Parental Control(Time restriction) Parental Control(URL Filter) Quality of Service Routing DNS(DNS Server)...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Parental Control(Time restriction)... 46 Parental Control(URL Filter)... 47 Quality of Service... 48 Routing... 50 DNS(DNS Server)..."

Transcript

1

2 AVVERTENZE... 4 Quick Start Guide... 7 Panoramica Di Prodotto... 7 Requisiti Di Sistema... 7 Contenuto Della Confezione... 7 Settaggi Di Default... 7 Cablaggio... 8 Configurazione Via Web... 8 PPPoE/PPPoA... 9 DEVICE INFO Summary Wan Statistics Route Arp Dhcp QUICK SETUP ADVANCED SETUP LAyer2 Interface WAN Service WAN Service(PPPoE) WAN Service(PPPoA) WAN Service(PPPoA) WAN Service(IPoA) con un solo IP WAN Service(IPoA) con una classe di IP G WAN Service LAN LAN (IPv6 Auto-configuration) NAT(Virtual Servers) NAT(Port Triggering) NAT(DMZ Host) Security(Firewall)

3 Parental Control(Time restriction) Parental Control(URL Filter) Quality of Service Routing DNS(DNS Server) DNS(Dynamic DNS) DSL UpnP DNS Proxy Print Server Packet Acceleration Storage Service Interface Grouping IP Tunnel Certificate Power Management WIRELESS Basic Security Mac Filter Wireless Bridge Advanced Settings Station Info DIAGNOSTICS MANAGEMENT Settings (Backup) Settings (Update) Settings (Restore Default) System Log SNMP Agent Internet Time Access Control (Password) Access Control (Services) Update Software

4 Reboot APPENDICE A: Connessione usando il Client di Windows Windows Windows Windows VISTA Windows XP APPENDICE B: Configurazione indirizzo IP in DHCP Client Windows 7/ Windows Vista Windows XP Windows APPENDICE C: Domande Varie APPENDIX D: SPECIFICHE TECNICHE

5 AVVERTENZE Avvertenze Generali Abbiamo fatto di tutto al fine di evitare che nel testo, nelle immagini e nelle tabelle presenti in questo manuale, nel software e nell'hardware fossero presenti degli errori. Tuttavia, non possiamo garantire che non siano presenti errori e/o omissioni. Infine, non possiamo essere ritenuti responsabili per qualsiasi perdita, danno o incomprensione compiuti direttamente o indirettamente, come risulta dall'utilizzo del manuale, software e/o hardware. Il contenuto di questo manuale è fornito esclusivamente per uso informale, è soggetto a cambiamenti senza preavviso (a tal fine si invita a consultare il sito per reperirne eventuali aggiornamenti) e non deve essere interpretato come un impegno da parte di Nilox che non si assume responsabilità per qualsiasi errore o inesattezza che possa apparire in questo manuale. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta o trasmessa in altra forma o con qualsiasi mezzo, elettronicamente o meccanicamente, comprese fotocopie, riproduzioni, o registrazioni in un sistema di salvataggio, oppure tradotti in altra lingua e in altra forma senza un espresso permesso scritto da parte di Nilox. Tutti i nomi di produttori e dei prodotti e qualsiasi marchio, registrato o meno, menzionati in questo manuale sono usati al solo scopo identificativo e rimangono proprietà esclusiva dei loro rispettivi proprietari. Informazioni sulla Sicurezza Solo personale qualificato è autorizzato ad interventi sull apparato La pulizia del prodotto va effettuata evitando di utilizzare spray detergenti e soluzioni contenenti alcool o liquidi infiammabili E fondamentale evitare che l apparato possa surriscaldarsi. Questo potrebbe drasticamente accorciare la vita del dispositivo E opportuno proteggere l apparato da elevata umidità, irraggiamento solare diretto e da temperature estremamente basse o elevate Non depositare liquidi sopra o accanto l apparecchio Se l apparecchio viene spostato da un ambiente freddo ad un locale più caldo è possibile che si formi condensa. E opportuno non accendere l apparecchio prima che questi fenomeni siano esauriti Utilizzare i gommini (se presenti) per evitare che l apparecchio possa scivolare facilmente sul piano di utilizzo. Posizionare il dispositivo su una superficie antisdrucciolo I gommini in gomma/plastica possono danneggiare la superficie con cui sono a contatto Utilizzare solo i cavi specifici per le applicazioni. Utilizzare le porte indicate senza forzare Verificare regolarmente che tutti i cavi di connessione non siano danneggiati. In caso lo fossero sostituirli immediatamente Verificare che nella prese di collegamento non entrino oggetti e/o cavi estranei Utilizzare esclusivamente l adattatore di rete AC/DC incluso nella confezione. In caso contrario l apparecchio potrebbe manifestare malfunzionamenti Utilizzare solo accessori (antenne e/o alimentatori) contenuti nell imballo Lasciare almeno 30cm di distanza tra l antenna del dispositivo e l utilizzatore Non usare la stessa presa di corrente per connettere altri apparecchi al di fuori del dispositivo in oggetto Non aprire mai il case del dispositivo né cercare di ripararlo da soli Se il dispositivo dovesse essere troppo caldo, spegnerlo immediatamente e rivolgersi a personale qualificato Non appoggiare il dispositivo su superfici plastiche o in legno che potrebbero non favorire lo smaltimento termico Mettere il dispositivo su una superficie piana e stabile Non effettuare upgrade del firmare utilizzando apparati/client wireless ma solo wired. Questo potrebbe danneggiare il dispositivo ed invalidare la garanzia 4

6 Importanti informazioni per il corretto riciclaggio/smaltimento di questa apparecchiatura Questo prodotto può contenere sostanze che possono essere dannose per l ambiente e per la salute umana se non viene smaltito in modo opportuno. Vi forniamo pertanto le seguenti informazioni per evitare il rilascio di queste sostanze e per migliorare l uso delle risorse naturali. Le apparecchiature elettriche ed elettroniche non devono essere smaltite tra i normali rifiuti urbani, ma devono essere inviate alla raccolta differenziata per il loro corretto trattamento. Il simbolo del bidone barrato, apposto sul prodotto ed in questa pagina, ricorda la necessità di smaltire adeguatamente il prodotto al termine della sua vita. In tal modo è possibile evitare che un trattamento non specifico delle sostanze contenute in questi prodotti, od un uso improprio di parti di essi, possano portare a conseguenze dannose per l ambiente e per la salute umana. Inoltre si contribuisce al recupero, riciclo e riutilizzo di molti dei materiali contenuti in questi prodotti. A tale scopo i produttori e distributori delle apparecchiature elettriche ed elettroniche organizzano opportuni sistemi di raccolta e smaltimento delle apparecchiature stesse. Alla fine della vita del prodotto rivolgetevi al vostro distributore per avere informazioni sulle modalità di raccolta. Al momento dell acquisto di questo prodotto il vostro distributore vi informerà inoltre della possibilità di rendere gratuitamente un altro apparecchio a fine vita a condizione che sia di tipo equivalente ed abbia svolto le stesse funzioni del prodotto acquistato. Uno smaltimento del prodotto in modo diverso da quanto sopra descritto sarà passibile delle sanzioni previste dalla normativa nazionale vigente nel paese dove il prodotto viene smaltito. Vi raccomandiamo inoltre di adottar e altri provvedimenti favorevoli all ambiente: riciclare l imballo interno ed esterno con cui il prodotto è fornito e smaltire in modo adeguato le batterie usate (solo se contenute nel prodotto). Con il vostro aiuto si può ridurre la quantità di risorse naturali impiegate per la realizzazione di apparecchiature elettriche ed elettroniche,minimizzare l uso delle discariche per lo smaltimento dei prodotti e migliorare la qualità della vita evitando che sostanze potenzialmente pericolose vengano rilasciate nell ambiente. Si tenga presente che l'abbandono ed il deposito incontrollato di rifiuti sono puniti con sanzione amministrativa pecuniaria da 103 a 619, salvo che il fatto costituisca più grave reato. Se l'abbandono riguarda rifiuti non pericolosi od ingombranti si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 154. NB: le informazioni sopra riportate sono redatte in conformità alla Di che prevedono l'obbligatorietà di un sistema di raccolta differenziata nonché particolari modalità di trattamento e smaltimento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Per ulteriori informazioni in materia, la invitiamo a consultare il nostro sito Dichiarazione di Conformità Sintetica Questo dispositivo è stato testato ed è risultato conforme alla direttiva 2011/65/CE e 1999/5/CE del parlamento Europeo e della Commissione Europea, a proposito di apparecchiature radio e periferiche per telecomunicazioni e loro mutuo riconoscimento. La dichiarazione di conformità è disponibile presso la nostra sede. Questa apparecchiatura può pertanto essere utilizzata in tutti i paesi della Comunità Economica Europea ed in tutti i paesi dove viene applicata la Direttiva 1999/5/CE, senza restrizioni eccezion fatta per: Italia(IT): Questa periferica è conforme con l Interfaccia Radio Nazionale e rispetta i requisiti sull Assegnazione delle Frequenze. L utilizzo di questa apparecchiatura al di fuori di ambienti in cui opera il proprietario, richiede un autorizzazione generale. Per ulteriori informazioni si prega di consultare: Norvegia (NO): apparecchiatura da non utilizzare in un area geografica di 20 km di raggio nei pressi di Ny Alesund. 5

7 La dichiarazione in forma completa e la documentazione tecnica sono disponibili presso la nostra sede. La marcatura CE ( ) e/o il logo WEEE ( ) posti sull etichetta di prodotto potrebbero non rispettare le dimensioni minime stabilite dalla normativa a causa delle ridotte dimensioni di quest ultima. Nilox invita a visitare il sito web alla relativa pagina di prodotto per reperire manualistica e contenuti tecnici (aggiornamenti driver e/o funzionalità, utility, support note) aggiornati. Utilizzare esclusivamente l antenna(e) fornita(e) a corredo. Antenne diverse e/o con guadagno differente potrebbero violare le normative vigenti. Nilox si intende sollevata da ogni responsabilità in caso di utilizzo di accessori (antenne e/o alimentatori) non contenuti nell imballo. Lasciare almeno 30cm di distanza tra l antenna del dispositivo e l utilizzatore. INFORMAZIONI SULLA GARANZIA Un anno, se fatturato ad impresa o professionista (soggetto IVA). Due anni, se descritto fiscalmente come ceduto a privato. Tale garanzia e' riferita al caso in cui SI MANIFESTI UN DIFETTO DI CONFORMITÀ, riferito alle caratteristiche del prodotto. Supporto al prodotto e garanzia. Maggiori dettagli sono disponibili sul sito area SUPPORTO e DOWNLOAD Limitazioni di Garanzia: la suddetta garanzia non si applica in presenza di: mancanza della prova di acquisto (fattura o scontrino fiscale). manomissione, forzature e danno, su parti hardware e display, creati per qualsiasi motivo altri difetti derivanti da: uso improprio; modifiche non autorizzate hardware/software; operazioni o archiviazioni al di fuori delle specifiche tecniche del prodotto; manutenzione non corretta, difetti derivanti da uso di software diverso da quello in dotazione e da tutti quegli elementi (hardware e software) non progettati per essere utilizzati con il prodotto. Per ulteriori informazioni inviare una dal sito: area SUPPORTO e DOWNLOAD o CHI SIAMO Quanto sopra scritto fa riferimento al decreto legislativo del 2 febbraio In attuazione della direttiva 1999/44/CE. 6

8 QUICK START GUIDE Grazie per aver scelto il Router Wireless N ADSL2+ Nilox. Questa guida rapida fornisce una veloce panoramica sul prodotto e la sua installazione, si prega di conservarla per consultazioni future. Sul CD-Rom allegato o sul sito web è disponibile il manuale completo in forma elettronica nel quale è possibile trovare dettagliate istruzioni sulla configurazione avanzata del dispositivo. PANORAMICA DI PRODOTTO Modem ADSL2+ per una velocità di download sino a 24Mbps Alla porta USB è possibile connettere un modem 3G/HSDPA (non incluso) utilizzabile sia come connessione principale (in alternativa al servizio ADSL, ove non disponibile) che come Backup in modo da garantire l'accesso ad Internet anche nel caso di fail-over della linea ADSL Compatibile con lo standard IEEE n (retrocompatibile con b/g) per una velocità di link sino a 150/300Mbps (secondo il modello) Print Server USB 2.0 (compatibile con un vasto numero di stampanti USB (LPR) 4 porte Fast Ethernet (10/100Mbps) Sicurezza senza compromessi grazie al supporto dei più moderni algoritmi di cifratura (WPA /WPA2 e WEP) Firewall e QoS integrati (permettono di controllare, filtrare e accelerare i pacchetti che attraversano l'apparato rendendo fruibili servizi VoIP anche in condizioni di traffico intenso) Filtro Incluso Estremamente facile da installare e configurare REQUISITI DI SISTEMA E' opportuno verificare, prima di procedere con l installazione del prodotto, di disporre dei seguenti requisiti: Abbonamento ADSL attivo Adattatore di rete con installato il protocollo TCP/IP Browser WEB quali Internet Explorer v6.0 o successive, Mozilla Firefox v1.0 o successive, Safari v2.0 o successive, Google Chrome v1.0 o successive CONTENUTO DELLA CONFEZIONE Prima dell utilizzo, verificare che la scatola contenga i seguenti elementi: Wireless N ADSL2+ Router Alimentatore Cavo RJ11 e Cavo RJ45 Filtro ADSL RJ11 Guida rapida multilingua (Italiano, Inglese e Spagnolo) Cd-Rom contenente manuale utente (Italiano, Inglese) Nel caso in cui il contenuto differisse da quanto sopra elencato, contattare immediatamente il proprio rivenditore. SETTAGGI DI DEFAULT In questo paragrafo vengono riportati i settaggi di default del dispositivo. Impostando il PC in modalità client DHCP (come da istruzioni contenute nell'appendice B) ed utilizzando la procedura di configurazione assistita (tutti i parametri della connessione ADSL devono essere comunque noti) è possibile rendere operativo il dispositivo in qualche minuto. Di seguito sono riportati i parametri di default. Username: admin Password: nilox LAN IP Address: Subnet Mask: DHCP Server abilitato (IP pool da a ) 7

9 WAN: PPPoA, VCMux, VPI=8, VCI=35 SSID(16NXRW14CQ001): DAS-1410, Sicurezza: WPA-PSK (AES), Chiave WPA precondivisa: Nilox1410 SSID(16NXRW ): DAS-2420, Sicurezza: WPA-PSK (AES), Chiave WPA precondivisa: Nilox2420 ATTENZIONE! Qualora si perdesse la password (a dispositivo acceso) premere per 5 secondi il pulsante di reset. A questo punto il dispositivo effettuerà un riavvio e caricherà le impostazioni di default. In caso di problemi ripetere la procedura. CABLAGGIO Seguire i seguenti passi: Anzitutto collegare il prodotto alla linea ADSL tramite il cavo RJ11 fornito in dotazione (nella porta di colore giallo, con la scritta ADSL) Collegare alle porte RJ45 (di colore arancione) i PC della Lan oppure eventuali Switch. E possibile accedere al Router tramite un client Wireless (in standard b/g/n) o direttamente tramite il cavo di rete Collegare l alimentatore al Router (DC IN) e poi alla presa elettrica Una volta controllati tutti i collegamenti è possibile accendere il dispositivo (con l apposito bottone posto sul retro) L apparato effettuerà immediatamente una diagnostica (circa 60 secondi). I Led frontali forniscono dettagliate informazioni circa lo stato di funzionamento del dispositivo: LED POWER ADSL INTERNET LAN USB WIRELESS WPS INFORMAZIONE Acceso verde fisso quando il dispositivo è correttamente alimentato. Acceso rosso fisso durante la fase di boot Acceso verde fisso quando allineato, lampeggiante durante la fase di allineamento Acceso verde fisso quando la connessione verso internet è funzionante (PPPoA/E), lampeggiante durante il trasferimento dati Acceso verde quando il link è attivo, lampeggiante durante il trasferimento dati Spento Acceso verde fisso quando il modulo wireless è correttamente caricato Spento Dopo aver collegato il cavo ADSL, il Led corrispondente inizierà a lampeggiare (durante la fase di allineamento) per poi diventare fisso, una volta terminato il processo di allineamento (condizione indispensabile per la navigazione Internet). ATTENZIONE! Laddove il LED ADSL fosse lampeggiante/spento è opportuno, dopo aver verificato la correttezza del cablaggio, forzare la modulazione. Accedere al menù Advanced Setup, poi DSL. Forzare la tipologia di ADSL utilizzata dal provider. Cliccare su Apply/Save per rendere permanenti i settaggi. CONFIGURAZIONE VIA WEB Accedere col browser web all' indirizzo IP del dispositivo. L'indirizzo di default utilizzato è: Premere il tasto invio. Utilizzare admin (come nome utente) e nilox (come password). Premere OK per continuare. E' adesso possibile utilizzare la procedura di configurazione assistita per rendere operativo, in pochi click, il dispositivo. Cliccare su Quick Setup per iniziare la configurazione assistita. 8

10 PPPOE/PPPOA L utente, utilizzando il protocollo PPPoA/PPPoE, può beneficiare di una grande velocità di accesso senza cambiare l idea di funzionamento e condividere lo stesso account con più PC, SmartPhone ed altri apparati di rete. Cliccare su Quick Setup, il dispositivo visualizzerà la schermata di configurazione rapida sotto riportata. Verificare che i parametri siano, nel caso di PPPoE, quelli nella figura sulla sinistra (VPI=8, VCI=35, Encapsulation Mode=LLC/SNAP-BRIDGING, Protocol=PPPoE), ove non specificatamente indicato dall ISP Verificare che i parametri siano, nel caso di PPPoA, quelli nella figura sulla destra (VPI=8, VCI=35, Encapsulation Mode=VC/MUX, Protocol=PPPoA), ove non specificatamente indicato dall ISP Inserire Username (nel campo PPP Username) e Password (nel campo PPP Password). Entrambe sono fornite dall'internet Service provider (ISP). Inserire poi nel campo SSID il nome della rete wireless (può essere digitato un nome a piacere). Cliccare su Apply/Save e nella schermata successiva su Next per terminare la procedura. Aspettare qualche secondo affinché il dispositivo effettui l'autenticazione con l'isp, il LED Internet dovrebbe essere adesso acceso verde fisso. Buona navigazione. NOTA!: Nella sezione Device Info->WAN è possibile visualizzare lo stato dell'interfaccia ADSL appena creata. Il campo IPv4 Status dovrebbe essere su Connected ed il campo IPv4 Address dovrebbe mostrare l'ip assegnato dall'isp. NOTA!: Fare riferimento al manuale in formato PDF presente su CD-Rom per la configurazione di contratti caratterizzati da IP statico (senza username e password, tipicamente RFC1483 Routed). 9

11 DEVICE INFO In questa sezione sono riportati i parametri riguardanti le interfacce LAN ed ADSL, ordinati in modo da permettere una semplice consultazione durante la fase di diagnostica di qualsiasi problematica oppure una visione d insieme dello stato del Router. I sottomenu disponibili sono i seguenti: SUMMARY Selezionare Device Info > Summary, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. 10

12 Questa sezione mostra tutti i parametri relativi alla release di sw utilizzate dall'apparato, alla velocità di allineamento del modulo DSL ed alle interfacce LAN (IPv4 e IPv6). WAN Selezionare Device Info > WAN il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Questa sezione mostra tutti i parametri relativi alla WAN (ADSL). STATISTICS Selezionare Device Info > STATISTICS > LAN, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa sezione è possibile avere accesso a tutte le statistiche riguardanti nel dettaglio: LAN e WLAN. Cliccare Reset Statistics per azzerare i valori visualizzati. Selezionare Device Info > STATISTICS > WAN Service, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa sezione è possibile avere accesso a tutte le statistiche riguardanti nel dettaglio la WAN. Cliccare Reset Statistics per azzerare i valori visualizzati. 11

13 Selezionare Device Info > STATISTICS > xtm, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa sezione è possibile avere accesso a tutte le statistiche riguardanti nel dettaglio l'interfaccia ATM. Cliccare Reset per azzerare i valori visualizzati. 12

14 Selezionare Device Info > STATISTICS > xdsl, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa sezione è possibile avere accesso a tutte le statistiche riguardanti nel dettaglio l'interfaccia xdsl. Cliccare Reset Statistics per azzerare i valori visualizzati. 13

15 NOTA! Cliccare per lanciare il ADSL Bit Error RATE (BER) per determinare la qualità della connessione ADSL. Questo test viene utilizzato per trasmettere celle contenenti un pattern noto utile ad evidenziare il numero di errori riscontrati. Selezionare, nella successiva schermata, la durata in secondi del test (da 1s a 360s) dalla combobox Tested Time(sec) e cliccare su Start. Se il test BER visualizza un valore e-5, l'accesso ad internet è precluso. ROUTE Selezionare Device Info > ROUTE, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa pagina è possibile visualizzare tutte le informazioni circa le tabelle di route utilizzate dall'apparato. ARP Selezionare Device Info > ARP, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa pagina è possibile visualizzare tutte le informazioni circa la tabella di ARP dall'apparato. 14

16 DHCP Selezionare Device Info > DHCP, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa pagina è possibile visualizzare tutte le informazioni circa la tabella di corrispondenza HostName/MAC/IP/Lease assegnato dall'apparato. 15

17 QUICK SETUP Per ogni riferimento consultare il capitolo precedente. ADVANCED SETUP Selezionare Advanced Setup il dispositivo visualizzerà il menu seguente. 16

18 LAYER2 INTERFACE Selezionare Advanced Setup > Layer2 Interface > ATM Interface. In questa pagina è possibile creare un'interfaccia ATM DSL. Cliccare su Add, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Verificare che: VPI=8, VCI=35 (salvo se non espressamente esplicitato dall'isp) Path0 (Select DSL LAtency) DSL Link Type: Selezionare il protocollo utilizzato dal proprio contratto Encapsulation Mode: Selezionare la modalità di incapsulamento utilizzata dal proprio contratto Cliccare poi su Apply/Save, verrà visualizzata la schermata riassuntiva sotto riportata. 17

19 Per rimuovere l'interfaccia appena creata spuntare il campo Remove e poi cliccare sul bottone Remove. NOTA! Per dettagli ulteriori passare alla sezione seguente. 18

20 WAN SERVICE Selezionare Advanced Setup > WAN Service, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa pagina è possibile aggiungere o rimuovere/editare un'interfaccia WAN. WAN SERVICE(PPPOE) Cliccare su Advanced Setup->Layer 2. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Cliccare su Add. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Verificare, che nei rettangoli rossi, i valori selezionati siano come quelli riportati in figura: 19

21 VPI=8, VCI=35 Path0 (Select DSL LAtency) EOA (Select DSL Link Type) LLC/SNAP-BRIDGING (Encapsulation Mode) Cliccare poi su Apply/Save, verrà visualizzata la schermata riassuntiva sotto riportata. Cliccare su Advanced Setup->WAN Service. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Cliccare su Add. Cliccare, nella schermata seguente (nella combo Box verrà mostrata l'interfaccia precedentemente creata, atm0) su Next. Nella schermata successiva, spuntare la voce PPP over Ethernet (PPPoE). Cliccare su Next. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. 20

22 Inserire Username (nel campo PPP Username) e Password (nel campo PPP Password). Spuntare Enable IPv4 for this Service. Eventualmente, per attivare la gestione del protocollo IPv6, anche Enable IPv6 Service. E' inoltre possibile spuntare il campo Dial on Demand (introducendo poi il valore del timeout in minuti). Cliccare su Next. Nelle 2 schermate seguenti cliccare su Next e poi su Apply/Save, verrà visualizzata la schermata riassuntiva sotto riportata. Nella sezione Device Info->WAN è possibile visualizzare lo stato dell'interfaccia ADSL appena creata. Il campo Status dovrebbe essere su Connected ed il campo IPv4 Address dovrebbe mostrare l'ip assegnato all'interfaccia ADSL. A questo punto il dispositivo dovrebbe permettere l'accesso ad Internet. Buona Navigazione. 21

23 Laddove il dispositivo non riuscisse a permettere la navigazione è consigliabile effettuare un riavvio completo (Management->Reboot e cliccare su Reboot. Il dispositivo effettuerà un riavvio in circa 2 minuti). Il Firewall e NAT sono attivi di default in questa tipologia di configurazione della WAN. 22

24 WAN SERVICE(PPPOA) Selezionare Advanced Setup > WAN Service, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa pagina è possibile aggiungere o rimuovere/editare un'interfaccia WAN. WAN SERVICE(PPPOA) Cliccare su Advanced Setup->Layer 2. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Cliccare su Add. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Verificare, che nei rettangoli rossi, i valori selezionati siano come quelli riportati in figura: 23

25 VPI=8, VCI=35 Path0 (Select DSL LAtency) PPPoA (Select DSL Link Type) VC-MUX (Encapsulation Mode) Cliccare poi su Apply/Save, verrà visualizzata la schermata riassuntiva sotto riportata. Cliccare su Advanced Setup->WAN Service. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Cliccare su Add. Cliccare, nella schermata seguente (nella combo Box verrà mostrata l'interfaccia precedentemente creata, atm0) su Next. Nella schermata successiva, cliccare su Next. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. 24

26 Inserire Username (nel campo PPP Username) e Password (nel campo PPP Password). Spuntare Enable IPv4 for this Service. Eventualmente, per attivare la gestione del protocollo IPv6, anche Enable IPv6 Service. E' inoltre possibile spuntare il campo Dial on Demand (introducendo poi il valore del timeout in minuti). Cliccare su Next. Nelle 2 schermate seguenti cliccare su Next e poi su Apply/Save, verrà visualizzata la schermata riassuntiva sotto riportata. Nella sezione Device Info->WAN è possibile visualizzare lo stato dell'interfaccia ADSL appena creata. Il campo Status dovrebbe essere su Connected ed il campo IPv4 Address dovrebbe mostrare l'ip assegnato all'interfaccia ADSL. A questo punto il dispositivo dovrebbe permettere l'accesso ad Internet. Buona Navigazione. 25

27 Laddove il dispositivo non riuscisse a permettere la navigazione è consigliabile effettuare un riavvio completo (Management->Reboot e cliccare su Reboot. Il dispositivo effettuerà un riavvio in circa 2 minuti). Il Firewall e NAT sono attivi di default in questa tipologia di configurazione della WAN. 26

28 WAN SERVICE(IPOA) CON UN SOLO IP Questo tipo di configurazione non può essere fatto utilizzando la procedura assistita di Quick Setup. Cliccare su Advanced Setup->Layer 2. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Cliccare su Add. Verrà visualizza la schermata sotto riportata. Verificare, che nei rettangoli rossi, i valori selezionati siano come quelli riportati in figura: 27

29 VPI=8, VCI=35 IPoA (Select DSL Link Type) LLC/SNAP-Routing (Encapsulation Mode) Cliccare poi su Apply/Save, verrà visualizzata la schermata riassuntiva sotto riportata. Cliccare su Advanced Setup->WAN Service. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Cliccare su Add. Cliccare, nella schermata seguente (nella combo Box verrà mostrata l'interfaccia precedentemente creata, ipoa0/xxx) su Next. Nella schermata successiva è possibile cambiare l'identificativo dell'interfaccia editando il campo Enter Service Description. Cliccare su Next. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata, in cui inserire l'indirizzo IP della WAN e la subnet Mask ed i DNS primario e secondario. Spuntare la voce Enable IPv6 for this service nel caso l'isp utilizzi il protocollo IPv6. Futuri FW miglioreranno tale supporto, ancora non utilizzato al momento della stesura di questo documento. 28

30 Cliccare su Next. Spuntare la voce Enable NAT e Enable Firewall e cliccare su Next. Nella schermata visualizzata cliccare su Next. Cliccare nuovamente su Next nella schermata successiva. Verrà mostrata una schermata riassuntiva. 29

31 Controllare i parametri e cliccare su Apply/Save per terminare. Nella sezione Device Info->WAN è possibile visualizzare lo stato dell'interfaccia ADSL appena creata. Il campo Status dovrebbe essere su Connected ed il campo IPv4 Address dovrebbe mostrare l'ip precedentemente digitato. A questo punto il dispositivo dovrebbe permettere l'accesso ad Internet. Buona Navigazione. Laddove il dispositivo non riuscisse a permettere la navigazione è consigliabile effettuare un riavvio completo (Management->Reboot e cliccare su Reboot. Il dispositivo effettuerà un riavvio in circa 2 minuti). 30

32 WAN SERVICE(IPOA) CON UNA CLASSE DI IP Questo tipo di configurazione non può essere fatto utilizzando la procedura assistita di Quick Setup. Cliccare su Advanced Setup->Layer 2. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Cliccare su Add. Verrà visualizza la schermata sotto riportata. 31

33 Verificare, che nei rettangoli rossi, i valori selezionati siano come quelli riportati in figura: VPI=8, VCI=35 IPoA (Select DSL Link Type) LLC/SNAP-Routing (Encapsulation Mode) Cliccare poi su Apply/Save, verrà visualizzata la schermata riassuntiva sotto riportata. Cliccare su Advanced Setup->WAN Service. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata. Cliccare su Add. Cliccare, nella schermata seguente (nella combo Box verrà mostrata l'interfaccia precedentemente creata, ipoa0/xxx) su Next. Nella schermata successiva è possibile cambiare l'identificativo dell'interfaccia editando il campo Enter Service Description. Cliccare su Next. Verrà Visualizza la schermata sotto riportata, in cui inserire l'indirizzo IP della WAN e la subnet Mask ed i DNS primario e secondario. Spuntare la voce Enable IPv6 for this service nel caso l'isp utilizzi il protocollo IPv6. Futuri FW miglioreranno tale supporto, ancora non utilizzato al momento della stesura di questo documento. 32

34 Cliccare su Next. Spuntare la voce Enable Firewall e cliccare su Next. Nella schermata visualizzata cliccare su Next. Cliccare nuovamente su Next nella schermata successiva. Verrà mostrata una schermata riassuntiva. 33

35 Controllare i parametri e cliccare su Apply/Save per terminare. Nella sezione Device Info->WAN è possibile visualizzare lo stato dell'interfaccia ADSL appena creata. Il campo Status dovrebbe essere su Connected ed il campo IPv4 Address dovrebbe mostrare l'ip precedentemente digitato. A questo punto il dispositivo dovrebbe permettere l'accesso ad Internet. Buona Navigazione. Laddove il dispositivo non riuscisse a permettere la navigazione è consigliabile effettuare un riavvio completo (Management->Reboot e cliccare su Reboot. Il dispositivo effettuerà un riavvio in circa 2 minuti). A questo punto non resta che accedere all'interfaccia LAN dell'apparato (Advanced Setup->LAN) e dare al Router un IP della classe pubblica (disabilitare il server DHCP). Configurare i PC con gli altri IP della classe pubblica (il Default Gateway è l'ip assegnato alla LAN del router) ed i DNS. A questo punto il dispositivo dovrebbe permettere l'accesso ad Internet. Buona Navigazione. Esempio: Classe di 8 IP Pubblici 8 IP, il cui primo è (da a ) subnet In Figura un dettaglio della configurazione della rete: Host Indirizzo IP Maschera Gateway DNS Router Lan IP PC 1 (pubblico) Forniti ISP PC 2 (pubblico) Forniti ISP PC 3 (pubblico) Forniti ISP PC 4 (pubblico) Forniti ISP PC 5 (pubblico) Forniti ISP 34

36 3G WAN SERVICE Selezionare Advanced Setup > 3G WAN Service, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa pagina è possibile configurare la connessione 3G. Un modem 3G è richiesto. Information: Cliccare per avere informazioni circa il modem 3G USB connesso. Pin Manage: Cliccare per inserire il PIN. Upload Driver: Non supportato. cliccare su Add, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Enable USB Modem: Spuntare tale campo per permettere il funzionamento del modem 3G. Username: Digitare, se prevista, la username di accesso. Normalmente tale parametro è non richiesto. Password: Digitare, se prevista, la password di accesso. Normalmente tale parametro è non richiesto. Authentication Method: Selezionare una tra le modalità descritte: AUTO PAP CHAP 35

37 MSCHAP In caso di dubbi lasciare su AUTO. APN: E' opportuno configurare correttamente il campo APN. WIND: internet.wind.it o internet.wind.biz o internet.wind TIM: ibox.tim.it Vodafone:mobile.vodafone.it TRE: tre.it Poste Mobile: internet.postemobile.it CoopVoce: ibox.tim.it Dial Number: Digitare: *99# Idel Time (in sec):: Digitare in secondi il tempo di inattività prima della disconnessione. Lasciare il valore di default ("0") per non far disconnettere mai la sessione. Dial Delay (in sec):digitare in secondi il tempo di attesa prima della connessione (dopo la caduta della linea ADSL). Lasciare il valore di default ("0") per far instaurare subito la connessione dati di backup. Default WAN Connection Select: Selezionare una tra le modalità descritte: DSL or Ethernet (il 3G viene utilizzata in modalità backup) 3G (il 3G viene utilizzata come WAN primaria) WAN backup mechanism: Selezionare una tra le modalità descritte: DSL (quando la linea ADSL è non attiva, viene attivata la modalità 3G) IP (quando un indirizzo IP è non attivo e/o raggiungibile, viene attivata la modalità 3G) Cliccare Apply/Save per rendere permanenti i settaggi impostati. Verrà visualizzata una schermata riassuntiva. Nel campo Column è possibile forzare la connessione/disconnessione dell'interfaccia appena creata. NOTA! Quando la WAN ADSL è non attiva/configurata l'interfaccia 3G sarà automaticamente attivata. Se le 2 interfacce sono contemporaneamente presenti, l'interfaccia ADSL ha la priorità. 36

38 LAN Selezionare Advanced Setup > LAN, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Groupname: E' possibile scegliere per quale gruppo (VLAN) le impostazioni siano valide. Consultare la sezione Interface Grouping. IP Address: Inserire l indirizzo IP/Subnet Mask da assegnare all interfaccia LAN del prodotto. IGMP Snooping: Permette, se attivato, alle porte Ethernet la verifica e la decisione di una poltica di instradamento corretta. Se non attivo il traffico multicast viene trattato come broadcast e quindi inviato a tutte le porte. Selezionare poi la modalità tra Standard(traffico multicast inviato nei bridge se non esistono client di un gruppo multicast) o Blocking (traffico multicast è bloccato se non esistono client di un gruppo multicast). Enable LAN Firewall: Se attivato blocca TUTTI i pacchetti provenienti dalla LAN e pertanto non è più possibile accedere al router. DHCP Server: Il Router dispone di un server DHCP integrato per la gestione dell assegnazione degli indirizzi IP all interno della LAN. In questa sezione viene riportato come configurare questo servizio. Selezionare una tra le modalità descritte: Disable DHCP Server: disabilita il servizio DHCP Server; in questo modo, ogni macchina presente all interno della rete dovrà impostare in maniera statica sulla scheda di rete un indirizzamento IP congruente a quello impostato sull interfaccia LAN del Router. Enable DHCP Server: abilita la funzionalità DHCP Server e permette la configurazione dei parametri relativi, quale pool di assegnazione, tempo di lease, etc. E' inoltre possibile selezionare le interfacce su cui il DHCP server è attivo (DHCP Advanced Setup), oppure creare delle associazioni statiche di MAC/IP (Add/Remove Entries). Configure the second IP Address for LAN: Spuntare per assegnare un secondo IP all'interfaccia LAN dell'apparato. Cliccare Apply/Save per rendere permanenti i settaggi impostati. 37

39 NOTA! Abilitando la funzione DHCP Server, sarà possibile configurare alcuni parametri per la gestione avanzata del servizio (di seguito si riporta una breve descrizione dei parametri principali). Start IP Address: Inserire l indirizzo di partenza per la definizione del pool di assegnazione DHCP. End IP Address: Inserire l indirizzo finale per la definizione del pool di assegnazione DHCP. Leased Time: Indica l intervallo al termine del quale un associazione DHCP verrà ritenuta scaduta e quindi necessiterà di un rinnovo. Fixed Host: Sarà inoltre possibile configurare delle associazioni fisse per esigenze particolari (es: Server di rete). Per attivare tale funzionalità, selezionare l opzione Add Entries. NOTA! E' possibile, per interfaccia, abilitare o meno il server DHCP. Cliccare su DHCP Advanced Setup. 38

40 LAN (IPV6 AUTO-CONFIGURATION) Click Advanced Setup > LAN >IPv6 Autoconfig, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Al momento attuale il protocollo IPv6 non è utilizzato. Maggiori informazioni potranno essere reperite sul manuale aggiornato disponibile online. 39

41 NAT(VIRTUAL SERVERS) Non appena entrati nel menù Virtual Servers il dispositivo mostrerà l'elenco dei Virtual Server creati dall'utente e quelli dinamici creati tramite il protocollo UPnP (se attivo). Nel caso si voglia disabilitare il servizio UPnP, accedere alla sezione Advanced->UPnP e disabilitare l'upnp (verificare che sia come nella figura sotto riportata). Di seguito si riporta la procedura per la creazione di una nuova regola di Virtual Server (cliccare su Add): 40

42 User Interface: Definire l interfaccia esterna (WAN) per la quale sarà valida la regola. Select a Service: Utilizzare la combo-box Select a Service per scegliere un servizio noto. Il sistema provvederà a popolare i campi opportuni. Qualora il servizio da ruotare non fosse incluso, spuntare la voce Custom Service e digitare un identificativo. A questo punto è necessario popolare i campi opportuni. Server IP Address or HostName: Inserire l indirizzo IP di un PC presente in LAN verso il quale indirizzare tutti i pacchetti che soddisfino la regola. Status: Selezionare Enable/Disable per attivare o disattivare la singola regola. External Port Start: Digitare la porta inferiore. External Port End: Digitare la porta superiore. Protocol: Selezionare il protocollo da ruotare (TCP, UDP o TCP/UDP). Internal Port Start: Digitare la porta inferiore. Impostare la porta bassa verso la quale dovrà essere reindirizzato il pacchetto entrante che soddisfi la regola. lnternal Port End: Digitare la porta superiore. Impostare la porta alta verso la quale dovrà essere reindirizzato il pacchetto entrante che soddisfi la regola. Cliccare Apply/Save per rendere permanenti i settaggi impostati. NAT(PORT TRIGGERING) Alcune applicazioni richiedono che le porte nel firewall siano aperte. Il port Triggering apre dinamicamente nel firewall le porte quando un'applicazione lato LAN inizia ad utilizzare le porte segnalate. Non appena entrati nel menù il dispositivo mostrerà l'elenco dei Port Triggering creati dall'utente. Selezionare Advanced Setup > NAT > Port triggering, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. 41

43 Di seguito si riporta la procedura per la creazione di una nuova regola di Port Triggering (cliccare su Add): User Interface: Definire l interfaccia esterna (WAN) per la quale sarà valida la regola. Application Name: Utilizzare la combobox Select an application per scegliere un servizio noto. Il sistema provvederà a popolare i campi opportuni. Qualora il servizio non fosse incluso, spuntare la voce Custom Application e digitare un identificativo. A questo punto è opportuno provvedere a popolare i campi opportuni. Trigger Port Start: Digitare la porta inferiore. Trigger Port End: Digitare la porta superiore. Protocol: Selezionare il protocollo da ruotare (TCP, UDP o TCP/UDP). Open Port Start: Digitare la porta inferiore. Impostare la porta bassa verso la quale dovrà essere reindirizzato il pacchetto entrante che soddisfi la regola. Open Port End: Digitare la porta superiore. Impostare la porta alta verso la quale dovrà essere reindirizzato il pacchetto entrante che soddisfi la regola. Cliccare Apply/Save per rendere permanenti i settaggi impostati. NOTA! E' possibile utilizzare una singola porta, diverse porte. Si veda l'esempio seguente: 80, , 180. NOTA! Il Router può gestire un numero massimo di 32 entries. 42

44 NAT(DMZ HOST) Un PC sottoposto a DMZ è a tutti gli effetti un computer esposto ad Internet; in questa configurazione, un pacchetto in ingresso viene esaminato dal Firewall (passa il NAT) e passato all indirizzo contenuto nel DMZ (se non soddisfa una regola creata nel servizio Virtual Server). Sarà possibile impostare un solo indirizzo IP come DMZ Host in quanto tutto il traffico verrà indirizzato verso questo client. Per la configurazione, è necessario solamente digitare l'indirizzo IP nel campo DMZ Host IP Address. Premere il pulsante Save/Apply per confermare le modifiche. 43

45 SECURITY(FIREWALL) In questa sezione è possibile abilitare o disabilitare il modulo Firewall integrato. Tale modulo può permettere in uscita il passaggio di qualunque pacchetto, eccetto quelli esplicitamente bloccati (ed inseriti come regole) oppure di bloccare tutto eccetto i servizi espressamente autorizzati. Queste funzioni di filtraggio dei pacchetti IP sono in buona sostanza una serie di regole che il Router applicherà ai pacchetti IP che lo attraversano. E utile comunque sapere che il solo filtraggio sui pacchetti non elimina i problemi legati a livello di applicazioni o altri livelli. Di seguito si riporta la procedura per la creazione di una nuova regola di IP Filtering Outgoing (cliccare su Add Firewall): Name: Inserire il nome identificativo del firewall. Questo nome deve essere univoco. Interface: Selezionare l'interfaccia tra cui applicare il Firewall. Selezionare WAN/LAN per filtrare il traffico diretto in internet. Type: Selezionare la direzione del traffico da analizzare. Sono disponibile IN (traffico entrante) ed OUT per traffico uscente. Default Action: Selezionare la policy utilizzata dal firewall: Permit: Permette il passaggio di tutti i pacchetti esclusi quelli bloccati dalle regole. Drop: Permette il passaggio di tutti e soli i pacchetti permessi. Cliccare Apply/Save per confermare le eventuali modifiche. Una volta creato il Firewall verrà mostrato nella sezione Firewall Table. Non resta a questo punto che popolare il Firewall delle regole opportune. NOTA! Un Firewall con regole non può essere rimosso prima che TUTTE le regole che gli appartengono siano state cancellate. 44

46 Selezionare il Firewall da modificare (evidenziandolo in Firewall Table) e cliccare su Add Rule. Enable: Spuntare per abilitare la regola. File Name: Inserire il nome identificativo della regola di firewall oppure selezionare un servizio dalla lista di regole predefinite. IP Version: Selezionare dalla combo-box il protocollo IP su cui la regola verrà applicata. Sono disponibili IPv4 o IPv6(se disponibile). Protocol: Definire la tipologia di pacchetto da filtrare (TCP, UDP, ICMP). Quando si seleziona ICMP è opportuno scegliere un ICMP TYPE (il sistema di default utilizza ICMP Type=any). Origin IP Address(es) e origmask: Inserire l indirizzo o il range di indirizzi di provenienza del pacchetto e relativa netmask. La sintassi è la seguente: IP/Subnet. Lasciare vuoto per non ledere in generalità. Destination IP Address(es) e destmask: Inserire l indirizzo o il range di indirizzi di destinazione del pacchetto e relativa netmask. La sintassi è la seguente: IP/Subnet. Lasciare vuoto per non ledere in generalità. Orig Start Port e Orig End Port: Inserire la porta o il range di porte sorgente da filtrare. La sintassi è la seguente: numero porta oppure numero porta inferiore:numero porta superiore. Dest Start Port e Dest End Port: Inserire la porta o il range di porte destinazione da filtrare. La sintassi è la seguente: numero porta oppure numero porta inferiore:numero porta superiore. Action: Selezionare la policy che il firewall applica alla singola regola. Le politiche sono Drop (pacchetto scartato), Permit (pacchetto accettato) o Reject(pacchetto rigettato). Nel caso in cui Action=Reject è opportuno scegliere un valore nella drop-box Reject Type. PacketLength(FROME:TO): Indica la lunghezza del pacchetto in bytes comprensivo di Header+Payload. Cliccare Apply/Save per confermare le eventuali modifiche. Non appena entrati nel menù il dispositivo mostrerà l'elenco delle regole esistenti create dall'utente. Una volta creato la regola questa verrà mostrata nella sezione Firewall's Rule Table. NOTA! La sintassi è la seguente: /24 è equivalente a / /24 è equivalente a NOTA! Per bloccare un singolo indirizzo IP, nel campo Netmask sarà necessario impostare il valore 32 associandolo all indirizzo IP da bloccare /32 è equivalente a /

47 PARENTAL CONTROL(TIME RESTRICTION) Selezionare Advanced Setup > Parental Control > Time Restriction, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Cliccare Add, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa pagina, è possibile inibire la navigazione per indirizzo MAC. E' possibile bloccare con limitazione oraria giornaliera. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. NOTA! Il Router può gestire un numero massimo di 16 Regole. 46

48 PARENTAL CONTROL(URL FILTER) Selezionare Advanced Setup > Parental Control > URL Filter, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Grazie a questa funzionalità, è possibile permettere l accesso da parte dei client, connessi al Router, esclusivamente ad una lista di domini determinata. Per attivare questa funzionalità anzitutto spuntare la voce Include o Esclude. Selezionando l opzione Include per bloccare tutto il traffico tranne quello verso i domini autorizzati (fare riferimento al paragrafo dedicato per approfondimenti). Selezionando l opzione Exclude permette tutto il traffico tranne quello verso i domini bloccati (fare riferimento al paragrafo dedicato per approfondimenti). Di seguito si riporta la procedura per la creazione di una nuova regola di URL restriction (cliccare su Add): Cliccare Add, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. URL Address: Inserire l'url o parte di esso dell'indirizzo. Port Number: Inserire la porta di destinazione, se lasciato vuoto il sistema assumerà tale valore come 80 (WEB). La sintassi è la seguente: numero porta. Premere Apply/Save per confermare le eventuali modifiche. NOTA! Il Router può gestire un numero massimo di 100 Regole. Siti in https vanno filtrati inserendo il numero di porta 443. Taluni siti reindirizzati potrebbero non essere filtrati correttamente. 47

49 QUALITY OF SERVICE Selezionare Advance Setup > Quality of Service il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Select Enable QoS to enable QoS and configure the default DSCP mark. In this page, enable the QoS function and select the default DSCP mark. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. NOTE! If the Enable Qos checkbox is not selected, all QoS will be disabled for all interfaces. The default DSCP mark is used to mark all egress packets that do not match any classification rules. Selezionare Advanced Setup > Quality of Service > QoS Queue, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In this page, you can enable, add or remove a QoS rule. Note: The lower integer value for precedence indicates the higher priority. Click the Add button to display the following page. 48

50 Name: Enter the name of QoS queue. Enable: Enable or disable the QoS queue. Interface: Select the proper interface for the QoS queue. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. Selezionare Advanced Setup > Quality of Service > QoS Classification, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In this page, you can enable, add or remove a QoS classification rule. Click the Add button to display the following page. 49

51 ROUTING Selezionare Advanced Setup > Routing > Default Gateway il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In this page, you can modify the default gateway settings. Select a proper WAN interface in the drop-down list of Selected WAN Interface as the system default gateway. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. Selezionare Advanced Setup > Routing > Static Route il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In this page, you can add or remove a static policy rule. Click the Add button to display the following page. IP Version: Select the IP version. Destination IP address/prefix length: Enter the destination IP address. Interface: select the proper interface for the rule. Gateway IP Address: The next-hop IP address. Metric: The metric value of routing. After finishing setting, click Apply/Save to save and apply the settings. 50

52 Selezionare Advanced Setup > Routing > Policy Routing il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In this page, you can add or remove a static policy rule. Click the Add button to display the following page. In this page, enter the policy name, source IP and default gateway, and select the physical LAN port and interface. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. Selezionare Advanced Setup > Routing > RIP il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In this page, if you want to configure an individual interface, select the desired RIP version and operation, and then select the Enabled checkbox for the interface. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. 51

53 DNS(DNS SERVER) In questa sezione è possibile impostare i server DNS utilizzati dall'apparato. Selezionare Advanced Setup > DNS > DNS Server il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Select DNS Server Interface from Available WAN Interfaces: Spuntare questa opzione (default) per utilizzare i server forniti dall'isp durante la negoziazione PPP (tipicamente PPPoA e PPPoE). Use the following Static DNS address: Spuntare questa opzione ed introdurre gli indirizzi IP dei server DNS. Questi vanno necessariamente introdotti con protocolli WAN quali IPoA/IPoE (RFC1483 Routed). Obtain IPv6 DNS info from a WAN interface: Selezionare dalla combo box l'interfaccia WAN (con supporto IPv6) da cui verranno presi gli indirizzi DNS IPv6. Questo campo è disponibile se si è attivato il protocollo IPv6 sulla WAN. Use the following Static IPv6 DNS address: Spuntare questa opzione ed introdurre gli indirizzi IPv6 dei server DNS. Questi vanno necessariamente introdotti con protocolli WAN quali IPoA/IPoE (RFC1483 Routed). Questo campo è disponibile se si è attivato il protocollo IPv6 sulla WAN. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. 52

54 DNS(DYNAMIC DNS) Tramite questa funzionalità è possibile registrare un dominio (del tipo nome dominio.dyndns.info) ed associarlo ad un IP dinamico. Ogni volta in cui l Adsl2+ effettuerrà un rinnovo dell indirizzo IP associato all interfaccia WAN, tramite il client incorporato, comunicherà al server DNS il nuovo indirizzo IP assegnato dall ISP. In questo modo, il Router ed i dispositivi ad esso collegati risulteranno sempre raggiungibili. NOTA! Una volta registrato il dominio DynDns/TZO, è possibile associarlo al Router tramite il client integrato come da procedura indicata di seguito (cliccare su Add): Selezionare Advanced Setup > DNS > Dynamic DNS il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Cliccare Add, il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Dynamic DNS provider: Indicare il provider di servizi DynDNS presso il quale si è precedentemente registrato un account DynDNS. Sono supportati TZO e Dynamic DNS. HostName Name: Inserire il dominio registrato presso il provider di servizi DDNS. Interface: Selezionare dalla combo-box l'interfaccia WAN da utilizzare. Username: Inserire il nome utente utilizzato in fase di registrazione dell account DDNS. Password: Inserire la password utilizzata in fase di registrazione dell account DDNS. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. NOTA! Una volta registrato il dominio DynDns/TZO, è possibile associarlo al Router tramite il client integrato come da procedura indicata di seguito (cliccare su Add): 53

55 DSL In questa schermata è possibile forzare la modulazione ADSL utilizzata dall'apparato. Prima di effettuare qualsiasi modifica contattare preventivamente l'isp. Selezionare Advanced Setup > DSL il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Select the modulation: Spuntare i protocolli di modulazione utilizzati dall'apparato. G.Dmt (Down=12Mbps, UP=1,3Mbps) G.Lite (Down=4Mbps, UP=0,5Mbps) T1.413 (Down=8Mbps, UP=1,0Mbps) ADSL2 (Down=12Mbps, UP=1,0Mbps) ANNEXL (Adatta a condizioni critiche, lontano DSLAM) ADSL2+ (Down=24Mbps, UP=1,0Mbps) ANNEXM (Down=24Mbps, UP=3,5Mbps) Line Pair: Permette di selezionare i pin utilizzati. Normalmente Inner. Capability: Selezionare BitSwap Enable per attivare funzionalità adattative di negoziazione. Selezionare SRA Enable (Seamless Rate Adaptation) per attivare funzionalità di negoziazione senza perdere la portante quando il rumore cresce (ADSL2/2+). Advanced: Cliccare Advanced per accedere alla schermata di configurazione avanzata della modalità di test. Sono disponibili 5 diversi test (Normal, Reverb, Medley, No Retrain, L3). Cliccare l'opzione Tone Selection per configurare nel dettaglio la banda utilizzata dall'adsl. L'ADSL è composta da 256 sottobande indipendenti, ciascuna di Khz. Le prime 32 bande (da 0-31) sono per l'upstream, le restanti per il Downstream (32-255). Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. NOTA! SRA deve essere ovviamente attivato nel DSLAM del proprio ISP. Questo può portare a continui cambi della velocità di allineamento. NOTA! Nilox consiglia l utilizzo di questa funzionalità solo ad utenze esperte. Un errata configurazione della modulazione o delle frequenze utilizzate può portare al mancato allineamento con la portante e rendere necessario un ripristino delle configurazioni di fabbrica del dispositivo. 54

56 UPNP Selezionare Advanced Setup > UPnP il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. In questa pagina è possibile abilitare il servizio UpNP. Tramite questo servizio il router è in grado di creare dei Virtual Server dinamici. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. 55

57 DNS PROXY Il DNS proxy è utilizzato per reindirizzare i messaggi di richiesta e risposta tra il client/server DNS. I PC della LAN possono utilizzare il router come un server DNS Proxy per ricevere la risoluzione dei DNS. Tale funzionalità di default è attiva. Selezionare Advanced Setup > DNS Proxy il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. PRINT SERVER NOTA! Non tutte le stampanti sono supportate. La tecnologia utilizzata manda su IP l'informazione presa dal BUS USB e aumenta drasticamente la compatibilità dei dispositivi supportati (stampanti). Se al termine della procedura la stampante non dovesse funzionare è opportuno provare con driver più recenti o driver in modalità compatibilità. Non contattare l'assistenza tecnica, seguire scrupolosamente la procedura riportata. Selezionare Advanced Setup > Printer Server il dispositivo visualizzerà la pagina seguente. Enable on-board print server: Spuntare per abilitare il modulo print server integrato. Printer Name: Digitare il nome della stampante. Questo nome è importante perché sarà il nome della coda di stampa. Router:631/printers/hp1 Make and Model: Digitare il nome identificativo della stampante. Cliccare il bottone Apply/Save per rendere permanente il cambiamento dei settaggi. NOTA! Non tutte le stampanti sono supportate. La tecnologia utilizzata manda su IP l'informazione presa dal BUS USB e aumenta drasticamente la compatibilità dei dispositivi supportati (stampanti). Se al termine della procedura la stampante non dovesse funzionare è opportuno provare con driver più recenti o driver in modalità compatibilità. Non contattare l'assistenza tecnica, seguire scrupolosamente la procedura riportata. Windows Vista/7 Start->Dispositivi e stampanti, cliccare su Aggiungi Stampante Nella finestra Aggiungi Stampante, cliccare Aggiungi Stampante di rete o Bluetooth. Partirà un processo di rilevazioni delle stampanti di rete disponibili. Cliccare su Interrompi oppure attendere la fine del processo di rilevazione. 56

58 Cliccare su La stampante desiderata non è nell'elenco. Spuntare la voce Seleziona una stampante condivisa in base al nome e digitare Router:631/printers/hp1. NOTA! In figura si è assunto che l'indirizzo del Router sia e il Printer name digitato precedentemente sia hp1. Cliccare su Sfoglia e selezionare il modello di stampante oppure introdurre il CDRom coi driver (e cliccare su Disco Driver indicandone il percorso). Cliccare su OK per confermare il processo. 57

59 Dopo qualche minuto il sistema avrà terminato l'installazione dei driver e proporrà un nome per la stampante. E' possibile confermare o rimuovere il flag che imposta la stampante come predefinita. Cliccare su Avanti. Nella schermata seguente è possibile stampare una pagina di prova (cliccando su Stampa pagina di Prova) o terminare il processo cliccando su Fine. 58

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 Guida Utente TD-W8960N Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 TP-LINK TECHNOLOGIES CO., LTD COPYRIGHT & TRADEMARKS Le specifiche sono soggette a modifiche senza obbligo di preavviso.

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

EPICENTRO. Software Manual

EPICENTRO. Software Manual EPICENTRO Software Manual Copyright 2013 ADB Broadband S.p.A. Tutti i diritti riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà di ADB. Nessuna parte di questo documento può

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA MANUALE D USO Modem ADSL/FIBRA Copyright 2014 Telecom Italia S.p.A.. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà Telecom Italia S.p.A.. Nessuna parte

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it in modalità compatibile www.dyndns.org Questa semplice guida fornisce le informazioni necessarie per eseguire la registrazione del proprio DVR

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO La seguente guida mostra come trasferire un SiteManager presente nel Server Gateanager al Server Proprietario; assumiamo a titolo di esempio,

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso Telecamera IP Wireless/Wired VISIONE NOTTURNA & ROTAZIONE PAN/TILT DA REMOTO Manuale d uso Contenuto 1 BENVENUTO...-1-1.1 Caratteristiche...-1-1.2 Lista prodotti...-2-1.3 Presentazione prodotto...-2-1.3.1

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

DSL-N12E Router Wireless 11n

DSL-N12E Router Wireless 11n DSL-N12E Router Wireless 11n Manuale Utente I6767 Prima Edizione Novembre 2011 Copyright 2011ASUSTeK Computer Inc. Tutti i Diritti Riservati. Alcuna parte di questo manuale, compresi i prodotti e i software

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation

Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation 0x100 Router 0x110 Cos è? Quello che nel gergo informatico viene chiamato Router (o Switch Router) è un dispositivo di rete

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

IP Wireless / Wired Camera

IP Wireless / Wired Camera www.gmshopping.it IP Wireless / Wired Camera Panoramica direzionabile a distanza Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA Manuale Utente 1 INDICE 1. Introduzione PC Card...3 1.1 Introduzione...3 1.2 Avvertenze e note...3 1.3 Utilizzo...4 1.4 Requisiti di sistema...4 1.5 Funzioni...4 1.6

Dettagli

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni ab Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni www.ubs.com/online ab Disponibile anche in tedesco, francese e inglese. Dicembre 2014. 83378I (L45365) UBS 2014. Il simbolo delle chiavi e UBS

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Micro HI-FI Component System

Micro HI-FI Component System Micro HI-FI Component System Istruzioni per l uso Informazioni preliminari Connessioni di rete Operazioni Informazioni aggiuntive Risoluzione dei problemi Precauzioni/Caratteristiche tecniche CMT-G2NiP/G2BNiP

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 2011 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, archiviata

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli