Modifiche al Regolamento di gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare appartenenti al Sistema Anima, gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modifiche al Regolamento di gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare appartenenti al Sistema Anima, gestiti da ANIMA SGR S.p.A."

Transcript

1 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI Modifiche al Regolamento di gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare appartenenti al Sistema Anima, gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Gentile Cliente, La informiamo che, in data 28 novembre 2014, il Consiglio di Amministrazione di ANIMA SGR S.p.A. ha deliberato talune modifiche regolamentari approvate dalla Banca d Italia in data 16 gennaio Nella successiva seduta del 30 gennaio 2015 il Consiglio di Amministrazione di ANIMA SGR S.p.A. ha deliberato talune ulteriori modifiche che si considerano approvate in via generale dalla Banca d Italia. Le modifiche, di seguito illustrate in dettaglio, sono state pubblicate in data 19 febbraio 2015 sul quotidiano il Sole 24 Ore ed avranno efficacia in data 1 aprile 2015 (decorso il periodo di sospensiva). Le suddette modifiche saranno, altresì, recepite - con la medesima data di efficacia - nel relativo Prospetto. Di seguito, si riporta il testo regolamentare modificato in comparazione con la versione previgente. b) Caratteristiche del Prodotto 1. Oggetto, politica d investimento e altre caratteristiche b) Caratteristiche del Prodotto 1. Oggetto, politica d investimento e altre caratteristiche 1.1 Parte specifica relativa a ciascun Fondo 1.1 Parte specifica relativa a ciascun Fondo Anima Risparmio È un Fondo obbligazionario flessibile a distribuzione dei ricavi conseguiti dagli investimenti effettuati con opzione del reinvestimento in quote, che mira ad un graduale incremento del valore del capitale investito. Anima Risparmio È un Fondo obbligazionario flessibile a distribuzione dei ricavi conseguiti dagli investimenti effettuati con opzione del reinvestimento in quote, che mira ad un graduale incremento del valore del capitale investito. 1 di 12

2 2. Proventi, risultati della gestione e modalità di ripartizione 2.2 Determinazione e distribuzione dei proventi della Classe AD I Fondi Anima Risparmio nella Classe AD, Anima Obbligazionario Corporate nella Classe AD, Anima Obbligazionario High Yield nella Classe AD e Anima Obbligazionario Emergente nella Classe AD, sono del tipo a distribuzione dei proventi. I proventi realizzati sono distribuiti ai Partecipanti secondo le seguenti modalità: I proventi oggetto di distribuzione sono costituiti dalla somma algebrica delle componenti positive e negative del reddito di esercizio. Le componenti positive sono costituite dai proventi da investimenti maturati nel periodo di riferimento sugli strumenti finanziari e su qualsiasi altra attività finanziaria. Le componenti negative sono invece rappresentate dagli oneri finanziari, dagli oneri di gestione e dall imposta sostitutiva a debito dell esercizio. 2. Proventi, risultati della gestione e modalità di ripartizione 2.2 Determinazione e distribuzione dei proventi della Classe AD I Fondi Anima Risparmio nella Classe AD, Anima Obbligazionario Corporate nella Classe AD, Anima Obbligazionario High Yield nella Classe AD e Anima Obbligazionario Emergente nella Classe AD, sono del tipo a distribuzione dei proventi. I proventi realizzati sono distribuiti ai Partecipanti secondo le seguenti modalità: La SGR può distribuire ai Partecipanti una cedola fino al 100% dei proventi conseguiti, con cadenza annuale, dal Fondo Anima Risparmio nella Classe AD e, con cadenza semestrale, dai Fondi Anima Obbligazionario Corporate nella Classe AD, Anima Obbligazionario High Yield nella Classe AD e Anima Obbligazionario Emergente nella Classe AD, in proporzione al numero di quote possedute da ciascun Partecipante ai sensi dei punti successivi. I proventi oggetto di distribuzione sono costituiti dalla somma algebrica delle componenti positive e negative del reddito di esercizio. Le componenti positive sono costituite dai proventi da investimenti maturati nel periodo di riferimento sugli strumenti finanziari e su qualsiasi altra attività finanziaria. Le componenti negative sono invece rappresentate dagli oneri finanziari, dagli oneri di gestione e dall imposta sostitutiva a debito dell esercizio. 2 di 12

3 Più precisamente, i proventi sono dati dalla somma algebrica delle seguenti voci della sezione reddituale del Rendiconto di gestione del Fondo: - A1. Interessi e altri proventi su titoli di debito quotati; - B1. Interessi ed altri proventi su titoli di debito non quotati; - F1. Proventi delle operazioni di pronti contro termine e assimilati; - G2. Altri Oneri finanziari (interessi passivi sulle operazioni di pronti contro termine); - H. Oneri di gestione; - L1. Imposta sostitutiva a carico dell esercizio. In tale ipotesi, l eventuale distribuzione non costituisce il risultato effettivo di gestione del Fondo nel periodo di riferimento, in quanto non vengono presi in considerazione gli utili/perdite da realizzo, né le minusvalenze/plusvalenze. La SGR distribuisce ai Partecipanti almeno il 75% dei proventi conseguiti, con cadenza annuale, dal Fondo Anima Risparmio nella Classe AD e, con cadenza semestrale, dai Fondi Anima Obbligazionario Corporate nella Classe AD, Anima Obbligazionario High Yield n ella Classe AD e Anima Obbligazionario Emergente nella Classe AD, in proporzione al numero di quote possedute da ciascun Partecipante ai sensi del paragrafo 1.2. È inoltre facoltà del Consiglio di Amministrazione della SGR deliberare la distribuzione di almeno il 75% degli utili netti da realizzo su strumenti finanziari rilevati nel Rendiconto di gestione. Più precisamente, i proventi sono dati dalla riconducibili alla somma algebrica, se positiva, delle seguenti voci della sezione reddituale del Rendiconto di gestione periodo del Fondo redatto in relazione al periodo di riferimento: - A1. Interessi e altri proventi su titoli di debito quotati; Proventi da investimenti su strumenti finanziari quotati; - B1. Interessi ed altri proventi su titoli di debito non quotati; Proventi da investimenti su strumenti finanziari non quotati; - F1. Proventi delle operazioni di pronti contro termine e assimilati; - I1. Interessi attivi su disponibilità liquide; - I2. Altri ricavi; - L1. Imposta sostitutiva a carico dell esercizio; - L3. Altre Imposte; - G2. Altri Oneri finanziari (interessi passivi sulle operazioni di pronti contro termine); - H. Oneri di gestione; - L1. Imposta sostitutiva a carico dell esercizio. In tale ipotesi, l eventuale distribuzione non costituisce il risultato effettivo di gestione del Fondo nel periodo di riferimento, in quanto non vengono presi prese in considerazione tutte le voci del conto economico, in particolare gli utili/perdite da realizzo, né e le minusvalenze/ plusvalenze. La SGR distribuisce ai Partecipanti almeno il 75% dei proventi conseguiti, con cadenza annuale, dal Fondo Anima Risparmio nella Classe AD e, con cadenza semestrale, dai Fondi Anima Obbligazionario Corporate nella Classe AD, Anima Obbligazionario High Yield nella Classe AD e Anima Obbligazionario Emergente nella Classe AD, in proporzione al numero di quote possedute da ciascun Partecipante ai sensi del paragrafo 1.2. È, inoltre, facoltà del Consiglio di Amministrazione della SGR deliberare la distribuzione di almeno il 75%fino al 100% degli utili e delle plusvalenze netti da realizzo su strumenti finanziari rilevati nel in ciascun Rendiconto di gestione periodo. 3 di 12

4 Più precisamente, per utili netti da realizzo su strumenti finanziari si intende la somma algebrica delle seguenti voci, se positive, della sezione reddituale del Rendiconto di gestione del Fondo: - A2.1 Utile da realizzo su titoli di debito quotati; - A4. Risultati realizzati sulle operazioni di copertura di strumenti finanziari quotati; - B2.1 Utili da realizzo su titoli di debito non quotati; - B4. Risultati realizzati sulle operazioni di copertura di strumenti finanziari non quotati; - C1. Risultati realizzati sulle operazioni non di copertura su strumenti finanziari derivati. Anche in tale ipotesi, l eventuale distribuzione non costituisce il risultato effettivo di gestione del Fondo nel periodo di riferimento, in quanto non vengono prese in considerazione né le perdite da realizzo, né le minusvalenze e le plusvalenze. Pertanto la distribuzione di proventi ed utili netti da realizzo su strumenti finanziari potrebbe anche essere superiore al risultato medesimo, rappresentando in tale caso, un rimborso parziale del valore delle quote. La distribuzione di detti ricavi non comporterà in alcun caso un rimborso automatico di un determinato numero di quote o di frazione di esse, ma avverrà sempre come diminuzione del valore unitario delle stesse. Più precisamente, per utili netti da realizzo su strumenti finanziari e plusvalenze si intende la somma algebrica delle seguenti voci, se positive, della sezione reddituale deldi ciascun Rendiconto di gestione del Fondodi periodo: - A2.1 Utile da realizzo su titoli di debitostrumenti finanziari quotati; - A3. Plusvalenze su strumenti finanziari quotati; - A4. Risultati realizzati sulle operazioni di copertura di strumenti finanziari quotati; - B2.1 Utili da realizzo su titoli di debito strumenti finanziari non quotati; - B3. Plusvalenze su strumenti finanziari non quotati; - B4. Risultati realizzati sulle operazioni di copertura di strumenti finanziari non quotati; - C1. RisultatiRisultato realizzati sulle delle operazioni in strumenti finanziari derivati non di copertura su strumenti finanziari derivati. Anche in tale ipotesi, l eventuale distribuzione non costituisce il risultato effettivo di gestione del Fondo nel periodo di riferimento, in quanto non vengono prese in considerazione tutte le voci del conto economico, in particolare né le perdite da realizzo, né e le minusvalenze e le plusvalenze. Pertanto, la distribuzione di proventi, ed utili netti da realizzo e plusvalenze su strumenti finanziari, come sopra descritta, potrebbe anche essere superiore al risultato medesimo, rappresentando in tale caso, un rimborso parziale del valore delle quote. La distribuzione di detti ricavi non comporterà in alcun caso un rimborso automatico di un determinato numero di quote o di frazione di esse, ma avverrà sempre come diminuzione del valore unitario delle stesse. 4 di 12

5 Il ricavo spettante a ciascuna quota, che potrebbe anche essere superiore all incremento registrato dal valore unitario della quota stessa nel periodo cui si riferisce il Rendiconto di gestione, sarà determinato dividendo l ammontare posto in distribuzione per il numero delle quote in circolazione alla data determinata dal Consiglio di Amministrazione della SGR in occasione dell approvazione del rendiconto: la quota calcolata in tale data sarà, pertanto, ex-cedola Si considerano aventi diritto alla distribuzione dei proventi di cui al punto 1.1 i Partecipanti esistenti il giorno precedente a quello della quotazione ex-cedola L ammontare dei proventi conseguiti a tutto il 31 dicembre di ogni anno per il Fondo Anima Risparmio nella Classe AD nonché a tutto il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno per i Fondi Anima Obbligazionario Corporate nella Classe AD, Anima Obbligazionario High Yield nella Classe AD e Anima Obbligazionario Emergente nella Classe AD, spettante ad ogni quota, nonché la data di inizio della distribuzione vengono indicati nella relazione di accompagnamento del Rendiconto di gestione, redatta entro 60 giorni dalla fine di ogni esercizio dall organo amministrativo della SGR e pubblicati sulle fonti indicate nella Scheda Identificativa. In ogni caso, la data stabilita non può essere posteriore al trentesimo giorno successivo alla data di approvazione del Rendiconto di gestione La distribuzione dei proventi avviene a mezzo del Depositario in proporzione al numero di quote possedute da ciascun Partecipante. Qualora il Sottoscrittore abbia richiesto l emissione del certificato di partecipazione, il pagamento dei proventi è subordinato alla presentazione, anche tramite il collocatore, al Depositaria delle cedole e, in caso di certificato nominativo, dell intero certificato e delle relative cedole. Il ricavo spettante a ciascuna quota, che potrebbe anche essere superiore all incremento registrato dal valore unitario della quota stessa nel periodo cui si riferisce il Rendiconto di gestioneperiodo, sarà determinato dividendo l ammontare posto in distribuzione per il numero delle quote in circolazione alla data determinata dal Consiglio di Amministrazione della SGR in occasione dell approvazione del rendiconto: la quota calcolata in tale data sarà, pertanto, ex-cedola Si considerano aventi diritto alla distribuzione dei proventi di cui al punto i Partecipanti esistenti il giorno precedente a quello della quotazione ex-cedola L ammontare dei proventi conseguiti a tutto il 31 dicembre di ogni anno per il Fondo Anima Risparmio nella Classe AD nonché a tutto il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno per i Fondi Anima Obbligazionario Corporate nella Classe AD, Anima Obbligazionario High Yield nella Classe AD e Anima Obbligazionario Emergente nella Classe AD, spettante ad ogni quota, nonché la data di inizio della distribuzione vengono indicati nella relazione di accompagnamento del Rendiconto di gestioneperiodo, redatta entro 60 giorni dalla fine di ogni esercizio dall organo amministrativo della SGR e pubblicati sulle fonti indicate nella Scheda Identificativa. In ogni caso, la data stabilita non può essere posteriore al trentesimo giorno successivo alla data di approvazione del Rendiconto di gestioneperiodo La distribuzione dei proventi avviene a mezzo del Depositario in proporzione al numero di quote possedute da ciascun Partecipante. Qualora il Sottoscrittore abbia richiesto l emissione del certificato di partecipazione, il pagamento dei proventi è subordinato alla presentazione, anche tramite il collocatore, al Depositario delle cedole e, in caso di certificato nominativo, dell intero certificato e delle relative cedole. 5 di 12

6 I proventi sono corrisposti in numerario o secondo le diverse modalità di pagamento indicate dal Partecipante, che dovrà in tal caso corrispondere le relative spese. Gli importi distribuiti sono arrotondati per difetto al centesimo di euro e le eventuali frazioni di ricavi non corrisposte vengono ricomprese nel patrimonio del Fondo. I proventi sono corrisposti con bonifico bancario sul c/c indicato dal Sottoscrittore o con assegno di traenza, a scelta del in numerario o secondo le diverse modalità di pagamento indicate dal Partecipante, che dovrà in tal caso corrispondere le relative spese. Qualora il Partecipante richieda la corresponsione dei proventi con invio a domicilio del mezzo di pagamento, ciò avverrà a rischio e spese dello stesso. Gli importi distribuiti sono arrotondati per difetto al centesimo di euro e le eventuali frazioni di ricavi non corrisposte vengono ricomprese nel patrimonio del Fondo. 3. Regime delle spese 3. Regime delle spese 3.1 Spese a carico dei Fondi 3.1 Spese a carico dei Fondi Le spese a carico di ciascun Fondo sono rappresentate da: Una commissione di incentivo, le cui condizioni di applicabilità, il meccanismo di calcolo e le aliquote di prelievo sono di seguito illustrati: Le spese a carico di ciascun Fondo sono rappresentate da: Una commissione di incentivo, le cui condizioni di applicabilità, il meccanismo di calcolo e le aliquote di prelievo sono di seguito illustrati: 6 di 12

7 Fondi Parametro di riferimento Anima 100% BofA Merrill Lynch 0-3 Months Riserva US Treasury Bill Dollaro Anima 100% JP Morgan Global Cash 3 M Riserva Globale Anima Riserva ELMI Plus Malaysia Emergente ELMI Plus Indonesia ELMI Plus India ELMI Plus Russia ELMI Plus Poland ELMI Plus Turkey ELMI Plus South Africa ELMI Plus Mexico ELMI Plus Colombia ELMI Plus Brazil 10% MTS Italy BOT ex Bankit Fondi Anima Riserva Dollaro Anima Riserva Globale Anima Riserva Emergente Parametro di riferimento 100% BofA Merrill Lynch 0-3 Months US Treasury Bill 100% JP Morgan Global Cash 3 M Markets ELMI Plus Malaysia Markets ELMI Plus Indonesia Markets ELMI Plus India Markets ELMI Plus Russia Markets ELMI Plus Poland Markets ELMI Plus Turkey Markets ELMI Plus South Africa Markets ELMI Plus Mexico Markets ELMI Plus Colombia Markets ELMI Plus Brazil 10% MTS Italy BOT ex Bankit 7 di 12

8 3.2 Oneri a carico dei singoli Partecipanti 3.2 Oneri a carico dei singoli Partecipanti In deroga a quanto previsto dal precedente articolo 3.2.2, beneficiano della esenzione dalle commissioni di sottoscrizione coloro i quali avessero in epoca precedente richiesto il rimborso di quote di un Fondo della società che preveda commissioni di ingresso per la contemporanea sottoscrizione dei Fondi Anima Liquidità Euro, Anima Riserva Dollaro, Anima Riserva Globale e Anima Riserva Emergente e che richiedano, successivamente, il rimborso da uno di questi Fondi per sottoscrivere, contestualmente, uno degli altri Fondi della società che preveda commissioni di sottoscrizione In deroga a quanto previsto dal precedente articolo 3.2.2, beneficiano della esenzione dalle commissioni di sottoscrizione coloro i quali avessero in epoca precedente richiesto il rimborso di quote di un Fondo del Sistema Anima della società che preveda commissioni di ingresso per la contemporanea sottoscrizione dei Fondi Anima Liquidità Euro, Anima Riserva Dollaro, Anima Riserva Globale e Anima Riserva Emergente e che richiedano, successivamente, il rimborso da uno di questi Fondi per sottoscrivere, contestualmente, uno degli altri Fondi della società del Sistema Anima che preveda commissioni di sottoscrizione. ( * ) c) Modalità di funzionamento c) Modalità di funzionamento I. Partecipazione al Fondo I. Partecipazione al Fondo I.1 Previsioni generali I.1 Previsioni generali 14. La partecipazione al Fondo non è consentita ai soggetti nei confronti dei quali, ai sensi della documentazione d offerta, non possono essere offerte o distribuite le quote del Fondo. A tal fine la SGR può: - respingere la richiesta di emissione o trasferimento di quote da o a tali soggetti; - richiedere ai Partecipanti al Fondo, in qualunque momento, di fornire per iscritto, sotto la propria responsabilità, ogni informazione ritenuta necessaria per la verifica della sussistenza dei requisiti previsti per la partecipazione al Fondo; - procedere al rimborso forzoso di tutte le quote detenute da tali soggetti. Il rimborso forzoso delle quote è determinato in base al valore unitario corrente, al netto della commissione di rimborso eventualmente applicabile ai sensi del presente Regolamento. ( * ) La variazione non interessa i Fondi Capitale Più Classe N in quanto il beneficio non si applica alla predetta Classe N, per la quale non è consentita la sottoscrizione tramite operazioni di passaggio. 8 di 12

9 In relazione ad eventuali quote già sottoscritte al momento dell entrata in vigore della presente disposizione, (01/04/2015), il rimborso sarà effettuato senza applicazione della commissione di rimborso. I.2 Modalità di sottoscrizione delle quote I.2 Modalità di sottoscrizione delle quote 3. La sottoscrizione di quote si realizza tramite la compilazione e la sottoscrizione dell apposito modulo, predisposto dalla SGR e indirizzato alla società stessa, contenente l indicazione delle generalità del Sottoscrittore, degli eventuali cointestatari, dell importo del versamento (al lordo delle commissioni di sottoscrizione e delle eventuali altre spese), del mezzo di pagamento utilizzato e della relativa valuta applicata per il riconoscimento degli importi al Fondo. La domanda di partecipazione può essere redatta in forma libera, se raccolta nell ambito dell offerta agli investitori professionali di cui all art. 30, comma 2, del D. Lgs.58/ Il versamento del corrispettivo in euro può avvenire mediante: assegno bancario o circolare, non trasferibile ovvero girato con clausola di non trasferibilità, all ordine della SGR rubrica intestata al Fondo prescelto tra quelli di cui al presente Regolamento; bonifico bancario alla cui copertura il Sottoscrittore può provvedere anche a mezzo contanti; 3. La sottoscrizione di quote si realizza tramite la compilazione e la sottoscrizione dell apposito modulo, predisposto dalla SGR e indirizzato alla società stessa, contenente l indicazione delle generalità del Sottoscrittore, degli eventuali cointestatari, dell importo del versamento (al lordo delle commissioni di sottoscrizione e delle eventuali altre spese), del mezzo di pagamento utilizzato e della relativa valuta applicata per il riconoscimento degli importi al Fondo. La domanda di partecipazione può essere redatta in forma libera, se raccolta nell ambito dell offerta agli investitoriai clienti professionali di cui all art. 30, comma 2, del D. Lgs.58/1998. La SGR accetta domande di sottoscrizione di quote di Fondi trasmesse a mezzo telefax e tramite , nel caso di operazioni effettuate da clienti professionali che abbiano stipulato apposita convenzione con la SGR. 5. Il versamento del corrispettivo in euro può avvenire mediante: assegno bancario o circolare, non trasferibile ovvero girato con clausola di non trasferibilità, all ordine della SGR rubrica intestata al Fondo prescelto tra quelli di cui al presente Regolamento; bonifico bancario a favore della SGR rubrica intestata al Fondo prescelto alla cui copertura il Sottoscrittore può provvedere anche a mezzo contanti; ( * ) ( * ) La variazione non interessa la sottoscrizione di quote dei Fondi Capitale Più Classe N in quanto la stessa è collocata dai Promotori Finanziari ai quali - ai sensi dell art. 108 del Regolamento Intermediari - non è comunque riconosciuta la possibilità di accettare versamenti in denaro contante. 9 di 12

10 autorizzazione permanente di addebito (R.I.D.) su un conto corrente bancario intestato al Sottoscrittore o ad uno dei cointestatari, in caso di PIC e di adesione ad un Piano di Accumulo per i soli versamenti unitari successivi al primo. L importo da addebitare dovrà essere specificato per i PIC e coinciderà con l importo dei versamenti indicati nei Piani di Accumulo. I.5 Operazioni di passaggio tra Fondi o tra Comparti istituiti all interno del medesimo Fondo (switch) 3. Le operazioni di passaggio tra Fondi/Comparti possono avvenire per richiesta scritta o anche mediante l utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza. Omissis VI. Rimborso delle quote VI.1 Previsioni generali 3. La domanda di rimborso la quale può essere redatta in forma libera anche se la SGR ha predisposto moduli standard contiene: - la denominazione del Fondo oggetto di disinvestimento; - le generalità del richiedente; - il numero delle quote ovvero, in alternativa, la somma da liquidare, al lordo della ritenuta fiscale eventualmente applicata; - il mezzo di pagamento prescelto e le istruzioni per la corresponsione dell importo da rimborsare; - in caso di rimborso parziale, le eventuali istruzioni relative al certificato rappresentativo delle quote non oggetto di rimborso; - gli eventuali altri dati richiesti dalla normativa vigente. autorizzazione permanente di addebito (R.I.D.) su un conto corrente bancario intestato al Sottoscrittore o ad uno dei cointestatari, in caso di PIC e di adesione ad un Piano di Accumulo per i soli versamenti unitari successivi al primo. L importo da addebitare dovrà essere specificato per i PIC e coinciderà con l importo dei versamenti indicati nei Piani di Accumulo. I.5 Operazioni di passaggio tra Fondi o tra Comparti istituiti all interno del medesimo Fondo (switch) 3. Le operazioni di passaggio tra Fondi/Comparti possono avvenire per richiesta scritta o anche mediante l utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza. La SGR accetta domande inerenti a operazioni di passaggio di quote di Fondi trasmesse a mezzo telefax e tramite , nel caso di operazioni effettuate da clienti professionali che abbiano stipulato apposita convenzione con la SGR. VI. Rimborso delle quote VI.1 Previsioni generali 3. La domanda di rimborso la quale può essere redatta in forma libera anche se la SGR ha predisposto moduli standard contiene: - la denominazione del Fondo oggetto di disinvestimento; - le generalità del richiedente; - il numero delle quote ovvero, in alternativa, la somma da liquidare, al lordo della ritenuta fiscale eventualmente applicata; - il mezzo di pagamento prescelto e le istruzioni per la corresponsione dell importo da rimborsare; - in caso di rimborso parziale, le eventuali istruzioni relative al certificato rappresentativo delle quote non oggetto di rimborso; - gli eventuali altri dati richiesti dalla normativa vigente. Qualora, a fronte di una richiesta di rimborso, il Partecipante rimanga titolare di una frazione di quota, la SGR si riserva la facoltà di rimborsare anche la frazione residua e, pertanto, la totalità delle quote detenute dal cliente. 10 di 12

11 VI.2 Modalità di rimborso delle quote 2. Il Partecipante che abbia disposto l immissione delle quote nel certificato cumulativo depositato presso il Depositario, può impartire istruzioni alla SGR per ottenere un rimborso programmato di quote mediante adesione al Servizio Cedola su Misura, indicando: - la data da cui dovrà decorrere il piano di rimborso; - le cadenze periodiche delle operazioni di rimborso. I rimborsi potranno avere una frequenza alternativamente mensile, trimestrale, semestrale o annuale. - l ammontare da disinvestire pari ad importi prestabiliti o corrispondenti ad un numero determinato di quote, al lordo della ritenuta fiscale eventualmente applicata. Tali importi non potranno essere comunque inferiori a 100 euro; - l istituto e il relativo conto corrente sul quale accreditare le somme disinvestite. VI.2 Modalità di rimborso delle quote 2. Il Partecipante che abbia disposto l immissione delle quote nel certificato cumulativo depositato presso il Depositario, può impartire istruzioni alla SGR per ottenere un rimborso programmato di quote mediante adesione al Servizio Cedola su Misura, indicando: - la data da cui dovrà decorrere il piano di rimborso; - le cadenze periodiche delle operazioni di rimborso. I rimborsi potranno avere una frequenza alternativamente mensile, trimestrale, semestrale o annuale. - l ammontare da disinvestire pari ad importi prestabiliti o corrispondenti ad un numero determinato di quote, al lordo della ritenuta fiscale eventualmente applicata. Tali importi non potranno essere comunque inferiori a 100 euro; - l istituto e il relativo conto corrente sul quale accreditare le somme disinvestite. La SGR accetta domande di rimborso programmato di quote di Fondi trasmesse a mezzo telefax e tramite , nel caso di operazioni effettuate da clienti professionali che abbiano stipulato apposita convenzione con la SGR. 11 di 12

12 INFORMAZIONI UTILI A tutti i Partecipanti ai Fondi interessati dalle modifiche è consentito, durante il periodo di sospensiva, richiedere il rimborso delle quote senza applicazione delle commissioni di rimborso eventualmente previste dal Regolamento. La SGR fornirà gratuitamente copia del Regolamento ai Partecipanti che ne facciano richiesta. **** Ai sensi dell art. 19, comma 2 del Regolamento Emittenti della Consob, si comunicano di seguito talune informazioni contenute nei KIID che risultano essere variate in occasione dell aggiornamento di cui all art. 17-bis. Fondo Anima Liquidità Euro KIID Classi A,F e, I: Grado di scostamento dal benchmark: contenuto. Anima Riserva Dollaro Classi A, F e I : Il Fondo è stato classificato nella categoria 4 in quanto la variabilità dei rendimenti settimanali (integrati con i rendimenti settimanali del benchmark per il periodo antecedente l avvio dell operatività) conseguiti negli ultimi 5 anni è compresa tra 5% e 10%. Anima Riserva Globale Classi A e F: Grado di scostamento dal benchmark: significativo. Anima Riserva Emergente Classi A e F: Grado di scostamento dal benchmark: significativo. Altri rischi che rivestono importanza significativa per il Fondo e che non sono adeguatamente rilevati dall Indicatore sintetico. È stato inserito il Rischio di Controparte : il rischio che la controparte di un operazione non adempia l impegno assunto alle scadenze previste dal contratto. Anima Alto Potenziale Globale Anima Obbligazionario Emergente Classi A e F: La gestione dell esposizione valutaria è di tipo attivo; esposizione al rischio di cambio in misura significativa. Classi A, AD e F: La gestione dell esposizione valutaria è di tipo attivo; esposizione al rischio di cambio in misura contenuta. Altri rischi che rivestono importanza significativa per il Fondo e che non sono adeguatamente rilevati dall Indicatore sintetico: è stato eliminato il Rischio di Liquidità. Anima Pacifico Classi A e F: Grado di scostamento dal benchmark: contenuto. Anima Capitale Più 30 Classi A, F e N: Esposizione al rischio di cambio in misura significativa. Anima Capitale Più 70 Classi A, F e N: Parametro di riferimento (c.d benchmark): 70% MSCI World ; 20% JP Morgan GBI EMU; 10% MTS Italy BOT - ex Bankit. Anima Fondo Trading Classi A e F: Altri rischi che rivestono importanza significativa per il Fondo e che non sono adeguatamente rilevati dall Indicatore sintetico. È stato eliminato il Rischio di Controparte. Si evidenzia, in ultimo, la ridenominazione dell indice MTS Italy Bot - Ex Bankit in FTSE MTS Ex - Bank of Italy BOT, utilizzato nella composizione del Parametro di riferimento di taluni Fondi. 12 di 12

Parte II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio/rendimento e costi dei Fondi

Parte II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio/rendimento e costi dei Fondi Parte II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio/rendimento e costi dei Fondi Data di deposito in Consob della Parte II: 26 marzo 2015 Data di validità della Parte II: dal 1 aprile 2015

Dettagli

Anima Riserva Dollaro Sistema Anima

Anima Riserva Dollaro Sistema Anima Società di gestione del risparmio Soggetta all attività di direzione e coordinamento del socio unico Anima Holding S.p.A. Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le

Dettagli

Anima Riserva Dollaro Sistema Anima

Anima Riserva Dollaro Sistema Anima Società di gestione del risparmio Soggetta all attività di direzione e coordinamento del socio unico Anima Holding S.p.A. Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le

Dettagli

Testo delle parti del Regolamento Unico di Gestione modificate e comparate con la formulazione del testo in vigore.

Testo delle parti del Regolamento Unico di Gestione modificate e comparate con la formulazione del testo in vigore. Comunicazione relativa alle modifiche al Regolamento Unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento mobiliari aperti istituiti e gestiti da 8a+ Investimenti SGR S.p.A. deliberate il 18

Dettagli

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI Società di Gestione del Risparmio appartenente al Gruppo Banca Popolare Etica Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012.

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012. 2 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 3 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 4 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita cumulativo

Dettagli

Regolamento di gestione Regolamento di gestione dell OICVM gestito da ANIMA SGR S.p.A.

Regolamento di gestione Regolamento di gestione dell OICVM gestito da ANIMA SGR S.p.A. Regolamento di gestione Regolamento di gestione dell OICVM gestito da ANIMA SGR S.p.A. Il presente Regolamento è valido a decorrere dal 5 gennaio 2016 FONDO Linea MERCATI Anima Iniziativa Italia Il presente

Dettagli

Regolamento Unico di Gestione dei Fondi Comuni di Investimento Mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia

Regolamento Unico di Gestione dei Fondi Comuni di Investimento Mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Regolamento Unico di Gestione dei Fondi Comuni di Investimento Mobiliare aperti armonizzati appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Valido a decorrere dall 8 Ottobre 2004 A) SCHEDA IDENTIFICATIVA

Dettagli

Anima Tricolore Sistema Open

Anima Tricolore Sistema Open Società di gestione del risparmio Soggetta all attività di direzione e coordinamento del socio unico Anima Holding S.p.A. Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le

Dettagli

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012.

Data di deposito in Consob del Modulo di sottoscrizione: 29 giugno 2012 - Data di validità del Modulo di sottoscrizione: dal 2 luglio 2012. 2 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 3 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita 4 cointestatario (*) Cognome e nome di nascita Prov. di nascita cumulativo

Dettagli

Modifiche regolamentari: comunicazione ai partecipanti

Modifiche regolamentari: comunicazione ai partecipanti Modifiche regolamentari: comunicazione ai partecipanti 3 Comunicazione Teodorico Monetario Febbraio 2008 Allegato n 4 Teodorico Monetario 3 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI DELLE MODIFICHE REGOLAMENTARI

Dettagli

Sistema Mediolanum Fondi Italia

Sistema Mediolanum Fondi Italia Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Sistema Mediolanum Fondi Italia Società di Gestione del Risparmio Collocatore Unico retro di copertina Informazioni chiave per gli investitori (KIID) Il presente

Dettagli

Supplemento di Aggiornamento al Modulo di Sottoscrizione relativo al fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli

Supplemento di Aggiornamento al Modulo di Sottoscrizione relativo al fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli Supplemento di Aggiornamento al Modulo di Sottoscrizione relativo al fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli ROSSINI LUX FUND gestito da Eurizon Capital S.A. Data di

Dettagli

Cognome e nome / Denominazione / Ragione sociale Luogo di nascita - Sede sociale Prov. Data di nascita

Cognome e nome / Denominazione / Ragione sociale Luogo di nascita - Sede sociale Prov. Data di nascita di validità del Modulo di adesione al servizio Dynamic Investment: dal 2 luglio 2012 Cognome e nome / Denominazione / Ragione sociale di nascita - Sede sociale Prov. di nascita 1 cointestatario (*) Cognome

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTI CONTABILI DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI

PROSPETTI CONTABILI DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI Allegato A PROSPETTI CONTABILI DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO APERTI A1. Schema di prospetto del valore della quota dei fondi aperti FONDO... PROSPETTO DEL VALORE DELLA QUOTA AL.../.../... A. Strumenti

Dettagli

MODULO DI SOTTOSCRIZIONE: Unica Soluzione - Pac. Luogo. GENERALITà PARTECIPANTI

MODULO DI SOTTOSCRIZIONE: Unica Soluzione - Pac. Luogo. GENERALITà PARTECIPANTI DENOMINAZIONE DEL FONDO MODULO DI SOTTOSCRIZIONE: Unica Soluzione - Pac Spett. EURIZON CAPITAL SGR S.p.A. Piazzetta Giordano Dell Amore, 3 20121 Milano Codice Fondo: (indicare il nome del Fondo sottoscritto)

Dettagli

SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE B.P.Vi FONDI SGR S.p.A. Gruppo Bancario Banca Popolare di Vicenza S.c.p.a. PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI OPPORTUNITA' REDDITO E OPPORTUNITA' REDDITO PLUS

REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI OPPORTUNITA' REDDITO E OPPORTUNITA' REDDITO PLUS REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI OPPORTUNITA' REDDITO E OPPORTUNITA' REDDITO PLUS 1. ISTITUZIONE E DENOMINAZIONE DEI FONDI INTERNI Eurovita Assicurazioni S.p.A. ha istituito, secondo le modalità previste

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI (KIID)

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI (KIID) INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI (KIID) : Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non si tratta di un documento

Dettagli

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Il presente Regolamento è valido a decorrere dal 3 novembre 2014 FONDO Linea SOLUZIONI Anima Traguardo

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo PrimaClasse Valore adesione a piani di accumulo

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo PrimaClasse Valore adesione a piani di accumulo Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo PrimaClasse Valore adesione a piani di accumulo Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato,

Dettagli

BdS Arcobaleno. Valido a decorrere dal 15 novembre 2008.

BdS Arcobaleno. Valido a decorrere dal 15 novembre 2008. BdS Arcobaleno Regolamento dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti specializzati nell investimento in parti di OICR appartenenti al Sistema BdS Arcobaleno Valido a decorrere dal 15 novembre 2008.

Dettagli

numerazione Data di sottoscrizione AGEVOLAZIONE PER DIPENDENTI, PROMOTORI FINANZIARI E SOC. DEL GRUPPO MEDIOLANUM SI NO Fac-simile

numerazione Data di sottoscrizione AGEVOLAZIONE PER DIPENDENTI, PROMOTORI FINANZIARI E SOC. DEL GRUPPO MEDIOLANUM SI NO Fac-simile MEDIOLANUM REAL ESTATE Modulo di Sottoscrizione Riferimento n. numerazione BAR CODE Spett.le MEDIOLANUM GESTIONE FONDI SGR p.a. Palazzo Meucci - Via F. Sforza 20080 Basiglio - Milano 3 (MI) Offerta al

Dettagli

Società di Gestione del Risparmio

Società di Gestione del Risparmio Società di Gestione del Risparmio Supplemento al Prospetto informativo relativo all offerta pubblica di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 85/611/CE

Dettagli

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente REGOLAMENTO DI EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO 2007/2012 TF 4,58% 118^ EMISSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO Collocatore Pagina 1 di 12 A) SCHEDA IDENTIFICATIVA funzionamento. Denominazione, tipologia e durata del

Dettagli

Pioneer Fondi Italia, UniCredit Soluzione Fondi e Pioneer Liquidità Euro

Pioneer Fondi Italia, UniCredit Soluzione Fondi e Pioneer Liquidità Euro Pioneer Fondi Italia, UniCredit Soluzione Fondi e Pioneer Liquidità Aggiornamento dei dati periodici al 28/12/2012 II Indice Guida alla lettura.................................... 2 Pioneer Fondi Italia

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Alla luce di quanto sopra, siamo ad apportare le seguenti modifiche al Prospetto Completo: Modifica alla Parte I del Prospetto Completo

Alla luce di quanto sopra, siamo ad apportare le seguenti modifiche al Prospetto Completo: Modifica alla Parte I del Prospetto Completo SUPPLEMENTO AL PROSPETTO COMPLETO DI OFFERTA AL PUBBLICO DI QUOTE DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI DI DIRITTO ITALIANO ARMONIZZATI APPARTENENTI AL SISTEMA INVESTITORI Investitori America

Dettagli

Regolamento di gestione semplificato del Fondo Comune di investimento aperto armonizzato. Aureo cedola I - 2016

Regolamento di gestione semplificato del Fondo Comune di investimento aperto armonizzato. Aureo cedola I - 2016 Regolamento di gestione semplificato del Fondo Comune di investimento aperto armonizzato Aureo cedola I - 2016 Il presente Regolamento è stato approvato dall organo amministrativo di BCC Risparmio&Previdenza

Dettagli

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Il presente Regolamento è valido a decorrere dal 3 novembre 2014 FONDO Linea SOLUZIONI Anima Traguardo

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica adesione a piani di accumulo

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica adesione a piani di accumulo Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica adesione a piani di accumulo Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare

Dettagli

RISOLUZIONE N. 76/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito

RISOLUZIONE N. 76/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito RISOLUZIONE N. 76/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 novembre 2013 OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito Con la richiesta di consulenza

Dettagli

Cassa Padana 11/05/2009 11/11/2011 Tasso Fisso 2,50% ISIN IT0004490352

Cassa Padana 11/05/2009 11/11/2011 Tasso Fisso 2,50% ISIN IT0004490352 ALLEGATO 2 - MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede Sociale: Via Garibaldi 25, Leno Brescia Iscritta all Albo delle Banche al n. 8340.2 Iscritta

Dettagli

Allegato al Modulo di sottoscrizione Comparti commercializzati in Italia da Fondo Comune d investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli gestito da BANCA DELLE MARCHE GESTIONE INTERNAZIONALE

Dettagli

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Il presente Regolamento è valido a decorrere dal 23 novembre 2015 FONDO Linea SOLUZIONI Anima Traguardo

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Comunicazione ai partecipanti ai Fondi Comuni rientranti nel Sistema Fondi Aperti Gestnord Fondi

Comunicazione ai partecipanti ai Fondi Comuni rientranti nel Sistema Fondi Aperti Gestnord Fondi SELLA GESTIONI S.G.R. S.p.A. Via Vittor Pisani, 13 2124 MILANO Tel. (+39) 2 67.14.161 - Fax (+39) 2 669.87.1 www.sellagestioni.it - info@sellagestioni.it Comunicazione ai partecipanti ai Fondi Comuni rientranti

Dettagli

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente REGOLAMENTO DI EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO 2007/2009 TF 4,5% 106^ EMISSIONE

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA relativa al programma di emissioni denominato BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE Banca di Cesena 15/01/2007 15/01/2010 TV EUR ISIN IT0004171218 Le

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO. Isin IT0004233943

CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO. Isin IT0004233943 BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO BANCA DI CESENA 01/06/07-01/06/10 - TF

Dettagli

Sistema Open. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Sistema Open. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Sistema Open Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Linea MERCATI Anima Tricolore Linea STRATEGIE Anima Selection Anima Russell Multi-Asset

Dettagli

Anima Russell Multi-Asset Sistema Open

Anima Russell Multi-Asset Sistema Open Società di gestione del risparmio Soggetta all attività di direzione e coordinamento del socio unico Anima Holding S.p.A. Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le

Dettagli

PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO

PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO SUPPLEMENTO per l aggiornamento dell informativa fiscale riportata nel Prospetto Completo relativo all offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Variabile e Obbligazioni a Tasso Variabile Callable.

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Variabile e Obbligazioni a Tasso Variabile Callable. CONDIZIONI DEFINITIVE DELLA NOTA INFORMATIVA relativa al programma di emissioni denominato Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Variabile e Obbligazioni a Tasso Variabile Callable. Banca

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Il presente Regolamento è valido a decorrere dall 11 aprile 2016 FONDo Linea SOLUZIONI Anima Traguardo

Dettagli

GROUPAMA ASSET MANAGEMENT SGR SpA appartenente al gruppo Groupama

GROUPAMA ASSET MANAGEMENT SGR SpA appartenente al gruppo Groupama GROUPAMA ASSET MANAGEMENT SGR SpA appartenente al gruppo Groupama SUPPLEMENTO AL PROSPETTO D OFFERTA AL PUBBLICO DI QUOTE DEL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE GROUPAMA FLEX APERTO DI DIRITTO ITALIANO

Dettagli

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ Con la presente comunicazione si desidera fornire una breve sintesi del regime fiscale applicabile ai fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano, nonché del

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Centropadana Credito Cooperativo Tasso Fisso

CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Centropadana Credito Cooperativo Tasso Fisso MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE Banca Centropadana Credito Cooperativo in qualità di Emittente e di Responsabile del collocamento CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA SUL PROGRAMMA Banca Centropadana

Dettagli

IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA

IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, di seguito testo unico ); Visto l'articolo

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI BAPfondi Gold Art. 1 Aspetti generali Denominazione dei Fondi La Compagnia ha istituito e gestisce, secondo le modalità di cui al presente Regolamento, un portafoglio di strumenti

Dettagli

DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE

DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato BANCA DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE BANCA delle MARCHE SPA EURIBOR 3M 08/10

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Combinazione Libera 80RP/20RA a premio unico (Mod. V70SSISCL137-0415) Pagina

Dettagli

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto

Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Regolamento di gestione Regolamento di gestione del Fondo comune di investimento mobiliare aperto Il presente Regolamento è valido a decorrere dal 2 gennaio 2015 FONDO Linea SOLUZIONI Anima Progetto Globale

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica versamento in unica soluzione

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica versamento in unica soluzione Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Finanza Etica versamento in unica soluzione Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da

Dettagli

Prospetto di Base Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa per Azioni

Prospetto di Base Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze) Società Cooperativa per Azioni BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO (CASTELFIORENTINO FIRENZE) SOCIETÀ COOPERATIVA PER AZIONI Sede legale: Piazza Giovanni XXIII, 6 50051 Castelfiorentino (FI) - Codice ABI 08425.1 - Iscritta all

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO SEMPLIFICATO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARI APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA LEONARDO SGR S.p.A. Valido dal 1 giugno 2009

REGOLAMENTO UNICO SEMPLIFICATO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARI APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA LEONARDO SGR S.p.A. Valido dal 1 giugno 2009 REGOLAMENTO UNICO SEMPLIFICATO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARI APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA LEONARDO SGR S.p.A. Valido dal 1 giugno 2009 Il presente regolamento è stato approvato dall organo

Dettagli

Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento aperti armonizzati. BCC Cedola V - 2018 BCC Cedola V Opportunità - 2018

Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento aperti armonizzati. BCC Cedola V - 2018 BCC Cedola V Opportunità - 2018 Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento aperti armonizzati BCC Cedola V - 2018 BCC Cedola V Opportunità - 2018 Il presente Regolamento è stato approvato dall organo

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA POPOLARE DELL ALTO ADIGE Sede Legale in Bolzano, Via del Macello n.55 Iscritta all Albo delle Banche al n. 3630.1 e Capogruppo del Gruppo Bancario Banca Popolare dell Alto Adige Iscritto all Albo

Dettagli

Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento aperti armonizzati

Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento aperti armonizzati Regolamento unico di gestione semplificato dei fondi comuni di investimento aperti armonizzati BCC Cedola Reale Settembre - 2019 BCC Cedola Attiva Settembre - 2019 BCC Cedola Più Settembre - 2019 Il presente

Dettagli

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A.

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 1 - Milano Iscritta all Albo delle Banche codice 3170 Appartenente al Gruppo Deutsche Bank Iscritto all Albo dei Gruppi Bancari codice

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA

CONDIZIONI DEFINITIVE NOTA INFORMATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato BANCA DELLE MARCHE S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO VARIABILE BANCA delle MARCHE SPA TV ASTA BOT A 6

Dettagli

COMUNICAZIONE A NUOVI SOTTOSCRITTORI. Modifiche al Regolamento unico dei Fondi e conseguenti aggiornamenti alla

COMUNICAZIONE A NUOVI SOTTOSCRITTORI. Modifiche al Regolamento unico dei Fondi e conseguenti aggiornamenti alla COMUNICAZIONE A NUOVI SOTTOSCRITTORI Modifiche al Regolamento unico dei Fondi e conseguenti aggiornamenti alla documentazione d offerta (Prospetti Informativi) in vigore dal 1 aprile 2009 (o dal 18 maggio

Dettagli

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE

CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CANTÙ Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE in qualità di Emittente Sede legale in Cantù, Corso Unità d Italia 11 Iscritta all Albo delle Banche al n. 719 (Cod. ABI 08430), all Albo delle Cooperative al n. A165516, al Registro delle Imprese di Como

Dettagli

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014

COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI AL FONDO COMUNE D INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO ARMONIZZATO DENOMINATO BANCOPOSTA OBBLIGAZIONARIO FEBBRAIO 2014 LA SOSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ GESTORE A partire dal 3 giugno

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA sul Programma "CASSA di RISPARMIO di SAN MINIATO S.p.A. OBBLIGAZIONI a TASSO FISSO"

CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA sul Programma CASSA di RISPARMIO di SAN MINIATO S.p.A. OBBLIGAZIONI a TASSO FISSO CONDIZIONI DEFINITIVE alla NOTA INFORMATIVA sul Programma "CASSA di RISPARMIO di SAN MINIATO S.p.A. OBBLIGAZIONI a TASSO FISSO" CASSA DI RISPARMIO DI SAN MINIATO S.P.A. TASSO FISSO IN DOLLARI USA 4.10%

Dettagli

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto.

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto. Offerta al pubblico di CREDEMVITA GLOBAL VIEW prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Assicurazione a vita intera ed a premi liberi - Codice Tariffa 60064) Si raccomanda la lettura della

Dettagli

PARTE II DEL PROSPETTO DI OFFERTA AL PUBBLICO E DI AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI

PARTE II DEL PROSPETTO DI OFFERTA AL PUBBLICO E DI AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI PARTE II DEL PROSPETTO DI OFFERTA AL PUBBLICO E DI AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI ILLUSTRAZIONE DEI DATI PERIODICI DI RISCHIO-RENDIMENTO E COSTI DEI FONDI Sistema Fondi Zenit ZENIT BREVE TERMINE ZENIT OBBLIGAZIONARIO

Dettagli

SOFIA SGR SOCIETA DI GESTIONE DEL RISPARMIO

SOFIA SGR SOCIETA DI GESTIONE DEL RISPARMIO SOFIA SGR SOCIETA DI GESTIONE DEL RISPARMIO REGOLAMENTO UNICO DI GESTIONE SEMPLIFICATO DEI FONDI COMUNI APERTI DI INVESTIMENTO GESTITI DA SOFIA SGR S.P.A. FONDO SOFIA FLEX FONDO SOFIA TRADING FONDO SOFIA

Dettagli

RETURN TOTAL SISTEMA. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Total Return. Eurizon Capital SGR S.p.A.

RETURN TOTAL SISTEMA. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Total Return. Eurizon Capital SGR S.p.A. Eurizon Capital SGR S.p.A. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Total Return SISTEMA TOTAL RETURN COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI DELLE MODIFICHE REGOLAMENTARI ai sensi del Provvedimento della Banca

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE BANCA MONTERIGGIONI CREDITO COOPERATIVO SOC. COOP. ZERO COUPON

REGOLAMENTO DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE BANCA MONTERIGGIONI CREDITO COOPERATIVO SOC. COOP. ZERO COUPON REGOLAMENTO DEL PROGRAMMA DI EMISSIONE BANCA MONTERIGGIONI CREDITO COOPERATIVO SOC. COOP. ZERO COUPON Il presente regolamento disciplina i titoli di debito, le Obbligazioni, che la Banca Monteriggioni

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë=

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA CENTRALE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO

IL DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA CENTRALE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO IL DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA CENTRALE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO VISTA la legge 17 novembre 2005, n. 165 (di seguito, per brevità: LISF ) che, tra l altro, attribuisce alla Banca Centrale della

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCA POPOLARE DELL ALTO ADIGE Sede Legale in Bolzano, Via del Macello n.55 Iscritta all Albo delle Banche al n. 3630.1 e Capogruppo del Gruppo Bancario Banca Popolare dell Alto Adige Iscritto all Albo

Dettagli

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente

BANCA DELLA MARCA. CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETÀ COOPERATIVA in qualità di Emittente REGOLAMENTO DI EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO 2009/2013 TF 3,60% 146^ EMISSIONE

Dettagli

FONDI FONDI. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Strategie. Eurizon Capital SGR S.p.A.

FONDI FONDI. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Strategie. Eurizon Capital SGR S.p.A. Eurizon Capital SGR S.p.A. Le modifiche ai Fondi appartenenti al Sistema Strategie FONDI DI FONDI COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI DELLE MODIFICHE REGOLAMENTARI ai sensi del Provvedimento della Banca d Italia

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up

CONDIZIONI DEFINITIVE. Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up CONDIZIONI DEFINITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA relativa al programma di emissioni denominato Banca di Forlì Credito Cooperativo Obbligazioni a Tasso Step-Up Banca di Forlì Credito Cooperativo 12/2007 12/2010

Dettagli

Comunicazione ai Partecipanti. ai Fondi comuni di investimento mobiliari aperti appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia

Comunicazione ai Partecipanti. ai Fondi comuni di investimento mobiliari aperti appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Comunicazione ai Partecipanti ai Fondi comuni di investimento mobiliari aperti appartenenti al Sistema Pioneer Fondi Italia Ai sensi del titolo V Capitolo V - Sezione II Paragrafo 3 del Provvedimento del

Dettagli

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A.

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 1 Milano con socio unico Iscritta all Albo delle Banche codice 3170 Appartenente al Gruppo Deutsche Bank Iscritto all Albo dei Gruppi

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita

REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Crédit Agricole Vita 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, distinta dagli altri attivi detenuti dall impresa di assicurazione,

Dettagli

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA

BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA BANCA DI CESENA CREDITO COOPERATIVO DI CESENA E RONTA SOCIETA COOPERATIVA CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA BANCA DI CESENA OBBLIGAZIONI STEP COUPON BANCA DI CESENA 04/02/2008 04/02/2011 STEP

Dettagli

Il presente Regolamento si compone di tre parti: a) Scheda Identificativa; b) Caratteristiche del Prodotto; c) Modalità di Funzionamento.

Il presente Regolamento si compone di tre parti: a) Scheda Identificativa; b) Caratteristiche del Prodotto; c) Modalità di Funzionamento. Fondi AMUNDI Il presente Regolamento è stato approvato dall organo amministrativo della SGR che, dopo averne verificato la conformità rispetto alle disposizioni vigenti, ha accertato la sussistenza delle

Dettagli

- CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI ZERO COUPON

- CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI ZERO COUPON CONDIZIONI DEFINITIVE ZERO COUPON CONDIZIONI DEFINITIVE della NOTA INFORMATIVA relativa al programma di prestiti obbligazionari denominato CARILO - CASSA DI RISPARMIO DI LORETO S.P.A. OBBLIGAZIONI ZERO

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Raiffplanet Aggressiva a premio unico (Mod. V70SSISRA137-0415) Pagina 1

Dettagli

Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Sistema Pioneer Fondi Italia. Informazioni Generali. Informazioni Generali

Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Sistema Pioneer Fondi Italia. Informazioni Generali. Informazioni Generali Sistema Pioneer Fondi Italia Informazioni Generali Prospetto Semplificato Informazioni Generali La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

Banca Centropadana tasso fisso 3,50% 16.04.2012/16.04.2015 serie 338 ISIN IT0004809296

Banca Centropadana tasso fisso 3,50% 16.04.2012/16.04.2015 serie 338 ISIN IT0004809296 10. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio (LO) Iscritta all

Dettagli

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i rendiconti annuali 2013 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i rendiconti annuali 2013 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico BNP Paribas REIM SGR p.a. approva i rendiconti annuali 2013 dei Fondi BNL Portfolio Immobiliare e Immobiliare Dinamico BNL Portfolio Immobiliare: valore di quota pari a Euro 1.321,402 con un rendimento

Dettagli

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del Fondo BNL Portfolio Immobiliare

BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del Fondo BNL Portfolio Immobiliare BNP Paribas REIM SGR p.a. approva il rendiconto annuale 2014 del Fondo BNL Portfolio Immobiliare BNL Portfolio Immobiliare: valore di quota pari a Euro 937,084 con un rendimento medio annuo composto (TIR)

Dettagli

FUSIONE DEL FONDO ALBOINO RE NEL FONDO ACOMEA BREVE TERMINE

FUSIONE DEL FONDO ALBOINO RE NEL FONDO ACOMEA BREVE TERMINE FUSIONE DEL FONDO ALBOINO RE NEL FONDO ACOMEA BREVE TERMINE DOCUMENTO INFORMATIVO PER I PARTECIPANTI AL FONDO ALBOINO RE REDATO AI SENSI DEL CAPITOLO V, TIT. V, SEZ. II DEL REGOLAMENTO BANCA D ITALIA 8/5/2012

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Informazioni concernenti il collocamento in Italia delle azioni della UBS (Lux) Money Market Sicav di diritto Lussemburghese

Informazioni concernenti il collocamento in Italia delle azioni della UBS (Lux) Money Market Sicav di diritto Lussemburghese Allegato al modulo di sottoscrizione Il presente modulo è stato depositato presso l archivio prospetti della CONSOB in data 23/09/2014 è valido dal 01/10/2014 Informazioni concernenti il collocamento in

Dettagli