DIRER. Giovedì, 20/12/ :41

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIRER. Giovedì, 20/12/2012 09:41"

Transcript

1 DIRER Giovedì, 20/12/ :41

2

3 Indice dei documenti DIRER Direr Dirigenti alla romana: esterni e pilotabili Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina 23 1 Direv Dirigenza E-Governament E-Procurament Pubblica Amministrazione La Camera dà il via libera definitivo alle liste pulite Da 'La Stampa' del 20/12/ Pagina Spread ancora giù sfiorata la quota-monti Da 'La Stampa' del 20/12/ Pagina Derivati a Milano: condannate 4 banche Da 'Italia Oggi' del 20/12/ Pagina 47 9 Precari salvi fino al 31 luglio Da 'Il Messaggero' del 20/12/ Pagina 9 11 Derivati truffa, condannate 4 banche Da 'Il Messaggero' del 20/12/ Pagina Anti-corruzione, la legge rischia lo stop Da 'La Repubblica' del 20/12/ Pagina Derivati, sentenza storica a Milano condannate per truffa 4 banche estere Da 'La Repubblica' del 20/12/ Pagina Dal 1 gennaio il versamento in ritardo costerà caro Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina Importo dovuto La somma che avrebbe dovuto essere pagata entro il termine contrattuale o legale... Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina Il versamento in ritardo fa scattare gli interessi senza obbligo di preavviso Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina Derivati Milano, quattro banche condannate Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina Quelle fatture pagate due volte dal Lazio all' istituto religioso Da 'Corriere della Sera' del 20/12/ Pagina Biancamano bussa alle banche Da 'MF' del 20/12/ Pagina Derivati Milano, punite le banche Da 'MF' del 20/12/ Pagina 2 35

4 Normativa Comuni Nel centro storico mega-antenne ko Da 'Italia Oggi' del 20/12/ Pagina Derivati, 4 banche condannate per truffa a Milano Da 'La Stampa' del 20/12/ Pagina I sindaci sognano il parlamento Da 'Italia Oggi' del 20/12/ Pagina QUELLO CHE MANCA AL PROGRAMMA DI BERSANI Da 'La Repubblica' del 20/12/ Pagina Normativa Enti Locali Lavoro, gli stage tornano liberi Da 'Italia Oggi' del 20/12/ Pagina Derivati, 4 banche condannate per truffa a Milano Da 'La Stampa' del 20/12/ Pagina Gare senza by-pass Da 'Italia Oggi' del 20/12/ Pagina Professioni volano di sviluppo Da 'Italia Oggi' del 20/12/ Pagina Gare d' appalto obbligatorie per le consulenze Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina Tirocinio, esclusiva alle Regioni Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina Stop alle clausole contrattuali gravemente inique per i creditori Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina Il versamento in ritardo fa scattare gli interessi senza obbligo di preavviso Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina Normativa Province Sindacati Le tappe Da 'La Repubblica' del 20/12/ Pagina Rappresentanza Da 'Il Sole 24 Ore' del 20/12/ Pagina I sindacati: Scala non ci ascolta Pronti a fare un nuovo ricorso Da 'Corriere della Sera' del 20/12/ Pagina 8 71 I sindacati all' assessore: «Trenord, non siamo noi i colpevoli» Da 'Corriere della Sera' del 20/12/ Pagina Pensionati

5

6 . Gio 20/12/2012 Il Sole 24 Ore Pagina 23 Il Sole 24 Ore Giovedì 20 Dicembre N. 351 Commenti e inchieste 23 Regioburocrati/4 REGIONE LAZIO di Giuseppe Oddo tantialconfronto».robertaber- nardeschi è la segretaria del Direr, il sindacato dei dirigenti del- «LagiuntalombardaèfattadadiletlaRegioneLazio.CidàappuntamentoallaPisana, nella sede del Consiglio regionale, oltre il raccordo anulare. Dopo aver letto sul Sole-24 Ore che la giunta Formigoni ha avuto annullatounconcorsoperdirigentipernonaverepubblicato il bando sulla Gazzetta ufficiale è scoppiatainunrisoamaro:«perlomenoinlombardia i concorsi li fanno. Qui sono più furbi, non pubblicano nemmeno i bandi». E racconta la storia che coinvolse sette anni fa la Comunità montanagrondedeimontiausoni, il cui commissariostraordinario,ranierodefilippis,attualedirettoreregionaleperlepolitichesociali e la famiglia, invece di chiudere l ente ne ampliòl organicodi25unitàeindisseunconcorso per due dirigenti. I bandi, piuttosto che essere pubblicati,furonoaffissiall albopretorio. «Almeno così ci dissero», sostiene la Bernardeschi.«Nondivulgarononemmenolegraduatorie, non sappiamo se le hanno mai fatte». Per questavicenda,nelmarzodiquest anno,lacortedeicontihacondannatodefilippisarisarcireallaregioneundannoerarialedi750milaeuro.l uomoèperaltrorecidivo.nel2002,perfatti risalenti a quando lavorava alla Comunità montanadilenola(latina),patteggiòunacondannaa5mesidireclusionepernonaverepubblicizzatounbandoedaverfattovincereilconcorso al nipote e a parenti di amministratori. Non meno clandestino fu il concorso indetto dal Centro regionale di educazione e informazione ambientale (Creia) nel gennaio 2010, mentre lagiunta Marrazzo volgevaal termine: un infornatadi80persone.gliavvisinonfurono mai pubblicati. Si racconta che le graduatorie furonoappese nella sede del Creia alla Caffarella,dinotteperunquartod ora. «Per avere una classe dirigenziale compiacenteericattabilelegiunteassumonoconcriteri clientelari e adottano procedure anomale perl accessoallequalifiche»,commentalabernardeschi. Aggiunge: «Cacciano dirigenti di ruoloperprenderegentedall esternopiùossequiosaversochil hanominata».ilrisultatoèla precarizzazione del dirigente, che si trova a operareinuncontestoaforterischiodiillegalità.gliimbroglisonoatuttiilivelli.direcentela Guardiadifinanzahaaccertatoconsistentiammanchi nel fondo regionale dove dovrebbero confluirelequotedelleretribuzionideidirigenti percepite per incarichi aggiuntivi. Le quote non vengono versate, eppure il Gip ha chiesto sorprendentementel archiviazionedelprocedimento:ilcaratterediffusodelleresponsabilitànonconsentedi«apprezzareinambitopenalelecondottedenunciate». Iconcorsisiarenano.Quellodel2009per24 postidadirigenteèstatosoppressodopouninterventodeltarequellodel2010,peruntotale dialtri76posti,èstatobloccatoperché-secondoildirer-nonerastatacorrettamenteindicatala spesa per il personale della Regione. Ciòè provvidenziale per la casta politica, perché spianalastradaalleassunzionipilotateealrinnovo degli incarichi agli amici. L ex segretario generale del Consiglio, Nazzareno Cecinelli (254milaeurodistipendioannuosenzaunalaurea), sei giorni prima di andare in pensione, il 24 settembre 2012, mentre imperversava lo scandalodeifondiaigruppiconsiliari,hatrovato il modo di rinnovare il mandato a sei tra i suoi più stretti collaboratori (funzionari promossi senza concorso ad un incarico dirigenziale).cecinelliavrebbedovutolasciare laregioneil1 aprileperraggiuntilimitidietà.inveceha ottenuto un incarico di altri sei mesi senzaalcunaproceduradievidenzapubblicaesenzaalcunanotiziasulquantum.unavicendatorbida,su cui è in corso un indagine della Procurachecoinvolgel interoufficiodipresidenza. La giunta di Renata Polverini ha poi rasse- gnatoledimissioniil27settembreperl inchie- stachehaportatoall arrestodelcapogruppoe tesoriere del Pdl, Franco Fiorito, per indebita appropriazione di fondi elettorali. Ma il giorno prima di dimettersi ha fatto in tempo a rinnovarel incaricoasettedirettorigenerali:guido Magrini, Luca Fegatelli, Rosanna Bellotti, Roberto Ottaviani, Maria Chaira Coletti, ErsiliaMaffeoelostessoDeFilippis;eaconfermare il mandato ad altri due burocrati di provenienza esterna, il coordinatore dell avvocatura regionale, Giuliano Bologna, e il capo del personale, Raffaele Marra, dopo che il Tar ne aveva bocciato il rinnovo. Bologna proviene dall Ugl,ilsindacatodicuieraacapolaPolverini, mentre Marra è legato al sindaco di Roma, GianniAlemanno. Fegatelliinvece passerà allastoriaperaverefirmatoconmarral attodellapropriariconferma. Ancoraunasettimanafailsegretariogenerale vicario, Costantino Vespasiano, che per ora sostituisce Cecinelli, ha avviato la procedura per la ricerca di due nuovi dirigenti, mentre mancanounpaiodimesialleelezioni.l avviso èstato pubblicato online perpochi giorni e nei corridoi circolano già i nomi dei prescelti: un funzionariovicinoavespasianoeun altrocollegatoalladestradistorace. I radicali hanno denunciato il caso del dottor Camillo Riccioni, uno dei sostenitori della Polverini alle passate consultazioni, nominato commissariostraordinariodellaasl"romaa" mentre era direttore dell unità di angiologia dell ospedale "Nuovo Regina Margherita", che ricade sotto il controllo della stessa Asl. Spiega Rocco Berardo, consigliere della Lista Bonino-Pannella:«Avrebberodovutofarlodirettore generale, ma la funzione sarebbe stata incompatibile con quella ricoperta al "Regina Margherita". Così gli hanno rinnovato di tre mesi in tre mesi l incarico di commissario, finchélapolverininonèriuscitoasistemarlosenza concorso al San Giovanni, sotto un altra Asl». Caduta l incompatibilità, a quel punto hannopotutonominarlodirettoregenerale. All Agenzia regionale dei trapianti hanno cercato di piazzare come presidente un dentista, Gaetano Marcello, ex sindaco di Viticuso (Frosinone) legato alla Lista Polverini, e come Asettembre. PrimadellapensioneilsegretariodelConsiglio haottenutoaltriseimesidiincaricosenzaevidenzapubblica Dirigenti alla romana: esterni e pilotabili Nel 2009 e 2010 concorsi bloccati: si procede«a chiamata» e con promozioni senza bando AL FOTOFINISH Ilgiornoprimadellascadenza delmandatodirenatapolverini rinnovatol incaricoasette direttorigenerali: unohafirmato lasuastessariconferma vicepresidenti altri due raccomandati, Pietro Alimonti e Aldo D Avach. Il presidente del Consiglioregionaleuscente,MarioAbbruzzese, aveva già firmato il decreto nel febbraio 2012.Dall accessoagliattièemersocheicandidati idonei erano parecchi, ma che su quella triadec eraun intesabipartisan.ilfattosingolare è che sui curricula di questi tre signori non figuravano né timbro di consegna né numero di protocollo.risultato: le nomine sono state revocate.ancoraoggil Agenziaèsenzaunpresidente. Per di più sul curriculum di D Avach, exsegretariodellacgiltrasportidellazio,era annotata a penna la sigla "Pd". A spendersi per lui è stato Esterino Montino, il capogruppo uscentedeidemocratici,delqualeunautorevole esponente del Pd, Giovanna Melandri, ebbe a lamentarsi per l atteggiamento poco vigile cheavrebbeavutosul"pianocasa"dellapolveriniincambiodipostidisottogoverno. Il consociativismo è il cancro della Regione. Il coinvolgimento dell opposizione nella gestione del potere avviene a tutti i livelli, a cominciare dall ufficio di presidenza, dove i rappresentantidellamaggioranzasiedonoaccantoa quelli di Pd e Italia dei valori. E iburocrati vanno a nozze con il consociativismo. Fegatelli all inizio era agganciato ai Verdi, nell era Polverini s è avvicinato all Udc e ora ilsuosegretariodàunamanoalcomitatoelettorale di Nicola Zingaretti, candidato del Pd alle prossime elezioni. Guido Magrini, responsabile del dipartimento per la programmazione economica e sociale, è considerato l incarnazione del consociativismo. Inizialmente organico al Pci e poi ai Ds, è diventato dirigentedellaregioneametàanni90,èstato promosso direttore del bilancio dalla giunta Badaloniedhacontinuatoamantenerel incarico sia durante la presidenza Storace sia nel primo anno di presidenza Marrazzo. Quindi è andato a dirigere il dipartimento economico.èstatoluiagestireicontidell amministrazione in questo lungo arco temporale. Ed anchenegli anni della Polverini la sua stella non ètramontata.raccontaluiginieri,capogruppodi Selalla Pisana, che fuassessore al Bilancio con Marrazzo: «Trovammo 10 miliardi di debiti fuori bilancio, tra cui fatture da pagare ANSA Scaduta. Renata Polverini è stata Governatore del Lazio dal 30 marzo 2010 al 27 settembre per 3,7 miliardi delle quali non si conosceva l esistenza. Su queste fatture, che erano finite in mano a importanti operatori della Sanità, la Regione corrispondeva il 10% di interesse. Ne siamo usciti con un piano di rientro ed un prestito del ministero dell Economia che ci costatuttora una rataannua di 310 milioni». Siparla tantodi spoilssystem, ma le logiche consociative fanno sì che certe figure di vertice siano inamovibili a prescindere dalle maggioranze.finoalsettembrescorsoimassimidirigenti della Pisana erano ancora quelli nominati da Storace tra il 2000 e il Cecinelli, Vespasiano, Onoratino Orticello e Vincenzo Ialongo - e tutti provenienti dalla provincia di Latina, come l allora presidente del Consiglio regionale,claudiofazzone,rasdel Pdldi Fondi.AncheOrticelloèdiFondi,neèstatoilsindaco.Guadagnaoltre 180milaeuro l anno,è stato nominato senza concorso. E nella sua scheda di valutazione leggiamo che «non risulta in possessodellecapacitàdicontrollodellerisorse economiche e di adozione di soluzioni che permettano risparmi di tempo e di spesa». Ialongo è di Itri, è sulla stessa fascia di stipendio di Orticello, e gestisce il servizio tecnico strumentale:46milionispesidal2008aoggiperimbiancare e fare manutenzioni alla Pisana. E adesso che Storace si è ricandidato alla carica di governatore ritorna a galla la storia dei 480 funzionaridaluipromossidirigentisenzaconcorso e senza controllo sul titolo di studio. L operazione, annullata da Tar e Consiglio di Stato, fu sanata dalla Regione con una leggina dichiarata poi incostituzionale. Solo che nel frattempomoltidiqueidirigentiavevanoricevuto incentivi all esodo o erano andati in pensione.morale:l annullamentodellepromozioni ha avuto effetto solo su una ventina di loro, l inchiesta della Procura della Repubblica è finitanelnienteeapagareildannoerarialesono statisoloindueeperpochispiccioli:l assessore pro-tempore al personale Giulio Gargano per600milaeuroeilresponsabiledelprocedimentoperaltri100milaeuro.«èilconsociativismo a rendere possibili operazioni del genere», dice Ferdinando Bonessio, capo della segreteria del gruppo Verdi nonché presidente degli ambientalisti del Lazio. E conclude: «Nonsipossonoassumere480personesel opposizionenonvuole.quando sicreanolegami occulti per governare insieme i risultati sono questi». Quarta puntata di una serie Le precedenti puntate della serie Regioburocrati sono state pubblicate sul Sole 24 Ore del 4 dicembre (Lombardia e Puglia), dell 11 dicembre (Basilicata) e del 15 dicembre (Emilia). Guido Talarico Editore CERCHI UN AFFARE? NOI TI GUIDIAMO NEL MONDO DELLE ASTE Una guida unica per i professionisti del mercato immobiliare, della mediazione creditizia epertutticolorochecercanol'affareinunacquistooinunavenditaall'asta. Aste Infoappalti lo trovi anche nella versione per ipad L applicazioneèscaricabilegratuitamentenell AppStore asteinfoappalti.it Direr Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 1 di 72

7 Gio 20/12/2012 Il Sole 24 Ore Pagina 23 Regioburocrati/4 REGIONE LAZIO. Dirigenti alla romana: esterni e pilotabili Nel 2009 e 2010 concorsi bloccati: si procede «a chiamata» e con promozioni senza bando AL FOTOFINISH Il giorno prima della scadenza del mandato di Renata Polverini rinnovato l' incarico a sette direttori generali: uno ha firmato la sua stessa riconferma. Giuseppe Oddo «La giunta lombarda è fatta da dilettanti al confronto». Roberta Bernardeschi è la segretaria del Direr, il sindacato dei dirigenti della Regione Lazio. Ci dà appuntamento alla Pisana, nella sede del Consiglio regionale, oltre il raccordo anulare. Dopo aver letto sul Sole-24 Ore che la giunta Formigoni ha avuto annullato un concorso per dirigenti per non avere pubblicato il bando sulla Gazzetta ufficiale è scoppiata in un riso amaro: «Per lo meno in Lombardia i concorsi li fanno. Qui sono più furbi, non pubblicano nemmeno i bandi». E racconta la storia che coinvolse sette anni fa la Comunità montana Gronde dei monti Ausoni, il cui commissario straordinario, Raniero De Filippis, attuale direttore regionale per le politiche sociali e la famiglia, invece di chiudere l' ente ne ampliò l' organico di 25 unità e indisse un concorso per due dirigenti. I bandi, piuttosto che essere pubblicati, furono affissi all' albo pretorio. «Almeno così ci dissero», sostiene la Bernardeschi. «Non divulgarono nemmeno le graduatorie, non sappiamo se le hanno mai fatte». Per questa vicenda, nel marzo di quest' anno, la Corte dei conti ha condannato De Filippis a risarcire alla Regione un danno erariale di 750mila euro. L' uomo è peraltro recidivo. Nel 2002, per fatti risalenti a quando lavorava alla Comunità montana di Lenola (Latina), patteggiò una condanna a 5 mesi di reclusione per non avere pubblicizzato un bando ed aver fatto vincere il concorso al nipote e a parenti di amministratori. Non meno clandestino fu il concorso indetto dal Centro regionale di educazione e informazione ambientale (Creia) nel gennaio 2010, mentre la giunta Marrazzo volgeva al termine: un' infornata di 80 persone. Gli avvisi non furono mai pubblicati. Si racconta che le graduatorie furono appese nella sede del Creia alla Caffarella, di notte per un quarto d' ora. «Per avere una classe dirigenziale compiacente e ricattabile le giunte assumono con criteri clientelari e adottano procedure anomale per l' accesso alle qualifiche», commenta la Bernardeschi. Aggiunge: «Cacciano dirigenti di ruolo per prendere gente dall' esterno più ossequiosa verso chi l' ha nominata». Il risultato è la precarizzazione del dirigente, che si trova a operare in un contesto a forte rischio di illegalità. Gli imbrogli sono a tutti i livelli. Di recente la Guardia di finanza ha accertato consistenti ammanchi nel fondo regionale dove dovrebbero confluire le quote delle retribuzioni dei dirigenti percepite per incarichi aggiuntivi. Le quote non vengono versate, eppure il Gip ha chiesto sorprendentemente l' archiviazione del procedimento: il carattere diffuso delle responsabilità non consente di «apprezzare in ambito penale le condotte denunciate». I concorsi si arenano. Quello del 2009 per 24 posti da dirigente è stato soppresso dopo un intervento del Tar e quello del 2010, per un totale di altri 76 posti, è stato bloccato perché - secondo il Direr - non era stata correttamente indicata la spesa per il personale della Regione. Ciò è provvidenziale per la casta politica, perché spiana la strada alle assunzioni pilotate e al rinnovo degli incarichi agli amici. L' ex segretario generale del Consiglio, Nazzareno Cecinelli (254mila euro di stipendio annuo senza una laurea), sei giorni prima di andare in pensione, il 24 settembre 2012, mentre imperversava lo scandalo dei fondi ai gruppi consiliari, ha trovato il modo di rinnovare il mandato a sei tra i suoi più stretti collaboratori (funzionari promossi senza concorso ad un incarico dirigenziale). Cecinelli avrebbe dovuto lasciare la Regione il 1 aprile per raggiunti limiti di età. Invece ha ottenuto un incarico di altri sei mesi senza alcuna procedura di evidenza pubblica e senza alcuna notizia sul quantum. Una vicenda torbida, su cui è in corso un' indagine della Procura che coinvolge l' intero ufficio di presidenza. La giunta di Renata Polverini ha poi rassegnato le dimissioni il 27 settembre per l' inchiesta che ha portato all' arresto del capogruppo e tesoriere del Pdl, Franco Fiorito, per indebita appropriazione di fondi elettorali. Ma il giorno prima di dimettersi ha fatto in tempo a rinnovare l' incarico a sette direttori generali: Guido Magrini, Luca Fegatelli, Rosanna Bellotti, Roberto Ottaviani, Maria Chaira Coletti, Ersilia Maffeo e lo stesso De Filippis; e a confermare il mandato ad altri due burocrati di provenienza esterna, il coordinatore dell' avvocatura regionale, Giuliano Bologna, e il capo del personale, Raffaele Marra, dopo che il Tar ne aveva bocciato il rinnovo. Bologna proviene dall' Ugl, il sindacato di cui Direr Pagina 2 di 72

8 Gio 20/12/2012 Il Sole 24 Ore Pagina 23 era a capo la Polverini, mentre Marra è legato al sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Fegatelli invece passerà alla storia per avere firmato con Marra l' atto della propria riconferma. Ancora una settimana fa il segretario generale vicario, Costantino Vespasiano, che per ora sostituisce Cecinelli, ha avviato la procedura per la ricerca di due nuovi dirigenti, mentre mancano un paio di mesi alle elezioni. L' avviso è stato pubblicato online per pochi giorni e nei corridoi circolano già i nomi dei prescelti: un funzionario vicino a Vespasiano e un altro collegato alla Destra di Storace. I radicali hanno denunciato il caso del dottor Camillo Riccioni, uno dei sostenitori della Polverini alle passate consultazioni, nominato commissario straordinario della Asl "Roma A" mentre era direttore dell' unità di angiologia dell' ospedale "Nuovo Regina Margherita", che ricade sotto il controllo della stessa Asl. Spiega Rocco Berardo, consigliere della Lista Bonino-Pannella: «Avrebbero dovuto farlo direttore generale, ma la funzione sarebbe stata incompatibile con quella ricoperta al "Regina Margherita". Così gli hanno rinnovato di tre mesi in tre mesi l' incarico di commissario, finché la Polverini non è riuscito a sistemarlo senza concorso al San Giovanni, sotto un' altra Asl». Caduta l' incompatibilità, a quel punto hanno potuto nominarlo direttore generale. All' Agenzia regionale dei trapianti hanno cercato di piazzare come presidente un dentista, Gaetano Marcello, ex sindaco di Viticuso (Frosinone) legato alla Lista Polverini, e come vicepresidenti altri due raccomandati, Pietro Alimonti e Aldo D' Avach. Il presidente del Consiglio regionale uscente, Mario Abbruzzese, aveva già firmato il decreto nel febbraio Dall' accesso agli atti è emerso che i candidati idonei erano parecchi, ma che su quella triade c' era un' intesa bipartisan. Il fatto singolare è che sui curricula di questi tre signori non figuravano né timbro di consegna né numero di protocollo. Risultato: le nomine sono state revocate. Ancora oggi l' Agenzia è senza un presidente. Per di più sul curriculum di D' Avach, ex segretario della Cgil Trasporti del Lazio, era annotata a penna la sigla "Pd". A spendersi per lui è stato Esterino Montino, il capogruppo uscente dei democratici, del quale un autorevole esponente del Pd, Giovanna Melandri, ebbe a lamentarsi per l' atteggiamento poco vigile che avrebbe avuto sul "piano casa" della Polverini in cambio di posti di sottogoverno. Il consociativismo è il cancro della Regione. Il coinvolgimento dell' opposizione nella gestione del potere avviene a tutti i livelli, a cominciare dall' ufficio di presidenza, dove i rappresentanti della maggioranza siedono accanto a quelli di Pd e Italia dei valori. E i burocrati vanno a nozze con il consociativismo. Fegatelli all' inizio era agganciato ai Verdi, nell' era Polverini s' è avvicinato all' Udc e ora il suo segretario dà una mano al comitato elettorale di Nicola Zingaretti, candidato del Pd alle prossime elezioni. Guido Magrini, responsabile del dipartimento per la programmazione economica e sociale, è considerato l' incarnazione del consociativismo. Inizialmente organico al Pci e poi ai Ds, è diventato dirigente della Regione a metà anni 90, è stato promosso direttore del bilancio dalla giunta Badaloni ed ha continuato a mantenere l' incarico sia durante la presidenza Storace sia nel primo anno di presidenza Marrazzo. Quindi è andato a dirigere il dipartimento economico. È stato lui a gestire i conti dell' amministrazione in questo lungo arco temporale. Ed anche negli anni della Polverini la sua stella non è tramontata. Racconta Luigi Nieri, capogruppo di Sel alla Pisana, che fu assessore al Bilancio con Marrazzo: «Trovammo 10 miliardi di debiti fuori bilancio, tra cui fatture da pagare per 3,7 miliardi delle quali non si conosceva l' esistenza. Su queste fatture, che erano finite in mano a importanti operatori della Sanità, la Regione corrispondeva il 10% di interesse. Ne siamo usciti con un piano di rientro ed un prestito del ministero dell' Economia che ci costa tuttora una rata annua di 310 milioni». Si parla tanto di spoils system, ma le logiche consociative fanno sì che certe figure di vertice siano inamovibili a prescindere dalle maggioranze. Fino al settembre scorso i massimi dirigenti della Pisana erano ancora quelli nominati da Storace tra il 2000 e il Cecinelli, Vespasiano, Onoratino Orticello e Vincenzo Ialongo - e tutti provenienti dalla provincia di Latina, come l' allora presidente del Consiglio regionale, Claudio Fazzone, ras del Pdl di Fondi. Anche Orticello è di Fondi, ne è stato il sindaco. Guadagna oltre 180mila euro l' anno, è stato nominato senza concorso. E nella sua scheda di valutazione leggiamo che «non risulta in possesso delle capacità di controllo delle risorse economiche e di adozione di soluzioni che permettano risparmi di tempo e di spesa». Ialongo è di Itri, è sulla stessa fascia di stipendio di Orticello, e gestisce il servizio tecnico strumentale: 46 milioni spesi dal 2008 a oggi per imbiancare e fare manutenzioni alla Pisana. E adesso che Storace si è ricandidato alla carica di governatore ritorna a galla la storia dei 480 funzionari da lui promossi dirigenti senza concorso e senza controllo sul titolo di studio. L' operazione, annullata da Tar e Consiglio di Stato, fu sanata dalla Regione con una leggina dichiarata poi incostituzionale. Solo che nel frattempo molti di quei dirigenti avevano ricevuto incentivi all' esodo o erano andati in pensione. Morale: l' annullamento delle promozioni ha avuto effetto solo su una ventina di loro, l' inchiesta della Procura della Repubblica è finita nel niente e a Direr Pagina 3 di 72

9 Gio 20/12/2012 Il Sole 24 Ore Pagina 23 pagare il danno erariale sono stati solo in due e per pochi spiccioli: l' assessore pro-tempore al personale Giulio Gargano per 600mila euro e il responsabile del procedimento per altri 100mila euro. «È il consociativismo a rendere possibili operazioni del genere», dice Ferdinando Bonessio, capo della segreteria del gruppo Verdi nonché presidente degli ambientalisti del Lazio. E conclude: «Non si possono assumere 480 persone se l' opposizione non vuole. Quando si creano legami occulti per governare insieme i risultati sono questi». RIPRODUZIONE RISERVATA Quarta puntata di una serie Le precedenti puntate della serie Regioburocrati sono state pubblicate sul Sole 24 Ore del 4 dicembre (Lombardia e Puglia), dell' 11 dicembre (Basilicata) e del 15 dicembre (Emilia). Direr Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 4 di 72

10 . Gio 20/12/2012 La Stampa Pagina Primo Piano.LA STAMPA GIOVEDÌ 20 DICEMBRE 2012 U VERSO IL 2013 LETAPPEELEREGOLE Napolitano stoppa l assalto del Cavaliere Accolta la proposta del Viminale: si andrà alle urne il 24 febbraio UGO MAGRI ROMA Immaginiamo che caos si sarebbe creato, quale groviglio istituzionale e che brutta immagine avremmo dato nel mondo,seiltentativodifissare una data delle elezioni fosse affogato nell ostruzionismo parlamentare di centrodestra... Non è accaduto, macisiamoandatibenpiù vicinodiquantosipensi.la data del 24 febbraio, proposta dal ministro dell Interno anapolitano,èl esitodiun braccio di ferro molto serrato,dicuisicoglietraccianella puntigliosa nota diramata dalquirinalepropriomentre lapressionedelpdlsifaceva più minacciosa. Che cosa ha fattosapere,ilcolle,ieria metà mattina? Che«le ipotesididataperloscioglimento delle Camere, all esame del Presidente della Repubblica, ilqualenehalaprerogativa esclusiva sentiti i presidenti delle due assemblee, non sonodettatedaalcunafrettolosità o forzatura». Guarda caso, di forzature aveva parlato polemicamente la sera prima Berlusconi, ospitatodavespa.nonvene sonoenonvenesaranno,replicaconunfilodihumorla LetteradelQuirinale aipresidentidicamera esenatoperaccelerare gliultimivoti nota quirinalizia, in quanto «come è noto, il Presidente Napolitano ha ripetutamente auspicato che le elezioni si svolgano alla scadenza naturale,entrolaprimametàdi aprile. Altrettantonotisonoi fattipoliticichehannovanificato questa possibilità». Come dire: caro Berlusconi, se proprio volevi che le elezioni sitenesseropiùinlà,dalmomentochetiservealtrotempo per martellare l Italia tramite le tivù, in quel caso avresti potuto evitare di precipitarelecoseritirandol appoggio al governo e spingendo Monti alle dimissioni. Bastava, carosilvio, chetustessi fermo... Chiaro che Napolitanomaidarebbedeltuall ex-premier, mailsensodella nota sembra esattamente questo. IlCapodelloStatosegnala che«corrisponde alla prassi costante la fissazione della datainunmomentointermediotrailminimodi45giorni previstodallaleggeeilmassimodi70fissatoincostituzione». Ricorda inoltre come sia «egualmente interesse delpaesechecisiattengaa taleprassienonsiprolunghi eccessivamentelacampagna elettorale, affinché possa ristabilirsi al più presto la piena funzionalità delle assemblee parlamentari e del governoinunafasesemprecriticaedensadiincogniteper l Italia». Insomma, Napolitano faintendereche, purconlamigliore buona volontà, il Cavaliere non può essere accontentatonellasuarichiestadivotareil3marzo,omagariaddiritturail10:sarebbeundanno perilpaese. Dallostudiopresidenziale partono telefonate, destinatari anzitutto Fini e Schifani. Viene deciso di mettereincampotuttelearmiregolamentari atte a stroncare la tattica dilatoria del Pdl sulla legge di stabilità e sul decreto «taglia-firme»,senzacuinonsi potrebbe andare alle urne. Il Èuncompromesso frail17febbraiovoluto daidemocratici eilrinvioamarzo presidente della Camera aderisceconslancio, quellodelsenato(così sembra) con minor entusiasmo, però si fa pure lui parte diligente. Qualcosa dietro le quinte si agita, i toni si abbassano, finchénelpomeriggiovienesiglataunasortaditreguaistituzionale:traladatapreferitada Bersani, che da Bruxelles insisteperil17febbraio,eledue settimane in più chieste da Berlusconi,sioptaperuncompromesso, il 24 febbraio appunto.unadatacheilcolle,in verità, nonavevamaiscartato. The New Retro/Blu Collection L incontro fra il presidente Napolitano e il ministro Cancellieri AR 1651 info-line Incandidabilità LaCamera dàilvialibera definitivo allelistepulite ROMA Liste pulite alle prossime elezioni. Anche la Camera, dopo ilsenato,hadatol okunanime al parere sul provvedimento per le incandidabilità eincompatibilitàchesaràdomaniinconsigliodeiministri perilvialiberadefinitivo.«lo volevamo fortemente tuttiha detto il ministro dell InternoAnnaMariaCancellieri dopol approvazionedelprovvedimento da parte delle commissioni Affari CostituzionalieGiustiziadiMontecitorio-malovolevaevidentementeancheilParamentovistiitempirapidiconcuièstato approvato». Soddisfazione dapartedelpdchehasottolineato, con la capogruppo in commissione e relatrice del decreto, Donatella Ferranti, chesitrattadiun«provvedimento importante». Aquestopuntoipartitidovranno tenerne conto nella composizione della liste elettorali.«auspico- sottolinea la presidente della commissione Giustizia di MontecitorioGiuliaBongiorno-chei partiti si dimostrino ancora più rigorosi della legge approvata, prevedendo regole e limiti ben più stringenti sulle candidature». Iltestodi18articolimette nerosubiancoicriteriper cui scatta l incandidabilità: chi ha riportato condanne definitiveapiùdidueanni per delitti di allarme sociale (ad esempio mafia e terrorismo) e contro la Pubblica amministrazione (corruzione, concussione, peculato), nonchéchièstatocondannatoapiùdidueanniperdelitti noncolposiperiqualisia prevista una pena non inferiore,nelmassimo,a4anni (sivadallostalkingalvotodi scambio, dall aggiotaggio ai reatifiscali). [R.I.] Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 5 di 72

11 Gio 20/12/2012 La Stampa Pagina 4-5 Incandidabilità. La Camera dà il via libera definitivo alle liste pulite Liste pulite alle prossime elezioni. Anche la Camera, dopo il Senato, ha dato l' ok unanime al parere sul provvedimento per le incandidabilità e incompatibilità che sarà domani in Consiglio dei ministri per il via libera definitivo. «Lo volevamo fortemente tutti ha detto il ministro dell' Interno Anna Maria Cancellieri dopo l' approvazione del provvedimento da parte delle commissioni Affari Costituzionali e Giustizia di Montecitorio - ma lo voleva evidentemente anche il Paramento visti i tempi rapidi con cui è stato approvato». Soddisfazione da parte del Pd che ha sottolineato, con la capogruppo in commissione e relatrice del decreto, Donatella Ferranti, che si tratta di un «provvedimento importante». A questo punto i partiti dovranno tenerne conto nella composizione della liste elettorali. «Auspico - sottolinea la presidente della commissione Giustizia di Montecitorio Giulia Bongiorno - che i partiti si dimostrino ancora più rigorosi della legge approvata, prevedendo regole e limiti ben più stringenti sulle candidature». Il testo di 18 articoli mette nero su bianco i criteri per cui scatta l' incandidabilità: chi ha riportato condanne definitive a più di due anni per delitti di allarme sociale (ad esempio mafia e terrorismo) e contro la Pubblica amministrazione (corruzione, concussione, peculato), nonché chi è stato condannato a più di due anni per delitti non colposi per i quali sia prevista una pena non inferiore, nel massimo, a 4 anni (si va dallo stalking al voto di scambio, dall' aggiotaggio ai reati fiscali). Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 6 di 72

12 . Gio 20/12/2012 La Stampa Pagina Primo Piano.LA STAMPA GIOVEDÌ 20 DICEMBRE 2012 CONTI PUBBLICI LE MISURE DEL GOVERNO Spread ancora giù sfiorata la quota-monti Via libera in Commissione alla legge di Stabilità, oggi fiducia in aula ROSARIA TALARICO ROMA U Nonostante le fibrillazioni, i rinvii e il tentativo (in parte riuscito) di assaltare l ultima diligenza della legislatura (la legge di Stabilità) ieri lo spread Btp-Bund è tornato sotto i 300 punti, sfiorando i 287 punti base, l obiettivo indicato dal premier Mario Monti qualche giorno fa. Il rendimento dei Btp a dieci anni è al 4,39%, ai minimi da fine novembre 2010, ben lontano dal 7% di meno di un anno fa. Nel testo licenziato dalla Commissione del Senato (ora passa all aula per il via libera definitivo, il governo ha già chiesto la fiducia) le novità sono molte: slitta al 2014 l obbligo per le Regioni di non applicare ai redditi bassi la maggiorazione oltre i 0,5 punti percentuali dell addizione Irpef. Un po di ossigeno per gli enti locali: via libera all allentamento del patto di stabilità per comuni e province che avranno maggiori risorse per 1,4 miliardi e (quest ultima vale solo per i Comuni) 400 milioni di minori tagli. Stop alla tassazione della reversibilità delle pensioni di guerra, mentre i fondi per le assunzioni nella sicurezza aumentano fino a 70 milioni. Gioisce Finmeccanica per il rifinanziamento di 8 miliardi ai programmi aerospaziali. Il ministro dell Istruzione Profumo avrebbe voluto di più, ma sono stati comunque stanziati 100 milioni per il fondo università e 52 milioni per i policlinici universitari non statali (12,5 milioni per il Bambin Gesù di Roma e 5 milioni alla Fondazione Gaslini). Televisioni e radio locali avranno 55 milioni di euro, mentre viene prorogato di un anno il divieto di incrocio azionario tra stampa e televisione. Gli interventi a favore dei cittadini sono diversi, specie per chi vive situazioni di disagio. Lo stop all esecuzione degli sfratti è prorogato di 6 mesi. Prorogati anche i contratti dei precari della pubblica amministrazione fino al 31 luglio e via libera alla riserva del 40% a loro favore nei concorsi pubblici. I fondi per ammortizzatori in deroga salgono da 800 milioni a 1,5 miliardi, più 200 potenziali. Prevista la cosiddetta busta paga pesante e aiuti per le aziende colpite dal terremoto in Emilia. I mini debiti (sotto 2000 euro) DifferenzialeBtp-Bunda 290punti,obiettivo287 Neldlmoltemicrospese duemilioniperleterme più vecchi con l erario vengono rottamati. Per i malati di Sla e le non autosufficienze sono disponibili 115 milioni in più. Slitta ad aprile la nuova Tares, la tassa sui rifiuti e servizi. Salta sia l obbligo dell Abs che quello dei pneumatici per la neve previsti nel decreto Sviluppo. Sul fronte delle infrastrutture, il governo stanzia 2,1 miliardi per completare i lavori dell alta velocità Torino-Lione. Confermato il blocco al riordino delle province, c è il dietrofront anche sul fondo per il taglio delle tasse: non sarà alimentato dai risparmi di spese per interessi sui titoli pubblici. Il gettito Imu derivante dalle fabbriche resterà nelle casse dell erario. Slitta al primo marzo 2013 il termine entro il quale Monte dei Paschi potrà emettere le obbligazioni da vendere al Tesoro, i cosiddetti Monti-Bond. L imposta massima su derivati passa da 100 a 200 euro per operazioni con sottostante oltre un milione, ma sarà esentata la finanza etica. Anche il sobrio governo Monti non sfugge alla regola dell infornata di micro provvedimenti chiesti dai partiti. E così sono spuntati 2 milioni da destinare all integrazione delle terme nel sistema sanitario nazionale, un milione servirà a festeggiare i 70 anni della Resistenza. La stessa cifra che servirà ad assicurare degna celebrazione al secondo centenario della nascita di Giuseppe Verdi L andamento dello spread Fonte: Elaborazione fondazione HUME su dati Bloomberg ,25 miliardi Sono le risorse previste per la Tav Torino-Lione, circa 150 milioni di euro all anno dal 2015 al milioni È di quanto è stato aumentato il fondo per la Sla, ma erano stati chiesti 200 milioni 100 milioni È stato rimpinguato il fondo per le Università Atenei in rivolta perché avevano chiesto 400 milioni Centimetri LA STAMPA 296 IERI LE NUOVE REGOLE Imu alla Chiesa l Uedicesì esanailpassato È finalmente arrivata l attesa benedizione della Commissione Ue alla nuova Imu, con in più il perdono delle illegalità contenute nella vecchia Ici e l assoluzione dal recupero degli aiuti - caso unico nella storia di Bruxelles - di cui hanno beneficiato la Chiesa e gli enti no profit dal 2006 al E se dal Pdl parte un grido d allarme sugli «scenari pericolosi» che apre la decisione dell Ue, dall altra il cardinal Bagnasco parla di «atto di giustizia». Intanto si rinfocola la polemica in vista delle elezioni: aboliremo l Imu, calvalca Berlusconi. Demagogia, lo liquida Bersani durante il tour europeo a Bruxelles dove ha assicurato il rispetto degli impegni presi con l Ue. L il caso ROBERTO GIOVANNINI ROMA o Stato, alla ricerca disperata e continua di soldi da gettare nella fornace del deficit, è sempre più biscazziere. Ma stavolta forse si esagera: tra qualche mese l Erario forse potrà incassare persino una fetta del danaro che verrà dissipato in circa mille sale di «live poker», dove si giocherà dal vivo, insieme ad altre persone, a Poker, Texas Holdem, e quant altro. Non è una notizia di ieri, anche se ieri si è fatto un gran parlare di full, scale e doppie coppie, con la polemica lanciata da Avvenire e l approvazione di un subemendamento alla legge di stabilità che accelera i tempi perché gli italiani si possano «divertire» giocando i loro soldi a poker. In realtà la decisione fu presa nel luglio 2011 dal governo Berlusconi, in una delle manovre di Giulio Tremonti. Quello che è successo ieri è che la potente lobby del gioco d azzardo, attraverso i suoi emissari in Parlamento, ha rinviato di sei mesi l entrata in vigore delle norme del ministro Balduzzi per limitare le ludopatie. Secondo, al contrario ha respinto - con il paradossale aiuto della Ragioneria dello Stato - il rinvio di sei mesi della gara per l apertura delle sale di «poker live». Lotto giochi e lotterie per molti sono la «tassa sugli stupidi», secondo una definizione attribuita al Conte di Cavour o a Luigi Einaudi. Vero è che nel Numeri chiave 80 miliardi La spesa degli italiani per il gioco d azzardo nel corso del 2011: 1300 euro a testa, inclusi i bambini 1000 circoli live Secondo le stime dell Agicos è il numero di sale per giocare a poker, che potrebbero essere aperte 50 mila Sono i nuovi posti di lavoro, secondo le stime dell Agicos, che potrebbero essere creati con le sale da poker 2011 gli italiani hanno speso la bellezza di 80 miliardi di euro nei giochi. Sono euro a testa, bambini compresi: una non piccola somma. Di questi 80 miliardi, quasi 14 sono finiti nelle casse dell Erario. Ossigeno puro per lo Stato, se si pensa che l Imu ha reso 24 miliardi. E un bel business anche per chi gestisce giochi e affini, visto che i Saledapokeralvia Agennaiolegare per aprire i tavoli verdi Eslittanodi6mesilenormeperpreveniregliabusi concessionari si sono messi in tasca 9 miliardi. Tanti soldi, tanto potere, tanta forza in Parlamento. «Vergogna», tuonava un editoriale di Avvenire, dopo aver scoperto che le (timide) misure per limitare gli effetti del gioco d azzardo patologico volute dai ministri Balduzzi e Riccardi nottetempo erano stati rinviati di sei L AGENZIA DEI MONOPOLI Hachiaritocheprima dell aperturabisogna scrivereunregolamento IL PRIMO SÌ NEL 2011 Ilsettoreèstatoliberalizzato conunamanovra delgovernoberlusconi mesi con un emendamento nella legge di stabilità. Contemporaneamente, a simboleggiare la forza delle lobbies dei giochi, un emendamento di senso opposto presentato dai relatori alla legge di stabilità (il Pd Legnini e il Pdl Tancredi) veniva bocciato. Prevedeva lo slittamento da gennaio a giugno 2013 della presentazione della gara per l apertura da parte dei concessionari interessati delle sale di poker «live», che saranno circa un migliaio. Una proposta cassata dalla Ragioneria dello Stato, secondo cui il rinvio di sei mesi non aveva copertura finanziaria, e avrebbe fatto diminuire le entrate fiscali a vantaggio dello Stato legate al gioco del poker. Cassato l emendamento di rinvio, è passato un subemendamento che ripristina la scadenza per la presentazione dei bandi per il poker live al prossimo gennaio. Lo ha presentato il pidiellino Pichetto Fratin. Protesta il ministro Balduzzi, protesta il suo collega Andrea Riccardi. Replicano a muso duro da Confindustria Sistema Gioco Italia, l associazione delle imprese del settore, che negano di essere lobbies irresponsabili e affermano di voler accelerare comunque le misure di informazione per la clientela. Saranno cartelli e messaggi sulla probabilità di vincita e sui rischi del gioco. In ogni caso, ci vorranno mesi prima che gli appassionati (o i malati) possano schierarsi intorno ai tavoli verdi a suon di colore e poker d assi. E c è un incognita che potrebbe far saltare il banco. A gennaio verrà aperta la gara per le nuove sale, ma come chiarisce l Agenzia delle Dogane e dei Monopoli prima servirà il varo di un regolamento. E soprattutto, «è in corso una riflessione - si legge in una nota - sulla opportunità di introdurre questa tipologia di gioco che, per la prima volta, vedrebbe fisicamente interagire i giocatori, creando problematiche per i controlli sulla regolarità del gioco e per la prevenzione di eventuali fenomeni di riciclaggio». Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 7 di 72

13 Gio 20/12/2012 La Stampa Pagina 6-7 CONTI PUBBLICI LE MISURE DEL GOVERNO. Spread ancora giù sfiorata la quota-monti Via libera in Commissione alla legge di Stabilità, oggi fiducia in aula. Nonostante le fibrillazioni, i rinvii e il tentativo (in parte riuscito) di assaltare l' ultima diligenza della legislatura (la legge di Stabilità) ieri lo spread Btp-Bund è tornato sotto i 300 punti, sfiorando i 287 punti base, l' obiettivo indicato dal premier Mario Monti qualche giorno fa. Il rendimento dei Btp a dieci anni è al 4,39%, ai minimi da fine novembre 2010, ben lontano dal 7% di meno di un anno fa. Nel testo licenziato dalla Commissione del Senato (ora passa all' aula per il via libera definitivo, il governo ha già chiesto la fiducia) le novità sono molte: slitta al 2014 l' obbligo per le Regioni di non applicare ai redditi bassi la maggiorazione oltre i 0,5 punti percentuali dell' addizione Irpef. Un po' di ossigeno per gli enti locali: via libera all' allentamento del patto di stabilità per comuni e province che avranno maggiori risorse per 1,4 miliardi e (quest' ultima vale solo per i Comuni) 400 milioni di minori tagli. Stop alla tassazione della reversibilità delle pensioni di guerra, mentre i fondi per le assunzioni nella sicurezza aumentano fino a 70 milioni. Gioisce Finmeccanica per il rifinanziamento di 8 miliardi ai programmi aerospaziali. Il ministro dell' Istruzione Profumo avrebbe voluto di più, ma sono stati comunque stanziati 100 milioni per il fondo università e 52 milioni per i policlinici universitari non statali (12,5 milioni per il Bambin Gesù di Roma e 5 milioni alla Fondazione Gaslini). Televisioni e radio locali avranno 55 milioni di euro, mentre viene prorogato di un anno il divieto di incrocio azionario tra stampa e televisione. Gli interventi a favore dei cittadini sono diversi, specie per chi vive situazioni di disagio. Lo stop all' esecuzione degli sfratti è prorogato di 6 mesi. Prorogati anche i contratti dei precari della pubblica amministrazione fino al 31 luglio e via libera alla riserva del 40% a loro favore nei concorsi pubblici. I fondi per ammortizzatori in deroga salgono da 800 milioni a 1,5 miliardi, più 200 potenziali. Prevista la cosiddetta busta paga pesante e aiuti per le aziende colpite dal terremoto in Emilia. I mini debiti (sotto 2000 euro) più vecchi con l' erario vengono rottamati. Per i malati di Sla e le non autosufficienze sono disponibili 115 milioni in più. Slitta ad aprile la nuova Tares, la tassa sui rifiuti e servizi. Salta sia l' obbligo dell' Abs che quello dei pneumatici per la neve previsti nel decreto Sviluppo. Sul fronte delle infrastrutture, il governo stanzia 2,1 miliardi per completare i lavori dell' alta velocità Torino-Lione. Confermato il blocco al riordino delle province, c' è il dietrofront anche sul fondo per il taglio delle tasse: non sarà alimentato dai risparmi di spese per interessi sui titoli pubblici. Il gettito Imu derivante dalle fabbriche resterà nelle casse dell' erario. Slitta al primo marzo 2013 il termine entro il quale Monte dei Paschi potrà emettere le obbligazioni da vendere al Tesoro, i cosiddetti Monti-Bond. L' imposta massima su derivati passa da 100 a 200 euro per operazioni con sottostante oltre un milione, ma sarà esentata la finanza etica. Anche il "sobrio" governo Monti non sfugge alla regola dell' infornata di micro provvedimenti chiesti dai partiti. E così sono spuntati 2 milioni da destinare all' integrazione delle terme nel sistema sanitario nazionale, un milione servirà a festeggiare i 70 anni della Resistenza. La stessa cifra che servirà ad assicurare degna celebrazione al secondo centenario della nascita di Giuseppe Verdi. Differenziale Btp-Bund a 290 punti, obiettivo 287 Nel dl molte microspese due milioni per le terme 2,25 miliardi Sono le risorse previste per la Tav Torino- Lione, circa 150 milioni di euro all' anno dal 2015 al milioni È di quanto è stato aumentato il fondo per la Sla, ma erano stati chiesti 200 milioni 100 milioni È stato rimpinguato il fondo per le Università Atenei in rivolta perché avevano chiesto 400 milioni. Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 8 di 72

14 . Gio 20/12/2012 Italia Oggi Pagina 47 MERCATI E FINANZA È stata rinviata al 2013 ogni decisione anche sulla vendita di Avio Ansaldo e. avanti piano Al cda solo un informativa sulla cessione olo un informativa sull avanzamento delle trattative sui Svari dossier sul tavolo ai consiglieri. Finmeccanica, ieri non ha voluto scoprire le carte. L amministratore delegato, Giuseppe Orsi, ha incentrato il suo discorso sui dossier di Avio e di Ansaldo energia. Nessuna decisione sarebbe stata ancora presa, perché, secondo alcune fonti, il cda si riserva di approvare i dossier solo nel Sarebbero tre le offerte ricevute per Ansaldo energia, tra cui quella della cordata di investitori italiani capeggiati dalla Cdp, quella di Siemens e quella di Doosan. Inoltre ieri era atteso l annuncio, per altro non arrivato, da parte del fondo Cinven della vendita della sua quota di Avio a General eletric, mentre la parte detenuta da Finmeccanica (14%) dovrebbe passare nelle mani della Cdp. «L ipotesi più probabile, secondo noi, è la vendita del 27% di Ansaldo energia agli investitori italiani e la cessione della quota di Avio. In totale, la società dovrebbe incassare mln di euro, livello che è più basso del target fissato per le cessioni a 1 mld euro», hanno commentato gli analisti di Mediobanca. Anche gli analisti di Banca Akros non si aspettavano, alla vigilia, che il cda prendesse decisioni riguardo Ansaldo energia, visto che martedì il presidente e a.d. del gruppo, Giuseppe Orsi, aveva detto Ue: soldi a Sea handling aiuti di stato Sea, interesse per quota Asam P er il 14,56% di Sea che Asam (provincia di Milano) ha messo all asta al prezzo di 4,4 euro ad azione, il cui bando scadrà il 27 dicembre, sono già pervenute manifestazioni d interesse e «speriamo che le offerte possano essere manifestate». Lo ha detto l amministratore delegato di Asam, Carmen Zizza, durante un incontro con la stampa, precisando le motivazioni che hanno spinto all asta la holding della provincia di Milano sono quelle di «poter rispondere all indicazione della spending review di dismettere le partecipazioni; il mercato non dà segni di miglioramento; la provincia di Milano ha necessità» di trovare risorse «per rispettare il patto». «Certamente», ha proseguito Zizza, «non possiamo pensare di svalutare il pacchetto e compromettere la situazione patrimoniale di Asam». Intanto, la Commissione europea ha stabilito che l aiuto di stato per 360 milioni di euro concesso tra il 2002 e il 2010 da Sea alla controllata Sea handling è «incompatibile» con le norme Ue in materia di aiuti di stato. La Commissione ha che la società si prenderà il tempo necessario per arrivare alla decisione migliore. Gli esperti hanno ricordato che la decisione su Avio da parte di Cinven avrà conseguenze sulla quota del 14% detenuta da Finmeccanica. In attesa di saperne di più, il mercato ha preferito stare alla finestra e non rischiare. Il titolo ha chiuso a piazza Affari a 4,29 euro, -0,74%. Riproduzione riservata Derivati a Milano: condannate 4 banche ritenuto infatti che grazie a questi fondi, Sea handling abbia beneficiato di «un indebito vantaggio economico» e pertanto deve restituire l importo «con gli interessi». Sea si è detta «sorpresa» per la decisione, che ha equiparato ad aiuti di stato gli investimenti compiuti dall azienda per la ristrutturazione di Sea handling. Tale decisione, ha sottolineato la società, non tiene in considerazione gli sforzi fatti da Sea per la ristrutturazione della controllata, tornata in equilibrio nonostante il grave contesto di crisi. Sea ritiene inoltre che la decisione sia giuridicamente infondata sotto diversi profili, tra i quali, soprattutto, un errata applicazione del principio dell investitore privato, anche con specifico riferimento ai diversi periodi temporali oggetto d indagine. Sea ricorda inoltre di aver sempre chiuso esercizi in attivo tra il 2002 e il 2012, nonostante il risanamento di Sea handling e il suo temporaneo ripianamento delle perdite. In tale arco temporale, sono state inoltre distribuite cedole per 550 milioni. Riproduzione riservata I Il tribunale di Milano ha condannato Deutsche bank, Ubs, JP Morgan e Depfa a pagare un milione di euro ciascuna, nell ambito del processo sui derivati stipulati dal comune di Milano nel Inoltre, il giudice ha stabilito la confisca complessiva di circa 88 mln. Condanne tra sei e otto mesi e 15 giorni di reclusione sono state comminate a 9 persone, tra manager ed ex degli istituti di credito, mentre altre quattro persone, come da richiesta del pm, Alfredo Robledo, sono state assolte. Le condanne sono con sospensione della pena. Dopo la lettura della sentenza, il pm, Alfredo Robledo, ha definito la sentenza «storica, perché è stato riconosciuto il principio fondamentale che ci deve essere trasparenza da parte delle banche nel contrattare con la pubblica amministrazione. L Italia è stata terra di scorribande, a differenza, per esempio, dell Inghilterra, dove i derivati sono vietati». Ubs ha espresso «disappunto» per il verdetto, mentre JP Morgan si è detta «delusa». Entrambi gli istituti hanno preannunciato appello, non appena avranno letto le motivazioni della sentenza emessa ieri. Riproduzione riservata l colosso svizzero Ubs ha annunciato di aver raggiunto un accordo con le autorità di controllo di Giuseppe Orsi Il gruppo ammette la manipolazione Libor, a Ubs multa di 1,5 mld tre paesi per pagare una maximulta da 1,5 miliardi di dollari, ammettendo di aver contribuito alla manipolazione del tasso interbancario Libor. Nell intesa raggiunta tra Ubs, il dipartimento di giustizia degli Stati Uniti, la britannica Fsa e l autorità di controllo svizzera sui mercati, Ubs ha dichiarato che alcuni suoi dipendenti hanno cercato di manipolare il tasso Libor e altri tassi di riferimento, che insieme servono come base di calcolo per contratti finanziari per centinaia di migliaia di miliardi di dollari in tutto il mondo. La consociata giapponese di Ubs, dove ha avuto luogo gran parte dei tentativi di manipolazione ha ammesso la propria responsabilità nella frode che includeva il Libor sullo yen. Intanto ieri le autorità Usa hanno arrestato alcune persone legate a Ubs. Fino a oggi solo un altra banca, la britannica Barclays, aveva patteggiato una multa sull accusa di aver manipolato i tassi Libor, pagando circa 450 milioni di dollari. L Autorità svizzera di vigilanza del mercato finanziario (Finma) ha infine comminato a Ubs una multa da 59 mln chf (64,6 mln usd) per la violazione delle normative sul mercato. L ammenda è parte dell accordo raggiunto dalla banca svizzera con le autorità statunitensi, britanniche ed elvetiche. Dal canto suo, l a.d. del gruppo, Sergio Ermotti, ha definito «inaccettabile» il comportamento dei dipendenti dell istituto coinvolti nella manipolazione del Libor. L istituto di credito elvetico ha adottato forti misure disciplinari nei confronti dei impiegati implicati nello scandalo che hanno dovuto lasciare i loro incarichi. Riproduzione riservata Giovedì 20 Dicembre 2012 DiaSorin S.p.A. Via Crescentino, snc Saluggia (VC) Capitale Sociale Euro i.v. Reg. delle Imprese di Vercelli n TITOLO +9,85% Il mercato promuove piano Erg Erg accelera la strategia di uscita dal refining e l entrata nel mondo delle energie rinnovabili, il mercato apprezza il cambiamento e il titolo vola a piazza Affari. Ieri, il cda ha dato via libera al nuovo piano industriale Il gruppo ha confermato i target finanziari per il 2012, e ha previsto un ebitda al 2015 di circa 600 milioni di euro. Gli investimenti totali per il periodo di piano saranno di 500 milioni di euro, di cui 300 nelle rinnovabili. La posizione finanziaria netta prevista a fine piano sarà di circa 1,1 miliardi di euro, nell ipotesi di esercizio dell opzione put sul rimanente 20% della raffineria Isab. Erg ha poi confermato l attuale politica dei dividendi. «Il piano strategico», ha commentato l a.d., Luca Bettonte, «rappresenta la prosecuzione dell importante lavoro svolto negli ultimi anni, che ha permesso al gruppo di reagire tempestivamente ai mutamenti di scenario, riposizionando il portafoglio verso attività più redditizie e meno volatili». «Gli obiettivi del piano», ha aggiunto, «saranno consolidare l attuale posizionamento del gruppo nelle rinnovabili in Italia, proseguire la crescita all estero, ottimizzare la generazione di cassa dai nostri impianti termoelettrici e razionalizzare la rete di TotalErg», con un investimento di 140 mln. Per TotalErg si prevede a fine periodo un ebitda raddoppiato rispetto al Nella conference call, i vertici del gruppo hanno poi asserito che non è allo studio alcuna emissione di corporate e, come ha sottolineato Bettonte, l indebitamento a fine periodo potrà salire dagli attuali 900 mln a 1,1 mld, ma la sua struttura sarà completamente diversa e più solida rispetto a oggi. Il titolo ha chiuso in borsa a 7,30 euro, +9,85%. Riproduzione riservata AVVISO DISTRIBUZIONE DI DIVIDENDO AGLI AZIONISTI In ottemperanza alla Delibera Consob n del , come modificata, si rende noto che l Assemblea degli Azionisti del 19 dicembre 2012 ha deliberato la distribuzione di un dividendo straordinario pari a 0,83 per ciascuna azione ordinaria in circolazione, con esclusione delle azioni proprie in portafoglio della Società. Il dividendo sarà posto in pagamento a decorrere dal 3 gennaio 2013 tramite gli Intermediari aderenti al sistema di gestione accentrata Monte Titoli S.p.A. a fronte della cedola n. 6 avente data stacco 27 dicembre Si informa altresì che il verbale dell Assemblea sarà messo a disposizione del pubblico presso la sede legale, presso Borsa Italiana S.p.A., nonché sul sito Internet di DiaSorin S.p.A. (www. diasorin.com) nei termini di legge Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 9 di 72

15 Gio 20/12/2012 Italia Oggi Pagina 47 Derivati a Milano: condannate 4 banche Il tribunale di Milano ha condannato Deutsche bank, Ubs, JP Morgan e Depfa a pagare un milione di euro ciascuna, nell' ambito del processo sui derivati stipulati dal comune di Milano nel Inoltre, il giudice ha stabilito la confisca complessiva di circa 88 mln. Condanne tra sei e otto mesi e 15 giorni di reclusione sono state comminate a 9 persone, tra manager ed ex degli istituti di credito, mentre altre quattro persone, come da richiesta del pm, Alfredo Robledo, sono state assolte. Le condanne sono con sospensione della pena. Dopo la lettura della sentenza, il pm, Alfredo Robledo, ha definito la sentenza «storica, perché è stato riconosciuto il principio fondamentale che ci deve essere trasparenza da parte delle banche nel contrattare con la pubblica amministrazione. L' Italia è stata terra di scorribande, a differenza, per esempio, dell' Inghilterra, dove i derivati sono vietati». Ubs ha espresso «disappunto» per il verdetto, mentre JP Morgan si è detta «delusa». Entrambi gli istituti hanno preannunciato appello, non appena avranno letto le motivazioni della sentenza emessa ieri. Riproduzione riservata. Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 10 di 72

16 . Gio 20/12/2012 Il Messaggero Pagina 9 -MSGR - 20 CITTA /12/12-N: Primo Piano Giovedì 20 Dicembre Sì del Senato alla legge di stabilità corsa alle proroghe e mini-fondi `Dopo il via libera della commissione Bilancio oggi voto di fiducia sul maxi-emendamento del governo `Scatta dal prossimo anno la gara per mille sale da poker Salta la possibilità di imporre gli pneumatici da neve 9 LE NOVITÀ ROMA L ultimo atto è stato il tradizionale emendamento omnibus, nel quale sono stati trovati i soldi per le esigenze più svariate: da quelle doverosamente rifinanziate ogni anno ad altre meno indispensabili e a volte fantasiose. Dopo aver approvato questa proposta di modifica, la commissione Bilancio del Senato ha dato il via libera all intera legge di stabilità, che ora dovrà essere votata dall aula di Palazzo Madama e poi tornare alla Camera per la terza e finale lettura, prima dello scioglimento del Parlamento. Ieri il governo ha accelerato i tempi ponendo la questione di fiducia: il voto in Senato sul relativo maxi-emendamento, che dovrebbe confermare in tutto quanto uscito dalla commissione, si svolgerà oggi stesso. I GIOCHI Ieri la discussione e la polemica si sono concentrate su novità che solo in parte dipendono dal provvedimento in esame. Ad esempio quelle in materie di gioco. Dal prossimo anno dovrebbero partire le gare per l apertura di mille sale da poker ma, come hanno fatto osservare i relatori Legnini (Pd) e Tancredi (Pdl), in realtà la relativa norma era già contenuta in un precedente provvedimento, la manovra economica del 2011 voluta dal precedente esecutivo. Cosa è successo allora in commissione? Gli stessi relatori stavano per recepire l orientamento del governo di rinviare di sei mesi questa scadenza, ma poi l esecutivo ha cambiato idea perché il mancato avvio delle gare avrebbe fatto venire meno gli introiti attesi per lo Stato. Dunque tutto rimane com era sul punto specifico del poker, mentre è slittato di sei mesi il termine; ma la vicenda ha provocato un commento critico del ministro della Salute Balduzzi, che se l è presa con «l assalto delle lobby» provocando la reazione di Confindustria Sistema Gioco Italia. L associazione di categoria chiede «più rispetto per gli IL FOCUS ROMA Bettino Craxi, che pure era un uomo di mondo, perfino troppo, la chiamava «legge arraffa-arraffa». Altri, come Massimo D Alema, hanno usato l immagine del bazar: «IlParlamento sitrasforma nel più squallido suk, quando ci sono da distribuire i soldi della Finanziaria». Ora si chiama legge di stabilità, ma la morale non cambia: mance, mance, mance. E ieri è stata gran festa sulle piste innevate, perchè nel mercato delle richieste, delle pretese, delle minacce, dei favori campanilistici, partitici, correntizi e corporativi a dispetto del rigore economico, il Collegio nazionale dei maestri di sci e i parlamentari che lo foraggiano hanno incassato un bel gruzzolo. Intanto un milione di euro nel 2013 e sei milioni nel 2014 sono andati agli abitanti dei comuni montani, ma non montani semplici: «interamente montani», specifica il testo della legge e fa bene visto che l Italia è tradizionalmente popolata da paesini alpestri ben sovvenzionati anche se situati a livello del mare e adagiati sulla battigia. Un milione per celebrare il secondo centenario di Giuseppe Verdi? E vabbè. Duecentomila euro operatori del gioco legale». Altro tema delicato quello dell Università: il fondo destinato al funzionamento degli atenei è stato rifinanziato per 100 milioni. Siccome però nei vari passaggi parlamentari ne aveva persi finora per strada 400, resta un saldo negativo di 300 milioni. Per il ministro Profumo «l allarme è molto forte, le università non ce la possono fare, la metà saranno costrette a ridurre i servizi per gli studenti e la ricerca». I MALATI DI SLA E un grido d allarme è arrivato anche dalle associazioni che rappresentano i malati di Sla. A questa drammatica esigenza sono stati destinati 115 milioni invece dei 200 richiesti dagli interessati. Si tratta di garantire l assistenza domiciliare per i circa 30 mila malati non autosufficienti. si è parlato molto anche dell addizionale regionale all Irpef, ma su questa materia in realtà il prossimo anno non cambierà nulla. Infatti su richiesta delle stesse Regioni, vista la loro delicata situazione finanziaria, è stata rinviata al 2014 l applicazione del decreto sul federalismo fiscale regionale, nella parte in cui permetteva agli enti locali di variare l addizionale introducendo ad esempio un sistema di scaglioni ed aliquote allineato a quello nazionale oppure di prevedere particolari detrazioni per carichi familiari. Nulla di fatto infine anche sugli pneumatici da neve: è saltata la norma che permetteva ai concessionari stradali di renderli obbligatori. Luca Cifoni schede di Barbara Corrao PER GLI ATENEI SOLO 100 MILIONI AI MALATI DI SLA 85 MILIONI IN MENO: PROTESTANO LE ASSOCIAZIONI per la basilica di San Francesco? Passi pure. Ma perché nell assalto alla diligenza, «che tutti devono prendere al volo sennò restano con il sedere per terra, poveri e abbandonati» (copyright Giuliano Amato), le casse pubbliche sono spinte a sborsare euro all anno per trasferire il Castello di Udine dalla città alla regione Friuli? Irpef Aliquote invariate ma più soldi per i figli No al taglio delle aliquote Irpef. Sì invece alle nuove detrazioni: sale da 800 a 950 euro lo sconto per i figli a carico di età pari o superiore a 3 anni, da 900 a per i bimbi di meno di 3 anni e da 220 a 400 per ciascun figlio portatore di handicap. Province Riforma congelata fino alla fine del 2013 Stop al riordino delle Province da 86 a 51. Affossata la riforma in Senato, con la riorganizzazione degli uffici periferici dello Stato, la manovra ha fermato le lancette dell orologio per 1 anno: niente elezioni, niente città metropolitane in attesa del nuovo governo. Dal 1 luglio salirà 22 per cento Aumenterà soltanto, a decorrere dal 1 luglio 2013, l aliquota Iva del 21% che salirà di un ulteriore punto in avanti, e quindi al 22%. Rimane invece invariata l aliquota del 10% che si sarebbe voluto aumentare di 1 punto per finanziare il calo delle aliquote Irpef, poi saltato. Precari salvi fino al 31 luglio Salvi, per qualche mese, i precari della pubblica amministrazione. Parte dei contratti a tempo determinato, in essere al 30 novembre 2012 e che hanno superato i 36 mesi, potrà essere rinnovata fino al 31 luglio Riserva del 40% sui posti offerti nei nuovi concorsi pubblici. Irap Cuneo fiscale ridotto ma solo dal 2014 Più risorse per ridurre il cuneo fiscale ma solo dal La legge di stabilità prevede un aumento della deduzione-base annua da a euro e da a euro al Sud e nelle isole. Le nuove soglie sono in vigore per gli under 35 e le donne nelle aree disagiate. Scatta il prelievo sulle transazioni La Tobin tax non si applica sui piccoli investimenti. Scatterà invece su sulle operazioni finanziarie e azionarie, con due differenti aliquote (dello 0,1% nei mercati regolamentati e dello 0,2% fuori). Prevista una terza aliquota anti-speculativa dello 0,02%. Sui derivati prelievo fisso fino a 200 euro. Per gli statali torna la vecchia buonuscita Stop al Tfr, per gli statali si torna al sistema in vigore nel 2010 e cioè al Trattamento di fine servizio (Tfs), la vecchia buonuscita. Ci aveva già pensato il governo, dopo la sentenza della Consulta, ma ora la norma è entrata nella manovra al Senato. In totale 1,4 miliardi di risorse in più Patto di stabilità interno più leggero per i Comuni che potranno contare su 1 miliardo in più da spendere per pagare i fornitori. Resta invece il taglio della spending review che scende però da 2,5 miliardi a 2,1 miliardi nel 2013 con un recupero di 400 milioni giudicato insufficiente dall Anci Castelli, basiliche, maestri di sci: l ultimo assalto alla diligenza NUOVA PROROGA PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: SUI TETTI E TERRENI PUBBLICI TORNANO I MAXI-INCENTIVI Iva Pubblico impiego ULTIME MODIFICHE Il castello di Udine passa alla Regione, a destra la basilica di San Francesco ad Assisi In basso, un paesino di montagna Tobin tax Tfr Comuni DA VERDI AL SOLARE Soldi a pioggia per strade mai cominciate e destinate a non finire da nessuna parte. Soldi a grappoli per convegni inutili. Io risistemo al villaditarantocon idenariditutti, tuprendidieci milioniperfronteggiare il «grave dissesto idrogeologico» ma solo in Abruzzo perché lì stanno gli elettori che fanno al caso tuo. «Questa di raccattare consistenti briciole», diceva Giovanni Spadolini, «è una malattia inestirpabile». E aveva ragione. Giulio Tremonti una volta sbottò: «E ora di finirla con questo film horror». Altro che western del tipo assalto alla diligenza o Ultimo treno per Yuma: molto peggio. Niente John Ford, semmai un salsiccione di quasi emendamenti, tanti se ne contano in questo caso, il che significa più o meno mance da spartirsi tra politici spendaccioni a caccia di popolarità. Sugli incentivi al fotovoltaico si è raggiunto, con mossa lesta e trasversale, un perfetto anti-capolavoro: dare quattrini a pochi privilegiati che possono combinare i loro affari con questa forma di energia, facendo pagare il tutto nelle bollette ai normali cittadini, mandando in bestia le piccole e medie imprese sane ma fuori dal giro politico-lobbistico, e contando sulla complicità degli enti locali. La mancia fotovoltaica vale 200 milioni di euro, nel Paese in cui mancano 300 milioni per l università. IL MULO E L ORTICARIA L importante però, più della scienza e della ricerca, è sviluppare lo «sportello telematico per il diportista». Al turismo rurale in Basilicata sono andati 5 milioni di euro nel 2013 e dieci nel E laggiù sarà certamente arrivato il motto maccheronico inventato da Fruttero & Lucentini, nel «Cretino in sintesi»: «Dopo nu mese de finanziaria, pure lu mulu ha l orticaria». E i pesci - anzi: li pesci - di orticaria non soffrono? Forse sì, e comunque piovono per lo sviluppo della pesca con la canna euro per promuovere un Ufficio per la promozione tecnologica e via così. Serve qualcos altro? Forse la rabbia mostrata da un compianto e generalmente compassato ministro delle Finanze, Tommaso Padoa-Schioppa: «Non avete capito che siamo disperati? Ve lo devo ripetere? na-del-gas!». Siamo-alla-can- Mario Ajello Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 11 di 72 -TRX IL:19/12/12 23:03-NOTE:

17 Gio 20/12/2012 Il Messaggero Pagina 9 Precari salvi fino al 31 luglio Salvi, per qualche mese, i precari della pubblica amministrazione. Parte dei contratti a tempo determinato, in essere al 30 novembre 2012 e che hanno superato i 36 mesi, potrà essere rinnovata fino al 31 luglio Riserva del 40% sui posti offerti nei nuovi concorsi pubblici. Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 12 di 72

18 . Gio 20/12/2012 Il Messaggero Pagina 13 -MSGR - 20 CITTA /12/12-N: Cronache Derivati truffa, condannate 4 banche `Il Comune di Milano danneggiato dai prodotti finanziari IL CASO IL PM: «SENTENZA STORICA». ORA ALTRE 600 AMMINISTRAZIONI POTREBBERO FARE CAUSA E CHIEDERE UN RISARCIMENTO MILANO Per la procura quei contratti stipulati con palazzo Marino rappresentano «un aggressione alla comunità», perpetrata sulla base di «direttive precise, puntuali, direi quotidiane» e impartite dalle banche il cui comportamento è stato improntato a una «opacità assoluta». Ora il giudice monocratico della quarta sezione penale, Oscar Magi, conferma l impianto accusatorio. E condanna Deutsche Bank, Depfa Bank, Ubs e Jp Morgan per truffa aggravata ai danni del Comune di Milano, in relazione a operazioni sui derivati stipulate dalla giunta guidata da Letizia Moratti e ancora prima da Gabriele Albertini. Nel quantificare il profitto del presunto raggiro il giudice è andato oltre la richiesta (72,5 milioni) del procuratore aggiunto Alfredo Robledo e ha disposto la confisca complessiva di oltre 89 milioni e 60 mila euro. Nel dettaglio: oltre 23 milioni e 900 mila euro a carico di Depfa Bank, 24 milioni e 300 mila euro per Deutsche Bank, 24 milioni e 780 mila euro per JP Morgan, 16 milioni e 580 mila euro per Ubs. Oltre a dichiarare i quattro colossi bancari responsabili sulla base della legge 231, Magi ha condannato nove persone, tra manager ed ex dirigenti degli istituti di credito, a pene da un minimo di sei mesi a un massimo di otto mesi e quindici giorni, dichiarando inoltre gli imputati «incapaci di contrattare con la pubblica amministrazione per un anno». Assolti, come richiesto dall accusa, l ex city manager del Comune Giorgio Porta, l ex consulente Mario Mauri, Simone Rondelli e Francesco Rossi Ferrini, entrambi di Jp Morgan. Trasmessi invece alla procura gli atti in relazione alla posizione di Angela Casiraghi, ai tempi capo del settore finanza di palazzo Marino, con l ipotesi di falsa testimonianza per ciò che ha dichiarato in aula. IL VERDETTO Le indagini sui derivati sono partite nel 2008 e hanno portato alla luce operazioni finanziarie che il Comune ha stipulato senza informazioni corrette. Nessuno, a palazzo Marino, sapeva che tipo di contratto fosse stato concluso con gli istituti né, tanto meno, aveva contezza delle conseguenze. «È una sentenza storica, perché è stato riconosciuto il principio fondamentale che ci deve essere trasparenza da parte delle banche nel contrattare con la pubblica amministrazione. E se non c è trasparenza, non c è affidabilità», afferma Robledo. Non solo: secondo le stime del Tesoro in Italia il controvalore dei derivati ammonta a 36 miliardi di euro e gli enti locali coinvolti sono seicento, perciò la sentenza - la prima a livello penale di questo genere - rappresenta un precedente per le numerose inchieste in corso. L indagine milanese riguarda i contratti firmati dalla giunta locale sulla propria obbligazione da 1,68 miliardi di euro con scadenza 2035, su BANCA SVIZZERA La sede di Ubs, uno dei quattro istituti condannati dal Tribunale di Milano Stati Uniti Tassi truccati, per Ubs multa da 1,5 miliardi NEW YORK Una maxi multa da 1,5 miliardi di dollari. È quanto le autorità americane, inglesi e svizzere hanno comminato a Ubs per per manipolazione del Libor, l'indice di riferimento per 350 mila miliardi di dollari di contratti. Si tratta della multa più alta mai comminata per il Libor, decisamente più salata di quella da 451 milioni di dollari inflitta a Barclays, e una delle maggiori sanzioni mai inflitte dalle autorità americane e inglesi a un istituzione finanziaria. cui la procura ha ipotizzato un carico di costi occulti per circa 100 milioni a danno dell amministrazione cittadina. All inizio del 2012 è stato raggiunto un accordo extragiudiziale con le quattro banche per la chiusura del procedimento civile, che consentirà al Comune di contabilizzare entrate per 455 milioni di euro, più flussi di interessi attivi nel corso dei prossimi anni. A seguito dell intesa, palazzo Marino ha rinunciato al suo ruolo di parte civile nel processo penale. SCORRIBANDE Per l accusa con il verdetto «può cominciare una nuova epoca: l Italia è stata terra di scorribande, a differenza ad esempio dell Inghilterra dove i derivati sono vietati». E probabilmente molti enti correranno ai ripari: «Da noi nessuna struttura pubblica è mai stata assistita da esperti in tecniche finanziarie per i derivati e questo è preoccupante». Intanto le banche si preparano al contrattacco e annunciano il ricorso. Jp Morgan si dice «delusa dalla decisione del giudice» e ritiene che «le risultanze dibattimentali abbiano ampiamente dimostrato la correttezza e l onestà» dei suoi manager e «la conformità al diritto italiano e inglese». Una sentenza «che si rispetta come tutte le altre», la definisce il legale di Deutsche bank Giuseppe Iannaccone, ma di cui «non si condivide nulla». «Disappunto» anche da Ubs, certa che «la propria condotta e quella dei dipendenti siano state del tutto conformi alla legge». Claudia Guasco Giovedì 20 Dicembre Nel giubbotto di Calevo primi indizi sul rapimento dal nostro inviato LERICI (LA SPEZIA) C è una piccola traccia che nell immobilità del sequestro di Andrea Calevo diventa un appiglio importante: nell auto dell imprenditore trovata lunedì mattina (dodici ore dopo la sua scomparsa) sulle rive del fiume Magra c era un giubbotto, lo stesso indossato da Andrea quando i banditi lo hanno portato via dalla sua villa di Lerici. Su quel giubbotto il reparto scientifico dei carabinieri ha individuato impronte e alcune labili tracce biologiche che non appartengono al rapito: la speranza è che dall analisi di quei «reperti» possa venir fuori un nome o per lo meno una pista da seguire. I carabinieri, inoltre, sono stati tutto il giorno nei magazzini della ditta Calevo, hanno sentito i contabili, hanno spulciato i registri, hanno stilato un elenco di fornitori o di clienti che in un modo o nell altro possono avere avuto motivi di attrito con il giovane imprenditore. E per quanto possa sembrare azzardato, lo scopo degli accertamenti che verranno è quello di provare a capire se in quell elenco di nomi ce n è uno che possa essere associato alle «tracce biologiche» rinvenute sul giubbotto abbandonato nell auto di Andrea. «È poco, ma è la cosa più concreta che abbiamo» ammettono gli investigatori. A conferma del fatto che, a quattro giorni dal rapimento, non è stato ancora stabilito un contatto fra malviventi e famiglia Calevo. R. P. Fonsai, Ligresti dai pm MILANO Salvatore Ligresti starebbe collaborando con la procura di Milano per ricostruire alcuni aspetti dell operazione che ha portato Fonsai solttto il controllo di unipol. L ingegnere, indagato 50 È IL DELITTO ABRUZZO, DONNA DI 73 ANNI SEVIZIATA E UCCISA Una donna di 73 anni è stata trovata morta nella sua abitazione a Vasto (Chieti). La casa si trovava in aperta campagna. La donna è stata trovata con le mani legate e aveva tumefazioni sul volto e un fazzoletto in bocca. LA TRAGEDIA CAMMINA VICINO AI BINARI DECAPITATA DAL TRENO È stata investita e uccisa da un treno mentre, con un'amica, stava camminando sulla massicciata, vicino ai binari. È successo a Ponte a Egola, nel comune di San Miniato (Pisa). Secondo una prima ricostruzione degli agenti si è trattato di un incidente dovuto a una disattenzione. per aggiotaggio e ostacolo agli organi di vigilanza, in più interrogatori risulta aver parlato della fusione Unipol-Fonsai, dei propri rapporti con Mediobanca e del ruolo di Isvap e Consob nell operazione. Sempre ieri si è mossa anche la Guardia di finanza con perquisizioni nelle sedi di Fonsai a Torino, Milano, Napoli e Bari per un inchiesta sulla chiusura apparente dei sinistri avviata dalla procura di Torino. Oggi, invece, si svolgeranno i Cda chiamati ad approvare la fusione per la nascita del maxi-polo assicurativo. la cifra, in migliaia di euro, che Paola Perego avrebbe evaso sulle accise della benzina dello yacht. La Perego è stata rinviata a giudizio CONCORDIA SPARITO IL TIMONIERE È UNO DEI DIECI INDAGATI La Procura di Grosseto non riesce a trovare Jacob Rusli, il timoniere indonesiano che risulta tra i dieci indagati nell'inchiesta sulla Costa Concordia. L'inchiesta è ormai chiusa e i magistrati grossetani oggi formalizzeranno la notifica dell'avviso di conclusione indagini agli indagati. Rusli, però, non si trova. L INCIDENTE SALERNO, ESPLODE OFFICINA MUORE OPERAIO, TRE I FERITI Una violenta esplosione in un officina nel centro di Castel San Giorgio (Salerno) ha causato la morte di un operaio e il ferimento di altri tre. A causare l esplosione sarebbe stata una bombola di gas. I vent anni della Dia, sequestrati otto miliardi ROMA Quasi otto miliardi di beni sequestrati alla criminalità organizzata, quasi mille operazioni di polizia giudiziaria, oltre diecimila persone arrestate di cui 160 latitanti: è il bilancio di vent'anni di attività della Direzione investigativa antimafia, che ieri direttore Arturo De Felice ha voluto ricordare in occasione di un incontro celebrativo con il presidente della Camera, Gianfranco Fini. Entrata in funzione nell anno terribile delle stragi di mafia a Palermo, la Dia schiera oggi uomini sul territorio nazionale, una direzione centrale, 12 centri operativi e 8 sezioni distaccate. Oltre a fornire un contributo fondamentale nella lotta alla criminalità organizzata e alla cattura dei principali superlatitanti, la Dia ha oggi il compito di monitorare gli appalti per evitare infiltrazioni mafiose e dal 1996 ad oggi ha passato al microscopio gli organi sociali di imprese in odore di mafia. Per quanto riguarda le operazioni l di sospetto riciclaggio, ne sono invece state esaminate dal 1998 ad oggi. «Venti anni di Dia - ha commentato il direttore, Arturo De Felice - sono anche venti anni di una parte considerevole della storia del nostro paese. Sono racconti di mafia e di persone, di lutti, di perdite di sconfitte e di vittorie». E ha concluso: «Di fronte a noi c è un percorso ancora lungo: dimostreremo di essere un'istituzione giovane e matura al tempo stesso». A Il giorno 17 Dicembre si e spento serenamente il Granatiere ANTONIO CENTOFANTI Ne danno il triste annuncio il fratello AUGUSTO ed i familiari tutti. Si ringrazia per la filiale assistenza GJON ZEFI. Roma, 20 dicembre 2012 Cav. Rinaldo Lorenzetti & Figli A Si e spenta serenamente ANNA MARIA FIGAROLO di GROPELLO Ne da l annuncio con grande dolore la figlia SANDY. I funerali si terranno presso la Chiesa di Santa Maria in Aquiro il giorno venerdi 21 Dicembre alle ore Roma, 20 dicembre 2012 Imp. Fun. FERIO srl Il giorno 19/12/2012 e venuta a mancare all affetto dei suoi cari RAFFAELLA LAPORTA in RUBIN Ne danno il triste annuncio il marito KUBY ed i figli RAFFAELE, GIULIA e SHARON. I funerali avranno luogo oggi 20/12/2012 alle ore 14,00 presso il Tempio Ebraico del Cimitero di Prima Porta. Roma, 20 dicembre 2012 I.F.I. Impresa Funebre Internazionale Il giorno 19 Dicembre 2012 e venuto a mancare Ing. SCIPIONE NUNZIO LEGROTTAGLIE Ne danno il triste annuncio la moglie LILIANA, il figlio ANDREA con la moglie PAOLA, la figlia CHIARA con il marito ANDREA, i nipoti ALESSANDRO, GIANLUCA e VALERIO SCIPIONE. La funzione religiosa sara celebrata nella Parrocchia Beata Vergine Maria Immacolata, Via Cassia 1286, il giorno 22 Dicembre 2012 alle ore Saranno gradite offerte all Airc. Roma, 20 dicembre 2012 EUGENIO FABOZZI S.r.L. - Tel. 06/ La Mb Sviluppo Industriale S.r.l. nella persona dell Amministratore Delegato GIAMPAOLO BONAZZI, dei collaboratori e di tutto lo staff, partecipa al dolore della famiglia per la scomparsa del Suo Presidente Ing. SCIPIONE NUNZIO LEGROTTAGLIE Roma, 20 dicembre 2012 EUGENIO FABOZZI S.r.l. - Tel. 06/ FRANCO e ALESSANDRO SALINI sono vicini alla famiglia LEGROTTAGLIE per la scomparsa dell Ingegnere SCIPIONE Roma, 20 dicembre 2012 Il 17 dicembre ci ha lasciato ALESSANDRA SCIALANGA moglie, mamma e nonna indimenticabile. Ne danno il triste annuncio, marito,figlia, genero e nipoti. I funerali si svolgeranno il 20 dicembre ore11 Parrocchia Santa Maria del Rosario Via delle Vigne Roma, 20 dicembre 2012 ALESSANDRA SCIALANGA Alla nostra indimenticabile Sandra. Mamma, sorelle, cognati e nipoti Roma, 20 dicembre 2012 Centralino 24 ore Via Flaminia, (Belle Arti) Roma TEL Costo: 0,0264 centesimi di euro al minuto SERVIZIO con uno scatto alla risposta di 0,0612 TELEFONICO centesimi di euro FAX Abilitati allʼaccettazione delle carte di credito TRIGESIMI e ANNIVERSARI Dott. ENRICO BELFIORE nell undicesimo anniversario la moglie LYA DE BARBERIIS ricorda. Roma, 20 dicembre 2012 BIANCA e DOLLY ricordano con amore MASSIMO e GASTONE BRUSADELLI Una preghiera Roma, 20 dicembre Dicembre liberaci dal male... JOAN, LUCA e JACQUELINE ricordano con infinito amore VERO VAGNOZZI Il 22 Dicembre nella parrocchia di S. Eugenio verra celebrata una Messa alle ore 19,00. NECROLOGIE PARTECIPAZIONI ORARIO: TUTTI I GIORNI COMPRESI I FESTIVI DALLE 9.00 ALLE Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 13 di 72 -TRX IL:19/12/12 23:06-NOTE:

19 Gio 20/12/2012 Il Messaggero Pagina 13 Derivati truffa, condannate 4 banche Il Comune di Milano danneggiato dai prodotti finanziari IL CASO MILANO Per la procura quei contratti stipulati con palazzo Marino rappresentano «un' aggressione alla comunità», perpetrata sulla base di «direttive precise, puntuali, direi quotidiane» e impartite dalle banche il cui comportamento è stato improntato a una «opacità assoluta». Ora il giudice monocratico della quarta sezione penale, Oscar Magi, conferma l' impianto accusatorio. E condanna Deutsche Bank, Depfa Bank, Ubs e Jp Morgan per truffa aggravata ai danni del Comune di Milano, in relazione a operazioni sui derivati stipulate dalla giunta guidata da Letizia Moratti e ancora prima da Gabriele Albertini. Nel quantificare il profitto del presunto raggiro il giudice è andato oltre la richiesta (72,5 milioni) del procuratore aggiunto Alfredo Robledo e ha disposto la confisca complessiva di oltre 89 milioni e 60 mila euro. Nel dettaglio: oltre 23 milioni e 900 mila euro a carico di Depfa Bank, 24 milioni e 300 mila euro per Deutsche Bank, 24 milioni e 780 mila euro per JP Morgan, 16 milioni e 580 mila euro per Ubs. Oltre a dichiarare i quattro colossi bancari responsabili sulla base della legge 231, Magi ha condannato nove persone, tra manager ed ex dirigenti degli istituti di credito, a pene da un minimo di sei mesi a un massimo di otto mesi e quindici giorni, dichiarando inoltre gli imputati «incapaci di contrattare con la pubblica amministrazione per un anno». Assolti, come richiesto dall' accusa, l' ex city manager del Comune Giorgio Porta, l' ex consulente Mario Mauri, Simone Rondelli e Francesco Rossi Ferrini, entrambi di Jp Morgan. Trasmessi invece alla procura gli atti in relazione alla posizione di Angela Casiraghi, ai tempi capo del settore finanza di palazzo Marino, con l' ipotesi di falsa testimonianza per ciò che ha dichiarato in aula. IL VERDETTO Le indagini sui derivati sono partite nel 2008 e hanno portato alla luce operazioni finanziarie che il Comune ha stipulato senza informazioni corrette. Nessuno, a palazzo Marino, sapeva che tipo di contratto fosse stato concluso con gli istituti né, tanto meno, aveva contezza delle conseguenze. «È una sentenza storica, perché è stato riconosciuto il principio fondamentale che ci deve essere trasparenza da parte delle banche nel contrattare con la pubblica amministrazione. E se non c' è trasparenza, non c' è affidabilità», afferma Robledo. Non solo: secondo le stime del Tesoro in Italia il controvalore dei derivati ammonta a 36 miliardi di euro e gli enti locali coinvolti sono seicento, perciò la sentenza - la prima a livello penale di questo genere - rappresenta un precedente per le numerose inchieste in corso. L' indagine milanese riguarda i contratti firmati dalla giunta locale sulla propria obbligazione da 1,68 miliardi di euro con scadenza 2035, su cui la procura ha ipotizzato un carico di costi occulti per circa 100 milioni a danno dell' amministrazione cittadina. All' inizio del 2012 è stato raggiunto un accordo extragiudiziale con le quattro banche per la chiusura del procedimento civile, che consentirà al Comune di contabilizzare entrate per 455 milioni di euro, più flussi di interessi attivi nel corso dei prossimi anni. A seguito dell' intesa, palazzo Marino ha rinunciato al suo ruolo di parte civile nel processo penale. SCORRIBANDE Per l' accusa con il verdetto «può cominciare una nuova epoca: l' Italia è stata terra di scorribande, a differenza ad esempio dell' Inghilterra dove i derivati sono vietati». E probabilmente molti enti correranno ai ripari: «Da noi nessuna struttura pubblica è mai stata assistita da esperti in tecniche finanziarie per i derivati e questo è preoccupante». Intanto le banche si preparano al contrattacco e annunciano il ricorso. Jp Morgan si dice «delusa dalla decisione del giudice» e ritiene che «le risultanze dibattimentali abbiano ampiamente dimostrato la correttezza e l' onestà» dei suoi manager e «la conformità al diritto italiano e inglese». Una sentenza «che si rispetta come tutte le altre», la definisce il legale di Deutsche bank Giuseppe Iannaccone, ma di cui «non si condivide nulla». «Disappunto» anche da Ubs, certa che «la propria condotta e quella dei dipendenti siano state del tutto conformi alla legge». Claudia Guasco RIPRODUZIONE RISERVATA. Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 14 di 72

20 . Gio 20/12/2012 La Repubblica Pagina 13 la Repubblica GIOVEDÌ 20 DICEMBRE 2012 POLITICA INTERNA E PER SAPERNE DI PIÙ Il decreto Anti-corruzione, la legge rischia lo stop Approvata la norma sull incandidabilità: alle urne con le liste pulite LIANA MILELLA ROMA L anti-corruzione fa un passo avanti, ma ne rischia due indietro. Alla Camera, con il Pdl nell angolo, viene approvato il decreto legislativo sulle liste pulite, ma altri due fondamentali decreti della famosa legge contro i corrotti sulla trasparenza nella pubblica amministrazione e sull incompatibilità degli incarichi dirigenziali potrebbero mancare il determinante appuntamento con l ultimo consiglio dei ministri prima delle dimissioni di Monti. Sarebbe un ipoteca sulla manovra anti-corruzione perché senza quei decreti la legge resterebbe una scatola vuota. Tutta la prima parte sulla prevenzione, messa a punto dal ministro della Funzione Pubblica Filippo Patroni Griffi, verrebbe annullata. Fino a ieri sera, da palazzo Chigi, non veniva alcuna solida rassicurazione sul via libera ai due decreti. Tutta colpa di una legge che ha privilegiato la via delle deleghe. Se ne vedono le conseguenze. Come nel caso di liste pulite, gli articoli che regolano lo stop alle candidature dei condannati ad almeno due anni per reati gravissimi (mafia e terrorismo), per i delitti contro la pubblica amministrazione, o ancora per quelli per cui il codice prevede una condanna ad almeno quattro ani e quindi la detenzione in carcere. L altro ieri il via libera del Senato, senza la minima polemica, ieri quello della Camera dopo un braccio di ferro col Pdl. Cui il decreto non piace affatto, ma è costretto ad ingoiarlo perché resta isolato. In minoranza. Tutti vogliono liste pulite, tranne i berlusconiani. L alleato di sempre, la Lega, sta con la maggioranza. Anzi, come dirà alla fine Matteo Bragantini «ci sarebbero volute norme ancora più severe per escludere i condannati per mafia anche se ancora in primo grado». Il capogruppo Pdl in commissione Giustizia Enrico Costa polemizza con la presidente della commissione Giustizia Giulia Bongiorno. Addirittura legge brani di una sua intervista per smentire che «il Pdl abbia fatto solo leggi ad personam in questa legislatura». Cioè quello che, come dice Bongiorno, «è sotto gli occhi di tutti». Alla fine però pure il Pdl rinuncia alla politica dei rinvii e dell ostruzionismo, si tura il naso e vota. Naturalmente Costa nega che «ci sia mai stato ostruzionismo», parla di «strumentalizzazioni», cerca di vendere l immagine di un Pdl che invece ha Il decreto GLI ESCLUSI I condannati definitivi ad almeno due anni per reati gravissimi e gravi non potranno più correre per un incarico elettivo LE ISTITUZIONI Liste pulite per Parlamento italiano e Ue, Regioni, Province, Comuni, circoscrizioni, nomine locali VIE DI FUGA Chi ha patteggiato si salva. I condannati a legislatura in corso sono sottoposti alla valutazione della singola Camera cercato di «migliorare il testo». A voto finito, con un parere assai tecnico che ipotizza undici ritocchi e impone alle Prefetture un controllo rapido e dirimente sulle liste, commenti entusiasti della Pd Donatella Ferranti e del centrista Roberto Rao, la palla Trasparenza p.a. e incompatibilità degli incarichi dirigenziali: mancano i decreti REPUBBLICA.IT L'audiocommento di Liana Milella Liste pulite, misure epocale torna a palazzo Chigi. Già oggi, se si terrà il consiglio dei ministri, il decreto passerà l ultima lettura e diventerà pienamente operativo, 13 pronto per bloccare i nomi sporchi per le prossime elezioni sia regionali che politiche. «Lo volevamo tutti, anche il Parlamento» dice il ministro dell Interno Anna Maria Cancellieri. «Siamo pronti a un consiglio dei ministri straordinario» anticipa il Guardasiglli Paola Severino. Ma ora la vera sfida è un altra. Quella che Bongiorno, stavolta nelle vesti di portavoce di Fli, lancia agli altri partiti: «Siano più rigorosi della legge, prevedendo regole e limiti più stringenti sulle candidature». Uno su tutti, escludere anche a priori i condannati in primo grado soprattutto se per reati gravi. BELPAESE ALESSANDRA LONGO IL NATALE DI SERENELLA iccoli frammenti dalla grande crisi. Ecco la lettera che Serenella Antoniazzi, titolare con la famiglia di Puna levigatura di Concordia Sagittaria, ha scritto a La Nuova Venezia: Si avvicina il momento più bello dell anno e la mia ditta non riesce a pagare gli stipendi a 10 dipendenti dal mese di ottobre. Niente stipendio, né tredicesima a nessuno di loro.... Mancano le commesse? No, il lavoro per questa piccola azienda c è ma i committenti non pagano e così i soldi diventano virtuali. Ma non è virtuale la carne delle persone: Alcuni sono con noi da tanto. Anni passati insieme fianco a fianco, nove ore al giorno per cinque giorni alla settimana. Siamo invecchiati insieme. Serenella si ribella per lei e per loro: Questa è vita?. Pubblica Amministrazione Documento ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile Pagina 15 di 72

La tassa sulle transazioni finanziarie scatterà da marzo con una nuova veste (esentando la finanza etica).

La tassa sulle transazioni finanziarie scatterà da marzo con una nuova veste (esentando la finanza etica). Via libera del Senato al Ddl stabilità (Guida al Diritto) DOCUMENTI E APPROFONDIMENTI Il testo del maxiemendamento Via libera del Senato al Ddl stabilità. Il provvedimento torna ora alla Camera per la

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese A quella di truffa è arrivata anche quella per corruzione a carico del presidente dell INPGI,

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

- RADIO RADICALE 7 milioni nel 2012 per l emittente per la trasmissione delle sedute del Parlamento.

- RADIO RADICALE 7 milioni nel 2012 per l emittente per la trasmissione delle sedute del Parlamento. Via libera al Milleproroghe Ecco le misure del decreto Roma Il governo ottiene alla Camera la fiducia sul decreto Milleproroghe, conservando sostanzialmente i numeri incassati dalla manovra di dicembre.

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011 COMUNE DI COLOGNO MONZESE Rassegna Stampa del 09/11/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO 2 RAPPORTO UIL SUI COSTI DELLA POLITICA (LUGLIO 2012) COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO OLTRE 1,1 MILIONI DI PERSONE VIVONO DI POLITICA, IL 4,9% DEL TOTALE

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali)

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) Martedì 15 febbraio 2011 3 Commissioni riunite I e XII COMMISSIONI RIUNITE I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) S O M M A R I O SEDE REFERENTE: Istituzione

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

La via italiana all emersione dei capitali

La via italiana all emersione dei capitali La via italiana all emersione dei capitali Marco Causi La Commissione finanze di Montecitorio ha approvato il testo di una legge che introduce una procedura per regolarizzare i capitali nascosti detenuti

Dettagli

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte 34 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza

In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza In arrivo le nuove misure previste dalla Legge di Stabilità: dalle tasse sulla casa alla sicurezza Cambia ancora la legge di Stabilità. A un passo dal traguardo, durante l esame in aula alla Camera, il

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. ALBI Le pagelle della formazione Il sole24ore pag 6 del 08/02/2016

RASSEGNA STAMPA. ALBI Le pagelle della formazione Il sole24ore pag 6 del 08/02/2016 lunedì 8 febbraio 2016 RASSEGNA STAMPA ALBI Le pagelle della formazione Il sole24ore pag 6 del 08/02/2016 PROFESSIONI Corte dei Conti all angolo Italia Oggi pag. 34 del 06/02/2016 ORDINI Scuole gestite

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 Politica locale 23/01/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 SILVIA BIGNAMI Riforme, i renziani ai dissidenti Pd:

Dettagli

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI Secondo le nostre stime, sono oltre 1,3 milioni le persone che vivono direttamente, o indirettamente, di politica.

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO

LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO 478 LA LEGGE DI STABILITA 2014-2016: IL MAXIEMENDAMENTO DEL GOVERNO 29 novembre 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. Anni 2014-2016

PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ. Anni 2014-2016 PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2014-2016 1 TITOLO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI Paragrafo 1 (Premessa) 1. La legge 6 novembre

Dettagli

Una nuova iniziativa ANDI contro l'abusivismo

Una nuova iniziativa ANDI contro l'abusivismo http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.bxm.a.a.a.a 1 di 2 27/12/2011 17.02 Giu 23 2011 Lettera al Comparto Una nuova iniziativa ANDI contro l'abusivismo Ogni giorno nel nostro Paese migliaia di cittadini

Dettagli

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Rilevazione 25 Novembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Le notizie della settimana: la Sardegna concentra tutta l attenzione L alluvione

Dettagli

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo.

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. RINNOVO DEL PARLAMENTO ITALIANO RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE : Lombardia Lazio Molise Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. La

Dettagli

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Dopo il messaggio del Capo dello stato Giorgio Napolitano alle Camere si è acceso il dibattito sull amnistia e sui provvedimenti di clemenza. Gli istituti di ricerca

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GNECCHI, MOSCA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GNECCHI, MOSCA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1622 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GNECCHI, MOSCA Interpretazione autentica dell articolo 73, secondo comma, del decreto del

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

RIFORMA DELLA PA E DEL PUBBLICO IMPIEGO

RIFORMA DELLA PA E DEL PUBBLICO IMPIEGO ALLEGATO: RIASSUNTO DEI 34 PUNTI DEL PIANO INDUSTRIALE RIFORMA DELLA PA E DEL PUBBLICO IMPIEGO RIDUZIONE DELLE ASSENZE PER MALATTIA Al fine di ridurre il fenomeno dell assenza breve per malattia, vengono

Dettagli

D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (1). (commento di giurisprudenza) Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali.

D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (1). (commento di giurisprudenza) Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali. Page 1 of 9 Leggi d'italia D.Lgs. 18-8-2000 n. 267 Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali. Pubblicato nella Gazz. Uff. 28 settembre 2000, n. 227, S.O. D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267

Dettagli

Contratti, pronte le linee guida Italia Oggi pag. 39 del 6/05/2016

Contratti, pronte le linee guida Italia Oggi pag. 39 del 6/05/2016 venerdì 6 maggio 2016 APPALTI PUBBLICI Nuovo Codice. Anche senza legge obiettivo resta centrale il ruolo del Cipe: ok al Dpp e assegnazione dei fondi www.ediliziaeterritorio.ilsole24ore.com del 6/05/2016

Dettagli

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 308 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 28 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta CRONOLOGIA MPS 2 1990. Mps acquisita il controllo del Mediocredito Toscano

Dettagli

LEGGE ANTICORRUZIONE. Le novità in materia di appalti

LEGGE ANTICORRUZIONE. Le novità in materia di appalti LEGGE ANTICORRUZIONE Le novità in materia di appalti LEGGE ANTICORRUZIONE LE NOVITÀ IN MATERIA DI APPALTI Bologna, 14 marzo 2013, dalle 9.00 alle 14.00 Sala riunioni, terzo piano, viale Aldo Moro 64, Bologna

Dettagli

RassegnaStampa 27/03/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547

RassegnaStampa 27/03/2014. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 RassegnaStampa 27/03/2014 ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 Rassegna del 27 marzo 2014 ATTIVITA' ECONOMICHE Il Mattino 35 «DISSESTO, DALLA CORTE GIUDIZIO SUPERFICIALE E BASATO SU DATI

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

V COMMISSIONE PERMANENTE

V COMMISSIONE PERMANENTE Martedì 16 dicembre 2014 36 Commissione V V COMMISSIONE PERMANENTE (Bilancio, tesoro e programmazione) S O M M A R I O INTERROGAZIONI: 5-01410 Fragomeli e altri: Sull indennizzo da corrispondere in caso

Dettagli

17 DRASTICA SEMPLIFICAZIONE DEI BILANCI DEI COMUNI CON MENO DI 5.000 ABITANTI ( Disegno di legge)

17 DRASTICA SEMPLIFICAZIONE DEI BILANCI DEI COMUNI CON MENO DI 5.000 ABITANTI ( Disegno di legge) 1 SOPPRESSIONE O RIORDINO DI ENTI PUBBLICI (Decreto Al fine di contenere la spesa, gli Enti pubblici non economici, inseriti nel conto economico consolidato dello Stato, con una dotazione organica inferiore

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it

LA LEGGE DI STABILITÀ. www.governo.it LA LEGGE DI STABILITÀ INTERVENTI PER PERSONE, FAMIGLIE, SOCIETÀ INTERVENTI PER LE IMPRESE INVESTIMENTI LA SERVICE TAX IL COFINANZIAMENTO DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 INTERVENTI PER PERSONE,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 26.03.2015. Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 26.03.2015. Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti RASSEGNA STAMPA Giovedì, 26.03.2015 Il Sole 24 Ore 1 Stretta sulle stazioni appaltanti Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Statali via libera ai licenziamenti. Cambiano i concorsi 2 La sforbiciata delle partecipate

Dettagli

mercoledì 25 settembre 2013

mercoledì 25 settembre 2013 Rassegna Stampa CISL Bergamo mercoledì 25 settembre 2013 mercoledì 25 settembre 2013 CASAZZA La Diocesi di Bergamo nomina Enrico Madona amministratore delegato della Fondazione Piccinelli. Ma Madona

Dettagli

SINTESI DEL DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI INCONFERIBILITÀ E

SINTESI DEL DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI INCONFERIBILITÀ E SINTESI DEL DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI INCONFERIBILITÀ E INCOMPATIBILITÀ DI INCARICHI PRESSO LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E PRESSO GLI ENTI PRIVATI IN CONTROLLO PUBBLICO, A

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Farmacie, giro di vite contro le licenze ai figli 2 Per i cani e i gatti del Tigullio c è la Croce Bianca Rapallese

Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Farmacie, giro di vite contro le licenze ai figli 2 Per i cani e i gatti del Tigullio c è la Croce Bianca Rapallese RASSEGNA STAMPA Giovedì, 19.02.2015 La Repubblica 1 Stop ai reparti dove nascono pochi bimbi 2 Sanità, ferita aperta il caso primari spacca ancora il Pd 3 Polveriera pd, Terrile e Lunardon contro la legge

Dettagli

COME CAMBIA IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI. Antonio Misiani (Tesoriere nazionale PD) Roma, giugno 2012

COME CAMBIA IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI. Antonio Misiani (Tesoriere nazionale PD) Roma, giugno 2012 COME CAMBIA IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI Antonio Misiani (Tesoriere nazionale PD) Roma, giugno 2012 IL FINANZIAMENTO DEI PARTITI: LA NORMATIVA ATTUALE (1) Il referendum del 18-19 aprile 1993 ha abrogato

Dettagli

Dirigente - Dirigente dell'ufficio Centrale di Bilancio e Ragioneria

Dirigente - Dirigente dell'ufficio Centrale di Bilancio e Ragioneria INFORMAZIONI PERSONALI Nome CONTE MARCUS GIORGIO Data di nascita 21/09/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia CONSIGLIO DI STATO Dirigente - Dirigente

Dettagli

Prefazione di Achille Albonetti

Prefazione di Achille Albonetti I Discorsi di Mario Monti Prefazione di Achille Albonetti Nella collana Fare Mondi della Casa editrice Europa Edizioni, dopo il volume sui Discorsi di Giorgio Napolitano, non poteva mancare un volume sui

Dettagli

Le news settimanali del Consorzio Camerale

Le news settimanali del Consorzio Camerale N.15 Anno I Nuova Edizione Le news del Consorzio Camerale Le news settimanali del Consorzio Camerale SOMMARIO News Commissione europea: proroga per orientamenti in materia di aiuti di Stato Pagamenti PA:

Dettagli

Aspetto essenziale per l effettività del Modello è costituito dalla predisposizione di un

Aspetto essenziale per l effettività del Modello è costituito dalla predisposizione di un b CASSA EDILE DELLA PROVINCIA DI BARI SISTEMA DISCIPLINARE ex D.lgs. 8 giugno 2001 n. 231 Principi generali Aspetto essenziale per l effettività del Modello è costituito dalla predisposizione di un adeguato

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 393 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa del senatore PAROLA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 16 MAGGIO 1996 Apertura di una

Dettagli

ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale.

ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale. ricorso cartella triennio 1990-1992 Pag. n. 1 Alla Commissione tributaria Provinciale di Ricorrente:, nato a il e residente in, codice fiscale. Difensore: nato a il e residente in,, codice fiscale. Controparti:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio E-mail istituzionale CONTE MARCUS GIORGIO 21/09/1960 II Fascia CONSIGLIO

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL Ansa SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL 2012 'EFFETTO BLOCCO DEL TURN-OVER, TAGLIO DEI COSTI PER 25 MILIONI' BOLOGNA, 28 GIU - A fine 2012, come effetto del blocco del turn-over, il sistema

Dettagli

ASSEMBLEA DEI SOCI 11 MAGGIO 2013

ASSEMBLEA DEI SOCI 11 MAGGIO 2013 ASSEMBLEA DEI SOCI 11 MAGGIO 2013 INFORMAZIONI IN MERITO ALLA PROCEDURA DI NOMINA DEI SINDACI DI UNICREDIT S.P.A. UniCredit S.p.A. - Sede Sociale: Via Alessandro Specchi 16-00186 Roma - Direzione Generale:

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE E ONCOLOGIA UMANA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO IL DIRETTORE

DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE E ONCOLOGIA UMANA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO IL DIRETTORE Decreto del Direttore n. 27 del 23/04/2012 Affisso all Albo Ufficiale del Dipartimento in data 23/04/2012 Pubblicata alla pagina WEB del Dipartimento il 23/04/2012 DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE E

Dettagli

LEGGE N. 190/2012 DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LEGGE N. 190/2012 DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LEGGE N. 190/2012 DISPOSIZIONI PER LA PREVENZIONE E LA REPRESSIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Torino, 10 Aprile 2013 La legge 190/2012 introduce degli strumenti per

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTARELLI Membro

Dettagli

BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI

BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI CAMERA DEI DEPUTATI 41 MARTEDÌ 20 GENNAIO 2015 XVII LEGISLATURA BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI INDICE DELEGAZIONE PRESSO L ASSEMBLEA PARLAMENTARE DEL CONSIGLIO

Dettagli

i dossier MONTE PASCHI STORY I personaggi www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta Il Pci/Pds/Ds/Pd ci deve spiegare

i dossier MONTE PASCHI STORY I personaggi www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta Il Pci/Pds/Ds/Pd ci deve spiegare 298 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MONTE PASCHI STORY I personaggi Il Pci/Pds/Ds/Pd ci deve spiegare 24 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta I sindaci di Siena dal 1983 ad oggi

Dettagli

Rating di legalità. 1. Soggetti abilitati alla richiesta. 2. I criteri di giudizio sulla legalità dell impresa ANTITRUST

Rating di legalità. 1. Soggetti abilitati alla richiesta. 2. I criteri di giudizio sulla legalità dell impresa ANTITRUST ANTITRUST Rating di legalità Contenuti 1. Soggetti abilitati alla richiesta 2. I criteri di giudizio sulla legalità dell impresa 3. Procedura di applicazione 4. Dati ad oggi 5. La portata premiale del

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI RITARDATI PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 2013 Sommario SINTESI...

Dettagli

RUBRICA ATTUALITÀ n. 2 Settembre 2009

RUBRICA ATTUALITÀ n. 2 Settembre 2009 www.excursus.org Direttore responsabile: Luigi Grisolia RUBRICA ATTUALITÀ n. 2 Settembre 2009 L irragionevole durata dei processi nel nostro Paese di Luigi Grisolia Un interessante documentario dell Anm

Dettagli

2. Responsabilità del CdA/mancati accantonamenti/postergazioni e determinazione del danno

2. Responsabilità del CdA/mancati accantonamenti/postergazioni e determinazione del danno Questioni giuridiche di attualità per l ufficio di revisione Corso TK del 28.6.2011 1. Termine dell Opting Out La MSA detiene al 100% XSA e YSA le quali hanno una somma di bilancio inferiore a CHF 10 Mio

Dettagli

Linee guida per la l efficienza della gestione la trasparenza e la prevenzione della corruzione 2014-2016

Linee guida per la l efficienza della gestione la trasparenza e la prevenzione della corruzione 2014-2016 Linee guida per la l efficienza della gestione la trasparenza e la prevenzione della corruzione 2014-2016 1.- Premessa La legge 6.11.2012 n. 190 ed in particolare il decreto legislativo 14.3.2013, n. 33

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

1 di 2 10/07/2009 17.19

1 di 2 10/07/2009 17.19 1 di 2 10/07/2009 17.19 Lunedì 13 dibatti alla Camera sui crisi e pari opportunità Venezia, domani seminario Cgil su federalismo fiscale Banche: Falcri-Confsal, valorizzare dipendenti per rapporto virtuoso

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER CENTO I COSTI DELLA POLITICA: LA LOMBARDIA E LA REGIONE PIU VIRTUOSA

IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER CENTO I COSTI DELLA POLITICA: LA LOMBARDIA E LA REGIONE PIU VIRTUOSA Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e sito web Regione Lombardia) IL CONSIGLIO REGIONALE TAGLIA DEL 50 PER

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 796 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato ANGELA NAPOLI Nuova regolamentazione delle attività di informazione scientifica e istituzione

Dettagli

i dossier MONTE PASCHI STORY 20 anni di storia www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier MONTE PASCHI STORY 20 anni di storia www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 297 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MONTE PASCHI STORY 20 anni di storia Il Pci/Pds/Ds/Pd ci deve spiegare 24 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 25 giugno 1999 - Monte dei

Dettagli

STATUTO (approvato cda del 07/5/2008)

STATUTO (approvato cda del 07/5/2008) ALLEGATO ALLA DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMM.NE N. 19/08 DEL 07/05/2008 STATUTO (approvato cda del 07/5/2008) dell Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario del Piemonte TITOLO I NATURA E

Dettagli

Decreto sviluppo, un provvedimento da emendare

Decreto sviluppo, un provvedimento da emendare Decreto sviluppo, un provvedimento da emendare Inizia la discussione parlamentare sulla conversione in legge del decreto 70/2011. La FLC CGIL, dopo avere illustrato le sue proposte alla Commissione Cultura

Dettagli

Iniziativa in ambito Carovana della Legalità che si conclude il 19 alla Casa del Jazz con Camusso

Iniziativa in ambito Carovana della Legalità che si conclude il 19 alla Casa del Jazz con Camusso APPUNTI RELAZIONE METTIAMO IN GIOCO LA LEGALITA NEL TERRITORIO Segretario Gervasio Capogrossi Roma 17 febbraio 2015 Ringraziamento agli invitati Iniziativa in ambito Carovana della Legalità che si conclude

Dettagli

PACCHETTO TAGLI COSTI DELLA POLITICA

PACCHETTO TAGLI COSTI DELLA POLITICA PACCHETTO TAGLI COSTI DELLA POLITICA A partire dal 1 gennaio 2011 sono ridotti del 10% il trattamento economico dei ministri e dei sottosegretari che non siano membri del Parlamento nazionale e i compensi

Dettagli

COMUNE DI TERMINI IMERESE ( Provincia di Palermo)

COMUNE DI TERMINI IMERESE ( Provincia di Palermo) COMUNE DI TERMINI IMERESE ( Provincia di Palermo) Concorso Pubblico per titoli ed esami al Ragioniere Generale Cat. D3. posto di Funzionario Contabile Vice Il Dirigente del Settore Affari Generali e Personale

Dettagli

CLAMORI E SILENZI adozioni ai single presunte, altre questioni fin troppo reali

CLAMORI E SILENZI adozioni ai single presunte, altre questioni fin troppo reali ancora dibattito su una sentenza della Corte di Cassazione CLAMORI E SILENZI adozioni ai single presunte, altre questioni fin troppo reali Adozioni anche ai single. Questa è l'espressione che comprende

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I 1 REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL SEGRETARIO E ASSEMBLEA DELLA FEDERAZIONE, E DEI SEGRETARI E DEI COMITATI DIRETTIVI DEI CIRCOLI DELLA CITTA DI ROMA E DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI Parte

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Fondo pensione per i dipendenti di Regioni, Autonomie locali e Sanità

Fondo pensione per i dipendenti di Regioni, Autonomie locali e Sanità Fondo pensione per i dipendenti di Regioni, Autonomie locali e Sanità Perché un fondo pensione e come funziona I lavoratori che sono andati in pensione in questi ultimi anni hanno visto via via ridursi

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 10 maggio 2005, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge

Dettagli

ART. 6 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA

ART. 6 ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL RECLUTAMENTO, DEL REGIME GIURIDICO E DEL TRATTAMENTO ECONOMICO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO (D.R. N. 501 del 31.10.2013) ART. 1 OGGETTO 1. Il presente regolamento

Dettagli

RASSEGNA STAMPA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI. Sommario. 5 febbraio 2015

RASSEGNA STAMPA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI. Sommario. 5 febbraio 2015 Sommario «Allontanato dall ospedale con mia madre morente»... 2 Al Businco più donazioni e trapianti... 3 Un centro cura il gioco d azzardo... 4 Ticket sanitario, esentati anche gli inoccupati... 5 Agus

Dettagli

PROVINCIA DI PISA Prot. 65558 02.04.00 Pisa, lì 5.3.2012 Il Direttore Generale. Che tempo che fa (linee e numeri di politica del personale).

PROVINCIA DI PISA Prot. 65558 02.04.00 Pisa, lì 5.3.2012 Il Direttore Generale. Che tempo che fa (linee e numeri di politica del personale). PROVINCIA DI PISA Prot. 65558 02.04.00 Pisa, lì 5.3.2012 Il Direttore Generale Al Presidente della Provincia Che tempo che fa (linee e numeri di politica del personale). Le vicende del personale hanno

Dettagli

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato: IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga la seguente legge:

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato: IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga la seguente legge: LEGGE 19 luglio 2013, n. 87: Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere. (13G00130) (Gazzetta Ufficiale n. 175

Dettagli

GENNAIO FEBBRAIO MARZO

GENNAIO FEBBRAIO MARZO GENNAIO Legge stabilità 2014: numerose le novità per gli enti locali e gli organismi partecipati Legge 147 del 27 dicembre 2013 (Legge Stabilità 2014) Le nuove scadenze previste dai D.l. Milleproroghe

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 11 giugno 2015. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante. Corriere Mercantile

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 11 giugno 2015. Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante. Corriere Mercantile RASSEGNA STAMPA Giovedì, 11 giugno 2015 Il Sole 24 Ore 1 Nuovo sblocca debiti da 5 miliardi 2 Dai manager della sanità un codice anticorruzione 3 Soglia più alta per il contante Il Secolo XIX - Ed. Levante

Dettagli

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Secondo le stime più attendibili, di 350 mila lavoratori che si trovano a dover

Dettagli

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne TUTTOSCUOLA.COM Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne La FISM (Federazione Italiana delle Scuole Materne) denuncia la mancanza totale

Dettagli

Il costi sociali del gioco d azzardo

Il costi sociali del gioco d azzardo Il costi sociali del gioco d azzardo Roma, 4 dicembre 212 Matteo Iori CONAGGA «Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d Azzardo» Italia fra i primi paesi al mondo per spesa procapite Nel 211 il mercato

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA NOMINA DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI DEL COMUNE DI VELLETRI (RM)

AVVISO PUBBLICO PER LA NOMINA DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI DEL COMUNE DI VELLETRI (RM) AVVISO PUBBLICO PER LA NOMINA DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI DEL COMUNE DI VELLETRI (RM) IL DIRIGENTE DEL II SETTORE PREMESSO CHE l Organo di Revisione dell Ente cessa dal proprio incarico il 14 novembre

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE (P.T.P.C.) 2015 2017 TITOLO I DISPOSIZIONI PRELIMINARI Paragrafo 1 (Premessa) 1. La legge 6 novembre 2012, n. 190 Disposizioni per la prevenzione e la repressione

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Rubrica Unione Camere Penali Italiane Sommario Rassegna Stampa Testata Titolo Pag. 12 Libero Quotidiano 20/11/2014 LA CRAXI DENUNCIA: SI STANNO PREPARANDO I PROCESSI POLITICI (M.g.) 23 Cronache del Garantista

Dettagli

Il decreto legge è finalmente arrivato a chiarire chi deve pagare e chi non per l Imu sui terreni montani 2014 e 2015.

Il decreto legge è finalmente arrivato a chiarire chi deve pagare e chi non per l Imu sui terreni montani 2014 e 2015. fonte: : Il sole 24 Ore, sabato 24 gennaio 2015 _ Imu terreni, si paga il 10 febbraio : Il decreto legge è finalmente arrivato a chiarire chi deve pagare e chi non per l Imu sui terreni montani 2014 e

Dettagli

LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori

LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori Alvise Moro, avvocato giuslavorista Il testo - approvato dal Senato in prima lettura il 31 maggio 2012 - è dal 7 giugno

Dettagli

LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI E DELLE SOCIETA EX D. LGS. 231/2001. 28 aprile 2009

LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI E DELLE SOCIETA EX D. LGS. 231/2001. 28 aprile 2009 LA RESPONSABILITA DEGLI ENTI E DELLE SOCIETA EX D. LGS. 231/2001 28 aprile 2009 Relatore: Co-relatore: Avv. Riccardo Nalin Ing. Andrea Semino D. LGS. 231/2001 Responsabilità Amministrativa Persone Giuridiche

Dettagli

NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI

NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI NOVITA FISCALI 2010 AMMORTIZZATORI SOCIALI: il 2010 dovrebbe essere l anno della riforma degli ammortizzatori sociali, che ora lasciano senza rete di protezione 1,2 milioni di lavoratori dipendenti. Il

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LANNUTTI, BELISARIO, ASTORE, BUGNANO, CAFORIO, CARLINO, DE TONI, DI NARDO, GIAMBRONE, LI GOTTI, MASCITELLI, PARDI,

Dettagli

Rassegna 'derivati' 24 marzo

Rassegna 'derivati' 24 marzo Rassegna 'derivati' 24 marzo INDICE RASSEGNA STAMPA Rassegna 'derivati' 24 marzo Si parla di noi Tirreno Pisa 24/03/2012 p. II Battaglia legale sui derivati, due round alla Provincia 1 Borsa E Finanza

Dettagli

Il privilegio di essere Poliziotti

Il privilegio di essere Poliziotti 51 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO

TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 166 i dossier www.freefoundation.com Primo approfondimento TUTTA LA LEGGE DI STABILITÀ 2013 ARTICOLO PER ARTICOLO 10 ottobre 2012 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 La Legge di Stabilità 2013 in 10 punti

Dettagli