolidato al 31 dicembre 2008 BILANCIO CONSOLIDATO ANNUALE 2008 PER IL PERIODO CHIUSO AL

Bilancio consolidato al 31 dicembre 2008 BILANCIO CONSOLIDATO ANNUALE 2008 PER IL PERIODO CHIUSO AL Bilancio consolidato al 31 dicembre 2008 BILANCIO CONSOLIDATO ANNUALE 2008 PER IL PERIODO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2008 Bilancio consolidato al 31 dicembre 2008 Bilancio Consolidato Prospetti di Bilancio

Dettagli

PREMESSA. 1 CAPITOLO 1 IFRS 2 PAGAMENTI BASATI SU AZIONI... 1. AMBITO DI APPLICAZIONE... 2. DEFINIZIONI. 3. RILEVAZIONE..

PREMESSA. 1 CAPITOLO 1 IFRS 2 PAGAMENTI BASATI SU AZIONI... 1. AMBITO DI APPLICAZIONE... 2. DEFINIZIONI. 3. RILEVAZIONE.. INDICE PREMESSA. 1 CAPITOLO 1 IFRS 2 PAGAMENTI BASATI SU AZIONI... 1. AMBITO DI APPLICAZIONE... 2. DEFINIZIONI. 3. RILEVAZIONE.. 4. VALUTAZIONE. 5. ALTRI ASPETTI. 6. OPERAZIONI CON AZIONI PROPRIE ALL INTERNO

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS) (DOCUMENTO SOGGETTO A VERIFICA, IN CORSO, DA PARTE DELLA SOCIETA DI REVISIONE) Nel 2002 l Unione europea ha adottato il regolamento n. 1606 in base

Dettagli

LOTTOMATICA ANNUNCIA I RISULTATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2007 AL 30 SETTEMBRE 2007

LOTTOMATICA ANNUNCIA I RISULTATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2007 AL 30 SETTEMBRE 2007 COMUNICATO STAMPA LOTTOMATICA ANNUNCIA I RISULTATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2007 AL 30 SETTEMBRE 2007 Ricavi pari a 1,22 miliardi di euro nei nove mesi del 2007, rispetto ai 566 milioni di euro relativi

Dettagli

L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/184 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE (RIVISTO NELLA SOSTANZA NEL 1993) Effetti delle variazioni dei cambi delle valute estere Il presente Principio

Dettagli

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005

Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS. 8 settembre 2005 1 Gruppo Benetton TRANSIZIONE AGLI IFRS 8 settembre 2005 Indice 2 N Slide Introduzione 3 Totale impatti 4 IFRS con influenza sul Gruppo 5 CE: riconciliazione Anno 2004-1 6 Descrizione dei principali IFRS

Dettagli

CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE

CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE Prof. Giovanni Frattini Dal cap. 5 Il bilancio pubblico - L introduzione dei principi contabili

Dettagli

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99

Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 Milano, 12 novembre 2015 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 APPROVATI I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2015 Ricavi consolidati totali: 36,1

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LOTTOMATICA: RISULTATI IN CRESCITA NEL 2009

COMUNICATO STAMPA LOTTOMATICA: RISULTATI IN CRESCITA NEL 2009 COMUNICATO STAMPA LOTTOMATICA: RISULTATI IN CRESCITA NEL 2009 Sintesi dei dati finanziari consolidati Ricavi pari a circa 2,2 miliardi, in crescita del 6% rispetto al 2008 EBITDA pari a 784 milioni, in

Dettagli

PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 28. Partecipazioni in società collegate

PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 28. Partecipazioni in società collegate PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 28 Partecipazioni in società collegate SOMMARIO Paragrafi Ambito di applicazione 1 Definizioni 2-12 Influenza notevole 6-10 Metodo del patrimonio netto 11-12 Applicazione

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A.

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A. TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006 Marcolin S.p.A. Transizione ai Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Premessa In ottemperanza al Regolamento Europeo n. 1606 del 19

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2014

COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2014 COMUNICATO STAMPA RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2014 L Italia spinge i risultati del trimestre. Le innovazioni di prodotto nel Lotto e nelle scommesse sportive guidano la crescita Nuovi contratti nello

Dettagli

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Nel primo semestre 2015 il Gruppo Cairo Communication ha continuato a conseguire risultati positivi nei suoi settori tradizionali (editoria

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Approvati dal Consiglio i risultati 2013: Il bilancio consolidato 2013 conferma i risultati già riportati nel resoconto intermedio di gestione

Dettagli

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs)

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs) EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(s) EEMS Italia S.p.A PROSPETTI CONTABILI DI EEMS ITALIA S.P.A AL 30 GIUGNO 2006 Premessa

Dettagli

C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E

C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E C o s t r u z i o n i E l e t t r o m e c c a n i c h e B r e s c i a n e R E S O C O N T O I N T E R M E D I O D I G E S T I O N E AL 31 MARZO 2015 Cembre S.p.A. Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale

Dettagli

COIMA RES S.p.A. BILANCIO INTERMEDIO AL 30/09/2015. Sede legale in Milano piazza della Repubblica n.5 CAP 20121

COIMA RES S.p.A. BILANCIO INTERMEDIO AL 30/09/2015. Sede legale in Milano piazza della Repubblica n.5 CAP 20121 COIMA RES S.p.A. BILANCIO INTERMEDIO AL 30/09/2015 Sede legale in Milano piazza della Repubblica n.5 CAP 20121 Registro Imprese di Milano n. 09126500967 R.E.A. 2070334 Codice fiscale e Partita IVA 09126500967

Dettagli

Comunicato Stampa 28 agosto 2014

Comunicato Stampa 28 agosto 2014 Landi Renzo: marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento al 30 giugno 2014; secondo trimestre 2014 caratterizzato da significativa crescita di fatturato e ritorno all utile Fatturato al 30

Dettagli

Bilancio Consolidato Semestrale abbreviato al 30 Giugno 2010

Bilancio Consolidato Semestrale abbreviato al 30 Giugno 2010 BILANCIO CONSOLIDATO SEMESTRALE ABBREVIATO AL 30 GIUGNO 2010 INDICE Pag. Relazione intermedia sulla gestione Gruppo Lottomatica 3 Analisi dell andamento economico e finanziario... 7 Sviluppi significativi

Dettagli

PROFILO DEL. GRuPPO L ATTIVITÀ E LA STRUTTURA DEL GRUPPO 14 PRINCIPALI RISCHI E OPPORTUNITÀ DELLE ATTIVITÀ DI GTECH 15

PROFILO DEL. GRuPPO L ATTIVITÀ E LA STRUTTURA DEL GRUPPO 14 PRINCIPALI RISCHI E OPPORTUNITÀ DELLE ATTIVITÀ DI GTECH 15 PROFILO DEL GRuPPO L ATTIVITÀ E LA STRUTTURA DEL GRUPPO 14 PRINCIPALI RISCHI E OPPORTUNITÀ DELLE ATTIVITÀ DI GTECH 15 CORPORATE GOVERNANCE E COMPLIANCE 15 12 Bilancio di Sostenibilità GTECH Il Profilo

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Cagliari, 27 agosto 2010 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 30 giugno 2010. Risultato

Dettagli

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011 EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Codice fiscale 02225450309 Partita iva 02225450309 VIA CARNIA LIBERA 1944, 15-33028 TOLMEZZO UD Numero R.E.A. 244558 Registro Imprese di UDINE n. 02225450309 Capitale Sociale

Dettagli

Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006

Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006 Pavimental S.p.A. Società soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade S.p.A. Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006 Elaborata sulla base degli adottati nel Gruppo

Dettagli

Parte seconda EFFETTI CONTABILI DELLA RISTRUTTURAZIONE

Parte seconda EFFETTI CONTABILI DELLA RISTRUTTURAZIONE S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Convegno OIC 6: Ristrutturazione del debito e informativa di bilancio Parte seconda EFFETTI CONTABILI DELLA RISTRUTTURAZIONE Dott. Luca Magnano San Lio Senior

Dettagli

Bilancio consolidato al 31 Dicembre 2011 BILANCIO CONSOLIDATO 31 DICEMBRE 2011

Bilancio consolidato al 31 Dicembre 2011 BILANCIO CONSOLIDATO 31 DICEMBRE 2011 BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2011 1 INDICE Profilo di Lottomatica Group S.p.A.... 3 Profilo del Gruppo... 5 Relazione sulla Gestione... 8 Sviluppi significativi dell esercizio 2011... 25 Fattori

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Approvati dal Consiglio i risultati 2014: il bilancio consolidato 2014 conferma sostanzialmente i risultati già riportati nel resoconto intermedio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO RATTI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI RATTI S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2012 RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO

Dettagli

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011

TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Milano, 10 maggio 2011 COMUNICATO STAMPA ex artt. 114 D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e 66 del Regolamento Consob 11971/99 TAS: APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2011 Ricavi consolidati: 10,3 milioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: Approvato il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: Approvato il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: Approvato il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011 Principali risultati consolidati del primo trimestre 2011: Ricavi: pari

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 Marzo 2011 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 13 Maggio 2011 Poligrafica S. Faustino S.p.A. 25030 CASTREZZATO (BS) ITALY - Via Valenca, 15 Tel. (030)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvato dal Consiglio di Amministrazione il resoconto intermedio di gestione del Gruppo Ascopiave al 30 settembre 2014.

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvato dal Consiglio di Amministrazione il resoconto intermedio di gestione del Gruppo Ascopiave al 30 settembre 2014. COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvato dal Consiglio di Amministrazione il resoconto intermedio di gestione del Gruppo Ascopiave al 30 settembre 2014. Posizione Finanziaria Netta a Euro 119,6 milioni,

Dettagli

IL CDA APPROVA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2014

IL CDA APPROVA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2014 IL CDA APPROVA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2014 I trimestre I trimestre 2014/2015 2013/2014 Importi in milioni di Euro Assolute % Ricavi 53,3 55,6 (2,3) -4,1% Costi operativi 62,3 55,9 6,4 +11,4% Ammortamenti

Dettagli

RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015

RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 COMUNICATO STAMPA RISULTATI CONSOLIDATI DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2015 VENDITE NETTE: 681,9 milioni (+33,7%) - 510,1 milioni nei primi nove mesi del 2014 EBITDA: 141,3 milioni (+33,7%) pari al 20,7% delle

Dettagli

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE Proff.. Alberto Baggini Marco Melacini A.A. 2008/2009 La contabilità esterna Il conto economico La redazione del documento finale di bilancio

Dettagli

PRIMA APPLICAZIONE DEGLI IFRS

PRIMA APPLICAZIONE DEGLI IFRS PRIMA APPLICAZIONE DEGLI PRIMA APPLICAZIONE DEGLI Nella presente nota vengono riportate le informazioni richieste dall 1 e, in particolare, la descrizione degli impatti che la transizione agli ha determinato

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2013 PROPOSTE ALL ASSEMBLEA:

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2013 PROPOSTE ALL ASSEMBLEA: COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO DELL ESERCIZIO 2013 PROPOSTE ALL ASSEMBLEA: - DIVIDENDO DI 0,17 EURO (INVARIATO RISPETTO AL 2013) - AUTORIZZAZIONE ALL

Dettagli

Leasing secondo lo IAS 17

Leasing secondo lo IAS 17 Leasing secondo lo IAS 17 Leasing: Ias 17 Lo Ias 17 prevede modalità diverse di rappresentazione contabile a seconda si tratti di leasing finanziario o di leasing operativo. Il leasing è un contratto per

Dettagli

IAS n. 7 - IASB Rendiconto finanziario [1] [1]

IAS n. 7 - IASB Rendiconto finanziario [1] [1] Rendiconto finanziario [1] [1] FINALITA' Ambito di applicazione Benefici apportati dalle informazioni sui flussi finanziari Definizioni Disponibilità liquide e mezzi equivalenti Presentazione del rendiconto

Dettagli

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D.

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Lgs 127/91) Il fascicolo di Bilancio ex D. Lgs 127/91 Relazione sulla gestione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione

Dettagli

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Vendite pari a Euro 40,7 milioni (Euro 41,4 milioni al 31 dicembre 2011) EBITDA negativo per Euro 0,66 milioni (negativo per Euro

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI

PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI Prima adozione degli Note tecniche di commento all applicazione dei principi contabili internazionali in sede di prima applicazione Transizione

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) Pag. 1 1 INDICE Premessa... 3 PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS1)... 4 RICONCILIAZIONI RICHIESTE DALL IFRS 1...

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA SECONDO TRIMESTRE 2007

RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA SECONDO TRIMESTRE 2007 RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA SECONDO TRIMESTRE Redatta secondo principi contabili internazionali IAS/IFRS Gruppo MutuiOnline S.p.A. (in breve Gruppo MOL S.p.A. o MOL Holding S.p.A.) Sede Legale: Corso

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO 31 DICEMBRE 2010

BILANCIO CONSOLIDATO 31 DICEMBRE 2010 BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2010 INDICE Profilo di Lottomatica Group S.p.A...3 Profilo del Gruppo...5 Relazione sulla Gestione...7 Sviluppi significativi dell esercizio 2010...22 Fattori di rischio

Dettagli

Relazione trimestrale

Relazione trimestrale Relazione trimestrale 1 trimestre 2007 Reno De Medici S.p.A. Sede Legale in Milano Via dei Bossi, 4 Direzione Generale e Amministrativa: Pontenuovo di Magenta (MI) Via G. De Medici, 17 Capitale sociale

Dettagli

Juventus Football Club: Il CdA approva i dati relativi al primo semestre 2006/2007

Juventus Football Club: Il CdA approva i dati relativi al primo semestre 2006/2007 Juventus Football Club: Il CdA approva i dati relativi al primo semestre 2006/2007 Sommario i Ricavi del semestre sono pari a 101,5 milioni, in diminuzione del 6,9% rispetto a 109 milioni consuntivati

Dettagli

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Indice pag. Premessa 3 Valore e costi della produzione consolidati 4 Posizione finanziaria netta consolidata 5 Note di commento 6 Stato

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 Corso Matteotti, 9 Milano Tel. 02.780611 Partita Iva 03650800158 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 15 MAGGIO 2003 INDICE Organi societari Gabetti Holding S.p.A....

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GREENERGYCAPITAL: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2008

COMUNICATO STAMPA GREENERGYCAPITAL: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2008 COMUNICATO STAMPA GREENERGYCAPITAL: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2008 Principali risultati consolidati del primo semestre 2008 Euro/000

Dettagli

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Azienda Territoriale Energia e Servizi A.T.E.S. SRL Via Padre Benigno Calvi n.3, Trezzo sull Adda (MI) Capitale sociale 73.450 i.v. Registro delle imprese di Milano n.05064840969 REA 1793521 Nota integrativa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA MEDIA: RICAVI STABILI NEL 2014 E FORTE TAGLIO ALLE PERDITE

COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA MEDIA: RICAVI STABILI NEL 2014 E FORTE TAGLIO ALLE PERDITE COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA MEDIA: RICAVI STABILI NEL E FORTE TAGLIO ALLE PERDITE RICAVI: 70,5 milioni di euro; -1,7 milioni di euro rispetto all esercizio (72,2 milioni di euro) EBITDA: 25,4 milioni

Dettagli

GRUPPO SNAI RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31.03.2003

GRUPPO SNAI RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31.03.2003 GRUPPO SNAI RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31.03.2003 Milano, 15 maggio 2003 Gruppo SNAI Relazione 1 trimestre 2003 PRINCIPALI DATI ECONOMICO-FINANZIARI (Valori in migliaia di euro) 1 TRIM. 03 1 TRIM. 02 Ricavi

Dettagli

Assemblea azionisti SNAI S.p.A., approvato il bilancio d esercizio 2006

Assemblea azionisti SNAI S.p.A., approvato il bilancio d esercizio 2006 Comunicato stampa (Ai sensi dell art. 114 D.L.g.s. 58/1998) Assemblea azionisti SNAI S.p.A., approvato il bilancio d esercizio 2006 Ebitda a 58,3 milioni di euro (+289%) ed Ebit pari a 27,1 milioni di

Dettagli

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Comunicato Stampa I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Ricavi a 24,5 milioni (26,3 mln nel 2010) EBITDA 1 a -2,3 milioni (-4,0 mln

Dettagli

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards

CORSO IFRS International Financial Reporting Standards IAS 40 Investimenti immobiliari SCHEMA DI SINTESI DEL PRINCIPIO CONTABILE SINTESI ILLUSTRAZIONE DEL PRINCIPIO CONTABILE FINALITA TRATTAMENTO CONTABILE DEGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI VALUTAZIONE INIZIALE

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2013 IAS/IFRS

RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2013 IAS/IFRS RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2013 IAS/IFRS Luxottica Group S.p.A., Via Cantù, 2, 20123 Milano - C.F. Iscr. Reg. Imp. Milano n. 00891030272 - Partita IVA 10182640150 1. RELAZIONE SULLA GESTIONE 2. RELAZIONE

Dettagli

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. %

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. % Milano, 30 marzo 2006 TOD S S.p.A.: eccellenti risultati nell esercizio 2005 (Ricavi: +19,5%, EBITDA: +27%, EBIT: +34%, utile netto: +39%). Dividendo 2005: 1 Euro per azione, più che raddoppiato rispetto

Dettagli

(Cash Flow Statements)

(Cash Flow Statements) RENDICONTO FINANZIARIO IAS 7 (Cash Flow Statements) 1 SOMMARIO Concetti generali sul Rendiconto Finanziario Come si fa a redigere un Rendiconto Finanziario? 2 1 Concetti generali sul Rendiconto Finanziario

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

risultato operativo (EBIT) positivo e pari ad euro 58 migliaia; risultato netto di competenza del Gruppo negativo e pari ad euro 448 migliaia.

risultato operativo (EBIT) positivo e pari ad euro 58 migliaia; risultato netto di competenza del Gruppo negativo e pari ad euro 448 migliaia. Il Gruppo Fullsix consolida la crescita e la marginalità industriale. Il Consiglio di Amministrazione di FullSix S.p.A. ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015. Nel dettaglio,

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2002 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 15 MAGGIO 2002 INDICE Organi societari Gabetti Holding S.p.A.... pag. 2 Struttura del Gruppo Gabetti al 31 marzo 2002... pag. 3 Prima

Dettagli

08/11/2010. Condizioni di iscrizione ( 7) Il bene per poter essere iscritto tra le immobilizzazioni deve: Dott.ssa Francesca Picciaia

08/11/2010. Condizioni di iscrizione ( 7) Il bene per poter essere iscritto tra le immobilizzazioni deve: Dott.ssa Francesca Picciaia Immobili, impianti e macchinari IAS 16 Finalità ( ( 1) Definire il trattamento contabile di immobili, impianti e macchinari Dare informazioni su tali poste agli utilizzatori del bilancio Definire le problematiche

Dettagli

Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2014

Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2014 Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2014 Introduzione Ai sensi delle disposizioni contenute nel Codice Civile in tema di bilancio di esercizio e in ottemperanza a quanto previsto dall art. 2427,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.:

COMUNICATO STAMPA. Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: COMUNICATO STAMPA Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: - Approvato il Progetto di Bilancio d esercizio e il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2012 Principali Risultati del Gruppo Enervit al

Dettagli

L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 i requisiti di contabilizzazione e valutazione per i rimborsi nei paragrafi 104A, 128 e 129 e le relative informazioni integrative nei paragrafi

Dettagli

il rendiconto di gestione 2014, sottoposto alla Vostra visione per l approvazione, evidenzia un

il rendiconto di gestione 2014, sottoposto alla Vostra visione per l approvazione, evidenzia un ORDINE DEI FARMACISTI DELLE PROVINCE DI MILANO, LODI, MONZA E BRIANZA Milano 20129 Viale Piceno 18 NOTA INTEGRATIVA AL RENDICONTO GESTIONALE DELL ESERCIZIO 2014 Gentili Colleghe, Egregi Colleghe, il rendiconto

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013)

Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013) BANDO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE DI PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA COLTIVAZIONE DEL CILIEGIO DOLCE E DEL MELO NELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ALLEGATO A - PIANO DI SVILUPPO

Dettagli

Gruppo SNAI Risultati al 30 settembre 2014

Gruppo SNAI Risultati al 30 settembre 2014 Comunicato stampa (Ai sensi dell art. 114 comma 5 D.L.g.s. 58/1998) Gruppo SNAI Risultati al 30 settembre 2014 Principali dati economici e finanziari consolidati Ricavi a 393,9 milioni di euro nei primi

Dettagli

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI COMUNICATO STAMPA YOOX S.P.A.: L ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI Parte ordinaria: Approva il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2013 Approva la prima sezione della Relazione sulla Remunerazione Approva il

Dettagli

ANDAMENTO DEL GRUPPO POLIGRAFICI PRINTING AL 30 SETTEMBRE

ANDAMENTO DEL GRUPPO POLIGRAFICI PRINTING AL 30 SETTEMBRE Comunicato Stampa In data 11 novembre 2015 si è riunito a Bologna il Consiglio di Amministrazione di Poligrafici Printing S.p.A. per l approvazione della relazione trimestrale al 30 settembre 2015: Ricavi

Dettagli

IL CDA APPROVA I DATI RELATIVI AL PRIMO TRIMESTRE 2010/2011

IL CDA APPROVA I DATI RELATIVI AL PRIMO TRIMESTRE 2010/2011 IL CDA APPROVA I DATI RELATIVI AL PRIMO TRIMESTRE 2010/2011 Sommario i Ricavi del primo trimestre sono pari a 48,8 milioni, in diminuzione di 16,1 milioni (pari al 24,8%) rispetto a 64,9 milioni del primo

Dettagli

INTERPUMP GROUP APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015

INTERPUMP GROUP APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015 COMUNICATO STAMPA INTERPUMP GROUP APPROVA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2015 VENDITE NETTE: 222,6 milioni (+39,0%) - 160,2 milioni nel primo trimestre 2014 EBITDA: 43,5 milioni (+35,8%) pari al 19,5%

Dettagli

Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2013

Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2013 AZIENDA SERVIZI PUBBLICI OLBIA S.p.A. Reg. Imp. 82004950901 Rea 111986 Sede in VIA CAPOTESTA, 28-07026 OLBIA (SS) Capitale sociale Euro 1.054.700,00 I.V. Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2013

Dettagli

PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 24. Informativa di bilancio sulle operazioni con parti correlate

PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 24. Informativa di bilancio sulle operazioni con parti correlate PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 24 Informativa di bilancio sulle operazioni con parti correlate SOMMARIO Paragrafi Finalità 1 Ambito di applicazione 2-4 Scopo dell informativa di bilancio sulle operazioni

Dettagli

Prima applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS

Prima applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS Prima applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS Prima adozione degli IAS/IFRS Note tecniche di commento all applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS in sede di prima

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 SOMMARIO Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.920.733,1 - Int. versato Codice fiscale

Dettagli

Gruppo SNAI Risultati al 31 marzo 2015

Gruppo SNAI Risultati al 31 marzo 2015 Comunicato stampa (Ai sensi dell art. 114 comma 5 D.L.g.s. 58/1998) Gruppo SNAI Risultati al 31 marzo 2015 Principali dati economici e finanziari consolidati Ricavi totali pari a 156,1 milioni di euro,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013.

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. COMUNICATO STAMPA NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. Ricavi Operativi Consolidati pari a 15,1 milioni di Euro, +10% rispetto al primo trimestre 2012. EBITDA*

Dettagli

CONTO SALDI DARE AVERE

CONTO SALDI DARE AVERE Simulazione n. 1 La situazione dei conti al 30/11/2014 della società Even Srl che svolge attività mercantile, presenta i seguenti saldi: CONTO SALDI DARE AVERE Attrezzature 200.000,00 Banca di Roma c/c

Dettagli

IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali

IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali 1 1 Le immobilizzazioni materiali Le immobilizzazioni materiali sono disciplinate da due IAS di riferimento

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015

Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015 Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015 Data/Ora Ricezione 15 Maggio 2015 14:27:30 MTA Societa' : MONRIF Identificativo Informazione Regolamentata : 58492 Nome utilizzatore : MONRIFN01 - NATALI Tipologia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Dipartimento Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi Corso di Bilanci secondo i principi contabili internazionali 90001 91070 Ricavi Prof. Daniele Gervasio

Dettagli

Nota integrativa e Relazione sulla Gestione al bilancio chiuso il 31/12/2014 (Art. 33 del Regolamento di Amministrazione e Contabilità dell Ente)

Nota integrativa e Relazione sulla Gestione al bilancio chiuso il 31/12/2014 (Art. 33 del Regolamento di Amministrazione e Contabilità dell Ente) ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIMINI Palazzo di Giustizia Via Carlo Alberto dalla Chiesa, n. 11 47923 RIMINI RN Tel. 0541.389924 Fax 0541.395029 C.F.: 82012430409 E-mail: info@avvocati.rimini.it Sito Internet:

Dettagli

Bilancio di Telecom Italia S.p.A.

Bilancio di Telecom Italia S.p.A. Bilancio di Telecom Italia S.p.A. Indice 262 Indice 263 Stato patrimoniale 265 Conto economico 267 Prospetto dei movimenti di patrimonio netto 268 Rendiconto finanziario 270 Nota 1 Forma, contenuto ed

Dettagli