Integrated Management System SERIE DCA IMPIANTI DI DEPURAZIONE PER ACQUE REFLUE DERIVANTI DA AUTOLAVAGGIO. Manuale delle Specifiche Tecniche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Integrated Management System SERIE DCA IMPIANTI DI DEPURAZIONE PER ACQUE REFLUE DERIVANTI DA AUTOLAVAGGIO. Manuale delle Specifiche Tecniche"

Transcript

1 Integrated Management System I M P I A N T I D E P U R A Z I O N E A C Q U E SERIE DCA IMPIANTI DI DEPURAZIONE PER ACQUE REFLUE DERIVANTI DA AUTOLAVAGGIO Manuale delle Specifiche Tecniche

2 PRESENTAZIONE Il Manuale delle specifiche tecniche degli impianti di depurazione per acque reflue derivanti da autolavaggi, permette di individuare attraverso la tabella riepilogativa il depuratore idoneo al proprio impianto in funzione della PORTATA, del RIUTILIZZO dell acqua e della possibilità di SCARICO. La composizione di un impianto costituito da elementi compatti è di facile individuazione ed offre varie combinazioni. Quelle attualmente previste fanno riferimento alle tipologie più comuni; tuttavia sono prevedibili altre combinazioni per scarico in fognatura, con o senza riutilizzo, per impossibilità di scarico, ed inoltre quelle prevedibili per trattamenti saltuari e sistematici. Il Manuale inoltre riporta nel dettaglio tutte le specifiche tecniche necessarie delle parti meccaniche ed elettriche quali pompe, filtri e quadri. L utenza autolavaggio è caratterizzata da acque reflue con basso carico organico, ma con presenza di tensioattivi e metalli pesanti, che forme impiantistiche quali il sistema chimicofisico o sistemi di filtrazione, o sistemi biologici a fanghi attivi ad ossidazione totale a sole biomasse disperse, hanno dimostrato di non poter trattare adeguatamente. La linea di impianti DEPURCOMPACT origina dal sistema DEPURMEC (Brevetto n ) ed è fondata su un processo biologico-combinato che appare dopo molteplici sperimentazioni e risultati, ormai fortemente consolidati, come il sistema di trattamento più specifico per questa tipologia di utenza. Essa offre il vantaggio inedito dell uso di materiali innovativi nel settore quali il PRFV (resina poliestere rinforzata con fibra di vetro a norma UNI EN 858) che offrono elevata resistenza chimica e meccanica, estrema leggerezza e pertanto notevole facilità di installazione, e quindi notevoli economie rispetto ad altri materiali compositi. La conoscenza del sistema monoblocco offre infine una straordinaria soluzione che con il sistema plug and play consente una avviamento rapido e sicuro. Manzi s.r.l. INDICE Introduzione 1 Tabella Comparativa 2 Dati Tecnici Mod. DCA 4 Dati Tecnici Mod. DCARF 8 last rev. luglio 7, :05 p.

3 TABELLA COMPARATIVA Tipologia autolavaggio N/auto/ ora* Modello/Portata con scarico Modello/Portata con riutilizzo 1 Pista - 1 Idropulitrice 8-10 DCA 0,5 DCARF 0,5 1 Portale - 2 Piste 6-10 DCA 1,0 DCARF 1,0 Doppio portale - 3 Piste DCA 1,5 DCARF 1,5 Portale HP - 4 Piste DCA 2,0 DCARF 2,0 5/6 Piste 50 DCA 3,0 DCARF 3,0 Tunnel 3-5 spazzole DCA 4,0 DCARF 4,0 Tunnel autobus/camion 6-10 DCA 5,0-7,0 DCARF 5,0-7,0 *tali valori sono puramente indicativi. 2

4 SERIE DCA DATI TECNICI I M P I A N T I D E P U R A Z I O N E A C Q U E 3

5 Mod. DCA I M P I A N T I D E P U R A Z I O N E A C Q U E Impianto di depurazione biologico-combinato per reflui da autolavaggio SISTEMA BREVETTATO VOCE DI CAPITOLATO Il DEPURCOMPACT mod. DCA è realizzato in P.R.F.V. (resina poliestere rinforzata con fibra di vetro). E un impianto di depurazione monoblocco con processo biologico combinato per il trattamento di scarichi industriali, in particolare autolavaggi. Tale impianto è caratterizzato da un processo a fanghi attivi ad ossidazione totale sia a biomasse adese che disperse. Il DCA ha due portelle d ispezione con dimensioni di mm 600x600. Il sistema di ossigenazione è realizzato mediante elettropompe sommerse con eiettore ad effetto Venturi con tubo di aspirazione dell aria esterna. E composto da un settore di sedimentazione primaria e di disoleazione, da un reattore biologico a letto batterico con corpi di riempimento in polipropilene, con superficie specifica non inferiore a 180 m2/m3, da un settore di sedimentazione secondario e da un pozzetto prelievo campioni situato all interno del manufatto. 4

6 modello DCA mod. 0,5 1,0 1,5 2,0 3,0 4,0 5,0 6,0 7,0 diametro interno D m 1,60 2,00 2,00 2,00 2,35 2,35 2,35 2,35 2,35 lunghezza L m 3,10 3,10 4,00 4,40 3,70 4,50 5,50 6,70 7,50 dissabbiatore disoleatore A m 1,20 0,90 0,90 0,90 0,80 0,90 1,00 1,30 1,30 ossidazione biologica B m 0,90 0,80 1,30 1,30 1,40 1,60 2,00 2,40 2,70 sedimentazione secondaria volume dissabbiatore/ disoleatore C m 1,00 1,40 1,80 2,20 1,50 2,00 2,50 3,00 3,50 mc 2,00 2,50 2,50 2,50 3,00 3,50 4,00 5,00 5,00 volume ossidazione mc 1,70 2,30 3,70 3,70 5,50 6,30 7,90 9,40 10,60 volume sedimentazione m 1,25 2,50 3,00 4,00 4,50 6,00 7,50 9,00 10,50 quota ingresso H in m 1,40 1,80 1,80 1,80 2,15 2,15 2,15 2,15 2,15 quota uscita H out m 1,30 1,70 1,70 1,70 2,05 2,05 2,05 2,05 2,05 portata massima mc/h 0,5 1 1,5 2,0 3,0 4,0 5,0 6,0 7,0 diametro collettori IN OUT ø mm numero pompe nr GRUPPO POMPA L impianto è dotato di elettropompe sommergibili LOWARA serie DOMO con corpo pompa in acciaio inox AISI304, motore trifase e protezione motore IP68 tipo LOWARA DOMO 7 VXT/B AMPERE POTENZA POLI GIRI 1/MIN MANDATA MANDATA PASSO PESO 1,4 A 0,55 KW VERTICALE DIA 1.5 DIA 35mm Kg. 9,2 5

7 Adduzione raccolta Acqua depurata SCHEMA DI PROCESSO Lo schema di processo del DCA prevede le seguenti fasi: Sedimentazione sabbie/disoleazione (1) in cui il refluo viene a trovarsi nelle condizioni per la separazione gravimetrica dei solidi sedimentabili (sabbie) verso il fondo e dei liquidi leggeri (olii, idrocarburi) verso l alto. Trattamento biologico combinato (2) necessario per la degradazione dei composti biodegradabili. Il sistema innovativo del DCA è basato sulla combinazione del processo a fanghi attivi a biomasse disperse unito a quello a letto batterico areato a biomasse adese (con alto indice dei vuoti e elevata superficie specifica). Il comparto biologico è dimensionato per operare in condizioni di basso carico attraverso una ossidazione prolungata con pompe sommerse ad eiettore venturimetrico: ciò comporta una bassa produzione di fango di supero. Sedimentazione secondaria (3) calcolata con tempo di detenzione idraulica di min. e ricircolo in continuo dei fanghi, per ottenere una completa miscelazione fango-liquame. Pozzetto campionatura (4) è posto all interno del monoblocco e consente di prelevare campioni da sottoporre ad analisi sia nel caso di controllo periodico a cura di tecnici gestori, che nel caso di verifica da parte degli Enti di vigilanza. 6

8 SCHEMA DI INSTALLAZIONE Manufatto totalmente carrabile ai mezzi pesanti e per strade e ponti di I a Categoria, le più gravose previste dalla normativa nazionale Per l installazione del DEPURCOMPACT Mod. DCA vanno eseguite le seguenti semplici operazioni di seguito descritte: SCAVO Lo scavo sarà realizzato a sezione ristretta e di dimensioni utili ai fini del calo nella sezione. Il fondo sarà regolarizzato, liberato da radici, trovanti e predisposto per la stesura del letto di posa in sabbia. LETTO DI POSA Il letto di posa sarà costituito da sabbia disposta su fondo dello scavo per uno spessore di 20 cm. POSA DEL SERBATOIO Il serbatoio sarà calato nel cavo di posa e posizionato come previsto in progetto. La esatta posizione longitudinale e trasversale sarà assicurata con rincalzo in sabbia. RIEMPIMENTO E STABILIZZAZIONE DEL SERBATOIO Il serbatoio sarà riempito di acqua per circa 1/3 del suo volume avendo cura di riempire tutte le sezioni. RINCALZATURA E RINFIANCO Si provvederà quindi alla prima rincalzatura del serbatoio con sabbia fino a circa 1/4 del diametro. A seguire, si provvederà al rinterro in sabbia bagnata e pistonata, fino alla quota delle tubazioni IN ed OUT. COLLEGAMENTI IDRAULICI Si eseguiranno i collegamenti idraulici di ingresso e di uscita con tubazioni in PVC attraverso giunzioni per incollaggio. POSA SOPRALZI E CHIUSINI Si porranno in opera sopralzi in cls prefabbricato in corrispondenza delle aperture di ispezione fino alla quota di posa dei sovrastanti chiusini in ghisa assicurando gli stessi con malta di calce e sabbia. CONDOTTO DI AREAZIONE Tale collegamento va realizzato a mezzo di un condotto in materiale plastico (PVC 80mm) al pozzetto corrispondente alla vasca di ossidazione fino al punto di captazione esterno di aria più vicino. COLLEGAMENTI ELETTRICI Si procederà poi alla stesura dei corrugati, al passaggio cavi di alimentazione delle pompe fino al q.e. e relativo allaccio. Lo stesso quadro elettrico sarà fissato in apposito vano e alimentato da rete. RIEMPIMENTO FINALE Tale operazione va effettuata con acqua garantendo il riempimento contemporaneo di tutte le sezioni dell impianto. RINTERRO FINALE e PAVIMENTAZIONE STRADALE Sarà realizzato il rinterro previo costipamento di adeguato pacchetto di pavimentazione stradale e strato di bitume finale senza necessità di solette in c.a.. E prevista anche la soluzione fuori terra, come indicato nello schema sopra riportato,evitando così l onere degli scavi. 7

9 Mod. DCARF I M P I A N T I D E P U R A Z I O N E A C Q U E Impianto di depurazione biologico-combinato per reflui da autolavaggio con riutilizzo SISTEMA BREVETTATO VOCE DI CAPITOLATO Il DEPURCOMPACT mod. DCARF è realizzato in P.R.F.V. (resina poliestere rinforzata con fibra di vetro). E un impianto di depurazione monoblocco biologico combinato destinato al trattamento di scarichi industriali in particolare autolavaggi. La sua particolarità è costituita da un processo a fanghi attivi ad ossidazione totale a biomasse adese e disperse ed un settore d accumulo per l acqua depurata per consentirne il riutilizzo. E dotato di 3 portelle d ispezione da mm 600x600, di elettropompe sommerse con eiettore Venturi per l ossigenazione ed un pacco filtri per garantire effluente con solidi sospesi entro i limiti tabellari del D. Lgs. 152/06. Il DCARF è composto da un settore di sedimentazione-disoleazione primario, da un reattore biologico a letto batterico con corpi in polipropilene, da un settore di sedimentazione secondaria, da un settore d accumulo e da un pozzetto prelievo campioni. 8

10 modello DCARF mod diametro interno D m 1,60 2,00 2,00 2,00 2,35 2,35 2,35 2,35 2,35 lunghezza L m 4,60 4,30 5,80 6,20 5,00 5,80 6,80 8,00 8,80 dissabbiatore - disoleatore A m 1,20 0,90 0,90 0,90 0,80 0,90 1,00 1,30 1,30 ossidazione biologica B m 0,90 0,80 1,30 1,30 1,40 1,60 2,00 2,40 2,70 sedimentazione secondaria C m 1,00 1,40 1,80 2,20 1,50 2,00 2,50 3,00 3,50 accumulo D m 1,50 1,10 1,80 1,80 1,30 1,30 1,30 1,30 1,30 volume dissabbiatore/disoleatore mc 2,00 3,00 2,50 2,50 3,00 3,50 4,00 5,00 5,00 volume ossidazione mc 1,70 2,30 3,70 3,70 5,50 6,30 7,90 9,40 10,6 volume sedimentazione mc 1,25 2,40 3,00 4,00 4,50 6,00 7,50 9,00 10,5 volume accumulo mc 3,00 3,50 5,00 5,00 5,00 5,00 5,00 5,00 5,00 quota ingresso H in m 1,40 1,80 1,80 1,80 2,15 2,15 2,15 2,15 2,15 quota uscita H out m 1,30 1,70 1,70 1,70 2,05 2,05 2,05 2,05 2,05 portata massima mc/h 0,50 1,00 2,00 2,00 3,00 4,00 5,00 6,00 7,00 diametro collettori IN - OUT ø mm numero pompe ossid + ricircolo nr GRUPPO POMPA l impianto è dotato di elettropompe sommergibili LOWARA serie DOMO con corpo pompa in acciaio inox AISI304, motore trifase e protezione motore IP68 tipo LOWARA DOMO 7 VXT/B AMPERE POTENZA POLI GIRI 1/MIN MANDATA MANDATA PASSO PESO 1,4 A 0,55 KW VERTICALE DIA 1.5 DIA 35mm Kg. 9,2 SCHEMA DI PROCESSO Lo schema di processo del DCARF prevede le seguenti fasi: Sedimentazione sabbie/disoleazione (1) in cui il refluo viene a trovarsi nelle condizioni per la separazione gravimetrica dei solidi sedimentabili (sabbie) verso il fondo e dei liquidi leggeri (olii, idrocarburi) verso l alto. Trattamento biologico-combinato (2) necessario per la degradazione dei composti biodegradabili. Il sistema innovativo del DCARF è basato sulla combinazione del processo a fanghi attivi a biomasse disperse unito a quello a letto batterico areato a biomasse adese (con alto indice dei vuoti e elevata superficie specifica). Il comparto biologico è dimensionato per operare in condizioni di basso carico attraverso ossidazione con pompe sommerse ad eiettore venturimetrico: ciò comporta una bassa produzione di fango di supero. 9

11 Adduzione raccolta Acqua depurata Acqua filtrata Sedimentazione secondaria (3) calcolata con tempo di detenzione idraulica di min. e ricircolo in continuo dei fanghi, per ottenere una completa miscelazione fango-liquame. Sezione con filtro selettore (4) è in grado di operare un ulteriore abbattimento in termini di COD e solidi sospesi; il filtro è realizzato in polipropilene con elevatissima superficie specifica che consente di ottenere fino al 50% di acqua da destinare al riutilizzo. Accumulo per riutilizzo e ricircolo interno (5) settore idoneo per l accumulo del refluo trattato in cui è alloggiata una pompa sommersa temporizzata per il ricircolo in testa all impianto che effettua ulteriori cicli di ossidazione e riossigenazione. Pozzetto campionatura (6) è posto all interno del monoblocco e consente di prelevare campioni da sottoporre ad analisi sia nel caso di controllo periodico a cura di tecnici gestori, che nel caso di verifica da parte degli Enti di vigilanza. Filtro esterno (7) Può essere fornito come optional un gruppo di filtrazione esterno per ottenere performance elevatissime in termini di rendimento depurativo e percentuali di riutilizzo del refluo fino all 80-90%. E costituito da una coppia di filtri in pressione a sabbia quarzifera e carbone attivo con modalità di pulizia in controlavaggio in manuale o automatico e relativa circuiteria e strumentazione di comando e controllo. 10

12 SCHEMA DI INSTALLAZIONE Grazie alla costruzione interamente realizzata in vetroresina, l installazione è semplice ed estremamente economica Per l installazione del DEPURCOMPACT Mod. DCARF vanno eseguite le seguenti semplici operazioni di seguito descritte: SCAVO Lo scavo sarà realizzato a sezione ristretta e di dimensioni utili ai fini del calo nella sezione. Il fondo sarà regolarizzato, liberato da radici, trovanti e predisposto per la stesura del letto di posa in sabbia. LETTO DI POSA Il letto di posa sarà costituito da sabbia disposta su fondo dello scavo per uno spessore di 20 cm. POSA DEL SERBATOIO Il serbatoio sarà calato nel cavo di posa e posizionato come previsto in progetto. La esatta posizione longitudinale e trasversale sarà assicurata con rincalzo in sabbia. RIEMPIMENTO E STABILIZZAZIONE DEL SERBATOIO Il serbatoio sarà riempito di acqua per circa 1/3 del suo volume avendo cura di riempire tutte le sezioni. RINCALZATURA E RINFIANCO Si provvederà quindi alla prima rincalzatura del serbatoio con sabbia fino a circa 1/4 del diametro. A seguire, si provvederà al rinterro in sabbia bagnata e pistonata, fino alla quota delle tubazioni IN ed OUT. COLLEGAMENTI IDRAULICI Si eseguiranno i collegamenti idraulici di ingresso e di uscita con tubazioni in PVC attraverso giunzioni per incollaggio. POSA SOPRALZI E CHIUSINI Si porranno in opera sopralzi in cls prefabbricato in corrispondenza delle aperture di ispezione fino alla quota di posa dei sovrastanti chiusini in ghisa assicurando gli stessi con malta di calce e sabbia. CONDOTTO DI AREAZIONE Tale collegamento va realizzato a mezzo di un condotto in materiale plastico (PVC 80mm) al pozzetto corrispondente alla vasca di ossidazione fino al punto di captazione esterno di aria più vicino. COLLEGAMENTI ELETTRICI Si procederà poi alla stesura dei corrugati, al passaggio cavi di alimentazione delle pompe fino al q.e. e relativo allaccio. Lo stesso quadro elettrico sarà fissato in apposito vano e alimentato da rete. RIEMPIMENTO FINALE Tale operazione va effettuata con acqua garantendo il riempimento contemporaneo di tutte le sezioni dell impianto. RINTERRO FINALE e PAVIMENTAZIONE STRADALE Sarà realizzato il rinterro previo costipamento di adeguato pacchetto di pavimentazione stradale e strato di bitume finale senza necessità di solette in c.a.. E prevista anche la soluzione fuori terra, come indicato nello schema sopra riportato,evitando così l onere degli scavi. 11

Depuratore Biologico Villanuova Sul Clisi (Bs) Depuratore Biologico Casto (Bs) Depuratore Biologico Serle (Bs)

Depuratore Biologico Villanuova Sul Clisi (Bs) Depuratore Biologico Casto (Bs) Depuratore Biologico Serle (Bs) Depuratore Biologico Villanuova Sul Clisi (Bs) Depuratore Biologico Casto (Bs) Depuratore Biologico Serle (Bs) SEPARATORE OLI E GRASSI IN CAV SEPARATORE EMULSIONI OLEOSE MONOBLOCCO 87 a b c E K vasca di

Dettagli

IMPIANTI PER AUTOLAVAGGI IMPIANTI AUTOLAVAGGI. Divisione Depurazione E DISSABBIATORI DEGRASSATORI VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF VASCHE SETTICHE

IMPIANTI PER AUTOLAVAGGI IMPIANTI AUTOLAVAGGI. Divisione Depurazione E DISSABBIATORI DEGRASSATORI VASCHE BIOLOGICHE TIPO IMHOFF VASCHE SETTICHE PER AUTOLAVAGGI FANGI ATTIVI VASCE SETTICE VASCE BIOLOGICE TIPO IMOFF 81 1. IMPIANTO PER AUTOLAVAGGIO CON SCARICO IN PUBBLICA FOGNATURA 2. IMPIANTO PER AUTOLAVAGGIO CON SCARICO IN CORSO D ACQUA SUPERFICIALE

Dettagli

COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO

COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO COMUNE DI CASTEL BARONIA AVELLINO LAVORI DI ADEGUAMENTO DELLA FOGNATURA IN VIA REGINA MARGHERITA E DEPURATORE (art. 5, legge regionale 31.10.1978, n 51 anni 2005e 2006 ) PROGETTO ESECUTIVO Elaborato A

Dettagli

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA

Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA Impianto di trattamento acque reflue Sistema MBR Reattore a fanghi attivi con sistema di BIOREATTORE A MEMBRANA L'impianto descritto è composto da un reattore biologico a fanghi attivi accoppiato con sistema

Dettagli

INDICE. 1. Scheda Impianto... 3. 2. Caratteristiche Costruttive... 4. 3. Processo di depurazione... 5

INDICE. 1. Scheda Impianto... 3. 2. Caratteristiche Costruttive... 4. 3. Processo di depurazione... 5 INDICE 1. Scheda Impianto... 3 2. Caratteristiche Costruttive... 4 3. Processo di depurazione... 5 4. Scelta degli Additivi Chimici e Dosaggio... 5 5. Processo di Chiariflocculazione e Specifiche Vasca

Dettagli

COMUNE DI COLLESALVETTI

COMUNE DI COLLESALVETTI COMUNE DI COLLESALVETTI PIANO DI LOTTIZZAZIONE COMPARTO VICARELLO SUD PROPRIETA : SOC. FONTE ALLEGRA ED ALTRI A) STRADE E PARCHEGGI 1) Preparazione dei piani di posa con rullatura del terreno. mq 3.700,00

Dettagli

Depurazione acque reflue. Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE

Depurazione acque reflue. Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE Depurazione acque reflue Depuratori e impianti in polietilene con marchio CE : la soluzione di ISEA per la depurazione dei reflui conforme alla norma europea EN 12566-3 Prodotti certificati a marchio

Dettagli

2.7 RELAZIONE IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUE DI PISCINA

2.7 RELAZIONE IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUE DI PISCINA DEFINITIVO di cui al punto10.1.c) del disciplinare di gara 2. RELAZIONI TECNICHE SPECIALISTICHE 2.7 RELAZIONE IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUE DI PISCINA Pagina 1 DEFINITIVO di cui al punto10.1.c) del disciplinare

Dettagli

Sommario. Sommario. A04 Stima dei costi elementari. 1. Premessa... 2. Tubazioni di acquedotto... 3.1. Pozzi, sorgenti, captazioni superficiali...

Sommario. Sommario. A04 Stima dei costi elementari. 1. Premessa... 2. Tubazioni di acquedotto... 3.1. Pozzi, sorgenti, captazioni superficiali... Piano di Ambito dell ATO della Provincia di Varese A04 Stima dei costi elementari A04 Stima dei costi elementari Sommario 1. Premessa... 2 2. Tubazioni di acquedotto... 3 3. Opere di acquedotto... 8 3.1.

Dettagli

ACQUEDOTTICA ELETTROPOMPE

ACQUEDOTTICA ELETTROPOMPE , AUTOADESCANTI, LOWARA Per acque pulite. Portate e prevalenze di seguito indicate con aspirazione max. 8m da conteggiare nella prevalenza. Bocca di aspirazione assiale e bocca di mandata radiale all asse

Dettagli

IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE

IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE Serie DEPUR-DOMO IMPIANTI BIOLOGICI A FANGHI ATTIVI DA 5 A 20 ABITANTI EQUIVALENTI (rev. 01 del 18/02/2011) La serie DEPUR-DOMO Gli impianti prefabbricati

Dettagli

R05_RELAZIONE IMPIANTO DI DEPURAZIONE PREFABBRICATO A FANGHI ATTIVI OSSIDAZIONE TOTALE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO CIVILI

R05_RELAZIONE IMPIANTO DI DEPURAZIONE PREFABBRICATO A FANGHI ATTIVI OSSIDAZIONE TOTALE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO CIVILI R05_RELAZIONE IMPIANTO DI DEPURAZIONE PREFABBRICATO A FANGHI ATTIVI OSSIDAZIONE TOTALE PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI SCARICO CIVILI oggetto: II VARIANTE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO H-FARM modifica

Dettagli

Sommario. Rototec - Divisione Depurazione - Catalogo tecnico Ottobre 2010 rev. 01. Filtri percolatori. Filtri percolatori

Sommario. Rototec - Divisione Depurazione - Catalogo tecnico Ottobre 2010 rev. 01. Filtri percolatori. Filtri percolatori oario 41 Caratteristiche tecniche Il filtro percolatore è un reattore biologico all interno del quale i microrganismi, che svolgono la depurazione del refluo, si sviluppano sulla superficie di appositi

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

IMPIANTI AUTOLAVAGGI

IMPIANTI AUTOLAVAGGI GARANZIA 25 ANNI IMPIANTI AUTOLAVAGGI 2014 Impianto per autolavaggio 2 Rototec Impianti autolavaggi - 2014 Il crescente interesse verso la tutela e la salvaguardia dell ambiente si sta focalizzando sempre

Dettagli

CATALOGO ACQUE PIOVANE

CATALOGO ACQUE PIOVANE CATALOGO ACQUE PIOVANE TUBI per DRENAGGIO o CORRUGATI o IN CEMENTO FORATI TUBI in PLASTICA per CONVOGLIAMENTO ACQUE PIOVANE o PVC o PVC per acque nere o CORRUGATI o RACCORDERIE FOSSI e CANALI in CLS o

Dettagli

COMUNE DI OSPITALETTO Provincia di Brescia. UNITA OPERATIVA ACQUE UFFICIO PROGETTAZIONI PETROLTECNICA S.p.A. IMPIANTO DI TRATTAMENTO

COMUNE DI OSPITALETTO Provincia di Brescia. UNITA OPERATIVA ACQUE UFFICIO PROGETTAZIONI PETROLTECNICA S.p.A. IMPIANTO DI TRATTAMENTO - 1 - COMUNE DI OSPITALETTO Provincia di Brescia UNITA OPERATIVA ACQUE UFFICIO PROGETTAZIONI PETROLTECNICA S.p.A. Progetto: IMPIANTO DI TRATTAMENTO ACQUE REFLUE AUTOLAVAGGIO Oggetto: RELAZIONE TECNICA

Dettagli

IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE

IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE IMPIANTI PREFABBRICATI PER LA DEPURAZIONE DELLE ACQUE FA125 IMPIANTO BIOLOGICO A FANGHI ATTIVI DELLA POTENZIALITA DI 125 ABITANTI EQUIVALENTI (rev. 111202) Introduzione alla tecnologia impiantistica La

Dettagli

DEPURATORE CHIMICO-FISICO AUTOMATICO

DEPURATORE CHIMICO-FISICO AUTOMATICO Azienda Certificata Azienda Certificata ISO 14001:2000 ISO 9001:2000 EA 18, 28b, 35 EA 18, 28b, 35 DEPURATORE CHIMICO-FISICO AUTOMATICO La funzione dell impianto chimico- fisico è quella di purificare

Dettagli

PRESIDI IDRAULICI PER LE ACQUE DI DILAVAMENTO DELLE SEDI STRADALI

PRESIDI IDRAULICI PER LE ACQUE DI DILAVAMENTO DELLE SEDI STRADALI PRESIDI IDRAULICI PER LE ACQUE DI DILAVAMENTO DELLE SEDI STRADALI Presentiamo in questa sezione le caratteristiche costruttive e le modalità di funzionamento degli impianti che proponiamo per il trattamento

Dettagli

FILTRI PERCOLATORI. 44 Divisione Depurazione

FILTRI PERCOLATORI. 44 Divisione Depurazione 44 Divisione Depurazione FILTRI PERCOLATORI ACCEORI DEOLIATORI TRATTAMENTI ECONDARI PINTI INDICAZIONI UB-IRRIGAZIONE VAOI PER FITODEPURAZIONE IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA TAZIONI DI OLLEVAMENTO POZZETTI filtri

Dettagli

ACO Separatori di grassi. Separatori di grassi ECO MAX in polietilene ad alta densità

ACO Separatori di grassi. Separatori di grassi ECO MAX in polietilene ad alta densità Separatori di grassi ECO MAX in polietilene ad alta densità ECO MAX separatore di grassi in polietilene ad alta densità. Per installazione interrata. Il principio Un separatore di grassi funziona in base

Dettagli

DESCRIZIONE U.M. Q.TÀ

DESCRIZIONE U.M. Q.TÀ 1 IMPIANTO TERMICO PRODUZIONE ACQUA CALDA 1.01 MM.19.01 Pompa di calore a gas potenza frigorifera 71 kw potenza termica 84 kw nr. 1 23.901,00 23.901,00 1.02 MM.20.01 Modulo idronico per la produzione di

Dettagli

PE-2005-0098-DRD0-2.doc RELAZIONE TECNICA

PE-2005-0098-DRD0-2.doc RELAZIONE TECNICA RELAZIONE TECNICA Pagina 2 di 7 INDICE OPERE IDRAULICHE... 3 RETI FOGNARIE... 3 TOMBINATURA AUSA... 3 MATERIALI E POSA IN OPERA... 4 RETE IDRICA... 5 RETE GAS METANO... 5 IMPIANTO DI RICIRCOLO ACQUE LAGHETTO

Dettagli

*********************************

********************************* FILTRO PERCOLATORE AEROBICO (FPAL N 9000 NR) USCITA BASSA SCARICO SU SUOLO/SUBIRRIGAZIONE ********************************* RELAZIONE, SCHEDA TECNICA E MANUALE D USO E MANUTENZIONE Voce di Capitolato Fornitura

Dettagli

FILTRI PERCOLATORI PER PICCOLE UTENZE

FILTRI PERCOLATORI PER PICCOLE UTENZE FILTRI PERCOLATORI PER PICCOLE UTENZE Questa sezione descrive una serie di impianti prefabbricati progettati e realizzati per il trattamento delle acque reflue domestiche e assimilate provenienti da piccole

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA. Realizzazione di urbanizzazioni primarie nel piano di zona della nuova 167, 2 e 3 triennio.

COMUNE DI BARLETTA. Realizzazione di urbanizzazioni primarie nel piano di zona della nuova 167, 2 e 3 triennio. INDICE 1. IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA... 2 2. PROCESSO DI FUNZIONAMENTO... 4 ~ 1 ~ 1. IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA Le specifiche di progetto sono le seguenti

Dettagli

Marca Articolo Note Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Scheda tecnica prodotto Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Disegno

Marca Articolo Note Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Scheda tecnica prodotto Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Disegno VIABILITA PUBBLICA - SCHEDE TECNICHE PLINTI PREFABBRICATI Marca Articolo Note Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Scheda tecnica prodotto Manfredini S.a.s. Plinto prefabb. 100x100x100 Disegno

Dettagli

CASELLA PREFABBRICATI S.R.L. 1 Pozzetto per impianti di irrigazione (tipo Casmez)

CASELLA PREFABBRICATI S.R.L. 1 Pozzetto per impianti di irrigazione (tipo Casmez) CASELLA PREFABBRICATI S.R.L. 1 Pozzetto per impianti di irrigazione (tipo Casmez) Voce di Capitolato Pozzetto prefabbricato in calcestruzzo vibrato a sezione circolare tronco-conica avente le seguenti

Dettagli

Impianto di depurazione

Impianto di depurazione SCAVI RABBI DI RABBI GIORGIO & C. S.a.s. Località Buse, Valeggio sul Mincio (VR) Integrazioni a seguito richiesta Commissione VIA, verbale n 390 del 24/10/2014 Discarica rifiuti inerti e area terre rocce

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Smaltimento reflui biologici e trattamento acque superficiali

RELAZIONE TECNICA Smaltimento reflui biologici e trattamento acque superficiali COMUNE DI BLUFI PROVINCIA DI PALERMO PIANO DI LOTTIZZAZIONE IN C.DA COMMENDA - TRE AREE ZONA T.O. DEL P.R.G. : D.2 ( area per insediamenti produttivi industriale-artigianale ) ITAL SYSTEM Spa - sede in

Dettagli

OPERE A MISURA. Articolo unità di misura ASSISTENZA OPERE EDILI PER RIPARAZIONE SOTTOSERVIZI - IMPREVISTI

OPERE A MISURA. Articolo unità di misura ASSISTENZA OPERE EDILI PER RIPARAZIONE SOTTOSERVIZI - IMPREVISTI ASSISTENZA OPERE EDILI PER RIPARAZIONE SOTTOSERVIZI - IMPREVISTI 11,0,611 spostamento e o sostituzione di sottoservizi esistenti e/o allacciamenti utenze, ivi compresa ogni opera provvisionale accessoria

Dettagli

LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE

LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE Pagina 1 di 7 LINEE GUIDA PER ESTENSIONI DI RETE SOMMARIO 1. SCOPO...2 2. VALIDITÀ E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3. INDICAZIONI DI CARATTERE GENERALE...2 4. FOGNATURA...2 4.1.1 Materiali da utilizzare e

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA RELAZIONE ILLUSTRATIVA Inerente l esecuzione di pavimentazioni di tipologia industriale di strade e piazzali, della realizzazione di canalizzazioni per l installazione delle reti dei servizi, della formazione

Dettagli

SISTEMA CON CERTIFICAZIONE ISO 9001:2000 GN-004

SISTEMA CON CERTIFICAZIONE ISO 9001:2000 GN-004 SISTEMA CON CERTIFICAZIONE ISO 9001:2000 GN-004 INDICE: 1 PREMESSA... 2 2 Costi parametrici Servizio Acquedotto... 3 2.1 Costo nuove condotte di adduzione dell acquedotto... 3 2.2 Costo nuove condotte

Dettagli

DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO SENZA VASCHE IMHOFF SEMINTERRATO

DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO SENZA VASCHE IMHOFF SEMINTERRATO Azienda Certificata Azienda Certificata ISO 14001:2000 ISO 9001:2000 EA 18, 28b, 35 EA 18, 28b, 35 DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO SENZA VASCHE IMHOFF SEMINTERRATO La funzione dell impianto in oggetto

Dettagli

Impianti di trattamento acque

Impianti di trattamento acque l ambiente, il futuro...noi il presente. Impianti di trattamento acque versione n 1 del 29/09/2009 F.lli Abagnale sas l AZIENDA Dall'inizio degli anni '70 la ditta Fratelli Abagnale opera nel settore delle

Dettagli

DISCIPLINARE ELEMENTI TECNICI

DISCIPLINARE ELEMENTI TECNICI LAVORI DI COSTRUZIONE DEL DEPURATORE COMUNALE PROGETTO DEFINITIVO DISCIPLINARE ELEMENTI TECNICI nell ambito del progetto definitivo per la realizzazione di impianto comunale per la depurazione delle acque

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE (rev. 20140217) 1. Prima dell installazione deve essere verificata l idoneità tecnica del suolo dal punto di vista strutturale, eventuali

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE Area "Osteria San Biagio" Casalecchio di Reno

OPERE DI URBANIZZAZIONE Area Osteria San Biagio Casalecchio di Reno OPERE DI URBANIZZAZIONE Area "Osteria San Biagio" Casalecchio di Reno Unità Descrizione dei Lavori di misura 1 Struttura stradale della nuova Via Bolsenda comprendente: - Scavo di sbancamento eseguito

Dettagli

APPROVVIGIONAMENTO ACQUA POTABILE E RACCOLTA LIQUAMI PER MODULI SERVIZI/CUCINA.

APPROVVIGIONAMENTO ACQUA POTABILE E RACCOLTA LIQUAMI PER MODULI SERVIZI/CUCINA. 10436 SISTEMA DI GESTIONE ACQUA X MODULI BAGNO DOCCIE CUCINA Questo Sistema Permette Di Gestire L emergenza Di Bagni Docce Cucine Immediatamente Con Semplicità APPROVVIGIONAMENTO ACQUA POTABILE E RACCOLTA

Dettagli

SEPARATORI. S.r.l. spedizione. tipologie: Modello T-C. chiusini circolari. acciaio zincato. per caso. Tel. generali vigenti.

SEPARATORI. S.r.l. spedizione. tipologie: Modello T-C. chiusini circolari. acciaio zincato. per caso. Tel. generali vigenti. serie OilIAv Separatori di idrocarburi in acciaio verniciato SEPARATORI DI IDROCARBURI IN ACCIAIO VERNICIATO Sono realizzati in lamiera di acciaio S 235 JRG. La protezionee superficiale interna ed esterna

Dettagli

www.venetaprefabbricati.it

www.venetaprefabbricati.it Listino nr. 04 - Marzo 04 Disoleatori e Depuratori Disoleatori piccole utenze Disoleatori per attività artigianali e industriali e prima pioggia Depuratori e letti batterici Impianti di sollevamento Pozzetto

Dettagli

OGGETTO OPERE DI SEPARAZIONE DELLA FOGNATURA MISTA E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA

OGGETTO OPERE DI SEPARAZIONE DELLA FOGNATURA MISTA E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA OGGETTO OPERE DI SEPARAZIONE DELLA FOGNATURA MISTA E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA Proprietà ANCONAMBIENTE S.p.A. Via Del Commercio 27, 60127 ANCONA RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Computo metrico estimativo opere di urbanizzazione primaria "A.T.U. 4"

Computo metrico estimativo opere di urbanizzazione primaria A.T.U. 4 Ambito di Trasformazione Urbanistica n. 4 OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA totale Euro A INSTALLAZIONE CANTIERE.000,00 B SISTEMAZIONE ED ALLARGAMENTO STRADA.37,59 C NUOVA CONDUTTURA DI FOGNATURA 2.040,2

Dettagli

SISTEMI DI ACCUMULO FORMATI DA TUBI SPIRALATI IN HDPE SGK

SISTEMI DI ACCUMULO FORMATI DA TUBI SPIRALATI IN HDPE SGK Integrated 1 CALOTTA PER SERBATOI FORMATI DA TUBO SPIRALATO SGK Tubo spiralato in HDPE Norma DIN 16961 Diametri da ID1000 a ID2500 mm Le giunzioni degli elementi saranno eseguite a mezzo di apposito bicchiere

Dettagli

DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO CON VASCA IMHOFF

DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO CON VASCA IMHOFF 1 Azienda Certificata Azienda Certificata ISO 14001:2000 ISO 9001:2000 EA 18, 28b, 35 EA 18, 28b, 35 DEPURATORE BIOLOGICO AUTOMATICO CON VASCA IMHOFF La funzione dell impianto in oggetto è quella di purificare

Dettagli

SCARICHI ACQUE NERE E BIANCHE VENTILAZIONE SCARICHI PARTE 2

SCARICHI ACQUE NERE E BIANCHE VENTILAZIONE SCARICHI PARTE 2 2013-2014 SCARICHI ACQUE NERE E BIANCHE VENTILAZIONE SCARICHI PARTE 2 Scheda 1 Definizioni 1. acque reflue domestiche: Acque contaminate dall uso e solitamente scaricate da WC, docce, vasche da bagno,

Dettagli

RELAZIONE SPECIALISTICA STAZIONE DI POMPAGGIO ANTINCENDIO

RELAZIONE SPECIALISTICA STAZIONE DI POMPAGGIO ANTINCENDIO PROGETTO GESTIONE ORDINARIA EDIFICI SCOLASTICI II Codice Edificio: 2008 RELAZIONE SPECIALISTICA STAZIONE DI POMPAGGIO ANTINCENDIO OGGETTO: L.S. BRUNO, TORINO - INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

ELABORATO 1 Relazione tecnica descrittiva

ELABORATO 1 Relazione tecnica descrittiva Impianto di depurazione S. Giustina (RN) Verifica di assoggettabilità L.R. 9/99 come integrata ai sensi del D. Lgs. 152/06 e s.m.i. DESCRIZIONE DELL IMPIANTO Sezione di recupero fanghi di depurazione ELABORATO

Dettagli

Sommario. Degrassatori e dissabbiatori. Rototec - Divisione Depurazione - Catalogo tecnico Ottobre 2010 rev. 01

Sommario. Degrassatori e dissabbiatori. Rototec - Divisione Depurazione - Catalogo tecnico Ottobre 2010 rev. 01 Soario Degrassatori e dissabbiatori Degrassatori e dissabbiatori 11 Degrassatori e dissabbiatori Caratteristiche tecniche La degrassatura è un pretrattamento fisico di rimozione degli oli, delle schiume,

Dettagli

DEGRASSATORI E DISSABBIATORI

DEGRASSATORI E DISSABBIATORI 12 Divisione Depurazione DEGRASSATORI ACCESSORI POZZETTI DEOLIATORI TRATTAMENTI SECONDARI SPINTI INDICAZIONI SUB-IRRIGAZIONE VASSOI PER FITODEPURAZIONE IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA STAZIONI DI SOLLEVAMENTO

Dettagli

DIMENSIONAMENTO CONDOTTA FOGNANTE

DIMENSIONAMENTO CONDOTTA FOGNANTE DIMENSIONAMENTO CONDOTTA FOGNANTE 1. VERIFICA DELLA RETE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE NERE Il centro di cure palliative hospice di Spicchio è allocato all interno di un fabbricato già esistente nel complesso

Dettagli

N Impianto Specifiche Tecniche

N Impianto Specifiche Tecniche N Impianto Specifiche Tecniche 1 DEGRASSATORE Il volume interno utile espresso in metri cubi risulta individuato dal prodotto del numero degli abitanti equivalenti moltiplicato per il fattore 0,07, Volume

Dettagli

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO 86 Divisione Depurazione STAZIONI ACCESSORI DEOLIATORI TRATTAMENTI SECONDARI SPINTI INDICAZIONI SUB-IRRIGAZIONE VASSOI PER FITODEPURAZIONE IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA STAZIONI POZZETTI firi percolatori IMPIANTI

Dettagli

*********************************

********************************* FOSSA IMHOFF MODULARE (IMF M. DA) SCARICO FANGHI ANNUALE ********************************* RELAZIONE, SCHEDA TECNICA E MANUALE D USO E MANUTENZIONE Voce di Capitolato Fornitura di fossa Imhoff in polietilene

Dettagli

OLEOPATOR P OLEOPASS P SLUDGE TRAP P COALISATOR PE

OLEOPATOR P OLEOPASS P SLUDGE TRAP P COALISATOR PE clean: Purificare e trattare 244 OLEOPAOR P OLEOPASS P SLUDGE RAP P COALISAOR PE 17 ACO Separatori di idrocarburi in polietilene e PEAD Separatore 246 Chiusino 247 Separatore 248 Chiusino 249 Separatore

Dettagli

POMPE SPECIALI PER INDUSTRIA POMPE DOSATRICI AD1 WWW.AGIPOMPE.COM 2015_05

POMPE SPECIALI PER INDUSTRIA POMPE DOSATRICI AD1 WWW.AGIPOMPE.COM 2015_05 POMPE DOSATRICI AD1 WWW.AGIPOMPE.COM 2015_05 POMPE DOSATRICI A MEMBRANA MA180 La elettropompa MA 180 è un modello di pompa volumetrica a membrana diretta. La membrana è mossa meccanicamente da un movimento

Dettagli

Case history VILLA LA CASARINA - RIELLO

Case history VILLA LA CASARINA - RIELLO Case history VILLA LA CASARINA - RIELLO SMALTIMENTO DELLE ACQUE REFLUE: INTERVENTO con IDROSAC IMHOFF Figura 1. Panoramica del giardino di Villa Casarina PROBLEMA: Trattamento e depurazione delle acque

Dettagli

POZZETTI - CAMERETTE IN CALCESTRUZZO ARMATO E VIBRATO EDILIZIA PEZZI SPECIALI

POZZETTI - CAMERETTE IN CALCESTRUZZO ARMATO E VIBRATO EDILIZIA PEZZI SPECIALI Un sistema innovativo di camerette a tenuta idraulica in calcestruzzo per condotte acque bianche e nere a norma uni en 1917 realizzate individualmente in eccellente qualità monolitica secondo i requisiti

Dettagli

Schema impianto depurazione biologica

Schema impianto depurazione biologica DEPURAZIONE Schema impianto depurazione biologica A cque di scarico Grigliatura Rifiuti grossolani SMALTITORE Dissabbiatura / Disoleatura Rifiuti: sabbie, oli e grassi SMALTITORE Sedimentazione primaria

Dettagli

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il

Comune di Frascati Provincia di Roma RELAZIONE TECNICA. Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il Comune di Frascati Provincia di Roma pag. 1 RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la realizzazione della rete fognante interna ai L.N.F. ed il suo collegamento al collettore ACEA lungo Via Enrico Fermi.

Dettagli

IMPIANTO PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA

IMPIANTO PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA IMPIANTO PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA PREMESSA Gli impianti di trattamento acque di prima pioggia hanno la funzione di controllare il convogliamento delle acque meteoriche nelle reti

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici. Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 bis

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici. Prezzario Regionale dei lavori pubblici. Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 bis REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dei Lavori Pubblici Prezzario Regionale dei lavori pubblici Voci finite: Elenco prezzi Volume 4 bis Anno: 2008 Indice Voci finite i Indice D.0003 - INFRASTRUTTURE

Dettagli

CAPITOLATO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA PIANO LOTTIZZAZIONE CORSO SEMPIONE/SILVIO PELLICO " OLGIATE OLONA

CAPITOLATO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA PIANO LOTTIZZAZIONE CORSO SEMPIONE/SILVIO PELLICO  OLGIATE OLONA CAPITOLATO OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA PIANO LOTTIZZAZIONE CORSO SEMPIONE/SILVIO PELLICO " OLGIATE OLONA Art. Descrizione u.m. Qt. / Unità / Totale 1,00 OPERE DI ALLESTIMENTO CANTIERE 1,01 Oneri relativi

Dettagli

- K - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE RETI FOGNARIE STANDARD PROGETTO SP - TEA - 001.

- K - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE RETI FOGNARIE STANDARD PROGETTO SP - TEA - 001. - K - PRESCRIZIONI TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE RETI FOGNARIE (revisione 04) Pagina 1 di 11 INDICE Pag. PARTE K RETI FOGNARIE K.1 3 REQUISITI DEI PROGETTI DI FOGNATURE PER NUOVE

Dettagli

Depurazione acque reflue. Depuratori, manufatti e contenitori in polietilene

Depurazione acque reflue. Depuratori, manufatti e contenitori in polietilene Depurazione acque reflue Depuratori, manufatti e contenitori in polietilene : sistemi prefabbricati in polietilene per la depurazione delle acque reflue ISEA è stata la prima azienda in Italia a progettare

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO E QUADRO ECONOMICO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO E QUADRO ECONOMICO Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.com AL DIRIGENTE DEL SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI

Dettagli

DEGRASSATORI E DISSABBIATORI

DEGRASSATORI E DISSABBIATORI A FANGI ATTIVI VASCE SETTICE VASCE BIOLOGICE TIPO IMOFF Divisione Depurazione 13 Imhoff Degrassatore 1. USO DOMESTICO 2. ATTIVITÀ PRODUTTIVE 14 Divisione Depurazione CARATTERISTICE TECNICE La degrassatura

Dettagli

Impianti di depurazione delle acque reflue dell industria agro-alimentare

Impianti di depurazione delle acque reflue dell industria agro-alimentare Impianti di depurazione delle acque reflue dell industria agro-alimentare La profonda conoscenza del ciclo produttivo del settore agro-alimentare, unita alla pluriennale esperienza acquisita, permettono

Dettagli

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_gestione_fase_avviamento_E.doc 1

1. PREMESSE. 1.53.11.1_Piano_gestione_fase_avviamento_E.doc 1 1. PREMESSE Il presente documento costituisce il piano con le modalità operative da seguire per la gestione della fase di avvio e collaudo delle nuove opere di progetto per evitare disservizi nel funzionamento

Dettagli

OPERE DI URBANIZZAZIONE

OPERE DI URBANIZZAZIONE OPERE DI URBANIZZAZIONE REALIZZAZIONE DELLE RETI E/O IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE IDRICA E FOGNARIA 8 Piano stradale 7 3 4 2 6 5 4 3 2 SERVIZIO TECNICO Ing. Giovanni Sala DIRETTORE TECNICO Ing. Luca Comitti

Dettagli

Voce di capitolato impianti di trattamento acque di autolavaggio vers. AL

Voce di capitolato impianti di trattamento acque di autolavaggio vers. AL Voce di capitolato impianti di trattamento acque di autolavaggio vers. AL Premessa L'inquinamento delle acque di autolavaggio costituisce un problema complesso a causa dei numerosi fattori che influiscono

Dettagli

IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA

IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA 2 IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA ESPERIENZA E QUALITÀ PER L AMBIENTE EURO MEC opera a livello nazionale ed internazionale nella progettazione, realizzazione e gestione

Dettagli

Revisione : 0 Modifica : 0 INDICE

Revisione : 0 Modifica : 0 INDICE 1 INDICE Revisione : 0 0.0 CERTIFICAZIONI... 3 1.0 COMPOSIZIONE DELL AREA DI LAVAGGIO... 4 1.1 Impianto a Piste... 4 0.1.1 Locale tecnico... 4 0.1.1 Struttura di copertura piste di lavaggio... 5 1.2 Impianto

Dettagli

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP Stazione di stoccaggio e pressurizzazione idrica per impianti antincendio IBRIDA composto da riserva idrica da interro vano tecnico con installato gruppo di pressurizzazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA

RELAZIONE TECNICA IDRAULICA PIANO URBANISTICO ESECUTIVO DI INIZIATIVA PRIVATA per insediamento produttivo di nuovo impianto ad uso artigianale, produttivo e commerciale in Comune di Comacchio Loc. San Giuseppe S.S. 309 Romea Spett.le

Dettagli

SANITSON PREMIUM CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI. Portata max: 62 m 3 /h

SANITSON PREMIUM CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI. Portata max: 62 m 3 /h CAMPO DI IMPIEGO Portata max: 62 m 3 /h Prevalenza fino a: 25 mc.a. Temperatura d esercizio: +35 C* Tubazione di carico: DN 100 Tubazione di mandata: DN 32-65 Tubazione di aerazione: Ø 75 mm Canalina presa

Dettagli

SERVIZIO FOGNATURA E DEPURAZIONE OPERE DI ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA NERA E/O MISTA

SERVIZIO FOGNATURA E DEPURAZIONE OPERE DI ALLACCIAMENTO ALLA RETE FOGNARIA NERA E/O MISTA Pagina 1 di 7 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 DESCRIZIONE DELL OPERA... 3 3 CRITERI DI DIMENSIONAMENTO DELLE OPERE DI ALLACCIAMENTO 4 4 POZZETTI PREFABBRICATI IN C.A.V.... 4 5 GRADINI SCALA DI ACCESSO AL POZZETTO...

Dettagli

Mulimax. release: Rilasciare

Mulimax. release: Rilasciare release: Rilasciare 264 Mulimax 19 ACO Mulimax - Stazione di pompaggio Introduzione 266 Mulimax - F mono 267 Mulimax - F duo 268 265 19 ACO Mulimax F Stazioni di pompaggio Sicurezza antirigurgito Mulimax

Dettagli

Descrizione serie: Wilo-DrainLift XXL

Descrizione serie: Wilo-DrainLift XXL Descrizione serie: Wilo-DrainLift XXL Tipo Stazione di sollevamento per acque cariche con 2 pompe installate in luogo asciutto Impiego Stazione di sollevamento acque reflue per il drenaggio di edifici

Dettagli

Prodotti innovativi per un ambiente sicuro e pulito

Prodotti innovativi per un ambiente sicuro e pulito Prodotti innovativi per un ambiente sicuro e pulito 04.2009 w w w. t u b i. n e t Pozzetto di cacciata per lo scarico automatico di acqua Pulizia Automatica / Subirrigazione Cos è? E un pozzetto in PE

Dettagli

Descrizione degli impianti tecnici del Piano di Lottizazione

Descrizione degli impianti tecnici del Piano di Lottizazione Descrizione degli impianti tecnici del Piano di Lottizazione Gli impianti di cui è previsto che venga dotata il P.d.L. sono: impianto fognario; impianto idrico; impianto gas metano; impianto elettrico;

Dettagli

SISTEMA MODULARE PER LA REALIZZAZIONE DI BACINI DI ACCUMULO E DI DRENAGGIO. drainpanel. soluzione innovativa per la gestione delle acque

SISTEMA MODULARE PER LA REALIZZAZIONE DI BACINI DI ACCUMULO E DI DRENAGGIO. drainpanel. soluzione innovativa per la gestione delle acque SISTEMA MODULARE PER LA REALIZZAZIONE DI BACINI DI ACCUMULO E DI DRENAGGIO drainpanel soluzione innovativa per la gestione delle acque ALTA CAPACITÀ DRENANTE RESISTENTE SOVRAPPONIBILE w w w. g e o p l

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D INFORMAZIONI GENERALI Questo manuale e parte integrante del depuratore-disoleatore per lubrorefrigeranti e liquidi di macchine lavaggio sgrassaggio pezzi

Dettagli

2 RELAZIONE GENERALE ILLUSTRATIVA

2 RELAZIONE GENERALE ILLUSTRATIVA 1 PREMESSA La presente relazione dimensiona e verifica le opere idrauliche relative alle fontane direttamente connesse con la realizzazione delle opere di Completamento dell area adiacente alla Cascina

Dettagli

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO

STAZIONI DI SOLLEVAMENTO STAZIONI DI SOLLEVAMENTO CARATTERISTICE TECNICE Le stazioni di sollevamento per acque nere sono sistemi che permettono di sollevare e trasferire reflui verso stazioni poste a quote superiori (sistemi

Dettagli

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo RELAZIONE IDRAULICA

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo RELAZIONE IDRAULICA COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO Provincia di Bergamo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) per ampliamento attività industriale / artigianale ditta CORTI MARMI & GRANITI S.r.l., via Villaggio Sereno n

Dettagli

IMPERMEABILIZZAZIONE E PROTEZIONE DI IMPIANTI DI DEPURAZIONE

IMPERMEABILIZZAZIONE E PROTEZIONE DI IMPIANTI DI DEPURAZIONE IMPERMEABILIZZAZIONE E PROTEZIONE DI IMPIANTI DI DEPURAZIONE R La necessità di proteggere l ambiente È generalmente accertato che le acque di scarico che contengono: acque contaminate, acqua piovana o

Dettagli

CALCOLO ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA. 321 mc * 5,31 euro (costo urb. primaria per sostituzione edilizia) = 1704,51 EURO

CALCOLO ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA. 321 mc * 5,31 euro (costo urb. primaria per sostituzione edilizia) = 1704,51 EURO CALCOLO ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA Edificio A stato modificato: Superficie Piano Terra = 53,46 mq Superficie Piano Primo = 53,46 mq Volume edificio = (53,46 mq + 53,46 mq) * 3 m = 321,00

Dettagli

OPERE DI SEPARAZIONE DELLA FOGNATURA MISTA E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA

OPERE DI SEPARAZIONE DELLA FOGNATURA MISTA E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA Appalto per: OPERE DI SEPARAZIONE DELLA FOGNATURA MISTA E REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA DOCUMENTI

Dettagli

Stazioni di sollevamento, vasche di segregazione, pozzetti speciali

Stazioni di sollevamento, vasche di segregazione, pozzetti speciali 2015 Stazioni di sollevamento, vasche di segregazione, pozzetti speciali Primel AG - Via Principale - 7608 Castasegna, Bregaglia (GR) Tel: +41 76 8198688 fedele.pozzoli@bluewin.ch Stazioni di sollevamento

Dettagli

Documento del: 01/02/12. Caratteristiche principali piscina: Committente. 00142 Roma. Luogo costruzione piscina. Capalbio (GR)

Documento del: 01/02/12. Caratteristiche principali piscina: Committente. 00142 Roma. Luogo costruzione piscina. Capalbio (GR) ARRIGONI di Arrigoni Roberto P.I. 01959230564 Numero Albo Artigiani (VT): 39708 Via Casalaccio, 13/A 01033 Civita Castellana (VT) www.piscinearrigoni.it arrigoni@live.it Oggetto: Contratto fornitura e

Dettagli

RECINZIONI IN PRFV MM05 RECINZIONI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 3 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1

RECINZIONI IN PRFV MM05 RECINZIONI IN PRFV. 30.07.2015 Rev. 3 COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 RECINZIONI IN PRFV MM05 30.07.2015 Rev. 3 RECINZIONI IN PRFV COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. SETTORI DI IMPIEGO... 4 3. MATERIALI... 5 3.1 TABELLA PROFILI

Dettagli

3. Gestione acque meteoriche di dilavamento

3. Gestione acque meteoriche di dilavamento 3. Gestione acque meteoriche di dilavamento Deoliatori e separatori Impianti di prima pioggia 1. PRETRATTAMENTI I deoliatori vengono utilizzati come trattamento delle acque contenenti oli, provenienti

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 03//04 COMUNE DI FABRIANO PIAZZA DEL COMUNE - FABRIANO (AN) LAVORI - Piani di Recupero Centro Storico-Borgo - studio di fattibilità - modifiche apportate dopo incontro del 07-0-2004 00 - Sistemazione torrente

Dettagli

Progettazione Costruzioni ed Impianti IMPIANTI TECNOLOGICI CAP. II IMPIANTO IDRICO : IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE INTERNA E FOGNATURA

Progettazione Costruzioni ed Impianti IMPIANTI TECNOLOGICI CAP. II IMPIANTO IDRICO : IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE INTERNA E FOGNATURA Progettazione Costruzioni ed Impianti IMPIANTI TECNOLOGICI CAP. II IMPIANTO IDRICO : IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE INTERNA E FOGNATURA Rete di distribuzione interna - Schemi Colonne verticali di grossa sezione

Dettagli

Sistema innovativo per la gestione e la raccolta delle acque meteoriche. www.geoplast.it

Sistema innovativo per la gestione e la raccolta delle acque meteoriche. www.geoplast.it Sistema innovativo per la gestione e la raccolta delle acque meteoriche www.geoplast.it NUOVO ELEVETOR TANK USO E CARATTERISTICHE Base Elevetor / Vantaggi e caratteristiche Cassero Elevetor / Vantaggi

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO RIFACIMENTO MARCIAPIEDI VIA MORA n. Rif. C.C.I.A.A. Descrizione N. Unità Quantità Prez. Unit. Totale FORMAZIONE MARCIAPIEDE 1 n.c. 2 n.c. 3 C2.4.23

Dettagli

COMUNE DI CHIUSI (PROVINCIA DI SIENA)

COMUNE DI CHIUSI (PROVINCIA DI SIENA) COMUNE DI CHIUSI (PROVINCIA DI SIENA) PROGETTO ESECUTIVO Depurazione di Chiusi, Sarteano e Cetona Ampliamento impianto di depurazione e collettori fognari al servizio della località Querce al Pino DIMENSIONAMENTO

Dettagli