AlpenBank Equity Strategy

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AlpenBank Equity Strategy"

Transcript

1 KEPLER FONDS AlpenBank Equity Strategy Relazione semestrale dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015

2 Società di gestione: KEPLER-FONDS Kapitalanlagegesellschaft m.b.h. Europaplatz 1a 4020 Linz Telefono: (0732) Fax: (0732) Banca depositaria / Depositaria: Raiffeisenlandesbank Oberösterreich Aktiengesellschaft Gestione dei fondi: Alpenbank Aktiengesellschaft Kaiserjägerstraße 9, 6020 Innsbruck Revisore: KPMG Austria GmbH, Wirtschaftsprüfungs- und Steuerberatungsgesellschaft ISIN delle singole tranche: Quota di capitalizzazione Quota di capitalizzazione integrale Quota di capitalizzazione integrale IT (1) AT AT0000A0AHR9 AT0000A0E0V6 1) La tranche istituzionale (AT0000A0E0V6) del fondo aperto è stata ritirata. L ultimo valore calcolato risale al 7 gennaio Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 2

3 Indice Informazioni generali sulla società di gestione 4 Dati generali sul fondo 5 Relazione sull'andamento del mercato finanziario e sulla politica di investimento del fondo 6 Prospetto patrimoniale 9 Composizione del patrimonio del fondo 13 Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 3

4 Informazioni generali sulla società di gestione Azionisti: Raiffeisenlandesbank Oberösterreich Aktiengesellschaft Oberösterreichische Landesbank Aktiengesellschaft Oberösterreichische Versicherung Aktiengesellschaft Commissari statali: Jutta Raunig Ingrid Oberleitner Consiglio di sorveglianza: Christian Ratz Franz Jahn, MBA Uwe Hanghofer Ludwig Hirnschrott-Diehl, MBA Othmar Nagl Johann Schillinger Direzione: Andreas Lassner-Klein Dott. Robert Gründlinger, MBA Procuratori: Dott. Michael Bumberger Rudolf Gattringer Bernhard Hiebl Uli Krämer Renate Mittmannsgruber I dati e le informazioni sono stati raccolti e verificati con la massima cura. Non si assume tuttavia alcuna responsabilità né garanzia per l'attualità, la correttezza e la completezza dei dati messi a disposizione. Le fonti consultate sono state considerate affidabili. Il software utilizzato effettua calcoli con una precisione maggiore delle due cifre decimali mostrate. Non è possibile escludere discrepanze tra ulteriori calcoli e i risultati mostrati. Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 4

5 AlpenBank Equity Strategy Stimati investitori, la società KEPLER-FONDS Kapitalanlagegesellschaft m.b.h. è lieta di presentarvi la relazione semestrale di AlpenBank Equity Strategy - OICVM ai sensi degli artt. 2 e 50 della legge sui fondi di investimento del 2011 (fondo di comproprietà) - dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio La tranche istituzionale (AT0000A0E0V6) del fondo aperto è stata ritirata. L ultimo valore calcolato risale al 7 gennaio Le rispettive società di gestione hanno addebitato ai comparti gestiti una compensazione per la gestione compresa tra lo 0,10% e il 4,00% annuo (esclusa l'eventuale tariffa dipendente dai risultati). Per l'acquisto delle quote non sono stati addebitati sovrapprezzi di emissione. Confronto tra i dati del fondo alla data di riferimento e all'inizio del periodo in esame Dati del fondo al 31/07/2014 al 31/01/2015 EUR EUR Patrimonio del fondo , ,25 Valore calcolato per quota di capitalizzazione 76,17 86,18 Prezzo di emissione per quota di capitalizzazione 79,98 90,49 Valore calcolato per quota di capitalizzazione integrale 76,29 86,33 Prezzo di emissione per quota di capitalizzazione integrale 80,10 90,65 Valore calcolato per quota di capitalizzazione totale IT (1) 81,00 n.d. Prezzo di emissione per quota di capitalizzazione totale IT (1) 85,05 n.d. Distribuzione/Pagamento per quota di capitalizzazione 0,0000 Distribuzione/Pagamento per quota di capitalizzazione integrale 0,0000 Distribuzione/Pagamento per quota di capitalizzazione integrale IT (1) 0,0000 Quote correnti del fondo AlpenBank Equity Strategy alla data di riferimento Quote di capitalizzazione al 31/07/ ,706 Emissioni ,235 Riscatti ,294 Quote di capitalizzazione al 31/01/ ,647 Quote di capitalizzazione integrale al 31/07/ ,913 Emissioni 7.352,065 Riscatti ,297 Quote di capitalizzazione integrale al 31/01/ ,681 Quote di capitalizzazione integrale IT al 31/07/ ,767 Emissioni 0,000 Riscatti ,924 Quote di capitalizzazione integrale IT al 07/01/2015 (1) 2.911,843 1) La tranche istituzionale (AT0000A0E0V6) del fondo aperto è stata ritirata. L ultimo valore calcolato risale al 7 gennaio Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 5

6 Relazione sull'andamento del mercato finanziario 31/07/ /01/2015 Variazione Variazione 5 anni 31/07/ /01/2015 Variazione p.a. INDICI AZIONARI (in valuta (in EUR) (in EUR) RENDIMENTI OBBLIGAZIONARI (10 anni in %) locale) US: Dow Jones Ind , ,0 +3,6% +22,9% +16,0% Stati Uniti 2,65 1,64-92 BP US: S&P , ,0 +3,3% +22,5% +18,0% Germania 1,16 0,30-86 BP US: Nasdaq 4.369, ,2 +6,1% +25,8% +21,6% Austria 1,39 0, BP EU: Europa Stoxx , ,4 +7,6% +7,6% +3,8% Regno Unito 2,60 1, BP DE: DAX 9.407, ,3 +13,7% +13,7% +13,8% Giappone 0,54 0,28-26 BP AT: ATX 2.310, ,1-5,2% -5,2% -2,6% TASSI DEL MERCATO MONETARIO (3 mesi in %) GB: FTSE , ,4 +0,3% +5,8% +8,5% Stati Uniti 0,24 0,25 +1 BP JP: Nikkei , ,4 +13,1% +17,5% +10,4% Zona euro 0,21 0,05-16 BP MSCI World (USD) 4.525, ,5-1,4% +16,9% +15,4% Regno Unito 0,56 0,56 +0 BP MSCI Emerg. Mkts. 444,1 403,9-9,0% +7,8% +7,4% Giappone 0,13 0,10-3 BP (USD) TASSI DI CAMBIO TASSI DI RIFERIMENTO DELLE BANCHE CENTRALI (in %) EUR/USD 1,3385 1, ,7% -4,1% US: Fed Funds 0,25 0,25 +0 BP EUR/JPY 137,66 132,53-3,7% +1,1% EL: Tasso Refi 0,15 0,05-10 BP EUR/GBP 0,7927 0,7515-5,2% -2,8% GB: Base-Rate 0,50 0,50 +0 BP EUR/CHF 1,2169 1, ,7% -6,8% JP: Diskont 0,07 0,07 +0 BP MATERIE PRIME TASSI DEI PRODOTTI SPREAD (media di tutti i periodi in %) Oro (USD/oz) 1.282, ,6-0,5% +18,0% +7,7% Emerging 5,14 5, BP Markets Argento (USD/oz) 20,42 17,2-15,8% -0,1% +5,5% EmMa-Spread BP (BP) Greggio (Brent) 106,0 53,0-50,0% -40,7% -1,8% Corporates A 1,60 1,00-60 BP Indice delle materie prime 294,4 218,8-25,7% -11,9% +0,3% Corporates BBB 2,05 1,60-45 BP Fonte: Bloomberg Ultimo aggiornamento: 30/01/2015 L'evoluzione del valore in passato non è indicativa dell'evoluzione futura del valore di un fondo. Le oscillazioni monetarie negli investimenti non in euro possono incidere sull'andamento del valore e determinare l'aumento o la riduzione dei ricavi. Panoramica dei mercati Mentre nel terzo trimestre, gli Stati Uniti hanno fatto registrare una crescita economica consistente attestatasi a quota 5,0% (crescita trimestrale annualizzata), nel quarto trimestre, con una crescita del 2,6%, è stato invece segnato un rallentamento (prima stima). Per il 2015, gli analisti prevedono una crescita del PIL del 3,2%. Il tasso di disoccupazione è sceso passando dal 6,1% al 5,7%. Anche l inflazione ha subito una contrazione ed è scesa dall 1,7% all 0,8% (dicembre 2014). Il deficit di bilancio degli Stati Uniti scenderà quest'anno al livello più basso mai raggiunto dall insediamento di Barack Obama, attestandosi ai minimi dal Le stime del 2015 però parlano di una ripresa e di un deficit pari a 1,1 miliardi di dollari. Nonostante la fase di recupero dell economia e il basso tasso di disoccupazione (il più basso in sei anni), la Federal Reserve (Fed) - banca centrale statunitense ha bloccato il tasso di riferimento fra lo 0 e lo 0,25%. Un primo aumento dei tassi d interesse è atteso non prima di metà anno. Uno dei motivi alla base di tale timido andamento è rappresentato dal fatto che i prezzi aumentano più lentamente di quanto previsto dalla banca centrale a causa dei bassi costi energetici. Da dicembre 2013, sono stati prima ridotti e poi completamente sospesi i fondi destinati al programma per l acquisto di titoli di Stato e di titoli immobiliari. Nel secondo trimestre 2014 la performance economica nell area euro ha fatto segnare una ripresa moderata, salendo dello 0,1%, per continuare la sua risalita nel terzo trimestre con uno 0,2%. Nel periodo in esame l inflazione dei 19 paesi dell eurozona ha fatto registrare una flessione passando dallo 0,4% a -0,6%, trascinando l area euro nel mese di dicembre - per la prima volta dopo più di cinque anni - nella deflazione. Dopo una curva favorevole a inizio anno, la crescita economica tedesca ha però innescato la retromarcia nel secondo trimestre. Il PIL è sceso dello 0,1% rispetto al trimestre precedente, registrando una crescita moderata nel terzo trimestre pari allo 0,1%. Per tutto il 2015, in Germania è prevista una crescita pari all 1,2%. L Italia, terza economia dell eurozona, è nuovamente scivolata nella recessione. Nel terzo trimestre 2014, il PIL era calato dello 0,1%, mentre nel secondo trimestre la crescita economica si era assottigliata dello 0,2%. Ha invece destato poca sorpresa il risultato dello stress test condotto dalla BCE nell autunno 2014: sebbene il test non sia stato superato da 25 istituti europei certificati su 130, la parte del leone del buco di capitali (calcolata al 31/12/2013) potrebbe presto essere compensata dalle banche. Nel mese di giugno 2014, la BCE ha nuovamente abbassato il tasso di riferimento allo 0,15%, attestatosi a settembre ai minimi storici dello 0,05%. Con una manovra di proporzioni gigantesche da miliardi di euro per l acquisto di obbligazioni, la BCE intende contrastare la minaccia deflazionistica che incombe sull eurozona e stimolare la ripresa congiunturale. A tal fine saranno acquisiti da marzo 2015 a settembre 2016 ogni mese titoli di Stato, obbligazioni ipotecarie e titoli cartolarizzati (ABS) per un valore complessivo di 60 miliardi di euro. Il PIL giapponese è aumentato solo dello 0,1% nel secondo trimestre 2014, per passare nel terzo trimestre dell anno a un calo dello 0,9%. Con uno yen debole ed elevate importazioni di energia, il 2014 si è trasformato nell anno dal deficit più alto mai registrato nella bilancia commerciale nipponica salito dell 11% a quota miliardi di yen. La banca centrale del paese del sol levante ha riconfermato l acquisto di titoli di Stato pluriennali fino a 582 miliardi di euro annui, al fine di contribuire alla Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 6

7 riduzione dei tassi di interesse a lungo termine e alla lotta contro la deflazione. L obiettivo inflazionistico posto dalla banca centrale giapponese si attesta al 2% entro il Tale misura inizia già a mostrare i suoi effetti e il Giappone intravede già la fine di un crollo dei prezzi durato per anni. Dopo aver superato la soglia del 3% nei mesi estivi, l inflazione si attesta attualmente al 2,4% (dicembre 2014). Per il 2014 le accise sono state aumentate dal cinque all'otto per cento. Un passo questo resosi necessario a causa dell'elevato debito pubblico pari al 240 per cento. L aumento previsto al 10% per il 2015 è stato posticipato al 2017, dopo aver assistito a una riduzione massiccia dei consumi a seguito del primo passo dell'innalzamento fiscale che ha rischiato di trascinare il paese nella recessione. Il tasso di riferimento nipponico resta invariato allo 0,1%. Il boom scoppiato negli Stati Uniti intorno all olio di scisto e la conseguente offerta eccessiva di petrolio hanno contribuito a ridurre il prezzo di quest ultimo. Anche l Arabia Saudita sta iniziando a contrastare tale andamento riducendo il prezzo del petrolio per portarlo al di sotto del costo di produzione delle aziende statunitensi. A ciò si aggiunge il fatto che l'opec ha deciso di non effettuare tagli alla produzione. Dalla scorsa estate il petrolio si è quindi visto ridurre il prezzo di oltre il 50%. Attualmente un barile di Brent del Mare del Nord si attesta a 53 dollari statunitensi, registrando il valore più basso da maggio A inizio maggio 2014, il cambio euro dollaro è salito a quota 1,3925, per poi vedere la moneta unica perdere vistosamente terreno (circa il 18%), attestandosi attualmente a 1,1288 dollari, ossia al minimo storico dal La congiuntura debole nell eurozona, l acuirsi della situazione politica in Grecia e l ondata di liquidità della BCE pesano sulla moneta unica, cui si aggiunge l annuncio della banca centrale svizzera di abbandonare il tasso di cambio minimo di 1,20 franchi che ha fatto schizzare alle stelle la valuta elvetica. Sviluppo dei mercati obbligazionari L annuncio del nuovo governo di Atene di non voler più mantenere gli accordi del pacchetto di austerity nella loro forma attuale, ha avuto serie ripercussioni sulla fiducia degli investitori, mettendo fortemente sotto pressione le obbligazioni del paese. Il rendimento sui titoli decennali è salito al 10,98%. S&P ha abbassato l affidabilità creditizia della Russia a livello spazzatura (BB+), motivando il suo declassamento con pessime previsioni congiunturali, entrate in calo a causa del prezzo del petrolio basso e sanzioni imposte sul paese dall occidente. A causa delle sanzioni UE e del crollo del prezzo del petrolio, il rendimento dei titoli di Stato decennali russi si attesta attualmente a circa il 13%. I titoli di Stato tedeschi con scadenza decennale rendono attualmente, a causa della congiuntura debole, lo 0,30% attestandosi al minimo storico (-86 pb). Mentre i corrispondenti titoli statunitensi, ossia gli US-Treasuries a 10 anni, registrano invece nel periodo in esame un rendimento inferiore di 92 punti base, pari all 1,64%. Le obbligazioni Emerging Market hanno registrato un andamento volatile nel periodo in esame. I disagi politici, le turbolenze valutarie e il calo netto del prezzo del petrolio sono in alcuni paesi all origine delle sensibili perdite registrate. I rendimenti minimi negli Stati Uniti e nell area euro hanno sostenuto il mercato e il rendimento medio delle obbligazioni dei paesi emergenti denominate in dollari statunitensi si è attestato ultimamente al 5,59%. Le obbligazioni corporate di tipo high grade (con rating AAA - BBB) hanno registrato nell ultimo semestre - a differenza delle obbligazioni Emerging Market e di tipo high yield - una performance relativamente stabile, registrando un risultato complessivo positivo. La domanda elevata di questa categoria di obbligazioni continua ininterrottamente la sua corsa. Nel periodo in esame, le obbligazioni corporate di tipo high yield (con rating BB - CCC) non sono invece riuscite a tenere il passo delle obbligazioni di tipo high grade. L andamento dei corsi è stato relativamente volatile, sebbene a differenza delle obbligazioni europee una maggiore volatilità sia stata registrata quelle statunitensi di tipo high yield. Sviluppo dei mercati azionari Da alcuni mesi il conflitto in Ucraina, le preoccupazioni congiunturali, il crollo del prezzo del petrolio e la crisi del rublo continuano a tenere gli investitori con il fiato sospeso, contribuendo a importanti oscillazioni di corso sulle borse. Tuttavia, la politica monetaria espansiva adottata dalle banche centrali di Europa, Stati Uniti e Giappone ha favorito, sebbene in via temporanea, il raggiungimento di nuovi massimi storici sui mercati azionari internazionali. Si pensi ad esempio all aumento del 3,6% registrato nel periodo di riferimento dal Dow Jones Industrial Index che per la prima volta nella sua storia raggiungeva a fine dicembre 2014 un record storico di oltre punti. L'indice azionario tedesco è salito in questo periodo del 13,7% per chiudere per la prima volta nel mese di giugno oltre la soglia dei punti. Attualmente si attesta a ,3 punti. L indice Nikkei che ad aprile si attestava ancora sotto la soglia dei punti è salito a fine anno al massimo storico degli ultimi sette anni (17.935,64 punti) ed è attualmente scambiato a ,4 punti. Politica d investimento Nel periodo in esame appena concluso il fondo ha potuto trarre vantaggio dell atmosfera positiva sui mercati dei capitali superando con la sua performance il valore di benchmark. L asset allocation è stata mantenuta stabile in questo periodo. Soltanto nella fase di forte correzione coincisa con il mese di ottobre si è deciso di aumentare per motivi strategici, a causa dell elevata volatilità sui mercati di capitali, la quota di liquidità. A livello regionale, dopo una riduzione nella fase di elevata volatilità abbiamo ripreso in autunno a rafforzare i nostri investimenti in azioni europee. Dopo le evidenti outperformance dei titoli azionari statunitensi riconosciamo adesso le maggiori potenzialità dell Europa. Oltre agli impulsi di politica monetaria arrivati con il nuovo programma di quantitative easing della BCE, l eurozona dovrebbe poter approfittare anche dei bassi prezzi del petrolio e di un euro debole. A livello di comparto sono state operate nel periodo in esame unicamente variazioni marginali. All inizio del periodo abbiamo ceduto il BGF Euro Markets, spinti dalla volontà di puntare su fondi di tutta l Europa, proprio sulla scorta del deterioramento Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 7

8 delle condizioni economiche dell eurozona. Alla luce di questo contesto, sono infatti proprio i mercati azionari britannico ed elvetico a mostrare un miglior carattere difensivo. Nel corso del periodo in esame abbiamo poi ridotto le Small Cap europee prediligendo Large Cap, riconoscendo nell attuale contesto dei mercati dei capitali opportunità migliori per il segmento Large Cap. Parimenti abbiamo ridotto la nostra esposizione in Mainfirst Top European Ideas (orientamento troppo ciclico) e M&G Global Dividend (underperformance). Hanno invece contribuito sensibilmente a una performance positiva in Europa proprio MFS European Value, Allianz Europe Equity Growth e Invesco Pan European Structured Equity. Negli Stati Uniti ha convinto soprattutto MS US Advantage, mentre l andamento degli altri fondi è rimasto entro i limiti del benchmark. Anche i fondi dei paesi emergenti (Emerging Markets) hanno registrato una performance migliore rispetto al proprio benchmark. Mentre in assoluto l andamento migliore è stato messo a segno da Polar Capital Healthcare Opportunities, con un +31,05% messo a segno nel periodo in esame. Deludente si è invece rivelata la performance di First State Global Resources, con -19,13%. Questo fondo ha subito fortemente gli effetti del crollo del prezzo del greggio soprattutto sul mercato del petrolio. Un andamento al di sotto della media è stato registrato per M&G Global Dividend (+6,13 %) e Mainfirst Top European Ideas (+6,87 %). Nel periodo in esame non sono state concluse operazioni di prestito titoli, pronti contro termine né total return swap. Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 8

9 Prospetto patrimoniale al 31/01/2015 ISIN DENOMINAZIONE DEL TITOLO UNITÀ'/ ACQUISTI VENDITE TASSO NOMINALE IN ACQUISIZIONI CESSIONI DI MIGLIAIA CAMBIO VALORE DI MERCATO QUOTA IN EUR IN % Patrimonio in titoli Certificati di investimento inclusi in altri mercati Quote di OICVM e OIC denominate in EUR LU AGIF-EUR.EQU.GRTH IT EO , ,25 7,64 GB00B2PF4L24 FIRST ST.GL RES ACC. B EO , ,30 1,79 LU INVESCO PAN EUR.STR.EQU.C , ,00 8,21 GB00B39R2T55 M+G GL DIVIDEND CA EO , ,20 2,51 LU MAINFIRST-TOP EUR.ID.FD C , ,00 4,36 LU MAND.FD-M.UNIQ.S.+M.C.E.G , ,52 1,71 LU MFS M.-EUROP.VALUE I1 EO , ,00 7,81 IE00B3K83P04 POLAR CAP.-HEALT.OPPS IEO , ,00 2,46 LU SCHR.ISF-EUR.OPPORT.CAEO , ,00 6,16 GB THREADN.INV.-EU.S.C.T.A , ,96 2, ,23 45,47 denominate in GBP GB FIRST ST.-ASIA PAC. L. B , ,50 5,55 GB FIRST ST.-GL.EM.M.L. B , ,72 4, ,22 10,10 denominate in JPY LU INV.FDS-JAP.EQ.ADV.C YN C , ,76 2,83 LU PICTET-JAPAN IND.NA.IS YN , ,81 1, ,57 3,83 denominate in USD LU FAST-EMERG.MKTS FD Y DL , ,16 2,67 IE00B29QBH63 MAC.C.F.-D.I.US L.C.V.IDL , ,02 3,88 LU MSI-GLOBAL BRANDS Z DL , ,81 2,17 LU MSI-US ADVANTAGE FD I , ,68 5,16 LU NOR.1-NORT.AM.AL.CA.BIUSD , ,41 4,95 LU PICTET-USA INDEX IS DL , ,83 11,06 LU ROBECO US PREM.EQU.I DL , ,84 6,92 LU VONTOBEL-EM.MKTS EQU.I-DL , ,99 2, ,74 39,39 Totale ,76 98,79 Totale ,76 98,79 Totale patrimonio in titoli ,76 98,79 VALORE DI DENOMINAZIONE DEL TITOLO NOMINALE/ OPENING CLOSING TASSO CAMBIO QUOTA CONTRATTI DI CAMBIO IN EUR IN % Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 9

10 Prodotti derivati Operazioni in valuta a termine Vendita JPY/EUR durata fino al 20/02/2015 1) Totale ,05-0, ,05-0,07 Totale ,05-0,07 Totale prodotti derivati ,05-0,07 2) Mediante l'impiego di tale derivato si riduce il rischio complessivo del fondo. Depositi bancari/passività EUR ,67 1,40 Valute diverse dall euro 3.420,69 0,01 Denaro vincolato 126,12 0,00 Totale depositi bancari / passività ,48 1,41 Altri valori patrimoniali Pagamenti insoluti ,60-0,13 Commissioni diverse -471,12 0,00 Interessi su conti di investimento 16,78 0,00 Totale altri valori patrimoniali ,94-0,13 Patrimonio del fondo ,25 100,00 Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 10

11 Tassi di cambio I valori patrimoniali in valuta estera sono stati convertiti ai seguenti tassi di cambio: VALUTA TASSO DI CAMBIO Sterlina britannica (GBP) 0,7512 Yen giapponese (JPY) 133,7800 Dollaro statunitense (USD) 1,1305 I componenti degli altri valori patrimoniali sono stati valutati sulla base dei cambi e dei tassi di mercato al 29 gennaio 2015, o i più recenti noti. Regole per la valutazione del patrimonio Il valore di una quota si ottiene dalla divisione del valore complessivo del fondo d investimento, compresi i ricavi, per il numero di quote. Nel caso dei fondi d investimento con più classi di quote, il valore di una quota appartenente a una data classe si evince dalla divisione del valore di una classe di quote ivi inclusi i ricavi per numero di quote in circolazione appartenenti a tale classe. Il valore complessivo del fondo d investimento è calcolato sulla base dei pertinenti valori di mercato dei titoli presenti nel fondo, degli strumenti del mercato monetario, delle quote in fondi d investimento e delle opzioni di acquisto, unitamente al valore degli investimenti finanziari appartenenti al fondo d investimento, degli importi di liquidità, dei saldi positivi, dei crediti e degli altri diritti, al netto delle passività. I valori di mercato degli elementi patrimoniali sono calcolati come segue: a) Il valore degli elementi patrimoniali quotati o negoziati in borsa o su un altro mercato regolamentato viene determinato in linea di principio sulla base dell'ultima quotazione disponibile. b) Se un elemento patrimoniale non è quotato o negoziato in borsa o su un altro mercato regolamentato, oppure se la quotazione di un elemento patrimoniale quotato o negoziato in borsa o su un altro mercato regolamentato non ne rispecchia adeguatamente il reale valore di mercato, si utilizzano le quotazioni indicate da banche dati affidabili o, in alternativa, i prezzi di mercato di titoli simili, oppure altri metodi di valutazione approvati. c) Le quote di un OICVM, OIC o FIA sono valutate agli ultimi prezzi di rimborso disponibili ovvero, qualora le quote siano negoziate in borse o mercati regolamentati (es. ETF) alle ultime quotazioni di chiusura disponibili. d) Il valore di liquidazione di future e opzioni negoziate in una borsa valori o un altro mercato regolamentato è calcolato sulla base degli ultimi prezzi di liquidazione disponibili. Per la determinazione del prezzo del fondo d'investimento vengono impiegati sostanzialmente gli ultimi corsi pubblicati o disponibili relativi ai valori patrimoniali acquisiti dal fondo d'investimento. Laddove sulla base della situazione politica o economica l'ultimo corso pubblicato non corrisponde affatto e non solo in via eccezionale ai valori reali sarà possibile omettere una determinazione dei prezzi per il fondo d'investimento, qualora quest'ultimo abbia investito una quota pari o superiore al 5% del proprio patrimonio in valori patrimoniali privi di alcun corso ovvero i cui corsi non risultino conformi all'andamento di mercato. Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 11

12 Acquisti e vendite di titoli effettuati nel corso del periodo in esame non evidenziati nel prospetto patrimoniale ISIN DENOMINAZIONE DEL TITOLO ACQUISTI INCREMENTI UNITÀ'/NOMINALE IN MIGLIAIA VENDITE DECREMENTI UNITÀ'/NOMINALE IN MIGLIAIA Patrimonio in titoli Certificati di investimento inclusi in altri mercati Quote di OICVM e OIC LU BGF-EO-MARKETS N.D2 EO Prodotti derivati Operazioni in valuta a termine Acquisto JPY/EUR durata fino al 12/12/ Vendita JPY/EUR durata fino al 12/09/ JPY/EUR durata fino al 12/12/ JPY/EUR durata fino al 29/10/ Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 12

13 Composizione del patrimonio del fondo al 31/01/2015 Patrimonio in titoli EUR % Certificati di investimento inclusi in altri mercati Quote di OICVM e OIC ,76 98,79 Totale patrimonio in titoli ,76 98,79 Prodotti derivati EUR % Operazioni in valuta a termine ,05-0,07 Totale prodotti derivati ,05-0,07 Depositi bancari/passività EUR % Totale depositi bancari/passività ,48 1,41 Altri valori patrimoniali EUR % Totale altri valori patrimoniali ,94-0,13 PATRIMONIO DEL FONDO ,25 100,00 Linz, febbraio 2015 KEPLER-FONDS Kapitalanlagegesellschaft m.b.h. Andreas Lassner-Klein Dott. Robert Gründlinger, MBA Relazione semestrale relativa all'esercizio dal 1 agosto 2014 al 31 gennaio 2015 Pagina 13

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo

è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo Politica fiscale Politica fiscale è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo polit fiscale 2 Saldo complessivo B s Entrate

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010

2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010 2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova (*) Banca Popolare di Mantova Società per Azioni Sede legale: Via Risorgimento,

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Adottare una prospettiva di più lungo periodo

Adottare una prospettiva di più lungo periodo Adottare una prospettiva di più lungo periodo Discorso di Jaime Caruana, Direttore generale della Banca dei Regolamenti Internazionali in occasione dell Assemblea generale ordinaria della Banca tenuta

Dettagli

Determinanti dell avversione al rischio degli investitori: riscontri giornalieri dal mercato azionario tedesco 1

Determinanti dell avversione al rischio degli investitori: riscontri giornalieri dal mercato azionario tedesco 1 Martin Scheicher +43 1 40420 7418 martin.scheicher@oenb.at Determinanti dell avversione al rischio degli investitori: riscontri giornalieri dal mercato azionario tedesco 1 I prezzi azionari oscillano al

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy CREDIT SUISSE LIFE & PENSIONS AG (ITALIAN BRANCH) Via Santa Margherita 3 Telefono +39 02 88 55 01 20121-Milano Fax +39 02 88 550 450 REA Registro Imprese di Milano n. 1753146 C.F. Part. IVA 04502630967

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Giugno 2015 CIO View Un pezzo dopo l altro Verso l integrazione fiscale europea Nove posizioni Le nostre previsioni L aumento

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

Le due facce dell investimento

Le due facce dell investimento Schroders Educational Rischio & Rendimento Le due facce dell investimento Per essere buoni investitori non basta essere buoni risparmiatori. La sfida del rendimento è tutta un altra storia. È un cammino

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04.

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04. Report dei prodotti del' 23.04.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 7.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible su Carrefour, Nestlé,

Dettagli