FIABA ONLUS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.fiaba.org FIABA ONLUS"

Transcript

1 FIABA ONLUS Sede Nazionale Via Achille Russo, Roma Tel Fax Sede Roma EUR - Piazzale degli Archivi, Roma Tel. / Fax

2 Presidenza del Consiglio dei Ministri... è stata successivamente decisa dal Consiglio l indizione della Giornata nazionale per l abbattimento delle barriere architettoniche (FIABA DAY), individuata nella prima domenica di ottobre di ogni anno, in occasione della quale verranno avviate iniziative concrete a sostegno dell integrazione sociale di persone affette da disabilità e di anziani, nonché campagne di sensibilizzazione civica sui temi connessi alla necessità di abbattere le barriere architettoniche esistenti. Direttiva Presidente Consiglio Ministri 28 febbraio 2003 (in GU 11 Aprile 2003, n. 85) Indizione della Giornata nazionale per l abbattimento delle barriere architettoniche IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Vista la proposta dell Associazione FIABA Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche di dedicare una giornata nazionale nei confronti delle tematiche relative all abbattimento delle barriere architettoniche; Emana Le seguenti attività: ART. 1 È istituita la Giornata nazionale per l abbattimento delle barriere architettoniche che si terrà la prima domenica di ottobre di ogni anno. 2

3 CHI SIAMO FIABA ha come obiettivo quello di promuovere l eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali per la diffusione della cultura delle pari opportunità e a favore di un ambiente ad accessibilità e fruibilità totale secondo i concetti di Design for all e Universal Design. Nel 2002 si presenta alle istituzioni pubbliche e private presso la sede del CNEL, Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro e nel 2008 con un provvedimento del Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali l attività di FIABA viene riconosciuta di evidente funzione sociale. Tutti i più importanti eventi di FIABA si svolgono sotto l Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. La MISSIONE di FIABA è quella di promuovere presso le istituzioni pubbliche e private e nell opinione pubblica l idea della Total Quality, la qualità totale che, se applicata all intera società, permette di arrivare ad una vivibilità ottimale dell ambiente per tutti. COMITATO D ONORE ( al ) Sen. Renato Schifani Presidente del Senato della Repubblica On. Gianfranco Fini Presidente della Camera dei Deputati On. Silvio Berlusconi Presidente del Consiglio dei Ministri Gen. Vincenzo Camporini Capo di Stato Maggiore della Difesa Pref. Antonio Manganelli Capo Polizia di Stato - Dir. Gen. Pubblica Sicurezza Pref. Giovanni De Gennaro Già Capo Polizia di Stato Gen. C.A. Giuseppe Valotto Capo di Stato Maggiore dell Esercito Amm. Bruno Branciforte Capo di Stato Maggiore della Marina Gen. S.A. Giuseppe Bernardis Capo di Stato Maggiore dell Aeronautica Gen. C.A. Leonardo Gallitelli Com. Gen. dell Arma dei Carabinieri Gen. C.A. Nino Di Paolo Com. Gen. Guardia di Finanza Amm. Ispettore Capo (CP) Raimondo Pollastrini Già Com. Gen. Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera Amm. Ispettore Capo Luciano Dassatti Già Com. Gen. Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera Prof. Guido Trombetti Già Presidente CRUI 3

4 I PROTOCOLLI D INTESA FIABA è presente sul territorio nazionale attraverso una rete di oltre 300 sottoscrittori di Protocollo d Intesa: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministeri, Regioni, Province, Comuni, Istituti di cultura, Enti, Associazioni, Università, Ordini professionali. Partner importanti con cui è continuo il dialogo e la collaborazione per impedire il sorgere e la diffusione di nuove barriere culturali e fisiche. In sinergia con FIABA i sottoscrittori si impegnano a stimolare gli organi preposti a rafforzare la vigilanza sul rispetto della normativa vigente in materia di barriere, costituendo uno specifico gruppo di lavoro, con l obiettivo di concretizzare i vari punti di coerenza presenti nelle finalità delle rispettive missioni per la tutela delle pari opportunità. 4 IL PRESIDENTE DI FIABA Giuseppe Trieste, Commendatore al merito della Repubblica, ha un brillante trascorso nello sport con la partecipazione a tre Paralimpiadi Cofondatore per lo Sport per disabili in Italia, nel 1983 costituisce ANTHAI che tuttora presiede. Nel 2000 fonda FIABA Onlus. Presidente della Federazione FIDIA, ha promosso la costituzione dell OPAF -Osservatorio Parlamentare Accessibilità e Fruibilità e come esperto ha collaborato alla realizzazione del Piano Strategico per la Mobilità Sostenibile del Comune di Roma (PSMS). Membro dell Osservatorio Nazionale per l Associazionismo e per il Volontariato, inoltre, è stato nominato componente dell Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità organismo istituito contestualmente alla ratifica da parte dell'italia della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità.

5 FIABA: IN RETE OLTRE 320 PROTOCOLLI D INTESA Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile Ministro per gli Affari Regionali Ministro per l Attuazione del Programma di Governo Ministro per la Funzione Pubblica Ministro per le Pari Opportunità Ministro per le Politiche Comunitarie Ministro per i Rapporti con il Parlamento Ministero degli Affari Esteri Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ministero delle Attività Produttive Ministero delle Comunicazioni Ministero della Difesa Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Ministero della Giustizia Ministero delle Infrastrutture e Trasporti Ministero dell'interno Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero della Salute Corte dei Conti Conferenza Presidenti Regioni e Province Autonome UPI Unione Province d'italia ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani CONFINDUSTRIA Generale CRUI Conferenza dei Rettori delle Università Italiane ABI Associazione Bancaria Italiana L elenco completo dei Protocolli è disponibile su: 5

6 I RICONOSCIMENTI PREMIO SCANNO 2010 A FIABA è stato conferito il prestigioso Premio Scanno, sezione Valori, dedicata a Riccardo Tanturri, per il nobile impegno per una realtà più sensibile, attenta e migliore grazie alla costante azione svolta negli anni per l abbattimento delle barriere architettoniche e culturali, che non sono solo di ostacolo alla vita quotidiana ma che si traducono spesso in un colpevole atteggiamento mentale, psicologico e culturale. OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA DISABILITÀ FIABA è membro effettivo dell Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità insieme ad altre tredici associazioni più rappresentative. Tale organismo è previsto dalla legge che ha ratificato in Italia la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità e ha finalità consultive e di supporto tecnico-scientifico per l elaborazione delle politiche nazionali in materia di disabilità. 6

7 GLI EVENTI FIABADAY La Giornata Nazionale per l abbattimento delle barriere architettoniche, denominata FIABADAY, è stata istituita nel 2003 con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri su richiesta di FIABA. Sotto l Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, la manifestazione si svolge ogni anno la prima domenica di ottobre ed è presentata con una conferenza stampa presso Palazzo Chigi. L evento è preceduto da un Torneo di Calcio tra le rappresentanze delle principali istituzioni. Il FIABADAY si caratterizza per le tradizionali visite a Palazzo Chigi riservate alle persone con disabilità, ai bambini, agli anziani e loro accompagnatori. L importanza dell eliminazione di tutte le barriere viene ricordata anche dal Santo Padre nel corso dell Angelus domenicale. Dall edizione 2009 si è arricchita di un iniziativa importante con un palco allestito a Piazza Colonna (di fronte la sede del Governo) dove per l intera giornata, si tengono numerosi dibattiti con esperti di vari ministeri e rappresentanti della cultura, del mondo sociale, della politica e dello spettacolo. Le iniziative collegate al FIABADAY proseguono per tutto il mese di Ottobre sul territorio nazionale con la collaborazione dei partner sottoscrittori di Protocollo d intesa con FIABA. 7

8 PREMIO FIABA Il Premio FIABA è un riconoscimento che ogni anno viene assegnato agli enti, associazioni, aziende e persone fisiche che si distinguono per il particolare impegno a favore dell abbattimento delle barriere fisiche, culturali, sensoriali e psicologiche e nel promuovere la costruzione del nuovo senza barriere. Premi speciali sono stati assegnati alla trasmissione televisiva Striscia La Notizia e alla Protezione Civile. PREMIO INTERNAZIONALE PIRANESI Dal 2008 FIABA è membro della Giuria del Premio internazionale "Piranesi Prix de Rome", il concorso internazionale di architettura organizzato dall Accademia Adrianea di Architettura e Archeologia. La collaborazione è volta a formare la coscienza di giovani architetti e archeologi per far sì che tutti possano godere dei beni culturali e del patrimonio ambientale. Attraverso FIABA il Presidente della Repubblica conferisce una medaglia al Premio"Piranesi Prix de Rome". 8

9 CONCORSO FIABA MIUR UN MONDO SENZA BARRIERE COME COSTRUIRLO? Il concorso scolastico nasce dalla collaborazione tra FIABA e il Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca e coinvolge tutti gli studenti di ogni ordine e grado, invitati a produrre un disegno o un elaborato scritto o audiovisivo sul tema in concorso. L'obiettivo è quello di stimolare i giovani ad nuovo modo di concepire la realtà che non è solo piena di ostacoli fisici ma soprattutto di barriere culturali e psicologiche. FIABA AL FORUM P.A. Tra gli appuntamenti di FIABA vi è la partecipazione al FORUM P.A. L obiettivo è il confronto con le Istituzioni e con gli Enti pubblici e privati, cogliendo la rinnovata occasione di dialogo favorita dalla manifestazione. FIABA partecipa a questo momento di approfondimento e di valorizzazione, attenta alle iniziative di innovazione che provengono dai diversi sistemi di settore. 9

10 FONDI FIABA CITTÀ PER CITTÀ Il FONDO FIABA Città per Città per l abbattimento delle barriere architettoniche è un progetto nazionale che prevede l apertura da parte di FIABA di un conto corrente in cui per la prima volta tutti i cittadini, le istituzioni pubbliche e private possono versare una donazione per finanziare iniziative per l abbattimento delle barriere architettoniche all interno del proprio territorio per una reale e effettiva accessibilità totale. L iniziativa vede già coinvolte numerose regioni d Italia come il Lazio, la Lombardia, la Campania, l Abruzzo e la Calabria. FONDO FIABA CITTÀ DI ROMA CONCERTO BENEFICO DELL ESERCITO ITALIANO Il FONDO FIABA CITTÀ DI ROMA per l abbattimento delle barriere architettoniche ha l obiettivo di realizzare una Capitale senza barriere e Città modello europeo di accessibilità e fruibilità globale dove tutti possono muoversi liberamente e senza ostacoli in nome della pari opportunità e della qualità totale percepita dai cittadini. L iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Comune di Roma e del Comando Militare della Capitale ed è stata presentata presso l Auditorium Parco della Musica con un concerto benefico della Banda dell Esercito italiano. Ai primi mille donatori è stato rilasciato l attestato di socio fondatore. Per essere sostenitore del Fondo è sufficiente un contributo totalmente deducibile dalla dichiarazione dei redditi, da versare sul conto corrente postale n Si può donare anche con Paypal o Carta di Credito cliccando a destra su Dona con Paypal tramite il sito 10

11 LE STELLE DI FIABA FIABA TURISMO Il Turismo accessibile è un opportunità, sinonimo di civiltà e realizzarlo non può che rendere sempre più competitiva la nostra offerta in ambito internazionale. Esso rappresenta un importante fattore di sviluppo economico e occupazionale, essendo un settore con margini potenziali e di crescita maggiori rispetto agli altri. Occuparsi di turismo accessibile significa dare risposte concrete a milioni di potenziali visitatori del nostro Paese e favorire l ingresso di tutti coloro che non hanno mai avuto la possibilità di viaggiare in Italia. Pensare un offerta turistica accessibile significa migliorare la qualità generale della destinazione Italia, customizzare il servizio partendo dall ascolto delle esigenze degli ospiti per offrire elevati livelli di accoglienza per tutti. FIABA SPORT È il dipartimento dedicato allo sport per unire tutti tramite l attività fisica e vincere le barriere culturali. In occasione del FIABADAY ogni anno viene organizzato un Torneo di calcio tra le rappresentanze dei maggiori organi istituzionali e altri enti. GLOBETROTTERS TOUR 2009 FIABA SPORT ha partecipato, in qualità di partner sociale, al Tour 2009 dei Globetrotters, i campioni del basket americano che diffondono i valori di crescita e coesione dello sport. 11

12 FIABA HOUSING La società consortile di FIABA viene costituita allo scopo di supportare i progettisti nella realizzazione di strutture conformi ai concetti di Total Quality e ai principi dell Universal Design per il miglioramento della fruibilità dell ambiente e della qualità della vita di tutte le persone. In forza del patrimonio di conoscenze e di esperienze maturate nel corso degli anni, FIABA può offrire un importante servizio sia in termini di studio dell ambiente costruito che delle specifiche progettuali e realizzative, frutto della ricerca condotta dai propri tecnici, esperti e ricercatori. FIABA INTERNATIONAL CORPORATE FIABA in conformità ai propri obiettivi statutari si propone l ulteriore mission di aiutare a migliorare la posizione competitiva delle Pubbliche Amministrazioni italiane ed estere e delle imprese sul mercato. La Fondazione International Corporate è concepita come strumento preordinato a sviluppare le competenze strategiche delle organizzazioni, a promuovere i processi di apprendimento ed innovazione e a costituire un indispensabile supporto alla comunicazione, alla realizzazione degli obiettivi, della cultura delle Pubbliche Amministrazioni e dei valori aziendali. I principali destinatari della formazione sono la dirigenza pubblica italiana ed estera, i manager aziendali e tutti gli altri soggetti della catena del valore mediante anche alleanze con i centri istituzionali del sapere italiano ed estero. 12

13 FIABA TRASPORTI FIABA promuove il concetto di mobilità sostenibile per tutti, sostenuto dal Libro Bianco della Commissione Europea. È necessario puntare su una produzione di mezzi di trasporto pubblici e privati globalizzata e a totale accessibilità, che metta al centro l individuo nella sua totalità, con tutti i suoi bisogni. FIABA, grazie all esperienza in fatto di mobilità per tutti, ha contribuito, come membro del Comitato Tecnico Scientifico della struttura operativa, alla redazione del Piano Strategico per la Mobilità Sostenibile del Comune di Roma. FIABA WEB TV Nasce dalla pluriennale esperienza e presenza di FIABA nei mass media. Lo scopo è quello di avere un canale dedicato esclusivamente alla diffusione di una cultura universale volta all eliminazione di tutte le barriere. FIABA CULTURA Esprime il main concept di FIABA: diffondere una cultura nuova dell accessibilità e fruibilità universale per tutti, come requisito indispensabile per realizzare un inclusione democratica e permettere ad ognuno di vivere l ambiente senza limitazioni. 13

14 FIABA ALBANIA LA RETE ESTERA REPUBBLICA CECA FIABA ROMANIA L uguaglianza dei cittadini, la dignità dell uomo, il diritto di circolazione, di movimento e la sicurezza sono i pilastri a cui non si può rinunciare e che devono essere ogni giorno rafforzati soprattutto da chi offre servizi di rilevanza pubblica e, quindi, rivolti a tutti i cittadini indistintamente. Per questo FIABA ha deciso di uscire oltre i confini nazionali e di coinvolgere principalmente i Paesi di nuova adesione all Ue e le altre realtà estere nella diffusione della cultura del nuovo senza barriere. Nel 2008 è nata FIABA ALBANIA e in seguito FIABA ROMANIA. Di recente costituzione è FIABA REPUBBLICA CECA che nel luglio 2010 ha siglato il primo protocollo d intesa. Partner firmatario è stato il NIPI CR, l Istituto Nazionale per l Integrazione delle Persone a mobilità ridotta. 14

15 AIUTACI ANCHE TU A COSTRUIRE UN MONDO SENZA BARRIERE DONA IL 5 X MILLE A FIABA ONLUS Segnala nella dichiarazione dei redditi il codice fiscale CONTO CORRENTE POSTALE PER DONAZIONI CON PAYPAL O CARTA DI CREDITO SU - Tel

16

17 Comunicati di FIABA

18 Chi siamo Banca Prossima è la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo dedicata esclusivamente al mondo nonprofit laico e religioso. In Europa non vi sono esperienze paragonabili. La banca è stata pensata per rispondere meglio alle necessità e ai bisogni delle imprese del terzo settore, per migliorare la qualità dei servizi bancari e per partecipare alla crescita dell economia del bene comune. Banca Prossima ha oggi, a poco più di due anni dall inizio delle proprie attività, clienti e oltre un miliardo di euro tra raccolta e impieghi, con un ottima qualità del credito (deterioramento del credito dello 0,5% vs il 5,5% della media nazionale). Creiamo valore sociale. Per statuto. Banca Prossima ha come fine la creazione di valore sociale ( ) A tale scopo sosterrà con il credito le migliori iniziative nonprofit per i servizi alla persone, la diffusione della cultura e dell istruzione, la fruizione e la protezione dell ambiente e dell arte, l accesso al credito e al lavoro. (Art.4 dello Statuto di Banca Prossima). Vogliamo assicurare il massimo livello di servizio e una capacità nuova di far crescere le migliori iniziative, spesso penalizzate dai criteri convenzionali di valutazione bancaria: per questo ci siamo dotati di uno strumento innovativo, un modello di rating che considera le peculiarità delle organizzazioni nonprofit. Abbiamo creato un Fondo per lo sviluppo dell impresa sociale al quale versiamo ogni anno almeno la metà dei nostri utili*. Il Fondo ci consente di erogare credito ai progetti più belli ma più difficili. Sulle linee guida di utilizzo del Fondo è chiamato a esprimersi un Comitato di Solidarietà e Sviluppo formato da personalità appartenenti al mondo nonprofit: autorevoli, rigorose, indipendenti. Siamo presenti in tutte le filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo e abbiamo filiali dedicate in tutto il territorio nazionale, dove operano oltre 150 specialisti, i nostri Responsabili di Relazione, scelti per le loro competenze professionali e perché nella vita privata operano tutti nel Volontariato. * per i primi dieci anni la totalità degli utili

19 Poste Italiane sostiene l 8 edizione del FIABA DAY ottobre, Roma - Piazza Colonna Il 3 ottobre si svolgerà a Roma, nella cornice di Piazza Colonna, l ottava edizione della manifestazione FIABADAY organizzata dal Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche (FIABAOnlus). L evento vuole sensibilizzare l opinione pubblica alla realizzazione di un ambiente accessibile a tutti. Nel corso della manifestazione si alterneranno sul palco testimonial del mondo politico, sportivo, dello spettacolo, della cultura e del no profit. Anche quest anno, come nelle precedenti edizioni, saranno riservate ai disabili e ai loro accompagnatori delle visite guidate a Palazzo Chigi. Poste Italiane sostenendo la manifestazione ribadisce il forte senso di appartenenza del Gruppo ai valori di solidarietà con l obiettivo di fornire un sostegno concreto alla sensibilizzazione e all informazione sul tema dell abbattimento delle barriere fisiche e culturali. Nel 2006, tra le varie attività della Onlus, nasce il Premio FIABA, che viene assegnato a dieci enti pubblici o privati che ogni anno si distinguono nel promuovere la costruzione senza barriere. Proprio nella prima edizione a Poste Italiane è stato conferito il riconoscimento per l impegno dell Azienda nell eliminazione delle barriere architettoniche all interno degli Uffici Postali. Poste Italiane fra innovazione e tradizione Il Gruppo Poste Italiane negli ultimi anni ha avviato un profondo processo di rinnovamento tecnologico con l obiettivo di innalzare la qualità dei servizi e ampliare la gamma dell offerta. Questa visione strategica, accompagnata ad un programma di cospicui investimenti in infrastrutture e formazione, ha consentito a Poste Italiane di elevare in breve tempo gli standard di efficienza. Il piano di ristrutturazione e il potenziamento dei servizi hanno fatto raggiungere al Gruppo il primato sui mercati internazionali. Poste Italiane è infatti un punto di riferimento anche per molti operatori postali europei e interpreta la propria missione nel Paese, mantenendo ferma l attenzione sulle esigenze di cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione. L offerta si articola attraverso la capillare presenza sul territorio di 14 mila uffici postali, più di 70 mila postazioni e un organico di 150 mila addetti. Ogni componente è perfettamente integrata in un sistema che coniuga la tradizione con l innovazione tecnologica e la formazione professionale. Il Gruppo, con PosteMobile, è inoltre attivo nel settore delle telefonia.

20 Comunicato Stampa Aams e Sisal con Fiaba in favore dell abbattimento delle barriere culturali e architettoniche Roma, 29 settembre 2010 Per il secondo anno Sisal sostiene FIABADAY, la campagna di sensibilizzazione promossa da Fiaba, Onlus attiva nell abbattimento delle barriere fisiche e culturali. Nell edizione di quest anno, SuperEnalotto e Vinci per la vita - Win for Life, due dei giochi pubblici più amati dagli italiani, rappresenteranno AAMS Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato - e Sisal alla manifestazione di solidarietà in programma a Roma il 2 e 3 ottobre. La Giornata Nazionale per l Abbattimento delle Barriere Architettoniche si svolgerà sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica e in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri. L impegno etico di Sisal si è tradotto anche in una piena adesione al programma di Gioco Responsabile promosso da AAMS, con lo studio e l adozione dei marchi Gioca il giusto e 18+ e l avvio di una serie di iniziative di informazione e sensibilizzazione Dallo scorso anno Sisal ha voluto testimoniare ulteriormente il proprio impegno sociale con un programma di Corporate Social Responsibility che individua nei giovani i principali destinatari e si sviluppa in più aree di intervento: Sisal Junior Stars, Sisal Academy, Sisal per lo Sport, Sisal per le Arti e Sisal per la Ricerca. SISAL è l azienda italiana che dal 1946 gestisce i giochi pubblici affidati in concessione e, con una rete di punti capillarmente distribuiti sul territorio nazionale, genera risorse per lo sviluppo sociale e culturale del Paese. E oggi un Gruppo operante in Italia e composto da diverse società: Sisal, Sisal Match Point, Sisal Slot. SISAL è controllata da Sisal Holding Finanziaria, che controlla anche Sisal Bingo. SISAL è attiva nel comparto dei giochi con SuperEnalotto e Vinci per la vita - Win for Life e offre un ampia gamma di servizi al cittadino. Sisal Match Point è attiva nel settore delle scommesse e distribuisce Tris, Totocalcio, Totogol, Big Match con circa punti vendita - di cui 160 fra agenzie e negozi. L offerta di Sisal Match Point è disponibile anche online attraverso internet e mobile. L offerta di gioco si completa con Sisal Poker, il sito dedicato al poker on line. Sisal Slot è attiva nel settore degli apparecchi d intrattenimento, con oltre apparecchi collegati, dei quali di proprietà. Per informazioni: Sisal Comunicazione Tel

FIABA ONLUS Piazzale degli Archivi, 41-00144 Roma Tel. 06.43400800 / Fax 06.43400899 info@fiaba.org - ufficiostampa@fiaba.

FIABA ONLUS Piazzale degli Archivi, 41-00144 Roma Tel. 06.43400800 / Fax 06.43400899 info@fiaba.org - ufficiostampa@fiaba. FIABA ONLUS Piazzale degli Archivi, 41-00144 Roma Tel. 06.43400800 / Fax 06.43400899 info@fiaba.org - ufficiostampa@fiaba.org skype: ufficiostampafiaba www.fiaba.org CHI SIAMO FIABA ha come obiettivo quello

Dettagli

FIABA ONLUS Piazzale degli Archivi, 41-00144 Roma Tel. 06.43400800 / Fax 06.43400899 info@fiaba.org - ufficiostampa@fiaba.

FIABA ONLUS Piazzale degli Archivi, 41-00144 Roma Tel. 06.43400800 / Fax 06.43400899 info@fiaba.org - ufficiostampa@fiaba. FIABA ONLUS Piazzale degli Archivi, 41-00144 Roma Tel. 06.43400800 / Fax 06.43400899 info@fiaba.org - ufficiostampa@fiaba.org skype: ufficiostampafiaba www.fiaba.org CHI SIAMO FIABA é un organizzazione

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. (Madre Teresa di Calcutta)

Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. (Madre Teresa di Calcutta) Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. (Madre Teresa di Calcutta) FIABA ONLUS FIABA si propone di abbattere tutte le barriere, da quelle architettoniche a quelle culturali,

Dettagli

La qualitàdel accoglienza turistica

La qualitàdel accoglienza turistica La qualitàdel accoglienza turistica Turismopertutti: l accoglienzadiqualitàel eccelenzadeiservizi Ciclodiseminariinfo-formativi Roma Febbraio-Luglio2014 Laqualitàpercepitadaicitadininelvivereilteritorio

Dettagli

Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche

Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche Prot. n. 574/GT/np Al Presidente del Consiglio dell Ordine degli Ingegneri Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche Comitato d onore: On. Silvio Berlusconi Presidente del Consiglio On. Gianfranco

Dettagli

Costituzione Italiana Art. 3, 1947

Costituzione Italiana Art. 3, 1947 #FIABA Onlus Il 29 Settembre 2002 comincia la storia di FIABA: un tour in camper lungo un mese che, partendo da Roma, ha toccato i 20 capoluoghi di Regione allo scopo di sensibilizzare i cittadini, le

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA Forum Lombardo delle Lombardia FeLCeAF Associazioni familiari ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA La crisi in atto ormai da alcuni anni porta al contenimento

Dettagli

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Il Sodalitas Social Award acquista respiro europeo Promuovere

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e ItaliaNostra onlus Associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale VISTO

Dettagli

Curriculum, Attività, Progetti

Curriculum, Attività, Progetti Curriculum, Attività, Progetti Presidente Giuseppe Trieste Sede Nazionale Piazzale degli Archivi, 41-00144 ROMA tel. 06 43400800 fax 06 43400899 www.fiaba.org - email: info@fiaba.org Mission FIABA è un

Dettagli

ADOZIONE DELLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA. PREMESSO che:

ADOZIONE DELLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA. PREMESSO che: Sindaco Paolo Mascaro paolo.mascaro@comune.lamezia-terme.cz.it Presidente del consiglio comunale Francesco De Sarro francesco.desarro@comune.lamezia-terme.cz.it Oggetto: mozione ex art. 18 regolamento

Dettagli

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori

Confi ndustria Modena. Gruppo Giovani Imprenditori Confi ndustria Modena Gruppo Giovani Imprenditori Il Gruppo Giovani Imprenditori Modena CHI SIAMO Il Gruppo Giovani Imprenditori di Modena è elemento integrante della vita associativa di Confi ndustria

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Storytelling of 5 best practices from Southern Italy 10 settembre 2015

Storytelling of 5 best practices from Southern Italy 10 settembre 2015 Storytelling of 5 best practices from Southern Italy 10 settembre 2015 attività / L Azienda Agricola Sodano nasce nel 2010, con l obiettivo di rinnovare e ammodernare la precedente attività a gestione

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

Dal 2002 Cittadinanzattiva, attraverso la Campagna Impararesicuri nata all'indomani del crollo della scuola "Francesco Jovine" di S.

Dal 2002 Cittadinanzattiva, attraverso la Campagna Impararesicuri nata all'indomani del crollo della scuola Francesco Jovine di S. Dal 2002 Cittadinanzattiva, attraverso la Campagna Impararesicuri nata all'indomani del crollo della scuola "Francesco Jovine" di S. Giuliano di Puglia si propone di informare e sensibilizzare cittadini

Dettagli

Curriculum vitae amministrativo

Curriculum vitae amministrativo Curriculum vitae amministrativo FRANCESCO BRENDOLISE Via Ricciardino Langosco, 48 27100 Pavia Mobile +39 320 9224XXX fbrendolise@alice.it Nazionalità: italiana Data di nascita: 18.09.1969 Luogo di Nascita:

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

Centro di servizi per il volontariato del Lazio. Presidente Paola Capoleva

Centro di servizi per il volontariato del Lazio. Presidente Paola Capoleva Centro di servizi per il volontariato del Lazio Presidente Paola Capoleva Più punti di vista Più punti di vista esistono in un popolo, dai quali esaminare il mondo che tutti ospita in eguale misura e a

Dettagli

CSR nelle istituzioni finanziarie:

CSR nelle istituzioni finanziarie: ATTIVITA DI RICERCA 2014 CSR nelle istituzioni finanziarie: strategia, sostenibilità e politiche aziendali PROPOSTA DI ADESIONE in collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI La Responsabilità Sociale di Impresa

Dettagli

AIBE ED EXPO 2015 S.p.A. Protocollo d intesa

AIBE ED EXPO 2015 S.p.A. Protocollo d intesa AIBE ED EXPO 2015 S.p.A. Protocollo d intesa Siglato a Milano il 17 Maggio 2010 PROTOCOLLO D INTESA TRA Associazione fra le Banche Estere in Italia (di seguito AIBE ), con sede in Milano in Piazzale Cadorna

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA TELECOM ITALIA

PROTOCOLLO D INTESA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA TELECOM ITALIA PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E TELECOM ITALIA per la realizzazione di agevolazioni per gli studenti nell ambito dell iniziativa IoStudio - La Carta

Dettagli

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Iniziamo ricordando che il 27 scorso è stata la giornata della memoria; quest anno non abbiamo fatto in tempo a organizzare qualche iniziativa come lo scorso anno ma

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Inserire il Logo del Comune PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Seconda annualità 2014/15 Premesso che i diritti dell Infanzia e dell Adolescenza sono

Dettagli

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO

DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO SCUOLA E VOLONTARIATO DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO D I R E Z I O N E G E N E R L E P E R L O S T A T U S D E L L O S T U D E N T E, L E P O L I T I C H E G I O V A N I L I E L E A T T I V I T A M O T O R I E

Dettagli

COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo

COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ECOMUSEO DELLE MONTAGNE E DELLE MINIERE DI GORNO Le montagne, le miniere e la gente di Gorno: cultura e tradizioni locali per

Dettagli

REGIONE CALABRIA. LEGGE REGIONALE n. 62 del 04 dicembre 2012. Istituzione di Ecomusei in Calabria. Art. 1 Definizione e finalità

REGIONE CALABRIA. LEGGE REGIONALE n. 62 del 04 dicembre 2012. Istituzione di Ecomusei in Calabria. Art. 1 Definizione e finalità REGIONE CALABRIA LEGGE REGIONALE n. 62 del 04 dicembre 2012 Istituzione di Ecomusei in Calabria Art. 1 Definizione e finalità 1. La Regione Calabria prevede, al fine del recupero e della valorizzazione

Dettagli

Elezioni Europee 2014 MANIFESTO EDF: LE PRIORITÀ ASSOLUTE DEL MOVIMENTO DELLE PERSONE CON DISABILITÀ

Elezioni Europee 2014 MANIFESTO EDF: LE PRIORITÀ ASSOLUTE DEL MOVIMENTO DELLE PERSONE CON DISABILITÀ Elezioni Europee 2014 MANIFESTO EDF: LE PRIORITÀ ASSOLUTE DEL MOVIMENTO DELLE PERSONE CON DISABILITÀ MANIFESTO PER LE ELEZIONI EUROPEE 2014 Nell Unione Europea le persone con disabilità sono 80 milioni

Dettagli

Anna Monterubbianesi - Ufficio stampa Forum Nazionale del Terzo Settore

Anna Monterubbianesi - Ufficio stampa Forum Nazionale del Terzo Settore Ruolo, caratteristiche, criticità 1 La definizione Terzo Settore nasce per identificare tutto ciò che non appartiene né al Primo settore, ossia alla sfera pubblica (stato, regioni, enti locali, altri enti)

Dettagli

REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO. Maggio 2012

REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO. Maggio 2012 REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO Maggio 2012 Il museo denominato Museo Laboratorio della Mente (d ora in avanti MLM) con sede a Roma Piazza S. Maria della Pietà n.5, Padiglione

Dettagli

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi conferenza stampa TORINO fa SCUOLA Urban Center Metropolitano, 27 maggio 2015 un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi Il rinnovamento della

Dettagli

Il sistema scolastico ed educativo

Il sistema scolastico ed educativo Il sistema scolastico ed educativo La scuola, in provincia di Siena, in questi ultimi anni, è cresciuta in quantità e qualità. La popolazione scolastica, che ammonta nel 2008-2009 a 32.861 studenti, dalla

Dettagli

La scuola e il mondo del lavoro:

La scuola e il mondo del lavoro: QUANDO LA FIABA DIVENTA REALTÀ Chi cammina da solo arriva primo. Chi cammina insieme agli altri arriva lontano. Padre Botta Cristina Aiuti La prima fase dell iniziativa del Collegio Un idea per l EUR,

Dettagli

Learning fraternity, per una terra di tutti Progetto di Educazione allo Sviluppo Anno scolastico 2015-2016

Learning fraternity, per una terra di tutti Progetto di Educazione allo Sviluppo Anno scolastico 2015-2016 Learning fraternity, per una terra di tutti Progetto di Educazione allo Sviluppo Anno scolastico 2015-2016 «Nessuno educa nessuno, nessuno si educa da solo, gli uomini si educano a vicenda in un contesto

Dettagli

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani.

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani. Curriculum Vitae Nome e Cognome: Alessandro Morani Luogo e data di nascita: Roma, 25 ottobre 1965 Stato civile: coniugato Professione: Dottore Commercialista Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418,

Dettagli

Andiamo a fare shopping Centri storici: marciapiedi stretti e gradini alti! Se non si può intervenire fuori, dove intervenire?

Andiamo a fare shopping Centri storici: marciapiedi stretti e gradini alti! Se non si può intervenire fuori, dove intervenire? PERCHÉ BARRIERE 2015 MONTE PREMI 4.000 Andiamo a fare shopping Centri storici: marciapiedi stretti e gradini alti! Se non si può intervenire fuori, dove intervenire? difficile superamento di questi ostacoli

Dettagli

ICEI. CITTADINI NEL MONDO un lungo viaggio insieme verso il cambiamento

ICEI. CITTADINI NEL MONDO un lungo viaggio insieme verso il cambiamento ICEI. CITTADINI NEL MONDO un lungo viaggio insieme verso il cambiamento CHI SIAMO Siamo un associazione senza fini di lucro impegnata nella solidarietà internazionale, nella cooperazione allo sviluppo,

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

E nato per dare un impronta educativa/pastorale agli Oratori. Anno 2001

E nato per dare un impronta educativa/pastorale agli Oratori. Anno 2001 E nato per dare un impronta educativa/pastorale agli Oratori Anno 2001 Il Forum degli oratori italiani è un organo di coordinamento nazionale degli organismi ecclesiali che dedicano speciale cura all

Dettagli

PROPOSTA DI PARTNERSHIP PER AZIENDE SOCIALMENTE RESPONSABILI

PROPOSTA DI PARTNERSHIP PER AZIENDE SOCIALMENTE RESPONSABILI PROPOSTA DI PARTNERSHIP PER AZIENDE SOCIALMENTE RESPONSABILI LA NUOVA CASA DI ANDREA PARCO BELLOSGUARDO ROMA Associazione Andrea Tudisco: la missione L Associazione Andrea Tudisco Onlus nasce nel 1997

Dettagli

Art Bonus Mecenati di oggi per l Italia di domani. Carolina Botti Direttore Centrale ARCUS

Art Bonus Mecenati di oggi per l Italia di domani. Carolina Botti Direttore Centrale ARCUS Art Bonus Mecenati di oggi per l Italia di domani Carolina Botti Direttore Centrale ARCUS Cos è l Art Bonus Ai sensi dell'art.1 del D.L. 31.5.2014, n. 83 e s.m.i., è stato introdotto un credito d'imposta

Dettagli

LEGGE 11 agosto 2014, n. 125 29-8-2014

LEGGE 11 agosto 2014, n. 125 29-8-2014 LEGGE 11 agosto 2014, n. 125 29-8-2014 La «cooperazione allo sviluppo» è: parte integrante e qualificante della politica estera dell'italia. Essa si ispira: ai principi della Carta delle Nazioni Unite

Dettagli

La Fondazione Universitaria Europea

La Fondazione Universitaria Europea La Fondazione Universitaria Europea La Fondazione Universitaria Europea è stata costituita il 12 Gennaio 2007 dalla Università Europea di Roma (UER) nell esclusivo interesse dei quali opera. Il 5 novembre

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA TRA MIUR DIREZIONE GENERALE PER LO STUDENTE, L INTEGRAZIONE, LA PARTECIPAZIONE E LA COMUNICAZIONE E PROTOCOLLO DI INTESA tra MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 (CCI N 2007 IT 161 PO 008) Decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7 dicembre 2007

POR CALABRIA FESR 2007/2013 (CCI N 2007 IT 161 PO 008) Decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7 dicembre 2007 UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007/2013 (CCI N 2007 IT 161 PO 008) Decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7 dicembre 2007 ASSE I Ricerca Scientifica,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELFINO, NARO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELFINO, NARO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5262 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DELFINO, NARO Istituzione della Lega ippica italiana e disposizioni per la promozione del

Dettagli

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria VINCENZO PIRO Dirigente Area Risorse Ambientali, Smart City e Innovazione Comune di Perugia PERUGIA SMART CITY: IDEE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N.

FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS. con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. FONDAZIONE DI COMUNITÀ VICENTINA PER LA QUALITÀ DI VITA ONLUS con sede in Montecchio Precalcino - via Europa Unita, 2 Codice Fiscale N. 00946860244 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL BILANCIO

Dettagli

La Fondazione. Il meglio di te ONLUS è una Fondazione umanitaria non lucrativa di utilità sociale, costituita a Napoli nel 2005.

La Fondazione. Il meglio di te ONLUS è una Fondazione umanitaria non lucrativa di utilità sociale, costituita a Napoli nel 2005. WWW.ILMEGLIODITE.IT La Fondazione Il meglio di te ONLUS è una Fondazione umanitaria non lucrativa di utilità sociale, costituita a Napoli nel 2005. Nata dal desiderio di aiutare il prossimo, con particolare

Dettagli

CONVENZIONE. TRA L Amministrazione Provinciale di Pesaro Servizio Politiche Sociali E

CONVENZIONE. TRA L Amministrazione Provinciale di Pesaro Servizio Politiche Sociali E COORDINAMENTO E SOSTEGNO DELLE ATTIVITA TRASVERSALI: ATTIVITA DI PREVENZIONE PRESSO GLI ISTITUTI SCOLASTICI E PERCORSI INTEGRATIVI AL SERVIZIO DI SOLLIEVO TERRITORIALE( MODULI PROGETTUALI DI FANO, PESARO,

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R. PROTOCOLLO D'INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA M.I.U.R. E L ONG ASSOCIAZIONE ITALIANA PER IL WORLD WIDE FUND FOR NATURE - ONLUS WWF ITALIA PROTOCOLLO D'INTESA TRA

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR)

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) PROTOCOLLO D INTESA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) Associazione Volontari Italiani del Sangue (di seguito denominato AVIS) VISTI gli articoli 2-3-13-19-32

Dettagli

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO La Carta dei valori è

Dettagli

BOZZA DI REGOLAMENTO Proposta da: Coordinamento delle Associazioni di Volontariato MoVI Movimento di Volontariato Italiano Casa del Volontariato

BOZZA DI REGOLAMENTO Proposta da: Coordinamento delle Associazioni di Volontariato MoVI Movimento di Volontariato Italiano Casa del Volontariato COMUNE DI GELA BOZZA DI REGOLAMENTO Proposta da: Coordinamento delle Associazioni di Volontariato MoVI Movimento di Volontariato Italiano Casa del Volontariato REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Primo incontro dei partner di progetto 17-18 ottobre 2014 Borgo Pio, 10, Roma Illustrazione del progetto: motivazioni,

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI DELL'UTENTE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE ED ARCHEOLOGIA DI MONTEBELLUNA

CARTA DEI DIRITTI DELL'UTENTE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE ED ARCHEOLOGIA DI MONTEBELLUNA CARTA DEI DIRITTI DELL'UTENTE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE ED ARCHEOLOGIA DI MONTEBELLUNA Il fruitore di servizi del museo ha diritto A) A ricevere in modo chiaro ed efficace tutte le informazioni sul

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 CALL RISERVATA AI COMUNI ITALIANI E AI LORO TERRITORI PER LA PRESENZA NEL PADIGLIONE DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione a Milano

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE

CURRICULUM PROFESSIONALE CURRICULUM PROFESSIONALE Mario TURETTA Nato ad Alpignano (TO), il 01.10.1958 Residente in Piazza San Giovanni 2, 10122 Torino Coniugato, due figli. Laurea in Sociologia Giornalista collaboratore iscritto

Dettagli

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI 15 BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA A.A. 2015-16 TRA L Università Ca Foscari

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli

Oggetto: Protocollo d intesa MIUR-ADMO (Associazione donatori midollo osseo).

Oggetto: Protocollo d intesa MIUR-ADMO (Associazione donatori midollo osseo). Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Ufficio 6 Prot.n.2854-15/04/2010

Dettagli

Il diritto per tutti a fare turismo non dovrebbe più essere solo una prescrizione di legge da far osservare, imponendo l abbattimento

Il diritto per tutti a fare turismo non dovrebbe più essere solo una prescrizione di legge da far osservare, imponendo l abbattimento Milano, 15 febbraio 2013 Il Libro Bianco sul Turismo per Tutti in Italia è il risultato di un processo di lunga deriva, che ha presupposti, basi e svolgimento, attualità e certamente anche futuro. Perché

Dettagli

Chambre Française de Commerce et d Industrie en Italie

Chambre Française de Commerce et d Industrie en Italie Chambre Française de Commerce et d Industrie en Italie Al servizio delle aziende da 125 anni La forza di una rete franco-italiana Un partner del sistema camerale italiano Una piattaforma di servizi nel

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

Bellinzona, mercoledì 28 novembre 2012. Comunicato stampa. I pagamenti si effettuano con una fotografia

Bellinzona, mercoledì 28 novembre 2012. Comunicato stampa. I pagamenti si effettuano con una fotografia Bellinzona, mercoledì 28 novembre 2012 Comunicato stampa I pagamenti si effettuano con una fotografia I pagamenti si fanno con smartphone e tablet Effettuare i propri pagamenti dallo smartphone o tablet,

Dettagli

UN ANNO DI VISION+ ONLUS

UN ANNO DI VISION+ ONLUS UN ANNO DI VISION+ ONLUS Gennaio 2012 In collaborazione con Progetto: Mido per la tua vista Descrizione: Autorefrattometro e Tonometro eseguiti gratuitamente presso lo stand allestito nell area Arrivi

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO L'ANFITEATRO MORENICO DI IVREA. PAESAGGIO E CULTURA" VERSO EXPO 2015

OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO L'ANFITEATRO MORENICO DI IVREA. PAESAGGIO E CULTURA VERSO EXPO 2015 OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO L'ANFITEATRO MORENICO DI IVREA. PAESAGGIO E CULTURA" VERSO EXPO 2015 LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che: la Regione Piemonte ha

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1343 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI RODEGHIERO, ALBORGHETTI, APOLLONI, BAGLIANI, BAL- LAMAN, BALOCCHI, BIANCHI CLERICI, CE, FAUSTINELLI,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA Art. 1 - Istituzione del Sistema 1. Il Sistema Museale Naturalistico del Lazio RESINA è istituito ai sensi dell art. 22 della L.R. 42/97

Dettagli

Potocollo d Intesa TRA. Scuole.. Provincia.. Università.

Potocollo d Intesa TRA. Scuole.. Provincia.. Università. Il presidente Potocollo d Intesa TRA Comitato per la Qualità della Vita Scuole.. Comuni Provincia.. Università. Enti PER IL PROGETTO LA GRANDE GUERRA E LA SOCIETÀ TARANTINA: dall Arsenale ai luoghi, alle

Dettagli

Piano d Azione Regionale per le politiche in favore delle persone con disabilità

Piano d Azione Regionale per le politiche in favore delle persone con disabilità Convegno "La disabilità in Lombardia: cosa è cambiato e cosa cambierà Milano, 31 marzo 2011 Piano d Azione Regionale per le politiche in favore delle persone con disabilità Mario Melazzini Regione Lombardia

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA (di seguito denominato Miur)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA (di seguito denominato Miur) PROTOCOLLO D'INTESA tra MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA (di seguito denominato Miur) e Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche (di seguito denominato FIABA) VISTA

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA DIREZIONE GENERALE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA POTENZA DIREZIONE GENERALE AZIENDA OSPEDALIERA POTENZA

PROTOCOLLO D INTESA DIREZIONE GENERALE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA POTENZA DIREZIONE GENERALE AZIENDA OSPEDALIERA POTENZA PROTOCOLLO D INTESA DIREZIONE GENERALE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA POTENZA DIREZIONE GENERALE AZIENDA OSPEDALIERA POTENZA AZIENDA SANITARIA UNITA SANITARIA LOCALE N. 4 DI MATERA COMUNE

Dettagli

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale ALLEGATO B Regione Toscana Direzione generale della Presidenza - Settore Attività Internazionali D.C.R. n. 26 del 04/04/2012 Piano Integrato delle attività internazionali PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche europee

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche europee Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche europee Cittadinanza europea: riferimenti normativi 1950 - Convenzione di Roma Richiamandosi espressamente ai principi supremi enunciati

Dettagli

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Introduzione alla direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica I principali campi di indagine Le fasi del processo di rilevazione (c) IdWeb S.r.l. Ottobre

Dettagli

Roma, Auditorium Parco della Musica, 20.21.22 maggio 2011

Roma, Auditorium Parco della Musica, 20.21.22 maggio 2011 Paesaggio, giardinaggio, design e architettura si incontrano per individuare e proporre soluzioni pratiche ed estetiche in linea con le più avanzate esigenze ecologiche. Roma, Auditorium Parco della Musica,

Dettagli

Comunicato stampa. Bellinzona, venerdì 16 dicembre 2011

Comunicato stampa. Bellinzona, venerdì 16 dicembre 2011 Bellinzona, venerdì 16 dicembre 2011 Comunicato stampa Bernardino Bulla nominato Presidente della Direzione generale della Banca dello Stato del Cantone Ticino Bernardino Bulla nominato Presidente della

Dettagli

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA L ACCADEMIA DELLA MONTAGNA, CON IL COMITATO MONDIALI DELLA VALLE DI FIEMME E L APT LOCALE, PROMUOVE IL PROGETTO PILOTA FIEMME ACCESSIBILE

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

Costruiamo insieme la città di domani. Servizi e innovazione per favorire la mobilità sostenibile

Costruiamo insieme la città di domani. Servizi e innovazione per favorire la mobilità sostenibile Costruiamo insieme la città di domani Servizi e innovazione per favorire la mobilità sostenibile Chi è SABA Il mondo del parcheggio, in mani esperte Siamo una grande realtà nel settore dei parcheggi pubblici

Dettagli

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE DELLA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio LA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE La Fondazione

Dettagli

Alimentare la Salute. XI Edizione. 14 17 dicembre 2014. Forum internazionale della Salute. Palazzo dei Congressi P.le Kennedy, 1 Roma, Eur

Alimentare la Salute. XI Edizione. 14 17 dicembre 2014. Forum internazionale della Salute. Palazzo dei Congressi P.le Kennedy, 1 Roma, Eur Forum internazionale della Salute XI Edizione Alimentare la Salute 14 17 dicembre 2014 Palazzo dei Congressi P.le Kennedy, 1 Roma, Eur Mostra di prodotti e servizi per la salute Lezioni di cucina salutare

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche BILANCIO PREVENTIVO 2015 Linee programmatiche Il 2014 ha rappresentato, così come nelle intenzioni del Consiglio, un anno di forte rilancio delle attività della Fondazione e conseguentemente di ampliata

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca. (di seguito denominato MIUR) e

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca. (di seguito denominato MIUR) e PROTOCOLLO D INTESA tra Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) e Libera. Associazioni Nomi e Numeri contro le Mafie (di seguito denominata Libera) attivare

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito Onorevoli Colleghi! - Negli ultimi anni il settore della microfinanza

Dettagli

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità LEGGE REGIONALE 21 agosto 2007, n. 20 Disposizioni per la promozione ed il sostegno dei centri di antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà. (BUR n. 15 del 16 agosto, supplemento

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA. Tra

PROTOCOLLO D'INTESA. Tra PROTOCOLLO D'INTESA Tra Il Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Direzione Generale per lo studente, l'integrazione, la partecipazione e la comunicazione e la Croce Rossa Italiana

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

ASSOCIAZIONE POLICE PENELOPE ASSOCIATION

ASSOCIAZIONE POLICE PENELOPE ASSOCIATION PROTOCOLLO D INTESA INTERNATIONAL & ASSOCIAZIONE POLICE PENELOPE ASSOCIATION ITALIA Solidarietà fra i Popoli e le Polizie di tutto il mondo Chi dimentica cancella noi non dimentichiamo www.ipa-italia.ititalia.it

Dettagli