FONDO DI QUIESCENZA COSTITUITO CON DELIBERAZIONE N. 84 DEL 12 DICEMBRE 2014 DELLA GIUNTA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAGUSA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDO DI QUIESCENZA COSTITUITO CON DELIBERAZIONE N. 84 DEL 12 DICEMBRE 2014 DELLA GIUNTA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAGUSA"

Transcript

1 Allegato alla Deliberazione della Giunta Camerale n. 72 del 21 luglio 2015 FONDO DI QUIESCENZA COSTITUITO CON DELIBERAZIONE N. 84 DEL 12 DICEMBRE 2014 DELLA GIUNTA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAGUSA STATUTO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA CAMERALE N. DEL 21 LUGLIO 2015 Titolo primo Finalità Art. 1 Natura, definizione e sede Il Fondo di quiescenza per i dipendenti della Camera di Commercio di Ragusa assunti anteriormente all entrata in vigore della Legge Regionale 4 febbraio 1995 n.29, costituito con deliberazione della Giunta Camerale n. 84 del 12 dicembre 2014 e previsto in sede di accordo di contrattazione collettiva del 16 aprile 2015 è dotato di autonomia amministrativa, contabile e finanziaria, secondo le previsioni normative vigenti, le norme del presente statuto ed il contenuto del richiamato accordo sindacale. Il Fondo è altresì dotato di soggettività giuridica di diritto privato. Il Fondo di quiescenza assume la denominazione di Fondo di Quiescenza del Personale della Camera di Commercio di Ragusa ed ha sede presso la Camera di Commercio di Ragusa in piazza Libertà. Art. 2 Finalità Il Fondo ha lo scopo di gestire, secondo le norme del presente Statuto, del Regolamento di attuazione e degli eventuali singoli Regolamenti di gestione, il proprio patrimonio esistente, attuale e futuro, nell interesse, in nome e per conto, dei soggetti indicati nel successivo art.3, al fine di assicurare loro il trattamento previdenziale di quiescenza. Il Fondo gestisce altresì il richiamato patrimonio anche al fine di garantire le risorse necessarie da destinare alla copertura delle pensioni di riversibilità o indirette in favore dei soggetti aventi diritto. Il Fondo persegue inoltre lo scopo di incrementare il proprio patrimonio fino al raggiungimento dell intero fabbisogno occorrente alla integrale copertura, sulla base dei relativi specifici calcoli attuariali, del trattamento previdenziale e di quiescenza, in favore di tutti gli aventi diritto indicati all art. 3 del presente Statuto. Il Fondo, raggiunta l autosufficienza patrimoniale, trasferisce mensilmente entro il giorno 15 di ogni mese alla Camera di Commercio di Ragusa, su richiesta della stessa, il fabbisogno necessario al pagamento delle pensioni relative alla mensilità corrente. Il Fondo può avere anche compiti di natura assistenziale e pertanto sulla base di eventuali specifici regolamenti approvati dal Consiglio di Amministrazione potrà concedere ai soggetti di cui all art. 3, ed eventualmente agli altri dipendenti camerali, prestiti e mutui agevolati per le finalità eventualmente previste.

2 Art. 3 Soggetti beneficiari delle prestazioni. Il Fondo persegue le finalità di cui all art. 2 del presente Statuto in favore dei dipendenti in servizio ed in quiescenza della Camera di Commercio di Ragusa assunti anteriormente all entrata in vigore della Legge Regionale 4 febbraio 1995 n. 29, nonché, successivamente all intervenuto decesso, in favore degli aventi diritto al trattamento di quiescenza di reversibilità o indiretta. Art. 4 Diritti ed obblighi I beneficiari usufruiscono alle condizioni e con le modalità indicate dai relativi Regolamenti delle prestazioni indicate all art. 2. La contribuzione al finanziamento del Fondo avviene nelle forme e nei modi previsti dalle norme vigenti per il personale dipendente delle Camere di Commercio della Sicilia. TITOLO SECONDO ORGANI DEL FONDO Art. 5 Organi del Fondo Sono Organi del Fondo: a) L Assemblea b) Il Consiglio di Amministrazione c) Il Presidente d) Il Collegio dei Sindaci. Art. 6 - L Assemblea L Assemblea del Fondo è composta da tre componenti della Giunta della Camera di Commercio di Ragusa, escluso il Presidente, da tre rappresentanti dei dipendenti in servizio ed in quiescenza tra quanti destinatari e beneficiari del Fondo stesso ai sensi dell art. 3 del presente Statuto. I rappresentanti della Giunta vengono designati dalla Giunta stessa con propria deliberazione. I tre rappresentanti dei dipendenti in servizio e in quiescenza vengono eletti dall assemblea dei dipendenti in servizio e in quiescenza beneficiari del Fondo ex art. 3 del presente Statuto. Fa altresì parte dell assemblea del Fondo quale componente di diritto il Segretario Generale della Camera di Commercio di Ragusa, senza diritto di voto. Le deliberazioni assunte dall Assemblea del Fondo come sopra costituita prese in conformità della legge e del presente Statuto obbligano tutti i soggetti beneficiari del Fondo stesso.

3 L Assemblea del Fondo elegge al proprio interno il Presidente dell Assemblea tra i rappresentanti del personale in servizio o in quiescenza, con il compito di coordinare e gestire i lavori dell Assemblea stessa. L Assemblea dura in carica cinque anni. Art. 7 Funzionamento dell Assemblea L Assemblea si riunisce in via ordinaria ed in via straordinaria. L Assemblea si riunisce in via ordinaria di norma ogni sei mesi e comunque tutte le volte che il Presidente dell Assemblea o il Presidente del Fondo lo ritenga opportuno ovvero su richiesta del Collegio sindacale o di almeno tre componenti dell Assemblea stessa. Alla convocazione provvede il Presidente dell Assemblea mediante avviso scritto inviato almeno cinque giorni prima di quello fissato per la seduta e contenente l indicazione del luogo della riunione, del giorno, dell ora e degli argomenti da trattare. Per la validità della seduta è necessaria la presenza di almeno la metà più uno dei componenti aventi diritto al voto. Le deliberazioni sono adottate a maggioranza di voti dei presenti e in caso di parità prevale il voto del Presidente dell Assemblea, o in sua assenza del componente più anziano, tra tutti i componenti presenti, che assume per quella riunione la presidenza dell Assemblea. L Assemblea si riunisce in via straordinaria solo all occorrenza mediante avviso scritto inviato almeno dieci giorni prima di quello fissato per la seduta con la indicazione del luogo della riunione, del giorno e dell ora e degli argomenti da trattare. Per la validità della seduta dell Assemblea in via straordinaria è necessaria la presenza di almeno cinque componenti aventi diritto al voto, e le deliberazioni sono adottate con il voto favorevole di almeno i due terzi dei componenti l Assemblea. Alle riunioni dell Assemblea in via ordinaria e in via straordinaria può partecipare il Presidente del Fondo senza diritto di voto, e all uopo la convocazione va diramata anche al predetto. Art. 8 Attribuzione dell Assemblea L Assemblea del Fondo si riunisce in seduta ordinaria per: a) approvare il bilancio annuale del Fondo entro quattro mesi dalla chiusura dell esercizio b) eleggere i membri consiglieri di amministrazione secondo quanto stabilito dal successivo art. 9. All uopo l Assemblea dovrà deliberare entro e non oltre trenta giorni dal suo insediamento. In mancanza decadrà automaticamente e dovrà essere ricostituita secondo le norme del presente Statuto.

4 c) approvare i criteri di investimento e disinvestimento delle risorse del fondo stabilendone i piani annuali e pluriennali. d) deliberare su ogni altra questione sottoposta al suo esame dal consiglio di amministrazione. L Assemblea del Fondo si riunisce in seduta straordinaria per deliberare in materia di: modifiche dello Statuto scioglimento e liquidazione del Fondo Art. 9 Il Consiglio di Amministrazione Il Consiglio di Amministrazione è composto dai seguenti membri: a) il Presidente della Camera di Commercio che lo presiede b) due rappresentanti dei dipendenti in servizio ed in quiescenza tra quanti destinatari e beneficiari del Fondo stesso ai sensi dell art. 3 del presente Statuto; c) un componente della Giunta della Camera di Commercio di Ragusa. I componenti del consiglio di amministrazione non possono essere i medesimi componenti dell Assemblea. Il Consiglio di Amministrazione del Fondo sarà integrato da un ulteriore rappresentante del personale ex art. 3 del presente Statuto, titolato a partecipare alle sole riunioni aventi all ordine del giorno argomenti in materia assistenziale come indicata dall art. 2 comma 6, e avrà diritto di voto esclusivamente per i punti attinenti alle materia di natura assistenziale. Tale componente sarà designato dall Assemblea del Fondo e non potrà essere un componente dell Assemblea stessa. Fa altresì parte del Consiglio di Amministrazione, quale membro di diritto, il Segretario Generale della Camera di Commercio di Ragusa, senza diritto al voto. I consiglieri che non partecipano senza giustificato motivo a due sedute consecutive sono dichiarati decaduti con deliberazione del Consiglio di Amministrazione su proposta del Presidente. Il Consiglio di Amministrazione dura in carica cinque anni. Art. 10 -Poteri del Consiglio di Amministrazione Il Consiglio di Amministrazione ha tutti i poteri per la gestione del Fondo e fissa le direttive di ordine generale per il conseguimento delle finalità del Fondo. In particolare spetta al Consiglio di Amministrazione: a) eleggere il vicepresidente del Fondo tra i componenti che rappresentano i dipendenti in servizio o in quiescenza;

5 b) predisporre il bilancio annuale in tempo utile per la successiva approvazione da parte dell Assemblea; c) proporre le modifiche allo Statuto da sottoporre all Assemblea del Fondo; d) approvare e modificare il regolamento di attuazione e di funzionamento del Fondo e gli altri eventuali regolamenti ove esistenti; e) deliberare i regolamenti relativi alle eventuali forme di assistenza o di previdenza aggiuntiva gestite dal Fondo e le successive modifiche; f) proporre i criteri di investimento e di disinvestimento delle risorse del Fondo stabilendone i piani annuali e pluriennali per la successiva approvazione da parte dell assemblea; g) deliberare su eventuali accettazioni di donazioni e di legati a favore del Fondo; h) deliberare coerentemente alle risultanze del bilancio tecnico attuariale i provvedimenti necessari ad assicurare l equilibrio economico finanziario della gestione del Fondo; i) predisporre il bilancio tecnico della gestione del Fondo che deve essere redatto con periodicità almeno triennale e comunque ogniqualvolta si renda necessario in relazione all andamento economico finanziario dello stesso; j) stabilire l eventuale tasso di interesse da applicare per i prestiti ed i mutui in favore dei beneficiari del Fondo ove previsti; k) deliberare su tutti gli argomenti che siano sottoposti al suo esame dal Presidente anche su richiesta preventivamente formulata da almeno due consiglieri ovvero dal Collegio dei Sindaci; l) esercitare tutte le altre attribuzioni che siano ad esso demandate da leggi, decreti e regolamenti nonché deliberare su ogni altro oggetto inerente al conseguimento degli scopi statutari. Art. 11 Convocazione del Consiglio di Amministrazione Il Consiglio di Amministrazione si riunisce di norma ogni tre mesi e comunque tutte le volte che il Presidente lo ritenga opportuno ovvero su richiesta del Collegio sindacale o di almeno due componenti del Consiglio stesso. Alla convocazione provvede il Presidente mediante avviso scritto inviato almeno cinque giorni prima di quello fissato per la seduta e contenente l indicazione del luogo della riunione, del giorno, dell ora e degli argomenti da trattare. In caso di urgenza il termine di preavviso è ridotto a tre giorni. Per la validità della seduta è necessaria la presenza di almeno la metà più uno dei componenti aventi diritto al voto.

6 Le deliberazioni sono adottate a maggioranza di voti dei presenti e in caso di parità prevale il voto del Presidente. Art. 12 Il Presidente Il Presidente ha la rappresentanza legale del Fondo ed è pertanto il Presidente del Fondo. In caso di assenza o impedimento è sostituito dal Vicepresidente, o in assenza di quest ultimo dal componente più anziano. Art. 13 Il Collegio dei Sindaci Il Collegio dei Sindaci del Fondo è quello in carica presso la Camera di Commercio di Ragusa ed esercita le funzioni di controllo secondo le norme contenute negli articoli 2403 e seguenti del codice civile. Art Requisiti per l esercizio delle attività istituzionali I componenti dell Assemblea e del Consiglio di Amministrazione del fondo nell espletamento delle proprie funzioni devono comportarsi secondo regole di correttezza e di diligenza e non agire per conto proprio o di terzi in conflitto di interessi con il Fondo. Sono considerate cause di ineleggibilità o di decadenza dalle cariche: a) aver riportato condanne definitive ivi comprese le sanzioni sostitutive di cui alla legge 24 novembre 1981 n. 689 per delitti contro il patrimonio, per delitti contro la fede pubblica o contro l economia pubblica o contro la Pubblica Amministrazione o per delitti non colposi per i quali la legge commini la pena della reclusine non inferiore nel massimo ai cinque anni ovvero siano o siano stati sottoposti alle misure di prevenzione disposte ai sensi della legge 27 dicembre 1956 n o della legge 31 maggio 1965 n. 575 così come successivamente modificate o integrate; b) aver riportato condanne definitive alla reclusione per uno dei delitti previsti dal titolo XI del libro V del codice civile e del R.D. 16 marzo 1942 n. 267; c) l essere interessato da provvedimenti considerati dall art del codice civile come cause di ineleggibilità o di decadenza degli amministratori della società per azioni; Art. 15 Il Segretario Generale Il Segretario Generale della Camera di Commercio di Ragusa nell ambito della gestione del Fondo di quiescenza è incaricato di: a) partecipare all Assemblea del Fondo ed al Consiglio di Amministrazione del Fondo, organi dei quali è membro senza diritto di voto; b) coordinare la organizzazione dei servizi del Fondo;

7 c) individuare con proprio provvedimento il dipendente della Camera di Commercio, tra quelli in servizio e destinatari del Fondo, che abbia almeno la qualifica di funzionario amministrativo, per la esecuzione dei deliberati degli Organi del Fondo; d) proporre all Assemblea del Fondo ed al Consiglio di Amministrazione del Fondo, nella sua qualità di organo di vertice dell amministrazione della Camera di Commercio di Ragusa, i provvedimenti ritenuti necessari alla realizzazione dei compiti istituzionali perseguiti dal Fondo; e) verificare la rispondenza dell attività del Fondo alle disposizioni di legge ed alle deliberazioni di competenza del Consiglio e della Giunta della Camera di Commercio di Ragusa. Art. 16 Il Responsabile Esecutivo del Fondo Il Responsabile Esecutivo del Fondo individuato come nell art. 15, sarà il responsabile del Fondo ed in particolare: a) provvederà materialmente alle operazioni bancarie e agli investimenti deliberati dal Consiglio di Amministrazione, nei limiti dallo stesso indicati; b) curerà i rapporti con la banca tesoriera del Fondo e gestirà il conto dedicato curando i relativi investimenti. Art. 17 Verbali I verbali delle riunioni dell Assemblea e del Consiglio di Amministrazione del Fondo sono firmati dal Presidente e dal dipendente della Camera di Commercio di cui all art. 16 del presente Statuto, al quale è affidato l incarico di svolgere le mansioni di segretario verbalizzante degli organi collegiali. TITOLO TERZO GESTIONE FINANZIARIA Art. 18 Patrimonio Il patrimonio del Fondo è costituito da: a) tutti i titoli di Stato e le attività già esistenti ed accantonate dalla Camera di Commercio di Ragusa per la quiescenza del personale ex art. 3 del presente Statuto, titoli ed attività che sono stati costituiti con i contributi e le ritenute operate ed accantonate fino ad oggi; b) il saldo attivo del conto corrente bancario dedicato nel quale sono confluiti, confluiscono e confluiranno le somme di cui ai detti contributi e ritenute, nonché gli interessi, le cedole e i frutti prodotti dai titoli di cui al punto a), somme che saranno nuovamente investiti in titoli secondo le determinazioni del Consiglio di Amministrazione e accantonate per le finalità del Fondo fino al raggiungimento dell autosufficienza;

8 c) tutti i contributi, attuali e futuri, previsti a livello previdenziale sulle retribuzioni dei dipendenti sia a carico del lavoratore che del datore di lavoro, che mensilmente la Camera verserà al Fondo; d) gli avanzi di gestione non trasferiti ad esercizi successivi; e) gli interessi maturati e maturandi, nonché le cedole e in generale i frutti, derivanti dagli investimenti mobiliari in titoli curati e predisposti dal Fondo; f) le somme e le attività introitate per lasciti, per donazioni, per elargizioni ed in genere per atti di liberalità; g) ogni altra somma necessaria alla completa autosufficiente gestione del Fondo quale fabbisogno pensionistico di tutti gli aventi diritto recuperata sul patrimonio immobiliare, mobiliare e azionario della Camera di Commercio di Ragusa; h) ogni somma discendente dalla eventuale dismissione di tutto o di parte del patrimonio della Camera di Commercio di Ragusa, anche in forza di leggi, fino al raggiungimento nel patrimonio del Fondo del fabbisogno occorrente. Art Autonomia patrimoniale del Fondo Essendo il Fondo costituito portando a patrimonio le risorse nel tempo accumulate dalla Camera di Commercio di Ragusa su uno specifico conto dedicato e ricavate dal prelievo dei contributi obbligatori per legge a carico del lavoratore e del datore di lavoro sulle retribuzioni erogate al personale camerale avente diritto, lo stesso si intende destinato ad una gestione separata riservata alla erogazione del trattamento di quiescenza ai soli dipendenti della Camera di Commercio di Ragusa, aventi diritto a tale trattamento ed individuati secondo le previsioni dell art. 3 del presente Statuto, anche in caso di eventuale accorpamento, fusione ed unificazione, su base volontaria e /o per espressa previsione normativa, di più Camere di Commercio, comprendente anche la Camera di Commercio di Ragusa. In tal caso la Camera di Commercio derivante dall accorpamento, fusione o unificazione dovrà prevedere nel proprio patrimonio la destinazione specifica ed autonoma delle risorse del Fondo di quiescenza regolato dal presente Statuto in favore dei soli dipendenti della Camera di Commercio di Ragusa beneficiari individuati dal Fondo stesso, nel momento in cui interverrà l accorpamento, la fusione o l unificazione. Art. 20 Entrate ed esercizio finanziario Costituiscono entrate del fondo: i contributi previdenziali ed assistenziali previsti a carico del datore di lavoro e del lavoratore, che la Camera verserà mensilmente a favore del Fondo, e ciò anche successivamente all accorpamento relativamente ai contributi e alla ritenute riguardanti il personale che in atto risulta essere dipendente in servizio della camera di Commercio di Ragusa e rientrante nell art. 3 dello Statuto;

9 gli interessi e le rendite del patrimonio del Fondo e dei titoli di investimento; ogni altra eventuale entrata finanziaria. L esercizio finanziario del Fondo ha inizio il 1 gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Il bilancio del Fondo fa parte integrante del bilancio della Camera di Commercio di Ragusa, al quale andrà allegato. Art. 21 Investimenti Le somme delle quali non sia necessario conservare la liquidità devono essere impiegate nei seguenti modi: in titoli di Stato o garantiti allo Stato; nell acquisto di immobili; in altri modi individuati dal Consiglio di amministrazione che tenendo conto dei fini istituzionali del Fondo coniughino l esigenza di una buona redditività degli impieghi con quella della sicurezza degli investimenti. Art. 22 Linee programmatiche L Assemblea ed il Consiglio di Amministrazione del Fondo si riuniscono in seduta congiunta una volta l anno per esaminare le linee programmatiche annualmente presentate dalla Presidenza del Fondo. Art. 23 Gratuità degli incarichi Il Presidente e il Vicepresidente del Fondo, il Presidente dell Assemblea, i componenti dell Assemblea e del Consiglio di Amministrazione, il Segretario Generale per i compiti che è chiamato a svolgere dal presente Statuto, i componenti del Collegio dei Sindaci, e il funzionario di cui agli artt. 15 e 16 del presente Statuto, non avranno diritto alcuno a compenso, sotto qualsiasi forma, salvo la possibilità di eventuali rimborsi spese, per i compiti e le mansioni stabiliti nel presente Statuto.

Testo integrato * * * * * STATUTO. CAPO I - Istituzione ed ordinamento ART. 1. Denominazione

Testo integrato * * * * * STATUTO. CAPO I - Istituzione ed ordinamento ART. 1. Denominazione Testo integrato * * * * * STATUTO CAPO I - Istituzione ed ordinamento ART. 1 Denominazione 1.1 La CASSA ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI GEOMETRI LIBERI PROFESSIONISTI è Ente di diritto privato

Dettagli

Statuto della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri (aggiornato a gennaio 2007)

Statuto della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri (aggiornato a gennaio 2007) Statuto della Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri (aggiornato a gennaio 2007) CAPO I Istituzione ed ordinamento Art. 1 1.1 La Cassa ITALIANA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI GEOMETRI LIBERI

Dettagli

ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE

ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE STATUTO ANDISU ART. 1 - DENOMINAZIONE E SEDE E costituita l Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario (A.N.DI.S.U.). Di essa possono far parte tutti gli organismi

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE. Articolo 1 Denominazione e Sede

STATUTO DELLA FONDAZIONE. Articolo 1 Denominazione e Sede STATUTO DELLA FONDAZIONE Articolo 1 Denominazione e Sede La Fondazione di interesse collettivo denominata Fondazione San Bortolo O.N.L.U.S. è costituita ai sensi dell art. 14 e seguenti del Codice Civile

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CIRCOLO RICREATIVO DELLA COOPERAZIONE TRENTINA. Articolo 1

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CIRCOLO RICREATIVO DELLA COOPERAZIONE TRENTINA. Articolo 1 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CIRCOLO RICREATIVO DELLA COOPERAZIONE TRENTINA Articolo 1 Si costituisce il Circolo Dipendenti della Federazione Trentina della Cooperazione con sede sociale presso la Federazione

Dettagli

Statuto dell Ente Bilaterale Nazionale delle Società Concessionarie Autostrade e Trafori

Statuto dell Ente Bilaterale Nazionale delle Società Concessionarie Autostrade e Trafori Statuto dell Ente Bilaterale Nazionale delle Società Concessionarie Autostrade e Trafori Art. 1 Costituzione, sede e durata Conformemente a quanto previsto dall art. 48 del Contatto Collettivo Nazionale

Dettagli

1) E costituita, con sede in Trescore Balneario, via dell Albarotto. una associazione di volontariato senza scopi di lucro, per fini di

1) E costituita, con sede in Trescore Balneario, via dell Albarotto. una associazione di volontariato senza scopi di lucro, per fini di STATUTO COSTITUZIONE E SCOPI 1) E costituita, con sede in Trescore Balneario, via dell Albarotto una associazione di volontariato senza scopi di lucro, per fini di solidarietà e con durata illimitata,

Dettagli

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato Il giorno, alle ore, nel Comune di Via n. con la presente scrittura privata si sono riuniti i sig.ri (1): per costituire l organizzazione

Dettagli

Statuto dell Azienda Speciale PromoFirenze

Statuto dell Azienda Speciale PromoFirenze Statuto dell Azienda Speciale PromoFirenze ART. 1 Denominazione E' costituita, ai sensi dell art. 2, comma 5, Legge 29 dicembre 1993, n. 580 PromoFirenze Azienda speciale della Camera di Commercio Industria

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA E PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA E PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI RAGUSA REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA E PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE Art. 1 Istituzione E istituito il fondo di assistenza e previdenza per

Dettagli

COSTITUZIONE - SEDE & SCOPO

COSTITUZIONE - SEDE & SCOPO COSTITUZIONE - SEDE & SCOPO ARTICOLO 1 È costituita l Associazione Nazionale denominata LEGA DEL FILO D ORO - organizzazione non lucrativa di utilità sociale avente sede in Osimo (Ancona) in via Linguetta

Dettagli

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA, PREVIDENZA ED INCENTIVAZIONE DEI SERVIZI SVOLTI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Dettagli

S T A T U T O. Art. 1 COSTITUZIONE ASSOCIAZIONE

S T A T U T O. Art. 1 COSTITUZIONE ASSOCIAZIONE S T A T U T O Art. 1 COSTITUZIONE ASSOCIAZIONE 1) In attuazione dell articolo 46 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto degli Enti pubblici non economici stipulato il 6 luglio 1995,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA AMICI DELL ONCOLOGIA Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) DISPOSIZIONI GENERALI

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA AMICI DELL ONCOLOGIA Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) DISPOSIZIONI GENERALI STATUTO DELL ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA AMICI DELL ONCOLOGIA Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Denominazione È costituita l Associazione senza scopo

Dettagli

2) Sede legale La Fondazione ha sede in Verona.

2) Sede legale La Fondazione ha sede in Verona. 1) Costituzione, denominazione, natura E costituita una fondazione, a norma degli artt. 14 e segg. del codice civile, denominata Fondazione Cattolica Assicurazioni. La Fondazione è persona giuridica di

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE

STATUTO ASSOCIAZIONE PRAUGRANDE Indice generale Art.1 Costituzione e sede...1 Art.2 Durata dell Organizzazione...1 Art.3 Carattere dell Organizzazione...1 Art.4 Scopi dell Organizzazione...1 Art.5 Requisiti dei soci...2 Art.6 Ammissione

Dettagli

TITOLO I : DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I : DISPOSIZIONI GENERALI TITOLO I : DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 E costituita l Associazione denominata Associazione Culturale Punto in Movimento, con sede legale in Verona, Vicolo Madonnina n.9. ARTICOLO 2 L Associazione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANZIANI E PENSIONATI DI PEIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANZIANI E PENSIONATI DI PEIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ANZIANI E PENSIONATI DI PEIA ARTICOLO 1 - E costituita l Associazione denominata PRO SENECTUTE. Ai sensi e per gli effetti di cui agli art. 10 e segg. del D.L. 4 dicembre 1997,

Dettagli

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione ALLEGATO 2 (SCHEMA TIPO) Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Art. 1 Costituzione e Sede E costituita ai sensi dell art. 36 e seguenti del C.C., l Organizzazione di Volontariato denominata,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ART. 1 Denominazione. E costituita un associazione di volontariato avente le caratteristiche di Organizzazione Non Governativa (ONG) e le caratteristiche di Organizzazione Non

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO Roma, 31 Marzo 2005 INDICE Art. 1 Denominazione e logo dell Associazione pag. 3 Art. 2 Scopi

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS

STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS STATUTO ASSOCIAZIONE CASA DEL GIRASOLE ONLUS Art. 1 - DENOMINAZIONE SEDE DURATA E costituita una associazione di volontariato ai sensi della legge 11 agosto 1991 n. 266. L Associazione è denominata Casa

Dettagli

Statuto della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus

Statuto della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus Statuto della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus 1 STATUTO DELLA FONDAZIONE DELLA COMUNITA DI MONZA E BRIANZA ONLUS ART.1 DENOMINAZIONE E SEDE E costituita una fondazione, con le caratteristiche

Dettagli

Statuto: Statuto di associazione Onlus (art. 10, d.lgs. n. 460/1997)

Statuto: Statuto di associazione Onlus (art. 10, d.lgs. n. 460/1997) Statuto: Statuto di associazione Onlus (art. 10, d.lgs. n. 460/1997) Art. 1. Denominazione e sede È costituita l associazione denominata EFrem Economia di riconciliazione Onlus Organizzazione Non Lucrativa

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri.

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. Articolo 1 COSTITUZIONE SEDE STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. 2) La Fondazione ha sede in Mede, Piazza della Repubblica

Dettagli

STATUTO. Articolo 2 Sede L Associazione ha sede in Milano - via Costantino Baroni n. 228.

STATUTO. Articolo 2 Sede L Associazione ha sede in Milano - via Costantino Baroni n. 228. STATUTO Articolo 1 Denominazione E costituita una Associazione denominata: COMUNITA OKLAHOMA ONLUS Articolo 2 Sede L Associazione ha sede in Milano - via Costantino Baroni n. 228. Articolo 3 Scopo L Associazione

Dettagli

TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO - DURATA

TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO - DURATA STATUTO Allegato all Atto costitutivo dell Associazione denominata Cantalupo Volontari Protezione Civile Mandela redatto in data undici di febbraio anno duemilasei. Art. 1 TITOLO I COSTITUZIONE - SCOPO

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO ONLUS

STATUTO DELLA FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO ONLUS STATUTO DELLA FONDAZIONE ANMIL SOSTENIAMOLI SUBITO ONLUS Art. 1 Denominazione e sede E costituita una fondazione avente le caratteristiche di organizzazione non lucrativa di utilità sociale (Onlus) sotto

Dettagli

ALLEGATO "A" AL N. 35401 DI FASCICOLO STATUTO DI FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE Fondazione il Bene. Art. 1 Denominazione, sede e durata

ALLEGATO A AL N. 35401 DI FASCICOLO STATUTO DI FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE Fondazione il Bene. Art. 1 Denominazione, sede e durata ALLEGATO "A" AL N. 35401 DI FASCICOLO STATUTO DI FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE Fondazione il Bene Art. 1 Denominazione, sede e durata E costituita la fondazione denominata Fondazione il Bene, di seguito

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO Art 1 Denominazione e sede dell associazione 1. È costituita l Associazione culturale e professionale degli operatori delle istituzioni scolastiche e formative lend

Dettagli

STATUTO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA

STATUTO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA STATUTO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA NELLE IMPRESE COOPERATIVE. Testo approvato dall Assemblea ordinaria del 9 giugno 2005 ART. 1 COSTITUZIONE Al fine di promuovere

Dettagli

Assonautica Provinciale di Imperia. S t a t u t o

Assonautica Provinciale di Imperia. S t a t u t o Assonautica Provinciale di Imperia S t a t u t o Art. 1 Denominazione e natura giuridica L Associazione provinciale per la nautica da diporto di Imperia, denominata Assonautica provinciale di Imperia,

Dettagli

STATUTO DEL FONDO FONDITALIA. Articolo 1 Denominazione Soci

STATUTO DEL FONDO FONDITALIA. Articolo 1 Denominazione Soci STATUTO DEL FONDO FONDITALIA Articolo 1 Denominazione Soci A seguito dell accordo interconfederale del 30 giugno 2008 sottoscritto tra le sottoindicate Confederazioni Nazionali: - FEDERTERZIARIO - CLAAI

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Modifiche Statutarie Fontedir

Modifiche Statutarie Fontedir Modifiche Statutarie Fontedir DA STATUTO IN VIGORE PROPOSTE DI MODIFICHE Art. 5 - Destinatari 1. In coerenza con le previsioni contenute nelle fonti istitutive sono destinatari delle prestazioni del fondo

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE CIRCOLO DEI DIPENDENTI BANCA POPOLARE DI RAVENNA

STATUTO ASSOCIAZIONE CIRCOLO DEI DIPENDENTI BANCA POPOLARE DI RAVENNA Allegato A al verbale del 20/11/2007 STATUTO ASSOCIAZIONE CIRCOLO DEI DIPENDENTI BANCA POPOLARE DI RAVENNA TITOLO I DENOMINAZIONE E FINALITÁ Art.1 E costituita l Associazione non commerciale denominata

Dettagli

STATUTO APPROVATO IN DATA 27/2/2010

STATUTO APPROVATO IN DATA 27/2/2010 ASSOCIAZIONE CULTURALE GLI ABRUZZESI A FIRENZE STATUTO APPROVATO IN DATA 27/2/2010 Articolo 1 Costituzione E costituita, con sede in Firenze, l Associazione culturale denominata GLI ABRUZZESI A FIRENZE

Dettagli

Associazione culturale e sportiva

Associazione culturale e sportiva STATUTO Pag.1 TITOLO I - Denominazione - Sede Art.1 Nello spirito della Costituzione della Repubblica italiana ed in ossequio a quanto previsto dagli artt.36 e seguenti del Codice civile è costituita,

Dettagli

STATUTO della FONDAZIONE CONTE CARLO BUSI ONLUS

STATUTO della FONDAZIONE CONTE CARLO BUSI ONLUS STATUTO della FONDAZIONE CONTE CARLO BUSI ONLUS Art.1 - Denominazione, sede ed origine - 1. Ai sensi dell art.14 e seguenti del Codice Civile è costituita la fondazione denominata Fondazione Conte Carlo

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ASCOLTA E VIVI

STATUTO FONDAZIONE ASCOLTA E VIVI STATUTO FONDAZIONE ASCOLTA E VIVI Art. 1 DENOMINAZIONE 1. E costituita la fondazione denominata Fondazione Ascolta e Vivi, in seguito chiamata per brevità fondazione, con sede legale a Milano via Foppa

Dettagli

STATUTO DEL FONDO ASSISTENZA SANITARIA. CAPO I Ambito di applicazione, natura giuridica, finalità e funzioni. Art. 1 Ambito di applicazione

STATUTO DEL FONDO ASSISTENZA SANITARIA. CAPO I Ambito di applicazione, natura giuridica, finalità e funzioni. Art. 1 Ambito di applicazione STATUTO DEL FONDO ASSISTENZA SANITARIA CAPO I Ambito di applicazione, natura giuridica, finalità e funzioni Art. 1 Ambito di applicazione 1. Il «Fondo Assistenza Sanitaria» (FAS) assicura l assistenza

Dettagli

SCHEMA ESEMPLIFICATIVO DI STATUTO ASSOCIAZIONE

SCHEMA ESEMPLIFICATIVO DI STATUTO ASSOCIAZIONE SCHEMA ESEMPLIFICATIVO DI STATUTO ASSOCIAZIONE La formulazione del testo del presente statuto-tipo è puramente esemplificativa. Nell ambito dell esercizio del proprio potere di autonomia privata, i costituenti

Dettagli

STATUTO. del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani

STATUTO. del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani STATUTO del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani ART. 1 E costituito il Coordinamento Nazionale degli Enti locali per la Pace e i Diritti Umani (di seguito denominato

Dettagli

Allegato D al Decreto n. 114 del 10/07/2014 pag. 1/6

Allegato D al Decreto n. 114 del 10/07/2014 pag. 1/6 giunta regionale Allegato D al Decreto n. 114 del 10/07/2014 pag. 1/6 FAC SIMILE DI STATUTO DI ASSOCIAZIONE Nota bene: il presente fac-simile è indicativo e può essere adattato alle specifiche esigenze

Dettagli

Statuto dell Associazione Sportiva ASSOCIAZIONE DILETTANTISTICA SCACCHISTICA MOLFETTESE VINCENZO MASSARI. Titolo 1 - Costituzione

Statuto dell Associazione Sportiva ASSOCIAZIONE DILETTANTISTICA SCACCHISTICA MOLFETTESE VINCENZO MASSARI. Titolo 1 - Costituzione Statuto dell Associazione Sportiva ASSOCIAZIONE DILETTANTISTICA SCACCHISTICA MOLFETTESE VINCENZO MASSARI Titolo 1 - Costituzione Denominazione - Sede Art. 1 - È costituita con sede in Molfetta, via Francesco

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE PER LA GESTIONE DELLA SCUOLA MATERNA UMBERTO I Camposampiero - (PD)

STATUTO ASSOCIAZIONE PER LA GESTIONE DELLA SCUOLA MATERNA UMBERTO I Camposampiero - (PD) STATUTO ASSOCIAZIONE PER LA GESTIONE DELLA SCUOLA MATERNA UMBERTO I Camposampiero - (PD) ALLEGATO A DELL ATTO N. 83436/22560 REP. Art. 1 - Costituzione E legalmente costituita, nel rispetto del codice

Dettagli

Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura delle Marche STATUTO. (Anno 2011)

Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura delle Marche STATUTO. (Anno 2011) Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura delle Marche STATUTO (Anno 2011) INDICE: Art. 1 Costituzione, natura e sede Art. 2 Competenze e funzioni Art. 3 Rapporti

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE. ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ToscanaSpazio TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA 1) Denominazione E costituita, ai sensi degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile una Associazione senza scopo di lucro denominata

Dettagli

INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale

INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale Statuto INSIEME PER LIMANA Gruppo d'acquisto Solidale 1 E costituita una Associazione denominata GAS INSIEME PER LIMANA L Associazione è costituita in conformità al dettato della L. 383/2000, pertanto

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE F.O.R.G.A.T. (Formazione, Opportunità, Recupero, Giovani, Ambiente e Territorio) o.n.l.u.s. ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE F.O.R.G.A.T. (Formazione, Opportunità, Recupero, Giovani, Ambiente e Territorio) o.n.l.u.s. ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE F.O.R.G.A.T. (Formazione, Opportunità, Recupero, Giovani, Ambiente e Territorio) o.n.l.u.s. ART.1 DENOMINAZIONE E costituita un associazione non riconosciuta ai sensi degli artt.

Dettagli

STATUTO "ASSOCIAZIONE BUSAJO O.N.L.U.S." ART. 1 E' costituita ai sensi dell'art.10 del Decreto Legislativo 4/12/1997, n.

STATUTO ASSOCIAZIONE BUSAJO O.N.L.U.S. ART. 1 E' costituita ai sensi dell'art.10 del Decreto Legislativo 4/12/1997, n. STATUTO "ASSOCIAZIONE BUSAJO O.N.L.U.S." ART. 1 E' costituita ai sensi dell'art.10 del Decreto Legislativo 4/12/1997, n. 460, una Associazione denominata: "ASSOCIAZIONE BUSAJO O.N.L.U.S. o in forma abbreviata

Dettagli

STATUTO SOCIALE ONLUS MARIANNA. È stata costituita, con riferimento agli articoli 2 e 18 della Costituzione Italiana, agli

STATUTO SOCIALE ONLUS MARIANNA. È stata costituita, con riferimento agli articoli 2 e 18 della Costituzione Italiana, agli STATUTO SOCIALE ONLUS MARIANNA ART. 1 - DENOMINAZIONE È stata costituita, con riferimento agli articoli 2 e 18 della Costituzione Italiana, agli articoli 36, 37 e 38 del Codice Civile e alle indicazioni

Dettagli

STATUTO. È costituita l associazione denominata PROGETTO PULCINO - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità

STATUTO. È costituita l associazione denominata PROGETTO PULCINO - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità ALLEGATO A STATUTO Art. 1. Denominazione e sede È costituita l associazione denominata PROGETTO PULCINO - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale, in seguito chiamata per brevità associazione.

Dettagli

STATUTO DEL CENTRO DI FIRENZE PER LA MODA ITALIANA

STATUTO DEL CENTRO DI FIRENZE PER LA MODA ITALIANA STATUTO DEL CENTRO DI FIRENZE PER LA MODA ITALIANA ART. 1 DENOMINAZIONE SEDE 1. Il Centro di Firenze per la Moda Italiana, in forma abbreviata CENTRO MODA, costituito il 6 novembre 1954, è una Associazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE RETE ITALIANA DI MICROFINANZA (RITMI) S T A T U T O. Denominazione. sede e durata

ASSOCIAZIONE RETE ITALIANA DI MICROFINANZA (RITMI) S T A T U T O. Denominazione. sede e durata ASSOCIAZIONE RETE ITALIANA DI MICROFINANZA (RITMI) S T A T U T O Denominazione. sede e durata Art. 1 E costituita un associazione senza fini di lucro denominata RETE ITALIANA DI MICROFINANZA denominata

Dettagli

ENTE PER LA ZONA INDUSTRIALE DI TRIESTE. S t a t u t o

ENTE PER LA ZONA INDUSTRIALE DI TRIESTE. S t a t u t o ENTE PER LA ZONA INDUSTRIALE DI TRIESTE S t a t u t o Adottato con deliberazioni del CdA n. 86 dd. 10.07.2003 e n. 97 dd. 24.07.2003 ed approvato con delibera della Giunta Regionale n. 2480 dd. 08.08.2003

Dettagli

I. COSTITUZIONE E SCOPI

I. COSTITUZIONE E SCOPI S TATUTO A I T A - A S S O C IAZIONE ITALIAN A T ECNOLOGIE ADDITIVE I. COSTITUZIONE E SCOPI 1. Costituzione E costituita una Associazione culturale denominata AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE

Dettagli

STATUTO G.F. IL CUPOLONE DLF-BFI. Approvato Dall Assemblea dei soci in data

STATUTO G.F. IL CUPOLONE DLF-BFI. Approvato Dall Assemblea dei soci in data STATUTO G.F. IL CUPOLONE DLF-BFI Approvato Dall Assemblea dei soci in data 29-05 - 2008 Art. 1 Costituzione e denominazione 1. E costituita in Firenze nel 1961, una associazione denominata Gruppo Fotografico

Dettagli

STATUTO Associazione di promozione sociale << SOLIDARIETA PER IL LAVORO >>

STATUTO Associazione di promozione sociale << SOLIDARIETA PER IL LAVORO >> STATUTO Associazione di promozione sociale > ART. 1 (denominazione e sede) E costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia, l associazione di promozione

Dettagli

STATUTO. dell Associazione Società Italiana dei Docenti e Ricercatori di. Automatica (SIDRA) TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA

STATUTO. dell Associazione Società Italiana dei Docenti e Ricercatori di. Automatica (SIDRA) TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA STATUTO dell Associazione Società Italiana dei Docenti e Ricercatori di Automatica (SIDRA) TITOLO I DENOMINAZIONE SEDE DURATA 1) E costituita, ai sensi degli articoli 36 e seguenti del Codice Civile una

Dettagli

STATUTO FeBAF Articolo 1 (Natura, soci e sede) Articolo 2 (Scopo) Articolo 3 (Competenze)

STATUTO FeBAF Articolo 1 (Natura, soci e sede) Articolo 2 (Scopo) Articolo 3 (Competenze) STATUTO FeBAF Articolo 1 (Natura, soci e sede) É costituita una Federazione tra l Associazione bancaria italiana (ABI), l Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici (ANIA) e le Associazioni rappresentative

Dettagli

STATUTO DELLA FEDERAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS (Milano, 13 marzo 2006) TITOLO I Disposizioni Generali

STATUTO DELLA FEDERAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS (Milano, 13 marzo 2006) TITOLO I Disposizioni Generali STATUTO DELLA FEDERAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS (Milano, 13 marzo 2006) TITOLO I Disposizioni Generali Art. 1 - COSTITUZIONE È costituita la FEDERAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS attiva nell aiuto e nell assistenza

Dettagli

COSTITUZIONE DEL CONSORZIO DI GARANZIA FIDI REGGIO EMILIA COFIRE CON SEDE IN REGGIO EMILIA. PATTI CONSORTILI ARTICOLO 1 Denominazione e sede

COSTITUZIONE DEL CONSORZIO DI GARANZIA FIDI REGGIO EMILIA COFIRE CON SEDE IN REGGIO EMILIA. PATTI CONSORTILI ARTICOLO 1 Denominazione e sede COSTITUZIONE DEL CONSORZIO DI GARANZIA FIDI REGGIO EMILIA COFIRE CON SEDE IN REGGIO EMILIA PATTI CONSORTILI ARTICOLO 1 Denominazione e sede E costituito un Consorzio di garanzia collettiva fra le imprese

Dettagli

STATUTO. Articolo 2 - L'Associazione intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale ed in particolare ha come obiettivo:

STATUTO. Articolo 2 - L'Associazione intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale ed in particolare ha come obiettivo: STATUTO Articolo 1 - E costituita una associazione denominata L Emanuele. L'Associazione è ordinata ed amministrata ai sensi degli articoli 36 e seguenti del Codice Civile, dal presente Statuto e dalle

Dettagli

STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - FINALITA. ARTICOLO 1) E costituita la FONDAZIONE VIGNATO PER L ARTE, ente di diritto privato.

STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - FINALITA. ARTICOLO 1) E costituita la FONDAZIONE VIGNATO PER L ARTE, ente di diritto privato. ALLEGATO A AL N. 63.470 DI REP. e N. 13.571 DI RACC. STATUTO DENOMINAZIONE - SEDE - FINALITA ARTICOLO 1) E costituita la FONDAZIONE VIGNATO PER L ARTE, ente di diritto privato. ARTICOLO 2) La Fondazione

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE LA VOCE DELLE DONNE. Art. 1 Costituzione Denominazione Sede. Art. 2 Durata. Art. 3 Scopi

STATUTO ASSOCIAZIONE LA VOCE DELLE DONNE. Art. 1 Costituzione Denominazione Sede. Art. 2 Durata. Art. 3 Scopi STATUTO ASSOCIAZIONE LA VOCE DELLE DONNE Art. 1 Costituzione Denominazione Sede Ai sensi della legge 7 dicembre 2000, n. 383, e delle norme del codice civile in tema di associazioni è costituita l Associazione

Dettagli

STATUTO NUOVA CASSA SANITARIA

STATUTO NUOVA CASSA SANITARIA STATUTO NUOVA CASSA SANITARIA In attuazione di quanto previsto dal verbale di accordo del 21/11/2007, tra la Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. e le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rappresentanze

Dettagli

ASSOCIAZIONE ZYP ITALIA ONLUS STATUTO. Art. 1

ASSOCIAZIONE ZYP ITALIA ONLUS STATUTO. Art. 1 ASSOCIAZIONE ZYP ITALIA ONLUS STATUTO Art. 1 COSTITUZIONE SEDE - DURATA È costituita l Associazione denominata «ZYP ONLUS», con sede in Roma, Viale Trastevere, 141. La sua durata è illimitata. L associazione:

Dettagli

L Associazione ha sede in Favria, Via Canavere 19D.

L Associazione ha sede in Favria, Via Canavere 19D. ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO BUONI AMICI STATUTO Art. 1 - Costituzione, denominazione, sede e durata. a - E costituita l Associazione di Volontariato BUONI AMICI. L Associazione ha sede in Favria, Via

Dettagli

STATUTO CASSA SANITARIA

STATUTO CASSA SANITARIA STATUTO CASSA SANITARIA In attuazione del verbale di accordo del 14 maggio 2014 tra la Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. e le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rappresentanze sindacali aziendali

Dettagli

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO Centrodentro SEDE, COSTITUZIONE, DURATA, OGGETTO SOCIALE

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO Centrodentro SEDE, COSTITUZIONE, DURATA, OGGETTO SOCIALE ALLEGATO 1 STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO Centrodentro SEDE, COSTITUZIONE, DURATA, OGGETTO SOCIALE ART. 1) E costituita l Associazione di volontariato Centrodentro. ART 2) L Associazione ha

Dettagli

STATUTO TIPO ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO. Art. 1 (Costituzione)

STATUTO TIPO ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO. Art. 1 (Costituzione) Il presente schema di Statuto viene proposto, a mero titolo indicativo, non potendo, né volendo, limitare la libertà delle Organizzazioni di darsi autonomamente le norme disciplinanti il proprio ordinamento.

Dettagli

Statuto. Art. 1 - Costituzione. Art. 2 - Sede. Art. 3 - Scopi dell Associazione

Statuto. Art. 1 - Costituzione. Art. 2 - Sede. Art. 3 - Scopi dell Associazione Statuto Associazione per il Gemellaggio Prato - Ebensee Art. 1 - Costituzione Per iniziativa del Comune di Prato e dell ANED sezione di Prato è costituita, ai sensi dell art. 14 e seguenti del Codice Civile,

Dettagli

unione regionale istituzioni e iniziative pubbliche e private di assistenza agli anziani STATUTO

unione regionale istituzioni e iniziative pubbliche e private di assistenza agli anziani STATUTO unione regionale istituzioni e iniziative pubbliche e private di assistenza agli anziani STATUTO in vigore dal 7 Aprile 2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE Unione Regionale Istituzioni e Iniziative Pubbliche

Dettagli

STATUTO Art. 1 Costituzione Primoconsumo Art. 2 Scopi ed attività Art. 3 Risorse economiche e patrimonio

STATUTO Art. 1 Costituzione Primoconsumo Art. 2 Scopi ed attività Art. 3 Risorse economiche e patrimonio STATUTO Art. 1 Costituzione E costituita l Associazione denominata Primoconsumo avente sede legale in Roma, Via Caracciolo n. 2 ed organizzata su base territoriale con sedi locali regionali (delegazioni

Dettagli

AESA. Associazione Esperti in Scienze Amministrative STATUTO

AESA. Associazione Esperti in Scienze Amministrative STATUTO AESA Associazione Esperti in Scienze Amministrative STATUTO COSTITUZIONE - SEDE - DURATA Art. 1 E costituita l Associazione fra i diplomati della Scuola di Specializzazione in Studi sulla Amministrazione

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE

STATUTO DI ASSOCIAZIONE STATUTO DI ASSOCIAZIONE TITOLO I. DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1. Costituzione È costituita l Associazione denominata SLOW TIME. Essa avrà durata illimitata. L Associazione SLOW TIME è disciplinata dal

Dettagli

STATUTO. Art. 1 Denominazione, Forma Giuridica e Sede

STATUTO. Art. 1 Denominazione, Forma Giuridica e Sede STATUTO Art. 1 Denominazione, Forma Giuridica e Sede 1.1. Nell ambito della legislazione vigente è costituito, in forma giuridica di associazione non riconosciuta, un fondo denominato FISDAF, integrativo

Dettagli

BHALOBASA ONLUS STATUTO

BHALOBASA ONLUS STATUTO Associazione BHALOBASA ONLUS STATUTO 2 Titolo I Definizione, finalità, durata ART. 1 E costituita una Associazione denominata Associazione Bhalobasa ONLUS. ART. 2 L Associazione ha sede in Lari (PI), via

Dettagli

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ZURIGO Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n.1089

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ZURIGO Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n.1089 FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ZURIGO Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n.1089 Documento sulla politica di investimento (data approvazione: 19/12/2012) Sommario PREMESSA...

Dettagli

FormaFarma. Associazione culturale senza scopo di lucro S T A T U T O

FormaFarma. Associazione culturale senza scopo di lucro S T A T U T O FormaFarma Associazione culturale senza scopo di lucro Art 1 Denominazione e sede S T A T U T O È costituita l Associazione culturale sotto la denominazione: FormaFarma - Associazione culturale senza scopo

Dettagli

SCHEMA STATUTO PER LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

SCHEMA STATUTO PER LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO B Dgr n. 3117 del 21/10/2008 pag. 1/7 SCHEMA STATUTO PER LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ALLEGATO B Dgr n. 3117 del 21/10/2008 pag. 2/7 ART. 1* (Denominazione

Dettagli

LO STATUTO. Fondazione Banca San Paolo di Brescia. Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE

LO STATUTO. Fondazione Banca San Paolo di Brescia. Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE È istituita la Fondazione denominata "Fondazione Banca San Paolo di Brescia" al fine di assicurare, con un nuovo strumento adeguato alla vigente legislazione, la prosecuzione

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA ITALIANA DI CONIGLICOLTURA STATUTO DENOMINAZIONE SEDE - SCOPO Art. 1 Denominazione È costituita, senza scopo di lucro o finalità politiche, l Associazione denominata: "ASSOCIAZIONE

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE HUMAN GENETICS FOUNDATION - TORINO

STATUTO DELLA FONDAZIONE HUMAN GENETICS FOUNDATION - TORINO STATUTO DELLA FONDAZIONE HUMAN GENETICS FOUNDATION - TORINO Articolo 1 - Denominazione È costituita dalla Compagnia di San Paolo, dall Università degli Studi di Torino e dal Politecnico di Torino una Fondazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE SIRO MAURO per le cure palliative in provincia di Sondrio STATUTO DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE

ASSOCIAZIONE SIRO MAURO per le cure palliative in provincia di Sondrio STATUTO DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE ASSOCIAZIONE SIRO MAURO per le cure palliative in provincia di Sondrio STATUTO DENOMINAZIONE - OGGETTO - SEDE Art. 1 È costituita un associazione avente le caratteristiche d organizzazione non lucrativa

Dettagli

STATUTO TITOLO 1. Costituzione e denominazione Sede Scopi ed attività - Durata ART. 1. Costituzione e denominazione

STATUTO TITOLO 1. Costituzione e denominazione Sede Scopi ed attività - Durata ART. 1. Costituzione e denominazione STATUTO TITOLO 1 Costituzione e denominazione Sede Scopi ed attività - Durata ART. 1 Costituzione e denominazione E costituita ai sensi dell art.14 e seguenti del Codice Civile tra aziende produttrici

Dettagli

Medici per la Pace STATUTO

Medici per la Pace STATUTO Medici per la Pace STATUTO Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE 1. È costituita una associazione, avente le caratteristiche di organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS), ai sensi e per gli effetti

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA ASSOCIAZIONE NAZIONALE TERZA ETÀ ATTIVA PER LA SOLIDARIETÀ SONDRIO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA ASSOCIAZIONE NAZIONALE TERZA ETÀ ATTIVA PER LA SOLIDARIETÀ SONDRIO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DENOMINATA ASSOCIAZIONE NAZIONALE TERZA ETÀ ATTIVA PER LA SOLIDARIETÀ SONDRIO Approvato dall Assemblea il 10 marzo 2011 Art. 1 Costituzione 1. È costituita l associazione di volontariato

Dettagli

STATUTO Dicembre 2004 pag. 1

STATUTO Dicembre 2004 pag. 1 STATUTO Dicembre 2004 pag. 1 Articolo 1 A norma dell art. 36 e seguenti del Codice Civile e della Normativa in materia, è costituita un Associazione di promozione sociale denominata Colomba Bianca Associazione

Dettagli

STATUTO Piccola Famiglia onlus (versione definitiva 18 gennaio 2012)

STATUTO Piccola Famiglia onlus (versione definitiva 18 gennaio 2012) STATUTO Piccola Famiglia onlus (versione definitiva 18 gennaio 2012) Art. 1 E costituita una associazione denominata La Piccola Famiglia Organizzazione non lucrativa di Utilità Sociale la cui denominazione

Dettagli

Art. 3 L associazione ha sede in Roma, Via Scipio Sighele n. 15-00177

Art. 3 L associazione ha sede in Roma, Via Scipio Sighele n. 15-00177 STATUTO DENOMINAZIONE OGGETTO SEDE Art. 1 È costituita una associazione denominata International Human Dana organizzazione non lucrativa di utilità sociale (Onlus). L associazione assume nella propria

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DENOMINATA SOCIETA ITALIANA DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA Costituzione e denominazione dell Associazione art. 1 E costituita una Associazione scientifico-culturale

Dettagli

ALLEGATO A. È costituita in Firenze l Associazione fotografica di carattere culturale denominata. DIAFRAMMA APERTO - Codice Fiscale

ALLEGATO A. È costituita in Firenze l Associazione fotografica di carattere culturale denominata. DIAFRAMMA APERTO - Codice Fiscale ALLEGATO A STATUTO DELL ASSOCIAZIONE FOTOGRAFICA DIAFRAMMA APERTO Art. 1 Denominazione e sede È costituita in Firenze l Associazione fotografica di carattere culturale denominata DIAFRAMMA APERTO - Codice

Dettagli

BOZZA DI STATUTO DEL COMITATO ORGANIZZATORE 1, 2

BOZZA DI STATUTO DEL COMITATO ORGANIZZATORE 1, 2 Manuale delle associazioni sportive BOZZA DI STATUTO DEL COMITATO ORGANIZZATORE 1, 2 STATUTO COMITATO PER L ORGANIZZAZIONE DI... Art. 1 Costituzione È costituito un Comitato denominato... Il Comitato ha

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE In data 06/08/2001 presso la sede in via A. Moro 11, nei locali della Biblioteca Comunale di Casalgrande si sono riuniti i sigg. Essi dichiarano di costituire una associazione

Dettagli

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA SOCIALE (ONLUS) HUMAN WAVE ITALIA AVENTE LA FORMA GIURIDICA DI ASSOCIAZIONE

STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA SOCIALE (ONLUS) HUMAN WAVE ITALIA AVENTE LA FORMA GIURIDICA DI ASSOCIAZIONE Atto esente dall'imposta di bollo ex art. 27bis tabella all. B DPR 642/1972 STATUTO DELL ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA SOCIALE (ONLUS) HUMAN WAVE ITALIA AVENTE LA FORMA GIURIDICA DI ASSOCIAZIONE

Dettagli

STATUTO APPROVATO DALL ASSEMBLEA DEL 27 MARZO 2001

STATUTO APPROVATO DALL ASSEMBLEA DEL 27 MARZO 2001 STATUTO APPROVATO DALL ASSEMBLEA DEL 27 MARZO 2001 ART. 1 -GENERALITA'- E' costituita con sede in Milano una associazione senza fini di lucro con la denominazione di: "Associazione Nazionale per l'isolamento

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CENTRO STUDI AMERICANI DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CENTRO STUDI AMERICANI DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE CENTRO STUDI AMERICANI DENOMINAZIONE, SEDE E SCOPO Art. 1) 1.1 È costituita una Associazione denominata Centro Studi Americani (di seguito il Centro ). L Associazione non ha scopi

Dettagli